Principale / Analisi

Qual è il pericolo della toxoplasmosi per le donne incinte: simpatici giochi con i gattini o una vera minaccia per la vita di un bambino in utero

Solo il rilevamento tempestivo della toxoplasmosi nelle donne in gravidanza previene le gravi conseguenze dell'infezione nei neonati. Come farlo: modi per determinare la malattia, modi di penetrazione dei parassiti, misure per prevenire l'infezione da Toxoplasma.

  1. Minaccia di toxoplasmosi durante la gravidanza: non baciare il gattino, infetterai il bambino
  2. Cos'è la toxoplasmosi
  3. Come puoi essere infettato durante la gravidanza
  4. Portatori di toxoplasma
  5. Come viene trasferito
  6. Qual è il pericolo di toxoplasmosi per una donna incinta che è stata infettata per la prima volta
  7. Come scoprire se hai avuto la toxoplasmosi prima della gravidanza o no
  8. Anticorpi e test positivo
  9. Sintomi ed effetti della toxoplasmosi sul feto
  10. Cosa è pericoloso per la madre
  11. Può essere cronico
  12. È possibile curare
  13. Prevenzione
  14. Previsione
  15. Video utile

Minaccia di toxoplasmosi durante la gravidanza: non baciare il gattino, infetterai il bambino

Toxoplasmosi durante la gravidanza, se si tratta di un'infezione primaria: una minaccia diretta di aborto spontaneo, morte fetale nell'utero, disabilità del bambino dalla nascita. Ecco perché le donne che trasportano un bambino devono monitorare attentamente la purezza dell'acqua, del cibo e non baciare gattini e pappagalli. Inoltre, è categoricamente impossibile saltare i giorni annuali di esami profilattici e il tempo di monitoraggio della gravidanza..

Cos'è la toxoplasmosi

L'agente eziologico della malattia sono i protozoi: toxoplasma, parassitosi negli animali umani ea sangue caldo, uccelli. Il proprietario finale si chiama gatti, perché la formazione e la riproduzione delle oocisti avviene nel loro intestino. I felini prendono i parassiti mangiando topi, uccelli e altri piccoli animali.

Esistono tali forme di toxoplasmosi:

  • acuto;
  • cronico;
  • congenita.

Una donna incinta infetta da toxoplasmosi non può nemmeno presumere di essere diventata vittima di parassiti, poiché di solito il decorso della malattia non si manifesta con sintomi pronunciati. Ci sono segni di lieve malessere, come con il raffreddore.

Ma questo non sempre accade, i sintomi della forma acuta a volte assomigliano a polmonite incipiente, epatite e altre gravi patologie, a seconda della posizione del danno del parassita ai tessuti del corpo.

Come puoi essere infettato durante la gravidanza

Dove i gatti si svuotano, ci sono cisti di Toxoplasma, poiché le simpatiche creature pelose sono gli ospiti principali..

Portatori di toxoplasma

Tutti gli animali (animali, insetti e uccelli) che vivono nelle tenute residenziali e camminano tranquillamente nel cortile e nella casa fungono da trasportatori meccanici:

  • Cagnolino.
  • Mucche.
  • Suini.
  • Uccelli.
  • Scarafaggi.
  • Coleotteri.
  • Polli, ecc..

Diffondendo le cisti di Toxoplasma sulle verdure, sulle bacche e sugli oggetti circostanti, contribuiscono involontariamente alla massiccia semina di tutto ciò che una persona usa.

Come viene trasferito

Le vie di infezione (penetrazione nello stomaco di una donna incinta, dove la membrana della cisti si dissolve e il toxoplasma viene rilasciato da essa) sono le seguenti:

  1. Alimentare - con carne contaminata che non è cotta (non cotta). Con il latte di un animale malato. O uova crude. E anche con acqua potabile contaminata da larve.
  2. Via fecale-orale:
  • Con frutti, radici, bacche non sufficientemente lavati.
  • Dai graffi lasciati da un gattino sulle mani o dai loro vassoi.
  • Da mobili, maniglie delle porte, corrimano degli autobus, se una persona infetta li ha toccati con le mani sporche.
  • Attraverso i giocattoli della sandbox, quando la futura mamma gioca con il bambino più grande.
  • Dai prodotti seminati con cisti nel negozio, se prima erano stati risolti da una persona che viveva in un appartamento con animali malati.
  • Quando si nuota in un lago, quando le larve di Toxoplasma sono entrate nell'acqua.
  • Anche la polvere di strada con escrementi è pericolosa se entra nello stomaco con le caramelle.

Perché la toxoplasmosi è pericolosa per una donna incinta che ha contratto per la prima volta?

La diminuzione naturale dell'immunità, i cambiamenti ormonali portano al fatto che il decorso della malattia nelle donne durante i periodi di gravidanza è difficile. Con un forte aumento della temperatura, vomito, diarrea. Si possono osservare anche disturbi neurologici: attacchi di panico, ipertensione, emicrania, intorpidimento delle zone muscolari.

I toxoplasmi penetrano nella placenta nel modo più pericoloso, e quindi il bambino è a rischio di conseguenze irreversibili:

  • sviluppo futuro dell'epilessia;
  • ritardo mentale;
  • cecità;
  • alta pressione intracranica;
  • altre patologie dello sviluppo infantile.

L'infezione di una madre incinta durante il 1 ° trimestre spesso termina con la morte intrauterina del bambino o con un aborto spontaneo.

Come scoprire se hai avuto la toxoplasmosi prima della gravidanza o no

Per scoprire la presenza di una malattia, vengono utilizzati metodi diagnostici.

Anticorpi e test positivo

Un esame medico di un esame del sangue sierologico (se una donna ha avuto la toxoplasmosi in precedenza, ci sono anticorpi).

Con l'aiuto di uno studio sulle immunoglobuline, che determina quanto tempo fa si è verificata l'infezione da Toxoplasma. I risultati di questo test chiariscono quanto segue:

  • IqM plus: recentemente si è verificata una nuova infezione.
  • IqM meno, IqG plus: la donna è stata infettata quest'anno. Dopo tale risposta, viene prescritta una nuova analisi con un intervallo di 3 settimane. Se il numero di IqG è aumentato durante questo periodo, significa che la donna ha una forma acuta di toxoplasmosi dovuta a un'infezione recente (fino a un mese)
  • IqM plus, IqG plus: la malattia è iniziata da 3 a 6 mesi. indietro.
  • IqG è una misura dell'immunità esistente a causa di una malattia a lungo termine.

Se, come risultato del test, entrambi gli indicatori con svantaggi (IqM -, IqG-), la donna non ha tollerato la toxoplasmosi prima della gravidanza, è a rischio.

Sintomi ed effetti della toxoplasmosi sul feto

Il grado di danno al bambino con Toxoplasma e la gravità delle complicanze in proporzione diretta al periodo di gravidanza:

  • La malattia delle madri durante il 1 ° trimestre prevede fino al 17% delle infezioni nei bambini. Quasi tutti i casi finiscono con un aborto spontaneo o con lo sbiadimento della gravidanza a causa della morte del bambino.
  • Se la malattia della madre si sviluppa nel 2 ° trimestre, già fino al 30% dei bambini può essere infettato nell'utero.

Ciò minaccia i bambini con toxoplasmosi congenita, i cui sintomi visivi sono: eruzione cutanea, febbre eccessiva, sintomi di danni profondi ai polmoni, al fegato, ai reni, nonché agli occhi, al cervello e ad altri organi, a seconda della posizione del toxplasma.

  • Nonostante il fatto che l'infezione dei bambini nel 3 ° trimestre si verifichi con una frequenza fino al 70%, la malattia di una donna incinta è meno pericolosa per il bambino, poiché quasi tutti i suoi organi sono completamente formati.

Un bambino può nascere senza sintomi visivi, tuttavia, in futuro, potrebbero comparire disturbi mentali e neurologici irreversibili delle funzioni dell'attività..

Il grado di danno agli organi del bambino da parte del toxoplasma può essere visto sugli ultrasuoni: aumento delle dimensioni del fegato, milza, reni, ascite della cavità addominale, presenza di calcificazioni, ritardo dello sviluppo.

