Principale / Neonato

Bassa placentazione a 20 settimane.

Le ragazze sono state sottoposte a un'ecografia programmata alla settimana 20 a Simashko oggi. Il medico ha detto che il bambino è normale, femminile) La scadenza è stata fissata in più rispetto all'ostetrico-ginecologo 21 settimane e tre giorni. Nessun tono. Anche se sento il dolore che mi tira lo stomaco negli ultimi 3 giorni la sera. Cosa può essere se non un tono? L'ecografia indicava anche una bassa placentazione. A quanto ho capito, questo non è molto buono, soprattutto in questo momento. Ho solo pensato che sarebbe stato il momento di mettersi al lavoro e partire per chiedere aiuto. Al lavoro, solo stress continuo. Chi ha lavorato quanto tempo prima del decreto? Condividi la tua esperienza, qualcuno ha avuto una bassa placentazione in questo momento? Cosa ti ha consigliato il tuo medico? Il primo figlio, e anche i 29 anni di cui vorrei occuparmi)

Perché la bassa placentazione è pericolosa durante la gravidanza?

L'organo speciale che collega due organismi viventi durante la gravidanza è la placenta. Con l'aiuto di questo organo, c'è un costante trasferimento di vitamine dalla madre al feto. Inoltre, la placenta è un conduttore di ossigeno per il bambino, nonché un percorso per l'eliminazione dei suoi prodotti di scarto..

La formazione completa della placenta si verifica normalmente fino a 16 settimane, ma la sua crescita può continuare fino a 36 settimane. Ciò è dovuto alla crescita del bambino, che ogni giorno richiede dalla madre oligoelementi e ossigeno sempre più importanti. Naturalmente, come qualsiasi altro processo nel corpo, la crescita della placenta può portare alcuni disturbi causati da patologie o condizioni borderline.

Il problema più comune tra questi è la bassa placentazione durante la gravidanza. Ciò accade particolarmente spesso a 19, 20, 21 e 22 settimane. Le informazioni su tale diagnosi sono spesso contenute in qualsiasi forum per donne incinte, dove è possibile vedere una foto di un'ecografia e leggere le recensioni. È auspicabile che il medico sia in grado di identificare una tale violazione il prima possibile, ad esempio, alla settimana 19 e riesca a far fronte a questo problema, eliminando la minaccia di sviluppo patologico del feto.

Cos'è e perché è pericoloso?

L'embrione in casi normali dovrebbe essere attaccato alla parete dell'utero e preferibilmente il più vicino possibile al fondo situato in alto. È nel punto di attacco dell'embrione che si forma la placenta, che è considerata una situazione standard. Tuttavia, se per qualche motivo l'embrione è fissato quasi all'uscita, più vicino alla faringe, allora ha senso dire che c'è una bassa placentazione. Questa situazione si verifica quando c'è una distanza di 6 centimetri o meno tra la faringe dell'utero e la placenta, che può essere vista dalla foto ecografica.

Questa malattia non deve essere confusa con un altro disturbo della placenta previa, sebbene i sintomi di entrambi questi fenomeni siano quasi gli stessi. Questa situazione è anche oggetto di discussione su portali come il forum per le donne incinte. La presentazione significa che c'è una sovrapposizione placentare dell'uscita dall'utero, ma le conseguenze di una tale patologia saranno diverse dalla diagnosi di "bassa placentazione".

Il principale svantaggio della posizione bassa della placenta è considerato dal punto di vista della fisiologia. Man mano che il feto cresce, la sua pressione sulla parte inferiore dell'utero aumenta ogni settimana, sia che si tratti di 19, 20, 21 o 22 settimane, sempre di più. A causa della posizione bassa della placenta, è anche costantemente sottoposta a stress sotto il peso del bambino. Di conseguenza, questo porta alla dissezione placentare e, come opzione, al sanguinamento, e questa è una minaccia diretta di aborto spontaneo. Il fondo dell'utero ha un migliore apporto di sangue rispetto alla sua faringe. Di conseguenza, la placenta, situata all'uscita, non può fornire al feto la quantità richiesta di ossigeno e sostanze nutritive, che è particolarmente importante a 22 settimane.

Sintomi e possibili cause

È molto difficile rilevare un tale disallineamento della placenta nelle prime fasi, soprattutto se una bassa placentazione all'inizio della gravidanza non è critica. Il medico sarà in grado di determinare con certezza la diagnosi con un'ecografia di routine a 12 settimane, ma questo solo se la distanza tra la posizione del feto e la faringe dell'utero è davvero piccola. Spesso, la patologia può essere rilevata solo a 20-22 settimane di gravidanza. Se la distanza è estremamente piccola, sono possibili i sintomi caratteristici di una minaccia di aborto spontaneo: sanguinamento, dolore alla trazione e dolori nell'addome inferiore, che possono manifestarsi a 19, 20, 21 e 22 settimane.

Ecco perché si consiglia di eseguire la terza ecografia pianificata durante il periodo da 20 a 22 settimane per ottenere il quadro più informativo sulla posizione della placenta. Se a 12 settimane è stata trovata una bassa placentazione, molto probabilmente con la crescita dell'utero aumenterà. Tuttavia, la settimana 12 richiede già l'attenzione di un medico..

Se ci sono processi infiammatori all'interno dell'utero, possono anche causare questo fenomeno. Non dimenticare che le cattive abitudini, soprattutto se continuano ad essere presenti durante la gravidanza, contribuiranno anche alla localizzazione del confine della placenta. Le cause indirette di bassa placentarietà sono:

  • parto multiplo;
  • gravidanza multipla;
  • l'età della donna ha più di 35 anni;
  • caratteristiche della struttura anatomica non solo dell'utero, ma anche del sistema genito-urinario nel suo insieme;
  • taglio cesareo subito durante un parto precedente.

Regole di condotta e trattamento

Avendo sentito dal medico curante la diagnosi di "placentazione bassa", non bisogna farsi prendere dal panico. In primo luogo, il panico è vietato in qualsiasi trimestre di gravidanza, sia che si tratti di 20, 21, 22, 23 o 35 settimane. E in secondo luogo, questo disturbo non significa affatto che la situazione sia pericolosa e che la gravidanza sia condannata. Questa condizione, a seconda della distanza tra la placenta e la faringe dell'utero, non è sempre considerata una patologia, ma piuttosto una localizzazione borderline del feto. La futura mamma si aiuterà se segue alcune regole di cui il medico le parlerà:

  • Rifiuta qualsiasi attività fisica, anche se è ginnastica per donne incinte. Non fare movimenti bruschi, correre o saltare. Sì, l'attività fisica in qualsiasi trimestre di gravidanza è auspicabile, ma qui stiamo parlando più del normale portamento del feto. È particolarmente pericoloso alzare bruscamente le mani.
  • Riposo sessuale completo, anche se nelle prime fasi della gravidanza l'attività sessuale era consentita a causa dell'assenza di una minaccia per il bambino.
  • Gli spostamenti con qualsiasi mezzo pubblico dovrebbero essere minimi, si consiglia di cavarsela con un taxi o un'auto privata.
  • Cerca di sollevare le gambe mentre sei sdraiato o seduto con un cuscino sotto.
  • È imperativo chiamare un medico o anche un'ambulanza al primo segno di sanguinamento anche fino a 20 settimane, il ritardo in questo caso è pericoloso.
  • Se il ginecologo curante offre il ricovero in ospedale, non dovresti rifiutarlo. Sotto la supervisione di un medico, sarà molto più facile mantenere un feto stabile con una bassa placenta..

