Principale / Neonato

Ai neonati dovrebbe essere data acqua da bere?

Il corpo di un neonato nei primi mesi di vita funziona in modo speciale. Per questo motivo, l'introduzione di acqua uniforme nella dieta del bambino dovrebbe essere attenta..

La quantità di acqua che un bambino può bere dipende dal tipo di alimentazione. Vale la pena considerare lo stato di salute del neonato. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata anche alla qualità dell'acqua data al bambino..

Devo dare acqua a un neonato durante l'allattamento e l'alimentazione artificiale, quanto, quanto? Risposte alle domande - nell'articolo.

È possibile che un bambino beva?

I neonati hanno bisogno di acqua. Nei primi mesi di vita hanno un metabolismo molto veloce. Per questo motivo, il corpo del bambino perde rapidamente umidità, il che porta alla disidratazione..

Bere aiuta a ripristinare l'equilibrio dei liquidi. Allo stesso tempo, nei primi tre mesi del bambino, si consiglia di bere in quantità ragionevoli..

Se è sano, puoi dargli dell'acqua se necessario. Di solito il latte materno da solo è sufficiente per lui. Ma quando fa caldo, il bambino potrebbe aver bisogno di bevande extra. Poi ha bisogno di un po 'd'acqua per placare la sua sete..

Ai neonati può essere data acqua da bere, ma non in grandi quantità e secondo necessità. Questo vale per i primi tre mesi di vita dei bambini. Dal quarto mese, i bambini possono essere annaffiati in qualsiasi momento.

È necessario aggiungere acqua a un bambino durante l'allattamento?

La necessità di acqua è direttamente correlata al tipo di alimentazione del neonato. Di solito, l'allattamento al seno fornisce al neonato tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Potrebbe non aver bisogno di integrazioni aggiuntive.

Durante l'allattamento

La quantità di acqua nel latte materno è di circa il 90%. Include tutti gli oligoelementi necessari per un bambino..

Pertanto, durante l'allattamento, il neonato riceve la quantità necessaria di liquido. Potrebbe non aver bisogno di semplice acqua. Può essere somministrato solo tra le poppate..

Nei primi mesi di vita, ai bambini può essere offerta acqua pulita. Non puoi costringerli a berlo. È sufficiente dare al bambino due grandi cucchiai d'acqua da bere se chiede di bere. Questo di solito accade quando fa caldo..

Con artificiale

Le miscele in polvere differiscono per composizione dal latte materno. Sono ricchi di proteine. Quando si usano miscele artificiali, il bambino sentirà più spesso il bisogno di bere. Se un bambino mangia miscele secche, è necessario introdurre acqua nella sua dieta fin dai primi giorni di vita..

Inoltre, la sua quantità dovrebbe essere leggermente superiore a quella durante l'allattamento. Se il bambino mangia latte artificiale, è possibile somministrare alcuni cucchiai d'acqua tra i pasti..

Durante il giorno, può bere fino a 200 ml. Ciò è particolarmente vero nella stagione calda, quando il corpo perde molta umidità..

Pro e contro dell'assunzione di liquidi per un bambino

L'acqua per un neonato può essere sia benefica che dannosa. I suoi vantaggi per i bambini sono i seguenti:

  1. Prevenzione della disidratazione del corpo del bambino con il caldo.
  2. Rimozione di batteri e virus dal corpo del bambino.
  3. Calmare un bambino sotto stress.
  4. Eliminazione della bocca secca e degli occhi in un neonato.
  5. Dissoluzione accelerata dei farmaci nel corpo e loro rapido assorbimento.

Bere può danneggiare il corpo del bambino. I suoi svantaggi sono:

  1. Forte stress sui reni.
  2. Alto rischio di sviluppare la disbiosi.
  3. Provocare la malnutrizione.
  4. Rigetto rapido del bambino di latte materno sano.

In quest'ultimo caso, il neonato si abitua al capezzolo e smette di succhiare il seno della madre. La madre stessa alla fine riduce la produzione di latte. Il bambino deve essere passato a miscele secche meno utili.

Quando iniziare: età ottimale per l'introduzione nella dieta

Se il bambino mangia il latte materno, l'acqua può essere introdotta nella dieta nel quarto mese di vita. Se la madre non ha problemi con l'alimentazione, l'acqua può essere data al bambino anche sei mesi dopo la nascita..

Se il bambino mangia sia latte materno che miscele secche, l'acqua può essere introdotta nella dieta dal secondo o terzo mese di vita..

Se prevalgono miscele artificiali nell'alimentazione mista, è possibile iniziare a bere già entro il primo mese di vita. L'età ottimale per introdurre l'acqua nella dieta del bambino è il quarto mese di vita..

Cosa è permesso?

Ai neonati non dovrebbe essere data da bere acqua di sorgente. Contiene molti batteri e impurità. Possono provocare avvelenamento nel bambino..

Non adatto a bambini e acqua di rubinetto bollita. Anche dopo la lavorazione, contiene composti di cloro. Sono anche dannosi per la salute del bambino..

Qualsiasi acqua minerale è controindicata per i bambini. Le bevande medicinali sono proibite. Inoltre non puoi dare loro bevande gassate..

L'acqua del rubinetto domestica non è adatta ai bambini. Gli adulti possono berlo, ma nei bambini piccoli provoca spesso disturbi intestinali..

L'acqua in bottiglia speciale è adatta per i neonati. Deve contenere gli elementi necessari, ma in una certa quantità. Tale acqua non dovrebbe contenere troppi minerali..

L'acqua in bottiglia per bambini può essere conservata solo in frigorifero e non più di 24 ore dopo l'apertura. Quest'acqua non ha bisogno di essere bollita. Puoi acquistarlo in farmacia.

A un neonato può essere data un'acqua di rubinetto bollita una volta se l'appartamento ha un'unità filtrante speciale.

Come bere?

Il contenitore da cui il neonato beve l'acqua gioca un ruolo. Questo può giocare un ruolo nella costruzione delle giuste abitudini. È anche importante attenersi alla frequenza dell'assunzione di acqua e alla sua quantità. A volte il bambino ha bisogno di un'integrazione superiore alla norma. Uno di questi casi è anche il singhiozzo..

Quale contenitore?

Si consiglia di offrire l'acqua ai bimbi da un cucchiaio. Bevendo l'acqua da un cucchiaio, il bambino si abituerà a questo dispositivo più velocemente.

Se lo beve da una bottiglia con un capezzolo, entrerà nel suo corpo in modo incontrollabile. Questo metterà più stress sui reni..

Se bevi un bambino da una bottiglia, si consiglia di utilizzare contenitori di vetro o plastica di alta qualità.

Quanto e quanto spesso?

Il bambino non dovrebbe bere troppe bevande nei primi tre mesi. Se si nutre di latte materno, è sufficiente somministrare da 50 a 100 ml. Quando si alimenta con una formula artificiale, la necessità di acqua è maggiore. Un bambino potrebbe aver bisogno di 100-200 ml al giorno.

Puoi farlo 4 volte al giorno. Nella stagione calda, è consentito innaffiare il bambino più spesso.

