Principale / Parto

È possibile che una madre che allatta mangi l'anguria: opinioni dei medici

Dopo che una donna diventa madre, la sua dieta cambia completamente, perché non solo la sua salute, ma anche la salute del bambino, dipenderà da come la madre mangia. Ed è naturale che la dieta di una donna sia ricca di vitamine e minerali, e per questo è necessario mangiare frutta e verdura..

Ci sono anche molti macro e microelementi utili nell'anguria. Ma è possibile mangiare l'anguria durante l'allattamento? Proviamo a rispondere a questa domanda, ma prima parliamo dei benefici che porta al nostro corpo..

L'anguria, secondo molti esperti, è un prezioso prodotto dietetico, che per di più piace con il suo gusto.

Perché l'anguria è utile??

L'anguria è composta principalmente da acqua, che aiuta a stanare il corpo. Cioè, con il suo aiuto, puoi facilmente purificare il nostro corpo da sale, tossine e tossine che si sono accumulate negli anni e hanno influenzato il nostro benessere e la salute in generale. Ha anche un effetto diuretico, che consente di rimuovere i liquidi in eccesso dal corpo e purificare i reni..

Tuttavia, il suo uso eccessivo può portare a un forte carico sugli organi interni, pertanto, non è consigliabile mangiarlo a persone che hanno una funzione renale compromessa. Ma per coloro che hanno problemi con l'emoglobina bassa (soprattutto spesso compaiono nelle donne dopo il parto), non solo è possibile mangiare l'anguria, ma anche necessario, poiché aiuta ad aumentare il livello di emoglobina nel sangue.

Inoltre, l'anguria contiene molte sostanze utili di cui hanno bisogno sia il corpo di un adulto che di un bambino. Vale a dire:

  • acido folico;
  • acido pantotenico;
  • vitamina C;
  • vitamina B1;
  • vitamina B2;
  • potassio;
  • ferro;
  • magnesio e altri.

Come puoi vedere, l'anguria è un prodotto molto salutare. Tuttavia, non è consigliabile mangiarlo all'inizio o in piena estate, poiché le varietà precoci vengono coltivate con l'uso di nitrati, che possono portare ad avvelenamento. Pertanto, se vuoi beneficiare dell'anguria, dovresti usarla alla fine dell'estate, o meglio - all'inizio dell'autunno. È durante questo periodo che maturano.

Se volevi banchettare con l'anguria, soppesa tutti i pro ei contro, perché il latte trasferisce sia sostanze utili che nocive dal tuo cibo al bambino

Puoi, solo con attenzione?

Alla domanda se sia possibile mangiare un'anguria durante l'allattamento, i medici non danno una risposta univoca. Indubbiamente, è molto utile, ma allo stesso tempo contiene allergeni che possono provocare la comparsa di diatesi o dermatite atopica in un bambino. C'è anche una tale opinione tra i medici: l'anguria può interrompere l'equilibrio idrico del corpo di una madre che allatta e influenzare indirettamente la qualità del latte..

Quindi la conclusione sulla necessità di usare bacche a strisce dovrà essere fatta lo stesso da noi stessi. Mangiare anguria, in linea di principio, è possibile, poiché non è nell'elenco degli alimenti vietati alle madri che allattano, ma con molta attenzione. E non dovrebbe essere mescolato con altri alimenti, come il pane, poiché questo può portare a gonfiore e coliche nel neonato..

Se mangiare o non mangiare l'anguria, decidi tu. Tuttavia, se decidi di mangiarlo, dovresti sapere come sceglierlo correttamente e come introdurlo nella tua dieta. In effetti, non solo la tua salute e il tuo benessere dipendono da questo, ma anche dallo stato del corpo del bambino.

Qualunque sia la tentazione di integrare l'anguria con altri cibi preferiti, non dovresti.

Come introdurre correttamente l'anguria nella dieta di una madre che allatta?

L'anguria da allattamento, come qualsiasi altro prodotto, dovrebbe essere introdotta gradualmente nella dieta. Mangia prima un pezzetto di polpa, preferibilmente al mattino. Quindi dai da mangiare al tuo bambino e osserva la sua reazione all'innovazione durante il giorno..

