Principale / Infertilità

Aritmia durante la gravidanza

L'aritmia è una violazione del ritmo cardiaco, che si manifesta con cambiamenti nella frequenza e nella forza del cuore. L'aritmia è un segnale di alcuni malfunzionamenti nel lavoro del cuore. Durante la gravidanza, una tale patologia può causare gravi disturbi circolatori sia nella donna stessa che nel suo bambino..

Le ragioni

Una varietà di condizioni porta allo sviluppo di aritmie. Disturbi nel lavoro del cuore possono verificarsi sia con lesioni dei tessuti organici, sia senza di esse. In quest'ultimo caso, le modifiche potrebbero non essere così pronunciate e di solito procedono in modo abbastanza favorevole..

Possibili cause dello sviluppo di aritmia:

  • malattie cardiache (malattia coronarica, insufficienza cardiaca cronica, difetti cardiaci, miocardite, cardiomiopatia);
  • malattia ipertonica;
  • patologia congenita del sistema di conduzione cardiaca;
  • malattie della tiroide;
  • patologia delle ghiandole surrenali (incluso feocromocitoma);
  • diabete;
  • avvelenamento con alcol e altre tossine;
  • prendendo alcuni farmaci.

In alcuni casi, non è possibile scoprire la causa esatta dell'aritmia. Tali anomalie nel lavoro del cuore sono chiamate aritmie idiopatiche..

Fattori che provocano un'esacerbazione della patologia:

  • fatica;
  • stress da esercizio;
  • eccesso di cibo;
  • assunzione di alcol;
  • disturbi del tratto digerente (diarrea o costipazione).

La gravidanza stessa è un fattore di rischio per lo sviluppo di aritmie. In attesa del bambino, aumenta il carico sul cuore e sui vasi sanguigni, il che influisce inevitabilmente sul loro funzionamento. L'aritmia si sviluppa principalmente nelle donne con una predisposizione a questa patologia e che soffrono di varie malattie croniche.

L'aritmia è una condizione che non dovrebbe mai essere ignorata. Se il cuore batte troppo velocemente o troppo lentamente, non è in grado di funzionare completamente. Di conseguenza, gli organi interni non ricevono abbastanza ossigeno necessario per la vita, il che influisce naturalmente sul corso della gravidanza e sulle condizioni del feto. Quando compaiono i primi segni di aritmia, è imperativo consultare un medico.

Sintomi

Le manifestazioni dell'aritmia possono essere molto diverse:

  • aumento o diminuzione della frequenza cardiaca;
  • interruzioni nel lavoro del cuore;
  • dispnea;
  • vertigini;
  • debolezza;
  • affaticabilità veloce;
  • svenimento.

Nelle fasi iniziali della malattia si avverte solo un cambiamento della frequenza cardiaca. Se l'aritmia persiste a lungo, la persona si abitua gradualmente e smette di provare disagio. Se non trattata, nel tempo compaiono segni di insufficienza cardiaca (mancanza di respiro, vertigini, gonfiore alle gambe). Tali interruzioni nel lavoro del cuore sono spesso notate nella seconda metà della gravidanza a causa del maggiore carico sul "motore ardente".

Forme di aritmia

A seconda del tipo di disturbi cardiaci, si distinguono diversi tipi di aritmie..

Violazioni dell'automatismo

Normalmente, il ritmo cardiaco è avviato dal nodo del seno situato nella parete dell'atrio destro. Un impulso elettrico che attraversa gli atri fino ai ventricoli innesca il cuore. Con la patologia associata al lavoro del nodo del seno, si verificano le seguenti condizioni:

  • tachicardia sinusale (aumento della frequenza cardiaca superiore a 90 battiti / min con ritmo sinusale normale);
  • bradicardia sinusale (diminuzione della frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti / min);
  • aritmia sinusale (formazione di un ritmo cardiaco anormale);
  • disturbi eterotropi dell'automatismo (condizioni in cui la generazione delle contrazioni cardiache avviene al di fuori del nodo del seno).

Tali condizioni sono percepite come un aumento o una diminuzione della frequenza cardiaca (FC). Sono possibili debolezza, attacchi di vertigini, mancanza di respiro.

Violazioni di eccitabilità

Con lo sviluppo dell'extrasistole, ci sono interruzioni nel lavoro del muscolo cardiaco. Una donna avverte tremori e una specie di sbiadimento dietro lo sterno.

In caso di tachicardia parossistica, si verificano attacchi di battito cardiaco improvviso con una frequenza fino a 160 battiti / min. Le convulsioni possono essere interrotte da sole o con farmaci.

Disturbi della conduzione

In caso di disturbi della conduzione, l'impulso elettrico non può viaggiare lungo il percorso abituale dal nodo del seno agli atri e oltre ai ventricoli. Le manifestazioni di tali cambiamenti possono essere molto diverse e dipendono dalla localizzazione del processo patologico..

Il corso dell'aritmia durante la gravidanza

La gravidanza è uno stress fisiologico per il corpo di una donna. Durante questo periodo, non sono escluse interruzioni nel lavoro del cuore e varie violazioni della conduzione dell'impulso cardiaco. Un aumento del volume di sangue circolante, connessione della placenta al flusso sanguigno sistemico: tutto ciò porta ad un aumento del carico sul sistema cardiovascolare e influisce inevitabilmente sulla salute della futura mamma.

Le manifestazioni della patologia si verificano in qualsiasi fase della gravidanza. Molto spesso, i medici hanno a che fare con l'extrasistole. Per molte future mamme, questa condizione è asintomatica, viene rilevata solo durante l'esame e non ha praticamente alcun effetto sulle condizioni del feto. Alcune donne sperimentano interruzioni nel lavoro del cuore, sensazioni dolorose al petto, forte disagio. Questa condizione non aggiunge tranquillità alla futura mamma e di solito diventa un motivo per andare dal medico..

Durante la gravidanza, la probabilità di sviluppare tachicardia parossistica è alta. Questa può essere sia una patologia appena insorta, sia un aumento della frequenza degli attacchi con una malattia già esistente. Le tattiche di trattamento dipenderanno dalla gravità e dalla frequenza degli attacchi. Se un aumento della frequenza cardiaca è accompagnato da una marcata violazione delle condizioni della donna (caduta di pressione, mancanza di respiro, vertigini), è necessario chiamare un'ambulanza e prepararsi al ricovero in un ospedale specializzato.

La fibrillazione atriale è un'altra patologia comune che si verifica durante la gravidanza. Spesso questa malattia rivela vari difetti cardiaci, danni alla ghiandola tiroidea e altri organi interni. Nei casi più gravi, la fibrillazione atriale può causare lo sviluppo di insufficienza placentare e l'interruzione della gravidanza.

Durante la gravidanza, durante l'esame di routine, viene spesso rilevato un blocco atrioventricolare. In molti casi, questi blocchi sono congeniti e asintomatici. Con lo sviluppo di una grave bradicardia (riduzione della frequenza cardiaca), è indicata la correzione chirurgica della patologia: l'impianto di un pacemaker artificiale. Tali interventi vengono eseguiti principalmente a 26-30 settimane di gravidanza.

Complicazioni della gravidanza e conseguenze per il feto

L'aritmia è una condizione che provoca una cattiva circolazione. Il processo patologico colpisce tutti gli organi e i tessuti, compresa la placenta. Sullo sfondo dell'aritmia, si sviluppa un'insufficienza placentare, una condizione in cui la placenta non è in grado di funzionare completamente. Il feto non riceve abbastanza nutrienti e ossigeno. Questa condizione porta naturalmente al verificarsi di ipossia fetale e un ritardo nel suo sviluppo intrauterino..

Un corso grave di aritmia può portare all'interruzione della gravidanza in qualsiasi momento. Durante il parto, i disturbi del ritmo possono anche influire negativamente sul corso del processo. Alcune forme di aritmia sono un'indicazione per un taglio cesareo.