Cosa è pericoloso per la madre

Se una donna non partecipa a un consulto, ignora il trattamento, oltre a polmonite, malattie del fegato, patologie cardiache, è minacciata da cambiamenti degenerativi negli organi interni:

  • Encefalomielite.
  • Cecità.
  • Paralisi.
  • Disfunzione renale, altre patologie.

I parassiti portano via tutti i nutrienti necessari per la vita, avvelenano il corpo con i loro rifiuti, si sviluppano fame, ipossia e distruzione cellulare.

Può essere cronico

Sì. Inoltre, i sintomi gravi e vividi della malattia (ittero, eruzione cutanea, temperatura da 38, ecc.) Non compaiono nell'80% dei casi..

Leggera irritabilità, nausea, gonfiore allo stomaco, occasionalmente stitichezza, insorge debolezza. Tutti questi segni possono essere valutati da una donna incinta come tossicosi naturale..

Una donna malata durante la gravidanza non attribuisce loro importanza e in questo momento un esercito di Toxoplasma golosi si sta rapidamente diffondendo in tutto il corpo, colpendo ogni cellula, conquistando nuovi territori.

  • Ciò porta a disturbi neurologici: insonnia, perdita di memoria, fotofobia, deterioramento dell'acuità visiva, convulsioni.
  • Oltre a un aumento dei linfonodi, la comparsa di giallo della sclera e della pelle, la comparsa di un'eruzione papulare sul corpo, mancanza di respiro e altri sintomi di avvelenamento tossico e degradazione degli organi.

È con la toxoplasmosi cronica che c'è il rischio di una futura disabilità materna..

È possibile curare

I medici determinano la tattica della terapia, tenendo conto della forma della toxoplasmosi (acuta, cronica con esacerbazione), della gravità della malattia, della patologia degli organi (polmonite, epatite, encefalite, corioratinite, miocardite).

Quando inizia il trattamento:

  • Poiché durante il 1 ° trimestre di gravidanza, l'effetto dei farmaci è pericoloso per il bambino, si raccomanda un aborto.
  • Durante il 2 ° trimestre, le future mamme (se non accettano di interrompere la gravidanza) richiedono il permesso di usare farmaci chimici forti per il trattamento, in modo che in futuro sia pronta per l'effetto negativo dei farmaci sullo sviluppo del bambino. Poiché non vi è alcuna garanzia completa per la nascita di un bambino sano dopo il trattamento.
  • I risultati del trattamento durante i periodi di infezione nel 3 ° trimestre sono sempre positivi. A condizione che inizi in tempo.

Alle donne incinte vengono solitamente prescritti farmaci: Spiramicina (Rovamicina) + sulfanilammidi + acido folico. Alla madre viene chiesto di sottoporsi a cure ospedaliere prima dell'inizio del travaglio.

Congenito nei bambini viene trattato immediatamente negli ospedali per la maternità con i farmaci Piremethamine + Sulfadimezin (fino a 6 settimane), Spiramycin, Chloridin, Metalkevin.

Prevenzione

Per evitare l'infezione, ogni donna incinta deve seguire condizioni molto semplici:

  • È buono per bollire carne, pesce (niente kebab intorno al fuoco, sushi, panini).
  • È meglio evitare latte e prodotti di mucche, capre (e uova di gallina) addomesticati crudi.
  • Lavarsi accuratamente le mani (e i piedi) con una spazzola di acqua calda e sapone dopo aver visitato le riunioni pubbliche.
  • Scottare verdure, frutti di bosco, erbe per alimenti con acqua bollente.
  • Esci in giardino con guanti di gomma, è meglio rifiutarsi completamente di lavorare nei letti.
  • Controlla la pulizia dei gattini domestici dai parassiti. E non baciare simpatici animaletti non familiari (pappagalli, cuccioli).
  • Il test del toxoplasma è obbligatorio in clinica ogni due mesi.

Inoltre, quando trasporta un bambino, la futura mamma non dovrebbe nuotare in uno stagno, un lago locale, dove molti diversi animali domestici e selvatici vanno a bere e spruzzare..

Previsione

Risultato favorevole della terapia per la madre, soggetto a trattamento tempestivo (95%). Successivamente, una donna è immune agli effetti distruttivi del Toxoplasma, poiché sviluppa un'immunità stabile.

Solo il 5% della malattia entra nella fase di toxoplasmosi cronica (ricorrente di volta in volta).

La prognosi per i bambini infettati nel 3 ° trimestre è positiva, ma il trattamento della malattia congenita è lungo e difficile. I bambini precedentemente infettati sono molto peggio.

Per le donne durante la gravidanza, eventuali malattie sono pericolose, poiché l'elenco dei farmaci, a causa della loro tossicità per lo sviluppo del bambino, è limitato all'elenco minimo. Ma quasi tutte le infezioni non causano molti danni al bambino, poiché il loro rilevamento tempestivo da parte di segni visivi e il trattamento non influisce sulla salute del bambino.

L'infezione da malattie parassitarie (i cui sintomi non sono evidenti ed è possibile determinarli solo dopo lo studio di analisi complesse) è un vero pericolo.

Per non esporre il bambino alla minaccia della toxoplasmosi, è necessario visitare un medico nella fase di pianificazione della gravidanza. Quindi monitorare costantemente lo stato di salute rigorosamente entro i tempi stabiliti dal ginecologo.

Perché la toxoplasmosi è pericolosa per le donne incinte?

La toxoplasmosi è una pericolosa infezione batterica che colpisce l'uomo. Chiunque può essere infettato, mentre senza trattamento questa patologia può portare a conseguenze estremamente gravi. Questa malattia può danneggiare particolarmente durante la gravidanza, vale la pena considerare qual è il pericolo di toxoplasmosi per le donne incinte.

Il toxoplasma è un microrganismo pericoloso che può infettare vari organi umani, inclusi quelli che possono entrare nel sistema nervoso umano, causare la toxoplasmosi del cervello, che può portare a gravi disturbi cerebrali. Esistono molti modi di infezione con questa infezione, è estremamente difficile proteggersi completamente dalla possibilità di contrarre la toxoplasmosi.

Cos'è la toxoplasmosi nelle donne in gravidanza?

La toxoplasmosi, un'infezione da gatti nelle donne in gravidanza, è una condizione piuttosto pericolosa che minaccia la vita della futura mamma stessa e le condizioni del suo feto. Esistono diverse forme di toxoplasmosi, tutto dipende dagli organi che sono interessati dall'infezione, mentre in ogni caso tutto l'organismo ne soffre. I rappresentanti dei felini sono distributori abbastanza frequenti di questa infezione, ci sono anche molte altre infezioni da gatti che possono essere pericolose per l'uomo..

  1. Il toxoplasma è in grado di infettare gli organi dell'apparato digerente e il sistema nervoso.
  2. Quando entrano nel corpo, i microrganismi finiscono prima di tutto nell'intestino tenue, da dove possono migrare verso altri organi.
  3. Il toxoplasma può colpire il fegato, il pancreas, in alcuni casi l'infezione può raggiungere il cervello.

Va notato che l'attività e la gravità dell'infezione da parte dell'infezione dipendono in gran parte dallo stato dell'immunità della persona. La toxoplasmosi diventa particolarmente attiva con una bassa immunità, quindi, molto spesso questa malattia si sviluppa in persone con immunodeficienza.

I sintomi di questa malattia sono molti, la diagnosi corretta può essere fatta solo dopo un esame completo. Con la toxoplasmosi, c'è spesso un aumento della temperatura a livelli estremamente elevati, vari disturbi del tratto digestivo, vari disturbi cerebrali, se l'infezione raggiunge il cervello e colpisce il sistema nervoso. Se si verificano tali sintomi, è necessario consultare urgentemente un medico..

Importante! Vale anche la pena notare che l'immunità ridotta è più comune nelle donne in gravidanza, durante la gestazione può diminuire a causa dell'influenza di molti fattori, un carico crescente sul corpo.

