Principale / Analisi

Cosa fare e cosa non fare dopo le vaccinazioni

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Cosa determina la reazione alla vaccinazione?

Le reazioni del corpo del bambino alle vaccinazioni dipendono dai seguenti fattori principali:

  • vaccino;
  • la condizione del bambino;
  • condizioni per la somministrazione del vaccino.

Inoltre, l'influenza di tutti e tre i fattori sulle condizioni del bambino dopo la vaccinazione non è la stessa. Il vaccino stesso ha un'influenza minima, ma le condizioni del bambino e le condizioni per la sua somministrazione possono cambiare in modo significativo il corso del periodo post-vaccinazione. Poiché questi fattori sono sotto il controllo dei genitori, considereremo cosa si può e cosa non si può fare dopo che il bambino è stato vaccinato..

Per ridurre al minimo la reazione del corpo del bambino, vale la pena scegliere farmaci che abbiano una reattogenicità minima. Di norma, tali farmaci devono essere acquistati da soli, poiché sono piuttosto costosi. L'efficacia dei vaccini convenzionali disponibili nei policlinici è assolutamente uguale a quella di quelli costosi, ma la reattogenicità di questi ultimi può essere notevolmente inferiore. Puoi prima informarti dal medico e acquistare il vaccino più necessario in farmacia, se hai l'opportunità finanziaria. In generale, in Russia solo i vaccini di alta qualità sono registrati e approvati per l'uso, ovvero non ci sono vaccini "hackerati" tra loro, quindi puoi scegliere qualsiasi farmaco.

Cosa non fare dopo la vaccinazione?

Ritardare l'alimentazione il più a lungo possibile. Dai qualcosa da mangiare a tuo figlio solo quando te lo chiede. Allo stesso tempo, preparagli un liquido, si potrebbe dire un cibo diluito. Cuocere il porridge più liquido del solito - ad esempio, invece dei sei cucchiai della miscela mettere secondo le istruzioni in un bicchiere d'acqua, metterne solo quattro. Questa regola dovrebbe essere osservata con particolare attenzione quando il bambino è in sovrappeso. Non dare a tuo figlio nulla di nuovo, allergenico o con un gusto pronunciato - acido, dolce, salato, ecc..

Se un bambino è allattato al seno, dovresti anche fare attenzione e seguire una serie di regole. Quando si alimenta su richiesta, assicurarsi che il bambino non succhi più del solito. Ciò è dovuto al fatto che dopo la vaccinazione si sentirà leggermente malato o avrà ansia a causa di un po 'di stress causato dall'iniezione, che porterà al malumore del bambino. Un bambino capriccioso è molto più spesso attaccato al seno dalla madre stessa e, di conseguenza, può mangiare una quantità di cibo molto più grande del solito. Questa situazione può provocare successiva lieve indigestione, dolore addominale e altri disagi minori. Per evitare ciò, metti il ​​bambino a pancia in giù vicino al seno, ma invece di un capezzolo, dai una bottiglia d'acqua e innaffia il bambino..

Non puoi dare al bambino dopo la vaccinazione per almeno cinque giorni la vitamina D, destinata alla prevenzione del rachitismo. In generale, si consiglia di annullarlo due o tre giorni prima della data prevista per la vaccinazione. Ciò è dovuto al fatto che la vitamina D contribuisce alla ritenzione e all'assorbimento del calcio da parte del corpo del bambino. Ma questo oligoelemento è anche responsabile della gravità delle reazioni allergiche. Pertanto, anche il minimo squilibrio di calcio nel corpo, sviluppato sotto l'influenza della vitamina D, può portare allo sviluppo di una reazione allergica dopo la vaccinazione. Invece della vitamina D, è meglio dare al bambino normali compresse di gluconato di calcio (1 pezzo al giorno) entro tre giorni dalla vaccinazione. Non somministrare a tuo figlio il calcio in forma ionizzata o solubile.

Non dovresti dare a tuo figlio alcuna pillola prima della vaccinazione, poiché ciò non porterà a nessun risultato positivo significativo. In effetti, una tale preparazione "pillola" di un bambino è una sorta di influenza psicoterapeutica sugli adulti, sia i genitori che i medici..

Se ti sono stati prescritti antistaminici dopo la vaccinazione, in nessun caso usa Suprastin o Tavegil: è meglio rimanere su Fenistil, Zyrtek, ecc. Il fatto è che Suprastin e Tavegil hanno la proprietà di ridurre la produzione di muco, a seguito della quale le mucose delle vie respiratorie si seccano. E tale secchezza delle mucose aumenta significativamente il rischio di contrarre raffreddori o lo sviluppo di altre complicanze del sistema broncopolmonare. Se il bambino ha la febbre, allora questo, combinato con le mucose secche, aumenta ulteriormente i rischi per le vie respiratorie del bambino..

Non vestite troppo calorosamente il vostro bambino, non fatelo venire in clinica tutto bagnato e sudato. Non somministrare il vaccino a un bambino che ha perso del liquido a causa del sudore. Pertanto, se il bambino è ancora sudato, togliti i vestiti in eccesso, lascia che riprenda fiato e dagli da bere.

Non dare succhi di frutta a tuo figlio - questo peggiorerà solo la tolleranza del vaccino..

Meglio limitare il contatto con l'acqua il giorno in cui è stato somministrato il vaccino. Se tuo figlio suda molto, puliscilo semplicemente con un asciugamano umido inumidito con acqua tiepida e poi asciugalo in modo che non rimanga umidità sulla sua pelle. In presenza di una temperatura normale, tutti i giorni successivi del bambino possono essere lavati, come si fa di solito..

Scopri le previsioni del tempo, se il giorno della vaccinazione e diversi successivi promettono alcuni fenomeni naturali anormali, ad esempio caldo estremo o, al contrario, freddo insolito, allora non dovresti essere vaccinato. Aspetta che il tempo torni alla normalità.

Dopo la vaccinazione per diversi giorni (di solito da due a tre), non è possibile visitare luoghi in cui è presente un gran numero di persone contemporaneamente. Non portate vostro figlio a visitare, non invitate parenti, nonni, nonne o amici. È meglio astenersi dal frequentare l'asilo per un paio di giorni, quindi, se il bambino si sente bene, puoi tranquillamente portarlo in un asilo nido.

Dopo la vaccinazione, il bambino non deve essere lasciato a stretto contatto con una persona malata che ha il raffreddore, starnutisce, tossisce o ha la diarrea, ecc. In questo caso, il rischio di ammalarsi nel bambino è molto alto..

Quando le vaccinazioni vengono somministrate all'asilo contemporaneamente a quasi tutta la squadra, è impossibile riportare il bambino all'asilo il giorno successivo, poiché i contatti con i loro coetanei malati di un altro gruppo possono portare all'infezione del tuo bambino. Meglio stare a casa per un paio di giorni.

Non è possibile rimanere in clinica per molto tempo dopo la vaccinazione, poiché ciò aumenta notevolmente il rischio di contrarre qualsiasi infezione da raffreddore. Di solito i medici consigliano di sedersi nel corridoio per mezz'ora per scoprire se c'è una reazione allergica al vaccino, che richiede cure mediche per essere eliminata. Questa volta è meglio non sedersi nel corridoio, ma camminare accanto all'istituto medico.

Cosa puoi fare dopo la vaccinazione?

