Principale / Concezione

Nimesulide per madri che allattano (nise, nimesil)

Secondo il manuale di Karpov, tuttavia, non ci sono dati sulla sicurezza di questo farmaco durante la gravidanza e l'allattamento, quindi una madre che allatta, se possibile, dovrebbe sostituirlo con un farmaco alternativo, ad esempio l'ibuprofene..

Secondo la guida E-lactancia, la nimesulide non è raccomandata per una madre che allatta. Dal 2002 sono state introdotte restrizioni all'uso della nimesulide (nise) a causa dell'elevato rischio per il fegato, il farmaco è tossico per tutti, non solo per le madri che allattano e per i bambini. Restrizioni introdotte in Europa e negli USA: uso fino a 12 anni di età, solo corsi brevi, numero ridotto di indicazioni per la prescrizione, evitamento durante la gravidanza ed epatite B.

Massima concentrazione di nimesulide nel sangue: dopo 2-3 ore
Emivita della nimesulide: 3-6 ore
Alternativa alla nimesulide: ibuprofene, paracetamolo (acetaminofene).

Sinonimi:
può una madre che allatta prendere nimesulide
il medico ha prescritto l'allattamento al seno nise
Compatibilità di Nimesil con l'allattamento al seno

Gruppo di farmaci:
farmaci analgesici, antipiretici e antinfiammatori.

Non tutti i farmaci e le procedure sono compatibili con HB, questo è vero, tuttavia, anche cose innocue come le estensioni dei capelli per alcune madri che allattano sollevano domande - è possibile, è possibile... Leggi di più su questo nella sezione Domande frequenti e condividi la tua esperienza sul forum!

Nimesil durante la gravidanza e l'allattamento: soluzione FDA, analoghi

Data di pubblicazione: 15.12.2019 | Visualizzazioni: 1729

Tutti sanno che il miglior cibo per un neonato è il latte materno. Durante l'allattamento, una giovane madre è responsabile di due: per se stessa e per il bambino. I cibi che mangia, le cattive abitudini e lo stile di vita influenzano direttamente il neonato. Pertanto, la madre deve essere estremamente attenta con il cibo che mangia, e soprattutto con i medicinali usati per l'allattamento. Se possibile, vale la pena fare a meno dei farmaci, ma cosa fare in una situazione se un dolore acuto viene colto di sorpresa? Gli analgesici vengono in soccorso, uno dei quali è Nimesil.

Di solito, una persona può semplicemente prendere questo farmaco e liberarsi del dolore. Ma la situazione è completamente diversa quando si tratta di una donna incinta o di una madre che allatta. Per capire se un farmaco può essere utilizzato in tali situazioni, è necessario sapere in cosa consiste, come funziona e se può danneggiare in qualche modo.

Azione e composizione farmacologica

Il nimesil è un farmaco che rallenta il processo infiammatorio, lo elimina e riduce la febbre. Molto spesso, Nimesil viene utilizzato per alleviare e sbarazzarsi di mal di testa, mal di denti e altri dolori.

Una sostanza chimica che ha un effetto chiave sul corpo ed è parte integrante del farmaco: la nimesulide. Assorbito nella parete dell'intestino tenue, sopprime le sostanze biologiche che aumentano l'infiammazione e quindi riduce il dolore. Dopo la fine della sua azione, la nimesulide viene escreta nelle urine attraverso i reni. Il farmaco viene venduto come polvere granulare. Oltre al principio attivo, il preparato contiene anche sostanze ausiliarie: ketomacrogol, acido citrico, saccarosio e composti aromatici.

Quando viene utilizzato Nimesil?

L'uso più comune di Nimesil è il sollievo di vari tipi di dolore nell'infiammazione in un numero di organi e tessuti. Nimesil sarà utile nelle seguenti situazioni:

  • Mal di testa acuto o mal di denti.
  • Dolore nelle malattie del sistema muscolo-scheletrico.
  • Tenosinovite.
  • Dolore dopo frattura, livido, distorsione.
  • Dolore mestruale.

Nella maggior parte delle situazioni, Nimesil non influisce sulla causa della malattia, ma allevia semplicemente i sintomi per un certo periodo di tempo..

Regole per l'ammissione di Nimesil

Il contenuto di una bustina di Nimesil deve essere sciolto in 100 ml di acqua a temperatura ambiente. Puoi prendere due bustine al giorno, ogni volta dopo un pasto. Il farmaco non deve essere utilizzato per più di due settimane. Se non ci sono miglioramenti nella condizione, dovresti visitare un medico per sostituire il trattamento.

Effetti collaterali durante l'utilizzo di Nimesil

Durante il trattamento con Nimesil, i pazienti raramente lamentano effetti collaterali. Molto spesso, questo farmaco non causa alcun inconveniente ed è facile da usare. Se il paziente non tollera alcuna sostanza dalla composizione di Nimesil, possono verificarsi allergie sotto forma di eruzione cutanea, orticaria, edema.

Controindicazioni da usare

Nimesil non deve essere utilizzato in pazienti con allergie alla nimesulide o ad altri componenti del farmaco. È vietato prenderlo per malattie:

  • fegato;
  • enterite;
  • colite;
  • ulcere dello stomaco e del duodeno;
  • asma da aspirina e poliposi nasale.

Inoltre, non puoi usare Nimesil se hai una storia di malattie con ridotta coagulazione del sangue, sanguinamento.

Se il paziente ha avuto accidenti cerebrovascolari, soffre di ipertensione arteriosa o diabete di tipo 2, fuma o ha più di 65 anni, l'uso di Nimesil deve essere fatto con estrema cautela e sempre sotto la supervisione del medico curante.

Ci sono anche pazienti che devono utilizzare costantemente qualsiasi farmaco per la terapia: anticoagulanti, agenti antipiastrinici, glucocorticoidi. Queste persone, prima di usare Nimesil, devono consultare un medico. Solo lui può dire se alcuni farmaci sono compatibili con il farmaco.

Nimesil durante la gravidanza (secondo FDA)

La Food and Drug Administration statunitense, nota come Food and Drug Administration - FDA, consente l'uso di FANS in varie fasi della gravidanza e dell'allattamento, ma questo non si applica a tutti i farmaci in questo gruppo [1].

Nimesil allevia bene il dolore e abbassa la febbre, ma prenderlo durante la gravidanza può causare alcuni problemi. Il composto attivo - Nimesulide - influenza la divisione delle cellule nel corpo del bambino e contribuisce alla crescita eccessiva prematura del dotto di Botallov. Questo condotto è un vaso attraverso il quale sono collegati l'aorta e il tronco polmonare: attraverso di esso, il sangue viene scaricato nell'aorta. In questo caso, i polmoni compressi del feto vengono forniti con sangue saturo di ossigeno e il ventricolo destro del cuore non è sovraccarico. Il dotto di Botalov nei bambini sani cresce eccessivamente nelle prime due settimane dopo la nascita, ma l'assunzione di Nimesil da una donna incinta può contribuire alla sua chiusura prematura.

