Principale / Parto

Può essere usato alla menta durante la gravidanza?

Potresti non essere un sostenitore della medicina tradizionale, ma probabilmente hai bevuto tè alla menta. Solo perché è delizioso. La menta viene aggiunta a varie bevande e piatti per vari motivi: medici, cosmetici, gastronomici. Ed è estremamente raro trovare una persona a cui non piacciono il suo gusto o odore..

Chiamavamo semplicemente questa pianta profumata - menta. Esistono infatti 25 specie e 10 sottospecie di menta: pepe, montagna, cavallo, menta (pulce), acqua, riccio, giapponese, mela, arancia (bergamotto) e così via. Utilizziamo principalmente menta piperita Mentha piperita, che però ha altri nomi: inglese, pepper, cold, chill, chill mint.

Vengono anche utilizzate foglie, fiori e germogli di questa pianta. Contiene molte sostanze biologicamente attive, grassi, phytoncides, zucchero, olio essenziale e anche vitamine con sali minerali.

La menta non è solo salutare, ma anche molto amata da molte donne. Sia il gusto che l'aroma - ci attrae con la sua semplicità e versatilità. Ma, probabilmente, ogni donna incinta sa che durante questo periodo non le è permesso usare tutte le erbe e le piante. Molti di loro possono causare sanguinamento, tonificare l'utero, provocare aborti spontanei e molte altre gravi complicazioni. La nostra menta preferita è inclusa nell'elenco delle piante pericolose e proibite durante la gravidanza??

Posso usare e prendere la menta piperita durante la gravidanza?

Forse non ti sei mai posto questa domanda, ma sei inciampato sull'argomento per caso. Ebbene, una pianta così innocua e utile può davvero essere qualcosa di pericoloso? Scopriamolo.

I medici avvertono amichevolmente tutte le donne incinte di astenersi dall'assumere farmaci durante l'intero periodo di gestazione. Ma dopotutto, le erbe medicinali, che includono la menta, sono anche una medicina, solo naturale. E come ogni altro, ha indicazioni e controindicazioni. Anche la gravidanza è tra queste ultime. Diverse fonti forniscono informazioni diverse su questo, ma la stragrande maggioranza afferma che la menta è pericolosa durante la gravidanza. E tutto perché contiene una grande quantità di ormoni estrogeni, che possono stimolare in modo inappropriato il travaglio..

Tuttavia, è la menta che viene spesso raccomandata per le madri panciuto come trattamento per molti disturbi e più spesso di altri per eliminare nausea, bruciore di stomaco e gonfiore. Inoltre, sono raccomandati non dalle nonne del cortile, ma da ostetrici e ginecologi della clinica prenatale. E per essere più precisi, permettono di bere 3-4 tazze al giorno aromatiche e gustose alla menta. Ma questo deve certamente essere il tè acquistato in farmacia - con un controllo di qualità superato, senza impurità e additivi.

Come puoi vedere, ci sono opinioni diametralmente opposte sull'uso della menta durante la gravidanza. Ma questo è ciò su cui tutti i medici e gli erboristi concordano: l'olio essenziale di menta piperita durante la gravidanza è severamente vietato.!

Menta piperita durante la gravidanza

La menta durante la gravidanza ha un effetto positivo sul corpo di una donna e sul feto in via di sviluppo. Ma questa pianta deve essere applicata correttamente, altrimenti può influire negativamente sullo stato di salute. Pertanto, devi sapere se puoi usarlo o meno mentre trasporti un bambino..

L'unicità della menta

Le foglie di menta piperita sono ricche di oli volatili:

  • mentone;
  • dipentene;
  • limonene;
  • mentolo e altri.

Inoltre, questa parte della pianta è ricca di vari acidi, enzimi, tannini, macro e microelementi, aminoacidi, vitamine e sali. La maggior parte dell'olio essenziale si trova nei fiori di menta, meno nei piatti fogliari e pochissimo è contenuto negli steli.

I preparati a base della pianta migliorano il funzionamento del tratto digerente, alleviano la nausea e sono caratterizzati da qualità diuretiche. Con il loro aiuto, la condizione migliora con la bronchite purulenta. Per l'angina pectoris, l'erba dilata i vasi sanguigni e può abbassare la pressione sanguigna.

L'unicità della menta è che rimuove i liquidi in eccesso dal corpo, allevia gli spasmi e il dolore, allevia l'infiammazione e accelera la crescita dei capelli. Quando lo si utilizza, l'alitosi scompare, l'appetito diminuisce, la pelle viene pulita.

La pianta aiuta a rimuovere i calcoli dalla cistifellea e purificare il fegato. Inoltre, ha un effetto complesso sul sistema nervoso: migliora la funzione cerebrale, elimina l'insonnia, calma e tonifica.

Le donne incinte possono bere la menta?

Molte donne sono interessate a sapere se la menta è possibile durante la gravidanza. Questa pianta è un prodotto contenente estrogeni, grazie al quale il travaglio può iniziare prematuramente. Ma questo accade estremamente raramente, con un uso eccessivo di menta.

Se la gravidanza procede normalmente, la pianta a dosaggio moderato non sarà in grado di influire negativamente sulla salute della futura mamma e del feto. I medici dicono che le donne incinte possono bere bevande a base di erbe per alleviare nausea, mal di testa e altri sintomi spiacevoli..

Ma a volte una tale pianta non può essere presa mentre si trasporta un bambino. Molte donne incinte sono interessate al motivo per cui potrebbe essere proibito. L'infusione dell'erba può causare danni se c'è una minaccia di aborto spontaneo, così come se la cervice è leggermente aperta o se viene diagnosticata un'insufficienza ischemico-cervicale.

Con la minaccia di interruzione della gravidanza, la pianta è completamente controindicata per l'uso. È anche vietato con ipotensione.

Solo il medico risponderà se è possibile bere la menta per le donne incinte con malattie epatiche o renali. Questo dovrebbe essere fatto con cautela. Nel terzo trimestre, bere grandi quantità di tè può ridurre la produzione di latte. L'erba è vietata per qualsiasi manifestazione di allergie.

Nelle prime fasi

La menta all'inizio della gravidanza aiuta a calmare il sistema nervoso, alleviare l'eccessiva eccitazione. Agisce come un blando lassativo e combatte la debolezza che si manifesta nel primo trimestre. Nel corpo all'inizio della gravidanza, il progesterone viene prodotto in modo intensivo.

Grazie a questo ormone, il feto viene fissato nell'utero e nel suo ulteriore sviluppo. Ma a causa del progesterone, la futura mamma si sente spesso stanca e assonnata..

Pertanto, nei primi mesi, dovresti prendere una tisana, che fornisce una sferzata di energia. Puoi bere la menta durante la gravidanza se hai un forte mal di testa a causa di cambiamenti ormonali. In caso di tossicosi grave, è necessario gocciolare 2-3 gocce di olio di menta su un fazzoletto. Questo profumo dovrebbe essere inalato durante gli attacchi di nausea..

Spesso, le donne sono interessate a sapere se le donne incinte possono bere la menta con l'inizio del secondo trimestre. Durante questo periodo, il benessere della donna migliora, ma si osservano i seguenti sintomi:

  • rigonfiamento;
  • gonfiore;
  • stipsi.

Per le donne incinte, il tè alla menta viene in soccorso, riducendo la luminosità di tali manifestazioni. In questo momento, il brodo in quantità molto maggiori non danneggerà più il feto, che è ben trincerato, e la reazione del corpo sarà minima.

La pianta ha un effetto calmante e avvolgente sulle donne in gravidanza e normalizza la peristalsi intestinale. La bevanda alla menta dilata dolcemente i vasi sanguigni e abbassa la pressione sanguigna.

Le donne incinte possono avere vari problemi della pelle: desquamazione, acne, eccessiva untuosità. Il tè alla menta può eliminare questo problema. È usato per lozioni e lavaggi.

