Principale / Parto

Vaginosi batterica e gravidanza

Lo sviluppo della vaginosi batterica è associato a cambiamenti nella microflora della vagina. Non rappresenta un pericolo significativo per la salute delle donne. Se non trattata, la vaginosi batterica può trasformarsi in una forma cronica. Il sintomo principale della malattia è considerato una scarica abbondante con un odore ripugnante..

  1. Come si sviluppa la vaginosi batterica??
  2. Vaginosi batterica - cause
  3. Vaginosi batterica - sintomi
  4. Diagnostica
  5. Vaginosi batterica - trattamento
  6. Come trattare la vaginosi batterica?
  7. Supposte da vaginosi batterica
  8. Vaginosi batterica durante la gravidanza
  9. Come prevenire?

Come si sviluppa la vaginosi batterica??

Un numero enorme di microrganismi vive sulla superficie mucosa della vagina. Svolgono funzioni protettive innescando la risposta immunitaria del corpo. La maggior parte della microflora vaginale è rappresentata dai lattobacilli. Grazie a loro, viene creato un ambiente acido nei genitali di una donna. I lattobacilli forniscono la scomposizione del glicogeno, che promuove la produzione di acido lattico. In una certa quantità, nella microflora sono presenti anaerobi stretti e bifidobatteri.

In una piccola quantità, le cellule patogene possono essere trovate nella microflora. Con una diminuzione dell'immunità, il loro numero aumenta, il che influisce sul pH della vagina..

Cambiamenti significativi si verificano nelle cellule dell'epitelio. L'ambiente acido della vagina diventa alcalino. Di conseguenza, la quantità di secrezione vaginale aumenta. Una caratteristica distintiva della malattia è l'assenza di un agente patogeno specifico. Pertanto, il trattamento della vaginosi batterica richiede un approccio integrato..

Vaginosi batterica - cause

La vaginosi batterica si sviluppa sotto l'influenza di fattori interni o esterni. Non è classificata come infezione a trasmissione sessuale. Per identificare la malattia, utilizzare il codice ICD-10: B96.

Il fattore scatenante è una diminuzione dei lattobacilli sullo sfondo di un aumento degli organismi opportunisti, che includono:

  • Atopobio;
  • Micoplasma;
  • Batterioidi;
  • Leptotrichia;
  • Peptostreptococci;
  • Gardnerells;
  • Peptococchi.

Un aumento del numero di microrganismi patogeni provoca più spesso un indebolimento del corpo dopo aver subito una malattia o un trattamento. La chirurgia e l'aborto aumentano il rischio di sviluppare vaginosi batterica. I fattori interni che provocano la malattia includono:

  • Violazione della circolazione sanguigna nella piccola pelvi;
  • Cambiamenti ormonali;
  • Disturbi immunitari
  • Violazione della microflora intestinale.

Tra le cause esogene dei cambiamenti nella microflora vaginale ci sono:

  • Violazione delle regole di igiene intima;
  • Terapia antibiotica a lungo termine;
  • Introduzione regolare di corpi estranei nella vagina (supposte vaginali, spirale contraccettiva, tamponi pessari e igienici);
  • Mangiare molto cibo spazzatura;
  • Indossare biancheria intima fatta di materiali scadenti;
  • Douching abuso;
  • Cambio del partner sessuale.

Vaginosi batterica - sintomi

La forma acuta della malattia si fa sentire immediatamente dopo i cambiamenti nella composizione della microflora. I sintomi sono più pronunciati durante le mestruazioni e dopo il rapporto. La vaginosi batterica è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Disagio durante la minzione;
  • Scarico spesso bianco o grigiastro;
  • L'odore del pesce stantio dalla vagina;
  • Rossore della superficie mucosa dei genitali;
  • Dolore all'addome di un personaggio che tira;
  • Sensazioni di prurito e bruciore.

Un sintomo caratteristico della malattia è l'odore del pesce marcio. È il risultato del rilascio di ammine volatili, che sono il prodotto di scarto di microrganismi patogeni. Lo scarico all'inizio dello sviluppo della malattia è bianco. Con un corso prolungato di baginosi batterica, diventano gialli. In caso di infezione, la secrezione vaginale può diventare schiumosa o purulenta. Potrebbe anche esserci dolore durante l'intimità. In rari casi, la malattia influisce sulla durata e sulla natura del decorso delle mestruazioni..

Con il progredire della malattia, i sintomi peggiorano. Anche lo stato psicologico soffre su questa base. Aumenta il rischio di sviluppare nevrosi e depressione. La vaginosi batterica cronica può sperimentare rari periodi di miglioramento.

Diagnostica

La vaginosi batterica viene diagnosticata sulla base dei risultati dell'esame ginecologico, dell'esame batterioscopico e della calposcopia. Vengono inoltre eseguiti un test aminoacidico e un'analisi che determina il pH della vagina. Come parte dell'esame, con la batteriosi, si troverà una scarica densa in assenza di tracce visibili di infiammazione sulle pareti della vagina. Come risultato della microscopia, verrà rivelato quanto segue:

  • La presenza di leucociti;
  • Aumento della flora patogena;
  • Bordi sfocati delle cellule epiteliali chiave;
  • Ridurre il numero di lattobacilli.

Vaginosi batterica - trattamento

La terapia terapeutica viene eseguita in 2 fasi. In primo luogo, il trattamento è diretto all'eliminazione dei batteri non specifici. L'ambiente vaginale viene quindi colonizzato con lattobacilli. Tra gli antibiotici più comuni ci sono:

  • Clindamicina;
  • Metronidazolo;
  • Tinidazolo.

Contemporaneamente alla diagnosi di vaginosi batterica, vengono effettuati studi che identificano altre patologie urogenitali. Oltre al ginecologo, sarà richiesta la consultazione di un endocrinologo e di un gastroenterologo.

Come trattare la vaginosi batterica?

Il tuo medico ti dirà il modo migliore per trattare la vaginosi batterica. Di solito, in base alla pratica, dopo la conferma della diagnosi, viene prescritta la clindamicina. Viene rilasciato sotto forma di supposte vaginali e crema. Le supposte vengono inserite nella vagina, 1 pezzo per 3 giorni. Un singolo dosaggio è di 100 mg. Nella crema, la concentrazione del principio attivo è del 2%. Viene iniettato nella cavità vaginale una volta al giorno per una settimana..

ATTENZIONE! Il trattamento deve essere prescritto dal medico curante. L'automedicazione non funzionerà e può solo peggiorare le cose.!

