Principale / Parto

Alimentazione corretta ed equilibrata per una madre che allatta subito dopo il parto: cosa si può mangiare e cosa no, e quali alimenti escludere fino alla fine dell'allattamento

Dieta dopo il parto: alimenti consentiti e vietati. La necessità di una dieta, raccomandazioni nutrizionali per le madri con problemi gastrointestinali, le conseguenze del mancato rispetto della dieta.

  1. Mangiare subito dopo il parto
  2. Nutrizione per una madre che allatta: la necessità di una dieta
  3. Quali alimenti può mangiare una madre che allatta durante l'allattamento
  4. Elenco di cibi e piatti proibiti fino a tre mesi dopo il parto
  5. La dieta di una madre che allatta nel periodo postpartum
  6. Menu per il primo giorno dopo il parto
  7. Dieta per la settimana: un elenco approssimativo di piatti
  8. Quanta acqua bere subito dopo il parto
  9. Se arriva il latte
  10. Cosa può provocare dolore all'intestino nelle madri dopo un taglio cesareo
  11. Qual è il rischio di non conformità con le raccomandazioni
  12. Quanto hai bisogno di dieta
  13. Video utile

Mangiare subito dopo il parto

Dopo il parto, il bambino e la madre continuano a rimanere in stretto collegamento: ciò che una donna mangia, il bambino riceve con il latte.

Ecco perché è necessario rivedere la dieta ed escludere inutili.

Una corretta alimentazione è utile anche per una donna, ha un effetto positivo sul corpo e aiuta a ripristinare la forza più velocemente.

Nutrizione per una madre che allatta: la necessità di una dieta

I medici non giungono ancora a un consenso sulla dieta di una madre che allatta: alcuni sostengono che dovrebbe essere varia e non limitata, mentre altri ritengono che una donna dovrebbe astenersi dal mangiare molti cibi. Tuttavia, un'enorme quantità di prove dimostra che vale ancora la pena tenere d'occhio la propria dieta. Questo è necessario sia per il bambino che per la madre..

L'unico alimento di un neonato è il latte materno. È nutriente e ha una ricca composizione di oligoelementi, nutrienti e vitamine. Da esso il bambino ottiene tutto ciò di cui ha bisogno..

La qualità del latte dipende dall'alimentazione della madre. Le sostanze contenute nel cibo vengono assorbite nel flusso sanguigno e dal sangue nel latte. Una nutrizione impropria influisce sul benessere del bambino: il lavoro del tratto gastrointestinale peggiora, compaiono reazioni allergiche.

Una dieta equilibrata è importante per una mamma. Grazie agli alimenti arricchiti con vitamine, il corpo si riprende più velocemente. Il periodo della gravidanza e del parto è un processo complesso che richiede molto impegno. Il rispetto di una dieta può aiutare a migliorare le condizioni di una giovane madre, perdere rapidamente i chili in più che si sono accumulati in 9 mesi di attesa per il bambino.

Quali alimenti può mangiare una madre che allatta durante l'allattamento

A volte alle madri che allattano sembra che il cibo nei primi giorni sia molto povero, quasi tutto è proibito.

L'elenco degli alimenti consentiti per il consumo si espande ogni settimana, cibi gradualmente familiari che potrebbero essere facilmente mangiati prima della gravidanza stanno tornando alla dieta.

Una donna dovrebbe mangiare carne magra. È una ricca fonte di proteine ​​di cui mamma e bambino hanno bisogno per mantenere il normale funzionamento. Gli esperti consigliano di mangiare carne una settimana dopo il parto, iniziando con 50 grammi e aumentando gradualmente la porzione. L'eccezione è il pollame. È consentito mangiare:

  • tacchino;
  • pollo;
  • un coniglio;
  • Manzo.

Anche il pesce è ricco di proteine, ma viene digerito molto più velocemente e più facilmente delle proteine ​​ottenute dalla carne. Il pesce è ricco di omega-3, calcio e fosforo. Durante l'allattamento, dovrebbero essere scelte varietà con un contenuto di grassi inferiore all'8%, queste includono:

  • merluzzo;
  • platessa;
  • tonno;
  • branzino.

I latticini e i prodotti a base di latte fermentato sono componenti altrettanto importanti di una dieta sana. Ricotta, yogurt senza additivi, panna acida - sono consigliati per il consumo. Il contenuto di grassi di questi prodotti non deve superare il 5%. Le madri allattate mangiano formaggio a pasta dura. Il latte vaccino viene sostituito con mandorle, farina d'avena, latte di cocco. Tuttavia, nelle prime settimane, dovresti rifiutare completamente qualsiasi tipo di latte..

La dieta per le madri che allattano ti consente di mangiare diverse uova di gallina al giorno. In caso di allergie in un bambino, le uova di gallina vengono sostituite con uova di quaglia. È meglio far bollire le uova ed evitare cibi come le uova strapazzate.

Il primo frutto mangiato proprio in ospedale è una mela. Per evitare allergie, è meglio scegliere mele verdi o gialle. Un po 'più tardi, puoi mangiare una pera, è arricchita con fibre e vitamine. La fibra purifica il corpo e ha un effetto benefico sul funzionamento del tratto gastrointestinale. Inoltre, la dieta è integrata con banane, lamponi, albicocche.

  • cetrioli;
  • cavolfiore;
  • zucchine;
  • patate;
  • broccoli.

Nei primi giorni dopo l'incontro con il bambino, si consiglia di mangiare vari cereali nell'acqua, brodi, zuppe leggere. Tale cibo viene assorbito più facilmente dal corpo. Puoi mangiare una fetta di pane integrale.

Elenco di cibi e piatti proibiti fino a tre mesi dopo il parto

C'è un elenco di cibi che una madre che allatta non dovrebbe mangiare. Anche se ti senti bene subito dopo il parto, dovresti rimandarne l'uso..

Vale la pena rinunciare a prodotti che provocano la comparsa di allergie. Questi includono:

  • cioccolato (soprattutto con additivi);
  • frutti di mare (gamberetti, cozze);
  • agrumi e frutta esotica;
  • frutti e bacche di colore rosso;
  • patatine, cracker;
  • cereali da colazione;
  • prodotti semi-finiti;
  • miele.

Alle madri allattate è vietato mangiare carne e pesce grassi, vari prodotti affumicati. Ad esempio, salsicce, salsicce, prosciutto, ecc. Anche gli alimenti con una grande quantità di spezie non sono raccomandati. Non aggiungere aglio, cipolle ai piatti.

Dovrai rinunciare ai dolci: torte, dolci, pasticcini, biscotti del negozio. Contengono zucchero, che provoca ulteriormente il processo di fermentazione..

La colica in un bambino è causata da latte, legumi, cavoli. Il latte è un prodotto saturo di lattosio, che provoca la formazione di gas. Nei primi mesi dopo la nascita di un bambino, deve essere abbandonato..

Il divieto è imposto a tutti i tipi di cibo in scatola: pesce in scatola, carne, patè, ecc. Il cibo in scatola contiene troppo sale, provoca gonfiore, mal di testa.

