Principale / Nutrizione

La placenta è bassa

Una donna incinta deve essere preparata al fatto che nelle sue condizioni possono verificarsi deviazioni dal normale trasporto di un bambino. Avendo sentito il medico di tali problemi, non bisogna farsi prendere dal panico, ma osservare rigorosamente e rigorosamente tutti i suoi scopi.

Un esempio di complicanza in una gravidanza sana è una placenta bassa. Cos'è, perché si manifesta e come minaccia il tuo bambino? Proviamo a scoprirlo insieme.

Il ruolo della placenta nello sviluppo fetale

La placenta è il ponte tra madre e feto. I medici lo chiamano un organo temporaneo che fornisce ossigeno al corpo del bambino, tutte le sostanze necessarie per il suo sviluppo e rimuove i componenti non necessari. La placenta produce anche ormoni per l'andamento della gravidanza e protegge il bambino dalle infezioni. In una parola, questo organo funge da strumento per lo sviluppo e la nutrizione del bambino dal corpo di sua madre..

Quando la gravidanza procede normalmente, la placenta si sviluppa a 6 cm dall'interno della cervice. Se la placenta è bassa, i medici diagnosticano una "bassa placenta".

Cos'è il Low Placentation?

Cos'è la placenta previa? Questa è una delle deviazioni dal normale corso della gravidanza. La presentazione o la placenta bassa si verifica quando la placenta si trova nella parte inferiore dell'utero. In questa posizione, può bloccare completamente o parzialmente il canale cervicale..

Il sanguinamento può essere un sintomo della placenta previa. Si verifica a seguito dello stiramento della parte inferiore dell'utero nella seconda metà della gravidanza. A volte la placenta inizia persino a sfaldarsi e quindi si verifica un sanguinamento molto abbondante. Questa condizione rappresenta una minaccia sia per la madre che per il bambino, ma non si verifica molto spesso. Se l'emorragia non può essere fermata, può iniziare il parto prematuro. In alcune situazioni, anche se mancano un paio di settimane alla data di nascita prevista, si ricorre al taglio cesareo per salvare entrambe le vite.

Tipi di presentazione

La placenta previa in medicina è divisa in 4 tipi:

    La placenta si trova nella parte inferiore dell'utero. Allo stesso tempo, rimane la possibilità di un parto naturale..

Qual è il pericolo della placenta previa bassa durante la gravidanza e cosa fare?

La posizione bassa della placenta spaventa le future mamme e provoca loro molte paure sull'esito della gravidanza e del parto. Qual è il suo pericolo e cosa fare se la diagnosi di "bassa placentarietà" è già suonata, lo diremo in questo materiale.

Cos'è

La placenta è un organo unico. Appare solo durante la gravidanza e scompare dopo la nascita del bambino. Il compito della placenta è fornire al bambino il nutrimento, la consegna di tutte le sostanze, le vitamine e l'ossigeno necessari per la sua normale crescita e sviluppo. Allo stesso tempo, la placenta aiuta a rimuovere i prodotti metabolici delle briciole nel corpo della madre..

La placenta previa è un concetto che designa la posizione di questo organo temporaneo e molto necessario nella cavità uterina. La presentazione è sempre una patologia, perché il termine stesso ha il significato di trovare la placenta sul percorso lungo il quale dovrà passare il bambino durante il parto.

Normalmente, il punto di attacco della placenta dovrebbe essere tale che il "luogo infantile" del bambino non interferisca con la nascita. Se parliamo di presentazione, significa che la placenta si trova in basso, bloccando parzialmente o completamente l'uscita alla piccola pelvi.

Una bassa placentazione è comune all'inizio della gravidanza. Fino a 20 settimane di gravidanza, presentazione parziale o marginale è registrata in circa il 10% delle donne in gravidanza. Ma la placenta ha la capacità di elevarsi al di sopra della regione cervicale, seguendo le pareti dell'utero che crescono con il feto. Pertanto, entro la 30a settimana di gravidanza, solo il 3% delle donne incinte ha la presentazione e entro 40 settimane - solo lo 0,5-1% delle future mamme. Il processo di sollevamento della placenta sopra è chiamato migrazione..

La placenta è finalmente formata solo da 10-12 settimane di gravidanza. Prima di questo, il luogo di "crescita interna" dell'ovulo nell'endometrio è chiamato corion. Esistono tre tipi di presentazione.

  • Completo: la faringe interna è completamente coperta dalla placenta. Questa è una condizione minacciosa molto pericolosa in cui il parto spontaneo è impossibile e c'è un'alta probabilità di morte del feto o della madre a causa di sanguinamento spontaneo massiccio..
  • Incompleto: la placenta copre parzialmente il sistema operativo interno della cervice. Anche il parto naturale indipendente, nella maggior parte dei casi, è impossibile, il pericolo per il bambino e la madre è grande.
  • Bassa o inferiore: la placenta si trova sopra l'ingresso del canale cervicale, ma la distanza da essa al "seggiolino del bambino" non supera i 7 centimetri. La faringe interna non è chiusa dalla placenta. Se il "posto del bambino" è troppo basso e colpisce il bordo della faringe, la presentazione è chiamata marginale.

Il parto naturale con una tale placenta previa è del tutto possibile, tuttavia, richiederanno un'attenzione speciale da parte dei medici e delle donne incinte: la massima cautela nel processo di portare un feto.

I medici possono determinare il tipo e il grado di presentazione mediante un'ecografia. Ad ogni ecografia programmata, viene prestata molta attenzione alla placenta. La sua localizzazione è determinata sulla parete anteriore o posteriore dell'utero e viene misurata la distanza dall'OS interno (l'ingresso del canale cervicale) al bordo del "posto del bambino".

Se è di almeno 3 centimetri, diagnosticare "placenta bassa" o "primo grado di placenta previa".

Va notato che la presentazione inferiore è la più sicura di tutti e tre i tipi di presentazione. Le previsioni dei medici con lui sono più favorevoli, ma una tale disposizione del "posto del bambino", ovviamente, non è nemmeno una variante della norma. Esistono alcuni pericoli e rischi.

Cause di bassa placentazione

In generale, è quasi impossibile influenzare in qualche modo il sito di formazione della placenta. Apparirà dove l'ovulo sarà in grado di prendere piede al momento dell'impianto..

Un ovulo fecondato viene impiantato nella cavità uterina circa 8-9 giorni dopo la fecondazione, da quel momento si forma un corion, che successivamente diventa placenta. È impossibile determinare esattamente dove "galleggerà" l'uovo fecondato. Ma ci sono fattori di rischio che aumentano la probabilità che la blastocisti si ancorerà troppo in basso..

Prima di tutto, questi fattori includono patologie della struttura dell'utero, malattie del sistema riproduttivo della donna, le conseguenze degli interventi chirurgici.

Quindi, nelle donne che soffrono di processi infiammatori dell'endometrio, che hanno subito aborto o altro curettage, con una storia di taglio cesareo, le possibilità di una bassa placentazione durante la gravidanza successiva sono più alte. Tali ragioni sono chiamate uterine o intrauterine. Questi includono:

  • endometriosi;
  • operazioni eseguite sull'utero - (aborto, rimozione di fibromi, curettage diagnostico, taglio cesareo);
  • parto precedente complicato;
  • fibromi uterini;
  • sottosviluppo e struttura congenita anormale del corpo dell'utero;
  • incompetenza della cervice (insufficienza istmico-cervicale);
  • gravidanza con più feti contemporaneamente.

Il motivo della fissazione dell'ovulo nella parte inferiore dell'utero può anche essere la carenza enzimatica delle membrane stesse. Tali ragioni per lo sviluppo di una placenta bassa sono chiamate fetali. Questi includono:

  • disturbi ormonali in una donna;
  • malattie infiammatorie delle appendici, tube di Falloppio, ovaie.

Nelle gravidanze ripetute, è più probabile una placenta bassa rispetto alla prima gravidanza. Più una donna partorisce, maggiore è la probabilità di sviluppare una placenta inferiore ad ogni gravidanza successiva.

Si ritiene che siano a rischio sia le donne in sovrappeso che le donne che non sono state in grado di smettere di fumare all'inizio della gravidanza. Se nella gravidanza precedente la placenta si trovava bassa, con un'alta probabilità, secondo gli esperti, il "posto del bambino" si troverà al di sotto e nella gravidanza successiva. Inoltre, esiste una certa dipendenza genetica: una donna può ereditare la tendenza ad abbassare la placenta da sua madre..

Diagnosi e sintomi

Una placenta previa bassa può essere indicata da spotting in qualsiasi fase della gravidanza. Il medico può essere confuso dall'aumento dei valori dell'altezza del fondo dell'utero, che sono in anticipo rispetto al periodo effettivo di gravidanza, nonché dalla posizione errata del feto nella cavità uterina - la presentazione pelvica o trasversale del bambino è spesso accompagnata da una bassa placentazione.

La scarica sanguinante dal tratto genitale con placenta previa inferiore di solito compare per la prima volta dopo 12-13 settimane di gravidanza. Possono essere più o meno abbondanti. Spesso durano fino alla consegna..

Ma l'emorragia più comune è nell'ultimo trimestre di gravidanza, quando le pareti dell'utero sono talmente tese che si verificano micro-distacchi parziali del "posto del bambino" dall'endometrio uterino..

In un terzo delle donne in gravidanza con bassa placenta, tale sanguinamento si osserva dopo 35 settimane di gravidanza. Sei donne su dieci soffrono di emorragie abbastanza abbondanti durante il travaglio. Anche una forte tosse negligente, risate, sesso, stitichezza, esercizio fisico e forte stress possono provocare sanguinamento nelle donne in gravidanza con una posizione bassa della placenta. Qualsiasi tensione dei muscoli uterini è pericolosa per il leggero distacco e l'esposizione dei vasi sanguigni.

