Principale / Neonato

Quante settimane è la prima ecografia durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della futura mamma necessita di esami regolari e monitoraggio del processo di portare un bambino, quindi è necessario sapere quante settimane per fare la prima ecografia durante la gravidanza.

Questo esame permette di tenere sempre sotto controllo la situazione e ricevere dati che possono guidare il ginecologo su ulteriori azioni, se richiesto. Oltre ai numerosi indicatori comprensibili solo al medico, la futura mamma potrà ricevere informazioni visive sul suo bambino.

Il principio della ricerca si basa sull'ecolocalizzazione: le onde ultrasoniche vengono riflesse dai tessuti in cui penetrano. Le immagini di questi tessuti appaiono sullo schermo. I raggi riflessi vengono ricevuti da un sensore, che percepisce i segnali ricevuti a seconda della densità dei tessuti. Ciò consente di visualizzare sullo schermo un'immagine chiara del feto.

Oggi, tale ricerca è la più sicura ed efficace. È stato utilizzato per 40 anni, ma finora non è stato notato alcun impatto negativo sul nascituro. Cerchiamo di capire qual è il momento migliore per fare la prima ecografia quando si verifica la gravidanza.

Ora del primo esame

Ogni futura mamma deve sapere quando eseguire la prima ecografia per confermare la gravidanza. Viene eseguito per un periodo di 3-5 settimane dopo l'inizio dell'ultima mestruazione. Oggi l'ostetricia utilizza due metodi diagnostici:

  • attraverso la parete addominale;
  • transvaginale utilizzando una sonda vaginale, su cui viene indossato un preservativo speciale.

Vale la pena sapere che indipendentemente da quanto tempo farai la prima ecografia durante la gravidanza, è l'esame vaginale che aumenta l'affidabilità e l'accuratezza delle informazioni ricevute, poiché il sensore è a contatto con gli organi interni. In questo caso, non è necessario riempire la vescica prima della diagnosi. Già a 4-5 giorni di ritardo, puoi confermare il fatto della lezione. Si scopre che la gravidanza embriologica è determinata per un periodo di 2 settimane.

Nel momento in cui è già possibile fare la prima ecografia in presenza di gravidanza, il diametro dell'ovulo è di soli 5 mm circa. Per determinare la data esatta, è necessario misurare la dimensione dell'embrione dalla testa al coccige. La probabilità di un errore in questo caso non supera i tre giorni. Se non è necessario confermare il fatto del concepimento e l'assenza o la presenza di patologia uterina è stata stabilita in modo diverso, il primo viaggio pianificato agli ultrasuoni viene effettuato durante la gravidanza fino a 12 settimane.

Abbiamo capito quando puoi fare la prima ecografia durante la gravidanza uterina, e ora capiamo cosa mostra:

  • 7 settimane - capo dell'embrione;
  • 8 settimane - arti fetali;
  • 9-11 settimane - ossa degli arti e punti di ossificazione;
  • 11-14 settimane - presenza o assenza di stomaco, reni, vescica, tutte le dita del feto.

Quando si esegue la prima ecografia durante la gravidanza, è necessario misurare lo "spazio del collare". La dimensione normale è di 3 mm massimo. A 3 mm o più, il collo del feto inizia a gonfiarsi, il che indica un disturbo cromosomico e la presenza di un rischio di sintomo di Down.

Lo "spazio del colletto" è importante da misurare quando si trasportano gemelli. Prima lo trovi, più accurato sarà il risultato del test per la sindrome di Down, poiché è durante la gravidanza con molti bambini che sono possibili errori quando viene rilevato questo sintomo.

Eseguire prima del previsto

A volte il medico decide di ordinare la diagnostica ecografica prima del solito. Questo accade quando c'è il rischio di sviluppare qualsiasi patologia..

Ci sono diversi casi in cui il primo esame ecografico quando si verifica la gravidanza viene eseguito prima del previsto..

  1. Rischio di anomalia genitale.
  2. Diagnosi differenziale di una donna con un tumore dell'utero o del fibroma.
  3. Sospetta talpa idatiforme, gravidanza incompleta.
  4. Sospetto sviluppo di gravidanza tubarica e altre gravidanze ectopiche.
  5. Possibile aborto spontaneo.

In questi casi la donna presenta alcuni sintomi, motivo per cui il medico cambia il periodo durante il quale esegue la prima ecografia della donna incinta. Il sintomo più grave è il sanguinamento dopo periodi mancati e un test positivo. Circa l'ipertensione nella tarda gravidanza.

Il sanguinamento può essere indicativo di una qualsiasi delle condizioni sopra elencate. Con una gravidanza extrauterina e un aborto spontaneo nelle donne, l'addome inferiore è molto dolorante.

Se c'è una deriva cistica, il feto non si sviluppa e le membrane iniziano a crescere sotto forma di bolle che crescono nell'utero, possono entrare nel cervello e nei polmoni. Questa condizione può essere determinata dalla dimensione dell'utero, che inizia ad aumentare più velocemente del previsto. Il benessere della donna peggiora e, se non vengono prese misure, la morte è possibile..

Esame nel primo trimestre

La prima ecografia di screening viene eseguita tra le 10 e le 14 settimane di gestazione. È prescritto per rilevare anomalie fetali, anomalie genetiche e aiuta anche a diagnosticare possibili problemi con il flusso sanguigno placentare e la posizione fetale. Lo screening può essere effettuato per via vaginale e attraverso l'addome.

Il primo viaggio programmato

Nel primo caso, dovrai spogliarti sotto la vita e sdraiarti con le gambe piegate, dopodiché il medico inserisce una sonda sottile nella vagina. La procedura non porta sensazioni spiacevoli, tuttavia, il giorno successivo potrebbe apparire un piccolo sanguinamento. Quando esamini attraverso lo stomaco, devi spogliarti fino alla vita o sollevare i vestiti. Lo specialista applica un liquido speciale sull'addome e muove il sensore lungo di esso.

Dopo lo screening, il medico redige un protocollo in cui annota i principali parametri determinati durante lo studio. Questi includono:

  • frequenza del battito cardiaco;
  • dimensione coccigeo-parietale;
  • imaging dell'embrione;
  • dimensione dello spazio del collo;
  • struttura corionica;
  • posizione del corion;
  • caratteristiche strutturali delle pareti uterine;
  • caratteristiche delle appendici uterine.

Dopo l'ecografia, il paziente viene inviato per uno studio biochimico, che è anche incluso nella prima procedura di screening. Lo specialista preleva il sangue da una vena per ottenere le informazioni di cui ha bisogno. L'ultimo pasto dovrebbe essere quattro ore prima dello studio.

Una volta che hai capito quando eseguire il primo studio ecografico di screening durante la gravidanza, non dovresti esitare. Con l'aiuto della diagnostica, è possibile fissare la scadenza con l'accuratezza del giorno, scoprire come si sta sviluppando il feto, se ci sono difetti o caratteristiche degli organi genitali che possono complicare il processo di portare un bambino o interromperlo completamente.

Uzi aiuta a determinare il termine della posizione

Prepararsi per lo studio

Una volta deciso quando è meglio andare dal medico e fare la prima ecografia quando si verifica la gravidanza, dovresti prepararti per lo studio. Se la diagnosi viene eseguita attraverso lo stomaco, due ore prima della procedura, dovrai bere circa due litri di acqua senza gas. Non dovresti urinare prima della procedura.

Se stai decidendo come prepararti per la prima ecografia in una piccola età gestazionale, devi sapere cosa devi portare con te dal medico:

  • preservativo;
  • asciugamano;
  • copriscarpe;
  • pannolino.

È necessario un preservativo per metterlo sulla sonda transvaginale. Alcune cliniche a pagamento forniscono i propri materiali di consumo, che sono inclusi nel costo dell'appuntamento. Pertanto, non devi portarli con te. Rivolgiti al tuo amministratore per queste informazioni. Usa la raccolta del seno durante la gravidanza.