Dopo l'introduzione della vaccinazione direttamente nella clinica, dai da bere al bambino e in nessun caso dagli da mangiare. In generale, puoi e dovresti bere quanta più acqua possibile dopo la vaccinazione. Ma per questo sono adatti acqua naturale normale, tè debole, infuso di camomilla, ecc. Per calmare il bambino, offrigli dell'acqua, calmalo, gioca, incoraggia e approva in ogni modo possibile, presta la massima attenzione con affetto e tenerezza.

Dopo la vaccinazione, un bambino non solo può, ma non deve essere nutrito. Per quanto riguarda il regime di mezza fame per due giorni, compreso il giorno della procedura, dovrebbero essere seguite le seguenti semplici regole:
1. Se possibile, dai al tuo bambino acqua invece di nutrirlo.
2. Ritardare il più possibile il tempo di alimentazione. Nutri solo quando il bambino è persistente nel chiedere cibo..
3. Lascia il bambino al seno per il minor tempo possibile..

Se il bambino non aveva le feci prima della vaccinazione, ma il vaccino è stato somministrato comunque, all'arrivo a casa assicurati di aiutare il bambino a pulire l'intestino, il che ridurrà significativamente la gravità delle reazioni post-vaccinazione.

Inoltre, per prevenire reazioni allergiche dopo la vaccinazione, somministrare al bambino una compressa di gluconato di calcio al giorno per tre giorni dopo l'iniezione del vaccino. È meglio schiacciarlo e aggiungerlo al cibo o al latte materno affinché il bambino mangi l'intera compressa. Non aver paura di overdose: questo non accadrà mai, poiché il corpo umano può assorbire solo la quantità di calcio di cui ha bisogno, tutto il resto verrà semplicemente escreto nelle feci e nelle urine.

Quando si prescrivono antistaminici, utilizzare Fenistil o Zyrtec. Sullo sfondo di questi medicinali, assicurati di somministrare a tuo figlio gluconato di calcio per ridurre al minimo il rischio di sviluppare una reazione allergica..

Se tuo figlio ha la febbre dopo la vaccinazione, dagli antipiretici. Se la temperatura non è troppo alta (fino a 38 o C), limitati a supposte rettali con paracetamolo o ibuprofene (ad esempio, Panadol, Tylenol). Se la temperatura è superiore a 38 o C, somministrare sciroppi con paracetamolo o ibuprofene (ad esempio Nurofen, Burana). Se la temperatura non va fuori strada con questi mezzi, quindi dare una soluzione o uno sciroppo con nimesulide (ad esempio, Nise, Nimesil).

Se c'è una temperatura, creare condizioni ottimali per il bambino: una stanza fresca con una temperatura dell'aria non superiore a 20 o С, umidità non inferiore al 50-70%. Dai al tuo bambino molti liquidi per ripristinare l'equilibrio dei liquidi nel corpo e, se possibile, non nutrirlo. Affinché un bambino beva, prepara soluzioni speciali che reintegrino la perdita di liquidi e oligoelementi, come Regidron, Gastrolit, Glucosolan, ecc. Innaffia il bambino dopo la vaccinazione per diversi giorni con queste soluzioni.

Dopo la vaccinazione, puoi camminare con tuo figlio per tutto il tempo che vuoi, se si sente bene per strada, non è capriccioso e non chiede di tornare a casa. Se il bambino ama le procedure dell'acqua, puoi lavarlo prima di andare a letto..

Dopo la vaccinazione, è possibile, e persino necessario, far gocciolare il bambino in entrambi i passaggi nasali di qualsiasi soluzione salina, ad esempio Salin, Aquamaris o, infine, normale soluzione salina. Questa instillazione salina profilattica può ridurre significativamente il rischio di contrarre un'infezione respiratoria virale..

Dopo la vaccinazione, cammina per mezz'ora nei pressi della clinica. Questo tempo è necessario per scoprire se il bambino darà una reazione allergica grave immediata, per la cui eliminazione avrai bisogno di aiuto medico. Di solito i medici raccomandano di sedersi per questa mezz'ora su una panchina in un policlinico, ma questo non è raccomandato, perché in un istituto medico e preventivo c'è un rischio molto alto di "contrarre" qualche tipo di infezione. Meglio passare questo tempo per strada, camminando vicino alla clinica.

Dopo la vaccinazione di massa all'asilo, lascia il tuo bambino a casa per due o tre giorni in modo che non venga infettato dai suoi amici malati. Dopotutto, all'asilo c'è almeno un bambino con moccio o bronchite e il tuo bambino ha un rischio reale di contrarre un'infezione da questo pari.

Autore: Nasedkina A.K. Specialista di ricerca biomedica.

Raccomandazioni dopo la vaccinazione

I nostri suggerimenti ti aiuteranno a capire la procedura dopo la vaccinazione:

Nei primi 30 minuti dopo la vaccinazione

Ricorda e sentiti libero di porre le tue domande al tuo medico. Il medico spiegherà quali reazioni al vaccino possono verificarsi e quando, nonché in quali casi rivolgersi al medico.

Prenditi il ​​tuo tempo per lasciare la clinica o il centro medico. Siedi per 20-30 minuti vicino all'ufficio. In primo luogo, ti aiuterà a calmarti e, in secondo luogo, ti consentirà di fornire rapidamente assistenza in caso di reazioni allergiche immediate imprevedibili al vaccino..

Se il bambino è allattato al seno, dagli un seno, questo lo aiuterà a calmarsi.

Se il bambino è abbastanza grande, accontentalo con qualche piacevole sorpresa, ricompensalo con qualcosa, lodalo. Digli che va bene.

Al ritorno a casa dopo la vaccinazione

Se la temperatura del bambino supera i 38,5 C (sotto l'ascella), somministragli una dose (candela o sciroppo) di antipiretico. A tale scopo, paracetamolo (calpol, cefekon, efferalgan, panadol e altri) o ibuprofene (nurofen, ibufen e altri)

Se il bambino non ha la febbre, puoi fare la doccia come al solito. La presenza di reazioni nel sito di iniezione non è una controindicazione al bagno e neppure viceversa.

Prima notte dopo la vaccinazione

Molto spesso, le reazioni di temperatura ai vaccini inattivati ​​si verificano nel primo o due giorni dopo la vaccinazione.

In caso di reazioni di temperatura, puoi pulire il bambino con acqua a temperatura ambiente. Non usare alcol e aceto per lo sfregamento: irritano e seccano la pelle del bambino.

Dai a tuo figlio un antipiretico solo se indicato - a temperature superiori a 38,5 C (sotto l'ascella). Ricorda che il dosaggio giornaliero di paracetamolo o ibuprofene non è illimitato (.). In caso di sovradosaggio, sono possibili gravi complicazioni. Leggi attentamente le istruzioni per il farmaco che stai utilizzando.

Non usare l'aspirina in nessuna circostanza! Il suo utilizzo nei bambini piccoli è irto di gravi complicazioni. Analgin è un farmaco che può essere somministrato ai bambini solo per iniezione (non attraverso la bocca o in una candela!), Sotto la supervisione di un medico o di un'ambulanza.

Primi due giorni dopo la vaccinazione (tutti i vaccini)

Non introdurre nuovi cibi nella dieta del tuo bambino (e nella tua dieta se il bambino è allattato al seno). Questo può essere fatto il 3 ° giorno dopo la vaccinazione e successivamente.

Prendi tutti i farmaci per la prevenzione delle allergie prescritti dal tuo medico.

Monitora la temperatura corporea del tuo bambino. Prova in modo che non superi i 38,5 ° C (sotto l'ascella). Se la temperatura rimane elevata, continuare a prendere farmaci antipiretici come indicato.