Diagnostica

Normalmente, la frequenza cardiaca è di 60-80 battiti al minuto. Con l'aritmia, c'è un cambiamento nella frequenza e nel ritmo delle contrazioni cardiache. Il medico può sospettare una patologia durante l'esame iniziale del paziente. La valutazione della frequenza cardiaca è inclusa nell'elenco degli esami obbligatori durante la gravidanza. Il monitoraggio della frequenza cardiaca dovrebbe essere effettuato ad ogni appuntamento.

Per chiarire la diagnosi, viene effettuato un ulteriore esame:

  • ECG;
  • ecocardiografia (ecografia del cuore);
  • monitoraggio ECG giornaliero;
  • analisi del sangue generale;
  • analisi del sangue biochimica con determinazione dei livelli lipidici;
  • determinazione degli ormoni tiroidei;
  • Ecografia tiroidea.

Tutti questi metodi consentono di scoprire la causa dell'aritmia e determinare la forma e la gravità della malattia..

Metodi di trattamento

L'aritmia viene trattata da un medico generico o da un cardiologo. In molti casi, gli specialisti riescono a fare a meno dell'uso di droghe. La correzione dello stile di vita e l'eliminazione dei fattori che provocano l'aritmia consentono di far fronte alla patologia ed evitare lo sviluppo di gravi complicazioni.

La dieta è di grande importanza per prevenire lo sviluppo di convulsioni:

  1. Limitare il sale a 5 g al giorno.
  2. Aumentare la proporzione di verdure fresche nella dieta.
  3. Focus su cibi ricchi di potassio: miele, frutta secca, ribes nero, banane, prezzemolo, cavolo cappuccio, patate.
  4. Mangiare cibi contenenti calcio e magnesio: latte, ricotta, legumi, grano saraceno, noci, avocado, semi di zucca e semi di girasole.
  5. Limitare lo zucchero e i grassi animali.
  6. Giorni di digiuno regolari (solo in accordo con il medico).

La terapia farmacologica viene selezionata tenendo conto della forma della malattia e della durata della gravidanza. Glicosidi cardiaci, simpaticomimetici e altri farmaci sono usati per trattare le aritmie. In alcuni casi, i farmaci vengono prescritti solo per alleviare un attacco di aritmia, in altri vengono utilizzati per un lungo corso durante la gravidanza. Il dosaggio esatto e la durata del ricovero sono determinati dal medico dopo un esame completo del paziente.

La correzione chirurgica viene eseguita per alcuni blocchi del sistema di conduzione cardiaca e altre aritmie gravi. Il periodo ottimale per il trattamento chirurgico è di 26-30 settimane. Per motivi di salute, l'operazione può essere eseguita in qualsiasi fase della gravidanza.

Come mantenere la salute di una futura mamma e bambino con aritmia durante la gravidanza?

L'aritmia è caratterizzata da un ritmo cardiaco anormale. In questa condizione, la frequenza cardiaca cambia. Durante l'attesa del bambino, l'aritmia può portare a seri problemi di circolazione sanguigna, quindi la futura mamma dovrebbe stare più attenta alla sua salute.

Effetti sulla gravidanza e sullo sviluppo fetale

Se una donna che aspetta un bambino ha un'aritmia sinusale, c'è il rischio di coaguli di sangue che possono ostruire le pareti dei vasi sanguigni. Di conseguenza, aumenta la probabilità di sviluppare un'arteria coronaria e una trombosi cerebrale. Inoltre, la circolazione sanguigna è significativamente compromessa, il che può influire negativamente sullo sviluppo del feto..

Questo tipo di malattia, come la fibrillazione atriale, influisce negativamente anche sul normale corso della gravidanza. In alcuni casi, la malattia diventa causa di insufficienza placentare o aborto spontaneo a causa della carenza di ossigeno.

In presenza di tachicardia parossistica, la funzione miocardica fetale può essere compromessa.

Tipi e sintomi

Con la fibrillazione atriale, si verificano i seguenti sintomi:

  • tremore;
  • fiato corto;
  • l'emergere della paura della morte.

Se una donna incinta ha la fibrillazione atriale, il dolore si verifica spesso nella regione del cuore. Uno dei segni della patologia è la comparsa di una sensazione di "coma" al petto.

L'aritmia parossistica è spesso accompagnata dai seguenti sintomi:

  • vertigini;
  • il verificarsi di dolore nella zona del torace;
  • debolezza;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • nausea.

Quando si verifica questa forma di aritmia, vengono utilizzati medicinali speciali, si tengono sessioni di ginnastica respiratoria.

I sintomi dell'aritmia sinusale si intensificano con la permanenza prolungata in una stanza soffocante, l'eccitazione e un'intensa attività fisica. Uno dei segni caratteristici della patologia è un forte battito cardiaco..

Si dovrebbero inoltre distinguere i seguenti tipi di aritmia:

  1. tachicardia sinusale. Con questa patologia, c'è un aumento della frequenza cardiaca di oltre 90 battiti al minuto. In questo caso, il ritmo sinusale rimane normale;
  2. bradicardia sinusale. Con questa forma di aritmia, la frequenza cardiaca diventa poco frequente (meno di 60 battiti al minuto).

Motivi di sviluppo

Esistono varie cause di aritmia. Questa patologia provoca spesso il verificarsi di ipossia nel feto. Le disfunzioni del cuore si verificano spesso con danni organici ai tessuti corrispondenti. In questo caso, l'ulteriore prognosi in assenza di un trattamento tempestivo potrebbe essere sfavorevole..

La probabilità di aritmia è aumentata dai seguenti fattori:

  • ischemia cardiaca;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • miocardite;
  • cardiopatia;
  • malattia ipertonica;
  • disfunzione della ghiandola tiroidea;
  • alto tasso di zucchero nel sangue;
  • avvelenamento con sostanze tossiche;
  • prendendo alcuni farmaci.

In alcuni casi, non è possibile identificare la causa esatta della malattia: alla futura mamma viene diagnosticata "aritmia idiopatica".

La condizione di una donna incinta peggiora sotto l'influenza di fattori come stress, disfunzione dell'apparato digerente.

Diagnosi cardiaca sicura

Se sospetti che una donna incinta abbia un'aritmia, vengono utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

  1. elettrocardiogramma: questa procedura diagnostica aiuta a identificare la frequenza cardiaca;
  2. cardiogramma endocardico: durante la procedura vengono utilizzati elettrodi speciali;
  3. Monitoraggio Holter, che aiuta a studiare la frequenza delle contrazioni cardiache durante il giorno.

Per stabilire una diagnosi accurata, vengono utilizzati anche metodi diagnostici come l'esame elettrofisiologico transesofageo, l'emocromo generale, l'esame ecografico della ghiandola tiroidea..

Trattamento della futura mamma

Le donne con aritmia dovrebbero seguire una dieta rigorosa basata sui seguenti principi:

  • limitare la quantità di sale nella dieta (fino a 5 grammi al giorno);
  • inclusione nella dieta di alimenti fortificati con potassio. Questi includono: ribes nero, patate, cavoli, miele, banane, frutta secca. Utile in presenza di aritmie e prodotti che contengono una grande quantità di magnesio (ricotta, legumi, latte, piatti di grano saraceno, avocado, semi di zucca, noci);
  • è necessario limitare il più possibile l'assunzione di zucchero;
  • se hai il permesso di un medico, dovresti trascorrere regolarmente giorni di digiuno.

Pertanto, una donna deve aderire ai principi di una corretta alimentazione..

Dalla dieta, cibi grassi e salati, sono consigliati cibi con un alto contenuto di grassi. Il menu giornaliero dovrebbe contenere una quantità sufficiente di verdure e frutta fresca..

Si consiglia a una donna di evitare di mangiare troppo. Mette a dura prova il cuore. Si consiglia alla futura mamma di smettere di bere bevande alcoliche, caffè forte. Saranno utili anche il sonno completo e le passeggiate all'aria aperta..

Per la fibrillazione atriale, è possibile eseguire l'ablazione con radiofrequenza. Questa operazione viene eseguita utilizzando la moderna tecnologia informatica..