In un secondo momento

Le donne incinte possono utilizzare l'infuso in un secondo momento. Durante la gravidanza, la menta aiuta ad eliminare i sintomi del raffreddore, ridurre l'intensità del mal di testa e dei dolori muscolari e normalizzare il tratto digerente. Nel terzo trimestre sono comuni costipazione, flatulenza e bruciore di stomaco..

L'intestino cessa di funzionare normalmente, gli organi interni vengono schiacciati dall'utero allargato, a causa del quale il cibo viene digerito con difficoltà.

L'erba fresca sotto forma di tè aiuta ad affrontare questo problema. Bere la menta dovrebbe essere 1-2 bicchieri al giorno. L'infuso di menta rimuove bene l'edema. Se una donna ha le vene varicose, non dovrebbe abusare di questa bevanda..

Conclusione

Durante la gravidanza, puoi o non puoi prendere la menta, solo un medico dovrebbe decidere. Se usata correttamente, una tale pianta non è in grado di danneggiare il corpo della futura mamma e del feto in via di sviluppo. Tuttavia, è necessario sapere quali sono le controindicazioni dirette per prenderlo, il che aiuterà a evitare conseguenze negative..

Come bere il tè alla menta nelle diverse fasi della gravidanza

La menta profumata e aromatica è una pianta che ha molti fan. Ha molte proprietà medicinali, grazie alle quali ha trovato ampia applicazione nel campo della cucina, della cosmetologia e della medicina tradizionale. E, naturalmente, è impossibile immaginare una fredda sera d'inverno senza una tazza di delizioso tè alla menta. Ma se usata in modo improprio, una pianta profumata può danneggiare il corpo, il che è molto importante per una donna incinta che si prende cura della salute del bambino. Ecco perché è importante sapere se la menta può essere consumata durante la gravidanza e come farlo correttamente..

  1. È possibile utilizzare la menta durante la gravidanza in periodi diversi
  2. Benefici della menta per una donna incinta
  3. Danni alla menta e controindicazioni durante la gravidanza
  4. Ricette di tè alla menta per donne incinte
  5. tè alla menta
  6. Tè alla menta e camomilla
  7. Tè alla menta e fiori di tiglio
  8. Come bere il tè alla menta per una donna incinta

È possibile utilizzare la menta durante la gravidanza in periodi diversi

Se l'uso della menta è consentito durante la gravidanza dipende da come e per quale scopo viene utilizzato. I medici sconsigliano l'uso di decotti e infusi della pianta aromatica.

Bere tè alla menta in diverse fasi della gravidanza:

  1. Primo trimestre: elimina il bruciore di stomaco, la nausea e altre manifestazioni di tossicosi, riordina il lavoro del tratto digestivo.
  2. Secondo trimestre: cura forti mal di testa e vertigini, riduce il gonfiore e le vene varicose.
  3. Terzo trimestre: aiuta a migliorare il funzionamento del sistema nervoso, elimina l'ansia e l'ansia associate alla nascita imminente.
Se non c'è la minaccia di aborto spontaneo, la menta può essere molto utile: contiene acido ascorbico, tannini, flavonoidi, carotene. Tutte queste sostanze facilitano la gravidanza e garantiscono il pieno sviluppo del bambino..

L'uso di qualsiasi medicinale a base di erbe per le future mamme è consentito solo previa consultazione con un medico..

Benefici della menta per una donna incinta

La menta è famosa per la sua vasta gamma di effetti medicinali. Calma efficacemente il sistema nervoso ed elimina l'ansia, migliora l'umore, migliora il funzionamento di molti organi interni.

La chiave per le proprietà curative della menta è la sua composizione, che include:

  • vitamine del gruppo A, B, C, PP;
  • minerali - potassio, calcio, sodio, fosforo, rame, zinco, manganese;
  • amminoacidi e acidi grassi;
  • tannini;
  • oli essenziali, fibra alimentare.

Il lavaggio con brodo di menta o infuso aiuta a rendere la pelle del viso morbida e giovane, l'uso di tisane aromatiche con integratore a base di erbe normalizza la digestione e le feci, allevia il bruciore di stomaco e le manifestazioni di tossicosi. Ma solo se la donna incinta beve una bevanda sana entro limiti ragionevoli.

Danni alla menta e controindicazioni durante la gravidanza

Si sa molto sui benefici di una pianta medicinale, ma non so tutto sui danni che la menta può causare alla futura mamma e quali controindicazioni ha.

Anche con molte qualità benefiche, la menta ha alcune controindicazioni che dovrebbero essere prese in considerazione durante la gravidanza.

Proprietà nocive della pianta:

  1. L'integratore aromatizzato contiene una grande quantità di estrogeni, che, se consumati in grandi quantità, possono portare all'interruzione prematura della gravidanza.
  2. La menta ha la capacità di abbassare i livelli di pressione sanguigna, che deve essere presa in considerazione per tutti i pazienti ipotonici..
  3. Inoltre, durante l'allattamento, non dovresti lasciarti trasportare troppo dal tè alla menta, poiché altera la produzione di latte..
  4. Con estrema cautela, la pianta aromatica può essere consumata in caso di gravi malattie renali ed epatiche..

Come qualsiasi altra pianta medicinale, la menta può causare una reazione allergica. Il suo uso dovrebbe essere strettamente limitato alle donne inclini alle allergie..

Ricette di tè alla menta per donne incinte

Esistono un numero enorme di ricette per preparare il tè con l'aggiunta di menta. Può essere usato come ingrediente autonomo, aggiunto al tè nero o verde, combinato con camomilla o altre piante benefiche..

tè alla menta

Una pianta utile deve essere versata con un bicchiere di acqua bollente, lasciata in infusione per 10 minuti, aggiungere un po 'di zucchero o miele a piacere. Per ridurre la tossicità, puoi aggiungere alla bevanda una fetta di limone o di succo di agrumi appena spremuto..

Inoltre, alcune foglie di menta tritate possono essere aggiunte al normale tè nero o verde, lasciate in infusione per 15 minuti e poi bevete una bevanda profumata e gustosa..

Tè alla menta e camomilla

Le erbe vanno tritate e mescolate, messe in un pentolino e coperte con acqua bollente. Il tè dovrebbe essere cotto a vapore per 3-5 minuti, lasciare fermentare e aggiungere un po 'di zucchero semolato o miele. La camomilla può essere sostituita con foglie di lampone se lo si desidera..

Tè alla menta e fiori di tiglio

Le piante schiacciate devono essere versate con 250 ml di acqua calda, lasciate per 10-15 minuti, addolcite con miele. Per rendere la bevanda ancora più gustosa e aromatica viene aggiunta una fetta di mela, arancia o lime.

Come bere il tè alla menta per una donna incinta

Bere tè alla menta durante il trasporto di un bambino non è strettamente limitato. Con moderazione, ovviamente. Affinché gli estrogeni non portino all'interruzione prematura della gravidanza, si consiglia di bere un drink con una pianta profumata non più di 1-2 volte al giorno, assicurarsi di fare una pausa per 24-48 ore ogni 4-5 giorni.

Il tè alla menta è una bevanda incredibilmente gustosa e aromatica che ha enormi benefici per il corpo. Durante la gravidanza aiuta a calmarsi, migliora il sonno ed elimina i sintomi della tossicosi. Affinché la pianta non sia dannosa, deve essere consumata con moderazione. In che modo il tè ivan influisce sul corpo delle donne incinte ed è possibile il timo durante la gravidanza.

Menta durante la gravidanza: pro e contro

La menta profumata è probabilmente familiare a tutti. Viene aggiunto alle bevande, utilizzate in cucina, come decorazione di pietanze, e gli oli essenziali e gli infusi hanno trovato applicazione nella medicina popolare e tradizionale. La pianta è curativa e qualsiasi medicinale, anche completamente naturale, ha le sue indicazioni e controindicazioni. La menta è consentita durante la gravidanza?

Puoi trovare la risposta a questa domanda familiarizzando con le proprietà benefiche della pianta e con il suo effetto sul corpo della futura mamma. Perché la menta è preziosa, quando e come viene usata??