Lo stesso consiglio, di regola, contiene qualsiasi forum sulla gravidanza. Per quanto riguarda il trattamento della placenta di tipo basso durante la gravidanza, come 20-25 settimane o qualsiasi trimestre, non possono esserci corsi di terapia per tale diagnosi. Molto spesso, i medici aspettano il momento in cui la placenta stessa assume la posizione necessaria, di solito ciò accade entro la fine del secondo trimestre. Ciò è dovuto alla crescita costante del feto e, di conseguenza, dell'utero, quando la placenta cambia posizione.

Normalmente, si ritiene che una placenta bassa possa cambiare la sua posizione fino a 36 settimane, quando il corpo si sta già preparando per il parto. Pertanto, una posizione bassa, indipendentemente dal fatto che venga diagnosticata durante 20-21-22 settimane o anche a 33 anni, non è una frase. In questo caso, il trattamento consiste solo nella supervisione medica costante e negli esami programmati tempestivamente, inclusi gli ultrasuoni.

Consegna

La risoluzione della gravidanza con tale diagnosi avverrà naturalmente se la distanza tra la placenta e la faringe è di almeno 6 centimetri. La pacificazione non è critica qui. Se, con questa posizione della placenta, il medico sembra che ci sia una certa minaccia, pre-perforerà la bolla con liquido amniotico. Come risultato del deflusso dell'acqua, la testa del bambino, per così dire, fisserà la placenta in un punto. Tuttavia, in questo caso, durante il parto, sarà necessaria una maggiore supervisione dei medici..

In caso di una posizione errata del feto e una posizione bassa della placenta, i medici preferiscono non correre rischi ed eseguire un taglio cesareo. La stessa operazione viene eseguita se la placenta ha completamente chiuso l'uscita dall'utero. Quindi la placentazione è considerata critica. Nella maggior parte dei casi, l'intervento chirurgico in questo caso verrà pianificato ed eseguito per 38 settimane.

Circa il 15% delle future mamme, che esegue un esame ecografico di routine a 20, 21 o 22 settimane, può sentire dal medico una diagnosi che indica una posizione bassa della placenta. Qualsiasi forum per donne incinte ti parlerà di tali statistiche. Tuttavia, questa diagnosi non significa in alcun modo pericolo. La cosa più importante qui è la supervisione costante di un medico e l'attuazione di tutte le sue raccomandazioni durante ogni settimana. Inoltre, non dimenticare che il terzo trimestre è spesso caratterizzato da un movimento completo della placenta nella posizione desiderata, anche se prima era fondamentale..

Bassa placentazione durante la gravidanza a 20 settimane e altri periodi

Una delle condizioni più importanti per una gravidanza normale è la salute e la posizione della placenta. Questo organo unico collega il feto in via di sviluppo con il corpo della madre. Una patologia come la bassa placentazione durante la gravidanza richiede un'attenzione speciale. La settimana 20 è il periodo in cui vengono diagnosticate anomalie nella formazione della placenta.

Cause ed essenza del fenomeno

La formazione della placenta, di regola, viene completata entro 16-17 settimane, ma la sua crescita non si ferma fino alla fine della gestazione. A causa dell'aumento e dello sviluppo, l'organo sostiene il corpo del bambino, fornendogli ossigeno e sostanze biologicamente attive.

L'embrione, lasciando le tube di Falloppio, spesso si unisce alle pareti dell'utero materno più vicino al fondo. Tuttavia, accade che sia fissato molto più in basso, vicino alla faringe, cioè vicino all'uscita dall'utero. Questa è una placenta bassa e viene diagnosticata se la distanza tra la placenta e la faringe non supera i 6 cm.

I medici non hanno fretta di discutere in modo inequivocabile le ragioni della posizione anormale dell'organo materno: il meccanismo di sviluppo di questo fenomeno non è completamente compreso. Tuttavia, i medici identificano i seguenti fattori provocatori per il basso attaccamento dell'embrione:

  • danno endometriale dovuto all'aborto;
  • le conseguenze della raschiatura;
  • le conseguenze delle malattie infettive;
  • parto multiplo;
  • la madre ha più di 35 anni;
  • il taglio cesareo trasferito;
  • fibromi uterini;
  • caratteristiche personali della struttura degli organi genitali in una donna.

Leggi anche:

La posizione non standard dell'organo viene determinata durante un esame ecografico di routine. I periodi più frequenti per rilevare una bassa placenta durante la gravidanza sono 18, 19, 20, 21 e 22 settimane. Naturalmente, è desiderabile rilevare una tale patologia il prima possibile. Dopotutto, le deviazioni nello sviluppo del posto di un bambino influenzano lo sviluppo del feto e costituiscono anche la minaccia di aborto spontaneo.

Pericolo di bassa placentazione durante la gravidanza

Se alla futura mamma è stata diagnosticata una placenta bassa alla settimana 19 o prima, niente panico. Di regola, il punto del suo attaccamento aumenta man mano che l'utero cresce e si allunga, per cui è molto più alto della posizione "sbagliata". Molto spesso, prima delle 30-34 settimane, la posizione dell'organo diventa normale..

Tuttavia, che tipo di pericolo in altri periodi può nascondere una bassa placentazione durante la gravidanza? La settimana 20 a questo proposito è decisiva, perché nella maggior parte dei casi è da questo momento che viene eseguita la terza ecografia programmata. Da questo punto in poi, dovresti monitorare attentamente le tue condizioni e seguire tutte le prescrizioni del medico.

A 19-22 settimane, l'individuazione della patologia consente ancora di controllare la situazione. Tuttavia, è importante capire che con l'aumentare del termine, aumenta anche il rischio di conseguenze negative. Quindi, l'embrione si sviluppa e preme sulla parete inferiore dell'utero. Per questo motivo, la placenta è costantemente esposta a stress, a causa del quale può esfoliare.

Il fondo dell'utero, che si trova nella parte superiore di esso, ha un migliore apporto di sangue rispetto alla faringe. Ecco perché una bassa placentazione durante la gravidanza a 21-22 settimane impedisce al feto di assumere una quantità sufficiente delle sostanze necessarie. In questo momento, possono verificarsi sintomi che indicano il pericolo di aborto spontaneo, come dolore nell'addome inferiore e sanguinamento. Durante questo periodo, è importante monitorare le secrezioni e, se viene trovato sangue, consultare immediatamente un medico. Esiste anche un rischio particolarmente elevato di aborto spontaneo a causa di distacco della placenta. In questo momento, i casi gravi di patologia spesso richiedono il ricovero in ospedale..

