Principale / Analisi

Le donne incinte possono lubrificare la pelle con iodio?

E 'possibile o no? Potrebbe avere un effetto negativo sul feto o causare un sovradosaggio di iodio nel corpo (a causa del fatto che bevo ancora vitamine). Semplicemente non sono necessarie risposte nello spirito del "perché lo iodio, quando c'è questo e quello", ma su quello o no - non una parola

Commenti degli utenti

basta leggere le istruzioni per l'asset di iodio. Si dice che in generale questo farmaco e la tintura di iodio sono controindicati per le donne incinte nel 2-3 trimestre e in allattamento. Perché lo iodio penetra e può influenzare la ghiandola tiroidea. Lo iodio riduce l'attività dello iodio nelle compresse e negli ormoni tiroidei e non ricordo nient'altro.

accidenti quale risorsa di iodio nafig... lugol in spray)))))))))) già parlando)))

Oh, non posso, le donne incinte sono così incinte...

prima di prescrivere vitamine contenenti iodio, dovresti essere stato esaminato: ormoni tiroidei, ecografia tiroidea. Se tutto è normale, allora puoi, ovviamente! e per capire da solo se il corpo ha abbastanza iodio - spalma quello che vuoi, osserva) se viene assorbito abbastanza rapidamente - allora il corpo non è traboccante di iodio, se non viene assorbito, allora non hai bisogno di iodio affatto!

È possibile spalmare lo iodio sulla pelle durante la gravidanza

Lo iodio durante la gravidanza gioca un ruolo importante, influenzando direttamente lo sviluppo del feto. Con la mancanza di questo elemento nel corpo della madre, possono svilupparsi una serie di complicazioni e patologie nel feto. Pertanto, tutte le donne incinte hanno mostrato di assumere preparati di iodio all'interno..

Per quanto riguarda l'uso esterno dello iodio, è usato come antisettico, cicatrizza ferite, piccoli tagli e altre lesioni cutanee. Spesso, una soluzione alcolica di iodio viene utilizzata anche per trattare malattie fungine sulle unghie. Tuttavia, va notato che questo rimedio apparentemente innocuo può danneggiare il feto. Con l'intolleranza individuale allo iodio, inclusa l'ipersensibilità alla sostanza, è pericoloso usare una soluzione alcolica durante la gravidanza. Inoltre, non puoi trattare la pelle con questo farmaco per l'acne e le bolle, per le allergie e la diatesi, l'orticaria. Le controindicazioni all'uso di una soluzione alcolica di iodio sono malattie del sistema endocrino e urinario, patologia del tratto gastrointestinale. Pertanto, al fine di evitare reazioni negative e complicazioni, la futura mamma dovrebbe usare i preparati di iodio esternamente con cautela e preferibilmente come prescritto da un medico.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che solo i bordi delle ferite sono lubrificati con questa preparazione e non l'intera superficie della pelle. Se lo iodio viene applicato all'area della ferita, può causare irritazione della pelle..

Gli effetti collaterali del farmaco includono edema delle mucose, broncospasmo. Il sovradosaggio di iodio può causare irritazioni alla pelle e ustioni. L'inalazione di vapori di iodio nelle donne in gravidanza può danneggiare il sistema respiratorio. Se usi una preparazione alcolica di iodio all'interno, allora questo è irto dello sviluppo di lesioni del tratto digestivo.

Si consiglia alle donne incinte di utilizzare lo iodio esternamente con cautela e solo come indicato da un medico a causa di possibile sovradosaggio e complicazioni che influiscono negativamente sulla salute della madre e del feto. In altre parole, è meglio imbrattare la pelle e le unghie con iodio dopo aver consultato uno specialista..

Iodio durante la gravidanza

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Nel corpo umano, lo iodio gioca un ruolo importante. È necessario per la produzione di ormoni tiroidei e, a loro volta, sono i regolatori di tutti i processi che si verificano nel nostro corpo: metabolismo, sintesi di vitamine, implementazione delle funzioni di altri ormoni, rigenerazione dei tessuti, pressione sanguigna. Una persona che pesa 70 kg contiene 0,12-0,2 mg di un oligoelemento. La sua carenza porta a malattie della tiroide, cattiva salute, espresse in affaticamento, nervosismo, mal di testa, depressione e disturbi della memoria. Lo iodio è particolarmente importante durante la gravidanza per la formazione del feto. [1]

All'inizio della gravidanza, la produzione materna di ormoni tiroidei aumenta tipicamente di circa il 50% in risposta all'aumento dei livelli sierici di globulina legante la tiroxina (come risultato dell'aumento dei livelli di estrogeni) ea causa della stimolazione dei recettori della tireotropina (TSH) da parte della gonadotropina corionica umana. [2] La placenta è una ricca fonte di deiodinasi, che aumenta la scomposizione della tiroxina (T4) nella triiodotironina inversa bioattiva (T3). [3] Pertanto, aumenta la necessità di ormoni tiroidei, il che richiede un adeguato apporto di iodio, che viene fornito principalmente con il cibo e / o sotto forma di iodio aggiuntivo. Inoltre, nella seconda metà della gravidanza, il feto aumenta la produzione di ormoni tiroidei fetali, che contribuisce ulteriormente ad aumentare la necessità di iodio nel sangue materno, poiché lo iodio penetra facilmente nella placenta.

La principale via di escrezione dello iodio è attraverso i reni, che rappresentano oltre il 90% dello iodio assunto. [4] All'inizio della gravidanza, la velocità di filtrazione glomerulare dello ioduro aumenta del 30-50%, il che riduce ulteriormente il pool circolante di iodio nel plasma. [cinque]

La norma dello iodio durante la gravidanza

Una donna incinta ha bisogno di una maggiore quantità di iodio, perché il feto prende questo elemento dal corpo della madre fino alla nascita. E la donna stessa, a causa dell'aumento dell'attività ormonale, ha bisogno di più volume. Secondo le statistiche, l'80% delle future mamme soffre di carenza di iodio. Pertanto, alla domanda se lo iodio sia necessario durante la gravidanza, la risposta inequivocabile è "sì".

Per soddisfare il fabbisogno quotidiano di se stessi e di un organismo in crescita, è necessario ricevere dall'esterno 0,2 mg di sostanza.

La 4a edizione dell'NNR raccomandava ulteriori 25 mcg / giorno durante la gravidanza (RDI fissato a 175 mcg / giorno) e altri 50 mcg / giorno durante l'allattamento (RDI fissato a 200 mcg / giorno) per garantire un'adeguata assunzione di iodio durante il cancro al seno. alimentazione. Questi valori di controllo erano inferiori ai valori di controllo di 200 µg / giorno durante la gravidanza e 250 µg / giorno durante l'allattamento forniti dalla FAO / OMS nel 2005. Inoltre, l'OMS / UNICEF / ICCIDD ha recentemente aumentato i valori di controllo per le donne incinte da 200 a 250 mcg / giorno. [6]

Lo iodio è disperso in natura, ma la maggior parte della sostanza è nell'acqua di mare, nei suoi abitanti e nelle alghe. Non tutti hanno avuto la fortuna di vivere vicino al mare, quindi il problema deve essere risolto con altri metodi.

