Principale / Nutrizione

Gravidanza e antibiotici

E che il ginecologo non ti ha detto niente?

O pensi che tutte le menti brillanti della medicina si siano riunite qui? È meglio consultare uno specialista. Anche la mia amica ha iniettato antibiotici, non sapeva che era incinta. La ragazza è nata sorda. Non ti sto chiamando per un aborto adesso, ma sto cercando di comunicarti che la questione è molto seria.

durante la gravidanza ho sofferto anche di sinusite

ma lì sapevo che ero incinta e i dottori mi prescrissero un antibiotico più parsimonioso Amoxiclav e io bevei mezza pillola, ero incinta di 3 mesi, e poi a 38 settimane mi ammalai anche di ARVI e quasi presi di nuovo la sinusite e fui subito in ospedale (in patologia ) iniettato con l'antibiotico Ampicillina corrente per 2 giorni Il bambino è nato sano, senza patologie ugh ugh ugh. Ma penso che tu abbia bisogno di consultare molto bene il tuo medico, io stesso ho sinusite cronica e prescrivo costantemente antibiotici con grave esacerbazione, ho preso anche Ceftriaxone e questo è un antibiotico molto forte della classe delle cefazoline. E proprio perché la mia sinusite è nuovamente peggiorata dopo parto, i medici hanno prescritto questo farmaco, ho dovuto interrompere HB a 4 mesi. Hanno detto un antibiotico molto forte. Quindi, assicurati di mostrarti di nuovo al ginecologo, penso che in questo momento non sia così difficile identificare la patologia fetale in una data precoce, e quindi la scelta è tua.

non c'è niente di peggio. qui 50 a 50, come il destino si volterà a te.
Anche se non sono stato trattato con antibiotici, mi sono state date diagnosi terribili ad ogni ecografia, hanno provato a mandarmi per un'interruzione a 20 settimane, abbiamo avuto una sorta di cattivo flusso sanguigno per 1 ecografia. l'intera gravidanza è andata come in un sogno terribile, ma la questione dell'interruzione non è stata nemmeno sollevata: partorirò e basta. assolutamente sano ugh ugh baby è nato, ma non poteva.. quindi dipende solo da te.
ma dagli antibiotici ci sono conseguenze come sordità, stupidità. e non lo vedrai su nessuna ecografia

Gli antibiotici sono più pericolosi per il feto nel primo trimestre di gravidanza.

Onestamente, non capisco gli antibiotici, è meglio consultare un medico. Le gocce nasali, a proposito, sono ancora più pericolose degli antibiotici. Ci sono, ovviamente, molti casi di esito positivo, ma chi lo sa.

Ceftriaxone è prescritto per le donne in gravidanza

Partorire, il bambino sarà sano e senza patologia.

Sono in ospedale al salvataggio

il medico ha prescritto l'amoxiclav, non sapevo allora di cosa fosse irto a 5-6 settimane di gravidanza, ma il medico che ha prescritto questi stessi antibiotici aveva un aspetto simile o il mio sesto senso era aggravato, in generale ho soffocato che qualcosa non andava e Non li ho bevuti e la cosa più interessante è che non c'era bisogno evidente di antibiotici. È così che succede

proprio come la mia storia

Anch'io, non sapendo che ero incinta per via dell'iniezione di ceftriaxone, stavo per abortire, ma mio marito mi ha dissuaso, grazie a lui per questo. sebbene fossi ancora visitato dai genetisti del centro medico. se decidi di lasciare il bambino, prendi un rinvio dal ginecologo e controllalo, sicuramente non sarà superfluo. abbiamo già tre anni, grazie a Dio, va tutto bene. buona fortuna a te

CEFAZOLIN

Gruppo clinico e farmacologico

Sostanza attiva

Forma, composizione e confezione del rilascio

Polvere per preparazione di soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare di colore bianco o quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)250 mg

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

Polvere per preparazione di una soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare da bianco a quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)500 mg

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

Polvere per preparazione di una soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare da bianco a quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)1 g

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico cefalosporinico di prima generazione. Agisce battericida.

Possiede un ampio spettro di azione antimicrobica. È attivo sia contro i microrganismi gram-positivi (Staphylococcus spp., Non produce e non produce penicillinasi, Streptococcus spp., Pneumoccccus spp., C. diphtheriae, B. antracis) sia contro i microrganismi gram-negativi (N. meningitidis, N. gonorrhoeae., Shigella spp. Salmonella spp., E. coli, Klebsiella spp.). Attivo anche contro Spirochaetaceae e Leptospiraceae.

Il farmaco non è efficace contro P. aeruginosa, ceppi indolo positivi di Proteus spp., M. tuberculosis, microrganismi anaerobici.

  • Fai una domanda all'urologo
  • Visualizza le istituzioni
  • Acquista medicinali

Farmacocinetica

Se assunto per via orale, viene distrutto. T C max dopo somministrazione i / m di 0,25, 0,5 e 1 g - 1-2 h, C max - 17, 38 e 64 μg / ml, rispettivamente. Dopo somministrazione endovenosa di 1 g C max entro la fine dell'infusione 188 μg / ml, dopo 8 ore - 4 μg / ml.

Comunicazione con proteine ​​del plasma - 85%. V d - 0,12 l / kg. Penetra negli organi e nei tessuti del corpo (comprese articolazioni, CVS, cavità addominale, reni e vie urinarie, orecchio medio, placenta, vie respiratorie, pelle e tessuti molli). Nei pazienti con normale funzione delle vie biliari, la concentrazione nel tessuto della cistifellea e della bile è significativamente più alta che nel plasma. Con l'ostruzione delle vie biliari, la concentrazione nella bile è significativamente inferiore rispetto al plasma.

Metabolizzato nel fegato. T 1/2 - 1,4-1,8 ore (nei neonati di età inferiore a 1 settimana - 4,5-5 ore). Viene escreto dai reni in una forma invariata durante le prime 6 ore - 60-90%, dopo 24 ore - 70-95%. In caso di funzione renale ridotta T 1/2 - 3-42 ore Moderatamente escreto durante l'emodialisi.

Indicazioni

Malattie infettive e infiammatorie causate da agenti patogeni sensibili al farmaco:

  • sepsi;
  • peritonite;
  • endocardite;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infezioni del tratto genito-urinario, comprese la sifilide e la gonorrea;
  • lesioni infettive di ossa e articolazioni.

Prevenzione delle complicanze postoperatorie.

Controindicazioni

  • gravidanza;
  • allattamento;
  • ipersensibilità ai farmaci del gruppo delle cefalosporine e altri antibiotici beta-lattamici.

Non prescritto per i neonati.

Con cautela: insufficienza renale / epatica, enterocolite pseudomembranosa.

Dosaggio

V / m, i / v (getto e gocciolamento). La dose giornaliera media per gli adulti è di 0,25-1 g; la frequenza di somministrazione è 3-4 volte al giorno. La dose giornaliera massima è di 6 g (in rari casi - 12 g). La durata media del trattamento è di 7-10 giorni.

Per la prevenzione dell'infezione postoperatoria - endovenosa 1 g 0,5-1 ore prima dell'intervento, 0,5-1 g - durante l'operazione e 0,5-1 g - ogni 8 ore durante il primo giorno dopo l'intervento.