Quando richiesto in eccesso rispetto alla norma?

È necessario integrare il bambino nei seguenti casi:

  • la presenza di diarrea;
  • la comparsa di vomito;
  • febbre alta con infezione;
  • il verificarsi di costipazione;
  • coliche gastriche e intestinali;
  • forte sudorazione.

Quest'ultimo caso si svolge nella stagione calda. Il bambino è spesso disidratato.

Se si verifica sullo sfondo di un'infezione, si manifesta sotto forma di aumento della temperatura, letargia. L'urina del bambino si concentra, la fontanella affonda. Con questa sintomatologia, è necessario dare da bere più spesso..

Con singhiozzo

Viene data acqua a un bambino con singhiozzo? Con questa condizione, è necessario darlo a un neonato.

Elimina le brusche contrazioni del diaframma e gli spasmi della laringe. In caso di singhiozzo, puoi dare al bambino un po 'd'acqua un po' più del normale.

In questo caso, è necessario eliminare la causa del singhiozzo. Se il bambino ha freddo, allora ha bisogno di scaldarsi i piedi. Si consiglia inoltre di tenerlo in posizione verticale.

Se il singhiozzo appare sullo sfondo di sovraeccitazione e pianto, lungo la strada è necessario calmare il neonato.

Cosa fare se il bambino rifiuta?

Se il neonato si rifiuta di bere, non dovresti provare a costringerlo. Ho bisogno di interessarlo.

Puoi aggiungere la composta di frutta secca. Questa bevanda sarà più gustosa per un neonato rispetto all'acqua normale..

Leggi come e quanto bere acqua per un bambino qui, sull'uso corretto dell'acqua da parte di una persona - qui.

In questa sezione vengono presentate tutte le informazioni più importanti e utili su come bere l'acqua per i bambini..

Video collegati

Puoi dare acqua a tuo figlio nel primo anno di vita o no, consigli video del pediatra:

Conclusione

Ai neonati può essere somministrata acqua fin dall'inizio della loro vita. Ne avranno meno bisogno se si nutrono di latte materno..

Con l'alimentazione artificiale, la necessità di liquidi nei neonati è maggiore. Dovrebbero essere dati dalla nascita. Il momento ottimale per l'introduzione dell'acqua nella dieta del bambino è dal terzo al quarto mese di vita.

Quando dare l'acqua a un neonato durante l'allattamento?

Il latte materno non è solo cibo per il bambino, ma anche bevanda, poiché è acqua 9/10.

Il corpo di una donna può adattarsi alle esigenze del bambino, determinando la composizione del latte in base alle sue esigenze. Sembra che non sia necessaria acqua aggiuntiva, ma ci sono situazioni in cui vale ancora la pena bere il bambino. Quando è possibile somministrare acqua a un neonato durante l'allattamento, in quali casi non dovrebbe essere fatto?

Quando dare l'acqua a un neonato durante l'allattamento?

I bambini di età inferiore a 3 mesi devono essere nutriti solo su consiglio di un pediatra. Ai bambini più grandi può essere data acqua senza paura dell'allattamento al seno. Se a tuo figlio piace bere l'acqua, non smettere di bere. La disidratazione è molto pericolosa, è importante che i genitori ricordino il rapido metabolismo del neonato e la significativa perdita di umidità.

È meglio iniziare a bere i bambini a partire dai 4 mesi di età. Si consiglia di farlo tra le poppate. La quantità di acqua consumata al giorno è individuale per ogni bambino, tuttavia, i pediatri consigliano di non somministrare ai bambini più di 100 ml di liquidi per 1 kg di peso corporeo al giorno. Questo include il latte materno, quindi la quota di acqua va da 30 a 70 ml, a seconda delle esigenze del bambino.

Puoi bere il tuo bambino da una bottiglia o con un cucchiaio. La seconda opzione è preferibile, perché in futuro ammorbidirà il processo di introduzione di cibi complementari, il bambino ricorderà cosa sono queste posate ea cosa servono. Non dimenticare che i neonati hanno ancora un volume di stomaco molto piccolo, quindi non è necessario somministrare molta acqua alla volta. All'inizio bastano 2-3 cucchiaini.

La necessità di liquidi in alcuni casi aumenta in modo significativo. Ad esempio, l'aria interna troppo secca o il surriscaldamento portano a una mancanza di umidità. Anche i bambini perdono molta umidità quando fa caldo e hanno bisogno di bere..

  • minzione rara;
  • mucose secche, pelle, lingua;
  • depressione della fontanella.

I medici raccomandano di somministrare dell'acqua per il raffreddore e altre malattie che sono accompagnate da un aumento della temperatura corporea. Spesso l'acqua aiuta se una persona piccola ha il singhiozzo.

Si può dare acqua ai neonati? Cosa dicono i massimi esperti?

Il noto pediatra E.O. Komarovsky sostiene che i bambini non dovrebbero essere costretti a bere acqua se non lo desiderano. Tuttavia, i genitori dovrebbero offrire periodicamente da bere al bambino, poiché a questa età non può ancora dimostrare di avere sete. Mamma e papà, essendo con il bambino, dovrebbero sempre avere con sé una bottiglia pulita di acqua potabile speciale per i bambini fin dalla nascita.

Komarovsky osserva che se c'è una carenza di latte materno, questa è una controindicazione all'acqua potabile. Il corpo femminile si adatta alle esigenze del bambino e se inizia ad applicare meno spesso al seno, il latte potrebbe scomparire completamente.

Evgeny Olegovich presta attenzione a quale tipo di acqua può essere somministrata ai neonati. Il bollito è "morto", gli animali non lo bevono, non ha nulla a che fare con il bere naturale. Il medico non vede nulla di sbagliato nell'uso di composta, uzvar, gelatina, bevanda alla frutta, se questi prodotti corrispondono all'età del bambino e non sono controindicati a causa di allergie e altre possibili patologie.

La pediatra Irina Vostrikova sostiene che i neonati non hanno bisogno di integrazione se una donna che allatta riceve abbastanza liquidi al giorno e beve almeno 2 litri di acqua pulita al giorno. Inoltre, nella stagione calda, tra le poppate, al bambino possono essere somministrati 10-15 ml di acqua, ma solo se non la rifiuta. Si consiglia di non superare la norma giornaliera di 150-200 ml di acqua, altrimenti il ​​carico sul tratto gastrointestinale potrebbe aumentare in modo significativo. A volte si può dare acqua di notte, questo vale per quei casi in cui il bambino si è svegliato e piange, ei genitori sono sicuri che non abbia fame.

Quando non dovresti dare acqua ai neonati durante l'allattamento??

La regola principale a cui i giovani genitori dovrebbero attenersi è di non dare l'acqua al bambino se non la chiede e non la vuole, e anche in assenza di sintomi di disidratazione. Durante i primi tre mesi di vita, il neonato non necessita affatto di integratori. Se la madre sente che il bambino ha sete, l'allattamento al seno è sufficiente. Il latte aiuterà a reintegrare la perdita di liquidi, mentre il bambino berrà esattamente quanto ha bisogno.

