Principale / Infertilità

Se una madre che allatta beve un bicchiere di vino?

In molte famiglie, è consuetudine celebrare le feste con una festa, che include l'uso di qualche tipo di alcol. In questo divertimento generale, le madri che allattano affrontano la domanda: cosa fare - rinunciare a qualsiasi bevanda alcolica o permettersi ancora l'uno o l'altro bicchiere di vino o champagne?

Le opinioni sull'uso di alcol da parte delle donne che allattano nel mondo moderno sono divise: da un lato, le donne non sono affatto consigliate di bere alcolici, dall'altro, in alcune regioni, le voci popolari attribuiscono alla birra quasi le proprietà di uno stimolante della lattazione.

Quindi è possibile o non bere alcolici per una madre che allatta? E se possibile, ci sono condizioni e restrizioni speciali oppure no?

L'alcol passa nel latte materno?

Un po 'di alcol passa nel latte materno. Dopo aver bevuto una bevanda alcolica, il picco di alcol nel latte si verifica in 30-60 minuti o in 60-90 minuti se è stato assunto con il cibo. E gradualmente diminuisce se non bevi di più. Se una donna pesa in media 60 kg, una dose standard completa (1 bevanda 1) verrà escreta dal latte in 2-3 ore. (Shulte, 1995). Maggiore è la dose totale, più tempo è necessario per l'eliminazione.

L'esperto di allattamento al seno di fama mondiale Jack Newman scrive: “La concentrazione di alcol nel sangue e nel latte materno è quasi la stessa. Quindi, se c'è lo 0,06% di alcol nel sangue della madre, nel latte è lo 0,06%. Man mano che la concentrazione di alcol nel sangue diminuisce, cadrà anche nel latte. Ma anche la birra analcolica venduta nel mio supermercato vicino contiene lo 0,6% di alcol, che è 10 volte la norma dichiarata dello 0,06%. E questa non è la quantità che può danneggiare il cervello di un bambino ".

Crede che l'idea della necessità di un'astinenza totale dall'alcol durante l'allattamento non sia altro che uno dei miti che circondano le donne che allattano e una restrizione inutile delle madri che allattano: “Il consumo ragionevole di alcol non dovrebbe essere completamente escluso. Come con la maggior parte delle altre sostanze, pochissimo alcol passa nel latte. La madre può bere alcolici e continuare l'allattamento al seno come al solito. Un divieto totale di alcol è un altro modo in cui limitiamo la vita delle madri che allattano "..

Jack Newman ha anche condiviso nel suo blog un esperimento di una madre, condotto un anno fa. Questa madre ha avuto l'opportunità di utilizzare l'attrezzatura di un moderno laboratorio di tossicologia per controllare il contenuto di alcol del suo latte. Si è preparata un cocktail di circa 50 ml di vodka e 280 ml di sprite, lo ha bevuto per mezz'ora, e dopo un'altra mezz'ora ha fatto decantare un po 'di latte per analisi e dopo un'altra ora ha fatto decantare una seconda porzione. Durante questo periodo, non ha bevuto o mangiato nient'altro, in modo da non offuscare l'immagine dell'influenza di una bevanda alcolica sul latte. La successiva, questa donna ha continuato l'esperimento e ha bevuto un bicchiere di birra e due bicchieri di vino (ciascuno con un volume di circa 170 ml), ed ha espresso il latte nello stesso modo un'ora e due dopo aver iniziato a bere alcolici..

Nel latte espresso un'ora dopo l'inizio del consumo di un cocktail alcolico con vodka, il contenuto di alcol era 0,0137%. Ciò equivale all'incirca a mescolare 50 ml di vodka in 70 litri di acqua. Per fare un confronto, in un kefir di tre giorni, il contenuto di alcol è circa 60 volte superiore a quello del latte umano un'ora dopo aver bevuto un cocktail alcolico. E in una porzione espressa due ore dopo, non è stato trovato alcun alcol nel latte.

Dopo tre porzioni di alcol, il quadro era più complicato: un'ora dopo, il latte conteneva lo 0,03749% di alcol e dopo due ore lo 0,00629%. [dati sperimentali citati da 3.]

Anche Carlos Gonzalez, un altro famoso medico, pediatra spagnolo, ritiene che anche se la madre beveva 3 drink 1 al giorno, l'allattamento al seno continuato è preferibile allo svezzamento temporaneo del bambino..

Nello studio "Breastfeeding and Alcohol", pubblicato sulla rivista "Clinical Pharmacology and Toxicology" nel 2013, sulla base di una meta-analisi di altri lavori scientifici, hanno concluso: "Anche nel caso teorico di grave intossicazione della madre, il bambino non è esposto a quantità clinicamente significative di alcol"..

Per calcolare in modo indipendente la quantità di alcol nel latte dopo qualsiasi quantità di alcol che bevi, puoi utilizzare qualsiasi calcolatore di alcol nel sangue progettato per gli automobilisti..

Allo stesso tempo, la maggior parte delle madri che leggono questo articolo dovrà ubriacarsi abbastanza affinché il contenuto di alcol nel latte raggiunga cifre significative. Se il livello di alcol è superiore allo 0,15%, la persona di solito si sente notevolmente ubriaca. E oltre lo 0,55%, la stragrande maggioranza è già ubriaca. Quindi, è molto difficile immaginare una situazione con più dello 0,55% di alcol nel latte materno. E se ricordiamo la stessa birra analcolica, di cui si è parlato sopra, allora anche sul latte di madri ubriache morte, secondo gli standard dell'industria alimentare, si può tranquillamente apporre il bollino “analcolico”. Certo, speriamo che nessuno dei lettori conduca un simile esperimento su se stesso e sui propri figli, e lasciamo questo fatto in una serie di curiosità divertenti..

Aggiungiamo che è anche molto difficile evitare completamente l'alcol nella vita. Per fare un confronto, si può tenere conto che l'alcol, ad esempio, secondo alcuni dati nel kefir può essere 0,024-0,05%, nelle banane fino allo 0,06%, nelle mele e alcuni succhi di frutta fino allo 0,1%.

Un'altra osservazione interessante è che la concentrazione massima di alcol nel sangue nelle madri che allattano è inferiore rispetto alle madri che non allattano quando bevono gli stessi volumi di alcol. Non si sa perché, ma, a quanto pare, la stessa presenza di allattamento riduce la concentrazione di alcol nel sangue, anche se allo stesso tempo, sia l'allattamento che il non allattamento si sentono allo stesso modo di buon umore.

E il sottoprodotto tossico della lavorazione dell'alcol da parte del corpo - l'acetaldeide - non penetra affatto nel latte materno..

Raccomandazioni da organizzazioni ufficiali

I pediatri australiani vietano completamente l'alcol nel primo mese. Se il bambino ha più di un mese, la dose non deve superare 1 bevanda standard 1 bevuta subito dopo la poppata della madre (in modo che il tempo passi fino alla successiva poppata). Se la madre ha intenzione di bere di più, dovrebbe spremere il latte in anticipo (per nutrire il bambino dopo aver bevuto alcolici - approssimativamente "Milk Mom") e saltare una poppata "(Gilda, 2006).