I pazienti con funzionalità renale compromessa richiedono una modifica del regime di dosaggio in base ai valori CC: con un CC di 55 ml / min o più o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,5 mg% o inferiore, è possibile somministrare l'intera dose con un CC di 54-35 ml / min o una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,6-3,0 mg%, è possibile somministrare l'intera dose, ma gli intervalli tra le iniezioni devono essere aumentati a 8 ore; con CC 34-11 ml / min o concentrazione di creatinina plasmatica 3,1-4,5 mg% - 1/2 dose a intervalli di 12 ore; con CC 10 ml / min o meno o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 4,6 mg% o più - 1/2 della dose abituale ogni 18-24 ore. Tutte le dosi raccomandate sono somministrate dopo una dose di carico iniziale di 500 mg.

Bambini di età pari o superiore a 1 mese - 25-50 mg / kg / giorno; nelle infezioni gravi, la dose può essere aumentata a 100 mg / kg / die. Frequenza di somministrazione - 3-4 volte / giorno.

Nei bambini con funzionalità renale compromessa, il regime posologico viene regolato in base ai valori di CC: con CC 40-70 ml / min - 60% della dose giornaliera media e somministrato ogni 12 ore; con CC 20-40 ml / min - 25% della dose giornaliera media con un intervallo di 12 ore; con CC 5-20 ml / min - 10% della dose giornaliera media ogni 24 ore. Tutte le dosi consigliate sono somministrate dopo la dose di carico iniziale.

Preparazione di soluzioni per iniezioni e infusioni: 0,5 g del farmaco vengono sciolti in 2 ml di acqua per preparazioni iniettabili, 1 g - in 4 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Per la somministrazione in bolo endovenoso, la soluzione risultante viene diluita con 5 ml di acqua per preparazioni iniettabili, quindi iniettata lentamente nell'arco di 3-5 minuti. Per flebo endovenoso, il farmaco viene diluito con 50-100 ml di soluzione di destrosio al 5% o 10%, soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di Ringer, soluzione di bicarbonato di sodio al 5%.

Durante la diluizione, le fiale devono essere agitate energicamente fino a completa dissoluzione..

Effetti collaterali

Reazioni allergiche: orticaria, brividi, febbre, eruzione cutanea, prurito; raramente - broncospasmo, zosinofilia, eritema multiforme essudativo, eritema essudativo maligno (sindrome di Stevens-Johnson), necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell), angioedema, shock anafilattico.

Da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea o costipazione, flatulenza, dolore addominale, disbiosi, candidosi gastrointestinale (inclusa stomatite candidale), disfunzione epatica (aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina, iperbilirubinemia), raramente stomatite, glossite, epatite e ittero colestatico, enterocolite pseudomembranosa.

Dal lato degli organi ematopoietici: leucopenia, neutropenia, granulocitopenia, trombocitopenia, anemia emolitica, diminuzione dell'ematocrito, aumento del tempo di protrombina.

Dal sistema genito-urinario: funzione renale compromessa (azotemia, aumento dell'urea ematica, ipercreatininemia), prurito anale, prurito ai genitali.

Reazioni locali: flebite, dolore lungo la vena, dolore e infiltrazione nel sito di iniezione intramuscolare.

Altri: superinfezione, candidosi.

Interazioni farmacologiche

La somministrazione simultanea di anticoagulanti e diuretici non è raccomandata.

I diuretici dell'ansa e i farmaci che bloccano la secrezione tubulare aumentano la concentrazione plasmatica di cefazolina.

Gli aminoglicosidi aumentano il rischio di danni ai reni.

Farmaceuticamente incompatibile con aminoglicosidi (mutua inattivazione). Per preparare una soluzione per la somministrazione endovenosa (getto o flebo), non utilizzare lidocaina.

istruzioni speciali

I pazienti con una storia di reazioni allergiche alle penicilline possono essere ipersensibili agli antibiotici delle cefalosporine.

Il farmaco viene prescritto con cautela a pazienti con malattie gastrointestinali (soprattutto con colite).

Quando si utilizza la cefazolina, possono comparire test di Coombs diretti e indiretti positivi.

Quando si utilizza la cefazolina, è possibile ottenere una reazione falsa positiva al glucosio nelle urine.

La sicurezza dell'uso del farmaco nei neonati prematuri e nei bambini del primo mese di vita non è stata stabilita..

Gravidanza e allattamento

Uso pediatrico

Con funzionalità renale compromessa

Con cautela - insufficienza renale.

I pazienti con funzionalità renale compromessa richiedono una modifica del regime di dosaggio in base ai valori CC: con un CC di 55 ml / min o più o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,5 mg% o inferiore, è possibile somministrare l'intera dose con un CC di 54-35 ml / min o una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,6-3,0 mg%, è possibile somministrare l'intera dose, ma gli intervalli tra le iniezioni devono essere aumentati a 8 ore; con CC 34-11 ml / min o concentrazione di creatinina plasmatica 3,1-4,5 mg% - 1/2 dose a intervalli di 12 ore; con CC 10 ml / min o meno o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 4,6 mg% o più - 1/2 della dose abituale ogni 18-24 ore. Tutte le dosi raccomandate sono somministrate dopo una dose di carico iniziale di 500 mg.

Per violazioni della funzionalità epatica

  • Adenoma prostatico
  • Balanite, balanopostite, fimosi
  • Varicocele
  • Idronefrosi

Termini di dispensazione dalle farmacie

Condizioni e periodi di conservazione

Il farmaco deve essere conservato fuori dalla portata dei bambini a una temperatura non superiore a 25 ° C. Il periodo di validità è di 2 anni. Non utilizzare oltre la data indicata sulla confezione.

Antibiotico "Cefazolin": recensioni del farmaco

Il farmaco "Cefazolin", le cui recensioni verranno fornite di seguito, è un antibiotico appartenente alla prima generazione del gruppo delle cefalosporine. Viene somministrato esclusivamente per iniezione, poiché durante la somministrazione orale (sotto forma di compresse) viene distrutto nel tratto gastrointestinale, non avendo il tempo di essere assorbito dall'organismo e avere un effetto antibatterico. L'antibiotico ha una vasta gamma di effetti, quindi può essere utilizzato per curare varie infezioni causate da microbi sensibili ad esso. Il farmaco è usato per trattare quasi tutti i sistemi del corpo, come urinario, respiratorio, genitale, articolazioni, pelle, ecc. Questo farmaco sarà discusso nel nostro articolo.

Forma e nome della liberatoria

L'antibiotico "Cefazolin", le cui revisioni sono positive, viene prodotto sotto forma di polvere secca per la preparazione di una soluzione destinata alla somministrazione endovenosa o intramuscolare. Il farmaco è confezionato in flaconi di vetro e sigillato ermeticamente. In latino, questo medicinale si chiama Cefazolin. Questo termine è il nome internazionale di un antibiotico. I nomi commerciali possono differire notevolmente da quelli internazionali, poiché ogni azienda ha il diritto di produrre un farmaco con il principale ingrediente attivo "cefazolina", ma chiamarlo un nome più semplice e memorabile. I nomi commerciali del farmaco sono molto diversi: "Ancef", "Amzolin", "Atralcef", "Zolin", "Vulmizolin", "Ifizol", "Zolfin", "Intrazolin", "Natsef", "Kefzol", "Lizolin" e ecc. Ma ci sono farmaci, la cui denominazione coincide con il nome generalmente accettato della sostanza, ad esempio "Cefazolin-Sandoz", "Cefazolin-AKOS", ecc..

Tutti i precedenti sono la stessa cosa: l'antibiotico "Cefazolin", che viene utilizzato come standard, indipendentemente dal produttore e dal nome. Il farmaco può differire solo in termini di qualità, poiché è prodotto da diverse fabbriche farmaceutiche.

Dosaggio

L'antibiotico "Cefazolin", le cui istruzioni per l'uso, le cui recensioni sono pubblicate in questo articolo, è disponibile nei seguenti dosaggi:

  • 250 milligrammi;
  • 500 milligrammi;
  • 1000 milligrammi (1 grammo).

