Principale / Neonato

Dove è sicuro nuotare per le donne incinte??

Di Rebenok.online Pubblicato il 17.10.2017 Aggiornato il 14.2.2019

Durante la gravidanza, anche le procedure idriche richiedono un atteggiamento attento. Stiamo parlando sia di fare il bagno domestico che di visitare bacini aperti. Fare il bagno rafforza il corpo e prepara una donna per il parto imminente. E il nuoto regolare allena il sistema respiratorio..

È possibile che le donne incinte nuotino?

Gli scienziati hanno dimostrato che la presenza di una donna incinta in acqua ha un effetto benefico sul corso della gravidanza. Il nuoto può ridurre lo stress sulla colonna vertebrale e rafforzare i muscoli senza danneggiare il feto. I medici approvano la balneazione. Ma ci sono sfumature che devono essere osservate durante le procedure dell'acqua..

Nuotare in specchi d'acqua aperti significa folla e clima caldo. In caso di disturbi della pressione sanguigna, è controindicato restare a lungo sotto il sole. Nelle fasi successive, è necessaria la vigilanza. Il centro di gravità della donna si sposta. Ciò aumenta il rischio di cadute, che contribuiscono al parto prematuro..

Prima di eseguire le procedure idriche, è consigliabile analizzare l'ambiente. Non è consigliabile visitare grandi raduni di persone da sole. Quando si nuota, è necessario concentrarsi sui seguenti parametri:

    temperatura dell'acqua;

Nel mare

L'acqua di mare ha un effetto benefico su una donna incinta e sul suo bambino. L'elevata concentrazione di sale protegge dall'infezione da malattie infettive. L'acqua di mare è ricca di sostanze nutritive. Influenzano la qualità della pelle, prevenendo la comparsa delle smagliature.

Prima di nuotare in mare, devi assicurarti che non ci siano ferite sul corpo. L'acqua salata li mangia, provocando sensazioni dolorose. Fare il bagno in mare è benefico per la prevenzione delle vene varicose. La composizione dell'acqua ha un effetto positivo sulla circolazione sanguigna.

Nel fiume

Nuotare nel fiume porta molte emozioni positive, il che è benefico per il bambino. Ma in un tale serbatoio potrebbe essere presente un'infezione. Per ridurre il livello di pericolo, la futura mamma deve rispettare le seguenti regole:

    Non puoi tuffarti in acqua con la testa. L'acqua che penetra nel rinofaringe e negli occhi può causare malattie infettive.

Nel lago

I serbatoi stagnanti non sono puliti. Lo spazio ristretto e le alte temperature favoriscono la crescita di un numero enorme di batteri che possono essere pericolosi per una donna incinta. C'è il rischio di infestazione da parassiti. Se non ci sono alternative, si consiglia alla donna di trascorrere una vacanza sulla riva.

In piscina

Nuotare in piscina è più sicuro che in acque libere. L'acqua contiene cloro, che impedisce la crescita dei batteri. Nonostante questo, la donna deve stare attenta. Le pantofole dovrebbero essere indossate in quanto vi è il rischio di contrarre infezioni fungine.

Esistono corsi per donne incinte volti a rafforzare il corpo e prepararsi al parto. Si svolgono nelle piscine sotto la supervisione di un istruttore. Per le donne incinte, questa è una grande opportunità per divertirsi, con un effetto benefico sul bambino. Le lezioni possono partecipare in qualsiasi periodo di tempo.

Nel bagno

Le procedure del bagno liberano il corpo dalle tossine e normalizzano il sistema respiratorio. Essere nel bagno turco elimina i sintomi della tossicosi e migliora la circolazione sanguigna. Nonostante ciò, visitare lo stabilimento balneare durante la gravidanza è indesiderabile. L'abbassamento della temperatura influisce negativamente sulle condizioni della donna. Prima di visitare il bagno, è necessario consultare il proprio medico..

Nelle sorgenti calde

Le sorgenti termali sono un ottimo modo per bilanciare il sistema nervoso di una donna incinta. Normalizzano il metabolismo e migliorano l'aspetto della pelle. La composizione unica dell'acqua nelle sorgenti satura il corpo con calcio, cromo, magnesio, sodio e potassio. Gli aspetti negativi della visita alle sorgenti termali includono le alte temperature..

Nel bagno

Fare il bagno durante la gravidanza è indesiderabile. Sia l'acqua troppo fredda che quella calda hanno un effetto negativo sul feto. È molto difficile raggiungere la temperatura ottimale. Durante la procedura, è necessario utilizzare un tappetino antiscivolo per evitare lesioni.

L'acqua calda influisce negativamente sulle condizioni della donna incinta. La temperatura dell'acqua non deve superare i 37 gradi. Un bagno caldo provoca il tono dell'utero, che porta al rigetto del feto. La durata totale del bagno non deve superare i 15 minuti.

Un bagno freddo aumenta il rischio di raffreddore. Per evitare l'ipotermia, è necessario aggiungere periodicamente acqua calda mentre si raffredda. Nelle fasi successive del bagno, dovresti rifiutare, sostituendolo con una doccia fresca..

Controindicazioni

In alcuni casi, il bagno è completamente vietato durante la gravidanza. Questo divieto riduce significativamente il rischio di aborto spontaneo. Le controindicazioni per le procedure idriche includono:

Quando si visitano i corpi idrici, è importante prestare attenzione alla qualità dell'acqua. Dovrebbe essere il più pulito possibile, privo di inclusioni estranee. La temperatura ottimale non è superiore a 37 gradi. La profondità più adatta del serbatoio non è superiore all'altezza della donna incinta. Ci dovrebbe sempre essere una persona vicina nelle vicinanze, pronta ad aiutare in qualsiasi momento.

C'è un'opinione secondo cui qualsiasi contatto con l'acqua elimina l'energia negativa. È molto utile per una condizione di gravidanza. Ma non dimenticare i pericoli che accompagnano il processo di balneazione. La futura mamma deve avere le capacità adeguate per evitare situazioni impreviste..

È possibile nuotare in piscina durante la gravidanza

Quali sono i vantaggi della piscina per una donna incinta

Non molto tempo fa, i medici proibivano categoricamente alle pazienti incinte di visitare una piscina pubblica. La ragione principale di questa limitazione era l'alto rischio di infezione da acqua non sufficientemente pura. Tuttavia, oggi la situazione è cambiata radicalmente: una piscina durante la gravidanza non è più pericolosa. Ciò è dovuto all'emergere di sistemi di trattamento dell'acqua innovativi di alta qualità che riducono al minimo il rischio di infezione. In molte istituzioni, le donne incinte lavorano in un'area separata e recintata appositamente e non possono entrare in collisione con altri visitatori.

La piscina durante la gravidanza migliora il benessere della futura mamma

I benefici del nuoto superano di gran lunga i rischi. Tali attività hanno un effetto benefico sul benessere del feto nell'utero e nel corso della gravidanza. I principali vantaggi di visitare la piscina:

  • Quando una donna è immersa nell'acqua, la tensione muscolare scompare. La colonna vertebrale, le articolazioni, le ossa pelviche possono riposare un po '. Questo è molto importante, perché durante quasi tutta la gravidanza sono questi organi a essere sottoposti a grande stress. Dopo una breve nuotata, una donna per qualche tempo dimentica il dolore e il disagio che il processo di trasporto di un bambino provoca.
  • Esercizi regolari in piscina rafforzeranno i muscoli del torace, impareranno a respirare correttamente durante l'esercizio. Questo è utile per la futura mamma durante il parto..
  • Il nuoto aumenta la resistenza del corpo, rafforza le difese immunitarie. La gravidanza non è un motivo per sdraiarsi sul divano tutto il tempo. Le donne che conducono uno stile di vita attivo sono molto raramente infettate dal raffreddore..
  • L'acqua calda della piscina ha un effetto benefico sul sistema nervoso e sullo stato psicologico. Durante il nuoto, una donna si rilassa, si calma, si libera dallo stress. Durante l'allenamento, puoi dimenticare tutti i problemi che preoccupano nella vita di tutti i giorni.

Nonostante i numerosi vantaggi, assicurati di consultare il tuo medico prima di visitare la piscina. Il medico ti dirà esattamente se sai nuotare, consiglierà il tempo di allenamento ottimale.

Il nuoto può danneggiare una donna incinta?

