Principale / Nutrizione

I primi alimenti complementari con alimentazione artificiale

Naturalmente, ci sono alcuni componenti nel latte materno che non possono essere riprodotti in miscele, nonostante tutti gli sforzi degli scienziati e le capacità dell'attuale livello di produzione. Prima di tutto, si tratta di immunomodulatori (sostanze che attivano il sistema immunitario e proteggono il corpo del bambino dalle malattie durante l'intero periodo dell'allattamento al seno), acido docosaesaenoico (DHA) e altri acidi grassi polinsaturi essenziali necessari per il successo dello sviluppo intellettuale del bambino, così come alcuni altri componenti... Ma tutte queste sostanze sono ingredienti specifici che si trovano solo nel latte materno umano e da nessun'altra parte, e nessun alimento complementare può sostituirle..

Perché hai bisogno di cibi complementari?

Pertanto, l'introduzione di alimenti complementari con l'alimentazione artificiale non dovrebbe porsi il compito di compensare qualcosa che il bambino artificiale non ha ricevuto, è necessario ottenere nuove vitamine e microelementi di cui il corpo del bambino inizia ad avere bisogno man mano che cresce, per aumentare il numero di calorie necessarie a un corpo in rapida crescita, e per la conoscenza graduale del bambino con il cibo "adulto". I motivi per l'introduzione di alimenti complementari sono esattamente gli stessi del caso dei bambini: il bambino cresce, si muove verso nuove fasi di sviluppo, i suoi bisogni cambiano ei genitori cercano di soddisfarli nel tempo.

Tutti i bambini - sia alimentati artificialmente che naturalmente, hanno esattamente la stessa struttura dell'apparato digerente, ei nostri organismi sono "vecchi assemblaggi" indipendentemente dal successo dell'industria alimentare: centinaia di anni fa, quando in linea di principio non esisteva la formula, i bambini erano esattamente gli stessi così come adesso, e nelle tradizioni di quasi tutti i popoli del mondo, l'introduzione dei primi alimenti complementari è sincronizzata con la comparsa dei primi denti da latte e lo sviluppo della capacità di sedersi. Insieme con l'inizio della manifestazione di interesse per il tuo "cibo per adulti", questi sono i tre principali indicatori della disponibilità a ricevere nuovi tipi di cibo, e in media questa età è stimata dagli esperti moderni in 5-6 mesi: per i bambini in alimentazione artificiale un po 'prima, per i bambini in GV - da sei mesi.

Quando iniziare a nutrire un bambino: perché no da 3 mesi?

A metà del secolo scorso, nel periodo di massimo splendore dell'era dell'alimentazione artificiale, i pediatri di tutto il mondo consigliavano alle madri di introdurre i primi alimenti complementari da 3 o anche 2 mesi, e consigliavano di iniziare con il succo di mela, studiato per compensare la mancanza di ferro nelle miscele. Ma al momento sia l'età dell'inizio dell'alimentazione complementare che il suo tipo da parte di pediatri competenti sono riconosciuti come prematuri: a 3 mesi (e ancora di più prima), lo stomaco del bambino non è pronto per elaborare nient'altro che il latte materno o i suoi sostituti, e ancora di più - acidi: sono irritanti e provocano successivamente problemi gastroenterologici. Pertanto, se inizi davvero ad alimentarti presto, sicuramente non con il succo di mela, come raccomandato da decenni..

Sfortunatamente, anche adesso i pediatri, che non cercano di impegnarsi nella propria crescita professionale e di conoscere le ultime ricerche nel loro campo, continuano a insistere sull'introduzione eccessivamente precoce di alimenti complementari per bambini artificiali (raccomandano alimenti complementari a 3 mesi con l'alimentazione artificiale). Sebbene l'allattamento artificiale sia cambiato da quando è stato inventato questo postulato e le formule abbiano subito cambiamenti significativi, migliorando notevolmente la loro composizione, inoltre, sono stati studiati e descritti gli effetti dell'introduzione di alimenti complementari sui bambini in così tenera età. Ma fino ad ora, i medici nelle cliniche e gli "esperti" su Internet consigliano di introdurre i primi alimenti complementari con l'alimentazione artificiale il prima possibile - i siti sono pieni di raccomandazioni simili e le madri le seguono con fiducia (soprattutto perché anche le nonne supportano - dopo tutto, loro stesse hanno cresciuto i loro figli secondo "Vecchi" schemi).

Inoltre, a molte persone piace fare riferimento alle "raccomandazioni dell'OMS", sebbene se le leggi ancora attentamente, puoi essere certo che non sono categoriche e hanno limiti di età piuttosto sfumati a causa delle differenze socio-culturali nei diversi paesi e gruppi etnici.

Non indurremo in errore i genitori e offriremo loro l'opzione più corretta per introdurre i primi alimenti complementari durante la flebo: puoi utilizzare le nostre regole e il nostro schema e valutare come funzionano.

L'introduzione di alimenti complementari con l'alimentazione artificiale: regole di base

  1. I primi alimenti complementari per l'alimentazione artificiale vengono proposti a un bambino completamente sano, vigoroso e di buon umore. Per un bambino che si è ammalato di recente o è stato vaccinato, è meglio aspettare una settimana con alimenti complementari.
  2. Il tempo del primo cucchiaio è prima dell'inizio della successiva poppata: diamo una porzione di alimenti complementari, quindi la laviamo con una miscela. Al mattino vengono sempre somministrati alimenti complementari per monitorare la reazione durante il giorno e non sovraccaricare lo stomaco del bambino durante la notte.
  3. Il dosaggio degli alimenti complementari inizia con micro-dosi: per i primi 1-2 giorni, mezzo cucchiaino, poi, se non ci sono manifestazioni allergiche e al bambino piace il cibo proposto, aumentiamo la sua quantità a 1-2 cucchiai entro una settimana, quindi in base alla situazione, a seconda l'appetito e le preferenze di gusto del bambino.
  4. La consistenza dei primi alimenti complementari è liquida, poi sotto forma di purè di patate, e solo dopo 10 mesi puoi iniziare a offrire al tuo bambino da masticare pezzi di cibo nel caso abbia già almeno qualche dente. Non cercare di macinare tutto sul frullatore per troppo tempo: il bambino si abituerà a questa consistenza e si preoccuperà dei minimi "grumi" nel cibo. A 6-7 mesi, inizia con un biscotto o delle fette di mela che puoi masticare, e poi sarà più facile per il bambino abituarsi in seguito con pezzi di verdura nella zuppa.
  5. All'inizio dell'introduzione, gli alimenti complementari devono essere sottoposti a trattamento termico e vengono somministrati al bambino in forma bollita, in umido o al forno. La temperatura del cibo dovrebbe essere piacevolmente calda - circa 36-37 gradi.
  6. Tieni un diario per aiutarti a determinare cosa ha causato l'allergia o il disturbo digestivo e quando. Scrivi cosa, a che ora e quanto ha provato il bambino, e poi sarà più facile per te navigare in caso di problemi. E per capire cosa gli piace e cosa non gli piace, nota le reazioni emotive a diversi tipi di alimenti complementari..
  7. L'alimentazione complementare all '"inizio del viaggio" è sempre monoprodotto: puoi mescolare purea di zucca, mela o carota solo quando sei convinto che nessuno dei componenti provochi allergie al bambino. Quando tutti i prodotti sono già stati testati, potete mescolarli tra loro preparando puree miste di verdure o frutta, oltre ad aggiungere carne, tuorlo d'uovo o pesce al composto vegetale.
  8. Non offrire un nuovo piatto finché non sei sicuro che il precedente sia completamente sicuro, facendo un intervallo di almeno 5-7 giorni.
  9. In caso di allergie, rimuovere immediatamente questo prodotto dal menu e chiedere aiuto al pediatra. Puoi tornare ad esso non prima che in un paio di mesi, se tutto si ripete - escludilo dalla dieta finché il bambino non cresce.
  10. Non dimenticare di offrire da bere al bambino (prima acqua bollita, poi composta o succo di frutta) quando gli alimenti complementari sono già iniziati.
  11. Mai forzare l'alimentazione di un bambino! Non importa quanto sia utile il prodotto secondo te, spingerlo in un bambino contro la sua volontà è completamente sbagliato. In primo luogo, il bambino è una persona viva, non i peperoni ripieni, e in secondo luogo, tu stesso non ami tutti i piatti, quindi tuo figlio ha il diritto di dare la preferenza a qualcosa e rifiutare qualcosa..