L'ablazione con radiofrequenza è un trattamento relativamente nuovo per la malattia. Si sconsiglia di eseguirlo in presenza delle seguenti controindicazioni:

  1. grave patologia renale;
  2. endocardite, accompagnata da un processo infiammatorio nell'area della membrana cardiaca;
  3. la presenza di insufficienza cardiaca (nella fase di scompenso);
  4. malattia ipertonica;
  5. la comparsa di coaguli di sangue nella cavità cardiaca;
  6. ipopotassiemia;
  7. intolleranza individuale a una sostanza radiopaca.

Se una donna incinta ha la fibrillazione atriale, vengono utilizzati anche i seguenti farmaci:

  • Verapamil;
  • "Digossina";
  • Panangin;
  • farmaci dal gruppo di anticoagulanti. Tali medicinali prevengono la formazione di coaguli di sangue.

Con l'aritmia extrasistolica, possono essere utilizzati i seguenti farmaci:

  • Verapamil;
  • Panangin;
  • cloruro di potassio.

Con l'aritmia sinusale vengono utilizzate tinture fatte sulla base di motherwort o biancospino. Quando compaiono segni di insufficienza cardiaca, possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  • Izolanid;
  • Panangin;
  • "Propranololo";
  • "Digossina".

Tra un attacco e l'altro, i beta-bloccanti possono essere utilizzati per normalizzare la frequenza cardiaca.

In alcuni casi, vengono utilizzati metodi alternativi nel trattamento complesso dell'aritmia. Mezzi efficaci realizzati sulla base del viola tricolore. La composizione della pianta medicinale contiene:

  • acido salicilico;
  • tannini;
  • vitamina C;
  • phytoncides;
  • glicosidi.

Il viola tricolore ha proprietà antinfiammatorie e antisettiche pronunciate. I mezzi fatti sulla base di una pianta medicinale aiutano a normalizzare la frequenza cardiaca. Il tricolore viola aiuta con la tensione nervosa, i disturbi del sonno. I mezzi che contengono questa pianta aiutano a normalizzare il metabolismo. Il tricolore viola aiuta ad aumentare la forza dei vasi sanguigni.

I prodotti Adonis possono migliorare la circolazione sanguigna. La pianta aiuta a normalizzare la conduzione cardiaca.

Video utile

Maggiori informazioni sulle aritmie durante la gravidanza possono essere trovate nella conferenza di un cardiologo.

Inoltre, sarà utile scoprire cosa carica il cuore durante la gravidanza..

Conclusione

Una corretta alimentazione e l'adesione ad altre misure preventive possono ridurre il rischio di sviluppare la malattia. Il dosaggio dei medicinali è impostato su base individuale: tenendo conto della forma di aritmia e della presenza di complicanze concomitanti.

Aritmia durante la gravidanza: sintomi e trattamento

Durante la gravidanza, si osservano cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna. Tutti i sistemi iniziano a svolgere intensamente le loro funzioni volte a preservare il feto. A un certo punto, tale lavoro viene interrotto. Questo accade spesso con il sistema cardiovascolare. Se una donna ha un'aritmia durante la gravidanza, dovrebbe essere monitorata. Insieme all'ostetrico-ginecologo, viene redatto un piano per la gestione della paziente e il suo parto.

Cause di aritmia durante la gravidanza

Varie condizioni portano a una violazione del ritmo dell'attività cardiaca. Alcuni di loro sono di origine organica. L'aritmia nelle donne in gravidanza, non associata a malattie, è benigna. Il trattamento è molto spesso sintomatico. Il ritmo cardiaco anormale ha i seguenti motivi:

  • vizi;
  • malattia ischemica;
  • cardiomiopatia;
  • miocardite;
  • insufficienza cardiaca;
  • ipertensione arteriosa;
  • patologia della tiroide;
  • disfunzione del sistema nervoso (distonia vegetativa-vascolare);
  • diabete;
  • malattie delle ghiandole surrenali;
  • metabolismo alterato;
  • patologia del sistema respiratorio;
  • mancanza di sali di potassio, magnesio e sodio;
  • prendendo determinati gruppi di droghe;
  • predisposizione ereditaria;
  • intossicazione da alcol e altre tossine.

L'attività fisica emotiva ed eccessiva è attribuita ai fattori predisponenti di questa condizione. Se il regime non viene seguito, nelle donne in gravidanza può comparire aritmia. In condizioni di lieve gravità, molti di loro si sentono bene. Le deviazioni vengono rilevate per la prima volta durante un esame di routine, a un appuntamento con un ginecologo.

Vizi

Le malattie cardiache vengono spesso rilevate per la prima volta nelle donne in gravidanza durante un esame di routine. La patologia è accompagnata da cambiamenti anatomici nella struttura dell'organo. Con un'origine congenita della malattia, si osservano più spesso disturbi nei setti che collegano atri e ventricoli. Ci sono difetti vascolari in cui il lume si restringe e il flusso sanguigno è disturbato.

L'aritmia durante la gravidanza è spesso innescata da una patologia congenita: questa è la tetrade di Fallot. Combina stenosi dell'arteria polmonare, posizione anormale dell'aorta, un difetto nel setto tra i ventricoli e ipertrofia (aumento delle dimensioni dei cardiomiociti) del miocardio nella cavità sinistra.


Un difetto acquisito durante la vita è più spesso associato a danni all'apparato o ai vasi della valvola. Una ragazza può ammalarsi dopo aver sofferto di reumatismi. Per le donne incinte più anziane, la causa principale dell'aritmia è la lesione aterosclerotica..

La maggior parte delle donne, anche prima di concepire un feto, conosce già la propria malattia. La diagnosi viene fatta nell'infanzia se la patologia è di origine congenita. Fin dalla tenera età, la ragazza è sotto la supervisione del dispensario. Quando pianifica una gravidanza, si sottopone a una serie di studi. Ciò consente di scegliere individualmente le tattiche di gestione per ogni paziente..

Ipertensione arteriosa

Quasi l'8% delle donne presenta aritmie cardiache durante la gravidanza, in combinazione con ipertensione arteriosa. La diagnosi può essere la principale causa di accidente cerebrovascolare, morte fetale o distacco di retina. La malattia è pericolosa sia per la madre che per il bambino. Nelle prime fasi, i processi fisiologici nella placenta vengono interrotti. La carenza di ossigeno, sostanze nutritive e l'accumulo di tossine porta all'ipossia e al ritardo dello sviluppo fetale.

Sintomi e segnali di pericolo

Una donna incinta in questo periodo è più suscettibile alle influenze negative. Il cuore e altri organi lavorano sotto grande stress. Il ritmo sinusale persiste a lungo e l'organo svolge le sue funzioni in modo indipendente. Dopo un certo periodo compaiono i primi cambiamenti di diversa gravità.

In assenza di aiuto, le donne sperimentano i seguenti sintomi:

  • palpitazioni cardiache avvertite a riposo;
  • vertigini;
  • impulso accelerato;
  • dispnea.

Normalmente, i battiti del cuore non si fanno sentire. Le interruzioni compaiono sotto l'influenza di vari fattori. I pazienti li descrivono come una sensazione di congelamento. Dopo una breve pausa, il primo colpo può essere forte. Le future mamme più attente tra loro notano contrazioni straordinarie.

Questo ritmo è chiamato extrasistolico e questa è la norma. Una condizione è considerata patologica quando il benessere di una donna è disturbato. La mancanza di aiuto può portare a conseguenze pericolose per lo sviluppo del feto.

L'effetto dell'aritmia sul feto

Il disturbo nel lavoro del miocardio di lieve gravità non rappresenta un pericolo per il bambino. Le condizioni del bambino e della futura mamma vengono monitorate. Con la progressione di una donna, è necessario essere curati in un ospedale.

L'aritmia durante la gravidanza porta a una ridotta circolazione sanguigna nel feto. Nel processo di fornitura di nutrienti, ossigeno e rimozione di composti tossici, si verificano guasti. Ciò rappresenta una minaccia per lo sviluppo del bambino e della sua vita..