Inoltre, prima dell'esame, è necessario lavare i genitali esterni e indossare biancheria intima pulita. Il giorno prima dello studio previsto, è necessario eliminare completamente i cibi fritti e grassi, limitare l'uso di frutti di mare, cioccolato, agrumi.

Non appena hai capito a che ora i medici fanno la prima ecografia per una breve gravidanza, fissa un appuntamento. Ora sei una futura mamma, quindi prenditi cura del tuo bambino e fai di tutto per proteggerlo da varie malattie.

Circa l'autore: Borovikova Olga

Quanto dura la prima ecografia durante la gravidanza e cosa si guarda lì?

Secondo le indicazioni, ci sono tre periodi in cui viene eseguita la prima ecografia durante la gravidanza. Questo è un esame pianificato del feto nel 1 ° trimestre e due ecografie aggiuntive. In precedenza, viene eseguito in caso di sensazioni dolorose nell'addome o scansionato successivamente per chiarire i risultati della prima diagnosi ecografica. Se una donna rimane incinta di fecondazione in vitro o è in terapia, la frequenza degli ultrasuoni è più frequente.

Quante settimane esegue la prima ecografia durante la gravidanza

Sono necessari studi di routine sul feto. Sono fatti a metà o alla fine di ogni trimestre. La tempistica del primo screening ecografico dipende dal benessere della futura gestante all'inizio della gestazione.

Alla prima ecografia si valuta l'anatomia dell'embrione, si esamina il sito di attacco, lo stato delle membrane amniotiche. Durante il primo screening, specificano anche la vera età gestazionale, il numero di bambini.

Nel 1 ° trimestre, secondo il programma, lo screening ecografico è prescritto alla fine del terzo mese ostetrico (1 mese è uguale a 28 giorni). Cioè, la prima ecografia pianificata durante la gravidanza viene eseguita a 12 o 13 settimane gestazionali. Il ginecologo calcola la data su base mensile dall'inizio dell'ultima mestruazione. La fecondazione, infatti, avviene 14-16 giorni dopo (dal giorno dell'ovulazione). Pertanto, la differenza tra la gestazione e la vera durata della gravidanza è di due settimane..

Per un periodo fino a 2,5 mesi, durante la gravidanza viene eseguita una prima ecografia non programmata. Questo è l'intervallo dal giorno 25 dall'inizio delle mestruazioni a 12 settimane di gestazione..

Nelle prime fasi, viene eseguita un'ecografia non pianificata in caso di:

  • complicazioni della gestazione (picchi di pressione, altro deterioramento del benessere);
  • segni di fallimento della gravidanza (dolore, sanguinamento);
  • sintomi di congelamento fetale (nausea, febbre);
  • gravidanza ectopica (fa male da un lato, gli antidolorifici non funzionano);
  • una donna è a rischio (la probabilità di un difetto congenito, aborto spontaneo, ecc.);
  • rilevare infezioni, malattie genito-urinarie o oncologia.

Se si sospetta una gravidanza ectopica, è possibile eseguire un'ecografia 1,5–2 settimane dopo l'ovulazione. L'uovo fecondato cresce rapidamente. Se rimane all'interno della tuba di Falloppio, l'ovidotto si rompe dopo diversi giorni di dolore. Con un'assistenza medica prematura, una donna morirà di perdita di sangue.

Guarda la master class alla prima proiezione:

Come prepararsi per lo studio

Si consiglia di portare tovaglioli, un pannolino grande, copriscarpe per la procedura alla clinica prenatale statale e un preservativo per TVUSI. Prendono una carta di gravidanza, un passaporto, una polizza di assicurazione medica dai documenti.

È necessario andare per il primo esame programmato del feto alla clinica prenatale della clinica in cui è registrata la donna incinta. Nell'ospedale dove è stata consegnata l'ambulanza viene eseguita un'ecografia di emergenza.

Nel primo trimestre viene eseguita un'ecografia transaddominale e / o transvaginale. Questi metodi hanno regole di preparazione differenti.

Fase preparatoria per il primo screening:

Cosa fare prima di un'ecografiaMetodo di accesso e differenze
AddominaleVaginale
DietaDa osservare 3 giorni prima dell'esame.

Smetti di consumare tutte le bevande o gli alimenti che ti fanno gas.Non sono necessari cambiamenti nella dietaAgenti carminativiSe l'intestino è gonfio, il medico prescrive farmaci simeticone per 1-3 giorniNon c'è bisogno di prendere medicine per flatulenzaRegime di bere il giorno dell'esameUna scansione fetale viene eseguita quando la donna incinta ha la vescica piena.

40-60 minuti prima dell'ecografia, iniziano a bere acqua non gassata (3-4 bicchieri), non vanno in bagno "sui piccoli".Svuotare la vescica prima della procedura

La mattina del primo studio, fai una doccia senza sapone. Non è necessario applicare crema per il corpo, polvere, unguento sulla pelle addominale. Possono compromettere la penetrazione degli ultrasuoni. Per 1 ecografia, si consiglia di indossare indumenti che renderanno facile l'accesso alla vagina o all'addome.

Esame ecografico

Durante la gravidanza, la prima ecografia viene eseguita allo stesso modo di un esame ecografico degli organi pelvici. Non ci dovrebbe essere alcun disagio durante la procedura. Il dolore indica la probabilità di malattie infiammatorie, complicazioni. Il diagnostico viene immediatamente informato di tali sensazioni e il motivo viene scoperto..

Durante la prima ecografia, ogni feto e le sue membrane vengono esaminati separatamente. Durante lo screening della gravidanza con una macchina ad ultrasuoni, vengono scattate foto del bambino e fotografate l'utero e le ovaie per patologie.

Come viene eseguita la prima ecografia transvaginale:

  1. Un pannolino è posto sul divano.
  2. La donna si spoglia come per una visita ginecologica.
  3. La donna incinta si sdraia sul divano con la pancia all'insù. Mette le gambe su un dispositivo di supporto o le allarga, si piega sulle ginocchia, avvicina i talloni ai glutei.
  4. Il diagnostico inserisce il sensore all'interno di un cappuccio o preservativo in lattice sterile, lo lubrifica con gel acustico ipoallergenico.
  5. Il sensore viene inserito nella vagina della donna senza premere il dispositivo sulla cervice.
  6. La scansione viene eseguita da diverse angolazioni, spostando il sensore in un angolo in tutte le direzioni.
  7. Dopo lo screening, la donna si veste, il diagnostico consegna il protocollo stampato dell'esame.

L'ecografia transaddominale viene eseguita allo stesso modo in tutti i trimestri. In una gravidanza singola, la procedura richiede meno di 15 minuti. Prima di tutto, il divano è coperto da un pannolino. La donna giace sulla schiena, mette le gambe dritte, espone il suo stomaco dalla zona sovrapubica alle costole. Il diagnostico lubrifica la pelle nella proiezione dell'utero e delle ovaie con il gel. Applica un sensore, guida lungo le linee longitudinali e trasversali. Dopo la scansione, rimuovere il gel, stampare il protocollo.

Interpretazione della ricerca iniziale

Il protocollo viene decifrato dal ginecologo-ostetrico che conduce la gravidanza. Il medico controlla gli indicatori effettivi della prima ecografia con la norma di ogni settimana di gestazione. Durante l'interpretazione dei risultati, il medico calcola la data di scadenza prevista. Il parto è previsto per la settimana ostetrica 40.

Cosa mostra la prima ecografia dalla 12a settimana di gravidanza:

  • quantità di bambini;
  • condizione corionica / placenta;
  • il luogo di impianto dell'embrione;
  • il volume del liquido amniotico (amniotico);
  • battito cardiaco fetale;
  • scheletro;
  • dimensione dalla corona al coccige;
  • lo spessore dello spazio del collare;
  • contorno della testa;
  • cervello;
  • l'integrità della parete addominale;
  • organi interni;
  • mani, piedi, dita;
  • movimenti degli arti fetali;
  • osso nasale;
  • posizione e attacco del cordone ombelicale;
  • flusso sanguigno e vasi nel cordone ombelicale (con doppler).