Tuttavia, la maggior parte delle organizzazioni ufficiali di sostegno all'allattamento al seno ritiene che il consumo una tantum di piccole porzioni di alcol sia considerato relativamente sicuro in determinate condizioni per garantire questa sicurezza: suggeriscono che le madri che allattano si prendano una pausa dall'alimentazione mentre bevono alcolici o spremono il latte.

Secondo le raccomandazioni dell'American Academy of Pediatrics: "Se la dose è piccola e l'esposizione non è regolare, il rischio per il bambino è basso". (Hale 2008). Ciò significa che è consentito l'uso di droghe contenenti alcol e, occasionalmente, l'uso di bevande alcoliche. "Occasionalmente, in occasioni speciali, sono accettabili piccole dosi di bevande leggere, ma l'allattamento al seno dovrebbe essere evitato per le prossime 2 ore". (Gartner et al, 2005).

Secondo la raccomandazione dei ricercatori americani, bere alcolici è consentito solo con il cibo, poiché questo riduce la sua concentrazione nel latte del 38% (Pepino, Menellf 2008).

Nei Paesi Bassi si applica la seguente regola: 3 ore per l'eliminazione di una dose standard (+ tre ore per l'eliminazione di ogni dose aggiuntiva) (Health council Netherlands, 2005).

Una madre che allatta dovrebbe esprimere dopo aver bevuto alcolici?

No, questo è inutile. Il contenuto di alcol nel latte dipende solo dal contenuto di alcol nel sangue.

Anche se sei riassicurato e pensi di dover aspettare dopo aver bevuto un bicchiere di vino, aspetta solo: l'alcol del latte nel tuo seno uscirà allo stesso modo del sangue, poiché viene elaborato dal corpo.

E il dottor Jack Newman sostiene addirittura che i rischi sono esagerati: “Non è necessario spremere e conservare il latte in anticipo per poter bere. Inoltre, non ha senso aspettare un certo tempo dopo aver bevuto una bevanda alcolica. La quantità di alcol che entra nel latte è così piccola che non può danneggiare il bambino "..

L'unica opzione quando ha senso estrarre il latte dal seno fino a quando non sei sollevato è se sei attualmente lontano dal bambino, non c'è modo di nutrirsi e il seno trabocca e inizia a causare disagio.

Devo stare attento?

Indipendentemente dall'allattamento al seno e dalla presenza di qualsiasi quantità di alcol nel latte materno, è importante monitorare le tue condizioni ed essere estremamente attento se tua madre si sente ubriaca.

Un genitore o qualsiasi altro adulto che si prende cura di un bambino intossicato non dovrebbe in nessun caso essere autorizzato ad addormentarsi con un bambino (su un letto o un divano accanto a un bambino, su una sedia o su una sedia con un bambino in braccio).

Bere alcol riduce la capacità della madre di rispondere ai bisogni del bambino, che stia allattando o meno. È prudente e sicuro in tali situazioni chiedere a qualcuno sobrio di aiutare a prendersi cura del bambino..

Le donne stesse sono in grado di prendere decisioni sicure e salutari sulla base delle loro esperienze di vita, circostanze esistenti e scelte consapevoli. Naturalmente, ciò che è sicuro per un bambino più grande, che viene applicato al seno due o tre volte al giorno, non sarà sempre sicuro per un neonato, e ancor di più per un bambino piccolo o prematuro..

Molte madri che allattano ritengono opportuno interrompere e smettere di bere bevande alcoliche non appena avvertono i primi segni di intossicazione..

Cos'altro devi sapere quando bevi alcolici da una mamma che allatta?

Una bevanda standard 1 porta al fatto che il bambino succhia di più, ma riceve meno latte e diventa gradualmente letargico e assonnato, e dopo 4,5 ore dopo che l'alcol è entrato nel latte materno, i bambini diventano più attenti. (Mennella 2001A)

L'alcol aumenta anche la produzione di prolattina mentre diminuisce la produzione di ossitocina (Pepino Teff2005), che può peggiorare il flusso di latte dal seno. Per tutte queste caratteristiche, durante le vacanze di Capodanno, quando lo champagne è considerato parte integrante della vacanza, aumenta il numero di chiamate alla lattostasi tra i consulenti per l'allattamento..

Non allarmarti se, dopo una festa con vino o champagne, domani sembra che la quantità di latte sia diminuita e il bambino si allatta più spesso. I ricercatori nel loro lavoro "Allattamento al seno e alcol" affermano che la produzione di latte dopodomani aumenterà significativamente più di quanto sarà necessario per ripristinare il precedente livello di lattazione. Piuttosto, una soluzione ragionevole sarebbe quella di continuare a nutrire il bambino su richiesta, in modo che il sistema biologico "seno-bambino" ritorni in equilibrio.

Quanto spesso puoi bere durante l'allattamento??

Tutto ciò che è stato detto sopra riguardava le opzioni per il consumo episodico di alcol, quando una madre che allatta a volte si concede piccole dosi di alcol o bevande contenenti alcol. Naturalmente, è necessario distinguere tra bere regolarmente in quantità significative e un paio di bicchieri di vino che una donna che allatta vuole godersi a una cena festiva in un ristorante..

Il servizio sanitario nazionale inglese raccomanda di limitarsi a non più di 1-2 bevande standard una o due volte a settimana. Si consiglia vivamente alle donne che allattano di non consumare regolarmente grandi dosi di forti bevande alcoliche, poiché ciò può avere un impatto negativo sullo sviluppo del bambino..

Più piccolo è il bambino, maggiore è il danno che può causare il bere regolarmente. Alcuni studi collegano il consumo regolare di alcol (più di 5 drink a settimana 1) con lo sviluppo psicomotorio ritardato di un bambino.

A causa dell'immaturità del fegato, un bambino di età inferiore a tre mesi impiega il doppio del tempo per far fronte all'alcol da adulto. Tuttavia, poiché con un uso una tantum di una bevanda alcolica da parte di una madre, il bambino riceve una piccola quantità di alcol che è passata nel latte materno, questa differenza nella velocità di eliminazione dell'alcol dal corpo del latte materno rispetto agli adulti in tali condizioni nella revisione, il collegamento a cui è dato sopra, è denominata clinicamente insignificante.

Anche negli studi è stato notato che l'alcol influisce sul sonno del bambino, ma finora i cambiamenti nella durata e nel ritmo del sonno sono così poco studiati che gli scienziati non si impegnano a dichiarare nulla sulla loro profondità e sulle possibili conseguenze..

Secondo la dottoressa Gonzalez, un consumo eccessivo di alcol può avere l'impatto più negativo, principalmente sulla madre che allatta. Una persona ubriaca ha una coordinazione non adeguata e un'attenzione ridotta, tre volte più possibilità di cadere rispetto a una persona sobria e se c'è un bambino piccolo nelle vicinanze o tra le sue braccia, potrebbe ferirsi accidentalmente. Questo è il motivo per cui il consumo regolare di alcol è pericoloso per qualsiasi adulto che si prende cura di un bambino piccolo, indipendentemente dall'allattamento al seno..