La bassa placentazione durante la gravidanza a 22 settimane è determinata anche dallo screening ecografico. E se si è scoperto che la distanza dalla faringe interna non supera ancora i 6 cm, allora c'è il rischio di bloccare l'ingresso dell'utero, che impedirà il parto naturale.

Come già accennato, nella maggior parte dei casi, man mano che il feto cresce, il punto del suo attaccamento aumenta. Tuttavia, questo processo richiede un attento monitoraggio..

Cosa si può fare con una diagnosi di "bassa placentazione"?

Indipendentemente dal termine, la diagnosi non dovrebbe causare panico. In primo luogo, la situazione potrebbe cambiare con il progredire della gravidanza. Ma, anche se tutto rimane com'è, un comportamento competente aiuterà a evitare conseguenze spiacevoli o fatali. I medici raccomandano di aderire a queste regole:

  • evitare sforzi eccessivi e sforzi fisici, anche se si tratta di ginnastica dolce o speciale per donne in gravidanza;
  • abbandonare completamente i rapporti sessuali per il periodo di gestazione;
  • cercare di evitare i trasporti pubblici;
  • si consiglia di alzare le gambe con un cuscino durante il sonno o in posizione seduta;
  • non rifiutare il ricovero in ospedale se il medico curante insiste su di esso;
  • sanguinamento in qualsiasi momento dovrebbe essere la ragione per andare in un'ambulanza.

Sfortunatamente, oggi non ci sono metodi farmacologici per far fronte alla bassa placentazione. Di solito, i ginecologi ei loro pazienti aspettano pazientemente che l'organo ritorni alla sua posizione normale, che si verifica più spesso all'inizio del terzo trimestre. È anche considerato normale cambiare la posizione del seggiolino del bambino dopo 34-35 settimane, quando il corpo della donna è quasi pronto per il parto..

Leggi anche:

Pertanto, il trattamento nel caso di una diagnosi di "bassa placentazione" consiste, prima di tutto, nel monitoraggio costante e nell'esame pianificato. Inoltre, la futura mamma deve attenersi rigorosamente a tutte le raccomandazioni del ginecologo presente. Ciò aumenta notevolmente le possibilità di una gravidanza di successo con una tale patologia e la sua felice risoluzione..

Leggi altri titoli interessanti

La bassa placentazione non è una diagnosi, ma un avvertimento

Qualsiasi deviazione dalla norma ascoltata dalla futura mamma all'appuntamento del medico o durante l'esame è allarmante. La bassa placentazione non fa eccezione. Quanto sia pericolosa questa condizione e come prevenirne le conseguenze negative, considereremo più in dettaglio.

Normale posizionamento della placenta e bassa placentazione

Quando un ovulo fecondato termina il suo percorso attraverso la tuba di Falloppio ed entra nell'utero, si attacca a una delle sue pareti. Normalmente, la cellula si troverà più vicino al fondo dell'utero, che si trova nella parte superiore di questo organo. Parlano di bassa placentazione quando la distanza dall'utero alla faringe uterina non supera i 6 centimetri

Ma accade che l'uovo, per qualche motivo, sia attaccato alla parte inferiore dell'utero, più vicino all '"uscita". Questa condizione è una bassa placentazione. È importante ricordare che questa diagnosi viene effettuata quando la distanza dall'utero alla faringe uterina è di 6 centimetri o inferiore.

Bassa placenta e placenta previa

Quando la placenta scende così in basso da bloccare l'ingresso dell'utero, appare la placenta previa. È importante non essere confusi: con una bassa placentazione, la faringe uterina è aperta, con presentazione - parzialmente o completamente chiusa.

Le future mamme spesso combinano questi concetti in uno solo, iniziando a farsi prendere dal panico. Ma, nonostante la somiglianza, c'è una differenza molto importante in queste diagnosi: con una bassa placentazione, il parto naturale è del tutto possibile, a differenza della presentazione, in presenza della quale c'è un'alta probabilità di parto per taglio cesareo.

Sintomi di bassa placentazione

Maggiore è la distanza tra la placenta e la faringe uterina, meno è probabile che compaiano sintomi di bassa placentazione. Quando il sedile del bambino si abbassa, fino alla presentazione, compaiono segni simili a quelli di un aborto spontaneo:

  • tirando dolore addominale;
  • mal di schiena;
  • sanguinamento: rosso o marrone.

Se il dolore addominale può essere sicuro e indicare una distorsione, il sanguinamento è un sintomo molto pericoloso, che richiede una consultazione urgente da parte di uno specialista in gravidanza o di un medico di emergenza.

Cause della posizione bassa della placenta

Ad oggi, la medicina non fornisce una risposta esatta alla domanda sulle cause della bassa placentazione. Nessuno sa perché l'uovo è attaccato in un posto o nell'altro nell'utero. Ma sono stati identificati fattori che influenzano il fatto che l'embrione non si troverà nel solito posto:

  • precedenti malattie infiammatorie;
  • interventi chirurgici, in particolare, una storia di aborto;
  • endometriosi;
  • la presenza di cicatrici sull'utero;
  • mioma;
  • difetti anatomici nella struttura dell'utero (curva, utero a due corna, ecc.);
  • patologie vascolari negli organi pelvici.

Rischi e impatto del basso placentamento sulla gravidanza

Lo stato della placenta bassa non è ovviamente pericoloso come la presentazione, ma comporta anche rischi significativi:

  • Quando il feto in crescita preme sull'utero, inizia a "opprimere" il posto del bambino. E questo è irto di sanguinamento uterino e, in casi estremi, distacco della placenta.
  • È stabilito dalla natura in modo che l'afflusso di sangue sia migliore nella parte inferiore dell'utero che in basso. Pertanto, il feto, attaccato alla sua parte inferiore, rischia di ricevere meno nutrienti vitali e ossigeno..

Allo stesso tempo, va ricordato che questa diagnosi non è definitiva. Dopotutto, il seggiolino di un bambino durante la gravidanza può cambiare ripetutamente la sua posizione. Questo processo è chiamato "migrazione placentare".

Migrazione della placenta

La migrazione è un processo che nella maggior parte dei casi corregge una patologia come la bassa placentazione. È importante capire che la placenta stessa non si muove effettivamente. Il cambiamento nella sua posizione è il risultato della proliferazione del miometrio, lo strato muscolare dell'utero. In termini semplici, la placenta migra mentre l'utero cresce. La migrazione della placenta avviene sempre solo in una direzione: dal basso verso l'alto, dal sistema operativo interno dell'utero al fondo.

È grazie a questo fenomeno che i medici non si concentrano sulla posizione della placenta fino al terzo trimestre: è stato dimostrato che nel 95% dei casi la placenta si solleva da sola, assumendo la posizione corretta.