Effetto terapeutico

Il farmaco "Cefazolin" è un antibiotico semisintetico appartenente al gruppo dei beta-lattamici. Distrugge i batteri patogeni, mentre distrugge il loro sistema cellulare. Il farmaco "Cefazolin" si è mostrato bene nella lotta contro vari tipi di microrganismi, motivo per cui appartiene ai farmaci di una vasta gamma di effetti. Inoltre, rispetto ad altri farmaci del gruppo delle cefalosporine, è considerato il farmaco più sicuro, poiché ha una tossicità minima. Il principale effetto terapeutico dell'antibiotico "Cefazolina", le cui recensioni suggeriscono che questo è un rimedio molto efficace, è lo sterminio di un microrganismo patogeno che causa una patologia infettiva e infiammatoria. Pertanto, questo farmaco livella lo sviluppo di infiammazioni e infezioni sensibili ad esso..

Ad oggi è stata rivelata l'efficacia dell'antibiotico da noi descritto nella lotta contro i seguenti microrganismi:

  • stafilococco aureo (stafilococco aureo);
  • streptococchi beta-emolitici del gruppo A;
  • stafilococco epidermico (stafilococco epidermidis);
  • streptococco piogenico (streptococcus pyogenes);
  • streptococco emolitico (streptococcus hemolyticus);
  • polmonite diplococcus (diplococcus pneumoniae);
  • klebsiella (klebsiella spp.);
  • streptococco viridale (streptococcus viridans);
  • colibacillus (escherichia coli);
  • enterobatteri (enterobacter aerogenes);
  • proteo (proteus mirabilis);
  • salmonella (salmonella spp.);
  • bacillo emofilico (haemophilus influenzae);
  • neisseria (neisseria meningitidis e neisseria gonorrhoeae);
  • shigella (shigella disenteriae, ecc.);
  • la fonte dell'ulcera siberiana (bacillus anthracis);
  • corynebacterium diphtheriae;
  • spirochete (spirochaetoceae);
  • clostridium (clostridium pertringens);
  • leptospira (leptospira spp.);
  • treponema (treponema spp.).

Indicazioni per l'uso

Il farmaco "Cefazolin", le istruzioni, le cui revisioni interessano molti, sono usati per trattare le seguenti malattie:

  • bronchite cronica e acuta;
  • polmonite batterica;
  • bronchiectasie infette;
  • broncopolmonite;
  • infezione toracica che si sviluppa dopo l'intervento chirurgico;
  • ascesso polmonare;
  • empiema della pleura;
  • infiammazione dell'orecchio medio;
  • tonsillite;
  • pielonefrite cronica e acuta;
  • mastoidite;
  • prostatite;
  • cistite;
  • uretrite;
  • cellulite;
  • gonorrea;
  • erisipela;
  • infezioni della pelle;
  • mastite;
  • cancrena infetta;
  • infezione sulla superficie dell'ustione o della ferita;
  • carbonchi;
  • infezione dei tessuti molli o della pelle dopo l'intervento chirurgico;
  • artrite settica;
  • un'infezione agli occhi;
  • osteomielite;
  • infezioni delle vie biliari;
  • salpingite;
  • infezione dopo un aborto;
  • endocardite;
  • infezione uterina;
  • sepsi;
  • ascesso pelvico;
  • peritonite;
  • sifilide.

Istruzioni per l'uso

Il farmaco "Cefazolin" (iniezioni) ha una vasta gamma di effetti. Le recensioni su questo antibiotico indicano che non ha praticamente effetti dannosi sul corpo. Viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa, dopo aver sciolto la dose di polvere richiesta in novocaina, acqua e lidocaina. La frequenza delle iniezioni e il dosaggio del farmaco dipendono dalla gravità delle condizioni del paziente e dal grado di pericolo di infezione. Di solito le iniezioni vengono praticate nel gluteo, nella coscia o nella spalla. L'antibiotico endovenoso "Cefazolin" può essere somministrato sotto forma di contagocce o iniezioni. La polvere deve essere diluita alla dose richiesta dal paziente. È determinato dalla gravità della malattia. Gli adulti che non hanno insufficienza renale dovrebbero ricevere la seguente quantità di farmaco:

1. Infezioni di lieve gravità causate da stafilococchi o streptococchi richiedono la somministrazione dell'antibiotico Cefazolina alla dose di 500 milligrammi - 1 grammo ogni dodici ore. Puoi erogare questo dosaggio in 500 milligrammi ogni 8 ore. La quantità massima di farmaco somministrata al giorno è di 1,5-2 grammi.

2. Infezioni acute delle vie urinarie non complicate (cistite, uretrite, ecc.) - 1 grammo al mattino e alla sera, ogni dodici ore. La dose giornaliera del medicinale non deve superare i 2 grammi..

3. La polmonite batterica richiede l'introduzione del farmaco "Cefazolin", le cui revisioni sono affidabili, 500 milligrammi ogni dodici ore. La dose massima giornaliera di antibiotico è di 1 grammo.

4. Infezioni di gravità grave o moderata causano la necessità di utilizzare l'antibiotico "Cefazolin" in una dose di 500 milligrammi - 1 grammo ogni sei-otto ore. La dose giornaliera del farmaco non deve superare i tre o quattro grammi.

5. Le infezioni mortali vengono trattate con l'introduzione di un grammo e mezzo di "Cefazolina" efficace ogni sei ore. In questo caso, questo farmaco deve essere usato con attenzione, non più di 4-6 grammi al giorno..

La condizione estremamente difficile del paziente consente l'uso della quantità massima del farmaco "Cefazolin" (iniezioni). Le recensioni degli esperti indicano che il suo dosaggio può essere aumentato a 12 grammi al giorno quando si tratta di vita o di morte. Tuttavia, per le persone con insufficienza renale, questa dose del farmaco può essere fatale..

Appuntamento ai bambini

Solo quando c'è un bisogno urgente, l'antibiotico "Cefazolin" può essere somministrato ai bambini. Le recensioni (per i bambini questo è molto importante) suggeriscono che questo farmaco può essere utilizzato solo sotto la stretta supervisione di un medico.

  • Le infezioni da lievi a moderate causano la necessità di questo farmaco nella quantità di 25-50 milligrammi per 1 chilogrammo di peso del paziente. Questa dose è solitamente suddivisa in 2-4 dosi al giorno..
  • Le infezioni gravi richiedono più del farmaco: 100 milligrammi per chilogrammo di peso del bambino. Viene iniettato entro 24 ore, in tre o quattro dosi.
  • Neonati prematuri e neonati ricevono il farmaco "Cefazolin" in una singola quantità di 20 milligrammi per 1 chilogrammo di peso del paziente ogni dodici ore.
  • Per i bambini di età compresa tra 7 anni, il medicinale viene prescritto al ritmo di 60 milligrammi per 1 chilogrammo di peso al giorno.

Applicazione durante la gravidanza

Può essere somministrato alle donne che trasportano un bambino, il farmaco "Cefazolin". Le istruzioni per l'uso durante la gravidanza (le recensioni dei medici lo confermano) indicano che questo antibiotico è in grado di penetrare nella placenta e influenzare il feto. Ma quando si tratta della vita della madre, il suo uso è giustificato. Testare il farmaco sugli animali ha dimostrato che non ha un effetto negativo sullo sviluppo intrauterino del feto..