Inoltre, si verifica la toxoplasmosi cronica. Molto spesso si sviluppa in età adulta, nella maggior parte dei casi si verifica sullo sfondo di una grave immunodeficienza. In questo caso, la gravidanza è possibile, ma deve avvenire sotto la stretta supervisione di un medico..

Cosa è pericoloso per le donne incinte

Vale la pena sapere perché la toxoplasmosi è pericolosa per il feto e per la donna incinta stessa. Prima di tutto, per il nascituro, questa malattia è pericolosa con possibilità di trasmissione, i casi di infezione intrauterina sono comuni, soprattutto se il sistema immunitario della madre ne soffre.

Inoltre, con questa malattia, si verificano spesso vari disturbi neurologici, gravi disturbi del tratto digestivo, che possono anche influire negativamente sulle condizioni del nascituro. Aumenta la probabilità di parto precoce, vari disturbi intrauterini nel bambino. Inoltre, l'elenco dei farmaci contro varie infezioni consentite durante la gravidanza si sta riducendo, quindi la terapia per la malattia può presentare ulteriori difficoltà..

Pertanto, alla domanda se la toxoplasmosi sia pericolosa durante la gravidanza, la risposta è sì. Si consiglia di adottare un approccio serio al problema del concepimento di un bambino, prima di una gravidanza pianificata, vale la pena fare test per la toxoplasmosi e altre infezioni simili, trattandoli, se durante l'esame vengono ancora rilevati problemi e violazioni.

Come non essere infettati dalla toxoplasmosi

È quasi impossibile proteggersi completamente da questa malattia, poiché in questo caso qualsiasi contatto con l'ambiente deve essere completamente evitato. Prima di tutto, la probabilità di contrarre l'infezione aumenta nelle persone che trascurano le regole dell'igiene personale. Per ridurre la probabilità di infezione, dovresti sempre lavarti le mani dopo aver usato il bagno, rientrato dalla strada, il contatto con gli animali, in particolare i gatti.

Inoltre, puoi essere infettato mangiando carne o pesce poco cotti. L'infezione rimane attiva nella carne cruda, quindi vale sempre la pena sottoporla a un trattamento termico completo. Queste sono le regole base della prevenzione, se le segui, la probabilità di contrarre la toxoplasmosi è notevolmente ridotta.

Importante! Inoltre, non dimenticare che la probabilità di toxoplasmosi aumenta con una ridotta immunità. Pertanto, vale la pena proteggersi dall'immunodeficienza; durante la gravidanza, puoi assumere complessi vitaminici speciali che aiuteranno a evitarlo..

È possibile rimanere incinta con la toxoplasmosi?

Questa malattia di solito non influisce sulla fertilità, ma vale la pena notare che non dovresti rimanere incinta se la patologia non viene curata. Pertanto, prima dell'inizio della gravidanza, vale la pena superare i test necessari per la toxoplasmosi e altre infezioni simili, che possono essere nascoste. Tali malattie possono influenzare in modo significativo lo sviluppo intrauterino del feto, all'inizio e alla fine della gravidanza..

Non dovresti mettere in pericolo il tuo corpo e il nascituro. Se la toxoplasmosi è cronica, vale la pena considerare se può valere la pena di posticipare la gravidanza o dovrebbe procedere sotto la costante supervisione di un medico. In ogni caso, è necessario mantenere il sistema immunitario in uno stato normale e selezionare attentamente i farmaci antibatterici.

Diagnostica

Per diagnosticare questa malattia, di solito è necessario eseguire esami del sangue e determinare se sono presenti anticorpi contro la toxoplasmosi, monitorare altri indicatori che possono indicare la presenza di eventuali infezioni. Di solito si consiglia di eseguire un dosaggio immunoenzimatico, è il più accurato ed è in grado di dare il risultato più completo.

La norma nelle donne in gravidanza di solito consiste nell'assenza di proteine ​​specifiche che possono verificarsi con questa malattia. Quando si analizza ELISA, di solito non sono necessari test ripetuti, fornisce immediatamente il risultato corretto. Se viene rilevata una patologia, vale la pena iniziare immediatamente il trattamento corretto.

Toxoplasmosi e gravidanza

Molte donne incinte durante la gravidanza devono affrontare il problema di una malattia come la toxoplasmosi. Alcuni di loro si fanno prendere dal panico quando sentono questo termine, infatti, non sapendo di cosa si tratta. Per prevenire un attacco di panico e non danneggiare il nostro sistema nervoso, proviamo a capire di che tipo di malattia si tratta e se è tanto terribile quanto "dipinta".

Cominciamo con la cosa principale: definiamo e decifriamo il concetto stesso di "toxoplasmosi". La toxoplasmosi è una malattia parassitaria, che spesso è trasmessa dagli animali (principalmente gatti), su cui il parassita vive e si riproduce, ma la persona stessa è l '"ospite intermedio" del parassita. La toxoplasmosi si manifesta come risultato della "comunicazione" con un animale malato. Puoi anche essere infettato mangiando carne fritta o cotta in modo insufficiente, verdure e bacche non lavate. Inoltre, ci sono una serie di altri fattori pericolosi in questo senso, che possono essere protetti solo indossando una tuta spaziale..

Qual è la terribile toxoplasmosi durante la gravidanza?

Si noti che molte donne incinte, senza saperlo da sole, avrebbero potuto in passato trasferire questa infezione in una forma latente, fornendo così un'immunità stabile. Pertanto, in questo caso, il rischio per il feto è minimo o del tutto assente. Nel caso in cui la toxoplasmosi sia malata per la prima volta, il rischio di infezione del feto nel primo trimestre è del 15-20%, nel secondo trimestre - 30% e nel terzo - 60%. Date le statistiche, non dovresti aver paura che il rischio di infezione del feto aumenti con ogni trimestre, perché la gravità della manifestazione della malattia, secondo le osservazioni mediche, diminuisce. Pertanto, non dovresti buttare via il tuo amato gatto, rinunciare alla carne e non uscire senza assicurarti finalmente di essere infetto. Non credo valga la pena ricordarti che solo un medico può darti una diagnosi, ma prendi nota dei punti elementari per prevenire la malattia: è possibile e persino necessario.

A proposito, la toxoplasmosi è molto facile da prevenire. Per fare ciò, è necessario seguire le regole igieniche di base:

  • lavarsi le mani prima di mangiare;
  • risciacquare accuratamente frutta e verdura;
  • mangiare solo carne ben cotta e fritta.

Se un gatto vive in casa, è necessario monitorare attentamente la sua toilette: sciacquare e disinfettare la pentola, se possibile, ridurre al minimo la comunicazione con gli animali che si trovano spesso per strada.

Analisi per la toxoplasmosi durante la gravidanza

Infine, affinché non si verifichi lo sviluppo della toxoplasmosi, e anche per assicurarti finalmente della sicurezza tua e del nascituro, dovresti essere sottoposto a screening per l'infezione, preferibilmente durante la pianificazione della gravidanza o almeno nelle prime fasi..

In ogni caso, che tu sia infetto o meno, nessuno ha cancellato la diagnosi e il trattamento di questa malattia. Nella medicina moderna, il trattamento avviene tempestivamente e con il minimo rischio per il nascituro con un trattamento tempestivo e una diagnosi precoce..

Per determinare se è presente la toxoplasmosi, sarà necessario un esame del sangue: il toxoplasma viene rilevato nel sangue e negli organi interni, determinando la presenza di anticorpi contro la toxoplasmosi. In un esame del sangue, i medici misurano i livelli di due anticorpi, immunoglobuline di classe M e G (IgG e IgM). Nel corso dello studio, inoltre, si determina non solo la presenza di un'infezione nell'organismo, ma anche se è "fresca" o "vecchia". Non sempre, sulla base dei risultati del test, è possibile determinare immediatamente un'immagine univoca, a volte i medici chiedono di donare nuovamente il sangue per l'analisi dopo un certo tempo (circa 2-3 settimane).

In alcuni casi, la toxoplasmosi viene diagnosticata mediante PCR su sangue (reazione a catena della polimerasi). Tuttavia, questo metodo è considerato non sufficientemente accurato e, inoltre, il suo svantaggio è che mediante PCR non sarà possibile determinare la durata dell'infezione..