In alcuni bambini, sullo sfondo di un aumento della temperatura, possono comparire le cosiddette convulsioni febbrili. In questo caso, è necessario che il bambino venga esaminato da un medico..

Puoi camminare con tuo figlio (se lo senti), puoi lavarlo sotto la doccia.

Se è stato eseguito il test di Mantoux, durante il bagno, cercare di evitare che l'acqua penetri nel luogo in cui è stato prelevato il campione. Ricorda che anche il sudore è liquido, quindi assicurati che il manico del bambino non sudi (non coprire il campione con nulla).

Se si verificano forti reazioni nel sito di iniezione (gonfiore, indurimento, arrossamento), è possibile utilizzare lozioni a contrasto localmente (alternando un panno imbevuto di acqua a temperatura ambiente e un panno imbevuto di acqua calda) e utilizzare anche unguenti consigliati dal medico.

Dopo la vaccinazione - non significa sempre "a causa della vaccinazione"

Se si verifica una reazione avversa dopo 48 ore dalla vaccinazione con un vaccino inattivato, è probabile che la vaccinazione non abbia nulla a che fare con essa al 99%. La causa più comune di temperatura e alcune altre reazioni nei bambini piccoli è la dentizione, nei bambini più grandi - il raffreddore..

In ogni caso, una reazione termica che persiste per più di 3 giorni dopo la vaccinazione richiede la visita medica del bambino.

5-12 giorni dopo la vaccinazione (vaccini vivi)

In caso di vaccinazione con vaccini vivi, le reazioni avverse di solito si verificano 5-12 giorni dopo la vaccinazione.

Il vaccino contro il morbillo a volte provoca una reazione termica, naso che cola, mal di gola, tosse, congiuntivite e talvolta una piccola eruzione cutanea simile al morbillo. Tutti questi sintomi scompaiono in 2-3 giorni, da soli.

Il vaccino contro la rosolia è spesso accompagnato da un'eruzione cutanea a breve termine simile alla rosolia stessa. Una tale eruzione cutanea non richiede trattamento, non è pericolosa e va via da sola in 1-2 giorni, senza lasciare traccia.

Il vaccino contro la parotite produce occasionalmente anche reazioni febbrili e un leggero ingrossamento delle ghiandole parotidi..

In caso di vaccinazione con un vaccino antipolio vivo, non ci sono praticamente reazioni avverse, ma dopo la vaccinazione è necessario seguire le regole dell'igiene personale (letto separato, pentola, biancheria da letto, vestiti e isolamento del bambino vaccinato in famiglia da pazienti immunodeficienti).

Se dopo aver letto questo articolo hai ancora domande sulla vaccinazione, contatta il tuo medico..

i requisiti necessari per la vaccinazione DTP, per qualche motivo i nostri medici tacciono su questo...

DTP-1

Non somministrare per almeno un'ora prima e dopo la vaccinazione. Dopo la vaccinazione, ritardare con il cibo, come si suol dire, fino all'ultimo. Bere, intrattenere, distrarre. Se riesci a non nutrirti per tre ore, sarà semplicemente meraviglioso.
Quindi, il giorno della vaccinazione, il bambino deve essere sano, pompato e preferibilmente almeno moderatamente affamato..

La reazione più comune a un vaccino è un aumento della temperatura corporea..

Deve avere in casa:

1.polvere preparata da cui vengono prodotte soluzioni per la reidratazione orale (reidratazione delle perdite di liquidi attraverso la bocca): rehydron, humana elettrolita, gastrolit, glucosolan, ecc..

2.di antipiretici, dovresti avere:
- paracetamolo (Panadol, Efferalgan, Tylenol, ecc.) nelle candele;
- ibuprofene (nurofen, burana, ecc.) sciroppato;
- nimesulide (nise, nimid, nimegesic, nimesil, ecc.) in soluzione o sciroppo.

Qualsiasi temperatura al di sopra del normale dopo la vaccinazione (di sicuro - tutto al di sopra di 37,3 ° C sotto l'ascella) è un vero motivo per usare antipiretici.

Se la temperatura corporea è inferiore a 38 ° C - paracetamolo in supposte o ibuprofene. Prima di dormire una notte, le candele sono ottimali..
A temperature superiori a 38 ° C - solo all'interno di forme di dosaggio liquide, principalmente ibuprofene.
Se nurofen e paracetamolo non aiutano, allora nimesulide.
L'eventuale febbre dopo la vaccinazione, oltre all'utilizzo dei suddetti farmaci, richiede:
- mantenere il regime di aria fresca e umida: temperatura ideale - 18 - massimo 20 ° С, umidità relativa - 50-70%;
- restrizione massima di qualsiasi alimento;
- bere molti liquidi, idealmente utilizzando le suddette soluzioni di reidratazione orale (spesso, frazionatamente, temperatura della soluzione = temperatura corporea).
Camminare (camminare all'aria aperta). Dopo la vaccinazione a temperatura corporea normale, più è meglio è.
Fare il bagno. Il giorno della vaccinazione, è meglio astenersi dal fare il bagno. Poi nel solito modo. In caso di aumento della temperatura, limitarsi a una pulizia igienica (salviettine umidificate).

Se per qualche motivo stai dando al tuo bambino vitamina D oltre al latte materno o artificiale, interrompi l'assunzione 2-3 giorni prima della vaccinazione programmata e riprendi non prima di 5 giorni. La vitamina D, come sapete, regola il metabolismo del calcio nel corpo e i disturbi del metabolismo del calcio sono alla base delle reazioni allergiche. Il minimo sovradosaggio di vitamina D aumenta la probabilità di allergie, quindi è meglio non sperimentare. Dalla stessa posizione, sicuramente non farà male dare al bambino calcio 3 giorni prima e dopo la vaccinazione. Solo in nessun caso comprare qualcosa di costoso, ionizzato, solubile, ecc. Gluconato di calcio bianco semplice, penny - 1 compressa al giorno, puoi alla volta. Schiacciare (macinare su un macinino da caffè) aggiungere al latte, nutrire. La dose non dipende dall'età - il calcio in eccesso semplicemente non viene assorbito (non assorbito)

  • Prima della prima vaccinazione DTP, è necessario eseguire un esame generale del sangue e delle urine, nonché ottenere il permesso da un neurologo per la vaccinazione.
  • Se il bambino ha disturbi allergici (diatesi, ecc.), Discuti in anticipo con il medico lo schema per la prevenzione dell'esacerbazione delle allergie. Di solito sta assumendo antistaminici (suprastin, fenistil) per 2 giorni prima della vaccinazione e 2 giorni dopo.
  • Se non l'hai già fatto, acquista un antipiretico al paracetamolo per bambini. È meglio acquistare candele, poiché i sapori negli sciroppi stessi possono causare reazioni collaterali. Acquista analgin.

Il giorno della vaccinazione

  • Non introdurre nuovi alimenti complementari o nuovi alimenti. Se il bambino è allattato al seno, non introdurre nuovi alimenti nella tua dieta.
  • Ricorda di prendere antistaminici e altri farmaci prescritti dal medico.
  • Assicurati di avere analgin a casa (soprattutto nel caso di vaccini DPT) e supposte di paracetamolo per bambini (efferalgan, panadol). Non fare affidamento esclusivamente sui farmaci omeopatici: possono essere utilizzati, ma non aiutano in caso di forti reazioni alle vaccinazioni.
  • Se il bambino è abbastanza grande, mai, nemmeno scherzosamente, spaventarlo con il vaccino.
  • Se un bambino chiede un'iniezione, sii onesto, dì che può essere un po 'doloroso, ma è solo per pochi secondi.