Prima di tutto, mangia bene, utilizzando prodotti contenenti iodio: frutti di mare, alghe, fegato di merluzzo, barbabietole, ribes nero, fichi, spinaci, latticini, sale iodato e, se necessario, usa preparati di iodio, ma solo come prescritto da un medico. [7], [8] La ricerca della Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha dimostrato che lo iodio negli Stati Uniti si trova principalmente nei cereali, nel latte e nel formaggio. [nove]

Effetto dello iodio sulla gravidanza

Sotto l'influenza dello iodio, vengono sintetizzati gli ormoni tiroxina (T4) e triiodotironina (T3), che svolgono un ruolo enorme nel funzionamento dei sistemi endocrino e riproduttivo. La mancanza di iodio può portare alle seguenti conseguenze:

  • minacce di interruzione della gravidanza;
  • ritardo mentale del bambino;
  • patologia congenita della ghiandola tiroidea del bambino;
  • disturbi metabolici, sovrappeso.

Se la dieta delle donne incinte non contiene abbastanza iodio, il feto non può produrre abbastanza tiroxina e la sua crescita rallenta. Il feto muore spesso nel grembo materno e molti bambini muoiono entro una settimana dalla nascita. I dati attuali sull'embriologia cerebrale suggeriscono che il momento critico per l'effetto della carenza di iodio è la metà del secondo trimestre, ad es. 14-18 settimane di gravidanza. In questo momento si formano i neuroni della corteccia cerebrale e dei gangli della base. Questo è anche il tempo di formazione della lumaca (10-18 settimane), che influenza fortemente anche lo sviluppo del cretinismo endemico. La carenza di iodio o ormoni tiroidei che si verifica durante questo periodo critico della vita porta a un rallentamento dell'attività metabolica di tutte le cellule fetali e cambiamenti irreversibili nello sviluppo del cervello.

Livelli di iodio insufficienti durante la gravidanza e il periodo postpartum portano a deficit neurologici e psicologici nei bambini. [10], [11] La prevalenza del disturbo da deficit di attenzione e iperattività è maggiore nei bambini che vivono in aree con carenza di iodio rispetto alle aree con alto contenuto di iodio. [12] Il quoziente di intelligenza (QI) dei bambini che vivono in aree carenti di iodio è in media inferiore di 12,45 punti rispetto a quelli che vivono in aree con un normale apporto di iodio. [13]

Dopo aver accertato se lo iodio è possibile durante la gravidanza e la sua importanza nelle sue fasi iniziali, sorge la domanda: un corpo in crescita ne ha bisogno nel terzo trimestre? Tutti i processi metabolici del nascituro si verificano con la partecipazione di una sostanza, quindi, anche se si formano tutti gli organi principali, lo iodio è necessario per rafforzarli. [14], [15]

Iodio e acido folico durante la gravidanza

Per la nascita di un bambino fisicamente e mentalmente sano, oltre allo iodio nella dieta di una donna, le vitamine, in particolare l'acido folico, giocano un ruolo altrettanto importante. Quest'ultimo è coinvolto nella divisione cellulare, nella formazione di un sistema cardiovascolare e nervoso a tutti gli effetti e riduce il rischio di aborto e malformazioni congenite del bambino. Inoltre, favorisce l'assorbimento dello iodio. [sedici]

Quando si pianifica una gravidanza, anche prima del concepimento, è necessario occuparsi di riempire la propria dieta con cibi ricchi di vitamina B9: legumi, noci, insalata verde, agrumi, oltre a prendere acido folico per coprire il fabbisogno di 400 mcg al giorno quando stanno cercando di rimanere incinta, e durante le prime 12 settimane di gravidanza, quando si sviluppa la colonna vertebrale del bambino. [17]

Se non hai assunto integratori di acido folico prima di rimanere incinta, dovresti iniziare a prenderli non appena sai di essere incinta. Puoi acquistarli in farmacia, nei principali supermercati, nei negozi di alimenti naturali o su prescrizione medica..

Azioni simili riguardo allo iodio quando si pianifica una gravidanza, ma il suo uso sconsiderato non è sempre giustificato, perché non tutte le regioni hanno una carenza di sostanze nell'ambiente, ad esempio, nelle zone costiere marine o oceaniche è in abbondanza.

In ogni caso, una visita da un endocrinologo dovrebbe precedere l'assunzione di un oligoelemento, perché sono possibili anomalie nel lavoro della ghiandola tiroidea che non sono associate alla gravidanza.

Ha senso che gli uomini assumano iodio durante la pianificazione della gravidanza? Molto probabilmente no, perché la stimolazione delle funzioni del corpo luteo, necessaria per mantenere la gravidanza nelle prime fasi, e il loro trasferimento placentare al feto nella fase embrionale dipendono dal livello degli ormoni tiroidei della madre.

Modi per saturare il corpo con iodio

Oltre ai cibi saturi di iodio, che sono stati menzionati sopra, sale speciale arricchito con un oligoelemento (utilizzato per cucinare piatti che non sono sottoposti a trattamento termico, altrimenti lo iodio evaporerà semplicemente), può essere utilizzato per varie procedure mediche, a condizione che non ce ne sia eccesso nel corpo:

  • fare i gargarismi con lo iodio durante la gravidanza: molti farmaci sono controindicati per il trattamento di tonsillite, faringite, laringite e malattie del cavo orale. In questo caso, la soluzione di iodio è in grado di agire come antisettico e distruggere i microbi patogeni. Puoi prepararlo facendo bollire un bicchiere d'acqua, lasciandolo raffreddare a caldo e aggiungendo 2-3 gocce di iodio lì. Allo stesso tempo, una parte di essa viene assorbita dalla mucosa orale ed entra nel flusso sanguigno;
  • soda e iodio: l'aggiunta di soda alla soluzione conferirà proprietà disinfettanti, ammorbidirà l'effetto più aggressivo dello iodio. La mucosa infiammata trarrà beneficio dalla soluzione alcalina, diventerà più facile da deglutire;
  • soda, sale e iodio: una ricetta classica per il risciacquo, che pulirà la mucosa, la ammorbidirà e avrà un effetto antibatterico. Un bicchiere d'acqua avrà bisogno di un cucchiaio di sale, la stessa quantità di bicarbonato di sodio e 2 gocce di un oligoelemento. Non è necessario superare le dosi consigliate. È meglio risciacquare dopo i pasti, senza aumentare la loro frequenza più di 3-4 volte al giorno, in modo da non seccare la mucosa;
  • La soluzione di Lugol durante la gravidanza: lubrificano le tonsille infiammate, le pareti della laringe. Combina acqua, ioduro di potassio e iodio in un rapporto di 17: 2: 1. Può anche contenere glicerina per un effetto ammorbidente;
  • uso esterno di iodio - durante la gravidanza, puoi lubrificare le ferite con esso, creare una rete di iodio in punti di lividi, iniezioni;
  • acqua con iodio - anche l'acqua minerale iodata viene prodotta per superare la carenza di iodio. Il suo arricchimento con un elemento chimico viene effettuato secondo le norme necessarie per la salute. Questo è il metodo più semplice ed economico per fornire una sostanza al corpo;
  • inalazione con iodio durante la gravidanza - alcune gocce di iodio nella soluzione per inalazione non solo contribuiranno al trattamento del raffreddore delle vie respiratorie superiori, ma aiuteranno anche ad eliminare la mancanza di iodio nel corpo.

