Principale / Concezione

Le donne incinte possono andare in piscina nel secondo e terzo trimestre? Quali sono i vantaggi e quali sono le controindicazioni?

Probabilmente, oggi non è rimasta nessuna persona che sosterrebbe che il nuoto è molto utile per le donne incinte. Ma una cosa è essere d'accordo con affermazioni molto astratte e un'altra è capire chiaramente quali benefici possono portare gli sport e che tipo di esercizi è necessario fare per ottenere il risultato desiderato..

La gravidanza non è un motivo per rinunciare all'esercizio fisico. Uno dei modi più sicuri per muoversi e beneficiare della propria salute e della salute del bambino è nuotare in piscina. Gli esperti raccomandano di nuotare già nella fase di pianificazione della gravidanza e di continuare le lezioni durante la gestazione.

È possibile nuotare nel secondo e terzo trimestre di gravidanza?

La gravidanza non è una controindicazione alle attività in piscina e in acqua. Al contrario, con un approccio competente e il rispetto di istruzioni importanti, il nuoto porterà molte emozioni positive e avrà un effetto benefico sulla salute della futura mamma e sulla formazione del feto..

Il secondo trimestre (da 13 a 26 settimane ostetriche) è considerato il più sicuro per l'attività fisica. Il feto è già saldamente attaccato all'utero, gli organi interni e i sistemi sono posti e la placenta inizia a formarsi. In questa fase, il nuoto non può nuocere al bambino, a condizione che sia moderato..

Il terzo trimestre (dalle 27 alle 40-41 settimane ostetriche comprese) non è sicuro come il secondo. Il nuoto dovrebbe essere gestito con cautela dalla settimana 36. In questo momento, l'addome diventa di dimensioni impressionanti e può causare disagio durante lo sforzo fisico..

Dopo 36 settimane, un tappo mucoso può iniziare ad allontanarsi, bloccando il canale cervicale e proteggendo gli organi genitali interni dalle infezioni. Pertanto, il pool può diventare un fattore di rischio per l'infezione e un impatto negativo sulla salute fetale..

Quali sono i vantaggi di questo sport nelle fasi successive?

Se una donna, dopo aver consultato un medico, ha ricevuto l'approvazione per le lezioni in acqua, puoi visitare istituzioni specializzate o un aquazone in un club sportivo.

Benefici per la salute di una donna incinta:

  • Durante l'allenamento, il carico su diversi gruppi muscolari si alterna, il corsetto muscolare viene rafforzato e la resistenza complessiva aumenta.
  • Il rilassamento e il delicato irrigidimento dei muscoli prevengono vene varicose ed emorroidi, riducono il rischio di smagliature dopo il parto.
  • Migliora la funzione intestinale migliorandone la motilità.
  • Il nuoto riduce il carico sulla colonna vertebrale, aiuta ad alleviare il dolore nella parte bassa della schiena e nel cingolo scapolare.
  • Il lavoro dei sistemi cardiovascolare e respiratorio è ottimizzato, il volume dei polmoni aumenta, il che ha un effetto positivo sul decorso del travaglio.
  • I processi di termoregolazione, adattamento nell'ambiente esterno sono migliorati, il sistema immunitario è rafforzato.

Benefici per la gravidanza e il feto:

  • La respirazione intensa favorisce l'ingresso di grandi quantità di ossigeno nei polmoni, migliora l'afflusso di sangue al feto.
  • Le lezioni di immersione consentono al tuo bambino di adattarsi alla mancanza di ossigeno che può verificarsi durante il travaglio.
  • Con la presentazione podalica della placenta, speciali esercizi in piscina aiuteranno il bambino a prendere la posizione corretta nell'utero.
torna ai contenuti ↑

Può fare del male?

Danni alla salute di una donna incinta:

  • Una tecnica di nuoto impropria può portare a cattive condizioni di salute dopo la sessione..
  • Il cloro, che viene utilizzato per disinfettare l'acqua, spesso causa reazioni allergiche. È preferibile che le future mamme visitino le piscine, dove l'acqua viene purificata non con candeggina, ma con luce ultravioletta, ozono o ultrasuoni.
  • Le piscine con poca attenzione all'igiene hanno maggiori probabilità di contrarre malattie infettive o funghi.
  • Nuotare in acque fredde (sotto i 22 ° C) provoca spesso crampi agli arti inferiori e può portare a raffreddori e infiammazioni delle basse vie urinarie.

Nocivo per la gravidanza e il feto:

  • Un'intensa attività fisica in acqua può causare un aumento del tono dell'utero, la minaccia di aborto spontaneo e parto prematuro.
  • Il trattenimento prolungato del respiro nell'acqua porta a un'eccessiva carenza di ossigeno nell'embrione.
  • Il nuoto dopo il passaggio del tappo mucoso è irto di infezioni degli organi genitali interni e degli organi del feto.

Controindicazioni

Esistono numerose controindicazioni per le sessioni di nuoto. Se queste indicazioni sono disponibili, dovrai rifiutarti di visitare la piscina e i serbatoi:

  • eventuali fattori di rischio per aborto spontaneo e parto prematuro;
  • placenta previa, anche con la minaccia di sanguinamento;
  • infezioni genitali;
  • scarico sanguinante dai genitali;
  • dolore addominale inferiore;
  • sensazione di malessere - mal di testa, vertigini, mancanza di respiro;
  • tossicosi grave;
  • epilessia, gestosi;
  • tutti i tipi di malattie infettive e patologie croniche nella fase acuta.

Restrizioni sulle classi

Affinché nuotare e fare esercizio in acqua apporti solo benefici, è necessario:

  • non raffreddare eccessivamente in piscina;
  • interrompere l'esercizio in caso di disagio;
  • non impegnarsi con temperature dell'acqua inferiori a 28 ° C;
  • una sessione in acqua non dovrebbe durare più di 40 minuti;
  • è vietato saltare in acqua dal paracarro e dai lati;
  • non puoi “appenderti” ai float dei delimitatori;
  • non puoi nuotare a grandi profondità con capacità di nuoto insufficienti;
  • evitare sbalzi di temperatura improvvisi;
  • non fare movimenti bruschi in acqua e un aumento intenso del ritmo delle lezioni;
  • non esercitare a stomaco vuoto o pieno;
  • è vietato mettere in piscina scarpe con suola scivolosa.
torna ai contenuti ↑

Esercizi

Idealmente, le lezioni con donne incinte dovrebbero essere condotte da un istruttore qualificato con determinate conoscenze e abilità nel lavoro con le future mamme. Ma puoi farlo da solo se conosci il complesso consigliato e le regole per eseguire ogni esercizio. È meglio iniziare la sessione con un riscaldamento: cammina lentamente lungo il fondo della piscina, allungando le braccia in avanti e spingendo i palmi delle mani fuori dalla superficie dell'acqua.

Descrizione esercizio:

  1. Mettiti di fronte al lato, afferralo con le mani. Siediti, appoggiando i piedi sul muro, quindi spingiti, raddrizzando il busto.
  2. Eseguire la cyclette, tenendola di lato. Puoi semplicemente ruotare o sollevare le gambe in diverse direzioni.
  3. Sdraiati a pancia in giù, afferra il lato e porta le gambe verso lo stomaco.
  4. Sdraiati sulla schiena, allunga le gambe in avanti, allarga gli arti ai lati e poi riuniscili.
  5. Assumi una posizione supina con le gambe distese. Piega le gambe alle ginocchia e tirale verso l'addome, quindi raddrizza di nuovo.
  6. Metti una gamba di lato, accovacciata sull'altra e cerca di ottenere il massimo allungamento. Quindi allunga la seconda gamba.

Il numero di approcci degli esercizi descritti sopra - 3-4 volte.

  1. Girati di fronte alla scacchiera e afferra il supporto con entrambe le mani. Metti una palla di gomma tra le gambe e stringila 10-20 volte, tendendo e rilassando alternativamente i muscoli.
  2. Afferra la palla con le mani e ruota attorno al tuo asse - 8-10 giri per sessione.
  3. Sdraiati sulla schiena con le braccia lungo i fianchi. Nuota per alcuni secondi, lavorando con gambe e busto.
  4. Fai un respiro profondo e accovacciati sott'acqua, stringendo le ginocchia con le mani. Trattenete il respiro finché l'acqua stessa non spinge in superficie.
  5. Fai un'entrata profonda e siediti a faccia in giù sull'acqua in una posa da stella. Dopo alcuni secondi, alzati in piedi e fai un respiro tranquillo.