Pertanto, Nimesil è vietato per l'uso durante la gravidanza..

Nimesil durante l'allattamento

Dopo che una madre che allatta assume Nimesil per via orale, il farmaco viene assorbito nello stomaco e quindi passato nel latte materno. Durante l'allattamento, il bambino riceve una dose di farmaco che influisce negativamente sul suo corpo [2]. Il nimesil può causare alterazioni della funzionalità renale e edema. Questo può portare a insufficienza renale in futuro. Inoltre, il farmaco aumenta la probabilità di sanguinamento, riduce la capacità di coagulazione del sangue.

A causa di questi effetti, Nimesil è controindicato in gravidanza e allattamento..

Come sostituire Nimesil: analoghi consentiti per HS

Le situazioni in cui i farmaci antidolorifici possono aiutare non sono rare. Può essere sia mal di denti che dolore addominale. Se hai bisogno di usare un farmaco anestetico, dovresti dare la preferenza agli analoghi di Nimesil [3]:

L'ibuprofene è il farmaco di scelta per le donne in gravidanza e in allattamento. Non ha un effetto avverso pronunciato come Nimesil e non porta a uno sviluppo compromesso del bambino.

Puoi anche usare il paracetomolo: questo farmaco è al secondo posto nelle raccomandazioni per le donne in gravidanza e in allattamento. Non tutti i suoi componenti sono completamente assorbiti, quindi non c'è il rischio di modificare la composizione del latte.

La scelta dei farmaci per il trattamento di una madre che allatta deve essere molto attenta e con grande cura. Le conseguenze di un medicinale selezionato in modo errato possono influire sia sul corpo della donna che sulla salute del bambino. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, è necessario consultare un medico che confermerà la scelta o prescriverà un altro farmaco sicuro.

Lista di referenze:

  1. FANS - FDA (aggiornato il 05/10/2016).
  2. Nimesil - enciclopedia RLSNET (aggiornato il 07/08/2014).
  3. Antidolorifico per l'allattamento al seno - Nutrilak (creato il 05/07/2018).

È possibile che Nimesil alle madri che allattano

Durante l'allattamento, una donna dovrebbe essere attenta alla sua salute. Gli esperti raccomandano di monitorare la sua dieta e abbandonare completamente le cattive abitudini. Alcuni farmaci possono anche influire negativamente sulla salute del tuo bambino. Tuttavia, in alcuni casi, è semplicemente impossibile tollerare il mal di denti o altri dolori. È possibile bere Nimesil durante l'allattamento e quale effetto ha questo farmaco sul corpo della madre?

Proprietà di Nimesil

Nimesil è un medicinale prodotto senza l'uso di steroidi. Con il suo aiuto, puoi sbarazzarti di dolore, febbre e infiammazione in breve tempo. Tra i principali ingredienti attivi vanno distinti nimesulide e ketamacrogol. Inoltre, i componenti vengono utilizzati per migliorare le proprietà generali e il gusto.

Si consiglia di utilizzare Nimesil per eliminare il dolore acuto. Può anche aiutare a riportare la temperatura corporea alla normalità e fermare il processo infiammatorio. I componenti del farmaco entrano rapidamente nel flusso sanguigno e si accumulano nel fegato. Entrano anche nell'intestino insieme alla bile prodotta. Questo è il motivo per cui Nimesil non deve essere bevuto da donne a cui sono stati precedentemente diagnosticati problemi con il funzionamento del fegato. I componenti attivi vengono raccolti nel corpo e rimossi da esso nel tempo.

Con l'aiuto del farmaco, aumenta la quantità di prostaglandine nel corpo. Questi componenti sono necessari per l'eliminazione rapida ed efficace del processo infiammatorio. I medici assicurano che Nimesil non ha effetti collaterali anche in caso di uso prolungato. Dopo il consumo, alle mamme verrà somministrato un effetto analgesico per sei ore.

Indicazioni

Nimesil è consigliato per l'uso nei seguenti casi:

  • Il paziente lamenta dolore acuto alla colonna vertebrale o ai muscoli.
  • Terapia a lungo termine dopo danni articolari e fratture.
  • La presenza di un processo infiammatorio nei tendini o nella borsa mucosa.
  • Dolore acuto o cronico ai denti, alla testa.
  • Varie malattie delle ossa e delle articolazioni.
  • Eliminazione del dolore durante il ciclo mestruale.

Inoltre, va notato che con l'aiuto del farmaco è possibile eliminare i sintomi spiacevoli non solo durante il periodo di somministrazione.

Nimesil può essere assunto come prescritto da un medico per i pazienti di età superiore a 12 anni. La dose massima giornaliera non deve superare due bustine in dosi separate. Il farmaco ha un effetto positivo se lo bevi dopo i pasti. In precedenza, la polvere dovrebbe essere diluita in cento millilitri di acqua. Una madre che allatta può bere solo una soluzione fresca. La sua conservazione non è consentita, poiché l'effetto effettivo è ridotto..

Il farmaco può essere assunto per non più di due settimane consecutive. Se non è stato ottenuto un effetto positivo, si consiglia di rivedere il regime di trattamento insieme al proprio medico..

Quando Nimesil non può essere assunto?

È possibile utilizzare Nimesil per le madri che allattano e in quali casi deve essere rifiutato senza fallo:

  • La donna ha un'intolleranza individuale a uno o più componenti del farmaco.
  • Durante il ricovero si osservano spasmi spontanei nei bronchi, orticaria o febbre. La situazione può essere aggravata da un naso che cola. Non prenda Nimesil immediatamente dopo l'acido acetilsalicilico.
  • Il medicinale non può essere utilizzato per il trattamento insieme ad analgesici, compresse non steroidee e paracetamolo.
  • In presenza di una malattia del tratto gastrointestinale precedentemente diagnosticata.
  • Durante il ricovero, devi stare estremamente attento se hai sintomi di asma prima di questi, che sono stati accompagnati da numerose ricadute..
  • Precedente intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche.
  • Il farmaco non può essere utilizzato per il trattamento di persone dipendenti da alcol e droghe..
  • Precedentemente diagnosticato con scarsa coagulazione del sangue.
  • Disturbi del fegato.
  • Anziani e bambini sotto i 12 anni.

Le istruzioni contengono informazioni che Nimesil non è consentito durante la gravidanza e la gestazione. La sua ricezione deve essere effettuata sotto la supervisione di un medico nel caso in cui il paziente abbia ipertensione, diabete mellito o disturbi nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Esistono limitazioni di trattamento anche nei pazienti con cattiva circolazione. Dovresti stare estremamente attento durante il trattamento se una persona fuma costantemente.

