Principale / Infertilità

Come ottenere l'indennità di maternità

Alcuni credono che sia necessario correre in ospedale il prima possibile e alcuni, al contrario, rimandare fino all'ultimo momento. Quindi, scopriamo cosa ne dicono i medici e quando è necessario registrare una donna incinta?

Ci sono limitazioni per la registrazione?

Vorrei iniziare subito con il fatto che lo stato non limita in alcun modo una donna incinta e le consente di essere osservata in qualsiasi clinica prenatale, indipendentemente dal fatto che viva o meno all'indirizzo specificato. Ha anche il diritto di registrarsi in una clinica privata e di essere monitorata lì prima del parto. Ma, come mostra la pratica, molto spesso le donne vanno in ospedale nel luogo di registrazione, dove sono state osservate per tutta la vita. Questo approccio consente non solo di raccogliere un'anamnesi completa della donna incinta, ma anche di valutare le malattie che ha sofferto, le patologie croniche esistenti, nonché il quadro clinico generale..

Viene a sapere che una donna è rimasta incinta dopo circa 3-4 settimane, quando il ciclo mestruale successivo è assente. Questo è un evento importante per ogni coppia, che porta molta non solo gioia, ma anche responsabilità. La prima priorità per qualsiasi donna incinta è la registrazione tempestiva.

Secondo la legge federale, indipendentemente in quale fase della gravidanza sia registrata una donna, ha il diritto di fornire assistenza medica gratuita per tutto il periodo, compreso il parto gratuito. Cioè, contattare la clinica per la registrazione durante la gravidanza è un desiderio puramente individuale di tutti. Tuttavia, prima inizi a vedere un medico e monitorare lo stato della tua salute e del tuo bambino, minori sono le possibilità di rischi indesiderati..

Quando registrarsi?

Come abbiamo già detto, l'assistenza medica durante la gravidanza è un prerequisito, indipendentemente dal fatto che la futura mamma sia registrata o meno. Tuttavia, una donna dovrebbe, in qualsiasi momento durante il trasporto di un bambino, monitorare la sua salute e il corretto sviluppo del feto. In effetti, molto spesso l'aborto avviene proprio nelle prime fasi. Pertanto, è molto importante registrarsi in tempo.

Ora sulla cosa più importante. Il momento ottimale per la stadiazione va dalle 7 alle 12 settimane di gravidanza. Molto spesso, le donne incinte vanno in clinica all'ottava settimana. Prima della scadenza, cioè a 6-7 settimane, non è necessario alzarsi per la registrazione. Questo vale solo per quelle donne che si sentono bene e la gravidanza non è accompagnata da deviazioni nel benessere, vale a dire che non ci sono dolore nell'addome inferiore, vertigini e altri segni insoliti.

Il termine per la registrazione di una donna incinta è la 30a settimana. Poiché in questo momento una donna prende il congedo di maternità per se stessa. Se prima non è andata in ospedale per altri motivi, allora, ovviamente, può essere osservata a partire dalla 30a settimana..

Certo, c'è chi, fino al secondo mese, non si è ancora accorto di avere in grembo un bambino, quindi il suo periodo di ricovero in ospedale viene ritardato per buone ragioni. Durante questo periodo, è già possibile valutare la correttezza dello sviluppo dell'embrione, nonché il corso generale della gravidanza. Ma la prima ecografia viene eseguita a 11-12 settimane di gravidanza.

Perché registrarsi?

Registrandoti per la gravidanza, puoi vedere regolarmente un medico che monitorerà la tua salute e monitorerà lo sviluppo del feto. Il periodo da 7 a 12 settimane, il codice deve essere registrato per la gravidanza, si riferisce al primo trimestre. Durante questo periodo, tutti gli organi necessari si formano nel bambino, quindi, se una donna ha malattie concomitanti o mancanza di oligoelementi, ciò influenzerà direttamente il bambino. Questo è lo scopo principale del trattamento tempestivo e del monitoraggio regolare..

Una volta registrato, il medico prescriverà gli esami necessari già alla prima visita:

  • Analisi generale del sangue e delle urine;
  • Cultura batterica di urina e striscio;
  • Determinazione del fattore Rh e del gruppo sanguigno;
  • Ricerca per sifilide, HIV, epatite;
  • ECG;
  • Esame di specialisti ristretti - ORL, oftalmologo, cardiologo, terapista;
  • Ultrasuoni (per 12 settimane).

Oltre a fare i test e superare un esame ecografico, il medico misurerà il tuo peso, altezza, dimensioni pelviche e pressione. Tali esami saranno effettuati in ogni trimestre al fine di monitorare il decorso positivo della gravidanza e, se necessario, prescrivere misure terapeutiche e sanitarie. Con l'aiuto degli ultrasuoni, sarà possibile impostare con maggiore precisione la data del concepimento, nonché determinare la futura data di nascita.

Nel primo trimestre è previsto uno screening. Questo è un metodo di esame più costoso, che, oltre all'ecografia e al campionamento di test di cui sopra, include lo studio dei cromosomi genetici dei genitori per escludere possibili patologie congenite.

Oltre a monitorare la salute, una donna incinta registrata riceve ulteriori vantaggi:

  • Raccomandazioni di un medico su una corretta alimentazione e stile di vita;
  • Se non ti senti bene, puoi scrivere un congedo per malattia;
  • Ulteriori vantaggi, nonché una serie di farmaci da farmacia gratuiti;
  • Con registrazione tempestiva fino a 12 settimane, incinta dopo la nascita
  • il bambino riceverà un pagamento statale una tantum.

Un altro importante punto di osservazione da parte di un medico durante la gravidanza è una carta di scambio. Alla prima visita, indipendentemente dalla settimana in cui si va in ospedale, il medico curante creerà una scheda di scambio, in cui verranno inseriti tutti i dati sui risultati degli esami e sull'andamento della gravidanza. È obbligatorio per il ricovero in ospedale.

Cosa ti serve per registrarti in una clinica prenatale

In precedenza abbiamo detto che puoi essere monitorato in qualsiasi clinica senza riferimento all'indirizzo di registrazione, cioè dove è più conveniente per te. Hai un diritto simile di scegliere un medico. Alcune donne incinte preferiscono le cliniche private. Tuttavia, prima di eseguire la manutenzione a pagamento, chiarisci tutte le sfumature, fino a quando ti condurranno e quanto costano gli esami aggiuntivi: test, ecografia, ECG e così via..