Gli amanti del caffè dovranno smettere di bere la loro bevanda preferita per un po 'e rinunciare al tè forte. Queste bevande possono causare allergie.

La dieta di una madre che allatta nel periodo postpartum

La dieta della mamma cambia molto. Tuttavia, per coloro che sono abituati a rispettare le regole di una dieta sana, questi cambiamenti sembreranno minimi. È facile sostituire i prodotti dannosi con analoghi utili. Una bella presentazione del cibo ti aiuterà a goderti anche il pasto più semplice.

Menu per il primo giorno dopo il parto

Mangiare il primo giorno dopo il parto dovrebbe essere leggero. Menu di esempio per il primo giorno:

  • colazione: porridge sull'acqua;
  • merenda: una mela cotta al forno;
  • pranzo: brodo leggero con verdure;
  • spuntino pomeridiano: ricotta a basso contenuto di grassi;
  • cena: verdure e polpette di pollo al vapore.

Il cibo dovrebbe essere vario e nutriente. Ciò fornirà al corpo tutte le vitamine e i minerali necessari..

Dieta per la settimana: un elenco approssimativo di piatti

La dieta è un approccio responsabile alla maternità e alla cura della propria salute, oltre che della salute del bambino. Un menu ben congegnato farà risparmiare tempo da trascorrere con il tuo bambino.

Menu per la prima settimana dopo il parto:

  1. Colazione: casseruola di ricotta a basso contenuto di grassi, porridge in acqua, panini integrali con formaggio magro.
  2. Spuntino: mele, banane, yogurt bianco.
  3. Pranzo: varie zuppe e brodi (vegetali, con aggiunta di carne magra o pesce);
  4. Spuntino pomeridiano: purea di mele fatta in casa, formaggio magro, kefir, biscotti senza zucchero e additivi.
  5. Cena: pesce al vapore e cavolfiore; petto di pollo bollito e zucchine in umido, polpette di pollo e broccoli.

A seconda delle preferenze di gusto, verdure e carne possono essere bollite, stufate, al vapore.

Quanta acqua bere subito dopo il parto

Medici e altri professionisti non sono ancora d'accordo sulla quantità di liquido da bere. Tuttavia, il fatto che il latte materno sia costituito per l'80% da acqua non può essere confutato..

Immediatamente dopo il parto, dovresti bere quanto il corpo richiede. Tuttavia, non dovresti superare la tariffa giornaliera. Si consiglia di bere una quantità limitata di liquidi nelle prime settimane..

Le nonne e i sostenitori dei metodi conservativi in ​​medicina sostengono che troppo fluido porta alla lattostasi, c'è troppo latte. Tuttavia, questa è un'opinione sbagliata. La quantità di latte nei primi giorni dopo la comparsa del bambino è dovuta all'ormone ossitocina. E anche con il riflesso della suzione, più il bambino succhia intensamente il seno, più velocemente arriva il latte.
Le ricette della medicina tradizionale consigliano di bere decotti (con ortica, camomilla). Le madri allattate si concedono composta di frutta secca senza zuccheri aggiunti, tè debole.

Se arriva il latte

Il secondo o il terzo giorno dopo il parto, molte madri notano che i loro seni sono aumentati e sono diventati più sodi. In questo momento, la produzione di latte aumenta, la donna si sente a disagio. Non preoccuparti, dopo alcuni giorni, quando il corpo si adatta, il gonfiore si attenuerà.

Se c'è troppo latte, è necessario consultare un medico, ti dirà sicuramente cosa fare. Per evitare spiacevoli conseguenze, le madri limitano l'assunzione di liquidi. Tuttavia, non dovresti abbandonare completamente l'acqua, è vitale per il corpo. Bere è necessario quando la madre che allatta ha sete. Il limite dovrebbe essere piccolo.

Cosa può provocare dolore all'intestino nelle madri dopo un taglio cesareo

Dopo un taglio cesareo, molte giovani madri soffrono di dolori all'intestino, problemi con le feci. Questo problema può essere facilmente risolto se segui la dieta e le raccomandazioni del tuo medico. Dovresti mangiare cibo preparato sotto forma di zuppe, purè di patate. Includi nella tua dieta cibi arricchiti di fibre.

Una dieta scorretta provoca dolore all'intestino, dopo l'operazione, ha bisogno di tempo per riprendersi. Questo processo richiede almeno 60 giorni. Le restrizioni usuali per una madre che allatta sono integrate da molti altri prodotti:

  • maionese, ketchup, senape e altre salse;
  • Fragola;
  • carota;
  • prodotti da forno, pane (anche farina integrale).

Dieta per madri che allattano con malattie croniche dell'apparato digerente

La nutrizione di una madre con malattie croniche dell'apparato digerente non è praticamente diversa dalla nutrizione di una donna sana che allatta. I cambiamenti nel background ormonale possono esacerbare malattie esistenti o provocarne l'aspetto.

Ad esempio, la gastrite cronica può peggiorare durante l'allattamento. Durante questo periodo, dovresti prestare attenzione ai prodotti con un effetto avvolgente: semi di lino, avena, radice di liquirizia. Una madre che allatta con gastrite può mangiare pane ai semi di lino, ma questo può essere fatto solo nel secondo o terzo mese dopo l'inizio dell'allattamento al seno.

Qual è il rischio di non conformità con le raccomandazioni

La mancata osservanza delle raccomandazioni colpisce sia il bambino che la madre. Le deviazioni della dieta nei primi mesi di vita possono causare problemi in seguito..

Una nutrizione impropria provoca allergie nel bambino. Può manifestarsi non solo sotto forma di arrossamento della pelle. Il bambino sviluppa eruzioni cutanee, croste sulla testa, il colore delle feci cambia.

Inoltre, con un'alimentazione scorretta, il bambino soffre di gonfiore, coliche e costipazione. Bere alcol, anche in piccole quantità, interferisce con lo sviluppo mentale e fisico.

I "prodotti nocivi" non giovano al corpo di una giovane madre. Mangiandoli nel cibo, non riceve una quantità sufficiente di nutrienti, vitamine, microelementi. Da qui l'emergere di vari problemi: che vanno dalla carenza vitaminica e terminano con malattie gastrointestinali.

Quanto hai bisogno di dieta

La tempistica della dieta è un punto controverso. Se il bambino e la madre sono sani, dovresti attenersi alla dieta per un paio di mesi, aggiungendo gradualmente nuovi alimenti alla dieta. Se esistono problemi di salute, consultare il proprio medico. La dieta dovrebbe essere abbastanza rigida e durare per almeno 3 mesi.
Produzione

La nutrizione durante l'allattamento dovrebbe essere salutare. Le inibizioni dure causano stress, che può portare a problemi di allattamento. Una giovane madre dovrebbe ricordare una regola: una dieta ben progettata è la chiave per una buona salute e buon umore.!