L'allenamento si conclude con esercizi rilassanti. Per fare questo, basta mettere un cuscino gonfiabile sotto la testa e sdraiarsi sulla schiena. In questa posizione, puoi fare movimenti leggeri con le braccia e le gambe, quindi rilassarti il ​​più possibile..

Se la gravidanza sta andando bene e non ci sono controindicazioni all'attività fisica leggera, puoi nuotare per il tuo piacere. Non dimenticare di consultare il tuo ginecologo.

Video utile

Suggeriamo di guardare un video sui benefici del nuoto in piscina durante il 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza:

È possibile nuotare in piscina durante la gravidanza

Il nuoto è una forma popolare di attività fisica che coinvolge tutti i gruppi muscolari e previene molte malattie..

Scopriremo se è sicuro per le donne incinte andare in piscina e se vale la pena cambiare le attività abituali in ogni trimestre.

Sfumature di tempo

Durante la gravidanza, si forma un tappo mucoso alla base del canale cervicale, che protegge il bambino da infezioni e altri effetti dannosi. Il pericolo esiste:

  • nelle prime fasi, quando il coagulo protettivo e la placenta sono nella fase di formazione;
  • a 9 mesi, quando non mancano> 3 settimane prima della consegna, il che aumenta il rischio che la spina si stacchi.

In assenza di controindicazioni e in accordo con il ginecologo, è possibile visitare la piscina in qualsiasi fase della gravidanza, ma il secondo trimestre è riconosciuto come il più sicuro. Alla settimana 14, i rischi di infezione sono ridotti al minimo e il benessere generale migliora.

Pro e contro del nuoto in piscina durante la gravidanza

Il nuoto durante la gravidanza è un modo sano e sicuro per rimanere fisicamente attivi. La distribuzione uniforme del carico in tutto il corpo elimina la sensazione di dolore, riduce la probabilità di lesioni o sovraccarico di muscoli e articolazioni.

I principali vantaggi del nuoto includono:

  1. Formazione del sistema respiratorio. Corrette tattiche di respirazione e ventilazione di alta qualità dei polmoni arricchiscono il sangue di ossigeno. Gli esercizi di immersione prepareranno il bambino a una temporanea mancanza di ossigeno durante il passaggio del canale del parto.
  2. Funzione protettiva stimolante. Il principale vantaggio del nuoto è rafforzare il sistema immunitario. Le donne che visitano la piscina durante la gravidanza hanno meno probabilità di ammalarsi.
  3. Rafforzare i muscoli. I forti muscoli della schiena ti consentono di far fronte al peso extra e ai muscoli del bacino e del perineo, con il parto naturale.
  4. Controllo del peso. Se nuoti regolarmente in piscina, il corpo non perde il tono muscolare, il che è importante durante la gravidanza. Attiva anche la peristalsi intestinale, che ti permette di sbarazzarti della stitichezza..
  5. Normalizzazione dello stato psico-emotivo. L'attività allevia la tensione e attiva l'ormone della gioia.
  6. Migliorare la circolazione sanguigna. L'aumento della circolazione sanguigna salva da gonfiori, vene varicose ed emorroidi. Con visite regolari, la qualità dell'allattamento aumenta, stimolata dal flusso sanguigno ai polmoni e al cuore.
  7. Correzione della presentazione podalica. Con una presentazione errata del feto, registrata dopo 30 settimane, i medici consigliano di nuotare in piscina. Il bambino fa la presentazione finale a 33-34 settimane, quindi assicurati di monitorare i cambiamenti.

Nonostante gli ovvi vantaggi delle classi, il pool ha anche i suoi svantaggi:

  1. Infezione da infezioni. Le piscine pubbliche sono pericolose per dermatomicosi, giardiasi, legionellosi, epatite A e altre malattie trasmesse attraverso acque o superfici contaminate. È importante attenersi alle regole di sicurezza di base per evitare l'infezione..
  2. Manifestazione di reazioni allergiche. L'allergene principale all'interno della piscina è il cloro, che viene utilizzato per disinfettare l'acqua.

È sicuro per le donne incinte nuotare in una piscina con candeggina

La candeggina è un metodo di pulizia tradizionale e relativamente sicuro. Il pericolo si manifesta nei seguenti casi:

  1. Classi frequenti. Con le visite quotidiane aumenta la quantità di sostanze assorbite formate dall'acqua clorata a contatto con pelle e capelli, il che aumenta la probabilità di allergie.
  2. Contenuto di cloro aumentato. La concentrazione di vapori può causare gravi avvelenamenti, quindi in caso di segni di malessere, provare a lasciare la stanza.

Per la sicurezza delle piscine con candeggina è meglio evitare. Per classi frequenti, selezionare complessi più affidabili dotati di moderni metodi di pulizia (ozonizzazione, ionizzazione, irradiazione UV, disinfezione ad ultrasuoni) e riempiti con acqua termale.

Controindicazioni

La piscina per le donne incinte è una preparazione indispensabile prima del parto. Tuttavia, devi rifiutarti di visitarlo se ci sono le seguenti controindicazioni:

  1. Placenta previa. Una patologia rara, irta di sanguinamento a carichi aumentati.
  2. Tossicosi. La nausea interferisce con la respirazione, compromettendo la qualità dell'allenamento e il malessere generale rende difficile l'esercizio. Il bavaglio frequente interrompe l'equilibrio potassio-sodio, causando convulsioni e un calo della pressione sanguigna.
  3. La presenza di una minaccia di interruzione della gravidanza. Nel primo mese, c'è il pericolo di ematoma retrocoriale e nella tarda gravidanza - parto prematuro.
  4. Malattia acuta o cronica. Malattie del sistema cardiovascolare e del sistema muscolo-scheletrico, elmintiasi, infezioni fungine, epilessia, cistite, ipertensione, tubercolosi, cistite, mughetto e altre patologie richiedono un trattamento obbligatorio.
  5. Gravidanza complicata, inclusi sanguinamento, aumento del tono uterino e polidramnios.

Se si verificano sintomi allarmanti (dolore tirante nell'addome inferiore, cefalea, comparsa di spotting), consultare un medico e rifiutarsi di nuotare fino a quando non viene fatta una diagnosi.

Aiuto in piscina per donne incinte

Il certificato richiesto in piscina è un documento importante che garantisce la salute del visitatore e la sicurezza degli altri. Le donne incinte, a differenza degli altri visitatori, non hanno bisogno del parere di un medico di malattie infettive. L'aiuto è fornito da un ginecologo che determina possibili controindicazioni e regole per visitare la piscina.

Il certificato viene aggiornato almeno una volta ogni sei mesi. Alcuni stabilimenti che hanno a cuore la sicurezza dei visitatori stanno stringendo i requisiti e chiedendo nuovi documenti ogni trimestre.

Regole generali per visitare la piscina

Per esercitarsi in piscina, le donne incinte devono prendersi cura delle seguenti cose:

  • ciabatte in gomma con scanalature sulla suola per proteggere da infezioni fungine e pavimenti scivolosi;
  • un costume intero, cuffia in gomma e occhialini da nuoto, risparmiando dagli effetti nocivi della candeggina;
  • asciugamani doccia individuali, escluso il contagio tramite asciugamani condivisi;
  • uno spuntino leggero e acqua potabile per recuperare le forze dopo l'allenamento.

Ci sono 3 opzioni per esercitarsi in piscina:

  1. Acquagym. Le sessioni di gruppo con un trainer ti aiuteranno ad apprendere la corretta tecnica di respirazione e lo stretching sicuro.
  2. Immersione. Trattenere il respiro per un breve periodo durante l'immersione è utile per gravidanze multiple che richiedono più forza durante il parto..
  3. Nuoto tradizionale. Striscia, osserva il tuo respiro e assicurati di fare brevi pause per recuperare le forze.

La durata della nuotata dipende dall'età gestazionale:

  • nel primo trimestre concentrati su 20-30 minuti e prenditi 1 giorno di riposo dopo ogni visita in piscina;
  • nel secondo trimestre il tempo può essere portato a 45 minuti, ma è imperativo concentrarsi sulle condizioni generali, in caso di segnali di pericolo, ridurre la frequenza delle visite;
  • nel terzo trimestre, lasciati guidare dalle regole del trimestre precedente, ma fai attenzione al liquido amniotico e al tappo mucoso e reagisci a eventuali cambiamenti.