Ma prima di registrarti per la gravidanza, prepara in anticipo tutti i documenti necessari. Avrai bisogno di un passaporto, una polizza di assicurazione sanitaria e SNILS, e anche alla domanda stessa dovrai scrivere una dichiarazione. Il risultato di queste azioni è l'istituzione di una tessera ambulatoriale. Con esso, in futuro, puoi andare in un'altra clinica, in caso di cambio di residenza o insoddisfazione per la qualità dei servizi della clinica.

Possono rifiutarsi di registrarsi in un secondo momento??

La legge non stabilisce alcun obbligo per una donna incinta, in quale fase della gravidanza deve registrarsi e se dovrebbe. Tali azioni sono l'iniziativa di una donna, poiché i suoi interessi sono principalmente perseguiti qui: la salute del bambino e una nascita di successo. E la mancanza di un monitoraggio regolare ricade completamente sotto la responsabilità della donna incinta e aumenta i rischi di sviluppare processi patologici.

Tuttavia, se una donna non si registra in modo tempestivo, vale a dire prima della 30a settimana, non sarà in grado di andare ufficialmente in congedo di maternità e ricevere pagamenti regolari. Questa è l'unica limitazione che ti interesserà. In tutti gli altri casi, indipendentemente dal periodo di permanenza, le cliniche prenatali non potranno negarti un appuntamento o un'ulteriore osservazione. Decidi quindi tu quando registrarti e quale medico ti osserverà.

Video: perché è necessario registrarsi nel primo trimestre di gravidanza?

Attenzione! Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo e in nessun caso è materiale scientifico o consiglio medico e non può sostituire un consulto di persona con un medico professionista. Consultare medici qualificati per diagnosi, diagnosi e trattamento.!

Gestione della gravidanza: registrazione, esami in tempi diversi

Tamara, madre di due figlie, ha risposto onestamente alle domande della serie "quando per mio figlio":

- Sì, ne sarei felice. Ma quando ricordo che dovrò quasi vivere in una clinica prenatale, fare i test, alzarmi presto per questo... - e lei ha agitato la mano: dicono, non è più capace di questo.

E tu puoi capirlo. L'elenco degli esami e dei test che devono essere sottoposti durante la gravidanza può stordire, soprattutto quelle che stanno per diventare madri per la prima volta. E sorgono molte domande: perché così tante cose, è necessario eseguire il "programma" da e verso, oppure è possibile rifiutare qualcosa...

Naturalmente, ogni futura mamma ha il diritto di rispondere a queste domande da sola. Ma per cominciare, ti consigliamo comunque di non tagliare dalla spalla (sono sano e non ho bisogno di niente di tutto questo!), Ma per conoscere le informazioni su quali esami i medici consigliano di sottoporsi alle donne incinte e perché.

Diventa registrato! Primo trimestre (1-12 settimane)

Se hai intenzione di recarti per la prima volta alla clinica prenatale per registrarti, tieni presente che non sarà possibile per un raid farlo. E il punto non è nelle code, ma nel fatto che iscrivere una futura mamma all'albo è una cosa seria e non veloce. L'ostetrico-ginecologo ti intervisterà in dettaglio e inserirà tutte le informazioni ricevute in una speciale cartella clinica campione che viene mantenuta per tutta la gravidanza.

Domande che il medico chiederà, tra le altre:

  • Ci sono stati casi di malattie mentali, oncologiche e altre gravi malattie familiari, disturbi del sistema endocrino o malformazioni d'organo?.
  • Hai qualche allergia.
  • Hai avuto malattie infettive (herpes genitale, tricomoniasi, clamidia, ecc.) E / o ginecologiche (fibromi uterini, disfunzioni o neoplasie ovariche, ecc.). Ci sono state operazioni ginecologiche, per quale motivo.
  • Quali sono le caratteristiche del ciclo mestruale (quando è stato stabilito, ci sono irregolarità, ecc.)
  • Quante sono state le gravidanze e come sono finite.
  • Quali contraccettivi sono stati utilizzati.

Questo numero di domande non dovrebbe sorprenderti o infastidirti: sono tutte volte a garantire che non manchi nulla e ad aiutarti a trasportare e partorire in sicurezza il tuo bambino. Pertanto, è meglio prepararsi in anticipo, ricordare o chiarire le informazioni. Ancora meglio, porta estratti di cartelle cliniche, risultati di test e altri studi, se queste informazioni non sono nella cartella clinica della clinica in cui ti iscrivi. Non essere imbarazzato, non sembrerà corrosività inutile e noiosa. Al contrario, il medico capirà che ha a che fare con una donna incinta che prende sul serio la sua situazione. E questo suscita sempre rispetto e simpatia (in ogni caso da bravi specialisti; e tu stesso non vuoi entrare in quelli cattivi, vero?)

Oltre a un sondaggio dettagliato, l'ostetrico-ginecologo condurrà sicuramente un esame, che richiederà anche molto tempo. Dopotutto, dovrai esaminare la pelle (per non perdere le manifestazioni di anemia, herpes, problemi renali, ecc.) E la tiroide e le ghiandole mammarie, le gambe (per escludere le vene varicose). È richiesto anche un esame ginecologico, che aiuterà ad assicurarsi che non ci siano violazioni nella struttura degli organi della donna incinta. Inoltre, durante questo, il medico prenderà un tampone dalla vagina (mostrerà l'assenza o la presenza di un'infezione batterica).

Alla fine della visita, riceverai tutta una serie di indicazioni per la ricerca che dovrà essere completata nel prossimo futuro.

Cosa devi consegnare dopo la registrazione:

  1. Analisi del sangue per la sifilide (RW), HIV, anticorpi contro l'epatite B e C (da una vena).
  2. Analisi del sangue per gruppo sanguigno e fattore Rh (da una vena).
  3. Analisi del sangue clinico (da un dito). Mostrerà se la futura mamma ha anemia, alterazioni infiammatorie nel sangue.
  4. Analisi del sangue biochimica (da una vena). Aiuterà a scoprire se ci sono abbastanza proteine, glucosio e altre sostanze nel sangue di una donna incinta che sono necessarie per il corretto sviluppo dell'embrione (feto).
  5. Lo studio dei fattori di coagulazione del sangue è anche chiamato coagulogramma (da una vena). I suoi risultati mostreranno se la futura mamma ha malattie del sangue che interrompono la coagulazione. I medici devono saperlo, poiché una bassa coagulazione è irta di complicazioni o addirittura di interruzione della gravidanza (a seguito di sanguinamento o distacco prematuro della placenta) e di un'elevata coagulazione - a causa del movimento lento attraverso i vasi, che può danneggiare il bambino.
  6. Analisi generale delle urine. Fornirà informazioni sulla densità e la composizione dell'urina, eliminando problemi ai reni o diabete.