Schema della prima alimentazione complementare con alimentazione artificiale

I primi alimenti complementari nell'alimentazione artificiale: la selezione degli alimenti

Tavolo di alimentazione complementare per l'alimentazione artificiale

Piatti5-6 mesi6-7 mesi7-8 mesi9-10 mesi11-12 mesi
Purea di verdure5-100 g100-150 g160-170 g170-180 g190-200 g
Purea di frutta5-50 g50-60 g60-70 g80-90 g90-100 g
Succo di frutta o composta5-50 g50-60 g60-70 g80-90 g90-100 150 g
Porridge-50-100 g150 gr180 gr200 gr
Kefir-10-30 g50-100 g100-150 g200-300 g
Fiocchi di latte-10-30 g40 g40 g50 g
Burro-1-3 g4 g5 g6 g
Olio vegetale-1-3 ml4 ml5 ml6 ml
Tuorlo--1 41 21 2-1
Biscotti per bambini--3-5 g10 g15 g
Pane di frumento--3-5 g10 g15 g
Purea di carne--10-30 g50 g60-70 g
Purea di pesce---10-30 g30-60 g

Il dosaggio dei prodotti non è affatto difficile: 5 g sono poco meno di un cucchiaino, 10 g sono 2 cucchiaini e così via..
Bene, buona fortuna a te! Osserva attentamente il bambino, reagisci in modo sensibile ai segnali del suo corpo, nutrilo con amore - e sarà un bambino sano, allegro e ben sviluppato.

Alimentazione complementare con alimentazione artificiale

Quando possono essere introdotti alimenti complementari, come farlo correttamente e con quali prodotti iniziare? Tutti i genitori di bambini affrontano questa domanda. Non importa se la madre allatta al seno il bambino o usa una formula adattata in sostituzione. Il tipo di alimentazione dipende dal termine per l'introduzione di prodotti "adulti" nella dieta del neonato. I pediatri consigliano di introdurre gli artigiani alla frutta e alla verdura prima dei bambini di guardia.

Il bambino mangia cibi complementari

Perché hai bisogno di cibi complementari

La necessità di introdurre alimenti complementari è dovuta a diversi fattori:

  1. È impossibile fornire al corpo in fase di maturazione di un bambino da una certa età la quantità richiesta di minerali, sostanze nutritive e oligoelementi solo con una miscela..
  2. È necessario addestrare il sistema digestivo in modo che il bambino possa passare facilmente al cibo "adulto";
  3. L'inizio tempestivo delle funzioni motorie intestinali è importante;
  4. Richiede lo sviluppo di capacità di masticazione e deglutizione, abituandosi al cibo solido.

Informazioni aggiuntive. L'introduzione tempestiva di alimenti complementari ti consente di far conoscere al tuo bambino nuove sensazioni gustative, comprendere le sue preferenze e formare una dieta approssimativa per il futuro.

Da quale mese dare alimenti complementari a un bambino in IV

L'introduzione della prima alimentazione complementare nell'alimentazione artificiale (IV) non ha un quadro di età chiaro. Dipende dalla velocità di sviluppo del bambino e dall'aumento di peso corporeo. Nuovi prodotti vengono introdotti nella dieta di persone artificiali a partire da circa 4 mesi di età.

Importante! Introdurre il bambino a un nuovo alimento dopo i 6 mesi di età può portare a problemi con l'abitudine del bambino a cibi solidi e grumosi..

Gli stessi genitori attenti possono determinare quando il loro bambino è pronto per provare il nuovo cibo tramite i seguenti segni:

  • il bambino è attivamente interessato a ciò che mangiano gli adulti;
  • il bambino si siede in modo indipendente sulla sedia di alimentazione;
  • il bambino ha perso il riflesso di spingere fuori il cibo;
  • prende il cibo offerto e se lo mette in bocca;
  • un bambino affamato apre la bocca se ti avvicini un cucchiaio di cibo al viso, uno pieno si allontana.

Un altro segno con cui è possibile determinare la disponibilità del bambino a ricevere alimenti complementari è un aumento del suo peso di 2 volte rispetto al suo peso alla nascita..

Il bambino si prepara a mangiare

Da dove cominciare

Spesso, i pediatri raccomandano di iniziare la conoscenza di un bambino con nuovi alimenti con succhi per bambini o composte non zuccherate. A causa dell'immaturità dell'apparato digerente, le briciole di succo o composta possono essere introdotte nella dieta non prima di 3 mesi.

Se ai genitori piace questo schema e il pediatra lo approva, il succo di mela viene introdotto per primo nella dieta. Se la bevanda viene percepita con successo, puoi dare albicocca, pera, prugna, pesca e altri succhi.

Importante! Prima di 1 anno, i succhi devono essere esclusi dai frutti potenzialmente allergenici: fragole, mandarini, arance, uva e altri.

Da circa 4-4,5 mesi, i bambini possono dare la prima purea di frutta. Un prerequisito per un'alimentazione complementare di successo è l'aderenza allo stesso ordine di ordinazione degli alimenti dei succhi.

Alcuni pediatri consigliano di somministrare la purea non di frutta dolce, ma di verdure dal gusto neutro come primo alimento complementare. I primi in questo caso sono zucchine, cavolfiori e broccoli. Dopo esserti abituato a questi prodotti, puoi introdurne di nuovi e combinare le verdure.

Introduzione di alimenti complementari per IV

L'introduzione di alimenti complementari è un evento responsabile. Gli esperimenti sono irti non solo della comparsa di reazioni allergiche, disturbi gastrointestinali, ma anche del completo rifiuto del bambino da cibi complementari. Affinché gli alimenti complementari non causino reazioni negative nel bambino, dovresti seguire i consigli:

  1. Senza interrompere l'alimentazione artificiale, gli alimenti complementari vengono introdotti gradualmente. Fino a 1 anno di età, è impossibile rimuovere la miscela dalla dieta del bambino. Non vi è alcuna garanzia che con i nuovi prodotti il ​​bambino riceva le sostanze necessarie per la crescita.
  2. Il primo assaggio del prodotto inizia con mezzo cucchiaio da dessert. Se entro 2 giorni il bambino non ha un'allergia o un disturbo, il volume della purea aumenta gradualmente fino a 2 cucchiaini entro la fine della prima settimana.
  3. Dal momento dell'introduzione del purè di patate, le briciole vengono trasferite a 5 pasti al giorno, a ore.
  4. Gli alimenti complementari vengono somministrati solo al mattino o al pomeriggio. Non puoi nutrire la purea del bambino dopo le 14-00.
  5. I primi vengono proposti per provare la purea di verdura o di frutta, alla fine della poppata danno il composto.
  6. Le prime ricette di alimenti per l'infanzia consistevano in un solo prodotto. Ad esempio, può essere zucca o purea di zucca. Non appena il bambino si abitua alle innovazioni nella dieta, è consentito creare varie combinazioni di frutta o verdura.

