Principale / Parto

Ecografia all'inizio della gravidanza: indicazioni, preparazione, tempistica

Solo 40-50 anni fa, le nostre nonne non hanno mai sognato di vedere un bambino prima che nascesse. Ora, gli appuntamenti periodici con un residente della pancia sono una cosa comune. Sebbene i benefici dell'esame ecografico siano evidenti, c'è ancora un dibattito sul suo pericolo o non pericolo in relazione al bambino nel grembo materno..

Cos'è l'ecografia?

L'ecografia è un metodo per esaminare organi e tessuti interni. Viene eseguito utilizzando una macchina ad ultrasuoni dotata di uno speciale sensore e monitor. Il sensore è chiamato trasduttore. A contatto con la pelle dell'addome della donna incinta, produce vibrazioni (onde sonore), che vengono dirette in profondità nel corpo. Lì entrano in collisione con gli organi interni di una donna (così come con parti del corpo e organi interni del bambino) e vengono riflessi da essi, successivamente visualizzati sul monitor.

L'ecografia è bidimensionale, tridimensionale e quadridimensionale. Qual è la differenza tra loro? Con un'ecografia bidimensionale, sul monitor sono visibili solo i contorni vaghi del feto in bianco e nero. Grazie all'ecografia tridimensionale, il medico potrà vedere un'immagine tridimensionale a colori, per esaminare in dettaglio gli organi e gli apparati del bambino. L'ecografia 4D ti consente di vedere i movimenti fetali.

Questa procedura è assolutamente indolore e non crea alcun disagio..

Perché fare un'ecografia durante la gravidanza?

La realizzazione di uno studio utilizzando gli ultrasuoni non è dovuta ai capricci dei futuri genitori, ma all'urgente necessità di diagnosticare varie deviazioni nello sviluppo del bambino, problemi del corso della gravidanza stessa.

In realtà, la prima ecografia sarà in grado di confermare l'inizio della gravidanza, stabilire la presenza di un ovulo (a volte anche due, o anche tre) e determinare la durata esatta della gravidanza. Questo metodo è molto prezioso in presenza di una gravidanza extrauterina. Dopotutto, se lo diagnostichi in anticipo, puoi evitare un intervento chirurgico..

Inoltre, in un secondo momento, l'ecografia consente di vedere se ci sono patologie. Questi includono il distacco della placenta, la minaccia di aborto spontaneo, l'ipertonicità dell'utero. Patologie diagnosticate tempestivamente e, di conseguenza, le misure adottate ti permetteranno di mantenere la gravidanza e dare alla luce un bambino sano. Inoltre, gli ultrasuoni possono rilevare malformazioni fetali. A volte possono essere curate e, a volte, purtroppo, alla donna verrà chiesto di interrompere la gravidanza..

Alla vigilia del parto, gli ultrasuoni ti permetteranno di scoprire alcune delle sfumature da cui dipenderanno sia il corso del processo stesso che il comportamento dei medici. Ricorda, solo questo metodo può dire con una precisione del 100% se c'è un intreccio del cordone ombelicale. E questo è molto importante, poiché minaccia di complicazioni del processo di nascita e talvolta crea un pericolo per la salute, o addirittura la vita, del bambino.

Non dimenticare che alcune donne devono sottoporsi a un'ecografia. E molto più spesso della maggior parte delle donne incinte. Queste indicazioni includono malattie croniche. I più comuni tra loro sono il diabete mellito, varie malattie del sangue.

Non dovresti trascurare la procedura se in precedenza hai già avuto gravidanze che si sono concluse senza successo (aborti spontanei, gravidanza congelata) o se ci sono persone gravemente malate in famiglia (ad esempio, con sindrome di Down).

Quando fai la prima ecografia durante la gravidanza?

La direzione per la prima ecografia durante la gravidanza viene solitamente ottenuta da una donna a 12-13 settimane di gravidanza. Questo metodo di ricerca iniziale è estremamente importante: con il suo aiuto, il medico sarà in grado di valutare la formazione primaria del feto, per valutare il processo di deposizione di organi e sistemi.

In alcuni casi, la prima ecografia durante la gravidanza può essere eseguita prima. In primo luogo, per confermare la presenza di gravidanza e anche per escludere il fatto di una gravidanza extrauterina. Il sospetto di una gravidanza extrauterina richiede un esame obbligatorio con ultrasuoni: solo in questo modo sarà possibile stabilire in modo affidabile se questa condizione patologica si verifica davvero. E solo in questo modo sarà possibile intervenire per tempo sulla situazione ed effettuare le necessarie pulizie, altrimenti non si potranno evitare gravi conseguenze.

Il motivo di un'ecografia precedente può anche essere sintomi allarmanti sotto forma di sanguinamento vaginale (o secrezione sanguinolenta) e dolori tiranti nell'addome inferiore. È probabile che tali sintomi segnalino la minaccia di interruzione della gravidanza. E, sebbene sia molto difficile determinare se esiste una minaccia di aborto spontaneo esclusivamente con gli ultrasuoni, tuttavia, attraverso un tale studio è possibile scoprire la causa del sanguinamento. In base ai risultati dell'ecografia, il medico sarà in grado di valutare in modo completo la situazione e dare alla donna raccomandazioni appropriate.

Per quanto tempo può essere determinata la gravidanza mediante ultrasuoni?

  • Tempo minimo di determinazione
  • Indicazioni per l'esame
  • Com'è l'ecografia?
  • Decodificare la prima ecografia
  • Sono possibili errori?
  • Domande comuni
    • Il test di gravidanza è stato positivo, ma l'ecografia no
    • Il test di gravidanza è negativo e l'ecografia è positiva
    • Come calcolare la durata della gravidanza mediante ultrasuoni?
    • E se il periodo è di 1 settimana più lungo di quello ostetrico?

    I sospetti su una possibile "situazione interessante" possono apparire in una donna molto prima che la successiva mestruazione sia ritardata. Le moderne strisce reattive possono determinare il contenuto di uno specifico ormone hCG nelle urine già il primo giorno di un ritardo, e alcune anche pochi giorni prima. Qualunque sia il risultato del test, una donna vuole assicurarsi di essere incinta il prima possibile. Quando un bambino può essere visto per la prima volta su un'ecografia verrà discusso in questo articolo..

    Tempo minimo di determinazione

    Dopo il concepimento, iniziano i processi intensi all'interno della futura mamma, di cui molto spesso non è a conoscenza. Il primo giorno, l'ovulo fecondato si divide e si sposta lungo la tuba di Falloppio, dove è avvenuto il concepimento, nella cavità uterina. Questo viaggio dura circa quattro giorni. Non è un insieme di singole cellule che discende nell'utero, ma un blastocita, una formazione a forma di palla. È incorporato nel rivestimento dell'utero. Questo è l'impianto. Ciò accade 6-7 giorni dopo la fecondazione e talvolta una donna avverte l'impianto a causa di lievi sensazioni di trazione nell'addome inferiore.