Le future mamme, la cui gravidanza procede senza complicazioni, dovrebbero essere sottoposte a esami generali del sangue e delle urine una volta al mese. Un tampone di flora batterica viene solitamente prelevato alla prima visita, a 28-30, 36 settimane o secondo necessità.

Da uno e mezzo a due mesi prima della data preliminare di consegna, i test dovranno essere eseguiti più spesso: esami generali del sangue e delle urine - una volta ogni due settimane.

Inoltre, se non hai ancora eseguito un'ecografia, il medico la prescriverà. Durante lo studio, vedranno come si sviluppa l'embrione, se le sue dimensioni corrispondono all'età gestazionale, se il tono dell'utero è aumentato, se ci sono neoplasie in esso o nelle appendici. Anche questa informazione è estremamente importante e aiuta a evitare molti problemi..

Inoltre, nel primo trimestre (più vicino alla sua fine), viene effettuato uno studio, che include un esame del sangue (da una vena), che rivela anomalie nello sviluppo del bambino, e un'ecografia, durante la quale gli specialisti determinano il grado in cui il bambino può avere alcune anomalie genetiche.

Se tutto è in ordine, allora hai completato il tuo "programma minimo" per il primo trimestre e puoi vivere serenamente (ovviamente, non dimenticare di visitare un medico in modo tempestivo).

In caso di complicazioni, può essere richiesto un "programma massimo":

  1. Se il sangue della madre contiene anticorpi contro il virus dell'epatite (non importa, B o C), le verrà prescritto un esame del sangue biochimico dettagliato, incluso uno studio degli enzimi epatici e un esame ecografico di questo organo.
  2. Se viene rilevata l'anemia, la donna incinta verrà inviata per un esame del sangue biochimico, con l'aiuto del quale viene determinato il livello di ferro sierico (la gravità dell'anemia dipende da questo).
  3. La differenza tra i fattori Rh delle future madri (-) e padri (+) è un motivo per fare un esame del sangue per gli anticorpi Rh (da una vena). Il loro rilevamento è un segnale allarmante. Dopotutto, questo significa che il bambino ha ereditato il fattore Rh positivo di suo padre e questo minaccia di conflitto Rh e malattia emolitica. In questo caso, è richiesto un controllo speciale per la salute della madre e del bambino..
  4. Ulteriori esami per le infezioni sono prescritti alle donne in gravidanza se hanno avuto herpes, clamidia, toxoplasmosi, ecc., O se c'è una storia di infiammazione cronica delle appendici, gravidanza ectopica o non in via di sviluppo, aborto spontaneo, insufficienza placentare, polidramnios. Assicurati di esaminare quelle future mamme i cui figli precedenti erano nati con segni di infezioni (polmonite, congiuntivite, ecc.) O lesioni del sistema nervoso centrale.
  5. La presenza di difetti dello sviluppo o malattie del cuore, dei reni e di altri organi nei futuri genitori o nei loro parenti stretti è una buona ragione per un ulteriore esame e consultazione dei genetisti.
  6. Se una donna incinta presenta segni di tossicosi precoce o una minaccia di aborto, verrà effettuato anche un esame approfondito..
  7. Aborto spontaneo o gravidanze non in via di sviluppo, nonché malformazioni dei precedenti figli della donna - la base per indirizzare la paziente alla genetica.

Visite dall'ostetrico-ginecologo:

Fino alla ventesima settimana - una volta al mese.

Dalla 20a alla 33a -34a settimana - 2 volte al mese.

Da 33-34 settimane prima del parto - una volta ogni dieci giorni.

Dalla 37a settimana - una volta alla settimana.

Quali altri specialisti dovrebbe visitare la futura mamma:

Terapista:

Fino a 12 settimane.

Dopo 20 settimane di gravidanza.

Questo viene fatto per assicurarsi che non ci siano malattie che possono interferire con il decorso positivo della gravidanza..

Oculista:

Fino a 12 settimane.

Dopo 20 settimane di gravidanza.

Il medico controllerà lo stato di visione della donna incinta, fornirà raccomandazioni sul metodo di consegna. Se non ci sono problemi, la visita sarà una tantum. Altrimenti, potresti aver bisogno di una supervisione costante di specialisti..

Dentista:

Fino a 12 settimane.

Una visita dal dentista può aiutare a evitare lo sviluppo di agenti patogeni nella cavità orale non levigata.

Continuiamo a prepararci. Secondo trimestre (13-26 settimane)

"Programma minimo":

  • Ad ogni visita del secondo trimestre dal medico, verranno misurate la circonferenza addominale e l'altezza del fondo oculare. Inoltre, sono necessarie misurazioni del peso. Ciò è necessario affinché il medico possa vedere se il bambino si sta sviluppando normalmente e la futura mamma sta ingrassando.
  • Alla 16a e poi alla 22a settimana, di regola, vengono prescritte le seguenti ecografie. Durante di loro, sarà anche prestata particolare attenzione all'adattamento della taglia del feto all'età gestazionale. Inoltre, lo studio aiuterà a scoprire se le briciole presentano malformazioni e qual è lo stato della placenta (spessore, dimensione, grado di maturità e rispetto del grado di maturità con il termine) e la sua posizione.
  • A 18 settimane di nuovo il test della glicemia.
  • Nel secondo trimestre, utilizzando uno studio del livello delle proteine ​​(alfa-fetoproteina e gonadotropina corionica), vengono identificati i rischi di anomalie cromosomiche e malformazioni congenite del feto.

"Programma massimo":

  • Se i futuri genitori hanno più di 35 anni, uno di loro (o entrambi) è malato di clamidia, infezione da herpesvirus, ecc. o ha malformazioni di organi, a 17-20 settimane il medico prescriverà una diagnosi prenatale. Questo studio aiuterà a rilevare quelle gravi malattie genetiche che non possono essere rilevate con gli ultrasuoni.
  • Sulla base dei risultati della diagnostica prenatale, l'ostetrico-ginecologo e il genetista decidono se inviare o meno il paziente allo studio del liquido amniotico. Il liquido amniotico per l'analisi viene prelevato attraverso la puntura delle membrane. Inoltre, può essere prescritto un esame del sangue di un bambino. Il materiale per lui viene prelevato usando la cordocentesi (puntura del cordone ombelicale).
  • Ulteriori studi possono essere prescritti se la salute della futura mamma ispira preoccupazione (ad esempio, ci sono difetti cardiaci, malattie renali o diabete mellito).

Lo schema di esami e analisi che la moderna medicina domestica offre alle future mamme consente di proteggere al massimo sia la donna stessa che il bambino.