Una corretta alimentazione dopo il parto: restrizioni a seconda dell'età del bambino

L'importanza di una corretta alimentazione dopo il parto

Regole generali per l'alimentazione dopo il parto

L'allattamento al seno è un processo naturale mediante il quale la madre fornisce al neonato i nutrienti necessari, rafforza la sua immunità e aiuta gli organi digestivi ad adattarsi al nuovo modo di mangiare. Un menu completo con alcune restrizioni ti consentirà di iniziare l'allattamento e continuarlo in futuro.

Una corretta alimentazione è particolarmente importante nel primo mese di vita di un bambino. Il rifiuto della dieta può provocare conseguenze negative per il bambino:

  • coliche, gonfiore e indolenzimento della pancia;
  • violazione della defecazione;
  • deterioramento del gusto e dell'odore del latte, che provocherà il rigetto del seno;
  • eccitazione del sistema nervoso, sbalzi d'umore, disturbi del sonno;
  • manifestazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea, croste, gonfiore e prurito della pelle.

Una donna dovrà modificare il suo menu nei primi giorni dopo la nascita di un bambino. È razionale aderire a KBZhU e consumare quotidianamente fino al 20% di proteine, 20% di grassi vegetali e animali, 60% di carboidrati. La dieta permetterà alla mamma di perdere chili in più, ripristinare le corrette abitudini alimentari e venire a riprendersi il prima possibile.

La nutrizione della mamma in ospedale

Una donna in travaglio ricoverata in ospedale dovrebbe adottare un approccio responsabile nella scelta dei piatti. Il menu dell'ospedale fornisce cibo dietetico per donne in gravidanza e in allattamento, ma è comunque necessario apportare le proprie modifiche. I seguenti alimenti non dovrebbero essere consumati:

  • cioccolato, dessert con un alto contenuto di zucchero;
  • uova, pesce rosso, noci;
  • frutta e verdura rossa e arancione;
  • piatti speziati e affumicati;
  • yogurt, succhi, bevande con aromi e colori.

Per stabilire l'allattamento, dai primi giorni bevi una quantità sufficiente di acqua, tè dolce debole, non più di un bicchiere di kefir o latte cotto fermentato. Mangia cereali magri, zuppe senza frittura, sterno bollito. Per dessert sono adatti biscotti, mela verde al forno e banana.

Per comodità, si suggerisce di tenere un diario alimentare, che registri tutto ciò che può essere mangiato all'inizio dell'allattamento. Inoltre, in futuro, verranno introdotti nuovi prodotti, quindi sarà più facile identificare il motivo per cui il bambino ha coliche o diatesi.

Prima settimana di alimentazione

Nella prima settimana di allattamento, la madre e il bambino vengono rimandati a casa, durante questo periodo è molto importante mangiare bene. Dovresti mangiare 5-6 volte al giorno in piccole porzioni. I piatti dovrebbero essere a basso contenuto di grassi, senza aggiungere condimenti, salse. Durante questo periodo vengono gradualmente introdotti i seguenti nuovi prodotti:

  • verdure in umido: zucchine, carote, barbabietole, patate lesse;
  • varietà a basso contenuto di grassi di pesce di mare, vitello bollito;
  • cracker;
  • tè, cacao;
  • formaggio stagionato.

Nella prima settimana sono ancora vietati rossi, arancioni, agrumi. Non puoi bere caffè e tè forte, i decotti alle erbe sono introdotti con cura, è meglio iniziare con la camomilla ipoallergenica. Non esagerare con il pane, soprattutto fresco. È meglio mangiare pane tostato e non più di 2 fette al giorno.

Nutrizione per la prima settimana dopo il parto

Durante l'allattamento al seno, si raccomanda di monitorare attentamente la reazione del bambino. Il 7 ° giorno potrebbe già comparire la colica, che infastidirà il bambino per un altro paio di mesi. Aumenta la formazione di gas da cavoli, legumi, bevande gassate.

Dieta per 3-4 settimane

Entro il primo mese di vita di un bambino, una madre che allatta mangia già intuitivamente in modo razionale. Durante questo periodo, puoi introdurre gradualmente i soliti cereali e zuppe, ma senza una grande quantità di cipolle, aglio e peperoni. Puoi aggiungere un po 'di burro ai piatti, mangiare verdure e frutta nella loro forma cruda, marshmallow naturali.

Quando si aggiungono nuove posizioni alla dieta, seguire le regole:

  1. Qualsiasi nuovo prodotto o piatto dovrebbe essere consumato prima di pranzo e monitorare la reazione del bambino per 3 giorni.
  2. Un piatto sconosciuto dovrebbe essere consumato in piccole porzioni; in assenza di una reazione, è possibile aumentare la quantità.
  3. Se il bambino è diventato capriccioso la sera, sono comparsi arrossamenti, eruzioni cutanee, rinunciare al prodotto per un paio di mesi.
  4. La reazione di ogni bambino è individuale, quindi non limitarti ai prodotti che sono allergici a un bambino più grande o ai figli di amici.

Ogni giorno, durante l'allattamento, dovrai consumare fino a 3000 calorie, perché il corpo spende circa 700 calorie per la produzione di latte e il recupero del corpo della madre. Il rispetto di KBZHU salverà l'energia e l'umore della madre.

Pasti deliziosi e sicuri per la mamma

Esperti di allattamento al seno e pediatri consigliano di non limitarti a grano saraceno e seno bolliti. Ci sono molte ricette salutari da cucinare il primo giorno e da mangiare durante l'allattamento..

  1. Farina d'avena con burro. Portare a ebollizione 200 ml di acqua, aggiungere 3 cucchiai. l. farina d'avena e cuocere a fuoco lento finché sono teneri. Alla fine, aggiungere un po 'di sale e zucchero, mettere 10 g di burro nel porridge finito.
  2. Zuppa di patate. Lessate il pollo o il manzo, scolando più volte l'acqua, buttate le patate nel brodo. Quando la zuppa bolle, aggiungi un po 'di sale, cipolla e aneto. Aggiungere gradualmente carote, zucchine, broccoli al piatto.
  3. Casseruola di ricotta. Prendi 0,5 kg di ricotta, aggiungi 50 ml di kefir e batti con un frullatore fino a che liscio. Mescola 2 cucchiai. zucchero e semolino. Dopo 10-15 minuti mettete il composto in uno stampo unto di burro e cosparso di semolino. Cuocere la casseruola a 180 ° C per circa 30 minuti.
  4. Pollock al forno. Pelare il pesce, dividerlo in due filetti, salare e ungerli con olio vegetale. Cuocere il pesce a 200 ° C per circa 15 minuti.

Come dolce dessert, alla madre che allatta viene offerta una macedonia condita con yogurt naturale, kefir o latte cotto fermentato. L'insalata dovrebbe contenere una mela, una banana e altri frutti che il bambino può tranquillamente tollerare.

Anche durante la gravidanza, si consiglia di familiarizzare con le caratteristiche nutrizionali dell'allattamento. Prepara e redige in anticipo il tuo menù giornaliero, perché con la nascita di un bambino inizieranno nuove preoccupazioni, mancanza di sonno e non ci sarà praticamente tempo per cucinare.

Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana dopo il parto??

Tempo di lettura 5 minuti

La nutrizione postpartum per una giovane madre ha molti divieti e specifiche. Dopotutto, la quantità e la composizione del latte materno dipendono da questo. Ansia del bambino a causa della cattiva salute, del sonno interrotto, della stitichezza: tutti questi sono i risultati del mancato rispetto della dieta della madre che allatta. Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana? La nutrizione nei primi mesi dopo la nascita del bambino dovrebbe essere frequente e leggera. È necessario aggiornare attentamente la dieta, monitorando la reazione. Non ignorare le restrizioni sul cibo spazzatura. Considera i principi chiave della formazione del menu.

Perché la nutrizione è importante

Mangiare il cibo giusto per una madre che allatta garantisce una buona lattazione, salute e benessere del bambino.

Tutto ciò che una donna mangia dopo il parto cadrà immediatamente nel latte. Se l'alimentazione è sbagliata, ciò può portare a conseguenze molto spiacevoli per il benessere del bambino:

  1. Coliche addominali e gonfiore
  2. Diarrea o costipazione
  3. Allergia o eruzione cutanea
  4. Il cibo con un gusto e un odore forti rovina il gusto del latte. Il bambino probabilmente non vorrà allattare al seno.
  5. Mangiare una giovane madre non secondo le regole può agire in modo eccitante sul sistema nervoso centrale di un neonato

Attenendosi a una dieta, una donna fornirà anche a se stessa e alla sua famiglia un buon riposo. Dopo tutto, un bambino che non soffre di coliche o costipazione dorme meglio, mangia bene e aumenta di peso. Un bambino del genere cresce e si sviluppa senza soffrire di allergie e dolori addominali. La mamma, a sua volta, non si preoccupa, calmando il suo bambino. Inoltre, un menu equilibrato che esclude cibi grassi e fritti la aiuterà a sbarazzarsi del peso in eccesso guadagnato durante la gravidanza..

Alimentazione prima e nella prima settimana dopo il parto

Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana? La dieta dovrebbe iniziare in attesa della nascita del bambino. I cattivi test sono un motivo per limitare l'assunzione di cibo, perché non provocano cattive condizioni di salute.

Pochi giorni prima del parto

Meglio usare di meno:

  • noci, cacao, caffè, cioccolato,
  • pomodori, fragole, agrumi,
  • pesce, carni affumicate, salate, latticini.

In questo modo salverai il tuo sangue dalla diatesi nei primi giorni dopo la nascita. È meglio mangiare pasti leggeri preparati al momento il primo giorno dopo il parto, senza spezie piccanti. Poiché durante questo periodo la donna sta migliorando il processo di allattamento e insegnando al bambino a succhiare il seno. È meglio cucinare il porridge in acqua e puoi anche includere carne magra, uovo sodo, zuppa magra senza verdure fritte nella dieta. Nella prima settimana, solo banana, mela cotta, biscotti sono ammessi dai dolci.

Si ritiene che per avere molto latte sia necessario bere molto. Questo è un malinteso, poiché bere molti liquidi può causare ristagno del latte e vampate di calore. Il neonato mangia pochissimo.

Fine della prima settimana dopo il parto

Non dovresti morire di fame durante il periodo dell'allattamento al seno. I pasti dovrebbero essere frazionari e frequenti, idealmente - dopo ogni poppata devi mangiare cibo non nutriente e bere composta o tè caldo.

Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana? Entro la fine della prima settimana potrai:

  1. Tè caldo leggermente dolce, composta di frutta secca, succo di mirtillo rosso, bevande a base di erbe.
  2. Verdure al vapore: melanzane, carote, zucchine, zucca con una piccola quantità di olio vegetale.
  3. Piccole quantità di pasta e purè di patate.
  4. Introdurre lentamente formaggio a pasta dura e noci nella dieta
  5. Manzo bollito magro.
  6. Prodotti lattiero-caseari fermentati.
  7. Mangia una zuppa a basso contenuto di grassi una volta al giorno.
  8. Il menu dovrebbe includere una banana e mele al forno (1 pezzo al giorno).

I nuovi alimenti dovrebbero essere introdotti nella dieta con attenzione, in piccole porzioni, osservando attentamente come reagisce il corpo del bambino ad essi. Le porzioni non dovrebbero essere grandi in modo che la donna non aumenti di peso.

Nutrizione nel primo mese dopo il parto

Dopo il primo mese dopo il parto, sorge la domanda: "La madre dovrebbe tornare alla dieta precedente per lei?" Ma non è così, il cibo dovrebbe rimanere lo stesso dei primi giorni dopo la nascita delle briciole. Durante questo periodo, alla mamma è permesso:

  • tutti i cereali in acqua (eccezione - riso, mais, grano),
  • puoi mettere una piccola porzione di burro nel porridge,
  • manzo magro o pollo,
  • latte, prodotti a base di latte fermentato,
  • frutta al forno, verdure verdi crude.

Puoi preparare torte al formaggio, casseruole con frutti di bosco o frutta secca. A questi prodotti può essere aggiunta una goccia di panna acida..

Quando si introducono nuovi prodotti nella dieta, è necessario essere guidati da:

  1. Mangia meglio un piatto della novità al mattino o nella prima metà della giornata, osserva la reazione del bambino
  2. Aggiungi solo 1 nuovo prodotto al giorno
  3. Se un neonato sviluppa un'eruzione cutanea o diventa irrequieto, è meglio rifiutare questo nuovo piatto.
  4. Nuovi alimenti devono essere introdotti a piccole dosi. Con una buona risposta, i volumi possono essere aumentati

Periodo di allattamento al seno

Naturalmente, l'alimentazione nel 1 ° mese di vita di un bambino è limitata, ma dopo 8-12 settimane può essere espansa.

Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana? In una fase specifica, la nutrizione materna postpartum può essere integrata con:

  1. Alcuni dolciumi (marmellata, marshmallow, marshmallow naturale). Scegli cibi con la minor quantità di coloranti, senza aromi chimici e una breve durata.
  2. Diversifica la tua dieta con il pesce
  3. Alcuni piselli o mais bollito (ma controlla il tuo bambino dopo aver mangiato questo cibo).
  4. Frutta fresca di stagione - albicocche, pesche, mele. Per quanto riguarda le bacche - mirtilli, uva spina, ribes, uva spina, ribes bianco.
  5. 3-4 mesi dopo la nascita del bambino, puoi bere succhi appena spremuti.