Alla prima ecografia, determinare il sesso del bambino non è pratico. I genitali sono scarsamente distinti dagli ultrasuoni. Sarà visto in modo affidabile dopo 16 settimane di gravidanza, ma è meglio fare l'ecografia per scoprire il sesso del bambino nel 3 ° trimestre.

Possibili patologie fetali nei risultati della prima ecografia:

Anomalie e complicazioniEchi di anomalie
Sindrome di DownL'ecografia non rileva l'osso nasale a 10-14 settimane ostetriche
Sindrome di EdwardsFrequenza cardiaca inferiore al normale 147-177 battiti / minuto

C'è un'ernia del cordone ombelicale

Nessun osso nasale visibileSindrome di PatauBattito cardiaco più spesso del normale 147-177 battiti / min.

La lunghezza delle ossa tubolari è inferiore al normale

Ci sono anomalie nella struttura del cervelloGravidanza in dissolvenzaNessun battito cardiaco

La presenza di patologia dovrebbe essere confermata da test ed ecografie ripetute dopo 13 settimane di gravidanza.

All'inizio della gravidanza, nello stesso periodo degli ultrasuoni, viene eseguito il primo screening biochimico del sangue. Gli indicatori di analisi confermano / escludono anomalie fetali. In caso di complicazioni, possono essere prescritti biopsia e altri tipi di diagnosi.

Gravidanza 12 settimane da visualizzare sul monitor ecografico:

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni per l'esame ecografico durante la gravidanza. L'unica limitazione è il danno alla pelle nell'addome inferiore (ustione, ferita). Lo screening addominale viene eseguito dopo la guarigione dei tessuti.

All'inizio della gravidanza, l'ecografia transvaginale viene eseguita su donne con obesità o altre condizioni mediche. Il primo TVUS è sconsigliato fino a 7 settimane, se la gestazione è normale: c'è il rischio di rottura dell'ovulo. Dal 2 ° trimestre, questo metodo è inappropriato.

La prima ecografia non ha mai causato complicazioni della gestazione o anomalie nello sviluppo dell'embrione.

Non ci sono prove nella medicina basata sull'evidenza che le onde ultrasoniche possano danneggiare un bambino. Durante il periodo di gestazione, viene utilizzata la potenza ultrasonica minima. La prima scansione con una sonda transvaginale richiede meno di 5 minuti. L'esame transaddominale in gravidanza singola dura al massimo un quarto d'ora.

Costo della ricerca

Nelle prime fasi, il prezzo di un esame ecografico in cliniche private è di 700-4000 rubli. Per gravidanze multiple, la procedura costerà 600-8000 rubli. Il costo del primo screening pianificato parte da 300 rubli. Nelle cliniche prenatali di bilancio, l'ecografia per le donne incinte viene eseguita gratuitamente nel luogo di registrazione.

La prima ecografia nelle prime fasi valuta le condizioni dell'utero, la presenza e la posizione dell'embrione. Dalla dodicesima settimana si studia la struttura dell'embrione.

Il motivo delle deviazioni identificate è la scarsa capacità tecnica del dispositivo o una preparazione impropria per gli ultrasuoni, l'inesperienza del diagnostico e un altro fattore umano. Per escludere patologie, è meglio per una donna eseguire lo screening su un ecografista extra-classe e consultare i medici di un'istituzione medica indipendente.

Commenta l'articolo, condividi la tua esperienza dell'esame all'inizio della gravidanza, diffondi informazioni sui social network quando viene fatta la prima diagnosi ecografica. Ti auguro il meglio.

A quante settimane di gravidanza è meglio fare la prima ecografia: quante dopo il concepimento è meglio farlo e perché è impossibile farlo subito

L'articolo conferma i tempi della prima ecografia durante la gravidanza e fornisce anche informazioni sulle caratteristiche di questa procedura e sui risultati che possono essere ottenuti con il suo aiuto..

  1. Quando fare la prima ecografia durante la gravidanza: tempistica e risultati
  2. Perché fare un'ecografia durante la gravidanza
  3. Quando è il momento migliore per eseguire un'ecografia dopo che la gravidanza è stata stabilita
  4. Devo farlo subito
  5. In che settimana è meglio fare la prima ecografia
  6. Chi fissa la scadenza per la prima ecografia
  7. Preparazione per la prima ecografia: è necessaria per una vescica piena?
  8. Cosa non mangiare prima dello studio
  9. Com'è la procedura ecografica
  10. Quanto tempo ci vuole
  11. Com'è
  12. Cosa stai guardando
  13. Decodifica
  14. Per quanto tempo può essere prescritta una seconda ecografia
  15. Quante volte puoi farlo
  16. Video utile

Quando fare la prima ecografia durante la gravidanza: tempistica e risultati

Dopo aver appreso della gravidanza, una donna dirige tutti i suoi pensieri a un minuscolo grumo di nuova vita nel suo grembo.

Come sta lì? Va tutto bene con lui? L'ecografia è un metodo generalmente accettato per la diagnosi precoce di anomalie durante la gravidanza.

Ma non tutti sanno perché ea che ora dovrebbe essere eseguito un esame ecografico..

Perché fare un'ecografia durante la gravidanza

I risultati degli ultrasuoni aiutano i ginecologi a monitorare lo stato dell'embrione nell'utero. L'immagine sul monitor, ottenuta mediante ultrasuoni, consente di rispondere a molte domande: dallo scoprire i tempi del concepimento e il luogo di attacco della placenta, all'identificazione di possibili anomalie cromosomiche in una fase precoce.

Quando è il momento migliore per eseguire un'ecografia dopo che la gravidanza è stata stabilita

La procedura diagnostica ecografica deve essere eseguita già nel primo trimestre di gestazione. Tuttavia, prima il principio migliore non si applica qui. È meglio aspettare che il bambino sia già un po 'più grande e puoi vederlo correttamente sul monitor.

Devo farlo subito

Non è necessario correre alla sala diagnostica ecografica immediatamente dopo che una donna ha visto due strisce su un test di gravidanza. Le indicazioni per questo esistono solo in un certo numero di casi specifici quando la salute della madre e del bambino è minacciata..

Ad esempio, se c'è il sospetto di una gravidanza extrauterina o il rischio di aborto spontaneo precoce (in pazienti con una predisposizione a questo). La scoperta dell'ovulo dal momento in cui può essere visto serve come una conferma indiscutibile del fatto stesso della gravidanza.

In che settimana è meglio fare la prima ecografia

Come parte del primo screening, viene prescritta un'ecografia nel periodo dalle 10 alle 14 settimane di gravidanza (in media, alla 12a settimana). Una procedura precedente o successiva non consentirà di fissare i parametri fondamentali per la fase iniziale della gravidanza.

Chi fissa la scadenza per la prima ecografia

Una donna incinta viene indirizzata gratuitamente a un ecografico da un ginecologo curante, in base ai termini prestabiliti di gravidanza e ai sintomi attuali.

Preparazione per la prima ecografia: è necessaria per una vescica piena?

Per un esame transvaginale, il giorno della procedura, i genitali devono essere lavati e le viscere svuotate naturalmente. La procedura addominale richiede l'adesione preventiva alla dieta.

Inoltre, in questo caso, la vescica deve essere riempita. L'elevazione dell'utero consente di avvicinarlo all'apparato e migliorare l'accuratezza dello studio.

Cosa non mangiare prima dello studio

Nella dieta pochi giorni prima dell'ecografia addominale, non dovrebbero esserci alimenti che contribuiscono all'aumento della produzione di gas:

  • latte e prodotti da esso;
  • cavolfiore e cavolo cappuccio bianco;
  • fagioli, piselli;
  • cipolla;
  • ravanello, ravanello;
  • funghi;
  • pane integrale e cereali bolliti (ad eccezione del riso);
  • mele, pere;
  • uva;
  • Pesche;
  • Topinambur;
  • succo di frutta, acqua frizzante.