Inoltre, non è necessario somministrare altra acqua se il bambino è malnutrito. Dopo aver bevuto un po 'd'acqua, potrebbe provare una falsa sensazione di sazietà e smetterà di "lottare" per il latte nel seno di sua madre.

L'acqua in eccesso può provocare diarrea. Se il liquido non è sufficientemente purificato e filtrato, è possibile che un'infezione entri nel corpo del bambino, a seguito della quale si verificano gravi malattie, che sono molto difficili da affrontare durante l'infanzia..

  • bollito dal rubinetto (quando bolle, non tutti i batteri muoiono, mentre un tale liquido contiene composti clorurati pericolosi per i bambini);
  • da fonti aperte (è possibile il contenuto di nitrati, batteri nocivi e altri componenti pericolosi per i bambini);
  • minerale e gassata;
  • da normali caraffe filtranti domestiche, destinate agli adulti;
  • se il flacone originale non ha la marcatura appropriata che è destinato ai bambini, indicando l'età del bambino;
  • se è trascorso più di un giorno dall'apertura dell'acqua dei bambini ed è stato conservato fuori dal frigorifero;
  • da produttori sconosciuti, acquistato presso punti vendita sospetti, con imballo danneggiato, scaduto.

Una persona piccola ha bisogno di acqua dalla nascita. Se un bambino è allattato al seno, riceve abbastanza liquidi dal latte materno durante i primi mesi di vita. Tuttavia, ci sono situazioni in cui è ancora necessario integrare il neonato. Prima di dare acqua al tuo bambino, dovresti assolutamente consultare un pediatra.

autore-esperto: Andrey Gennadievich Smirnenko,

pediatra, dottore di ricerca, omeopata

A cosa pensate quando potete dare l'acqua a un neonato, cari lettori? Scrivi i tuoi pensieri e opinioni nei commenti!

Come dare l'acqua ai bambini, è possibile dare l'acqua ai bambini?

L'acqua per l'uomo è una sostanza naturale vitale. La persona stessa ne è costituita per l'85%, ne ha bisogno come mezzo nutritivo durante lo sviluppo intrauterino e poi, a partire dalla nascita, lo riceve nella composizione del latte materno.

Poiché il latte materno contiene 9 parti di acqua e i restanti componenti - proteine, carboidrati, grassi, vitamine, ingredienti minerali - rappresentano solo una parte. Da questo, alcuni concludono che dare acqua ai bambini non è necessario..

Le opinioni variano su questo, ma i genitori dovrebbero ascoltare ciò che dicono gli esperti. E raccomandano di includere bevande aggiuntive due mesi dopo la nascita del bambino. Questa è l'opzione migliore per compensare la perdita di umidità durante un periodo caldo..

Come fare, quando al bambino può essere data acqua naturale e quanto sono importanti domande, poiché il benessere del bambino, le condizioni della sua pelle, la normalità della digestione, i movimenti intestinali dipendono da questo.

Il bambino ha bisogno di acqua?

Un neonato non ha bisogno di acqua per l'allattamento al seno puro fino a due mesi di età. L'umidità necessaria per il funzionamento del corpo è sufficiente nel latte.

Per quanto riguarda il periodo successivo, la madre deve essere guidata da alcuni fattori e regole:

  1. Da tre mesi, se il bambino ha sete, puoi iniziare a dare acqua.
  2. È possibile determinare la necessità di bere ulteriormente con secchezza delle fauci, labbra.
  3. Un segnale che un bambino ha bisogno di acqua è una notevole sudorazione..
  4. Bere dovrebbe essere fatto da un cucchiaio per non abituare il bambino al biberon in anticipo.

Devi offrire dell'acqua e monitorare la reazione del bambino. Se gira la testa dall'altra parte, la procedura deve essere interrotta, non è necessario forzare a bere il bambino.

Le madri che allattano dovrebbero sapere che un neonato può dissetarsi ricevendo la prima porzione di latte. I primi rivoli sono privi di grassi, il bambino si ubriaca completamente e poi inizia a succhiare il latte intero e mangia.

Quando si può dare acqua ai bambini

L'età ottimale in cui l'acqua viene introdotta nella dieta del bambino è l'inizio del terzo mese. Perché non c'è posto per l'acqua potabile nella dieta delle prime settimane è facile da spiegare. Il liquido bevuto avverrà nello stomaco, il bambino succhierà meno il latte.

Il risultato può essere spiacevole conseguenze per le mamme:

  • dovrai esprimere il latte in eccesso;
  • la produttività del seno diminuirà.

Non c'è bisogno di temere di danneggiare tuo figlio dandogli dell'acqua da bere. Se non ne ha bisogno, lo sputerà fuori. L'allattamento al seno frequente è un modo per placare la sete nei primi due mesi. È questa tecnica che contribuisce alla formazione della porzione iniziale di latte scremato..

Il dottor Komarovsky sul fatto che un neonato abbia bisogno di bere acqua:

Dovrei dare acqua ai bambini

C'è qualche vantaggio nell'aggiunta di acqua? Come sono correlate l'acqua e la disbiosi? Cosa fare se il bambino ha caldo? Quando dare l'acqua al tuo bambino?