Allo stesso tempo, l'analisi per la tocoplasmosi è prescritta per una donna incinta, con risultati positivi, sarà richiesto anche un esame del feto. Di solito viene eseguito mediante amniocentesi, prelevando campioni di liquido amniotico. Viene eseguita anche l'ecografia: con il metodo degli ultrasuoni nel feto, vengono determinate un ingrossamento del fegato e della milza, una possibile espansione dei ventricoli del cervello, le calcificazioni intracraniche.

Il tasso di toxoplasmosi durante la gravidanza

Normalmente, non ci sono anticorpi IgM nel siero del sangue: la loro rilevazione durante i test indica un'infezione da toxoplasmosi. Le IgM appaiono durante il periodo acuto dell'infezione, i livelli raggiungono il picco a 2-3 settimane dall'infezione e scompaiono dopo 2-3 mesi.

La presenza di anticorpi IgG nel siero del sangue, a sua volta, indica un'infezione che una volta ha colpito il corpo: questa immunoglobulina viene rilevata in coloro che hanno avuto la toxoplasmosi. Inoltre, rimangono nel corpo fino a 10 anni..

Quindi, una situazione relativamente favorevole può essere definita un'immagine quando le immunoglobuline IgM e IgG non vengono rilevate affatto nello studio. Perché parente? Poiché tali risultati indicano che non c'è infezione nel corpo e non c'era, quindi, la donna non ha immunità alla toxoplasmosi. Ciò significa che è necessario compiere ogni sforzo per evitare l'infezione..

Ma se vengono rilevate IgG, mentre le IgM sono assenti, possiamo dire che in passato una donna ha avuto contatti con un'infezione. In questa fase, non è pericoloso, poiché l'immunità è già stata sviluppata. A proposito, come indicato da alcune fonti, tali indicatori sono i più frequenti nella pratica medica..

Se, al contrario, viene rilevata IgM, ma IgG è assente, le conclusioni sono deludenti: l'infezione si è verificata di recente e questa è la situazione più sfavorevole.

Quando entrambi gli anticorpi si trovano nel sangue - sia IgM che IgG - significa che l'infezione è presente nell'organismo da circa un anno, e in questo caso è necessaria una seconda analisi dopo 2-3 settimane.

Trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza

Il trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza, se diagnosticato in una donna, è obbligatorio. Dopo che tutti gli esami e le analisi necessari sono stati effettuati, lo schema e la durata del trattamento sono determinati dal medico..

La situazione è complicata dal fatto che il trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza è possibile solo da 12-16 settimane, altrimenti gli effetti dannosi dei farmaci sul feto non possono essere evitati. Inoltre, gli antibiotici sono utilizzati nel trattamento della toxoplasmosi. Il trattamento non è prescritto per le donne in gravidanza che hanno avuto la toxoplasmosi prima della gravidanza.

Di norma, l'antibiotico della serie di macrolidi Rovamicina (Spiramicina) diventa il farmaco di scelta nella terapia della toxoplasmosi durante la gravidanza. Secondo molte fonti, la possibilità di prescrivere questo farmaco durante la gravidanza è dovuta alla sua elevata efficacia, oltre che alla buona tolleranza del farmaco da parte dei pazienti..

Un altro farmaco che può essere prescritto per il trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza è il farmaco del gruppo pirimetamina Fansidar. Durante l'assunzione di Fansidar, tenendo conto della possibilità di inibizione della funzione dell'ematopoiesi, viene anche mostrato un apporto aggiuntivo di acido folico. Inoltre, la combinazione del farmaco con agenti immunomodulatori dà un buon effetto, ma, ancora una volta, esclusivamente secondo la prescrizione del medico..

Sintomi ed effetti della toxoplasmosi durante la gravidanza

La toxoplasmosi è una malattia diffusa causata dai protozoi intracellulari obbligati Toxoplasma gondii della classe degli Sporozoi. Essendo innocua per le persone con una forte immunità, la toxoplasmosi durante la gravidanza può diventare una delle cause più importanti della patologia della madre e del suo feto. Penetrando facilmente nella barriera placentare, il toxoplasma può portare a gravi malformazioni e morte fetale intrauterina. Questa malattia zoonotica è caratterizzata da un'elevata variabilità del decorso, che dipende direttamente dalla resistenza generale dell'organismo..

Come si verifica l'infezione?

L'infezione da toxoplasma di solito si verifica quando si mangiano prodotti a base di carne contenenti l'agente patogeno, nonché attraverso oggetti e terreno contaminati da feci di gatto.

Secondo gli ultimi dati, circa il 25% della carne fresca è infetta da toxoplasmosi. Molto spesso, i parassiti si trovano nell'agnello, nel coniglio e nel maiale.

Il meccanismo di trasmissione della malattia è prevalentemente fecale-orale. L'uomo è un ospite intermedio, mentre i gatti malati sono considerati i principali portatori e portatori di parassiti. I loro escrementi diventano pericolosi già il terzo giorno dopo la maturazione extracorporea dei patogeni presenti nell'ambiente. La vitalità dei parassiti viene mantenuta per altri due anni. I gatti diventano contagiosi mangiando ratti infetti, uccelli e carne cruda contenente oocisti. I gatti da giardino sono particolarmente pericolosi, si alleggeriscono nei giardini o nelle sabbiere dei bambini..

La toxoplasmosi può essere contratta anche durante la gravidanza attraverso i cani. Venendo da una passeggiata, gli animali domestici di solito portano agenti patogeni dalla strada sulle zampe e sul pelo. Come gli esseri umani, i cani non sono l'ospite principale di Toxoplasma e hanno anche la condizione..

Gli esperti dicono che l'infezione da un cane può verificarsi molto meno spesso che da un gatto. È estremamente difficile proteggersi da questa malattia. La maggior parte delle donne, solo al momento della registrazione per la gravidanza, scopre di aver avuto la toxoplasmosi in una forma latente e di aver acquisito l'immunità per tutta la vita.

Perché la toxoplasmosi è pericolosa??

La toxoplasmosi nelle donne in gravidanza senza un'immunità specifica è particolarmente pericolosa per il bambino. Con la capacità di penetrare nella barriera protettiva della placenta, i parassiti causano patologie in vari tessuti e organi interni del feto. Gravi disturbi dello sviluppo molto spesso portano alla morte fetale inevitabile. La prognosi della malattia dipende dall'età gestazionale in cui si è verificata l'infezione.

Violazioni dello sviluppo intrauterino del feto, a seconda della durata della gravidanza:

Età gestazionaleRischio di infezioneSviluppo fetale alterato
1-2 trimestre15-20%Si sviluppano gravi difetti degli organi interni e dei sistemi incompatibili con la vita
2 trimestretrenta%Danni al fegato e al tessuto cerebrale sotto forma di calcificazioni. È probabile la formazione di corioretinite, idrocefalo e sindrome convulsiva. L'immunità della madre sviluppa rapidamente anticorpi contro l'infezione, ma a questo punto alcune terminazioni nervose sono già state colpite. Di conseguenza, i bambini possono sperimentare un aumento della pressione intracranica, cecità ed epilessia. I bambini sono in ritardo nello sviluppo, sia fisicamente che mentalmente.
2-3 trimestre45%La patologia è rilevata in tutti i tipi di organi interni. C'è anemia, trombocitopenia e ittero.
3 trimestre> 60%L'assenza di sintomi è caratteristica. Una manifestazione come la sordità o la corioretinite può verificarsi in un bambino dopo la nascita come una delle conseguenze della malattia.

Il rischio di infezione intrauterina dipende direttamente dalla durata della gravidanza. La suscettibilità fetale alla toxoplasmosi aumenta con ogni trimestre di gravidanza..

Un ruolo importante nell'infezione è svolto dall'immunità esistente della madre a questa malattia. Le donne che hanno avuto la toxoplasmosi molto prima del concepimento hanno un'immunità permanente. Non è possibile che si infettino di nuovo e il trattamento non sarà richiesto.