Durante l'assunzione del farmaco, possono comparire anche effetti collaterali:

  • Cambiamenti nella struttura del sangue che portano al sanguinamento.
  • Prurito, sudorazione eccessiva e orticaria possono comparire periodicamente sulla pelle.
  • I pazienti si lamentano periodicamente di disturbi emotivi, vertigini e insonnia.
  • Visione offuscata.
  • Aumento della pressione che influisce negativamente sulla frequenza cardiaca.
  • Problemi con il sistema respiratorio che si verificano sullo sfondo di spasmi nei bronchi.
  • Interruzione dell'apparato digerente, nausea, vomito, feci cattive e apertura delle ulcere gastriche.
  • Funzione renale impropria.
  • Quando esamini il sangue, puoi trovare un aumento del contenuto di potassio in esso..
  • Una persona lamenta stanchezza cronica e una diminuzione periodica della temperatura corporea.

Gli effetti collaterali possono essere evitati se tutte le raccomandazioni del medico vengono seguite esattamente..

Caratteristiche di ammissione durante il periodo GV

Il produttore informa tutti i pazienti che il farmaco non deve essere assunto durante l'allattamento. Può avere un impatto negativo sulla crescita e sulla formazione del corpo del bambino. I principi attivi penetrano nello stomaco della donna e poi vanno direttamente nel flusso sanguigno. Grazie a ciò, gli ingredienti parteciperanno alla formazione del latte materno. Influiscono negativamente sul benessere del bambino e possono portare a conseguenze fatali. Se possibile, si consiglia di sostituire Nimesil con paracetamolo, poiché non è così dannoso per il bambino.

Per sopprimere il dolore intenso, è consentito bere il farmaco non più di una volta. In questo caso, un'ulteriore alimentazione è impossibile. Il giorno successivo, il bambino dovrebbe essere in un'opzione di alimentazione artificiale. In questo caso, sarà possibile prevenire conseguenze negative. Dopo la fine di questo periodo, la procedura di alimentazione può essere completamente ripristinata..

Ecco perché il medicinale viene prescritto solo se assolutamente necessario. Per fare questo, devi consultare il tuo medico senza fallo. L'automedicazione può portare a conseguenze fatali, quindi non dovresti sperimentare sulla salute di un piccolo organismo.

Come Nimesil colpisce un bambino?

Il bambino riceve tutti i componenti necessari per la crescita e lo sviluppo solo con il latte materno. Pertanto, una donna dovrebbe essere estremamente attenta alla propria salute e dieta. Per il periodo dell'allattamento, è necessario abbandonare completamente le cattive abitudini e assumere determinati farmaci. Nimesil è categoricamente sconsigliato da bere durante il periodo HB. Ci sono solo poche situazioni in cui è impossibile farne a meno..

Se una donna soffre di dolore acuto, si consiglia di assumere un farmaco più sicuro.

Durante l'alimentazione, la madre trasferisce tutti i componenti dal suo corpo al bambino. Qualsiasi farmaco può aggravare la salute del bambino. Il processo di digestione del farmaco consiste in diverse fasi:

  • Il farmaco scende nell'esofago nello stomaco e poi nell'intestino.
  • Inoltre, viene assorbito nel sangue..
  • I componenti penetrano nel latte materno, con il quale in pochi minuti penetrano nell'intestino del bambino.
  • Aspirazione nel sangue di un bambino.

Nimesil è severamente vietato bere durante la gestazione. Sullo sfondo della sua ricezione, possono verificarsi una serie di effetti collaterali che porteranno allo sviluppo di patologie nel bambino..

È anche meglio rifiutare Nimesil durante l'allattamento. Può essere sostituito con altri analgesici che non avranno un effetto dannoso sul corpo del bambino. I componenti chiave del farmaco sono mortali per un organismo che non è ancora completamente rafforzato..

I medici consigliano di sostituirlo con analgin, che ha un effetto più delicato. Inoltre il paracetamolo non viene completamente assorbito nel flusso sanguigno, quindi non può danneggiare la composizione del latte. Immediatamente dopo la nascita, il bambino non ha ancora la quantità richiesta di enzimi necessari per la digestione di componenti complessi. La situazione è molto più facile da prevenire che affrontare problemi e complicazioni in seguito..

L'acido acetilsalicilico può essere usato come rimedio una tantum. I suoi principi attivi non possono essere trasmessi a un bambino attraverso il latte materno. Durante l'allattamento, non dovresti bere Pentalgin e Sedalgin. Contengono codeina, un componente che influisce negativamente sul sistema nervoso del bambino..

La mamma dovrebbe selezionare attentamente le medicine per la tosse. La maggior parte di loro rappresenta una vera minaccia, quindi non possono essere utilizzati per il trattamento. Anche il broncodilatatore, con un uso costante, ha un effetto negativo sul bambino..

In conclusione, vorrei sottolineare che oggi esiste un elenco di medicinali che non è consentito bere durante l'allattamento. Questo elenco contiene circa 400 diversi tipi di pillole. Tuttavia, fare più ricerche sui bambini è disumano. Ecco perché ci sono farmaci la cui azione non è stata ancora completamente studiata..

Nimesulide durante l'allattamento

Raccomandazioni fatte
pediatra - Dr. Victоr Аbdоw
Rockville, MD, USA.

Posso prendere Nimesulide durante l'allattamento?
È sicuro per una madre che allatta e un bambino?

L'approvazione del farmaco è stata rifiutata in molti paesi dal 2002 a causa di un aumento del rischio di sviluppare priapismo. La FDA non è approvata per l'uso negli Stati Uniti. L'EMA (Agenzia europea per i medicinali) ha imposto restrizioni all'uso restringendo il profilo dei sintomi, abbreviando la durata del trattamento, limitando i bambini sotto i 12 anni di età ed evitandolo durante la gravidanza e l'allattamento. L'ultimo aggiornamento non è riuscito a trovare dati rilevanti sull'allattamento al seno. Il suo alto peso molecolare e il legame con le proteine ​​plasmatiche rendono improbabile l'escrezione nel latte materno. Tuttavia, dovrebbero essere preferiti i farmaci antinfiammatori noti per essere sicuri sia per la madre che per il bambino.

Vuoi chiedere qualcos'altro su Nimesulide ?
Poni la tua domanda tramite il modulo sottostante.

Tipi di rischio

Rischio molto basso
Consentito per l'allattamento al seno. Non pericoloso per il bambino. più dettagli.

A basso rischio
Moderatamente sicuro. Possibile presenza nel latte materno. Segui le raccomandazioni del tuo medico. più dettagli.

Alto rischio
Farmaco non sicuro, se assunto, è necessario valutare i rischi. Usa alternative più sicure. più dettagli.

Rischio molto alto
Non consigliato. Smetti di allattare o scegli un'alternativa sicura. più dettagli.