Prima di uscire di casa

  • Se hai un certificato di vaccinazione, in cui sono registrate le vaccinazioni, portalo con te.
  • Assicurati di portare con te il giocattolo o il pannolino preferito di tuo figlio.

Al momento della vaccinazione

Prima della vaccinazione

  • Verificare con il medico che il bambino non abbia la febbre al momento della vaccinazione. Questa è l'unica controindicazione universale alla vaccinazione..
  • Chiedi al tuo medico contro quale e quale tipo di vaccino verrà vaccinato il bambino oggi..
  • Non esitare a porre domande al tuo medico se hai dubbi sul vaccino..

Al momento dell'iniezione

  • Non preoccuparti. La tua eccitazione e preoccupazione vengono trasmesse al bambino. Sii calmo e fiducioso - e il bambino tollererà la vaccinazione molto più facilmente.
  • Non preoccuparti di preoccuparti, traduci semplicemente la tua preoccupazione in un canale costruttivo..
  • Per distrarre il bambino (e te stesso): comunica con lui, gioca, canta canzoni, esamina gli oggetti interni, gioca con un giocattolo preso da casa.
  • Sorridi e sii affettuoso con il bambino.
  • Durante l'iniezione, il bambino dovrebbe essere tra le tue braccia, così lui e te sarete più a vostro agio.
  • Lascia che tuo figlio pianga dopo l'iniezione. Non fare in modo che il bambino "sia coraggioso", non dire che è imbarazzante piangere.
  • Se il bambino dice che sta soffrendo, "soffia via" il dolore. Fai un respiro profondo e soffoca lentamente il dolore. Ripeti questo esercizio più volte..

Dopo la vaccinazione

Nei primi 30 minuti dopo la vaccinazione

  • Ricorda e sentiti libero di porre le tue domande al tuo medico. Assicurati di chiedere quali e quando possono verificarsi reazioni al vaccino e quando consultare un medico..
  • Prenditi il ​​tuo tempo per lasciare la clinica o il centro medico. Siedi per 20-30 minuti vicino all'ufficio. In primo luogo, aiuterà a calmarsi e, in secondo luogo, ti consentirà di fornire rapidamente assistenza in caso di reazioni allergiche immediate al vaccino..
  • Se il bambino è abbastanza grande, accontentalo con qualche piacevole sorpresa, ricompensalo con qualcosa, lodalo. Digli che va bene.

Al ritorno a casa dopo la vaccinazione

  • In caso di vaccino DPT: Salvo diversa indicazione del medico, somministrare al bambino una dose (supposta o sciroppo) di antipiretico. Ciò eviterà reazioni spiacevoli che si verificano nelle prime ore dopo la vaccinazione..

Prima notte dopo la vaccinazione

  • Molto spesso, le reazioni di temperatura ai vaccini inattivati ​​(DTP e altri) si verificano il primo giorno dopo la vaccinazione.
  • Nel caso dei vaccini DPT: in via profilattica, assicurati di somministrare al tuo bambino un antipiretico di notte, anche se la temperatura è attualmente normale. Tieni l'analgin a portata di mano.
  • Se si verificano forti reazioni di temperatura (38,5 C e oltre), somministrare al bambino un quarto di 0,5 g di una compressa di analgin una volta. Nei bambini di età superiore a 2 anni, la dose può essere aumentata a un terzo della stessa compressa.
  • In caso di reazioni di temperatura, non trascurare di sfregare il bambino con acqua tiepida. Non usare la vodka per strofinare: irrita e secca la pelle del bambino.
  • Non dimenticare che il dosaggio giornaliero di paracetamolo non è illimitato. In caso di sovradosaggio, sono possibili gravi complicazioni. Leggi attentamente le istruzioni per il farmaco che stai utilizzando (Panadol, Efferalgan, Tylenol).
  • Non usare l'aspirina in nessuna circostanza. Il suo utilizzo nei bambini piccoli è irto di gravi complicazioni.

I primi due giorni dopo la vaccinazione (vaccini inattivati ​​- DPT, ADS, epatite B, vaccino HIB, IPV)

  • Prendi i farmaci prescritti dal tuo medico per prevenire i disturbi allergici.
  • Continua a prendere i farmaci antipiretici come indicato se la febbre rimane elevata.
  • Per i vaccini DPT: monitorare la temperatura del bambino. Prova in modo che non superi i 38,5 C (sotto il braccio). In alcuni bambini, sullo sfondo di un aumento della temperatura, la comparsa del cosiddetto. convulsioni febbrili. Prendi antipiretici senza aspettare che la temperatura aumenti.
  • Puoi e dovresti camminare con tuo figlio, puoi e dovresti lavarlo. L'eccezione è quando il bambino ha la febbre a causa o indipendentemente dalla vaccinazione.
  • Se è stato eseguito il test di Mantoux, durante il bagno, cerca di evitare che l'acqua penetri nel luogo in cui è stato prelevato il campione. Ricorda che anche il sudore è liquido, quindi assicurati che il manico del tuo bambino non sudi..
  • Non introdurre nuovi cibi nella dieta del bambino (e il tuo se il bambino è allattato al seno). Questo può essere fatto il 3 ° giorno dopo la vaccinazione e successivamente.
  • Nel caso di vaccini DTP, ADS, epatite B e ADS-M. Se si verificano forti reazioni nel sito di iniezione (gonfiore, indurimento, arrossamento), applicare un impacco riscaldante o semplicemente applicare periodicamente un panno inumidito con acqua. Se non stai ancora assumendo antinfiammatori, inizia a somministrarli.

5-12 giorni dopo la vaccinazione

  • In caso di vaccinazione con vaccini vivi (gocce del vaccino antipolio OPV, morbillo, parotite, rosolia), le reazioni avverse di solito si verificano 5-12 giorni dopo la vaccinazione.
  • Se c'è una reazione, ma il vaccino non è stato somministrato con un vaccino vivo, la vaccinazione con il 99% di probabilità non ha nulla a che fare con questo. La causa più comune di temperatura e alcune altre reazioni nei bambini piccoli è la dentizione, nei bambini più grandi - il raffreddore..

Cose da fare e da non fare prima e dopo la vaccinazione

Le vaccinazioni sono un passo importante nella vita di un bambino e una seria sfida per i genitori..
Ci sono molti miti che non solo complicano la cura dei bambini prima e dopo la vaccinazione, ma distraggono anche i genitori dai punti veramente importanti legati alle vaccinazioni..

Prima di essere vaccinato

Tenendo conto del fatto che nella stragrande maggioranza dei casi, le vaccinazioni sono ben tollerate da bambini sani senza alcuna preparazione e trattamento preventivo, il punto più importante nella preparazione di un bambino per la vaccinazione è determinare le controindicazioni alle vaccinazioni, cioè quei casi di malattia in un bambino in cui la vaccinazione può dare gravi reazioni avverse. Controindicazioni e precauzioni per la vaccinazione, in alcuni casi la vaccinazione nei bambini è severamente vietata o deve essere posticipata a una data successiva.
Per valutare correttamente le controindicazioni e le precauzioni per la vaccinazione in un bambino, è importante seguire il programma di vaccinazione e sapere in anticipo quale vaccino deve essere somministrato al bambino e quando..
Prima di somministrare il vaccino al tuo bambino e il giorno della vaccinazione, leggi quali controindicazioni e precauzioni sono associate all'introduzione di un particolare vaccino e assicurati che il bambino non abbia controindicazioni alla vaccinazione. Se trovi difficile identificare alcune controindicazioni o precauzioni (ad esempio, quanto è pericoloso un bambino che ha il raffreddore o la tosse), mostralo al tuo medico. Non dovresti rifiutare ciecamente il vaccino a causa di un lieve naso che cola o tosse - questo interromperà solo il piano di vaccinazione.