È abbastanza semplice rispondere alla domanda se i bambini hanno bisogno di acqua. Proviamo solo a tornare mentalmente indietro anche a cento anni fa. E pensiamo, quante mamme hanno sempre abbastanza acqua pulita (apparentemente bollita) da dare ai loro bambini senza mettere a rischio la loro salute? Per molte migliaia di anni di evoluzione umana, i bambini nei primi mesi di vita non hanno ricevuto acqua, perché questo significava un pericolo diretto per le loro vite. Cioè, è insolito per un essere umano come specie biologica bere bambini piccoli. Come, tuttavia, per altri mammiferi, i bambini iniziano a ricevere acqua quando iniziano a mangiare lo stesso cibo dei loro genitori. Se parliamo non solo di buon senso, ma anche di giustificazioni mediche, allora l'Organizzazione Mondiale della Sanità, come le ultime istruzioni del Ministero della Salute della Federazione Russa, propone di non dare ulteriori bevande ai bambini allattati al seno senza speciali indicazioni mediche, fino a circa sei mesi. Allora perche?
Il primo pericolo è la malnutrizione. Lo stomaco di una briciola ha le dimensioni del suo pugno ed è in grado di accettare ed elaborare una quantità limitata di cibo in arrivo (nel primo mese di vita è 1/5 - 1/6 del peso corporeo al giorno). E la particolarità del sistema nervoso di un neonato è tale che l'acqua provoca in lui un falso senso di sazietà. Pertanto, è importante che una madre capisca: se il suo bambino ha bevuto 100 ml di acqua, significa che non ha ricevuto 100 ml di latte. Allo stesso tempo, la crescita e lo sviluppo del bambino dipendono dal latte e l'acqua non gli porta assolutamente alcun beneficio..
Il secondo pericolo è una diminuzione della produzione di latte. Il latte viene prodotto in risposta alla suzione del bambino, cioè a quanto il bambino ha succhiato al seno - così tanto latte arriverà più tardi. Se la madre ha dato l'acqua al bambino, allora succhierà di meno. Particolarmente pericolosa a questo proposito è l'alimentazione notturna del bambino con l'acqua, perché durante le poppate notturne viene stimolata la produzione dell'ormone prolattina, che aumenta la produzione diurna di latte. Ciò significa che il bambino che allatta di notte, si procura così la quantità di latte necessaria durante il giorno. E se i “sostenitori” consigliano alla madre di “ingannare il bambino con un po 'd'acqua in modo che non lo disturbi di notte”, pensa che il bambino può essere ingannato, ma il sistema naturale di produzione del latte non può essere ingannato...
Il terzo pericolo è una violazione dell'equilibrio naturale nel sistema digestivo del bambino. Un bambino nasce con un intestino sterile e fino a circa sei mesi lo semina attivamente con una microflora benefica. Il latte materno aiuta a formare e mantenere il naturale equilibrio dei batteri nel sistema digerente e tutto ciò che il bambino riceve durante questo periodo della vita oltre al latte materno peggiora questo equilibrio. E se la pratica del bere diventa costante, molto spesso il bambino ha un eccesso di microflora dannosa oltre utile - lo stesso fenomeno che i nostri medici chiamano solitamente disbiosi. Una ricerca condotta specificamente dall'Organizzazione mondiale della sanità mostra che la maggior parte dei bambini allattati esclusivamente al seno durante i primi 6 mesi sono sani e crescono bene. E i bambini che hanno ricevuto acqua o tè oltre al latte materno hanno avuto disturbi intestinali tre volte più spesso dei bambini allattati al seno... Hai bisogno di un tale rischio?
Il quarto pericolo è la probabilità di rigetto del seno. L'acqua viene solitamente somministrata da una bottiglia con un capezzolo, il che spesso porta i bambini a "confusione del capezzolo", ovvero il rifiuto di succhiare il seno della madre a favore di un biberon.
Consideriamo ora gli argomenti di chi insiste sulla necessità di dare acqua al bambino.
L'acqua aiuta ad eliminare l'ittero infantile
L'ittero è causato dalla bilirubina, che è un enzima liposolubile. Non solubile in acqua, ma liposolubile. Cioè, non viene escreto dal corpo con l'acqua, ma viene escreto proprio con il colostro e successivamente con il latte, che, a differenza dell'acqua, contengono i grassi necessari al bambino in proporzione ottimale.
“Il latte è lo stesso alimento, ad esempio, del porridge. La fame deve essere soddisfatta dal cibo e la sete dal bere. Altrimenti, il bambino riceve calorie extra! "
In realtà, la consistenza del latte e del porridge è completamente diversa. Il latte è composto per l'85-90% da acqua. Se gli adulti mangiassero costantemente lo stesso cibo liquido, allora le supposizioni secondo cui dovrebbe essere liquefatto ancora di più, non sarebbero sorte... Inoltre, fino a una certa età, un bambino piccolo non distingue affatto tra fame e sete. Ecco perché, come già accennato, l'acqua crea in lui una sensazione di falsa sazietà, spostando il latte materno. Spostiamo l'enfasi: poiché prendere l'acqua non è biologicamente giustificato, è corretto dire non che un bambino allattato esclusivamente al seno riceve "calorie extra", ma che un bambino che viene integrato con acqua perde le calorie di cui ha bisogno.
"L'acqua dovrebbe essere somministrata se fuori fa caldo e l'aria nella stanza è secca."
In effetti, in estate, l'integrazione è sostenuta dal caldo e in inverno dall'aridità dell'aria in una stanza riscaldata. Tuttavia, molti studi sono stati condotti in tutto il mondo nei paesi secchi e caldi (ad esempio, in India a una temperatura di 35-40 ° C e un'umidità dal 10 al 35%; in Pakistan a una temperatura di 27,4-40,7 ° C e un'umidità dal 24 al 77%; in tropici a temperature da 4 a 41 ° C e umidità dal 9 al 60%), il che ha mostrato chiaramente che i bambini a cui era stata somministrata solo la mammella soffrivano di una minore disidratazione rispetto a quelli che erano stati alimentati con latte materno e integrati. Il fatto è che il latte materno contiene la concentrazione ottimale di tutti i sali e minerali necessari per il bambino - a proposito, se un adulto soffre di disidratazione, si consiglia anche di ripristinare l'equilibrio dell'umidità non con acqua naturale, ma con una soluzione di sali appositamente selezionati... Quindi, se La mamma pensa che il bambino sia caldo - non dovrebbe essere integrato con l'acqua, ma è più facile vestirsi e ventilare bene la stanza! Un bambino che ha sete chiederà semplicemente il seno di sua madre più spesso. In condizioni di calore estremo, puoi pulire il corpo del bambino con acqua fredda e l'aria della stanza renderà meno secco un umidificatore a vapore o una semplice pistola a spruzzo, ma in questo caso l'acqua è desiderabile all'esterno e non all'interno del corpo del bambino...
"Se un bambino è malato, l'acqua è indispensabile: ripristina l'equilibrio idrico, aiuta a eliminare i virus nelle urine e puoi dissolvere i farmaci in essa"
In quanto sopra, non c'è una singola funzione con cui il latte materno non potrebbe far fronte meglio dell'acqua. La stessa medicina che un bambino proverà con tutte le sue forze per sputarla diluita in acqua, la prenderà molto più favorevolmente con il latte materno estratto, che aiuterà anche una migliore assimilazione.
"Mio figlio a volte si calma subito dopo aver ricevuto una bottiglia d'acqua."
La parola chiave qui è bottiglia. Per molte ragioni diverse, il bambino a volte vuole succhiare qualcosa, ma non sul seno della mamma. I due modi più semplici e innocui per calmare un bambino che in questo momento non ha abbastanza seno di sua madre sono succhiare un dito lavato in modo pulito o semplicemente indicare il sonno, perché molto spesso è così che si comportano i bambini stanchi delle impressioni diurne prima di addormentarsi.
"Tutti hanno sete ei bambini non fanno eccezione!"
Ci sono molti cibi che gli adulti possono mangiare in sicurezza, ma che causeranno grossi problemi ai bambini, perché il loro sistema digerente non è ancora abbastanza maturo. Cercare di nutrire un bambino in base alle esigenze di uno stomaco adulto avrebbe conseguenze disastrose. La maggior parte dei bambini si rifiuta di bere l'acqua che viene offerta loro e inizia a dissetarsi solo dopo 9-12 mesi.

Devo dare acqua a un neonato?

La nascita di un bambino comporta sempre molte domande da parte dei genitori. Alcuni di loro sono, ovviamente, legati alla corretta alimentazione. E quasi sempre la prima cosa che le mamme chiedono è se dare acqua durante l'allattamento. Danneggerà la digestione e le feci? E se aggiungi acqua, allora con quale acqua, con che frequenza e da cosa? Scopriamolo in ordine con tutte le sfumature.