All'inizio o alla fine della gravidanza, questa condizione è pericolosa. Il ritmo cardiaco anormale in assenza di trattamento porta ai seguenti risultati:

  1. Rischio di aborto spontaneo.
  2. Ipossia fetale.
  3. Tossicosi tardiva.
  4. Lavoro complicato (sanguinamento, ridotta contrattilità uterina).

La terapia precoce consente di evitare tempestivamente complicazioni e identificare i rischi per lo sviluppo del bambino.

Diagnostica dell'aritmia

Alcune donne anche prima della gravidanza conoscono la presenza di malfunzionamenti nel loro cuore. Insieme al cardiologo viene redatto un piano individuale di gestione del paziente e uno specifico elenco di procedure diagnostiche.

Le difficoltà compaiono con quelle donne che raramente vedono un medico durante l'intero periodo di gravidanza o non aderiscono agli appuntamenti. È importante sottoporsi tempestivamente alle ricerche necessarie. La diagnosi di "aritmia" viene stabilita dopo aver ricevuto i risultati delle seguenti procedure:

  1. Ispezione e interrogatorio. Vengono valutati i reclami, le loro dinamiche, le condizioni della donna durante un esame obiettivo.
  2. Informazioni ottenute dalla storia della vita. È importante tracciare la predisposizione ereditaria, le malattie passate, il livello di lavoro e di riposo.
  3. Indicatori di analisi biochimica. Una donna dovrebbe fare ricerche a stomaco vuoto. Per ottenere un risultato dettagliato, vengono donati sangue e urina.
  4. ECG (elettrocardiografia).
  5. Monitoraggio ECG giornaliero. Se necessario, viene installato un dispositivo portatile per una donna. Durante il giorno e la notte, registra i dati, che vengono poi valutati dal medico.
  6. EchoCG (ecocardiografia). Rende più facile per il cardiologo trovare la causa dell'aritmia. Lo studio fornisce un quadro completo dello stato del miocardio, del flusso sanguigno. Violazioni gravi o minori possono essere rilevate quando sorgono difficoltà nella diagnosi.
  7. MRI (risonanza magnetica per immagini). Questo metodo diagnostico viene utilizzato quando è impossibile eseguire quanto sopra. L'ultima opzione è considerata la più moderna e facile da usare..

Dopo lo studio, il medico prescrive il trattamento. Quando possibile, viene utilizzata una terapia non farmacologica. La presenza di fibrillazione atriale o fibrillazione atriale è un'indicazione per un approccio integrato per l'intero periodo della gravidanza. Se necessario, continua dopo il parto..

Trattamento

Non puoi auto-medicare quando a una donna viene diagnosticata un'aritmia nelle donne in gravidanza. Cosa fare dopo: il medico deciderà. Le tattiche di gestione presentano alcune differenze rispetto ai pazienti al di fuori del periodo di gestazione. La terapia dietetica è prescritta per qualsiasi gravità. La futura mamma deve attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. Mangia frutta e verdura fresca ogni giorno.
  2. Limita i cibi ricchi di zuccheri e grassi. Escludere completamente i piatti speziati e affumicati dalla dieta.
  3. Osserva la modalità di lavoro e riposo. L'attività fisica dovrebbe essere dosata.
  4. Prendi le vitamine solo dopo il permesso di un medico.

Le procedure fisioterapiche, l'agopuntura danno un effetto positivo. Se necessario, vengono prescritti farmaci (antiaritmici e sedativi a base di erbe). Prima dell'ottava settimana di gravidanza, il rischio di sviluppare complicanze è maggiore rispetto ai periodi successivi. È importante considerare le cause dell'aritmia..

Ogni paziente deve fare l'intera gamma di ricerche. La maggior parte di loro ha anemia e sullo sfondo c'è un alto rischio di aritmie cardiache. La prescrizione della terapia ha un effetto benefico sul miocardio..

Nei casi più gravi è necessaria la correzione chirurgica (ablazione). Il periodo ottimale per la terapia è di 25-30 settimane di gravidanza. Per motivi di salute, il paziente può essere inviato in sala operatoria in qualsiasi momento.

Previsione

Con un appello precoce di una donna a un medico e l'esecuzione dell'intero complesso di studi, è possibile stabilizzare la condizione. Il fallimento della terapia è considerato un'indicazione per il trattamento chirurgico. Questo metodo di correzione consente di preservare la salute del paziente ed evitare un impatto negativo sul feto in via di sviluppo..

L'aritmia durante la gravidanza richiede un'attenzione particolare. La ragazza deve essere costantemente sotto controllo. Il trattamento inizia con un approccio non farmacologico. Secondo le indicazioni, vengono prescritti farmaci. Innanzitutto, vengono introdotti i dosaggi minimi consentiti per evitare il rischio di complicanze..

Manifestazioni di aritmia nelle donne in gravidanza

L'aritmia durante la gravidanza, insorta per la prima volta in una donna che prima non aveva problemi di salute, indica una disfunzione dell'apparato neuromuscolare. Ciò si verifica sotto l'influenza di cambiamenti ormonali nel corpo o può essere causato da altri motivi. In ogni caso, è necessario essere esaminati per scoprire la forma dell'aritmia e le sue cause.

In presenza di questo problema, una donna dovrebbe essere costantemente monitorata da un medico prima della gravidanza. Elabora un piano per il suo esame e seleziona il tipo ottimale di consegna. La futura mamma dovrebbe essere in ospedale per molto tempo.

  1. Cos'è l'aritmia
  2. Perché sorge
  3. Tipi, sintomi e trattamento
  4. Extrasistole
  5. Aritmia sinusale
  6. Fibrillazione atriale
  7. Tachicardia parossistica
  8. Sindrome di Wolff-Parkinson-White
  9. Blocchi nelle donne in gravidanza
  10. Violazione del ritmo in un bambino

Cos'è l'aritmia

Il cuore si contrae sotto l'influenza di impulsi elettrici più di centomila volte al giorno. Questi impulsi sono generati e condotti da cellule speciali. Grazie a questo processo, il cuore si contrae ritmicamente e sostiene il lavoro del corpo..

L'aritmia è chiamata violazione della conduzione e del ritmo dell'organo. Questo cambia la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache. Possono verificarsi contrazioni premature e straordinarie o la sequenza di contrazioni dei ventricoli e degli atri cambia.

L'aritmia può verificarsi per una serie di motivi, ma indica sempre un malfunzionamento nel cuore. Pertanto, non può essere ignorato. Soprattutto se il problema è sorto durante il periodo di gravidanza.

Perché sorge

L'aritmia durante la gravidanza non sempre indica patologia.

Le donne sono più a rischio di sviluppare disturbi:

  • con difetti cardiaci;
  • hanno subito interventi chirurgici sull'organo;
  • con patologie congenite del sistema di conduzione, in cui aumenta il tono della sezione simpatica e il sistema nervoso autonomo è sovraccarico.

Nella maggior parte dei casi, se non ci sono problemi di salute, si verificano insuccessi del ritmo cardiaco dovuti a:

  • disturbi del tratto gastrointestinale;
  • malfunzionamenti dei sistemi nervoso ed endocrino;
  • patologie delle prime vie respiratorie;
  • disturbi metabolici nel corpo;
  • stress fisico ed emotivo eccessivo;
  • mangiare molti cibi fritti, grassi e ipercalorici;
  • abuso di liquidi. Si accumula nel corpo e sovraccarica il lavoro del cuore;
  • bere e fumare durante il trasporto di un feto;
  • anemia;
  • una forma grave di tossicosi che preoccupa durante la gravidanza.

Tipi, sintomi e trattamento

L'aritmia ha diversi tipi. La loro differenza è nella frequenza dei colpi, nella posizione nell'organo del focus patologico. Nei casi più gravi, i disturbi del ritmo rappresentano un serio pericolo per la vita di una donna e di un bambino. Man mano che il feto si sviluppa, il rischio di complicanze aumenta, quindi è necessario un trattamento.

