Principale / Neonato

È possibile rimanere incinta con una diagnosi di iperplasia endometriale

Tempo di lettura: min.

L'iperplasia endometriale è una malattia caratterizzata da una crescita eccessiva dello strato della membrana nell'utero. Questa malattia non è classificata come oncologia. Tuttavia, nelle donne in età riproduttiva, sorge spesso la domanda se sia possibile rimanere incinta con iperplasia endometriale, poiché spesso la combinazione di iperplasia ghiandolare dell'endometrio e gravidanza è incompatibile.

La possibilità di gravidanza con iperplasia endometriale

La gravidanza è possibile con l'iperplasia endometriale? Quando si parla di iperplasia ghiandolare, la possibilità di concepire un bambino è ridotta al minimo. Le violazioni del sistema ormonale danno luogo all'assenza di ovulazione con iperplasia endometriale e, se si è verificata l'ovulazione, la mucosa non può accettare l'embrione. Tuttavia, è ancora possibile rimanere incinta con iperplasia endometriale La gravidanza dopo l'iperplasia endometriale può essere non fisiologica. Con la fecondazione riuscita, il feto si sviluppa con difficoltà in futuro: potrebbero esserci patologie congenite nello sviluppo del feto, molto spesso questo porta ad un aborto spontaneo. Occasionalmente, l'impianto dell'embrione ha successo, ma dopo la nascita il bambino ha un ritardo nello sviluppo.

È possibile rimanere incinta dopo l'iperplasia endometriale

Se il trattamento della patologia viene avviato in modo tempestivo, una donna può rimanere incinta dopo l'iperplasia endometriale in modo naturale. Il trattamento terapeutico consiste nella prevenzione delle cause alla base della malattia e nell'uso di contraccettivi orali per sei mesi o più. In caso di malattia grave, il ginecologo consiglia di raschiare gli strati non necessari del guscio.

Ricevi un promemoria per posta per l'iperplasia endometriale!

Effetto dell'iperplasia sul concepimento e sulla gravidanza

Come risultato della diagnosi stabilita di iperplasia endometriale, la probabilità di concepire e rimanere incinta è molto bassa. Sotto l'influenza dell'interruzione ormonale, che è associata all'inizio della gravidanza, aumenta significativamente la minaccia della modifica di un tumore benigno nell'endometrio intrauterino in uno maligno. Di conseguenza, in quasi tutti i casi, i ginecologi sono obbligati a insistere sull'interruzione artificiale della gravidanza per un'eventuale terapia successiva. Per non ricorrere a tali misure, è necessario sottoporsi a una visita medica in anticipo e, se necessario, condurre una terapia.

Gravidanza dopo iperplasia. Sullo sfondo dell'iperplasia uterina, il verificarsi della gravidanza si verifica in una forma eterogenea: l'uovo è fisso e si sviluppa sulla cavità uterina intatta quando c'è iperplasia endometriale focale e gravidanza. Questi esempi sono eccezionali e le donne che diventano così incinte necessitano di un'attenta supervisione medica durante tutta la gravidanza. Le voci secondo cui l'iperplasia si indebolisce durante il trasporto di un bambino non ha senso. Non è in grado di diminuire, inoltre, l'iperplasia crea difficoltà nel corso della gravidanza, che deve essere monitorata dal ginecologo curante. L'iperplasia endometriale è una grave malattia dell'utero che richiede un trattamento estensivo immediato. In caso contrario, alla donna potrebbe essere diagnosticata "infertilità" e talvolta questa malattia può trasformarsi in oncologia. Una visita sistematica dal medico e il monitoraggio del ciclo possono prevenire la progressione di questa malattia..

La gravidanza è possibile con l'iperplasia??

Per un lungo periodo si è creduto che l'iperplasia endometriale fosse un verdetto caratteristico che priva il sesso femminile di ogni possibilità di conoscere la felicità materna. Oggi la medicina si sta sviluppando e non sta in un posto. Già oggi esistono metodi speciali per un trattamento efficace dell'iperplasia e, dopo aver superato l'intero corso della terapia, il concepimento è del tutto possibile. Per ripristinare la funzione della gravidanza, una donna, prima di tutto, deve sottoporsi a una diagnosi completa, che consentirà di determinare la forma e il livello di pericolo della malattia, dopodiché un medico qualificato prescriverà una terapia personale.

Se il corso del trattamento della patologia è stato completato con successo, puoi tranquillamente provare a concepire un bambino. La gravidanza dopo il trattamento dell'iperplasia endometriale e dopo il curettage di solito si verifica rapidamente. È importante tenere conto di quanto tempo ci vuole per rimanere incinta dopo la pulizia dell'iperplasia. I medici consigliano di astenersi dal provare a concepire per 3 mesi.

Dopo il trattamento, la gravidanza andrà bene e il bambino nascerà forte e sano. Tuttavia, ci sono anche complicazioni. Se una donna non riesce a rimanere incinta dopo il trattamento, le vengono offerte due opzioni per risolvere il problema:

  • FIVET per iperplasia endometriale. La fecondazione in vitro dopo l'iperplasia endometriale può essere eseguita se nel trattamento della malattia sono stati utilizzati metodi di risparmio. Se l'endometrio è stato rimosso, la probabilità di rimanere incinta diminuisce..
  • ICSI per iperplasia endometriale - una delle opzioni di fecondazione in vitro.

In caso di ripetute esacerbazioni della malattia, talvolta osservate dopo il parto, si raccomanda al paziente di sottoporsi a un'operazione per curare l'endometrio.

Gravidanza con iperplasia endometriale

Le cause dell'iperplasia endometriale

La gravidanza è possibile con l'iperplasia endometriale??

Trattamento dell'iperplasia endometriale

Nel caso di diagnosi di formazioni cistiche sullo sfondo dell'iperplasia, la terapia farmacologica non sarà sufficiente, sarà necessario rimuovere le aree patologiche della mucosa usando l'isteroscopia.

L'iperplasia endometriale atipica richiederà la consultazione con un oncologo per valutare le condizioni della mucosa ed escludere la degenerazione delle cellule in un tumore maligno. Se la diagnosi della presenza di cellule tumorali è confermata, allora uno dei metodi di controllo è la rimozione dell'organo riproduttivo, al fine di evitare la proliferazione delle cellule tumorali..

Inoltre, la successiva concezione dipende anche dal tipo di processo patologico. Dopo l'iperplasia e tutte le procedure mediche, i medici osservano la donna per qualche tempo, al fine di valutare il ciclo mensile. In caso di ovulazione stabile, si verifica una gravidanza riuscita.

Compatibilità della gravidanza con l'iperplasia endometriale

Al giorno d'oggi, molte ragazze che soffrono di iperplasia si chiedono: l'iperplasia endometriale è compatibile con la gravidanza? Dopo tutto, l'opportunità di avere figli è uno dei ruoli principali nella vita di ogni ragazza. E a causa dell'iperplasia, questa possibilità è minacciata, perché questa malattia minaccia l'infertilità. Inoltre, se una donna viene diagnosticata dopo il parto, sorge la domanda sulla possibilità di allattamento al seno durante l'iperplasia endometriale.

Concetto di iperplasia

Prima di tutto, l'iperplasia endometriale è una diagnosi ginecologica, durante la quale i tessuti endometriali nella cavità uterina iniziano il processo di crescita intensiva nei posti sbagliati. Questa patologia si sviluppa a causa di uno squilibrio degli ormoni nel corpo di una donna. La quantità di estrogeni (ormone sessuale) è in eccesso. Ma la produzione di un altro ormone - il progesterone, al contrario, è minima, motivo per cui la domanda - "puoi rimanere incinta" spesso ha una risposta negativa. La fase successiva della patologia è la formazione di un tumore benigno, a causa del quale l'ovulazione diventa impossibile..