Soddisfare:

Quando un bambino ha bisogno di acqua

Molti pediatri affermano che un bambino di età inferiore a due mesi, se allattato al seno, con un normale assorbimento del latte materno e un aumento di peso regolare, non ha bisogno di acqua. Il latte materno disseta e protegge dalla disidratazione. Tuttavia, ci sono medici che esprimono un'opinione diversa. Quindi, quando integrare un neonato?

• Con alimentazione artificiale e mista. Le miscele, anche il più vicino possibile nella composizione al latte materno, vengono assorbite più a lungo e l'acqua aiuta la loro assimilazione. Pertanto, l'uso dell'acqua in questo caso è obbligatorio..

• Durante l'allattamento al seno con lattazione insufficiente. Purtroppo accade che il latte materno non sia sufficiente per il bambino. Se il bambino piange spesso, non ingrassa, aggiungi acqua al bambino e contatta immediatamente il pediatra per l'alimentazione mista o una transizione completa al latte artificiale.

• Nella stagione calda. In caso di calore, il fluido del corpo lascia il corpo molto più velocemente e nutrire un bambino con il latte significa costantemente farlo mangiare troppo. L'acqua in questo caso è la tua salvezza.

• Con singhiozzo. Come sapete, l'acqua aiuta a far fronte al singhiozzo. Questo è vero non solo per un adulto, ma anche per un bambino..

• Con vomito e diarrea. Eliminano il liquido dal corpo del bambino, che minaccia la disidratazione. Se incontri tali problemi, dai al tuo bambino quanta più acqua possibile..

• Per abbattere le alte temperature. Se il bambino è malato, la sua temperatura è aumentata, quindi il primo consiglio dato da tutti i medici, senza eccezioni, è di bere il più possibile. Il latte ad alte temperature è controindicato, sono ammessi solo prodotti a base di latte fermentato. Pertanto, la via d'uscita ottimale per la mamma sarà dare al bambino dell'acqua..

• Quando il bambino ha più di due mesi. Se un neonato può cavarsela solo con il latte materno, un bambino un po 'più grande non è più. Il corpo cresce, così come i suoi bisogni. Molti pediatri da 2,5 mesi consigliano già di integrare il bambino non solo con acqua, ma anche con composte di frutta secca.

Irina Vostrikova, pediatra della clinica MEDSI, ritiene che i bambini non abbiano bisogno di integratori, perché il latte materno è già al 90% di acqua. Tuttavia, questo può essere necessario se la madre stessa non beve abbastanza liquidi. Quindi, una madre che allatta dovrebbe bere almeno 2 litri di normale acqua naturale al giorno. Con il caldo, al bambino possono essere offerti 10-15 ml di acqua tra le poppate: se il bambino rifiuta, ora non sente il bisogno di liquidi aggiuntivi. Le stesse raccomandazioni valgono per l'alimentazione artificiale. È meglio dare l'acqua a un bambino con un cucchiaio, non da una bottiglia. Perché quando si allatta dal biberon, il bambino ha una "confusione di suzione" e inizia ad allattare al seno in modo errato - a causa di ciò, l'efficacia della stimolazione della produzione di latte è ridotta e i capezzoli sono feriti.

Quali pericoli possono esserci con l'assunzione anticipata di acqua

Molte madri, quando sentono parlare del divieto di aggiungere dell'acqua al bambino, sono sorprese. A quali problemi può portare un neonato a bere acqua frequentemente??

• Malnutrizione. Se dai da bere a un bambino poco prima della poppata, il liquido si diffonderà nello stomaco del bambino e lui mangerà meno latte. Di conseguenza, il bambino rimarrà affamato, il suo corpo riceverà meno sostanze nutritive e la madre non svuoterà le ghiandole mammarie, il che minaccia il ristagno del latte e una diminuzione dell'allattamento.

• Violazione della microflora intestinale. L'acqua potabile porta alla comparsa dei primi batteri nel corpo del neonato, che non sono sempre benefici. Questo è un carico sull'intestino, la probabilità di sviluppare la disbiosi.

• Caricare sui reni. L'introduzione di acqua nella dieta fa lavorare i reni in modo più intenso e il corpo di un neonato potrebbe non essere pronto per questo.

Elena Shmakova, consulente per l'allattamento al seno e la cura del bambino presso il Centro Lada, docente del corso WHO / UNISEF “Counseling sull'allattamento al seno” aggiunge che l'integrazione rappresenta un rischio per l'allattamento al seno stesso. Il fatto è che il latte viene prodotto in risposta alla suzione e la sua quantità dipende direttamente dalla frequenza della stimolazione del seno. Se dai da bere al tuo bambino, succhierà sempre meno spesso, il che significa che la stimolazione delle ghiandole mammarie diminuirà..

È sicura che il bambino dovrebbe essere integrato solo quando l'allattamento al seno non aiuta con la disidratazione del bambino a causa del malessere. La disidratazione può essere rilevata, ad esempio, quando il numero di minzioni è inferiore a 6 al giorno, l'urina è concentrata, scura, meno del solito.

Consigli generali per la finitura

Se decidi di integrare il bambino o devi farlo, perché il bambino è alimentato artificialmente o misto, allora dovresti aderire a determinate regole per non danneggiare il bambino.

• Deve essere somministrata solo acqua purificata. L'opzione migliore sarebbe acquistare acqua in bottiglia. Oggi nei negozi si possono trovare bottiglie d'acqua destinate ai bambini: ha subito tutte le pulizie possibili ed è priva di batteri nocivi. È anche possibile utilizzare l'acqua di pozzo a casa che è passata attraverso filtri speciali per bambini. Evita di usare l'acqua del rubinetto, anche filtrata.

• Utilizzare solo acqua bollita. Ciò riduce significativamente il rischio che briciole di batteri nocivi entrino nel corpo (quasi tutti muoiono quando vengono bolliti).

• Se possibile, utilizzare l'argenteria. Oggi puoi trovare cucchiai e bicchieri per bambini a prezzi convenienti. Questo metallo ha proprietà sorprendenti per distruggere gli agenti patogeni. Versare l'acqua in una tazza d'argento e lasciarla in infusione. In alternativa, puoi usare ionizzatori d'acqua d'argento. Questa scelta sarà più economica.

.• Se il bambino beve latte materno, dagli l'acqua con un cucchiaio. Sarà molto facile per lui bere da una bottiglia e alla fine potrebbe rifiutarsi di allattare

.• Se il bambino è sano e sta ingrassando bene, non è necessario insistere e dargli dell'acqua con forza. Quindi ha abbastanza latte materno.

• L'acqua deve essere somministrata 10-15 minuti dopo il pasto e tra i pasti. In nessun caso dare da bere prima di mangiare: le briciole avranno una sensazione di falsa sazietà..

• Monitorare attentamente le condizioni del bambino e non rifiutarsi di consultare nuovamente un pediatra. Dopotutto, si tratta della salute di tuo figlio.