Extrasistole

L'aritmia nelle donne in gravidanza può manifestarsi sotto forma di extrasistole.

In uno stato normale, tutti gli impulsi che provocano le contrazioni del cuore vengono generati nel nodo del seno. Ciò garantisce il lavoro ben coordinato dei ventricoli e degli atri..

Ma sotto l'influenza di processi patologici, gli extrasistoli si formano in alcune parti dell'organo in connessione con un aumento dell'attività elettrica delle cellule. Distinguere tra impulsi singoli e di gruppo.

Alle prime manifestazioni, è necessario sottoporsi a un esame. L'extrasistole non è accompagnata da manifestazioni vivide, ma la maggior parte dei pazienti nota la presenza di:

  • interruzioni nel lavoro del cuore;
  • sensazioni di dissolvenza d'organo;
  • sensazioni dolorose al petto;
  • vertigini.

In caso di aritmia causata da cattive abitudini, per stabilizzare il lavoro del cuore, è necessario redigere il regime corretto, mangiare cibi sani, camminare nell'aria tutti i giorni, evitare ansie e abbandonare completamente le dipendenze.

Con extrasistoli, che sono stati diagnosticati durante l'elettrocardiografia, viene prescritto un esame aggiuntivo per escludere la presenza di difetti congeniti o acquisiti, cardiopatia reumatica, cardiomiopatia, lesioni miocardiche ischemiche.

Il trattamento verrà eseguito a seconda della malattia. L'uso di farmaci antiaritmici è consentito solo se esiste la possibilità di disturbi del ritmo normale e sviluppo di fibrillazione.

Tale trattamento può essere prescritto secondo le indicazioni ECG, durante lo studio viene determinata la frazione di eiezione del sangue nell'aorta. Se gli indicatori non sono superiori al 40%, sono necessari i bloccanti adrenergici.

Aritmia sinusale

In questo caso, gli intervalli tra le contrazioni miocardiche non sono gli stessi e si alternano in modo errato. Ciò porta a periodici rallentamenti e accelerazioni del cuore. Lo sviluppo di aritmia sinusale nelle donne in gravidanza può essere associato a:

  • ristrutturazione dei sistemi di base;
  • patologie gravi di origine infettiva;
  • disfunzioni del sistema nervoso autonomo;
  • un forte aumento del peso corporeo, che porta ad un aumento del carico sul cuore.

Una donna incinta in questo stato può sentire:

  1. La sensazione di un battito cardiaco e il suo affondamento.
  2. Fiato corto.
  3. Oscuramento negli occhi.
  4. Svenimento improvviso.

Le forme gravi richiedono un trattamento serio. Tale aritmia durante l'inizio della gravidanza non viene trattata con farmaci antiaritmici. Una donna deve seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Per migliorare la salute, è necessario normalizzare il peso corporeo, assumere complessi vitaminici, condurre uno stile di vita moderatamente attivo.

È importante fare esercizi ogni giorno, camminare all'aria aperta. Lo yoga è utile.

Fibrillazione atriale

Questa è una grave violazione del ritmo cardiaco, in cui non tutti gli impulsi arrivano dagli atri ai ventricoli. Questo è accompagnato da un cambiamento di frequenza e ritmo. Il problema può manifestarsi sotto forma di flutter, in cui la frequenza cardiaca può superare i 300 battiti, sfarfallio. In questo caso, il cuore batte in modo caotico e più spesso rispetto a quando svolazza..

Una donna incinta può sperimentare convulsioni periodiche o soffrire di aritmie tutto il tempo. Una donna avverte vertigini, tremori corporei, ansia e paura e può svenire. Sono noti anche casi di decorso asintomatico.

Questa patologia deve essere trattata con estrema urgenza, poiché può causare la formazione di coaguli di sangue che causano embolia polmonare, trombosi dei vasi del cervello e delle arterie coronarie. Per stabilizzare il ritmo, vengono prese le seguenti misure:

  1. La novocainamide viene somministrata per via parenterale con il metodo delle stringhe.
  2. Eseguire l'ablazione con radiofrequenza per proteggere l'embrione.
  3. Terapia degli impulsi elettrici.

L'opzione di trattamento è selezionata individualmente.

Tachicardia parossistica

L'aritmia durante la gravidanza avanzata si presenta sotto forma di tachicardia parossistica. Può svilupparsi indipendentemente dalle malattie cardiache. Gli attacchi possono manifestarsi più volte durante il giorno. Durano da pochi secondi a tre giorni..

In caso di decorso prolungato di tachicardia parossistica, il tono dell'utero aumenta ed è possibile un aborto spontaneo.

Durante un attacco, l'impulso accelera improvvisamente fino a 150 battiti, vertigini, fastidio al petto, debolezza.

Se ci sono patologie miocardiche, la nausea con vomito si unisce ai sintomi principali.

Per eliminare un attacco, se non ci sono patologie del sistema cardiovascolare, vengono utilizzati sedativi sotto forma di tintura di valeriana. Se questo farmaco non aiuta, ricorrono al propranololo.

Con le patologie del cuore, per normalizzare le contrazioni, vengono utilizzati i glicosidi cardiaci. Se c'è una diminuzione della pressione sanguigna, la novocainamide viene iniettata per via intramuscolare.

Sindrome di Wolff-Parkinson-White

La patologia si sviluppa nelle donne in gravidanza con una storia di malattie cardiache. In questo caso, si osservano manifestazioni di tachicardia parossistica e altre aritmie. Quando la malattia è combinata con il flutter atriale, aumenta la probabilità di fibrillazione ventricolare e morte.

La sindrome non è accompagnata da sintomi specifici, quindi può essere rilevata su un elettrocardiogramma.

Il problema non rappresenta un pericolo per la vita nella maggior parte dei casi, ma è importante monitorare le proprie condizioni ed essere monitorati da un medico, poiché in caso di insufficienza ormonale la situazione può peggiorare drasticamente.

La terapia è prescritta in presenza di aritmia. In caso di tachicardia sopraventricolare, viene somministrata novocainamide. Nei casi più gravi viene utilizzata la terapia elettro-pulsata..

Se il trattamento non funziona, è necessario l'impianto di un pacemaker artificiale..

Blocchi nelle donne in gravidanza

Il passaggio degli impulsi avviene lungo le fibre nervose. Ma con alcune infiammazioni, accompagnate da necrosi dei tessuti, la regolazione ben coordinata è compromessa, il che porta allo sviluppo di blocchi.

Il pericolo è rappresentato da patologie di secondo e terzo grado di gravità. Sono accompagnati da vertigini e perdita di coscienza..

Per ripristinare un ritmo normale, è necessario un pacemaker. Può aiutare a migliorare la prognosi per la vita della madre e del feto..

Una donna non sarà in grado di dare alla luce un bambino in modo naturale, poiché il cuore non resisterà al carico. Pertanto, viene eseguito un taglio cesareo.

Le aritmie vengono trattate in ambiente ospedaliero, poiché la risposta del corpo non può essere prevista.

Violazione del ritmo in un bambino

L'aritmia nel feto è causata da una malattia o da un disturbo metabolico.

Il problema può essere benigno e maligno, in cui si sviluppa l'insufficienza cardiaca.

Potrebbe esserci un rallentamento delle contrazioni a causa di anemia, bassa pressione sanguigna nella madre, compressione del cordone ombelicale, cioè insufficiente apporto di ossigeno.

Per evitare questo problema, devi:

  1. Rifiuta di dormire sdraiato sulla schiena. Questo allevierà la compressione della vena cava..
  2. Segui una dieta fortificata speciale.
  3. Fai esercizi leggeri all'aperto e cammina ogni giorno.
  4. Assicurati di consultare un dottore.

Infezioni intrauterine, anomalie cromosomiche, anemia, ipossia possono causare aritmie nel feto. Una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato elimineranno il problema entro il primo anno di vita.