Preparare tuo figlio alla vaccinazione
La preparazione necessaria di un bambino per la vaccinazione è solitamente molto più semplice di quanto si creda comunemente.

Cibo per neonato
Nuovi alimenti non dovrebbero essere introdotti nella dieta del bambino pochi giorni prima della vaccinazione. Se il bambino è allattato al seno, è meglio che la madre rifiuti nuovi cibi e mangi come al solito. Ciò contribuirà a evitare reazioni allergiche che possono essere confuse con il vaccino..
Uso preventivo di antistaminici e antipiretici
L'assunzione di antistaminici (ad esempio, Suprastin) il giorno prima della vaccinazione è consigliata solo nel caso di bambini che soffrono di varie manifestazioni di allergie (orticaria, dermatite atopica, asma), o per i quali una precedente dose di vaccinazione ha causato gonfiore, rossore e dolore al sito di iniezione..
La prescrizione di antistaminici per tuo figlio dovrebbe essere discussa con il medico. Affinché il trattamento preventivo sia efficace, è importante scegliere la giusta dose di farmaco in base alla forza dell'allergia e al peso corporeo del bambino..
La profilassi antipiretica non è raccomandata. Le uniche eccezioni sono i bambini inclini a convulsioni febbrili, ai quali deve essere somministrato un agente antipiretico immediatamente prima della vaccinazione o immediatamente dopo la vaccinazione..
Prima di andare alla vaccinazione, assicurati di avere i medicinali a casa (paracetamolo in candele o sciroppo in un dosaggio appropriato per l'età del bambino e Suprastin).

Immediatamente prima della vaccinazione

Immediatamente prima della vaccinazione, chiedi al tuo medico che tipo di vaccinazione o vaccinazioni riceverà tuo figlio e quali reazioni avverse possono verificarsi dopo tale vaccinazione e cosa si dovrebbe fare al riguardo..

Al momento della vaccinazione e subito dopo la vaccinazione

Al momento della vaccinazione, cerca di tenere in braccio il bambino e di calmarlo dopo l'iniezione. Di solito, i bambini si calmano rapidamente se sono attaccati al seno (dopo una vaccinazione orale viva contro la poliomielite, non puoi nutrire o bere un bambino per un'ora) e ai bambini più grandi se viene offerto un giocattolo (è meglio fare scorta di un giocattolo da casa).

Immediatamente dopo la vaccinazione

Non abbiate fretta di lasciare la clinica subito dopo la vaccinazione. Se il medico non ti ha suggerito, dovresti, di tua iniziativa, rimanere in clinica per altri 10-15 minuti. Questa precauzione è associata al rischio di
collasso o gravi reazioni allergiche al vaccino (shock anafilattico). Nonostante il fatto che tali reazioni si verifichino estremamente raramente, è necessario tenere sempre presente la possibilità del loro sviluppo..

Prendersi cura del proprio bambino nei giorni successivi alla vaccinazione
L'assistenza all'infanzia post-vaccinazione è la seguente

Alimentazione del bambino dopo la vaccinazione
Per diversi giorni dopo la vaccinazione, è necessario astenersi dall'introdurre nuovi alimenti nella dieta del bambino o della madre che allatta. Dopo la vaccinazione, soprattutto se il bambino ha febbre, diarrea o vomito, assicurati che riceva abbastanza liquidi. Non preoccuparti se tuo figlio non ha appetito per 2-3 giorni dopo la vaccinazione.

Trattamento della febbre e prevenzione delle allergie dopo la vaccinazione

Un aumento della temperatura è una normale reazione del corpo del bambino al vaccino, il che significa che il sistema immunitario ha risposto al vaccino e inizia a sviluppare l'immunità (tuttavia, l'assenza di febbre dopo la vaccinazione non significa che il vaccino fosse inefficace). Nel caso di bambini perfettamente sani, la temperatura dopo la vaccinazione non deve essere abbassata se non supera i 38,5 ° C. In caso di aumento più significativo della temperatura, così come quando la temperatura viene mantenuta a 38,5 C la sera, al bambino dovrebbe essere somministrato un antipiretico. Si consiglia di utilizzare il paracetamolo per trattare la febbre dopo la vaccinazione. In nessun caso l'aspirina deve essere utilizzata come agente antipiretico nei bambini..

Nel caso di bambini con tendenza alle convulsioni febbrili, il trattamento della temperatura deve essere iniziato quando supera i 37,5 o somministrare al bambino un antipiretico fino a quando non compare la temperatura, se consigliato dal neurologo che osserva il bambino.

La prevenzione delle reazioni allergiche dopo le vaccinazioni è indicata solo nel caso di bambini inclini a sviluppare allergie. In questi casi, si consiglia di utilizzare Suprastin o un altro farmaco antistaminico come indicato da un medico..

Trattamento di arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione

La maggior parte delle vaccinazioni provoca arrossamento o gonfiore più o meno pronunciati nel sito di iniezione. La reazione locale più bruciata all'iniezione si osserva in caso di DPT (arrossamento, gonfiore e indolenzimento nel sito di iniezione) e BCG (formazione di una piaga di lunga durata).
Per tutti i tipi di vaccinazioni, si raccomanda di astenersi da qualsiasi trattamento locale per il rossore o il gonfiore nel sito di iniezione. Se il bambino graffia il sito di iniezione, può essere coperto con una leggera benda di garza..
Al posto del DPT, si forma spesso un sigillo, situato in profondità nel muscolo - una "protuberanza". Spesso un tale sigillo è doloroso e il bambino zoppica facilmente su una gamba (se il vaccino è stato iniettato nella coscia). La formazione di una protuberanza densa dopo la DPT è considerata una reazione normale e non richiede alcun trattamento. Entro poche settimane, l'urto si risolve da solo..

È possibile fare il bagno a un bambino dopo la vaccinazione?

Se, dopo la vaccinazione, il bambino non ha la febbre, può essere lavato, senza alcun timore che si bagni il vaccino. Tuttavia, è meglio non strofinare il sito di vaccinazione con un panno. L'unica eccezione è il test di Mantoux (questo non è un vaccino) che non può essere immerso o strofinato prima di leggere i risultati.

È possibile camminare con un bambino dopo la vaccinazione?

La vaccinazione non è una controindicazione per camminare e giocare all'aperto. Camminare dopo le vaccinazioni è completamente sicuro se il bambino non ha la febbre e sta bene..

Diarrea e vomito dopo la vaccinazione

A causa dell'elevata sensibilità del sistema nervoso autonomo dei bambini a qualsiasi stimolo dopo le vaccinazioni, si osservano spesso episodi occasionali di vomito o brevi episodi di diarrea. Né il vomito singolo né la diarrea a breve termine dovrebbero essere motivo di preoccupazione e non richiedono alcun trattamento speciale..

In quali casi, dopo la vaccinazione, un bambino dovrebbe essere mostrato a un medico?