Dopo aver studiato tutti gli avvertimenti dei medici, possiamo concludere che nuotare in piscina non è sempre sicuro. A volte nuotare in un luogo pubblico può nuocere alla salute di una donna e di un nascituro. Le situazioni più pericolose:

  • Usare la tecnica sbagliata nuotando per lunghe distanze. In questo caso, subito dopo la fine della seduta, la donna avvertirà un peggioramento del benessere, potrebbero verificarsi dolori acuti o crampi..
  • Reazione allergica ai farmaci contenenti cloro in acqua. Per evitare ciò, dare la preferenza alle piscine in cui l'acqua è disinfettata con ultrasuoni, ultravioletti o ozono..
  • Infezione con un'infezione o un fungo. Questo pericolo è in agguato per le donne che si recano in posti economici dove l'igiene non basta..
  • Raffreddamento eccessivo del corpo dovuto all'acqua troppo fredda nella piscina. Un bagno così "rinfrescante" provoca spesso convulsioni, infiammazioni, raffreddori..

Non sovraccaricare il corpo con l'esercizio in acqua. Ciò può portare ad un aumento del tono dell'utero e, di conseguenza, aborto spontaneo o parto prematuro. I medici sconsigliano di farsi coinvolgere nelle immersioni, poiché trattenere il respiro sott'acqua provoca la fame di ossigeno del feto.

Quando è vietato fare il bagno in piscina

I medici identificano una serie di controindicazioni per visitare la piscina durante il trasporto di un bambino. Queste restrizioni includono:

  • la minaccia di interruzione spontanea della gravidanza o del parto prima della data di scadenza;
  • il rischio di sanguinamento dovuto alla placenta previa;
  • la presenza di malattie infettive degli organi genitali;
  • secrezione mista a sangue dalla vagina;
  • disagio nell'addome inferiore;
  • tossicosi grave, sensazione di malessere;
  • gestosi ed epilessia.

Una donna dovrebbe assumersi la responsabilità della propria salute. Non iniziare mai a nuotare in piscina senza consultare il medico. Questa regola dovrebbe essere osservata in modo particolarmente rigoroso dai pazienti che hanno avuto casi di aborto spontaneo. Nelle fasi successive, è anche necessario trattare l'attività fisica con cautela..

Caratteristiche di visitare la piscina in diversi periodi di gravidanza

Se la gravidanza procede senza patologie e complicazioni e la donna si sente bene, puoi visitare la piscina in qualsiasi fase della gestazione. Si consiglia di iniziare l'allenamento anche durante la pianificazione del concepimento. Quindi il tuo corpo sarà preparato per lo stress e nuove abilità ti permetteranno di sopportare facilmente qualsiasi disagio..

Le piscine possono aiutare ad alleviare il mal di schiena nella tarda gravidanza

Nelle prime fasi, il nuoto aiuta a rafforzare i muscoli, allena il sistema respiratorio e rafforza il sistema immunitario. Se gli esercizi sono regolari, con un carico ammissibile, il paziente tollererà più facilmente la tossicosi, può facilmente abituarsi alla sua nuova posizione.

Il terzo trimestre è il momento in cui nuotare diventa non solo utile, ma anche molto piacevole. Allevia lo stress sulla colonna vertebrale, permette ai muscoli di rilassarsi, allevia il mal di schiena.

Restrizioni durante le lezioni

Il nuoto o l'acquagym per le donne incinte devono essere sotto la stretta supervisione di un allenatore professionista con formazione medica. Se provi dolore o fastidio durante l'esercizio, interrompi immediatamente l'esercizio.

Studia attentamente le raccomandazioni dei medici riguardo alle lezioni in piscina:

  • In nessun caso il corpo dovrebbe essere ipotermico. Per fare questo, immergiti in acqua a una temperatura di almeno 28 ° C.
  • La lezione non dovrebbe durare più di 40 minuti.
  • È severamente vietato saltare dal dissuasore e tuffarsi in piscina con partenza di corsa. Un forte impatto sull'acqua può danneggiare la salute della futura mamma e del feto.
  • Secondo le regole di sicurezza, è impossibile appendere ai galleggianti dei delimitatori.
  • Se non hai le competenze adeguate, non andare in profondità. Ricorda che un crampo può iniziare in qualsiasi momento..
  • Evita i movimenti a scatti in acqua ed è vietato fare allenamenti intensi con ritmo crescente.
  • Si consiglia di mangiare 1-2 ore prima di visitare la piscina. Fare esercizio a stomaco vuoto o subito dopo un pasto può influire negativamente sul tuo benessere.
  • Porta con te scarpe antiscivolo per evitare lesioni accidentali.

L'esatta aderenza a tutte le regole di cui sopra ti permetterà di goderti il ​​nuoto in piscina senza preoccuparti della tua salute e del benessere del feto nel grembo materno.

Anche se non hai mai visitato la piscina prima d'ora, durante la gravidanza devi pensare alla necessità di un allenamento così sano e piacevole. Studi hanno dimostrato che in assenza di controindicazioni, il nuoto ha un effetto benefico non solo sulla salute della madre, ma anche sul benessere del bambino. La circolazione attiva del sangue e della linfa consente di saturare il corpo del bambino con l'ossigeno, prende facilmente la posizione giusta, sente le piacevoli emozioni che la madre sta attraversando.

Nuotare in gravidanza: regole di sicurezza che spesso vengono dimenticate

In estate, le procedure idriche non sono solo piacevoli, ma anche utili per la futura mamma. Pertanto, il nuoto rimane una delle attività fisiche più dolci e piacevoli, soprattutto durante la gravidanza. Tuttavia, affinché una donna incinta possa entrare in sicurezza nell'elemento acqua, è necessario tenere conto di alcune regole e sfumature..

Elena Kurbatova
Medico-terapeuta, Voronezh

Perché il nuoto è utile per le donne incinte? Uno dei punti più importanti è che il corpo diventa più leggero in acqua e il peso della futura mamma, che aumenta gradualmente con la crescita e lo sviluppo del bambino, non si fa praticamente sentire. Questo perché la densità dell'acqua è maggiore della densità dell'aria (specialmente l'acqua salata), quindi l'acqua spinge fuori i corpi meno densi e il corpo umano è in uno stato di semi-gravità. Ciò fa sì che segnali non del tutto familiari entrino nella corteccia cerebrale dal sistema muscolo-scheletrico, dal cuore, dai polmoni e da altri organi. Pertanto, anche le risposte del cervello cambiano: aumenta la profondità della respirazione, il lavoro del sistema cardiovascolare, i bioritmi, il sonno migliora, si attiva il metabolismo, ecc. Pertanto, il nuoto durante la gravidanza è considerato la migliore "medicina" sia contro l'insonnia che contro l'eccessiva tensione nervosa..

Tale attività fisica durante la gravidanza non causa commozioni corporee, che possono essere pericolose in una posizione interessante. Puoi, ad esempio, persino correre o saltare in acqua senza danneggiare il bambino. Non vi è alcun effetto pronunciato sulla colonna vertebrale, sulle articolazioni, sull'apparato legamentoso; i muscoli si rilassano, soprattutto i muscoli della schiena, che sono molto stressanti durante la gravidanza.

La resistenza dell'acqua durante l'esecuzione dei movimenti svolge il ruolo del massaggio, aumentando il flusso sanguigno in tutti gli organi e sistemi, attivando i processi metabolici, l'apporto di ossigeno e sostanze nutritive sia alla madre che al bambino, a causa di questo effetto, migliora il lavoro delle valvole venose delle gambe (prevenzione delle vene varicose, emorroidi) e, di conseguenza, il deflusso di sangue è normalizzato. Tutto ciò previene la comparsa di edemi, che sono frequenti compagni di gravidanza..

Durante il nuoto durante la gravidanza, il lavoro dei sistemi respiratorio e cardiovascolare migliora e si allena, perché per inspirare ed espirare è necessario superare la resistenza dell'acqua, quindi i muscoli respiratori si rafforzano gradualmente. Questo effetto si verifica anche sui muscoli della schiena e dell'addome..

Se nuoti regolarmente durante la gravidanza, il sistema nervoso centrale inizia a regolare più completamente l'attività del cuore: la gittata del cuore aumenta, il tono dei vasi arteriosi si normalizza, a causa di ciò, la pressione sanguigna, se è stata abbassata, aumenta e se è aumentata, può normalizzarsi.