Presumibili, secondo i medici, cause di iperplasia:

  • un aumento del livello di estrogeni si verifica nel corpo di una donna;
  • la presenza di processi infiammatori cronici;
  • violazione del processo metabolico (metabolismo);
  • diabete mellito;
  • molti aborti;
  • fibromi nella cavità uterina;
  • problemi con il sistema endocrino;
  • raschiatura del passato;
  • la presenza di endometriosi;
  • patologia epatica;
  • la presenza di policistico;
  • tumori dei genitali, nonché tumori delle ghiandole mammarie;
  • predisposizione ereditaria;
  • operazioni ginecologiche;
  • presenza di disfunzione ovarica.

In che modo l'iperplasia influisce sul portamento del feto?

Non c'è possibilità di concepimento e gravidanza di successo con questa diagnosi. L'ovulazione non è possibile a causa dello squilibrio ormonale e di una grande espansione della massa endometriale. Inoltre, l'altra struttura dello strato mucoso dell'utero non ha la capacità di accettare un embrione.

Se si verifica una gravidanza, il che è estremamente raro, non c'è praticamente alcuna possibilità di sopportare il bambino favorevolmente. La gravidanza con iperplasia endometriale minaccia:

  • Sviluppo anormale del feto;
  • Patologie congenite del bambino;
  • Aborto spontaneo;
  • Congelamento del feto nel primo trimestre.

Durante l'inizio della gravidanza, a causa dell'elevata probabilità di una transizione da un tumore benigno a una malattia oncologica, gli esperti consigliano vivamente di interrompere artificialmente il portamento del bambino e di eseguire il trattamento successivo. Qualunque cosa accada, prima di pianificare una gravidanza, dovresti sottoporti a una visita medica e, se necessario, iniziare il trattamento.

È possibile rimanere incinta con iperplasia endometriale

Per molto tempo si è creduto che fosse impossibile rimanere incinta con l'iperplasia endometriale. Tuttavia, ora la medicina sta andando avanti a grandi passi e sta andando bene in molti modi, così come nel trattamento di questa malattia. Al momento, ci sono un gran numero di schemi specifici per terapie efficaci per l'iperplasia, il che rende abbastanza reale la possibilità di concepire e trasportare un bambino. Per poter dare alla luce bambini, la futura mamma dovrebbe sottoporsi a un esame approfondito da parte di un medico, che le consentirà di valutare la forma attuale e la gravità della malattia. Sulla base di questi dati, lo specialista sarà in grado di determinare il bias personale nel trattamento del paziente..

Possibilità di gravidanza dopo il trattamento

Se segui un corso di trattamento selezionato individualmente, in molti casi la fecondazione è ancora possibile. Ma cosa fare se la gravidanza tanto attesa dopo l'iperplasia endometriale non è mai arrivata? Ci sono solo due modi per risolvere questo problema:

  • FIVET, implica l'impianto artificiale di un embrione precedentemente fecondato nell'utero.
  • ICSI, questa procedura è una delle varianti della fecondazione in vitro. L'unica differenza è che lo sperma, non l'embrione, viene iniettato nel citoplasma..

Sulla base di ciò, vale la pena capire che la medicina moderna ci dà l'opportunità di avere figli, anche dopo una malattia così terribile. Ma vale ancora la pena ricordare la possibilità di ricaduta dopo il parto, sebbene la possibilità che la malattia ritorni è molto piccola. In questo caso, alla donna può essere consigliato di eseguire un intervento chirurgico con la rimozione dell'endometrio. Dopo l'operazione, il benessere della donna dovrebbe migliorare e non possono esserci più ricadute.

Caratteristiche della patologia durante l'allattamento

L'iperplasia ha un effetto su un bambino durante l'allattamento? La risposta inequivocabile è no. Poiché questa malattia si trova nella cavità uterina e non ha nulla a che fare con il latte materno. Ma non è ancora necessario posticipare il trattamento a tempo indeterminato. Dal momento che minaccia con varie complicazioni, tumori maligni e infertilità.

Il sintomo principale dell'iperplasia dopo il parto sono le continue interruzioni del ciclo mestruale. Sintomi come:

  • Scarico sanguinante prima delle mestruazioni;
  • Emorragia frequente dopo un ritardo.

Il motivo principale per la comparsa dell'iperplasia durante l'allattamento (di seguito GV) sono i cambiamenti ormonali dopo la nascita di un bambino. Se una madre che allatta ha notato sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico, che a sua volta prescriverà il trattamento corretto, che può essere eseguito in diversi modi:

  • farmaco;
  • Chirurgicamente;
  • Combinato.

Vale la pena ricordare che con HB il trattamento è sintomatico. Con un trattamento conservativo, vengono prescritti farmaci che regolano la produzione di ormoni e riducono la gravità dei segni avversi.

Nelle fasi successive della malattia, il medico prescrive un intervento chirurgico. Le operazioni sono: con misure radicali e rimozione dell'utero, nonché con la conservazione dell'organo genitale.

Vale la pena ricordare che prima si vede uno specialista, più è probabile che la malattia venga rilevata e maggiori sono le possibilità di un completo recupero di una donna. E anche conseguenze meno negative per il tuo corpo e la salute del bambino..

Previsione della gravidanza con iperplasia endometriale.

L'iperplasia endometriale dell'utero è una proliferazione patologica dell'endometrio. L'endometrio è il rivestimento interno (mucoso) dell'utero. Questa parte dell'utero è soggetta a cambiamenti ciclici durante il ciclo mestruale. Sotto l'influenza degli ormoni, l'endometrio cresce normalmente, cambiando la sua struttura in previsione di un ovulo fecondato e quindi, se il concepimento non si è verificato, diminuisce gradualmente e lascia l'utero insieme al flusso mestruale. Successivamente, inizia un nuovo ciclo di cambiamenti nell'endometrio..

L'iperplasia endometriale dell'utero è di diversi tipi:

  • iperplasia ghiandolare
  • iperplasia cistica ghiandolare
  • iperplasia endometriale atipica (adenomatosi o iperplasia adenomatosa)
  • iperplasia endometriale focale - polipi endometriali

L'iperplasia endometriale si verifica spesso senza sintomi e viene rilevata durante un esame ginecologico preventivo mediante ultrasuoni. Recentemente, il decorso asintomatico delle malattie ginecologiche, comprese le malattie a trasmissione sessuale, è diventato molto comune. Lo scarico patologico dal tratto genitale in tali malattie non è sempre notato. Senza l'aiuto della diagnostica di laboratorio, è difficile distinguerli dalla scarica normale. Con il decorso latente delle malattie femminili, non ci sono dolore addominale, sanguinamento, irregolarità mestruali e altri sintomi. Pertanto, ogni donna ha bisogno di un esame preventivo da parte di un ginecologo almeno due volte all'anno..

Segni di iperplasia endometriale uterina

L'iperplasia endometriale dell'utero è spesso asintomatica, ma a volte si manifesta come sanguinamento uterino disfunzionale (anovulatorio). Si verificano più spesso dopo un ritardo delle mestruazioni, meno spesso sullo sfondo di un ciclo regolare. Spesso, la diagnosi di iperplasia endometriale viene effettuata per la prima volta quando una donna inizia a essere esaminata per l'infertilità.

L'assenza di gravidanza con iperplasia endometriale è dovuta a due fattori:

  • mancanza di ovulazione, a causa di disturbi ormonali sullo sfondo dell'iperplasia endometriale
  • impossibilità di impianto di un embrione nella mucosa uterina patologicamente alterata

In questi casi, il trattamento dell'infertilità stimolando l'ovulazione, supportando la fase luteale del ciclo, utilizzando la terapia antinfiammatoria e persino la fecondazione in vitro non avrà successo fino a quando la causa principale dell'infertilità non sarà identificata ed eliminata: l'iperplasia endometriale..