Nelle donne in cui una bassa placentarietà si manifesta con sanguinamento episodico o persistente, si osservano spesso diminuzione del livello di emoglobina, sviluppo di anemia, pressione sanguigna bassa, vertigini e attacchi di debolezza improvvisa.

Se si sospetta una placenta previa, il medico non esegue un esame intravaginale manuale, perché questo può provocare un travaglio prematuro o sanguinamento, che può essere fatale sia per il feto che per la donna incinta.

La scansione a ultrasuoni è considerata il miglior metodo diagnostico. L'ecografia permette di determinare la posizione del "seggiolino per bambini" con precisione millimetrica.

A volte la posizione bassa della placenta non ha sintomi. La donna non si lamenta di nulla e solo l'ecografista alla visita successiva attira l'attenzione sul fatto che il "posto del bambino" è più basso di quanto vorrebbe. In questo caso è necessario un monitoraggio più attento dello stato della placenta: vengono prescritti ed eseguiti a 12, 20 (o 21-22) settimane ea 30 settimane gli ultrasuoni di controllo atti a tracciare il processo di migrazione. Se necessario, possono essere consigliate scansioni più frequenti.

Pericoli e rischi

Ciò che minaccia una posizione placentare bassa non è difficile da indovinare. Nelle prime fasi, è pericoloso con la minaccia di aborto spontaneo, e in un'età gestazionale più solida, con la minaccia di parto prematuro. Nelle donne con un tale problema alla fine del secondo e terzo trimestre, si sviluppa spesso la gestosi, il che aumenta solo i rischi di un esito sfavorevole. La metà delle donne in gravidanza soffre di anemia da carenza di ferro.

Se la placenta si forma nelle prime fasi ed è attaccata in basso, la probabilità che il bambino prenda una posizione errata nella cavità uterina aumenta del 50%. Il bambino sceglierà istintivamente una posizione in cui la sua testa non entrerà in contatto con nulla, compresa la placenta.

Il bambino con un alto grado di probabilità non accetterà una presentazione cefalica, ma una presentazione podalica, che complicherà notevolmente il processo del parto o addirittura sarà un'indicazione per un taglio cesareo.

Per un bambino, una placenta bassa è un fattore di rischio per la probabilità di sviluppare ipossia. La fame cronica prolungata di ossigeno può causare la morte di un bambino, cambiamenti irreversibili nelle strutture del suo cervello.

Inoltre, l'insufficienza placentare, che si sviluppa se il "seggiolino per bambini" viene omesso, può portare a un ritardo nello sviluppo fetale. La parte inferiore dell'utero è meno ben fornita di sangue rispetto al corpo e al fondo dell'utero, motivo per cui il bambino riceverà meno nutrienti di cui ha bisogno.

La posizione anormale dell'organo che alimenta il bambino è pericolosa. Se la placenta è attaccata in basso, una donna in qualsiasi momento può sperimentare sanguinamento, che può avere conseguenze molto tristi..

Trattamento

Nonostante il livello della medicina moderna, non esiste un modo universale per trattare la bassa placentazione. Non esistono tali pillole e iniezioni per aumentare il "posto del bambino" più in alto. Possiamo solo sperare che la migrazione avvenga da sola, e nella maggior parte dei casi questo è esattamente ciò che accade..

Il compito dei medici è far fronte rapidamente al sanguinamento periodico e mantenere una gravidanza il più a lungo possibile: fino a quando il bambino non è completamente vitale. Il rispetto delle raccomandazioni mediche è una priorità assoluta per ogni donna incinta con una placenta bassa.

Per ridurre il tono dell'utero vengono prescritti farmaci antispastici: "No-shpa", "Papaverine", "Ginipral". Per ricostituire la carenza di ferro di una donna incinta, si consiglia di seguire corsi di preparazioni di ferro "Ferrum Lek", "Sorbifer". Per un migliore flusso sanguigno uteroplacentare, per eliminare i sintomi di ritardato sviluppo del bambino, insufficienza fetoplacentare, si raccomandano "Curantin", "Trental", così come acido folico, vitamine del gruppo B, "Ascorutin" e vitamina E ad alte dosi terapeutiche.

Abbastanza spesso, una donna è raccomandata per la somministrazione giornaliera di una soluzione di magnesio per via intramuscolare (10 ml ciascuna) e di Magne B 6 compresse due volte al giorno. In caso di deficit ormonale, prescrivere "Utrozhestan" o "Duphaston" in un dosaggio individuale. Con un decorso asintomatico si può essere curati a casa, con frequenti episodi di sanguinamento, si consiglia di sottoporsi a cure in day hospital presso una clinica ginecologica specializzata.

In un secondo momento, una donna più spesso di altre donne in gravidanza dovrà visitare un ginecologo e fare un CTG del feto per assicurarsi che l'attività cardiaca del bambino sia normale e che non vi sia una carenza di ossigeno pronunciata. È probabile che la terapia farmacologica continui fino alla nascita se la placenta non sale.

Raccomandazioni per la futura mamma

Come già accennato, una donna dovrà stare estremamente attenta. Le viene prescritto un regime calmo, situazioni stressanti, attività fisica, sollevamento pesi, piegarsi in avanti sono controindicati per lei. Con una placenta bassa, non dovresti mai saltare, viaggiare su strade sconnesse in auto o in autobus per qualsiasi periodo di tempo, perché l'agitazione può provocare gravi emorragie.

Una donna non dovrebbe fare sesso perché l'orgasmo stimola i muscoli uterini, il che aumenterà la probabilità di distacco della placenta. Non solo il rapporto sessuale diretto è proibito, ma anche altre forme di soddisfazione sessuale: sesso orale, anale e masturbazione. Qualsiasi azione che può portare a una contrazione dei muscoli uterini è controindicata.

Anche viaggiare in aereo è indesiderabile. La posizione ottimale per il riposo (e devi riposare in ogni minuto libero) è sdraiato sulla schiena con le gambe capovolte. Se non puoi sdraiarti (la donna è al lavoro), dovresti alzare le gambe più in alto in posizione seduta.

Per fare questo, puoi usare un piccolo poggiapiedi improvvisato..

Come partorire?

Con una bassa placenta, il parto può avvenire sia naturalmente che mediante intervento chirurgico - taglio cesareo. La decisione finale sulla tattica dell'assistenza ostetrica è determinata a circa 35-36 settimane di gravidanza in base ai risultati dell'ecografia di controllo.

Se la placenta non è aumentata, molto probabilmente i medici consiglieranno un parto tempestivo. Il taglio cesareo viene eseguito se una donna ha una placenta bassa combinata con una presentazione pelvica o trasversale del feto, se è incinta di due gemelli o terzine, se l'utero presenta cicatrici da precedenti interventi chirurgici.

Stanno anche cercando di inviare donne incinte di età superiore ai 30 anni che hanno subito diversi aborti e hanno una storia ginecologica complicata per l'intervento chirurgico. Se la gravidanza è stata accompagnata da sanguinamento regolare, può essere preso in considerazione anche un taglio cesareo programmato.

A volte la necessità di un intervento chirurgico d'urgenza sorge già durante il parto, ad esempio, se l'emorragia non si ferma dopo il passaggio dell'acqua, se c'è una debolezza delle forze di lavoro.

In assenza di secrezione sanguinolenta, una cervice uterina pronta e matura, dimensioni normali del bacino, un bambino di taglia media che si trova nella presentazione cefalica, è consentito il parto indipendente.

La stimolazione del travaglio con medicinali a bassa presentazione non viene eseguita in ogni caso, il lavoro dovrebbe svilupparsi in modo indipendente.

Recensioni

Secondo le recensioni lasciate dalle madri su Internet, nella maggior parte dei casi, entro la settimana 30, la posizione della placenta è stata stabilita entro limiti normali. Ciò significa che le violazioni rivelate a 20-21 settimane non sono una condanna, ma solo una difficoltà temporanea. Il parto con placenta bassa anche nella maggior parte dei casi è proceduto in modo abbastanza soddisfacente, i bambini sani sono nati.

Durante la gravidanza, secondo le donne, è abbastanza difficile seguire costantemente tutte le raccomandazioni, il più difficile è il divieto di relazioni intime. Per questo motivo, molte persone deteriorano temporaneamente i rapporti con il coniuge, la gravidanza procede sullo sfondo di preoccupazioni e stress..

Per informazioni sul pericolo di placenta previa bassa, vedere il prossimo video.

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli

Bassa placentazione: ogni millimetro conta

Il fondo dell'utero si trova... in alto. È lì, più vicino al fondo (cioè dall'alto) che dovrebbe essere attaccata la placenta. Ma questo non sempre accade, e in circa il 15% dei casi, le future mamme scopriranno durante un esame ecografico di routine la posizione bassa della placenta.

Qual è la minaccia ed è possibile fare qualcosa?

La posizione bassa della placenta è dove?

Di solito si parla di una bassa placenta quando rimangono 5,5-6 cm dalla faringe dell'utero al bordo della placenta. Il medico vede questo risultato anche sull'ecografia programmata a 12 settimane e ne prende nota nella scheda della futura mamma. In così poco tempo, non importa, perché la placenta cresce e si sposta fino alla 36a settimana di gravidanza.

Perché la posizione bassa della placenta è pericolosa?

I medici hanno due motivi di preoccupazione.