Nimesulide

Soddisfare

  • Formula strutturale
  • Il nome latino della sostanza è Nimesulide
  • Gruppo farmacologico della sostanza Nimesulide
  • Caratteristiche della sostanza Nimesulide
  • Farmacologia
  • Applicazione della sostanza Nimesulide
  • Controindicazioni
  • Restrizioni d'uso
  • Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento
  • Effetti collaterali della sostanza Nimesulide
  • Interazione
  • Overdose
  • Via di somministrazione
  • Precauzioni per la sostanza Nimesulide
  • istruzioni speciali
  • Interazioni con altri principi attivi
  • Nomi commerciali

Formula strutturale

Nome russo

Nome latino della sostanza Nimesulide

Nome chimico

Formula lorda

Gruppo farmacologico della sostanza Nimesulide

  • Altri analgesici non narcotici, inclusi farmaci non steroidei e altri antinfiammatori

Classificazione nosologica (ICD-10)

  • K08.8.0 * Mal di denti
  • M06.9 Artrite reumatoide, non specificata
  • M07.3 Altre artropatie psoriasiche (L40,5 +)
  • Gotta M10.9, non specificata
  • M13.9 Artrite, non specificata
  • M19.9 Osteoartrite, non specificata
  • M25.5 Dolore articolare
  • M35.3 Polimialgia reumatica
  • M42 Osteocondrosi della colonna vertebrale
  • M45 Spondilite anchilosante
  • M54 Dorsalgia
  • M54.1 Radicolopatia
  • M54.3 Sciatica
  • M54.4 Lombalgia con sciatica
  • M54.5 Lombalgia
  • M67.9 Disturbo della sinovia e del tendine, non specificato
  • M71 Altre bursopatie
  • M77.9 Enthesopathy, non specificato
  • M79.1 Mialgia
  • N94.6 Dismenorrea, non specificata
  • R51 Mal di testa
  • R52.0 Dolore acuto
  • R52.9 Dolore, non specificato
  • T14.3 Dislocazione, distorsione e lesione dell'apparato capsulo-legamentoso dell'articolazione di una regione non specificata del corpo
  • T14.6 Traumatismo di muscoli e tendini, regione del corpo non specificata
  • T14.9 Traumatismo, non specificato
  • T88.9 Complicazione di chirurgia e terapia, non specificata

Codice CAS

Caratteristiche della sostanza Nimesulide

FANS della classe sulfonamide.

Farmacologia

Farmacodinamica

Granuli di sospensione orale, compresse

Inibisce l'enzima COX, responsabile della sintesi di GHG, principalmente COX-2 - un enzima coinvolto nella sintesi di GHG - mediatori di edema, infiammazione e dolore al centro dell'infiammazione.

Inibisce in modo reversibile la formazione di PGE2, sia al centro dell'infiammazione che nelle vie ascendenti del sistema nocicettivo, comprese le vie per la conduzione degli impulsi dolorifici del midollo spinale. Riduce la concentrazione di PGN di breve durata2, da cui si forma la PGE sotto l'azione della prosgaglandina isomerasi2. Diminuzione della concentrazione di PGE2 porta ad una diminuzione del grado di attivazione dei recettori prostanoidi di tipo EP, che si esprime in effetti analgesici e antinfiammatori. Inibisce il rilascio di TNF-α, che provoca la formazione di citochinine.

Sopprime il rilascio di istamina, inibisce la sintesi di IL-6 e urochinasi, prevenendo così la distruzione del tessuto cartilagineo. Inibisce la sintesi delle metalloproteasi (elastasi, collagenasi), prevenendo la distruzione dei proteoglicani e del collagene nel tessuto cartilagineo. Interagisce con i recettori glucocorticoidi attivandoli per fosforilazione, che ne potenzia anche l'effetto antinfiammatorio. Sopprime l'aggregazione piastrinica.

Gel per uso esterno

Se applicato localmente, provoca un indebolimento o una scomparsa del dolore nel sito di applicazione del gel, incl. dolore alle articolazioni a riposo e durante il movimento, riduce la rigidità mattutina e il gonfiore delle articolazioni. Promuove una maggiore libertà di movimento.

Farmacocinetica

Granuli per la preparazione della sospensione orale

Aspirazione. Dopo somministrazione orale, la nimesulide è ben assorbita dal tratto gastrointestinale, raggiungendo Cmax nel plasma sanguigno dopo 2-3 ore.

Distribuzione. Comunicazione con proteine ​​plasmatiche - 95%, eritrociti - 2%, lipoproteine ​​- 1%, acido alfa1-glicoproteine ​​- 1%. Penetra nei tessuti degli organi genitali femminili, dove dopo una singola dose la sua concentrazione è circa il 40% della concentrazione plasmatica. Penetra bene nell'ambiente acido del fuoco infiammatorio (40%), liquido sinoviale (43%). Penetra facilmente nel BBB.

Metabolismo. Viene metabolizzato nel fegato dall'isoenzima CYP2C del citocromo P450 9. Il principale metabolita è il paraidrossivato farmacologicamente attivo della nimesulide - idrossinimesulide.

Escrezione. T1/2 la nimesulide è 1,56-4,95 ore, l'idrossinimesulide - 2,89-4,78 ore La nimesulide è escreta principalmente dai reni (circa il 50% della dose assunta). L'idrossinimesulide è escreta dai reni (65%) e dalla bile (35%), subisce il ricircolo enteroepatico.

Il profilo farmacocinetico della nimesulide negli anziani non cambia con la nomina di dosi singole e multiple / ripetute.

Secondo uno studio sperimentale condotto con la partecipazione di pazienti con insufficienza renale lieve e moderata (creatinina Cl 30-80 ml / min) e volontari sani, Cmax La nimesulide e il suo metabolita nel plasma dei pazienti non hanno superato la concentrazione di nimesulide in volontari sani. AUC e T1/2 nei pazienti con insufficienza renale erano maggiori del 50%, ma entro i valori farmacocinetici. Con la somministrazione ripetuta di nimesulide, il cumulo non è osservato.

Aspirazione. Dopo somministrazione orale, la nimesulide è ben assorbita dal tratto gastrointestinale. L'assunzione di cibo riduce la velocità di assorbimento senza alterarne il grado. Tmax - 1,5-2,5 ore Smax la nimesulide nel plasma sanguigno raggiunge 3,5-6,5 mg / l.

Distribuzione. La connessione con le proteine ​​plasmatiche è del 95%, eritrociti - 2%, lipoproteine ​​- 1%, acido alfa1-glicoproteine ​​- 1%. La dose non influenza il grado di legame alle proteine ​​del sangue. Vd - 0,19-0,35 l / kg. Penetra nei tessuti degli organi genitali femminili, dove dopo una singola dose, la concentrazione è circa il 40% della concentrazione nel plasma. Penetra bene nell'ambiente acido del fuoco infiammatorio (40%), liquido sinoviale (43%). Penetra facilmente nel BBB.