Con il contemporaneo passaggio di altri studi di screening (esami del sangue) con ecografia, l'elenco delle restrizioni dietetiche verrà ampliato.

Com'è la procedura ecografica

La gestante di solito arriva all'ufficio del sonologo su appuntamento.

La diagnostica ecografica può essere eseguita in un policlinico a cui appartiene il consulto delle donne, o in un centro diagnostico specializzato con attrezzature moderne (ad esempio, se ci sono indicazioni speciali).

Quanto tempo ci vuole

Di solito la procedura di ricerca richiede fino a mezz'ora. La durata del processo dipende non solo dalla qualità dell'attrezzatura, ma anche dall'esperienza del diagnostico. A volte il suo assistente scrive le informazioni sotto dettatura..

Com'è

La prima ecografia viene solitamente eseguita per via transvaginale. Lo specialista inserisce il dispositivo con un preservativo nella vagina. Questo metodo, ovviamente, può regalare esperienze spiacevoli alle donne timide, ma ricorda che la salute del bambino è una priorità. Il metodo usuale di esame (addominale), quando l'apparato viene guidato sull'addome di una donna incinta, è meno efficace nel primo trimestre. I segnali di un piccolo feto vengono "bloccati" dagli strati dell'utero e dei muscoli.

Cosa stai guardando

Durante l'ecografia, il medico registra indicatori che indicano lo stato dell'embrione e le condizioni per il suo sviluppo. Si specifica il numero di embrioni, la presenza della placenta e del sacco vitellino, si misura la dimensione dell'utero e delle sue appendici. La dimensione del feto dalla corona al coccige, il diametro dell'addome è fisso.

Vengono misurate le ossa delle braccia e delle gambe e viene stabilita la loro simmetria. Tra gli organi interni, vengono esaminati principalmente il cuore, lo stomaco e il cervello, la loro posizione e dimensione. Indicatori chiave che sono marcatori di trisomia (casi di superamento del numero di cromosomi) e altre patologie:

  • la dimensione dell'area del colletto;
  • sviluppo del tubo neurale, sua chiusura;
  • imaging delle ossa nasali.

Immancabilmente, il medico informa nella conclusione di tutte le anomalie identificate, ad esempio coaguli di sangue o desquamazione delle membrane. Alcuni di loro non sono fatali e possono essere corretti informando tempestivamente i medici.

Decodifica

Il ginecologo è impegnato a decifrare i risultati ecografici, tuttavia, in caso di ansia e dubbi, una donna incinta può confrontare autonomamente i parametri indicati in conclusione con quelli normativi (sebbene solo uno specialista possa dare una valutazione accurata di queste informazioni).

La dimensione parietale del coccige è indicata dall'abbreviazione KTP. I suoi indicatori standard differiscono in momenti diversi:

  1. All'inizio della settimana 10, il CTE è 3-4 mm.
  2. A 11 settimane - da 4,2 a 5 mm.
  3. 12 settimane - CTE è di 5-6 mm.
  4. A 13 settimane, l'indicatore è fino a 7,5 mm.

Anche lo spessore dello spazio del collare (TVP) varia a seconda del periodo. A 10 settimane varia da 1,5 a 2,2 mm, a 11 settimane può raggiungere 2,4 mm, a 12 settimane - fino a 2,5 mm e nel mezzo di 13 settimane - fino a 2,7 mm.

La presenza o l'assenza dell'osso nasale è considerata uno dei più importanti marker di patologie, ma una donna incinta non dovrebbe essere intimidita se la sua dimensione non è indicata - normalmente l'osso nasale non può essere misurato con precisione. A partire da 12 settimane, la dimensione dell'osso è di 3 mm o più.

Un parametro importante è anche la frequenza cardiaca (frequenza cardiaca), ovvero il polso dell'embrione, che diventa gradualmente meno intenso nel primo trimestre:

  • a 10 settimane - da 161 a 180 battiti al minuto;
  • alla settimana 11 - da 158 a 170 battiti;
  • 12 settimane - 149-173 battiti al minuto;
  • a 13 settimane - da 146 a 170 battiti al minuto.

Con gravidanze multiple, alcuni di questi indicatori potrebbero essere inferiori, il che è accettabile.

Per quanto tempo può essere prescritta una seconda ecografia

Normalmente, l'ecografia del secondo screening viene prescritta a 17-19 settimane di gestazione. Se sospetti una patologia fetale o la possibilità di un decorso sfavorevole della gravidanza, una seconda visita dal sonologo dovrà essere effettuata prima.

Quante volte puoi farlo

Sebbene la procedura ecografica sia considerata innocua, ciò è dovuto solo alla mancanza di informazioni sul possibile danno al feto. Le onde ultrasoniche espongono l'embrione a un certo effetto, pertanto gli esperti raccomandano di eseguire un'ecografia tutte le volte che il medico prescrive (3-4 per gravidanza) e di non sottoporsi alla procedura per capriccio o desiderio di ottenere un'immagine di alta qualità del nascituro (usando l'ecografia tridimensionale).

L'esame ecografico nel primo trimestre è una procedura universale che consente non solo di confermare il fatto della gravidanza, ma anche di fissare i parametri del feto e degli organi interni di una donna. Ti consente di identificare le violazioni in una fase iniziale e, se possibile, correggerle. L'ecografia è una procedura indolore ea breve termine, a seguito della quale la madre apprende le prime informazioni affidabili su suo figlio, che possono avere un'influenza decisiva sul suo destino futuro.

Con quale frequenza ea che ora eseguire un'ecografia durante la gravidanza?

Solo 40-50 anni fa, le nostre nonne non hanno mai sognato di vedere un bambino prima che nascesse. Ora, gli appuntamenti periodici con un residente della pancia sono una cosa comune. Sebbene i benefici dell'esame ecografico siano evidenti, c'è ancora un dibattito sul suo pericolo o non pericolo in relazione al bambino nel grembo materno..

Cos'è l'ecografia?

L'ecografia è un metodo per esaminare organi e tessuti interni. Viene eseguito utilizzando una macchina ad ultrasuoni dotata di uno speciale sensore e monitor. Il sensore è chiamato trasduttore. A contatto con la pelle dell'addome della donna incinta, produce vibrazioni (onde sonore), che vengono dirette in profondità nel corpo. Lì entrano in collisione con gli organi interni di una donna (così come con parti del corpo e organi interni del bambino) e vengono riflessi da essi, successivamente visualizzati sul monitor.

L'ecografia è bidimensionale, tridimensionale e quadridimensionale. Qual è la differenza tra loro? Con un'ecografia bidimensionale, sul monitor sono visibili solo i contorni vaghi del feto in bianco e nero. Grazie all'ecografia tridimensionale, il medico potrà vedere un'immagine tridimensionale a colori, per esaminare in dettaglio gli organi e gli apparati del bambino. L'ecografia 4D ti consente di vedere i movimenti fetali.

Questa procedura è assolutamente indolore e non crea alcun disagio..

Perché fare un'ecografia durante la gravidanza?

La realizzazione di uno studio utilizzando gli ultrasuoni non è dovuta ai capricci dei futuri genitori, ma all'urgente necessità di diagnosticare varie deviazioni nello sviluppo del bambino, problemi del corso della gravidanza stessa.

In realtà, la prima ecografia sarà in grado di confermare l'inizio della gravidanza, stabilire la presenza di un ovulo (a volte anche due, o anche tre) e determinare la durata esatta della gravidanza. Questo metodo è molto prezioso in presenza di una gravidanza extrauterina. Dopotutto, se lo diagnostichi in anticipo, puoi evitare un intervento chirurgico..

Inoltre, in un secondo momento, l'ecografia consente di vedere se ci sono patologie. Questi includono il distacco della placenta, la minaccia di aborto spontaneo, l'ipertonicità dell'utero. Patologie diagnosticate tempestivamente e, di conseguenza, le misure adottate ti permetteranno di mantenere la gravidanza e dare alla luce un bambino sano. Inoltre, gli ultrasuoni possono rilevare malformazioni fetali. A volte possono essere curate e, a volte, purtroppo, alla donna verrà chiesto di interrompere la gravidanza..