Varie puree per alimenti complementari

  1. La purea cotta deve essere diluita con il brodo in cui è stata cotta la verdura, oppure con acqua bollita fino a renderla liquida. Con il tempo la consistenza si fa più densa, lasciando gradualmente piccoli pezzi di prodotto in modo che il bambino si abitui al cibo solido e impari a masticare.
  2. Se la mamma prepara da sola il purè di patate, si consiglia di far bollire i prodotti o di cuocerli a bagnomaria.
  3. È consentito conservare i cibi già pronti in frigorifero, in un contenitore ermeticamente sigillato per non più di un giorno. Fino all'età di un anno, è meglio fare cibo fresco ogni giorno.
  4. Se le briciole hanno un'eruzione cutanea, lo stomaco fa male, quindi l'introduzione del prodotto deve essere interrotta per diversi giorni. Quindi prova a dare un'altra verdura o frutta.
  5. La purea dovrebbe essere calda, circa 37 ° C, in modo che il bambino non bruci la bocca.
  6. Se il bambino rifiuta il prodotto, è capriccioso, non puoi costringerlo a mangiare. Puoi provare a dare lo stesso prodotto il giorno successivo o aspettare con esso e offrire qualcosa di diverso..
  7. Con l'introduzione di cibi complementari nel menu delle briciole, è necessario introdurre acqua, composta o succo.
  8. Per monitorare completamente l'introduzione di alimenti complementari, la madre dovrebbe avviare un cosiddetto "diario alimentare". In esso, registra la data di introduzione, il nome e la reazione a un nuovo prodotto.
  9. È assolutamente impossibile dare sale e zucchero a un bambino di età inferiore a un anno..

È consentito l'uso di puree destinate all'alimentazione dei bambini come alimenti complementari..

Nota! Se la mamma cucinerà il cibo da sola, la scelta del cibo dovrebbe essere affrontata in modo responsabile. Frutta e verdura del supermercato non funzioneranno. Una buona opzione è il cibo coltivato da te o acquistato dagli agricoltori.

Tabella di alimentazione complementare da mesi a un anno con IV

A volte è difficile per una madre capire quanto e quali prodotti dare al suo bambino. Verranno in soccorso i tavoli di alimentazione sviluppati destinati ai bambini di età inferiore a un anno con alimentazione artificiale.

Tabella di alimentazione complementare fino a un anno

Il nome del prodottoEtà del bambino
4 mesi5 mesi6 mesiSette mesi8-9 mesida 10 mesi a 1 anno
Purea di verdure, g.5-3015-100150160180200
Succo, ml5-3040-50556075cento
Purea di frutta, g.5-3040-50556075cento
Porridge senza latticini, ml15-10015-100----
Porridge di latte, ml--50-100150180200
Olio vegetale, ml-1-333cinque6
Burro, g.--2-3cinquecinque6
Cagliata, g.--10-30404050
Bevande a base di latte fermentato: yogurt, kefir, ecc., Ml--10-3055-100120-150350-400
Tuorlo di pollo, pz.--1/41/41/21 / 2-1
Biscotti per neonati, pz.---11-24-5
Purea di carne, g.---205070
Purea di pesce, g.----2550

Introduzione di alimenti complementari per mese

Un bambino di quattro mesi viene introdotto ai succhi di frutta. Viene introdotta la purea di frutta: prima da una mela verde, poi da pera, banana, pesca e altri prodotti ipoallergenici. Gli agrumi e i frutti rossi non possono essere somministrati a un bambino di età inferiore a un anno. La prima purea di verdure di una briciola di quattro mesi è, di regola, la zucca. Sono seguiti da cavolfiore grattugiato e broccoli. Cavolo bianco, cetrioli, pomodori, melanzane, barbabietole e altri cibi "pesanti" di età inferiore a un anno non sono raccomandati per i bambini.

Da questo momento è permesso provare a nutrire il bambino con cereali senza latte. Il grano saraceno e il riso vengono dati per primi. Tuttavia, i grani di riso hanno proprietà di ancoraggio e non sono adatti ai bambini che soffrono di stitichezza. Dopo il grano saraceno, è il turno di assaggiare il porridge di mais. Dare nuovo cibo solo al mattino, una volta al giorno.

Verdure per la prima poppata

Dall'età di cinque mesi, è necessario aggiungere una goccia di olio vegetale alla purea di verdure. La dieta può essere variata con composta di frutta secca, mele, pere.

Da 6 mesi, un po 'di burro, porridge di latte, un quarto di tuorlo di pollo bollito, kefir, ricotta vengono aggiunti al menu per un bambino. La quantità di frutta e verdura frullata introdotta in precedenza aumenta in base alla tabella di alimentazione complementare.

Dal 7 ° mese è necessario introdurre la carne. È meglio assumere un petto di tacchino dietetico, è facile da digerire e non provoca allergie. È ora di fare scorta di biscotti per bambini, ma non dovresti dare più di 1 pezzo al giorno.

Si consiglia di introdurre grano e farina d'avena dall'ottavo mese. Il porridge di semolino per un massimo di un anno non dovrebbe essere dato.

A 9 mesi, è consentito dare purè di patate da varietà a basso contenuto di grassi di pesce di mare.

Da 10 mesi a un anno, la dieta del bambino non viene ampliata, provano varie combinazioni di prodotti già testati. Le porzioni diventano più grandi.

A partire da 11 mesi di cibo "adulto", il bambino viene nutrito tre volte al giorno. Dopo il risveglio e prima di andare a letto, il bambino è ancora in latte artificiale..

La quantità di alimenti complementari in base all'età del bambino artificiale

L'alimentazione complementare inizia con porzioni scarse - 5-10 g Ogni mese la quantità di cibo per adulti nella dieta aumenta in base alle esigenze. Le porzioni consentite del bambino sono chiaramente indicate nella tabella degli alimenti complementari.

Importante! Anche se il bambino mangia volentieri e necessita di integratori, non puoi andare alla persuasione e alla provocazione. Aumentare le dimensioni della porzione può portare a problemi digestivi.

Il periodo più favorevole per l'introduzione di alimenti complementari

Si considera che il momento appropriato per l'introduzione di un nuovo alimento nella dieta del bambino sia l'età da 4 a 6 mesi. Le briciole dovrebbero fermare le "coliche", dovrebbe esserci un interesse per il cibo nei piatti dei genitori.

Al momento dell'inizio della poppata, il bambino dovrebbe essere sano. Malattia o vaccinazione recente: motivi per posticipare l'introduzione di alimenti complementari di almeno una settimana.

Se il bambino si rifiuta di mangiare

Non tutti i bambini apprezzano volentieri la purea offerta. Le ragioni di ciò sono diverse. Ad alcuni bambini non piace il gusto del prodotto, altri hanno dolorosamente i dentini o non hanno affatto fame.

Il bambino rifiuta di mangiare cibi complementari

Importante! Se ieri la mollica ha mangiato purè di zucchine con appetito, e oggi si rifiuta categoricamente di mangiarlo, allora non dovresti costringerlo a mangiare. È meglio lasciare il tentativo di nutrire il bambino con le verdure per una settimana e offrire qualcos'altro la prossima volta.

Cosa dovrebbe fare una madre se il bambino non vuole assolutamente provare il cibo "per adulti"? Esistono diversi metodi collaudati:

  1. Per evitare isteria e rifiuto di cibi complementari, si consiglia di far sedere il bambino a tavola e di dar da mangiare agli adulti durante il pasto..
  2. Un bambino ben nutrito rifiuterà cibo insolito. Pertanto, prima di mangiare, non dovresti nutrirlo con una miscela..
  3. Se il bambino non vuole mangiare i broccoli, puoi dargli il cavolfiore.
  4. Non puoi rimproverare un bambino per essersi rifiutato di mangiare. Può rinunciare al cibo "adulto" per molto tempo.
  5. La mollica resiste a mangiare cibi complementari per diversi giorni e il cambio di prodotto non aiuta? Forse dimentica il nuovo cibo per una settimana..
  6. Per rendere più familiare il gusto del nuovo cibo, puoi provare il trucco e aggiungere un po 'di miscela alla purea..
  7. Un programma di alimentazione chiaro aiuta anche a evitare problemi con l'introduzione di alimenti complementari.

L'introduzione di alimenti complementari è una fase significativa nella vita di un bambino e un'ulteriore responsabilità per i genitori. Prima di iniziare a conoscere il cibo "per adulti", vale la pena consultare un pediatra. L'introduzione troppo precoce di frutta e verdura nella dieta può influire negativamente sul funzionamento dell'apparato digerente. Ma non puoi nemmeno trascinarlo fuori. È probabile che i bambini artificiali, che hanno iniziato a nutrirsi più tardi del periodo raccomandato, abbiano un ritardo nello sviluppo. Per evitare problemi, non si dovrebbe sperimentare, ma seguire le raccomandazioni sull'introduzione di cibi complementari, dosaggio di porzioni e non dare cibi proibiti, in particolare zucchero e sale. Quindi il bambino sarà felice di provare nuovi prodotti e crescere sano..