Metabolismo. Viene metabolizzato nel fegato dalle monoossigenasi tissutali. Il metabolita principale (25%) - 4-idrossinimesulide - ha un'attività farmacologica simile.

Escrezione. T1/2 nimesulide è 1,56-4,95 ore, 4-idrossinimesulide - 2,89-4,78 ore. La 4-idrossinimesulide è escreta dai reni (65%) e dalla bile (35%), subisce il ricircolo enteroepatico.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali. Nei pazienti con insufficienza renale lieve e moderata (creatinina Cl 1,8-4,8 l / ho 30-80 ml / min), così come nei bambini e negli anziani, il profilo farmacocinetico della nimesulide non cambia in modo significativo.

Gel per uso esterno

Quando si applica il gel, la concentrazione del principio attivo nella circolazione sistemica è estremamente bassa. Cmax La nimesulide nel plasma sanguigno dopo una singola applicazione viene rilevata entro la fine del primo giorno, il suo valore è più di 300 volte inferiore a quello delle forme di dosaggio orale di nimesulide. Nessuna traccia del metabolita principale della nimesulide (4-idrossinimesulide) viene rilevata nel sangue.

Applicazione della sostanza Nimesulide

Granuli per la preparazione della sospensione orale

Dolore acuto (mal di schiena, lombalgia; sindrome dolorosa nella patologia del sistema muscolo-scheletrico, comprese lesioni, distorsioni e lussazioni delle articolazioni; tendeniti, borsiti; mal di denti), trattamento sintomatico dell'osteoartrosi con sindrome del dolore, algomenorrea.

Artrite reumatoide, sindrome articolare durante l'esacerbazione della gotta, artrite psoriasica, spondilite anchilosante, osteocondrosi con sindrome radicolare, artrosi, mialgia della genesi reumatica e non reumatica, infiammazione dei legamenti, tendini, borsite, incl. infiammazione post-traumatica dei tessuti molli, sindrome dolorosa di varia origine (anche nel periodo postoperatorio, con lesioni, algomenorrea, mal di denti, cefalea, artralgia, lumboisalgia).

Gel per uso esterno

Malattie infiammatorie acute e croniche dell'apparato muscolo-scheletrico (sindrome articolare con esacerbazione della gotta, artrite reumatoide, artrite psoriasica, spondilite anchilosante, artrosi, osteocondrosi con sindrome radicolare, sciatica, lesioni infiammatorie di legamenti e tendini, artrite lombare) e origine non reumatica, infiammazione post-traumatica dei tessuti molli e del sistema muscolo-scheletrico (danno e rottura dei legamenti, contusioni).

In tutte le forme di dosaggio, la nimesulide è destinata alla terapia sintomatica, riducendo il dolore e l'infiammazione al momento dell'uso, non influisce sulla progressione della malattia.

Controindicazioni

Granuli di sospensione orale, compresse

Ipersensibilità, combinazione completa o incompleta di asma bronchiale, poliposi ricorrente del naso o dei seni paranasali e intolleranza all'acido acetilsalicilico e altri FANS (anche nella storia), alterazioni erosive e ulcerative della mucosa dello stomaco e del duodeno, sanguinamento gastrointestinale attivo, sanguinamento gastrointestinale o altre emorragie, malattie infiammatorie intestinali (morbo di Crohn, colite ulcerosa) nella fase acuta, emofilia e altri disturbi emorragici, insufficienza cardiaca scompensata, insufficienza epatica o qualsiasi malattia epatica attiva, dati anamnestici sullo sviluppo di reazioni epatotossiche durante l'uso di nimesulide, alcolismo, tossicodipendenza, grave insufficienza renale (farmaci per la creatinina Cl, gravidanza e allattamento, bambini sotto i 12 anni di età.

Gel per uso esterno

Ipersensibilità, incl. ad altri FANS, combinazione completa o incompleta di asma bronchiale, poliposi ricorrente del naso e dei seni paranasali e intolleranza all'acido acetilsalicilico o altri FANS (nella storia), lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale nella fase acuta, dermatosi, danni all'epidermide e infezioni della zona di applicazione, insufficienza renale, grave (creatinina Cl creatinina Cl 30-60 ml / min); dati anamnestici sulla presenza di lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale, infezione causata da Helicobacter pylori; età avanzata; uso precedente a lungo termine di FANS; gravi malattie somatiche; terapia concomitante con anticoagulanti (ad esempio warfarin), agenti antipiastrinici (ad esempio acido acetilsalicilico, clopidogrel), corticosteroidi orali (ad esempio prednisolone), SSRI (ad esempio citalopram, fluoxetina, paroxetina, sertralina).

La decisione di prescrivere la nimesulide per via orale deve essere basata su una valutazione individuale del rapporto rischio-beneficio..

Gel per uso esterno

Storia di lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale (inclusa ulcera peptica dello stomaco e del duodeno); insufficienza epatica e renale da lieve a moderata; grave insufficienza cardiaca; ipertensione arteriosa; età avanzata; bambini sopra i 12 anni; diabete; disturbo emorragico (inclusa emofilia, prolungamento del tempo di sanguinamento, tendenza a sanguinare).

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso della nimesulide è controindicato durante la gravidanza e durante l'allattamento. Se necessario, utilizzare durante l'allattamento al seno, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

L'uso di nimesulide può influire negativamente sulla fertilità nelle donne e non è raccomandato per le donne che pianificano una gravidanza.

Effetti collaterali della sostanza Nimesulide

L'incidenza delle reazioni avverse è classificata come segue: molto comune (> 1/10); spesso (≥1 / 100, inclusa sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell).

Dalla parte del sistema nervoso centrale: raramente - capogiro; raramente - una sensazione di paura, nervosismo, incubi; molto raramente - mal di testa, sonnolenza, encefalopatia (sindrome di Reye).

Dai sensi: raramente - visione offuscata.

Dal CCC: raramente - aumento della pressione sanguigna; raramente - tachicardia, labilità della pressione sanguigna, vampate di calore, palpitazioni.

Dal sistema respiratorio: raramente - mancanza di respiro; molto raramente - esacerbazione dell'asma bronchiale, broncospasmo.

Dalla distesa digestiva: spesso - diarrea, nausea, vomito; raramente - stitichezza, flatulenza, gastrite; molto raramente - dolore addominale, dispepsia, stomatite, feci catramose, sanguinamento gastrointestinale, ulcerazione della mucosa e / o perforazione dello stomaco o del duodeno.

Dal fegato e dalle vie biliari: spesso - un aumento del livello delle transaminasi epatiche; molto raramente - epatite, epatite fulminante, ittero, colestasi.

Dal lato dei reni e delle vie urinarie: raramente - disuria, ematuria, ritenzione urinaria, iperkaliemia; molto raramente - insufficienza renale, oliguria, nefrite interstiziale.

Disordini generali: raramente - edema; raramente - malessere, astenia; molto raro - ipotermia.