Restrizioni dietetiche per le giovani madri

Cosa può mangiare una madre che allatta per la prima settimana? Nel nostro articolo abbiamo esaminato un menu adatto a una madre che allatta. E in conclusione, ti parleremo di prodotti che è categoricamente sconsigliato utilizzare:

  1. Bevande alcoliche e assortimento di fast food (McDonald's, Burger King, KFS). È ora di smettere di mangiarli anche negli ultimi mesi di gravidanza, poiché potrebbero esserci problemi di benessere.
  2. Anche arance, limoni, lime, pompelmi sono dannosi durante l'allattamento. In autunno e in inverno, è meglio bere il brodo di rosa canina e mangiare i crauti.
  3. Le torte alla crema, i pasticcini dei negozi e le caramelle al liquore sono meglio sostituite con biscotti non lievitati.
  4. È meglio non bere il tè con il latte, poiché il latte vaccino acquistato in negozio è un allergene. Si consiglia di berlo in quantità limitate. L'opzione migliore è il latte di capra.
  5. Il cibo grasso, affumicato e fritto non è adatto durante la gravidanza e durante il periodo di alimentazione del bambino.

Nei primi giorni dopo la nascita di un bambino, la dieta di una donna dovrebbe essere limitata. Questo è necessario per il benessere di una giovane madre. Un pasto equilibrato aiuta a migliorare il funzionamento del tratto digerente del taglio ed evitare costipazione, gonfiore, coliche. Nel tempo, la dieta della donna diventa più ampia, tornando a quella precedente, che era prima del parto..

È importante sapere cosa puoi mangiare per una madre che allatta per la prima settimana. Il rispetto di queste regole di base aiuterà ad evitare problemi legati alla salute e al benessere della madre e del neonato.

Nutrizione postpartum per madri che allattano

La nutrizione dopo il parto e il suo impatto sull'allattamento al seno è uno degli argomenti più importanti e urgenti per tutte le neomamme. Dopotutto, tutte le sostanze che una donna che allatta riceve con il cibo, trasferisce attraverso il latte al bambino, il che significa che una corretta alimentazione della madre che allatta è molto importante per il bambino.

Nutrizione dopo il parto nei primi giorni

La dieta dopo il parto dovrebbe essere bilanciata in modo che la donna che allatta riceva tutti i nutrienti necessari, perché altrimenti anche il suo latte sarà molto povero di composizione. Tutte le donne, anche in caso di parto andato a buon fine, di solito rimangono con il neonato nel suo ospedale per la maternità da tre a cinque giorni. In questo momento, l'alimentazione della madre che allatta del neonato è fornita dalla mensa dell'ospedale di maternità, quindi i piatti serviti lì devono creare un equilibrio ideale. Di norma, nelle mense degli ospedali per la maternità, le donne vengono nutrite con zuppe, bolliti, latticini e cereali. È anche necessario che la dieta dopo il parto includa sia verdure fresche che frutta..

La nutrizione dopo il parto nei primi giorni dovrebbe essere dietetica, ma rigorosamente bilanciata, perché è durante questo periodo che viene regolato il processo di allattamento al seno, che proseguirà nei prossimi mesi fino alla prima introduzione di varie opzioni di alimentazione complementare nella dieta del tuo bambino e un certo tempo dopo l'inizio dell'alimentazione complementare.

Alimentazione della mamma dopo il parto: la dieta principale

Se nei primi giorni dopo il parto, il personale dell'ospedale di maternità si prende cura della nutrizione della madre che allatta del neonato, dopo una rapida dimissione da esso, dovrai prenderti cura della tua alimentazione. Quindi, cosa dovrebbe includere la dieta principale di una madre che allatta in modo che l'allattamento continui in modo naturale e il latte sia gustoso e salutare per il bambino??

Ecco alcune linee guida da seguire quando si compila una dieta quotidiana per una mamma che allatta:

  1. Il menù del giorno dovrebbe includere primi piatti, stufati di verdure e insalate.
  2. Si consiglia vivamente di includere la carne nella dieta quotidiana, in particolare manzo e carni dietetiche, come coniglio e piccole idee. Questi alimenti sono molto ricchi di ferro. La carne dovrebbe essere magra.
  3. Per una normale lattazione, una donna che allatta deve utilizzare quotidianamente i latticini, perché aiutano sia a stabilire l'allattamento, sia a sopperire alla carenza di calcio, tanto necessaria per un bambino nei primi mesi di vita. Quindi, ad esempio, oltre a bere, in effetti, latte, una donna può includere panna acida, fiocchi di latte e vari prodotti da essi nella dieta, ad esempio casseruole e torte di formaggio. I formaggi a pasta dura sono particolarmente ricchi di calcio.
  4. Si consiglia anche molta frutta fresca. Tuttavia, questa regola presenta alcune limitazioni. Innanzitutto, devi mangiare i frutti che crescono nella tua zona, perché i frutti esotici possono causare allergie in un bambino. Inoltre, dovresti ricordare la regola della stagionalità, perché i frutti non stagionali possono causare in un bambino la stessa reazione di quelli esotici..
  5. Per le donne che allattano, il porridge cotto sia in acqua che nel latte è particolarmente utile. Sarà utile per una donna che allatta includere tutti i cereali nella sua dieta quotidiana, ad eccezione di riso, mais e grano. Una piccola quantità di burro può essere aggiunta ai cereali.
  6. Si raccomanda inoltre di consumare molta acqua potabile pulita durante l'allattamento perché questa misura può aiutare ad aumentare la quantità di latte prodotto. Sarà particolarmente efficace se bevi mezzo litro d'acqua quindici minuti prima di iniziare l'alimentazione..
  7. Puoi aggiungere alcuni dolci alla tua dieta. Dovresti scegliere dolci con la minor quantità di coloranti e conservanti, ed è ancora meglio che questi dolci siano naturali, ad esempio frutta secca, marshmallow e torrone naturali, marshmallow. Allo stesso tempo, il miele dovrebbe essere completamente escluso, perché questo prodotto è l'allergene più forte..
  8. Si consiglia di mangiare frazionalmente, durante il giorno, in piccole porzioni. La migliore opzione in termini di fisiologia è cinque pasti al giorno.

Queste regole dovrebbero essere seguite nei primi mesi dopo il rientro della madre e del bambino dall'ospedale. A poco a poco, l'elenco degli alimenti consumati può essere ampliato, includendo diversi tipi di pesce e nuovi tipi di frutta e verdura nella dieta. Allo stesso tempo, si consiglia vivamente, in primo luogo, di introdurre nuovi prodotti in piccole porzioni e, in secondo luogo, di monitorare attentamente le condizioni del bambino dopo l'alimentazione quando si introducono nuovi prodotti nella dieta dopo il parto. In genere, i bambini allattati al seno reagiscono immediatamente alla presenza di nuovi alimenti nella dieta della madre. Se le reazioni negative - diatesi, coliche, gonfiore - sono assenti, significa che questo prodotto può essere lasciato nell'elenco dei.

Elenco degli alimenti proibiti

Non è un segreto per nessuno che oltre ai prodotti consigliati per l'allattamento al seno, ci sia anche un certo elenco di prodotti vietati. Quindi, cosa non dovrebbe assolutamente essere mangiato da una donna che allatta?

  • Cibi grassi, fritti, salati, cibi affumicati.