Le cause dell'iperplasia endometriale sono diverse..

Prima di tutto, si tratta di disturbi ormonali, patologia dei carboidrati, lipidi e altri tipi di metabolismo, malattie ginecologiche, interventi chirurgici sulle appendici e sull'utero. L'iperplasia endometriale si riscontra spesso nelle donne che soffrono di iperestrogenismo, mioma uterino, mastopatia, endometriosi, malattia dell'ovaio policistico, disturbi del metabolismo dei grassi (alterata sintesi di estrogeni nel tessuto adiposo), ipertensione, glicemia alta, malattie del fegato in cui il metabolismo ormonale è compromesso.

Diagnosi di iperplasia endometriale uterina

  • prevenzione e trattamento dell'infertilità
  • prevenzione del cancro endometriale

Diversi tipi di iperplasia endometriale differiscono nella presentazione istologica, ad es. la struttura microscopica delle aree di crescita della mucosa ottenuta dalla biopsia:

  • l'iperplasia ghiandolare e ghiandolare-cistica sono quasi le stesse nelle loro manifestazioni, la seconda forma è più pronunciata
  • i polipi endometriali sono iperplasia endometriale focale e limitata
  • con iperplasia atipica, c'è un riarrangiamento strutturale della mucosa, una proliferazione più pronunciata delle ghiandole endometriali, che è considerata una malattia precancerosa dell'endometrio
  • L'iperplasia ghiandolare dell'endometrio di qualsiasi tipo, che riemerge dopo la raschiatura ed è resistente alla terapia ormonale, è molto pericolosa.

Per diagnosticare l'iperplasia endometriale, vengono utilizzati vari metodi:

  1. Il più comune è l'ecografia pelvica. Un'immagine ecografica dell'utero spesso consente di diagnosticare con precisione i polipi endometriali, oltre a vedere un ispessimento del rivestimento uterino. Sfortunatamente, la precisione del metodo non supera il 60%.
  2. L'ecoisterosalpingografia (Echo-HSG) è principalmente finalizzata allo studio della pervietà delle tube di Falloppio, ma lo schermo mostra chiaramente le caratteristiche della cavità uterina, caratteristica dell'iperplasia e dei polipi endometriali.
  3. L'aspirazione o la biopsia del rivestimento uterino viene eseguita nella seconda metà del ciclo. Un ginecologo (di solito sotto controllo ecografico) inserisce uno strumento speciale nella cavità uterina e cattura una quantità minima di tessuto, che viene quindi esaminata al microscopio. Tuttavia, l'accuratezza del metodo potrebbe risentirne a causa del fatto che la biopsia verrà eseguita nel posto sbagliato dove è presente un focolaio di iperplasia..
  4. Il metodo più informativo per diagnosticare l'iperplasia endometriale è l'isteroscopia: l'introduzione di un sistema ottico nella cavità uterina, sotto il cui controllo viene eseguita una biopsia mirata. Inoltre, l'isteroscopia consente di valutare visivamente le condizioni delle pareti dell'utero.

Trattamento dell'iperplasia endometriale

Il trattamento dell'iperplasia endometriale, prima di tutto, consiste nella rimozione di una sezione della mucosa patologica. Il curettage viene eseguito sotto il controllo dell'isteroscopia e quindi un esame istologico della mucosa. Dopo la rimozione del focus, viene prescritta la terapia ormonale. A seconda dei sintomi, vengono utilizzati farmaci estro-progestinici (sotto forma di contraccettivi orali), progestinici puri o agonisti del GnRH. Il trattamento dell'iperplasia endometriale viene effettuato rigorosamente individualmente per almeno tre mesi (raramente - più di sei mesi di uso continuo di farmaci ormonali). Il risultato del trattamento è confermato dalla biopsia endometriale ripetuta.

A seconda del tipo di iperplasia endometriale, della gravità del processo, nonché dell'efficacia della terapia, è possibile giudicare la prognosi per la gravidanza imminente!

Gravidanza con iperplasia endometriale

L'endometrio è la membrana mucosa che riveste la cavità interna dell'utero.

  1. Cos'è l'iperplasia endometriale
  2. Cause della malattia
  3. È possibile rimanere incinta
  4. Diagnosi della malattia
  5. Gravidanza dopo il trattamento dell'iperplasia endometriale

Il ruolo del rivestimento uterino in gravidanza:
È l'endometrio funzionale che assicura il consolidamento e l'ulteriore sviluppo dell'ovulo fecondato nella cavità uterina. Il successo o il fallimento (interruzione volontaria) della gravidanza nel primo trimestre dipende in gran parte dalle sue condizioni..

Impianto di un ovulo fecondato nell'endometrio

L'endometrio è altamente sensibile all'azione degli steroidi sessuali. Reagisce alle minime fluttuazioni dello sfondo ormonale di una donna. Lo squilibrio endocrino provoca una serie di cambiamenti dolorosi, inclusa l'iperplasia.

Tra le malattie ginecologiche, questa patologia è al secondo posto dopo le malattie infettive dell'area genitale femminile. L'impossibilità di gravidanza con iperplasia endometriale è un problema scottante nella moderna pratica ostetrica e ginecologica.

Una delle condizioni chiave per lo sviluppo dell'iperplasia è lo squilibrio ormonale, più precisamente l'estrogenismo.

L'estrogenismo è una formazione in eccesso o un aumento dell'effetto sull'endometrio di estrogeni con una mancanza di progesterone.

Endometrio e ormoni sessuali femminili

Sotto l'influenza degli estrogeni, lo strato funzionale distrutto della mucosa uterina viene ripristinato dopo le mestruazioni.

La maggior parte degli estrogeni è prodotta dall'apparato follicolare ovarico. Dopo il rilascio dell'uovo dal follicolo maturo (ovulazione), la sintesi degli estrogeni diminuisce drasticamente e il follicolo rotto rinasce nel corpo luteo dell'ovaio.

  • Il progesterone è un ormone antagonista degli estrogeni.
    Previene la moltiplicazione delle cellule endometriali, inibisce la crescita delle ghiandole uterine e le mette in fase di secrezione.

Il progesterone è prodotto dal corpo luteo dell'ovaio.

Dalla metà del ciclo mestruale dopo l'ovulazione, la produzione di estrogeni diminuisce drasticamente e aumenta il progesterone..

Non a caso il progesterone è chiamato “ormone della gravidanza”. Sotto la sua influenza, l'endometrio arriva allo stato necessario per l'impianto e lo sviluppo di un uovo fecondato: le ghiandole uterine secernono un segreto specifico, lo stroma endometriale si allenta, aumenta di volume e si riempie di cibo (vasi sanguigni). Il tono dell'utero diminuisce. L'abbondanza di progesterone contribuisce alla fissazione affidabile dell'ovulo e al normale corso della gravidanza.

Ovviamente, carenza di progesterone

  • primo: mette in pericolo la gravidanza;
  • secondo: porta alla moltiplicazione anormale delle cellule endometriali, alla crescita proliferativa, alla deformazione e alla disfunzione delle ghiandole uterine, cioè all'iperplasia della mucosa uterina.

Con l'iperplasia endometriale, c'è un'assoluta mancanza di progesterone o un effetto insufficiente di questo ormone sull'endometrio.

Non sorprende che aborti spontanei e infertilità lo siano sintomi clinici iperplasia endometriale. Questa malattia si manifesta anche:

  • violazione del ciclo mestruale,
  • sanguinosa scarica non ciclica,
  • sanguinamento uterino.
Torna al sommario

Cause di iperplasia endometriale

L'iperplasia della mucosa uterina è un processo patologico complesso. Coinvolge non solo i genitali, ma l'intero corpo di una donna.