Gel per uso esterno

Dalla pelle e dai tessuti sottocutanei: raramente - prurito, bruciore, gonfiore; molto raramente - irritazione cutanea moderata o grave, iperemia, eruzione cutanea, desquamazione, desquamazione, eritema.

Con l'uso esterno di nimesulide, la probabilità di effetti collaterali sistemici è inferiore rispetto alla somministrazione orale. Tuttavia, si dovrebbe essere consapevoli della possibilità di effetti collaterali sistemici se la nimesulide viene utilizzata in ampie aree per lungo tempo e in dosi elevate..

Interazione

Granuli di sospensione orale, compresse

GKS. Aumenta il rischio di ulcere gastrointestinali o sanguinamento.

Farmaci antipiastrinici e SSRI. Aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale.

Anticoagulanti. I FANS possono aumentare l'effetto degli anticoagulanti come il warfarin. A causa dell'aumentato rischio di sanguinamento, questa combinazione non è raccomandata ed è controindicata nei pazienti con gravi disturbi della coagulazione. Se la terapia di combinazione non può essere evitata, deve essere effettuato un attento monitoraggio dei parametri di coagulazione del sangue..

Diuretici I FANS possono ridurre l'effetto dei diuretici. In volontari sani, la nimesulide riduce temporaneamente l'escrezione di sodio da parte della furosemide, in misura minore, il potassio, e riduce l'effettivo effetto diuretico. La somministrazione combinata di nimesulide e furosemide porta ad una diminuzione (di circa il 20%) dell'AUC e ad una diminuzione dell'escrezione cumulativa di furosemide senza modificare la clearance renale della furosemide. La somministrazione concomitante di furosemide e nimesulide richiede cautela nei pazienti con funzionalità renale o cardiaca ridotta.

ACE inibitori e antagonisti del recettore dell'angiotensina II. I FANS possono ridurre l'effetto dei farmaci antipertensivi. Nei pazienti con insufficienza renale da lieve a moderata (creatinina Cl 30-80 ml / min), con la somministrazione concomitante di ACE inibitori, antagonisti del recettore dell'angiotensina II o sostanze che sopprimono il sistema COX (FANS, agenti antiaggreganti piastrinici), ulteriore deterioramento della funzione renale e insorgenza di insufficienza renale, che di solito è reversibile. Queste interazioni devono essere prese in considerazione nei pazienti che assumono nimesulide in combinazione con ACE inibitori o antagonisti del recettore dell'angiotensina II. Pertanto, la somministrazione congiunta di questi farmaci deve essere prescritta con cautela, soprattutto nei pazienti anziani. I pazienti devono ricevere una quantità sufficiente di liquidi e la funzionalità renale deve essere attentamente monitorata dopo l'inizio della terapia concomitante.

Preparazioni al litio. Esistono prove che i FANS riducono la clearance del litio, il che porta ad un aumento della concentrazione di litio nel plasma sanguigno e alla sua tossicità. Quando la nimesulide viene prescritta a pazienti in terapia con preparazioni di litio, deve essere effettuato un monitoraggio regolare della concentrazione di litio nel plasma..

Non sono state osservate interazioni clinicamente significative con glibenclamide, teofillina, digossina, cimetidina e farmaci antiacidi (ad esempio, una combinazione di idrossido di alluminio e magnesio).

La nimesulide inibisce l'attività dell'isoenzima CYP2C9. Con la somministrazione simultanea di farmaci con nimesulide, metabolizzato con la partecipazione di questo isoenzima, la loro concentrazione nel plasma può aumentare.

Con l'uso simultaneo di farmaci antiepilettici (acido valproico), antifungini (ketoconazolo), anti-tubercolosi (isoniazide), amiodarone, metotrexato, metildopa, amoxicillina in combinazione con acido clavulanico, è possibile un effetto epatotossico additivo.

A causa dell'alto grado di legame della nimesulide alle proteine ​​plasmatiche, i pazienti che assumono contemporaneamente sulfonilammidi devono essere sotto controllo medico, sottoposti a esame a brevi intervalli. Quando si prescrive nimesulide meno di 24 ore prima o dopo l'assunzione di metotrexato, è necessaria cautela, perché in questi casi, la concentrazione di metotrexato nel plasma e, di conseguenza, i suoi effetti tossici possono aumentare. A causa dell'effetto sulla PG renale, gli inibitori della PG sintetasi, che include nimesulide, possono aumentare la nefrotossicità delle ciclosporine.

Studi in vitro hanno dimostrato che la nimesulide viene spostata dai siti di legame dalla tolbutamide, acido salicilico. Nonostante il fatto che queste interazioni siano state determinate nel plasma sanguigno, questi effetti non sono stati osservati durante l'uso clinico della nimesulide.

Gel per uso esterno

Quando applicato esternamente, la nimesulide non causa un effetto clinicamente significativo sul metabolismo di altri farmaci.

In caso di uso prolungato di nimesulide sotto forma di gel alle dosi massime, non si possono escludere interazioni con digossina, fenitoina, preparati a base di litio, diuretici, ciclosporina, metotrexato, altri FANS, farmaci antipertensivi e antidiabetici. Prima di usare il gel, dovresti consultare un medico se stai usando questi farmaci o sei sotto controllo medico.

Overdose

Granuli di sospensione orale, compresse

Sintomi: apatia, sonnolenza, nausea, vomito, dolore nella regione epigastrica. È possibile il sanguinamento gastrointestinale. In rari casi, è possibile aumentare la pressione sanguigna, insufficienza renale acuta, depressione respiratoria e coma, reazioni anafilattoidi.

Trattamento: sintomatico. Non esiste un antidoto specifico. In caso di sovradosaggio nelle ultime 4 ore, è necessario indurre il vomito e / o fornire l'assunzione di carbone attivo (da 60 a 100 g per adulto) e / o un lassativo osmotico. Diuresi forzata, l'emodialisi è inefficace a causa dell'elevata connessione della nimesulide con le proteine ​​plasmatiche.

Gel per uso esterno

Non sono stati descritti casi di sovradosaggio di nimesulide con uso esterno.

Quando si applicano grandi quantità di gel (superiori a 50 g) su ampie aree della pelle o se ingerite accidentalmente, possono svilupparsi reazioni avverse sistemiche (nausea, vomito).

Trattamento: lavanda gastrica, induzione del vomito, carbone attivo, diuresi forzata, terapia sintomatica. Non esiste un antidoto specifico. Hai bisogno di vedere un medico.

Via di somministrazione

Dentro, esternamente.

Precauzioni per la sostanza Nimesulide

Granuli di sospensione orale, compresse

La nimesulide deve essere usata con cautela in pazienti con una storia di malattie gastrointestinali (colite ulcerosa, morbo di Crohn), poiché è possibile un'esacerbazione di queste malattie.