Raccomandazioni

Ricorda che se ti senti bene e non hai controindicazioni, puoi nuotare in piscina in qualsiasi settimana di gravidanza. Per sicurezza, assicurati di rispettare le seguenti linee guida:

  1. Mangia 1,5 ore prima della lezione. Uno stomaco vuoto è pericoloso per debolezza e vertigini..
  2. Rimuovi il trucco prima della lezione e assicurati di fare la doccia. Residui chimici o residui proteici possono reagire con la candeggina, provocando allergie.
  3. Organizza un riscaldamento. Fai stretching delicatamente prima di entrare in acqua, riscaldando muscoli e legamenti.
  4. Tenere a destra. Prenditi il ​​tuo tempo in pista e dai agli altri visitatori l'opportunità di sorpassare. Non riposare nel mezzo del percorso, ma scegli posti in uno qualsiasi degli angoli della piscina.
  5. Nuota a temperature comprese tra 23 ° e 29 °. A temperature più basse, può essere provocato il congelamento e, a temperature più elevate, un aumento di pressione o un aborto spontaneo.
  6. Smetti di saltare in acqua. Non è consentita una gravidanza estrema.
  7. Usa la crema dopo aver nuotato in acqua con candeggina. Protegge dalle smagliature e dalla pelle secca.

Piscina durante la gravidanza: beneficio o danno?

Una donna incinta moderna non è quella donna calma e pacificata, decorosa, ma, a volte anche passiva, che era decenni fa. Le attuali future mamme sono molto attive, intenzionali e curiose. Non possono stare fermi, vogliono vedere tutto, sapere tutto e non dimenticare se stessi, i loro amati. Oggi hanno la possibilità di scegliere attività a loro piacimento, senza dimenticare il corpo. Il nuoto è diventato una tendenza in questo senso per le donne incinte negli ultimi anni. Ma è tanto utile quanto popolare e ci sono restrizioni per la pratica in acqua - ne parleremo nell'articolo.

  1. Le donne incinte possono andare in piscina?
  2. Vantaggi per le donne incinte dal nuoto in piscina
  3. Precauzioni e controindicazioni
  4. Pool di maternità e grandi idee sbagliate
  5. Conclusione

Le donne incinte possono andare in piscina?

La gravidanza non è una malattia, ma uno dei periodi indimenticabili della vita di una donna. Sì, la futura mamma non si sente sempre bene - i cambiamenti ormonali nel corpo influenzano, ma questo non è un motivo per trascorrere l'intera gravidanza sdraiata sul divano. Le attività sportive migliorano non solo il benessere fisico, ma anche l'umore di una persona. Inoltre, non dimenticare che uno stile di vita sedentario può influire negativamente sul corso della gravidanza: ci sono rischi di fallimento della gravidanza, i sintomi di tossicosi si intensificano e l'attività lavorativa si sviluppa male. Allora perché non dedicare qualche ora a un'attività fisica praticabile.?

D'altra parte, le donne non dovrebbero disturbarsi mentre aspettano un bambino. Come essere?

In questo caso, nuotare nella piscina della gravidanza è un'opzione ideale per un'attività fisica sicura con benefici per la salute. Naturalmente, non stiamo parlando di nuoto ad alta velocità a lunga distanza. Ma nuotare per piacere al proprio ritmo individuale o attività ben strutturate non solo non interferiscono, ma sono raccomandati per le donne in posizione. Il nuoto per le donne incinte sarà utile in qualsiasi momento: dal concepimento al momento in cui la spina si stacca, il che non si può dire di visitare il solarium in una posizione interessante

Vantaggi per le donne incinte dal nuoto in piscina

L'esercizio in acqua ha un effetto benefico sul corpo di una donna che aspetta un bambino. In una posizione speciale con carichi insoliti per il corpo, l'effetto diventa di grande importanza:

  • nell'acqua, il carico sul sistema muscolo-scheletrico, compresa la colonna vertebrale, diminuisce;
  • viene attivato il lavoro del sistema cardiovascolare, che è importante per i problemi di pressione e vene varicose nelle donne in gravidanza. La sauna ha lo stesso effetto durante la gravidanza;
  • grazie al "massaggio" con l'acqua, il corpo della donna si libera dell'edema meglio e più velocemente;
  • vari tipi di esercizi, comprese le semplici immersioni, aiutano sia la donna che il bambino a prepararsi fisicamente per il parto imminente;
  • una corretta respirazione durante il nuoto è utile anche al momento del parto;
  • una piscina durante la gravidanza consentirà a una donna di liberarsi del peso in eccesso guadagnato in eccesso rispetto alla norma;
  • oltre ad alleviare lo stress fisico, l'acqua lenisce psicologicamente, allevia stress e stanchezza.

Affinché le lezioni in piscina possano portare una donna incinta esclusivamente a beneficiare della sua massima manifestazione, è necessario seguire alcune regole.

Precauzioni e controindicazioni

Nonostante il fatto che la risposta alla domanda se sia possibile per le donne incinte nuotare in piscina sia inequivocabilmente positiva, non dimenticare le misure di sicurezza e alcune regole:

  • nella scelta di una piscina per le classi, chiedere in anticipo le condizioni, le qualifiche del formatore, i requisiti per l'ammissione dei visitatori alla piscina (certificati, analisi, ecc.);
  • la preferenza dovrebbe essere data alle piscine con ozonizzazione o purificazione dell'acqua ultravioletta, con acqua corrente o di mare;
  • in nessun caso ingerire acqua clorata nella piscina;
  • prima di iniziare le lezioni, dovresti consultare un medico della clinica prenatale;
  • per tali attività, una donna non ha bisogno di essere in grado di nuotare;
  • puoi iniziare le lezioni anche durante la pianificazione della gravidanza;
  • immergersi, uscire ed essere in acqua, non fare movimenti troppo bruschi, per non perdere l'equilibrio;
  • nel primo trimestre, in buona salute, puoi fare esercizi in piscina per donne incinte per mezz'ora a giorni alterni;
  • nelle fasi successive dell'allenamento, sarà richiesto un costume da bagno comodo che non schiacci lo stomaco;
  • il criterio principale per continuare / interrompere l'esercizio o l'esercizio in generale dovrebbe essere il benessere della donna incinta;
  • non dimenticare l'igiene personale prima e dopo le lezioni in piscina.

Nonostante tutti gli effetti benefici sul corpo di una donna incinta che si esercita in acqua, esiste un elenco di alcune restrizioni e controindicazioni, a causa delle quali tali attività dovranno essere abbandonate:

  • la minaccia di interruzione prematura della gravidanza;
  • altri motivi durante la gravidanza, per i quali l'attività fisica dovrebbe essere limitata o assegnata al riposo a letto;
  • sanguinamento uterino o perdite vaginali profuse;
  • forti manifestazioni di tossicosi;
  • allergia al cloro (per piscine clorurate);
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • deterioramento sistematico della salute dopo l'esercizio;
  • scarico del tappo mucoso.

Se una donna incinta è molto attratta dall'influenza positiva delle lezioni in piscina, vuole nuotare, ma allo stesso tempo può almeno un elemento nell'elenco delle controindicazioni, allora questo è un chiaro segnale che questa impresa dovrebbe essere.

Pool di maternità e grandi idee sbagliate

La popolarità di questo tipo di attività per le future mamme è naturalmente accompagnata da discussioni, controversie sul fatto che sia possibile per le donne incinte andare in piscina e se sia necessario.

Le informazioni che possono essere ascoltate da amici e conoscenti non sono sempre corrette. Ecco come appaiono le idee sbagliate, che poi si diffondono rapidamente tra le donne incinte. I seguenti argomenti si sentono più spesso sul nuoto in piscina:.

  1. In piscina, un'infezione può penetrare nel bambino. Come nella questione di fare il bagno durante la gravidanza, questa opinione non è vera, a condizione che la spina non si sia ancora staccata, il che protegge il bambino nell'utero da varie infezioni. La minaccia qui può essere solo in una certa misura per la madre se ingoia l'acqua della piscina, cammina a piedi nudi in una doccia pubblica o sceglie una piscina in cui non è richiesto alcun esame;
  2. Il bagno in piscina è esclusivamente una preparazione al parto in acqua. I benefici dell'esercizio in acqua per una donna incinta non sono determinati dal tipo e dalla posizione desiderati del parto. Queste attività di per sé hanno un effetto benefico sul corpo e sul benessere di qualsiasi donna incinta;
  3. Fare esercizio in acqua è garanzia di un lavoro facile. Nessuno può prevedere esattamente quando e come avverrà il parto, oltre a garantire che sarà perfetto. Nelle lezioni in piscina, puoi solo imparare ad ascoltare, sentire e controllare il tuo corpo in previsione del momento in cui nasce il bambino.