Anche il nuoto sulle donne in gravidanza ha un ottimo effetto indurente: aumenta la resistenza del corpo alle condizioni ambientali avverse (principalmente al freddo e ai forti sbalzi di temperatura). Quindi, l'acqua ha una temperatura più bassa del corpo umano, irritando i recettori del freddo, quindi, con un'immersione regolare in acqua, migliorerà la regolazione del calore, la resistenza al freddo, aumenteranno le variazioni di temperatura, riducendo così la suscettibilità al raffreddore, che influenzerà positivamente il benessere e la salute della madre e bambino.

Nuoto in gravidanza: attenzione ai dettagli

Andando a fare una nuotata, una donna incinta dovrebbe prestare attenzione ad alcuni punti:

  • Una donna incinta non dovrebbe nuotare troppo spesso (ogni giorno o più volte al giorno) e più di 30 minuti, questo può portare al superlavoro della futura mamma.
  • Non è desiderabile rimanere a lungo in un costume da bagno bagnato dopo il bagno: un ambiente caldo e umido, che può contenere agenti patogeni, contribuisce all'esacerbazione della candidosi o della cistite.
  • Avendo deciso di nuotare, devi ricordare che devi entrare in acqua gradualmente, questo processo dovrebbe richiedere circa 5-7 minuti, in modo da non causare ipotermia e convulsioni. È inoltre indesiderabile entrare immediatamente in acqua dopo una lunga permanenza al sole, si consiglia di rinfrescarsi all'ombra in modo che non ci siano forti cali di temperatura.
  • Non è auspicabile che una donna incinta nuoti in bacini con acqua stagnante: c'è un alto rischio di infezione dell'uretra con lo sviluppo o l'esacerbazione di cistite, mughetto e l'insorgenza di altre malattie. Inoltre, non è consigliabile visitare la piscina con un numero elevato di persone e una pulizia non di altissima qualità. Può anche portare all'insorgenza o all'esacerbazione di molte malattie urogenitali (mughetto, cistite, clamidia, ecc.) E allergie. Inoltre, con una grande folla di persone, la donna incinta si sentirà a disagio nel nuotare o potrebbe essere spinta accidentalmente. Pertanto, è meglio scegliere piscine dove si tengono lezioni specifiche per le donne incinte o visitare quelle generali al mattino quando l'acqua è più pulita e ci sono meno visitatori. Dovresti prestare attenzione a come l'acqua viene disinfettata. È meglio se questi sono metodi moderni senza l'uso di cloro (ozonizzazione, ionizzazione) con cambi d'acqua regolari.
  • Quando si riposa e si nuota durante la gravidanza in bacini naturali, è consigliabile scegliere un'area familiare (dove non ci sono rilievi di fondo sconosciuti e pericolosi, buche, vortici, pietre, correnti veloci o fredde).
  • Quando si nuota in piscina durante la gravidanza, è necessario prestare attenzione alla presenza di appositi corrimano lungo il lato in modo che sia comodo stare in acqua (quando si fanno esercizi di acquagym o se la futura mamma è stanca). Per non scivolare, è consigliabile che la futura mamma sia in piscina in apposite ciabatte da bagno gommate che tengono bene il piede e non scivolano.
  • Non dovresti nuotare in acqua fredda. La temperatura dell'acqua deve essere di almeno 22 ° С.
  • Prima di fare una nuotata, soprattutto prima di frequentare le lezioni in piscina, dovresti consultare un ostetrico-ginecologo che monitora la gravidanza.
  • Inoltre, le donne incinte non dovrebbero nuotare se non si sentono bene..

Nuotare durante la gravidanza: attenzione, convulsioni!

I crampi in gravidanza sono contrazioni muscolari involontarie e dolorose. Abbastanza spesso, si verificano nelle donne in gravidanza e durante il nuoto. Nella maggior parte dei casi, questo riguarda i muscoli del polpaccio. Le sensazioni dolorose acute in un muscolo contratto da uno spasmo di solito durano diversi minuti, quindi la tensione si attenua, il dolore si attenua, diventa dolorante, ma il disagio può persistere fino a diversi giorni. Tali convulsioni, anche se non molto pronunciate, sono piuttosto pericolose, perché avendo ceduto al panico, la futura mamma potrebbe perdere il controllo del proprio corpo e le conseguenze potrebbero non essere le più favorevoli.

Pronto soccorso per i crampi nelle donne in gravidanza

  • Prima di tutto, devi calmarti, poiché il panico può aumentare ulteriormente lo spasmo muscolare..
  • Cerca di uscire dall'acqua il prima possibile, perché è molto più facile alleviare un crampo a terra. Chiama qualcuno per chiedere aiuto se non puoi uscire da solo.
  • Se uno spasmo muscolare si è verificato, ad esempio, lontano dalla costa (questo vale per i bacini idrici naturali), non tornare indietro febbrilmente. Quindi puoi stancarti rapidamente e il crampo non diminuirà. È necessario cercare di rilassarsi, respirare profondamente e lentamente (poiché la respirazione frequente e nervosa può compromettere l'apporto di ossigeno al bambino o portare a un'eccessiva contrazione dei muscoli dell'utero, oltre a compromettere il flusso sanguigno nel muscolo spasmodico e rendere difficile il rilassamento).
  • Ci sono due modi per sbarazzarsi di un crampo in acqua: sdraiarsi sulla schiena, fare un respiro profondo in modo da poter rimanere in acqua. Quindi, tirando il ginocchio al petto, afferrando il piede, dovresti tirarlo bruscamente verso di te. Si consiglia di tenere la gamba in questa posizione il più a lungo possibile - se possibile fino alla scomparsa dei crampi, fare di nuovo un respiro profondo e cercare di allungare il muscolo il più possibile (tuttavia, questo è più adatto a quelle future mamme la cui pancia non è molto grande e la manipolazione è facile da fare). La seconda opzione è adatta a quasi tutti: devi fare un respiro profondo, immergere la testa nell'acqua, assumendo la posizione di un galleggiante, afferrare l'alluce del piede chiuso con la mano opposta, tirare l'alluce verso di te, allo stesso tempo è desiderabile provare a raddrizzare la gamba al ginocchio.
  • Sulla riva, anche il muscolo contratto deve essere tirato strettamente e quindi allungato. Per fare questo, afferra le dita dei piedi, tirale bruscamente verso di te (mentre allontani il tallone da te) e, nonostante il dolore, cerca di mantenere il piede in questa posizione. Allo stesso tempo, è necessario massaggiare fortemente il muscolo teso. In alternativa, è possibile applicare ghiaccio dopo che lo spasmo è stato rilasciato per alleviare il dolore (10-15 minuti).
  • Se la gamba non è molto tesa o la futura mamma sente che sta per contrarre un muscolo e può raggiungere liberamente il fondo, allora puoi semplicemente stare in piedi su gambe dritte con un piede pieno.
  • Dopo aver affrontato un crampo in acqua, è consigliabile bere acqua: questo normalizza l'equilibrio del sale marino nel corpo e riduce il dolore alla gamba dopo un crampo, e previene anche le convulsioni successive (cioè la probabilità di convulsioni ricorrenti dopo l'eliminazione di una crisi esistente). Per prevenire la comparsa di crampi muscolari improvvisi, si consiglia di assumere integratori di magnesio in combinazione con vitamina B6: questo migliorerà gli impulsi neuromuscolari nei muscoli e, di conseguenza, li normalizzerà. Tuttavia, prima di prenderlo, è imperativo consultare il medico che sta osservando la futura mamma..

Perché le donne incinte hanno convulsioni??

Molto spesso, le convulsioni nelle donne in gravidanza si sviluppano per i seguenti motivi:

  • affaticamento, stress fisico prolungato durante il nuoto, carico prolungato intenso o acuto sui muscoli delle gambe durante il nuoto (questo è particolarmente vero per i muscoli non allenati e scarsamente allenati, ad esempio, dopo una forte spinta delle gambe dal lato della piscina o dal fondo);
  • disidratazione del corpo (ad esempio, con tossicosi precoce, quando il vomito frequente e abbondante porta a una perdita di liquidi nel corpo e, insieme ad esso, potassio, calcio, sali di sodio, uno squilibrio nel loro equilibrio, con conseguente contrazione e rilassamento muscolare alterati);
  • precedenti lesioni a muscoli e legamenti;
  • costrizione dei vasi sanguigni dovuta all'esposizione a basse temperature quando si nuota in acqua fredda o quando si entra in acqua dopo una prolungata esposizione al sole (con un forte raffreddamento, si verifica uno spasmo acuto dei vasi sanguigni). Il flusso sanguigno nei muscoli delle gambe, la loro innervazione è disturbata e si verifica uno spasmo;
  • più spesso in acqua fredda riduce i muscoli in quelle future mamme che hanno malattie croniche della colonna vertebrale, poiché esistono già fattori predisponenti per l'insorgenza di convulsioni (a causa di alterazioni distrofiche nelle vertebre, presenza di ernie, protrusioni e quindi l'innervazione e il flusso sanguigno nei muscoli delle gambe possono essere disturbati, per cui rispondono, e in acqua fredda questo può essere aggravato);
  • mancanza nel corpo di alcuni oligoelementi (in particolare il calcio), che sono coinvolti nel processo delle normali contrazioni muscolari.