Il caso sta andando verso la fine. Terzo trimestre (26-40 settimane)

"Programma minimo":

  • Ad ogni appuntamento, il medico continua a misurare la circonferenza addominale, l'altezza del fondo dell'utero e il peso della futura mamma.
  • Alla 26a settimana viene eseguita un'altra ecografia. Tuttavia, se la donna incinta si sente bene ei risultati delle ecografie precedenti erano entro i limiti normali, il medico può decidere di non condurre questo studio..
  • Gli studi Doppler vengono eseguiti da 28-29 settimane. Sebbene esternamente tutto ciò che accade è simile a un'ecografia convenzionale, questo metodo di esame mostra il flusso sanguigno del bambino e questo aiuta a capire se riceve abbastanza ossigeno e sostanze nutritive..
  • La settimana 33 è il momento del primo cardiotocogramma (CTG). Fornisce ai medici informazioni sul benessere del bambino. Più vicino al parto, lo studio si ripete. Nello stesso periodo, può essere prescritta un'altra ecografia, poiché è nelle fasi successive di cento
  • A 30 anni, e poi a 36-38 settimane, vengono prescritti esami del sangue ripetuti per l'HIV, la sifilide. I risultati del test vengono inseriti in una carta di scambio, che la donna incinta dovrebbe portare con sé in ospedale.
  • A 38-40 settimane, verrà nuovamente eseguita un'ecografia. Mostrerà la posizione del bambino, il cordone ombelicale, nonché lo stato e il grado di maturità della placenta.

"Programma massimo":

  • Se, secondo i risultati del CTG, il bambino non si sente abbastanza bene e c'è bisogno di scoprirne le ragioni, viene prescritta nuovamente la dopplerometria ecografica.

Al traguardo

Durante il parto, i medici monitorano le condizioni della donna in travaglio: il colore della pelle e delle mucose, la frequenza cardiaca, la respirazione e la pressione. Inoltre, viene effettuato il monitoraggio cardiaco: con l'aiuto di sensori fissati sull'addome della donna in travaglio, monitorano il battito cardiaco del bambino durante le contrazioni.

L'atto è compiuto, se vuoi essere esaminato!

Un giorno dopo la nascita del bambino, vengono eseguiti esami generali del sangue e delle urine.

Il primo o il secondo giorno, potrebbe esserti prescritto un emostasiogramma. Questo viene fatto per la diagnosi tempestiva e la prevenzione delle complicazioni causate da un movimento troppo veloce o lento del sangue attraverso i vasi, nei seguenti casi:

  • Dopo qualsiasi intervento chirurgico (questi includono il taglio cesareo o la separazione manuale della placenta).
  • Se la mamma ha le vene varicose.

3-5 giorni - tempo per gli ultrasuoni. Con l'aiuto di esso, verrà stabilito come si contrae l'utero, se ci sono pezzi di placenta e / o accumuli di coaguli di sangue in esso, nonché segni di infiammazione.

È tutto. Può sembrare che questo elenco sia davvero troppo lungo. Ma se spargi tutti gli oggetti per nove mesi, si scopre che tutto non è così spaventoso. E la salute - tua e del bambino - è un buon motivo per sottoporsi a tutti gli esami e ai test necessari.

Anna ne era convinta dalla sua esperienza. Le sue due figlie erano tanto attese (la maggiore è nata quando Anna aveva già 33 anni e la più giovane - 35) - la loro nascita è stata preceduta da anni e anni di sterilità. Durante la prima gravidanza, la futura mamma ha seguito attentamente le istruzioni dei medici. Inoltre, il coagulogramma mostrava problemi di coagulazione del sangue, doveva essere osservata in un centro specializzato, i cui specialisti sapevano come aiutarla. Di conseguenza, una ragazza forte e sana è nata in tempo.

La seconda gravidanza non è stata meno inaspettata. La figlia maggiore richiedeva molta attenzione, non c'era nessuno che aiutasse Anna (suo marito era costantemente in viaggio d'affari, le nonne vivevano lontano e Anna stessa non era d'accordo con una tata). Di conseguenza, la donna si è rivolta a specialisti in problemi di coagulazione del sangue solo alla trentaquattresima settimana, tuttavia, si è rassicurata sul fatto che i test effettuati nella clinica prenatale hanno mostrato solo un eccesso insignificante dei parametri normali. Di conseguenza, prima che arrivassero i risultati degli studi effettuati presso un centro medico specializzato, Anna iniziò a sanguinare. A causa del prematuro distacco della placenta, ha subito un taglio cesareo d'urgenza. La figlia più giovane è nata alla trentacinquesima settimana. Poi lo stesso medico che ha visto la sua prima gravidanza rimproverò gentilmente:

- Vedi, speravo in un "forse", è venuto da noi troppo tardi e non abbiamo fatto in tempo a impedire il distacco.

Anna si limitò ad annuire mestamente. Lei stessa ha capito che aveva torto. Fortunatamente, l'errore non è stato fatale. La sua figlia più giovane è stata salvata. E, sebbene lei e suo marito dovessero sopportare diversi giorni terribili, la ragazza iniziò presto a riprendersi. Ora, quattro anni dopo, la salute del bambino è in perfetto ordine. Ma a tutti i suoi conoscenti alle future mamme, Anna, se le chiedono un consiglio, consiglia di ascoltare attentamente i medici, seguendo scrupolosamente le loro indicazioni e raccomandazioni e di non fare affidamento sullo stesso "forse" che una volta li ha delusi con la figlia.

Attenzione! Tutti i termini e i tipi di ricerca nell'articolo sono approssimativi e possono variare. I dati sopra ti aiuteranno a grandi linee immaginare cosa, perché e quando gli specialisti nomineranno durante la gravidanza. Riceverai informazioni più dettagliate, complete e aggiornate dal tuo medico.

Registrazione per la gravidanza: termini, documenti importanti e regole

Ogni donna, avendo saputo che presto diventerà madre, pone domande: come e quando iscriversi alla gravidanza, chi effettuerà la supervisione medica di lei e del suo bambino. E l'opzione più comune è condurre una gravidanza in una clinica prenatale. Quello che la futura mamma deve sapere su questa istituzione anche prima della prima visita?

Lyudmila Spitsyna
Ostetrico-ginecologo, Mosca

Perché registrarsi per la gravidanza?

Non sarebbe esagerato affermare che essere incinta è una scienza completa. Alla futura mamma viene spesso richiesto di avere tali conoscenze pratiche e abilità di cui non aveva idea prima. Il nostro articolo ti aiuterà a trovare la risposta alle domande chiave: dove registrarti per le gravidanze e per quale periodo. La registrazione tempestiva per la gravidanza aiuterà a evitare complicazioni, trasportare e dare alla luce un bambino sano.