Sintomi della malattia

I sintomi della toxoplasmosi nelle donne in gravidanza variano. La malattia è quasi sempre benigna e ha ovviamente diverse forme.

Decorso asintomatico

Nella maggior parte dei pazienti, la parassitemia procede senza manifestazioni cliniche. Nel corpo vengono effettuati cambiamenti immunologici, si formano anticorpi specifici. Si sviluppa un'immunità non sterile e si verifica anche una ristrutturazione allergica del corpo. Questa forma della malattia è riconosciuta solo quando si esegue un esame del sangue biologico immunochimico e molecolare..

Forma acuta della malattia

Il periodo di incubazione dura circa tre settimane. La malattia è estremamente difficile per il paziente. Febbre di basso grado costante, sensazione di debolezza, dolore muscolare, brividi, malessere: tutti questi sono i principali sintomi della toxoplasmosi nelle donne in gravidanza durante questo periodo..

  • Tutti i linfonodi sono ingrossati e dolorosi quando palpati. Non sono saldati insieme e il diametro non supera i 15 mm. Quelle che si trovano nella cavità addominale spesso causano la clinica di "addome acuto".
  • La malattia è spesso accompagnata da fenomeni di meningoencefalite, tra cui: febbre, confusione, mal di testa, convulsioni, allucinazioni, vomito e altri segni.
  • Se il processo colpisce gli organi della vista, si forma una patologia come l'infiammazione del nervo ottico, la coroidite e la retinite.
  • Le dimensioni del fegato e della milza aumentano.
  • Sul corpo compaiono eruzioni cutanee temporanee sotto forma di papule o roseola.
  • Dal sistema muscolare, la miosite e la miocardite sono spesso disturbate.

La durata del periodo acuto varia da diversi giorni a diversi mesi. Quindi si sviluppa un corso latente secondario o il processo si trasforma in uno stadio cronico.

Malattia cronica

La forma cronica è caratterizzata da rari periodi di remissione, in cui i sintomi si indeboliscono solo. Questi miglioramenti temporanei sono dovuti all'efficacia del trattamento. Febbre di basso grado, intossicazione generale del corpo, perdita di peso e aumento di tutti i linfonodi sono le principali manifestazioni cliniche durante questo periodo..

La parassitemia può essere accompagnata per le donne in gravidanza con danni al cervello e al midollo spinale. Il processo coinvolge anche fegato, milza, muscoli, bulbi oculari e genitali. Si notano disturbi della memoria, debolezza, labilità mentale. Tali sintomi persistenti non sono diversi dalla malattia clinica della gente comune..

Diagnostica

È possibile determinare la presenza di parassiti, l'immunità sviluppata e il momento in cui si è verificata l'infezione utilizzando un esame del sangue sierologico. Un'analisi per la toxoplasmosi durante la pianificazione della gravidanza è consigliata a tutte le donne. Il sangue viene donato a stomaco vuoto, prelevato da una vena.

Le immunoglobuline di classe G e M sono gli indicatori principali, grazie ai quali vengono rivelati lo stato di immunità e la freschezza dell'infezione trasferita.

L'analisi consente di determinare la presenza di anticorpi specifici contro la toxoplasmosi. In senso figurato, l'analisi per IgM può essere chiamata la rilevazione di anticorpi "precoci" e l'analisi per IgG - la rilevazione di anticorpi "tardivi".

Decodifica dell'analisi

IgGIgMDecodifica
negativamentenegativamenteLa donna non ha mai incontrato una malattia. Non ha difese immunitarie. In questo caso, quando si pianifica una gravidanza, si raccomanda di fare molta attenzione a non ammalarsi durante il trasporto di un feto..
positivamentenegativamenteLa donna ha l'immunità alla malattia, quindi la malattia non rappresenta una minaccia per il bambino..
negativamentepositivamenteL'infezione da toxoplasmosi si è verificata di recente. Con questo risultato, l'analisi dovrebbe essere posticipata con la gravidanza di sei mesi, fino a quando il corpo non sviluppa una forte immunità alle infezioni. Dopo sei mesi, il rischio di infezione del bambino si riduce a zero.
positivamentepositivamenteL'infezione è avvenuta circa 4 mesi fa. Durante questo periodo, l'immunità ha già iniziato a svilupparsi, ma l'infezione è ancora presente nel corpo della donna. Affinché un nascituro nasca sano, è necessario trattare l'infezione, posticipando la pianificazione della gravidanza di sei mesi.

Trattamento durante la gravidanza

Il trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza è efficace nella fase acuta della malattia, quando nel sangue circolano forme extracistiche dell'agente patogeno - tachizoiti. I farmaci non hanno praticamente alcun effetto sulla forma cistica, che forma un'immunità non sterile (trasporto).

Quando i medici rilevano la toxoplasmosi prima delle 24 settimane di gravidanza, di solito il trattamento non viene somministrato. Ciò è dovuto a lesioni fetali incompatibili con la vita, in cui l'unica indicazione è l'interruzione della gravidanza. Il paziente viene informato delle complicazioni e dei pericoli del trattamento chemioterapico durante questo periodo. La questione del mantenimento della gravidanza viene decisa su base individuale. La paziente fornisce un consenso scritto al trattamento, se la gravidanza persiste.

La massima efficacia nel trattamento è stata dimostrata da farmaci come la pirimetamina contemporaneamente ai sulfonamidi. Bloccano l'azione degli enzimi coinvolti nella produzione di acido folico all'interno del protozoo. Gli effetti collaterali degli antifolati sono compensati dalla somministrazione di vitamina B9. I macrolidi che agiscono all'interno della cellula Toxoplasma stessa sono considerati meno tossici. Questi farmaci inibiscono la sintesi delle proteine ​​nei ribosomi del parassita.

Una donna che si infetta durante la gravidanza può dare alla luce un bambino con toxoplasmosi intrauterina solo una volta. Le sue ulteriori gravidanze sono assicurate contro la nascita di bambini malati.

Se la paziente desidera insistentemente non interrompere la gravidanza durante il primo trimestre, il medico curante prescrive la spiramicina. Nel secondo trimestre, quando si sviluppa una forma acuta del decorso, la spiramicina viene alternata con pirimetamina in combinazione con sulfonamidi. Tale trattamento della toxoplasmosi nelle donne in gravidanza viene continuato fino all'inizio del travaglio..

Due settimane prima della nascita del bambino, interrompere l'assunzione di sulfonamidi per evitare l'iperbilirubinemia. L'assunzione di acido folico (vitamina B6) alla dose di 5 mg al giorno non viene interrotta per mantenere la normale funzione del midollo osseo. Durante la terapia, viene effettuato il monitoraggio quotidiano degli indicatori dell'analisi generale del sangue e delle urine.

Regime di trattamento per forme acute di toxoplasmosi

Età gestazionaleFarmaco / dosaggio
Dalla diagnosi a 15 settimaneRovamicina 9.000.000 UI al giorno;
16-36 settimaneAcido folico per 4 settimane. In una dose giornaliera: sulfonamidi 4 g, Pirimetamina 50 mg il primo giorno, poi 25 mg, Leucovorin 10 mg;
36 settimane - fine della gravidanzaLa sulfadiazina è sostituita da rovamicina.

Se a un neonato viene diagnosticata la toxoplasmosi congenita, viene eseguita una terapia aggiuntiva con cicli lunghi. Sarà necessario trattare le conseguenze a lungo termine della malattia in un bambino insieme a un neonatologo, uno specialista in malattie infettive, un neuropatologo e un oftalmologo.

Come evitare l'infezione

Comprendendo i pericoli della toxoplasmosi durante la gravidanza, le donne dovrebbero proteggersi dalla comunicazione con gli animali domestici. Prima di tutto, è necessario passare un'analisi per la toxoplasmosi della stessa donna incinta. In caso di rilevamento di anticorpi protettivi nel sangue, non è più necessario preoccuparsi, non si verificherà una reinfezione.

In assenza di anticorpi, il gatto dovrebbe essere testato. Se è malata o ha sofferto di una malattia in passato ed è portatrice dell'agente patogeno, allora è meglio dire addio all'animale. Un animale domestico sano non dovrebbe essere lasciato uscire di casa e dato carne fresca per il cibo. La donna dovrebbe ripetere i test ogni 2 mesi..