Conclusione

A causa del fatto che il corpo femminile subisce cambiamenti piuttosto drastici e drammatici durante il periodo del parto, le donne incinte non si sentono sempre fisicamente bene quanto sono felici della loro posizione..

Ma invece di sdraiarsi e subire la trasformazione del proprio corpo, una donna può ridurre il suo disagio attraverso attività in piscina sicure e benefiche. Questo non è un allenamento sportivo o una competizione, ma un'opportunità per godersi la gravidanza con benefici per la salute e buon umore..

Ti sei permesso di visitare la piscina durante la gravidanza? Qualcuno ha provato a "stuzzicarti" con paure e avvertimenti infondati? Come ti sei sentito a riguardo? Stiamo aspettando i vostri commenti e collegamenti a questo e ad altri articoli del sito web di Its Kids.

Piscina nel 3 ° trimestre.

Commenti degli utenti

  • 1
  • 2

Vado solo una volta alla settimana e la solita piscina è da fitness))

Vado 2-4 volte a settimana da un mese, che emozione! La cosa migliore che puoi pensare per una donna incinta, chiedi a qualsiasi medico, tutti i muscoli si rilassano

Sono andato... il bambino è quasi uscito, sporgeva tutte le parti del corpo... xs gli piaceva o no?!

Strano, forse solo una coincidenza? Comunque non sforzarti troppo, metto più enfasi sulle mie mani

Non mi sono sforzato... stavo più che nuotando perché era buio per le persone...

E vado al salone spa, al mattino o al pomeriggio, e di regola ci nuoto da solo, beh, un massimo di altre 2 persone, l'acqua è calda, bellezza

Non abbiamo soldi per un salone spa.

Hai intenzione di andare a uno gratuito? Nella nostra spa, una piscina separata costa come una semplice piscina, soprattutto con un abbonamento

Vado a pagato. Ma la spa è più costosa della piscina... e la nostra spa è una spa: massaggi, maschere e così via. E la piscina è la piscina

La piscina della spa, dove ci sono massaggi e maschere e un hammam)) è proprio lì. Ho scritto che vado in piscina nel salone della spa.

C'era uno svantaggio, tutti mi guardavano ed evitavano)) in qualche modo teso

Perché evitato quello !? Persone stupide.

Beh, l'ho capito, avevano solo paura di ferire))

Aaa) chiaramente... e io stesso mi vergognavo della pancia... forse 2 volte sarà più facile per me.

Sono andato fino a 36 settimane) mi sono rilassato in piscina perché non sentivo il mio peso) non ci sono stati problemi) beh, quindi non in piscina, figuriamoci nuotare, è difficile camminare)

Beh, non posso dire nulla sul tono =) perché non so cosa sia =))
e quindi, sì, dopo la piscina mi sento benissimo =) cammino =) all'inizio pensavo che sarei stato divertente =) cammino la mattina, non ci sono persone, mi sento bene =)

Non andrò, poiché le infezioni possono essere raccolte

Se ci fosse stata un'infezione, sarebbe stata chiusa molto tempo fa e ci sarebbero stati reclami.

c'è il rischio di essere infettati, sempre! Volevo andare, ma ho letto che è meglio che le donne incinte si astengano

Se la pensi così, allora è meglio mentire a casa. Anche se a casa il soffitto può crollare e kapets... circolo vizioso)

si certo, mi sono ricordato, questo è scritto in appendice, come si consiglia una piscina, ma va 'con attenzione, guarda, non raccogliere niente.

Perché una volta così che tutto è dannatamente pericoloso... mi sembra che il cibo sia più pericoloso della piscina... (((

Cosa fai? Molti camminano, penso al contrario, rilasserai la schiena? E non sono mai riuscito a suonare il basso.. ((

Vorrei anche andare in piscina, ma temo un'infezione che potrebbe essere nelle piscine ((((

Sono andato. È appena arrivata. Abbiamo una bella piscina, ci vado da molti anni (fuori dalla gravidanza)... tutti controllano lì, se ci fosse un'infezione sarebbe chiusa.

Non sono andato, ma molti conoscenti sono andati al parto, era tutto ok

Sono andato, ma mi sono fermato. è stato difficile per me dopo. Ho già dolori alle gambe tutto il tempo. Pertanto, ho deciso di rifiutare, e quindi adoro la piscina

A proposito, ho notato ora che fa male anche tra le gambe (((

Fa male ogni giorno. E il dottore dice che sarà sempre così. L'ecografia è buona

Questo è a causa della gravidanza?

Sì, il bambino preme la testa

Ho anche pressione sulle vie urinarie... sono già stanco. Ho chiesto al dottore, parla non a bassa voce... l'11 dell'ecografia, chiederò.

Cammino da 34 settimane. Mi è veramente piaciuto. Sono andato a un gruppo dove c'erano solo donne incinte. L'istruttore ha detto quali esercizi fare, hanno anche insegnato loro a respirare correttamente.

È un po 'difficile nuotare con la pancia, ma il carico sulla colonna vertebrale diminuisce nell'acqua e diventa così facile))

Quasi l'intera gravidanza si è svolta in piscina. Alla fine c'era la sensazione che stavi nuotando su un pallone gonfiabile e il tuo stomaco si irrigidiva un po 'dopo aver nuotato.

Mio marito mi dice che è impossibile, ci sono piaghe di ogni tipo e sporcizia sulle pareti della piscina. Lo puliscono anche una volta ogni cinque anni. E il cloro non è molto utile. Quindi voglio, e mio marito ha ragione. Voglio davvero nuotare

Andato a Spartak c'è un programma speciale aqua mom? Mi è piaciuto molto, la sauna lì è adatta alle donne incinte in temperatura e il dottore è sempre lì, prima di entrare in acqua e dopo essere entrati in acqua misurano la pressione, la prima visita è gratuita, con passaporto tappetino)

Sto progettando di diventare un automobilista, abito vicino... per andare a Spartak lontano. Mio marito ed io cammineremo...

Nuotare durante la gravidanza: beneficio o danno?

Ogni donna in attesa di un bambino cerca di trascorrere questo periodo con il massimo beneficio per se stessa e per il nascituro. Durante la gravidanza, è necessario non solo mantenere il corpo in forma, ma anche prepararlo per il parto..

In questo articolo, ci soffermeremo più in dettaglio sul nuoto per le donne incinte, sul suo effetto in momenti diversi, oltre a fornire utili consigli pratici..

È possibile nuotare in piscina durante la gravidanza

Secondo gli esperti medici, il nuoto è uno dei tipi più delicati di attività fisica, che è importante per il corpo di una donna incinta. Quando ci si allena in acqua, il carico sul corpo è distribuito uniformemente, mentre sono coinvolti praticamente tutti i gruppi muscolari. L'intensità dell'allenamento viene regolata in base alle capacità individuali: dalle semplici nuotate per brevi distanze alle serie di esercizi di allenamento.

Nuotare durante la gravidanza: pro e contro

Come ogni altra attività fisica, andare in piscina durante la gravidanza può essere benefico, oltre a nuocere alla salute della madre e del bambino. Consideriamo i principali argomenti da seguire per decidere se acquistare un abbonamento.

I seguenti indicatori parlano a favore delle classi nel pool:

  • Rafforzare il tono muscolare e il corpo nel suo complesso. Allo stesso tempo, durante l'allenamento, il corpo riceve carichi moderati, ciò che è necessario durante la gravidanza.
  • Rilievo del carico sulla colonna vertebrale. Le donne nella posizione che spesso soffrono di dolore alla schiena e alle spalle sperimenteranno un significativo sollievo dall'esercizio.
  • Il rafforzamento del sistema cardiovascolare e nervoso, nonché lo sviluppo dei muscoli respiratori durante il nuoto, consente di prepararsi efficacemente al parto.
  • Migliorare l'immunità generale.
  • Riduce il livello di tensione generale e muscolare grazie all'effetto rilassante e massaggiante dell'acqua.
  • Sensazione di soddisfazione morale e una scarica di energia dopo l'allenamento.

Tra i fattori negativi vi sono le controindicazioni individuali al nuoto durante la gravidanza, il rischio di contrarre una malattia infettiva e l'impatto negativo dei reagenti utilizzati nella purificazione dell'acqua. Con un approccio attento alla selezione del pool, due dei tre potenziali problemi possono essere scartati..

Nuotare in una piscina con acqua clorata

L'opinione dei medici sulla questione se le donne incinte possano nuotare in una piscina con il cloro è divisa.