Schema della prima alimentazione complementare con alimentazione artificiale da 3-4 mesi: una tabella dell'introduzione di prodotti per bambini di età inferiore a un anno

L'introduzione dei primi alimenti complementari solleva sempre molti dubbi e domande tra i giovani genitori. Affinché il nuovo alimento non comporti allergie e disturbi digestivi nel bambino, deve essere introdotto secondo le regole. Prima vengono offerti nuovi pasti al bambino, maggiori sono i problemi che possono sorgere. I bambini allattati al seno non hanno bisogno di alimenti complementari prima di sei mesi, mentre gli "artificiali" sono costretti ad abituarsi al cibo per adulti un po 'prima - da circa 4-5 mesi.

I bambini allattati artificialmente iniziano a familiarizzare con cibi complementari prima

Qual è il modo corretto ea che età introdurre i primi alimenti complementari con l'alimentazione artificiale? Quali sono le regole per nutrire un neonato con cibo "adulto"? Comprenderemo questi e altri problemi in modo più dettagliato..

Il periodo più favorevole per l'introduzione di alimenti complementari

Oggi non ci sono raccomandazioni precise a che età iniziare a introdurre cibi complementari a un bambino allattato artificialmente. Tuttavia, non affrettarti troppo: un neonato che ha meno di 3 mesi non sarà in grado di ingoiare completamente il cibo offerto. Puoi dare a tuo figlio o figlia la purea di verdure, a partire dai 4 ai 6 mesi. È necessario decidere sull'introduzione di piatti aggiuntivi nel menu, concentrandosi su molti fattori:

  • il tasso di crescita delle briciole, il suo aumento di peso;
  • fasi principali di sviluppo;
  • tipo di alimentazione.

Ad esempio, se un bambino mangia una miscela, ingrassa bene e non è in ritardo nello sviluppo, è consigliabile introdurre il primo alimento complementare da 5-6 mesi. Se il bambino riesce a malapena a raggiungere gli indicatori di età, puoi provare a nutrirlo da 4 mesi. Secondo il dottor Komarovsky, il bambino non ha bisogno di nutrizione aggiuntiva fino a quando non ha sei mesi.

Se il bambino normalmente aumenta di peso con la miscela, puoi aspettare fino a sei mesi con alimenti complementari

Oltre alle principali indicazioni per l'introduzione di alimenti complementari con l'alimentazione artificiale, ci sono segnali indiretti che parlano della prontezza del bambino a passare al livello nutrizionale successivo. Una briciola che non è ancora "maturata" inghiottirà male il cibo, lo sputerà e di conseguenza potrebbe rifiutare un cucchiaio per le prossime settimane. I seguenti segni indicano che il bambino è abbastanza pronto ad accettare il cibo dalle mani della mamma:

  • il bambino si siede bene sulla sedia - non cade su un fianco e non "scivola" verso il basso;
  • gira la testa verso l'odore del cibo in cottura - questo di solito accade a 5-6 mesi;
  • guarda nella bocca di mamma e papà quando uno di loro mangia;
  • cerca di prendere il cibo con le mani e se ne mette un pezzo in bocca.

Quando non iniziare a introdurre cibi complementari

I pediatri avvertono: nonostante l'età e la prontezza del bambino a prendere il cibo, ci sono situazioni in cui dovresti aspettare un po 'con il cibo complementare della persona artificiale. I casi più comuni:

  • Durante la malattia e 3-4 giorni dopo la malattia. Quando un bambino non si sente bene, non sarà in grado di percepire adeguatamente il nuovo piatto. Possibile vomito, diarrea e allergie.
Se il bambino è malato, è meglio posticipare l'introduzione di alimenti complementari.
  • Se il bambino è stato vaccinato. La vaccinazione è uno stress per il sistema immunitario e il nuovo cibo può aggravare la situazione e provocare una reazione allergica. Allo stesso tempo, alcune vaccinazioni possono dare una temperatura entro 3-5 giorni, mentre altre - solo una settimana dopo la procedura.
  • Estate molto afosa.

Regole fondamentali

L'alimentazione complementare di un bambino artificiale è una questione che viene decisa su base individuale. Tuttavia, esiste una serie di regole di base a cui ogni mamma deve attenersi:

  • Il neonato dovrebbe ricevere la formula adattata fino all'età di un anno. Non puoi rifiutare la miscela, anche se il bambino è buono e felice di mangiare purea di verdure ed è pronto per mangiare il porridge. Nessun medico può garantire che il bambino, insieme agli alimenti complementari, riceverà tutti i nutrienti necessari per un corretto sviluppo..
  • Il compito dei genitori non è nutrire il bambino con gli alimenti complementari introdotti, ma abituare il suo apparato digerente a un nuovo tipo di alimentazione.
Fino a un anno, gli alimenti complementari non dovrebbero diventare l'alimento principale, anche se il bambino lo mangia perfettamente
  • È necessario sforzarsi di passare a 5 pasti al giorno. Se, prima dell'introduzione di alimenti complementari, il bambino mangiava più di 5 volte al giorno, è durante questo periodo che è desiderabile ridurre gradualmente il numero di poppate al giorno. È importante assicurarsi che il bambino riceva il volume richiesto della miscela, per il quale aumentarne la quantità alla normalità.
  • In assenza di una reazione inadeguata da parte del tubo digerente, si consiglia di introdurre un nuovo prodotto una volta alla settimana, preferibilmente una volta ogni due settimane. La mamma dovrebbe monitorare attentamente suo figlio o sua figlia, notare in tempo un'eruzione cutanea, gonfiore o altre reazioni del corpo a ogni nuovo piatto.

Se gli alimenti complementari sono difficili da introdurre e il bambino non è troppo interessato al nuovo cibo, non costringerlo a mangiare. Ha senso provare i cosiddetti "cibi complementari pedagogici". Per fare questo, devi far sedere tua figlia o tuo figlio tra le tue braccia o su un seggiolone e permetterti di prendere il cibo dal piatto di tua madre. Non mangerà molto, ma proverà solo ciò che mangia sua madre. Certo, non dovresti mettere insalata con maionese o aringhe nel piatto..

Schemi di alimentazione complementare

Per l'introduzione dei primi alimenti complementari, puoi scegliere prodotti da diversi gruppi. È meglio iniziare con verdure frullate, quindi passare a cereali e frutta. Tuttavia, se il bambino è sottopeso, ha senso prima provare a dare il porridge. Prodotti a base di latte fermentato - ricotta, yogurt, kefir, si consiglia di posticipare e offrire un bambino da 8 mesi, poiché i bambini più piccoli non hanno gli enzimi necessari per abbattere questi prodotti.

L'alimentazione del porridge è adatta ai bambini sottopeso

Tabella generale per l'introduzione dei pasti per i neonati secondo l'Unione dei pediatri della Russia:

Prodotti, ml.Età, mesi.
4 - 6789-12
Purea di verdure10 - 150170180200
Porridge di latte10 - 150150180200
Succo di frutta5 - 60708090-100
Purea di frutta5 - 60708090-100
Purea di carne (non prima di 6 mesi)5 - 30trenta5060-70
Cagliata (non prima di 6 mesi)10 - 40404050
Kefir per bambini, bifikefir-200200200
Tuorlo, pz.-¼½½
Purea di pesce--5 - 3030-60
Crostini e biscotti per bambini-3 - 5cinque10 - 15
pane bianco--cinquedieci
Olio vegetale13cinquecinque6
Burroquattordici4cinque6

Avendo scelto qualsiasi prodotto per la prima poppata, non è desiderabile mescolarlo con qualsiasi cosa: aggiungere olio, sale o zucchero. È importante attendere la reazione del bambino al nuovo piatto e dopo una settimana di utilizzo provare quanto segue.