    Il primo sintomo della gravidanza a volte è il cosiddetto sanguinamento da impianto: poche gocce di sangue o secrezione sanguinolenta al momento dell'introduzione dei blastociti nell'endometrio. Ciò non significa che sia ora di correre per un test o fissare un appuntamento per un'ecografia.

    Le strisce reattive reagiscono alla formazione del cosiddetto ormone della gravidanza - hCG, ed è solo all'inizio, il livello dell'ormone è inferiore al livello di controllo della sensibilità delle strisce reattive. E sugli ultrasuoni, il blastocita non può essere visto: la sua dimensione è di soli 0,2 mm.

    Non c'è ancora la placenta, il nutrimento per l'embrione è "fornito" dalla mucosa uterina. Ma dal primo giorno dopo l'attaccamento del bambino, inizia a produrre hCG, questo ormone dà all'intero corpo femminile un comando di "mobilizzazione" di massa. Inizia la ristrutturazione di tutti i sistemi del corpo femminile al fine di creare le condizioni più confortevoli per l'ulteriore crescita del bambino.

    Due settimane dopo il concepimento, il bambino cresce fino a 1 mm, inizia un ritardo nelle mestruazioni e durante questo periodo la gravidanza può già essere determinata con un'alta probabilità dal livello di hCG nel sangue (se una donna esegue un esame del sangue da una vena), anche le strisce reattive iniziano a spogliarsi. Tuttavia, su un'ecografia, una donna non sarà ancora soddisfatta di nulla, la gravidanza non è ancora visibile.

    3 settimane dopo il concepimento (questa è la quinta settimana ostetrica, che viene contata dal primo giorno dell'ultima mestruazione), la dimensione del bambino raggiunge i 4 mm. Viene posato il suo tubo neurale e inizia la formazione della placenta. L'embrione assume un aspetto ovale: appare un ovulo fecondato. Esattamente 3 settimane dopo il concepimento, inizia la formazione del cervello e del midollo spinale e il cuore inizia a battere nell'embrione.

    È una settimana dopo l'inizio del ritardo (questo corrisponde approssimativamente al 21 ° giorno di sviluppo dell'embrione o alle 5 settimane ostetriche complete) che l'embrione può essere visto per la prima volta utilizzando la diagnostica ecografica. È vero, questa possibilità dipende da molti fattori..

    • Una donna non dovrebbe avere polipi e malattie del rivestimento uterino. Se ci sono tali patologie, il medico può confondere l'ovulo con un frammento del polipo e non sarà possibile confermare la gravidanza.
    • Lo scanner deve avere una buona risoluzione, è possibile determinare la gravidanza in un periodo così minimo solo con attrezzature moderne e buone e, naturalmente, con l'aiuto di un medico esperto e qualificato..

    Indicazioni per l'esame

    Se non ci sono mestruazioni, il test è "a strisce" o non mostra una posizione interessante, quindi 10 giorni dopo l'inizio del ritardo, in ogni caso, dovresti contattare la clinica prenatale. Un leggero aumento dell'utero da parte di un ostetrico-ginecologo in questo momento può essere determinato manualmente durante l'esame di una donna.

    L'ecografia in 10 giorni dal giorno del ritardo fornisce indicatori abbastanza accurati della presenza, dell'assenza e delle caratteristiche dell'embrione. Ciò non significa che tutte, senza eccezioni, le donne incinte in una fase così precoce debbano recarsi nelle sale diagnostiche ecografiche e fare un'ecografia quanto vogliono. L'effetto degli ultrasuoni sull'embrione non è considerato dannoso, ma non può nemmeno essere definito utile, non è stato ancora sufficientemente studiato.

    Ci sono alcune indicazioni per le quali il medico consiglierà a una donna di sottoporsi a una procedura ecografica per un tempo così breve:

    • Il ritardo è accompagnato da sensazioni spiacevoli e dolorose, c'è una scarica che non è mestruale;
    • In precedenza, la donna aveva gravidanze ectopiche, aborti precoci;
    • Se c'è un ritardo, il test mostra un risultato positivo e le dimensioni dell'utero e le caratteristiche dell'organo durante la palpazione non dicono all'ostetrico dell'inizio della gravidanza;
    • Se la donna ha avuto in precedenza un intervento chirurgico all'utero, compreso un taglio cesareo;
    • Se una donna non ricorda la data del suo ultimo ciclo.

    La diagnosi con un ecografo in questi casi consentirà di stabilire se l'impianto è avvenuto nella cavità uterina, se la donna sta sviluppando una gravidanza tubarica (ectopica) e anche di stabilire se vi è un distacco dell'ovulo in caso di secrezione anormale. È nelle prime fasi che l'età gestazionale può essere stabilita con una precisione del giorno, perché nel periodo embrionale tutti gli embrioni crescono all'incirca alla stessa velocità.

    Per le donne che hanno subito un intervento chirurgico all'utero, un'ecografia aiuterà a scoprire in quale condizione si trova la cicatrice postoperatoria, se l'ovulo è fissato nell'area della cicatrice. Se una donna non ha paure e una storia difficile, allora c'è anche un urgente bisogno di un'ecografia, e per la prima volta la futura mamma sarà in grado di guardare il suo bambino a 11-13 settimane, quando il medico darà un rinvio per il primo screening prenatale.

    Com'è l'ecografia?

    Per determinare la gravidanza, vengono utilizzati due tipi di esame ecografico: transvaginale e transaddominale. Nel primo caso, il medico esamina la cavità uterina e il suo contenuto con un sensore vaginale. Nel secondo caso, l'esame viene eseguito con un sensore attraverso la parete addominale. La maggior parte dei medici preferisce il primo metodo quando si tratta di gravidanza precoce. È molto più facile vedere l'embrione e la sua struttura attraverso la vagina.

    Si consiglia un'ecografia addominale degli organi pelvici con una vescica piena, transvaginale - con una vuota, mentre è meglio fare attenzione in anticipo che l'intestino non sia gonfio di gas. Per fare questo, poche ore prima di andare dal medico, è consigliabile che una donna prenda "Espumisan" o "Smecta".

    Va notato che la gravidanza può essere vista in modo transvaginale prima di uno transaddominale, per diversi giorni. Quindi, un sensore vaginale e un buon specialista in aggiunta possono dire a una donna della sua "posizione interessante" già 5-6 giorni dal giorno del ritardo, e la scansione attraverso lo stomaco potrebbe non mostrare una gravidanza anche per 8-10 giorni. La procedura è indolore, innocua per una donna e un bambino, dura non più di 5-7 minuti.