Da un lato, i medici sono inequivocabilmente contrari a visitare piscine clorurate per donne incinte. Il cloro, essendo una sostanza velenosa, è in grado di entrare nel corpo attraverso la pelle. E anche una certa quantità dei vapori rilasciati penetra attraverso le vie respiratorie. Studi di alcuni scienziati in questo settore hanno identificato i rischi di ulteriori manifestazioni di reazioni allergiche e asma in un bambino..

D'altra parte, c'è un punto di vista alternativo: il contenuto di cloro nelle piscine pubbliche non è così grande da causare danni alla salute ei benefici derivanti dal suo utilizzo sono sproporzionatamente grandi. I bagnanti possono essere sicuri di un ambiente pulito e innocuo (in termini di batteri).

Nonostante le opinioni divergenti degli esperti, si consiglia comunque alle donne incinte di dare la preferenza alle piscine che utilizzano sistemi di trattamento dell'acqua alternativi. Se non ce ne sono nella tua città, prima di iniziare le lezioni, consulta il tuo medico per escludere controindicazioni associate all'uso del cloro in piscina..

Controindicazioni

In alcuni casi, dovresti rifiutarti di visitare la piscina per evitare complicazioni nel corso della gravidanza. Le principali controindicazioni possono essere:

  • Tossicosi pronunciata. Stare in acqua è pericoloso perché sono possibili una forte diminuzione della pressione sanguigna e un deterioramento delle condizioni generali.
  • La presenza di malattie infiammatorie. In acqua fredda, c'è un'alta probabilità di esacerbazione di processi infiammatori latenti e lievi.
  • Le convulsioni durante la gravidanza possono peggiorare con l'esposizione prolungata all'acqua.
  • Aborti spontanei e parto prematuro in passato. In questo caso, i medici hanno controindicato il nuoto tra molte attività fisiche, in modo da non provocare un cambiamento nel tono dell'utero..
  • altre violazioni del corso della gravidanza: sanguinamento, acqua alta, ecc..

Se viene identificato uno dei suddetti segni, si consiglia di visitare la piscina solo dopo l'approvazione del ginecologo.

Nuoto nel primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza

Nelle prime 12 settimane, i medici non consigliano di andare in piscina. Ciò è dovuto al fatto che il tappo mucoso, che impedisce la penetrazione di microbi patogeni nella cervice, sta appena iniziando a formarsi. Durante questo periodo, il rischio di esporre il feto a patogeni infettivi è massimo..

A partire dal secondo trimestre si può nuotare in assenza di controindicazioni fino a 36 settimane di gravidanza. Alla fine del terzo trimestre, il tappo mucoso inizia già a sfaldarsi, riaprendo il canale. Il rischio di contaminazione batterica aumenta nuovamente.

Esercizi per donne incinte in piscina

L'esercizio in acqua per le donne incinte comporta tre tipi di stress:

  • nuoto;
  • immersione;
  • aerobica.

Il nuoto è un classico in piscina. Una delle migliori tecniche di nuoto per le donne in posizione è il gattonare. I medici consigliano di monitorare la respirazione, dovrebbe essere uniforme e calma. Fai delle brevi pause per rilassarti, se necessario.

Immergersi significa immergersi sott'acqua e trattenere il respiro per un breve periodo. Tale allenamento rafforza molti sistemi corporei e ti consente di prepararti efficacemente al parto..

Corsi di acquagym in gruppi specializzati per donne incinte allenano la resistenza, migliorano il tono muscolare e l'elasticità. Il complesso comprende anche esercizi di respirazione. L'intero processo si svolge sotto la supervisione di un allenatore.

Gli esercizi in piscina possono essere eseguiti indipendentemente. Di seguito è riportata una delle opzioni di addestramento in acqua applicabili nel secondo e terzo trimestre:

  1. Posizione di partenza: in piedi, spalle raddrizzate. Vengono eseguiti salti verso l'alto, allo stesso tempo la gamba sinistra viene lanciata in avanti, la destra - indietro. Le mani lavorano nella direzione opposta. I lati cambiano dopo poche ripetizioni..
  2. Posizione di partenza: sdraiati sulla schiena (è possibile utilizzare dispositivi di supporto), le gambe sono estese lungo la superficie dell'acqua. L'esercizio consiste nel piegare le ginocchia e allargarle ai lati fino a quando i piedi si toccano.
  3. Esercizio "bici" a bordo piscina.
  4. Esercizio di respirazione: inspira sopra l'acqua ed espira molto a lungo nell'acqua.
  5. Esercizio "galleggia" - stringendo le ginocchia con le mani, trattieni il respiro sott'acqua. Espira lentamente nell'acqua.
  6. Oscilla le gambe, tenendoti di lato. Movimenti avanti-indietro, sinistra-destra, circolari.

La serie di esercizi può essere più varia e dipende dalle capacità fisiche e dal benessere.

Cose da considerare quando si nuota

Andando in piscina, gli esperti raccomandano alle donne incinte di prendere ulteriori precauzioni:

  • Considera attentamente la scelta delle scarpe con le quali sarai in piscina. Ciabatte da bagno con suola in gomma per evitare cadute su piastrelle scivolose.
  • Evita di visitare la piscina durante le ore di punta. Scegli l'orario mattutino per una classe o un gruppo di maternità dedicato con partecipanti limitati.
  • Mangiare davanti alla piscina - entro e non oltre un'ora e mezza prima delle lezioni. Allo stesso tempo, nuotare a stomaco vuoto influisce negativamente anche sul benessere generale..
  • Devi entrare in acqua gradualmente, abituandoti alla temperatura dell'acqua.
  • Per evitare l'affaticamento, non rimanere in acqua troppo a lungo. Il carico ottimale è considerato una sessione di bagno di 30 minuti al giorno, 2-3 volte a settimana.
  • Dopo le procedure dell'acqua, non è consigliabile rimanere a lungo in costume da bagno bagnato. Asciugati bene la testa con un asciugacapelli prima di uscire.
  • Quando fai esercizi attivi in ​​acqua, dovresti scegliere una piscina con misure di sicurezza aggiuntive. Ulteriori corrimano lungo i lati aiuteranno a tenere il passo con il deterioramento della salute sotto stress.

Qualunque sia la scelta delle attività quando si visita la piscina, l'importante è godersi il processo. E le raccomandazioni fornite aiuteranno a rendere le lezioni sicure e salutari per la futura madre e il suo bambino..

Nuotare durante la gravidanza

Soddisfare:

  • Beneficio
  • Caratteristiche delle classi in diversi periodi di gravidanza
  • Precauzioni
  • Controindicazioni
  • Conclusione

Stare nell'ambiente acquatico, unito all'attività fisica, ha un effetto benefico sul corpo della donna, rafforza vari gruppi muscolari e migliora il benessere e l'umore. Il nuoto è l'attività fisica più accettabile durante la gravidanza. Questa attività è utile per quasi tutte le future mamme, con alcune eccezioni..

Prima di iniziare una visita in piscina, la futura mamma ha bisogno di consultare un medico e sottoporsi a un esame per identificare possibili controindicazioni. Se tutto è in ordine, puoi tranquillamente acquistare un abbonamento per il nuoto.

Beneficio

Il nuoto come forma di attività fisica è utile per quasi tutte le persone sane e doppiamente per le future mamme. Le procedure dell'acqua nella piscina influenzano il corpo della donna e lo sviluppo fetale come segue:

  • quando si nuota, i muscoli di varie parti del corpo vengono rafforzati;
  • aumenta la resistenza del corpo della donna, che è importante come preparazione per il futuro parto;
  • la circolazione sanguigna migliora, il ristagno di sangue nelle gambe e nella zona pelvica viene eliminato, e questa è la prevenzione della comparsa di vene varicose ed emorroidi;
  • mentre in acqua, il carico sulla colonna vertebrale è notevolmente ridotto, il che aiuta ad alleviare il dolore nella regione lombare;
  • il sistema respiratorio viene addestrato;
  • nuotare aumenta la probabilità che il bambino assuma la posizione corretta nell'addome (presentazione cefalica).

Caratteristiche delle classi in diversi periodi di gravidanza

consiglio Sia i medici che gli allenatori ritengono che dovresti iniziare ad allenarti in piscina il prima possibile. L'opzione ideale è praticare il nuoto prima della gravidanza: in questo caso, il corpo sarà sufficientemente allenato.