2 compresse di metronidazolo vengono prese una volta. Un gel con una concentrazione dello 0,75% viene iniettato nella vagina una volta al giorno. Il periodo di trattamento è di 5 giorni. Il tinidazolo viene assunto per via orale in 2 pezzi. La durata del trattamento è di 3 giorni. Se una donna ha un'intolleranza agli antibiotici, vengono invece prescritti antisettici locali. Tra questi, si distinguono la soluzione di Miramistin e Hexicon sich. Quando si esegue la terapia antibiotica, è vietato assumere bevande alcoliche. Va anche ricordato che le creme vaginali all'elio possono danneggiare l'integrità dei prodotti in lattice..

3 giorni dopo la terapia antibiotica, vengono utilizzati farmaci che reintegrano il livello di lattobacilli. Supposte Acylact vengono somministrati 1 pezzo due volte al giorno. La durata del trattamento è determinata su base individuale. Varia da 5 a 10 giorni. Bifiliz viene assunto per via orale due volte al giorno. Il periodo minimo di trattamento è di 5 giorni. Se la vaginosi batterica è complicata da un'infezione fungina, a una donna vengono prescritte supposte vaginali a base di clotrimazolo o suoi analoghi. Per rafforzare le difese del corpo, vengono prescritti immunostimolanti.

Supposte da vaginosi batterica

Le supposte da vaginosi batterica sono uno dei metodi di trattamento della malattia, non hanno praticamente effetti collaterali, alcune sono prescritte alle donne in gravidanza, a partire dal secondo trimestre.

Grazie a loro, non solo puoi curare la disbiosi, ma anche ripristinare la flora della vagina. La vaginosi batterica è comune nelle donne e negli uomini in età fertile..

ATTENZIONE! Il trattamento deve essere prescritto dal medico curante. L'automedicazione non funzionerà e può solo peggiorare le cose.!

Ogni farmaco ha controindicazioni, tra cui gravidanza e allattamento, anemia e disturbi del sistema nervoso centrale. Quando prescrivono medicinali, il medico te ne parlerà. Molti ginecologi preferiscono le supposte perché hanno un effetto locale specifico sull'agente eziologico della malattia. Alcuni di questi farmaci vengono solitamente prescritti:

  • Macmiror (I componenti principali delle candele sono "nistatina" e "nifuratel");
  • Terzhinan (Il componente principale è un antibiotico del gruppo aminoglicosidico - Neomicina);
  • Metronidazolo (Gli effetti collaterali possono manifestarsi come un disturbo dei seguenti sistemi: tratto gastrointestinale, eruzioni cutanee, reazioni allergiche);
  • Dalatsin;
  • Neo-Penotran;
  • Flagil;
  • Clindacin.

Inoltre, le candele non sono consentite per le vergini, perché devono essere inserite in profondità.!

Vaginosi batterica durante la gravidanza

La vaginosi batterica ha un effetto indiretto sul successo del concepimento. Nella microflora alterata, la sopravvivenza degli spermatozoi è ridotta. Inoltre, i microrganismi patogeni possono impedire l'impianto dell'embrione. Aumenta anche il rischio di sviluppare malattie concomitanti che complicano la gravidanza e impediscono il concepimento. Questi includono:

  • Cistite;
  • Processi infiammatori nell'area pelvica;
  • Uretrite;
  • Tricomoniasi e gonorrea.
Cistite - descrizione Uretrite - descrizione Tricomoniasi - descrizione

Durante la gravidanza, la malattia è irta di infezione delle membrane della placenta e del parto prematuro. Di conseguenza, i batteri patogeni entrano nel corpo del bambino. La vaginosi batterica non trattata aumenta il rischio di sviluppare complicanze dopo il parto, specialmente con un taglio cesareo.

Come prevenire?

Per prevenire la vaginosi batterica, è necessario seguire le seguenti misure preventive:

  1. In assenza di un partner sessuale permanente, deve essere utilizzata la contraccezione di barriera. Ciò eviterà di contrarre malattie infettive..
  2. Condurre uno stile di vita sano è il modo migliore per rafforzare le difese immunitarie. Una forte immunità riduce il rischio di sviluppare vaginosi batterica.
  3. Visite regolari dal ginecologo aiuteranno a diagnosticare tempestivamente malattie del sistema riproduttivo e disturbi ormonali.
  4. Indossare biancheria intima realizzata con materiali naturali aiuterà a evitare l'irritazione della mucosa genitale.
  5. L'igiene quotidiana e il rifiuto dell'irrigazione eliminano la probabilità di una diminuzione spontanea dei lattobacilli nella microflora.

Con un trattamento adeguato e tempestivo, la vaginosi batterica non porta a gravi conseguenze. Nei casi avanzati, non solo provoca disagio, ma ha anche un effetto negativo sulla salute delle donne..

Vaginosi batterica e concepimento

Commenti degli utenti

Alina, per favore, dimmi che sei riuscita a rimanere incinta?

Ho lo stesso problema: niente aiuta. La prima B del secondo ciclo, questa dal 3 ° ciclo di pianificazione. Durante la gravidanza, anch'io soffro di questo male e la gravidanza sta procedendo bene

Ho lo stesso problema dall'adolescenza, abbondante scarica bianca, nessuna deviazione, solo aumento dei leucociti nello striscio. Niente aiuta neanche. Ma è rimasta incinta al primo tentativo senza problemi!

Mi sembra che tutti abbiano una tale dimissione, sicuramente non influisce sulla gravidanza, forse tu e tuo marito non siete compatibili o qualcos'altro.Non pensare al male, fai sesso e tutto funzionerà la cosa principale è non guidare.

Stai scherzando? La vaginosi batterica è una condizione comune che non influisce sul concepimento. In primo luogo, non è sempre curato. Succede persino che aiuti a rimanere incinta, poiché è possibile che la microflora ideale per te non dovrebbe essere lì. In secondo luogo, non è nemmeno una malattia. E solo uno squilibrio tra il bene e il male, che non è nemmeno un fattore negativo. 5 mesi non sono sufficienti. Sono rimasta incinta da 8 anni. E spesso anche la vaginosi si è fatta sentire;)

Alcuni ginecologi mi hanno assicurato che gli spermatozoi non sopravvivono in una tale sfera... E se si verifica una gravidanza, c'è un enorme rischio di aborto spontaneo (

Brad :) Conosco almeno tre persone che hanno avuto una gravidanza riuscita sulla vaginosi

notizia

Secondo gli esperti, la vaginosi batterica sostiene di essere uno dei principali fattori di infertilità, poiché interferisce con il processo di concepimento. Le donne in età riproduttiva 15-45 anni sono inclini a questo disturbo genitale..