Assicurati di mostrare tuo figlio a un medico o di chiamare un'ambulanza se, dopo la vaccinazione:
Il bambino ha la febbre alta e non riesce a farcela
Il bambino ha convulsioni o è svenuto
Il bambino è diventato molto irrequieto, si rifiuta di mangiare e bere
Un ascesso purulento formato nel sito di vaccinazione

Azioni dopo la vaccinazione. Come ridurre il rischio di complicazioni?

Molti pazienti oggi stanno pensando se vaccinare o meno se stessi oi loro figli. Uno dei punti "contro" sono le conseguenze e le complicazioni dopo le iniezioni. Un'azione corretta dopo la vaccinazione può prevenire effetti spiacevoli.

Cosa succede nel corpo dopo la vaccinazione?

La vaccinazione è un insieme di antigeni - proteine ​​di organismi patogeni. Possono essere presentati come un insieme di amminoacidi, microrganismi uccisi o vivi. Quando entrano nel corpo umano durante la vaccinazione, il sistema immunitario inizia a reagire a loro come se si fosse verificata un'infezione. Durante questa reazione si formano degli anticorpi, che vengono immagazzinati nell'organismo e, a contatto ripetuto con l'antigene, forniscono una rapida reazione del sistema immunitario volta ad eliminarlo..

Questi composti possono essere presenti nel sangue umano da un anno a diversi decenni. La sintesi degli anticorpi è associata al lavoro attivo del sistema immunitario, simile alla risposta del corpo a un allergene oa qualsiasi altro agente estraneo. Pertanto, si osservano spesso sintomi come febbre, tosse, eruzione cutanea, che ricordano l'inizio di un raffreddore o una dermatite. Con una reazione eccessiva del sistema immunitario al vaccino, si possono sviluppare edema di Quincke e persino shock anafilattico, che rappresenta una seria minaccia per la vita e la salute..

Cosa non fare dopo la vaccinazione

Le raccomandazioni dei medici specialisti in merito alle controindicazioni dopo la vaccinazione sono generalmente le stesse sia per i bambini che per gli adulti. Possono essere riassunti come segue:

  • Non mangiare troppo. È meglio non sovraccaricare il corpo, soprattutto il primo giorno dopo la vaccinazione. Vale la pena escludere dalla dieta cibi ad alto contenuto di grassi, contenuto calorico, difficili da digerire. I bambini che allattano al seno non devono essere nutriti per almeno 2 ore dopo la vaccinazione.
  • Elimina l'azione degli allergeni. Durante i primi giorni dopo l'iniezione del vaccino, non dovresti mangiare nuovi cibi, introdurre cibi complementari a un bambino, contatto con animali, aromi forti ed essere in stanze polverose. Ciò può aumentare il carico sul sistema immunitario, il cui lavoro dovrebbe essere mirato alla formazione di un'immunità a lungo termine..
  • Interrompere l'assunzione di vitamina D. Se un bambino o un adulto per qualche motivo assume questo farmaco, la terapia farmacologica deve essere interrotta per almeno 5 giorni dopo la vaccinazione.
  • Riduci il rischio di ARVI e ARI. Per fare ciò, è necessario escludere il contatto con persone che soffrono di raffreddore o semplicemente lamentarsi di malessere generale. È anche importante evitare l'ipotermia e il surriscaldamento..
  • Evitare il contatto con l'acqua. Rifiuta di fare la doccia entro due giorni dalla vaccinazione.
  • È meglio che il bambino si rifiuti di frequentare un istituto scolastico - asilo nido o scuola il giorno successivo alla vaccinazione.

Cura del sito di iniezione

Il sito di vaccinazione deve essere mantenuto asciutto; durante il bagno, non può essere strofinato con un panno o sapone. È meglio se la pelle è aperta o sotto abiti larghi e larghi realizzati con tessuti naturali. Il sito di vaccinazione non richiede cure particolari, in assenza di raccomandazioni di un medico non è necessario lubrificarlo con gel o creme, applicare una benda.

Azioni dopo la vaccinazione

Vale la pena limitare qualsiasi carico sul corpo nelle prime ore dopo la vaccinazione. Se ci sono già state reazioni a questo tipo di vaccinazione come febbre, mal di testa, ha senso assumere antistaminici: Fenistil o Zirtex. La quantità di liquido che bevi dovrebbe essere aumentata, ma non a scapito dei succhi, possono causare una reazione allergica. Acqua minerale, il tè sarebbe una buona alternativa..

Non dovresti lasciare la struttura medica subito dopo l'iniezione, è meglio aspettare mezz'ora. Questo è un tempo sufficiente per rilevare una reazione allergica acuta al vaccino. In questo caso, al paziente verrà fornita l'assistenza medica necessaria, verranno somministrati antistaminici e si previene lo sviluppo di shock anafilattico. Allo stesso tempo, è importante evitare il contatto con altri visitatori della clinica che sono potenziali portatori di malattie trasmesse da goccioline trasportate dall'aria..

Possibili complicazioni nei primi giorni dopo la vaccinazione

Il parametro più importante da monitorare nei primi giorni dopo la vaccinazione è la temperatura corporea. Il suo leggero aumento non rappresenta alcun pericolo. I medici danno diverse raccomandazioni sulla temperatura alla quale assumere antipiretici (ibuprofene, nurofene). In media è 38 ° -38,5 °, ma vale la pena seguire il consiglio del medico. Per abbassare la temperatura, i bambini dovrebbero usare Nurofen per i bambini, viene anche venduto sotto forma di sciroppo..

Se dopo la vaccinazione il paziente si sente normale, le passeggiate all'aria aperta sono consentite e persino desiderabili. Il tempo ottimale trascorso all'aperto è di 30-60 minuti.

I primi 5-12 giorni dopo la vaccinazione

Alcuni vaccini possono causare reazioni a lungo termine, come i vaccini vivi. Richiedono un follow-up più lungo del solito, dopodiché le complicazioni scompaiono dopo 48 ore. Dopo di loro, oltre ad aumentare la temperatura, sono possibili le seguenti reazioni:

  • eruzione cutanea minore;
  • linfonodi ingrossati;
  • mal di gola, leggero naso che cola;
  • perdita di appetito;
  • mal di stomaco.

Motivo di preoccupazione: quando ha senso chiamare il medico?

In alcune situazioni, non è possibile rinunciare ai rimedi casalinghi e potrebbe essere necessario l'aiuto di un medico:

  1. Diarrea o vomito ripetuti.
  2. Febbre alta che non può essere abbattuta con antipiretici.
  3. Gonfiore nel sito di vaccinazione.
  4. Reazioni allergiche pronunciate.
  5. Forte mal di testa Nei neonati, può manifestarsi come un pianto acuto della durata di diverse ore..
  6. Suppurazione nel sito di iniezione.
  7. Sigillatura del sito di inoculo di diametro superiore a 3 cm.

È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza se trovi i seguenti sintomi in te stesso o in tuo figlio:

  1. Caduta della pressione sanguigna al di sotto di una soglia.
  2. Aumento della temperatura oltre i 40 °.
  3. Convulsioni.
  4. Soffocamento, edema di Quincke, svenimento.

Qual è la causa delle complicazioni?

Sfortunatamente, il rischio di ottenere spiacevoli effetti collaterali dopo la vaccinazione rimane sempre. Tuttavia, i fattori di accompagnamento possono aumentarlo in modo significativo. Questi includono:

1. La presenza di allergie, dermatiti in fase attiva al momento della vaccinazione. Devono essere trascorse almeno 3 settimane dall'ultima eruzione cutanea.