Chi non sa nuotare?

Puoi nuotare per le donne incinte in qualsiasi fase della gravidanza, tuttavia, ci sono controindicazioni per un tipo così delicato di attività fisica. Non nuotare:

  1. con grave tossicosi, quando il vomito frequente si preoccupa, poiché questa condizione può portare a uno squilibrio di potassio e sodio nel corpo e provocare crampi nell'acqua o portare a una diminuzione della pressione sanguigna mentre si è in un serbatoio e un deterioramento del benessere generale durante il nuoto;
  2. se la futura mamma ha avuto in precedenza aborti spontanei o parto prematuro, in modo da non provocare cambiamenti nel tono dell'utero, che possono essere pericolosi per il corso della gravidanza;
  3. con esacerbazione o presenza di malattie infiammatorie (ad esempio, cistite, mughetto), sistema muscolo-scheletrico, malattie cardiovascolari (ad esempio, ipertensione con frequenti aumenti della pressione sanguigna superiori a 140/90 mm Hg, che possono provocare pre- o eclampsia ), con esacerbazione di osteocondrosi, artrite, ecc.;
  4. con varie violazioni del corso della gravidanza: sanguinamento, polidramnios, aumento del tono dell'utero (che può manifestarsi con dolori crampi durante o dopo il nuoto, specialmente in acqua relativamente fredda);
  5. se la futura mamma è preoccupata per i frequenti crampi ai muscoli delle gambe, non vale nemmeno la pena entrare in acqua per molto tempo o profondamente, soprattutto se fa freddo.

È possibile che le donne incinte nuotino


L'estate tanto attesa è in pieno svolgimento! Il sole è caldo e hai voglia di rinfrescarti, vai in spiaggia per tuffarti in acque tonificanti. Ma ora non sei solo, una nuova vita pulsa sotto il tuo cuore. Pertanto, devi sapere se puoi nuotare e prendere il sole, perché le donne incinte devono prendersi cura del bambino, pensare non solo a se stesse.

Caratteristiche delle procedure dell'acqua solare per le donne incinte

Molti conoscono il potere curativo dell'acqua e tutti amano nuotare, perché l'acqua purifica la pelle, dona freschezza e vigore in una calda giornata estiva. Il bagno è senza dubbio utile per la futura mamma e il bambino. La procedura rafforza il corpo della donna, preparandolo al parto, che diventerà meno doloroso e più veloce, e il nuoto insegnerà la corretta respirazione.

Va ricordato che le donne incinte possono prendere il sole al mattino. Ma le donne incinte possono nuotare? Dopotutto, riposare sull'acqua con una visita alle attrazioni acquatiche è controindicato per le donne incinte. Anche il nuoto, che può aiutarti a resistere più facilmente al caldo, dovrebbe essere trattato con cautela..

I benefici del bagno di mare

I trattamenti con l'acqua sono utili per tutti, soprattutto per le donne in gravidanza. Allenano il sistema cardiovascolare, rilassano i muscoli e aiutano a imparare a respirare correttamente. Nuotare in mare previene stress inutili sulla colonna vertebrale, stimola la circolazione sanguigna, rafforza i muscoli addominali e garantisce una regolare funzione intestinale.

Le onde del mare affettuose tonificano la pelle e i vasi che si trovano in essa, aiutando a far fronte al gonfiore durante la gravidanza. L'acqua del mare ha molte proprietà curative, oltre a iodio e sale, è ricca di minerali e oligoelementi.

Tuttavia, prima di recarsi in una località balneare, una donna dovrebbe avvalersi del supporto di un medico osservatore leggendo le regole per il nuoto:

  • la gravidanza tardiva non è il momento migliore per cambiare la zona climatica ed è meglio abbandonare completamente i viaggi a lunga distanza;
  • se ti senti normale all'inizio della gravidanza, puoi andare al mare, il nuoto ti aiuterà ad alleviare i sintomi della tossicosi;
  • è importante ricordare che l'acqua del mare deve essere almeno + 22 ° C calda e la spiaggia deve essere attrezzata con un punto di soccorso medico 24 ore su 24;
  • per evitare l'ipotermia, non dovresti immergerti immediatamente, perché il corpo ha bisogno di adattamento, 10-15 minuti all'ombra sono sufficienti;
  • fai regolarmente le procedure dell'acqua, dopo essere sceso a terra devi riscaldarti avvolgendoti in un asciugamano.

Importante: è consentito nuotare in mare solo dopo un periodo di acclimatazione. Quando nuoti, devi stare attento alle meduse, sono velenose. Il minimo fastidio (sensazione di freddo, crampi muscolari) è un buon motivo per smettere di nuotare e scendere a terra. Per rilassarti sulla riva, scegli un lettino, è scomodo sdraiarsi sui ciottoli.

Caratteristiche del nuoto in acqua dolce

Se non c'è modo di andare al mare e c'è un fiume nelle vicinanze, questa è anche una buona opzione per rilassarsi in una calda giornata estiva. Ma prima devi scoprire se una donna può nuotare nel fiume. Dopotutto, le donne incinte devono diffidare delle infezioni che possono annidarsi nelle acque di qualsiasi serbatoio naturale..

In alcune condizioni patologiche che minacciano la salute di una donna incinta e di un feto, è meglio rifiutare le procedure idriche, scegliendo di riposare all'ombra, ma vicino a un serbatoio. Nuotare nel fiume, se non ci sono controindicazioni, porterà molte emozioni positive; per la futura mamma, questa è un'ottima cura per la depressione. I benefici della sua comunicazione con la natura per il bambino si tradurranno in un grande volume di ossigeno, ma alcune delle sfumature non dovrebbero essere dimenticate:

  • un'infezione può essere presente nel fiume, quindi scegli corpi idrici sicuri con aree di nuoto specializzate;
  • anche se il serbatoio è controllato, non dovresti immergerti a capofitto in un lago o in un fiume, questa è una minaccia di microbi dall'acqua che entra nel rinofaringe della donna;
  • quando si sceglie una spiaggia, dare la preferenza a luoghi poco visitati con un'atmosfera tranquilla, lontano dalla zona industriale;
  • dovresti nuotare in un fiume con acque correnti e scegliere un lago pulito e trasparente, poiché le acque stagnanti possono minacciare la futura mamma, ammalarsi di tordo;
  • è meglio rilassarsi sulla riva di un bacino idrico con tempo caldo e calmo, per evitare il raffreddore, è pericoloso per te e il tuo bambino.

Importante: è severamente vietato riposare da soli, soprattutto nuotare. Le correnti sotterranee del serbatoio possono causare convulsioni e nuotare troppo a lungo e lontano è inutile. Non puoi nuotare a stomaco pieno, questo può causare un riflesso del vomito e alla minima sensazione di affaticamento, devi immediatamente lasciare l'acqua.

Qual è il pericolo di un corpo idrico stagnante

Se non c'è un fiume con acqua corrente nelle vicinanze e le donne incinte sono lontane dal mare, puoi rilassarti sulla riva del lago. Non è pericoloso per una donna nuotare in un lago, perché è un corpo di acqua stagnante e fredde correnti sottomarine?

Naturalmente, non bisogna dimenticare che il lago, a causa dell'elevata temperatura dell'acqua, può essere un rifugio per microrganismi pericolosi che si moltiplicano rapidamente in un serbatoio chiuso. I molluschi che vivono nei laghi diventano la causa dell'infezione da cercariosi e la morbida vegetazione sottomarina del fondo è l'habitat del verme parassita.

Importante: se scegli un lago, devi assicurarti che sia pulito. Prima di fare il bagno, i tuoi piedi dovrebbero essere generosamente unti con una crema grassa per proteggerti dai parassiti. Riposati dopo aver nuotato sotto una tettoia su un lettino o una sedia pieghevole, puoi prendere un raffreddore a terra e la sabbia troppo calda farà surriscaldare il tuo corpo. Non dimenticare di coprirti la testa con un cappello.