L'antibiotico "Cefazolin" durante la gravidanza (le recensioni di esperti sul suo utilizzo sono ampiamente note) è usato estremamente raramente. Inoltre, il farmaco penetra nel latte materno, quindi, durante il trattamento di una madre che allatta, si consiglia di trasferire il suo bambino all'alimentazione artificiale.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali sono associati a disturbi del tratto gastrointestinale. Quando trattati con questo farmaco, i pazienti possono soffrire di mancanza di appetito, glossioma, bruciore di stomaco, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea. Meno comunemente, sviluppano colite pseudomembranosa o candidosi. Da parte del sistema urinario, si può osservare una violazione dell'attività funzionale dei reni e un aumento della concentrazione di creatinina e urea nel sangue, da parte del sistema circolatorio - una diminuzione del numero di leucociti, piastrine e neutrofili nel sangue. Sono possibili anche varie reazioni allergiche..

Controindicazioni

L'uso dell'antibiotico "Cefazolin" è severamente vietato se il paziente è allergico ai farmaci del gruppo delle cefalosporine. Recensioni di esperti affermano che anche con una maggiore sensibilità del paziente agli antibiotici penicillinici, il farmaco può essere pericoloso. In questo caso, viene somministrato con molta attenzione, preparandosi il più possibile a un possibile shock anafilattico. Inoltre, l'uso del farmaco non è raccomandato durante l'allattamento e nel trattamento dei neonati..

Analoghi

Come accennato in precedenza, i preparati con il principale ingrediente attivo "cefazolina" sono ampiamente rappresentati nel mercato farmaceutico. Sono tutti polvere bianca, progettata per creare una soluzione per la somministrazione endovenosa e intramuscolare. "Atralcef"; "Amzolin"; "Ancef"; Woolmizolin; Intrazolina; Zolin; Zolfin; Kefzol; "Ifizol"; "Lisolina"; Orizolin; "Natsef"; Orpin; "Prozolin"; "Totacef"; "Reflin"; "Cezolin"; Cefazolin-Watham; "Cefazolin-Biochemi" - questi sono solo alcuni dei nomi di questi farmaci. La loro efficacia è determinata dalla coscienziosità degli stabilimenti produttivi in ​​cui vengono prodotti..

Recensioni

Nella medicina moderna, il farmaco "Cefazolin" viene utilizzato attivamente. In ginecologia (le recensioni dei pazienti lo dimostrano), l'uso di questo farmaco è particolarmente importante. Ha aiutato molte donne a sbarazzarsi di varie infezioni del sistema riproduttivo, ascesso pelvico e altri gravi problemi. Inoltre, questo farmaco è efficace nel trattamento della sifilide.

I genitori spesso lasciano recensioni positive sul farmaco "Cefazolin". I bambini, a causa della loro piccola età, sono spesso suscettibili a varie infezioni batteriche. Il farmaco che descriviamo li combatte efficacemente anche nei casi più avanzati. Si è spesso scoperto che è molto più efficace di altri antibiotici..

Inoltre, gli effetti collaterali derivanti dall'uso della provata "Cefazolina" sono molto rari. Molto spesso sono causati dall'eccessiva sensibilità del paziente al farmaco, nonché da un sovradosaggio. Dopo aver interrotto la terapia, tutti gli effetti collaterali scompaiono senza lasciare traccia..

Solo la dolorabilità delle iniezioni causa impressioni negative nei pazienti. Ma l'estrema efficacia del farmaco ti fa dimenticare questo fastidioso inconveniente. I reclami che "Cefazolin" non ha aiutato in questo caso particolare (questo accade molto raramente!) Sono principalmente legati al fatto che il corpo del paziente è infettato da microrganismi resistenti ai suoi effetti.

Il costo dell'antibiotico "Cefazolin" è basso. Dipende dal dosaggio e dall'azienda del produttore. I prezzi stimati per il farmaco sono presentati nella tabella:

CEFAZOLIN

Gruppo clinico e farmacologico

Sostanza attiva

Forma, composizione e confezione del rilascio

Polvere per preparazione di soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare di colore bianco o quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)250 mg

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

Polvere per preparazione di una soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare da bianco a quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)500 mg

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

Polvere per preparazione di una soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare da bianco a quasi bianco.

1 fl.
cefazolina (come sale sodico)1 g

Fiale di vetro (1) - scatole di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico cefalosporinico di prima generazione. Agisce battericida.

Possiede un ampio spettro di azione antimicrobica. È attivo sia contro i microrganismi gram-positivi (Staphylococcus spp., Non produce e non produce penicillinasi, Streptococcus spp., Pneumoccccus spp., C. diphtheriae, B. antracis) sia contro i microrganismi gram-negativi (N. meningitidis, N. gonorrhoeae., Shigella spp. Salmonella spp., E. coli, Klebsiella spp.). Attivo anche contro Spirochaetaceae e Leptospiraceae.

Il farmaco non è efficace contro P. aeruginosa, ceppi indolo positivi di Proteus spp., M. tuberculosis, microrganismi anaerobici.

  • Fai una domanda all'urologo
  • Visualizza le istituzioni
  • Acquista medicinali

Farmacocinetica

Se assunto per via orale, viene distrutto. T C max dopo somministrazione i / m di 0,25, 0,5 e 1 g - 1-2 h, C max - 17, 38 e 64 μg / ml, rispettivamente. Dopo somministrazione endovenosa di 1 g C max entro la fine dell'infusione 188 μg / ml, dopo 8 ore - 4 μg / ml.

Comunicazione con proteine ​​del plasma - 85%. V d - 0,12 l / kg. Penetra negli organi e nei tessuti del corpo (comprese articolazioni, CVS, cavità addominale, reni e vie urinarie, orecchio medio, placenta, vie respiratorie, pelle e tessuti molli). Nei pazienti con normale funzione delle vie biliari, la concentrazione nel tessuto della cistifellea e della bile è significativamente più alta che nel plasma. Con l'ostruzione delle vie biliari, la concentrazione nella bile è significativamente inferiore rispetto al plasma.

Metabolizzato nel fegato. T 1/2 - 1,4-1,8 ore (nei neonati di età inferiore a 1 settimana - 4,5-5 ore). Viene escreto dai reni in una forma invariata durante le prime 6 ore - 60-90%, dopo 24 ore - 70-95%. In caso di funzione renale ridotta T 1/2 - 3-42 ore Moderatamente escreto durante l'emodialisi.

Indicazioni

Malattie infettive e infiammatorie causate da agenti patogeni sensibili al farmaco:

  • sepsi;
  • peritonite;
  • endocardite;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infezioni del tratto genito-urinario, comprese la sifilide e la gonorrea;
  • lesioni infettive di ossa e articolazioni.

Prevenzione delle complicanze postoperatorie.

Controindicazioni

  • gravidanza;
  • allattamento;
  • ipersensibilità ai farmaci del gruppo delle cefalosporine e altri antibiotici beta-lattamici.

Non prescritto per i neonati.

Con cautela: insufficienza renale / epatica, enterocolite pseudomembranosa.

Dosaggio

V / m, i / v (getto e gocciolamento). La dose giornaliera media per gli adulti è di 0,25-1 g; la frequenza di somministrazione è 3-4 volte al giorno. La dose giornaliera massima è di 6 g (in rari casi - 12 g). La durata media del trattamento è di 7-10 giorni.

Per la prevenzione dell'infezione postoperatoria - endovenosa 1 g 0,5-1 ore prima dell'intervento, 0,5-1 g - durante l'operazione e 0,5-1 g - ogni 8 ore durante il primo giorno dopo l'intervento.