La vaginosi batterica è un'infezione molto comune ed è spesso asintomatica. Insieme a questo, può ridurre significativamente le possibilità di una gravidanza di successo. I batteri vaginali, normalmente presenti nella microflora vaginale di qualsiasi donna, a volte iniziano a moltiplicarsi, il che porta a un certo squilibrio. Gli scienziati hanno già scoperto che, a causa della vaginosi batterica, alcune madri corrono sei volte il rischio di aborto spontaneo e il doppio della probabilità di avere bambini prematuri..

Un nuovo studio condotto da scienziati danesi dell'Università di Aarhus ha trovato una correlazione tra le possibilità di concepimento di successo e livelli anormali di batteri nella vagina. Gli scienziati hanno monitorato i tassi di successo delle procedure di fecondazione in vitro in assenza di vaginosi batterica, il che indica l'importanza di esaminare le donne per questa malattia immediatamente prima di pianificare una gravidanza..

Il team di ricerca ha analizzato il livello di batteri localizzati nella vagina in 130 pazienti sottoposti a fecondazione in vitro. Di conseguenza, si è scoperto che solo il 9% delle donne che avevano una vaginosi batterica era in grado di rimanere incinta..

Lo sviluppo della patologia è preceduto dall'accumulo di troppi batteri specifici nella vagina, che possono seriamente interrompere l'equilibrio della normale microflora. Al momento la scienza non sa quale sia esattamente il punto di partenza dell'insorgenza del disturbo, tuttavia, tra i motivi probabili, nella maggior parte dei casi, una doccia vaginale, la presenza di molti partner sessuali, o il cambio di un partner permanente con uno nuovo.

Vaginosi batterica e sperma

  • 19 aprile 2017
  • Risposte

La nostra scelta

Alla ricerca dell'ovulazione: follicolometria

Consigliato

I primi segni di gravidanza. Sondaggi.

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Sintomi della gravidanza, 13 settembre 2019

Consigliato

Wobenzym aumenta la probabilità di concepimento

Consigliato

Massaggio ginecologico: l'effetto è fantastico?

Irina Shirokova ha pubblicato un articolo su Gynecology, 19 settembre 2019

Consigliato

AMG - ormone anti-mulleriano

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Analyzes and Surveys, 22 settembre 2019

Consigliato

Argomenti popolari

Autore: PregnantYulya
Creato 12 ore fa

Autore: * Jellyfish *
Creato 2 ore fa

Autore: DéjàEnceinte
Creato 9 ore fa

Autore: daisy2023
Creato 6 ore fa

Autore: Sobaka
Creato 23 ore fa

Autore: Tranquility
Creato 23 ore fa

Autore: Malek.
Creato 6 ore fa

Autore: Veronika1201
Creato 3 ore fa

Autore: Annacher
Creato 10 ore fa

Autore: Victoria_VDK
Creato 11 ore fa

Informazioni sul sito

Link veloci

  • Informazioni sul sito
  • I nostri autori
  • Aiuto del sito
  • Pubblicità

Sezioni popolari

  • Forum di pianificazione della gravidanza
  • Grafici della temperatura basale
  • Biblioteca sulla salute riproduttiva
  • Recensioni di cliniche sui medici
  • Comunicazione nei club per PDR

I materiali pubblicati sul nostro sito sono a scopo informativo e sono destinati a scopi educativi. Si prega di non usarli come consiglio medico. La determinazione della diagnosi e la scelta di un metodo di trattamento rimane una prerogativa esclusiva del medico curante!

Come identificare e trattare la vaginosi batterica durante la gravidanza?

La vaginosi batterica si verifica in ogni 2-3 donne in gravidanza. Questa patologia è infettiva, non infiammatoria. La malattia deve essere curata anche se non ci sono sintomi, poiché può portare a conseguenze spiacevoli durante la gravidanza.

  • Cos'è la vaginosi batterica?
  • Cause di vaginosi batterica nelle donne in gravidanza
  • Sintomi
  • Diagnostica
  • Trattamento della vaginosi batterica durante la gravidanza
  • Pericoli di vaginosi non trattata per le donne in gravidanza
  • È possibile rimanere incinta di vaginosi batterica?
  • Video sulla vaginosi batterica durante la gravidanza

Cos'è la vaginosi batterica?

Questa malattia è anche chiamata gardnerellosi o disbiosi vaginale. Con la vaginosi batterica, la microflora vaginale è disturbata, cioè il numero di batteri lattici benefici diminuisce. Questo stato fornisce un ambiente favorevole per la riproduzione di microbi patogeni: gardnerella e anaerobi.

Con la vaginosi batterica possono svilupparsi uno o più tipi di microrganismi - in totale, con una tale malattia, ne vengono isolati più di 200. Questa diversità non sempre ci consente di identificare il tipo esatto di batteri.

Dovresti sapere che in ogni caso di vaginosi batterica, la microflora è unica nella composizione, ma la gardnerella viene quasi sempre rilevata - i microrganismi patogeni più comuni.

Cause di vaginosi batterica nelle donne in gravidanza

La vaginosi batterica inizia per un unico motivo: un cambiamento nella microflora. Molti fattori possono causare questo fenomeno:

  • terapia farmacologica: il più delle volte, un cambiamento nella microflora associato all'assunzione di antibiotici, farmaci ormonali, agenti antifungini e antimicrobici;
  • cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza;
  • problemi con il sistema endocrino;
  • prodotti antimicrobici per l'igiene intima contenenti triclosan;
  • indossare biancheria intima sintetica (soprattutto tanga);
  • irrigazione vaginale (specialmente con bicarbonato di sodio o antisettici);
  • inosservanza dell'igiene intima;
  • disbiosi intestinale;
  • stress grave o cronico;
  • cambiamento climatico;
  • il corso della gravidanza con complicazioni;
  • corpo estraneo che entra nella vagina;
  • nuovo partner sessuale;
  • processo infiammatorio nel sistema riproduttivo (presente o precedente);
  • alta attività sessuale;
  • dieta malsana e cattive abitudini.

Sintomi

Il sintomo principale della vaginosi batterica è una quantità moderata (a volte elevata) di perdite vaginali accompagnata da un odore di ammoniaca. Di solito è descritto come l'odore di pesce marcio..