Le sfumature delle lezioni nelle piscine

Se la stagione non è adatta per nuotare in uno specchio d'acqua naturale, le donne incinte dovrebbero andare in piscina. È possibile per una donna nuotare in piscina?

Il movimento nell'ambiente acquatico è molto più facile e la differenza di temperatura corporea e dell'acqua stimola la funzione di trasferimento del calore. Per la futura mamma, questo è un aiuto per bruciare i grassi in eccesso, protezione contro un rapido aumento di peso..

L'acqua, rimuovendo il carico dalla colonna vertebrale, allevia il mal di schiena, si ricarica con la salute e dà ondate di buon umore per lungo tempo. Nuotare e persino immergersi in piscina aiuteranno la giovane madre a rafforzare il sistema immunitario e per il bambino è un'opportunità per cambiare la posizione del corpo nell'utero.

Importante: avendo acquistato un abbonamento per visitare la piscina, una donna non deve preoccuparsi, perché l'acqua in piscina viene pulita e clorata con mezzi speciali per evitare il contagio dei bagnanti. Tuttavia, è meglio scegliere una piscina con ozonizzazione dell'acqua per non seccare la pelle. Ricordati di consultare un medico e di portare le ciabatte.

Le donne incinte dovrebbero rinunciare ai benefici del bagno? Ovviamente no! Una donna può eseguire procedure idriche e nuotare non solo nelle acque di un bacino idrico naturale, ma anche in piscina. La procedura darà la gioia del buon umore, accelererà il metabolismo e aumenterà l'immunità, che si indebolisce durante la gestazione. L'elioterapia normalizza il numero di emoglobina, protegge dallo sviluppo dell'osteoporosi e il nuoto sarà un'ottima preparazione per il parto.

È possibile nuotare in piscina durante la gravidanza

Il nuoto è una forma popolare di attività fisica che coinvolge tutti i gruppi muscolari e previene molte malattie..

Scopriremo se è sicuro per le donne incinte andare in piscina e se vale la pena cambiare le attività abituali in ogni trimestre.

Sfumature di tempo

Durante la gravidanza, si forma un tappo mucoso alla base del canale cervicale, che protegge il bambino da infezioni e altri effetti dannosi. Il pericolo esiste:

  • nelle prime fasi, quando il coagulo protettivo e la placenta sono nella fase di formazione;
  • a 9 mesi, quando non mancano> 3 settimane prima della consegna, il che aumenta il rischio che la spina si stacchi.

In assenza di controindicazioni e in accordo con il ginecologo, è possibile visitare la piscina in qualsiasi fase della gravidanza, ma il secondo trimestre è riconosciuto come il più sicuro. Alla settimana 14, i rischi di infezione sono ridotti al minimo e il benessere generale migliora.

Pro e contro del nuoto in piscina durante la gravidanza

Il nuoto durante la gravidanza è un modo sano e sicuro per rimanere fisicamente attivi. La distribuzione uniforme del carico in tutto il corpo elimina la sensazione di dolore, riduce la probabilità di lesioni o sovraccarico di muscoli e articolazioni.

I principali vantaggi del nuoto includono:

  1. Formazione del sistema respiratorio. Corrette tattiche di respirazione e ventilazione di alta qualità dei polmoni arricchiscono il sangue di ossigeno. Gli esercizi di immersione prepareranno il bambino a una temporanea mancanza di ossigeno durante il passaggio del canale del parto.
  2. Funzione protettiva stimolante. Il principale vantaggio del nuoto è rafforzare il sistema immunitario. Le donne che visitano la piscina durante la gravidanza hanno meno probabilità di ammalarsi.
  3. Rafforzare i muscoli. I forti muscoli della schiena ti consentono di far fronte al peso extra e ai muscoli del bacino e del perineo, con il parto naturale.
  4. Controllo del peso. Se nuoti regolarmente in piscina, il corpo non perde il tono muscolare, il che è importante durante la gravidanza. Attiva anche la peristalsi intestinale, che ti permette di sbarazzarti della stitichezza..
  5. Normalizzazione dello stato psico-emotivo. L'attività allevia la tensione e attiva l'ormone della gioia.
  6. Migliorare la circolazione sanguigna. L'aumento della circolazione sanguigna salva da gonfiori, vene varicose ed emorroidi. Con visite regolari, la qualità dell'allattamento aumenta, stimolata dal flusso sanguigno ai polmoni e al cuore.
  7. Correzione della presentazione podalica. Con una presentazione errata del feto, registrata dopo 30 settimane, i medici consigliano di nuotare in piscina. Il bambino fa la presentazione finale a 33-34 settimane, quindi assicurati di monitorare i cambiamenti.

Nonostante gli ovvi vantaggi delle classi, il pool ha anche i suoi svantaggi:

  1. Infezione da infezioni. Le piscine pubbliche sono pericolose per dermatomicosi, giardiasi, legionellosi, epatite A e altre malattie trasmesse attraverso acque o superfici contaminate. È importante attenersi alle regole di sicurezza di base per evitare l'infezione..
  2. Manifestazione di reazioni allergiche. L'allergene principale all'interno della piscina è il cloro, che viene utilizzato per disinfettare l'acqua.

È sicuro per le donne incinte nuotare in una piscina con candeggina

La candeggina è un metodo di pulizia tradizionale e relativamente sicuro. Il pericolo si manifesta nei seguenti casi:

  1. Classi frequenti. Con le visite quotidiane aumenta la quantità di sostanze assorbite formate dall'acqua clorata a contatto con pelle e capelli, il che aumenta la probabilità di allergie.
  2. Contenuto di cloro aumentato. La concentrazione di vapori può causare gravi avvelenamenti, quindi in caso di segni di malessere, provare a lasciare la stanza.

Per la sicurezza delle piscine con candeggina è meglio evitare. Per classi frequenti, selezionare complessi più affidabili dotati di moderni metodi di pulizia (ozonizzazione, ionizzazione, irradiazione UV, disinfezione ad ultrasuoni) e riempiti con acqua termale.

Controindicazioni

La piscina per le donne incinte è una preparazione indispensabile prima del parto. Tuttavia, devi rifiutarti di visitarlo se ci sono le seguenti controindicazioni:

  1. Placenta previa. Una patologia rara, irta di sanguinamento a carichi aumentati.
  2. Tossicosi. La nausea interferisce con la respirazione, compromettendo la qualità dell'allenamento e il malessere generale rende difficile l'esercizio. Il bavaglio frequente interrompe l'equilibrio potassio-sodio, causando convulsioni e un calo della pressione sanguigna.
  3. La presenza di una minaccia di interruzione della gravidanza. Nel primo mese, c'è il pericolo di ematoma retrocoriale e nella tarda gravidanza - parto prematuro.
  4. Malattia acuta o cronica. Malattie del sistema cardiovascolare e del sistema muscolo-scheletrico, elmintiasi, infezioni fungine, epilessia, cistite, ipertensione, tubercolosi, cistite, mughetto e altre patologie richiedono un trattamento obbligatorio.
  5. Gravidanza complicata, inclusi sanguinamento, aumento del tono uterino e polidramnios.

Se si verificano sintomi allarmanti (dolore tirante nell'addome inferiore, cefalea, comparsa di spotting), consultare un medico e rifiutarsi di nuotare fino a quando non viene fatta una diagnosi.

Aiuto in piscina per donne incinte

Il certificato richiesto in piscina è un documento importante che garantisce la salute del visitatore e la sicurezza degli altri. Le donne incinte, a differenza degli altri visitatori, non hanno bisogno del parere di un medico di malattie infettive. L'aiuto è fornito da un ginecologo che determina possibili controindicazioni e regole per visitare la piscina.

Il certificato viene aggiornato almeno una volta ogni sei mesi. Alcuni stabilimenti che hanno a cuore la sicurezza dei visitatori stanno stringendo i requisiti e chiedendo nuovi documenti ogni trimestre.

Regole generali per visitare la piscina

Per esercitarsi in piscina, le donne incinte devono prendersi cura delle seguenti cose:

  • ciabatte in gomma con scanalature sulla suola per proteggere da infezioni fungine e pavimenti scivolosi;
  • un costume intero, cuffia in gomma e occhialini da nuoto, risparmiando dagli effetti nocivi della candeggina;
  • asciugamani doccia individuali, escluso il contagio tramite asciugamani condivisi;
  • uno spuntino leggero e acqua potabile per recuperare le forze dopo l'allenamento.