Conclusioni:

Le donne che allattano sono membri a pieno titolo della nostra società e non devono preoccuparsi di bevande speciali durante le vacanze. Certo, non dovresti organizzare una rissa da ubriaco con un bambino in braccio ogni notte durante le vacanze di Capodanno, inoltre, una sbornia, anche per una madre che allatta, non è la cosa più piacevole. Bere alcol è principalmente dannoso per la salute degli adulti, non dei loro bambini.

Alcuni esperti di allattamento al seno ritengono che un divieto totale di alcol possa portare una donna a svezzare il suo bambino prima di quanto farebbe senza un tale divieto. Le madri che allattano possono sentirsi tagliate fuori dal loro ambiente sociale e abbandonare la vita, se non bevono affatto alcol, poiché il simbolico bicchiere di champagne è diventato un attributo indispensabile di molti eventi nella nostra vita.

Spetta alla madre decidere se bere o meno alcolici e quale strategia scegliere durante l'allattamento (fare scorta di latte spremuto, fare pause tra una poppata e l'altra secondo varie raccomandazioni o semplicemente nutrire il bambino su richiesta). "Milk Mom" ​​raccomanda a tutte le donne di essere attente alla propria salute.

Le informazioni di cui sopra sono solo a scopo informativo e non come guida all'azione..

Appunti:

1.1 bevanda = 15 alcool puro o 30-40 ml di superalcolici o 120-150 ml di vino o 360 ml di birra

2. Tempo dall'inizio dell'assunzione di alcol alla pulizia del latte materno per le donne di vario peso: il tasso stimato di eliminazione dell'alcol è costante a 15 mg / dL e le donne sono di altezza media (1,62 mo 5'4 ") 8

Vino bianco durante l'allattamento

Data di pubblicazione: 26.02.2020 | Visualizzazioni: 218

Secondo l'OMS, il latte materno è considerato l'alimento ottimale e sicuro per un neonato che soddisfa i requisiti e le caratteristiche del corpo del neonato [2]. Diversi fattori influenzano la composizione del latte materno e questo non è solo lo sfondo ormonale di una donna che allatta, ma anche la sua alimentazione..

Composizione del vino bianco

Il vino bianco contiene oligoelementi come magnesio, sodio, ferro, calcio, fosforo, potassio e vitamina B2 - riboflavina. Allo stesso tempo, gli oligoelementi costituiscono non più del 3% del valore giornaliero totale e la riboflavina è solo dello 0,6%. Questi valori sono troppo piccoli per parlare dei benefici per la salute del bere vino bianco durante l'allattamento. Il vino bianco, come ogni altro, è ricco di vari acidi: lattico, tartarico e malico. Tuttavia, l'88% della bevanda è acqua e il resto degli elementi di cui sopra, tra cui aldeidi, acetati, eteri, ammoniaca, vari pesticidi per la lavorazione dell'uva, esaltatori di sapidità, muffe del vino e conservanti, costituiscono il 12%.

Effetto del vino bianco sul processo di lattazione

L'effetto del vino bianco sul processo di lattazione è dovuto al fatto che quando il vino bianco entra nello stomaco, contiene oligoelementi ed etanolo nel sangue. Il comitato di esperti dell'OMS sui problemi associati al consumo di alcol afferma che il tempo per il loro assorbimento nel sangue è di 15-30 minuti e dipende da diversi motivi: la quantità di cibo assunto prima di bere vino bianco e il peso corporeo di una donna che allatta. L'etanolo entra nel flusso sanguigno in una quantità dell'8-10% e nel latte materno, il che è confermato da uno studio sull '"Effetto dell'alcol sull'allattamento al seno" di N. A. Sinskaya presso l'Università medica statale di Voronezh. N.N. Burdenko, 11 ottobre 2016 [2, 4]

Influenza sul bambino

Nel 2014, alla conferenza di Volgograd sui principali problemi della medicina moderna, è stata sollevata la questione dell'effetto dell'etanolo sul bambino e sul processo di allattamento. Uno dei rapporti ha indicato che l'etanolo non persiste a lungo nel latte materno, ma il suo livello dipende dal livello di etanolo nel sangue della madre. Ciò significa che finché la donna che allatta ha livelli di alcol nel sangue significativi, anche il latte lo conterrà. I livelli di picco vengono monitorati per circa mezz'ora a un'ora dopo aver bevuto il vino, quindi diminuiscono. C'erano anche prove che l'etanolo stesso fosse in grado di inibire l'allattamento. [4]

Conseguenze dell'uso del vino bianco da parte di una madre che allatta

RAMS raccomanda di limitare l'uso di bevande alcoliche durante l'allattamento [3]. È noto che il corpo dei bambini non è ancora in grado di abbattere e rimuovere l'etanolo a causa della mancanza di enzimi nel tratto gastrointestinale, quindi l'escrezione continua per diversi giorni e per tutto questo tempo l'etanolo ha un effetto dannoso sul bambino. Questo è espresso come segue:

  1. Il vino bianco può modificare il gusto del latte materno. Di conseguenza, il rifiuto del bambino di allattare.
  2. Soppressione della lattazione.
  3. I neonati sviluppano allergie e indigestione.
  4. Quando una madre che allatta assume grandi dosi di alcol, l'avvelenamento si verifica a causa degli effetti tossici dell'etanolo.
  5. I disturbi del sonno e del sistema nervoso del bambino si manifestano in pianto costante [4].
  6. La distruzione delle cellule cerebrali si esprime ulteriormente nel ritardo dello sviluppo mentale e fisico [1, 4].

Principi per bere vino bianco durante l'allattamento

  1. Entro 3 mesi dalla nascita di un bambino, è severamente vietato l'uso di bevande alcoliche da parte di una madre che allatta. La lattazione si sta sviluppando e il corpo del bambino si adatta solo al latte. [quattordici]
  2. All'età da 3 a 6 mesi, è consentito utilizzare una dose di vino bianco sicura per mamma e bambino, che è di 50 ml (1-2 sorsi). Dai 6 mesi è consentito bere 150 ml di vino bianco (1 bicchiere). [3]
  3. Il vino deve essere selezionato secondo diversi criteri: forza e naturalezza. Più naturale è il vino e più basso è il grado, più sicuro è per madre e figlio..
  4. Prima dell'uso del vino bianco, le donne che allattano devono nutrire il bambino e fornirgli cibo per il prossimo futuro. Per fare questo, è necessario preparare in anticipo il latte espresso, che dovrebbe essere sufficiente per diverse poppate..

Si consiglia inoltre di consumare un pasto abbondante prima di consumare una bevanda alcolica. Pertanto, è possibile ridurre la quantità di etanolo che entra nel sangue..

Risultato

È severamente vietato consumare vino bianco per le donne durante l'allattamento, tuttavia, osservando i principi di base dell'assunzione di bevande contenenti alcol da parte di una donna che allatta, è possibile ridurre al minimo o addirittura eliminare completamente il rischio di impatto negativo sulla salute del bambino e sul processo di allattamento.