Può essere usato alla menta durante la gravidanza?

Esistono circa 20 varietà di menta, ma la menta piperita è più conosciuta. È stata lei a entrare saldamente nella nostra vita quotidiana. La pianta contiene acidi organici, oli essenziali, phytoncides, tannini, flavonoidi, vitamine e oligoelementi utili. Germogli, foglie e infiorescenze sono usati come materie prime.

La menta è un prodotto contenente estrogeni, quindi si ritiene che possa provocare un inizio prematuro del travaglio. Ma non abbiate paura, perché l'unico pericolo è l'uso eccessivo di questa pianta..

Nel normale corso della gravidanza, la menta (con moderazione) non influisce negativamente sulla salute della madre e del bambino. I medici lo attribuiscono ai mezzi consentiti durante il periodo di gravidanza. Molti medici raccomandano persino di usare il tè alla menta per eliminare i sintomi di tossicosi, mal di testa e altri disturbi comuni nelle donne in gravidanza..

Benefici e rischi della menta durante la gravidanza

La menta ha un effetto antinfiammatorio, analgesico, diuretico, antisettico, sedativo e vasodilatatore sul corpo umano. Aiuta a ripristinare la forza, normalizzare la condizione in caso di disturbi nervosi e aumento dell'ansia, elimina i batteri patogeni nello stomaco.

Una bella caratteristica della menta è la sua capacità di migliorare le condizioni della pelle. Le infusioni di questa pianta possono essere utilizzate per combattere l'acne e le macchie dell'età sul viso, che spesso compaiono nelle future mamme, nonché per prevenirle. Maggiori informazioni sul trattamento delle eruzioni cutanee durante la gravidanza →

Per le sue proprietà, la menta piperita durante la gravidanza viene utilizzata con l'approvazione del medico curante nelle seguenti condizioni:

  • insonnia;
  • gastrite cronica;
  • vomito e nausea con tossicosi;
  • una tendenza all'edema;
  • costipazione e flatulenza;
  • maggiore eccitabilità.

Un effetto collaterale del consumo di grandi quantità di menta può essere l'ipertonicità dell'utero, che crea il rischio di parto prematuro o aborto spontaneo. Inoltre, la pianta può causare una reazione allergica..

Dobbiamo anche menzionare l'olio essenziale a base di menta. La concentrazione del principio attivo (mentolo) in esso è troppo alta, motivo per cui aumenta il rischio di effetti indesiderati quando lo si utilizza. Per questo motivo, l'olio è severamente vietato alle donne in gravidanza..

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

La forma raccomandata di mangiare la menta per la futura mamma è tè, infusi o decotti. Inoltre, per la loro preparazione, è consentito utilizzare solo materie prime farmaceutiche. Un tale prodotto è ecologico e per preparare il tè sono convenienti sacchetti speciali con un dosaggio ottimale..

Durante la gravidanza, la menta viene utilizzata secondo una serie di regole:

  1. Non dovresti bere più di 3-4 tazze di tè al giorno.
  2. È meglio bere la bevanda prima di coricarsi poiché ha un effetto calmante e rilassante.
  3. Il corso di prendere la menta non dovrebbe durare più di 3 mesi.

tè alla menta

Per preparare il tè alla menta, 1 busta standard (puoi sostituire 1 cucchiaio. L. Prodotto secco o quattro foglie fresche) viene posta in una tazza di medie dimensioni e versata con acqua bollente. La bevanda viene infusa per 5-10 minuti.

Puoi bere il tè alla menta sia fresco che caldo. Per assaggiare si aggiungono zucchero e miele, alcune donne preferiscono mettere una fetta di limone in una tazza. Questa bevanda è utile per la bassa acidità di stomaco e combatte con successo la nausea nelle donne in gravidanza..

Infuso di menta

Se le condizioni della pelle della futura mamma sono peggiorate: compaiono acne, desquamazione, macchie dell'età, gli erboristi consigliano di usare l'infuso di menta. Per cucinare 1 cucchiaio. l. materie prime secche versare 150 ml di acqua bollente.

Dopo il raffreddamento, l'infuso viene filtrato e la pelle viene pulita con un batuffolo di cotone più volte al giorno. Puoi usare il prodotto non solo per il viso, ma anche per altre aree problematiche: spalle, décolleté.

Controindicazioni

Come già accennato, l'assunzione incontrollata di menta durante il periodo di gestazione è pericolosa. Ma per una serie di malattie e condizioni del corpo, la menta durante la gravidanza è vietata anche in piccole quantità. Questi includono:

  1. Aumento del tono uterino nel primo trimestre. Se sei a rischio di aborto spontaneo, e soprattutto se c'è un'emorragia nelle prime fasi, l'assunzione di menta può provocare un aborto. Maggiori informazioni sul primo trimestre di gravidanza →
  2. La minaccia di un parto prematuro tardivo. Se si teme che il parto inizi prima del tempo (ad esempio, c'è un accorciamento o un'apertura della cervice), per non aggravare la situazione, è necessario astenersi da qualsiasi prodotto contenente menta.
  3. Ipotensione. Poiché questa pianta aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, i pazienti ipotesi possono manifestare grave debolezza e deterioramento del benessere a causa della sua assunzione..
  4. Malattie del fegato e della cistifellea. L'effetto coleretico della menta in caso di deviazioni nel lavoro degli organi elencati non è sempre utile, quindi il suo uso non è raccomandato.
  5. Infiammazione dei reni. A causa del suo effetto diuretico, la menta può creare stress indesiderati sul sistema urinario..
  6. Allergia al mentolo. L'intolleranza individuale è una controindicazione assoluta. Inoltre, in questo caso, è necessario astenersi da altri prodotti contenenti mentolo (lecca-lecca, bevande, spray).

Si nota che l'assunzione di menta sopprime l'allattamento, quindi, in modo che non ci siano difficoltà con l'allattamento al seno, la pianta non è raccomandata per le donne in periodi successivi (dopo la 36a settimana).

Se hai dei dubbi sul fatto che la menta possa essere usata durante la gravidanza nel tuo caso, dovresti consultare il tuo medico, perché anche i rimedi popolari completamente naturali possono essere pericolosi se usati in modo errato.

Autore: Yana Semich,
appositamente per Mama66.ru

È possibile usare la menta durante la gravidanza e come farlo correttamente?

Una profumata foglia di menta può anche trasformare un semplice tè in una bevanda gustosa e salutare, che, tra le altre cose, colpisce molto delicatamente e delicatamente il sistema nervoso, calmando, migliorando il sonno e l'appetito. Ma con l'inizio della gravidanza, le donne sono più attente a ciò che mangiano, e quindi la domanda sorge abbastanza ragionevolmente: è consentito usare la menta in una posizione interessante.

Quali sono i vantaggi per le donne incinte?

Di solito, le foglie di menta ei loro benefici per l'uomo non sollevano domande dai medici, le proprietà curative della pianta sono note da tempo, sono ampiamente utilizzate nell'industria farmaceutica e nella medicina popolare. Ma quando si tratta di future mamme, molti medici si oppongono all'uso della menta profumata. Va notato che tra gli ostetrici-ginecologi non c'è consenso sul fatto che la menta sia consentita o meno durante la gravidanza, se possa essere consumata o è meglio astenersi. Ci sono due posizioni secondo le quali alcuni medici consigliano vivamente ai loro pazienti di fare il tè alla menta, mentre altri si oppongono.

La menta è una pianta medicinale iscritta nel registro ufficiale delle piante medicinali. E proprio per questo c'è motivo di affermare che la menta colpisce sicuramente una donna e il suo bambino. Pertanto, come qualsiasi altra sostanza medicinale, deve essere assunto sotto la supervisione di specialisti. Da un punto di vista pratico, la quantità di sostanze attive presenti in 2-3 foglie di menta, che vengono utilizzate per preparare il tè, non può danneggiare né la futura mamma né il suo bambino.