Se il bambino ha un'eruzione cutanea e si è formato un leggero rossore sul corpo, la madre che allatta dovrà rinunciare all'anguria. Questa è un'allergia che può portare allo sviluppo di diatesi o dermatite atopica. Inoltre, se il tuo bambino ha coliche o gonfiore, dovrai rinunciarvi anche tu. Ciò indica che il sistema digestivo delle briciole non è ancora in grado di rispondere normalmente a questo prodotto..

Se un neonato ha febbre, vomito e disturbi gastrointestinali pronunciati dopo aver mangiato un'anguria e nutrito il tuo bambino, chiama immediatamente un medico a casa o vai in ospedale tu stesso.

Ma se durante il giorno non sono state osservate reazioni allergiche e disturbi gastrointestinali in un neonato, una madre che allatta può mangiare un'anguria. Solo prima deve essere controllato per i nitrati. Questo è molto facile da fare. Taglia un pezzetto di polpa di anguria e mettilo in un bicchiere di acqua pulita. Se diventa torbido in pochi minuti, significa che contiene nitrati e non può essere mangiato.

Inoltre, non acquistare angurie tagliate, poiché non c'è la certezza che siano state tagliate con un coltello pulito. Inoltre, al momento dell'acquisto, dovresti prestare attenzione all'integrità della buccia. Non dovrebbe presentare crepe o altri danni attraverso i quali possono penetrare batteri nocivi e il suo colore dovrebbe avere strisce verde scuro. Quando si tocca, dovrebbe essere emesso un suono sonoro, questo indica che la bacca è completamente matura e può essere utilizzata come cibo.

Questo è tutto ciò che una mamma che allatta deve sapere sulle angurie "sicure". Mangia bene e rimani in salute!

È possibile mangiare l'anguria per una madre che allatta: effetto sul corpo

Data di pubblicazione: 29.09.2019 | Visualizzazioni: 958

Secondo le raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la nutrizione di una donna che allatta dovrebbe essere completa, varia e fortificata, perché la madre fornisce nutrienti non solo a se stessa, ma anche al bambino [5]. Secondo i calcoli dei nutrizionisti, una madre che allatta dovrebbe mangiare da 200 a 500 g di frutta e bacche al giorno [1, p. 265]. Scopriamo se l'anguria danneggerà mamma e bambino.

Proprietà utili dell'anguria: chem. composizione

Quali sono i vantaggi del consumo di anguria? Ci sono molte vitamine in esso? Scopriamo se l'anguria danneggerà mamma e bambino:

  1. L'anguria è preziosa per il suo alto contenuto di acqua (oltre il 90% del peso totale), che si crede erroneamente sia la causa dell'aumento della lattazione [2] [6].
  2. Ci sono vitamine nell'anguria. A causa della struttura acquosa del prodotto, non ci sono molte di queste sostanze, ma sono ancora presenti. Prima di tutto, queste sono vitamine A, C e acido folico:
  • Vitamina A (retinoidi e carotenoidi) - un antiossidante naturale che lega i radicali liberi, partecipa alla crescita del corpo, al funzionamento dell'organo visivo e al mantenimento della salute della pelle e delle mucose.
  • La vitamina C è anche un antiossidante, favorisce l'assorbimento del ferro nel tratto gastrointestinale, aumenta la resistenza dell'organismo alle infezioni, migliora la rigenerazione di cellule e tessuti.
  • L'acido folico (una vitamina del gruppo B) è necessario per la formazione del sangue e il funzionamento del sistema nervoso [3].
  1. Il melone contiene minerali: magnesio, potassio, fosforo e calcio.

Il magnesio ha un effetto anticonvulsivante, poiché è coinvolto nei processi di contrazione e rilassamento muscolare, nella trasmissione degli impulsi nervosi. Questo minerale è noto per i suoi effetti anti-stress e per la partecipazione ai processi mentali..

Il potassio è necessario per il normale funzionamento dei sistemi nervoso e cardiovascolare, mantenendo l'equilibrio acido-base nel corpo, oltre che chimico. l'elemento elimina il gonfiore.

Il fosforo, insieme al calcio, partecipa alla mineralizzazione di ossa e denti, ai processi intracellulari di sintesi energetica e supporta il normale funzionamento dei reni. Con l'aiuto del calcio si regola l'attività delle ghiandole endocrine, interviene nella coagulazione del sangue, nella conduzione neuromuscolare.