Alla vigilia del parto, gli ultrasuoni ti permetteranno di scoprire alcune delle sfumature da cui dipenderanno sia il corso del processo stesso che il comportamento dei medici. Ricorda, solo questo metodo può dire con una precisione del 100% se c'è un intreccio del cordone ombelicale. E questo è molto importante, poiché minaccia di complicazioni del processo di nascita e talvolta crea un pericolo per la salute, o addirittura la vita, del bambino.

Non dimenticare che alcune donne devono sottoporsi a un'ecografia. E molto più spesso della maggior parte delle donne incinte. Queste indicazioni includono malattie croniche. I più comuni tra loro sono il diabete mellito, varie malattie del sangue.

Non dovresti trascurare la procedura se in precedenza hai già avuto gravidanze che si sono concluse senza successo (aborti spontanei, gravidanza congelata) o se ci sono persone gravemente malate in famiglia (ad esempio, con sindrome di Down).

Quando fai la prima ecografia durante la gravidanza?

La direzione per la prima ecografia durante la gravidanza viene solitamente ottenuta da una donna a 12-13 settimane di gravidanza. Questo metodo di ricerca iniziale è estremamente importante: con il suo aiuto, il medico sarà in grado di valutare la formazione primaria del feto, per valutare il processo di deposizione di organi e sistemi.

In alcuni casi, la prima ecografia durante la gravidanza può essere eseguita prima. In primo luogo, per confermare la presenza di gravidanza e anche per escludere il fatto di una gravidanza extrauterina. Il sospetto di una gravidanza extrauterina richiede un esame obbligatorio con ultrasuoni: solo in questo modo sarà possibile stabilire in modo affidabile se questa condizione patologica si verifica davvero. E solo in questo modo sarà possibile intervenire per tempo sulla situazione ed effettuare le necessarie pulizie, altrimenti non si potranno evitare gravi conseguenze.

Il motivo di un'ecografia precedente può anche essere sintomi allarmanti sotto forma di sanguinamento vaginale (o secrezione sanguinolenta) e dolori tiranti nell'addome inferiore. È probabile che tali sintomi segnalino la minaccia di interruzione della gravidanza. E, sebbene sia molto difficile determinare se esiste una minaccia di aborto spontaneo esclusivamente con gli ultrasuoni, tuttavia, attraverso un tale studio è possibile scoprire la causa del sanguinamento. In base ai risultati dell'ecografia, il medico sarà in grado di valutare in modo completo la situazione e dare alla donna raccomandazioni appropriate.

Ecografia in gravidanza: per quanto tempo e perché

Come determinare il sesso del bambino e calcolare la data di scadenza.

Durante la gravidanza, l'ostetrico-ginecologo deve inviare la donna incinta per un esame ecografico (ecografia). Ed è fatto tre volte: alla fine di ogni trimestre. In ogni fase, i medici riceveranno le proprie preziose informazioni sulle condizioni del feto.

Ci sono stati molti studi clinici che hanno dimostrato che l'ecografia durante la gravidanza è completamente sicura. È fatto esclusivamente per lo studio dello sviluppo fetale e non gli causa alcun danno..

Prima ecografia: 10-14 settimane

A tutte le future mamme viene prescritta un'ecografia alla fine del primo trimestre di gravidanza per un periodo di 10-14 settimane. Già in questo momento è possibile determinare se ci sono gravi deviazioni nello sviluppo del feto. In questo momento, il medico misura la distanza dal coccige alla corona dell'embrione (questo indicatore è chiamato CTE), studiando la struttura anatomica del feto. Con questo indicatore, si può giudicare quanto si sviluppa completamente il feto e se le sue dimensioni corrispondono alla norma.

Viene valutato anche lo spessore dello spazio del collare (TVP). Grazie a questo indicatore è possibile capire se il feto presenta anomalie cromosomiche. Con TVP superiore a 2,7 mm, si possono sospettare anomalie cromosomiche. Prima di tutto, la probabilità che il feto sviluppi la sindrome di Down. Se il medico sospetta una minaccia, dovrai anche fare un esame del sangue per chiarire il benessere del futuro bambino.

Quasi tutti gli organi del feto hanno il tempo di svilupparsi entro settimane. Pertanto, puoi vedere le patologie congenite più evidenti del cervello, del cuore, la presenza di formazioni indesiderate. In caso di patologie gravi, non è troppo tardi per interrompere la gravidanza per motivi medici.

Seconda ecografia: 20-24 settimane

Alla seconda ecografia, il medico misura la circonferenza addominale, la lunghezza del femore, la dimensione interparietale della testa fetale. Sulla base di questi indicatori, si può giudicare se c'è un ritardo nello sviluppo del futuro bambino. Inoltre, uno specialista in ecografia valuta indicatori come il flusso sanguigno nei vasi della placenta, la sua posizione, il grado di maturità, la struttura. Questo è molto importante, poiché il distacco prematuro della placenta è molto pericoloso e può essere motivo di ricovero. Un ispessimento della placenta è spesso un segno di infezione, diabete mellito e altre malattie che possono danneggiare il feto..

L'esame del liquido amniotico può fornire ulteriori informazioni sullo sviluppo del rene fetale. Il polidramnios può indicare un conflitto Rh o qualche tipo di infezione. In entrambi i casi sarà necessaria una terapia speciale e la supervisione medica. Esaminando il cordone ombelicale, il medico cerca un intreccio. Tuttavia, in questa fase, questo non è importante come durante l'esame successivo..

L'esame della cervice consente di chiarire se non vi è insufficienza istmico-cervicale. Questa è una patologia in cui la cervice inizia ad aprirsi prima di 37 settimane, il che può portare alla minaccia di parto prematuro..

Terza ecografia: 32-34 settimane

A questo punto, il feto di solito ha il tempo di prendere la sua posizione finale all'interno dell'utero e posizionare la testa o l'estremità pelvica "verso l'uscita". Pertanto, l'ostetrico-ginecologo sarà in grado di decidere in anticipo come eseguire il parto. Con l'aiuto di una macchina ad ultrasuoni, è possibile determinare il peso approssimativo del feto, le sue dimensioni, calcolare il tempo approssimativo di consegna.

Viene valutata anche la posizione della placenta, poiché entro le settimane la sua migrazione è già finita. Normalmente, la placenta è attaccata nella parte superiore dell'utero, lontano dalla cervice. Ma a volte, per vari motivi, si sposta verso il basso nella cervice e si sovrappone ad essa. Questa è la cosiddetta placenta previa, che prevede un taglio cesareo, poiché la placenta blocca l'uscita del bambino dall'utero.

Inoltre, viene valutato il grado di maturità della placenta. Se matura prima del tempo, è imperativo partorire in tempo o un po 'prima. La prepotenza in questo caso porta al rischio di ipossia fetale. Durante questo periodo, lo specialista esamina nuovamente il cordone ombelicale sull'ecografo per rilevare eventuali impigliamenti. Questo è importante per i medici che partoriranno..

Per questioni mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo

La prima ecografia durante la gravidanza

  • 26 novembre 2014

L'ecografia è uno dei modi più accurati per diagnosticare la gravidanza e monitorarne lo sviluppo. Tutte le future mamme sono preoccupate per la domanda: quando fare la prima ecografia? Secondo gli standard dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, questo periodo è definito come 10-14 settimane. Ma quasi tutte le donne incinte eseguono la prima ecografia molto prima, volendo assicurarsi che la sua gravidanza sia uterina e si sviluppi correttamente..

Gli ultrasuoni sono dannosi durante la gravidanza?