Se la futura mamma ha deciso di iscriversi alla piscina durante la gravidanza, non dovresti esitare, perché il nuoto è utile in qualsiasi fase della gravidanza.

Durante il primo trimestre, puoi nuotare per 20 minuti al giorno, mentre visiti la piscina a giorni alterni, ad es. tre o quattro volte a settimana. Successivamente, la durata delle lezioni in piscina può essere aumentata a 45 minuti, ma allo stesso tempo dovresti concentrarti sul tuo benessere. Il nuoto deve essere interrotto solo quando si avvicina la data di scadenza, soprattutto quando il tappo mucoso viene scaricato e compare dolore addominale.

Precauzioni

Qualsiasi tipo di attività fisica richiede il rispetto di alcune regole di sicurezza e il nuoto non fa eccezione. Quando si esercita in piscina, si consiglia alle future mamme di prestare attenzione a quanto segue:

  • È meglio nuotare nelle piscine, a condizione che il personale rispetti gli standard sanitari e igienici per la qualità dell'acqua. Prima di nuotare in bacini aperti, è necessario valutare il livello di pulizia almeno visivamente, e anche meglio - informarsi sui risultati del sondaggio presso la stazione sanitaria locale.
  • Evitare differenze di temperatura significative quando immerso in acqua.
  • Devi nuotare lentamente, preferibilmente in uno stile familiare. Nuotare sulla schiena è meglio.
  • Quando visiti la piscina, dovresti acquistare scarpe di gomma antiscivolo per proteggerti da cadute accidentali su una superficie bagnata.

Il nuoto è necessario solo se ti senti bene. In caso di fastidio o fastidio durante l'esercizio, è necessario uscire dall'acqua.

Controindicazioni

La visita in piscina è controindicata alle future mamme nei seguenti casi:

  • con la minaccia di interruzione della gravidanza - in caso di alta probabilità di aborto spontaneo o parto prematuro;
  • se viene rilevata la placenta previa;
  • in presenza di perdite vaginali dovute a qualsiasi infezione o squilibrio nella microflora;
  • in caso di allergia ai composti contenenti cloro, utilizzati per la disinfezione dell'acqua nelle piscine.

importante Prima di iniziare le lezioni, dovresti assolutamente informare il medico che supervisiona la gravidanza sulla tua intenzione, poiché una donna potrebbe non riconoscere i sintomi da sola, in cui il nuoto potrebbe essere controindicato.

Conclusione

È possibile visitare la piscina durante l'intera gravidanza, salvo periodi di deterioramento temporaneo della salute o in caso di divieto medico. Fatti salvi i requisiti di sicurezza necessari, i corsi di nuoto sono praticamente sicuri per la futura mamma e il bambino..

Le donne che scelgono il nuoto come forma principale di attività fisica durante la gravidanza hanno maggiori probabilità di evitare un dolore significativo durante il parto e problemi come le rotture perineali, perché durante l'esercizio vengono allenati i gruppi muscolari corrispondenti. Pertanto, in assenza di controindicazioni e la disponibilità dell'opportunità e del luogo per l'allenamento, non si dovrebbe rinunciare a uno sport così piacevole e utile..

Perché la piscina, il nuoto per le donne incinte è utile?

Le future mamme durante la gravidanza cercano di monitorare attentamente la loro salute, mangiare cibi sani ed esercitare - in generale, svolgono tutta una serie di attività che hanno un effetto benefico sulla salute del nascituro. Se tutto è chiaro con l'alimentazione, allora sull'attività fisica, molte donne incinte hanno spesso dei dubbi. È possibile fare sport senza danneggiare il bambino e migliorare la propria salute? La nostra risposta è che è possibile e persino necessario! E niente di più che nuotare in piscina ti aiuterà in questo. Bene, perché le lezioni in piscina sono utili e ci sono controindicazioni per le donne incinte a questo tipo di attività fisica - considereremo nell'articolo di oggi.

Benefici del nuoto in piscina per le donne incinte

Sappiamo tutti perfettamente che immerso nell'acqua il corpo acquista leggerezza e leggerezza. Pertanto, per le donne in gravidanza, soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza, l'immersione in acqua aiuta un po 'ad alleviare la colonna vertebrale ei muscoli dal carico, alleviare il mal di schiena e ridurre la pressione sulle articolazioni. Inoltre, con la resistenza del corpo all'acqua, si ha un leggero e piacevole massaggio degli organi esterni ed interni della piccola pelvi, nonché dei muscoli di tutto il corpo della donna incinta. Inoltre, le lezioni in piscina sono consigliate per quelle donne che devono affrontare il problema dell'edema. È importante notare che quelle madri che hanno visitato regolarmente la piscina durante la gravidanza non hanno problemi con l'allattamento dopo il parto, a causa del flusso di sangue al petto e al cuore durante il nuoto. E naturalmente, grazie alla resistenza al movimento in acqua, aumenta il consumo di energia, che aiuta a mantenere un peso ottimale e non aumentare di peso..

L'immersione porta un enorme beneficio al corpo di una donna incinta, poiché trattenendo il respiro, il tuo bambino attiva tutte le sue riserve e si abitua alla mancanza di ossigeno. Questo è molto utile durante il parto e il travaglio, quando l'ossigeno non fluisce al bambino..

Non è un segreto che nuotare in piscina sia un'ottima soluzione per rassodare il corpo. Pertanto, le future mamme che hanno scelto la piscina hanno meno probabilità di ammalarsi e rafforzare con successo la loro immunità..

Per quanto riguarda la salute mentale, nuotare in piscina favorisce anche il rilassamento, alleviando la stanchezza e lo stress. Rimanendo in acqua, una donna incinta riequilibra il suo stato psicologico, si libera dalle paure, in una parola medita. Gli psicologi raccomandano di ricordare quei sentimenti di leggerezza e pace che ti visitano in piscina e ricordare questo stato durante il travaglio e il parto..

La cosa principale per oggi

Secondo il presidente della Federazione russa dei migranti, più veloce si apre il traffico aereo, più persone voleranno via, quindi.

Per i moscoviti, il voto elettronico inizierà il 25 giugno alle 10:00.

I passeggeri dei taxi possono immergersi nel XIX secolo.

Articoli popolari

Infografiche

  • Infografica di utilità
  • La proprietà
  • Come ristrutturare un appartamento
  • Tutto sulle auto
  • salute e bellezza
  • Sport e stile di vita sano
  • Gravidanza e parto
  • Pagina iniziale
  • La vita a Mosca

Piscina per donne in gravidanza: i benefici dell'esercizio in acqua e dell'attività fisica

Gli esercizi in acqua sono molto utili per le future mamme. Anche solo essere in acqua - non nuotare o fare altri esercizi - ha molti benefici per una donna incinta per un breve periodo..

Materiali correlati:

Soddisfare

  • Nuoto durante il primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza
  • Quali sono i vantaggi e i benefici di una piscina durante la gravidanza?
  • Piscina per donne incinte - 8 vantaggi principali
  • Precauzioni
  • Cosa portare con te per visitare la piscina
  • Piscina per donne incinte - controindicazioni
  • Stili di nuoto consigliati e altre attività per le donne incinte in piscina
  • Esercizi per donne incinte in acqua
  • Warm-up (single e con un partner)
  • Esercizi di respirazione per donne incinte
  • Stretching a lato
  • Esercizi a bordo piscina
  • Esercizi per il petto (con un partner)
  • Esercizio con una tavola

Va subito notato che durante la gravidanza, quando molti carichi sono controindicati e l'attività fisica deve essere scelta con cautela, la piscina è una delle poche opzioni per muoversi attivamente con benefici per la salute. E, come ricordiamo, la mancanza di movimento può portare a una minaccia di aborto spontaneo, aumento della tossicosi e debolezza del travaglio.

Importante! Nuotare nella piscina pubblica dopo aver rimosso la spina a causa del rischio di infezione.

Nuotare durante il primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza

Il nuoto è utile per tutti i 9 mesi. Puoi iniziare indipendentemente dall'età gestazionale. Certo, è meglio iniziare a nuotare prima del concepimento. Ma puoi iniziare ad andare in piscina in qualsiasi momento. Ed è assolutamente inutile interrompere le lezioni in un secondo momento in assenza di controindicazioni.

Primo trimestre: se ti senti a tuo agio, nuota per almeno 20 minuti, ogni due giorni.

Secondo trimestre: non è necessario ridurre la frequenza e la durata delle lezioni, anche se il tuo bambino sta crescendo. Le articolazioni e i legamenti sono meno stressati in acqua che a terra.