La "rottura" dello stato ormonale "estrogeno / progesterone" si verifica in molte malattie:

  • Violazione del ciclo mestruale: anovulazione, insufficienza del corpo luteo, accorciamento della fase luteale del ciclo.
  • Tumori ovarici produttori di estrogeni.
  • Sindrome delle ovaie policistiche.
  • Disturbi neuroendocrini metabolici:
    - patologia del sistema ipotalamo-ipofisario;
    - malattia della tiroide;
    - malattie delle ghiandole surrenali;
    - obesità;
    - diabete;
    - malattia del fegato;
    - malattia ipertonica.
  • Fattori locali che aumentano la sensibilità dell'endometrio agli estrogeni:
    - infiammazione, infezione;
    - danno meccanico alla mucosa uterina (aborto, ecc.).
  • Disturbi dell'immunità.
  • Fatica.
  • Malattie dell'utero: fibromi, endometriosi, ecc..

Leggi tutto sui sintomi, le forme e il trattamento dell'iperplasia endometriale in dettaglio qui:
Trattamento dell'iperplasia endometriale

È possibile rimanere incinta con iperplasia endometriale?

L'esame di donne che soffrono di infertilità nel 70% dei casi ha rivelato iperplasia endometriale diffusa, nell'11% - focale.

Non solo iperplasia ghiandolare atipica, ma anche semplice dell'endometrio con gravidanza nella maggior parte dei casi incompatibile senza trattamento.

L'iperplasia endometriale atipica è una condizione precancerosa pericolosa e richiede un trattamento aggressivo. Nel contesto della terapia continua o del trattamento chirurgico radicale di questa forma di iperplasia, la gravidanza è impossibile..

Infertilità endocrina con iperplasia endometriale

L'anovulazione è la causa più comune dell'iperplasia endometriale tipica nelle giovani donne..

Esistono due principali meccanismi di anovulazione:

  • atresia follicolare,
  • persistenza dei follicoli.
Perché la gravidanza è impossibile con l'atresia del follicolo?

L'atresia follicolare è un processo patologico di sviluppo inverso e morte del follicolo dominante nell'ovaio. La cellula uovo nel follicolo anormale non matura, muore. Nessuna ovulazione - nessun concepimento.

Perché la gravidanza è impossibile con la persistenza del follicolo?

La persistenza del follicolo è un lento sviluppo patologico del follicolo, che porta a una violazione del ciclo ovarico. La cellula uovo all'interno del follicolo persistente si sviluppa normalmente e raggiunge la piena maturità. Ma per vari motivi lei è sua non se ne va, cioè, l'ovulazione non si verifica.

Il follicolo anormale continua a produrre estrogeni durante il ciclo mestruale anovulatorio. Alla fine, il ciclo termina con sanguinamento uterino: il concepimento è impossibile.

Ecco perché l'estrogenia, l'iperplasia endometriale e l'infertilità si sviluppano sullo sfondo dell'anovulazione..

Comune a entrambe le varianti del ciclo anovulatorio è l'assenza di un corpo luteo a tutti gli effetti, il che significa una carenza di progesterone. Questo problema nella maggior parte dei casi viene eliminato dalla terapia ormonale sostitutiva..

Infertilità uterina con iperplasia endometriale

Processi iperplastici endometriali - la causa del 5% delle forme uterine di infertilità.

Nel 90% delle donne con iperplasia endometriale, l'immunità locale è alterata e la sensibilità endometriale agli ormoni è compromessa. Il debole effetto locale del progesterone non influenza la transizione dell'endometrio dalla crescita alla secrezione. La membrana mucosa "immatura" e alterata dell'utero non è in grado di "accettare" un ovulo fecondato.

Diagnosi di iperplasia endometriale

Quali sono gli studi prioritari per una donna con sospetta iperplasia endometriale e disturbi di infertilità??

Lo spessore dell'endometrio è valutato dalla dimensione M-Echo antero-posteriore. Gli indicatori di norma cambiano in base alle fasi del ciclo mestruale.

Norme di spessore endometriale nei diversi giorni del ciclo

Segni ecografici di iperplasia endometriale:

  • Valori M-Echo in aumento.
  • Disomogeneità della struttura, confini irregolari dell'endometrio.
  • Presenza di inclusioni eco-positive e / o eco-negative nell'endometrio.

L'isteroscopia è un esame visivo della cavità uterina utilizzando attrezzature speciali. Questa procedura conferma o esclude la diagnosi di iperplasia endometriale. Sotto il suo controllo, viene eseguito il curettage della mucosa uterina - rimozione chirurgica dell'endometrio alterato.

Analisi istologica di campioni endometriali. Biopsia di Paypel per iperplasia endometriale

Finale la diagnosi e la forma dell'iperplasia endometriale, così come il trattamento individuale del paziente, sono determinati dopo istologia - esame del tessuto endometriale rimosso al microscopio.

A volte i campioni di tessuto dall'utero vengono ottenuti non mediante curettage, ma utilizzando una pipel curette (biopsia). Questo metodo è meno traumatico, ma meno informativo. Viene utilizzato nelle donne nullipare o per monitorare l'efficacia del trattamento per l'iperplasia.

Gravidanza dopo iperplasia endometriale

L'iperplasia ghiandolare tipica (cistica ghiandolare) nelle donne in età fertile è più spesso trattata con progesterone, progestinici o contraccettivi orali combinati.

  • I progestinici sono medicinali naturali o sintetici che agiscono come progesterone.

Ad esempio: Dufaston 20 mg, Utrozhestan 200 mg, Norkolut 5 mg, ecc. Il corso del trattamento è di 6 mesi.

  • COC - contraccettivi orali combinati.

Per il trattamento vengono utilizzati agenti ormonali estrogeni-gestageni a basso dosaggio. Il corso del trattamento è di 6 mesi.

Tutti i farmaci vengono assunti su base individuale sotto la supervisione di un medico..

Per una terapia efficace dell'iperplasia endometriale e del successivo insorgere della gravidanza, è importante che la paziente normalizzi il suo stile di vita: sbarazzarsi delle cattive abitudini (fumo compreso), perdere peso, muoversi di più, curare malattie croniche.

Iperplasia endometriale e gravidanza

I medici ritengono che in presenza di questa patologia concepire un bambino sia estremamente problematico, ma in alcuni casi il portamento è ancora possibile. Tuttavia, gli esperti non raccomandano di provare a rimanere incinta della presenza di una malattia come l'iperplasia dei tessuti della mucosa uterina, poiché ciò può comportare la trasformazione di una formazione benigna in una oncologica. E anche se, tuttavia, il paziente è riuscito a concepire un bambino, è estremamente difficile per l'embrione attaccarsi nell'utero. Succede che l'impianto dell'ovulo vada bene, ma qui c'è il pericolo di un ritardo nello sviluppo dell'embrione. Dopo il parto, il bambino può mostrare patologia in fase di sviluppo.

Iperplasia ghiandolare endometriale e gravidanza

Con il tipo ghiandolare della malattia, si verifica la proliferazione dell'epitelio interno dell'organo genitale, causata da un aumento delle dimensioni delle cellule ghiandolari a causa di un cambiamento nella loro struttura. C'è un ispessimento del tessuto endometriale causato dalla deviazione esistente dell'intensificazione della crescita nello strato ghiandolare dell'organo.

Durante il normale funzionamento delle ghiandole endometriali, sembrano strisce dritte. In caso di crescita eccessiva, le ghiandole cambiano la loro struttura, si piegano e si fondono insieme.

Durante il ciclo mensile, i processi caratteristici della natura del corpo femminile sorgono nell'endometrio dell'organo genitale. Lo strato mucoso dell'organo cresce prima, dopo di che cambia e, quindi, lascia la cavità uterina durante le mestruazioni. La ragione di tali trasformazioni risiede nello squilibrio degli ormoni sessuali del corpo: progesterone ed estrogeni. Per questo motivo, ad esempio, con un aumento della quantità di estrogeni, le cellule ghiandolari dell'endometrio crescono senza cambiare il loro volume. Qual è lo sviluppo della patologia.