Il rischio di emorragia gastrointestinale, ulcera / perforazione dello stomaco o del duodeno aumenta con l'aumentare della dose di FANS in pazienti con anamnesi di ulcere gastriche o duodenali, specialmente quelle complicate da sanguinamento o perforazione, e nei pazienti più anziani, quindi il trattamento deve essere iniziato con il più basso possibile dose. I pazienti che ricevono farmaci che riducono la coagulazione del sangue o inibiscono l'aggregazione piastrinica aumentano anche il rischio di sanguinamento gastrointestinale. In caso di sanguinamento gastrointestinale o ulcera gastrica o duodenale in pazienti che assumono nimesulide, il trattamento deve essere interrotto..

Quando si utilizza nimesulide per più di 2 settimane, è necessario monitorare gli indicatori di funzionalità epatica (attività delle transaminasi epatiche).

Se compaiono segni di danno epatico (prurito, ingiallimento della pelle, nausea, vomito, dolore addominale, urine scure, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche), interrompere l'assunzione di nimesulide e consultare il medico..

Ai pazienti con ipertensione arteriosa, disturbi cardiaci, malattie cerebrovascolari deve essere prescritta nimesulide con cautela. Se la condizione peggiora, il trattamento con nimesulide deve essere interrotto.

Poiché la nimesulide è parzialmente escreta dai reni, la sua dose per i pazienti con funzionalità renale ridotta deve essere ridotta in base ai parametri di clearance della creatinina. In caso di deterioramento della funzione renale, la nimesulide deve essere annullata.

La nimesulide può modificare le proprietà delle piastrine, pertanto è necessario prestare attenzione quando la si utilizza in persone con diatesi emorragica, tuttavia, la nimesulide non sostituisce l'effetto profilattico dell'acido acetilsalicilico nelle malattie cardiovascolari.

Durante il trattamento con nimesulide, si raccomanda di evitare l'uso contemporaneo di farmaci epatotossici, analgesici, altri FANS (ad eccezione di basse dosi di acido acetilsalicilico, utilizzato in dosi antipiastriniche) e l'uso di etanolo.

I pazienti anziani sono particolarmente inclini a reazioni avverse ai FANS, incl. rischio di emorragia gastrointestinale pericolosa per la vita e perforazione gastrointestinale, nonché deterioramento della funzione renale, epatica e cardiaca. Quando si assume nimesulide in questa categoria di pazienti, è richiesto un monitoraggio clinico regolare delle loro condizioni..

Il rischio di sanguinamento, ulcerazione o perforazione gastrointestinale aumenta con dosi elevate di nimesulide, in pazienti con anamnesi di ulcere gastriche o duodenali e negli anziani. Questi pazienti devono iniziare il trattamento alla dose più bassa. In questi pazienti, così come in quelli che assumono nimesulide in associazione a dosi cardiache di acido acetilsalicilico, la terapia di associazione deve essere utilizzata in combinazione con agenti gastroprotettivi (inibitori della pompa protonica o misoprostolo).

Per ridurre il rischio di eventi avversi, la dose minima efficace di nimesulide deve essere utilizzata nel minor tempo possibile breve corso.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi. L'effetto della nimesulide sulla capacità di guidare veicoli e sui meccanismi di controllo non è stato studiato, pertanto, durante il periodo di trattamento, è necessario prestare attenzione quando si guidano veicoli e si intraprendono attività potenzialmente pericolose che richiedono maggiore concentrazione dell'attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Gel per uso esterno

Il gel non deve essere applicato su mucose, occhi, aree cutanee danneggiate e infette, aree affette da malattie della pelle e ferite aperte. Dopo aver applicato il gel, lavarsi le mani con acqua e sapone. Non applicare una medicazione occlusiva dopo aver applicato il gel.

Quando la nimesulide viene applicata come gel, può verificarsi un'intensa sensazione di bruciore, che scompare entro pochi giorni. Durante l'applicazione del gel e prima di lavarsi le mani, non toccare le zone sensibili della pelle. In caso di contatto accidentale del gel su mucose o zone cutanee sensibili, sciacquare con abbondante acqua.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli, meccanismi. L'uso di nimesulide sotto forma di gel non influisce sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi.

istruzioni speciali

Granuli per la preparazione della sospensione orale

Poiché la nimesulide sotto forma di granuli contiene saccarosio (0,15-0,18 XE per 100 mg), questo dovrebbe essere preso in considerazione nei pazienti con diabete mellito e in quelli che seguono una dieta ipocalorica.

La nimesulide sotto forma di granuli non è raccomandata per i pazienti con malattie ereditarie rare di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio o deficit di saccarasi-isomaltasi.

Quali antidolorifici può assumere una madre che allatta: una panoramica degli analgesici per l'allattamento

Spesso il malessere si insinua inosservato e si manifesta immediatamente in un dolore insopportabile. Mal di denti, schiena scivolata, orecchio interno infiammato, mal di stomaco, emicrania, infiammazione delle articolazioni, ma non si sa mai da dove può venire il dolore. Nessuna malattia inizia in tempo. La natura non risparmia nemmeno le madri che allattano: si ammalano abbastanza facilmente per il semplice motivo che il loro corpo è molto indebolito dal parto e l'immunità è ridotta. Il dolore acuto può sorprendere e costringere una giovane madre a prendere le prime pillole per il dolore che vengono a portata di mano, che sono nell'armadietto dei medicinali di casa..

Succede che una giovane madre abbia bisogno di assumere regolarmente qualsiasi farmaco. Dovresti scoprire in anticipo se è consentito assumere questo farmaco con HB, perché gli analgesici possono penetrare nel latte e causare gravi danni al bambino. A volte anche una piccola quantità di essi può causare problemi di salute irreparabili al bambino..

Se la pillola non può essere evitata, è necessario scegliere quei farmaci adatti alle madri che allattano. Contengono sostanze meno nocive e hanno un effetto delicato sul corpo

Come assumere correttamente gli antidolorifici?

Quali antidolorifici puoi bere durante l'allattamento senza paura per il tuo bambino? La madre può usare unguenti anestetici se le fa male la schiena (per maggiori dettagli, vedere l'articolo: cosa fare se le fa male la schiena dopo il parto?)? Vale la pena prendere analgin o è meglio bere un altro antidolorifico?