Le prime purè di bambino dovrebbero essere completamente liquide.

I pediatri raccomandano l'alimentazione complementare della persona artificiale, aderendo allo schema raccomandato dal pediatra. Le regole per introdurre nuovi piatti sono abbastanza semplici:

  • È meglio offrire un nuovo piatto a una briciola al mattino o al pomeriggio. Quindi sarà più facile valutare la sua reazione agli alimenti complementari - in tempo per notare disturbi intestinali, gonfiore.
  • Non dare al tuo bambino più cucchiai di purea contemporaneamente. Si consiglia di invitarlo a mangiare ½ o un cucchiaino intero del nuovo prodotto. Il giorno dopo devi dargli un po 'di più.
  • La miscela rimarrà a lungo la principale fonte di nutrimento per il bambino. Tuttavia, è necessario ridurne la quantità, solo per farlo gradualmente. Il bambino riceve circa 200 ml della miscela in una poppata. Entro sei mesi, è opportuno ridurne il volume, fermandosi a 50 ml, sostituire il resto con un altro alimento.
  • Si consiglia di offrire al bambino la purea prima del pasto principale, quindi somministrargli tutta la miscela necessaria per riempire il bambino.
  • Anche la consistenza della purea dovrebbe cambiare. All'inizio, è consigliabile preparare piatti per il bambino che assomigliano alla panna acida liquida in consistenza. Quindi ridurre gradualmente la quantità di acqua nella purea.

Purea di verdure

Come abbiamo scritto sopra, le verdure sono il tipo più ottimale di prima alimentazione. Contengono fibre e aiutano i bambini a far fronte alla stitichezza che spesso si verifica con l'introduzione di alimenti complementari. Allo stesso tempo, le verdure hanno poco zucchero, a differenza della frutta, e molte sostanze nutritive e vitamine. Tuttavia, non tutti i tipi di verdura possono essere offerti ai bambini come primi alimenti complementari. Faranno zucchine, patate, piselli, cavolfiori, broccoli, carote. Innanzitutto, devi preparare il purè di patate da un tipo di prodotto senza aggiungere sale o olio. Dopo una o due settimane, si consiglia di aggiungere il prodotto successivo alla purea e quindi una goccia di olio vegetale. Un mese e mezzo dopo l'inizio della poppata complementare, il bebè potrà apprezzare il gusto della purea multicomponente.

Cereali dietetici

Il porridge non è sempre utilizzato come primo alimento complementare; il loro momento arriva immediatamente dopo l'introduzione delle verdure. Tuttavia, se il bambino è sottopeso, i pediatri consigliano di iniziare alimenti complementari con cereali. È ottimale introdurre prima il bambino a grano saraceno, riso, porridge di mais. Prima della cottura si consiglia di macinare i cereali in un macinacaffè, quindi diluire la polvere risultante con acqua in rapporto 1: 4 e cuocere, mescolando, finché sono teneri. Puoi anche cucinare il porridge di cereali crudi e macinarlo dopo l'ebollizione..

Quando il bambino cresce un po ', il cereale viene diluito con acqua in una proporzione diversa - 1: 3, poi 1: 2 e dopo 8 mesi si aggiungono latte e burro al porridge. Dopo un anno, al bambino può essere offerta la farina d'avena, così come il semolino (per maggiori dettagli, vedere l'articolo: quando si può dare a un bambino la semola?).

Dolci alla frutta

I bambini adorano le puree di frutta, ma devono essere preparate correttamente. I frutti che crescono nella regione sono ideali per un bambino: mele, pere, prugne, albicocche, pesche. Per prima cosa, i frutti vengono bolliti o cotti al forno, quindi impastare e nutrire il bambino senza aggiungere zucchero. I frutti bolliti possono essere offerti a un bambino da 6-8 mesi, crudi - più tardi, dopo 10 mesi o addirittura un anno. Nel tempo, ha senso usare la purea di frutta come dessert - per offrire al bambino una mela dopo il porridge o dopo la purea di verdura.

Carne e pesce

La carne si adatta bene come alimento complementare per una persona artificiale, è consigliabile darlo dopo sei mesi e anche un po 'più tardi (consigliamo la lettura: come introdurre correttamente la carne negli alimenti complementari per un bambino?). Non dovresti trascurare questo prodotto, perché la carne è necessaria per la crescita, contiene molte sostanze necessarie. È importante macinare il prodotto con molta attenzione in modo che il bambino non soffochi. Per prima cosa, fai bollire un pezzetto, quindi macinalo 2 volte in un tritacarne e aggiungi la carne macinata alla purea di verdure o al porridge. Quando il bambino ha un anno, puoi offrirgli piatti di carne indipendenti: polpette, cotolette al vapore. Per nutrire un bambino, dovresti scegliere carne di coniglio, tacchino, maiale magro.

Latticini

Non tutti i pediatri sono unanimi sull'introduzione dei prodotti a base di latte fermentato. Alcuni credono che la ricotta, il kefir, lo yogurt dovrebbero essere introdotti nella dieta dei bambini nutriti artificialmente solo da otto mesi, altri, in particolare il dottor Komarovsky, sono sicuri che dal sesto mese. Affinché il prodotto non provochi una reazione negativa del corpo, vale la pena scegliere tipi di ricotta e yogurt a basso contenuto di grassi.

Vale la pena notare che la ricotta acquistata in negozio può contenere E. coli - i batteri proliferano in questo prodotto. Per i bambini, la ricotta può essere acquistata in una confezione speciale, ma è meglio cucinarla da soli, prendendo come base latte al 2,5% di grassi e un lievito speciale. In precedenza, il latte deve essere portato a ebollizione e raffreddato a temperatura corporea.

Le uova sono presentate nella dieta del bambino sotto forma di tuorlo bollito. È un alimento molto nutriente, ma difficile da digerire. Inoltre, il tuorlo provoca spesso allergie, quindi viene offerto a un bambino che ha già 8 mesi. Per evitare problemi, dai le uova del tuo bambino con attenzione:

  • Puoi ridurre la probabilità di allergie se cucini uova di quaglia per tuo figlio, non uova di gallina..
  • Non aggiungere uova a carne, piatti di pesce. Meglio darli separatamente o mescolarli con purea di verdure.
  • È meglio iniziare a dare il tuorlo in piccole porzioni - per la prima volta, dai al bambino il prodotto sulla punta di un cucchiaino, portando gradualmente a metà il tuorlo di un uovo di quaglia al giorno.

Per non sbagliare nel dosaggio è sufficiente seguire i valori indicati in tabella. A volte vuoi diversificare il menu di un bambino artificiale: puoi farlo con l'aiuto di biscotti speciali per bambini, essiccatori, cracker. Va comunque ricordato che i crostini non sono un pasto completo, possono essere somministrati tra una poppata e l'altra per stimolare lo sviluppo del riflesso masticatorio. Inoltre, è importante assicurarsi che il bambino non si strozzi con le briciole, quindi non dovresti lasciarlo solo con i biscotti..

Oggi la qualità delle miscele adattate è molto superiore a quelle prodotte 6-10 anni fa. A questo proposito, l'introduzione di alimenti complementari con l'alimentazione artificiale non è molto diversa dal programma di alimentazione naturale. Il dottor Komarovsky raccomanda vivamente di non affrettarsi all'introduzione di cibi complementari, anche se il bambino è in IV. È importante prendere in considerazione tutti i fattori: crescita, peso, sviluppo del bambino. Solo allora puoi essere sicuro che il bambino imparerà a godere del cibo per adulti di cui beneficerà.

I principi dell'alimentazione complementare "secondo Komarovsky" possono essere trovati nel seguente video:

Organizziamo alimenti complementari per un bambino in alimentazione artificiale da mesi

Nonostante tutti gli slogan pubblicitari che elogiano i benefici del latte artificiale, sono lontani dal latte materno umano nella composizione..

Per questo motivo, un bambino alimentato artificialmente viene introdotto agli alimenti complementari prima di un neonato. Ciò consente di prevenire carenze nutrizionali, contribuire allo sviluppo completo e tempestivo del bambino..