    Decodificare la prima ecografia

    Al primissimo esame ecografico per determinare la gravidanza, il diagnostico sarà in grado di rilevare una formazione ecogena. Questo è l'uovo fecondato. Le sue dimensioni indicheranno l'esatta età gestazionale. Inoltre, il medico determinerà la dimensione del sacco vitellino, la posizione dell'ovulo, lo spessore dell'endometrio, escluderà l'infiammazione in esso, nonché la presenza di cisti, polipi e altre formazioni indesiderate. Di seguito sono presentate le dimensioni dell'ovulo e la tabella delle date.

    Termine ostetrico (dalla data dell'ultimo periodo)

    Diametro dell'ovulo (mm)

    CTE (distanza dal coccige alla corona), mm

    BPR (dimensione biparientale), mm

    Diametro sacco vitellino, mm

    Sono possibili errori?

    Il metodo di diagnostica ecografica è considerato uno dei più accurati per determinare la gravidanza nelle prime fasi, ma non si dovrebbe presumere che la sua precisione sia del 100%. In ginecologia, l'accuratezza di questo studio è stimata intorno al 90%. All'inizio della gravidanza, la precisione diminuisce al 75%. Un medico è, prima di tutto, una persona, non una macchina con un programma incorporato in essa. Ha il diritto di commettere errori, soprattutto se una donna ha problemi con la salute del sistema riproduttivo. Quindi, il medico può confondere i fibromi uterini con la gravidanza nelle fasi iniziali, se alla donna non erano stati precedentemente diagnosticati fibromi e ha scoperto la sua presenza solo sugli ultrasuoni. Una cisti o un polipo possono essere confusi con un ovulo fecondato, poiché anche una cisti è una formazione ecogena.

    Se una donna ha avuto un'ovulazione tardiva, una settimana dopo il ritardo, la gravidanza potrebbe non essere rilevata affatto da uno specialista in ecografia, poiché l'ovulo è successivamente disceso nell'utero e non è ancora visualizzato. Naturalmente, il medico scriverà nella conclusione che non c'erano segni di gravidanza, ma dopo 7-10 giorni, in un secondo esame, sarà in grado di determinare sia l'ovulo che la sua struttura. Solo le misurazioni aiuteranno a capire che l'ovulazione era davvero in ritardo..

    Domande comuni

    Su Internet, le donne incinte inesperte e quelle che ancora sognano una "situazione interessante" pongono molte domande sulla prima diagnosi. Le situazioni più comuni dovrebbero essere discusse in modo più dettagliato..

    Il test di gravidanza è stato positivo, ma l'ecografia no

    Ci possono essere diversi motivi per questo. Prima di tutto, non si dovrebbe escludere che il test si sia rivelato difettoso, questo accade, e abbastanza spesso, soprattutto quando si tratta di strisce reattive economiche che vengono vendute quasi in ogni angolo. Nel desiderio di vedere due strisce care, alcune signore si spingono troppo oltre, iniziando a cercare strisce "fantasma" sulle strisce di pasta. Se lo trovano, iniziano automaticamente a considerare positivo il loro test, anche se in realtà la gravidanza potrebbe non esserlo.

    Se il test non ha ancora ingannato, il motivo della conclusione negativa del medico diagnostico ecografico potrebbe essere che la donna è andata dal medico troppo presto e l'ovulo fecondato non è ancora visibile. Il dispositivo stesso potrebbe essere obsoleto, con bassa sensibilità e scarsa risoluzione. La ragione dell'assenza di segni di gravidanza sugli ultrasuoni può essere l'ovulazione tardiva e la presenza di un processo infiammatorio nella cavità uterina e, naturalmente, le qualifiche insufficienti del medico.

    Il test di gravidanza è negativo e l'ecografia è positiva

    Ci possono essere anche molte ragioni per questa situazione. In primo luogo, la donna potrebbe fare il test a casa con un errore, il test potrebbe essere difettoso o scaduto, ed è anche possibile che sia stato fatto troppo presto, quando il livello dell'ormone hCG nelle urine era ancora insufficiente perché il test rispondesse ad esso con un seconda striscia.

    La diagnostica ecografica in questo caso è raramente prematura, poiché una donna dopo un test a casa negativo non ha fretta di vedere un medico, aspettando pazientemente l'inizio delle mestruazioni tardive. Dopo una settimana e mezza o due settimane di ritardo, quando la signora va ancora dal medico, la gravidanza è già chiaramente visibile sull'ecografia. Pertanto, i risultati degli ultrasuoni dovrebbero essere considerati più affidabili dei risultati dei test a casa. In casi dubbi, puoi donare il sangue per hCG per ottenere dati ancora più accurati.

    Come calcolare la durata della gravidanza mediante ultrasuoni?

    Per fare ciò, puoi usare la tabella sopra. Se è richiesta una data più dettagliata, utilizzare una tabella di corrispondenza del termine con una precisione del giorno al diametro interno medio dell'ovulo (SVD). Di seguito è riportata la tabella dell'età gestazionale secondo SVD.

    Il valore del diametro interno medio dell'ovulo

    Quanto dura la prima ecografia durante la gravidanza e cosa si guarda lì?

    Secondo le indicazioni, ci sono tre periodi in cui viene eseguita la prima ecografia durante la gravidanza. Questo è un esame pianificato del feto nel 1 ° trimestre e due ecografie aggiuntive. In precedenza, viene eseguito in caso di sensazioni dolorose nell'addome o scansionato successivamente per chiarire i risultati della prima diagnosi ecografica. Se una donna rimane incinta di fecondazione in vitro o è in terapia, la frequenza degli ultrasuoni è più frequente.

    Quante settimane esegue la prima ecografia durante la gravidanza

    Sono necessari studi di routine sul feto. Sono fatti a metà o alla fine di ogni trimestre. La tempistica del primo screening ecografico dipende dal benessere della futura gestante all'inizio della gestazione.

    Alla prima ecografia si valuta l'anatomia dell'embrione, si esamina il sito di attacco, lo stato delle membrane amniotiche. Durante il primo screening, specificano anche la vera età gestazionale, il numero di bambini.

    Nel 1 ° trimestre, secondo il programma, lo screening ecografico è prescritto alla fine del terzo mese ostetrico (1 mese è uguale a 28 giorni). Cioè, la prima ecografia pianificata durante la gravidanza viene eseguita a 12 o 13 settimane gestazionali. Il ginecologo calcola la data su base mensile dall'inizio dell'ultima mestruazione. La fecondazione, infatti, avviene 14-16 giorni dopo (dal giorno dell'ovulazione). Pertanto, la differenza tra la gestazione e la vera durata della gravidanza è di due settimane..