Scarso afflusso di sangue alla parte inferiore dell'utero rispetto a quella superiore. Più scarso è l'apporto di sangue alla placenta, meno nutrienti riceve il bambino..

La pressione che il feto in crescita esercita sulla placenta - dopotutto, nessuno ha annullato la forza di gravità! La placenta compressa non solo non soddisfa pienamente le sue funzioni, ma può anche esfoliare, che diventerà già una minaccia diretta per la gravidanza.

Ma, come abbiamo già sottolineato, fino alle 22-24 settimane tutto questo non è di fondamentale importanza..

Bassa migrazione della placenta

Durante la gravidanza, la placenta si muove e questo non sorprende.

In primo luogo, è un organo vivente, in cui alcune aree possono morire e altre possono crescere..

In secondo luogo, deve soddisfare i bisogni nutrizionali del bambino, il che significa che deve aumentare di dimensioni man mano che il bambino cresce..

In terzo luogo, si attacca al muro delle dimensioni mutevoli dell'utero e la sua posizione cambia insieme al suo allungamento.

È possibile prevedere il movimento della placenta in base al luogo del suo attacco, che il medico nota durante la prima ecografia.

"La posizione più favorevole è sulla parete posteriore dell'utero, che è più vicino alla colonna vertebrale. Si allunga meno durante la gravidanza e, molto probabilmente, entro la metà del termine, la placenta avrà il tempo di raggiungere un'altezza sicura.

La posizione meno favorevole è dal basso e dalla parte anteriore: è questa parte dell'utero che si estende più di tutto e la placenta semplicemente potrebbe non avere il tempo di "strisciare" più in alto.

Perché la placenta si attacca così in basso?

Il motivo, infatti, è uno: danno all'endometrio dell'utero in quei luoghi in cui la placenta dovrebbe normalmente essere attaccata. Ma può essere causato da una varietà di circostanze. Tra loro:

cicatrici dopo taglio cesareo o altre operazioni sul corpo dell'utero;

danno ai tessuti dopo un aborto o la rimozione di neoplasie;

cambiamenti nell'endometrio dopo malattie infettive;

grandi neoplasie (ad esempio, fibromi uterini), che di per sé non impediscono la gravidanza, ma "occupano i posti migliori";

malformazioni del corpo dell'utero (ad esempio, una sella o un utero a due corna);

gravidanze multiple (i gemelli possono avere placente sia comuni che separate, e nel secondo caso, uno di loro è spesso attaccato troppo in basso).

È chiaro che non puoi aggiustare in alcun modo la forma dell'utero o della cicatrice dopo l'operazione, ma chi è avvisato è già armato! Ora sai che non dovresti perdere un'ecografia programmata alla 12a settimana di gravidanza..

Bassa placentazione a 12 settimane di gestazione. Qual è il prossimo?

Niente! Per un breve periodo di tempo, anche non la posizione di maggior successo della placenta non influisce sul corso della gravidanza. Ascolta le raccomandazioni del medico (possono riguardare la limitazione dell'attività fisica e l'assunzione aggiuntiva di un complesso di vitamine e minerali), controlla attentamente la tua salute, contatta immediatamente la clinica prenatale per perdite di sangue e dolore nell'addome inferiore (tuttavia, questo dovrebbe essere fatto in qualsiasi momento e per qualsiasi posizione della placenta).

"E non perdere la prossima ecografia: di solito è programmata dopo 10 settimane!

Bassa placentazione a 22 settimane di gestazione. Qual è il prossimo?

Molto probabilmente, durante il prossimo esame, il medico afferma che la placenta è già migrata lungo la parete dell'utero e non puoi più aver paura del corso della tua gravidanza. Se la placenta si trova ancora nella gola dell'utero, allora, ahimè, dovrai prendere alcune misure.

Limita l'attività fisica. Anche serie speciali di esercizi per donne incinte possono ferirti ora, per non parlare della corsa, del salto, del sollevamento pesi...

Rifiuta l'intimità, almeno dalle sue forme tradizionali con profonda penetrazione. Non disturbare l'area dell'utero a cui è attaccata nuovamente la placenta..

Cerca di riposare di più, se riesci a sdraiarti, sdraiati (ti ricordi che la gravità sta lavorando contro di te ora?) Metti un piccolo cuscino sotto i tuoi piedi durante il sonno.

“Ma la regola più importante è non preoccuparti! È molto probabile che la situazione cambi entro la 36a settimana di gravidanza.!

Bassa placentazione a 36 settimane di gestazione. Parto con placenta bassa

"Se sei sfortunato e la placenta è ancora all'estremità della faringe dell'utero (ricorda, la cifra critica è di 5,5 cm), allora molto probabilmente avrai pianificato il ricovero e un taglio cesareo..

Molte donne sono dell'umore giusto per un parto naturale e temono che "tutto sia andato storto". Ma in questo caso l'intervento chirurgico è del tutto giustificato: la placenta volumetrica impedisce al bambino di "uscire", il che ritarda e complica seriamente il parto, e inoltre (e questo è il più pericoloso) può esfoliare prima del tempo. Fino alla nascita del bambino e al primo respiro, la placenta e il cordone ombelicale sono anche i suoi organi respiratori, senza di essi l'ipossia si insedia rapidamente, il bambino letteralmente "soffoca" anche nel grembo materno. Una situazione tragica che richiede un intervento di emergenza e il risultato può essere molto peggiore rispetto a un'operazione pianificata!

Infine, con la posizione borderline della placenta - gli stessi 5,5-6 centimetri, quando è possibile anche il parto naturale, ma c'è ancora il rischio di uno sviluppo sfavorevole della situazione, il medico può perforare la vescica fetale proprio all'inizio del travaglio.

"Quando il liquido amniotico viene versato, la testa del bambino affonda rapidamente nella faringe uterina e preme e spinge via la placenta.

Tuttavia, una tale decisione è possibile solo se il bambino si trova correttamente; bassa placentazione e presentazione podalica - indicazioni univoche per la consegna operativa.

Ricorda, non importa come procede la tua gravidanza, la cosa principale è la salute della madre e del bambino. L'ostetricia moderna può gestire le situazioni più difficili, l'importante è mantenere la calma e seguire le raccomandazioni del medico.!

Ciò che minaccia la posizione bassa della placenta

Il corpo femminile è sorprendentemente diverso dal maschio. Questa affermazione è ben nota, ma non tutte le persone possono immaginare quanto differiscano. Ma nel corpo femminile, se necessario, compaiono nuovi organi e quando il bisogno di essi scompare, scompaiono senza lasciare traccia. Incredibile davvero?

La situazione che richiede abilità così sorprendenti da una donna è semplice e ovvia: la gravidanza. Questo periodo è caratterizzato dallo sviluppo anche di 2 organi temporanei: il corpo luteo e la placenta. È vero, non compaiono simultaneamente, ma in sequenza.

Entrambi questi organi sono di grande importanza per lo sviluppo del bambino e il mantenimento della gravidanza. E, sfortunatamente, entrambi possono avere patologie diverse. Questo è un distacco della placenta e un diverso numero di vasi sul cordone ombelicale e una placenta bassa. Quest'ultimo, a proposito, è il più comune. Cosa significa placenta bassa? La domanda è difficile, prima devi capire cos'è la placenta.

Qual è la placenta

Anche prima dell'inizio della gravidanza, nel mezzo del ciclo mestruale, inizia a svilupparsi il corpo luteo, l'organo responsabile della produzione di progesterone, necessario per preparare l'endometrio per l'impianto di un ovulo fecondato, nonché per l'impianto e il mantenimento della gravidanza. Il corpo luteo si forma nel sito del follicolo che ha rilasciato un uovo maturo nella tuba di Falloppio.

L'ulteriore destino del corpo luteo dipende dal fatto che il concepimento sia avvenuto o meno. Se l'uovo non è stato fecondato, esce con il sangue durante le mestruazioni e il corpo luteo si degrada gradualmente, cioè si dissolve. Se si verifica la fecondazione, il corpo luteo rimane attivo per altri 4 mesi, fino al completamento dello sviluppo della placenta.

E da dove viene la placenta e perché è necessaria? La placenta si sviluppa dopo l'impianto dell'ovulo. A questo punto, ha già una discreta scorta di cellule, che, dopo l'impianto, sono divise in 2 parti: da una si svilupperà successivamente il feto, dall'altra - le membrane e, di fatto, la placenta. Un dettaglio interessante: la parte maschile del DNA dell'ovulo è responsabile dello sviluppo della placenta e delle membrane..

La placenta è completamente formata dalla 16a settimana di gravidanza, tuttavia, fino a 36 settimane continua a crescere, poiché il bambino ha bisogno di sempre più ossigeno e sostanze nutritive. Come ogni processo nel corpo, lo sviluppo della placenta può essere disturbato. Una delle possibili patologie è chiamata bassa placentazione durante la gravidanza..

A proposito, lo scambio stesso tra i due organismi avviene proprio attraverso la placenta. Come puoi vedere, l'importanza della placenta per mantenere la gravidanza è difficile da sopravvalutare..

Posizioni della placenta

Di solito, la placenta è attaccata alla parte posteriore dell'utero, più vicino al suo fondo. Vale la pena notare che l'utero è una nave capovolta e il suo fondo si trova in alto. Questa è la posizione più ottimale per la placenta. Tuttavia, non è sempre così. In alcuni casi, la placenta è attaccata alla parete anteriore. Anche questo non è una patologia.