La base per la prevenzione della malattia è il regolare monitoraggio sierologico della presenza di immunoglobuline nel sangue durante la gravidanza..

Per evitare l'infezione da toxoplasmosi, le donne incinte dovrebbero assolutamente attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • non mangiare piatti che potrebbero contenere carne insufficientemente fritta;
  • lavarsi le mani dopo aver tagliato la carne;
  • non assaggiare carne macinata cruda durante la cottura;
  • utilizzare dispositivi di protezione quando si lavora con il suolo;
  • affidarsi ad altri membri della famiglia per pulire la lettiera.

Una donna che non è stata precedentemente infettata da Toxoplasma non deve aver paura dell'infezione se segue le misure preventive di cui sopra.

La toxoplasmosi fa parte di un ampio gruppo di infezioni da torcia che vengono trasmesse per via intrauterina da madre a figlio e causano vari difetti alla nascita e malattie. La toxoplasmosi è al primo posto tra tutte le infezioni da torcia durante la gravidanza e causa pericolose conseguenze per il feto, fino al ritardo dello sviluppo incluso. Il controllo sistematico del dispensario da parte di un ginecologo, l'individuazione tempestiva della malattia e un trattamento competente possono ridurre al minimo la probabilità di toxoplasmosi intrauterina in un nascituro.

Toxoplasmosi durante la gravidanza: non così grave come è dipinta...

Pericolo di toxoplasmosi durante la gravidanza

La toxoplasmosi è una malattia parassitaria dell'uomo e degli animali. L'ospite finale (cioè l'organismo in cui il parassita può riprodursi) è il gatto, gli ospiti intermedi del parassita sono numerosi uccelli e animali, oltre all'uomo.

Nell'uomo, la malattia nella maggior parte dei casi è asintomatica o si manifesta con sintomi aspecifici come affaticamento, lieve febbre, mal di testa, linfonodi ingrossati (il più delle volte cervicale e occipitale). Tuttavia, tali fenomeni possono essere segni di un comune raffreddore, quindi, nella maggior parte dei casi, l'infezione da toxoplasmosi passa inosservata e la persona non sospetta nemmeno di aver avuto questa malattia.

Nei casi più gravi, la malattia è accompagnata da febbre, dolori articolari e muscolari e un'eruzione cutanea maculata. Il danno più pericoloso al sistema nervoso da toxoplasmosi (sviluppo di meningoencefalite). La forma acuta di toxoplasmosi è più comunemente osservata nelle persone con immunodeficienza (p. Es., Infezione da HIV).

Se un gatto viene infettato da toxoplasmosi per la prima volta, può avere linfonodi ingrossati; in forma acuta, possono verificarsi secrezione nasale, arrossamento degli occhi e diarrea a breve termine. Tuttavia, nella maggior parte dei casi dei gatti, anche la toxoplasmosi è asintomatica..

Toxoplasmosi durante la gravidanza

Molte persone hanno sentito parlare del pericolo di toxoplasmosi nelle donne in gravidanza. Da qui il consiglio di buttare il gatto fuori di casa, e farsi prendere dal panico da zero. Tuttavia, non tutto è così spaventoso.

Il rischio per il feto è solo l'infezione primaria della madre da toxoplasmosi durante la gravidanza. Cioè, se l'hai avuto molto tempo fa, non avrà alcun effetto sul feto. Allo stesso tempo, anche con l'infezione primaria, il rischio di infezione fetale non è del 100%. Nel primo trimestre, il rischio di infezione da malattia della madre è del 15-20%, nel secondo - 30%, nel terzo - 60%. Tuttavia, sebbene il rischio di infezione aumenti con l'età gestazionale, la gravità delle manifestazioni cliniche diminuisce..

Quando viene infettato da toxoplasmosi nel primo trimestre, nella maggior parte dei casi, il bambino presenta malformazioni incompatibili con la vita e, se infettato alla fine della gravidanza, i sintomi clinici gravi possono essere del tutto assenti. Nel caso in cui l'infezione si manifesti prima delle 24 settimane, si raccomanda l'interruzione della gravidanza. Se una donna lo rifiuta, il trattamento è possibile.

Dopo una malattia, una persona sviluppa l'immunità, quindi un incontro ripetuto con un parassita non ha paura di lui.

Dopo l'infezione iniziale da toxoplasmosi, puoi pianificare una gravidanza in sei mesi.

Come si verifica l'infezione da toxoplasmosi?

L'infezione umana si verifica quando si mangia la carne di animali infetti o quando le feci di un gatto infetto entrano nel corpo umano (il più delle volte con polvere o terra).

Secondo alcuni rapporti, fino al 25% dei prodotti a base di carne è infettato dalla toxoplasmosi, il più delle volte si trova nell'agnello, nel maiale e nel cervo. Con un accurato trattamento termico, il parassita muore e non si verifica alcuna infezione.

Da un gatto, una persona più spesso viene infettata dalla via fecale-orale, cioè mangiando cibo contaminato con feci di gatto, inalando particelle di questi escrementi durante la pulizia della lettiera, i bambini vengono spesso infettati da giocattoli con cui il gatto è entrato in contatto o nel cortile in una sabbiera. Inoltre, l'infezione può verificarsi quando l'agente patogeno viene a contatto con la pelle o le mucose danneggiate (il parassita non entra nel corpo attraverso la pelle intatta). Se un gatto ti graffia, può verificarsi anche un'infezione, poiché il gatto non si lava sempre le zampe dopo aver usato il bagno..

In generale, purtroppo, le feci di gatto con Toxoplasma ci circondano ovunque ed è estremamente difficile proteggerci dalla malattia. Ma questo ha i suoi vantaggi: la maggior parte delle donne, anche prima della gravidanza in una forma latente, aveva la toxoplasmosi, ha l'immunità e ora, anche in attesa di un bambino, non ha paura di nessun gatto.

Va notato che le feci fresche non sono contagiose. Per acquisire la capacità di contrarre l'infezione, l'agente patogeno ha bisogno di maturazione nell'ambiente esterno. Pertanto, le feci fresche di gatto non sono pericolose. Se pulisci subito la lettiera e la lavi con del sapone (e non ti limiti a scrollarti di dosso la cacca nel water), non verrai infettato in questo modo..

Il gatto stesso viene infettato dalla toxoplasmosi mangiando topi e uccelli infetti, carne di maiale o agnello crudi, gentilmente offerti dal proprietario. I veterinari ritengono che la maggior parte dei gatti che hanno mai camminato all'aperto siano infettati dalla toxoplasmosi. La principale fonte e distributore di toxoplasmosi sono i gatti che camminano da soli, mangiano ratti e fanno la cacca nelle sabbiere e nei giardini dei bambini. È da questi camminatori che i nostri bravi gatti domestici possono essere infettati (ad esempio, mangiando erba, vicino alla quale il gatto "cattivo" ha sistemato una toilette).

Solo i gatti che hanno contratto la toxoplasmosi nelle ultime tre settimane sono contagiosi. Ma vale la pena ricordare che un gatto può essere contagioso per qualche tempo con ogni nuova infezione. Tuttavia, a difesa dei gatti, vorrei dire che raramente l'infezione si verifica direttamente da un animale malato. La fonte principale è ancora carne cruda e polvere di strada. Quando le feci di gatto entrano nell'ambiente esterno, l'agente patogeno rimane attivo fino a due anni.

Una persona può anche essere infettata da un cane, perché un cane esce tutti i giorni, può mangiare tutti i tipi di cose cattive da terra, quindi leccare il proprietario, portare a casa il Toxoplasma sulle zampe o sulla lana. Come gli esseri umani, un cane può contrarre la toxoplasmosi stessa, poiché è anche un ospite intermedio del parassita. Molti veterinari ritengono che una persona venga infettata dai cani almeno tanto spesso quanto dai gatti..