  1. Il ferro nell'anguria aiuta a ripristinare l'emoglobina, che di solito si esaurisce dopo la gravidanza e il parto.
  2. L'anguria ha un effetto diuretico e aiuta ad alleviare il gonfiore.
  3. La polpa contiene pectine, zuccheri naturali che hanno un effetto benefico sulla microflora intestinale e sono adsorbenti naturali. Le pectine aiutano a rimuovere i sali di metalli pesanti e il colesterolo in eccesso.
  4. L'anguria ha un lieve effetto lassativo e aiuta a normalizzare le feci.
  5. Questa bacca contiene un minimo di calorie: circa 27 kcal per 100 grammi, è considerata un prodotto ipocalorico e aiuta le donne a ritrovare la propria figura nel periodo postpartum. Inoltre, l'anguria crea rapidamente una sensazione di pienezza..
  6. Il licopene, che conferisce all'anguria un colore rosso o rosa, è un antiossidante e partecipa ai processi metabolici, previene lo sviluppo dell'oncologia.

Il valore nutritivo dell'anguria, il contenuto di oligoelementi e vitamine nell'anguria sono presentati nelle tabelle 1-3 [2].

Tabella 1 - Valore nutritivo dell'anguria

NutrienteContenuto,% in peso
Proteina0.6-0.65
Grassi0.1
Carboidrati5.8

Tabella 2 - Contenuto di vitamine nell'anguria

Nome della vitaminaContenuto per 100 g, mg
Equivalente di retinolo (A)0.017
Beta carotene0.1
Vitamina B10,04
Vitamina B20,06
Vitamina PP0.2-0.25
Vitamina C7.0

Tabella 3 - Composizione minerale dell'anguria

MineraliContenuto in 100 g, mg
Potassio (K)110
Calcio (Ca)quattordici
Fosforo (P)7
Magnesio (Mg)12
Sodio (Na)sedici
Ferro (Fe)1

Chi può usare l'anguria con cautela durante l'allattamento: restrizioni

Nonostante gli indubbi benefici dell'anguria, ci sono controindicazioni per il suo utilizzo:

  • se una donna che allatta ha il diabete mellito o malattie del pancreas, a causa dell'alto contenuto di zucchero, è possibile un'esacerbazione di queste malattie;
  • un'allergia all'anguria in uno dei membri della famiglia (mamma o papà);
  • se una donna ha calcoli renali, i cocomeri dovrebbero essere mangiati con cautela, poiché il prodotto sottopone a ulteriore stress il sistema urinario e può provocare coliche renali.

In tutti gli altri casi, è consentito mangiare l'anguria.

Regole per l'uso dell'anguria durante l'allattamento

Si consiglia di seguire alcune regole. Il compito principale quando si introducono nuovi prodotti nella dieta della madre è prevenire la formazione di allergie, intolleranze alimentari o altri disturbi da parte del bambino [4]. È meglio iniziare l'introduzione dell'anguria a poco a poco, con 1-2 pezzi, quindi fare una pausa per un giorno e osservare le condizioni del bambino. Se non ci sono modifiche, nei giorni successivi puoi aggiungere gradualmente il volume dell'anguria, portandolo a 3-4 pezzi al giorno entro una settimana. Se il bambino sviluppa reazioni indesiderate, l'assunzione di anguria deve essere posticipata e ripresa non prima di 2 mesi dopo..

Condizioni e tempi per l'assunzione dell'anguria: il prodotto deve essere consumato come piatto separato e non come dessert dopo un pasto pesante, poiché l'anguria provoca la fermentazione nell'intestino e, di conseguenza, una maggiore formazione di gas.

Reazioni avverse: l'effetto dell'anguria su un neonato

Alcune madri hanno paura di reazioni indesiderate nel bambino. Il più delle volte sviluppa [4]:

  • reazioni allergiche manifestate da eruzioni cutanee. Il rischio del loro sviluppo è particolarmente aumentato se la mamma (o il papà) ha una predisposizione allergica;
  • coliche (non provate), costipazione, diarrea. L'apparato digerente del bambino non è ancora abbastanza maturo, l'attività degli enzimi è bassa, quindi, a causa dell'elevato contenuto di zucchero e dell'aumentata produzione di gas, l'anguria può causare disturbi gastrointestinali.