La posizione bassa della placenta durante la gravidanza è molto più pericolosa. Se la placenta si trova in basso, è sottoposta a una pressione più forte dal feto e, con qualsiasi influenza esterna, aumenta il rischio di danni alla placenta o al suo distacco. Inoltre, nelle fasi successive, un bambino che si muove attivamente può anche danneggiare la placenta o schiacciare il cordone ombelicale.

Un altro svantaggio della posizione bassa della placenta è che la parte inferiore dell'utero non è ben rifornita di sangue come il suo fondo. Tutto questo è irto di ipossia fetale - un'acuta mancanza di ossigeno. Bassa è una tale disposizione della placenta quando ci sono meno di 6 cm tra il suo bordo inferiore e la faringe uterina.

Se la placenta si trova in basso, ma lungo la parete posteriore dell'utero, molto probabilmente la situazione si raddrizzerà da sola e la placenta migra verso una posizione più alta. La parete anteriore ha una grande tendenza ad allungarsi e anche la migrazione è tipica per essa, tuttavia, la direzione della migrazione è opposta: di solito la placenta si muove al contrario, fino alla cervice.

Una patologia ancora più complessa e pericolosa della posizione della placenta è la sua presentazione parziale o completa. La presentazione è una condizione in cui la placenta ostruisce parzialmente o completamente la faringe dell'utero. Maggiori informazioni sulla placenta previa →

Motivi di posizione bassa

La placenta bassa durante la gravidanza può essere dovuta a una serie di motivi. Molto spesso - vari tipi di danni allo strato mucoso dell'utero. Può essere infiammazione e malattie infettive e le conseguenze di precedenti aborti e aborti spontanei, soprattutto se si è verificato il curettage. Cicatrici sull'utero dopo operazioni di taglio cesareo e altre operazioni ginecologiche possono anche impedire il fissaggio dell'ovulo nella parte superiore dell'utero.

La placenta è bassa

La ragione della bassa posizione della placenta durante la gravidanza può essere patologie dello sviluppo dell'utero, incluso il sottosviluppo dell'utero o la sua forma irregolare. Inoltre, la placenta bassa si verifica in gravidanze multiple..

Sintomi della posizione bassa della placenta

Di regola, la placenta bassa non segnala alcun sintomo. In alcuni casi, possono comparire dolori tiranti nell'addome inferiore o sanguinamento. Tuttavia, questi sono già sintomi di distacco della placenta e non solo di bassa placentazione..

Se la placenta non è estremamente bassa rispetto alla faringe dell'utero, potrebbero non esserci sintomi esterni. In questo caso, a 12 settimane, viene determinata una bassa placentazione su un'ecografia pianificata.

Perché la bassa placentazione è pericolosa durante la gravidanza?

Come ogni patologia, la bassa placentazione ha un numero di conseguenze possibili, ma non necessarie. Perché la bassa placentazione nelle donne in gravidanza è pericolosa? Per rispondere a questa domanda, è necessario approfondire nuovamente la fisiologia..

In primo luogo, il feto cresce nel tempo e esercita una pressione sempre maggiore sulla parte inferiore dell'utero. Se la placenta è bassa e anche sotto la pressione del bambino. Ciò può portare a distacco della placenta o sanguinamento vaginale e, di conseguenza, c'è il rischio di aborto spontaneo. Inoltre, l'afflusso di sangue alla parte inferiore dell'utero è molto peggiore rispetto alla parte superiore. A questo proposito, il feto può ricevere meno ossigeno e sostanze nutritive..

Ciò che minaccia una bassa placentazione è ora chiaro. E la placenta previa? Tutto quanto sopra è tipico per lui. Tuttavia, va tenuto presente che in questo caso la placenta si trova nella posizione più bassa e sta subendo una pressione molto più forte, a questo proposito aumentano tutti i rischi di una bassa placenta.

Trattamento e prevenzione della bassa placentazione

E se la tua placenta è bassa? Le raccomandazioni sono piuttosto semplici. Prima di tutto, non preoccuparti troppo. Per la maggior parte, le donne con questa patologia portano un bambino senza problemi e lo danno alla luce da sole. Per fare questo, di solito è sufficiente ascoltare il medico e fare quello che dice. Ebbene, è improbabile che l'eccesso di eccitazione abbia un effetto positivo sulla gravidanza..

Sfortunatamente, il trattamento medico della bassa placentazione durante la gravidanza non è possibile. Nella maggior parte dei casi, ci si può solo aspettare che la placenta stessa occupi un posto più adatto. Questo non è solo possibile, ma molto probabile. L'utero è in costante crescita, il che contribuisce a un cambiamento di posizione. Quindi, se a una donna viene diagnosticata una bassa placentazione a 20-22 o anche 32 settimane, questa non è una frase. Si ritiene che fino a 36 settimane, la posizione della placenta possa cambiare..

Prendi l'abitudine di usare un cuscino sotto i piedi quando ti sdrai. E, naturalmente, non perdere le visite programmate dal medico, e se il ginecologo consiglia di andare a salvare, non trascurare questo consiglio.

Cosa si può fare per prevenire il posizionamento basso della placenta? Soprattutto, l'aborto e l'aborto dovrebbero essere evitati. Inoltre, è molto importante trattare tutti i processi infettivi e infiammatori in modo tempestivo e anche prima della gravidanza. Sfortunatamente, non possiamo correggere le caratteristiche del design dell'utero..

Il sesso con bassa placenta è controindicato e si dovrà evitare uno sforzo fisico eccessivo. Non sarai in grado di correre, saltare, sollevare pesi. Le ragioni per rifiutarsi di fare sesso non sono chiare a tutti, ma tutto è abbastanza semplice. La placenta con questa patologia è molto vicina alla cervice, a volte 2-3 cm, e tremori ritmici, tensione, contrazione dell'utero durante l'orgasmo possono causare il distacco della placenta. Lo stesso vale per l'attività fisica..

Consegna a bassa placentazione

Qual è il pericolo di una bassa placenta durante la gravidanza è chiaro e cosa minaccia durante il parto? Tutto dipende dalla posizione specifica della placenta. Nella maggior parte dei casi, il parto con una bassa placentazione avviene naturalmente.

Se la placenta è troppo vicina alla gola, è possibile che il liquido amniotico venga perforato artificialmente. In questo caso, la testa del feto premerà la placenta contro l'utero. Se la placenta previa o il feto non sono posizionati correttamente nell'utero, la donna avrà un taglio cesareo programmato.

Tuttavia, una placenta bassa non è motivo di panico. In primo luogo, anche con una tale patologia, è facile sopportare il bambino senza conseguenze dannose e, in secondo luogo, fino alla 34a settimana, la posizione della placenta non è stabile. Può facilmente cambiare in uno più favorevole. Quindi, se ti è stata diagnosticata una "placenta bassa", devi sintonizzarti per il meglio e seguire le raccomandazioni del medico, allora andrà tutto bene: il bambino nascerà in tempo, naturalmente e senza complicazioni..

Bassa placentazione nelle donne in gravidanza, placenta previa, trattamento.

Che cos'è la placenta previa bassa? Questa è una patologia abbastanza comune nelle donne con età gestazionale fino a 30 settimane. Inoltre, si verifica più spesso nelle donne di età superiore ai 30-35 anni che hanno già avuto una gravidanza. Da dove viene questo schema e cosa può essere pericoloso per la bassa placentazione lungo la parete posteriore e anteriore, così come la presentazione completa del posto del bambino?

Dove dovrebbe essere localizzato esattamente il posto del bambino nell'utero? Su una delle sue pareti o sul fondo, ma non nell'area della faringe interna (uscita nell'utero della sua cervice). Se il posto del bambino si trova direttamente sulla faringe interna, i medici diagnosticano la placenta previa. Pur mantenendo la diagnosi fino alla 36a settimana di gestazione, i medici non solo ricoverano la donna all'inizio dell'ospedale, ma eseguono anche un taglio cesareo per lei in modo pianificato. Se il posto del bambino è appena vicino alla parte inferiore dell'utero, i medici formulano una diagnosi leggermente diversa: bassa placentazione durante la gravidanza e questo allineamento è solitamente meno pericoloso. In questo caso, il seggiolino per bambini si trova a una distanza non superiore a 6 cm dalla faringe interna..

Quindi, la placenta o "posto del bambino" è la principale protezione del nascituro durante la vita intrauterina. È una membrana ispessita e si forma nella parete dell'utero immediatamente dopo la fecondazione e l'attaccamento dell'uovo.

È con il suo aiuto che il nascituro riceve nutrimento, ossigeno e protezione dalla penetrazione di varie tossine e possibili infezioni dal corpo della madre durante la gravidanza..

Un punto importante è la posizione della placenta:

  • meno di 6 cm (in pratica 2 cm) dal sistema operativo interno dell'utero - bassa placentazione;
  • più di 6 cm dall'uscita (os interno) dell'utero - la posizione normale della placenta.

Da dove provengono questi dati? Il fatto è che secondo gli studi, vicino al fondo dell'utero, il flusso sanguigno influisce in modo più favorevole sulla formazione e l'afflusso di sangue della placenta. Ed è la distanza di oltre 6 cm della faringe uterina che è considerata ottimale.

Con un basso attaccamento della placenta, ci sono già alcuni problemi con il corso della gravidanza. Considereremo sicuramente con te esattamente come la placenta bassa influisce sulla futura mamma e sulla gravidanza..

Nel frattempo, scopriamo perché è successo e cosa può aver influito sull'attaccamento della placenta? Le ragioni di questo fenomeno possono essere sia le caratteristiche anatomiche della donna che le patologie passate dell'area genitale: infezioni, infiammazioni, aborti..