I primi mesi della malattia si manifestano con una scarica liquida di colore bianco o grigiastro. A un esame ginecologico, la mucosa vaginale ha un normale colore rosa. In rari casi, è possibile trovare singoli punti rossi.

Se la vaginosi batterica è presente da molti mesi, i suoi sintomi diventano più pronunciati:

  • cambiamenti di consistenza dello scarico: possono essere di formaggio o viscidi;
  • cambia anche il colore dello scarico, diventando giallo-verde;
  • distribuzione uniforme delle secrezioni lungo le pareti della vagina: sono piuttosto spesse e appiccicose, possono schiumare;
  • lo scarico diventa molto più grande in volume: a una velocità di 2-4 ml, la loro quantità può persino aumentare di 10 volte;
  • la vaginosi batterica a lunga insorgenza porta a bruciore, prurito nella vagina, ma queste sensazioni spiacevoli possono essere del tutto assenti o apparire periodicamente;
  • dolore può verificarsi durante il rapporto sessuale;
  • a volte il processo di minzione è sconvolto (diventa più frequente e doloroso);
  • con vaginosi batterica durante la gravidanza, può comparire dolore nell'addome inferiore.

Diagnostica

Per confermare la vaginosi batterica, sono sufficienti tre fasi della diagnosi:

  1. Ispezione. In questa fase, si sospetta la vaginosi se c'è una secrezione maleodorante. Ma in alcuni casi possono essere assenti..
  2. Spalmare. Viene eseguito un esame microscopico (batterioscopico) di uno striscio colorato con Gram. In un campione con vaginosi, si riscontra una predominanza di cellule epiteliali sui leucociti, una diminuzione del volume dei bastoncelli di Doderlein e la visualizzazione di cellule speciali. Sono chiamati chiave: è su di loro che si trovano i microbi patogeni.
    La coltura batterica (coltura) per Gardnerella vaginalis non è informativa; nei casi difficili, può essere eseguita solo l'analisi PCR per Gardnerella.
  3. Acidità. Questa fase della diagnosi significa determinare il pH dell'ambiente nella vagina. Se il pH è maggiore di 4,5, si verifica una vaginosi batterica.

Trattamento della vaginosi batterica durante la gravidanza

La direzione principale del trattamento per la malattia è un ciclo di antibiotici. Di solito viene prescritto solo dal secondo trimestre di gravidanza, poiché nei primi mesi il feto è particolarmente suscettibile a tutti i tipi di farmaci. Tipicamente, per la vaginosi batterica, viene utilizzato uno dei seguenti farmaci:

  • metronidazolo (compresse di Klion o Trichopolum) - 250 mg 2 volte al giorno per 7 giorni;
  • Ornidazolo (Tiberal) - 250 mg 2 volte al giorno per 5 giorni.

Gli antibiotici potrebbero non uccidere completamente i batteri opportunisti. Va tenuto presente che la loro presenza (piccola percentuale) è la norma per ogni donna.

Per ricreare un normale ambiente vaginale, vengono prescritte speciali capsule vaginali (Vaginorm, Acylact, Lactobacterin, Lactozhinal, Bifikol o Bifidumbacterin, ad esempio).

Devi sapere che la vaginosi batterica deve essere trattata esclusivamente sotto la supervisione di un medico. Durante la terapia tempestivamente avviata, è importante ripristinare la normale microflora della vagina.

Ripristinano anche la microflora intestinale con l'aiuto di bifidobatteri e lattobacilli.

Quando viene diagnosticata una vaginosi batterica, va ricordato che il trattamento prescritto deve essere continuato fino alla fine, anche se inizialmente non c'erano sintomi della malattia o sono scomparsi durante la terapia.

Alle donne incinte nel primo trimestre, se necessario, vengono prescritti farmaci sotto forma di supposte. Il loro vantaggio nell'azione locale: i componenti attivi non hanno un effetto sistemico sul corpo, come accade quando si assumono farmaci per via orale.

Per il trattamento della vaginosi batterica non è importante solo la terapia farmacologica, è importante prestare attenzione alla propria alimentazione. È necessario aggiungere prodotti a base di latte fermentato. Lo zucchero ei prodotti che lo contengono dovranno essere abbandonati per un po '.

Il medico di solito proibisce o raccomanda la contraccezione di barriera (preservativi) durante il trattamento.

Pericoli di vaginosi non trattata per le donne in gravidanza

Se la vaginosi batterica non viene rilevata in modo tempestivo e non viene eseguita la terapia corretta, esiste un rischio significativo sia per la madre che per il feto:

  • Infiammazione delle membrane (corioamnionite). Il processo infiammatorio può portare alla micro-rottura o addirittura alla rottura completa della vescica. Può provocare aborto spontaneo o parto prematuro..
  • Quando compare una micro-rottura nella vescica fetale, c'è il rischio di infezione nel liquido amniotico. Questo può portare a infezioni del feto. Le conseguenze in questo caso sono imprevedibili: dal ritardo nello sviluppo fetale alla diffusione della sepsi e alla morte fetale.
  • Se appare una "crepa" nella vescica fetale, potrebbe fuoriuscire del liquido amniotico - questo è distruttivo per il feto.
  • Sullo sfondo della disbiosi non trattata, può svilupparsi un'altra infezione infiammatoria.
  • Se la vaginosi batterica non è completamente guarita, possono insorgere complicazioni durante il parto ed è impossibile prevederne la natura in anticipo (il più delle volte le donne che hanno rifiutato il trattamento o non l'hanno completato completamente e coscienziosamente soffrono di metroendometrite postpartum).
  • La diminuzione dell'immunità nella disbiosi vaginale rende il corpo più suscettibile a molte malattie. Anche un banale raffreddore può portare a gravi complicazioni..

È possibile rimanere incinta di vaginosi batterica?

Il concepimento in presenza di vaginosi batterica è una questione controversa. Da un lato, questa malattia altera la microflora vaginale. Gli spermatozoi in esso contenuti possono morire rapidamente, quindi la possibilità di concepimento diminuisce.

D'altra parte, ci sono molti casi in cui una tale malattia non ha interferito affatto con il concepimento. Quindi, possiamo dire che la possibilità di concepimento con vaginosi batterica è una questione individuale..

È importante sapere che la vaginosi batterica stessa non rappresenta un pericolo particolare, contrariamente alle complicazioni che provoca. Queste possono essere varie malattie, fino all'infertilità..