La patologia in un bambino può essere determinata utilizzando:

  • esame ecografico;
  • auscultazione;
  • cardiotocografia;
  • ecocardiografia.

Puoi ascoltare il lavoro del cuore usando gli ultrasuoni già dall'ottava settimana di gravidanza. Per rilevare patologie nella struttura del cuore, viene utilizzata una proiezione a quattro camere. La donna deve anche sottoporsi a ecocardiografia per esaminare il flusso sanguigno nelle parti dell'organo del bambino..

Alla ventesima settimana, puoi anche ascoltare come batte il cuore attraverso un tubo di plastica. Aiuta anche a rivelare quanto bene è posizionato il feto..

La cardiotocografia consente di valutare lo stato dei vasi dell'utero e del bambino e identificare le deviazioni nello sviluppo.

Tali problemi in un bambino non sempre indicano patologie gravi. Spesso la condizione si normalizzerà da sola. Ma una donna deve essere sotto la supervisione dei medici..

Aritmia durante la gravidanza: cause, tipi, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento

Le aritmie durante la gravidanza possono essere pericolose. È necessario consultare un medico se compaiono sintomi di disturbi del ritmo

Le ragioni

Le violazioni del ritmo delle contrazioni miocardiche durante la gravidanza sono provocate non solo da patologie cardiache. Il loro verificarsi può essere facilitato da:

  • tireotossicosi e altre patologie della ghiandola tiroidea;
  • malattie del sistema nervoso, respiratorio, digestivo;
  • Anemia da carenza di ferro;
  • situazioni stressanti frequenti;
  • disordini metabolici;
  • attività fisica intensa;
  • predisposizione genetica;
  • dipendenze: alcoliche, narcotiche, nicotiniche;
  • pasti organizzati in modo improprio.

Secondo le osservazioni degli specialisti, in quasi il 50% dei pazienti, le aritmie durante la gravidanza sono causate da anomalie funzionali e il loro aspetto non è in alcun modo associato alla presenza di una patologia organica del cuore. Spesso, in circa il 21,2% dei pazienti, l'aritmia si verifica ripetutamente ed è già una conseguenza delle patologie esistenti dei vasi e del cuore. Nel 3,7% delle donne è grave..

Lo sviluppo di aritmie durante la gravidanza dovrebbe sempre essere il motivo per chiedere consiglio a uno specialista. In alcuni casi, è causato da ragioni non fisiologiche e può rappresentare un pericolo per la salute della futura mamma e del bambino. La rilevanza delle raccomandazioni del medico in questi casi difficilmente può essere sopravvalutata, perché l'aritmia del polso può essere pericolosa sia nelle prime fasi che negli ultimi mesi di gestazione.

Varietà e manifestazioni di aritmie durante la gravidanza

Durante la gestazione, una donna può avere i seguenti tipi di aritmie:

  • aritmia sinusale - si verifica a causa di una violazione della conduzione del nodo del seno ed è accompagnata da grave tachicardia;
  • extrasistole - caratterizzata da contrazioni straordinarie dell'intero cuore o delle sue singole parti;
  • fibrillazione atriale - accompagnata da sfarfallio, cioè una contrazione estremamente frequente degli atri;
  • aritmia parossistica - accompagnata dalla sostituzione del ritmo sinusale e dall'insorgenza di convulsioni, caratterizzata da un aumento della frequenza cardiaca fino a 140-220 battiti al minuto;
  • aritmie nella sindrome di Wolff-Parkinson-White - sono causate dalla sovraeccitazione dei ventricoli e procedono sotto forma di extrasistoli atriali e ventricolari, flutter atriale o fibrillazione atriale, tachicardia sopraventricolare.

È possibile riconoscere la forma dell'aritmia solo dopo una diagnosi completa.

Sintomi comuni

I sintomi delle aritmie non sono sempre specifici e per eliminarli è necessario scoprire la causa che ha causato l'attacco

La donna stessa non sarà in grado di determinare il tipo di aritmia che si è sviluppata. La diagnostica deve essere eseguita con la partecipazione di un cardiologo e solo dopo una serie di studi.

L'aritmia durante la gravidanza può essere accompagnata dai seguenti sintomi aspecifici e di vario grado:

  • polso rapido e aritmico;
  • interruzioni nel lavoro del cuore;
  • colpi a scatti nello sterno;
  • disagio al petto;
  • dolore doloroso, pressante o costrittivo nella regione del cuore;
  • sensazione di fiato corto;
  • grave debolezza;
  • vertigini;
  • nausea e vomito;
  • dispnea.

La gravità e la variabilità dei sintomi dipendono dal grado di compromissione e dalla forma dell'aritmia. Oltre alle suddette combinazioni di sintomi, una donna può anche avere manifestazioni della malattia che sono diventate la causa principale dei disturbi del ritmo cardiaco.

Aritmia precoce

Durante questo periodo di gestazione, di solito si verifica l'aritmia sinusale, che si sviluppa a seguito di cambiamenti colossali nel corpo della futura mamma. Più spesso va via da solo; per eliminarlo è sufficiente liberarsi della causa che lo causa (ad esempio ventilare una stanza soffocante o ridurre l'attività fisica). Inoltre, dovrebbero essere seguite le raccomandazioni del medico per la prevenzione delle aritmie sinusali: sono semplici e solitamente efficaci..

In alcune donne all'inizio della gravidanza si verifica fibrillazione atriale, pericolosa e pericolosa per la vita della madre e del feto, che deve essere eliminata. Nel primo trimestre di gravidanza, i farmaci devono essere prescritti solo da uno specialista esperto che tenga conto di tutti i rischi derivanti dall'assunzione di determinati farmaci. In questa fase, la placenta non si è ancora formata e il corpo del nascituro è minacciato di esposizione a farmaci che entrano nel sangue della donna.

Quando compare qualsiasi sintomo di aritmia di una donna incinta, è necessario eseguire un ECG per determinare l'una o l'altra variazione della frequenza cardiaca.

Aritmia in una data successiva

Già dal secondo trimestre possono comparire episodi di parossismi e dopo il terzo - extrasistoli. Nella tarda gestazione, si osservano altri tipi di cambiamenti nella frequenza cardiaca, poiché una donna spesso soffre di aumento dell'appetito, mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro o edema.

A questo punto, la placenta esiste già e quando prescrive farmaci antiaritmici, il medico ha più scelta, sebbene tenga ancora conto della possibilità di un effetto negativo dei componenti del farmaco sul corpo del nascituro. Ad esempio, i farmaci con atropina o belladonna non vengono mai somministrati a donne in gravidanza..

Durante l'ecocardiografia, vengono rilevate aritmia sinusale, extrasistoli e altre forme di disturbi del ritmo

Diagnostica

In caso di reclami di aritmie del polso o anomalie nei risultati di un ECG condotto a scopo di prevenzione, a una donna possono essere assegnati i seguenti tipi di studi:

  • chimica del sangue;
  • analisi generale delle urine;
  • ECG;
  • Holter ECG;
  • Ecocardiografia (ecocardiografia);
  • Risonanza magnetica del cuore.

L'ambito dell'esame viene assegnato a seconda del caso clinico..

Le conseguenze delle aritmie possono essere non solo pericolose, ma a volte imprevedibili. La loro diagnosi completa è sempre un must.

Trattamento

La fibrillazione atriale e altre forme di aritmia sono sempre pericolose durante la gravidanza, pertanto è necessario un monitoraggio medico costante del polso.

La tattica per eliminare le aritmie dipende dal tipo, dalla gravità e dal momento in cui si è sviluppata l'aritmia (nei primi o negli ultimi periodi). Gli stessi parametri determinano il fattore di rischio che insorge durante il parto..

Se una donna ha un'aritmia sinusale che non disturba la sua salute generale, non le vengono prescritti farmaci, ma viene eseguita la prevenzione di questa condizione. In altri casi, si consiglia un trattamento sedativo per stabilizzare il polso..