Diagnosi di toxoplasmosi

Quando si pianifica una gravidanza, è importante per un medico non solo determinare la presenza di un'infezione nel corpo, ma anche determinare se è fresca o vecchia. Per questo, le immunoglobuline di classe M e G (IgM e IgG) vengono determinate nel sangue.

Se viene rilevata IgM, ma non IgG, questa è la situazione più sfavorevole, poiché indica che l'infezione si è verificata di recente.

Se sono presenti sia IgM che IgG, l'infezione si è verificata entro un anno (in questo caso, si consiglia di ripetere lo studio dopo 3 settimane. Un aumento di IgG indica un processo acuto).

La situazione più comune è IgG, no IgM. Ciò suggerisce che qualche volta in passato c'è stato un contatto con un'infezione, attualmente non rappresenta un pericolo, dal momento che hai l'immunità.

Se le immunoglobuline non vengono rilevate affatto, non si dispone dell'immunità alla toxoplasmosi e devono essere prese tutte le precauzioni per non essere infettati da esse durante la gravidanza.

Per diagnosticare la toxoplasmosi, a volte viene prescritta la PCR del sangue. La diagnostica con il metodo PCR è abbastanza accurata, ma il suo svantaggio è che non indica l'età dell'infezione.

Per determinare con precisione se il feto è infetto (quando viene rilevata un'infezione primaria nella madre), si raccomanda di studiare il liquido amniotico mediante amniocentesi (la vescica fetale viene perforata con un ago sottile attraverso la parete addominale anteriore). Tuttavia, va ricordato che il toxoplasma entra nel liquido amniotico un mese dopo che la madre è stata infettata, quindi il feto può essere diagnosticato solo dopo questo periodo.

Un'ecografia in un feto infetto può determinare un aumento del fegato e della milza, l'espansione dei ventricoli del cervello e calcificazioni intracraniche. La placenta può essere ispessita e in essa si possono anche determinare calcificazioni.

In alcuni casi, il medico, anche dopo aver appreso che un gatto vive in casa tua da molti anni, potrebbe non inviarti in analisi. Il fatto è che i proprietari di gatti nel 90% dei casi hanno l'immunità alla toxoplasmosi (più a lungo un gatto vive, più è probabile che sia immune). Pertanto, se il dottore, al contrario, inizia a insistere che ti separi da un gatto che vive in casa tua da 5 anni ed è un membro della famiglia, allora sarà più facile separarsi dal dottore..

Trattamento della toxoplasmosi durante la gravidanza

Il trattamento viene effettuato solo con infezione primaria!

I farmaci che agiscono sul toxoplasma possono essere utilizzati solo dopo 12 settimane di gravidanza (alcuni solo dopo 16 settimane), poiché essi stessi possono avere un effetto dannoso sul feto. Di solito l'agente patogeno non viene completamente distrutto, il trattamento è mirato principalmente a ridurne l'attività.

I neonati con infezione della madre e il suo successivo trattamento devono essere esaminati anche in assenza di manifestazioni cliniche.

Prevenzione della toxoplasmosi nelle donne in gravidanza

La prevenzione della toxoplasmosi è molto importante durante la gravidanza e per quelle donne che non hanno mai incontrato il toxoplasma prima e non hanno l'immunità ad esso.

    Indossare guanti quando si lavora in giardino per mantenere lo sporco lontano dalla pelle. Potrebbero esserci microfessure sulla pelle e toxoplasma nel terreno. Lavare accuratamente frutta e verdura.

È anche meglio macellare la carne cruda con i guanti, almeno dopo è necessario lavarsi le mani. Friggere o bollire accuratamente la carne, evitare le bistecche con sangue durante la gravidanza.

Se hai un gatto, affida la pulizia della sua toilette a qualcun altro, altrimenti, improvvisamente ci sono tracce di vecchie feci sul bagno del gatto.

Non dovresti baciare il tuo amato animale domestico, poiché con l'infezione acuta di un gatto, il toxoplasma può essere escreto da esso con saliva e secrezione nasale.

Le feci di gatto possono essere testate per vedere se è infetto da toxoplasmosi. Se il tuo gatto risulta essere così pulito da non aver mai incontrato la toxoplasmosi, allora devi proteggerla dalla malattia in futuro (almeno per il periodo della tua gravidanza): non dare da mangiare carne cruda, non lasciarti comunicare con i parenti e non lasciarla uscire per strada.

Per questioni mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo

Toxoplasmosi durante la gravidanza: sintomi e conseguenze

Le persone contraggono la toxoplasmosi una volta nella vita. Il decorso di questa malattia scompare quasi senza sintomi. Il trattamento non è richiesto nella maggior parte dei casi. Successivamente, nel corpo vengono prodotti anticorpi e una forte immunità. Questo è il caso se un uomo o una donna che non sta pianificando una gravidanza è stato infettato. Questo fatto richiede un'attenzione completamente diversa se la futura mamma viene infettata. E le conseguenze saranno completamente diverse.

Cos'è la toxoplasmosi?

Il toxoplasma è un protozoo parassita. Possono essere paragonati a lamblia o ameba dissenteria. Possono riprodursi solo a determinate condizioni. Per fare questo, sono adatti per lo strato di cellule che rivestono la superficie interna di gatti e gatti. Con le feci animali, le uova dei parassiti entrano nell'ambiente esterno..

La toxoplasmosi è una malattia in cui il toxoplasma entra nel corpo umano. Naturalmente, i gatti sono la principale fonte di infezione. Se pulisci la lettiera e non ti lavi le mani dopo, l'infezione è garantita quasi al 100%.

Non solo le feci di gatto possono essere una fonte di infezione. Anche gli animali che sono entrati in contatto con esso possono essere portatori di toxoplasmosi. Ad esempio, una mucca, che lecca il terreno o mangia l'erba nel luogo in cui il gatto caga, diventerà portatrice di Toxoplasma. Se la carne di un tale animale non supera il trattamento termico appropriato, sarai infettato da toxoplasmosi con un alto grado di probabilità..

È importante! I gatti sono gli "ospiti" di Toxoplasma. Nei loro corpi, i parassiti depongono le uova. Ma un cane, un topo e un criceto possono essere portatori dell'infezione. Pertanto, se gli animali domestici vivono nella stessa casa con una donna incinta, è necessario osservare con particolare attenzione il regime igienico..

Non significa affatto che devi sbarazzarti degli animali. Se hanno vissuto con te per molto tempo, potrebbe benissimo essere che tu abbia avuto la toxoplasmosi senza sintomi, senza nemmeno accorgertene. L'immunità sviluppata ti proteggerà.

Sintomi della toxoplasmosi durante la gravidanza

Una donna che si prepara a diventare madre dovrebbe avere paura dell'infezione, a condizione che non abbia sviluppato anticorpi o che ci sia un problema di immunodeficienza. I proprietari di gatti (e altri animali domestici) e gli amanti delle bistecche crude sono a rischio.

La toxoplasmosi nelle donne e durante la gravidanza può essere asintomatica. Le seguenti modifiche sono considerate un segno della fase acuta della malattia:

  • linfonodi ingrossati;
  • un aumento della temperatura corporea a 37,5 C o;
  • dolore muscolare, stanchezza generale;
  • mal di testa e irritabilità.

Le donne incinte con un'immunità gravemente indebolita possono affrontare conseguenze disastrose. Sono a rischio di sviluppare encefalite, epatite, polmonite o miocardite.

I sintomi possono differire a seconda della forma di toxoplasmosi da cui è stata infettata la donna. L'aumento della sensibilità di alcune parti del corpo si distingue per la forma cerebrale, la cui espressione estrema è la paralisi e il coma. La toxoplasmosi oculare è accompagnata da dolore agli occhi, visione offuscata fino alla cecità.

Il decorso cronico ha i suoi sintomi:

  • miocardite (i problemi al muscolo cardiaco si manifestano con dolore nella regione del cuore);
  • miosite (sensazioni dolorose e debolezza causano infiammazione muscolare);
  • compaiono problemi con il tratto gastrointestinale (costipazione, gonfiore doloroso o feci sconvolte);
  • reazioni nevrotiche esacerbate, irritabilità aggravata, la memoria si deteriora.