Ciò che è pericoloso

Bassa placenta durante la gravidanza. Questa diagnosi, purtroppo, compare in un gran numero di cartelle cliniche di donne in gravidanza. E cos'è e quanto è pericoloso questo stato di cose?

Partiamo dal fatto che normalmente la placenta dovrebbe essere attaccata più vicino al fondo dell'utero, perché è qui che il metabolismo procede alla massima velocità, il che significa che il flusso sanguigno andrà alla massima velocità, il che è molto buono per il feto. Tuttavia, a volte la placenta si attacca sotto il fondo. E se il sito di attacco è inferiore a sei centimetri dalla faringe interna, allora questa è la placenta bassa.

In questo caso, una domanda è di fondamentale importanza: se la placenta si sovrappone alla faringe dell'utero. Dopotutto, è dalla risposta a questa domanda che la decisione dipende dal fatto che il parto avverrà naturalmente o se sarà necessario un taglio cesareo..

Ci possono essere tre opzioni:

  1. La placenta posta in basso non si sovrappone alla faringe interna;
  2. La placenta si sovrappone parzialmente alla faringe. Questa si chiama placenta previa incompleta;
  3. La placenta si sovrappone completamente alla faringe. Questa posizione è chiamata placenta previa..

Se ti viene diagnosticata la terza opzione, solo in questo caso non è possibile evitare un taglio cesareo. Le prime due opzioni non sono un'indicazione per un taglio cesareo e potresti essere in grado di dare alla luce un bambino naturalmente.

Nel caso della placenta previa, la faringe uterina è completamente chiusa e questo impedirà al bambino di entrare nella piccola pelvi. E in caso di placenta previa incompleta, il parto avviene in piena disponibilità per un intervento chirurgico se necessario. Se la placenta bassa durante la gravidanza non blocca la faringe, una donna del genere deve ricordare che è possibile un distacco placentare precoce e deve monitorare attentamente la sua salute e seguire tutte le raccomandazioni del medico curante.

Perché c'è un attacco errato della placenta? Normalmente, un ovulo fecondato penetra nel muro dell'utero, crea una depressione in esso - una lacuna. È attraverso la lacuna che tutte le sostanze di cui ha bisogno iniziano a fluire nell'uovo. Nel tempo, la lacuna diventa la placenta. Il posto migliore per attaccare un uovo è la parete posteriore dell'utero e il suo fondo. Ed è lì che normalmente si trova l'uovo fecondato..

Ma se le pareti dell'utero hanno dei difetti, l'uovo non può attaccarsi nel posto giusto e si trova sotto. I difetti possono essere diversi. Ad esempio, come:

  • Cicatrici dopo il parto chirurgico;
  • Cicatrici post-aborto;
  • Nodi miomatosi;
  • Formazioni di adenomiosi;
  • Difetti anatomici congeniti.

La posizione bassa della placenta è pericolosa perché la nutrizione del feto può essere interrotta. Pertanto, le donne in gravidanza che hanno una bassa placenta possono sviluppare malnutrizione fetale e ipossia. E potrebbe esserci anche un distacco della placenta precoce..

Il distacco della placenta non è sempre completo quando si verificano molte emorragie e il feto muore. A volte il distacco può essere parziale. E nel luogo in cui ciò è accaduto, il sangue inizia ad accumularsi e si forma un ematoma. Più grande è l'area in cui la placenta si è esfoliata, peggio si sente l'ometto.

Non tutte le donne incinte hanno una posizione bassa della placenta fino alla fine della gravidanza. La migrazione placentare è comune. Questo perché la parte inferiore dell'utero cambia costantemente e aumenta di dimensioni. Pertanto, il sito di attacco della placenta si alza.

Le statistiche dicono che solo il cinque per cento delle donne incinte a cui è stata diagnosticata una bassa placentazione, questa situazione persiste fino alla trentaduesima settimana. Del restante cinque percento, solo un terzo mantiene una bassa placentazione fino a trentasette settimane.

La medicina moderna non sa come affrontare la posizione bassa della placenta. Tuttavia, è necessario consultare regolarmente il medico e sperare di non cadere nell'infelice cinque percento..

Le ragioni

Gli esperti nominano diversi motivi per cui la placenta in una donna incinta può essere bassa. Uno di questi risiede nelle caratteristiche anatomiche degli organi del sistema riproduttivo femminile. Ciò può essere facilitato sia da patologie congenite (anomalie fisiologiche) che da quelle acquisite a seguito di esposizione a fattori negativi. Una bassa placentazione può essere una conseguenza di processi infiammatori passati, infezioni genitali e malattie vascolari degli organi pelvici o interventi chirurgici nel campo degli organi ginecologici. Anche le donne incinte in età avanzata rientrano nel gruppo a rischio per la formazione di una bassa placentazione..

Il placamento si verifica più spesso nelle donne che non stanno dando alla luce il loro primo figlio. Questo si nota durante l'esame ecografico. La posizione dell'utero viene costantemente diagnosticata dai medici. In particolare, fanno gli ultrasuoni - a 16, 24-26 e 34-36 settimane, possono anche effettuare uno studio ecografico dinamico.
Fonte: beremennost.net

Sintomi

I principali sintomi di una bassa placentazione sono il sanguinamento e un forte dolore addominale. Possono comparire come risultato di sforzo fisico, tosse, costipazione, bagni e persino tensione nervosa. Va notato l'imprevedibilità del sanguinamento, che, a partire dalla scarica leggera, diventa presto abbondante. A circa 30 settimane di gestazione, il tono uterino aumenta, provocando sanguinamento placentare. Il sanguinamento costante può portare ad anemia e ipotensione, accompagnate da letargia, debolezza, forte affaticamento e alterazioni di capelli, unghie e pelle.

Diagnostica

Al giorno d'oggi, la diagnosi di bassa placentazione viene effettuata utilizzando: Screening ecografico. La sua caratteristica è la determinazione ad alta precisione della localizzazione della placenta nella cavità uterina. Di norma, l'ecografia viene eseguita tre volte durante la gravidanza: a 16, 24 e 36 settimane di gravidanza. Test di laboratorio, durante i quali sangue, fibrinogeno, ecc. Le tecniche invasive come l'amniografia, la scansione isotopica e l'arteriografia rappresentano un certo rischio per il paziente e il feto. Metodi di ricerca speciali come il test di Kleihauer-Betke. Studi sui segni comuni - spessore, struttura, specificità del flusso sanguigno, ecc. La diagnosi finale viene effettuata sulla base dei risultati della palpazione della placenta. A causa della sua rischiosità, l'esame vaginale viene eseguito solo in casi estremi..

Trattamento

Sfortunatamente, il trattamento medico della bassa placentazione durante la gravidanza non è possibile. Nella maggior parte dei casi, ci si può solo aspettare che la placenta stessa occupi un posto più adatto. Questo non è solo possibile, ma molto probabile. L'utero è in costante crescita, il che contribuisce a un cambiamento nella posizione dell'utero. Quindi, se a una donna viene diagnosticata una bassa placentazione a 20-22 o anche 32 settimane, questa non è una frase. Si ritiene che fino a 36 settimane, la posizione della placenta possa cambiare..

Cosa fare con una bassa placentazione, poiché il trattamento di questo disturbo è impossibile? Prima di tutto, devi rinunciare al sesso e ad altre attività fisiche, come sollevamento pesi, sport e simili. Inoltre, è necessario informare immediatamente il medico in ogni caso di sanguinamento. Durante la gravidanza, i medici monitoreranno attentamente le condizioni della placenta della donna. È molto importante sottoporsi in tempo a tutte le ecografie programmate. Molto probabilmente, la bassa placentazione durante la gravidanza nel 3 ° trimestre passerà da sola.

Il parto è assolutamente normale se la distanza tra la placenta e la cervice è superiore a 6 centimetri. Anche con una distanza leggermente inferiore, non ci sono rischi particolari. Se il medico considera indesiderabile la posizione bassa della placenta, la vescica fetale viene perforata durante il parto. Successivamente, la placenta viene fissata con la testa del bambino. Tuttavia, il processo del parto in questo caso richiede specialisti più esperti e una stretta supervisione..

Se il feto è nella posizione sbagliata (gambe in avanti), i medici eseguiranno un taglio cesareo per evitare complicazioni. Con una bassa placentazione, potrebbe esserci un problema di chiusura completa dell'uscita dall'utero. In questo caso, un taglio cesareo alla trentottesima settimana di gravidanza.

Bassa placentazione durante la gravidanza

Articoli di esperti medici

  • Codice ICD-10
  • Epidemiologia
  • Le ragioni
  • Fattori di rischio
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Come esaminare?
  • Diagnosi differenziale
  • Trattamento
  • Prevenzione
  • Previsione

La bassa placentazione durante la gravidanza è un problema che spesso causa sanguinamento nella tarda gravidanza e può portare a un travaglio difficile. Questa patologia è caratterizzata da un attaccamento anormale della placenta, che può svilupparsi per vari motivi. La conoscenza dei principali sintomi e manifestazioni cliniche della malattia ti consentirà di cercare tempestivamente aiuto e mantenere la tua salute e la salute del bambino.

Codice ICD-10

Epidemiologia

L'epidemiologia delle complicanze della gravidanza con bassa placentazione è tale che solo il 15% dei casi può essere complicato da sanguinamento o minaccia. Nella maggior parte delle donne, questo problema è asintomatico e il travaglio procede bene. Tra i fattori eziologici di bassa placentazione, gli interventi chirurgici e gli aborti frequenti sono al primo posto in termini di prevalenza, che deve essere presa in considerazione e devono essere identificati i gruppi di rischio per questa patologia..