Con attacchi singoli e rari di extrasistoli, il trattamento non è prescritto. Tuttavia, extrasistoli frequenti o di gruppo nelle donne in gravidanza devono essere trattati con preparati di potassio che stabilizzano il ritmo, sedativi e altri mezzi per normalizzare il cuore..

Gli attacchi di tachicardia parossistica durante la gestazione possono essere eliminati utilizzando una serie di semplici tecniche:

  • vigoroso massaggio delle arterie carotidi per 10 secondi;
  • gonfiare un palloncino;
  • pressione con il dorso delle dita sugli occhi chiusi per 5 secondi. Questo metodo deve essere usato con cautela, poiché con una pressione eccessiva c'è il rischio di danni alla retina.

Se necessario, la terapia dei parossismi è integrata dall'uso di sedativi o tranquillanti. Se l'effetto desiderato non viene raggiunto, è rilevante l'uso di farmaci antiaritmici. Il trattamento di pazienti con patologie cardiache può essere effettuato utilizzando glicosidi cardiaci e agenti sintomatici.

Le manifestazioni di fibrillazione atriale che si verificano in qualsiasi momento sono sempre un fattore di rischio significativo. Durante la gravidanza, non può essere completamente eliminato con i farmaci e l'obiettivo della terapia è massimizzare il sollievo del cuore, riducendo al minimo i sintomi. A una donna viene prescritto di assumere glicosidi cardiaci con una diminuzione graduale della dose, preparati di potassio, agenti antipiastrinici e anticoagulanti e altri farmaci che stabilizzano il cuore..

Nel caso della sindrome di Wolff-Parkinson-White vengono prescritti farmaci antiaritmici e se è necessario ripristinare il ruolo principale del nodo del seno, viene stimolato con una scarica elettrica. Se necessario e per evitare le conseguenze, vengono prescritti terapia elettroimpulso o farmaci per stimolare l'attività del cuore per eliminare la tachicardia sopraventricolare.

La prevenzione dell'aritmia è sempre rilevante

Per prevenire le aritmie durante la gravidanza, si raccomanda:

  • mangiare correttamente;
  • ventilare la stanza il più spesso possibile;
  • camminare fuori;
  • fornire un'attività fisica adeguata;
  • fare educazione fisica;
  • evitare lo stress;
  • eliminare le cattive abitudini;
  • visitare un cardiologo in presenza di malattie che provocano aritmie.

Ridurre al minimo i fattori di rischio per lo sviluppo di aritmie aiuta le future mamme ad evitare possibili complicazioni di questo disturbo. La prevenzione delle aritmie è particolarmente rilevante tra quelle donne che hanno già una storia di malattie che contribuiscono a disturbi del ritmo del polso..

L'aritmia durante la gravidanza può manifestarsi in diverse forme e la gravità del suo decorso è determinata dalle cause profonde dei disturbi del ritmo. Può verificarsi sia presto che tardi. In caso di variazioni fisiologiche del ritmo del polso, di solito non è necessario il trattamento e non è prescritto. La terapia conservativa viene eseguita solo con un complicato decorso di aritmie. Tutti i farmaci per eliminare l'aritmia e i suoi sintomi associati dovrebbero essere prescritti solo da un cardiologo e tenendo conto della durata della gravidanza. Sono prescritti con estrema cautela nelle prime fasi della gestazione..

Aritmia durante la gravidanza

La gravidanza, anche se lieve, è un grave stress per il corpo della futura mamma. Carico costante, ormoni impetuosi, la necessità di "lavorare per due": tutto questo in un modo o nell'altro influisce sullo stato degli organi. Non sorprende che in 9 mesi compaiano tali sintomi e malattie a cui la futura mamma non aveva mai pensato prima. Naturalmente, lo stress maggiore ricade sul sistema riproduttivo e ormonale, ma a volte il sistema cardiovascolare non ne risente meno. Una delle patologie comuni è l'aritmia, una violazione del ritmo cardiaco, che può manifestarsi sia prima della gravidanza che dopo il suo esordio. Quali sono le caratteristiche della malattia, in che modo minaccia la madre e il bambino e, soprattutto, cosa fare per far fronte a sintomi pericolosi? Cerchiamo di capire il punto dolente di molte donne incinte!

Qual è la patologia del ritmo cardiaco?

L'aritmia può essere sia una malattia indipendente che un sintomo di altri problemi più gravi nel lavoro del sistema cardiovascolare. La malattia è ripetuti attacchi di ritmo cardiaco irregolare senza motivo apparente. Ciò significa che periodicamente il cuore può battere più velocemente o, al contrario, rallentare il suo lavoro e cambiamenti nel polso si verificano spontaneamente. Di conseguenza, tutti gli organi interni di una donna ricevono meno molecole di ossigeno, che normalmente dovrebbero essere trasportate dal sistema circolatorio in tutto il corpo. L'aritmia regolarmente ricorrente provoca la carenza di ossigeno nel feto, che a sua volta influisce negativamente sullo sviluppo generale e sulla formazione tempestiva delle briciole.

Molto spesso, durante la gravidanza, l'aritmia appare nelle donne che sono inclini a una patologia simile prima del concepimento, ma anche quei pazienti che non si sono mai lamentati di problemi cardiaci non sono immuni dagli attacchi: la malattia è piuttosto imprevedibile e, inoltre, insidiosa. Ecco perché le future mamme devono monitorare attentamente la loro salute, ascoltare eventuali sintomi spiacevoli e consultare un medico in modo tempestivo per escludere l'aggravamento della situazione..

Classificazione delle malattie

Le peculiarità del decorso dell'aritmia, e quindi il successivo trattamento, dipendono principalmente dalla forma della malattia. Le irregolarità della frequenza cardiaca possono manifestarsi come segue:

  • L'extrasistole è la forma più innocua di cardiopatologia, che nella maggior parte dei casi non causa problemi e talvolta non si manifesta affatto, ad eccezione del flutter periodico al petto.
  • La fibrillazione atriale è molto più pericolosa, soprattutto per il feto. È questa forma di deviazione che può causare ipossia, provocare aborti spontanei o parto prematuro. Se non agisci in tempo, gli attacchi diventeranno ogni volta più lunghi e profondi..
  • L'aritmia sinusale è di gran lunga la forma più pericolosa del disturbo. Molto spesso, non è una malattia indipendente, ma un sintomo di problemi cardiaci molto più gravi. Un rischio particolare per una donna incinta è rappresentato dai sintomi imprevedibili di un inizio di un attacco, che sono caratterizzati da perdita di coscienza, sensazione di soffocamento, oscuramento degli occhi, ecc..

Le ragioni per lo sviluppo dell'aritmia

Normalmente, la frequenza cardiaca è controllata dal nodo del seno dell'atrio destro: l'impulso elettrico che penetra dall'atrio nei ventricoli provoca la contrazione muscolare, avviando così il cuore. Il fallimento che porta ad aritmie può verificarsi in una qualsiasi delle fasi di questo meccanismo: direttamente nel nodo del seno, nel percorso dall'atrio ai ventricoli o nei miociti del cuore. Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno dei possibili scenari:

1. Violazione dell'automatismo

In caso di violazione nel nodo del seno, possono verificarsi diverse varianti del quadro clinico:

  • disturbo eterotropo, in cui il nodo del seno non può far fronte alla funzione assegnata e la generazione della frequenza cardiaca si verifica in altre aree;
  • tachicardia, che è caratterizzata da un polso alto con un ritmo sinusale normale;
  • aritmia stessa, cioè una violazione del ritmo del cuore;
  • bradicardia con un rallentamento della frequenza cardiaca fino a 60 o meno battiti al minuto.

Esternamente, una tale patologia è avvertita dal paziente a livello fisiologico: inizia a pulsare nelle tempie (con tachicardia) o, al contrario, si verificano debolezza, vertigini, svenimento (con bradicardia).

2. Violazione della conduttività

Se l'impulso elettrico non viene trasmesso completamente dal nodo del seno agli atri e successivamente ai ventricoli, il cardiologo diagnostica una violazione della conduzione cardiaca, che si manifesta con vari sintomi, inclusa l'aritmia.