    Per un periodo fino a 2,5 mesi, durante la gravidanza viene eseguita una prima ecografia non programmata. Questo è l'intervallo dal giorno 25 dall'inizio delle mestruazioni a 12 settimane di gestazione..

    Nelle prime fasi, viene eseguita un'ecografia non pianificata in caso di:

    • complicazioni della gestazione (picchi di pressione, altro deterioramento del benessere);
    • segni di fallimento della gravidanza (dolore, sanguinamento);
    • sintomi di congelamento fetale (nausea, febbre);
    • gravidanza ectopica (fa male da un lato, gli antidolorifici non funzionano);
    • una donna è a rischio (la probabilità di un difetto congenito, aborto spontaneo, ecc.);
    • rilevare infezioni, malattie genito-urinarie o oncologia.

    Se si sospetta una gravidanza ectopica, è possibile eseguire un'ecografia 1,5–2 settimane dopo l'ovulazione. L'uovo fecondato cresce rapidamente. Se rimane all'interno della tuba di Falloppio, l'ovidotto si rompe dopo diversi giorni di dolore. Con un'assistenza medica prematura, una donna morirà di perdita di sangue.

    Guarda la master class alla prima proiezione:

    Come prepararsi per lo studio

    Si consiglia di portare tovaglioli, un pannolino grande, copriscarpe per la procedura alla clinica prenatale statale e un preservativo per TVUSI. Prendono una carta di gravidanza, un passaporto, una polizza di assicurazione medica dai documenti.

    È necessario andare per il primo esame programmato del feto alla clinica prenatale della clinica in cui è registrata la donna incinta. Nell'ospedale dove è stata consegnata l'ambulanza viene eseguita un'ecografia di emergenza.

    Nel primo trimestre viene eseguita un'ecografia transaddominale e / o transvaginale. Questi metodi hanno regole di preparazione differenti.

    Fase preparatoria per il primo screening:

    Cosa fare prima di un'ecografiaMetodo di accesso e differenze
    AddominaleVaginale
    DietaDa osservare 3 giorni prima dell'esame.

    Smetti di consumare tutte le bevande o gli alimenti che ti fanno gas.Non sono necessari cambiamenti nella dietaAgenti carminativiSe l'intestino è gonfio, il medico prescrive farmaci simeticone per 1-3 giorniNon c'è bisogno di prendere medicine per flatulenzaRegime di bere il giorno dell'esameUna scansione fetale viene eseguita quando la donna incinta ha la vescica piena.

    40-60 minuti prima dell'ecografia, iniziano a bere acqua non gassata (3-4 bicchieri), non vanno in bagno "sui piccoli".Svuotare la vescica prima della procedura

    La mattina del primo studio, fai una doccia senza sapone. Non è necessario applicare crema per il corpo, polvere, unguento sulla pelle addominale. Possono compromettere la penetrazione degli ultrasuoni. Per 1 ecografia, si consiglia di indossare indumenti che renderanno facile l'accesso alla vagina o all'addome.

    Esame ecografico

    Durante la gravidanza, la prima ecografia viene eseguita allo stesso modo di un esame ecografico degli organi pelvici. Non ci dovrebbe essere alcun disagio durante la procedura. Il dolore indica la probabilità di malattie infiammatorie, complicazioni. Il diagnostico viene immediatamente informato di tali sensazioni e il motivo viene scoperto..

    Durante la prima ecografia, ogni feto e le sue membrane vengono esaminati separatamente. Durante lo screening della gravidanza con una macchina ad ultrasuoni, vengono scattate foto del bambino e fotografate l'utero e le ovaie per patologie.

    Come viene eseguita la prima ecografia transvaginale:

    1. Un pannolino è posto sul divano.
    2. La donna si spoglia come per una visita ginecologica.
    3. La donna incinta si sdraia sul divano con la pancia all'insù. Mette le gambe su un dispositivo di supporto o le allarga, si piega sulle ginocchia, avvicina i talloni ai glutei.
    4. Il diagnostico inserisce il sensore all'interno di un cappuccio o preservativo in lattice sterile, lo lubrifica con gel acustico ipoallergenico.
    5. Il sensore viene inserito nella vagina della donna senza premere il dispositivo sulla cervice.
    6. La scansione viene eseguita da diverse angolazioni, spostando il sensore in un angolo in tutte le direzioni.
    7. Dopo lo screening, la donna si veste, il diagnostico consegna il protocollo stampato dell'esame.

    L'ecografia transaddominale viene eseguita allo stesso modo in tutti i trimestri. In una gravidanza singola, la procedura richiede meno di 15 minuti. Prima di tutto, il divano è coperto da un pannolino. La donna giace sulla schiena, mette le gambe dritte, espone il suo stomaco dalla zona sovrapubica alle costole. Il diagnostico lubrifica la pelle nella proiezione dell'utero e delle ovaie con il gel. Applica un sensore, guida lungo le linee longitudinali e trasversali. Dopo la scansione, rimuovere il gel, stampare il protocollo.

    Interpretazione della ricerca iniziale

    Il protocollo viene decifrato dal ginecologo-ostetrico che conduce la gravidanza. Il medico controlla gli indicatori effettivi della prima ecografia con la norma di ogni settimana di gestazione. Durante l'interpretazione dei risultati, il medico calcola la data di scadenza prevista. Il parto è previsto per la settimana ostetrica 40.

    Cosa mostra la prima ecografia dalla 12a settimana di gravidanza:

    • quantità di bambini;
    • condizione corionica / placenta;
    • il luogo di impianto dell'embrione;
    • il volume del liquido amniotico (amniotico);
    • battito cardiaco fetale;
    • scheletro;
    • dimensione dalla corona al coccige;
    • lo spessore dello spazio del collare;
    • contorno della testa;
    • cervello;
    • l'integrità della parete addominale;
    • organi interni;
    • mani, piedi, dita;
    • movimenti degli arti fetali;
    • osso nasale;
    • posizione e attacco del cordone ombelicale;
    • flusso sanguigno e vasi nel cordone ombelicale (con doppler).

    Alla prima ecografia, determinare il sesso del bambino non è pratico. I genitali sono scarsamente distinti dagli ultrasuoni. Sarà visto in modo affidabile dopo 16 settimane di gravidanza, ma è meglio fare l'ecografia per scoprire il sesso del bambino nel 3 ° trimestre.

    Possibili patologie fetali nei risultati della prima ecografia:

    Anomalie e complicazioniEchi di anomalie
    Sindrome di DownL'ecografia non rileva l'osso nasale a 10-14 settimane ostetriche
    Sindrome di EdwardsFrequenza cardiaca inferiore al normale 147-177 battiti / minuto

    C'è un'ernia del cordone ombelicale

    Nessun osso nasale visibileSindrome di PatauBattito cardiaco più spesso del normale 147-177 battiti / min.