Puoi concepire con la vaginosi batterica, ma non dovresti. È meglio trattare prima la condizione e poi pianificare di ricostituire la famiglia. Il trattamento durante la gravidanza è complicato dal fatto che la maggior parte dei farmaci non può essere utilizzata nei primi mesi. Nel frattempo, lo sviluppo della malattia può portare a varie complicazioni, anche dal feto, se si verifica un'infezione intrauterina.

Ogni donna che pianifica una gravidanza deve prima sottoporsi a un esame completo, superare vari test e curare le malattie esistenti. Solo questa sarà la chiave per il normale corso della gravidanza..

Video sulla vaginosi batterica durante la gravidanza

L'ostetrica in questo video racconta il possibile pericolo, le cause dello sviluppo, la diagnosi e il trattamento della malattia durante la gravidanza:

La vaginosi batterica è una malattia abbastanza comune. È necessario ai primi sintomi consultare uno specialista e il trattamento prescritto per andare fino alla fine.

Pianificazione della gravidanza e trattamento della bacvaginosi

Ciao! Sarei molto grato per un consiglio sulla mia situazione: a novembre ho fatto uno striscio ginecologico generale - mostrava la presenza di coccobacilli gram-variabili, mi è stato consigliato di prendere Femoflor - hanno trovato Atopobium vaginae 10 a 8, Eubacterium - 10 a 5, Enterococcus faecalis - 10 a 6 (mentre i lattobacilli sono stati in qualche modo considerati che ce ne sono 10 su 6, ma il 5% della flora totale e Atopobium - 75-100%). Non ci sono sintomi..
Poi hanno ancora prescritto Neo penotran (anche se ho parlato a lungo con i medici che il metronidazolo non sembra funzionare sull'atopobio, e tuttavia), ho messo giù un corso di 7 giorni, tuttavia, l'ultimo giorno è caduto all'inizio delle mestruazioni, ma l'ho fatto- Ho deciso di finire il corso, perché aveva paura di non seguire completamente un ciclo di antibiotici.
Sfortunatamente, ora devo rimanere a lungo in un paese straniero, dove non fanno analisi così dettagliate della flora come in Russia. Cioè, non riesco nemmeno a scoprire i risultati del trattamento.. Ora voglio ancora spegnere le candele con i lattobacilli dopo un ciclo di antibiotici.
Sono molto preoccupato per quanto segue (sarei molto grato per un consiglio su questo argomento!):
- È ancora possibile pianificare una gravidanza in questo ciclo, dato che ho preso l'antibiotico il primo giorno del ciclo (e sembra che un nuovo uovo inizi a maturare dal primo giorno del ciclo) - influirà?
- Per quanto riguarda la bacvaginosi, se rimane e rimane nel primo trimestre, sarà possibile curarla nel secondo? Oppure è molto pericoloso se rimane con la formazione diretta del bambino nel primo trimestre. Può far sì che il bambino si formi in qualche modo, Dio non voglia, sbagliato? Penso di aver sentito che i medici di solito consigliano di trattare la bacvaginosi nel secondo trimestre, anche se lo trovano nel primo?
- È possibile ora (ho un 6 ° giorno del ciclo) mettere le candele con i lattobacilli prima dell'ovulazione, se in questo ciclo pianifichiamo ancora una gravidanza?
- Secondo i miei test, la bacvaginosi è apparsa per la prima volta, da quello che avrebbe potuto diventare il motivo: l'inizio del sesso non protetto con suo marito, il trasferimento in un altro paese, lo stress. Il marito potrebbe essere la causa? Era necessario curarlo? Sembra che i medici abbiano detto che non era necessario.. Non abbiamo trovato alcuna MST.

Ti sarei molto grato per il tuo consiglio!

Sul servizio Ask a Doctor è disponibile un consulto ostetrico online su qualsiasi problema che ti riguarda. Gli esperti medici forniscono consulenze 24 ore su 24 e gratuitamente. Poni la tua domanda e ottieni subito una risposta!

Olga Mikhailovna, ciao! Grazie mille per la tua risposta dettagliata, molto è diventato molto più chiaro! Non ci sono lamentele, ero solo preoccupato che le macchie fossero cambiate in modo così drammatico (erano sempre ideali prima), e avevo letto che la bacvaginosi può essere asintomatica, e quindi gravi conseguenze, anche durante la gravidanza..
Potresti chiarire ulteriormente:
- Ad essere onesto, non ho capito bene la tua seconda frase - potresti spiegare cosa intendevi ("Con buoni strisci e una cervice chiusa, la microflora condizionatamente patogena non influenzerà negativamente il bambino in via di sviluppo")? È solo che le mie macchie erano solo cattive prima del trattamento, le macchie sono state prese da tutti e tre i punti - dal canale cervicale, incluso.. E ora, sfortunatamente, non funzionerà per scoprire quale flora prevale, perché qui non posso passare una simile analisi (Forse è rimasto tutto, quindi volevo capire se è possibile, semmai, lasciare tutto com'è nel 1 ° trimestre e già nel secondo trimestre per completare con successo tale trattamento..
- Ho capito dei lattobacilli in generale, volevo solo chiarire un po 'più nello specifico, per ogni evenienza: lì il corso è progettato per 6 giorni - niente se continuo a inserire candele ogni sera, e negli stessi giorni inizieremo a pianificare con mio marito?
- Posso anche chiederle: il trattamento prescritto con Metronidazolo (Neo-penotran) è adeguato per un tale quadro di striscio, dove c'è quasi totale predominanza di Atopobium vaginae? Ovviamente, senza educazione medica, ero solo molto imbarazzato dal fatto che quasi tutte le fonti che incontrano affermano che l'atopobio è resistente al metronidazolo..

Grazie mille ancora!!