Ci sono 3 opzioni per esercitarsi in piscina:

  1. Acquagym. Le sessioni di gruppo con un trainer ti aiuteranno ad apprendere la corretta tecnica di respirazione e lo stretching sicuro.
  2. Immersione. Trattenere il respiro per un breve periodo durante l'immersione è utile per gravidanze multiple che richiedono più forza durante il parto..
  3. Nuoto tradizionale. Striscia, osserva il tuo respiro e assicurati di fare brevi pause per recuperare le forze.

La durata della nuotata dipende dall'età gestazionale:

  • nel primo trimestre concentrati su 20-30 minuti e prenditi 1 giorno di riposo dopo ogni visita in piscina;
  • nel secondo trimestre il tempo può essere portato a 45 minuti, ma è imperativo concentrarsi sulle condizioni generali, in caso di segnali di pericolo, ridurre la frequenza delle visite;
  • nel terzo trimestre, lasciati guidare dalle regole del trimestre precedente, ma fai attenzione al liquido amniotico e al tappo mucoso e reagisci a eventuali cambiamenti.

Raccomandazioni

Ricorda che se ti senti bene e non hai controindicazioni, puoi nuotare in piscina in qualsiasi settimana di gravidanza. Per sicurezza, assicurati di rispettare le seguenti linee guida:

  1. Mangia 1,5 ore prima della lezione. Uno stomaco vuoto è pericoloso per debolezza e vertigini..
  2. Rimuovi il trucco prima della lezione e assicurati di fare la doccia. Residui chimici o residui proteici possono reagire con la candeggina, provocando allergie.
  3. Organizza un riscaldamento. Fai stretching delicatamente prima di entrare in acqua, riscaldando muscoli e legamenti.
  4. Tenere a destra. Prenditi il ​​tuo tempo in pista e dai agli altri visitatori l'opportunità di sorpassare. Non riposare nel mezzo del percorso, ma scegli posti in uno qualsiasi degli angoli della piscina.
  5. Nuota a temperature comprese tra 23 ° e 29 °. A temperature più basse, può essere provocato il congelamento e, a temperature più elevate, un aumento di pressione o un aborto spontaneo.
  6. Smetti di saltare in acqua. Non è consentita una gravidanza estrema.
  7. Usa la crema dopo aver nuotato in acqua con candeggina. Protegge dalle smagliature e dalla pelle secca.

Le donne incinte possono nuotare e prendere il sole? Regole di riposo per le future mamme

Le future mamme dovrebbero trattare il regime di riposo con ancora più attenzione..

“Io e mio marito vogliamo andare in vacanza al mare, ma sono preoccupato. Il fatto è che sono incinta e ho letto che alle donne nella mia posizione non è consigliato nuotare e prendere il sole. È così? E qual è il posto migliore per riposarmi quest'estate? " Tamara, 28 anni

Lo stereotipo è ancora vivo, secondo il quale le future mamme dovrebbero prendersi cura di se stesse ed evitare di prendere il sole e fare il bagno. Ma va ricordato che la gravidanza non è una malattia e le donne durante questo periodo dovrebbero fare tutto ciò che sarà utile per se stesse e per il bambino..

La prima regola è la moderazione!

La natura è un fedele aiuto per chi ha a cuore la propria salute. La cosa più importante è ricordare che qualsiasi medicinale è utile solo quando si osserva il dosaggio. Quindi, un tablet diventerà il tuo assistente, ma se prendi l'intero pacchetto in una volta, le conseguenze possono essere imprevedibili..

Lo stesso si può dire per rilassarsi al sole estivo e nuotare. Anche se non sei incinta, non dovresti passare l'intera giornata sotto i raggi cocenti. E le future mamme dovrebbero trattare il regime di riposo con ancora più attenzione..

Tuttavia, non c'è niente di complicato in questo. E, seguendo le regole menzionate in questo articolo, puoi goderti un riposo piacevole e produttivo..

La solarizzazione non è il nemico delle donne incinte

Prendere il sole è un ottimo modo per rafforzare il corpo. L'elioterapia (cioè la terapia del sole) è la chiave del buon umore, che è importante per una futura madre e il suo bambino.

Ma i raggi del sole hanno anche altri vantaggi. Ad esempio, aiutano ad accelerare il metabolismo, aumentare l'immunità, migliorare il funzionamento degli organi interni e delle ghiandole..

Prendere il sole aumenta anche la produzione di vitamina D3. È lui che è responsabile dell'assorbimento del calcio da parte del corpo, necessario per le donne in gravidanza. Alcuni dei problemi più comuni che devono affrontare le future mamme sono la caduta dei capelli, le unghie divise e, naturalmente, i problemi ai denti..

È per questo motivo che il medico prescrive preparati contenenti calcio per le donne in gravidanza e prendere il sole sarà un ottimo aiuto per prenderli. E non è tutto: la vitamina D3 è una garanzia che il bambino non svilupperà il rachitismo e le ossa del suo scheletro si formeranno correttamente. Perché - esci al sole!

Come prendere il sole in modo corretto e proficuo durante la gravidanza

Il corpo di una donna incinta è esposto ai raggi del sole molto più fortemente che durante gli altri periodi. Il fatto è che il background ormonale cambia e questo fattore favorisce la formazione di melanina, un pigmento che dona alla pelle una bellissima abbronzatura. La gestante, d'altra parte, può invece sviluppare macchie dell'età sulle aree aperte della pelle..

Tuttavia, questa non è affatto la peggiore conseguenza di un'esposizione prolungata al sole. Il surriscaldamento è molto peggio. Il feto non ha ancora formato i meccanismi di termoregolazione, e quindi l'entusiasmo della madre per prendere il sole può causare problemi nel funzionamento del sistema nervoso e del cervello del nascituro. Per evitare che ciò accada, è necessario seguire una serie di consigli.

Regole di abbronzatura per le donne incinte

  • Dimentica il solarium. Il tuo amico è il sole.
  • La luce solare diretta è pericolosa per le donne incinte. Sulla spiaggia è meglio nascondersi sotto l'ombrellone, nella natura - stare all'ombra degli alberi. Non preoccuparti delle scottature: non devi arrostirti al sole per ottenere un bel colorito color cioccolato.
  • Il momento migliore per prendere il sole è la mattina, prima delle 11:00 e la sera, dopo le 15:00. Durante il giorno, quando il sole è più intenso, è meglio stare al chiuso..
  • Se la temperatura supera i 30 gradi, si consiglia di non andare in spiaggia. In questi giorni è possibile prendere il sole durante piacevoli passeggiate..
  • Sulla spiaggia, sedersi su un lettino: ciottoli e sabbia si riscaldano fino a 60 gradi e oltre, il che minaccia di surriscaldarsi. Inoltre, la chaise longue ti consente di tenere la testa alta, il che è utile.
  • Scegli i vestiti giusti: devono essere ampi e traspiranti. Non dimenticare un copricapo (un cappello a tesa larga è il migliore, perché devi nascondere il viso dai raggi ed evitare macchie senili) e occhiali da sole, e un rossetto igienico salverà le tue labbra dall'asciugarsi. E, naturalmente, non uscire al sole senza crema solare..
  • Bere abbondantemente - almeno 2-3 litri al giorno. Assicurati di avere sempre con te dell'acqua (non bevande zuccherate e gassate, ma acqua normale). Questo ti aiuterà a rimanere idratato..

Vogliamo tutte essere belle, ma le future mamme non dovrebbero dimenticare: prendere il sole per loro non è un mezzo per ottenere un colorito color cioccolato, ma una procedura utile per un nascituro. Ciò significa che devi prendere il sole correttamente e non troppo a lungo..

Donne incinte e acqua: sai nuotare?

Il nuoto è un grande sport. Allena tutti i tipi di muscoli (compresi i muscoli addominali, che aiuteranno durante il parto) e la respirazione, allevia la stanchezza e il gonfiore. Nell'acqua, la futura mamma può nuovamente sentire leggerezza in tutto il corpo.

Ma non affrettarti ad entrare nel primo serbatoio che incontri. Assicurati che sia pulito prima. Gli esperti sconsigliano di nuotare in acque stagnanti, cioè in stagni e laghi. Il sistema immunitario delle future mamme è indebolito e quindi varie infezioni causate da microrganismi di questi serbatoi sono le più distruttive per le donne incinte. Ma visitare la piscina sarà completamente sicuro.