Se trovi solo alcuni dei sintomi nell'elenco, informa immediatamente il tuo medico. Le conseguenze dell'infezione intrauterina sono particolarmente pericolose per il feto..

Conseguenze dell'infezione

Molto dipende dal periodo di gravidanza nel toxoplasma del corpo della donna.

  1. Primo trimestre di gravidanza. Durante questo periodo, la placenta è praticamente impermeabile ai parassiti. La probabilità di infezione è del 15%. In questo caso, può verificarsi un aborto spontaneo del feto infetto. Se ciò non accade, il bambino potrebbe nascere con gravi malfunzionamenti nel sistema nervoso centrale, gravi ritardi nello sviluppo e cecità. Secondo le statistiche, le conseguenze dell'infezione da toxoplasmosi nei primi tre mesi di gravidanza sono le seguenti:
  • L'85% dei bambini nasce sano;
  • Il 14,86% ha aborti spontanei;
  • Nasce lo 0,14% di bambini malati.
  1. Secondo trimestre di gravidanza. La probabilità di anomalie congenite aumenta al 20%. Gli agenti patogeni si accumulano nel cervello fetale. Colpiscono i bulbi oculari e il sistema nervoso centrale. Se l'immunità materna affronta questo problema, il Toxoplasma verrà distrutto. Ma una parte delle cellule nervose verrà distrutta irrevocabilmente. Le conseguenze dipendono da quanti di loro sono stati colpiti. Dopo la nascita di questi bambini, compaiono problemi associati ad un aumento della pressione intracranica, disturbi visivi. Spesso vengono diagnosticati l'epilessia e il ritardo mentale.
  1. Terzo trimestre di gravidanza. Durante questo periodo, la probabilità di infezione intrauterina aumenta al 50-60%. In questo periodo, il feto è già abbastanza forte da resistere agli effetti dei parassiti. Anche un bambino infetto nasce senza deviazioni visibili. La toxoplasmosi latente (latente o lenta) compare molto più tardi. Nel tempo, possono venire alla luce diversi gradi di ritardo dello sviluppo (mentale e fisico), disturbi del sistema nervoso centrale, danni agli organi dell'udito e della vista.

La rilevazione di un gran numero di parassiti nel liquido amniotico o nel sangue non è un'indicazione assoluta per l'interruzione artificiale della gravidanza. Ma i medici non sanno ancora se il trattamento della toxoplasmosi sia efficace durante la gravidanza. Decidi, in ogni caso, per la madre. Se una donna decide di fare questo passo, può essere fermamente sicura che il prossimo bambino non sarà esposto a tale pericolo, perché la conseguenza della malattia sarà la produzione degli anticorpi necessari da parte del corpo della madre. Naturalmente, prima di prendere una decisione responsabile, una donna deve avere un quadro completo della propria malattia..

Metodi diagnostici durante la gravidanza

Per escludere una diagnosi, il medico ti farà alcune domande. Non sorprenderti se si chiede se hai un gatto, quanto spesso esce fuori, come pulisci la sua lettiera, da quanto tempo mangi kebab o bistecche crude. Quindi ti chiederà del tuo benessere.Se le tue risposte non soddisfano il medico e i sintomi della malattia sono identificati, prescriverà i seguenti studi:

  • procedura ecografica;
  • un esame del sangue per gli agenti patogeni;
  • saggio immunosorbente collegato;
  • analisi del liquido amniotico.

Se le prime due analisi sono ben note, le ultime due devono essere raccontate in modo più dettagliato..

  • Test immunosorbente collegato. Lo studio è progettato per identificare gli anticorpi contro la toxoplasmosi nel corpo della madre. Si dividono in due tipi: M (IgM) e G (IgG). Gli anticorpi di tipo M compaiono immediatamente dopo che i parassiti sono entrati nel corpo. Non forniscono una protezione affidabile. Successivamente vengono prodotti gli anticorpi di tipo G. Questi sono già "difensori" a tutti gli effetti. L'analisi mostra quanti e quali anticorpi sono contenuti nel corpo della madre. Valutando la concentrazione e il rapporto del numero di anticorpi, il medico può prevedere le conseguenze dell'infezione e concludere se l'immunità materna è in grado di proteggere il bambino..
  • Analisi del liquido amniotico. La recinzione è realizzata perforando l'addome. Un ago sottile penetra nell'utero. Un campione per la ricerca viene prelevato con una siringa. Quindi viene studiata la reazione a catena della polimerasi. Il campione viene clonato molte volte, il che consente il rilevamento del numero di Toxoplasma con elevata precisione. Il medico stima il numero di parassiti, che lo aiuta a prescrivere un ciclo di trattamento.

Prevenzione della toxoplasmosi

Se sei responsabile della pianificazione della prole, è meglio fare il test per la toxoplasmosi prima della gravidanza. Così puoi salvarti da grossi guai. Se è già diventato noto sulla gravidanza, è necessario attenersi rigorosamente alle regole. Possono essere suddivisi condizionatamente in tre grandi gruppi:

  1. Controlla il gatto. La clinica veterinaria effettuerà un'analisi del tuo animale domestico. Se il gatto è infetto, dovrà essere separato durante la gravidanza. Anche dopo esserti assicurato della salute del tuo animale domestico, devi osservare l'igiene:
  • qualcun altro deve pulire la lettiera, ma non una donna incinta;
  • non lasciare che il gatto esca in strada in modo che non possa raccogliere i parassiti;
  • dai da mangiare al tuo animale domestico solo carne bollita o cibo secco.
  1. Prepara il cibo correttamente. La chiave per la sicurezza è un trattamento termico sufficiente della carne. Se non riesci a determinare a occhio la prontezza di un piatto, procurati un termometro da cucina. La sua sonda dovrebbe essere posizionata nei punti più spessi della carne. Le letture del termometro devono essere almeno:
  • 74C circa - per pollame e pollo tritato;
  • 63C circa - per qualsiasi carne;
  • 70C o - per qualsiasi carne macinata.

Assicurati di lavare frutta e verdura e lava coltelli e taglieri con detersivo. Dopo il contatto con la carne, cospargere gli utensili da cucina con acqua bollente. E, naturalmente, non bere acqua non depurata..

  1. Sicurezza all'aperto. Non entrare mai in contatto con animali randagi. Tutti i lavori con il terreno (in giardino o con i fiori sul davanzale della finestra) devono essere eseguiti solo con guanti di gomma. Lavati spesso le mani. Allena la tua famiglia alle regole di base. Venendo dalla strada, tutti dovrebbero lavarsi le mani. Ascolta attentamente le tue condizioni. Presta attenzione alla comparsa dei sintomi dell'ansia.

Aderendo a semplici regole, ti proteggerai da grossi guai. La toxoplasmosi è una malattia più facile da prevenire che curare le sue conseguenze. Affinché la tua gravidanza non sia oscurata da notizie terribili, fai attenzione e fai il test in tempo. Avere un bambino sano sarà una ricompensa per una madre responsabile e amorevole.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Radice di liquirizia: proprietà medicinali e controindicazioni

Analisi

Questa comune erba-perenne dal sapore zuccherino-dolce è apprezzata sia dai medici che dai guaritori tradizionali per le sue capacità tosse, antinfiammatorie, antispasmodiche, avvolgenti.

Caviale rosso durante l'allattamento

Analisi

La fonte del caviale rosso è il salmone. Appartiene a prodotti alimentari di valore. Durante l'allattamento, il caviale rosso porta molti benefici, ma non dovrebbe essere introdotto prima di un certo periodo.

Una madre che allatta può mangiare cavolo durante l'allattamento?

Infertilità

Le madri appena nate ei pediatri continuano a discutere sull'impatto della dieta di una donna che allatta sul benessere di un bambino. I medici domestici sono dell'opinione sull'esclusione di alcuni prodotti dal menu, in quanto contribuiscono al verificarsi di reazioni allergiche e aumento delle coliche.

Smagliature dopo il parto

Parto

I problemi della pelle a causa della gravidanza e la successiva nascita di una nuova vita occupano quasi una posizione di primo piano nell'elenco delle paure di una futura madre.