    La lunghezza delle ossa tubolari è inferiore al normale

    Ci sono anomalie nella struttura del cervelloGravidanza in dissolvenzaNessun battito cardiaco

    La presenza di patologia dovrebbe essere confermata da test ed ecografie ripetute dopo 13 settimane di gravidanza.

    All'inizio della gravidanza, nello stesso periodo degli ultrasuoni, viene eseguito il primo screening biochimico del sangue. Gli indicatori di analisi confermano / escludono anomalie fetali. In caso di complicazioni, possono essere prescritti biopsia e altri tipi di diagnosi.

    Gravidanza 12 settimane da visualizzare sul monitor ecografico:

    Controindicazioni

    Non ci sono controindicazioni per l'esame ecografico durante la gravidanza. L'unica limitazione è il danno alla pelle nell'addome inferiore (ustione, ferita). Lo screening addominale viene eseguito dopo la guarigione dei tessuti.

    All'inizio della gravidanza, l'ecografia transvaginale viene eseguita su donne con obesità o altre condizioni mediche. Il primo TVUS è sconsigliato fino a 7 settimane, se la gestazione è normale: c'è il rischio di rottura dell'ovulo. Dal 2 ° trimestre, questo metodo è inappropriato.

    La prima ecografia non ha mai causato complicazioni della gestazione o anomalie nello sviluppo dell'embrione.

    Non ci sono prove nella medicina basata sull'evidenza che le onde ultrasoniche possano danneggiare un bambino. Durante il periodo di gestazione, viene utilizzata la potenza ultrasonica minima. La prima scansione con una sonda transvaginale richiede meno di 5 minuti. L'esame transaddominale in gravidanza singola dura al massimo un quarto d'ora.

    Costo della ricerca

    Nelle prime fasi, il prezzo di un esame ecografico in cliniche private è di 700-4000 rubli. Per gravidanze multiple, la procedura costerà 600-8000 rubli. Il costo del primo screening pianificato parte da 300 rubli. Nelle cliniche prenatali di bilancio, l'ecografia per le donne incinte viene eseguita gratuitamente nel luogo di registrazione.

    La prima ecografia nelle prime fasi valuta le condizioni dell'utero, la presenza e la posizione dell'embrione. Dalla dodicesima settimana si studia la struttura dell'embrione.

    Il motivo delle deviazioni identificate è la scarsa capacità tecnica del dispositivo o una preparazione impropria per gli ultrasuoni, l'inesperienza del diagnostico e un altro fattore umano. Per escludere patologie, è meglio per una donna eseguire lo screening su un ecografista extra-classe e consultare i medici di un'istituzione medica indipendente.

    Commenta l'articolo, condividi la tua esperienza dell'esame all'inizio della gravidanza, diffondi informazioni sui social network quando viene fatta la prima diagnosi ecografica. Ti auguro il meglio.

    Ecografia in gravidanza: quanto e perché?

    Tempistica degli ultrasuoni durante la gravidanza, indicazioni, indicatori. Cosa si può vedere sugli ultrasuoni nelle diverse fasi della gravidanza

    Eleonora Shaherbieva ostetrica-ginecologa, candidata in scienze mediche

    Uno dei metodi diagnostici durante la gravidanza è l'ecografia: l'ecografia. Quante volte la futura mamma deve sottoporsi a questo studio, quali informazioni fornisce l'ecografia a seconda della tempistica e in quali casi aumenta il numero di studi??

    Quasi tutte le future mamme vengono sottoposte a ecografia, e almeno tre volte durante l'intera gravidanza, a condizione che la donna sia registrata nella clinica prenatale per un breve periodo (fino a 12 settimane) e segua tutte le raccomandazioni dell'ostetrico-ginecologo che conduce la sua gravidanza, che riflesso nei pertinenti documenti normativi del Ministero della Salute della Federazione Russa. Tuttavia, molte donne fanno questa ricerca più spesso..

    Va detto subito che l'ecografia ostetrica (uno studio effettuato durante la gravidanza) è un metodo diagnostico molto importante e informativo che aiuta a rispondere a molte domande e consente di identificare alcune anomalie nello sviluppo intrauterino del feto.

    Lo studio in sé è assolutamente indolore: la paziente non avverte alcun disagio, tranne che per il sensore che si muove lungo l'addome. Numerosi dati scientifici indicano la quasi totale innocuità degli ultrasuoni per la salute sia della futura mamma che del suo bambino. In particolare, è stato dimostrato che la dose e l'intensità dell'esposizione agli ultrasuoni durante un esame ostetrico standard non ha avuto un effetto negativo sugli embrioni di animali da laboratorio e sui cromosomi delle cellule viventi. Data la sicurezza e l'elevato contenuto di informazioni di questo studio, l'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda un'ecografia durante la gravidanza almeno 3 volte.

    Tuttavia, le future mamme non dovrebbero abusare degli esami ecografici di propria iniziativa. Ad esempio, non dovresti correre decine di volte nello studio solo per chiarire il sesso del bambino, stimarne il peso e le dimensioni. D'accordo, è difficile immaginare che una donna incinta ancora una volta sia andata a donare il sangue per curiosità, senza la prescrizione del medico, vengono determinati anche i termini e le indicazioni per l'esame ecografico.

    Prima ecografia

    Il primo esame ecografico deve essere completato entro 10-14 settimane. Va detto che, se necessario, viene eseguito uno studio ecografico in una fase precedente della gravidanza.Molto spesso, vengono eseguite fino a 10 settimane di ecografia per confermare il fatto della gravidanza. Questo può essere necessario se il paziente ha irregolarità mestruali prima della gravidanza: con ritardi prolungati nelle mestruazioni, con mestruazioni ritardate, ma un test di gravidanza domestico negativo.

    Elenchiamo le situazioni che sono indicazioni per l'ecografia obbligatoria prima della 10a settimana di gravidanza:

    • sanguinamento dal tratto genitale di varia intensità;
    • dolore addominale inferiore;
    • sospetto di una gravidanza non sviluppata (discrepanza tra le dimensioni dell'utero durante l'esame vaginale e l'età gestazionale stimata);
    • una storia di aborto spontaneo (se la donna ha avuto in precedenza un aborto spontaneo, un aborto spontaneo precoce, ecc.);
    • gravidanza derivante dall'utilizzo di tecnologie di riproduzione assistita - ART (IVF - fecondazione in vitro - fecondazione in vitro, ecc.);
    • malformazioni fetali durante precedenti gravidanze;
    • possibile gravidanza multipla (una situazione del genere può essere prevista quando il paziente stimola l'ovulazione - l'introduzione di grandi dosi di farmaci ormonali in preparazione alla gravidanza per stimolare la crescita e la maturazione del follicolo).