Quando si può dare acqua a un bambino

Dovrebbe essere data acqua al bambino

Dalla nascita ai 6 mesi, un bambino che allatta riceve un'assunzione giornaliera di liquidi con il latte materno, poiché il latte materno è costituito dall'84-87% di acqua. Dai 4 mesi, a un bambino può essere offerto 1 cucchiaino d'acqua, ma è severamente vietato farlo bere. Un bambino sano non beve acqua fino a sei mesi, perché non ne ha bisogno. L'equilibrio idrico del corpo è mantenuto dal latte materno anche nella stagione calda.

Secondo la testimonianza di un pediatra, i bambini fino a sei mesi potrebbero aver bisogno di porzioni d'acqua nei seguenti casi:

  • quando il bambino ha la febbre;
  • con ritenzione delle feci;
  • in caso di diarrea;
  • quando si vomita.

Ai primi segni di disidratazione, al bambino deve essere data acqua da bere e chiamare immediatamente un medico.

Il corpo dei bambini allattati artificialmente richiede un rifornimento regolare di acqua. In primo luogo, l'artista fin dalla nascita utilizza l'acqua in cui viene diluita la miscela di latte. In secondo luogo, il tratto gastrointestinale richiede una piccola porzione aggiuntiva di liquido per digerire gli alimenti per bambini. A partire dal 5-6 ° mese di vita, quando vengono introdotti alimenti complementari, il bambino inizierà sicuramente a bere acqua.

Di quanta acqua ha bisogno un bambino viene determinata tenendo conto dei seguenti fattori:

  • peso corporeo del bambino;
  • la composizione del cibo consumato;
  • il desiderio del bambino di bere acqua;
  • la salute del bambino.

Importante!

I bambini che allattano possono bere acqua? Se il bambino è sano e non ci sono anomalie dello sviluppo, significa che tutti i componenti entrano nel corpo con il latte materno. Anche un 50 ml di acqua in più può interrompere l'equilibrio idrico del bambino, che può portare a disturbi intestinali..

Quanta acqua dovrebbe bere un bambino al giorno

Fino a sei mesi, un bambino alimentato con latte artificiale dovrebbe ricevere del liquido in piccole porzioni dopo aver preso il pasto principale. Quanta acqua dare a un bambino dipende anche dal suo desiderio. La tariffa giornaliera varia tra 100-150 ml. I bambini sotto i 6 mesi non dovrebbero bere più di 100 ml al giorno, la norma è 50-60 ml.

Il bambino beve molta acqua dopo 6 mesi, quando prova purè di patate e cereali. Da questo momento in poi, 1 kg di peso richiede 50 ml di liquido ottenuto con latte materno, latte artificiale e alimenti complementari, oltre che sotto forma di acqua distillata. I calcoli sono individuali per ogni bambino. Inoltre, 100 ml di latte sono paragonabili all'assunzione di 75-80 ml di acqua. Dai 6 mesi, il bambino dovrebbe consumare più di 150 ml di acqua al giorno.

Sul nostro sito web è possibile ordinare acqua potabile per neonati da fonti artesiane da marchi specializzati in nutrizione per neonati: Babushkino Lukoshko, Fleur Alpine, FrutoNyanya, Agusha, Humana e altri.

Tabella 1. Indicazioni per l'acqua potabile in neonati sani con diversi tipi di alimentazione per mesi
Età del bambinoTipo di alimentazioneVolume d'acqua al giorno
Dalla nascita a 1 meseLatte artificialeNon più di 60 ml
Latte materno-
Da 2 a 6 mesiArtificiale100-150 ml
Pettorale50-100 ml
Dai 6 mesiQualunquePiù di 150 ml

Alla domanda se dare acqua ai bambini prima dei sei mesi prima di prendere il latte artificiale o il latte materno, otterrai sicuramente una risposta negativa. Ciò è dovuto al fatto che lo stomaco è ancora molto piccolo, quindi il bambino sarà saturo di acqua e si rifiuterà di mangiare il latte. Questo può portare a disturbi nella crescita e nello sviluppo del bambino..

conclusioni

Per determinare se i bambini hanno bisogno di acqua, è necessario considerare il tipo di alimentazione e l'età del bambino. I bambini allattati al seno fino a 6 mesi di età non hanno bisogno di liquidi extra, tranne quando il bambino è malato. I bambini allattati artificialmente bevono da 60 a 150 ml di acqua al giorno dalla nascita.

I bambini possono bere l'acqua regolarmente, indipendentemente da qualsiasi fattore, da sei mesi. Durante questo periodo, è necessario un liquido aggiuntivo per elaborare nuovi alimenti che sono entrati nella dieta del bambino. Il tasso giornaliero di acqua aumenta a 150 ml o più.

È possibile dare l'acqua ai bambini

Senza eccezioni, tutte le giovani madri sono interessate a sapere se ai neonati può essere data acqua e se dovrebbe essere fatto. Le opinioni dei pediatri e i consigli delle generazioni più anziane di solito non coincidono. Le nonne affermano di aver dato da bere ai loro figli nei primi giorni di vita di un bambino e i medici moderni raccomandano di farne a meno..

Cosa dovrebbe fare una giovane madre per trovare la soluzione giusta? Considera se un bambino ha bisogno di acqua e cosa spiega il rifiuto di introdurla nella dieta di un neonato.

Il punto chiave qui è il tipo di alimentazione del neonato..

I neonati hanno bisogno di acqua durante l'allattamento?

I pediatri ritengono che l'allattamento al seno di un neonato copra il fabbisogno di liquidi del corpo. Ciò è spiegato dal fatto che l'85% del latte materno è costituito da acqua e il resto da nutrienti essenziali. Questa percentuale copre il fabbisogno di alcol del bambino..

Tuttavia, alcune madri ritengono che il bambino abbia bisogno di bevande extra, soprattutto quando fa caldo. Va tenuto presente che l'acqua bevuta farà sentire il bambino pieno e berrà meno latte. Di conseguenza, il bambino riceverà meno vitamine e minerali..

Inoltre, prima dell'introduzione di alimenti complementari, una tale situazione può provocare una diminuzione dell'allattamento, poiché il bambino non succhierà tutto il latte dal seno. Le poppate notturne sono di particolare importanza poiché l'ormone della produzione di latte viene sintetizzato più attivamente durante la notte..

Inoltre, c'è il rischio di sconvolgere l'equilibrio dei batteri nell'intestino del bambino. La natura ha stabilito che il latte materno è l'ideale per la formazione di una microflora sana, e tutto il resto può scuotere l'equilibrio naturale e causare il rischio di disbiosi nel bambino.

Un altro svantaggio significativo è che il bambino può rifiutarsi di allattare. Molto spesso, l'acqua viene data da una bottiglia con un capezzolo, che è molto più facile da succhiare rispetto a un seno. Per questo motivo, il bambino può dare la preferenza a questo particolare metodo di alimentazione..

L'acqua dovrebbe essere data a un neonato che è in GV solo quando ha la febbre o la diarrea. È anche consentito dare acqua a un bambino con un decotto di aneto o finocchio per le coliche. Questo aiuterà il bambino a far passare il gas..

Si raccomanda che un bambino nutrito con latte materno inizi a dare acqua contemporaneamente all'introduzione di alimenti complementari. Una briciola può rifiutare, quindi non dovresti insistere, ma offrila di nuovo tra una o due settimane.