Da quanti mesi si possono introdurre alimenti complementari?

Contrariamente alla credenza popolare che gli intestini di un bambino sotto i 6 mesi di età non siano pronti a digerire alcun cibo? oltre al latte materno o ad una formula speciale, il corpo artificiale si adatta più velocemente alla lavorazione di nuovi prodotti.

L'espansione tempestiva e corretta del menu dei bambini consente di far fronte rapidamente a rigurgito, coliche e costipazione, che spesso accompagnano l'uso del latte artificiale. Con il suo aiuto, lo sviluppo dell'anemia, il rachitismo viene prevenuto, il tasso di aumento di peso è normalizzato. L'introduzione tardiva di alimenti complementari è irta di inibizione nello sviluppo del bambino: imparerà in seguito a masticare, ingoiare cibo di una consistenza insolita.

Regole di base di introduzione

Il requisito principale per l'introduzione di alimenti complementari è che il bambino sia assolutamente sano. La sequenza di introduzione di nuovi pasti deve essere concordata con il pediatra. Ricorda subito l'elenco degli alimenti allergenici: latte vaccino, albume d'uovo di gallina, agrumi, noci, cereali contenenti glutine.

Per il resto, ascolta il tuo medico e preparati a creare vibranti puree con frullatore, vaporiera, tritacarne, robot da cucina.

Promemoria per l'introduzione di alimenti complementari:

  1. In 1 pasto, al bambino viene offerto 1 nuovo prodotto.

Viene somministrato con volume quotidiano crescente. Ogni piatto insolito è offerto nella quantità di 1 /4 un cucchiaino, aumentando gradualmente la porzione fino a un volume corrispondente all'età del bambino;

  1. Nuovi cibi e bevande provengono solo da un cucchiaio.

L'abitudine di togliere tutto dalla bottiglia influenzerà negativamente lo sviluppo del bambino - imparerà in seguito a masticare e parlare.

  1. Gli alimenti complementari vengono sempre introdotti in posizione seduta.

Per la comodità di mamma e bambino, è meglio usare uno speciale seggiolone alto lavabile per l'alimentazione.

  1. Consistenza alimentare complementare.

I primi nuovi elementi del menu dovrebbero essere serviti sotto forma di purè di patate o succhi, poiché la mollica non sa ancora come masticare e non ha il numero di denti richiesto per questo.

  1. Un nuovo prodotto viene introdotto una settimana dopo il precedente.

I genitori dovrebbero avere abbastanza tempo per valutare la reazione del bambino e del suo corpo ai cambiamenti nella nutrizione..

  1. Non forzare il tuo bambino a mangiare.

Non coltivare l'idea che sia ora di cibi complementari. Ogni bambino ha il suo ritmo di sviluppo e l'alimentazione forzata non farà che rallentare, sospendere l'aumento di peso;

  1. Tieni un diario alimentare.

In esso celebrerai il menu di tutti i giorni del bambino, le porzioni. Se hai un disturbo gastrointestinale o un'allergia, i tuoi appunti ti aiuteranno a determinare la causa;

  1. Offri un nuovo prodotto prima della miscela.

Dovrebbe essere caldo e fresco. Utilizzare piatti, elettrodomestici e posate sterilizzati per cucinare e nutrire;

  1. Allo stesso tempo dovrebbero essere introdotti alimenti complementari.

È meglio farlo durante il secondo pasto prima di pranzo, per vedere la reazione del corpo del bambino a un nuovo prodotto durante la giornata;

  1. Composizione, durata di conservazione e altre caratteristiche.

Quando acquisti puree e succhi nel negozio, presta attenzione alla composizione del prodotto, alla data di produzione, alla reputazione del produttore e all'età del bambino per il quale è stato creato. È inaccettabile che i componenti includano saccarosio, sale, destrosio.

Una giovane madre condivide i suoi consigli sulle regole per l'introduzione di cibi complementari per mese.

La procedura per introdurre alimenti complementari quando si alimenta artificialmente un bambino

L'introduzione di alimenti complementari dovrebbe essere accompagnata da un rigoroso programma nutrizionale: 5-6 poppate, ognuna delle quali, rimuovendo la miscela dalla dieta di un bambino di un anno, viene gradualmente sostituita da un pasto completo.

Il cibo del bambino è costituito da prodotti coltivati ​​o prodotti nella regione di residenza: questo è un certo garante della loro naturalezza. Quando si osserva un'allergia alimentare, il prodotto provocatore viene reintrodotto non prima di 1 mese dopo..

Non puoi introdurre cibi complementari se:

  • Il bambino è malato;
  • La vaccinazione programmata è stata effettuata meno di 3 giorni fa;
  • I denti del bambino stanno mettendo i denti, che è accompagnata da febbre, capricci, sonno instabile;
  • Il bambino si abitua ad alcuni cambiamenti nella vita: la madre è andata a lavorare, la famiglia è in viaggio o sta per traslocare;
  • Al bambino viene diagnosticata un'allergia, ci sono disturbi gastrointestinali, eruzioni cutanee.

Determina la disponibilità del bambino per i cibi complementari

È necessario introdurre nuovi prodotti, concentrandosi non solo sull'età del bambino, ma anche su altri segni del desiderio immediato del bambino di provare qualcosa di diverso dalla miscela.

Se il primo tentativo di dare il succo di briciole, purè di patate o porridge da un cucchiaio si è concluso con il fatto che ha fatto una smorfia, tossito o sputato, allora hai iniziato ad agire presto. Riprova tra un paio di settimane.

Segni del desiderio di un bambino di diversificare la propria dieta:

  1. Il bambino non mangia 1 litro di miscela al giorno, richiede poppate più frequenti;
  2. Le briciole hanno già i primi denti, fa masticare con la bocca, se gli dai qualcosa da provare;
  3. Quando si alleva un cucchiaio, il bambino apre la bocca e guarda concentrato il suo contenuto;
  4. È interessato al cibo dei suoi genitori, prende un piatto, cerca di assaggiare tutto;
  5. Il bambino prende una varietà di oggetti e li tira intenzionalmente in bocca;
  6. Il bambino si siede bene, controlla il corpo, gira la testa;
  7. Nel bambino, il riflesso di spinta della lingua è leggermente sbiadito. Se gli dai da bere da un cucchiaio, il suo contenuto non scenderà dal mento;
  8. Il peso del bambino è raddoppiato dalla nascita;
  9. Un bambino è pronto a mangiare da solo se ne ha la possibilità: prende il cibo con le mani, lo porta alla bocca, lo assaggia, lo ingoia o lo sputa.

Se osservi almeno 5 di questi segni ogni giorno, puoi tranquillamente iniziare a introdurre cibi complementari..

Opzioni per la prima poppata per un bambino artificiale

Il prodotto per il primo alimento complementare viene determinato insieme al pediatra che osserva il bambino. Può essere succo di frutta, verdura o purea di frutta, cereali. In ogni caso, dovrebbe essere solo 1 prodotto che ha subito una determinata lavorazione.

Frutta e verdura contengono molte vitamine necessarie per il corpo del bambino, sono facilmente digeribili. Il porridge è preferibile se il tuo bambino è in ritardo nell'aumento di peso. Dopo aver interrotto la scelta sulla purea di frutta, sii preparato che il bambino vegetale potrebbe non voler mangiare, perché è tutt'altro che gustoso.

Per la prima poppata, puoi preparare:

  • Succo di mela anallergico.

Se ti sembra troppo acido, puoi diluirlo con acqua bollita;

Da zucchine bollite, zucca, zucca, piselli, cavolfiori o broccoli. Puoi aggiungere un po 'di sale durante la cottura, un filo di olio di semi di girasole.

  • Purea di frutta.

Mela, pera, pesca o albicocca al forno.

Riso o grano saraceno cotto in acqua senza zucchero. Il primo è preferibile se il bambino soffre spesso di disturbi alle feci, il secondo - se si osserva stitichezza. Altri cereali non dovrebbero essere selezionati in quanto contengono glutine, che può scatenare reazioni allergiche.