I pazienti con funzionalità renale compromessa richiedono una modifica del regime di dosaggio in base ai valori CC: con un CC di 55 ml / min o più o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,5 mg% o inferiore, è possibile somministrare l'intera dose con un CC di 54-35 ml / min o una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,6-3,0 mg%, è possibile somministrare l'intera dose, ma gli intervalli tra le iniezioni devono essere aumentati a 8 ore; con CC 34-11 ml / min o concentrazione di creatinina plasmatica 3,1-4,5 mg% - 1/2 dose a intervalli di 12 ore; con CC 10 ml / min o meno o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 4,6 mg% o più - 1/2 della dose abituale ogni 18-24 ore. Tutte le dosi raccomandate sono somministrate dopo una dose di carico iniziale di 500 mg.

Bambini di età pari o superiore a 1 mese - 25-50 mg / kg / giorno; nelle infezioni gravi, la dose può essere aumentata a 100 mg / kg / die. Frequenza di somministrazione - 3-4 volte / giorno.

Nei bambini con funzionalità renale compromessa, il regime posologico viene regolato in base ai valori di CC: con CC 40-70 ml / min - 60% della dose giornaliera media e somministrato ogni 12 ore; con CC 20-40 ml / min - 25% della dose giornaliera media con un intervallo di 12 ore; con CC 5-20 ml / min - 10% della dose giornaliera media ogni 24 ore. Tutte le dosi consigliate sono somministrate dopo la dose di carico iniziale.

Preparazione di soluzioni per iniezioni e infusioni: 0,5 g del farmaco vengono sciolti in 2 ml di acqua per preparazioni iniettabili, 1 g - in 4 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Per la somministrazione in bolo endovenoso, la soluzione risultante viene diluita con 5 ml di acqua per preparazioni iniettabili, quindi iniettata lentamente nell'arco di 3-5 minuti. Per flebo endovenoso, il farmaco viene diluito con 50-100 ml di soluzione di destrosio al 5% o 10%, soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di Ringer, soluzione di bicarbonato di sodio al 5%.

Durante la diluizione, le fiale devono essere agitate energicamente fino a completa dissoluzione..

Effetti collaterali

Reazioni allergiche: orticaria, brividi, febbre, eruzione cutanea, prurito; raramente - broncospasmo, zosinofilia, eritema multiforme essudativo, eritema essudativo maligno (sindrome di Stevens-Johnson), necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell), angioedema, shock anafilattico.

Da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea o costipazione, flatulenza, dolore addominale, disbiosi, candidosi gastrointestinale (inclusa stomatite candidale), disfunzione epatica (aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina, iperbilirubinemia), raramente stomatite, glossite, epatite e ittero colestatico, enterocolite pseudomembranosa.

Dal lato degli organi ematopoietici: leucopenia, neutropenia, granulocitopenia, trombocitopenia, anemia emolitica, diminuzione dell'ematocrito, aumento del tempo di protrombina.

Dal sistema genito-urinario: funzione renale compromessa (azotemia, aumento dell'urea ematica, ipercreatininemia), prurito anale, prurito ai genitali.

Reazioni locali: flebite, dolore lungo la vena, dolore e infiltrazione nel sito di iniezione intramuscolare.

Altri: superinfezione, candidosi.

Interazioni farmacologiche

La somministrazione simultanea di anticoagulanti e diuretici non è raccomandata.

I diuretici dell'ansa e i farmaci che bloccano la secrezione tubulare aumentano la concentrazione plasmatica di cefazolina.

Gli aminoglicosidi aumentano il rischio di danni ai reni.

Farmaceuticamente incompatibile con aminoglicosidi (mutua inattivazione). Per preparare una soluzione per la somministrazione endovenosa (getto o flebo), non utilizzare lidocaina.

istruzioni speciali

I pazienti con una storia di reazioni allergiche alle penicilline possono essere ipersensibili agli antibiotici delle cefalosporine.

Il farmaco viene prescritto con cautela a pazienti con malattie gastrointestinali (soprattutto con colite).

Quando si utilizza la cefazolina, possono comparire test di Coombs diretti e indiretti positivi.

Quando si utilizza la cefazolina, è possibile ottenere una reazione falsa positiva al glucosio nelle urine.

La sicurezza dell'uso del farmaco nei neonati prematuri e nei bambini del primo mese di vita non è stata stabilita..

Gravidanza e allattamento

Uso pediatrico

Con funzionalità renale compromessa

Con cautela - insufficienza renale.

I pazienti con funzionalità renale compromessa richiedono una modifica del regime di dosaggio in base ai valori CC: con un CC di 55 ml / min o più o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,5 mg% o inferiore, è possibile somministrare l'intera dose con un CC di 54-35 ml / min o una concentrazione di creatinina plasmatica di 1,6-3,0 mg%, è possibile somministrare l'intera dose, ma gli intervalli tra le iniezioni devono essere aumentati a 8 ore; con CC 34-11 ml / min o concentrazione di creatinina plasmatica 3,1-4,5 mg% - 1/2 dose a intervalli di 12 ore; con CC 10 ml / min o meno o con una concentrazione di creatinina plasmatica di 4,6 mg% o più - 1/2 della dose abituale ogni 18-24 ore. Tutte le dosi raccomandate sono somministrate dopo una dose di carico iniziale di 500 mg.

Per violazioni della funzionalità epatica

  • Adenoma prostatico
  • Balanite, balanopostite, fimosi
  • Varicocele
  • Idronefrosi

Termini di dispensazione dalle farmacie

Condizioni e periodi di conservazione

Il farmaco deve essere conservato fuori dalla portata dei bambini a una temperatura non superiore a 25 ° C. Il periodo di validità è di 2 anni. Non utilizzare oltre la data indicata sulla confezione.

è possibile iniettare Cefazolin durante la gravidanza? quali sono le conseguenze? influenzerà il bambino?

Nel primo trimestre, è altamente indesiderabile. Nel secondo e terzo trimestre viene utilizzato nella pratica clinica. Per non essere infondato, ti fornirò una citazione dal registro dei medicinali della Russia. per favore.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento
Durante la gravidanza nominare solo per motivi di salute (non sono stati condotti studi adeguati e strettamente controllati).
Categoria di azione FDA - B.
Se necessario, utilizzare durante l'allattamento, interrompere l'allattamento al seno (la cefazolina passa nel latte materno).

Ma a cosa diavolo serve questo farmaco? La microflora è stata a lungo insensibile ad esso. Consideralo come la benzilpenicillina.

Temperatura basale dalla A alla Z.

I nostri governanti sono pianificatori. Provalo e dai la tua opinione! ->

* Cari amici! Sì, questa è pubblicità, gira così!

Gravidanza e iniezioni (((

Aiuto per favore, oggi ero nello studio del mio medico, ero molto malato... E il medico mi ha prescritto la cefazolina per 5 giorni... Ha detto che era necessario fare questo corso, inoltre, la mia immunità è molto debole e spesso mi ammalo... I farmaci semplici non mi aiutano... Io Incinta di 21 settimane... Cosa posso fare.

Leggi 19 commenti:

E cosa ha detto il dottore: puoi prendere questo farmaco per le donne incinte?

Stanumamoi, sì... Ma ho paura comunque...

Makonya, la stessa prescrizione dell'antibiotico di prima generazione è imbarazzante... Il gruppo C è quando il beneficio derivante dall'assunzione è maggiore del danno del farmaco. E puoi applicarlo al tuo termine. Periodo posttembrionale: 13-39a settimana di gravidanza - l'uso è possibile e il tipo è sicuro... In parole povere, il medico dovrebbe calcolare il beneficio atteso dall'assunzione del farmaco, che dovrebbe superare il possibile rischio per il feto.

E se provi ad aumentare l'immunità con Viferon nelle candele, per esempio? Senza ricorrere agli antibiotici... Dal momento che, in ogni caso, attraverso la placenta, entrerà nel sangue del bambino... E cosa ti sei ammalato? Le infezioni che non minacciano il feto o la madre vengono trattate al meglio dopo 24 settimane di gravidanza...