Avere un bambino con una tale malattia è più realistico dopo la terapia. Con la forma atipica esistente, la cura è molto più difficile, soprattutto perché in situazioni gravi al paziente viene somministrata un'isterectomia.

Iperplasia endometriale focale e gravidanza

Il concepimento di un bambino con iperplasia avviene molto raramente, accade piuttosto con una forma focale, quando la cellula uovo inizia il suo sviluppo in un'area sana dello strato uterino. Tuttavia, sfortunatamente, questa è una situazione estremamente rara nel quadro generale della patologia e l'unica forma di questa malattia, durante la quale è possibile concepire con successo in modo naturale. Tali casi sono considerati eccezionali e richiedono un trattamento scrupoloso e attento sotto la supervisione di un medico esperto..

Nel caso delle più recenti diagnosi e terapie qualificate, compaiono condizioni positive per l'inizio del tanto atteso periodo di attesa per la maternità. L'esame periodico da parte di uno specialista, la consegna dei test richiesti e il rigoroso rispetto delle raccomandazioni fornite stanno diventando la priorità..

Gravidanza dopo il trattamento dell'iperplasia endometriale

Anche nella fase di pianificazione del concepimento di un bambino, il trattamento di anovulazione viene eseguito contemporaneamente. Dopo essersi liberati della patologia, dopo circa sei mesi, lo studio viene eseguito nuovamente per assicurarsi che la malattia sia passata. Il concepimento dopo il recupero è possibile e, in assenza di ricadute, ci sono tutte le possibilità di un parto riuscito.
L'intervento chirurgico viene utilizzato in caso di sanguinamento intenso o crescita di neoplasie. Viene svitato con una pinzetta o viene eseguita una polipectomia, tagliata con le forbici.

La gravidanza è possibile con l'iperplasia endometriale uterina: cosa si può fare per rimanere incinta?

L'attività degli organi del sistema riproduttivo femminile è regolata dagli ormoni. La violazione del loro equilibrio porta inevitabilmente a patologie che impediscono la gravidanza. Una di queste malattie è l'iperplasia endometriale. È quasi impossibile rimanere incinta con l'iperplasia endometriale. Con una tale malattia, il ciclo mestruale viene interrotto. Esistono diversi tipi di iperplasia endometriale, una delle quali è combinata con processi oncologici.


È molto importante diagnosticare l'iperplasia endometriale in modo tempestivo per prevenirne lo sviluppo. Pertanto, è necessario essere regolarmente esaminati da un ginecologo..

A cosa serve l'endometrio?

L'endometrio è una barriera naturale che impedisce alle pareti dell'utero di aderire tra loro. In assenza di gravidanza, le pareti dell'organo muscolare genitale di solito si toccano, ma non si attaccano tra loro a causa dell'endometrio, che non consente lo sviluppo di aderenze.

Ma lo scopo più importante della mucosa, forse, può essere considerato quello di fornire le condizioni per l'attaccamento dell'ovulo nello spazio interno dell'utero. Dopo la fecondazione riuscita dell'uovo, l'endometrio si allenta e nel senso letterale della parola si trasforma in quel terreno fertile da cui germoglierà un seme: una nuova vita. Durante la gestazione, la superficie interna dell'utero aumenta il numero di vasi sanguigni e ghiandole. La rete vascolare cresce per entrare successivamente nella struttura della placenta, che alimenta il feto con ossigeno e varie sostanze utili.

Il meccanismo di sviluppo dell'iperplasia endometriale

Il principale provocatore della modifica patologica dell'endometrio è l'estrogenismo. Gli estrogeni promuovono la divisione cellulare sana e lo sviluppo delle ghiandole uterine nell'endometrio. È grazie agli estrogeni che l'utero ripristina la funzionalità del suo strato interno dopo giorni critici. La principale fonte di estrogeni sono i follicoli ovarici. Durante l'ovulazione, non appena la cellula uovo pronta per la fecondazione lascia il follicolo, la produzione di estrogeni diminuisce e il follicolo che scoppia diventa esso stesso il corpo luteo dell'ovaio.

L'ormone progesterone ha la funzione opposta dell'estrogeno. Questa sostanza sopprime la divisione delle cellule del tessuto mucoso, impedisce alle ghiandole dell'utero di espandersi e le mette in uno stato di secrezione. Il progesterone stesso appare nel corpo luteo dell'ovaio. Pertanto, dopo l'ovulazione, il livello di estrogeni nel sangue diminuisce e il progesterone, al contrario, aumenta..

Il progesterone prepara l'endometrio a ricevere l'embrione: sotto l'influenza delle ghiandole uterine viene prodotto uno speciale segreto che scioglie la mucosa uterina, la aumenta di volume e favorisce la proliferazione del flusso sanguigno. Con una concentrazione sufficiente di progesterone, il tono dell'utero diminuisce leggermente, dopo di che vengono create tutte le condizioni per un impianto affidabile dell'embrione e uno sviluppo stabile della gravidanza.

Con una mancanza di progesterone:

  • la gravidanza viene interrotta;
  • le cellule endometriali iniziano a dividersi in modo incontrollabile, il che porta alla degradazione delle ghiandole uterine - in altre parole, all'iperplasia del rivestimento uterino.

Questa patologia è il risultato di una carenza acuta di progesterone o del suo effetto estremamente debole sull'endometrio. Non è un caso che l'aborto spontaneo e l'infertilità siano i principali segni clinici dell'iperplasia endometriale..

Perché si sviluppa l'iperplasia endometriale?

Il grado di predisposizione di una donna allo sviluppo di questa patologia dipende in gran parte dalle condizioni generali del suo corpo. Molte malattie possono contribuire a uno squilibrio nel rapporto degli ormoni:

  • imperfezione del ciclo mensile (stiamo parlando di anovulazione, insufficienza del corpo luteo o fase luteale troppo breve);
  • la presenza di specifiche neoplasie nelle ovaie che contribuiscono alla produzione di estrogeni;
  • ovaie policistiche;
  • disturbo dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria;
  • disfunzione della ghiandola tiroidea;
  • malattia surrenale;
  • peso corporeo criticamente elevato;
  • diabete;
  • patologia epatica;
  • ipertensione arteriosa;
  • reazioni infiammatorie associate a infezione;
  • lesioni al rivestimento dell'utero (ad esempio, a causa della pulizia);
  • fatica;
  • un sistema immunitario indebolito;
  • malattie dell'utero (ad esempio fibromi).

La gravidanza è possibile con l'iperplasia endometriale?

Nella maggior parte dei casi, è impossibile concepire e mantenere un bambino con iperplasia endometriale senza un trattamento preventivo. Dopo una terapia complessa, le capacità riproduttive del corpo della donna vengono ripristinate e il bambino può essere pianificato.

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario prima sottoporsi a un esame completo per determinare la forma dell'iperplasia, nonché lo stadio del suo abbandono..

Iperplasia ghiandolare endometriale e gravidanza

Con una forma ghiandolare di patologia, lo strato mucoso dell'endometrio cresce moderatamente, mentre lo scarico dal tratto genitale è scarso. Per un altro tipo di patologia, ghiandolare-cistica, è caratteristico un quadro clinico più vivido, espresso dalla crescita attiva dell'endometrio con formazione di cisti e polipi. Secondo i medici, queste forme di iperplasia escludono la gravidanza.

Iperplasia endometriale atipica e gravidanza

Questa è la forma meno favorevole di patologia, in cui la struttura delle cellule dello strato ghiandolare dell'endometrio subisce cambiamenti drammatici. Il risultato di una tale degenerazione è spesso la comparsa di formazioni maligne. La gravidanza con questo tipo di iperplasia endometriale è possibile, tuttavia, finisce invariabilmente con un aborto spontaneo qualche tempo dopo il concepimento, poiché i metodi di trattamento di questa malattia sono prevalentemente di natura aggressiva.