Tutti questi prodotti sono sconsigliati nemmeno alle donne incinte, e ancor di più alle donne che allattano. Il cibo grasso, fritto e affumicato mette un carico pesante sul fegato e anche il latte stesso diventa più grasso, ma meno gustoso e nutriente per il bambino. Si raccomanda inoltre di limitare i cibi salati a causa del fatto che un'eccessiva assunzione di sale è irta della comparsa di edema..

  • Agrumi.

Sebbene alle donne che allattano si consiglia di mangiare ogni giorno molta frutta e verdura fresca, gli agrumi sono proibiti. Perché? La risposta è semplice: gli agrumi sono allergeni molto forti che possono causare diatesi in un bambino, quindi è meglio limitarne l'uso durante l'allattamento..

  • Verdure e frutta rosse.

Lo stesso vale per qualsiasi frutta e verdura rossa. Purtroppo sono anche allergeni, quindi si consiglia di introdurli gradualmente nella dieta di una madre che allatta, a partire dal quarto mese di allattamento (il momento dell'inizio dell'alimentazione complementare), e osservando attentamente la reazione del bambino.

  • Uova.

Le uova possono anche causare gravi allergie e eruzioni cutanee associate, quindi è meglio escluderle dalla dieta, almeno fino a quando il bambino ha quattro mesi. Inoltre, una donna che allatta dovrebbe assumere abbastanza proteine ​​dalla carne e dai latticini che mangia, il che significa che l'assenza di uova nella dieta non sarà un problema particolare..

  • Pesce (soprattutto rosso) e frutti di mare.

Anche il pesce rosso, il caviale e tutti i frutti di mare appartengono alla categoria degli allergeni, il che significa che dovrebbero essere esclusi per la prima volta e introdotti gradualmente nella dieta di una madre che allatta e del bambino.

  • Cioccolato e dolci industriali.

Come gli altri alimenti sopra elencati, il cioccolato può essere un forte allergene, quindi si consiglia alle mamme golose di limitarne l'assunzione nei primi mesi di allattamento. Inoltre, i dolci industriali possono contenere molti coloranti e conservanti diversi, che, in linea di principio, non sono utili né per la madre né per il bambino..

  • Noci e miele.

Anche la frutta a guscio e il miele sono allergeni comuni, anche molti adulti soffrono di allergie a questi specifici tipi di alimenti, per non parlare dei bambini il cui apparato digerente non è ancora completamente formato.

  • Tè e caffè forti.

La caffeina in eccesso è molto dannosa, sia durante la gravidanza che durante l'allattamento, quindi è meglio limitare il consumo di tè forte e vari tipi di caffè.

  • Alcol e fast food.

Alcol e fast food: da soli non sono utili per nessuna persona e sono severamente vietati alle donne in gravidanza e in allattamento, perché la presenza di queste sostanze nel corpo o nel latte materno può danneggiare notevolmente la crescita e lo sviluppo del tuo bambino.

La maggior parte dei prodotti elencati sono severamente vietati durante l'allattamento o dovrebbero essere introdotti gradualmente nella dieta della madre, poiché vengono introdotti vari tipi di alimenti complementari per il bambino, cioè non prima dei primi quattro mesi di vita del bambino..

Come perdere peso dopo il parto?

Tutte le donne sognano non solo di stabilire correttamente l'allattamento al seno dopo il parto, ma anche di tornare alla loro forma originale il prima possibile e dimagrire di nuovo. Tuttavia, nel caso dell'allattamento al seno, non è così semplice, perché la dieta di una madre che allatta deve essere ricca di calorie per produrre la quantità di latte richiesta. Prima di tutto, va notato che puoi pensare di perdere peso dopo aver iniziato a introdurre vari tipi di alimenti complementari nella dieta del bambino. Allora, cosa mangia una donna che allatta per perdere peso?

Una corretta alimentazione dopo il parto per dimagrire dovrebbe essere comunque soddisfacente e varia, soprattutto se si continua ad allattare, perché una forte riduzione della dieta può portare al fatto che il latte scompare semplicemente, il che, ovviamente, non può essere permesso! Sì, e diete rigide e "draconiane", in linea di principio, difficilmente possono essere definite utili, quindi se ti sforzi di perdere peso il prima possibile dopo il parto, cerca di aderire ai seguenti principi:

  • Una corretta alimentazione dopo il parto per la perdita di peso dovrebbe essere frazionata. Allo stesso tempo, si consiglia di mangiare almeno cinque volte al giorno in piccole porzioni e aderire al buon vecchio principio: "Colazione - mangiala da solo, pranzo - spogliati con un amico, cena - dallo al nemico". Certo, non dovresti rifiutare la cena, ma la colazione dovrebbe essere il pasto principale..
  • Conteggio delle calorie. Ahimè, in questo caso non puoi fare a meno di questa misura, perché solo 500 kilocalorie al giorno il corpo della donna spende per l'alimentazione, e se non hai intenzione di smettere di allattare, dovrai faticare per trovare il perfetto equilibrio quotidiano.
  • Riduci l'assunzione di grassi. Sfortunatamente, è impossibile per una donna che allatta escludere completamente i grassi dalla sua dieta, altrimenti anche il latte perderà il suo valore nutritivo, e non è necessario farlo, perché la dieta di una madre che allatta deve rimanere equilibrata e la completa assenza di grasso non può essere chiamata equilibrio..

Una corretta alimentazione dopo il parto per la perdita di peso: una dieta approssimativa

Se parliamo di prodotti specifici e delle regole per il loro utilizzo durante il giorno, la dieta approssimativa di una madre che allatta che vuole perdere peso dovrebbe assomigliare a questa:

  • Colazione.

La colazione, come pasto principale, dovrebbe includere più carboidrati. Per colazione puoi mangiare porridge sull'acqua, spezzatino di verdure, frutta fresca.

  • Pranzo.

La seconda colazione dovrebbe essere molto leggera. Questo pasto può includere un pezzo di formaggio, frutta secca, yogurt

  • Pranzo.

Il pranzo è il momento per i pasti proteici. Carne magra (petto di pollo, manzo, coniglio) con contorno di verdure al forno o in umido, o il porridge sarebbe l'ideale per il pranzo.

  • Spuntino pomeridiano.

Come spuntino per uno spuntino pomeridiano, frutta fresca e latticini sono buoni: kefir, yogurt, ricotta.

  • Cena.

La cena, come il pasto più semplice della giornata, può includere insalate di verdure, stufati, frutta e purè. È possibile aggiungere alcune proteine.

La nutrizione è un aspetto importante nella vita di ogni persona. Tuttavia, sono le donne in gravidanza e in allattamento che hanno bisogno di monitorare la loro dieta doppiamente, perché è la dieta della madre durante il periodo dell'allattamento che determina in gran parte la crescita e lo sviluppo del tuo bambino. Una corretta alimentazione durante l'allattamento richiede molta pazienza, soprattutto se sogni di perdere peso velocemente e tornare in forma dopo il parto, ma ne vale la pena perché questa è la chiave per la salute del tuo amato bambino!