2. Segni di immunodeficienza: mughetto, herpes attivo, raffreddore persistente.

3. Violazione delle regole di vaccinazione o conservazione dei vaccini da parte del personale medico. La fiala con il farmaco deve essere conservata in frigorifero, rispettando le date di scadenza indicate dal produttore.

4. Le caratteristiche individuali dell'organismo. È possibile presumere la loro presenza se un bambino o un adulto è soggetto ad allergie, ha avuto in passato il ritiro dalle vaccinazioni. Questa caratteristica deve essere segnalata al medico curante

5. In presenza di malattie, la questione della possibilità di vaccinazione viene decisa individualmente con un terapista o un pediatra.

6.Mutazione del ceppo quando si utilizza un vaccino vivo. Questo motivo è il più raro dei presentati, comporta inevitabilmente un processo..

Per sapere come prepararsi a una vaccinazione per ridurre il rischio di possibili complicazioni, leggi qui.

Azione dell'OMS per ridurre il rischio nel processo di vaccinazione

Poiché, nonostante tutti gli avvertimenti, le complicazioni dovute alle vaccinazioni sono molto comuni, i medici di tutto il mondo sono attivamente alla ricerca di modi per ridurre il rischio. Quali tendenze nell'assistenza sanitaria moderna hanno già consentito ai vaccini di diventare più sicuri??

1.Uso di farmaci combinati. Molti vaccini moderni contengono antigeni di diversi agenti patogeni contemporaneamente. Questo metodo comporta un effetto una tantum sul sistema immunitario umano, che elimina la necessità di sperimentare ripetutamente gli effetti negativi delle vaccinazioni.

2. Aggiungere al vaccino solo composti comprovati e sicuri che non hanno un effetto negativo sul corpo umano.

3. Redigere un calendario vaccinale che tenga conto della durata di specifici anticorpi.

4.Informare pazienti adulti e genitori di bambini vaccinati sui possibili rischi, sulle regole di comportamento prima e dopo la vaccinazione.

5. Esame del paziente prima della vaccinazione da parte del medico curante, esame della pelle, misurazione della temperatura corporea, frequenza cardiaca, pressione sanguigna.

Il rigoroso rispetto delle raccomandazioni di un medico di cui ti fidi aiuterà a evitare complicazioni. Anche la conoscenza aggiuntiva delle regole generali di comportamento dopo la vaccinazione, così come l'effetto sul corpo di una vaccinazione specifica, non farà male. Ognuno decide autonomamente se sottoporsi o meno alla procedura.

Cosa non fare dopo le vaccinazioni

Le vaccinazioni sono un passo importante per mantenere sani i bambini e gli adulti. Il periodo dopo la vaccinazione nella maggior parte dei casi si verifica sotto forma di una reazione locale. Ma in alcuni casi, dopo l'immunizzazione, si sviluppano effetti collaterali che infastidiscono i genitori.

Diamo un'occhiata ad alcune linee guida generali per aiutarti a trasferire il vaccino più facilmente e prevenire il rischio di complicanze. Considera cosa non fare dopo la vaccinazione, per ogni vaccino incluso nel calendario.

Cosa non fare subito dopo la vaccinazione

Se tu o il tuo bambino siete stati appena vaccinati, il primo consiglio è di non affrettarvi a lasciare la clinica subito dopo la vaccinazione. Devi rimanere vicino all'ufficio per un'altra mezz'ora per osservare la reazione del corpo.

Quando il bambino si calma, è meglio che faccia una passeggiata all'aria aperta vicino alla clinica. In questo modo proteggerai tuo figlio dal rischio di infezione in un luogo affollato di una struttura medica..

Osserva il bambino, prestando attenzione alla presenza di un'eruzione cutanea sulla pelle nel sito di iniezione, se è aumentata la temperatura elevata. In caso di una reazione inaspettata, il bambino riceverà assistenza medica in tempo.

Dieta

Il bambino tollererà più facilmente la vaccinazione se il tratto gastrointestinale non è caricato. Non allattare o allattare al seno un bambino prima e immediatamente dopo la vaccinazione. Non somministrare cibo per un'ora dopo la somministrazione del vaccino. Tutti i cibi più dannosi come patatine o dolci sulla strada di casa. Per calmare il tuo bambino dopo l'iniezione, dagli dell'acqua. Il giorno della vaccinazione e il giorno successivo, mantieni il tuo bambino in una modalità mezzo affamato..

Non dare ai bambini più grandi cibi dolci, salati e acidi. Prepara zuppe di verdure leggere. Evita i cibi fritti. Prepara il porridge e il latte artificiale con meno cereali o latte secco del solito. Evita di somministrare ai bambini cibi non familiari o allergenici. Assicurati di dare al bambino del liquido dopo la vaccinazione, questo aiuterà a ridurre la temperatura. Dopo la vaccinazione, un bambino sovralimentato può sviluppare dolore addominale, disturbi gastrointestinali..

Anche gli adulti necessitano di una dieta moderata il giorno della vaccinazione e 1-2 giorni dopo.

Posso fare il bagno dopo la vaccinazione

Il giorno della vaccinazione, non bagnare il sito di iniezione. Non andare in piscina, non nuotare nel fiume.

Il primo giorno dopo la vaccinazione, i bambini non vengono lavati. Il bambino sudato viene asciugato con un panno imbevuto di acqua tiepida, quindi asciugato con un asciugamano asciutto, ma senza toccare il sito di iniezione con il panno. Il giorno successivo, se non c'è febbre, una reazione allergica dall'iniezione, puoi già bagnare questo posto.

Camminare dopo la vaccinazione

Il giorno della vaccinazione, si consiglia di osservare il bambino a casa. Se il giorno successivo la temperatura non è superiore a 37,5 ° C, è utile portare il bambino a fare una passeggiata con il bel tempo.

Inoltre, poiché la vaccinazione è un onere per il sistema immunitario, si consiglia di camminare in luoghi poco affollati per evitare il rischio di infezione. Non dovresti andare lontano da casa. Dare al bambino dell'acqua per una passeggiata.

Contatto con altri dopo l'immunizzazione

I primi giorni dopo la vaccinazione, l'immunità del bambino viene caricata. Pertanto, il bambino è più del solito a rischio di infezione dai bambini circostanti. Si raccomanda di proteggere il bambino dal contatto con i bambini 1-2 giorni dopo la vaccinazione.

Per una passeggiata, è meglio portare i bambini nella zona verde, dove c'è molto ossigeno e poca gente. Non portare tuo figlio all'asilo per 1-2 giorni. Forniscigli un ambiente confortevole a casa. Dopo la vaccinazione, non invitare gli amici a casa.

Dopo la vaccinazione, è meglio che gli adulti prendano un giorno di riposo per 1-2 giorni o lo faccia prima del fine settimana per consentire al sistema immunitario di riprendersi senza ulteriore stress su di esso.

Quali medicinali non dovrebbero essere somministrati ai bambini vaccinati

Alcuni bambini piccoli sviluppano segni di rachitismo, quindi viene somministrata la vitamina D.Dopo la vaccinazione, la vitamina D non deve essere somministrata per 5 giorni perché causa squilibri di calcio nel corpo.

Poiché la vitamina D regola il metabolismo del calcio nel corpo, il contenuto di questo minerale oscilla. Il calcio nel corpo influenza il grado di una reazione allergica, quindi uno squilibrio nel minerale può portare ad allergie dopo la vaccinazione. Se manca il calcio, dai al tuo bambino 1 compressa di gluconato di calcio tritato al giorno..