Dove registrarsi per la gravidanza?

Prima di tutto, la futura mamma deve registrarsi per la gravidanza con un ostetrico-ginecologo. Dove registrarsi per la gravidanza: in una clinica prenatale, in un centro medico commerciale, in un centro medico in un ospedale per la maternità - dipende da te. Tutto dipende dalle tue preferenze e capacità materiali.

È possibile iscriversi gratuitamente alla gravidanza presso la clinica prenatale nel luogo di registrazione o nel luogo di residenza effettiva, indipendentemente dalla registrazione. Per iscriversi alla gravidanza nella clinica prenatale, è necessario presentare un passaporto e una polizza di assicurazione sanitaria obbligatoria. La presenza della polizza, indipendentemente dal luogo di rilascio, consente al paziente di presentarla presso qualsiasi clinica prenatale o maternità, dove deve essere riconosciuta valida - ciò è garantito da un sistema unificato di assicurazione sanitaria obbligatoria. Esistono regolamenti che confermano il diritto all'assistenza sanitaria pubblica indipendentemente da dove vivi. In assenza di una polizza, riceverai solo assistenza medica di emergenza.

È meglio registrarsi per la gravidanza nella clinica prenatale in cui sei stata osservata per diversi anni, in modo da non violare la continuità del controllo medico. Dopotutto, ci sono tutti i dati sulla tua salute, le diagnosi, i risultati degli esami, delle cure, ecc. Sono registrati nel nuovo posto, tutto questo è assente, quindi alcune malattie rimangono inosservate. È inoltre necessario concentrarsi sul luogo di osservazione: è bene se è conveniente arrivare alla consultazione. Se è impossibile combinare questi due requisiti, nella clinica prenatale, dove sei stato osservato in precedenza, puoi prendere un estratto su malattie precedenti, operazioni.

Succede che una donna sia registrata (registrata) in una zona della città, ma viva in un'altra zona. In questo caso, puoi registrarti per la gravidanza nel luogo di residenza. Di norma, i pazienti nella clinica prenatale sono monitorati da un ostetrico-ginecologo assegnato a una determinata area, ma va tenuto presente che hai il diritto di scegliere qualsiasi ostetrico-ginecologo che lavora in questa clinica prenatale. Se per un motivo o per l'altro non vai d'accordo con il medico, puoi cambiare il medico curante.

Il monitoraggio della gravidanza può essere effettuato anche nei centri medici commerciali. Ci sono molte opzioni qui: sia i centri stessi che la gamma di servizi forniti. Scegli un centro (assicurati di scoprire le recensioni di coloro che sono già stati osservati lì), uno specialista, un contratto, concludi un contratto che abbia valore legale. Il costo dei contratti è diverso: da 10 a 60 mila rubli - tutto dipende dal volume di esami, consultazioni mediche, durata della gravidanza, ecc. Dovresti assolutamente scoprire se il centro medico in cui sarai monitorato ha il permesso di emettere una carta di scambio, perché anche la presenza le licenze per alcuni tipi di assistenza sanitaria ostetrica non sono una garanzia di tale autorizzazione. Nel frattempo, una carta di scambio è un documento in cui vengono inseriti i risultati di tutti gli esami effettuati durante la gravidanza ed è necessario per il ricovero in un ospedale di maternità. Una donna riceve una carta di scambio dopo la 28a settimana di gravidanza. Verificare se un centro medico commerciale rilascia certificati di incapacità al lavoro per gravidanza e parto ai propri clienti (in altre parole, è possibile concordare lì congedo per malattia e maternità). La procedura per comunicare con un ostetrico-ginecologo sarà basata su uno schema simile a una clinica prenatale.

Un'altra opzione per la registrazione per la gravidanza è l'osservazione presso il centro medico presso l'ospedale di maternità; il suo vantaggio è la capacità di condurre la gravidanza e il parto da un ostetrico-ginecologo.

Documenti richiesti per la registrazione per la gravidanza

La polizza di assicurazione medica obbligatoria è un documento che conferisce il diritto di ricevere cure mediche gratuite in tutte le istituzioni mediche statali della Federazione Russa, indipendentemente dal luogo di rilascio della polizza e dal luogo di residenza del paziente. Questo diritto è sancito dalla legge federale del 29 novembre 2010 n. 326-FZ "sull'assicurazione medica obbligatoria nella Federazione russa". L'ambito dei servizi previsti da questa polizza è previsto dal programma di assicurazione sanitaria obbligatoria di base. In assenza di una polizza assicurativa medica obbligatoria, il paziente ha diritto a ricevere solo cure mediche di emergenza.

Per iscriversi alla gravidanza, è necessario scrivere una domanda indirizzata al responsabile della clinica prenatale per la registrazione e allegare i documenti necessari ad essa.

Le consultazioni delle donne lavorano su base locale, cioè a ciascun medico viene assegnata un'area specifica. Di norma, la donna incinta è attaccata all'ostetrico-ginecologo, che guida il sito a cui appartiene il luogo di residenza della futura mamma. Ma, come abbiamo già detto, una donna può scegliere un medico da sola (con il consenso di un medico), nonché cambiare un ostetrico-ginecologo se non c'è comprensione reciproca con lui. Il cambio dell'ostetrico-ginecologo che conduce la gravidanza viene effettuato con il consenso del responsabile dell'istituto medico, a nome del quale, in questo caso, viene scritta anche una dichiarazione.

Documenti della futura madre

  • Uno dei principali documenti rilasciati a una donna incinta in una clinica prenatale è una carta di scambio. Contiene le informazioni di base sull'andamento della gravidanza, necessarie per l'attuazione della continuità tra gli ospedali. Una carta di scambio viene emessa a 22-23 settimane di gravidanza. Una donna incinta dovrebbe sempre averla con sé in caso di cure mediche di emergenza. Ad ogni visita successiva alla clinica prenatale, è necessario portare con sé una carta di scambio per registrare i dati dell'esame e i risultati della ricerca. In mancanza della tessera di scambio, la gestante viene assistita nel reparto di osservazione dell'ospedale di maternità, dove vengono ricoverate donne non completamente esaminate o infette.
  • Un certificato di inabilità al lavoro (congedo prenatale e postnatale) viene rilasciato da un ostetrico-ginecologo che conduce una gravidanza a 30 settimane di gravidanza alla volta per 140 giorni di calendario (70 giorni di calendario prima del parto e 70 giorni di calendario dopo il parto). In caso di gravidanze multiple, viene rilasciato un certificato di incapacità al lavoro a 28 settimane di gravidanza per 194 giorni di calendario (84 giorni di calendario prima del parto e 110 giorni di calendario dopo il parto).
  • Inoltre, in caso di incapacità lavorativa prima dell'inizio del congedo di maternità (ad esempio, minaccia di interruzione della gravidanza), l'ostetrico-ginecologo della clinica prenatale rilascia anche un congedo per malattia alla futura mamma..