Maconey, vai spesso all'aperto? Stai ventilando la stanza? Ti alleni per B? Serve più positività, visione di commedie, vitamine, melograni.. cosa significa: spesso malati? Non dobbiamo ammalarci spesso! - Vietati di ammalarvi. tutto va dalla testa. allora i farmaci non saranno necessari.

Stanumamoi, mangio tutta la frutta che voglio, sono all'aria aperta... È solo che la mia immunità è così debole fin dall'infanzia (((

Maconya, il bioparox è a zero? Non viene assorbito. La propoli pura può essere assorbita dalla briciola, il mal di gola scompare, è un antibiotico naturale

Macony, ovviamente... Se è prolungato, allora, ovviamente, sono necessari antibiotici... Dato che i soliti rimedi non aiutano... Beh, cosa sei, mamma... Ehhh... Lungo la strada con gli antibiotici, bevi un corso di linex o qualsiasi bifidobatterio adatto al prezzo degli integratori alimentari, ma non il kefir! E le candele Viferon non farebbero male, per aumentare la tua immunità soppressa! Guarisci e non c'è bisogno di ammalarsi!

La cefazolina influirà sicuramente sul tratto digestivo... o ci sarà diarrea o stitichezza...

Agara, grazie mille))) beh, spero che influenzino solo il tratto digestivo.

Maconya, guarisci presto! Non possiamo ammalarci! Abbiamo bisogno di madri sane!

C'è anche un farmaco amoxiclav, un antibiotico per le donne incinte, puoi far vedere a mia sorella

Penso che se il medico ha prescritto questo particolare antibiotico, è improbabile che l'amoxiclav funzioni. È di una serie diversa e il suo spettro d'azione è diverso da quello della cefazolina. A proposito, quando si usano antibiotici nelle iniezioni, il loro effetto sul tratto digestivo è meno aggressivo.

Le cefalosporine per questo periodo sono già possibili, mi è stato iniettato un farmaco a base di coca da questo gruppo, tutto è andato via con un mucchio. Il medico, ovviamente, capisce che sei B e correla il rischio. Ma a quanto pare l'infezione è già lì! Non serve a rafforzare il sistema immunitario, perché viene prescritto l'immunità interferone (viferon), le vitamine ci sono....

Ragazze, c'è un antibiotico ad ampio spettro - vilprofen, non è controindicato durante la gravidanza e, secondo me, anche durante l'allattamento. Ma è meglio, ovviamente, risolvere questo problema con il medico..

[email protected], gli è stato prescritto per la pielonefrite (non so quanto servirà, sarebbe meglio se prescrissero delle iniezioni, altrimenti se non aiutano verranno portate in ospedale). Non so se è buono o no, il risultato non è ancora visibile, i reni stanno sorseggiando un po '(o forse è la schiena, fichi capirete), insomma l'antibiotico fa ancora ridere solo con l'odore delle fragole! Non so che ne dici dell'efficacia, ma le cefalosporine sono decisamente efficaci (testate anche su se stesse) e tra l'altro non ci sono stati problemi al tratto gastrointestinale! (Anche se ho una cronaca in quest'area della mia vita), non dovresti spaventare una persona! Ma gli antibiotici non sono sicuramente per l'immunità, sono "da qualcosa" e di solito uno specifico!

E perché non ha prescritto lo spray Bioporox? Bioporox è un antibiotico locale, non viene assorbito nel flusso sanguigno, il che significa che non danneggia, ma aiuta con le malattie polmonari. Deve essere inalato. C'è una cosa: è sgradevole.

Oh, mi hanno dato gli antibiotici, mi è stata iniettata l'ampicillina a 16 settimane, una ragazza a 25 con il ceftriaxone... Un mese dopo, però, ho di nuovo gli stessi sintomi del raffreddore, spero che questa volta me la caverò con bioporox. E il tratto gastrointestinale può eliminare completamente un antibiotico - dopo il ceftriaxone sono stato solo torturato per curare la disbiosi, ed è emerso insieme a linex - una medicina completamente inutile per il mio (ho dovuto mangiare un cane su di loro, perché tutti gli E. coli sono stati semplicemente prelevati dall'intestino ed è stato popolato di forme coccali - 90 %, Ho dovuto bere antibitotici per l'intestino e colonizzare i batteri. Ma ora so - ad esempio, ci sono Acipol e Bificol - puoi avviarli per le donne in gravidanza - insieme agli antibiotici. Sono stato aiutato anche dai prodotti a base di latte fermentato a base di latte di capra - acidolact, tono - hanno un effetto puramente positivo sul tratto gastrointestinale, puzza ovviamente con un odore di capra, no))) Quindi buona fortuna a te!

E quale diagnosi ha fatto il dottore? Se hai un'infezione batterica, gli antibiotici dovrebbero essere trattati, di solito vengono prescritti a partire dalla 22a settimana di gravidanza. Periodi precedenti possono essere presi in considerazione solo se esiste un alto rischio di interruzione della gravidanza e / o infezione del feto. L'immunità ridotta durante la gestazione è la norma, poiché il corpo protegge il feto dal rigetto. Se ti ammali spesso, ha senso rafforzare il sistema immunitario. Il farmaco deve essere prescritto solo su appuntamento dal medico.

La cefazolina durante la gravidanza è l'antibiotico più sicuro

Le donne incinte hanno bisogno di antibiotici? A meno che non sia assolutamente necessario, le future mamme non dovrebbero assumere alcun farmaco. Ma ci sono situazioni in cui la malattia diventa più pericolosa dei farmaci. Quindi gli antibiotici vengono in soccorso. Per le donne incinte, la cefazolina è uno dei medicinali più sicuri, sebbene sia in grado di penetrare la barriera placentare. È un antibiotico di prima generazione. Non ha uno spettro d'azione così ampio come i suoi fratelli "minori". Ma il pericolo da lui è molto inferiore. I medici ritengono che dopo la 12a settimana il farmaco non rappresenti alcun pericolo per la futura mamma e il bambino. Ma questo non significa che puoi usarlo senza consultare uno specialista. Inoltre, l'elenco delle malattie per le quali la cefazolina è inutile è piuttosto ampio.

Antibiotici: beneficio o danno?

È difficile immaginare la medicina moderna senza antibiotici. Questi farmaci sono stati utilizzati con successo per molto tempo. Sono davvero in grado di affrontare la maggior parte delle infezioni. L'eccezione sono le malattie causate da funghi o virus. Ad esempio, non ha senso trattare l'ARVI (infezione virale respiratoria acuta) o la micosi con antibiotici. Pertanto, prima di iniziare la terapia con Cefazolin, è necessario assicurarsi che gli agenti causali della malattia rispondano a questo farmaco..

Uno dei problemi con l'uso di antibiotici è che non distinguono tra microflora benefica e patogena. Pertanto, la microflora intestinale, da cui dipende l'immunità, spesso soffre del loro uso. La cefazolina è destinata alla somministrazione endovenosa o intramuscolare, cioè entra immediatamente nel flusso sanguigno, bypassando il tratto gastrointestinale. Ciò consente di ridurre in qualche modo il pericolo per la microflora intestinale..

La prossima minaccia è che i batteri hanno imparato ad adattarsi ai farmaci. Più forti diventano gli antibiotici, più pericolosi sono i patogeni e più potenti sono i farmaci necessari. Gli scienziati stanno cercando di trovare una via d'uscita da questo circolo vizioso, ma finora senza successo.