Terzo trimestre: molto probabilmente sarai in grado di allenarti come al solito, ma considera l'acquisto di un costume da bagno per le donne incinte.

Quali sono i vantaggi e i benefici di una piscina durante la gravidanza? ↑

È nell'acqua che il corpo non sente la forza di gravità, quindi la donna quasi non sente il proprio peso e il peso del bambino. Anche durante il nuoto passivo - semplicemente stando in acqua, muovendo dolcemente braccia e gambe - il corpo non è solo mantenuto in buona forma, ma anche rilassato. La parte bassa della schiena è alleviata, i muscoli della schiena e del torace vengono delicatamente rafforzati e la circolazione sanguigna è migliorata. Le vene varicose e l'edema con un regolare esercizio fisico diminuiranno o addirittura scompariranno del tutto.

Prima la futura mamma inizia a fare esercizio in acqua, migliore è la sua salute. Inoltre, in acqua puoi fare ciò che non puoi a terra: correre, alzare le ginocchia in alto, oscillare braccia e gambe.

Per maggiori informazioni su quali carichi sono indicati e controindicati per le donne in gravidanza, leggi l'articolo "Fitness per le donne in gravidanza: indicazioni e lista nera".

Piscina per donne incinte - 8 vantaggi principali ↑

  1. Anche chi non sa nuotare può esercitarsi in acqua.
  2. La piscina ha un effetto benefico sulla circolazione sanguigna, sui sistemi cardiovascolare ed escretore. L'acqua massaggia delicatamente il corpo.
  3. Il nuoto ha un effetto delicato sul corpo di una donna incinta: non c'è un carico pesante su muscoli e articolazioni, non ci sono scosse del corpo, il rischio di lesioni è ridotto.
  4. Durante il nuoto vengono sviluppati tutti i gruppi muscolari necessari per la gravidanza e il parto. La preparazione al parto richiede una buona forma fisica di tutto il corpo, che il nuoto può garantire in pieno. Ciò aumenta la resistenza e rende più facile sopportare il lavoro futuro. Questo, a sua volta, riduce il rischio di complicazioni dopo il parto..
  5. Il nuoto, compreso il nuoto passivo, allevia lo stress sulla colonna vertebrale e sull'intero sistema muscolo-scheletrico. Ciò è particolarmente importante nella tarda gravidanza..
  6. Nelle lezioni in piscina, molta attenzione è riservata all'immersione, che insegna al bambino, anche in utero, la mancanza di ossigeno, che il bambino dovrà subire durante il parto. Ciò significa che sarà più facile per il bambino sopportare questo stress da ossigeno, il primo della sua vita: l'insufficienza che dovrà sperimentare alla nascita.
  7. Per la mamma, allenarsi nel lavoro dei polmoni e trattenere il respiro durante l'immersione aiuterà nei tentativi. La durata massima delle contrazioni va da un minuto a un minuto e mezzo. È fantastico se impari a trattenere il respiro sott'acqua fino a un minuto e mezzo.
  8. È conveniente eseguire un allenamento di rilassamento della tensione in acqua - una sorta di prova dei dolori del travaglio. Se queste abilità vengono portate all'automatismo in una donna e il corpo stesso sa cosa dovrebbe fare, questo sarà molto utile, poiché non ci sarà tempo per pensare e ricordare durante il parto..

Importante! Una donna incinta non pratica sport, ma semplicemente mantiene il suo corpo in forma. Durante le lezioni, devi prima di tutto prestare attenzione al tuo benessere. Se non ti senti bene, fermati e dillo all'allenatore. Non devi resistere fino alla fine della lezione. Il carico individuale durante la lezione è determinato non dall'istruttore, ma principalmente dalle donne stesse, in accordo con il loro benessere.

I medici raccomandano:

  • Scegli una piscina con acqua relativamente calda, più di +22 gradi.
  • Entra in acqua gradualmente.
  • Non nuotare per più di 30 minuti alla volta.
  • Non rimanere in costume da bagno bagnato: subito dopo le lezioni, sciacquare sotto la doccia e cambiarsi..
  • Non entrare in acqua se non ti senti bene, aspetta un paio di giorni e poi riprendi le lezioni.

Precauzioni ↑

È importante evitare di ingerire l'acqua di cloro della piscina. Nuotare in acque libere durante la gravidanza non è incoraggiato da tutti a causa dell'elevata probabilità di infezioni. Ma sono consentite piscine con una disinfezione ottimale. Se il cloro ti dà fastidio, cerca una piscina in cui l'acqua venga purificata mediante ozonizzazione o luce ultravioletta. Oppure una piscina con acqua corrente o acqua di mare.

A volte le future mamme si rifiutano di nuotare nelle piscine a causa della paura del cloro, il pericolo del suo effetto sul corpo. Ma generalmente, il cloro in quantità moderate nell'acqua non danneggerà la tua salute e quella del tuo bambino se l'acqua clorata non entra dentro..

Prima di iniziare una seduta in piscina, è importante consultare un medico.

Cosa portare con te per visitare la piscina ↑

Prima di andare ai corsi di aerobica in acqua per le future mamme, dovrai prendere una nota del medico.

Per le lezioni di nuoto e ginnastica avrai bisogno di: un cappello, pantofole di gomma, un costume da bagno, un cambio di vestiti, un cerchio speciale (se non sai nuotare), un asciugacapelli e un costume da bagno per le donne incinte.

I costumi da bagno per le donne in gravidanza devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere cucito da un tessuto denso e allo stesso tempo "traspirante", ad esempio la microfibra;
  • stringere leggermente la pancia per facilitare il "trasporto" alla futura mamma;
  • non premere o schiacciare nulla.

Il colore può essere qualsiasi, anche se un disegno di grandi dimensioni ti ingrandirà visivamente e probabilmente avrai comunque aggiunto qualche chilo.

È disponibile un costume da bagno a vita alta. Quindi può essere indossato dopo il parto, raccogliendo altri pantaloncini da bagno.

Non fare movimenti bruschi quando ci si sposta nell'area della piscina, durante le immersioni e quando si esce dall'acqua. Una pancia in crescita può interrompere la normale coordinazione e l'equilibrio del corpo, quindi c'è un aumento del rischio di scivolare. Acquista pantofole da piscina antiscivolo.

Usa sempre solo i tuoi articoli per l'igiene personale, asciuga e indossa solo le pantofole. Altrimenti si corre il rischio di "fare conoscenza" con qualche tipo di fungo (la piscina è comunque un luogo pubblico, non è sterile).

Importante! Fai uno spuntino leggero e salutare (frutta, yogurt, ecc.) E bevi con te in piscina. Dopo le lezioni si svilupperà un appetito brutale e il digiuno non è per le donne incinte..

Piscina per donne incinte - controindicazioni ↑

Per quanto riguarda le controindicazioni, sono più legate alla salute generale della donna incinta che al nuoto. Ad esempio, se, con la minaccia di aborto spontaneo, a una donna viene prescritto il riposo a letto per un certo periodo, anche lei, naturalmente, non sarà in grado di nuotare in questo momento..

Ci sono pochissime controindicazioni per la piscina e il nuoto:

  • tossicosi molto grave (che è accompagnata da vomito indomabile);
  • rischio di aborto spontaneo;
  • sanguinamento uterino;
  • crampi sistematici dopo l'esercizio;
  • preeclampsia;
  • eclampsia;
  • tubercolosi nella fase acuta;
  • malattie del sangue sistemiche;
  • appendicite cronica;
  • malattie nel periodo acuto;
  • malattie infettive.

La questione delle controindicazioni dovrebbe essere discussa con un medico, questo è molto individuale.

Stili di nuoto consigliati e altre attività in piscina per le donne incinte ↑

Nuoto. Nelle linee guida generali per le donne incinte, gli stili migliori sono gattonare e rana. Il nuoto a rana è consigliato anche per allenare i muscoli del perineo (aumentandone l'elasticità), i muscoli delle gambe. Ma nuotare sulla schiena è indesiderabile per le donne incinte a causa della pressione che un bambino può esercitare sui grandi vasi sanguigni di una donna.

Lo stile di nuoto più sicuro per le future mamme sarà quello di gattonare. Respira liberamente, nuota lentamente e, una volta raggiunto il lato, fai una pausa. La distanza massima per una nuotata è di 150-200 metri. Per motivi di sicurezza, utilizzare tavole da nuoto.