L'uso esterno di prodotti contenenti menta non solleva alcun dubbio: una donna a sua discrezione può usare l'olio di menta, ad esempio, per combattere la nausea in caso di tossicosi nelle fasi iniziali, se non è allergica direttamente all'olio di menta.

L'essenza della controversia medica sulla menta si riduce alla presenza di una quantità piuttosto impressionante di fitoestrogeni nella pianta. Queste sostanze sono analoghi vegetali degli ormoni sessuali. Durante la gravidanza, il progesterone regna nel corpo di una donna e un aumento della quantità di estrogeni si nota solo immediatamente prima del parto. Pertanto, gli oppositori della menta durante la gravidanza credono che mangiare una pianta mentre si aspetta un bambino aumenti la probabilità di un aumento del tono dei muscoli uterini e aumenti il ​​rischio di aborto spontaneo..

I sostenitori della menta affermano che gli effetti vasodilatatori e gli effetti ormonali pronunciati sono possibili solo quando una donna usa la menta in grandi quantità e sistematicamente nel tempo. L'uso una tantum non farà male. Ora che hai familiarità con entrambe le posizioni, sta a te e al tuo medico decidere se consumare o rifiutare la menta..

Per quanto riguarda le proprietà benefiche di una pianta medicinale, sarebbe ingiusto non dire che la menta può essere molto benefica. Contiene un'elevata quantità di oli essenziali, che conferiscono alla pianta un profumo unico così sorprendente. E sono loro che forniscono un pronunciato effetto sedativo e un lieve effetto analgesico..

Queste proprietà della pianta furono notate dagli antichi guaritori, e quindi la questione degli estrogeni non era affatto, tutte le donne incinte prendevano fragranti decotti di menta e altre erbe e si sentivano benissimo. Si consigliava di mettere rami di menta sotto il cuscino in modo che il sonno fosse più sano, perché nei tempi antichi i medici erano ben consapevoli che per un futuro bambino non c'era niente di più importante della pace materna e del buon sonno..

Oltre agli oli essenziali, la menta contiene vitamine e le vitamine del gruppo B sono le principali, ci sono minerali: fosforo, potassio, sodio. Aminoacidi e tannini sono presenti in piccole quantità.

Se affronti con saggezza il problema dell'uso della pianta, la menta può essere molto utile per una donna incinta. I medici raccomandano spesso la menta per il raffreddore. Una donna in una posizione è limitata nella scelta dei farmaci da farmacia, soprattutto nelle prime fasi, e quindi il tè alla menta può essere un ottimo antidolorifico che aiuterà rapidamente a ridurre l'intensità di muscoli e mal di testa.

Le formulazioni concentrate, come gocce o tintura di menta acquosa, hanno la capacità di dilatare i vasi sanguigni. E questa proprietà può essere utilizzata per l'ipertensione. Pertanto, alle donne che sono inclini alla preeclampsia, la trombosi non può più essere raccomandata con dosi preventive, ma terapeutiche di menta, ma in questo caso l'appuntamento viene effettuato rigorosamente da un medico. Determinerà anche il dosaggio.

Se lo stomaco, l'intestino, il gonfiore o la flatulenza sono interrotti, la menta aiuta a far fronte rapidamente al disagio. Con la nausea caratteristica della tossicosi, si consiglia spesso alle donne in gravidanza di far gocciolare qualche goccia di olio di menta piperita su un fazzoletto per inalarlo durante gli attacchi di nausea più gravi.

In caso di forte stress, uno stato emotivamente instabile, il tè alla menta aiuterà a calmarsi, ad addormentarsi, a riposarsi e quindi a rimanere di umore normale. La menta è consigliata alle donne con un'immunità debole, la sua moderata aggiunta al tè aiuta ad aumentare le difese naturali del corpo.

L'uso esterno non è limitato. Decotti e oli alla menta possono essere utilizzati per pelle secca, crepe, eruzioni pustolose sulla pelle. L'applicazione di olio essenziale ai piedi riduce la sudorazione.

Controindicazioni e possibili danni

Affinché una donna possa comprendere un problema in cui nemmeno i medici possono arrivare a un denominatore comune, bisogna stare molto attenti. Nel primo trimestre di gravidanza, non è consigliabile appoggiarsi alla menta, assumendola solo in caso dei problemi sopra descritti dopo una consultazione preliminare con un medico.

Considerando che la pianta contiene fitoestrogeni, al fine di escludere il verificarsi del rischio di aborto spontaneo o parto prematuro, gli esperti consigliano alle donne di non consumare la menta se hanno vene varicose. Le donne con pressione sanguigna bassa non dovrebbero bere il tè alla menta. Le persone ipotoniche dopo aver mangiato la menta possono manifestare forti capogiri, perdita di coscienza, grave debolezza. Se a una donna è già stata diagnosticata una minaccia di aborto spontaneo, è meglio usare altri sedativi..

Quando il vomito non è direttamente correlato alla tossicosi, anche la menta è vietata. In qualsiasi momento, si consiglia anche alle donne incinte che hanno un numero ridotto di piastrine nel sangue o che hanno problemi ai reni di evitarlo..

La menta può danneggiare qualsiasi donna incinta e in qualsiasi momento se la pianta viene consumata in grandi quantità. Dovresti sapere che in medicina, i sintomi dell'avvelenamento da menta sono chiaramente descritti in caso di sovradosaggio. La donna ha vomito grave e ripetuto, dolori allo stomaco, vertigini, il battito cardiaco diventa più lento. In questo caso, la futura mamma necessita di cure mediche urgenti..

Dopo il parto, un delizioso e aromatico tè alla menta non è consigliato a nessuno, poiché la pianta medicinale ha un effetto travolgente sull'allattamento..

Che tipo di menta è meglio usare?

Nella vita di tutti i giorni, spesso chiamiamo una pianta medicinale semplicemente menta. Ma in realtà, ci sono 25 specie principali e più di una dozzina di sottospecie della pianta: ci sono menta piperita, limone, montagna e menta riccia, oltre a bergamotto, acquatico, giapponese e altri. La menta piperita è tradizionalmente più comunemente usata in Russia..

Lo troverai in qualsiasi farmacia, quindi è consentito l'uso durante la gravidanza, ovviamente, in dosaggi stabiliti e nel rispetto di tutti i requisiti di sicurezza.

Condizioni d'uso

Se guardi attentamente le istruzioni per l'utilizzo della collezione di menta, non troverai in essa un divieto categorico di utilizzo durante la gravidanza, ma ogni istruzione indicherà che il farmaco deve essere assunto con cautela. In base al possibile pericolo di una pianta medicinale, si consiglia alle donne in posizione di usare la menta in questo modo:

  • come parte del tè verde o alle erbe con melissa, timo o separatamente;
  • fresco - le foglie possono essere masticate con un attacco di nausea;
  • come decotto per fare i gargarismi al mal di gola o curare la pelle;
  • come un olio - molto dosato per aromaterapia lieve;
  • sotto forma di compresse di menta o pastiglie per il mal di gola.

Ciascuno dei tipi elencati richiede la conformità con regole di applicazione separate..