Se ciò non è possibile, usa i tuoi spazi vuoti dal congelatore. In caso contrario, è necessario acquistare succhi e puree di produzione industriale. Sono preparati con frutta e verdura biologica appositamente coltivata, il che è confermato da certificati di qualità.

La comparsa di muco nelle feci o nella diarrea del bambino è un motivo per escludere temporaneamente verdure e frutta dal menu, sostituendole con cereali. Se il primo alimento complementare si è trasformato in una reazione allergica, non rimandare l'ampliamento del menu delle tue briciole con orrore che lo hanno danneggiato con le loro "innovazioni", escludi solo per un mese un prodotto per il quale il tubo digerente del bambino non è ancora pronto. Sostituiscilo con un altro alimento dopo che le eruzioni cutanee, le coliche e altri sintomi di allergia alimentare sono scomparsi.

La prima porzione di un nuovo prodotto non deve superare i 5 g (0,5-1 cucchiaini). Ogni giorno dovrebbe essere aumentato di 10 g fino a sostituire completamente la miscela in una certa alimentazione.

La consistenza della prima purea è liquida, anche la densità aumenta gradualmente. Contemporaneamente agli alimenti complementari, l'acqua bollita è inclusa nella dieta delle briciole - fino a 50 ml per un bambino fino a 6 mesi, fino a 100 ml per bambini fino a un anno.

Espansione mensile degli alimenti complementari

Per alcuni bambini, i pediatri consigliano di espandere il menu del cibo già a 3 mesi. Ciò può essere dovuto ad anemia, mancanza di vitamine nel corpo, scarso aumento di peso..

È importante aumentare gradualmente le porzioni di nuovi prodotti, nutrendo prima il bambino con una miscela: il volume totale di cibo ricevuto in 1 pasto dovrebbe essere di circa 150 ml. Ricorda di alternare cibi complementari e mangimi principali per non sovraccaricare il tratto digestivo del bambino. Per esempio:

  1. Miscela;
  2. Porridge + miscela;
  3. Miscela;
  4. Purea + succo + miscela;
  5. Miscela.

Di seguito sono riportati i consigli per preparare nuovi pasti per il tuo bambino e un tavolo per aumentare le porzioni in base all'età..

Nutrizione a 3 mesi

Diversifica il menu del tuo bambino con succo di frutta naturale. È meglio se per la sua preparazione viene utilizzata una mela verde. La polpa viene rimossa dal succo e il liquido viene diluito a metà con acqua bollita. Una bevanda calda viene data al bambino in poche gocce, la porzione viene leggermente aumentata ogni giorno. Nel tempo, è consentito introdurre nel menu succhi di pesca, pera e albicocca..

Pasti a 4 mesi

Le puree di frutta e verdura vengono aggiunte ai succhi del menu in ordine autodeterminato. Dai frutti, dovresti dare la preferenza ad albicocche, pesche, mele verdi e pere, banana (è dato solo crudo).

Le migliori verdure complementari includono zucca, zucca, broccoli, cavolfiori, zucca, piselli, carote e patate. La prima purea deve essere monocomponente. Quando il bambino si abitua ai cibi offerti separatamente, possono essere mescolati in un piatto.

Verdure e frutta selezionate vengono pre-bollite, in umido o al forno. La purea viene preparata con un frullatore, puoi aggiungere un po 'di miscela in modo che il gusto del bambino sembri "familiare". È possibile diluire il piatto di verdure allo spessore desiderato con acqua bollita o il brodo rimasto dopo la cottura. La purea di frutta può portare alla consistenza richiesta usando il succo.

Invece della purea, è possibile introdurre il porridge senza glutine e senza latticini. Si prepara in acqua, la macinatura del cereale dovrebbe andare bene. Scegli farina di grano saraceno o riso. È meglio offrirlo a colazione e spostare verdura e frutta nel pomeriggio..

A 5 mesi

Un nuovo prodotto nella dieta del bambino è l'olio vegetale. Viene aggiunto alle purea di verdure, puoi gocciolarlo nel porridge se ha un sapore migliore per il bambino. L'olio d'oliva è un prodotto controverso, quindi discuti con il tuo pediatra la possibilità di includerlo nel menu dei bambini. I piatti possono essere un po 'più spessi, ma senza grumi. A volte il succo di frutta può essere sostituito con la composta. Anche quest'ultimo non deve essere reso troppo concentrato, è meglio diluire con acqua..

In sei mesi

È ora di trasferire la mollica nel porridge di latte. Per prima cosa vengono cotti nel latte, metà diluito con acqua bollente, quindi viene utilizzato un prodotto puro. Se sei allergico alle proteine ​​di mucca, puoi usare il latte di capra. È consentito aggiungere burro e tuorlo bollito al porridge e al purè di patate. Se le uova di gallina non funzionano, sostituiscile con quelle di quaglia. Il tuorlo può essere offerto al bambino come trattamento a parte strofinandolo con una forchetta e mescolandolo con la miscela di latte.

È consentito diversificare la dieta con kefir e ricotta. Sebbene il rispettato dottor Komarovsky ritenga che questi prodotti siano i migliori per i primi alimenti complementari, molti pediatri non condividono la sua opinione. Verificare con il proprio medico. Questi prodotti contengono batteri benefici per la microflora, molto calcio, ma creano un grande peso sui reni del bambino..

Pasti a 7 mesi

A questa età, la purea di carne può essere inclusa nella dieta. Per prepararlo, acquista carne senza grassi, vene e ossa. I filetti di coniglio, tacchino o pollo sono i migliori per i cibi complementari. Il vitello può essere utilizzato se il bambino non è allergico alle proteine ​​della mucca. La carne viene lessata o al vapore e poi tritata con un frullatore o un tritacarne.

Puoi diversificare il menu preparando non solo purè di patate di carne, ma anche patè, soufflé.

Il brodo di carne non viene utilizzato in alcun modo, anche in forma diluita per migliorare la consistenza della purea. Per stimolare lo sviluppo delle capacità masticatorie, puoi offrire alla mollica un bagel, dei biscotti per bambini o un crostino, leggermente imbevuto di composta, succo o kefir.

8 mesi

I cereali contenenti glutine vengono aggiunti alla dieta. Inizia a cuocere le briciole di farina d'avena, orzo, orzo perlato, mais, porridge di miglio. È meglio non introdurre la semola nella dieta per un massimo di un anno: è troppo ricca di calorie e la meno utile. La mollica può essere servita zuppa con polpette. Il suo ripieno vegetale dovrebbe essere familiare al bambino.

9 mesi

Il bambino può provare pesce di varietà a basso contenuto di grassi, ad esempio nasello, merluzzo, pesce persico. I filetti devono essere cotti al vapore, bolliti, in umido o al forno. Esaminalo attentamente per i semi: la purea dovrebbe essere liscia e tenera. È ricco di vitamine e minerali ed è più digeribile della carne. Un piatto di pesce due volte a settimana dovrebbe sostituire uno a base di carne - più spesso non è necessario includerlo nel menu.

Nutrizione a 10-12 mesi

Durante questo periodo, le porzioni del bambino diventano più grandi, quasi non viene integrato con una miscela. Le puree vegetali diventano multicomponenti, si preparano cereali multicereali. Succhi di frutta e purè di patate vengono aggiunti a ricotta, kefir e yogurt per il gusto, lo zucchero è ancora vietato. Il menù di carne e pesce è completato da cotolette al vapore. Invece del porridge, a volte puoi offrire spaghetti cotti nel latte. Preparare una casseruola con la frutta della ricotta.

Prova a offrire un pezzo di pane alla tua briciola per la zuppa. Non puoi macinare le verdure con un frullatore, ma semplicemente macinare o addirittura tagliarle a fette. Impastare il tuorlo con una forchetta. Un pasto può essere composto da più piatti contemporaneamente. Se il bambino è sano e non è suscettibile alle allergie alimentari, i nuovi prodotti possono essere introdotti più spesso - 1 volta in 3 giorni. Puoi tranquillamente iniziare a svezzare il bambino dal biberon, poiché il suo menu è molto vario: si rimpinzisce.