Lista di referenze:

  1. Alimentazione naturale - uch. indennità, Orenburg State Medical Academy, 2013.
  2. Serie di rapporti tecnici dell'OMS n. 944 - OMS, 2007.
  3. Nat. programma di ottimizzazione dell'alimentazione per bambini del 1 ° anno di vita - 16 Congresso dei pediatri russi, 2009.
  4. L'influenza dell'alcol sull'allattamento al seno - Sinskaya N.A., stato di Voronezh. miele. Università intitolata N.N. Burdenko, 2016.

I benefici e i rischi del vino durante l'allattamento

Proprietà dell'alcol che danneggiano una mamma che allatta

Vini fortificati, vodka, chiaro di luna, cognac e tutte le altre bevande alcoliche con un alto contenuto di etanolo sono controindicati per l'allattamento al seno. La percentuale di alcol etilico è troppo alta e il contenuto di vitamine e oligoelementi è troppo piccolo per parlare dei possibili benefici per il corpo della donna. Il risultato dopo aver bevuto alcolici forti sarà negativo: intossicazione di varia gravità, perdita di controllo su se stessi e impossibilità di una piena cura del bambino.

Esistono informazioni contrastanti sui vantaggi e sui pericoli delle bevande alcoliche a basso contenuto di etanolo. Questi includono vini fermi rossi e bianchi, spumanti - champagne e birra.

A differenza degli alcolici, tutti i vini secchi da tavola sono caratterizzati da un contenuto relativamente basso di alcol etilico - 9-14%, sciolto nel succo d'uva.

Nei vini sono stati identificati circa 500 diversi composti:

  • carboidrati: pectine, residui di glucosio, fruttosio;
  • acidi: più del 90% sono rappresentati da acido tartarico e malico;
  • sostanze fenoliche: un gruppo eterogeneo di bioflavonoidi che svolgono un ruolo importante nel colore dei vini, tannini, resveratrolo;
  • sostanze azotate: minerali - sali di ammonio e organici - amminoacidi, peptidi, proteine;
  • oligoelementi: sodio, potassio, magnesio, calcio;
  • macronutrienti: zinco, rame, selenio, ferro;
  • vitamine: principalmente del gruppo PP;
  • sostanze aromatiche: aldeidi, eteri, alcoli terpenici.

I vini rossi secchi migliorano le condizioni della pelle, rinforzano le pareti dei vasi sanguigni, riducono il colesterolo, riducono la coagulazione del sangue, hanno un potente effetto antiossidante e radioprotettivo e aiutano a rafforzare il sistema immunitario. I vini bianchi secchi stimolano la secrezione di succhi ed enzimi digestivi, migliorano il metabolismo.

I benefici del vino secco rosso e bianco possono essere discussi solo se consumati in piccole quantità - circa un bicchiere da 180-200 ml. L'uso regolare o grandi volumi danneggiano solo il corpo di una donna e un neonato.

Vini e liquori dolci e semi-dolci sono piacevoli, ma difficili. Non sono percepiti come alcol e il contenuto di alcol può essere significativo. Un bicchiere piccolo è considerato una dose troppo piccola e c'è il desiderio di ripeterlo. È molto facile perdere il controllo di sé e trovarsi in una situazione imbarazzante..

È possibile bere birra con HW

Nella birra, il contenuto di alcol etilico è solitamente compreso tra il 3 e il 6%. Contiene un'intera gamma di composti utili:

  • oligoelementi: ferro, zinco, rame, fosforo;
  • macronutrienti: potassio, magnesio;
  • acido folico
  • Vitamine del gruppo B e acido ascorbico;
  • flavonoidi;
  • sostanze proteiche;
  • enzimi;
  • carboidrati;
  • acidi organici.

La birra con moderazione ha un effetto calmante, migliora l'immunità, migliora la condizione della pelle e dei capelli, aiuta a normalizzare la funzione intestinale, ha un effetto antiossidante sul corpo.

C'è qualche beneficio dal vino con HB per una madre che allatta o un neonato

È utile e importante per una donna durante l'allattamento sentire la sua utilità sociale e il suo benessere psicologico. La necessità di un'alimentazione dietetica, l'incapacità di gestire il proprio tempo e la monotona cura quotidiana di un bambino provocano la depressione postpartum. Le restrizioni costanti esacerbano la tensione fisica e peggiorano la situazione psicologica in famiglia.

È possibile bere vino rosso con HS, chiedi al tuo medico

Dal punto di vista del comfort psicologico, è meglio che una donna ignori il divieto di alcol. Sentirsi utili è più importante di un danno fisico minore. Una madre che allatta ha l'opportunità di rilassarsi, migliorare il suo umore e sentirsi una donna a tutti gli effetti e sicura di sé. Pertanto, la risposta alla domanda: è possibile bere - puoi, ma un po 'e con l'osservanza delle precauzioni.

Come ridurre il potenziale rischio di vino durante l'allattamento

Il vino da allattare farà più bene che male se segui semplici regole. Tra questi, i seguenti sono importanti:

  • non bere a stomaco vuoto, poiché l'alcol viene rapidamente assorbito e l'intossicazione arriverà entro mezz'ora;
  • scegli una bevanda di qualità a basso contenuto di zucchero ed etanolo;
  • bevi piccoli sorsi, allungando il bicchiere per 1-2 ore;
  • esprimere una porzione di latte prima di bere;
  • ritardare l'alimentazione il più a lungo possibile (4-5 ore dopo un bicchiere di vino).

In caso di HS con intervalli chiari tra le poppate, si consiglia di fare scorta di latte e conservarlo in freezer per le emergenze. Per la massima tranquillità, il volume di latte dopo aver bevuto alcolici deve essere espresso e scartato. Se un neonato o un neonato è in alimentazione mista, un'alimentazione viene completamente sostituita con una formula.

Se stiamo parlando di un bambino che ha più di sei mesi, è necessario pianificare la sua dieta in modo che al posto dell'allattamento al seno ci siano alimenti complementari. Dovrebbe sostituire il latte materno con un piatto già provato e non un prodotto completamente nuovo. Quindi saltare un pasto non sarà percepito come stress..

Una donna non soffrirà di rimorso per l'alcol che ha bevuto se arruola il sostegno dei propri cari.

Come rimuovere più velocemente il vino rosso, bianco e secco dal corpo

La risposta alla domanda su quanto a lungo allattare un bambino dopo aver bevuto alcolici dipende da una serie di fattori. Le bevande forti vengono rimosse dal corpo per il tempo più lungo: liquore, vodka, whisky, cognac, ecc. Il corpo a volte ha bisogno di 15-30 ore per purificarsi. La birra viene ritirata, di regola, in 2-4 ore.

Sono stati sviluppati calcolatori speciali che consentono di calcolare quanto tempo una particolare bevanda alcolica tira fuori dal corpo. I dati individuali di una donna vengono inseriti nel programma. Vengono presi in considerazione i seguenti parametri:

  • altezza e peso stimato;
  • la quantità di cibo consumato con cui è stata combinata l'assunzione di una bevanda alcolica;
  • la quantità di vino, champagne o birra consumata;
  • % di alcol etilico.