Cause di bassa placentazione durante la gravidanza

Per comprendere le ragioni principali dello sviluppo di questa patologia, è imperativo capire come si verifica la placentazione in condizioni normali. La placenta è il luogo in cui il bambino "vive" e si sviluppa continuamente. Per la sua struttura, la placenta è un tessuto connettivo che contiene molti vasi. Ciò è necessario per una buona circolazione del sangue al feto e un'alimentazione adeguata, poiché tutti gli alimenti nutrienti entrano nel flusso sanguigno e quindi nel bambino. Una delle funzioni principali della placenta è la protezione da fattori esterni, poiché è una barriera molto seria contro virus, batteri, tossine, farmaci. Pertanto, affinché tutte le funzioni della placenta funzionino normalmente, la sua posizione corretta è imperativa. In condizioni normali, la placenta si attacca al fondo dell'utero o alla parte posteriore dell'utero. Ciò garantisce il normale flusso sanguigno, i vasi sanguigni non vengono pizzicati e il bambino riceve tutti i nutrienti. Il fondo dell'utero e la parete posteriore hanno uno strato molto denso dell'endometrio e quando la placenta è attaccata in questo punto, è fissata molto saldamente fino al momento del parto. Non vi è alcun rischio di distacco della placenta o altre complicazioni. In ogni caso, la placenta dovrebbe essere attaccata abbastanza da essere 7 centimetri più alta della faringe interna. Quindi stiamo parlando del normale attaccamento della placenta. Se la placenta è inferiore a sette centimetri, ma allo stesso tempo non si sovrappone affatto alla faringe, allora stiamo parlando di bassa placentazione. A volte la placenta si sovrappone parzialmente o completamente alla faringe interna, quindi questa placenta previa è un caso più difficile.

Le ragioni di questa posizione anormale della placenta possono essere diverse. In primo luogo in termini di prevalenza possono essere considerate malattie infiammatorie degli organi genitali interni di una donna.

Altre ragioni per la bassa placentazione includono malformazioni congenite dell'utero, che interrompono l'intero argomento dell'organo e impediscono la normale placentazione. Molto spesso le ragazze nascono con malformazioni congenite dell'utero, che non sono critiche e la ragazza può rimanere incinta e avere un bambino sano. Tali difetti includono un utero a due corna, un utero a un corna, ipoplasia uterina. In questo caso, la normale struttura dell'utero è disturbata e l'ovulo fecondato non può essere impiantato in un corno, poiché la circolazione sanguigna sarà compromessa con la crescita del feto. Pertanto, l'impianto avviene un po 'più in basso, dove successivamente si formerà la placenta, motivo per cui la placenta è bassa.

Anche gli interventi chirurgici sull'utero cambiano spesso l'argomento dell'organo. In alcuni casi, possono essere eseguite operazioni per fibromi con resezione parziale del miometrio. Ciò porta al fatto che non può esserci un normale attaccamento della placenta durante il giorno. A volte una semplice sutura nell'utero dopo un taglio cesareo può causare una bassa placentazione.

I fibromi uterini possono essere un'altra causa di bassa placentazione. Questa malattia è caratterizzata dalla formazione di un sigillo benigno nello spessore del miometrio o dalla formazione di un nodo. Tali nodi possono formarsi in un corno, che interferisce direttamente con la normale placentazione..

L'età di una donna influisce direttamente sullo sviluppo di una gravidanza normale. Se la prima gravidanza è in una donna dopo 35 anni, solo questo può causare una bassa placentazione. Infatti, con l'età, la normale circolazione sanguigna nell'utero viene interrotta e questo interferisce con la normale placentazione..

Fattori di rischio

Sulla base di questi motivi, è possibile identificare i principali fattori di rischio per lo sviluppo di una bassa placentazione nelle donne durante la gravidanza, che devono essere presi in considerazione per la prevenzione tempestiva delle complicanze. Questi fattori di rischio includono:

  1. malattie infiammatorie croniche degli organi genitali interni;
  2. interventi chirurgici sull'utero;
  3. fibromi dell'utero;
  4. malformazioni congenite dell'utero;
  5. prima gravidanza nella mezza età;
  6. una storia di frequenti aborti o aborti spontanei;
  7. duro lavoro fisico della madre prima della gravidanza o nelle prime fasi.

Tali fattori di rischio potrebbero non portare a una bassa placentazione, ma se esistono, allora con tali madri è imperativo condurre esami approfonditi e prevenire questi problemi.

Patogenesi

La patogenesi dello sviluppo di un tale problema in tali malattie è una violazione della struttura dell'endometrio sotto l'influenza di un'infiammazione prolungata. Se parliamo di infezioni croniche o endometrite acuta, le cellule infiammatorie supportano costantemente l'attenzione patologica. In risposta a tale intervento, può essere attivata la sintesi del tessuto connettivo, che può causare un'interruzione nella struttura dell'endometrio. Di conseguenza, l'ovulo non può essere impiantato precisamente nella regione del fondo, poiché il tessuto connettivo non consente di penetrare in profondità nell'endometrio. Pertanto, il feto cerca un luogo in cui la circolazione sanguigna sia leggermente migliore e possa essere impiantato sotto, dove la placenta si svilupperà in seguito. Pertanto, l'infiammazione nell'utero e contribuisce alla bassa placentazione.

Sintomi di bassa placentazione durante la gravidanza

I primi segni di bassa placenta possono comparire solo nel terzo trimestre, quando le dimensioni del feto sono tali che la placenta può staccarsi leggermente. Solo allora potrebbero esserci sintomi, o potrebbero non esserci cambiamenti fino alla nascita stessa.

La bassa placentazione all'inizio della gravidanza non appare se la donna non ha carichi pesanti. Allo stesso tempo, il bambino si sviluppa normalmente, ha una circolazione sanguigna e una nutrizione sufficienti. Man mano che un bambino cresce di peso, aumentano anche i loro bisogni. Può muoversi più attivamente e se una donna fa qualche tipo di movimento improvviso o solleva qualcosa, questo può interrompere la connessione della placenta con l'endometrio. Quindi possono comparire i primi sintomi..

La manifestazione di una bassa placentazione è più spesso perdite vaginali. Ciò può verificarsi in qualsiasi momento, ma più spesso nella seconda metà della gravidanza. Tale spotting appare dopo una camminata attiva o esercizio fisico. Lo scarico non è accompagnato da un aumento del tono uterino o da dolore addominale inferiore. Oltre a secrezioni così insignificanti, una donna potrebbe non essere disturbata da nient'altro. Il sangue appare a causa del fatto che se la placenta si trova in basso, sotto un certo carico può sfaldarsi e il sangue viene rilasciato. La sua quantità può essere piccola, come una piccola area di distacco, quindi lo scarico potrebbe interrompersi da solo. Ma anche in questo caso, devi consultare un medico..

Se il distacco è significativo, si verifica un sanguinamento grave. In questo caso, potrebbero esserci vertigini, stanchezza, mal di testa, svenimenti. Ciò è dovuto a una grave perdita di sangue..

La bassa placentazione durante la gravidanza lungo la parete posteriore è più pericolosa, poiché le complicazioni si verificano più spesso. In questo caso, il sanguinamento potrebbe essere interno e i segni esterni potrebbero non esserlo. Il sangue può accumularsi al di fuori della zona di distacco della placenta e potrebbe non fuoriuscire a causa della compressione da parte del feto. Pertanto, potrebbe non esserci alcuna scarica sanguinolenta. Ma allo stesso tempo, a causa dell'accumulo di sangue, potrebbe esserci una sensazione di pressione nell'addome inferiore o un leggero dolore. Non è pronunciato, ma costante e aumenta nel tempo..

I sintomi di una bassa placentazione durante la gravidanza potrebbero non apparire affatto fino al periodo del parto. Già durante il travaglio, durante il travaglio, può esserci un leggero distacco della placenta, poiché è posta in basso e il feto può muoversi sotto l'influenza del travaglio. Quindi può verificarsi un leggero sanguinamento, che richiede una risposta immediata da parte dei medici..

Complicazioni e conseguenze

Una bassa placenta nelle gravidanze gemellari è comune, poiché entrambe le placente non possono attaccarsi correttamente, semplicemente non hanno abbastanza spazio. In questo caso, le complicazioni sono meno comuni, poiché la compressione dell'utero da tutti i lati da parte di due frutti non consente alla placenta di esfoliare. Solo durante il parto, i primi sintomi possono comparire quando un feto è già uscito e ha estratto un'altra placenta.

Il sanguinamento con bassa placentazione durante la gravidanza è il sintomo più comune, quindi è necessario prestare attenzione a questo indipendentemente dal periodo.

Le complicazioni che possono svilupparsi sullo sfondo di una bassa placentazione e che sono più minacciose sono il distacco della placenta. Man mano che il bambino cresce, aumenta anche la sua taglia. Un tale feto può muoversi attivamente e con movimenti improvvisi, specialmente sullo sfondo di un breve cordone ombelicale, potrebbe esserci un distacco della placenta, poiché in questo punto non è strettamente attaccato all'endometrio. Questo è accompagnato da sanguinamento, che minaccia di interrompere la gravidanza. A volte il sanguinamento esterno potrebbe non esserlo e quindi il sangue si accumula dietro la cavità uterina. Ciò porta alla formazione di un ematoma e le condizioni della donna peggiorano davanti agli occhi e la causa è difficile da stabilire. La conseguenza di un tale ematoma può essere la formazione di un utero di Couveler, quando il sangue filtra attraverso tutti gli strati dell'utero e tale miometrio non può più contrarsi. Questo minaccia di sanguinare pesantemente, quindi l'unico trattamento è rimuovere l'utero.