Diagnosi di bassa placentazione

La posizione della placenta è determinata dalla diagnostica ecografica. Inoltre, sulla base dei risultati degli ultrasuoni e del Doppler, il medico sarà in grado di determinare se c'è una carenza di nutrienti (in base alle dimensioni del feto e alla loro adeguatezza all'età) e di ossigeno (in base alla valutazione del flusso sanguigno durante la dopplerometria).

Ecco perché, se viene rilevata una bassa placentazione, è necessario non trascurare le raccomandazioni del medico e partecipare alle consultazioni, oltre a sottoporsi a ricerche tutte le volte che viene raccomandato dal ginecologo che guida la gravidanza.

Tempistica per stabilire una bassa placentazione e migrazione placentare

Tipicamente, un'ecografia mostrerà una bassa placentazione a 20-22 settimane, al momento del secondo screening di routine. Da questo momento in poi, una donna deve aderire a un regime protettivo. I medici attendono fino a 36 settimane per modificare la posizione della placenta. Solo dopo questo periodo lo stato di "bassa placentazione" viene preso in considerazione dal medico, che in futuro prenderà il parto.

Trattamento della bassa placentazione e caratteristiche del regime protettivo

Non appena la futura mamma scopre questa diagnosi, le prime domande che pone al medico sono se può essere curata e se è necessario cambiare il regime. Consideriamo questi aspetti in modo più dettagliato.

Trattamento di bassa placentazione

Ad oggi, non ci sono farmaci che possono influenzare il cambiamento nella placenta della sua posizione. Pertanto, in presenza di questa patologia, i medici scelgono sempre una tattica di attesa. Oppure, se la placenta non assume la posizione desiderata, il metodo di consegna viene corretto se necessario. È importante ricordare che la placenta bassa di per sé non è un'indicazione per il taglio cesareo..

Modalità guardia

A causa del rischio di sanguinamento uterino e distacco della placenta, i medici raccomandano vivamente che una donna incinta mantenga un regime protettivo. Potrebbe essere necessario stare attenti fino alla nascita..

Il regime di protezione comprende le seguenti misure:

  1. Limita l'attività fisica. Qualsiasi sport deve essere cancellato. È consentito solo camminare a passo sostenuto.
  2. Non fare movimenti bruschi. La placenta, che è già sotto pressione, potrebbe non resistere allo strappo e quindi inizierà il distacco.
  3. Riduci al minimo i viaggi, soprattutto sui mezzi pubblici. Stress, tremori e movimenti improvvisi sono altamente indesiderabili con una bassa placentazione.
  4. Alza le gambe mentre sei seduto. Una leggera elevazione delle gambe aumenterà la circolazione sanguigna e aiuterà a prevenire l'ipossia fetale.
  5. Limitare rigorosamente il peso degli oggetti presi in mano. Il sollevamento pesi è una causa molto comune dell'inizio del sanguinamento uterino. Peso massimo consentito - 2 kg.
  6. Alzati da una posizione prona senza strappi, usando le mani e senza usare, se possibile, i muscoli addominali.

All'autore di questo articolo è stata diagnosticata anche una bassa placentazione durante la gravidanza. Io, spaventato dopo l'ecografia, "lana" Internet e "torturato" il dottore - cosa fare, come ripararlo. E il ginecologo mi ha dato due ottimi consigli, secondo me. Il primo consisteva nelle parole "regime senza fanatismo": sì, è necessario limitare il carico, non fare movimenti bruschi. Ma questo non significa che devi "ibernare" come un orso in inverno. Perché stando costantemente a letto, l'afflusso di sangue negli organi pelvici si deteriora, e questo è pericoloso per il bambino che, a causa di una posizione impropria, rischia di ricevere meno sostanze necessarie alla vita. Inoltre, nessuna ventilazione di un appartamento o di una casa può essere paragonata a una passeggiata all'aria aperta. Solo il sangue ossigenato è in grado di trasferire sufficientemente questo stesso ossigeno a un bambino in crescita.

Il secondo consiglio che mi è stato dato dal mio medico riguardava un esercizio statico universale: la posizione del ginocchio-gomito. È universale in quanto sarà utile con un aumento del tono dell'utero e con patologia della posizione della placenta e anche nel caso di una posizione errata del feto.

Questo esercizio è unico per diversi motivi:

  • riduce la pressione sulla faringe uterina e sulla placenta bassa;
  • migliora il flusso sanguigno;
  • cambia la direzione della gravità.

Ho fatto questo esercizio 3-4 volte al giorno per 15 minuti. Dopodiché, è stato necessario mentire per 30-40 minuti.

Di conseguenza, seguendo questi suggerimenti, al prossimo screening, ho sentito che la placenta è aumentata notevolmente, a un livello normale. È impossibile dire con certezza cosa abbia influenzato esattamente la sua migrazione e se qualcosa. Ma una cosa posso dire con certezza: non è andata peggio e ho fatto tutto il possibile per cambiare la situazione..

Galleria fotografica: caratteristiche della modalità di sicurezza

Sesso con bassa placentazione

Di regola, il medico esclude categoricamente il sesso con una placenta bassa..

Ma poiché esistono diversi tipi di sesso, le donne incinte hanno spesso una domanda: se tutti i tipi di contatto intimo debbano essere limitati o il sesso vaginale direttamente.

Con una bassa placentazione, è necessario escludere qualsiasi tipo di sesso che:

  • provoca eccitazione, portando a un afflusso di sangue negli organi pelvici;
  • produce un effetto fisico diretto sulla vagina o sul retto.

Pertanto, con una bassa placentazione, il riposo sessuale è raccomandato per tutti i tipi di sesso..

Parto con placenta bassa

Se entro la fine della gravidanza la placenta non ha cambiato il suo posto e la diagnosi di "placentazione bassa" rimane, il medico valuterà attentamente i fattori di accompagnamento:

  • se c'è ipossia fetale;
  • se il bambino è posizionato correttamente;
  • c'è un intreccio del cordone ombelicale;
  • è la distanza dall'ingresso dell'utero inferiore a 2 cm.

In presenza di queste condizioni, il medico probabilmente deciderà su un taglio cesareo.

In altri casi, il fatto stesso della posizione bassa della placenta non influisce sul processo di consegna e una donna incinta potrebbe dare alla luce un bambino da sola.

Video: bassa placentazione durante la gravidanza

La placenta bassa non è una frase, ma un segnale che dovresti prestare particolare attenzione al tuo nuovo stato e prenderti cura del tuo futuro bambino. E poi la "situazione interessante" si concluderà con un felice incontro della madre e delle sue briciole.

Qual è il pericolo della placenta previa bassa durante la gravidanza e cosa fare?

La posizione bassa della placenta spaventa le future mamme e provoca loro molte paure sull'esito della gravidanza e del parto. Qual è il suo pericolo e cosa fare se la diagnosi di "bassa placentarietà" è già suonata, lo diremo in questo materiale.