    Uno degli aspetti importanti di un'ecografia nel primo trimestre di gravidanza è la possibilità di diagnosticare malformazioni embrionali che vengono rilevate in una fase precoce, a volte incompatibili con la vita o che disabilitano gravemente il nascituro. Se si sospetta la presenza di una malformazione dell'embrione durante un'ecografia nel primo trimestre, per confermare o negare la diagnosi, diventa necessario utilizzare metodi diagnostici invasivi - lo studio del liquido amniotico, meno spesso - biopsia corionica (prendendo tessuto corionico - la futura placenta - per la ricerca).

    Anche la diagnosi precoce dei difetti congeniti nel primo trimestre di gravidanza è importante perché quando diventa necessario interrompere una gravidanza, il danno all'organismo è molto meno significativo dell'interruzione della gravidanza in una data successiva. Esistono indicatori ecografici che sono informativi solo nelle prime fasi della gravidanza. Ad esempio, la misurazione dello spazio del collo cervico viene effettuata alla 11-14 settimana di gravidanza, in un secondo momento questo studio non porta alcuna informazione significativa o la dimensione del feto è informativa per stabilire l'età gestazionale fino alla 15a settimana, quindi la dimensione del feto. le caratteristiche ereditarie possono influenzare. Ad esempio, per i genitori alti, è più probabile che un bambino nasca alto e non si adatterà ai parametri statistici medi..

    Seconda ecografia

    Nel normale corso della gravidanza, la successiva ecografia programmata viene eseguita tra la 20a e la 24a settimana di gravidanza. Tuttavia, potrebbero essere necessari ulteriori test tra la 14a e la 20a settimana di gravidanza. Viene eseguito se vengono rilevati cambiamenti nel livello degli ormoni donati in modo pianificato da tutte le donne in gravidanza, prima a 10-12 settimane, poi a 16-18 settimane di gravidanza (PAPP-A, AFP, (ß-hCG, estriolo).

    Uno dei compiti più importanti degli ultrasuoni nel secondo trimestre di gravidanza è ancora l'identificazione delle malformazioni congenite del feto. Durante questo periodo di gravidanza, le dimensioni del feto stesso, i suoi organi e sistemi (cuore, fegato, reni, ecc.) Consentono al medico che conduce lo studio di condurre un esame più dettagliato e mirato e identificare possibili violazioni nel loro sviluppo. È anche importante studiare lo stato della placenta (presenza di cisti, calcificazioni in essa (piccoli depositi di calcio nel tessuto della placenta), che possono interrompere il suo normale funzionamento, valutazione delle sue dimensioni, ecc. Questi parametri sono molto significativi per determinare ulteriori tattiche di gestione della gravidanza, poiché la placenta è un collegamento importante nell'interazione della futura mamma e del bambino, aiutando quest'ultimo a ricevere i nutrienti necessari, le vitamine necessarie per la sua normale crescita e sviluppo in utero, viene valutata la quantità di liquido amniotico, dal suo cambiamento, sia nella direzione di diminuzione che nella direzione di aumento, può parlare di un decorso sfavorevole della gravidanza e richiede un ulteriore e più approfondito esame della futura gestante.A 22-24 settimane, i futuri genitori saranno probabilmente informati del sesso del bambino, anche se in alcuni casi questa notizia può essere scoperta nel primo trimestre.

    Nel periodo dalla 22a alla 24a settimana di gravidanza, la dopplerografia viene eseguita utilizzando un apparecchio a ultrasuoni: uno studio dei vasi dell'utero, lo stato del flusso sanguigno uteroplacentare (vasi dell'utero, cordone ombelicale, placenta). La natura e la gravità dei possibili disturbi nei vari legami della circolazione sanguigna nel sistema "madre - placenta - feto" consente di valutare il grado della loro gravità e prevedere l'ulteriore corso della gravidanza al fine di sviluppare tattiche per la sua gestione.

    Va detto che solo una serie di parametri ottenuti mediante ultrasuoni e Doppler consentirà al medico di dare la valutazione più accurata dello stato intrauterino del feto e sviluppare tattiche razionali per l'ulteriore gestione della gravidanza..

    Terza ecografia

    In assenza di deviazioni dagli indicatori standard, la successiva ecografia secondo il piano viene eseguita nell'intervallo dalla 32a alla 34a settimana di gravidanza e l'analisi Doppler - non prima di un mese dopo, poiché lo sviluppo di eventuali disturbi circolatori avviene gradualmente e sono diagnosticamente significativi diventare entro un mese, se durante questo periodo di questo periodo non ci sono state altre complicazioni, ad esempio, non ci sono state modifiche nell'emostasiogramma (test di coagulazione del sangue). In questo caso, il medico consiglierà di eseguire misurazioni Doppler prima della data programmata. Se durante la ricerca vengono rilevate violazioni (diminuzione del flusso sanguigno nei vasi studiati, ritardo fetale nella crescita e nello sviluppo) e il paziente necessita di misure terapeutiche che possono essere eseguite sia di tasca propria che stazionarie, a seconda del grado delle violazioni identificate, il medico prescriverà un esame ecografico ripetuto e un'ecografia Doppler almeno un'altra volta dopo il ciclo di trattamento appropriato. Se necessario, il corso del trattamento viene ripetuto e il numero di esami ecografici aumenta di conseguenza.

    Studi di maggiore accuratezza

    Nel terzo trimestre, la diagnosi di malformazioni congenite del feto è ancora rilevante. Sebbene tutte le malformazioni grossolane vengano rilevate, di regola, con ecografie precedenti, tali malformazioni come idronefrosi di uno o entrambi i reni (accumulo di liquido nella pelvi renale), megauretere (ingrossamento dell'uretere del feto) nelle prime fasi della gravidanza potrebbero non diagnosticato. Uno di questi motivi potrebbe essere la posizione scomoda del feto nell'utero per l'esame durante l'esame nel secondo trimestre. Nel caso di una diagnosi di qualsiasi difetto, a seconda della sua complessità, la questione della sua correzione viene risolta: è necessario eseguire urgentemente un intervento chirurgico immediatamente dopo il parto per salvare la vita del bambino, o è possibile posticipare un po 'l'operazione se questo difetto non rappresenta un pericolo per la vita del neonato... A volte, in caso di rivelazione di difetti gravi, il problema dell'interruzione anticipata della gravidanza (prima della 40a settimana di gravidanza) viene risolto con l'introduzione di farmaci che favoriscono l'inizio del travaglio.