Se la violazione è stata rilevata troppo tardi, diventa necessario eseguire un trattamento anti-cancro e in alcuni casi anche la resezione dell'utero. Periodi irregolari o un cambiamento pronunciato nella loro natura dovrebbero essere un motivo per contattare un medico.

Iperplasia endometriale focale e gravidanza

Questa forma della malattia non esclude la probabilità di gravidanza, poiché non colpisce l'intero endometrio, ma le sue singole parti. Tuttavia, le possibilità dell'embrione per un ulteriore sviluppo normale sono trascurabili..

Se il concepimento è avvenuto, allora ai primi segni di gravidanza, è importante che una donna si registri immediatamente in una clinica prenatale e visiti regolarmente un ginecologo, poiché le conseguenze di una posizione "interessante" in caso di iperplasia endometriale non sono le più rosee:

  • la comparsa di patologie intrauterine nel feto;
  • sviluppo dell'endometriosi dell'utero;
  • degenerazione di focolai di iperplasia in tumori cancerosi;
  • interruzione anticipata spontanea della gravidanza.

Una complicazione è solitamente indicata da un dolore tirante nell'addome inferiore.

Iperplasia endometriale diffusa e gravidanza

Con l'iperplasia diffusa, l'endometrio cresce quasi ovunque, interessando così l'intero utero. Anche se si verifica l'ovulazione, è improbabile che un ovulo fecondato si impianti con successo nella mucosa modificata. Inoltre, la forma diffusa della malattia interrompe la regolarità del tipo mestruale, il che complica ulteriormente il concepimento..

È impossibile esitare con il trattamento dell'iperplasia endometriale diffusa, poiché la membrana mucosa modificata inizierà a crescere nello strato muscolare dell'utero. In realtà, questo processo è una condizione che facilita lo sviluppo del cancro..

Cos'è questa patologia

L'endometrio è lo strato che copre la cavità uterina. È mensilmente coinvolto direttamente nell'ovulazione. Un graduale aumento delle dimensioni dei suoi tessuti connettivi si verifica nel giorno significativo della possibile fusione delle cellule germinali maschili e femminili. Tali cambiamenti sono necessari affinché l'ovulo fecondato possa ancorarsi saldamente nella cavità uterina e continuare il suo sviluppo nei tessuti endometriali. Se lo strato interno dell'utero è troppo sottile, il concepimento già avvenuto verrà interrotto, provocando un aborto spontaneo.


Tuttavia, ci sono situazioni in cui l'infertilità è causata dalla proliferazione dell'endometrio. Questa deviazione è associata a disturbi dello sfondo ormonale di una donna, a cui lo strato uterino reagisce bruscamente. La mancanza di progesterone in combinazione con un eccesso di estrogeni impedisce all'endometrio di svilupparsi in una forma ciclica naturale. Cresce costantemente, quindi una donna non ovula..

L'iperplasia endometriale è una forte proliferazione patologica della mucosa uterina di natura benigna. È accompagnato da violazioni delle caratteristiche strutturali e delle capacità funzionali dei tessuti..

L'iperplasia dell'endometrio dell'utero è pericolosa perché a causa di essa il ciclo mestruale "si perde", inizia un abbondante sanguinamento uterino al di fuori dei cicli. Tuttavia, le cisti e i polipi più pericolosi dell'endometrio, che sono la causa dello sviluppo di tumori maligni.

È difficile determinare la causa attendibile del "litigio" tra progesteroni ed estrogeni. Tuttavia, i medici ritengono che questo processo sia influenzato da tali fattori:

  • Tumore ovarico;
  • Cisti ovariche;
  • Disturbi neuroendocrini;
  • Patologia tiroidea;
  • Diabete;
  • Disfunzioni delle ghiandole surrenali e del fegato;
  • Ipertensione;
  • Mioma dell'utero;
  • Obesità.

Va notato gravi fattori provocatori che influenzano lo squilibrio ormonale di una donna:

  • Processi infiammatori e infettivi;
  • Interventi chirurgici sulla cavità uterina (curettage, aborto e altri danni meccanici alla mucosa);
  • Difesa immunitaria ridotta;
  • Stress prolungato frequente.

L'iperplasia endometriale è una formidabile patologia che si colloca al secondo posto tra le malattie del sistema riproduttivo. Sta diventando una causa comune di infertilità femminile..

Complicazioni dell'iperplasia endometriale

La patologia senza un trattamento adeguato comporta molti problemi:

  1. La degenerazione delle cellule modificate della mucosa in formazioni maligne. L'adenocarcinoma endometriale di tipo 1 si sviluppa nell'8% dei casi.
  2. Infertilità. I livelli ormonali interrotti e la struttura morfologica distorta del tessuto endometriale portano a aborti ricorrenti e sanguinamento uterino regolare.
  3. Anemia. La perdita di sangue influisce negativamente sulla salute di una donna, poiché provoca lo sviluppo di anemia.

Segni di iperplasia endometriale

Il sintomo principale della patologia è il sanguinamento dal tratto genitale di varia intensità. Per la natura dello scarico di sangue, si distinguono i seguenti tipi di sanguinamento:

  • ciclico, che è rappresentato da periodi abbondanti e prolungati;
  • aciclico, che non è correlato al normale ciclo mestruale. Appare principalmente dopo un ritardo delle mestruazioni.

Secondo la gravità, il sanguinamento dovuto all'iperplasia endometriale è:

  • abbondante;
  • prolungato, con moderata perdita di sangue;
  • semestrale, con sanguinamento sbavante.

Quasi sempre, il sintomo principale della patologia è accompagnato da piccoli sintomi aggiuntivi:

  • ipertensione;
  • una serie di chili in più;
  • umore instabile;
  • debolezza generale;
  • apatia;
  • peli del corpo e del viso in eccesso.

Segni di patologie dello sviluppo

È quasi impossibile diagnosticare in modo indipendente l'iperplasia endometriale. Ciò è dovuto al fatto che una tale malattia non ha sintomi specifici. Fondamentalmente, le donne si rivolgono a un ginecologo lamentandosi di non poter rimanere incinta, infertilità. Una tale complicazione sorge sullo sfondo di una malattia trascurata, le sue fasi precedenti possono manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • un aumento della durata delle mestruazioni;
  • fallimento del ciclo mestruale;
  • la comparsa di mestruazioni abbondanti;
  • la presenza di un piccolo sanguinamento uterino;
  • forte dolore nella regione addominale inferiore.

Se si verificano questi segni, è necessaria una visita medica urgente. Ciò è dovuto al fatto che quando la patologia viene rilevata in una fase precoce, il suo trattamento è notevolmente semplificato. E una terapia efficace ti consente di mantenere la capacità di concepire un bambino.

Quando compaiono i suddetti segni di patologia, è necessario prestare attenzione alla presenza di fattori che provocano il suo sviluppo. Le principali cause della malattia includono:

  • terapia ormonale irrazionale;
  • disfunzione, tumori, ovaie policistiche;
  • disturbi del sistema immunitario;
  • fibromi uterini;
  • ipertensione;
  • malattie delle ghiandole endocrine;
  • endometriosi;
  • la presenza di patologie veneree;
  • diabete;
  • mastopatia;
  • aborti frequenti, curettage;
  • difetti uterini congeniti;
  • obesità;
  • patologia epatica;
  • predisposizione genetica.

Più fattori di rischio ha una donna che influenzano lo sviluppo della malattia, maggiore è la probabilità di iperplasia..

Metodi per diagnosticare l'iperplasia endometriale prima della gravidanza

Se si sospetta questa violazione nella struttura dell'endometrio per una donna che sta tentando senza successo di rimanere incinta, vengono mostrati diversi studi prioritari.