Bere neonati alimentati artificialmente e misti

I bambini allattati artificialmente ricevono una quantità impressionante di proteine, il che significa che hanno bisogno di acqua. Quando si calcola la quantità per l'alimentazione artificiale, l'acqua non conta come cibo. Con l'alimentazione mista, anche il bambino ha bisogno di acqua.

La norma dell'acqua per un bambino all'età di 1 mese con alimentazione mista o artificiale è fino a 200 ml al giorno. Se il bambino è riluttante a bere, nulla la disturba e l'acqua non è necessaria.

Che tipo di acqua è giusta per i neonati

L'acqua speciale è preferibile per i neonati. Nelle farmacie puoi trovare acqua ricostituita speciale per bambini. L'età a cui è destinato è indicata sulla bottiglia. Se non è possibile acquistare acqua in bottiglia, va bene l'acqua normale. Ma vale la pena ricordare che il bambino può essere bevuto solo con acqua bollita..

Il più utile è l'acqua di fusione. La sua ricetta è semplice: devi versare l'acqua normale in un contenitore e metterla su un foglio di cartone nel congelatore. Dopo un po 'di tempo, dopo che l'acqua si è congelata, la ciotola viene estratta e lasciata scongelare a temperatura ambiente.

La migliore temperatura dell'acqua per l'integrazione dei neonati è di 22-25 ° С.

Come dare l'acqua al tuo bambino

È ottimale innaffiare il bambino con un cucchiaio. Quindi puoi controllare la quantità di acqua che bevi e nel caso di GW il bambino non imparerà a bere attraverso il capezzolo.

Quando dare l'acqua a un neonato

Un bambino che riceve latte materno può ricevere acqua solo dopo essere stato applicato al seno, altrimenti lo stomaco si riempirà e il bambino non mangerà la quantità di latte desiderata. I genitori devono decidere quanta acqua dare ai bambini al giorno. Normalmente, un bambino di età inferiore a 2 mesi beve 10-30 ml di acqua al giorno..

Con IV, l'acqua dovrebbe essere offerta al bambino negli intervalli tra le poppate, a condizione che il bambino non mostri segni di ansia.

Tuttavia, se i genitori vedono sintomi di disidratazione, al bambino deve essere somministrata acqua. I seguenti segnali segnalano la mancanza d'acqua:

  • il bambino diventa insolitamente letargico o lunatico;
  • il bambino lampeggia molto raramente;
  • la pelle diventa pallida, desquamazione, si verifica secchezza;
  • anche la lingua diventa secca;
  • la minzione è rara e l'urina diventa scura e con un odore aspro;
  • appare la stitichezza;
  • la fontanella nei neonati inizia ad affondare;
  • quando al bambino viene offerto da bere, afferra avidamente il capezzolo (cucchiaio, bicchiere).

La regola di base è non sperimentare con un neonato, soprattutto nei primi mesi di vita. L'acqua è necessaria nel corpo del bambino, ma i genitori devono controllarne l'assunzione e seguire le raccomandazioni degli specialisti.

Come consigliato dal Dr.Komarovsky E.O. nell'articolo "Domanda dei bambini: bere o non bere": "Non ha senso costringere un bambino sano a bere acqua... Il tuo compito è offrire, ma bere o non bere - il bambino deciderà da solo"..

Devo aggiungere acqua al bambino?

Un adulto ha bisogno di bere fino a due litri di liquido al giorno, ma quanto dovrebbe bere un bambino? Questa domanda viene posta più spesso dalle giovani madri, perché devono regolare la nutrizione del bambino, nonostante stia allattando o allattando artificialmente. Si parla molto di latte materno. È abbastanza per un bambino? Devo dare l'acqua ai bambini allattati esclusivamente al seno??

Latte materno e acqua: raccomandazioni dell'OMS

Non appena nasce un bambino, i rappresentanti della vecchia generazione corrono in soccorso con consigli, suggerendo di non nutrire il bambino di notte, ma di dare acqua. Ma secondo le moderne raccomandazioni dell'OMS, un neonato dovrebbe essere nutrito su richiesta e l'acqua dovrebbe essere introdotta nella dieta del bambino solo da 4-6 mesi. Il fatto è che il latte materno ha una composizione unica che sostituisce cibo e bevande per un bambino. Oltre ai principali nutrienti, è composto fino all'88% da acqua. Il corpo femminile è progettato in modo da produrre tutto il latte di cui il bambino ha bisogno. Cioè, se il bambino vuole bere, chiederà più spesso il seno, quindi il volume di latte prodotto dalla madre è sempre di più. La stessa situazione può essere tracciata con la composizione del latte materno: cambia con la crescita del bambino, nonché su sua richiesta. Se il bambino allatta spesso per un breve periodo, consuma più latte anteriore, è meno grasso, l'88% è costituito da acqua. Solo nella composizione, una tale bevanda è molto più utile per un neonato rispetto alla normale acqua potabile con hw. Contiene molti nutrienti, zucchero del latte, sali e mantiene intatto l'equilibrio elettrolitico del corpo del bambino. Questo è il motivo per cui un bambino sano ha abbastanza latte materno ed è necessario bere ulteriormente solo secondo un parere medico..

Ma con l'introduzione della prima alimentazione complementare, l'acqua dovrebbe essere introdotta gradualmente nella dieta del bambino, perché le purea di frutta che il bambino prova per prime contengono meno acqua del latte materno.

Come assicurarti che il tuo bambino riceva abbastanza liquidi

Alcune madri danno al bambino più da bere per ignoranza che per bisogno, credendo che il bambino non riceva abbastanza liquidi. Infatti, se un bambino guadagna più di 600 g di peso in un mese e fa pipì fino a 12 volte al giorno, allora tutti i segni vitali del bambino sono normali, non è necessario integrare il bambino. E ancora di più, se la madre nutre il neonato su richiesta, senza aspettare 3-4 ore, il bambino stesso succherà tutto il latte di cui ha bisogno. Vale la pena dare acqua al bambino durante la malattia e con l'introduzione di alimenti complementari. Allo stesso tempo, è meglio dare acqua da una tazza o da una speciale bottiglia antigoccia. Col tempo, è meglio annaffiare il neonato in circa 10 minuti. prima del pasto principale, così il bambino si ubriaca e prepara lo stomaco al latte che è più difficile da digerire.