Chi non sa nuotare può provare quanto segue:

  • incrociando le braccia sul petto, trattieni il respiro per un po 'e immergiti nell'acqua, siediti, non appena senti che è diventato pesante, emerge in superficie.
  • n mettendo un cerchio speciale sotto le scapole, abbassare le gambe fino in fondo; solleva le gambe al petto, cercando di mantenere le gambe in questa posizione per 2-4 respiri; abbassare lentamente le gambe indietro.
  • in piedi di lato e alternativamente alza e abbassa le gambe.

Se ami e sai immergerti, continua. La capacità di respirare correttamente, trattenere il respiro e regolarne la profondità, alternare tensione e rilassamento - abilità molto utili durante il parto.

Puoi trovare un video con esempi di esercizi alla fine dell'articolo..

Acquagym. Gli esercizi vengono eseguiti a basse profondità. Le lezioni di acquagym per donne incinte possono includere: camminare, correre in acqua, nuotare.

Aqua yoga. Esercizi di yoga tradizionali eseguiti in acqua. La pratica dell'acqua yoga allena i polmoni, rafforza il sistema cardiovascolare e satura il sangue con l'ossigeno, che fa bene alle condizioni di madre e bambino.

Ora, quasi tutte le grandi scuole per la preparazione al parto offrono lezioni in acqua..

Puoi scegliere lezioni di gruppo con un istruttore o farlo da solo. Puoi anche combinare. Quando si sceglie un istruttore, prestare attenzione a come conduce le lezioni. Se l'istruttore dà solo comandi generali, quasi senza guardare come vengono eseguiti, questo non è ciò di cui hai bisogno. Un buon istruttore proverà a scegliere un programma individuale per ogni futura mamma e terrà traccia di quanto correttamente eseguirai questo o quell'esercizio.

Esercizi per donne incinte in acqua

Warm-up (single e con un partner) ↑

Devi alzarti in modo che l'acqua raggiunga il petto. Allargando le ginocchia ai lati e portando i palmi in avanti, iniziamo a camminare in avanti, spingendoci alternativamente con l'una e l'altra gamba - dal fondo e poi dall'acqua: prima andiamo, e poi nuotiamo.

Tenendo le mani di un'altra persona, solleviamo entrambe le ginocchia e affondiamo nell'acqua, e lì, per così dire, "schiaffeggiamo" le ginocchia.

Gettando una gamba sopra il braccio dallo stesso lato e tenendo il partner, ci accovacciamo sull'altra gamba, e poi su di essa facciamo un cerchio intorno alla piscina, spingendoci dal fondo. Cambia gamba e braccio e ripeti l'esercizio.

Sdraiati sulla schiena e allungando le gambe, le allarghiamo e le uniamo. Quindi, nella stessa posizione, piega le ginocchia e tirale verso il petto, quindi raddrizza le gambe.

Esercizi di respirazione per donne incinte

Gli esercizi di respirazione sono progettati per indurire il sistema respiratorio della donna incinta e facilitare il processo del parto..

È necessario iniziare le lezioni con l'esercizio di un'inalazione rumorosa attiva sopra l'acqua, espirando bruscamente sott'acqua. Dopo di ciò, passiamo all'esercizio successivo: inspira lentamente quanta più aria possibile ed espira altrettanto lentamente quando sei immerso nell'acqua.

Segue un esercizio che simula la respirazione durante le contrazioni: fai un respiro profondo, trattieni l'aria nei polmoni per 15 secondi ed espira lentamente nell'acqua. Questo esercizio in un complesso dovrebbe essere eseguito 3-4 volte. Dopo una breve pausa, l'esercizio può essere ripetuto.

Allungando a lato ↑

Stai di fronte. Appendi sul lato o sul corrimano. Piega entrambe le gambe all'altezza delle ginocchia, raddrizza i calzini e premi le ginocchia contro il muro, allargandole il più possibile ai lati. Collega i calzini. Con movimenti elastici, prova a premere il bacino verso le dita dei piedi.

L'esercizio "Float" viene eseguito come segue: tenendo le mani di lato, metti i piedi sul muro il più in alto possibile, e alternativamente piegali e raddrizzali.

Appendi sul lato o sul corrimano. Piega le gambe alle ginocchia e appoggia i piedi contro il muro il più in alto possibile. Raddrizza le ginocchia mentre fai il "Float". Sul retro. Quindi piega le ginocchia, premendo i glutei contro il muro e i talloni

Gira le spalle di lato. Simula i movimenti di rana con la schiena di lato. Raddrizza le gambe davanti a te sulla superficie dell'acqua e allargale il più possibile. Unisci le gambe, mettendole una sopra l'altra e cerca di sollevarle leggermente sopra la superficie dell'acqua. Diffondere di nuovo il più possibile.

Esercizi a bordo piscina ↑

In piedi con la schiena di lato, muovi i piedi sulla superficie dell'acqua. Dopo - in piedi su una gamba, raddrizza l'altra di fronte a te, piegala e raddrizzala più volte. Fai lo stesso esercizio con l'altra gamba..

Dopo aver eseguito questo esercizio 5-9 volte su ciascuna gamba, puoi passare all'esercizio successivo, chiamato "Libro". In piedi con la schiena di lato, solleva leggermente le gambe piegate sopra il livello dell'acqua, allargale nella zona pelvica e poi tirale indietro con forza, come se spingessi fuori l'acqua.

Stai con la schiena di lato, tienila con le mani e fai la famosa "Bicicletta" con i piedi, mentre puoi girare il corpo a sinistra oa destra.

In piedi con il fianco sinistro di lato, prendi la gamba destra per il ginocchio con la mano destra ed esegui movimenti avanti e indietro, poi di lato e poi in cerchio. Cambia la gamba dopo la laurea.

Gli stessi esercizi possono essere eseguiti stando in piedi di fronte. Inoltre, puoi in questa posizione, tenendoti su un lato, appoggiarci i piedi collegati e oscillare su e giù. Quindi spingere con i piedi e cercare di rilassarsi sulla schiena.

Stai di fronte. Oscilla all'indietro con la gamba destra, senza abbassare la gamba verso il basso. Raddrizza indietro la gamba destra, quindi piega il ginocchio e fai oscillare il tallone con movimenti elastici, cercando di premerlo sul gluteo. Rimanendo nella stessa posizione, afferra l'alluce destro con la mano destra e solleva la gamba piegata. ripeti con l'altra gamba.

Esercizi per il petto (con un partner) ↑

Mettiti in cerchio. Piegando i gomiti, unisci i palmi delle mani davanti a te. Premere saldamente i palmi l'uno contro l'altro, tendendo i muscoli pettorali.

Collega i palmi delle mani sopra la testa e leggermente davanti. Prova con forza a collegare i gomiti a livello del naso.

Simula i movimenti di scansione avanti e indietro con le mani.

Stai con le spalle al muro a una distanza di un passo da esso. Senza staccare le gambe dal pavimento, girati verso il muro, poggia i palmi contro di esso e spingi verso l'alto dal muro, sostenendo il corpo in una posizione contorta. Torna alla posizione di partenza e fai lo stesso movimento in un altro

Esercizio di bordo ↑

Sdraiati sull'acqua a pancia in giù, tenendo il corrimano. Blocca la tavola con le ginocchia. Mentre espiri, cerca di allontanarti dal muro senza lasciarlo andare. Mentre inspiri, piega le braccia all'altezza dei gomiti e "guida" verso il muro.

Il complesso di esercizi sopra per le donne incinte è abbastanza efficace. Può essere fatto individualmente e puoi prendere un compagno di vita come partner. Tuttavia, gli esperti notano i benefici psicologici dell'allenamento in gruppo. Non trascurare le lezioni di gruppo, inoltre, i formatori di gruppi per donne incinte hanno l'istruzione necessaria.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Come determinare la gravidanza senza un test

Concezione

Ogni donna interessata a questo problema vuole trovare una risposta il prima possibile. E ognuno ha le sue ragioni: qualcuno con trepidazione e speranza attende almeno il minimo accenno di gravidanza, e qualcuno è scioccato al pensiero o al sospetto.

Come riprendersi dal curettage uterino?

Analisi

La procedura per raschiare la cavità uterina è terapeutica e diagnostica. La tecnica per eseguire questa procedura è simile alla tecnica per eseguire un aborto. La raschiatura viene eseguita in anestesia, quindi durante questa procedura la donna non avverte sensazioni dolorose.

In cosa puoi fare il bagno a un neonato

Neonato

La domanda su cosa fare il bagno a un neonato è posta da assolutamente tutti i genitori. Tuttavia, i pediatri, al momento, non hanno un consenso su questo argomento.