Cos'è

La placenta è un organo unico. Appare solo durante la gravidanza e scompare dopo la nascita del bambino. Il compito della placenta è fornire al bambino il nutrimento, la consegna di tutte le sostanze, le vitamine e l'ossigeno necessari per la sua normale crescita e sviluppo. Allo stesso tempo, la placenta aiuta a rimuovere i prodotti metabolici delle briciole nel corpo della madre..

La placenta previa è un concetto che designa la posizione di questo organo temporaneo e molto necessario nella cavità uterina. La presentazione è sempre una patologia, perché il termine stesso ha il significato di trovare la placenta sul percorso lungo il quale dovrà passare il bambino durante il parto.

Normalmente, il punto di attacco della placenta dovrebbe essere tale che il "luogo infantile" del bambino non interferisca con la nascita. Se parliamo di presentazione, significa che la placenta si trova in basso, bloccando parzialmente o completamente l'uscita alla piccola pelvi.

Una bassa placentazione è comune all'inizio della gravidanza. Fino a 20 settimane di gravidanza, presentazione parziale o marginale è registrata in circa il 10% delle donne in gravidanza. Ma la placenta ha la capacità di elevarsi al di sopra della regione cervicale, seguendo le pareti dell'utero che crescono con il feto. Pertanto, entro la 30a settimana di gravidanza, solo il 3% delle donne incinte ha la presentazione e entro 40 settimane - solo lo 0,5-1% delle future mamme. Il processo di sollevamento della placenta sopra è chiamato migrazione..

La placenta è finalmente formata solo da 10-12 settimane di gravidanza. Prima di questo, il luogo di "crescita interna" dell'ovulo nell'endometrio è chiamato corion. Esistono tre tipi di presentazione.

  • Completo: la faringe interna è completamente coperta dalla placenta. Questa è una condizione minacciosa molto pericolosa in cui il parto spontaneo è impossibile e c'è un'alta probabilità di morte del feto o della madre a causa di sanguinamento spontaneo massiccio..
  • Incompleto: la placenta copre parzialmente il sistema operativo interno della cervice. Anche il parto naturale indipendente, nella maggior parte dei casi, è impossibile, il pericolo per il bambino e la madre è grande.
  • Bassa o inferiore: la placenta si trova sopra l'ingresso del canale cervicale, ma la distanza da essa al "seggiolino del bambino" non supera i 7 centimetri. La faringe interna non è chiusa dalla placenta. Se il "posto del bambino" è troppo basso e colpisce il bordo della faringe, la presentazione è chiamata marginale.

Il parto naturale con una tale placenta previa è del tutto possibile, tuttavia, richiederanno un'attenzione speciale da parte dei medici e delle donne incinte: la massima cautela nel processo di portare un feto.

I medici possono determinare il tipo e il grado di presentazione mediante un'ecografia. Ad ogni ecografia programmata, viene prestata molta attenzione alla placenta. La sua localizzazione è determinata sulla parete anteriore o posteriore dell'utero e viene misurata la distanza dall'OS interno (l'ingresso del canale cervicale) al bordo del "posto del bambino".

Se è di almeno 3 centimetri, diagnosticare "placenta bassa" o "primo grado di placenta previa".

Va notato che la presentazione inferiore è la più sicura di tutti e tre i tipi di presentazione. Le previsioni dei medici con lui sono più favorevoli, ma una tale disposizione del "posto del bambino", ovviamente, non è nemmeno una variante della norma. Esistono alcuni pericoli e rischi.

Cause di bassa placentazione

In generale, è quasi impossibile influenzare in qualche modo il sito di formazione della placenta. Apparirà dove l'ovulo sarà in grado di prendere piede al momento dell'impianto..

Un ovulo fecondato viene impiantato nella cavità uterina circa 8-9 giorni dopo la fecondazione, da quel momento si forma un corion, che successivamente diventa placenta. È impossibile determinare esattamente dove "galleggerà" l'uovo fecondato. Ma ci sono fattori di rischio che aumentano la probabilità che la blastocisti si ancorerà troppo in basso..

Prima di tutto, questi fattori includono patologie della struttura dell'utero, malattie del sistema riproduttivo della donna, le conseguenze degli interventi chirurgici.

Quindi, nelle donne che soffrono di processi infiammatori dell'endometrio, che hanno subito aborto o altro curettage, con una storia di taglio cesareo, le possibilità di una bassa placentazione durante la gravidanza successiva sono più alte. Tali ragioni sono chiamate uterine o intrauterine. Questi includono:

  • endometriosi;
  • operazioni eseguite sull'utero - (aborto, rimozione di fibromi, curettage diagnostico, taglio cesareo);
  • parto precedente complicato;
  • fibromi uterini;
  • sottosviluppo e struttura congenita anormale del corpo dell'utero;
  • incompetenza della cervice (insufficienza istmico-cervicale);
  • gravidanza con più feti contemporaneamente.

Il motivo della fissazione dell'ovulo nella parte inferiore dell'utero può anche essere la carenza enzimatica delle membrane stesse. Tali ragioni per lo sviluppo di una placenta bassa sono chiamate fetali. Questi includono:

  • disturbi ormonali in una donna;
  • malattie infiammatorie delle appendici, tube di Falloppio, ovaie.

Nelle gravidanze ripetute, è più probabile una placenta bassa rispetto alla prima gravidanza. Più una donna partorisce, maggiore è la probabilità di sviluppare una placenta inferiore ad ogni gravidanza successiva.

Si ritiene che siano a rischio sia le donne in sovrappeso che le donne che non sono state in grado di smettere di fumare all'inizio della gravidanza. Se nella gravidanza precedente la placenta si trovava bassa, con un'alta probabilità, secondo gli esperti, il "posto del bambino" si troverà al di sotto e nella gravidanza successiva. Inoltre, esiste una certa dipendenza genetica: una donna può ereditare la tendenza ad abbassare la placenta da sua madre..

Diagnosi e sintomi

Una placenta previa bassa può essere indicata da spotting in qualsiasi fase della gravidanza. Il medico può essere confuso dall'aumento dei valori dell'altezza del fondo dell'utero, che sono in anticipo rispetto al periodo effettivo di gravidanza, nonché dalla posizione errata del feto nella cavità uterina - la presentazione pelvica o trasversale del bambino è spesso accompagnata da una bassa placentazione.

La scarica sanguinante dal tratto genitale con placenta previa inferiore di solito compare per la prima volta dopo 12-13 settimane di gravidanza. Possono essere più o meno abbondanti. Spesso durano fino alla consegna..

Ma l'emorragia più comune è nell'ultimo trimestre di gravidanza, quando le pareti dell'utero sono talmente tese che si verificano micro-distacchi parziali del "posto del bambino" dall'endometrio uterino..