Molto spesso sui forum è possibile trovare l'opinione che gli ultrasuoni durante la gravidanza, e soprattutto nel primo trimestre, siano molto dannosi. Vengono forniti anche esempi: "nell'ultima gravidanza ho fatto un'ecografia e il feto si è congelato, ma questa non ha fatto un'ecografia e va tutto bene". In realtà, questa è un'opinione soggettiva basata sulla coincidenza. Ci sono molti studi su questo argomento, ma finora nessuno è stato in grado di dimostrare il danno specifico che le onde ultrasoniche portano a un bambino nel grembo materno; come, ad esempio, è stato dimostrato il danno dei raggi X. Ovviamente, non dovresti fare fanaticamente un'ecografia ogni giorno, ogni settimana, ma non dovresti ignorare questo studio a causa del suo danno mitico..

Quindi hai un ritardo. Il test mostra le due strisce tanto attese. Quindi voglio fare un'ecografia per assicurarmi che tutto sia a posto. Ma non c'è bisogno di affrettarsi, in questo momento anche l'apparato più moderno non sarà ancora in grado di "vedere" nulla. Per tua sicurezza, puoi prima fare un'analisi per la gonadotropina corionica umana (hCG). In futuro, questa analisi aiuterà il medico a tracciare una correlazione tra il livello dell'ormone hCG e i dati ecografici in una fase iniziale..

I primi esami ecografici durante la gravidanza vengono effettuati con una sonda vaginale per una maggiore precisione. Non è richiesta alcuna formazione speciale.

Perché hai bisogno di fare un'ecografia in anticipo?

Lo scopo dell'ecografia nelle prime settimane di gravidanza è:

  • stabilire l'età gestazionale embrionale;
  • diagnosi di gravidanze multiple;
  • stabilire la localizzazione uterina dell'ovulo;
  • diagnosi di complicanze durante la gravidanza (tono, aborto minaccioso e incipiente);
  • valutazione del sacco vitellino, corion;
  • valutazione delle funzioni vitali dell'embrione;
  • studio delle dimensioni e della struttura dell'ovulo e dell'embrione.

Cosa vedrà il medico della diagnostica ecografica durante lo studio? Quanto tempo è visibile l'embrione??

  1. 4 settimane ostetriche o 2 settimane dal concepimento
  2. HCG è di 30-170 unità.
  3. Ultrasuoni. Si determina un endometrio rigoglioso, nell'ovaio il corpo luteo, che produce progesterone e altre sostanze necessarie per la gravidanza, fino a quando si forma la placenta che assume questo ruolo. È molto difficile vedere l'uovo fecondato nell'utero, la sua dimensione non supera 1 mm.
  1. 5 settimane ostetriche o 3 settimane dal concepimento
  2. HCG è 750-3100 unità.
  3. Ultrasuoni. In questo momento, quando si utilizza una buona macchina ad ultrasuoni, l'uovo fetale è visibile, è possibile determinare il numero di uova fetali, la loro localizzazione, la dimensione dell'utero. Non preoccuparti molto se un ovulo fecondato non è stato trovato nell'utero in 5 settimane ostetriche, devi rifare l'ecografia dopo pochi giorni.
  1. 6 settimane ostetriche o 4 settimane dal concepimento
  2. HCG è 7100-27300 unità.
  3. Ultrasuoni. A questo punto, l'ovulo (uova) nell'utero dovrebbe essere chiaramente definito. La dimensione dell'ovulo è di circa 6-19 mm. Il sacco vitellino dovrebbe essere visibile al suo interno. Prima che gli organi interni dell'embrione inizino a funzionare, i tessuti del sacco vitellino svolgono funzioni metaboliche, immunoregolatrici ed escretorie. La dimensione del sacco vitellino dovrebbe essere inferiore a 5,5-6 mm. Un bordo bianco è visibile intorno all'ovulo: questa è la futura placenta. Su una buona macchina ad ultrasuoni, il medico vedrà già l'embrione nell'ovulo e la fibrillazione cardiaca.
  4. 7 settimane ostetriche o 5 settimane dal concepimento
  5. HCG è 17.100-74.000 unità.
  6. Ultrasuoni. Se la data è impostata correttamente, l'embrione dovrebbe già essere rilevato nell'ovulo e il sensore dovrebbe registrare i suoi battiti cardiaci e l'attività motoria. La dimensione dell'ovulo è 19-27 mm. La lunghezza dell'embrione nelle prime fasi è determinata dalla corona al coccige, quindi questo parametro è chiamato dimensione coccigeo-parietale (CTE). Il CTE di un embrione a 7 settimane è di 6-13 mm e il suo peso è di circa 0,6-0,8 grammi. La frequenza cardiaca è di circa 103-150 battiti al minuto. L'embrione è saldamente collegato dal cordone ombelicale alla parete dell'utero.
  1. 8 settimane ostetriche o 6 settimane dal concepimento
  2. HCG è 28.000-128.000 unità.
  3. Ultrasuoni. Il CTE dell'embrione in questo momento è di 13-19 mm, il peso è di circa 2,5-3 grammi. Il cuore del bambino batte quasi due volte più velocemente del cuore della madre, la frequenza cardiaca è di 130-160 battiti al minuto. L'embrione sta diventando sempre più simile a un ometto, fa movimenti caotici, ma perché le sue dimensioni sono ancora troppo piccole, la mamma non sente ancora alcun movimento.

Punti importanti (non una diagnosi, ma un sospetto!):

  1. Gravidanza ectopica: se il livello di hCG è superiore a 1500-2000 unità e l'uovo fetale sugli ultrasuoni non viene rilevato nella cavità uterina.
  2. Anembryonia (ovulo vuoto) - non c'è sacco vitellino nell'ovulo con un diametro superiore a 20 mm.
  3. Anembryonia (ovulo vuoto): non c'è embrione nell'ovulo con un diametro maggiore di 25 mm.
  4. Anembryonia (ovulo vuoto): la dimensione del sacco vitellino è superiore a 8 mm.
  5. Gravidanza congelata: quando il CTE dell'embrione è superiore a 5 mm, non c'è battito cardiaco.

Tutti i dati ecografici ottenuti una volta vengono interpretati a favore della gravidanza con una ripetizione obbligatoria dopo pochi giorni..

Esperienza lavorativa come operatore sanitario per 15 anni. Gravidanza programmata per 6 anni. Ha subito due laparoscopie, molta stimolazione dell'ovulazione, iniziando con clostobegite e terminando con iniezioni di gonale e puregon. Ha compreso la sua salute in dettaglio leggendo la letteratura medica.

La prima ecografia durante la gravidanza: tempi e tassi di indicatori

Il primo esame ecografico durante la gravidanza è sempre un evento emozionante e importante nella vita di una futura mamma. Questo è il primo "incontro" di una donna con il suo bambino, che è ancora molto piccolo.

Questo esame è atteso con una sensazione speciale: impazienza mista ad ansia. Come e quando viene eseguita la prima ecografia per le donne in una "posizione interessante", nonché quali parametri sono considerati la norma, lo diremo in questo articolo..

Date

La prima ecografia programmata, consigliata a tutte le future mamme, viene eseguita per un periodo dalle 10 alle 13 settimane comprese. Questo è un primo screening prenatale importante e informativo per medici e donne. Tuttavia, per molte donne, questo esame obbligatorio non sarà più il primo, poiché prima delle 10 settimane potrebbero essere già state sottoposte a tale diagnosi..

Teoricamente, la prima ecografia può essere informativa durante la gravidanza già 2,5-3 settimane dopo il giorno previsto dell'ovulazione. Ciò corrisponde a circa la quinta settimana ostetrica..

In questo momento, per la prima volta, c'è un'opportunità tecnica per vedere l'uovo fetale sul monitor dell'ecografo, che indicherà l'inizio della gravidanza. Ma fino a 10-11 settimane, la diagnostica ecografica non è ufficialmente raccomandata senza buone prove..

Perché viene eseguita un'ecografia pianificata??

Lo scopo di uno studio pianificato entro un periodo di tempo specificato è quello di identificare i cosiddetti marker di possibili patologie fetali. Fino a 10-13 settimane secondo il calcolo ostetrico (questo è di circa 12-15 settimane dal concepimento), questi marker non sono soggetti a valutazione.