Preparazioni di iodio durante la gravidanza

Molti studi hanno stabilito i benefici dell'integrazione di iodio durante la gravidanza in aree con grave carenza di iodio. [18],

Un endocrinologo, dopo aver esaminato lo stato del background ormonale di una donna, l'ecografia della ghiandola tiroidea, al fine di evitare conseguenze negative sia per la donna incinta che per il bambino con carenza di iodio, può prescrivere farmaci speciali e consigliare come assumere iodio durante la gravidanza:

  • Lo iodio attivo è un integratore alimentare di alimenti, la cui unicità sta nella capacità di essere assorbito in caso di mancanza di una sostanza e semplicemente escreto dall'organismo in caso di suo eccesso. Durante la gravidanza, la dose raccomandata è di 200 mkg una volta al giorno durante i pasti;
  • lo iodio di potassio è un regolatore della sintesi della tiroxina, previene lo sviluppo di gozzo associato a una mancanza di iodio, normalizza le dimensioni della ghiandola tiroidea, influenza il rapporto richiesto degli ormoni T3 e T4. La sua velocità giornaliera quando si porta un feto è di 150-200 μg. La durata del trattamento è determinata dal medico curante;
  • candele povidone-iodio: il farmaco ha un obiettivo anti-patogeno. È prescritto per trattare le infezioni vaginali. E sebbene la gravidanza sia indicata nelle istruzioni come una delle controindicazioni, viene utilizzata non solo durante la pianificazione, ma anche dopo il concepimento.

La vaginosi batterica, che spesso colpisce le donne in posizione a causa della ridotta immunità, può complicare la gravidanza e talvolta interromperla. Il medico, soppesando i rischi della malattia e il pericolo della cura, fa spesso una scelta a favore di quest'ultima.

Nel primo trimestre, il trattamento con iodio-povidone è il più sicuro, nel secondo non viene utilizzato, un mese prima del parto diventa nuovamente possibile e per un tempo illimitato. Se è sufficiente un breve ciclo di terapia, non c'è nulla di cui aver paura..

Secondo NHANES, solo il 20,3% delle donne incinte e il 14,5% delle donne che allattano negli Stati Uniti assumono integratori di iodio. [19] Attualmente, 114 su 223 (51%) marche di multivitaminici prenatali prenatali e da banco venduti negli Stati Uniti includono lo iodio come ingrediente e molti di quelli che contengono iodio non contengono una quantità indicata. [20] Il programma statunitense per l'alimentazione di donne, neonati e bambini ha raccomandato che tutti i multivitaminici prenatali somministrati alle donne in questo programma contengano 150 mcg di iodio per porzione giornaliera a partire dal 2010.

Sostanze che interferiscono con l'assorbimento di iodio

Gli inibitori NIS competitivi, come perclorato, tiocianato e nitrato, possono ridurre l'assunzione di iodio tiroideo, esacerbando così potenzialmente gli effetti della carenza di iodio nella dieta. Il perclorato proviene da una varietà di fonti, è estremamente stabile come sale inorganico e persiste nel suolo e nelle acque sotterranee per lunghi periodi. [21] Negli Stati Uniti, il perclorato è stato trovato in molte sostanze, tra cui tabacco, erba medica, pomodori, latte vaccino, [22] cetrioli, lattuga, semi di soia, uova e multivitaminici (compresi i multivitaminici prenatali). Il tiocianato, un metabolita del cianuro che si forma come sottoprodotto del fumo di sigaretta, e il nitrato, che viene prodotto naturalmente ed è presente in molti prodotti finiti, possono ridurre l'attività di NIS, riducendo così la disponibilità di iodio.

I livelli urinari di selenio e iodio nelle donne in gravidanza sono strettamente correlati. [23] Il selenio è un componente importante della glutatione perossidasi e delle selonoproteine, che includono 3 deiodinasi degli ormoni tiroidei. Pertanto, una mancanza di selenio può portare all'accumulo di perossidi dannosi nella ghiandola tiroidea e interrompere il processo di deiodinazione periferica necessario per la produzione dell'ormone tiroideo attivo, T3 da T4. Un recente studio di Negro e colleghi [24] ha riportato che l'integrazione di 200 mcg / die di selenio durante la gravidanza e il periodo postpartum ha ridotto la prevalenza di ipotiroidismo materno persistente (11,7%) rispetto alle donne che non hanno ricevuto il supplemento (20, 3%) (p

I vantaggi e i metodi di utilizzo dello iodio durante la gravidanza

Lo iodio è un importante oligoelemento che deve essere presente nell'organismo nella giusta quantità. Durante la gravidanza, tutti i processi corporei funzionano a una velocità maggiore, quindi lo iodio viene consumato molto più velocemente. Un oligoelemento non solo è possibile, ma deve anche essere utilizzato. La raccomandazione sul dosaggio esatto può essere fornita solo dal ginecologo locale dopo i test.

  • Come e quanto iodio assumere durante il trasporto di un bambino?
  • Quali alimenti contengono iodio?
  • Segni di eccesso o carenza di iodio nelle donne in gravidanza
  • Assimilazione dello iodio con altri elementi
  • Iodio come agente antimicrobico
  • I benefici e i rischi dello iodio
  • Controindicazioni
  • Preparazioni contenenti iodio
  • Prevenzione della carenza di iodio nelle donne in gravidanza

Come e quanto iodio assumere durante il trasporto di un bambino?

Affinché il bambino e la donna incinta stessa abbiano abbastanza iodio, deve consumare 250 mcg di questo elemento al giorno. Solo 4 μg vengono assorbiti da soli e il resto della massa entra nel corpo con l'aiuto dei farmaci.

Molte future mamme si chiedono: quanto tempo dovrebbe assumere lo iodio sotto forma di dosaggio? In effetti, ce n'è bisogno per tutta la gravidanza fino alla nascita del bambino..

Quali alimenti contengono iodio?

Puoi arricchire il corpo mangiando determinati cibi, ovvero:

Frutti di mareQualsiasi creatura vivente che si trova nel mare è ricca di iodio, quindi il reparto frutti di mare dovrebbe venire per primo quando visiti il ​​supermercato durante la gravidanza..
Fegato di merluzzo150 grammi di merluzzo al giorno riempiranno il corpo di un elemento importante, lo stesso vale per l'olio di pesce.
Pesce di marePesce come merluzzo, aringa, passera, tonno, halibut e salmone sono ricchi di iodio..
Alga marinaIl leader nella quantità di contenuto di iodio, è sufficiente mangiare 200 g di alghe al giorno per la quantità ottimale di iodio.

Lo iodio si trova in piccole quantità nei seguenti alimenti:

  • prodotti da forno;
  • biscotti;
  • grano saraceno;
  • cachi;
  • fichi;
  • feijoa;
  • albicocca;
  • prugna;
  • Banana;
  • Mais;
  • fagioli;
  • spinaci e acetosa.

È importante consumare sale iodato durante la cottura, ma non dovresti esagerare poiché le donne incinte devono ridurre al minimo il sale nel secondo trimestre. La durata di conservazione di tale sale non supera i 6 mesi, ma è possibile acquistare cibo iodato speciale sugli scaffali dei negozi:

  • uova;
  • pane;
  • biscotti per bambini;
  • latte;
  • scortese.

Segni di eccesso o carenza di iodio nelle donne in gravidanza

Puoi scoprire se c'è abbastanza iodio nel corpo di una donna incinta usando un test a casa. Ciò richiederà una soluzione alcolica di iodio. Deve essere applicato sulla pelle con un batuffolo di cotone, che dovrebbe essere usato per disegnare tre strisce. È meglio farlo la sera e i risultati saranno visibili al mattino. Se le strisce rimangono, tutto è visibile, quindi non c'è nulla di cui preoccuparsi, se manca una striscia e le altre due sono appena percettibili, è necessario prendere delle misure, ma se non ci sono strisce, si osserva una carenza di iodio.