3. Violazione dell'eccitabilità

Questo fattore è tipico principalmente per l'extrasistole. In questo caso, ci sono deviazioni nei miociti, che non reagiscono in alcun modo a un impulso trasmesso correttamente. Tuttavia, con una patologia particolarmente grave, è possibile anche la tachicardia fino a 160 battiti al minuto, che dopo un certo periodo di tempo di solito si interrompe da sola.

Cosa contribuisce all'insorgenza della malattia? Fattori di rischio più comuni

I fattori che influenzano lo sviluppo dell'aritmia sono:

  • Cambiamenti nel sistema circolatorio caratteristici del periodo di gravidanza. Nelle donne "in posizione" il volume totale del sangue aumenta in modo netto e percettibile: in primo luogo, consente di garantire la piena circolazione del sangue nel sistema madre-placenta-feto, e in secondo luogo, previene le gravi conseguenze dell'inevitabile perdita di sangue durante il parto. Tuttavia, un tale carico influisce sul lavoro del cuore, causando malfunzionamenti, inclusa l'aritmia..
  • Squilibrio emotivo. Qualsiasi stress o sovraccarico psico-emotivo durante la gravidanza viene avvertito in modo completamente diverso, e un'eccessiva emotività o eccitazione porta inevitabilmente ad un aumento della frequenza cardiaca. Pertanto, in un periodo così delicato, è meglio evitare shock..
  • Tossicosi a lungo termine. La nausea estenuante e altri sintomi di tossicosi esauriscono il corpo, costringendolo a lavorare in condizioni di "emergenza". Tali carichi, associati a una mancanza di sostanze nutritive, che è inevitabile con nausea e vomito costanti, possono portare a ritmi cardiaci anormali..
  • Anemia. Durante la gravidanza, il livello di emoglobina diminuisce, il che può causare la fame di ossigeno della madre e del bambino. I meccanismi di difesa, cercando di compensare la carenza, attivano la circolazione sanguigna aumentando la frequenza cardiaca, che provoca frequenti attacchi di aritmie.
  • Mancanza di oligoelementi. La nutrizione di una donna incinta dovrebbe essere particolarmente attentamente studiata ed equilibrata, perché i nutrienti in arrivo dovrebbero essere sufficienti non solo per la donna, ma anche per il feto. La carenza di iodio, potassio, ferro influisce sul benessere del paziente e gli attacchi di aritmia sono uno dei sintomi comuni di questa condizione..
  • Motivi non legati alla gravidanza. Eredità sfavorevole, malattie croniche nella storia, patologia tiroidea, distonia vegetativo-vascolare e dozzine di altre anomalie possono diventare fattori di rischio concomitanti per lo sviluppo di aritmie durante la gestazione.

Sintomi della malattia

Durante un attacco di aritmia, si notano i seguenti sintomi:

  • un brusco cambiamento nella frequenza cardiaca - rallentando o, al contrario, accelerando;
  • vertigini fino alla perdita di coscienza;
  • debolezza, visione offuscata, bussare alle tempie;
  • iperemia della pelle (più spesso sul viso, sulle guance);
  • tremori alle dita;
  • "Svolazzante" nella regione del cuore;
  • nausea.

Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza cardiaca si avverte fisicamente, tuttavia, gli attacchi lievi possono essere facilmente confusi con il normale esaurimento o tossicosi, quindi al minimo sospetto, dovresti essere esaminato da un cardiologo per ogni evenienza - determinerà accuratamente la presenza di aritmia.

Manipolazioni diagnostiche

Per rilevare l'aritmia durante la gravidanza, il quadro clinico e le sensazioni soggettive della paziente sono lungi dall'essere sempre sufficienti - in alcuni casi, sono necessari studi specializzati per fare una diagnosi. Il modo più semplice e ovvio è misurare la frequenza cardiaca: se la frequenza cardiaca normale varia nell'intervallo di 60-80 battiti al minuto, durante un attacco di aritmia, questi indicatori possono diminuire in modo significativo o, al contrario, aumentare. Tuttavia, non tutti i casi di tachicardia o bradicardia possono essere considerati come aritmia: una tale patologia si verifica solo con un cambiamento simultaneo della frequenza e del ritmo del polso.

Per chiarire le caratteristiche del decorso dell'aritmia durante la gravidanza, un cardiologo può raccomandare i seguenti studi:

  • elettrocardiografia standard,
  • monitoraggio quotidiano della dinamica degli indicatori ECG,
  • Ecografia del cuore e della tiroide,
  • analisi del sangue generali e biochimiche,
  • studio del livello degli ormoni tiroidei.

Una diagnosi così approfondita consente di determinare non solo la presenza di aritmia, ma anche le caratteristiche del suo decorso, la forma specifica e la gravità e, quindi, di redigere un programma terapeutico corretto, che è particolarmente importante durante la gravidanza, quando l'elenco dei farmaci approvati è estremamente ridotto.

Trattamento dell'aritmia durante la gravidanza

Ogni caso di disturbo del ritmo cardiaco in una donna incinta è considerato individualmente, perché la cosa principale è che i benefici della terapia prescritta sono combinati con l'assenza di rischi per lo sviluppo del feto. Cercano di fermare forme lievi di patologia cambiando il modo di vivere, poiché questo metodo è il più sicuro ed efficace possibile. Consigli utili che uno specialista prescrive per le aritmie non solo non danneggeranno, ma aiuteranno anche a migliorare il benessere generale di una donna, facilitare la gravidanza e sostenere il corpo in un periodo così difficile:

  1. Moderato apporto di sale (non più di 5 g al giorno), zucchero e lipidi animali difficili da digerire.
  2. Una dieta ricca di potassio, calcio e magnesio: latticini fermentati, grano saraceno, noci, semi di zucca, frutta secca, ribes nero, cavoli, miele, ecc..
  3. Pasti frequenti ma frazionari in piccole porzioni 5 volte al giorno.

Tale terapia è applicabile solo per attacchi di aritmia lievi e rari e richiede un'attenta supervisione medica. In assenza di dinamiche positive, è richiesto un supporto farmacologico più serio del corpo, le cui caratteristiche dipendono dalla forma della malattia e dalla durata della gravidanza. Dopo aver studiato l'anamnesi e il quadro clinico, il cardiologo può prescrivere simpaticomimetici, glicosidi cardiaci e altri farmaci consentiti durante la gravidanza. Il medico calcola anche il dosaggio esatto e la regolarità dell'assunzione delle pillole..

Nei casi più gravi, il trattamento delle aritmie può includere un intervento chirurgico. Il periodo più favorevole per tali manipolazioni è di 26-30 settimane, tuttavia, se la vita è minacciata, l'operazione può essere eseguita in qualsiasi trimestre.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Raffreddore nelle donne in gravidanza: è possibile utilizzare le supposte di Viferon?

Analisi

Candele Viferon è un agente antivirale con proprietà immunostimolanti. Spesso prescritto per il raffreddore e per il trattamento di malattie erpetiche, che possono colpire anche le donne in gravidanza.

Per quanto tempo il bambino inizia a muoversi

Infertilità

A che ora il bambino inizia a muoversi dipende dalle caratteristiche della gravidanzaI tempi della comparsa del primo scalporeIl primo movimento dell'embrione avviene a 8-9 settimane, ma la donna non sente ancora questa attività, perché è insignificante.

È possibile per una madre che allatta mangiare gamberetti: una valutazione delle opinioni

Analisi

Data di pubblicazione: 20.10.2018 | Visualizzazioni: 9189 L'allattamento non è una controindicazione completa per il consumo di pesce.

Com'è il parto artificiale

Neonato

Il parto artificiale è sempre pieno di rischiCos'è la nascita artificiale?La gravidanza può essere interrotta per diversi motivi e in modi diversi. Nelle prime fasi, se una donna non vuole avere figli o può danneggiarla per motivi medici, vengono utilizzati farmaci che interrompono la gravidanza.