Olga Mikhailovna, grazie mille per le spiegazioni dettagliate! Sfortunatamente, ecco uno schema completamente diverso per le sbavature: non producono una macchia di Gram, che è fondamentale in Russia, e il risultato dell'analisi consiste in una singola riga "Nessuna crescita significativa", tutto qui.. Anche per i soldi se lo prendi - lo stesso storia. E allo stesso tempo, ho superato questa analisi poco prima delle vacanze di novembre in Russia - non hanno trovato nulla qui, e in Russia sono stati confermati due volte i test di bacvaginosi presto.. Pertanto, questa situazione non è molto chiara (

Vorrei farti un paio di domande per chiarire, se possibile:
- alla questione dell'infiammazione nelle analisi: ho preso due macchie in Russia a novembre; il primo ha mostrato 20-30 leucociti nel campo visivo nel canale cervicale (donato 2 giorni prima delle mestruazioni), poi ritentato nel ciclo successivo il giorno 19 - ha mostrato 10-15 leucociti nel canale cervicale (non c'era trattamento durante la pausa). Ho sentito che un paio di giorni prima delle mestruazioni generalmente non è desiderabile prendere strisci - i leucociti potrebbero aumentare a causa di questo? O una storia del genere è ancora simile a un processo infiammatorio?.
- Volevo anche chiedere a mio marito: ha preso gli antibiotici a dicembre, terminati esattamente 2 mesi fa. Ho appena sentito che gli spermatozoi maturano per circa 72 giorni e alcune coppie stanno aspettando tutto questo tempo, mancano questi giorni. Non vorrei aspettare oltre per questo, capisco che la situazione ideale potrebbe non arrivare affatto a un tale ritmo, quindi.. Volevo solo chiedere: questo non è molto critico, se non aspetti circa 72 giorni dopo che mio marito prende un antibiotico?
- E, se possibile, un momento del genere era ancora preoccupato: alla fine del rapporto sessuale, ho una sensazione di bruciore piuttosto forte dallo sperma, anche se passa dopo un paio d'ore, ma non importa se qualcosa deve essere fatto al riguardo o è una variante della norma?

Grazie mille per il tuo aiuto! Ciò è particolarmente utile quando si è costretti a essere in un paese straniero (Grazie!!

Prepararsi alla gravidanza. Trattiamo la vaginosi

La vaginosi batterica è una malattia infettiva non infiammatoria della vagina, che è una delle infezioni vaginali più comuni, con il 10-30% delle donne che soffrono di questa malattia durante la gravidanza.

La vaginosi batterica è una malattia infettiva non infiammatoria della vagina, che è una delle infezioni vaginali più comuni, con il 10-30% delle donne che soffrono di questa malattia durante la gravidanza. Nelle prime fasi, la vaginosi può provocare aborti spontanei, nelle fasi successive - rottura prematura delle membrane amniotiche e parto prematuro. Per evitare queste complicazioni durante la gravidanza, i medici raccomandano di sottoporsi a una diagnosi e un trattamento completi anche prima del concepimento, in modo che la salute della futura mamma e del bambino non sia in pericolo..

Come riconoscere una malattia
La vaginosi (disbiosi vaginale) è una "compagna" molto frequente delle donne anche prima della gravidanza. Tuttavia, la malattia è spesso asintomatica e viene rilevata solo su appuntamento di un ginecologo..

Il sintomo più caratteristico della vaginosi è un abbondante scarico di liquido dalla vagina, bianco o grigio con uno sgradevole odore "di pesce". Inoltre, possono verificarsi prurito e bruciore..

A volte la vaginosi batterica può avere qualche somiglianza con la candidosi ("mughetto"). Sia con la vaginosi che con il "mughetto" una donna può provare solo un leggero disagio, un leggero prurito e bruciore. Tuttavia, queste malattie sono causate da diversi microrganismi, pertanto i farmaci usati per trattare questi disturbi differiscono nella composizione. In ogni caso, la comparsa di tali sintomi richiede una visita immediata da uno specialista per chiarire la diagnosi. L'autotrattamento può solo aggravare la situazione: la scelta sbagliata dei farmaci provoca un'ulteriore crescita di batteri patogeni nella vagina. Iniziando come un "mughetto innocuo", la vaginosi batterica provoca sanguinamento uterino, infiammazione delle tube di Falloppio e, di conseguenza, infertilità tubarica.

Le cause della malattia
Un ambiente acido e ricco di ossigeno viene sempre mantenuto nella vagina di donne sane, adatto alla crescita dei lattobacilli (lattobacilli). Quando le condizioni ambientali si deteriorano, crescono batteri patogeni come la clamidia, il micoplasma e la gardnerella. Questi disturbi nella microflora (disbiosi) provocano una diminuzione dell'immunità locale, che porta a malattie infiammatorie. Uno dei motivi principali della comparsa della vaginosi è una diminuzione dell'immunità generale di una donna, causata, ad esempio, dall'influenza o da interventi chirurgici (compreso l'aborto). Inoltre, i fattori negativi includono l'uso prolungato di antibiotici, frequenti cambiamenti nei partner sessuali, lavaggi con farmaci antisettici e l'uso di dispositivi intrauterini..

Va notato che la vaginosi batterica non viene trasmessa sessualmente e non è richiesto il trattamento del partner sessuale!

Vaginosi e gravidanza
La vaginosi batterica è particolarmente pericolosa per le donne in gravidanza, motivo per cui i medici raccomandano di sottoporsi a un esame completo e un ciclo di trattamento (ad esempio, con supposte di Clindacin) anche prima che si verifichi la gravidanza desiderata.

La malattia è in uno dei primi posti tra le cause di infezione del feto e può causare lo sviluppo di malattie intrauterine in un bambino.

Nel primo trimestre di gravidanza, quando gli antibiotici non possono essere trattati, la vaginosi può causare aborti spontanei. In un secondo momento, la malattia porta alla rottura prematura delle membrane amniotiche e persino alla nascita prematura. Inoltre, il rischio di sviluppare queste complicanze nei pazienti con vaginosi batterica rispetto alle donne sane aumenta più volte..

Inoltre, la malattia può causare endometrite (una malattia infiammatoria dell'utero) nella madre e infiammazione della ferita ombelicale nel bambino..

La vaginosi batterica durante la gravidanza deve essere trattata, anche se asintomatica!

Perché la vaginosi batterica è pericolosa per una donna incinta??

La vaginosi batterica viene diagnosticata in ogni quinta donna incinta. Ciò è dovuto a cambiamenti ormonali nel corpo, in cui il sistema immunitario fallisce e uno squilibrio batterico inizia sulla mucosa vaginale: il numero di lattobacilli benefici diminuisce e il numero di microrganismi opportunistici aumenta.

Consideriamo in dettaglio come e perché la vaginosi batterica si manifesta nelle donne in gravidanza, quali sintomi si manifesta. Presteremo particolare attenzione ai metodi di trattamento tenendo conto dello stato delicato della donna e daremo raccomandazioni sulla nutrizione..

Cause e meccanismo di sviluppo

La vagina della donna è particolarmente vulnerabile alla penetrazione di vari batteri, quindi ha un complesso sistema di difesa. Si basa sui lattobacilli che elaborano il glicogeno e influenzano il pH della mucosa. Il glicogeno viene sintetizzato dalle cellule epiteliali squamose, che raddoppiano la loro quantità durante la gravidanza. Di conseguenza, il numero di microrganismi opportunisti che possono causare malattie sta diminuendo. Perché si verifica la vaginosi??