    I compiti della ricerca ecografica nel terzo trimestre sono:

    • valutazione del flusso sanguigno fetoplacentare e uteroplacentare, poiché i disturbi in questo sistema possono causare complicazioni della gravidanza come il ritardo della crescita intrauterina;
    • valutazione delle dimensioni del feto, la loro conformità con l'età gestazionale;
    • la posizione della placenta (placenta previa totale o parziale (marginale), che è importante per la scelta del metodo di consegna - parto vaginale o taglio cesareo), la sua "maturità", ad es. prontezza per la nascita imminente;
    • posizione del feto nella cavità uterina (la sua parte di presentazione; che è rivolta verso l'uscita dall'utero - la testa o l'estremità pelvica), che è importante per determinare la tattica del travaglio.

    L'ultimo punto è molto condizionato, poiché un bambino nel grembo materno e in un successivo periodo di gravidanza (dopo la 34a settimana), anche se raramente, può passare dalla posizione corretta (testa in giù) a quella sbagliata - obliqua o trasversale. In alcuni casi, il bambino può generalmente ruotare di 180 ° e posizionare le gambe verso l'uscita dall'utero.

    Ecografia 3D

    Tutte le violazioni identificate dagli ultrasuoni in questa fase della gravidanza, in particolare quelle associate alla condizione della placenta, richiedono un intervento medico qualificato, necessario per evitare la nascita di un bambino immaturo con peso ridotto.

    In conclusione, vorrei dire che l'ecografia durante la gravidanza è di grande importanza e non dovrebbe essere trascurata. Non importa quanto sia grande, secondo te, il numero di questi studi - tre (con gravidanza fisiologica) o molto di più (con patologia), dovresti seguire tutte le procedure prescritte dal tuo medico. Dopotutto, un esame ecografico tempestivo può aiutarti a partorire senza complicazioni e tuo figlio può nascere sano..

    L'ultima ecografia programmata viene eseguita a 32-34 settimane, tuttavia, in alcuni casi, potrebbero essere necessarie ulteriori ricerche prima del parto, ad esempio, per chiarire la posizione e la presentazione del feto (più spesso nelle donne in sovrappeso), nonché lo stato del flusso sanguigno nei vasi dell'utero e della placenta e stato intrauterino del feto, che può influenzare la scelta del metodo di parto (taglio cesareo o parto vaginale).

    Per questioni mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo

    A quante settimane di gravidanza è meglio fare la prima ecografia: quante dopo il concepimento è meglio farlo e perché è impossibile farlo subito

    L'articolo conferma i tempi della prima ecografia durante la gravidanza e fornisce anche informazioni sulle caratteristiche di questa procedura e sui risultati che possono essere ottenuti con il suo aiuto..

    1. Quando fare la prima ecografia durante la gravidanza: tempistica e risultati
    2. Perché fare un'ecografia durante la gravidanza
    3. Quando è il momento migliore per eseguire un'ecografia dopo che la gravidanza è stata stabilita
    4. Devo farlo subito
    5. In che settimana è meglio fare la prima ecografia
    6. Chi fissa la scadenza per la prima ecografia
    7. Preparazione per la prima ecografia: è necessaria per una vescica piena?
    8. Cosa non mangiare prima dello studio
    9. Com'è la procedura ecografica
    10. Quanto tempo ci vuole
    11. Com'è
    12. Cosa stai guardando
    13. Decodifica
    14. Per quanto tempo può essere prescritta una seconda ecografia
    15. Quante volte puoi farlo
    16. Video utile

    Quando fare la prima ecografia durante la gravidanza: tempistica e risultati

    Dopo aver appreso della gravidanza, una donna dirige tutti i suoi pensieri a un minuscolo grumo di nuova vita nel suo grembo.

    Come sta lì? Va tutto bene con lui? L'ecografia è un metodo generalmente accettato per la diagnosi precoce di anomalie durante la gravidanza.

    Ma non tutti sanno perché ea che ora dovrebbe essere eseguito un esame ecografico..

    Perché fare un'ecografia durante la gravidanza

    I risultati degli ultrasuoni aiutano i ginecologi a monitorare lo stato dell'embrione nell'utero. L'immagine sul monitor, ottenuta mediante ultrasuoni, consente di rispondere a molte domande: dallo scoprire i tempi del concepimento e il luogo di attacco della placenta, all'identificazione di possibili anomalie cromosomiche in una fase precoce.

    Quando è il momento migliore per eseguire un'ecografia dopo che la gravidanza è stata stabilita

    La procedura diagnostica ecografica deve essere eseguita già nel primo trimestre di gestazione. Tuttavia, prima il principio migliore non si applica qui. È meglio aspettare che il bambino sia già un po 'più grande e puoi vederlo correttamente sul monitor.

    Devo farlo subito

    Non è necessario correre alla sala diagnostica ecografica immediatamente dopo che una donna ha visto due strisce su un test di gravidanza. Le indicazioni per questo esistono solo in un certo numero di casi specifici quando la salute della madre e del bambino è minacciata..

    Ad esempio, se c'è il sospetto di una gravidanza extrauterina o il rischio di aborto spontaneo precoce (in pazienti con una predisposizione a questo). La scoperta dell'ovulo dal momento in cui può essere visto serve come una conferma indiscutibile del fatto stesso della gravidanza.

    In che settimana è meglio fare la prima ecografia

    Come parte del primo screening, viene prescritta un'ecografia nel periodo dalle 10 alle 14 settimane di gravidanza (in media, alla 12a settimana). Una procedura precedente o successiva non consentirà di fissare i parametri fondamentali per la fase iniziale della gravidanza.

    Chi fissa la scadenza per la prima ecografia

    Una donna incinta viene indirizzata gratuitamente a un ecografico da un ginecologo curante, in base ai termini prestabiliti di gravidanza e ai sintomi attuali.

    Preparazione per la prima ecografia: è necessaria per una vescica piena?

    Per un esame transvaginale, il giorno della procedura, i genitali devono essere lavati e le viscere svuotate naturalmente. La procedura addominale richiede l'adesione preventiva alla dieta.

    Inoltre, in questo caso, la vescica deve essere riempita. L'elevazione dell'utero consente di avvicinarlo all'apparato e migliorare l'accuratezza dello studio.

    Cosa non mangiare prima dello studio

    Nella dieta pochi giorni prima dell'ecografia addominale, non dovrebbero esserci alimenti che contribuiscono all'aumento della produzione di gas:

    • latte e prodotti da esso;
    • cavolfiore e cavolo cappuccio bianco;
    • fagioli, piselli;
    • cipolla;
    • ravanello, ravanello;
    • funghi;
    • pane integrale e cereali bolliti (ad eccezione del riso);
    • mele, pere;
    • uva;
    • Pesche;
    • Topinambur;
    • succo di frutta, acqua frizzante.