  • Infusione. L'estratto alcolico di menta è severamente vietato alle future mamme. È consentito preparare e bere solo infuso d'acqua. Ad esempio, in caso di un raffreddore che si è verificato nel momento sbagliato, non puoi usare più di un cucchiaio di raccolta di erbe in un bicchiere di acqua bollente. Dovrebbe essere insistito per almeno un quarto d'ora. Con questo atteggiamento, puoi fare i gargarismi, prenderlo caldo in una quantità non superiore a due cucchiai fino a cinque volte al giorno. Se c'è un gonfiore nell'intestino e le coliche infastidiscono notevolmente la donna incinta, l'infuso viene preparato con un aumento della quantità di materiale vegetale di circa due volte, tutto per lo stesso bicchiere d'acqua. Si consiglia di assumere un cucchiaio di infuso per le donne durante i pasti..
  • Brodo. È severamente vietato portarlo all'interno nei primi, tardi e altri periodi. Nel brodo, il contenuto di tutti i principi attivi è molto più alto che nell'infuso, e quindi il brodo può essere utilizzato esclusivamente per scopi esterni.
  • Olio. Inammissibile per somministrazione orale. Solo l'uso topico e una quantità moderata per l'inalazione o una lampada aromatica non danneggeranno. È molto importante leggere le istruzioni per il flacone di olio essenziale; il dosaggio per la futura mamma dovrebbe essere la metà di quello indicato per un adulto. Alla lampada non vengono aggiunte più di due gocce di olio ogni 10 metri quadrati di alloggiamento. Si sconsiglia di inalare i vapori per più di un quarto d'ora. Puoi aggiungere le stesse due gocce di olio al bagno. È consentito eseguire tali procedure idriche prima di andare a letto per un massimo di 25 minuti.
  • Tè. Deve essere appena preparato ed è consentito utilizzare sia bustine di tè già pronte da una farmacia che foglie di menta fresca. Se hai acquistato delle bustine, preparale secondo le istruzioni. Se hai rametti di menta, lasciali in infusione per dieci minuti. Puoi aggiungere un po 'di latte al tè alla menta. Nel secondo trimestre è consentito bere fino a tre tazze di questo tè al giorno. Nel 1 ° e 3 ° trimestre, la quantità dovrebbe essere limitata a una tazza.
  • In una forma diversa. I ramoscelli freschi della pianta possono essere utilizzati aggiungendoli a insalate, zuppe. Inoltre, secondo le assicurazioni degli specialisti nel campo della medicina alternativa, è molto utile applicare foglie fresche della pianta alle tempie con un forte mal di testa. Se preferisci masticare foglie di menta o gambi per la nausea o per rinfrescare l'alito, dovresti anche limitarti a una quantità moderata, non più di tre rami al giorno..

Si prega di notare che l'uso simultaneo di diverse forme di menta è inaccettabile. Se bevi il tè con questa pianta aromatica, evita l'aromaterapia o l'infuso. Se usi pastiglie alla menta, cerca di non bere il tè con esso. Altrimenti, sarà molto difficile rispettare il dosaggio corretto e rigoroso..

Secondo le recensioni, che ce ne sono moltissime su Internet, molte donne usano la menta mentre aspettano un bambino. Non rilevano effetti o conseguenze negative con un approccio ragionevole alle dosi di una pianta medicinale..

Per cos'altro puoi e dovresti mangiare per le donne incinte, guarda il prossimo video.

È possibile coniare per le donne incinte e l'allattamento al seno

La menta piperita è una delle piante erbacee popolari che molti conoscono fin dall'infanzia. Lo bevono per il raffreddore, per il mal di gola, per calmare e dormire bene. Questa pianta è giustamente considerata femmina, perché con un uso regolare la menta stabilizza gli ormoni e ha un effetto benefico sulla salute delle donne. Ha tutto ciò di cui il corpo di una donna ha bisogno durante il periodo di trasporto di un bambino, ma a cosa serve esattamente la menta durante la gravidanza, ed è possibile bere il tè alla menta durante l'allattamento - parleremo di tutto questo nel nostro articolo.

  1. È possibile coniare durante la gravidanza
  2. Benefici e rischi della menta durante la gravidanza
  3. Somministrazione e dosaggio durante la gravidanza
  4. È possibile coniare durante l'allattamento

È possibile coniare durante la gravidanza

Date le proprietà benefiche dell'erba, le future mamme si chiedono se sia possibile bere il tè alla menta durante la gravidanza? Fonti diverse danno risposte comuni, mentre alcune raccomandano, altre proibiscono. E la verità, come sempre, è da qualche parte nel mezzo.

L'opinione degli oppositori delle erbe durante la gravidanza è spiegata dalla presenza di fitoestrogeni nella menta piperita, che possono provocare un travaglio precoce. Ma è importante notare che il lavoro degli ormoni naturali differisce da quelli chimici: agiscono in modo più morbido e non aggressivo. Pertanto, l'esperienza di molte donne mostra che la menta ha solo un effetto positivo sul corpo durante la gravidanza..

Benefici e rischi della menta durante la gravidanza

I medici stessi, le domande delle future mamme sulla possibilità di bere il tè alla menta durante la gravidanza ricevono una risposta inequivocabile, se una donna non ha controindicazioni, allora una bevanda del genere ne trarrà beneficio.

Durante la gravidanza, la menta aiuta a mantenere un alto livello di immunità, a combattere le malattie respiratorie esistenti e prevenirne lo sviluppo. Aiuta a normalizzare la digestione, eliminare la stitichezza, il gonfiore. La menta elimina la nausea e ferma il vomito, rendendo meno pronunciata la manifestazione della tossicosi. L'erba ha un effetto calmante e allevia l'ansia.

Ma la menta durante la gravidanza nelle prime fasi dovrebbe essere bevuta con attenzione. L'erba contiene oli essenziali che possono causare allergie, quindi è necessario prendere una decisione sull'opportunità o meno di prendere una tisana insieme al proprio medico..

La menta piperita per le donne incinte è utile per diversi motivi:

  • Elimina le coliche.
  • Allevia l'infiammazione.
  • Allevia il mal di testa.
  • Risolve problemi di pelle e capelli.
  • Riduce la pressione.
  • Arresta la diarrea.
  • Fornisce prevenzione delle vene varicose.
  • Cancella i calcoli renali.
  • Tratta i problemi del sonno.
  • Normalizza la funzione intestinale.
  • Ha un effetto diuretico e allevia il gonfiore.

La menta è controindicata durante la gravidanza:

  • Con intolleranza individuale.
  • Propensione alle reazioni allergiche.
  • Bassa pressione.
  • Problemi alle vene (solo con il permesso del medico).
  • Tono alto dell'utero.

È necessario bere il tè alla menta con molta cura nella tarda gravidanza, perché l'erba può causare contrazioni uterine, che porteranno a un parto prematuro!

Somministrazione e dosaggio durante la gravidanza

Una dose sicura di menta piperita durante la gravidanza è di 1-2 tazze di tè al giorno. In questa quantità, la bevanda a base di erbe non danneggerà e ne trarrà beneficio. Puoi preparare il tè secondo lo schema classico: versare 2-3 cucchiaini di foglie di menta secca con 0,5 litri di acqua calda e lasciare fermentare per circa mezz'ora. Mangia la menta durante la gravidanza calda o fredda prima dei pasti.

La menta può essere bevuta non solo nella sua forma pura, ma aggiunta al tè normale o prodotta in combinazione con altre erbe. Ad esempio, il tè alla menta con camomilla allevia la tensione nervosa, l'irritabilità, il pianto e restituirà un sonno profondo durante la gravidanza. Per prepararlo, prendi un cucchiaino di ciascuna delle erbe e inforna con un bicchiere di acqua calda. Dopo 10 minuti, filtra la bevanda e dopo aver raffreddato a 40 ° C aggiungi il miele (se non c'è allergia).

È possibile coniare durante l'allattamento

Un argomento altrettanto rilevante è la menta per l'allattamento al seno. Il fatto è che questa erba non è così semplice come sembra..

Ha la capacità di dilatare i vasi sanguigni, quindi, dopo aver bevuto una o due tazze di questa bevanda, una giovane madre potrebbe notare un miglioramento dell'allattamento e un afflusso di latte. Ma l'insidiosità sta nel fatto che con il consumo regolare di tè alla menta in grandi quantità, l'effetto sarà esattamente l'opposto. Sapendo questo, molte donne bevono deliberatamente la menta in dosi aumentate per interrompere l'allattamento..

La menta piperita contiene molto mentolo, che è il principale pericolo per la salute di una madre che allatta e di un bambino. Ma un'altra varietà vegetale - la menta riccia - contiene molto meno di questa sostanza, ma è ricca di oli essenziali di cumino e finocchio, che contribuiscono alla produzione del latte materno.