Si scopre che in un ambiente eccessivamente acido, i lattobacilli muoiono. Vengono create condizioni favorevoli per lo sviluppo di vari funghi o batteri, motivo per cui il mughetto e la gardnerellosi vengono rilevati in ogni quinta donna incinta. Normalmente, il corpo è in grado di regolare il livello di pH e la catastrofe non si verifica, ma, per vari motivi, il meccanismo immunitario viene interrotto, il che porta alla patologia.

Questi motivi possono essere:

  1. Disturbi ormonali Questi cambiamenti, il più delle volte, sono inevitabili e sono la norma durante la gravidanza, ma in alcuni casi causano problemi, anche al sistema immunitario..
  2. Amore eccessivo per la pulizia. Paradossalmente, più spesso una donna incinta viene lavata con il sapone, maggiore è il rischio di sviluppare la vaginosi. Lo stesso vale per i gel doccia germicidi..
  3. Processi patologici nel sistema genito-urinario, compresi quelli derivanti da lesioni.
  4. Errori di alimentazione.
  5. Allergie a prodotti per la cura personale o biancheria intima.
  6. Complicazioni della gravidanza.

Per il trattamento, è importante identificare correttamente la causa. È da questo, così come dai risultati dei test di laboratorio, quale trattamento verrà prescritto a una donna incinta..

Sintomi di vaginosi batterica

Nella maggior parte dei casi, la vaginosi batterica nelle donne in gravidanza è riservata. La malattia viene scoperta per caso, durante un esame di routine. Tuttavia, non è sempre così. La gardnerellosi, ad esempio, si manifesta con sintomi che non possono essere ignorati:

  • scarico grigio o giallo-verde, spesso schiumoso e appiccicoso;
  • dolore durante un esame pelvico o il sesso;
  • l'odore di pesce dai genitali;
  • dolori doloranti nell'addome inferiore;
  • arrossamento della vulva nei casi avanzati.

In questo caso, prurito e bruciore sono rari. Questo è il motivo principale per una visita tardiva dal medico. La minzione è quasi sempre normale, a differenza di un'altra patologia simile: la vaginite batterica.

Metodi di trattamento durante la gravidanza

La risposta alla domanda su come trattare la vaginosi durante la gravidanza dipende da quanto tempo è la donna e da quanto si è sviluppata la malattia. Di solito iniziano con metodi delicati, uno dei quali è una dieta speciale..

Quando si cura la vaginosi, una donna incinta può mangiare:

  • i prodotti a base di latte fermentato, in particolare il kefir fresco e lo yogurt, sono fonti naturali di lattobacilli;
  • cereali sotto forma di cereali (grano saraceno, farina d'avena, orzo perlato);
  • tè verde non più di una tazza al giorno;
  • mirtilli secchi se non c'è allergia;
  • pane di segale della cottura di ieri;
  • carni e pesce non grassi

È bene includere nella dieta succhi freschi di varie verdure e frutta (mele, barbabietole, carote, ecc.). In questo caso, è importante che non ci siano problemi con il lavoro dell'intestino. Ad esempio, se hai la tendenza alla produzione di gas, è meglio rifiutare il succo di mela..

È inoltre necessario assicurarsi che nella dieta non ci siano alimenti che possono causare allergie, quindi la dieta per la vaginosi nelle donne in gravidanza dovrebbe avere un approccio individuale..

È severamente vietato mangiare:

  • prodotti contenenti lievito (compreso kvas);
  • cibi fritti o grassi;
  • prodotti affumicati e cibo in scatola;
  • eventuali pasticcini e dolci;
  • spezie e condimenti;
  • conservazione domestica e marinate;
  • funghi in qualsiasi forma.

È importante ridurre l'assunzione di zucchero. Lo stesso vale per vari sciroppi, sorbitolo e così via. Le patate sono possibili, ma con cautela e in piccole quantità, ma la pasta dovrà essere abbandonata.

L'uso di droghe

Se la correzione della dieta e dello stile di vita non ha dato un risultato positivo, il medico seleziona i farmaci. Questo viene fatto con attenzione per ridurre il rischio per il feto. Devi stare particolarmente attento durante il primo trimestre, quando il bambino non ha una protezione sufficiente. Solo nei casi in cui la minaccia per la vita della madre è superiore al rischio per il feto, il medico può prescrivere farmaci potenti. Considera ciò che è popolare tra ostetrici e ginecologi.

  1. Metrogyl o Dalatsin. Durante la gravidanza, vengono prescritti nel secondo e terzo trimestre con forme avanzate della malattia e solo sotto forma di supposte vaginali. In casi particolarmente gravi, questi farmaci possono essere prescritti sotto forma di compresse per somministrazione orale, ma il rischio per il feto è particolarmente alto. Il primo trimestre è una controindicazione.
  2. Hexicon. È spesso prescritto in qualsiasi fase della gravidanza. Una caratteristica del farmaco è la capacità microscopica del principio attivo di penetrare nella placenta, quindi le candele con Hexicon sono sicure per il feto. Introduzione secondo le istruzioni per l'uso.
  3. Vapigel o Lactagel. Questi prodotti contengono lattobacilli, cioè sono forti probiotici. Vengono utilizzati nella fase finale della terapia, quando è necessario ripristinare la normale quantità di lattobacilli. Può essere prescritto nel primo trimestre.

Gli infusi e i decotti alle erbe possono essere consigliati come coadiuvanti. Sono usati per bagni o irrigazioni, così come nei casi in cui la vaginosi è complicata dalla vulvite. Allo stesso tempo, la sicurezza dei rimedi popolari dovrebbe essere controllata dal medico curante, l'automedicazione durante la gravidanza è inaccettabile.

La malattia è pericolosa?

Alcune donne credono che la vaginosi non sia pericolosa e non ci sia nulla di cui preoccuparsi, soprattutto se non ci sono sintomi spiacevoli. Questo non è vero. Qualsiasi malattia del sistema riproduttivo minaccia la salute e la vita del feto e, in casi particolarmente avanzati, la futura mamma. La vaginosi a questo proposito non fa eccezione..

Con un esito sfavorevole, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  1. Corioamnionite o infiammazione delle membrane. Porta a una violazione della sua integrità, in futuro - all'aborto spontaneo.
  2. L'infezione del liquido amniotico - porterà alla morte del feto.
  3. Perdita di liquido amniotico. Si verifica a causa dell'infiammazione delle membrane e può influire negativamente sullo sviluppo del bambino.