    Con il contemporaneo passaggio di altri studi di screening (esami del sangue) con ecografia, l'elenco delle restrizioni dietetiche verrà ampliato.

    Com'è la procedura ecografica

    La gestante di solito arriva all'ufficio del sonologo su appuntamento.

    La diagnostica ecografica può essere eseguita in un policlinico a cui appartiene il consulto delle donne, o in un centro diagnostico specializzato con attrezzature moderne (ad esempio, se ci sono indicazioni speciali).

    Quanto tempo ci vuole

    Di solito la procedura di ricerca richiede fino a mezz'ora. La durata del processo dipende non solo dalla qualità dell'attrezzatura, ma anche dall'esperienza del diagnostico. A volte il suo assistente scrive le informazioni sotto dettatura..

    Com'è

    La prima ecografia viene solitamente eseguita per via transvaginale. Lo specialista inserisce il dispositivo con un preservativo nella vagina. Questo metodo, ovviamente, può regalare esperienze spiacevoli alle donne timide, ma ricorda che la salute del bambino è una priorità. Il metodo usuale di esame (addominale), quando l'apparato viene guidato sull'addome di una donna incinta, è meno efficace nel primo trimestre. I segnali di un piccolo feto vengono "bloccati" dagli strati dell'utero e dei muscoli.

    Cosa stai guardando

    Durante l'ecografia, il medico registra indicatori che indicano lo stato dell'embrione e le condizioni per il suo sviluppo. Si specifica il numero di embrioni, la presenza della placenta e del sacco vitellino, si misura la dimensione dell'utero e delle sue appendici. La dimensione del feto dalla corona al coccige, il diametro dell'addome è fisso.

    Vengono misurate le ossa delle braccia e delle gambe e viene stabilita la loro simmetria. Tra gli organi interni, vengono esaminati principalmente il cuore, lo stomaco e il cervello, la loro posizione e dimensione. Indicatori chiave che sono marcatori di trisomia (casi di superamento del numero di cromosomi) e altre patologie:

    • la dimensione dell'area del colletto;
    • sviluppo del tubo neurale, sua chiusura;
    • imaging delle ossa nasali.

    Immancabilmente, il medico informa nella conclusione di tutte le anomalie identificate, ad esempio coaguli di sangue o desquamazione delle membrane. Alcuni di loro non sono fatali e possono essere corretti informando tempestivamente i medici.

    Decodifica

    Il ginecologo è impegnato a decifrare i risultati ecografici, tuttavia, in caso di ansia e dubbi, una donna incinta può confrontare autonomamente i parametri indicati in conclusione con quelli normativi (sebbene solo uno specialista possa dare una valutazione accurata di queste informazioni).

    La dimensione parietale del coccige è indicata dall'abbreviazione KTP. I suoi indicatori standard differiscono in momenti diversi:

    1. All'inizio della settimana 10, il CTE è 3-4 mm.
    2. A 11 settimane - da 4,2 a 5 mm.
    3. 12 settimane - CTE è di 5-6 mm.
    4. A 13 settimane, l'indicatore è fino a 7,5 mm.

    Anche lo spessore dello spazio del collare (TVP) varia a seconda del periodo. A 10 settimane varia da 1,5 a 2,2 mm, a 11 settimane può raggiungere 2,4 mm, a 12 settimane - fino a 2,5 mm e nel mezzo di 13 settimane - fino a 2,7 mm.

    La presenza o l'assenza dell'osso nasale è considerata uno dei più importanti marker di patologie, ma una donna incinta non dovrebbe essere intimidita se la sua dimensione non è indicata - normalmente l'osso nasale non può essere misurato con precisione. A partire da 12 settimane, la dimensione dell'osso è di 3 mm o più.

    Un parametro importante è anche la frequenza cardiaca (frequenza cardiaca), ovvero il polso dell'embrione, che diventa gradualmente meno intenso nel primo trimestre:

    • a 10 settimane - da 161 a 180 battiti al minuto;
    • alla settimana 11 - da 158 a 170 battiti;
    • 12 settimane - 149-173 battiti al minuto;
    • a 13 settimane - da 146 a 170 battiti al minuto.

    Con gravidanze multiple, alcuni di questi indicatori potrebbero essere inferiori, il che è accettabile.

    Per quanto tempo può essere prescritta una seconda ecografia

    Normalmente, l'ecografia del secondo screening viene prescritta a 17-19 settimane di gestazione. Se sospetti una patologia fetale o la possibilità di un decorso sfavorevole della gravidanza, una seconda visita dal sonologo dovrà essere effettuata prima.

    Quante volte puoi farlo

    Sebbene la procedura ecografica sia considerata innocua, ciò è dovuto solo alla mancanza di informazioni sul possibile danno al feto. Le onde ultrasoniche espongono l'embrione a un certo effetto, pertanto gli esperti raccomandano di eseguire un'ecografia tutte le volte che il medico prescrive (3-4 per gravidanza) e di non sottoporsi alla procedura per capriccio o desiderio di ottenere un'immagine di alta qualità del nascituro (usando l'ecografia tridimensionale).

    L'esame ecografico nel primo trimestre è una procedura universale che consente non solo di confermare il fatto della gravidanza, ma anche di fissare i parametri del feto e degli organi interni di una donna. Ti consente di identificare le violazioni in una fase iniziale e, se possibile, correggerle. L'ecografia è una procedura indolore ea breve termine, a seguito della quale la madre apprende le prime informazioni affidabili su suo figlio, che possono avere un'influenza decisiva sul suo destino futuro.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Il primo, il primo: tutto sui segni della gravidanza prima e dopo il ritardo

Nutrizione

Se il concepimento è stato un miracolo tanto atteso o una sorpresa non pianificata, ogni ragazza vuole saperlo il prima possibile.

Gravidanza congelata: perché si verifica e come evitarla

Nutrizione

Dal 10 al 20% di tutte le gravidanze termina spontaneamente. Per la maggior parte delle donne, questa diventa un'enorme tragedia: l'orrore e il panico causati dal dolore e dal sanguinamento abbondante precipitano nello shock.

Che cos'è la cardiotocografia (CTG) durante la gravidanza e come viene eseguita?

Concezione

Il contenuto dell'articolo Come viene eseguito il CTG fetale? Perché devi fare CTG del feto? Per quanto tempo e con che frequenza viene eseguito il CTG? Decodifica CTG del feto

Polysorb è possibile per una madre che allatta

Concezione

4 minuti Autore: Anastasia Egorova 2041 Descrizione del farmaco Le principali controindicazioni per l'uso Caratteristiche di ammissione durante l'allattamentoNessuno può essere assicurato contro l'avvelenamento da cibo o droghe.