Nutrizione per una madre che allatta dopo il parto

La nutrizione dopo il parto per una donna che allatta ha molte caratteristiche e divieti. In effetti, la composizione e la quantità del latte materno dipendono direttamente da questo. I capricci del bambino dovuti a cattiva salute, sonno breve, stitichezza: tutte queste sono le conseguenze del mancato rispetto della dieta da parte di una madre che allatta. Quindi cosa devi mangiare affinché un bambino sia sano e calmo?
Mangiare nei primi mesi dopo il parto dovrebbe essere leggero, ma frequenti, i nuovi cibi dovrebbero essere introdotti con attenzione, osservando la reazione del bambino. Non dimenticare le restrizioni sul cibo spazzatura. Considera i principi di base per formare un menu per una giovane madre.

Perché è importante mangiare bene?

Una corretta alimentazione per la madre dopo il parto garantirà l'allattamento, il benessere e la salute del neonato..

Tutto ciò che la madre ha mangiato entra nel corpo del bambino con il latte materno e può provocare conseguenze negative:

  1. Gonfiore e coliche gravi.
  2. Costipazione o viceversa, diarrea.
  3. Alcuni alimenti possono causare reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea. Maggiori informazioni sulle allergie nei neonati →
  4. Il cibo che ha un gusto e un aroma forti altererà il gusto del latte e il bambino potrebbe rifiutarsi di succhiare..
  5. Una cattiva alimentazione di una madre che allatta dopo il parto può stimolare il sistema nervoso del bambino.

Attenendosi a una dieta, una donna fornirà anche a se stessa e alla sua famiglia un buon riposo. Dopo tutto, un bambino che non soffre di coliche o costipazione dorme meglio, mangia bene e aumenta di peso.

Un bambino del genere cresce e si sviluppa con calma, senza soffrire di prurito allergico e dolore costante alla pancia, e la madre non è nervosa cercando di calmare il bambino. Inoltre, una dieta equilibrata e regolare, escludendo cibi fritti e grassi, aiuterà una donna a liberarsi dei chili in più guadagnati durante il periodo di trasporto di un bambino..

Molto dipende dalle abitudini alimentari della madre durante la gravidanza. Se una donna in precedenza consumava costantemente cachi, mele, prugne, dopo il parto, puoi anche aggiungere questi prodotti alla dieta. Tuttavia, se la madre non ha mangiato questi frutti prima e dopo il parto è stata portata via dal loro consumo, allora è del tutto possibile che il bambino sviluppi un'allergia..

Il menu deve essere progettato in modo che la dieta quotidiana includa:

  • proteine ​​- 20%;
  • grassi - 15-20%;
  • carboidrati - 60%.

Nutrizione nei primi tre giorni dopo il parto

La questione di seguire una certa dieta dovrebbe essere presa in considerazione da una donna non solo dopo la nascita di un bambino, ma anche durante la gravidanza. Con esami scadenti, il medico può consigliarle di limitare l'uso di determinati alimenti per non provocare un deterioramento.

Pochi giorni prima del parto, è meglio rinunciare a eccessi come:

  • cioccolato;
  • noccioline;
  • caffè, tè forte, cacao;
  • fragole, pomodori, pesce rosso;
  • cibi affumicati o salati;
  • agrumi e vari cibi esotici.

È anche meglio ridurre i latticini. Quindi, salverai un neonato dalla comparsa della diatesi subito dopo la nascita..

I pasti del primo giorno dopo il parto dovrebbero consistere in pasti freschi e leggeri, senza spezie speziate e aromatiche. In effetti, durante questo periodo, la donna sta migliorando il processo di allattamento e abituando il bambino al seno..

È meglio limitarsi ai cereali in acqua, un uovo sodo o un pezzo di carne magra, puoi mangiare zuppa magra senza friggere. Per i dolci sono ammessi mele al forno, banana e biscotti semplici.

C'è un'opinione secondo cui per aggiungere il latte, una donna ha bisogno di bere molti liquidi. Questo non è il caso, poiché bere molti liquidi può portare a vampate di calore e congestione del latte nel seno. Dopo tutto, un neonato mangia pochissimo.

Chi ha partorito con taglio cesareo non dovrebbe mangiare cibi ricchi di fibre: verdura e frutta crude, pane nero, crusca. Il primo giorno dopo l'operazione, è meglio limitarsi all'acqua senza gas.

Fine della prima settimana dopo il parto

Una donna che allatta non dovrebbe soffrire la fame. I pasti dopo il parto nei primi giorni dovrebbero essere frequenti e frazionari, idealmente - dopo ogni poppata, dovresti mangiare cibo leggero e bere tè o composta calda.

Alla fine della prima settimana dopo la nascita del bambino, la madre può:

  1. Tè caldo zuccherato, succo di mirtillo rosso, composta di frutta secca, tisane.
  2. Verdure al vapore: barbabietole, zucchine o melanzane, carote, zucca con un paio di gocce di olio vegetale.
  3. Il pane nero o di segale può essere utilizzato per preparare crostini per il tè o la zuppa.
  4. Introdurre nella dieta alcuni pezzi di pesce di mare magro, osservando il benessere del bambino.
  5. Qualche purè di patate o pasta di buona qualità.
  6. Manzo bollito magro.
  7. Prodotti a base di latte fermentato (non più di 300 g al giorno).
  8. Una volta al giorno, assicurati di mangiare zuppa magro o borscht senza cavolo.
  9. Aggiungi con cura noci e formaggio a pasta dura al tuo menu.
  10. Mangia una banana e due mele cotte al giorno.

Introduci i nuovi cibi nella tua dieta con attenzione, in piccole porzioni, osservando attentamente la reazione del corpo del bambino ad essi.

Le porzioni dovrebbero essere piccole in modo che la mamma non guadagni chili in più..

Nutrizione nelle prime 4 settimane dopo il parto

Sono passate diverse settimane dalla nascita del bambino, il bambino è cresciuto un po 'e, a quanto pare, la madre può tornare alla sua dieta abituale, ma no. La nutrizione nel primo mese dopo il parto è importante quanto nei primi giorni.

Durante questo periodo, alle madri che allattano è consentito:

  • tutti i cereali nell'acqua, ad eccezione di riso, mais e frumento;
  • puoi mettere un po 'di burro nel porridge;
  • pezzi magri di manzo bollito o pollame;
  • latte, yogurt;
  • frutta al forno, verdure verdi crude.

Puoi preparare torte al formaggio e casseruole con la ricotta, aggiungendo frutta secca o bacche lì. È consentito aggiungere un po 'di panna acida ai piatti.

Quando introduci nuovi prodotti nella tua dieta, dovresti essere guidato da una serie di regole:

  1. Mangia un nuovo piatto al mattino, ma meglio al mattino, e osserva attentamente la reazione del bambino.
  2. Aggiungi solo un nuovo prodotto al giorno.
  3. Se un bambino ha eruzioni cutanee o è diventato nervoso e capriccioso, allora è meglio rifiutarsi di usare un nuovo piatto. Per comodità di osservazione e sistematizzazione delle informazioni, dovresti tenere un diario alimentare.
  4. Introduci nuovi prodotti nel tuo menu in piccoli pezzi. Se il bambino risponde bene, la porzione può essere aumentata al pasto successivo..