Ci sono conseguenze negative per la madre stessa. La vaginosi può causare processi infiammatori nell'intero sistema genito-urinario e porta anche a vari tipi di complicazioni dovute ad anomalie nel funzionamento del sistema immunitario.

È possibile rimanere incinta?

Alle donne a cui è stata diagnosticata la vaginosi da un medico viene spesso chiesto se esiste la possibilità di rimanere incinta di questa patologia. Sì, è possibile. Nonostante il fatto che la vaginosi porti a un cambiamento nell'ambiente acido-base nella vagina, alcuni spermatozoi particolarmente tenaci possono arrivare all'uovo.

Tuttavia, questa risposta non dovrebbe diventare una ragione per l'inazione di una donna che vuole concepire un bambino. Il fatto è che in alcuni casi la vaginosi diventa la causa dell'infertilità femminile e può anche portare a complicazioni della gravidanza. Pertanto, è meglio sottoporsi a un corso di terapia e superare i test di controllo per la ricerca molto prima di concepire un bambino. Questo aiuterà a prevenire molti problemi..

La vaginosi batterica nelle donne in gravidanza può e deve essere trattata. Se ciò non viene fatto, la malattia può minacciare il bambino e, in alcuni casi, sua madre. È meglio se la terapia è prescritta da un medico che possa valutare adeguatamente i risultati degli esami di laboratorio e trovare mezzi sicuri per il feto e la donna. L'automedicazione può solo aggravare la situazione e causare molti problemi..

Vaginosi batterica. Domande e risposte

La vaginosi batterica è una condizione caratterizzata da una violazione della composizione della microflora vaginale. Consiste in una diminuzione dei rappresentanti della microflora "utile" e in un aumento dei microrganismi patogeni.

La vaginosi batterica è comune nelle donne. Si verifica a seguito dell'esposizione ai seguenti fattori:

  • cambio di partner sessuale,
  • irrigazione vaginale,
  • corsi di terapia antibatterica,
  • immunità indebolita,
  • malattie endocrine.

È possibile rimanere incinta di vaginosi batterica?

L'inizio della gravidanza con bacvaginosi è del tutto possibile. Tuttavia, se non curata, la malattia può avere un impatto negativo sul decorso della gravidanza. Durante la pianificazione della gravidanza e al momento della registrazione presso una clinica prenatale, tutte le donne devono essere testate, in particolare, uno striscio per la flora. Se vengono rilevate anomalie (una diminuzione del numero di lattobacilli e la presenza di cellule chiave), il medico prescriverà misure terapeutiche che non danneggeranno il nascituro.

Vaginosi batterica: è possibile fare sesso con questa condizione?

Il contatto sessuale con la bacvaginosi è estremamente indesiderabile. La mucosa della vagina sarà traumatizzata, il che aggrava il processo patologico esistente. Inoltre, il rischio di penetrazione di vari agenti patogeni aumenta in modo significativo.

È la vaginosi batterica trasmessa a un uomo?

La disbiosi vaginale di per sé non è contagiosa. Tuttavia, quando la composizione della microflora è disturbata, il numero di microrganismi opportunistici aumenta spesso: funghi del genere Candida, gardnerella vaginale. Con un processo patologico pronunciato, è possibile l'infezione del partner sessuale.

Un partner sessuale deve essere testato?

Se una donna ha una vaginosi batterica, è consigliabile che il partner sessuale si sottoponga a un esame: si tratta di uno striscio standard dall'uretra, PCR, coltura batterica.

È possibile curare la vaginosi batterica da soli?

L'automedicazione è inaccettabile, poiché i test necessari devono essere prima prescritti: dai soli sintomi, è impossibile determinare con precisione la composizione della microflora, la presenza o l'assenza di microrganismi patogeni. I farmaci sbagliati possono peggiorare la condizione.

Vaginosi batterica e mughetto: sono la stessa cosa?

No, sebbene un aumento del numero di funghi del genere Candida accompagni spesso una violazione della microflora vaginale.

Come mangiare con la bacwaginosi?

La dieta colpisce il corpo nel suo insieme e in particolare le mucose dell'apparato genitale. La microflora vaginale è disturbata dal consumo di cibi piccanti e piccanti, marinate, dolciumi, alcol e bevande gassate zuccherate. Si consiglia di mangiare latticini, verdura, frutta, acqua pulita, tè e caffè deboli.

È possibile fare il bagno, nuotare con la vaginosi batterica?

Le procedure dell'acqua per questa condizione patologica non sono proibite.

Ha senso usare supposte vaginali con lattobacilli per evitare lo sviluppo di disbiosi vaginale?

In quanto tale, la prevenzione della bacvaginosi serve solo per evitare i fattori avversi che sono stati descritti sopra. Non dovresti usare supposte con lattobacilli come profilassi.

Quale metodo di contraccezione è preferibile in caso di vaginosi batterica??

Con la bacvaginosi, non è desiderabile usare contraccettivi come supposte, un anello ormonale, una spirale. Se non ci sono reazioni negative alla lubrificazione del preservativo, puoi usare questo metodo o consultare un medico sull'assunzione di contraccettivi orali.

Quando sottoporsi a ripetuti test per assicurarsi che il trattamento fosse efficace?

Un mese dopo la fine della terapia, viene effettuato un secondo esame, che consentirà di trarre conclusioni sul successo del trattamento. Se la composizione della microflora è di nuovo normale, la vaginosi batterica viene curata.

La vaginosi batterica è soggetta a diagnosi e trattamento tempestivo. Se la malattia continua a lungo senza il trattamento necessario, si sviluppa un processo infiammatorio cronico, in cui è coinvolta una varietà di flora patogena.

I medici della nostra clinica "Policlinico +1" hanno una vasta esperienza, conoscono metodi moderni di diagnosi e cura di varie malattie.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Revisione delle miscele NAS Optipro per neonati: composizione delle pappe, tipologie e tabella con le istruzioni

Parto

Le miscele "NAN" sono richieste tra le giovani madri, i cui bambini ricevono alimentazione artificiale o mista.

Dimensioni standard della culla dal neonato all'adolescenza

Nutrizione

Un lettino per bambini è il mobile più importante per la cameretta di una persona piccola, di cui bisogna prendersi cura anche prima della nascita.

Perché durante la gravidanza appare una striscia sulla pancia?

Nutrizione

La maggior parte delle donne pone la domanda: perché durante la gravidanza appare una linea scura sull'addome? Cosa significa e può essere evitato?