Ecografia transvaginale

L'utero viene esaminato mediante ultrasuoni per valutare la natura dei cambiamenti nei suoi tessuti, determinare lo spessore della mucosa e trovare aree affette da iperplasia e polipi. La procedura viene eseguita introducendo un sensore speciale nella vagina il 5-7 ° giorno del ciclo mestruale.

Lo spessore della membrana endometriale dipende dal ciclo mestruale:

  • nella sua prima fase gli indicatori di spessore non superano i 3-4 mm;
  • nella seconda fase del ciclo, queste cifre aumentano a 12-15 mm.

Indubbia evidenza dell'iperplasia endometriale secondo gli ultrasuoni è l'ispessimento onnipresente della mucosa con bordi lisci chiaramente visualizzati e una riflessione uniforme delle onde ultrasoniche. I polipi sembrano formazioni con contorni ben visibili, inquadratura ecogena sottile e alta densità acustica. La presenza di tessuto affetto da un tumore maligno è determinata da aree con ecogenicità eterogenea e bordi frastagliati. Prestare attenzione ai segni ecografici indicativi della patologia:

  • lo spessore della mucosa varia da 14,6 a 15,4 mm;
  • i polipi hanno una dimensione di 16,1 - 17,5 mm;
  • l'adenocarcinoma è indicato dai numeri 19,7 - 20,5 mm.

Si noti che nonostante l'elevata informatività del metodo ecografico, il verdetto finale sulla malattia basato sui dati di questa indagine da solo non viene emesso.

Isteroscopia della mucosa uterina

Per pre-confermare o confutare la diagnosi di alterazioni patologiche nell'endometrio dell'utero, utilizzare il metodo dell'isteroscopia. L'esame consiste in un esame visivo dello spazio interno dell'utero utilizzando attrezzature speciali. Nella stessa fase dell'esame, sotto il controllo di apparecchiature altamente sensibili in caso di iperplasia endometriale, viene eseguito il curettage della cavità uterina per rimuovere la mucosa alterata.

Analisi istologica di materiale biologico

Il verdetto finale sulla malattia, la sua forma e natura viene emesso dopo l'istologia: uno studio di laboratorio su un frammento rimosso di tessuto endometriale al microscopio. Sulla base delle informazioni ricevute, sviluppano anche le tattiche di trattamento ottimali per il paziente. Dato che la natura dell'iperplasia endometriale è esclusivamente l'analisi istologica, una diagnosi affidabile può essere fatta solo se sono disponibili i risultati dell'esame istologico..

Diagnostica e trattamento

I test diagnostici vengono eseguiti dopo aver esaminato una donna su una sedia ginecologica e averla interrogata. Il medico presta attenzione ai segni che possono indicare una malattia esistente. Al paziente vengono assegnati test per malattie infettive e livelli ormonali. Le seguenti procedure sono considerate altrettanto importanti:

  • Isteroscopia. Questa procedura può portare a spiacevoli complicazioni. Per questo motivo, è consigliabile non eseguire la malattia fino alla fase critica..
  • Esame ecografico degli organi pelvici.
  • Idrosonografia.
  • Istologia.

In alcuni casi, può essere eseguita un'analisi delle condizioni dei reni e di altri organi vitali. Insieme ai sintomi caratteristici, una donna inizia a notare un deterioramento del benessere generale, una diminuzione della capacità lavorativa, la presenza di condizioni depressive.

Il processo di trattamento comprende diverse fasi. Il sanguinamento si ferma se necessario. Per questo, una donna viene ricoverata in un ospedale..

Se il livello degli ormoni viene deviato, viene prescritta la somministrazione di farmaci su base ormonale. Se la malattia persiste, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Viene eseguito il curettage della cavità uterina o la rimozione parziale dell'organo.

RIFERIMENTO! Uno dei modi per combattere l'iperplasia è l'assunzione di gestageni..

Dopo un trattamento complesso, è necessario un monitoraggio costante della salute del paziente. I test vengono eseguiti regolarmente e il ciclo mestruale viene monitorato. Nel processo di ripristino del corpo, si consiglia a una donna di evitare lo stress e di eseguire la terapia vitaminica.

L'appello iniziale di una donna a un medico si verifica a causa dell'incapacità di rimanere incinta. La diagnostica viene eseguita con metodi di esame intrauterino e esame istologico. Viene stabilita la natura dei cambiamenti cellulari e viene diagnosticata una delle possibili forme di iperplasia endometriale:

  • focale;
  • diffondere;
  • atipico;
  • cistica ghiandolare;
  • stromale ghiandolare.

Dopo aver stabilito la natura dei cambiamenti nella mucosa, viene prescritto un trattamento individuale, tra cui:

  • farmaci ormonali;
  • contraccettivi orali;
  • gestagens;
  • multivitaminici;
  • preparati di ferro.

In casi difficili, viene prescritto un trattamento chirurgico: curettage della cavità uterina, seguito da terapia ormonale, che impedisce la comparsa di nuove escrescenze. Il periodo di trattamento è lungo, da sei mesi o più.

Trattamento dell'iperplasia endometriale prima della gravidanza

L'iperplasia endometriale e la gravidanza non sono la combinazione più desiderabile, pertanto, la pianificazione di un bambino dovrebbe essere fatta solo dopo un trattamento completo della malattia.

I metodi per correggere questo problema sono prevalentemente ormonali. Il programma di trattamento si basa sui seguenti gruppi di farmaci:

  • contraccettivi orali combinati (COC). Mersilon, Yarina, Lindinet e fondi simili sono prescritti secondo lo schema per i prossimi sei mesi. Tali farmaci sono necessari alle donne in età fertile sotto i 35 anni e agli adolescenti con periodi abbondanti e (o) intermittenti con forma ghiandolare, ghiandolare-cistica del disturbo o con polipi. I COC vengono utilizzati anche nelle dosi di carico come parte della cosiddetta emostasi ormonale. Tale trattamento è prescritto per le ragazze in situazioni di emergenza - per fermare il sanguinamento e fare a meno della pulizia chirurgica. I contraccettivi vengono assunti 2 - 3 compresse al giorno, riducendo gradualmente la dose a 1 compressa al giorno. Il trattamento richiederà 21 giorni. Se non ci sono dinamiche positive e la situazione diventa critica, l'utero viene raschiato;
  • gestagens (Dyufaston, Utrozhestan). Questi farmaci iniziano a bere dai 16 ai 25 giorni del ciclo mensile e vengono assunti anche in corsi che durano dai 3 ai 6 mesi. La loro versatilità sta nel fatto che sono adatti a pazienti di tutte le età con qualsiasi forma di ispessimento endometriale. Il dispositivo contraccettivo intrauterino Mirena a base di gestageni sta attualmente mostrando ottimi risultati. Agisce localmente, il che non si può dire dei gestageni orali, che differiscono nell'azione sistemica. L'adattamento ormonale dura 5 anni. Il principale svantaggio di Mirena è che la sua presenza provoca una scarica sanguinolenta in una donna tra le mestruazioni nei primi 3-6 mesi dopo l'inizio dell'uso. C'è anche disagio psicologico: alcune donne sono molto preoccupate per la presenza di un corpo estraneo nell'utero;
  • agonisti dell'ormone di rilascio delle gonadotropine (Lukrin-depot, Zoladex). Con l'aiuto di farmaci di questo gruppo, è possibile controllare la connessione tra ipotalamo e ghiandola pituitaria, che garantisce il normale funzionamento delle ghiandole endocrine nelle donne con mioma uterino, endometriosi, iperplasia endometriale. Sotto l'influenza di questi agenti ormonali, la ghiandola pituitaria perde parzialmente la sua sensibilità e la produzione di ormoni gonadotropici, che regolano la funzione delle gonadi, diminuisce. Il risultato è una condizione nota come fenomeno di castrazione dei farmaci. Questo è un processo reversibile: dopo la sospensione del farmaco, la ghiandola pituitaria ripristina il normale processo di controllo della fertilità dopo 14-21 giorni. Questo metodo di trattamento è adatto a donne di età superiore ai 35 anni con qualsiasi forma di iperplasia endometriale. Il corso dell'assunzione di un farmaco ormonale in questo gruppo va da 3 a 6 mesi.