In un terzo delle donne in gravidanza con bassa placenta, tale sanguinamento si osserva dopo 35 settimane di gravidanza. Sei donne su dieci soffrono di emorragie abbastanza abbondanti durante il travaglio. Anche una forte tosse negligente, risate, sesso, stitichezza, esercizio fisico e forte stress possono provocare sanguinamento nelle donne in gravidanza con una posizione bassa della placenta. Qualsiasi tensione dei muscoli uterini è pericolosa per il leggero distacco e l'esposizione dei vasi sanguigni.

Nelle donne in cui una bassa placentarietà si manifesta con sanguinamento episodico o persistente, si osservano spesso diminuzione del livello di emoglobina, sviluppo di anemia, pressione sanguigna bassa, vertigini e attacchi di debolezza improvvisa.

Se si sospetta una placenta previa, il medico non esegue un esame intravaginale manuale, perché questo può provocare un travaglio prematuro o sanguinamento, che può essere fatale sia per il feto che per la donna incinta.

La scansione a ultrasuoni è considerata il miglior metodo diagnostico. L'ecografia permette di determinare la posizione del "seggiolino per bambini" con precisione millimetrica.

A volte la posizione bassa della placenta non ha sintomi. La donna non si lamenta di nulla e solo l'ecografista alla visita successiva attira l'attenzione sul fatto che il "posto del bambino" è più basso di quanto vorrebbe. In questo caso è necessario un monitoraggio più attento dello stato della placenta: vengono prescritti ed eseguiti a 12, 20 (o 21-22) settimane ea 30 settimane gli ultrasuoni di controllo atti a tracciare il processo di migrazione. Se necessario, possono essere consigliate scansioni più frequenti.

Pericoli e rischi

Ciò che minaccia una posizione placentare bassa non è difficile da indovinare. Nelle prime fasi, è pericoloso con la minaccia di aborto spontaneo, e in un'età gestazionale più solida, con la minaccia di parto prematuro. Nelle donne con un tale problema alla fine del secondo e terzo trimestre, si sviluppa spesso la gestosi, il che aumenta solo i rischi di un esito sfavorevole. La metà delle donne in gravidanza soffre di anemia da carenza di ferro.

Se la placenta si forma nelle prime fasi ed è attaccata in basso, la probabilità che il bambino prenda una posizione errata nella cavità uterina aumenta del 50%. Il bambino sceglierà istintivamente una posizione in cui la sua testa non entrerà in contatto con nulla, compresa la placenta.

Il bambino con un alto grado di probabilità non accetterà una presentazione cefalica, ma una presentazione podalica, che complicherà notevolmente il processo del parto o addirittura sarà un'indicazione per un taglio cesareo.

Per un bambino, una placenta bassa è un fattore di rischio per la probabilità di sviluppare ipossia. La fame cronica prolungata di ossigeno può causare la morte di un bambino, cambiamenti irreversibili nelle strutture del suo cervello.

Inoltre, l'insufficienza placentare, che si sviluppa se il "seggiolino per bambini" viene omesso, può portare a un ritardo nello sviluppo fetale. La parte inferiore dell'utero è meno ben fornita di sangue rispetto al corpo e al fondo dell'utero, motivo per cui il bambino riceverà meno nutrienti di cui ha bisogno.

La posizione anormale dell'organo che alimenta il bambino è pericolosa. Se la placenta è attaccata in basso, una donna in qualsiasi momento può sperimentare sanguinamento, che può avere conseguenze molto tristi..

Trattamento

Nonostante il livello della medicina moderna, non esiste un modo universale per trattare la bassa placentazione. Non esistono tali pillole e iniezioni per aumentare il "posto del bambino" più in alto. Possiamo solo sperare che la migrazione avvenga da sola, e nella maggior parte dei casi questo è esattamente ciò che accade..

Il compito dei medici è far fronte rapidamente al sanguinamento periodico e mantenere una gravidanza il più a lungo possibile: fino a quando il bambino non è completamente vitale. Il rispetto delle raccomandazioni mediche è una priorità assoluta per ogni donna incinta con una placenta bassa.

Per ridurre il tono dell'utero vengono prescritti farmaci antispastici: "No-shpa", "Papaverine", "Ginipral". Per ricostituire la carenza di ferro di una donna incinta, si consiglia di seguire corsi di preparazioni di ferro "Ferrum Lek", "Sorbifer". Per un migliore flusso sanguigno uteroplacentare, per eliminare i sintomi di ritardato sviluppo del bambino, insufficienza fetoplacentare, si raccomandano "Curantin", "Trental", così come acido folico, vitamine del gruppo B, "Ascorutin" e vitamina E ad alte dosi terapeutiche.

Abbastanza spesso, una donna è raccomandata per la somministrazione giornaliera di una soluzione di magnesio per via intramuscolare (10 ml ciascuna) e di Magne B 6 compresse due volte al giorno. In caso di deficit ormonale, prescrivere "Utrozhestan" o "Duphaston" in un dosaggio individuale. Con un decorso asintomatico si può essere curati a casa, con frequenti episodi di sanguinamento, si consiglia di sottoporsi a cure in day hospital presso una clinica ginecologica specializzata.

In un secondo momento, una donna più spesso di altre donne in gravidanza dovrà visitare un ginecologo e fare un CTG del feto per assicurarsi che l'attività cardiaca del bambino sia normale e che non vi sia una carenza di ossigeno pronunciata. È probabile che la terapia farmacologica continui fino alla nascita se la placenta non sale.

Raccomandazioni per la futura mamma

Come già accennato, una donna dovrà stare estremamente attenta. Le viene prescritto un regime calmo, situazioni stressanti, attività fisica, sollevamento pesi, piegarsi in avanti sono controindicati per lei. Con una placenta bassa, non dovresti mai saltare, viaggiare su strade sconnesse in auto o in autobus per qualsiasi periodo di tempo, perché l'agitazione può provocare gravi emorragie.

Una donna non dovrebbe fare sesso perché l'orgasmo stimola i muscoli uterini, il che aumenterà la probabilità di distacco della placenta. Non solo il rapporto sessuale diretto è proibito, ma anche altre forme di soddisfazione sessuale: sesso orale, anale e masturbazione. Qualsiasi azione che può portare a una contrazione dei muscoli uterini è controindicata.

Anche viaggiare in aereo è indesiderabile. La posizione ottimale per il riposo (e devi riposare in ogni minuto libero) è sdraiato sulla schiena con le gambe capovolte. Se non puoi sdraiarti (la donna è al lavoro), dovresti alzare le gambe più in alto in posizione seduta.

Per fare questo, puoi usare un piccolo poggiapiedi improvvisato..

Come partorire?

Con una bassa placenta, il parto può avvenire sia naturalmente che mediante intervento chirurgico - taglio cesareo. La decisione finale sulla tattica dell'assistenza ostetrica è determinata a circa 35-36 settimane di gravidanza in base ai risultati dell'ecografia di controllo.