Periodo di registrazione per la gravidanza: prima è, meglio è?

Si consiglia di iscriversi alla clinica prenatale sin dalle prime fasi della gravidanza (fino a 12 settimane), subito dopo aver accertato il fatto della gravidanza. Se sospetti una gravidanza, in ogni caso, dovresti consultare un ostetrico-ginecologo, che stabilirà il suo termine. Inoltre, il medico fornirà raccomandazioni su ulteriori comportamenti e spiegherà quando è meglio registrarsi. Il periodo ottimale per la registrazione per la gravidanza è di 5-6 settimane di gravidanza. Il monitoraggio sin dalle prime fasi della gravidanza consente all'ostetrico-ginecologo di ottenere il quadro più obiettivo e completo della salute di una donna. In caso di deviazioni dal normale corso della gravidanza, la registrazione precoce consente di diagnosticare tempestivamente e di fornire l'assistenza medica necessaria.

Sono ora disponibili test per diagnosticare anomalie cromosomiche fetali. E uno di questi (doppio test) viene eseguito esattamente a 10-14 settimane di gravidanza. Pertanto, se contatti in un secondo momento, potresti essere in ritardo con questo test. Questo test è valido solo se viene eseguito in determinati periodi di gravidanza: doppio test - a 10-14 settimane, triplo test - a 16-20 settimane. Non vengono eseguiti in una data successiva. Ci sono diverse ragioni per questo..

In primo luogo, in queste date, se vengono rilevate malformazioni fetali, è ancora possibile un'interruzione della gravidanza relativamente sicura..

In secondo luogo, è nel periodo di 10-14 settimane di gravidanza che un aumento dei parametri biochimici del sangue può essere correlato ad un ispessimento dello spazio del collare del feto, rivelato durante l'ecografia. In un secondo momento, l'ispessimento dello spazio del collo non è più osservato.

In terzo luogo, è nel periodo di 16-20 settimane che si nota l'aumento più affidabile e pronunciato dei parametri biochimici in caso di malformazioni fetali.

Un ruolo importante è svolto da un'ecografia del feto, eseguita nelle prime fasi della gravidanza, il periodo ottimale è di 5–6 settimane di gravidanza. Una donna viene inviata per un'ecografia alla prima visita in un istituto medico in caso di sospetta gravidanza. Ciò consente di stabilire il fatto di una gravidanza uterina, escludendo una gravidanza extrauterina, per confermare la presenza di un battito cardiaco fetale, per diagnosticare gravidanze multiple, aumento del tono uterino, ecc. Un punto importante è misurare il peso corporeo all'inizio della gravidanza per valutare l'aumento di peso complessivo durante l'intero periodo di attesa del bambino. Questo aumento non deve superare i 10-12 kg. Un aumento del peso corporeo maggiore di questo valore è patologico, il più delle volte indica la presenza di edema e richiede la correzione del farmaco. Se una donna si registra per la gravidanza in un secondo momento, a volte è difficile valutare l'aumento di peso, il che significa che a volte è difficile determinare le ulteriori tattiche della gravidanza..

Inoltre, alle donne registrate nelle prime fasi della gravidanza viene rilasciato un certificato presso la clinica prenatale, in base al quale lo stato paga un'indennità di maternità una tantum..

Ci iscriviamo alla gravidanza: il primo appuntamento alla clinica prenatale

Durante il primo appuntamento, l'ostetrico-ginecologo valuta lo stato di salute della gestante, interroga su precedenti malattie e operazioni, la presenza di malattie croniche, il decorso di precedenti gravidanze e parto, la presenza di rischi professionali. Inoltre, pone domande sullo stato di salute del padre del bambino e dei parenti prossimi.

Successivamente, la donna incinta viene esaminata sul divano, durante il quale il medico misura le dimensioni del bacino usando un misuratore del bacino e un nastro centimetrico.

Il passo successivo è un esame su una sedia ginecologica, che consente di valutare la corrispondenza della dimensione dell'utero al periodo di gravidanza previsto, la sua eccitabilità, nonché le condizioni della cervice e delle sue appendici. Inoltre, durante l'esame sulla sedia vengono valutate anche le dimensioni interne del bacino. Viene presa una macchia dalla vagina sulla flora.

Al termine dell'esame, l'ostetrico-ginecologo fa una conclusione sulla presenza di fattori di rischio e redige un piano di gestione della gravidanza, fornisce alla futura mamma raccomandazioni sul regime quotidiano e un'alimentazione equilibrata. Vengono prescritte vitamine e, se necessario, farmaci. A una donna incinta vengono forniti rinvii per esami, che includono un esame del sangue clinico generale, determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh, esame del sangue per HIV, sifilide, epatite virale B e C, esame del sangue biochimico, esame clinico generale delle urine. Inoltre, è obbligatoria un'ecografia del feto. La futura mamma riceve anche rinvii a specialisti: terapista, otorinolaringoiatra, dentista e oftalmologo.

È prevista una ripetizione della visita in 7-10 giorni con i risultati del test, la conclusione del terapista e altri specialisti. Più tardi, nella prima metà della gravidanza (fino a 20 settimane), la futura mamma visita un medico una volta al mese, dopo 20 settimane di gravidanza - 2 volte al mese, dopo 32 settimane di gravidanza - 3-4 volte al mese.

Se una donna incinta ha malattie croniche concomitanti o complicazioni della gravidanza, vengono prescritte ulteriori visite specialistiche ed esami. Possibilità di affidamento a centri ostetrici e ginecologici di livello superiore.

Il monitoraggio nella clinica prenatale continua fino alla fine della gravidanza, cioè prima del parto.