Importante! Durante la gravidanza, gli antibiotici sono raccomandati solo come ultima risorsa. Sebbene gli studi sugli animali non abbiano riscontrato un effetto negativo della cefazolina sul feto, a una donna incinta non dovrebbero essere somministrate iniezioni senza la prescrizione del medico..

Che cos'è la cefazolina?

L'azione della Cefazolina sui microbi patogeni è in qualche modo simile all'azione della penicillina. Cioè, è anche un antibiotico che può distruggere le pareti cellulari e uccidere i batteri. La cefazolina appartiene alla prima generazione di cefalosporine. Si oppone ai microrganismi gram-positivi (stafilococchi, streptococchi) e gram-negativi (Escherichia coli, patogeni della meningite, gonorrea, salmonellosi). Ma alcuni agenti patogeni sono troppo duri per lui, poiché più vecchia è la generazione di farmaci, più ristretto è lo spettro della sua azione.

Dopo la somministrazione, la cefazolina si distribuisce molto rapidamente nei tessuti e nei fluidi corporei. Rientra in:

  • sangue;
  • muscolo cardiaco;
  • pareti vascolari;
  • reni;
  • pelle;
  • articolazioni;
  • sistema respiratorio.

Il principale pericolo dell'utilizzo di Cefazolin durante la gravidanza è che attraversa la barriera placentare. L'azione del farmaco dura 8-12 ore.

Importante! Se assunto per via orale, la cefazolina non viene assorbita dall'organismo.

Quando Cefazolin viene prescritto a donne in gravidanza?

Il farmaco appartiene a un raro tipo di antibiotici relativamente sicuri durante la gravidanza. Ma nel primo trimestre, non dovrebbe essere usato a meno che non sia assolutamente necessario. I medici, quando possibile, cercano di trasferire il trattamento al secondo trimestre, quando i principali organi e sistemi del bambino sono già formati e la barriera placentare è completamente matura.

Cefazolin è usato per trattare:

  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infiammazione del muscolo cardiaco;
  • malattie della bile e delle vie urinarie;
  • infezioni delle articolazioni e delle ossa;
  • Malattie trasmesse sessualmente;
  • infiammazione degli organi pelvici e della cavità addominale;
  • peritonite (infiammazione del peritoneo) e sepsi (infezione generale del corpo);
  • infezioni dopo l'intervento chirurgico.

Se una donna incinta ha insufficienza renale o malattie gastrointestinali croniche, Cefazolin deve essere usato con grande cura e sotto costante monitoraggio delle condizioni della donna.

Importante! Gli antibiotici non aiutano con raffreddore, tosse, SARS e influenza. Per il trattamento di queste malattie nelle donne in gravidanza, la cefazolina è completamente inutile..

Precauzioni ed effetti collaterali

Prima di usare Cefazolin, è necessario assicurarsi che la malattia sia causata da agenti patogeni sensibili ai farmaci. Cioè, non si può fare a meno di consultare un medico e di fare dei test. È anche necessario controllare la futura mamma per un'allergia alle cefalosporine. Per fare ciò, è sufficiente eseguire un test cutaneo regolare.

La principale controindicazione all'uso di Cefazolin è l'ipersensibilità ad essa. Le istruzioni affermano inoltre che il farmaco non deve essere iniettato nei bambini di età inferiore a un mese.

Si consiglia di eseguire il trattamento in ambiente ospedaliero, poiché uno degli effetti collaterali del farmaco è l'allergia e può svilupparsi anche uno shock anafilattico. Tra gli altri effetti collaterali:

  • convulsioni;
  • dolore all'addome, nausea, vomito, diarrea, ittero ostruttivo;
  • a una dose molto alta, è possibile interrompere il funzionamento dei reni;
  • anemia (diminuzione dell'emoglobina), trombocitosi (aumento della conta piastrinica);
  • infiammazione della mucosa orale, disbiosi;
  • distruzione accelerata di leucociti ed eritrociti;
  • violazione dell'equilibrio acido-base.

Inoltre, i pazienti spesso lamentano dolore e infiammazione delle vene nel sito di iniezione di Cefazolin..

Importante! Non è possibile combinare l'assunzione di farmaci con diuretici, aminoglicosidi (un gruppo di antibiotici) e alcol.

Caratteristiche della terapia

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di una polvere bianco-giallastra, da cui viene preparata una soluzione per la somministrazione intramuscolare (nel gluteo) o endovenosa. Il medico prescrive la dose giornaliera e la durata del trattamento, in base alla gravità della malattia e alle condizioni generali della donna incinta. Di solito la dose varia da 1 a 6 g (massimo) e il corso dura non più di 7-10 giorni. Ma in ogni caso è richiesto un approccio individuale. Devono essere prese in considerazione le malattie croniche, specialmente nel tratto gastrointestinale, e le patologie che accompagnano la gravidanza.

Per la somministrazione intramuscolare, la polvere viene diluita con acqua, soluzione di novocaina o cloruro di sodio. Per l'iniezione in vena, viene utilizzato solo cloruro di sodio come solvente. Se il medicinale viene iniettato in una vena con un getto (iniezione), questo dovrebbe essere fatto molto lentamente (circa 5 minuti).

Informazioni interessanti: quali caratteristiche ha lo yoga durante la gravidanza.

Non è vano che le future mamme abbiano paura degli antibiotici. Questi farmaci attraversano la barriera placentare e possono danneggiare il feto. Sfortunatamente, una malattia grave può fare altrettanto male. Pertanto, a volte non puoi fare a meno di droghe pericolose. Cefazolin è una felice eccezione alla regola. È molto ben assorbito dal corpo e rapidamente escreto, il che riduce significativamente i possibili rischi derivanti dal suo utilizzo. Secondo la classificazione degli agenti farmacologici per la teratogenicità (effetto negativo sul feto), la cefazolina appartiene alla categoria B - non vi è alcun effetto negativo, ma questo fatto non è stato confermato da dati clinici affidabili. Nonostante le recensioni positive di medici e pazienti, il medicinale non può essere utilizzato senza prescrizione medica..

Cefazolin

Composizione

La ricetta in latino dice che una bottiglia del prodotto contiene cefazolina senza aggiunta di componenti aggiuntivi.

Modulo per il rilascio

Il farmaco è disponibile sotto forma di polvere giallo-bianca o bianca, che viene sciolta per iniezioni intramuscolari o endovenose. Il farmaco è confezionato in fiale. Questa forma di rilascio come compresse di Cefazolina non è venduta.

effetto farmacologico

Questo farmaco è un antibiotico semisintetico con un ampio spettro di azione antibatterica..

Farmacodinamica e farmacocinetica

L'azione farmacologica del farmaco si basa sul blocco della biosintesi delle pareti cellulari microbiche. L'antibiotico Cefazolin è attivo contro i batteri gram-positivi (Streptococcus spp., Staphylococcus spp.) E gram-negativi (Klebsiella spp., Escherichia coli, Treponema spp., Haemophilus influenzae, Proteus mirabilis, Neisseria gonorrhoeae).

Il farmaco è scarsamente assorbito dal tratto gastrointestinale se usato internamente, quindi viene utilizzato per iniezioni endovenose e intramuscolari. Dopo iniezioni intramuscolari alla dose di 0,5 g, la concentrazione massima si osserva dopo 1-2 ore. Legame alle proteine ​​plasmatiche - circa l'85%.

Il principio attivo del farmaco penetra nel tessuto osseo, così come nei liquidi pleurici, ascitici e sinoviali, ma non viene rilevato nel sistema nervoso.

L'emivita del farmaco è di circa 1,8 ore. Il farmaco viene escreto nelle urine invariato..