Non nuotare anche se la temperatura dell'acqua non supera i 20 gradi. L'ipotermia non è meno pericolosa del surriscaldamento.

Non dovresti nuotare per molto tempo. Non appena avverti i primi segni di stanchezza, scendi a terra e fai una pausa. Cerca di non nuotare lontano, poiché la possibilità di convulsioni nelle donne in gravidanza è notevolmente aumentata.

Riscaldati prima di entrare in acqua. Strofina i piedi e i polpacci, piega e piega le gambe, stai in punta di piedi. In questo modo eviterai le convulsioni..

È utile non solo per nuotare, ma anche per fare semplici esercizi fisici in acqua: giri, flessioni, alzando e abbassando braccia e gambe. Ma le immersioni e le immersioni dovrebbero essere dimenticate per un po '..

E, cosa più importante: i raggi UV ti colpiscono anche in acqua. Pertanto, sommate il tempo trascorso in spiaggia e il tempo trascorso a nuotare per evitare di stare troppo a lungo al sole..

Mare, mare... Le donne incinte possono andarci??

Non solo è possibile, ma anche necessario! L'acqua di mare contiene molti oligoelementi e sali, che rafforzano e tonificano il corpo.

Cosa cercare durante una gita in mare?

  • Il drammatico cambiamento climatico è il tuo nemico. È meglio scegliere luoghi con un clima marittimo mite. In Russia, una vacanza nella regione di Kaliningrad sul Mar Baltico o sul Mar Nero all'inizio o alla fine delle festività natalizie può essere un'opzione eccellente..
  • Non dovresti riposarti sulle famose spiagge affollate. L'immunità indebolita delle donne incinte richiede privacy, non folle.
  • Spesso il fondale è roccioso, e ancora più pericolosi sono i coralli che possono tagliare le gambe. Portare speciali pantofole di gomma per proteggere i piedi dalle ferite.
  • È necessario proteggersi da possibili infezioni genitali. Gel e creme per l'igiene intima ti aiuteranno in questo..

Il mare è utile non solo per il corpo, ma anche per l'anima (o, se preferite, per la psiche). La contemplazione del surf calma e crea pensieri positivi - e di cos'altro ha bisogno una donna incinta?.

Ogni gravidanza è diversa

E infine, ti diremo da dove iniziare. Più precisamente, la prima cosa da fare quando si pianifica una vacanza. Certo, stiamo parlando di andare dal dottore.

Solo uno specialista, dopo aver soppesato tutti i pro e i contro, ti dirà se è possibile per te prendere il sole e nuotare, se dovresti andare al mare e, in tal caso, che tipo di trasporto.

I medici della SMC Best Clinic daranno responsabilmente consigli su come costruire una vacanza per una donna incinta. Segui i loro consigli, segui le regole di stare al sole e in acqua, e allora le tue vacanze estive diventeranno non solo piacevoli, ma anche utili e sicure..

È possibile per le donne incinte nuotare: al mare, al lago, al fiume, in piscina

Se la gravidanza cade in estate, sorge la domanda sulla possibilità di fare il bagno. C'è un'opinione secondo cui il nuoto è vietato mentre il bambino sta aspettando. Tuttavia, gli esperti pensano diversamente.

Posso nuotare?

L'atteggiamento negativo verso il trascorrere del tempo in spiaggia durante la gravidanza è dettato principalmente dalle superstizioni popolari. Sin dai tempi antichi, si è creduto che una donna che aspetta un bambino non sia solo indecente per apparire nei luoghi pubblici, ma è pericolosa per la sua salute. Hanno cercato di nascondere la gravidanza. I vestiti si sono bagnati durante il bagno. Il profilo del ventre era impressionante. Si credeva che durante il periodo di portare un bambino a una donna, una donna fosse vulnerabile non solo ai pettegolezzi umani, ma anche agli spiriti maligni. La gente credeva che vivesse in gran numero nei bacini idrici..

A poco a poco, la superstizione ha cominciato a ritirarsi in secondo piano. Tuttavia, l'atteggiamento negativo persisteva. Si crede ancora che in attesa di un bambino, una donna debba stare il più lontano possibile dall'acqua..

Tuttavia, gli esperti sono dell'opinione opposta. Le donne incinte possono nuotare nel mare, nel fiume e in qualsiasi altro specchio d'acqua. Tuttavia, a condizione che sia pulito. La decisione sulla possibilità di nuotare nel bacino è presa da una commissione speciale. La spiaggia deve essere dotata di zone speciali.

Durante la gravidanza, il carico sulla colonna vertebrale aumenta. Il nuoto può ridurlo. Rilassa i muscoli. Questo aiuta a normalizzare il funzionamento di tutti gli organi interni. Nel secondo e terzo trimestre, il sangue può ristagnare nella metà inferiore del corpo. Lo stato rilassato che può essere raggiunto facendo il bagno nell'acqua disperde il sangue.

Fare il bagno richiede molto rilascio di calore. Di conseguenza, c'è un'accelerazione dei processi metabolici nel corpo..

Alcuni esperti consentono persino le immersioni. Tuttavia, questo deve essere fatto non di corsa, ma immergendosi in acqua in condizioni di calma. Questa procedura ti consente di allenare la respirazione. Consente di ripristinare e rafforzare il sistema respiratorio, nonché di prepararsi alle contrazioni successive..

Sul mare

Se non ci sono controindicazioni al nuoto e all'esposizione al sole, non rimandare una gita al mare a causa della gravidanza. L'acqua di mare contiene una grande quantità di oligoelementi. Penetrano nella pelle e hanno un effetto benefico sul corpo di donne e bambini. Le sostanze aiutano a rafforzare il sistema immunitario. Proteggono dal raffreddore.

Tuttavia, alcuni fattori correlati possono essere dannosi. Per questo motivo, sarà necessario prendere una serie di precauzioni. Quindi, devi scegliere il periodo ottimale per il viaggio. È meglio andare al mare nel secondo trimestre di gravidanza. Durante questo periodo, la tossicosi dolorosa finirà già. Tuttavia, la pancia non è ancora molto grande. Ciò consente alla donna di rimanere mobile..

Nelle ore di maggiore attività solare è vietata la visita alla spiaggia. È meglio fare il bagno in mare prima delle 10:00 o dopo le 17:00. È meglio trascorrere la maggior parte del tempo all'ombra. Non surriscaldare durante la gravidanza.

Puoi nuotare solo nel mare calmo con un fondo sabbioso. Il rispetto della regola eviterà stress e lesioni durante il nuoto.

Prenditi cura della protezione solare. È imperativo utilizzare la crema appropriata. Si applica a tutte le zone esposte del corpo. Deve essere rinnovato dopo ogni bagno.

Nel lago e nel fiume

Di solito, non è necessario fare lunghi viaggi per rilassarsi in riva al fiume o al lago. Nella stagione calda, si consiglia persino di trascorrere del tempo sulla riva di un serbatoio naturale durante la gravidanza. Tuttavia, è necessario scegliere con cura il tempo di riposo. Va ricordato che un'esposizione troppo lunga al sole durante il trasporto di un bambino è dannosa. Per questo motivo è meglio essere posizionato sotto una tettoia. Per evitare il surriscaldamento, la durata delle procedure dell'acqua non deve superare i 15 minuti. Il nuoto è consentito solo se l'acqua è pulita e trasparente.

Avendo deciso di rilassarsi in riva a un lago o un fiume, bisogna ricordare che le alte temperature dell'aria portano alla moltiplicazione degli agenti patogeni. Questa regola è particolarmente vera per i serbatoi con acqua stagnante. I microbi possono danneggiare la salute di donne e bambini. La regola non si applica ai laghi salati. Il sale in essi agisce come un disinfettante. Mentre nuoti, devi monitorare il tuo benessere. Se una donna si sente stanca e non sta bene, è necessario interrompere immediatamente le procedure idriche. Invece, è meglio sdraiarsi all'ombra..

In piscina

Oggi la popolarità del nuoto in piscina durante la gravidanza e dell'acquagym sono in aumento. C'è una ridistribuzione delle forze di gravità. Di conseguenza, la parte posteriore viene scaricata. Si osserva il rilassamento di tutti i gruppi muscolari. Inoltre, il medico prescrive l'esecuzione di esercizi speciali in acqua se il feto nell'utero è posto nella posizione sbagliata o se si osserva la sua ipossia.