Il noto pediatra Yevgeny Komarovsky parla in modo inequivocabile su questo argomento: una madre che allatta può bere il tè alla menta solo se lei stessa lo vuole. La cosa principale è iniziare a prendere con una piccola quantità e monitorare attentamente la reazione del bambino.

In ogni caso, la gravidanza e l'allattamento sono un momento molto delicato in cui è necessario considerare attentamente la propria alimentazione e ascoltare gli allarmi del corpo. Durante questo periodo, qualsiasi prodotto può essere potenzialmente pericoloso. Per non danneggiare la tua salute e la salute del bambino, prima di includere qualcosa nel tuo menu, è meglio consultare un medico osservante.

Ti è piaciuto l'articolo? Mi piace ♥, iscriviti al nostro canale e sarai uno dei primi a conoscere le nuove pubblicazioni!

E se hai qualcosa da condividere, lascia i tuoi commenti! Il tuo feedback è molto importante per noi!

Menta in gravidanza (menta piperita): puoi o no?

La menta piperita è benefica in molti modi durante la gravidanza, motivo per cui è popolare..

Tuttavia, prima di bere gli infusi, è necessario familiarizzare con le caratteristiche delle erbe utilizzate, poiché in alcuni casi, invece di beneficiare, puoi sentirne il danno.

Quindi, dati importanti sulla menta.

  1. Menta piperita
  2. Controindicazioni
  3. Come bere correttamente?
  4. Recensioni

Menta piperita

La menta piperita è un'erba multifunzionale. La pianta combatte efficacemente molti disturbi. I tè alla menta funzionano nel modo seguente:

  • eliminare la pigmentazione;
  • è un agente diuretico e coleretico;
  • ottimo antisettico;
  • alleviare gli spasmi, il dolore;
  • depressivo;
  • eliminare il vomito, che è interessante per le madri all'inizio della gravidanza;
  • con l'aiuto della menta, puoi sbarazzarti dell'alitosi;
  • trattare i processi infiammatori della pelle;
  • rimuovere i dolori al cuore;
  • combattere efficacemente le vene varicose;
  • utile per i disturbi nervosi, l'umore cadente, che è nuovamente necessario nelle prime fasi;
  • rimuovere le pietre dai reni e dalla bile.

L'elenco delle proprietà medicinali della pianta aromatica è piuttosto ampio.

E se una donna incinta nell'elenco presentato ha trovato il suo problema, non dovrebbe affrettarsi a prendere il brodo di menta, poiché le foglie di menta sono un medicinale con effetti collaterali e controindicazioni.

Controindicazioni

I tè alla menta possono abbassare la pressione sanguigna. Pertanto, le donne incinte con anemia e pressione sanguigna bassa non dovrebbero lasciarsi trasportare dai farmaci. La categoria "non consentito" comprende le ragazze con test ormonali non molto buoni.

La linea di fondo è che la pianta contiene estrogeni..

Nota l'elevata concentrazione di estrogeni nella menta piperita. Nelle prime e ultime fasi della gravidanza, l'ormone femminile può provocare la contrazione uterina, che porta a contrazioni precoci: aborti spontanei e parto prematuro..

Inoltre, non è consigliabile bere tisane negli ultimi mesi se la ragazza ha manifestazioni di tossicosi.

Come bere correttamente?

Se a una donna incinta piace davvero un odore di menta particolare, occasionalmente 1 foglia di tè non causerà nulla di male. Le foglie profumate possono essere aggiunte con il limone a carne, pesce, fegato. Il gusto sarà più piccante. Ma ancora una volta, stiamo parlando delle porzioni minime. Se una ragazza ha intenzione di preparare bevande, questo non dovrebbe essere fatto senza la raccomandazione di un medico.

Devi sapere che gli oli essenziali sono vietati, sia per uso esterno che per ingestione.!

Per quanto riguarda i lecca-lecca e le gomme da masticare, non ci sono controindicazioni speciali per loro. Ma, a seconda di cosa si intende per prodotti dolci. Il fatto è che ad alcune caramelle e gomme vengono aggiunte sostanze chimiche dannose per il bambino. Gli stessi coloranti e sapori hanno un effetto dannoso sul bambino..

Bere bene disseta:

  • 2 fette di limone;
  • 1 foglia di menta;
  • 2 cucchiai di zucchero;
  • 1 bicchiere di acqua minerale naturale;
  • 3 cubetti di ghiaccio.

Per ridurre la gravità della nausea, la ragazza può cucinare uno stufato di pesce. Per cucinare, avrai bisogno di salmone rosa 150-200 g. Tagliare il filetto di pesce a listarelle dello spessore di 1 cm.

Scaldiamo il braciere, unto con olio vegetale. Mettiamo pezzi di pesce lì, sale. Il salmone rosa cuocere a fuoco lento sotto un coperchio.

Quando il piatto è quasi pronto, aggiungi 2 foglie fresche profumate, versa con succo di limone (1/2 limone).

Il vantaggio della ricetta è che gli ingredienti piccanti rimuovono gli aromi sgradevoli, pur mantenendo i benefici e il gusto gradevole. Ma se la ragazza ha una reazione violenta agli agrumi, il piatto non funzionerà.

Un punto importante! Le donne incinte sono sensibili alle spezie, quindi dovresti fare doppia attenzione prima di bere o mangiare cibi contenenti mentolo.

Recensioni

Durante la gravidanza ho masticato gomme al mentolo e mangiato caramelle. Non avrei potuto fare altrimenti, soprattutto nelle prime fasi. Non ho aggiunto nulla al cibo tranne aneto e prezzemolo. Adesso sto allattando mio figlio. Quindi vuoi qualcosa al mentolo. Ma non so se le madri che allattano sono autorizzate. Forse qualcuno me lo può dire? Katrina, 21

Mi sono sentito male per tutto il periodo. Non sapevo nemmeno che le piante di agnello siano pericolose per le donne incinte. Ora penso, forse il mio bere ha causato la nausea? Ma il dottore non mi ha detto niente del genere. Mi ha visto delle caramelle. E spesso la mia bocca odorava di Mentos. Strano, ad essere onesti. Posso capire: salvia o camomilla. Ma il pericolo dell'erba profumata... Sospetto. Lena, 29

È possibile coniare durante la gravidanza in periodi diversi o no

La menta piperita è una pianta medicinale ampiamente utilizzata che la maggior parte di noi conosce fin dall'infanzia..

Le aziende commerciali coltivano la menta nei vivai come materia prima per il successivo marketing alle catene di farmacie, e i giardinieri ordinari coltivano la menta sui loro appezzamenti come aggiunta preferita alle bevande e ai piatti di pasticceria..

  1. Proprietà utili di menta
  2. È possibile coniare durante la gravidanza
  3. Controindicazioni
  4. Ricette alla menta per curare e alleviare la gravidanza

Proprietà utili di menta

Le foglie di menta (e l'intera parte macinata di questa pianta) contengono olio essenziale, acidi, flavonoidi, vitamine A, C, PP, E, quindi sono molto utili per il corpo umano.

I benefici della menta sono scientificamente provati e riconosciuti da medici ed erboristi.

La menta combatte attivamente gli agenti patogeni, dilata i vasi sanguigni, allevia gli spasmi e il dolore, calma il sistema nervoso, ha effetti antiemetici, urinari e coleretici.

Le foglie di questa pianta erbacea migliorano il funzionamento degli organi del tratto gastrointestinale, aiutano ad alleviare i sintomi spiacevoli delle malattie dermatologiche (prurito, infiammazioni cutanee).

La menta viene aggiunta al tè nero o verde, prodotta separatamente o insieme ad altre erbe aromatiche (ad esempio, melissa), viene preparato un decotto di menta, che è buono per tosse, mal di gola e problemi digestivi.