Registrazione per la gravidanza: centri medici commerciali

Un'alternativa alle cliniche prenatali sono i centri medici commerciali, dove è possibile gestire anche la gravidanza. Queste strutture di solito offrono contratti di gestione della gravidanza che includono tutti i servizi medici necessari. Il costo di questi contratti dipende dal volume dei servizi forniti. L'osservazione di una donna incinta da parte di un ostetrico-ginecologo inizia dal momento della conclusione del contratto e avviene, di regola, fino a 36 settimane di gravidanza, dopodiché la donna incinta continua a essere monitorata dal medico che conduce il parto. Quando si sceglie un centro medico commerciale per la gravidanza, si dovrebbe assolutamente chiedere se questa istituzione medica ha il permesso di emettere carte di scambio e assenze per malattia. In altre parole, il congedo di maternità verrà rilasciato secondo le modalità prescritte e verrà rilasciata una carta di scambio. La frequenza delle visite all'ostetrico-ginecologo e l'ambito dell'esame in un centro medico commerciale si baseranno sullo stesso principio della clinica prenatale.

Nei centri medici a pagamento, il ricovero e tutti gli esami (ecografi compresi) vengono effettuati su appuntamento. Il paziente arriva all'orario stabilito e questo ti permette di non perdere tempo ad aspettare in fila. Inoltre, un aspetto importante è la comunicazione 24 ore su 24 con il medico che conduce la gravidanza. Questo servizio è fornito in molti centri medici commerciali. In genere, tali istituzioni hanno un programma di lavoro conveniente, l'accoglienza dei pazienti e i test possono essere eseguiti nei fine settimana e nei giorni festivi, il che è conveniente per i pazienti che lavorano. I termini di esecuzione della ricerca sono minimi.

La maggior parte dei centri medici commerciali dispone di un proprio ospedale aperto 24 ore su 24 o diurno con un'atmosfera confortevole e accogliente, reparti singoli o doppi. Gli psicologi lavorano in molti centri. Non ci sono differenze fondamentali nella tattica della supervisione medica e nei metodi di trattamento tra i centri medici commerciali e le cliniche prenatali statali, poiché gli standard di cura sono gli stessi.

Come registrarsi per la gravidanza

Durante il trasporto di un bambino, ogni donna dovrebbe trattare il proprio corpo con tutte le responsabilità e assicurarsi di essere registrata. Ciò ti consente di monitorare la sua salute e prevenire varie conseguenze negative. Nell'articolo di oggi, parleremo di come registrarsi per la gravidanza in una clinica prenatale e quali documenti sono necessari per questo.

  1. Cosa significa essere registrati
  2. Dove registrarsi
  3. Quando è meglio andare in ospedale
  4. Ricovero ospedaliero senza registrazione in un'altra città: come farlo correttamente
  5. Documenti richiesti per la registrazione nel 2019
  6. Come è la prima visita dal dottore
  7. Perché hai bisogno di un esame sulla sedia
  8. Cosa succede se ti registri troppo tardi o non sei affatto osservato
  9. Raccomandazioni per la futura mamma
  10. Riassumendo
  11. video

Cosa significa essere registrati

Questo concetto significa andare in ospedale sull'inizio della gravidanza per il monitoraggio costante di una donna da parte del personale medico. Allo stesso tempo, la futura mamma è obbligata a superare tutti i test prescritti, visitare regolarmente il principale ginecologo e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Dove registrarsi

Secondo la legislazione russa, una donna che rimane incinta ha il diritto di essere visitata in una clinica pubblica o privata nel suo luogo di residenza. Allo stesso tempo, può scegliere non solo un istituto medico, ma anche un medico. Se per qualche motivo il ginecologo non si adattava, la futura mamma può cambiare il medico in qualsiasi fase della gravidanza.

Quindi, ci sono diverse opzioni per le istituzioni a cui una donna può rivolgersi. Questi includono:

  • Consultazione statale delle donne. Se la futura mamma si rivolge a una clinica statale, ha diritto al monitoraggio gratuito della gravidanza, ai test e alla consulenza specialistica. Le lunghe code sono considerate uno svantaggio delle agenzie governative. Se lo si desidera, la mamma può essere registrata in tale clinica, ma allo stesso tempo utilizzare alcuni servizi a pagamento in una clinica privata, ad esempio l'ecografia.
  • Cliniche private. Questo tipo di gestione della gravidanza è generalmente adatto a donne provenienti da famiglie abbastanza ricche. I servizi delle istituzioni a pagamento oggi non sono affatto economici. Il vantaggio delle cliniche private è un approccio individuale a ciascun paziente e l'assenza di lunghe code.
  • Un'altra opzione è un istituto medico in un ospedale di maternità. Qui la gravidanza viene eseguita da un ostetrico-ginecologo.

Ogni mamma deve decidere da sola in quale istituto sarà più conveniente per lei essere registrata. Allo stesso tempo, dovrebbero essere presi in considerazione fattori importanti come il luogo di residenza, il sostegno materiale della famiglia e le caratteristiche del corso della gravidanza..

Quando è meglio andare in ospedale

Quindi, quante settimane dovresti andare in una struttura medica? Molte ragazze sono davvero interessate alla domanda su quale settimana o mese è meglio per loro andare in clinica per la registrazione. I ginecologi raccomandano di farlo prima della 12a settimana di gravidanza, poiché è in questo momento che possono essere determinate varie patologie dello sviluppo fetale e, se necessario, interrompere la gravidanza. Se le violazioni nella futura mamma consentono di correggere l'intero processo con l'aiuto della terapia corretta, la registrazione nelle prime fasi offre più tempo per il trattamento.

Per la registrazione anticipata, una donna ha diritto a un pagamento una tantum per il ricovero anticipato in ospedale.

Ricovero ospedaliero senza registrazione in un'altra città: come farlo correttamente

Se la futura mamma non vive nel luogo di registrazione, la procedura di registrazione per lei cambia leggermente. Dove registrarsi senza registrazione? Come le donne con un permesso di soggiorno, una ragazza può contattare qualsiasi clinica prenatale più vicina a casa sua, tuttavia, potrebbero essere necessari alcuni documenti aggiuntivi per confermare il suo effettivo luogo di residenza. Che tipo di documenti sono necessari per questo, la futura mamma può chiedere al medico che la guiderà.

Documenti richiesti per la registrazione nel 2019

Per essere visitata in una clinica pubblica o privata, la futura mamma deve raccogliere alcuni documenti.

Un elenco di questi può essere visto di seguito:

  • Passaporto o altro documento di identità.
  • Polizza di assicurazione sanitaria obbligatoria o VHI (assicurazione sanitaria volontaria).
  • Numero di assicurazione di un conto personale individuale (SNILS).
  • Documento sul passaggio della fluorografia. Se la ragazza non ha avuto il tempo di completare questo studio prima della gravidanza, questo certificato non è necessario. Lo studio viene solitamente effettuato dopo il parto.

Se la mamma è registrata non nel luogo di registrazione, è necessario scrivere una domanda indirizzata al capo dell'istituto medico e, se possibile, fornire una scheda della clinica in cui la donna è stata visitata in precedenza.