Secondo le statistiche, le donne che hanno nuotato in piscina partoriscono molto più facilmente. Tornano alla loro forma precedente molto più velocemente. Tuttavia, è necessario tenere presente che l'acqua clorata può provocare reazioni allergiche. Spesso porta all'essiccamento delle mucose. Per questo motivo, durante la gravidanza, è necessario dare la preferenza alle piscine che utilizzano metodi di pulizia moderni. Quindi, l'ozonizzazione può essere un'alternativa alla clorazione.

Quando il bagno è controindicato?

È necessario rifiutare il bagno se esiste una minaccia di aborto spontaneo, in cui alla donna viene prescritto il riposo a letto. Il nuoto è vietato in caso di raffreddore, nonché a indicatori di bassa temperatura dell'acqua e condizioni meteorologiche avverse. Tuttavia, questi sono divieti generali che si applicano a tutti gli amanti della spiaggia..

Dopo 28 settimane, la balneazione deve essere effettuata con estrema cautela e solo in quei corpi idrici che sono stati preventivamente controllati e approvati da un'apposita commissione. Il fatto è che durante questo periodo il tappo mucoso inizia a indebolirsi. Non protegge più in modo affidabile il feto dai batteri nocivi. Le spiagge non attrezzate per il bagno dovrebbero essere evitate. Una regola simile si applica a corpi idrici sconosciuti, se il loro fondo è coperto di alghe o limo..

Va ricordato che durante la gravidanza il centro di gravità della donna si sposta. Questo la rende goffa e goffa. Dopo la nascita del bambino, tutto tornerà alla normalità. Tuttavia, prima che ciò accada, è necessario evitare aree di sosta pericolose..

È necessario decidere sulla possibilità di fare il bagno durante la gravidanza dopo aver consultato un ginecologo e un terapista.

Nuoto a seconda dell'età gestazionale

Alcuni esperti consigliano alle donne di astenersi dal fare il bagno all'inizio della gravidanza. Il fatto è che il primo trimestre è un periodo critico. Durante questo periodo, il rischio di aborto spontaneo è più alto. Un'eccessiva attività fisica può diventare un fattore provocante. Nelle prime fasi si osserva la formazione di un tappo mucoso. Tuttavia, non protegge ancora completamente l'ingresso dell'utero. È più probabile che i batteri entrino. La sua piena formazione è completata solo a 12 settimane di gestazione..

Se una donna non vuole rinunciare a nuotare in piscina, è necessario consultare uno specialista. In assenza di controindicazioni, il nuoto è possibile, ma è necessario dosare il carico. La sovratensione è severamente vietata. Per una nuotata confortevole, puoi usare tavole speciali. La durata di una lezione non deve superare i 20 minuti.

Il secondo trimestre è considerato il periodo più favorevole per l'attività fisica. In questo momento, una donna non è preoccupata per la nausea che si può incontrare durante la tossicosi. La pancia non è ancora troppo grande per causare disagio.

Se una donna si sente bene, può visitare la piscina fino a tre volte a settimana. In questo caso, la durata della sessione può essere fino a 45 minuti. Devi nuotare senza fare movimenti bruschi. Devi fare delle pause tra un approccio e l'altro. La scansione è lo stile di nuoto più sicuro durante la gravidanza. La respirazione dovrebbe essere libera. La distanza massima di 1 bagno non può superare i 200 m.

È consentito nuotare sulla schiena. Questo allevia la tensione dalla colonna vertebrale. Inoltre, c'è un rafforzamento dei muscoli delle braccia e dei glutei. È anche possibile immergersi nel secondo trimestre. La capacità di regolare la profondità dell'ispirazione consentirà alla donna di prepararsi per il parto imminente.

Nella tarda gravidanza, la pancia aumenta in modo significativo. Mette a dura prova la schiena e le gambe. Se una donna è impegnata in piscina durante questo periodo, aiuterà a rilassare i muscoli, alleviare lo stress sulla colonna vertebrale e ridurre la pressione sulle articolazioni. Gli allenamenti possono essere proseguiti come al solito se non ci sono controindicazioni. Le lezioni dovrebbero essere interrotte nel momento in cui il tappo mucoso se ne va. Un'infezione può facilmente entrare nella cervice aperta e il travaglio può iniziare in qualsiasi momento..

Regole di balneazione durante la gravidanza

Se una donna decide di nuotare durante la gravidanza, è necessario seguire una serie di raccomandazioni. Quindi, non vale la pena entrare in acqua se non è trasparente e il paziente non nuota bene. Questa situazione non ci permetterà di valutare realisticamente la profondità. La regola vale soprattutto se la spiaggia non è attrezzata per il nuoto. Una regola simile si applica se c'è una grande quantità di alghe nell'acqua..

La temperatura dell'acqua deve superare i 22 gradi. Se il valore è inferiore, aumenta il rischio di convulsioni. Vale la pena nuotare solo se non ci sono macchie dalla vagina. Se c'è una minaccia di interruzione della gravidanza, ma il riposo a letto non è prescritto, puoi bagnare i piedi in una giornata calda, Tuttavia, è meglio rifiutare il nuoto completo.

Opinione del dottore

L'attività fisica fa bene al corpo umano. Il nuoto ti permette di mantenere il tuo corpo in buona forma anche durante la gravidanza. Questo tipo di sport è il più ottimale quando il bambino sta aspettando. I trattamenti con l'acqua migliorano il benessere generale, aiutano a rilassarsi e sbarazzarsi di disturbi. Mentre si muove nell'acqua, la donna respira profondamente e ritmicamente. Questo le sarà poi utile durante la nascita del bambino. Il nuoto migliora la circolazione sanguigna e aiuta a rilassare i muscoli. C'è una diminuzione del carico sulle articolazioni e sulla colonna vertebrale. Questo evita il gonfiore e riduce il rischio di vene varicose. Durante l'esercizio, il corpo della donna non si surriscalda. In questo caso, viene esercitato un carico moderato su tutti i gruppi muscolari. In un'ora di lezione puoi bruciare più di 500 calorie. È molto più efficace dell'allenamento della forza in palestra..

Il nuoto è possibile dal momento in cui ricevi informazioni sulla gravidanza fino alla nascita. Tuttavia, è necessario seguire una serie di regole. Quindi, la durata delle lezioni non dovrebbe superare 1 ora. È vietato muoversi bruscamente. Per dare al corpo il carico necessario, bastano colpi leggeri. Quando senti i primi segni di stanchezza, devi terminare immediatamente l'allenamento..

Va tenuto presente che ci sono una serie di controindicazioni al nuoto. Per questo motivo, è necessario iniziare la formazione dopo aver consultato uno specialista. Se c'è una presentazione placentare o una minaccia di aborto, le lezioni sono severamente vietate. Devono inoltre essere fermati se la spina si è staccata prima della consegna..

Inoltre, vale la pena ricordare le precauzioni. L'acqua della piscina deve essere pulita. È meglio dare la preferenza ai luoghi in cui il trattamento dell'acqua viene effettuato senza l'uso di cloro. Devi muoverti con attenzione per la stanza sulla strada per la piscina. C'è un alto rischio di scivolare. Le scarpe dovrebbero essere antiscivolo e comode. Meglio farlo insieme a un amico o un marito. Se una persona cara è nelle vicinanze, sarà in grado di assicurare in caso di situazioni impreviste.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Metipred aiuta a rimanere incinta: indicazioni e controindicazioni

Parto

Gli ormoni sono "governatori" invisibili che controllano tutti i processi nel corpo femminile. La loro distribuzione errata porta a interruzioni nel lavoro dell'intero sistema riproduttivo.

Oligoidramnios moderati della gravidanza

Neonato

Il liquido amniotico è necessario per garantire il normale sviluppo intrauterino del feto. Per il futuro bambino, è un ambiente fisiologico confortevole, un'ulteriore fonte di nutrimento e ossigeno e anche una barriera protettiva che lo protegge da numerose minacce esterne.

Quanti grammi di latte materno mangia un bambino a 1,2 e 3 mesi

Infertilità

I genitori devono sapere quanto latte o latte artificiale un bambino dovrebbe mangiare nel primo mese di vita. È necessario tenere conto dell'intervallo di tempo tra i pasti e delle peculiarità dell'aumento di peso.

Calcolatore di gravidanza

Neonato

Come calcolare la data di scadenzaLa Stanford University aderisce alla seguente formula di calcolo:

    Imposta il primo giorno del tuo ultimo ciclo. Conta alla rovescia di tre mesi di calendario Aggiungi un anno e sette giorni a questa data.