Puoi anche donare il sangue per un'analisi dell'ormone tiroxina, ma questo test è obbligatorio in ogni trimestre, grazie ad esso, il medico determina la quantità di iodio nel corpo di una donna incinta.

Mancanza di iodio

Con la carenza di iodio, compaiono chiari segni, come:

  • sonnolenza;
  • letargia;
  • stanchezza costante;
  • la perdita di capelli;
  • fragilità delle unghie;
  • diminuzione della memoria;
  • irritazione;
  • brividi;
  • diminuzione dell'immunità;
  • stipsi.

Soprattutto la carenza di iodio colpisce quelle persone che per lungo tempo non sono riuscite a rimanere incinte anche dopo un trattamento a lungo termine. La mancanza di iodio può causare aborto spontaneo, mancata gravidanza, disturbi metabolici, sottosviluppo fetale intrauterino, debolezza del travaglio e tossicosi tardiva.

Gli effetti collaterali della carenza di iodio sono:

I primi tre mesi di gravidanzaDurante questo periodo l'embrione si sviluppa grazie agli ormoni ottenuti dalla ghiandola tiroidea della donna. Se si osservano patologie in esso, il bambino potrebbe non sopravvivere.
Ritardo mentaleNel feto, il sistema nervoso si sviluppa ad un ritmo elevato, se il feto riceve una quantità insufficiente di ormoni, può sviluppare ritardo mentale. La ghiandola tiroidea del bambino si forma solo nel secondo trimestre, quindi se riempi il corpo con iodio prima di questo momento, allora questa patologia può essere evitata.
Grave affaticamento, debolezzaLa mancanza di iodio è espressa da una grave tossicosi, ma le donne pensano che questo sia normale e non gli attribuiscono molta importanza. Pertanto, al minimo disturbo, dovresti consultare un medico e fare i test necessari.

Eccesso di iodio

Le donne incinte devono ridurre la quantità di iodio se è in eccesso, poiché ciò può essere pericoloso per il bambino. La quantità giornaliera di iodio non deve superare i 300 mg, altrimenti il ​​bambino potrebbe manifestare ipotiroidismo congenito.

Un eccesso di questo elemento è raro, ma è pericoloso per la vita e lo sviluppo del feto. Pertanto, già pochi mesi prima dell'inizio della gravidanza, è necessario monitorare la quantità di iodio consumata. In alcune situazioni, l'assunzione eccessiva di iodio può essere fatale.

Segni di iodio in eccesso:

  • gonfiore del viso, orticaria o edema di Quincke;
  • manifestazioni allergiche;
  • placca sulla lingua di colore marrone;
  • vomito;
  • diarrea;
  • nausea;
  • tachicardia;
  • forte salivazione.

Assimilazione dello iodio con altri elementi

L'assimilazione dello iodio da parte del corpo è facile rispetto ad altri elementi. Poiché è molto importante, la natura ha fatto attenzione che non ci siano ostacoli al suo consumo da parte dell'organismo..

Lo iodio interagisce male con:

  • fluoro;
  • cloro;
  • bromo.

Pertanto, dovresti evitare l'acqua clorata, i dentifrici con fluoro, i sedativi, dove c'è il bromo. Inoltre, ci sono alcuni alimenti che devono essere evitati per le persone con carenza di iodio nel corpo:

  • svedese;
  • soia;
  • cavolfiore e cavolo cappuccio bianco;
  • ravanello;
  • rapa;
  • mostarda.

Lo iodio è ben assorbito con i seguenti elementi:

  • manganese;
  • selenio;
  • cobalto;
  • rame;
  • calcio;
  • potassio;
  • ferro;
  • zinco;
  • vitamine dei gruppi A ed E.

Iodio come agente antimicrobico

Le donne incinte spesso si chiedono se possono usare lo iodio come agente antimicrobico per contusioni, tagli, ecc. Se prima, quando lo si utilizzava, andava tutto bene, durante il periodo di portamento del bambino potrebbe comparire una reazione allergica.

Le donne incinte possono anche cadere, picchiarsi, tagliarsi e così via, quindi un barattolo di iodio dovrebbe essere sempre presente nel loro kit di pronto soccorso. Per quanto riguarda la rete di iodio, va applicata secondo tutte le regole:

  1. Prima di andare a letto su un corpo pulito.
  2. La rete non può essere applicata più di tre volte a settimana..
  3. In tal caso, è adatto il 5% di iodio..
  4. Non applicare iodio sulla zona del cuore e sulla zona interessata (ustioni, arrossamenti).

Questo metodo di trattamento è utile per il raffreddore, quando è meglio evitare i farmaci.

In caso di lividi durante una caduta, applicare ghiaccio avvolto in una garza e solo dopo 12 ore è possibile applicare lo iodio.

I benefici e i rischi dello iodio

Lo iodio svolge uno dei ruoli importanti nel lavoro del corpo umano e poiché fa parte dei seguenti ormoni: tiroocalcitone, tiroxina, triiodotironina, il secondo e il terzo saturano l'intero corpo con sostanze utili e influiscono sulla crescita e lo sviluppo degli organi interni. Inoltre, questi ormoni migliorano il metabolismo. Per evitare il malfunzionamento dei processi di cui sopra, il corpo deve essere saturo di iodio, specialmente per le donne incinte.

La carenza di iodio nel corpo di una donna incinta può portare a ritardo mentale del bambino. E se c'è una mancanza di iodio nel primo trimestre di gravidanza, potrebbe anche esserci un aborto spontaneo.

Anche un eccesso di iodio non è buono, poiché può portare a conseguenze negative sia per la madre che per il nascituro, poiché lo iodio è una sostanza piuttosto tossica. Pertanto, a causa di un eccesso di iodio nel corpo, può verificarsi intossicazione, così come la funzione della ghiandola tiroidea..

Controindicazioni

È già noto che lo iodio è importante sia per la futura mamma che per il bambino, ma è importante capire che un eccesso non fa bene. Per questo motivo, non puoi assumere farmaci da solo senza consultare un medico..

L'uso dello iodio è controindicato in:

  • aumento dell'attività della ghiandola tiroidea;
  • nefropatia;
  • violazioni nel fegato;
  • intolleranza individuale allo iodio.

Preparazioni contenenti iodio

Esistono molti medicinali e complessi vitaminici che contengono una quantità sufficiente di iodio. È vietato acquistare tali farmaci da soli, solo un ginecologo può prescrivere integratori appropriati.

Esistono due modi per assumere lo iodio: somministrazione orale e uso esterno. Solo dopo aver effettuato gli esami e l'ecografia il medico potrà prescrivere il medicinale, il suo consumo e il corso del trattamento.

Assunzione orale

Si possono notare i farmaci più moderni che contengono iodio e nella quantità necessaria per la futura mamma e il bambino:

  1. Asset di iodio. Il farmaco è ben assorbito nel corpo, reintegrandolo con iodio. È prodotto sotto forma di compresse, confezionate in 200 pezzi, che vengono assunte durante i pasti. Il prezzo approssimativo del farmaco è di 22 rubli.
  2. Ioduro. È prescritto dal medico curante per la carenza di iodio nel corpo durante il trasporto di un bambino. Il medicinale viene prodotto sotto forma di compresse, che vengono assunte immediatamente dopo un pasto, innaffiate con latte o tè. Le controindicazioni all'uso sono: nefrite, diatesi, tubercolosi, iperfunzione tiroidea, malattie della pelle. Il costo del farmaco è di 20 rubli per 100 mcg e 24 rubli per 200 mcg.
  3. Iodomarin. Durante il periodo di gestazione, il dosaggio è di 200 mcg al giorno, ma il medico dovrebbe prescrivere il dosaggio esatto. Forma di rilascio 100 mcg e 200 mcg (compresse). Il costo approssimativo è di 200 rubli.
  4. Ioduro di potassio. Disponibile sotto forma di cristalli incolori o polvere bianca con retrogusto amaro-salato. Il medicinale viene utilizzato per i disturbi della tiroide o per la carenza di iodio in una donna incinta. Il costo del medicinale è di 150 rubli.
  5. Equilibrio di iodio. Forma di rilascio di compresse da 100 o 200 mcg, che vengono prese 1 o 2 compresse per colpo. Questo farmaco è prescritto per la carenza di iodio e per i disturbi della tiroide. Puoi comprare una medicina del genere per 320 o 480 rubli.