Se la placenta non è aumentata, molto probabilmente i medici consiglieranno un parto tempestivo. Il taglio cesareo viene eseguito se una donna ha una placenta bassa combinata con una presentazione pelvica o trasversale del feto, se è incinta di due gemelli o terzine, se l'utero presenta cicatrici da precedenti interventi chirurgici.

Stanno anche cercando di inviare donne incinte di età superiore ai 30 anni che hanno subito diversi aborti e hanno una storia ginecologica complicata per l'intervento chirurgico. Se la gravidanza è stata accompagnata da sanguinamento regolare, può essere preso in considerazione anche un taglio cesareo programmato.

A volte la necessità di un intervento chirurgico d'urgenza sorge già durante il parto, ad esempio, se l'emorragia non si ferma dopo il passaggio dell'acqua, se c'è una debolezza delle forze di lavoro.

In assenza di secrezione sanguinolenta, una cervice uterina pronta e matura, dimensioni normali del bacino, un bambino di taglia media che si trova nella presentazione cefalica, è consentito il parto indipendente.

La stimolazione del travaglio con medicinali a bassa presentazione non viene eseguita in ogni caso, il lavoro dovrebbe svilupparsi in modo indipendente.

Recensioni

Secondo le recensioni lasciate dalle madri su Internet, nella maggior parte dei casi, entro la settimana 30, la posizione della placenta è stata stabilita entro limiti normali. Ciò significa che le violazioni rivelate a 20-21 settimane non sono una condanna, ma solo una difficoltà temporanea. Il parto con placenta bassa anche nella maggior parte dei casi è proceduto in modo abbastanza soddisfacente, i bambini sani sono nati.

Durante la gravidanza, secondo le donne, è abbastanza difficile seguire costantemente tutte le raccomandazioni, il più difficile è il divieto di relazioni intime. Per questo motivo, molte persone deteriorano temporaneamente i rapporti con il coniuge, la gravidanza procede sullo sfondo di preoccupazioni e stress..

Per informazioni sul pericolo di placenta previa bassa, vedere il prossimo video.

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli

Bassa placentazione durante la gravidanza

Ci sono molte diagnosi deludenti che una donna può sentire nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza. Secondo le statistiche, il 90% delle donne in travaglio si trova ad affrontare il problema della bassa localizzazione della placenta. Questa anomalia può rappresentare un pericolo per la salute della madre e del bambino. Per ridurre la possibilità del rischio di interruzione prematura della gravidanza, è necessario monitorare regolarmente la condizione mediante test clinici ed ecografie diagnostiche.

Qual è la placenta?

Questo organo unico ha molti nomi: corion, luogo dei bambini, placenta. Questo è un organo eccezionale che si forma nel corpo di una donna solo durante il periodo gestazionale. È una membrana sigillata che si trova sulla parete dell'utero. La funzione principale di questo organo è fornire al feto tutto ciò di cui ha bisogno: ossigeno, sostanze nutritive. Inoltre, la placenta agisce come un filtro intrauterino che impedisce a virus, infezioni e tossine dannose dal flusso sanguigno della madre di entrare nel feto..

Norme generalmente accettate per la posizione del corion

Con una gravidanza sana e normale, la placenta viene posizionata nella cavità uterina, più vicino al fondo (bordo superiore) o sulla parete posteriore. È in queste aree che le condizioni più favorevoli e il flusso sanguigno ottimale.

In pratica, ci sono casi in cui la placenta è posizionata più vicino alla faringe dell'utero (cervice) o si sovrappone completamente ad essa. Queste anomalie sono chiamate placentazione bassa durante la gravidanza o la sua presentazione completa. Per il normale sviluppo del feto e un decorso favorevole della gravidanza, la placenta non deve essere abbassata di oltre 6 cm fino alla faringe dell'utero. Quando il fatto della posizione del corion viene rilevato a una distanza inferiore a 6 cm (nella pratica medica - 2 cm), viene effettuata una diagnosi di bassa placentazione. Con la localizzazione della placenta direttamente sulla faringe dell'utero, parlano di presentazione completa del posto del bambino.

Quando diagnosticano questa condizione, i medici non senza motivo applicano il principio di una distanza di sei centimetri. Questo indicatore è dovuto alla struttura anatomica degli organi riproduttivi della donna. È nei lobi superiori dell'utero che il miglior flusso sanguigno e le condizioni per la formazione e il funzionamento della placenta.

Il rilevamento di una bassa placentazione a 20 settimane di gravidanza è una diagnosi seria, ma con prognosi favorevole. Fino a 34 settimane: la placenta tende a sollevarsi e assumere la posizione corretta. La presentazione completa, che non è passata prima del periodo di gravidanza indicato, è un'indicazione per l'intervento chirurgico, poiché comporta complicazioni durante il parto e pericolo di vita fetale.

Cos'è la bassa placentazione durante la gravidanza??

Questa diagnosi si manifesta con tre possibili opzioni per posizionare un seggiolino per bambini:

  • con una posizione sottovalutata della placenta, ma non c'è sovrapposizione della faringe;
  • il corion è molto basso e si chiude parzialmente o scorre sopra la faringe dell'utero;
  • la gola è completamente bloccata dalla placenta formata.

Nei primi due casi i medici non escludono la possibilità che un bambino nasca naturalmente, nel terzo solo un cesareo programmato. Ciò è spiegato dal fatto che quando la faringe dell'utero è completamente bloccata, la placenta agisce come un tappo e non consente alla testa del feto di affondare nell'area pelvica. La situazione in cui la placenta copre completamente la faringe dell'utero è molto peggiore di una placenta bassa. Tale diagnosi è pericolosa non solo per il feto, ma comporta anche un rischio per la salute della donna e la sua successiva capacità di sopportare e dare alla luce bambini..

Normalmente, un uovo fecondato deve penetrare nella parete della vagina, creando così una specifica depressione (lacuna), è la lacuna che si trasforma nel tempo nella placenta. In assenza di difetti sulle pareti dell'utero, l'uovo è attaccato alla parete posteriore o al fondo uterino. Difetti che possono influenzare la posizione errata dell'uovo di frutta, gli esperti includono:

  • cicatrici lasciate dopo aborti e interventi chirurgici;
  • nodi miomatosi;
  • cicatrici indurite dopo taglio cesareo (cicatrici oltre 5 anni);
  • caratteristiche anatomiche congenite.

Con una bassa localizzazione della placenta, c'è un alto rischio di sviluppare ipossia e malnutrizione fetale. Queste condizioni sono note come grave deprivazione di ossigeno fetale, causano danni irreparabili al bambino e possono causare ritardi nello sviluppo. Dovresti anche diffidare del distacco prematuro e dell'invecchiamento della placenta. Il distacco della placenta può essere completo o parziale, questa condizione è pericolosa non solo dallo sviluppo di sanguinamento, ma anche dalla formazione di un ematoma intrauterino con distacco incompleto ed emorragia latente. Maggiore è l'area di distacco corionico, maggiore è la minaccia per la vita del feto. Dopotutto, la placenta con integrità compromessa non può svolgere tutte le funzioni necessarie.