In questi casi, l'uso dell'anguria negli alimenti deve essere interrotto.

Come acquistare un'anguria sicura: consigli

Molte madri temono che i nitrati pericolosi contenuti nel prodotto entrino nel corpo del bambino insieme al latte. Per evitare ciò, è meglio mangiare cocomeri stagionali, che maturano naturalmente non prima di agosto-settembre. Esistono anche varietà precoci, ad esempio i cocomeri uzbeki, che maturano senza sostanze chimiche a luglio, ma non si trovano spesso sugli scaffali dei negozi. Sarà più sicuro se uno dei membri della famiglia di una donna che allatta provi prima l'anguria e solo dopo la madre stessa. In ogni caso, è meglio lasciare circa 1 cm dalla crosta, poiché è in quest'area che si accumulano i nitrati, che non gioveranno né alle madri né ai bambini..

E in conclusione, vorrei sottolineare: se alla madre non piaceva l'anguria per qualcosa, ha destato i suoi sospetti, allora è meglio rifiutarsi di prenderla, perché è in gioco la salute del bambino.

Lista di referenze:

  1. Baranovsky A. Yu.Dietology: Manual. 3a edizione, rivista e ampliata. - Peter, 2008. - 1024 p..
  2. Composizione chimica dei prodotti alimentari russi: Manuale / M.: DeLi print, 2002 - 236 p..
  3. Stazione radar del registro dei medicinali della Russia - Mosca, 2002.
  4. Furtsev V.I. Nutrizione di una donna durante la pianificazione della gravidanza, preparazione al parto e allattamento // Revisione medica siberiana. - 2010.
  5. Alimentazione sana durante la gravidanza e l'allattamento al seno: opuscolo per le madri - OMS, 26 p., 2001.
  6. Manuale sull'allattamento al seno per medici - dell'American Academy of Pediatrics, 2005; 278 p.

Nel 2019 si è laureata presso la National Research Mordovian State University intitolata N. P. Ogareva "nella specialità" Pediatria ".

Serie e numero di registrazione del diploma: 101318 0420079

Puoi mangiare l'anguria durante l'allattamento?

Questo articolo discute l'anguria durante l'allattamento. Vi diciamo se è possibile mangiarlo nel primo, secondo e terzo mese dopo il parto, cosa utile e dannoso per la coltura del melone. Scoprirai le recensioni di medici, donne che allattano e l'opinione del dott.Komarovsky sull'uso dell'anguria durante l'allattamento.

Benefici dell'anguria per l'allattamento al seno

In estate, molte donne che allattano affrontano la questione se sia possibile mangiare anguria e melone durante l'allattamento, come ciò possa influenzare il neonato e la donna stessa. Affrontiamo questo.

Un buon cocomero ha venature sottili e una superficie leggermente irregolare

La composizione dell'anguria contiene molte vitamine, micro e macroelementi utili che hanno un effetto benefico sul corpo di una donna e di un bambino. In alcuni casi e dosati è utile mangiare l'anguria durante la gravidanza, come il melone..

La polpa del prodotto contiene le seguenti sostanze e le loro proprietà benefiche per l'organismo:

  • Vitamina A - forma il metabolismo dei grassi, attiva la crescita di nuove cellule, rallenta il processo di invecchiamento, forma lo scheletro, le ossa, i denti.
  • Vitamine del gruppo B: supportano il normale funzionamento del sistema nervoso centrale e dei vasi cerebrali, migliorano l'acuità visiva, promuovono l'assorbimento dei nutrienti e ripristinano l'epitelio.
  • Vitamina C: migliora l'immunità, facilita il decorso del diabete, promuove il rapido recupero da malattie gravi, ha un effetto antiossidante.
  • Vitamina E - rafforza i vasi sanguigni, migliora l'attività del sistema circolatorio, satura il corpo con l'ossigeno, rallenta il processo di invecchiamento, previene la comparsa di pigmentazione, ha un effetto benefico sull'accelerazione dei processi metabolici nel corpo.
  • Potassio: normalizza la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, migliora la salute del fegato e dei reni e aiuta a far fronte alla depressione.
  • Silicio: partecipa allo sviluppo della capacità dei tessuti di rigenerarsi, ha un potente effetto antiossidante, rallenta il processo di invecchiamento.
  • Cobalto - svolge un ruolo importante nei processi metabolici associati alla sintesi naturale del sangue, al lavoro del sistema nervoso, alle reazioni enzimatiche e all'attività epatica.
  • Rame: ha un effetto antinfiammatorio, protegge le ossa dalle fratture, normalizza l'attività della ghiandola tiroidea, rafforza il sistema immunitario.
  • Magnesio: allevia la sindrome premestruale e la menopausa, migliora l'umore, previene lo sviluppo di malattie cardiovascolari.
  • Ferro: ossigena i globuli rossi, produce emoglobina.