Periodo di allattamento al seno

Certamente, l'alimentazione nel primo mese dopo il parto è molto limitata, ma dopo 8-12 settimane può essere notevolmente ampliata.

In questa fase, è consentito aggiungere alla nutrizione della madre dopo il parto:

  1. Alcuni dolci (marshmallow, marmellata, marshmallow naturale). Scegli un prodotto con una quantità minima di coloranti, nessun odore chimico estraneo e una breve durata.
  2. Frutta secca (uvetta, prugne, albicocche secche, datteri). Possono essere consumati al naturale o aggiunti a vari piatti. Non dimenticare di lavare bene la frutta secca prima dell'uso o, ancora meglio, versaci sopra dell'acqua bollente.
  3. Diversifica il menu con altri tipi di pesce.
  4. Un po 'di mais bollito e piselli giovani, ricordando di celebrare le condizioni del bambino dopo l'introduzione di nuovi prodotti.
  5. Frutta fresca di stagione (pesche, albicocche, prugne, mele non rosse). Bacche - caprifoglio, mirtilli, ribes bianco e uva spina.
  6. Quattro mesi dopo il parto, puoi aggiungere i succhi appena spremuti al tuo menu, ma è meglio diluirli con acqua bollita e bere non più di un bicchiere al giorno.

Restrizioni dietetiche per le madri che allattano

Con quello che puoi mangiare dopo il parto, abbiamo capito. Ma questi prodotti sono categoricamente vietati per essere consumati da una donna mentre allatta un bambino:

  1. Bevande alcoliche e cibo da fast food. È meglio escluderli anche nella fase della gravidanza per evitare problemi di salute..
  2. Gli agrumi sono forti allergeni, devono anche essere rimossi dalla dieta di una madre che allatta. Nel periodo autunno-inverno, è meglio dare la preferenza al brodo di rosa canina o ai crauti, contengono anche molta vitamina C.
  3. Torte da negozio, torte alla crema e caramelle alcoliche dovrebbero essere sostituite con biscotti semplici. Se vuoi davvero, puoi cuocere la torta da solo facendo una crema pasticcera con latte magro.
  4. Molte donne bevono il tè con l'aggiunta di latte, considerando che questa bevanda è benefica per l'allattamento. Ma non è così. Anche il latte vaccino intero è considerato un allergene e va consumato con estrema cautela, in piccole quantità. Meglio ancora, sostituire con capra.
  5. I cibi grassi, fritti, affumicati e salati sono vietati non solo per una madre che allatta, ma anche per una donna incinta.

Nei primi giorni dopo il parto, la nutrizione di una donna è molto limitata, è necessaria per il benessere della donna in travaglio e del bambino. Una dieta sana può aiutare a mantenere in funzione il tratto digerente del neonato ed evitare spiacevoli problemi come coliche, gonfiore e costipazione. Successivamente, la dieta della mamma si espanderà, arrivando a quello che era prima della gravidanza.

Menu di esempio per una settimana

Una madre che allatta può mangiare molti cibi, il numero di pasti dovrebbe essere almeno 4 al giorno. Se una donna vuole perdere peso, il cibo dovrebbe essere diviso in piccole porzioni, ma devi mangiare 6-7 volte al giorno. Va ricordato le regole per il trattamento termico del cibo, frutta cruda, verdure dovrebbero essere mangiate in piccole quantità, mentre è necessario assicurarsi che il bambino non abbia problemi con l'assimilazione del latte.

Menu di esempio per una settimana:

Giorno della settimanaColazionePranzoSpuntino pomeridianoCena
LunediPorridge di farina d'avena in acqua, verdure in umido, latte cotto fermentatoZuppa di verdure, patate lesse, petto di pollo bollitoTè alla camomilla, biscotti biscottati, bananaPasta, funghi in umido, frutta secca
martedìUova sode, broccoli in umido, pane e burro, tèPesce bollito, porridge di riso, ricotta con pera, compostaKefir, Charlotte di mele, biscottiCasseruola di verdure, polpette al vapore, yogurt
mercoledìPorridge d'orzo, zucchine bollite, frutta secca, kefirPasta, spezzatino di vitello, insalata di verdure, tè dolceMela al forno, essiccazione, latte cotto fermentatoZuppa di pesce, uovo sodo, pane e burro, composta
giovediRicotta con panna acida, biscotti, tèPorridge di mais, verdure bollite, pollame, latte cotto fermentatoBiscotti, frutta secca, kefirZuppa con polpette, riso con verdure, composta
VenerdìPorridge di grano saraceno con gulasch di manzo, sandwich al formaggio, kefirSpezzatino di verdure, carne di coniglio al forno, tè con biscottiCasseruola di riso, essiccazione, compostaGnocchi con ricotta, purea di frutta, latte
SabatoPurè di patate al forno, yogurt naturale, bananaFarina d'avena con burro, polpette con pollame, mela al forno, compostaCasseruola fatta in casa con frutta, succo o compostaCheesecake con panna acida, insalata con verdure, tè
DomenicaPorridge di riso con mele, panino con formaggio ryazhenkaZuppa di pesce, insalata con barbabietole (piccola quantità), cotolette al vapore, tèBiscotti, ricotta, tè verdeCasseruola con carne e patate, uovo sodo, composta con frutta secca

Se consideriamo varie variazioni del menu, noterai che non contengono dolci, caffè, cioccolato. Gli alimenti che contengono una grande quantità di zucchero sono dannosi in questo caso, i dolci possono essere sostituiti con marshmallow, marmellata fatta in casa, marshmallow, prodotti da forno, ecc..

Soprattutto, ricorda che il tuo menu dovrebbe essere equilibrato e i tuoi pasti dovrebbero essere regolari. Anche con un elenco minimo di prodotti consentiti, puoi mangiare gustoso e vario. E per aiutare la mamma a tornare utili le nostre ricette per l'allattamento.

Autore: Alla Shevchuk,
appositamente per Mama66.ru

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Come pianificare una gravidanza

Neonato

1. Qual è la pianificazione della gravidanza?La pianificazione della gravidanza è un insieme di misure preventive volte a ridurre i rischi di avere un bambino con malattie congenite, nonché a ridurre il numero di complicazioni durante la gravidanza e il parto nella futura mamma.

Estrazione del dente durante la gravidanza: è possibile che le donne incinte rimuovano i denti?

Concezione

Un mal di denti può verificarsi in qualsiasi momento, non un'eccezione, e il periodo di gestazione. Inoltre, a causa delle caratteristiche fisiologiche durante la gravidanza, i denti di una donna sono particolarmente vulnerabili e le situazioni in cui è richiesto un trattamento urgente o l'estrazione del dente durante la gravidanza non sono affatto rare.

Mal di denti in una madre che allatta: non può essere tollerato

Infertilità

Curare i denti durante l'allattamento non è solo permesso, è necessario. Le cavità cariche crescono nel tempo e diventano una fonte di infezione.