È possibile coniare durante la gravidanza

C'è un periodo speciale nella vita di una donna in cui il suo corpo inizia a lavorare per due e in un modo completamente speciale. Questo periodo è chiamato gravidanza, durante il quale una donna adegua le sue abitudini, compreso il cibo, in connessione con i nuovi bisogni del corpo..

Ogni medico che supervisiona la gravidanza avverte le future mamme di astenersi dall'assumere farmaci durante il trasporto di un bambino..

Per quanto riguarda i mezzi di medicina tradizionale, che includono la menta, il loro uso è possibile, ma solo in completa assenza di complicazioni della gravidanza e altre controindicazioni.

Qualsiasi utilizzo di prodotti a base di menta è possibile solo dopo il permesso di un medico, poiché la menta può causare ipertonicità dell'utero, irto di parto prematuro o aborto spontaneo.

Controindicazioni

La menta piperita durante la gravidanza è assolutamente controindicata se una donna ha almeno uno dei seguenti problemi di salute e caratteristiche corporee:

  1. Aumento del tono uterino nel primo trimestre;
  2. La probabilità di parto prematuro nel terzo trimestre (in ritardo);
  3. Bassa pressione sanguigna;
  4. Malattia del fegato;
  5. Nefropatia;
  6. Problemi alla cistifellea;
  7. Allergie e intolleranza al mentolo.
Aumento del tono uterino nel primo trimestre

Ricette alla menta per curare e alleviare la gravidanza

Per le donne che non hanno controindicazioni, i medici raccomandano l'assunzione di menta per combattere l'insonnia, l'aumento dell'eccitabilità, il trattamento della gastrite cronica, la stitichezza, il gonfiore, l'eccessiva formazione di gas, la prevenzione e la riduzione del vomito e della nausea con tossicosi, l'eliminazione dell'edema.

Gli usi consentiti della menta sono tè, decotti e infusi..

Il tè alla menta durante la gravidanza è utile da bere la sera prima di andare a letto in modo che il sonno sia profondo e riposante..

Un cucchiaino di erba secca o circa cinque foglie di menta fresca viene versato con un bicchiere di acqua bollita e infuso per circa mezz'ora, dopodiché la bevanda è pronta per l'uso.

Il tè alla menta piperita è utile anche per combattere la nausea con bassa acidità di stomaco, puoi aggiungere limone, zucchero o miele a piacere..

Per bruciore di stomaco, nausea, crampi allo stomaco e all'intestino, così come per il raffreddore, è efficace un'infusione di foglie di menta.

Per la sua preparazione, due cucchiai di materie prime farmaceutiche vengono versati con mezzo litro di acqua bollente e conservati per circa 20 minuti in un thermos o in qualsiasi altro piatto avvolti in un canovaccio o coperti con uno speciale termoforo per la preparazione del tè. Puoi bere l'infuso in un quarto di bicchiere 3-4 volte al giorno.

Inoltre, l'infuso aiuta nella lotta contro i problemi dermatologici comuni nelle donne in gravidanza: acne, pigmentazione, perdita di elasticità della pelle, desquamazione e prurito..

Per scopi cosmetici, puoi preparare un infuso più concentrato (1 cucchiaio di erba per 150 ml di acqua) e pulire la pelle di viso, collo, décolleté, spalle e schiena con un batuffolo di cotone inumidito (se necessario).

Menta piperita per scopi cosmetici

Con una perdita di appetito e come sedativo per le donne incinte, il medico osservante può consigliare di bere un decotto di menta: due cucchiai di menta secca o dieci foglie fresche vengono versate con due bicchieri di acqua bollente e lasciate cuocere a fuoco lento per circa cinque minuti, dopodiché il brodo risultante viene raffreddato e filtrato. Prendi un decotto di 1/3 - 1/2 tazza 2-3 volte al giorno prima dei pasti.

Quando non è possibile bere tè alla menta o infuso, le foglie di menta fresca, che possono essere aggiunte al cibo o masticate separatamente, così come le compresse di menta o le pastiglie, aiutano con la nausea..

Alle donne incinte è severamente vietato ingerire olio essenziale di menta piperita poiché contiene troppo mentolo, il che aumenta significativamente il rischio di effetti avversi.

L'olio di menta piperita durante la gravidanza può essere utilizzato solo esternamente e solo in assenza di reazioni allergiche. Ad esempio, puoi aggiungerlo a una lampada aromatica o un bagno, quattro gocce saranno sufficienti.

I vapori dell'olio di menta piperita hanno un effetto benefico sulla psiche, calmano i nervi e mettono in ordine i pensieri, cosa particolarmente importante per le donne in posizione. La cosa principale da ricordare è che l'acqua del bagno non dovrebbe essere calda..

Menta durante la gravidanza

Articoli di esperti medici

La menta profumata è usata come additivo aromatizzante per tè, altre bevande e piatti. È incredibilmente utile e contiene circa il 3% di olio essenziale, oltre a componenti aromatiche, tannini, acidi organici, phytoncides, flavonoidi, vitamine, oligoelementi, ecc..

Ci sono circa venticinque specie e dieci sottospecie di menta, ma la menta piperita è meglio conosciuta da noi. Foglie, fiori e germogli sono ugualmente benefici per l'uomo. La pianta ha effetto antinfiammatorio, antisettico, analgesico, vasodilatatore. La menta è distruttiva per tutti i tipi di batteri patogeni nello stomaco, è un sedativo naturale per disturbi nervosi e cardiaci, ripristina perfettamente le forze.

La menta utile e aromatica attrae con la sua versatilità e facilità d'uso in cosmetologia, medicina popolare e gastronomia. La menta durante la gravidanza, come ogni pianta medicinale, ha le sue indicazioni e controindicazioni..

È possibile coniare durante la gravidanza?

In diverse fonti, le opinioni sull'uso della menta nel processo di trasporto di un bambino differiscono. L'avvertenza principale riguarda l'alto contenuto di ormone estrogeno nella menta piperita, che può provocare un travaglio prematuro..

Tuttavia, i medici stessi classificano la menta come una pianta medicinale approvata per l'uso durante la gravidanza. Come afrodisiaco naturale, la menta aiuta a ripristinare la libido, che diminuisce in almeno il quaranta percento delle future mamme.

Se ti trovi in ​​una posizione interessante e sei tormentato dalla domanda: "È possibile coniare durante la gravidanza?", Consulta un ginecologo. La risposta è probabilmente sì. La pianta allevia i frequenti attacchi di mal di testa, è efficace nel trattamento della tosse e del dolore alle orecchie. Il profumo di menta aiuta con svenimenti e vertigini. La menta ha proprietà curative nel trattamento del tratto gastrointestinale, alleviando i crampi allo stomaco, le coliche intestinali, normalizzando le feci, migliorando la secrezione biliare. Poche persone conoscono i benefici della menta nel trattamento del dolore muscolare, cardiaco e come mezzo per alleviare il prurito..

Menta durante la gravidanza: controindicazioni

Gli amanti della menta profumata dovrebbero fare attenzione durante la gravidanza. L'assunzione incontrollata di qualsiasi pianta medicinale ha le sue spiacevoli conseguenze, specialmente nel processo di gestazione.

Le controindicazioni alla menta durante la gravidanza sono principalmente associate alla presenza nella pianta dell'ormone femminile estrogeno, che influisce sulla contrazione uterina e contribuisce al travaglio prematuro.

La proprietà della menta di abbassare il tono dei vasi venosi dovrebbe avvertire gli amanti della pianta profumata con bassa pressione sanguigna. Se hai le vene varicose, non è consigliabile consumare la menta. L'olio essenziale di menta piperita può causare reazioni allergiche ed è vietato durante la gravidanza.

Tè alla menta durante la gravidanza

I medici ostetrici-ginecologi consigliano di prendere la menta nella lotta contro i disturbi comuni: tossicosi, bruciore di stomaco, gonfiore.