Secondo le statistiche, solo il 95% delle donne con bassa placenta a 20 settimane di gestazione conserva la patologia fino a 32 settimane. Ciò è dovuto alla crescita e all'allargamento costanti dell'utero..

Tuttavia, il paziente deve visitare regolarmente il medico e seguire le sue raccomandazioni. Questo è tipico a causa di una serie di possibili complicazioni e condizioni che possono verificarsi con una bassa placentazione prima del parto, vale a dire:

  • sviluppo di sanguinamento;
  • nascita prematura;
  • aborto;
  • fame acuta di ossigeno del feto.

Le ragioni

Di solito i medici non sono d'accordo sulle cause di questa patologia. Ce ne sono diversi maggiori e minori. Si ritiene che la posizione bassa del corion sia dovuta alla struttura anatomica degli organi riproduttivi e alla struttura del bacino della donna. Sia i difetti congeniti che quelli acquisiti, a seguito di fattori negativi, possono contribuire a questo fenomeno. In particolare nel gruppo a rischio, i medici includono pazienti più anziani che erano precedentemente incinte. Processi infiammatori passati, malattie sessuali, aborti, difetti nei vasi degli organi pelvici possono causare una bassa localizzazione della placenta.

Sintomi

I principali sintomi di una bassa placentazione a 21 settimane di gravidanza si manifestano come sanguinamento o forti dolori alla trazione localizzati nell'addome inferiore, che si irradiano al cingolo lombare. Sintomi allarmanti possono comparire durante lo sforzo fisico, forti esperienze nervose, attacchi di tosse e durante l'assunzione di bagni caldi. Il sanguinamento inizia in piccolo e guadagna rapidamente forza, notando qualcosa del genere, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza o andare in ospedale da solo. Ciò è causato dal tono in costante aumento dell'utero. Entro la 30a settimana di gravidanza, c'è il rischio di sanguinamento improvviso. Il sanguinamento frequente e regolare può portare ad anemia e ipotensione. Queste condizioni del paziente sono accompagnate da debolezza generale, letargia, indipendentemente dall'ora del giorno, deterioramento delle condizioni di capelli, unghie e pelle..

Diagnostica

La diagnosi di bassa placentazione durante la gravidanza a 22 settimane viene eseguita mediante ultrasuoni. Di norma, il disturbo viene rilevato in una data precedente, ma è possibile parlarne come una patologia solo da questo periodo di gestazione. Con questo metodo di ricerca è possibile ottenere un risultato accurato e valutare quanto è bassa la placenta nell'utero. Diagnostica aggiuntiva delle condizioni della donna in travaglio e del feto è possibile con test clinici su sangue e fibrogeno. In casi critici ricorrono a tecniche invasive, ma possono danneggiare il paziente e il feto. Questi includono: amniografia, scansione isotopica. Il verdetto finale è possibile dopo la palpazione da parte del medico. In casi estremi, viene eseguito un esame intravaginale, ma è molto rischioso per la salute del feto..

Trattamento

Molte donne, avendo sentito la diagnosi di bassa placentazione durante la gravidanza, sperano di essere seguite dal trattamento di questa patologia. Purtroppo non ci sono cure mediche. Qui puoi solo fare affidamento sul fatto che con un aumento della durata della gravidanza, il corion stesso salirà all'interno dell'utero..

Questo disturbo richiede un monitoraggio costante con ultrasuoni. Le donne incinte con una bassa placenta dovrebbero prendere precauzioni e condurre uno stile di vita più parsimonioso. Assolutamente vietato:

  • sollevare pesi;
  • avere una vita sessuale;
  • qualsiasi tipo di attività fisica;
  • trasporto pubblico.

I medici consigliano di stare a letto, mentre dormi, dovresti tenere i piedi su una collina. Puoi provare ad applicare la tecnica di visualizzazione, puoi imparare questa tecnica da solo seguendo le istruzioni di uno psicologo. La visualizzazione richiede la piena concentrazione dei pensieri sull'immaginazione della placenta, che sale costantemente.

Il parto con una bassa placenta è piuttosto raro. Ciò è dovuto al fatto che il corion tende a migrare fino a 32-35 settimane di gestazione. Man mano che il feto cresce e l'utero si allunga, la placenta di solito si alza. Quindi, se si riscontra una placenta bassa durante la gravidanza in un periodo di 19 settimane, esiste la possibilità che entro la data del parto tutto torni alla normalità. Se ciò non accade, c'è il rischio di complicazioni durante il parto..

Il pericolo principale che risiede nel parto con una presentazione bassa è il rischio di distacco della placenta, che a sua volta minaccia la vita del feto. Se il feto è in una presentazione cefalica, allora quando la sua testa si muove lungo il canale del parto, l'emorragia, che è iniziata dal distacco della placenta, può fermarsi. Il taglio cesareo chirurgico è indicato per la presentazione podalica del feto.

La posizione della placenta vicino al bordo della faringe dell'utero (meno di 6 cm) è considerata un'indicazione per un taglio cesareo pianificato. Ma a volte i medici consentono ancora ai pazienti con questa patologia di partorire da soli. In questo caso, il parto dovrebbe avvenire sotto la supervisione di più di un medico e in qualsiasi momento dovresti essere preparato al fatto che potrebbe essere necessario un cesareo d'urgenza..

Avendo ascoltato il verdetto del medico sulla bassa placentazione durante l'inizio della gravidanza, non dovresti farti prendere dal panico e innervosirti: puoi solo fare del male con pensieri e umore negativi. Vale la pena prenderti cura di te stesso e aspettare le date successive. La cosa principale è uno stato d'animo ottimista e emozioni positive..

In molti paesi europei, questa diagnosi non viene fatta fino alla 32a settimana di gravidanza e non è una patologia, ma si riferisce solo a condizioni che richiedono un'attenta attenzione medica e un controllo mediante ultrasuoni.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Forum dei genitori:

Analisi

Per molte donne durante la gravidanza, la questione della crescita interna e dello sviluppo del bambino è molto importante. Tali dati possono essere forniti solo dall'esame ecografico già nelle prime fasi.

Quante volte dovrebbe essere lavato un neonato in inverno

Infertilità

Prepararsi per il bagnetto di un bambinoSe la stanza è calda, la temperatura non scende sotto i 22 ° C, si consiglia di eseguire le procedure dell'acqua in inverno ogni giorno.

Cosa fare con la placenta previa (corion): marginale, centrale, bassa, piena?

Neonato

La placenta previa è giustamente considerata una delle patologie ostetriche più formidabili, che si osserva nello 0,2 - 0,6% di tutte le gravidanze terminate con il parto.

L'alimentazione artificiale non è una tragedia. Se lo organizzi correttamente

Neonato

Il più corretto e benefico per il bambino è l'alimentazione naturale, in cui il bambino si nutre del latte materno della madre.