La tempistica del primo screening prenatale non è stata scelta a caso, perché se vengono individuate delle anomalie la donna potrà abortire per motivi medici, senza aspettare che il tempo si allunghi.

Ci sono sempre più complicazioni dopo un aborto a lungo termine.

Non è un caso che la prima ecografia avvenga lo stesso giorno con la consegna di un campione di sangue venoso per l'esame biochimico. I risultati degli ultrasuoni non vengono valutati separatamente dalla conta ematica. Se nel sangue si riscontrano marcatori sia l'equilibrio ormonale che quello proteico sono disturbati in un certo modo, il rischio di avere un figlio con anomalie cromosomiche è maggiore.

L'esame programmato entro i tempi stabiliti dal Ministero della Salute è finalizzato alla ricerca di donne a rischio per la probabilità di partorire bambini con gravi lesioni totali causate da un "fallimento" genetico..

Una persona ha 23 paia di cromosomi. Sono tutti uguali, tranne l'ultima coppia, in cui i ragazzi hanno XY e le ragazze hanno XX. Un cromosoma in più o la mancanza di tale cromosoma in una delle 23 coppie causa patologie irreversibili.

Quindi, se il numero di cromosomi in 21 coppie viene violato, al bambino viene diagnosticata la sindrome di Down e se c'è un numero errato di cromosomi in 13 coppie, si sviluppa la sindrome di Patau.

Non si può dire che il primo screening in generale e l'esame ecografico nel suo quadro, in particolare, siano in grado di rivelare tutte le possibili varianti di malattie genetiche, ma quelle più grossolane, per la maggior parte, possono essere rilevate proprio al primo esame programmato con successiva diagnostica aggiuntiva. Tali patologie includono: sindromi di Down, Edwards, Patau, Turner, Cornelia de Lange, Smith-Lemli-Opitz, nonché segni di triplodia non molare.

Difetti grossolani del tubo neurale, come diminuzione o completa assenza del cervello, anomalie nello sviluppo del midollo spinale, possono essere rilevati solo al secondo screening prenatale, che avviene secondo programma solo nel secondo trimestre di gravidanza.

Andando alla prima ecografia programmata, una donna dovrebbe capire che nessuno diagnosticherà il suo bambino solo sulla base di quanto visto sul monitor dell'ecografo.

Se il diagnostico ha sospetti di patologia e anomalie dello sviluppo, lo indicherà sicuramente nella conclusione e la donna verrà inviata per un consulto con un genetista, che deciderà sulla necessità di metodi diagnostici più accurati rispetto agli ultrasuoni - invasivi, durante i quali i medici prendono particelle di tessuto fetale, sangue dal cordone ombelicale, liquido amniotico per analisi genetiche. Precisione dei metodi invasivi - quasi il 99%.

Un ottimo analogo è l'analisi non invasiva del DNA fetale, che è assolutamente sicura sia per la madre che per il bambino, poiché per eseguirla la donna incinta ha solo bisogno di donare sangue venoso.

Tra gli altri compiti della prima ecografia di screening c'è quello di chiarire l'età gestazionale in base alle dimensioni del bambino, determinare lo stato di salute riproduttiva femminile, valutare i possibili rischi nel parto imminente tra sei mesi..

Ricerca non programmata: a cosa serve?

Oggi, l'esame ecografico è più che conveniente e quindi una donna può eseguirlo senza la conoscenza del medico e della sua direzione. Molti lo fanno e dopo che il test casalingo mostra due strisce, si recano alla clinica più vicina per confermare il fatto della gravidanza con una tale scansione..

Tuttavia, oltre al desiderio della donna di sapere con certezza se il concepimento è avvenuto, potrebbero esserci indicazioni mediche per la prima ecografia prima del previsto. Succede che prima dello screening una donna abbia il tempo di fare diversi esami di questo tipo..

Le indicazioni mediche per le quali lo studio può essere raccomandato prima dei termini stabiliti dalle raccomandazioni del Ministero della Salute sono diverse:

  • Aborto spontaneo di gravidanza. Se una donna ha avuto in precedenza due o più aborti nelle primissime fasi della gestazione, si consiglia la prima ecografia al momento della registrazione presso una clinica prenatale per assicurarsi che questa volta il feto si stia sviluppando.
  • Storia della quiete della gravidanza. Se, prima della gravidanza in corso, una donna ha avuto casi di gravidanza non in via di sviluppo, anembrione (assenza di un embrione nell'ovulo), si consiglia vivamente un'ecografia precoce per scoprire se c'è una ricaduta.
  • Storia di gravidanza ectopica o sospetta gravidanza extrauterina. In questo caso, il compito dell'esame precoce è quello di identificare il più presto possibile il possibile ancoraggio ectopico dell'ovulo, pur non costituendo una seria minaccia per la vita della donna. Il sospetto sorge se il livello di hCG nel sangue della donna è significativamente inferiore al livello prescritto, se ci sono dolori, secrezioni che non sembrano mestruali, mestruazioni ritardate, mentre l'utero non è ingrandito.
  • Storia di traumi e interventi chirurgici sull'utero. Se, prima dell'inizio della gravidanza, la donna è stata sottoposta a interventi chirurgici che interessano il principale organo riproduttivo femminile, allora il compito della prima ecografia il più presto possibile sarà quello di valutare il punto di attacco dell'ovulo. Più lontano dalle cicatrici postoperatorie il bambino viene riparato, più favorevole è la prognosi per il normale portamento e il parto..
  • Sospetta gravidanza multipla. In questo caso, è necessario uno studio ecografico prima del tempo di screening per confermare il fatto stesso di portare due o più bambini. Il medico può indovinare questo superando il livello di hCG nel sangue di una donna incinta di due o più volte.
  • Malattie croniche, tumori, fibromi. Le patologie esistenti del sistema riproduttivo possono influenzare non solo la capacità di concepire un bambino, ma anche la capacità di portarlo fuori. Pertanto, alle donne con tali disturbi viene mostrato un esame precoce per l'ecografia al fine di valutare il luogo di impianto e il tasso di crescita dell'ovulo.
  • La minaccia di interruzione. Nelle primissime fasi, potrebbe esserci anche una minaccia di aborto spontaneo. Di solito si manifesta con una secrezione spalmata dai genitali, tirando (come con le mestruazioni o un po 'più forte) dolore nell'addome inferiore e nella regione lombare, deterioramento delle condizioni generali della donna. Con tali sintomi, si consiglia l'ecografia con il marchio "cito", che significa "urgente, urgente".
  • Risultati dei test discutibili. Per vari motivi, potrebbero esserci "disaccordi" tra le strisce reattive, un esame del sangue per determinare l'ormone hCG caratteristico della gravidanza ei risultati di un esame ginecologico "manuale". Se i disaccordi sono tali che l'ostetrico-ginecologo non può dire con certezza se una donna è incinta, la indirizzerà sicuramente per un'ecografia.

Prima diagnosi dopo la fecondazione in vitro

Se per qualche motivo una coppia non riesce a concepire un bambino da sola, i medici possono farlo per loro. L'intero processo di fecondazione in vitro, dalla sua preparazione e termina con il reimpianto di embrioni - "tre giorni" o "cinque giorni", è controllato mediante diagnostica ecografica.

Dopo il trasferimento dell'embrione, alla donna viene prescritta una terapia ormonale in modo che i bambini abbiano più possibilità di prendere piede e iniziare a crescere nell'utero..

La prima ecografia dopo la fecondazione in vitro è raccomandata 12-14 giorni dopo il reimpianto, se le mestruazioni non sono iniziate ei risultati di un esame del sangue per la gonadotropina corionica indicano una gravidanza.

In questa fase, il compito diagnostico è assicurarsi che la gravidanza sia avvenuta e che gli sforzi di medici e coniugi siano stati coronati dal successo..