Come è la prima visita dal dottore

Quando una donna viene visitata, la prima cosa che dovrebbe fare è visitare un ginecologo. Di conseguenza, in un'istituzione pubblica è gratuito e in una clinica privata è pagato. L'importo da pagare per l'appuntamento dipenderà dalla clinica. Successivamente, viene eseguita la procedura per la registrazione di una donna incinta.

Comprende le seguenti fasi:

  • A una donna incinta viene offerto di sottoporsi a una visita ginecologica su una sedia.
  • Il medico chiede alla futura mamma del suo benessere e raccoglie dati sulle malattie che la paziente aveva precedentemente avuto nell'anamnesi. Questo vale per malattie come la tubercolosi, il virus dell'immunodeficienza umana, la rosolia, il morbillo e altri.
  • Il ginecologo scopre anche se la ragazza ha avuto aborti spontanei, gravidanza congelata, aborti e altre patologie.
  • Lo specialista scrive nella scheda del paziente i dati sullo stato di salute del padre del nascituro. L'uomo ha malattie infettive o croniche.

Oltre a un esame ginecologico e all'anamnesi, vengono misurati l'altezza e il peso della futura mamma. Tutti i dati ottenuti durante l'esame vengono registrati nella scheda del dispensario del paziente.

Perché hai bisogno di un esame sulla sedia

Oltre a confermare la gravidanza, durante una visita ginecologica, il medico prende uno striscio sull'inizio della testa vaginale e sonda l'utero per escludere varie neoplasie in quest'area. Dopo la fine del ricovero, alla futura mamma viene consegnato un modulo di riferimento per uno studio di laboratorio su sangue e urina, nonché per un esame ecografico per escludere varie patologie della gravidanza. L'ecografia precoce può escludere patologie pericolose come la gravidanza ectopica, l'ematoma retrocoriale e molto altro..

L'esame iniziale richiede solitamente da 1 a 2 settimane. Dopo aver superato tutti i test e confermato la gravidanza, la futura mamma viene registrata sul display LCD.

Cosa succede se ti registri troppo tardi o non sei affatto osservato

Quindi, abbiamo scoperto che è consigliabile andare alla clinica prenatale prima della 12a settimana di gravidanza. Troppo presto, ad esempio, prima di 8 settimane per l'esame, i medici, di regola, non mettono. Ciò è dovuto ai frequenti casi di aborti nelle prime fasi del trasporto di un bambino. Nelle prime settimane è possibile visitare la clinica per confermare l'inizio del concepimento ed escludere varie patologie nella madre. Cioè, rispondendo alla domanda su quante settimane inizia a registrarsi, va notato che il periodo ottimale per questo è di 8-12 settimane.

Se, durante il trasporto di un bambino, è troppo tardi per andare in clinica o rifiutare completamente l'aiuto dei medici, ciò può causare varie complicazioni, in particolare aborto spontaneo, parto prematuro e altri. Il controllo medico è di fondamentale importanza, poiché con il rilevamento tempestivo di determinati problemi, è possibile eseguire un trattamento correttivo che salverà la vita e la salute della madre e del bambino..

La registrazione presso una clinica prenatale consente anche a una ragazza di ricevere una speciale carta di scambio per una donna incinta, che deve essere fornita al momento del ricovero in un ospedale di maternità.

Raccomandazioni per la futura mamma

Oltre al tempestivo ricovero in ospedale, durante una situazione interessante, la futura mamma dovrebbe capire che durante questo periodo cruciale dovrebbe stare attenta alla sua salute. Per prevenire varie complicazioni, una donna incinta dovrebbe aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • Mangia correttamente. Ora è molto importante arricchire la tua dieta con varie vitamine e minerali, perché la nuova vita che si sviluppa nel grembo materno richiede molti nutrienti.
  • Cammina all'aria aperta più spesso e fai ginnastica leggera, se non ci sono controindicazioni per questo. L'escursionismo sarà utile. Non danneggeranno mamma e bambino.
  • Rifiuta l'esercizio pesante e il sollevamento pesi. Tale comportamento negligente può provocare un aborto spontaneo..
  • È importante cercare di eliminare lo stress e il disagio emotivo. Questa condizione può influire negativamente sulla salute della donna e del feto..
  • L'assunzione di acido folico è importante. Il medico, di regola, prescrive questo farmaco anche durante la pianificazione del concepimento. L'acido folico viene solitamente lavato via fino a 12 settimane.
  • Vai tempestivamente in ospedale e supera tutti i test necessari.

Questi semplici consigli aiuteranno le future mamme a trasportare e dare alla luce un bambino sano..

Trovandosi in una posizione interessante, la ragazza deve ricordare che ora nelle sue mani non c'è solo la sua salute, ma anche la vita del suo bambino non ancora nato. Ti auguriamo buona fortuna e buona salute.

Riassumendo

La registrazione durante la gravidanza è un prerequisito per le donne attente alla propria salute e alla vita del proprio bambino. Il momento ottimale per contattare la clinica è di 8-12 settimane. Allo stesso tempo, la mamma può scegliere un'istituzione governativa in cui tutti i servizi sono forniti gratuitamente, oppure può recarsi in una clinica privata. La decisione dovrebbe essere presa dalla ragazza, a seconda delle preferenze personali e della situazione finanziaria della famiglia..

video

Se hai ancora domande e desideri ricevere maggiori informazioni su un determinato argomento, ti suggeriamo di guardare questo breve video. Ci auguriamo che ti aiuti a trovare le informazioni di cui hai bisogno..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

È possibile per una madre che allatta l'acido ascorbico: descrizione, istruzioni per l'uso

Concezione

Il corpo di una donna che allatta e di un neonato ha bisogno di più nutrienti rispetto a prima della gravidanza.

Semi di lino per bambini

Nutrizione

Il lino è una pianta che viene utilizzata non solo nell'industria tessile. Questo fiore incredibilmente bello del colore del cielo è un eccellente guaritore, le cui numerose proprietà utili aiuteranno sia gli adulti che i bambini e fin dalla tenera età.

Noci da allattamento

Concezione

Tutte le madri vogliono che il bambino riceva il meglio dopo la nascita: il latte materno, ma è lungi dall'essere sempre che la madre riesca immediatamente a stabilire l'allattamento e la quantità di latte non la rende felice.

Quale dovrebbe essere la nutrizione per i bambini di età inferiore a un anno?

Neonato

Il primo anno di vita di un bambino è il più ricco di eventi. Il peso del bambino aumenta 3 volte e la lunghezza del corpo - 1,5.