Il dosaggio e la durata del corso di qualsiasi farmaco devono essere prescritti rigorosamente dal medico curante.

Uso esterno

I farmaci per uso esterno a base di iodio sono adatti alle donne in gravidanza, ma ancora una volta dovrebbero essere prescritti da un ginecologo e non da un amico o un vicino. Farmaci più popolari:

  1. Soluzione di iodio al 5%. Soluzione per applicazione esterna, colore rosso-marrone. Ha proprietà antimicrobiche, cicatrizzanti e irritanti locali. Penetrando nel corpo, lo iodio influisce sul metabolismo. Lo iodio è usato per curare ferite, tagli, contusioni, suture postoperatorie e nevralgie. Il prezzo approssimativo in Russia è di 13 rubli.
  2. Lo iodio esplose. Il farmaco contiene iodio, che è caratterizzato da proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti per ferite, contusioni, tagli e processi infiammatori. È consentito l'uso solo nel primo trimestre di gravidanza. Il costo di un tale farmaco è di 30 rubli.
  3. Betadine. Questo medicinale contiene iodio e un polimero di polivinilrolidone e sono presenti anche eccipienti. Betadine ha un effetto battericida, antimicotico, antivirale e cicatrizzante. Il farmaco può essere prescritto sia diluito con acqua tiepida che non diluito. Puoi comprare una medicina del genere per 300 rubli.
  4. Iodio povidone. Ha proprietà antisettiche, antimicrobiche e cicatrizzanti. In grado di uccidere funghi e virus. Con un tale farmaco, puoi fare il bagno o trattare le aree del corpo colpite. Il costo del farmaco è di 50 rubli.

Prevenzione della carenza di iodio nelle donne in gravidanza

È meglio prevenire qualsiasi malattia che curarla in seguito, quindi la quantità di iodio nel corpo deve essere monitorata. La migliore prevenzione è una dieta equilibrata e il consumo di alimenti contenenti iodio, in particolare frutti di mare, per garantire che la madre e il bambino ricevano questo elemento..

Se il medico ritiene che il paziente abbia bisogno di iodio nei medicinali, la invierà a un endocrinologo e, dopo i risultati del test, prescriverà il farmaco necessario. Spesso nelle vitamine classiche consumate da una donna incinta, questo elemento è sufficiente.

Un buon ruolo nel periodo di gestazione è svolto dall'aria di mare, dove vengono rilasciati i vapori di iodio. Una vacanza al mare sarà di grande beneficio sia per la mamma che per il bambino. Ma è importante capire che il volo è impossibile per lunghi periodi..

È possibile e persino necessario assumere iodio durante la gravidanza, ma dovrebbe essere chiaro che un eccesso di iodio nel corpo è molto pericoloso per la madre e il bambino. Pertanto, non puoi prescriverti indipendentemente lo iodio e prenderlo, seguendo le istruzioni. Il medico calcolerà quanto alla madre manca questo oligoelemento e prescriverà il dosaggio appropriato.

Un elemento molto importante. Perché le future mamme hanno bisogno di iodio?

Carenza di iodio durante la gravidanza: cause, sintomi, prevenzione, farmaci, sovradosaggio e controindicazioni.

Natalia Aleshina giornalista, psicologa, esperta di genitorialità

Cosa sappiamo dello iodio? Un buon antisettico, aiuta con ferite e tagli, la rete di iodio rimuove i lividi, beh, sembra, tutto qui. In effetti, lo iodio si trova in quasi tutti i tessuti del corpo umano. Ma la sua parte principale fa parte degli ormoni tiroidei - triiodotironina e tiroxina, che vengono rilasciati nel sangue. Gli ormoni tiroidei regolano la maturazione di tessuti e organi, determinano la loro attività funzionale, crescita e metabolismo.

A casa puoi fare questo test. Disegna diverse linee sul petto con un bastoncino imbevuto di iodio. E se dopo un'ora scompaiono, significa che il corpo non ha abbastanza iodio. Naturalmente, qualsiasi medico dirà che questo test è molto approssimativo e che è possibile ottenere informazioni più complete solo dopo uno speciale esame del sangue per i livelli ormonali.

Dove va lo iodio?

La mancanza di iodio è un problema di vecchia data dell'umanità. Alcuni esperti trovano segni di gozzo e altre malattie della ghiandola tiroidea anche nei bambini su antiche icone russe. Attualmente, circa due terzi della popolazione mondiale vive in condizioni di carenza di iodio. È successo che in alcuni luoghi ce n'è molto (principalmente zone costiere), e in altri (questo è circa il 70-80% della terra) - troppo poco iodio. Ahimè, sul territorio del nostro paese questo prezioso microelemento è gravemente carente di suolo e acqua. Ciò significa che tutta la verdura, la carne e i latticini presi insieme non sono in grado di soddisfare le esigenze del nostro corpo di iodio.

La ginecologa-endocrinologa Irina Mikhailovna Stoleshnikova osserva che la carenza di iodio è particolarmente evidente nel corpo di neonati, donne incinte e madri che allattano. Fino all'80% delle donne in gravidanza è carente di iodio. L'alta percentuale di carenza di iodio nelle donne in gravidanza è abbastanza comprensibile: fin dalle prime settimane di gravidanza, vengono imposti requisiti piuttosto elevati alla ghiandola tiroidea di una donna. Ciò è dovuto al fatto che la necessità di ormoni tiroidei nell'embrione dalle prime settimane di gravidanza è molto alta. E il corpo della madre è costretto a fornirgli una quantità adeguata dei propri ormoni. Inoltre, la donna stessa, a causa dell'alto livello dei processi metabolici durante la gravidanza, necessita di quantità aggiuntive di ormoni tiroidei. Allo stesso tempo, le possibilità della ghiandola tiroidea durante questo periodo sono piuttosto limitate - ciò è dovuto al fatto che durante la gravidanza, in primo luogo, l'escrezione di iodio nelle urine aumenta e la ghiandola tiroidea manca di iodio. In secondo luogo, durante la gravidanza, a causa dell'alto livello di estrogeni, il livello di globulina legante la tiroxina aumenta in modo significativo e, in risposta a ciò, il livello di tiroxina totale (legata, ormone inattivo) aumenta e il livello di ormone libero (ormone attivo) diminuisce. Pertanto, anche se all'inizio della gravidanza tutti i test erano buoni, i medici raccomandano di fare i test ogni tre mesi, perché man mano che il bambino si sviluppa, l'equilibrio ormonale della madre viene disturbato. Con una gravidanza pianificata, è consigliabile passare in anticipo un'analisi degli ormoni per verificare il funzionamento della ghiandola tiroidea e, se necessario, eseguire il trattamento.

Il gruppo ad alto rischio comprende donne che rimangono incinte dopo una prolungata infertilità. Inoltre, la carenza di iodio può verificarsi dopo un lungo ciclo di trattamento con alcuni potenti farmaci..