Indicazioni mediche per l'integrazione

Fino a quando il bambino non sarà completamente cresciuto e più forte, i dubbi tormenteranno costantemente la giovane madre. Ma ci sono casi in cui vale la pena dare da bere a un neonato durante l'allattamento per motivi medici. Ragione principale:

  • febbre, raffreddore, febbre: un'ulteriore assunzione di liquidi durante questo periodo aiuterà a ridurre la pelle secca, ripristinare l'equilibrio del sale marino nel corpo e alleviare le condizioni generali della malattia;
  • diarrea, vomito rimuovono il liquido dal corpo, quindi bere extra aiuterà a reintegrarlo;
  • stitichezza: il liquido in eccesso rende le feci più sottili, il che aiuta lo svuotamento;
  • ittero: se dai al bambino un po 'di bevanda durante l'allattamento, la malattia scompare più velocemente. Quindi, le particelle di ferro in eccesso vengono escrete dal corpo del bambino nelle urine e i sintomi della malattia scompaiono;
  • forte sudorazione;
  • alta temperatura, bassa umidità dell'aria - il calore intenso all'esterno non è un motivo per bere, una bevanda abbondante in questo momento è necessaria per la madre e al bambino dovrebbero essere fornite condizioni confortevoli (un'ombra corrispondente al regime termico dell'abbigliamento), se possibile, dare un seno. Per prevenire la disidratazione del corpo, dovresti mantenere la temperatura ottimale nella stanza in cui si trova il bambino - 20 gradi, umidità - non più del 70%, e durante le passeggiate all'aria aperta puoi bere dell'acqua;
  • il medico può dare indicazioni per bere ulteriormente a un neonato in caso di infezione intestinale e disturbi dello stomaco. In questo caso, se il tratto digestivo è interrotto, è necessario seguire le istruzioni del pediatra su quanto, quando dare acqua al bambino, somministrare farmaci carminativi per le coliche (acqua acquistata o aneto);
  • alcuni sorsi di liquido caldo aiuteranno a far fronte al singhiozzo.

Vale la pena aggiungere acqua al bambino se ci sono chiari segni di disidratazione:

  • calore;
  • malessere generale, labbra secche, occhi;
  • cambiare il colore dell'urina in più scuro, troppo concentrato e urinare non più di 7 volte al giorno;
  • depressione della fontanella.

In alcuni casi, le conseguenze possono essere così gravi da richiedere l'intervento medico e il ricovero.

Che tipo di acqua è meglio per un neonato

Non è del tutto corretto credere che i bambini dovrebbero usare l'acqua bollita. Durante l'ebollizione, alcuni batteri vengono uccisi e, inoltre, tale acqua contiene molto cloro, che è troppo dannoso per la salute dei giovani. L'acqua per i neonati non deve essere presa da fonti aperte che contengono nitrati non necessari e impurità nocive e non si deve somministrare ai neonati acqua minerale o acqua gassata commerciale. Anche l'acqua passata attraverso un semplice filtro a casa non funzionerà..

Puoi acquistare la bevanda corretta in un negozio di alimentari o in farmacia. Questa è l'acqua in bottiglia per i bambini, che contiene necessariamente informazioni sul controllo RAMS. I requisiti per un tale liquido sono più severi rispetto all'acqua normale per adulti. Sostanze in esso contenute:

  • calcio - meno di 60 mg per litro;
  • potassio - fino a 20 mg;
  • sodio - meno di 20 mg;
  • magnesio inferiore a 30 mg / l.

La quantità totale di minerali contenuti non deve essere superiore a 300 mg per 1 litro.

Ci sono requisiti speciali per la fornitura di tale acqua: non ha bisogno di essere bollita, ma è meglio conservare una bottiglia aperta in frigorifero solo per 1 giorno dopo che è stata aperta. È meglio acquistare acqua in un contenitore di vetro o in policarbonato: puoi distinguere un tale contenitore dal numero 7 indicato sul fondo della bottiglia.

Alcuni genitori acquistano un filtro per bambini specializzato: un dispositivo abbastanza conveniente e redditizio. Un filtro a caraffa pulisce bene l'acqua, dura in media 150 litri. Dopo la pulizia, l'acqua è utile non solo per bere per un neonato, ma anche per preparare i piatti dei bambini.

La temperatura dovrebbe essere fino a 30 gradi per i neonati e nei primi mesi di vita, in seguito la temperatura può essere abbassata a 20 gradi. Vale la pena evitare l'acqua troppo fredda, che porterà a mal di gola, oltre che molto calda: il bambino può ottenere ustioni o costipazione delle mucose.

Quanta acqua può essere data a un neonato

Se non segui il dosaggio nel bere per i neonati, puoi commettere un grave errore: il bambino si abituerà a bere acqua, non latte. Si riempirà lo stomaco o si rifiuterà di mangiare. Pertanto, i giovani genitori dovrebbero assolutamente chiarire il volume di liquidi raccomandato per ogni età. Per un bambino, la norma non è superiore a 60 ml al giorno, vale la pena bere da un cucchiaio, non dare più di 20 ml alla volta, quindi i reni del bambino funzioneranno correttamente ei genitori possono facilmente controllare la quantità di acqua consumata.

È necessario dare acqua ai bambini con alimentazione artificiale e mista

Quando vengono nutriti con latte artificiale, i bambini consumano grandi quantità di proteine ​​dalla formula. Ciò significa che fin dai primi giorni di assunzione è necessario introdurre acqua nella dieta. Dovrebbe essere somministrato tra una poppata e l'altra, mentre il volume del liquido non dovrebbe influenzare in alcun modo il volume del cibo. L'acqua dovrebbe essere data da una bottiglia, una tazza o un cucchiaio secondo necessità.
Con l'alimentazione mista, l'acqua dovrebbe essere somministrata in quantità molto inferiori rispetto a quelle artificiali. Il tasso medio per un neonato va da 100 a 200 ml al giorno.

Se il bambino è nato sano, è stato immediatamente allattato al seno, non riconosce il biberon, quindi non ha bisogno di bevande aggiuntive. Per una madre è necessaria una maggiore e abbondante assunzione di liquidi per aumentare l'allattamento. Il bambino riceverà tutti gli oligoelementi necessari dal latte materno, nei primi mesi di vita non distingue molto il desiderio di bere dalla fame. E più tardi, all'età di 3 mesi, il bambino stesso mostrerà a sua madre che vuole bere, ma in questo caso, la bevanda dovrebbe essere offerta solo al bambino, non è necessario versarla o costringerla a bere. Inoltre, vale la pena bere bambini in caso di condizioni fisiologiche scomode, per motivi medici, così come bambini allattati artificialmente.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Pannolini Merries

Parto

I pannolini Merries presentati nel nostro assortimento non sono invano popolari. I prodotti fabbricati con un marchio noto tengono conto di tutte le caratteristiche dei neonati e dei bambini leggermente più grandi.

Buon lassativo per l'allattamento al seno per la mamma

Concezione

Un lassativo per l'allattamento al seno per una madre non è così facile da raccogliere. Dopo tutto, molte droghe sono proibite durante questo periodo.

Insufficienza fetoplacentare durante la gravidanza

Neonato

Sfortunatamente, non tutte le donne incinte godono della loro posizione "interessante" per 9 mesi. Alcune donne incinte, per mantenere il bambino, devono mentire sul sostegno o visitare una clinica prenatale più volte alla settimana.

Storia della mia gravidanza (per chi ha intenzione di leggerla è obbligatoria)

Parto

Finora non sono andata a capofitto in uno stato di gravidanza e prenatale, e il ricordo di un periodo di tre anni di attesa delle amate due strisce è fresco nella mia memoria, voglio condividere la mia storia nella speranza che qualcuno che pianifica prenda qualcosa di utile per se stesso.