Come risultato dell'analisi delle informazioni inserite, diventa chiaro quanti minuti (ore) sono necessari per rimuovere completamente tutto l'alcol consumato dal corpo della donna. A questo tempo stimato vengono aggiunti altri 30-60 minuti, trascorsi i quali il vino bevuto non influisce sull'allattamento al seno.

Una donna dovrebbe ricordare le sue caratteristiche individuali. Per alcuni, l'enzima che scompone l'alcol viene prodotto in piccole quantità. L'etanolo viene assorbito rapidamente e degradato lentamente. Pertanto, anche un bicchiere di vino secco può provocare una forte intossicazione. Una madre del genere è meglio rinunciare all'alcol. La stessa regola si applica ai rappresentanti di determinate nazionalità..

Le bevande alcoliche con un basso contenuto di etanolo non avranno un effetto negativo significativo sul corpo di una donna se assunte in piccola quantità una volta. I benefici per la salute fisica dell'alcol sono discutibili e gli effetti psicologici possono essere importanti. Un evento pianificato, un approccio ragionevole al tipo di bevanda alcolica e al suo volume consentiranno a una madre che allatta di non preoccuparsi delle conseguenze. La calcolatrice ti aiuterà a trovare la risposta alla domanda quando sarà sicuro nutrire il tuo bambino.

Una donna che allatta il suo bambino può bere un bicchiere di vino rosso o bianco? L'alcol danneggerà un bambino??

Si raccomanda di astenersi dall'alcol durante l'allattamento. Alcune persone considerano sicure le bevande a basso contenuto di alcol in piccole quantità. È consentito a una madre che allatta bere un bicchiere di vino?

Effetto sulla lattazione

Dopo essere entrato nello stomaco, l'alcol è nel sangue in circa 25-40 minuti. Se la donna che allatta non ha mangiato nulla prima di bere alcolici, l'etanolo verrà assorbito più velocemente. Allo stesso tempo, si trova nel latte materno, la cui composizione dipende dal sangue. L'assorbimento degli spumanti è ancora più veloce a causa delle bolle di gas e richiede 10-15 minuti. Il 10% dell'alcol che entra nel sangue entra nelle ghiandole mammarie.

Quanto tempo puoi nutrire un bambino? L'eliminazione dell'alcol dall'organismo dipende da quanto si beve, dalla forza del prodotto, dalle caratteristiche individuali (peso corporeo, metabolismo). Dopo aver preso 100 ml di vino, l'etanolo rimane nel sangue per circa tre ore, un po 'di più nelle donne di peso ridotto. Aumentando la dose di 50 ml si raddoppia il periodo di sospensione.

Bere alcol influisce negativamente sull'allattamento, anche il vino non è raccomandato per una madre che allatta.

A causa dell'effetto sui livelli ormonali, la produzione di latte diminuisce. Grandi dosi di alcol possono portare alla completa cessazione dell'allattamento.

Impatto sui bambini

Non ci sono enzimi nel corpo del bambino per la degradazione dell'etanolo, l'escrezione raggiunge diversi giorni, aumentando la durata dell'esposizione al sistema nervoso e al cervello del bambino. Fino a quando il bambino non raggiunge un anno, si consiglia alla madre di astenersi dal bere alcolici. Se il bambino ha meno di tre mesi, l'alcol è severamente vietato. Se utilizzato, le conseguenze sono possibili sotto forma di:

  1. Cambiamenti nel gusto del latte: alcuni bambini si rifiutano di allattare;
  2. Allergie e disturbi digestivi;
  3. Distruzione delle cellule del fegato. Dopo il parto, sperimenta un forte stress dovuto all'escrezione di una grande quantità di prodotti di decomposizione di sostanze necessarie per lo sviluppo intrauterino, ma inutili dopo la nascita. L'esposizione all'etanolo aggrava la situazione e può causare malattie del fegato;
  4. Avvelenamento quando si bevono grandi dosi di alcol. È dovuto agli effetti tossici dell'etanolo;
  5. Disturbi del sonno e del sistema nervoso. L'alcol ha un effetto eccitante, il bambino è spesso cattivo e piange;
  6. Distruzione delle cellule cerebrali, ritardo nello sviluppo mentale e fisico;
  7. Nausea, mancanza di appetito a causa di danni alla mucosa gastrointestinale. La condizione è accompagnata da dolore addominale;
  8. Debolezza, rallentamento delle reazioni. L'alcol riduce la velocità di trasmissione degli impulsi nervosi, sopprime i riflessi motori;
  9. Abbassamento della pressione sanguigna, palpitazioni cardiache.

Allergia

Conseguenze gravi si verificano con il consumo regolare o alte dosi di alcol. Il grande pericolo del vino durante l'allattamento è possibile allergie. Nasce dal contenuto della bevanda:

  • Pesticidi per la lavorazione dell'uva;
  • Veleno di vespe;
  • Esaltatori di sapidità;
  • Muffa del vino;
  • Conservanti, fitormoni.

Grazie alla sua capacità di dilatare i vasi sanguigni, il vino può aumentare la reazione di intolleranza ad altri alimenti.

L'opinione di Komarovsky

Rispondendo alla domanda se sia possibile bere vino durante l'allattamento, il dottor Komarovsky consente il consumo una tantum di un bicchiere di una bevanda di qualità. Ma non consiglia di bere alcolici regolarmente a causa delle conseguenze imprevedibili per il bambino..

vino rosso

Considerando solo i benefici del prodotto, poi le varietà rosse hanno un vantaggio nel contenuto di oligoelementi e antiossidanti. Hanno le seguenti proprietà:

  • Hanno un effetto benefico sul sistema dei nervi e dei vasi sanguigni, il lavoro del cuore;
  • Espandere i vasi sanguigni, prevenendo ictus o infarto;
  • Hanno un effetto antinfiammatorio sulla mucosa orale;
  • Ridurre il tasso di formazione delle cellule tumorali.

Nella produzione delle varietà rosse, l'uva viene fermentata insieme alla buccia, i semi, che rilasciano sostanze utili. Insieme a loro si forma l'etanolo: anche a piccole dosi, il vino rosso può causare nausea, debolezza, febbre, mal di testa.

vino bianco

Il prodotto contiene meno antiossidanti, poiché le bucce e i semi vengono rimossi dall'uva durante la produzione. In termini di quantità di sostanze nutritive, il vino bianco supera il succo d'uva e ha il seguente effetto:

  • Migliora il metabolismo, lega le tossine e favorisce la loro eliminazione dall'organismo;
  • Combatte virus, batteri, ha un effetto antinfiammatorio;
  • Rafforza i vasi sanguigni, il muscolo cardiaco, normalizza i livelli di colesterolo;
  • Ha un effetto benefico sui polmoni, favorisce la liquefazione e l'escrezione del catarro;
  • Normalizza l'acidità del succo gastrico, migliora la digestione del cibo;
  • Favorisce l'eliminazione dei radionuclidi, rallenta il processo di invecchiamento.