La correzione di una violazione dipende in gran parte dalla sua forma. Quindi, le donne che soffrono di ispessimento atipico della mucosa dell'utero richiedono un'attenzione particolare da parte degli specialisti. Vengono sottoposti a un'ecografia pianificata con un intervallo di 3, 6 e 12 mesi dopo la pulizia e l'inizio della terapia ormonale. Solo monitorando lo stato della loro salute in dinamica, si può giudicare l'efficacia delle misure adottate. Se l'iperplasia di questa forma si ripresenta, è necessario ricorrere alla resezione dell'utero.

Se, con la ripetuta crescita eccessiva della superficie interna dell'utero con polipi, così come con le forme ghiandolari e ghiandolare-cistiche della malattia, la correzione ormonale non dà un risultato positivo e il paziente non diventerà madre in futuro, è indicata una procedura per la distruzione totale del tessuto endometriale. Per questo, con l'aiuto di un isteroscopio, viene utilizzato un metodo elettrochirurgico e laser di escissione della mucosa uterina. L'intervento avviene in anestesia endovenosa generale.

Lo stesso giorno (almeno un giorno dopo), dopo la pulizia o rimozione posticipata della membrana endometriale, la donna torna a casa. Per 3-10 giorni, sarà comunque infastidita da scarso scarico misto a sangue. Dopo la distruzione dell'endometrio, i frammenti del tessuto asportato vengono solitamente mescolati con le secrezioni. È così che dovrebbe essere, di cui il medico avvertirà sicuramente il paziente.

Insieme all'uso di farmaci ormonali, a una donna vengono prescritte vitamine. Di solito è vitamina C, vitamine del gruppo B, preparati di ferro. Aiuteranno anche i sedativi a base naturale. La prima volta dopo l'intervento chirurgico, è necessario alternare attentamente le modalità di attività fisica e un buon riposo. Puoi tornare alla vita intima 2 settimane dopo la pulizia..

Come prevenire lo sviluppo dell'iperplasia endometriale

La prevenzione si basa sulla cura di sé e sull'amore. Le seguenti misure aiuteranno a prevenire lo sviluppo di terreno fertile per la modifica dell'endometrio:

  • visite dal ginecologo una volta ogni sei mesi;
  • trattamento delle infezioni genitali e dei processi infiammatori in tempo;
  • uso di COC come prescritto da uno specialista;
  • regolazione tempestiva del ciclo mensile in caso di sua violazione;
  • controllo del peso corporeo, sbarazzarsi del peso in eccesso;
  • evitare l'aborto, cioè una pianificazione responsabile della gravidanza;
  • smettere di dipendenze come il fumo;
  • prevenzione del ristagno della circolazione sanguigna negli organi pelvici attraverso una regolare attività fisica.

Misure preventive


Ogni donna può assicurarsi contro l'iperplasia se esegue una serie di azioni. Prima di tutto, dovresti prenderti cura dell'igiene intima regolare e della pulizia del rapporto..

Ciò fornirà protezione contro le malattie infettive. Gli esami preventivi da parte di un ginecologo e di un endocrinologo prevengono i disturbi ormonali.

Anche una corretta alimentazione gioca un ruolo importante in questo problema. I disturbi metabolici possono portare non solo all'iperplasia, ma anche ad altre spiacevoli conseguenze. Si consiglia di escludere dalla dieta cibi grassi, salati e affumicati..

Le irregolarità mestruali sono molto più facili da determinare se si tiene un calendario speciale. In esso, è necessario annotare la data di inizio delle mestruazioni e la loro intensità. Un tale calendario è anche molto rilevante durante la pianificazione della gravidanza. Il grafico del periodo basato sull'analisi di più cicli aiuta a determinare il giorno dell'ovulazione.

Se vengono rilevati sintomi di iperplasia endometriale, è necessario contattare la clinica prenatale il prima possibile. La diagnosi precoce della malattia contribuisce alla sua eliminazione precoce.

È possibile trattare l'iperplasia endometriale durante la gravidanza?

Il concepimento, come abbiamo già scoperto, può verificarsi con una forma focale di patologia. Ciò accade quando l'embrione entra in un'area sana del rivestimento uterino e vi è attaccato. Tuttavia, tali casi dovrebbero essere percepiti piuttosto come un'eccezione alla regola e non sperare in un miracolo. L'iperplasia endometriale all'inizio della gravidanza diventa causa di aborti spontanei e complicazioni varie, se il feto conserva ancora per qualche tempo le funzioni vitali.

Oggi non ci sono prove scientifiche di un effetto benefico della gravidanza sul decorso della malattia. Tutto è esattamente l'opposto: la gravidanza sullo sfondo dell'iperplasia endometriale diventa molto problematica e richiede la vigile attenzione degli specialisti. Inoltre, non dimentichiamo che in alcuni casi una malattia trascurata rende una donna sterile e in altri degenera in un tumore canceroso. A questo proposito, la decisione più prudente sembra essere quella di pianificare una gravidanza dopo il trattamento dell'iperplasia endometriale..

Metodo di trattamento della malattia

La terapia dell'iperplasia nelle donne in età riproduttiva consiste nell'uso di metodi di trattamento conservativi, che consentono di mantenere la capacità di avere figli. Se una donna ha sanguinamento uterino, la prima cosa che il medico prescrive è una procedura per il curettage medico dell'utero.

Quindi vengono utilizzati agenti ormonali, la cui azione è quella di abbassare il livello di estrogeni, il suo effetto sull'endometrio. In media, il corso del trattamento dura 6 mesi, quindi la terapia riabilitativa viene eseguita per altri sei mesi. Ha lo scopo di:

  • normalizzare i livelli ormonali;
  • ripristino del ciclo mestruale;
  • riportare i processi di ovulazione alla normalità;
  • ripresa della funzione riproduttiva.

Se il trattamento conservativo non è efficace, alla donna viene assegnata un'operazione. Molto spesso questo viene fatto con forme avanzate di patologia. L'intervento chirurgico prevede l'uso della resezione isteroscopica. Questa tecnica di terapia consente di mantenere la capacità di avere figli..

Se l'iperplasia è complicata dalla presenza di patologie concomitanti (malattia dell'ovaio policistico, tumori), il medico può prescrivere un intervento più serio. Questa è la resezione dell'utero, dell'ovaio, che priva una donna della sua funzione riproduttiva. Ecco perché è molto importante diagnosticare la patologia nelle prime fasi e iniziare il trattamento in tempo..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Carta di scambio incinta nel 2019: cosa include al momento del rilascio

Analisi

Carta di scambio incinta nel 2019: cosa include al momento del rilascioUna carta di scambio è un documento temporaneo rilasciato a una donna durante la gravidanza.

Proprietà utili del prezzemolo durante la gravidanza

Analisi

Caratteristiche beneficheDurante la gravidanza, una donna ha bisogno di un'ulteriore fonte di forza ed energia, sostanze nutritive. Può essere prezzemolo.

Fare il bagno ai bambini: consigli e raccomandazioni del dottor Komarovsky

Analisi

I giovani genitori aspettano con impazienza il primo bagno del bambino. Mamme e papà si preoccupano di come reagirà il bambino all'acqua, se gli piacerà.

Come usare la nausea mattutina durante la gravidanza?

Nutrizione

Ciao! Il periodo di gravidanza per molte donne può essere difficile e, per facilitarlo, i ginecologi prescrivono una gravidanza durante la gravidanza.