La carenza di iodio è grave

Gli ormoni tiroidei sono coinvolti in tutti i processi metabolici del corpo: nel metabolismo energetico, nel lavoro del sistema muscolo-scheletrico e nella formazione del sistema nervoso del bambino. E, soprattutto, influenzano la funzione riproduttiva, lo sviluppo fisico e mentale del bambino. Inoltre, la mancanza di iodio durante la gravidanza può portare a una serie di gravi disturbi. Ecco i principali:

  • aborto spontaneo. Nelle prime 12 settimane di gravidanza (fino alla formazione della placenta e della ghiandola tiroidea del bambino), il feto vive e si sviluppa a causa degli ormoni tiroidei della madre. Se una donna ha una patologia della ghiandola tiroidea e alcuni ormoni non sono sufficienti per il bambino, potrebbe esserci una minaccia di aborto spontaneo;
  • difetti del nascituro (disabilità mentali). Durante la gravidanza, lo sviluppo mentale e lo sviluppo del sistema nervoso del bambino sono letteralmente a passi da gigante. Se in questo momento non riceve la quantità richiesta di ormoni tiroidei, il suo sviluppo mentale rallenterà e questo, sfortunatamente, è praticamente insostituibile in futuro;
  • malattie della ghiandola tiroidea in un bambino. La ghiandola tiroidea del neonato si forma nel secondo trimestre di gravidanza, e se durante questo periodo mancano alcuni oligoelementi (in particolare lo iodio), questo può portare a patologie tiroidee congenite, che dopo la nascita è quasi impossibile da curare;
  • superlavoro, debolezza, vertigini. Anche durante la gravidanza, una mancanza di iodio può manifestarsi sotto forma di grave tossicosi e gestosi. Ma la maggior parte di questi segni viene solitamente trascurata dalle donne, considerandoli comuni durante la gravidanza. Ma invano;
  • disturbi metabolici in mamma e bambino, di conseguenza, sovrappeso.

Prevenzione e trattamento della carenza di iodio

Da notare soprattutto la carenza di iodio nel periodo autunno-inverno, quando la nostra dieta è dominata principalmente da cibi raffinati, poveri di vitamine e microelementi. In questo momento, il metabolismo basale diminuisce, poiché la ghiandola tiroidea funziona come se fosse "a bassa velocità" e avvertiamo queste manifestazioni come letargia, apatia, aumento di peso e rapida stanchezza.

Ci sono molti modi per saturare il corpo con lo iodio, spiega la ginecologa-endocrinologa Irina Stoleshnikova: sono di vari gradi di affidabilità, vari gradi di aggressività. Secondo il Ministero della Salute, i residenti in Russia consumano in media circa 40-80 mcg di iodio al giorno, mentre il fabbisogno giornaliero di iodio per un adulto è di 100-150 mcg e per una donna incinta e che allatta - 200 mcg.

Alimenti ricchi di iodio. Per prevenire la carenza di iodio, è sufficiente mangiare regolarmente cibi fortificati con iodio. Il primo posto tra questi prodotti è occupato dal sale iodato, che include ioduro di potassio. Per prevenire la carenza di iodio, è sufficiente consumare quotidianamente 5-6 grammi di questo sale con il cibo. È meglio se il sale contiene iodato K (e non iodito), quindi conserva le sue proprietà più a lungo. Ma lo iodio evapora facilmente, quindi il sale iodato richiede un atteggiamento più riverente. In primo luogo, la durata di conservazione di tale sale di solito non supera i tre mesi e non c'è iodio nel sale scaduto. In secondo luogo, il sale iodato deve essere confezionato in un sacchetto o un foglio di plastica opaca e conservato in un contenitore con un coperchio aderente. E in terzo luogo, il cibo dovrebbe essere salato dopo la cottura, poiché lo iodio evapora rapidamente ad alte temperature. Pesce, frutti di mare, alghe, cachi, peperoni e feijoa sono ricchi di iodio. Ma il cavolo bianco e il ravanello, al contrario, eliminano una già piccola quantità di iodio dal corpo. Pertanto, i medici non approvano la dieta del cavolo, che è stata diffusa di recente. Ma affinché il corpo assimili il minerale necessario, prima di tutto, il tratto gastrointestinale deve essere sano. Colite, gastrite, duodenite e altre malattie simili compromettono l'assorbimento intestinale. E poi non importa quanto consumi cibi ricchi di iodio, tutto passerà per destinazione. Pertanto, durante la gravidanza, una donna dovrebbe prestare particolare attenzione al suo intestino e, se non funziona correttamente (stitichezza), sciacquarlo regolarmente con acqua.

Additivi alimentari contenenti iodio che consentono la regolazione individuale dello iodio nel corpo della futura mamma. Lo iodio contenuto in questi integratori, legato alla proteina - caseina, entra nel fegato attraverso il tratto digerente e quindi, sotto l'azione degli enzimi, il corpo prende la quantità di iodio di cui ha bisogno. Più acutamente si avverte la mancanza di iodio, più attivi diventano gli enzimi e, di conseguenza, la ghiandola tiroidea inizia a prelevarlo intensamente dal fegato. Di conseguenza, ci vuole la stessa quantità di iodio necessaria. E l'eccesso di proteine ​​iodate viene escreto dal corpo naturalmente. Tuttavia, prima di assumere integratori alimentari contenenti iodio, è necessario assicurarsi che la persona abbia una ghiandola tiroidea iperattiva. La disfunzione tiroidea a volte è quasi impossibile da notare immediatamente. La dose di speciali farmaci iodati deve essere prescritta dal medico solo dopo un'analisi speciale per gli ormoni.

Iniezioni di iodio per future mamme. Possono essere eseguiti sia durante la gravidanza che poco prima del concepimento pianificato. L'azione di una iniezione è prolungata e fornirà alla donna iodio per l'intera gravidanza. Se la dose del farmaco viene prescritta correttamente, non ci saranno effetti collaterali o conseguenze negative di tale terapia..

Non fare danni

Sovradosaggio e mancanza di iodio influenzano negativamente il sistema endocrino. Resta da vedere cosa è peggio. Se la ghiandola tiroidea viene interrotta, tutto lo iodio in entrata si accumulerà in essa e non verrà speso come previsto, il che, a sua volta, può provocare una serie di gravi malattie che sorgono, questa volta da un eccesso di iodio.

Inoltre, lo iodio ha una caratteristica: è un catalizzatore per molti processi metabolici. Ad esempio, se alcune persone hanno una tendenza alla crescita di cellule tumorali, anche se per il momento nascosta, l'uso attivo di iodio puro può provocare la crescita di cellule maligne. Pertanto, è necessario assumere lo iodio solo in combinazione con vitamine e altri microelementi. Vitamina C, D, vitamine del gruppo B, una potente vitamina E antiossidante (la sua carenza colpisce anche le funzioni del sistema endocrino e lo stato della sfera vascolare) e gli oligoelementi calcio e selenio aiuteranno ad assorbire meglio lo iodio. A proposito, quest'ultimo deve essere incluso nella dieta per quasi tutte le persone dopo i 35 anni, e non solo per le future mamme..

Per questioni mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo

Quanto iodio è necessario durante la gravidanza?

Lo iodio non è solo un antisettico versatile e conveniente che può essere trovato in qualsiasi armadietto dei medicinali di casa. È anche un oligoelemento essenziale, la cui necessità è particolarmente elevata durante la gravidanza. Perché lo iodio è così necessario per le future mamme e, soprattutto, quanto?