Con tutti i benefici della bevanda per un adulto, è pericolosa per i bambini con contenuto alcolico.

Bevande analcoliche

I vini analcolici contengono etanolo a piccole dosi - 0,5%, una quantità simile si trova nel kefir, consentito per l'allattamento al seno. Ma è meglio astenersi dall'usare una bevanda del genere a causa di additivi chimici pericolosi per il bambino..

Le bevande al vino analcoliche vengono prodotte congelando o riscaldando vigorosamente per far evaporare gli alcoli. Il prodotto risultante ha una breve durata di conservazione; per la conservazione a lungo termine vengono aggiunti conservanti e ormoni vegetali. Gli elementi influenzano negativamente la salute della madre e possono danneggiare il bambino.

Miti popolari

Ci sono diverse idee sbagliate sull'alimentazione del vino:

  1. Benefici per l'emopoiesi. Bevande naturali di buona qualità sono benefiche per gli adulti se consumate in piccole quantità. Ma l'alcol contenuto in essi influisce negativamente sulla salute del bambino. Per normalizzare il livello di emoglobina nel sangue con l'epatite B, è meglio usare altri metodi concordati con il medico;
  2. Il bambino dorme meglio se la sera la mamma beve del vino. Si addormenta più velocemente, ma la qualità del riposo diminuisce. Il sonno diventa superficiale, il bambino è capriccioso, spesso si sveglia;
  3. Dopo aver bevuto vino, puoi spremere prima di allattare il tuo bambino. Questo non proteggerà il bambino, poiché l'alcol rimarrà nel latte fino a quando non verrà rimosso dal sangue.

Quando decidono se bere vino durante l'allattamento o no, molti sono guidati dall'esperienza degli amici. I bruschi cambiamenti visibili nelle condizioni del bambino sono rari. Ma l'effetto dell'alcol su un corpo fragile può manifestarsi in futuro, influenzando negativamente lo sviluppo del bambino..

Condizioni d'uso

I primi tre mesi dopo la nascita del bambino, la madre che allatta deve seguire una dieta, l'alcol deve essere completamente abbandonato. Se poi la donna ha deciso di bere del vino, dovresti seguire i consigli:

  1. La dose più sicura è di 1-2 sorsi (fino a 50 g). Se il bambino ha più di sei mesi, è consentito bere un bicchiere di vino (150 ml);
  2. È meglio dare la preferenza alle varietà bianche secche della forza più bassa. Dovresti scegliere bevande naturali di qualità. Un prodotto economico contiene additivi non salutari;
  3. Prima dell'uso, devi nutrire il bambino;
  4. È meglio esprimere il latte in anticipo per l'alimentazione. A temperatura ambiente può essere conservato fino a 6 ore, in frigorifero per un giorno, congelato, per diversi giorni. Le riserve di latticini dovrebbero essere sufficienti per 2-3 dosi;
  5. Dopo il vino, il bambino non deve essere allattato al seno per almeno 3 ore se la madre ha bevuto un sorso e 5-6 ore dopo un bicchiere di bevanda. Per prima cosa devi estrarre il latte, ma non darlo al bambino;
  6. Prima del consumo, è necessario mangiare per ridurre la quantità di etanolo che entra nel sangue;
  7. Se il bambino è in alimentazione mista, in vacanza puoi trasferirlo alla formula. Il latte deve essere estratto periodicamente per mantenere l'allattamento, ma non per darlo al bambino;
  8. Non utilizzare altri nuovi alimenti a causa di possibili allergie nel bambino. Altrimenti sarà difficile determinare cosa gli abbia causato intolleranza..

Conclusione

L'allattamento dovrebbe bere il vino con attenzione, nel rispetto delle regole al fine di ridurre al minimo il rischio per la salute e il benessere del bambino. Sono adatti per le rare occasioni di una festa, ma con l'HS l'alcol non dovrebbe essere consumato regolarmente. Può causare dipendenza in un bambino..

Successivamente, se la madre rifiuta l'alcol, il bambino diventa capriccioso e sovraeccitato. La mamma dovrebbe decidere da sola quanto sia importante bere vino, viste le possibili conseguenze. Sarà più saggio non esporre la salute del tuo bambino ai rischi associati agli effetti dell'etanolo sul corpo..

Latte laureato: è possibile bere vino durante l'allattamento

L'allattamento al seno è un'enorme responsabilità non solo per la tua salute, ma anche per lo stato dell'organismo in via di sviluppo. Naturalmente, questo è associato a una serie di gravi restrizioni, al rifiuto di uno stile di vita malsano. E l'uso di bevande alcoliche, forse, sta diventando uno dei principali argomenti di interesse per una giovane madre. Un bicchiere di vino è davvero necessario e sicuro durante l'allattamento??

Vino: buono o cattivo

Il vino è una bevanda unica nella sua composizione. Contiene fino a ventiquattro diversi oligoelementi. Il suo utilizzo in dosi moderate (fino a 150 grammi al giorno) ha un effetto benefico sul sistema circolatorio e nervoso, abbassa i livelli di colesterolo e migliora il metabolismo. Ma basta bere due invece di un bicchiere, e non compaiono le proprietà più utili di questa bevanda. L'alcol etilico, che fa parte del vino, porta a malattie del fegato, del cuore, allo sviluppo del diabete mellito e al cancro..

Vale anche la pena notare che non tutte le bottiglie di vino acquistate in un negozio possono vantare naturalezza. Molto spesso, conservanti, coloranti e additivi malsani possono essere trovati sull'etichetta nella composizione del prodotto..

Alcol durante l'allattamento

Siamo tutti esseri umani. E anche una madre che allatta a volte vuole permettersi un paio di bicchieri rossi o bianchi. Vediamo quanto è sicuro per la madre e il bambino. Il vino non è la bevanda più salutare per una madre e un bambino che allattano

Perché no: conseguenze per mamma e bambino

I medici che hanno studiato l'effetto dell'alcol su un bambino ripetono all'unanimità il suo effetto distruttivo sul corpo del bambino. Ciò significa che una madre appena nata non può bere vino, mai e in nessuna quantità. Ed ecco perché:

  • Il tasso metabolico di una donna durante l'allattamento viene accelerato più volte, quindi anche una piccola quantità di alcol bevuto entra nel latte quasi istantaneamente (nel periodo da 10 a 30 minuti). Il fegato di un neonato non è ancora pronto per tali test (anche se è solo un bicchiere di vino), quindi tali sovraccarichi agiscono su di esso distruttivo.
  • Il vino ha un effetto dannoso sulla psiche del bambino: dorme molto e irrequieto, diventa letargico e irritabile, il sistema digestivo è disturbato.
  • Le conseguenze sono disastrose anche per le capacità mentali del bambino: rimarrà indietro rispetto ai suoi coetanei e assorbirà male il materiale..
  • Bere un drink minaccia e non così terribile (rispetto ai punti precedenti) un'intossicazione alimentare.

Per la stessa madre che allatta, le conseguenze del vino non sono meno "meravigliose": mal di testa, debolezza, incapacità di concentrazione e disturbi di stomaco.