Se la diagnostica ecografica mostra la presenza di un uovo fetale (o più uova fetali) nell'utero, il successivo esame ecografico è programmato dopo altre due settimane per assicurarsi che gli embrioni siano in crescita e in via di sviluppo. Quindi alla donna viene assegnato, come tutte le altre donne in gravidanza, un esame di screening programmato a 10-13 settimane di gravidanza.

Cosa si può vedere alla prima ecografia?

La futura mamma, non importa per quanto tempo vada all'ufficio ecografico, è interessata a ciò che può essere visto prima o poi. I moderni tipi di diagnostica ecografica ampliano notevolmente le prospettive, soprattutto per tipi innovativi come gli ultrasuoni 3D e 4D, nonché gli ultrasuoni 5D, che consentono di ottenere immagini non bidimensionali, ma tridimensionali e persino a colori in tempo reale.

Tuttavia, non si dovrebbe pensare che il giorno successivo all'inizio del ritardo su qualsiasi, anche l'apparato più moderno, si possa vedere almeno qualcosa. Il primo periodo in cui è possibile (di nuovo, solo teoricamente) considerare un ovulo fecondato è di 5 settimane ostetriche (tre settimane dopo l'ovulazione o una settimana dopo l'inizio del ritardo).

Non c'è bisogno di fare una costosa ecografia tridimensionale "volumetrica" ​​in così poco tempo, perché finora è possibile vedere solo il punto, che è l'ovulo fecondato. Andando alla prima ecografia, una donna dovrebbe sapere cosa esattamente può essere mostrato.

A 5-9 settimane

Un'ecografia precoce, secondo o senza indicazioni, per volontà della futura madre, non sarà in grado di accontentare una donna con immagini impressionanti e immagini memorabili. Nelle prime fasi, viene determinata solo una formazione arrotondata nella cavità uterina con un nucleo interno appena distinguibile - l'embrione. La stessa bella immagine dettagliata di un piccolo embrione, così come sono raffigurati utilizzando la computer grafica, in realtà non lo sarà.

La maggior parte delle donne non può nemmeno considerare l'ovulo fecondato stesso, soprattutto se la diagnosi non è accompagnata da commenti dettagliati del medico. Ma c'è una piacevole sfumatura: a cinque settimane ostetriche, un bambino piccolo inizia a battere un piccolo cuore, o meglio, c'è una pulsazione caratteristica dove presto si formerà il petto.

Se l'apparato su cui viene eseguito l'esame ha una risoluzione sufficientemente buona e un sensore moderno, la madre sarà in grado di vedere come ciò accade. La caratteristica principale dello sviluppo del bambino nella fase iniziale è la dimensione dell'ovulo. Questo è ciò che il medico misurerà se una donna viene per una scansione a 5-9 settimane di gravidanza.

Se la prima ecografia si verifica a 7 settimane secondo il calcolo ostetrico dell'età gestazionale (circa 5 settimane dal giorno dell'ovulazione), molto probabilmente la donna sarà in grado di mostrare il suo bambino. L'embrione in questo momento ha una testa e una coda sproporzionatamente grandi..

A 9 settimane, il bambino acquisirà già forme umane più comprensibili per la madre, anche se si osserveranno ancora sia la coda che la grande testa. Il cuore di un bambino a 8-9 settimane si può già sentire se la macchina ad ultrasuoni è dotata di altoparlanti acustici.

A 10-13 settimane

Al momento del primo screening, il bambino sta cambiando drasticamente. Alla prima ecografia programmata, molto probabilmente una donna mostrerà un bambino del genere.

Ha già penne chiaramente distinguibili, se sei fortunato, puoi persino vedere le dita su di esse. Possiamo anche distinguere il profilo del viso, pancia, petto. Il cuore delle briciole batte ritmicamente e forte, te lo faranno ascoltare.

In un bambino in questo momento, viene misurata la distanza dal coccige alla corona (dimensione coccigeo-parietale o CTE), la distanza tra le ossa temporali è la dimensione della testa biparietale (BPD), a volte continuano a misurare le dimensioni dell'ovulo, ma questa dimensione non è più di grande valore diagnostico.

L'obiettivo principale è rilevare, se ce ne sono, i marker per le anomalie cromosomiche discusse sopra. Questi includono due dimensioni: la lunghezza delle ossa nasali e la distanza dalla superficie interna della pelle del bambino alla superficie esterna dei tessuti molli del collo.

Alcune patologie sono caratterizzate dall'accumulo di liquido in eccesso in quest'area, a causa del quale aumenta il TVP (lo spessore dello spazio del colletto). Molti "fallimenti" cromosomici sono accompagnati da varie deformità delle ossa facciali, motivo per cui anche le ossa nasali stanno cercando di vedere e, se possibile, misurare.

I genitali esterni sono quasi formati e possono anche essere considerati teoricamente a 12-13 settimane, ma i medici in questo momento non possono parlare del sesso del bambino con sicurezza, perché le differenze sembrano ancora minime. Il diagnostico sarà in grado di rispondere più accuratamente alla domanda della madre sul sesso del bambino dopo la 18a settimana di gravidanza, quando verrà per la seconda ecografia programmata.

Decodifica e norme

Un medico dovrebbe essere coinvolto nell'interpretazione dei risultati ecografici. Tutti lo sanno, ma la curiosità e l'ansia abbastanza comprensibili insite nelle future mamme fanno sì che le donne si avvicinino completamente allo studio della terminologia complessa per capire tutto da sole. Questo non è insolito, il nostro compito è aiutare le donne incinte a capire cosa c'è scritto nella conclusione..

Questa abbreviazione a tre cifre nasconde l'indicatore principale dello sviluppo di un bambino fino a 9-10 settimane. Poiché l'embrione stesso è ancora molto piccolo ed è molto difficile misurare le parti embrionali, lo stato, lo sviluppo e l'età gestazionale nella fase iniziale sono determinati dalle dimensioni dell'ovulo..

La forma e le dimensioni dell'ovulo possono anche indicare i problemi del bambino, ad esempio, la deformazione e una certa "compressione" dei contorni della membrana fetale possono indicare che una donna ha iniziato un aborto spontaneo e la sua diminuzione simultanea delle dimensioni indica una gravidanza non sviluppata e la morte dell'embrione.

La determinazione dell'età gestazionale da SVD nelle prime fasi è considerata abbastanza affidabile.

Dopotutto, finora i bambini non sono divisi in grandi e piccoli, spessi e magri: tutti gli embrioni nel primo trimestre crescono all'incirca alla stessa velocità, ma iniziano a mostrare caratteristiche ereditarie dell'aspetto un po 'più tardi..

Il diametro interno medio dell'ovulo aumenta contemporaneamente al periodo e la membrana fetale non cresce nemmeno di settimane, ma di giorni, quindi non sarà difficile stabilire il giorno del concepimento, a condizione che la gravidanza si sviluppi normalmente.

Tabella delle norme SVD (media)

Diametro interno medio dell'ovulo (mm)

Conformità con l'età gestazionale (settimana + giorno)

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Un bambino ha bisogno di cambiare un pannolino di notte?

Nutrizione

Ogni adulto sa quanto sia importante un sonno completo per la salute, perché durante questo periodo il corpo ha il tempo di riprendersi completamente e acquisire forza.

Riboxin per le donne incinte

Parto

La ribossina durante la gravidanza è prescritta come agente metabolico, antiipossico e antiaritmico. Il farmaco viene utilizzato principalmente per normalizzare i processi metabolici del corpo, ridurre la viscosità del sangue e migliorare la respirazione cellulare.

Quale temperatura corporea può essere all'inizio della gravidanza

Concezione

Dall'inizio della fecondazione, nelle prime settimane, non è escluso un aumento o una diminuzione della temperatura durante l'inizio della gravidanza, che è causato dai cambiamenti nel corpo della donna.

A che ora fare un test di ovulazione

Neonato

La pianificazione della gravidanza inizia sempre con la determinazione del giorno dell'ovulazione. A tale scopo vengono utilizzati test, la cui gamma e varietà sono oggi molto abbondanti.