Perché lo iodio è necessario durante la gravidanza?

Sfortunatamente, in Russia la quantità di iodio è estremamente ridotta, quindi gli abitanti di questo enorme paese non ne hanno mai abbastanza dal cibo. Secondo le statistiche, circa il 70% della popolazione totale vive in uno stato permanente di carenza di iodio..

Probabilmente, la mancanza di iodio non interferisce con la vita delle persone comuni, almeno a prima vista. Ma quando si tratta di future mamme, questo problema è molto acuto. È molto facile indovinare perché questo sta accadendo: lo iodio influisce direttamente sul lavoro della ghiandola tiroidea, che fornisce nobilmente al corpo gli ormoni. Come sapete, i cambiamenti ormonali e la gravidanza sono concetti inseparabili e il corpo della madre inizia a risentirsi quando lo iodio non è sufficiente e, di conseguenza, non ci sono abbastanza ormoni.

Dalle prime settimane di gravidanza l'embrione necessita di una potente "base" ormonale. Una povera donna a volte non solo rimane senza gli stessi ormoni tiroidei, ma non può nemmeno soddisfare il bisogno di loro del feto in crescita.

Inoltre, durante la gravidanza, il ritiro dello iodio aumenta naturalmente, insieme all'urina..

È anche importante capire che la natura umana è molto saggia, e se si verificano cambiamenti gravi a livello cellulare, il corpo cerca con tutte le sue forze di compensarli. Nel corpo, l'ormone tiroxina è presente in due forme: libero e legato. Bound, in termini semplici, non svolge un ruolo speciale, perché è considerato un ormone inattivo. Si trova in un complesso con determinate proteine ​​e non può svolgere pienamente le sue funzioni.

Ma la tiroxina libera è una cosa utile. È lui che lavora coscienziosamente, sebbene la sua quantità nel corpo, rispetto alla tiroxina legata, non superi nemmeno l'1%. Ma una gravidanza insidiosa richiede molti estrogeni e, in risposta a questi cambiamenti, la quantità di tiroxina legata aumenta. La tiroxina libera in questo momento si comporta in proporzione inversa e diminuisce a tradimento.

Così si scopre: la futura mamma si è avvicinata alla gravidanza in modo responsabile, ha superato tutti gli esami, ha normalizzato il background ormonale, quando improvvisamente, dopo alcune settimane, i test mostrano una carenza acuta di tiroxina biologicamente attiva.

La tiroxina è chiamata T4 in un altro modo, perché contiene 3 molecole di iodio. Oltre a questo ormone, nell'organismo è presente anche il T3, che è meno ricco di questo oligoelemento, ma necessita comunque anche di iodio.

Qual è il rischio di carenza di iodio e, di conseguenza, una carenza di ormoni tiroidei?

Primo, aborto spontaneo. Quando l'embrione è appena entrato nell'utero, non si parla di placenta, esiste solo grazie agli ormoni tiroidei. Una costante mancanza di iodio e ormoni può davvero portare a aborto spontaneo e aborto spontaneo.

In secondo luogo, gravi disabilità dello sviluppo. Lo sviluppo delle caratteristiche mentali dell'embrione è strettamente correlato alla quantità di ormoni tiroidei. Se al momento dello sviluppo, diciamo, del cervello o del sistema nervoso, la madre era in uno stato di carenza di iodio, la deposizione di cellule e tessuti può terminare con fallimenti - difetti. Purtroppo sono spesso irreversibili..

In terzo luogo, malattie della tiroide in un bambino. Per il momento il bambino usa le risorse della madre, ma quando forma lui stesso una ghiandola tiroidea è già in grado di produrre quegli stessi ormoni. Se lo iodio non è sufficiente, questa funzione sarà compromessa..

Infine, una donna con carenza di iodio sperimenta stanchezza costante, apatia, sonnolenza e superlavoro. La tossicosi si manifesta molto chiaramente e può verificarsi anche una forte gestosi. La mancanza di iodio è anche una via diretta ai disturbi metabolici, il che è del tutto inappropriato quando i problemi di digestione e costipazione si fanno già sentire.

Segni di carenza di iodio durante la gravidanza

Sfortunatamente, la maggior parte delle donne in travaglio non tiene conto di tutti i segni evidenti di carenza di iodio, che sono scritti un po 'sopra, perché li considerano uno stato normale di una donna incinta..

Oltre all'apatia, alla sonnolenza, all'aumento della stanchezza e alla costante sensazione di affaticamento, la carenza di iodio si manifesta in quanto segue:

  • Deterioramento dei capelli e caduta dei capelli, indebolimento e fragilità delle unghie;
  • Pelle secca e squamosa;
  • Irascibilità, disturbi della memoria, difficoltà di concentrazione;
  • Reazioni inibite;
  • Rapido aumento di peso, gonfiore;
  • Brividi;
  • Immunità ridotta;
  • Disturbi nel tratto digestivo, costipazione;
  • Colelitiasi.

Poiché almeno alcuni di questi segni sono presenti in molte donne in travaglio, la cosa migliore da fare è sottoporsi a controlli regolari e monitorare la ghiandola tiroidea..

Devo prendere iodio durante la gravidanza e quanto è importante?

Siamo abituati al fatto che lo iodio, o meglio la sua soluzione alcolica, è un antisettico. Tuttavia, l'importanza di questo elemento nella nostra vita è più significativa, senza di esso il normale funzionamento del sistema endocrino nel suo insieme è impossibile. Scopriamo se lo iodio è necessario durante la gravidanza, quali conseguenze possono svilupparsi con una carenza o con un eccesso di un elemento nel corpo.

Se il tuo medico dice che hai bisogno di preparati di iodio, ciò non significa che ora dovrai usare questo rimedio esternamente, cioè spalmare tutto il corpo con una soluzione alcolica. Il farmaco dovrà essere assunto per via orale. Per colmare la carenza di questo elemento, sono state create varie preparazioni sotto forma di compresse o confetti, uno di loro è "Iodio attivo".

  1. Ruolo di un oligoelemento
  2. È possibile ottenere un oligoelemento dagli alimenti?
  3. Dovrei iniziare a prendere integratori??
  4. Sintomi di carenza
  5. Eccesso
  6. Scegliere un farmaco
  7. Come scegliere un dosaggio?
  8. Precauzioni

Ruolo di un oligoelemento

Con una mancanza di iodio, il normale funzionamento del sistema endocrino è impossibile, specialmente la ghiandola tiroidea soffre. E il lavoro di questo organo influisce sulle condizioni generali, inclusa la funzione sessuale. Il funzionamento improprio degli organi di secrezione interna può portare allo sviluppo di infertilità endocrina. Pertanto, gli integratori possono essere prescritti anche durante la pianificazione.

Anche una carenza di oligoelementi durante la gravidanza è molto pericolosa. La mancanza di sostanze necessarie minaccia di deviazioni molto gravi nel bambino. Inoltre, sono possibili deviazioni, sia nello sviluppo fisico che mentale. Il grado di ritardo dello sviluppo dipende dal livello di carenza di micronutrienti. In caso di carenza acuta, si sviluppa un grave cambiamento irreversibile: il cretinismo.

Inoltre, l'oligoelemento svolge un ruolo importante nel rafforzare lo scheletro del nascituro, con una carenza, il feto soffre di ipossia cronica. I bambini nascono con un'immunità ridotta e spesso sono malati.

È possibile ottenere un oligoelemento dagli alimenti?