Tuttavia, tra alcuni professionisti medici, si può trovare l'opinione che non accadrà nulla a un bambino da un bicchiere. Ma, in primo luogo, dovrebbe essere solo vino bianco secco naturale (né rosso, né frizzante, né analcolico, né rosa) e solo a condizione che il bambino abbia già due o tre mesi.

Se, tuttavia, tu, essendo una madre che allatta, hai deciso di bere vino a tuo rischio e pericolo, devi conoscere i seguenti importanti indicatori: quanto questa bevanda viene escreta dal corpo e quando puoi rimettere il bambino al seno.

Tabella: dopo quante (in ore) il vino viene rimosso dal latte (tenendo conto del peso della madre e della quantità di bevanda)

Peso della mamma (kg) *La quantità bevuta (in ml) *
1503004506007509001500
40-592.5-2.24 orario5.4-4.49 h8.3-7.13 h11.2-9.38 h14.10-12.03 h17-14.27 h19.51-16.52 h
59-622.2-2.24 orario4.49-4.43 h7.13-7.05 h9.38-9.27 h12.03-11.49 h14.27-14.11 h16.52-16.33 h
62-812.2-2 orario4.43-4.03 orario7.05-6.05 h9.27-8.07 h11.49-10.08 h14.11-12.10 h16.33-14.12 h
81–902-1,54 h4.03-3.49 h6.05-5.43 h8.07-7.38 h10.08-9.32 h12.10-11.27 h14.12-13.21 h
90–951, 54–1, 51 h3.49-3.42 h5.43-5.33 h7.38-7.24 h9.32-9.16 h11.27-11.07 h13.21-12.58 h

* con un'altezza della donna di 162 cm e una forza della bevanda non superiore all'11% (vino bianco secco naturale).

Se decidi ancora di bere

Dopo aver bevuto vino, dovrai tornare all'allattamento al seno non prima di 1,5 - 3 ore con una quantità minima di alcol consumata. Vale anche la pena notare che è necessario esprimere il latte che è venuto dopo aver preso la bevanda. Allo stesso tempo, è meglio che il bambino prepari diversi biberon di cibo sicuro pre-preparato, poiché dovrai saltare da una a due poppate. Ecco qualche altro consiglio da seguire se non puoi fare a meno del vino:

  1. Il grado della bevanda dovrebbe essere minimo e la composizione dovrebbe essere il più naturale possibile..
  2. Prima di bere vino, una madre che allatta ha bisogno di mangiare molto bene, perché in questo modo molto meno alcol etilico entrerà nel latte.

Il dottor Komarovsky sul vino e l'allattamento al seno

Un famoso medico ha la sua opinione sul bere vino durante l'allattamento.

Dal mio punto di vista, questo è un esperimento con conseguenze imprevedibili. Non credo che 200 g di vino occasionalmente possano interferire, ma 100 g al giorno...

E.O. Komarovsky

http://www.komarovskiy.net/faq/kormlenie-grudyu-i-vino.html

Pertanto, è meglio per una madre che allatta rimandare il consumo di vino fino al momento in cui il bambino inizia a nutrirsi da solo..

Effetti del vino sul bambino e sulla madre durante l'allattamento

Il periodo di allattamento è molto importante per lo sviluppo del bambino. Affinché il latte materno porti solo benefici al bambino, la madre deve seguire alcune regole quando elabora la sua dieta..

Una delle condizioni più importanti è evitare l'alcol. Ma dovrebbe essere assoluto o durante l'allattamento al seno puoi comunque permetterti di bere occasionalmente bevande a bassa gradazione alcolica, ad esempio il vino?

Alcol nel latte di una donna che allatta

Dopo che una donna ha bevuto, l'alcol entra quasi immediatamente nel flusso sanguigno. Si diffonde attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo, penetrando in tutti i tessuti e gli organi. In mezz'ora, l'alcol sarà nelle ghiandole mammarie e quindi nel latte materno.

La velocità con cui l'etanolo entra nel latte dipende dal tipo e dalla forza della bevanda, nonché dal fatto che sia stata bevuta a stomaco vuoto o con uno spuntino abbondante. Lo spumante entra nel flusso sanguigno dopo 10-15 minuti. Mangiare un pasto completo aumenta il tempo di comparsa dell'alcol nel latte da 60 a 90 minuti.

Le madri che allattano che stanno pensando di poter bere un bicchiere di vino dovrebbero sapere che circa il 10% dell'alcol consumato finisce nel latte (la concentrazione dipende dalla quantità di alcol consumata e dal peso della donna). Questa dose insignificante per un adulto può causare danni irreparabili alla salute del bambino..

Considerando che durante l'allattamento l'etanolo rimarrà nel latte fino a scomparire completamente dal corpo, prima di bere vino è necessario nutrire il bambino ed estrarre il latte per fornire una scorta per almeno un'altra poppata.

Effetto sulla lattazione

Gli scienziati hanno da tempo dimostrato la convinzione diffusa che il vino aumenti la produzione di latte durante l'alimentazione non è altro che un mito. In effetti, tutto accade al contrario. L'etanolo, una volta ingerito, sopprime la produzione di ossitocina (l'ormone responsabile della produzione del latte materno).

Inoltre, gli effetti negativi dell'alcol possono essere attribuiti al fatto che immediatamente dopo l'espansione dei vasi sanguigni, c'è un forte restringimento. Inoltre l'etanolo provoca ritenzione di liquidi nei tessuti, il seno si gonfia, aumenta il tono dei dotti lattiferi.

Per questo motivo, il deflusso del latte diventa difficile e il bambino riceve meno cibo, spendendo molte più energie per ottenerlo. Stanco, il bambino si addormenta e la madre, delusa da quanto attivamente ha succhiato il seno e quanto velocemente si è addormentato, è sicura che il bambino sia pieno.

Per determinare che tipo di vino può dare alle madri che allattano, è necessario sapere come questo o quel tipo di bevanda influisce sul corpo..

Rosso

La produzione di vino rosso differisce in quanto l'uva viene utilizzata con buccia e semi, che saturano il liquido con elementi utili durante la fermentazione. Grazie a questa tecnologia, le varietà rosse sono anche ricche di antiossidanti. Se usi raramente piccole dosi di buon vino rosso con HS, allora ha il seguente effetto sul corpo della donna:

  • normalizza il lavoro del sistema cardiovascolare;
  • ha un effetto benefico sullo stato del sistema nervoso;
  • previene infarto, ictus;
  • migliora il tratto digestivo;
  • ha un effetto antinfiammatorio, aiuta a distruggere i microrganismi patogeni nella cavità orale, rafforza le gengive;
  • previene lo sviluppo di neoplasie.

Ma dobbiamo ricordare che, prima di tutto, il vino è una bevanda alcolica. Anche un solo bicchiere di vino rosso (soprattutto bevuto dopo un lungo rifiuto di alcol) può causare una donna intossicazione, mal di testa, nausea, debolezza.