Diagnosi di bassa placentazione durante la gravidanza

La diagnosi di bassa placenta durante la gravidanza può essere definitiva solo nel secondo trimestre, quando la formazione della placenta termina completamente. È importante conoscere il concetto del significato di questa patologia. Una bassa placentazione può essere in una donna durante la gravidanza, ma allo stesso tempo non causa alcun sintomo e il parto sta andando bene. Al contrario, una bassa placentazione può causare sanguinamento già nella prima metà della gravidanza, quindi questa è considerata una diagnosi significativa. Pertanto, se una tale patologia viene stabilita nella prima metà, allora devi solo sapere che è lì e prevenire complicazioni. Dopotutto, fino alla fine della gravidanza, potrebbero non esserci sintomi. E se la diagnosi è già stabilita quando compaiono sanguinamento o altri sintomi, allora dobbiamo parlare del trattamento. Pertanto, il periodo di diagnosi non è importante quanto i sintomi della patologia..

In ogni caso, gli esami di routine di una donna incinta possono identificare la patologia in tempo. Pertanto, se non si devia dalla normale gestione della gravidanza, non sono necessari esami speciali..

Se una donna ha lamentele sotto forma di scarica sanguinolenta, è necessario esaminare attentamente la donna su una poltrona o un divano. In condizioni normali, la palpazione non riesce a raggiungere il bordo della placenta attraverso la faringe interna. Se una piccola parte della placenta viene rilevata alla palpazione, si può già sospettare di bassa placenta o presentazione. Con una bassa placentazione, il tono dell'utero non è aumentato e non c'è dolore alla palpazione.

Le analisi da eseguire non sono specifiche. Poiché la placenta è bassa, c'è il rischio di infezione. Pertanto, è importante condurre uno studio sulle secrezioni vaginali con l'esclusione del processo infiammatorio della vagina o dell'utero..

Cosa deve essere esaminato?

Come esaminare?

Diagnosi differenziale

Anche la diagnostica strumentale della patologia è molto importante ai fini della diagnosi differenziale. Il metodo principale per diagnosticare una tale patologia è considerato l'ecografia. Questo metodo ti consente di chiarire come si trova la placenta, qual è la distanza dal sistema operativo interno, se c'è presentazione. Inoltre, usando gli ultrasuoni, puoi studiare la circolazione sanguigna nella placenta. Se c'è il sospetto di ematoma retroplacentare, gli ultrasuoni visualizzeranno un focus di maggiore ecogenicità nell'area del distacco della placenta.

Dopo la trentesima settimana, per una diagnosi più accurata delle condizioni del feto, dovrebbe essere eseguita la cardiotocografia. Questo è un metodo che ti consente di diagnosticare i movimenti fetali, la frequenza cardiaca, il tono uterino. Ciò consente di escludere un parto prematuro come causa di sanguinamento..

La diagnosi differenziale di bassa placentazione in una fase iniziale dovrebbe essere eseguita principalmente con la minaccia di interruzione della gravidanza. Queste patologie sono accompagnate da sanguinamento vaginale identico. Ma a differenza della bassa placentazione, la minaccia è anche accompagnata da dolori tiranti nell'addome inferiore e aumento del tono uterino. Ciò è dovuto alla contrazione dell'utero nel tentativo di espellere il feto. Con una bassa placentazione, sia il tono uterino che il dolore non vengono espressi. In un secondo momento e direttamente durante il parto, la placenta bassa dovrebbe essere differenziata con placenta previa completa o parziale. Durante la palpazione in piena presentazione, la faringe interna si sovrapporrà completamente alla placenta, mentre una bassa placentazione è accompagnata solo da una leggera palpazione del tessuto placentare. La differenziazione più accurata di queste patologie può essere eseguita utilizzando gli ultrasuoni.

La diagnosi di bassa placentazione deve essere eseguita mediante ultrasuoni e non quando compaiono i sintomi. Solo in questo caso si possono evitare complicazioni prevenendo e prevenendo le donne.

Trattamento della bassa placentazione durante la gravidanza

Il trattamento attivo di tale patologia può essere utilizzato se i sintomi sono pronunciati o se c'è evidenza di sanguinamento. Quindi usano farmaci che mirano a fermare il sanguinamento, migliorare la circolazione sanguigna uteroplacentare e mantenere la gravidanza. Le donne con una diagnosi del genere hanno sicuramente bisogno di un regime parsimonioso, è necessario evitare stress e lunghe passeggiate.

A volte una bassa placentazione nelle fasi successive può causare distacco della placenta, quindi il tono dell'utero può aumentare e questo richiede l'uso di agenti tocolitici nel periodo acuto. Inoltre, con la normalizzazione delle condizioni della donna, vengono prescritti farmaci che migliorano le proprietà reologiche del sangue e normalizzano la circolazione sanguigna uterina. Ma va tenuto presente che una tattica così attiva può essere utilizzata solo con sintomi gravi, se non appare una placentazione clinicamente bassa, non è necessario un intervento esterno.

Ipradol - è un farmaco del gruppo dei simpaticomimetici selettivi, che agisce legandosi ai recettori nell'utero e porta al rilassamento delle fibre muscolari. Pertanto, il farmaco viene utilizzato con una bassa placentazione, che è complicata dalla minaccia di aborto spontaneo ed è accompagnata da un aumento del tono dell'utero e delle contrazioni ritmiche. Il metodo di somministrazione del farmaco è endovenoso, il che consente di ottenere rapidamente l'effetto. Dosaggio: 10 microgrammi del farmaco devono essere somministrati lentamente e quindi passati all'infusione. Gli effetti collaterali sono palpitazioni, disturbi del ritmo cardiaco, mal di testa, febbre, aumento della pressione, tremori, diarrea. Precauzioni: il medicinale non deve essere utilizzato prima delle 22 settimane di gravidanza.

Sullo sfondo della terapia tocolitica attiva, la terapia emostatica può essere eseguita in parallelo se il sanguinamento è pronunciato.

Acido Tranexamico - È un mezzo per l'emostasi sistemica, che agisce inibendo la fibrinolisi ed è ampiamente utilizzato in ginecologia. Il farmaco può essere utilizzato per trattare complicazioni con bassa placentazione, inclusa la formazione di un ematoma retroplacentare. Il metodo di somministrazione del farmaco è la flebo endovenosa. Un dosaggio di 100 millilitri di soluzione per la prima ora, quindi sotto il controllo della condizione e dell'analisi del sangue. Gli effetti collaterali dell'acido tranexamico sono disturbi del ritmo cardiaco, mal di testa, tinnito, trombosi, congestione nasale, vertigini, convulsioni. Precauzioni: utilizzare il farmaco con cautela in presenza di perdite di sangue nelle urine, poiché ciò potrebbe causare ulteriore anuria.

Se una donna con una bassa placenta ha avuto un sanguinamento minore, ma il tono dell'utero e le condizioni del bambino non sono disturbate, si può formare un piccolo ematoma, che si risolverà nel tempo. Ma può essere una fonte di infezione, poiché il sangue è un buon terreno fertile per i microrganismi patogeni. Pertanto, dopo questo, la maggioranza è incline all'assunzione obbligatoria di un agente antibatterico che non è pericoloso per il feto. Questo non solo previene l'infezione, ma agisce anche sui microrganismi che possono moltiplicarsi durante questo periodo della malattia. Il gruppo di antibiotici cefalosporinici è considerato il più accettabile per le donne in gravidanza.

Ceftibuten - antibiotico beta-lattamico di 3a generazione, particolarmente efficace quando agisce sulla flora gram-positiva e gram-negativa. Il farmaco ha un effetto battericida su possibili patogeni anaerobici, quindi può essere utilizzato a scopo profilattico in ginecologia. Il dosaggio del farmaco è di 200 milligrammi due volte al giorno, tenendo conto dell'assunzione profilattica, per almeno cinque giorni. Gli effetti collaterali sono possibili con l'effetto sullo stomaco: si sviluppa colite o disbiosi, che si manifesta con gonfiore, disturbi delle feci. Precauzioni: non è possibile utilizzare il farmaco in caso di allergia agli antibiotici-penicilline, nonché nelle fermentopatie congenite.

L'uso di agenti vitaminici nel trattamento della bassa placenta è molto importante, poiché questo spesso si traduce in una riduzione del flusso sanguigno nel cordone ombelicale e nella placenta. Pertanto, l'uso di vitamine che contengono magnesio e acido ascorbico nella loro composizione aiuta a migliorare la circolazione sanguigna nell'utero e nella placenta, riducendo l'effetto dell'ossigeno insufficiente sul cervello del bambino.

Actovegin - il farmaco più spesso utilizzato per la prevenzione e il trattamento dell'insufficienza uteroplacentare. Questo farmaco è un derivato di vari amminoacidi, che nei tessuti umani normalizzano la respirazione cellulare e migliorano l'assorbimento di ossigeno. Il farmaco viene utilizzato in fiale. Per la ricezione e il trattamento complesso delle anomalie placentari, si consiglia un dosaggio di 10 millilitri al giorno. Il metodo di somministrazione è intramuscolare. Gli effetti collaterali possono manifestarsi sotto forma di gravi reazioni allergiche a una proteina estranea. Precauzioni: il farmaco per iniezione può essere sciolto solo in soluzione salina o glucosio, il farmaco non viene utilizzato con altri solventi. È imperativo condurre un test di sensibilità prima di usare il farmaco, poiché è allergenico.