Il tè alla menta piperita durante la gravidanza è più benefico ed efficace. Per le donne in posizione, puoi bere fino a quattro tazze di una bevanda aromatica al giorno, a base di una pianta fresca e naturale. Quando si acquistano formulazioni già pronte, dare la preferenza alle controparti della farmacia con controllo di qualità al fine di evitare tutti i tipi di impurità e additivi. È bene combinare la menta con melissa, ribes nero, rosa canina, fragole e ribes.

Le donne incinte amano bere il tè alla menta e notano solo l'effetto benefico. Il tè alla menta risolve il problema della stitichezza, normalizza il sonno e allevia le conseguenze dell'esaurimento nervoso.

Menta piperita durante la gravidanza

Di tutte le specie e sottospecie di menta esistenti, la menta piperita è la più diffusa per il suo aroma più forte. Sulla base, vengono preparati prodotti cosmetologici, medicinali, la pianta viene utilizzata anche in cucina.

Prima del periodo di fioritura, la pianta contiene la quantità massima di olio essenziale - mentolo, che può avere un effetto negativo sul frutto. È questo fatto, soprattutto alla fine della gravidanza, che mette le donne in condizione di essere più attente e di non abusare o rimandare completamente l'assunzione di menta..

La menta piperita durante la gravidanza aiuterà a sbarazzarsi della tossicosi dolorosa e riacquistare l'appetito. Per preparare il brodo servono un bicchiere di materia prima secca, un litro di acqua bollente e circa un'ora di pazienza. Si consiglia di bere l'infuso a piccoli sorsi (100 ml ciascuno) ad intervalli di diverse ore.

Non viziarti con la menta piperita in caso di intolleranza a uno dei componenti che la compongono. Alla menta durante la gravidanza è vietato assumere con pressione sanguigna bassa e tendenza alle vene varicose.

Menta e melissa durante la gravidanza

Gli erboristi professionisti concordano con l'opinione pubblica sul fatto che l'aggiunta di menta piperita o melissa al tè ha un effetto benefico sulla salute del sistema nervoso, sul metabolismo e sulla qualità del sonno. Tuttavia, apportano alcune modifiche:

  • i tè alla menta e alla melissa vanno assunti in portate, non superiori a tre mesi, con pausa obbligatoria. Bevono una bevanda profumata per il sonno imminente, poiché ha un pronunciato effetto rilassante e sedativo;
  • tre grandi o cinque foglioline di menta o melissa sono sufficienti per il tè;
  • fetta di limone - un'aggiunta indispensabile al tè alla menta per la gastrite a bassa acidità.

La menta e la melissa durante la gravidanza sono usate insieme per alleviare i sintomi della tossicosi, per aumentare l'appetito e normalizzare le feci. La melissa ha proprietà medicinali simili alla menta. Ha un gradevole profumo di limone e aiuta a far fronte all'influenza o al raffreddore durante la gravidanza, quando l'assunzione di pillole è indesiderabile. L'effetto diuretico della melissa allevia le donne incinte dal gonfiore.

La melissa, come la menta durante la gravidanza, ha le sue controindicazioni:

  • tendenza a manifestazioni allergiche;
  • bassa pressione;
  • cambiamenti nei livelli ormonali.

Sulla base delle raccomandazioni degli erboristi per le persone comuni, le donne incinte dovrebbero consultare un medico prima di usare un rimedio a base di erbe.

Decotto alla menta durante la gravidanza

La menta sotto forma di infuso aiuterà a migliorare la condizione di desquamazione, elasticità persa, incline all'acne e all'acne. Il brodo è preparato da 1 cucchiaio. materie prime secche, riempite con un bicchiere di acqua bollente. Utilizzato per pulire la pelle del viso e del corpo.

Un decotto di menta durante la gravidanza con radice di valeriana, achillea e fiori di calendula è un ottimo rimedio per la tossicosi. Prendere 2 cucchiaini di ogni componente, versare due bicchieri di acqua bollente e filtrare dopo trenta minuti. Prendi 60 ml fino a sei volte al giorno. Puoi aggiungere foglie di menta al cibo o masticarle dopo i pasti per evitare il bisogno di vomitare..

Olio di menta piperita durante la gravidanza

L'aromaterapia durante il trasporto di un bambino può diventare, se necessario, un'alternativa al trattamento farmacologico. Gli odori aiutano a ritrovare la serenità, alleviano la stanchezza, creano un'atmosfera festosa, proteggono dai virus e alleviano il raffreddore.

La maggior parte dei problemi comuni durante la gravidanza come: mal di schiena, vene varicose, edema, tossicosi, disturbi delle feci, aumento dell'emotività possono essere curati con oli essenziali. Ecco un grande ma: il fatto è che l'aromaterapia può influire negativamente sul feto in via di sviluppo. L'elenco delle composizioni vietate include l'olio di menta piperita durante la gravidanza, che contiene grandi quantità di mentolo. L'olio essenziale aumenta l'attività ormonale e può causare sanguinamento.

Un effetto indesiderato può essere ottenuto utilizzando l'olio di melissa, che ha un effetto diuretico e favorisce l'inizio delle mestruazioni. L'olio di menta piperita ha proprietà tossiche e abortive.

Il grado di tossicità è determinato dal metodo di applicazione e dalla qualità dell'olio essenziale stesso. La tecnica più pericolosa è orale, quindi alle donne incinte è vietato assumere oli all'interno..

Olio essenziale di menta piperita durante la gravidanza

Il periodo di attesa del bambino è un momento in cui dovresti stare attento a prodotti familiari, cosmetici e aromaterapia popolare. Gli oli essenziali vengono spesso inalati per mezzo di una lampada aromatica. L'effetto degli esteri sul decorso della gravidanza non è stato ancora studiato. Va anche tenuto presente che gli oli essenziali sono estratti concentrati che non hanno analoghi nel mondo naturale. Pertanto, non possono essere considerati naturali..

L'olio essenziale di menta durante la gravidanza è uno dei più pericolosi a causa della sua azione embriotropa, cioè influisce negativamente sul feto, portandolo anche alla sua morte.

Menta piperita quando si pianifica una gravidanza

I medici consigliano di rinunciare alla menta in qualsiasi forma se stai solo pensando di avere una prole. Questo avvertimento è dovuto al contenuto di mentolo nella menta piperita, che ha un effetto schiacciante sull'attività gonadotropica nel sistema ipotalamo-ipofisario, riducendo l'azione degli ormoni necessari al concepimento e alla normale gravidanza..

Tuttavia, c'è un'opinione opposta che la menta sia utile quando si pianifica una gravidanza come mezzo per normalizzare il tratto digestivo, rafforzare il sistema immunitario e il sistema nervoso..

È meglio dare la preferenza alla menta appena raccolta o autoasciugata.

Ci sono pochissime cose al mondo che andrebbero bene per tutti, senza eccezioni, tranne che per la pulizia: acqua e aria. Così è con le piante medicinali. La menta durante la gravidanza in qualsiasi forma deve essere usata con attenzione e competenza, in base alle caratteristiche individuali del corpo.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Le 10 migliori formule per neonati per neonati

Neonato

Non è un segreto che la migliore alimentazione per un neonato sia il latte materno. Sfortunatamente, non tutte le donne hanno l'opportunità fisica o morale di fornire loro il bambino.

Cause di vertigini in diversi momenti della gravidanza

Neonato

Le future mamme dovranno incontrare varie sorprese, comprese quelle spiacevoli. Sotto l'influenza dei colossali cambiamenti in atto nel suo corpo, tutto può succedere.

Come mangiare per avere un maschio

Analisi

Tempo di lettura: min.Come mangiare per avere un bambino: una dieta per i futuri genitoriIl momento felice nella vita di ogni donna - la gravidanza - è diviso in fasi temporali: trimestri, mesi, settimane.

Perché far cadere il cloruro di sodio durante la gravidanza?

Concezione

Durante la gravidanza, una donna ha bisogno di un apporto completo di vitamine e minerali al corpo. Il cloruro di sodio è una sorta di supplemento alla dieta della futura mamma, che influisce sul pieno sviluppo del bambino.