Perché è impossibile dare "Suprastin"

Con una tendenza alle allergie nei bambini, le madri somministrano loro Suprastin dopo la vaccinazione. Se vuoi somministrare antistaminici, è meglio non dare "Suprastin" o "Tavegil".

Questi farmaci, riducendo la produzione di muco, seccano la mucosa delle prime vie respiratorie. La funzione fisiologica di barriera del muco è quella di catturare e rimuovere germi e virus dalle vie respiratorie. Meno muco significa che l'infezione può facilmente entrare nel sistema respiratorio. Pertanto, dopo la vaccinazione, è meglio somministrare "Fenistil" o "Zirtek".

Cosa non dovrebbe essere somministrato a temperature elevate

Dopo la vaccinazione, la risposta immunitaria del corpo può essere manifestata da un aumento della temperatura. Ciò è normale e ricorda che temperature inferiori a 38,0 ° C non sono motivo di preoccupazione. Se la temperatura corporea è superiore a 38, 0 ° C, somministrare al bambino gli antipiretici "Paracetamol", "Ibuprofen". Ma allo stesso tempo, non puoi usare "Aspirina", che irrita il tratto gastrointestinale e causa complicazioni nei bambini piccoli.

A temperature elevate durante i brividi, il bambino non dovrebbe essere vestito in modo caldo. Al contrario, spoglia il bambino per accendere i vestiti, metti una candela rettale "Panadol" o "Tylenol".

Domande frequenti

  1. Cosa non si può fare dopo la vaccinazione DPT? Spesso le madri si lamentano che dopo la vaccinazione DPT, la temperatura aumenta, la gamba in cui è stato iniettato il vaccino si gonfia e fa male. In questo caso, non puoi fare un impacco di alcol. Lubrificare l'area gonfia con un unguento Troxevasin. Migliorerà la circolazione sanguigna e il tumore si dissolverà più velocemente..
  2. Cosa non si dovrebbe fare dopo un colpo di tetano? Gli adulti non devono bere alcolici per 6 mesi dopo la vaccinazione antitetanica. Ciò eliminerà il rischio di una reazione allergica. I bambini il giorno della vaccinazione antitetanica non devono bagnare il sito di iniezione del tossoide. Il giorno successivo, se non c'è temperatura, il bambino viene lavato, ma senza usare una salvietta o agenti irritanti. È utile fare al bambino un bagno caldo con infuso di camomilla.
  3. Cosa non si dovrebbe fare dopo la vaccinazione BCG? È consentito bagnare il sito di iniezione il giorno successivo alla vaccinazione con BCG, ma non può essere strofinato con una spugna o un panno. Non utilizzare gel doccia. Usa il sapone per bambini quando fai il bagno.
  4. Cosa non si dovrebbe fare dopo il vaccino contro la difterite? Il primo giorno dopo la vaccinazione, il bambino non deve essere lavato. Puoi fare il bagno il giorno successivo senza strofinare il sito di iniezione con una spugna.
  5. Cosa non si dovrebbe fare dopo la vaccinazione antirabbica? Dopo l'introduzione del vaccino contro la rabbia, in nessun caso si devono assumere bevande alcoliche per la continuazione del ciclo di trattamento per 90 giorni e altri 6 mesi dopo la fine della vaccinazione. Il vaccino contro la rabbia è un virus della rabbia indebolito che viene somministrato per formare l'immunità contro di esso. In presenza di alcool, la produzione di anticorpi viene interrotta. Non si sviluppa alcuna immunità contro le malattie.
  6. Cosa non si dovrebbe fare dopo il vaccino contro l'epatite B? Alcune persone hanno prurito nel sito del vaccino contro l'epatite. Non puoi pettinare il sito di iniezione per non introdurre un'infezione. Se tuo figlio cerca di graffiare il sito di vaccinazione, tampona la ferita sotto la scapola attraverso gli indumenti. Il giorno successivo, durante il bagno, non strofinare il sito di iniezione con un panno o utilizzare un gel doccia.
  7. Cosa non fare dopo la vaccinazione contro l'encefalite da zecche? Dopo l'immunizzazione contro l'encefalite da zecche, l'alcol non deve essere assunto per 2 settimane. Immediatamente dopo la vaccinazione contro l'encefalite da zecche, l'immunità si indebolisce. L'alcol mette a dura prova anche le difese del corpo. Quando il sistema immunitario è indebolito, gli effetti collaterali del vaccino aumentano: mal di testa, mialgia e febbre.
  8. Cosa non si dovrebbe fare dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale? Seguire le linee guida generali per camminare e mangiare dopo la vaccinazione antinfluenzale.
  9. Cosa non si dovrebbe fare dopo la vaccinazione contro la rosolia? Le donne in età fertile non dovrebbero rimanere incinte 2 mesi dopo la vaccinazione contro la rosolia perché il virus danneggia il feto e causa aborti spontanei. Per i bambini dopo la vaccinazione contro morbillo, rosolia, parotite, è necessario seguire le raccomandazioni generali.
  10. Cosa non si dovrebbe fare dopo la vaccinazione antipolio? Se un vaccino orale vivo viene utilizzato per l'immunizzazione contro la poliomielite, il bambino vaccinato rappresenta un pericolo per gli altri e per la famiglia in cui è presente una madre incinta. Pertanto, nelle famiglie con donne in gravidanza, il vaccino non viene somministrato con il vaccino OPV orale vivo, ma con IPV inattivato.
  11. Cosa non si dovrebbe fare dopo la vaccinazione contro il morbillo? Dopo la vaccinazione, non si dovrebbero contattare le persone malate, perché immediatamente dopo la vaccinazione, l'immunità delle persone è indebolita. Dopo la vaccinazione, dai a tuo figlio da bere composte, frutta e tè ai frutti di bosco. Aria pulita e temperature fresche nel vivaio renderanno più facile superare il periodo post-vaccinazione.

Quindi, ricordiamoci cosa non si può fare dopo la vaccinazione, in modo che non ci siano complicazioni. Per rendere più facile per bambini e adulti tollerare il vaccino, è necessario seguire una serie di consigli generali per mangiare, nutrirsi e camminare. Gli adulti non dovrebbero bere alcolici dopo determinate vaccinazioni, si consiglia di farle prima del fine settimana o di prendersi una pausa. Le donne dopo la vaccinazione contro la rosolia non dovrebbero rimanere incinte per 2 mesi. Le linee guida generali aiuteranno te e il tuo bambino durante il periodo di vaccinazione.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Come puoi rimanere incinta con un polipo endometriale?

Nutrizione

Il lavoro del corpo femminile in generale e quello della sua parte riproduttiva dipende direttamente dal livello costante degli ormoni sessuali naturali.

Cause di una gravidanza extrauterina

Analisi

Una delle patologie del parto più difficili e pericolose è una gravidanza extrauterina. Si trova nel 2% delle donne in travaglio e finisce sempre sfavorevolmente per la madre e il feto.

Scegliere un ciuccio per un neonato. TOP 10 migliori ciucci

Concezione

Anche prima della nascita di un bambino, i genitori iniziano a raccogliere una "dote" per il bambino. Pannolini, canottiere: questo non è tutto ciò di cui il bambino avrà bisogno.

Congiuntivite nei neonati

Infertilità

La congiuntivite nei neonati e nei lattanti nel primo anno di vita è un problema che deve affrontare oltre il 15% delle giovani madri. La stessa patologia non rappresenta una grande minaccia per la salute, e ancor di più per la vita del bambino.