Con le iniezioni intramuscolari, circa l'80% della dose viene escreta dopo un giorno. In caso di disfunzione renale, l'emivita plasmatica è aumentata.

Indicazioni per l'uso di Cefazolin

Le indicazioni per l'uso di Cefazolin hanno quanto segue:

  • infezioni delle vie biliari e urinarie;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infiammazione nella cavità addominale e negli organi pelvici;
  • avvelenamento del sangue;
  • peritonite e sepsi;
  • infezioni della pelle dopo ustioni, interventi chirurgici e ferite;
  • infiammazione del rivestimento del cuore;
  • infezioni di ossa e articolazioni;
  • malattie veneree;
  • malattie infettive della pelle;
  • mastite.

Da quello che il farmaco sarà efficace in ogni singolo caso, è necessario consultare uno specialista. Solo un medico conosce le indicazioni esatte per l'uso di Cefazolin. Ad esempio, potrebbe consigliare un farmaco per l'angina, le infezioni della pelle o l'avvelenamento del sangue..

Il medicinale è utilizzato anche nella pratica veterinaria per gatti. Le iniezioni aiutano con avvelenamento del sangue, peritonite, meningite e molte malattie infettive.

Controindicazioni

Le principali controindicazioni all'uso del farmaco: intolleranza individuale ed età fino a 1 mese.

Effetti collaterali

L'uso del farmaco può causare i seguenti effetti collaterali:

  • organi dell'apparato digerente: diarrea, nausea, vomito;
  • azione chemioterapica: candidosi, colite pseudomembranosa;
  • allergie: orticaria, eosinofilia, prurito, febbre;
  • reazioni locali: sensazioni dolorose nel sito di iniezione intramuscolare.

In rari casi, si verifica un aumento transitorio dell'attività delle transaminasi epatiche, shock anafilattico, artralgia, angioedema, leucopenia (in forma reversibile), trombocitopenia, neutropenia, disfunzione renale.

Istruzioni per l'uso di iniezioni di Cefazolina (Modo e dosaggio)

Quando vengono prescritte iniezioni di Cefazolin, le istruzioni per l'uso informano che il dosaggio e la durata del corso possono essere diversi a seconda della malattia e della sensibilità individuale dei pazienti. La dose giornaliera per gli adulti va da 1 a 6 g, le iniezioni vengono effettuate 2-3 volte al giorno. La terapia è progettata per un massimo di 7-10 giorni.

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa. A seconda di ciò, decidono come allevare la cefazolina. Quando viene iniettato per via intramuscolare, il farmaco viene diluito con acqua o soluzione di cloruro di sodio. Per le iniezioni endovenose, viene utilizzato principalmente cloruro di sodio. In questo caso, il farmaco viene somministrato lentamente. Tempo di somministrazione circa 5 minuti.

Se al paziente viene somministrata una flebo, l'antibiotico viene solitamente diluito con glucosio e il cloruro di sodio viene utilizzato solo in rari casi..

Per il trattamento dell'infiammazione del rivestimento del cuore, delle articolazioni, della pleurite purulenta, delle ossa, della cavità addominale, dell'avvelenamento del sangue, 1 g del farmaco viene somministrato 3 volte al giorno. Con disfunzione renale, il dosaggio deve essere dimezzato.

Il farmaco non può essere combinato nella stessa siringa con altri antibiotici.

Oltre all'acqua e al cloruro di sodio, il farmaco viene talvolta diluito con novocaina. È un anestetico topico che può essere utilizzato per ridurre le sensazioni dolorose quando somministrato. Nella pratica medica, questo farmaco è stato utilizzato per molto tempo, quindi esiste uno schema consolidato su come diluire la cefazolina con novocaina. Quest'ultimo è preso ad una concentrazione dello 0,25%. Prima di diluire questo farmaco con novocaina, non sono necessarie ulteriori manipolazioni. È sufficiente iniettare 2-3 ml di antibiotico e poi agitare bene. Il risultato è una soluzione pronta per l'uso singolo..

Per alcune indicazioni, il farmaco viene utilizzato anche nella pratica veterinaria al posto delle pillole. In questo caso, viene allevato in lidocaina o novocaina. Il dosaggio per i gatti dipende dal peso dell'animale, è calcolato in modo che 10 mg siano per 1 kg. La terapia dura 5-10 giorni. Prima di utilizzare il farmaco, è necessario consultare un veterinario.

Spesso, Cefazolin Akos viene utilizzato come analogo del farmaco per l'uomo. Viene anche somministrato mediante iniezioni intramuscolari e endovenose (getto e flebo). Istruzioni per l'uso Cefazolin Akos riporta che il dosaggio medio giornaliero per gli adulti è di 1 g. Devono essere somministrati 2 volte al giorno. La dose massima giornaliera non deve superare i 6 g Se necessario, la frequenza di utilizzo può essere aumentata fino a 3-4 volte al giorno. La durata media della terapia è di 7-10 giorni.

Il dosaggio medio giornaliero per i bambini è di 25-30 mg / kg e, in caso di infezioni gravi, di 100 mg / kg.

Per la disfunzione renale, le dosi vengono aggiustate.

Per le iniezioni intramuscolari, un antibiotico alla dose di 500 mg viene miscelato con 2 ml di acqua, 1 g viene diluito in 2,5 ml di acqua. Per la somministrazione endovenosa, il farmaco viene miscelato con 5 ml di acqua e iniettato per 3-5 minuti.

Overdose

La somministrazione del farmaco a dosi elevate può causare vertigini, mal di testa e parestesie. Le persone con insufficienza renale cronica possono sviluppare effetti neurotossici. Si notano convulsioni, tachicardia e vomito.

In caso di reazioni tossiche e segni di sovradosaggio, l'eliminazione del farmaco può essere accelerata attraverso l'uso dell'emodialisi.

Interazione

Quando il farmaco è combinato con aminoglicosidi, rifampicina, vancomicina, si nota il sinergismo dell'azione antimicrobica. Gli aminoglicosidi aumentano la probabilità di danni ai reni. Il farmaco è incompatibile con loro..

Non è desiderabile combinare il farmaco con anticoagulanti e diuretici.

Interazione con agenti che inibiscono la secrezione tubulare, aumenta il livello del principio attivo del farmaco nel sangue, aumenta la probabilità di reazioni tossiche e rallenta il tempo di eliminazione.

Condizioni di vendita

Il farmaco viene venduto solo con prescrizione specialistica.

Condizioni di archiviazione

Le condizioni ottimali di conservazione sono asciutte e buie. Temperatura non superiore a 5 ° С.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Come pianificare una gravidanza dopo aver assunto antibiotici?

Neonato

Tutti i farmaci hanno un certo effetto sul corpo umano: sia positivo che negativo. Sfortunatamente, raramente qualcuno può evitare gli effetti collaterali, ma senza di essi è impossibile far fronte a una serie di malattie.

Preparati di ferro per donne in gravidanza: nomi, composizione e istruzioni per l'uso

Infertilità

Il ferro gioca un ruolo importante nel corpo di una donna che aspetta un bambino. La sua carenza minaccia di anemia o anemia.

Le donne incinte possono assumere Omeprazolo

Infertilità

La gravidanza è un periodo meraviglioso e meraviglioso nella vita di ogni donna. Ma cosa dovrebbe fare una donna incinta se si trova di fronte a un'esacerbazione di una malattia cronica?

Congiuntivite nei neonati: tipi e sintomi della malattia

Nutrizione


L'infiammazione dell'epitelio e del bulbo oculare di un bambino (in oftalmologia, questo fenomeno è chiamato "congiuntivite in un neonato", "oftalmia neonatale") è una lesione della mucosa dell'occhio.