L'uso di altri medicinali può essere solo sintomatico. Non esiste una terapia eziologica per la bassa placenta, poiché i fondi non possono influenzare la posizione stessa della placenta.

Anche il trattamento fisioterapico, data la gravidanza, non è raccomandato, poiché è difficile prevedere la reazione del bambino e della placenta a un tale intervento. Pertanto, nel periodo acuto, le procedure termiche e di radiazione non vengono utilizzate.

Trattamento alternativo della bassa placentazione

I metodi tradizionali di trattamento della bassa placentazione possono essere utilizzati molto ampiamente. Tali metodi possono essere utilizzati anche se non ci sono manifestazioni della diagnosi per prevenire complicazioni. A tale scopo, puoi utilizzare erbe e infusi che migliorano la circolazione sanguigna uteroplacentare, perché spesso al bambino possono mancare i nutrienti. Per prevenire il distacco e la minaccia di parto prematuro vengono utilizzati farmaci che riducono il tono e l'attività simpatica. Pertanto, puoi bere infusi di erbe ed essere trattato con rimedi popolari per tutta la gravidanza fino al parto..

  1. Il succo di carote, mele e barbabietole è molto utile da assumere con una bassa placenta per normalizzare la struttura delle pareti vascolari e migliorare la circolazione sanguigna, a meno che ovviamente non ci sia un'allergia. Per preparare il succo, spremere mezzo litro di succo di mela, aggiungere il succo di carote grattugiate, un bicchiere e un bicchiere di succo di barbabietola, mescolare bene il tutto e aggiungere il miele prima dell'uso. Dosaggio: prendi mezzo bicchiere di succo al mattino e alla sera.
  2. Il tè a base di zenzero, succo di limone e rami di lampone è molto utile per migliorare il trofismo dell'utero e prevenire complicazioni infettive. Tonifica bene il corpo di una donna incinta, ha un effetto calmante e tonifica al mattino. Può essere preso circa due litri al giorno, ovviamente, se non c'è edema e ipertensione. Per fare questo, devi far bollire il tè dai rametti di lampone, farli bollire per diversi minuti, quindi versare il tè in una tazza e aggiungere dieci grammi di zenzero e il succo di un quarto di limone. Hai bisogno di bere questo tè invece della semplice acqua più volte al giorno, quindi puoi sdraiarti un po ', gettando le gambe su una collina per migliorare il flusso di sangue all'utero.
  3. Per la prevenzione dell'infezione ascendente, è molto utile utilizzare una soluzione di lavaggio a base di erbe. Per fare questo, devi prendere la corteccia di una quercia e l'erba di una corda, cuocerla a vapore e lavarla con erba calda ogni giorno.

Il trattamento a base di erbe è usato molto spesso, poiché molte erbe hanno un buon effetto sul tono dell'utero, sulla circolazione sanguigna locale e sulle condizioni del feto, mentre hanno anche un effetto sistemico con la sedazione del corpo.

  1. L'erba di San Giovanni è una pianta che normalizza il tono vascolare della placenta e migliora la circolazione sanguigna nell'utero regolando la conduzione nervosa. Per preparare un tè medicinale, devi prendere 50 grammi di erba di San Giovanni, far bollire a fuoco basso per cinque-dieci minuti e poi filtrare. Devi bere questo tè tre volte al giorno, un cucchiaino, puoi fino alla trentasettesima settimana.
  2. Particolarmente efficace nella prevenzione delle complicanze della bassa placentazione e della comparsa di distacco di infuso di ortica. Per preparare il tè medicinale, devi prendere dieci grammi di erbe, versare mezzo litro di acqua e poi, dopo che è stato infuso per venti minuti, filtrare e bere. Dosaggio: si dovrebbe bere circa un litro di tè al giorno, controllando un altro fluido in presenza di edema.
  3. La tintura di calendula è un ottimo agente tocolitico e inoltre ha anche la capacità di ridurre l'attività di sanguinamento, in presenza di un ematoma retroplacentare. Per preparare il tè medicinale, devi prendere i fiori e i frutti della calendula, versare mezzo litro d'acqua, quindi, dopo che è stato infuso per venti minuti, filtrare e bere. Nel periodo acuto, puoi bere fino a mezzo litro di tintura al giorno, quindi puoi bere una dose profilattica di un cucchiaio due volte al giorno.
  4. Devi prendere 100 grammi di erba secca di tarassaco e piantaggine, preparare il tè con un litro d'acqua e bere un cucchiaio tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di quattro settimane. Questo è un ottimo strumento per normalizzare il trofismo fetale, poiché dilata i vasi sanguigni e attiva il flusso di ossigeno e sostanze nutritive al feto..

L'omeopatia è usata per trattare la bassa placentazione tanto quanto i trattamenti tradizionali. E il vantaggio principale di tali metodi è la possibilità del loro utilizzo a lungo termine..

  1. L'arnica è un rimedio omeopatico che consiste in preparati a base di erbe più efficaci nei pazienti con bassa placentazione, che si manifesta con sanguinamento dopo shock meccanico. Il metodo di applicazione del farmaco - una goccia ogni due ore il primo e il secondo giorno dopo la comparsa dei sintomi, e poi una goccia tre volte al giorno, sotto il controllo del battito cardiaco - quando appare la tachicardia, la dose può essere ridotta. Non sono stati identificati effetti collaterali. Precauzioni: non prendere se si è allergici al polline di tiglio.
  2. Lo Zincum valerianicum è un medicinale omeopatico inorganico. Usato per trattare la bassa placentazione, che è accompagnata da dolore tirante nell'addome inferiore. Questo farmaco può prevenire il distacco se viene avviato prima che compaiano i sintomi quando viene fatta la diagnosi. Il modo di usare il farmaco dipende dalla forma. Dosaggio in caso di assunzione di gocce - una goccia ogni dieci chilogrammi di peso corporeo e durante l'assunzione di capsule - due capsule tre volte al giorno. Gli effetti collaterali sono possibili sotto forma di iperemia della pelle delle mani e dei piedi, nonché una sensazione di calore. Precauzioni: non usare in concomitanza con antispastici.
  3. Hamamellis è il rimedio numero uno per la placenta bassa o placenta previa. Questo è un medicinale omeopatico che migliora la circolazione sanguigna nella placenta e rafforza la connessione in questo luogo, prevenendo il distacco. Viene prodotto sotto forma di gocce e utilizzato in un dosaggio di otto gocce alla volta. Metodo di applicazione: la soluzione deve essere gocciolata su 100 millilitri di acqua bollita e bevuta mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento può essere iniziato con un dosaggio di tre gocce due volte al giorno, quindi un mese dopo è possibile aumentare la dose a cinque gocce, man mano che aumenta il periodo di gestazione. Gli effetti collaterali sono rari, sono possibili reazioni cutanee allergiche.
  4. Hydrastis è un rimedio omeopatico a base di radice gialla della pianta che è molto efficace nel mantenere la gravidanza grazie alla sua azione, che è simile al progesterone naturale dell'ormone. Il farmaco normalizza la circolazione sanguigna, che, anche con una bassa placenta, aiuta a migliorare il trofismo della placenta. Il farmaco è particolarmente efficace nelle ultime fasi della gravidanza con gemelli o anemia nella madre. Il farmaco è disponibile in granuli e viene dosato in sei granuli ogni sei ore. L'assunzione del farmaco prima della gravidanza non è raccomandata.

Il trattamento chirurgico della bassa placenta non viene utilizzato, poiché è impossibile cambiare il luogo naturale di attacco della placenta anche con qualsiasi esercizio fisico. Per quanto riguarda l'intervento chirurgico con bassa placentazione, va detto del periodo di travaglio. Spesso, una bassa placentazione durante il travaglio attivo può produrre un leggero distacco. Quindi i medici, alla palpazione, determinano l'intera vescica fetale, che richiede un intervento. Se viene eseguita un'amniotomia, il feto affonda più in basso lungo il canale del parto e anche con un leggero distacco, si verifica la compressione: questo può fermare il sanguinamento e la formazione di un ematoma. Pertanto, viene eseguito un intervento: l'amniotomia, che può essere considerata una sorta di intervento invasivo con bassa placentazione. Nel periodo successivo, una bassa placenta può dare complicazioni della ritenzione delle membrane fetali, quindi è necessario anche un intervento chirurgico sotto forma di rimozione manuale della placenta.

Altri casi di bassa placentazione non richiedono un trattamento chirurgico attivo.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Mumiyo durante la gravidanza: l'efficacia dell'uso

Neonato

La gravidanza è un periodo cruciale nella vita di ogni donna. Inoltre, il numero di restrizioni è semplicemente fuori scala. Questo vale non solo per il cibo, ma anche per i cosmetici.

Quante volte puoi fare il bagno al tuo bambino

Parto

L'OMS raccomanda di fare il bagno ai bambini 24 ore dopo la nascita, ma se non c'è molto tempo, è necessario attendere almeno 6 ore.Fondamentalmente, i bambini amano nuotare, ma se il bambino inizia a piangere e si rifiuta di schizzare nella vasca da bagno, è meglio non forzarlo.

Come fare un clistere prima del parto?

Neonato

Un clistere prima del parto è una procedura spiacevole che provoca emozioni negative nelle future mamme. Fino a poco tempo fa, un clistere veniva fatto ovunque, ma ora non tutte le donne in travaglio lo attraversano.

Come indurre il lavoro e il lavoro - 9 modi per accelerare il lavoro

Parto

Quando passa il giorno in cui i medici hanno suggerito di partorire, la mamma diventa davvero ansiosa. Va tutto bene con il bambino? Quanto tempo aspettare per la sua nascita?