Ricorda che tutti gli schemi sono variabili: quanto sopra è solo un piano approssimativo per l'introduzione di alimenti complementari per un bambino artificiale. Dovresti adattarti solo a tuo figlio, che potrebbe amare molto un prodotto e rifiutarne un altro per molto tempo. Consulta il tuo pediatra e accontenta il tuo bambino.

Quantità consentita di alimenti complementari in base all'età del bambino artificiale

Piatti4 mesi5 mesi6 mesiSette mesi8-9 mesi10-12 mesi
Succo di frutta, ml5-3040-5050-606070-8090-100
Purea di verdure, g5-3010-100150150-160170-180200
Purea di frutta, g5-3040-5050-606070-8090-100
Porridge in acqua, ml10-10010-100----
Olio vegetale, ml-1-333cinque6
Porridge al latte, ml--50-100150150-180200
Burro, g--1-44cinque6
Tuorlo d'uovo, pz--¼.¼.½.½-1.
Kefir, ml--10-3050-100100-200300-400
Cagliata, g--10-30404050
Biscotti Galette, g---3-5cinque10-15
Purea di carne, g---10-305060-70
Purea di pesce, g----10-3030-60

Aumento di peso approssimativo con una corretta introduzione di alimenti complementari

Età, mesi.4cinque678novedieciundici12
Aumenta, g750700650600550500450400350

Caratteristiche dell'introduzione di alimenti complementari ai bambini prematuri in IV

Se il tuo bambino è nato prematuramente, la questione dell'introduzione di alimenti complementari dovrebbe essere discussa esclusivamente con il pediatra che lo osserva. Il tempo per espandere il menu dipende dalla maturità dei suoi sistemi interni, dall'inizio della produzione di enzimi digestivi e dalla diagnosi dell'assenza di anemia. Molto dipende anche dal peso corporeo del bambino al momento del parto, dall'aumento di peso mensile.

Alcuni medici consigliano di introdurre alimenti complementari in un periodo di 4-6 mesi, a volte questo processo si attiva in 1-3 mesi con succhi di frutta e brodi vegetali.

Ai bambini prematuri vengono iniettati prima carne, tuorlo d'uovo, verdure, fegato e cereali multicereali. Questi ultimi sono preparati non in acqua, ma in miscela di latte o brodo vegetale. L'alimentazione complementare è completamente controllata da un pediatra e viene regolata in base ai risultati degli esami e delle pesate programmati.

Espansione del menu del bambino di mesi

AllattamentoMenu di esempio
4-5 mesi6-7 mesi8-9 mesi10-12 mesi
6: 00-7: 00Miscela di latte
9: 00-11: 00Porridge in acqua + succo di frutta + alimentazione supplementare con una miscelaPorridge di latte con burro + tuorlo d'uovo + succo di fruttaPorridge di latte con burro + tuorlo d'uovo + purea di fruttaPorridge multicereali al latte con burro + fette di verdure bollite + tuorlo d'uovo
12: 00-14: 00Miscela di lattePurea di verdure con olio vegetale + purea di carne + alimentazione supplementare con una miscelaZuppa di verdure + purea di verdure con olio vegetale + polpette di carne / pesceGuarnire le verdure con olio vegetale + cotolette di carne / pesce al vapore + casseruola di cagliata
17: 00-19: 00Purea di frutta o verdura + integratore con una miscelaPurea di frutta + ricotta + kefir + crostini di panePurea di frutta + kefir + ricotta + bagelYogurt con purea di frutta + biscotti biscottati
21: 00-22: 00Miscela di latte

Ricorda di seguire le dimensioni corrette delle porzioni per evitare di nutrire troppo il tuo bambino con cibi potenzialmente pericolosi, come la ricotta. Da 8 mesi, i pasti principali sono organizzati 3 volte al giorno, ma nessuno ha annullato spuntini leggeri, soprattutto per un corpo in crescita. Conserva sempre in frigorifero e porta con te a passeggio biscotti per neonati, succhi naturali, frutta, kefir.

Raccomandazioni per le mamme

Il tema dell'alimentazione complementare spaventa molti genitori, soprattutto vista la probabilità di allergie alimentari, le cui conseguenze non sempre vengono eliminate rapidamente e facilmente. Molto spesso, i genitori di bambini pongono ai pediatri le seguenti domande:

  • Cosa fare se il bambino rifiuta di mangiare il cibo offerto?

Aspetta un po 'con gli alimenti complementari poiché il tuo bambino non è ancora pronto per questo. Stimola il suo interesse per il cibo passandolo a prendere durante i pasti, i pasti in famiglia.

  • Da quanti mesi il bambino smetterà di soffocare?

Dipende dalla velocità di sviluppo del corpo del bambino. In media, i bambini smettono di tossire mentre mangiano entro 9 mesi.

  • Cosa fare se, quando si introducono alimenti complementari, il bambino inizia ad avere problemi con le feci?

La stitichezza per più di 3 giorni o la frequenza delle feci più di 5 volte al giorno è al di fuori del range normale. Rimuovi i nuovi alimenti dalla dieta del bambino fino a quando le sue condizioni non si normalizzano, sostituiscili con qualcos'altro accettabile per la sua età. Nota anche se hai accidentalmente esagerato le dimensioni delle porzioni..

  • Cosa fare se compaiono segni di allergia?

Discuti questo problema con il tuo pediatra in anticipo e, per ogni evenienza, acquista un antistaminico per bambini nel tuo armadietto dei medicinali di casa. Tenere un diario alimentare ti aiuterà a identificare un alimento irritante, rimuoverlo dal menu risolverà il problema..

  • Quello che non puoi nutrire un bambino fino a un anno?

Alimenti allergenici vietati (noci, miele, agrumi, frutta e verdura esotiche importate, pesce rosso).

  • Quali cereali pronti e purè di patate sono migliori per un bambino?

Nella scelta, fai attenzione alla corrispondenza del prodotto selezionato all'età del tuo bambino. Verificare la composizione del prodotto, l'integrità della confezione, la data di produzione. Nella classifica dei cereali per il 2016, il primo posto è stato preso dai vari prodotti dell'azienda Nestlé. I migliori purè di patate, secondo il parere di mamme esperte ed i risultati dei test di laboratorio, sono l'assortimento di TM "Gerber".

Un adeguato aumento di peso, l'assenza di disturbi gastrointestinali e reazioni allergiche indicano che stai facendo tutto bene. Il bambino è sano, allegro e mobile: è soddisfatto del suo menu e delle prelibatezze preparate da sua madre. Ma non affrettarti a trattare la mollica con prelibatezze dal tavolo "adulto" - questo è irto di gravi conseguenze per il suo corpo.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

A che ora è possibile determinare la presenza di gemelli - quando un'ecografia mostra gravidanze multiple?

Analisi

Le gravidanze multiple non sono rare negli ultimi anni. Molte donne sognano di dare alla luce due o anche tre bambini contemporaneamente, altre, avendo appreso che stanno trasportando due gemelli, si preoccupano se riescono a far fronte al doppio carico.

Radice di liquirizia durante la gravidanza: istruzioni per l'uso

Neonato

Se la futura mamma ha la tosse, questo sintomo non può essere ignorato. Come risultato di shock di tosse riflessi, il tono dell'utero può aumentare, il che minaccia di interrompere la gravidanza.

Taglio cesareo. Indicazioni, controindicazioni, conseguenze

Analisi

Il taglio cesareo è una delle procedure chirurgiche più frequentemente eseguite in ostetricia. Ci sono indicazioni assolute e relative per questo, che sono determinate dallo stato di salute di una donna incinta e di un bambino nel suo grembo.

Il dottor Komarovsky riguardo al manichino

Concezione

"Pro e contro" Come scegliere il manichino "giusto" Manichino e morso Come svezzare un bambino da un capezzolo?Non una singola sciocchezza a volte causa discussioni così accese all'interno della stessa famiglia del capezzolo più comune: un ciuccio.