  1. La prima cosa da fare è determinare cosa ha causato il dolore ed eliminarne la fonte, e per questo è necessario posticipare tutti i casi e andare urgentemente dal medico! Un forte mal di testa può essere dovuto a ipo- o ipertensione, lo stomaco di solito fa male a causa di gastrite o ulcere, il mal di denti acuto di solito causa pulpite (si consiglia di leggere: come e qual è il trattamento per il mal di denti durante l'allattamento?). Il medico prescriverà il trattamento più appropriato per te, tenendo conto dell'allattamento al seno.
  2. Non ridurre da solo la dose dell'antidolorifico, assumere il farmaco nel dosaggio e con la frequenza prescritta dal medico. Una quantità minore di anestetico semplicemente non ti aiuterà e il bambino riceverà comunque la sua "dose" insieme al latte.
  3. Ogni volta, prima di acquistare un farmaco, assicurati di leggere le istruzioni per esso: contiene sempre informazioni sull'uso di questo farmaco durante l'allattamento.
  4. Scopri l'emivita dell'analgesico e il tempo dopo il quale manifesta la sua massima concentrazione nel sangue. Di norma, gli analgesici entrano nel flusso sanguigno e quindi nel latte materno, entro 40-50 minuti dal momento della somministrazione, e la loro massima concentrazione nel sangue si osserva 1-1,5 ore dopo la somministrazione. Per motivi di sicurezza, è saggio che il bambino a volte gli dia da mangiare latte artificiale..
  5. Non assumere più volte un farmaco destinato a un uso singolo: è davvero dannoso per la salute sia della madre che del bambino..

Farmaci consentiti per l'allattamento al seno

Ibuprofene

Proprio come Diclofenac appartiene al gruppo dei FANS, ha un effetto simile. Le seguenti varietà possono essere trovate sotto forma di compresse o sospensioni nelle farmacie:

  • Advil;
  • Ibuprom;
  • Ibuprofene (ti consigliamo di leggere: una madre che allatta può bere ibuprofene?);
  • Nurofen (consigliamo di leggere: come usare Nurofen durante l'allattamento per una madre?);
  • Brufen;
  • Ibufen.

Se si osserva il dosaggio prescritto dal medico, quando si utilizza il medicinale, il suo effetto diventerà evidente dopo 15-25 minuti. Devi prendere il farmaco subito dopo aver allattato il tuo bambino. In questo caso, il rischio che l'ibuprofene penetri nel sangue delle briciole sarà minimo..

Il dottor Komarovsky dice che l'ibuprofene durante l'allattamento, preso 1 volta, non è pericoloso. Nel caso in cui il trattamento con ibuprofene sia necessario per una settimana (come scritto nelle istruzioni), dovresti pensare di trasferire temporaneamente il bambino alla nutrizione artificiale.

Paracetamolo

Disponibile sotto forma di compresse, capsule, sospensioni e supposte. In vendita puoi trovare i seguenti medicinali, il cui principale ingrediente attivo è il paracetamolo:

  • Efferalgan;
  • Panadol;
  • Paracetamolo;
  • Paralen;
  • Grippostad;
  • Cefekon;
  • Rapidol;
  • Calpol.

Il farmaco può passare nel latte, ma in piccole quantità è riconosciuto come completamente sicuro per il bambino. È prescritto come anestetico per i seguenti disturbi:

  • mal di testa (inclusa l'emicrania);
  • mal di denti;
  • mal di schiena;
  • artrite.

Diclofenac

Il diclofenac è ​​un farmaco controverso. Da un lato, le istruzioni per un medicinale, di regola, contengono un divieto del suo uso per HB. D'altra parte, secondo la guida ai farmaci E-LACTANCIA, questo farmaco penetra nel latte in quantità insignificante e non rappresenta un pericolo per il bambino..

Nella rete di farmacie viene venduto sotto forma di soluzione iniettabile, compresse, creme, unguenti, gel, cerotti, supposte con i nomi:

  • Diclofenac;
  • Voltaren;
  • Diklak;
  • Clafen;
  • Naklofen;
  • Clodifen;
  • Olfen;
  • Diclobene.

Si consiglia di assumere questo farmaco per non più di 7 giorni e, se i problemi di salute sono minori, è possibile applicare Voltaren gel sui punti dolenti, ad esempio strofinandolo sulla pelle della schiena. I gel applicati esternamente non penetrano nel latte, ma non devono essere applicati sul seno o su aree del corpo sovradimensionate. Assicurati di parlarne con il tuo medico..

Farmaci vietati per l'epatite B

Alcuni noti antidolorifici come l'analgin non dovrebbero mai essere presi durante l'allattamento. Consideriamo i più comuni.

Analgin

Il farmaco Analgin e i suoi analoghi (Sedalgin Plus, Tempalgin, Pentalgin) sono vietati per una donna che allatta! Il noto pediatra Yevgeny Komarovsky avverte che Analgin può causare sia la madre che il bambino:

  • disfunzione dei reni;
  • shock anafilattico;
  • grave reazione allergica;
  • inibizione della formazione dei globuli rossi.

Ketanov

Ketanov è un farmaco antinfiammatorio non steroideo, prodotto sotto forma di compresse e una soluzione iniettabile, è consentito l'uso solo in un ospedale medico per ridurre il dolore postoperatorio. È categoricamente impossibile per le madri che allattano usarlo, poiché esistono prove affidabili che questo farmaco ha un effetto negativo sul sistema cardiovascolare e nervoso del bambino..

Nimesil

Anche Nimesil appartiene al gruppo dei FANS. Viene utilizzato principalmente per periodi dolorosi, nonché per il trattamento del mal di schiena e delle articolazioni reumatiche. Analoghi di Nimesil, simili nell'azione, prodotti in forma granulare e compressa: Nimesulide;

  • Nise;
  • Mesulin;
  • Nimesin;
  • Nimid;
  • Nimulide;
  • Pansulide;
  • Remesulid;
  • Unguento di solidina.

Non sono stati condotti studi sull'effetto di Nimesil e dei suoi analoghi sul corpo di un bambino. Per questo motivo, il pediatra Komarovsky e altri medici non raccomandano i farmaci in questo gruppo alle donne che allattano.

Esistono molti analgesici sicuri disponibili sul mercato, quindi non è necessario sopportare il dolore. Ricorda: eventuali antidolorifici durante l'allattamento devono essere assunti solo come indicato dal medico.!

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

A che età dare le date ai bambini?

Nutrizione

La frutta secca è considerata un alimento sano che piace a molti adulti. Ma quando si tratta di nutrire un bambino, molte madri dubitano che sia possibile dare frutta secca in tenera età.

Burro di cacao. Proprietà medicinali. Applicazione. Trattamento per la tosse. Controindicazioni.

Nutrizione

Ciao cari lettori. Oggi voglio parlarvi del burro di cacao, voglio condividere la mia esperienza nell'utilizzo del burro di cacao.

Dosaggio di acido folico durante la gravidanza

Concezione

Cosa, cosa e acido folico durante la gravidanza, specialmente durante il periodo di pianificazione, sono prescritti da quasi tutti i medici. È interessante notare che anche gli ardenti oppositori di qualsiasi farmaco durante la gravidanza, l'acido folico è favorito.

I benefici dell'olio di pesce con l'epatite B, come influisce sulla salute della madre e del bambino durante l'allattamento

Parto

Per migliorare le condizioni di pelle, capelli e unghie, per reintegrare la carenza di importanti vitamine ed elementi, possono essere utilizzati complessi multivitaminici.