Per una donna che allatta, è meglio scegliere un vino secco debole con un basso contenuto di zucchero.

bianca

In alcuni casi è più preferibile scegliere il vino bianco per l'HS. A causa del fatto che la tecnologia di produzione prevede la rimozione della buccia e dei semi, la bevanda è meno allergenica. È vero, e la concentrazione di sostanze nutritive nel vino bianco è inferiore a quella nel rosso. Il vino bianco ha un elenco abbastanza ampio di proprietà utili:

  • migliora il metabolismo, accelera l'eliminazione di tossine e tossine;
  • abbassa i livelli di colesterolo, rafforza le pareti dei vasi sanguigni;
  • influisce positivamente sul sistema respiratorio, favorisce la liquefazione e l'escrezione dell'espettorato;
  • ha un effetto benefico sul lavoro dell'apparato digerente, normalizza l'acidità dello stomaco;
  • aiuta a rallentare il processo di invecchiamento.

La stessa regola si applica qui come quando si sceglie il vino rosso: il vino secco di piccola forza, in cui c'è poco zucchero, è il più appropriato..

Fatti in casa

Le bevande alcoliche sono preparate da sole non solo sulla base dell'uva. Giardino e frutti di bosco, vengono utilizzati vari frutti. Il vino fatto in casa è considerato l'opzione preferita per l'allattamento al seno. Soggetto alla tecnologia di produzione e agli standard sanitari, un tale prodotto è il più naturale.

Ma bisogna tenere presente che spesso una bevanda preparata in casa risulta essere piuttosto forte, il che può influire negativamente sul benessere di madre e bambino. Quando si beve la propria bevanda alcolica, è necessario ricordare una dose sicura e non superarla. Dopotutto, l'alcol contenuto nel vino fatto in casa ha esattamente lo stesso effetto distruttivo sul corpo dell'alcol acquistato..

Non alcolico

Il vino senza alcol durante l'allattamento è considerato da molti l'opzione di maggior successo. In effetti, in tali bevande, il contenuto di alcol è minimo e di solito non supera lo 0,5% (come nel kefir). Ma nonostante questo, il vino analcolico è meglio non per una madre che allatta..

Il fatto è che la tecnologia per la produzione di tali vini prevede il congelamento o il riscaldamento delle materie prime. Questo viene fatto per sbarazzarsi degli alcoli. La bevanda risultante ha una durata di conservazione molto breve. Per aumentarlo, i produttori condiscono generosamente il prodotto con una varietà di conservanti. Gli additivi chimici possono danneggiare la salute di mamma e bambino.

Perché l'alcol è pericoloso per i bambini?

Bere bevande alcoliche se il bambino ha meno di 3 mesi è severamente vietato. Nei neonati, tutti i sistemi del corpo non possono ancora funzionare a pieno regime. In particolare, nel corpo del bambino, gli enzimi in grado di abbattere l'etanolo non sono ancora prodotti. Pertanto, se la madre ha bevuto poco prima di nutrirsi, la sostanza tossica che è arrivata al bambino con il latte materno rimane nel corpo, causando un grave avvelenamento.

Ma in futuro, una donna che allatta che ha bevuto alcolici dovrebbe astenersi dal nutrirsi fino a quando il suo corpo non sarà completamente purificato dall'alcol. Infatti, durante l'allattamento, anche un bicchiere di vino bevuto regolarmente può portare a conseguenze negative:

  • un cambiamento nel gusto del latte può portare al fatto che il bambino abbandona completamente il seno;
  • il bambino diventa letargico, apatico, inibito o, al contrario, si osserva una maggiore eccitabilità, il bambino è cattivo, spesso piange;
  • disturbi del sonno: il bambino si addormenta rapidamente, ma non dorme bene, irrequieto, spesso si sveglia;
  • nausea, indigestione, coliche, gas;
  • palpitazioni cardiache, disturbi del ritmo cardiaco, pressione sanguigna bassa;
  • ritardo dello sviluppo, il bambino è in ritardo rispetto ai coetanei sia nello sviluppo fisico che mentale;
  • diminuzione dell'immunità, malattie frequenti, sviluppo di malattie croniche.

Un altro pericolo di bere vino è una reazione allergica, che può verificarsi in un bambino a causa dei seguenti fattori:

  • il vino è ottenuto da uve trattate con pesticidi;
  • nella produzione della bevanda sono stati utilizzati additivi artificiali (esaltatori di sapidità, conservanti);
  • c'è muffa di vino nel prodotto.

Il vino può anche provocare o aumentare l'intolleranza ad altri cibi..

Tempo di eliminazione dell'alcol dal corpo e dal latte materno

È molto importante sapere quanto tempo dopo aver bevuto il vino puoi nutrire il tuo bambino. L'alcol rimane nel latte materno finché rimane nel sangue. Il tempo per pulire il corpo dall'alcol dipende dalla carnagione, dal peso e dal tasso metabolico della donna, dalla quantità di alcol consumata, dalla forza della bevanda.

Di solito un bicchiere di vino (circa 150 ml) viene escreto dal corpo in circa 2,5 - 3 ore. Maggiore è la dose, più tempo ci vorrà. Allo stesso tempo, il sonno, il cibo, una grande quantità di acqua potabile, una passeggiata all'aria aperta, una doccia, l'esercizio fisico non influiscono sulla diminuzione del livello di alcol nel sangue..

Poiché durante il periodo dell'allattamento al seno, il regime di alimentazione di ogni bambino è individuale, la madre decide quanto vino può bere se non vuole perdere la poppata successiva. Tuttavia, se non sei sicuro che l'alcol sarà fuori dal corpo al momento giusto, allora è meglio usare latte pre-espresso o usare una miscela (se il bambino è alimentato in modo misto).

Conclusione

Ogni donna decide autonomamente se consumare alcol durante l'allattamento. Gli esperti sono del parere che per evitare il rischio, è consigliabile abbandonare completamente l'alcol durante l'allattamento. Ma dal punto di vista del benessere psicologico di una madre che allatta, a volte puoi permetterti un po 'di vino, seguendo tutte le raccomandazioni in modo da minimizzare le conseguenze per il bambino..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Ripristino del ciclo mestruale dopo il taglio cesareo

Parto

Molte madri che hanno subito un taglio cesareo si chiedono quanto presto riprenderà il loro ciclo mestruale. Rendendosi conto che il parto artificiale è un'invasione delle attività naturali del corpo, le donne iniziano a preoccuparsi per lo stato del loro sistema riproduttivo.

Il naso che cola è pericoloso durante la gravidanza?

Concezione

Durante la gravidanza, il rischio di prendere il naso che cola è molto più alto rispetto a prima di questo meraviglioso momento. Quanto è pericoloso un naso che cola per le donne in una "posizione interessante"?

Se non c'è un anno mensile dopo il parto, vale la pena suonare l'allarme

Infertilità

Più di recente, hai celebrato una data significativa nella vita del tuo bambino tanto atteso. È passato un anno ricco di esperienze, piccole e grandi gioie, prime conquiste e successi.

È possibile per una madre che allatta l'acido ascorbico: descrizione, istruzioni per l'uso

Nutrizione

Il corpo di una donna che allatta e di un neonato ha bisogno di più nutrienti rispetto a prima della gravidanza.