La fonte più famosa di iodio è il pesce. Si tratta di pesce di mare, crostacei e alghe. Questo oligoelemento è contenuto nei prodotti animali e vegetali, ma la sua quantità dipende dalla regione. Più il terreno contiene un oligoelemento, più saturi sono i prodotti coltivati ​​su di esso..

Pertanto, ci sono intere regioni in cui si osserva carenza di iodio nella maggior parte della popolazione. Per eliminare la carenza si utilizzano sale iodato e altri prodotti fortificati con questo microelemento..

Tuttavia, queste misure spesso non sono sufficienti, quindi è necessario utilizzare integratori alimentari. È particolarmente importante farlo quando si trasporta un bambino, poiché durante questo periodo il corpo ha bisogno di una grande quantità di oligoelementi.

Consigli! L'assunzione di iodio per gli adulti è di 150 mcg. Le future mamme necessitano di un'assunzione di 200-250 mcg di un oligoelemento.

Dovrei iniziare a prendere integratori??

Devo assumere integratori di micronutrienti durante la pianificazione e il trasporto di una gravidanza? Solo un medico può rispondere a questa domanda dopo aver condotto gli esami. Ma puoi anche sospettare una carenza di iodio da segni esterni..

Sintomi di carenza

Non ci sono segni specifici di una carenza di micronutrienti. Con carenza di iodio, possono esserci:

  • debolezza, distrazione dell'attenzione;
  • pelle secca e squamosa, perdita di capelli e fragilità;
  • Una ghiandola tiroidea ingrossata che assomiglia a un gonfiore al collo
  • stitichezza regolare;
  • gonfiore degli arti.

Consigli! I sintomi sopra elencati possono anche indicare la presenza di altre malattie o condizioni. Pertanto, l'automedicazione non ne vale la pena..

Per determinare il livello di iodio, il medico invierà test che rivelano il contenuto di ormoni tiroidei.

È in corso uno studio su tre tipi di ormoni e dal loro rapporto sarà possibile concludere che c'è una carenza o una quantità sufficiente di un oligoelemento nel corpo..

Consigli! È possibile eseguire un test a casa primitivo ma accurato per determinare la carenza di iodio. Immergi un batuffolo di cotone in una soluzione alcolica di iodio e traccia alcune brevi linee all'interno dell'avambraccio. Se entro mezz'ora non ci sono tracce di iodio sulla pelle, significa che il corpo ha una carenza di questo oligoelemento.

Eccesso

Un eccesso di iodio non è meno pericoloso della sua carenza. Quindi, nel caso di un uso una tantum di circa 50 mg di iodio, puoi morire. Un eccesso di un oligoelemento durante la gravidanza può causare aborto spontaneo. Pertanto, non dovresti lasciarti trasportare dall'assunzione di integratori alimentari senza prescrizione medica. Segni di avvelenamento da iodio:

  • vertigini;
  • mal di testa;
  • svenimento;
  • sapore metallico in bocca;
  • sete costante;
  • lacrimazione;
  • nausea persistente;
  • tachicardia.

Scegliere un farmaco

È necessario pensare al fatto che la carenza di iodio può influire negativamente sul corso della gravidanza durante la pianificazione. È necessario visitare un medico per consultarlo sulla necessità di assumere preparati di iodio.

Esistono molti preparati contenenti questo oligoelemento. La scelta dell'opzione migliore dovrebbe essere discussa con il medico. Una delle opzioni che possono essere prese durante la pianificazione, così come all'inizio e alla fine della gravidanza, è "Iodio attivo". "Iodio attivo" contiene iodocaseina, in una compressa:

  • iodio - 0,05 mg;
  • monostearato di calcio;
  • latte scremato in polvere;
  • lattosio monoidrato.

"Iodio attivo" è possibile sia durante la pianificazione che durante la gestazione, anche nelle prime fasi, ma solo su indicazione di un medico. Il vantaggio del farmaco "Iodio attivo" è che il microelemento contenuto nel farmaco viene assorbito attivamente in caso di carenza di iodio. E se non c'è carenza, la quantità in eccesso dell'oligoelemento viene semplicemente escreta dal corpo senza influenzare la ghiandola tiroidea..

Il fatto è che nel prodotto “Iodio attivo” il microelemento è combinato con le proteine ​​del latte. Quando questa sostanza entra nel fegato, l'elemento viene separato dalla proteina e assorbito dall'organismo. Per eseguire questo processo, sono necessari enzimi speciali, che vengono prodotti dal fegato solo in condizioni di carenza di iodio..

Se non c'è carenza, l'enzima non viene prodotto e la iodocaseina inclusa nel farmaco "Iodio attivo" non viene scomposta e viene escreta dall'organismo inalterata.

Consigli! Naturalmente, "Iodine Asset" non è l'unica opzione di supplemento che può essere presa quando si pianifica e si porta una gravidanza. Puoi usare altri farmaci, ad esempio Iodomarin, Potassium iodite, Iodobalance. La scelta del farmaco deve essere discussa con il medico..

Come scegliere un dosaggio?

Il medico prescrive il dosaggio dei farmaci per pianificare e portare avanti una gravidanza individualmente. Molto spesso viene prescritta una dose media: 200 mcg al giorno. Può essere diviso in due parti, cioè dovrai prendere 2 compresse da 100 mcg. La durata del supplemento deve essere discussa con il medico durante la pianificazione.

Durante il processo di gestazione iniziale, è necessario assumere il farmaco secondo lo stesso regime, a meno che il medico non abbia raccomandato un regime diverso. Quanto tempo puoi prendere il farmaco? Tutto dipenderà dalle indicazioni individuali. In alcuni casi, sarà possibile assumere un integratore prima del parto, nonché durante l'alimentazione.

Precauzioni

Lo iodio è necessario per una persona, ma il suo eccesso è dannoso. Pertanto, è impossibile auto-medicare e modificare in modo indipendente i dosaggi raccomandati. Esistono anche controindicazioni all'uso di integratori contenenti un oligoelemento. Esso:

  • ipertiroidismo;
  • grave malattia renale o epatica;
  • intolleranza individuale ai componenti degli integratori alimentari.

Quindi lo iodio è essenziale durante la gravidanza. Se c'è una carenza di questo elemento, sarà possibile iniziare a prendere integratori biologici, ma solo come indicato da un medico. Di norma, vengono utilizzati integratori alimentari popolari come Iodio attivo, Iodomarina o altre opzioni farmacologiche.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Lizobact durante la gravidanza: recensioni e istruzioni

Concezione

I raffreddori sono abbastanza comuni durante il periodo di gestazione, così come la manifestazione o l'esacerbazione di altre malattie. In questo momento, tutte le forze del corpo sono mirate alla crescita e allo sviluppo del bambino nell'utero e spesso non sono sufficienti per mantenere il sistema immunitario della madre.

Fumare in gravidanza: verità e miti

Nutrizione

Miti sul fumo durante la gravidanzaPer il bene di una cattiva abitudine nella società, ci sono molti miti associati al fumo e alla sua "sicurezza".Mito 1.
Una donna incinta non dovrebbe smettere improvvisamente di fumare, poiché rifiutare le sigarette è stress per il corpo, pericoloso per un bambino nel grembo materno.

Come calcolare il tuo periodo di ovulazione

Concezione

Come determinare il periodo di ovulazioneL'ovulazione è l'unico giorno del ciclo in cui è possibile il concepimento. Questo è il motivo per cui stanno cercando di calcolare questa data per l'inizio più precoce della gravidanza, o viceversa per "proteggersi" da essa (metodo di protezione del calendario).