Una composizione chimica così ricca ha un effetto positivo sulla salute delle donne e, di conseguenza, sulla salute del bambino, poiché molti nutrienti entrano nel corpo del bambino insieme al latte. Alcune mamme che allattano riferiscono che bere anguria aumenta la produzione di latte materno. Pertanto, può essere consumato durante l'allattamento, ma seguendo alcune regole.

Perché l'anguria è pericolosa durante l'allattamento

Alcune donne che allattano un bambino cercano ancora di rinunciare all'uso di meloni dolci e aromatici, poiché hanno paura di nuocere al bambino. Tuttavia, le loro paure non sono infondate..

Qual è il pericolo di usare l'anguria con le guardie? In primo luogo, detiene il record per la capacità di accumulare nitrati. Di per sé, i composti azotati, sono anche nitrati contenuti nel terreno, non rappresentano alcun pericolo. Ma quelli contenuti nell'anguria possono causare gravi danni al corpo di una persona..

In secondo luogo, il consumo eccessivo di frutta dolce può portare a una serie di conseguenze negative sia per la donna che allatta che per il bambino stesso. Tra le complicazioni:

  • vomito;
  • aumento della formazione di gas;
  • diarrea;
  • avvelenamento.

Con tali segni, soprattutto se si sono manifestati in un bambino dopo che la mamma ha mangiato un'anguria e ha allattato il bambino, è necessario consultare un medico.

L'anguria con le guardie è sicura da mangiare 4 mesi dopo il parto

Puoi mangiare l'anguria durante l'allattamento?

Gli esperti affermano che mangiare un'anguria durante l'allattamento è benefico sia per una donna che per un bambino perché il frutto dolce satura il corpo di vitamine utili per la corretta crescita e sviluppo del bambino, nonché per migliorare il funzionamento del corpo della donna. Ma alcune mamme mangiano il prodotto senza danni alla salute, mentre altre hanno molti effetti collaterali subito dopo averlo usato..

Nel primo mese

Durante il primo mese dopo il parto, una donna che allatta dovrebbe seguire una dieta rigorosa, che non include l'anguria. Ciò è dovuto al fatto che il corpo di un neonato non ha ancora la quantità richiesta di enzimi in grado di digerire alimenti così complessi..

Se una donna in questo momento mangia un'anguria, le conseguenze saranno un forte gonfiore e un grave avvelenamento nel bambino, che porterà al ricovero in ospedale.

A 1 mese dal parto, una donna che allatta dovrebbe astenersi dal mangiare frutti rossi e bacche. Anche le mele rosse devono essere rimosse dalla dieta. Tra gli effetti collaterali che compaiono in un bambino la cui madre non segue una corretta alimentazione, ci sono eruzioni cutanee, orticaria e forte prurito..

Nel secondo mese

Se il bambino non ha problemi di salute, non è preoccupato per coliche, costipazione o diarrea, quindi entro la fine dei 2 mesi della sua vita, una madre che allatta può diversificare la sua dieta con una piccola fetta di anguria. Non puoi mangiare sempre un frutto fragrante, ma puoi godertene alcuni pezzi.

Se dopo aver bevuto l'anguria la salute e il comportamento del bambino non sono cambiati, puoi aumentare leggermente il numero di fette. Se i segni negativi compaiono sotto forma di eruzione cutanea, arrossamento, gonfiore in un bambino, il prodotto deve essere scartato.

A 3 mesi

All'età di 2,5-3 mesi, il sistema digestivo del bambino inizia a funzionare nella modalità desiderata. Allo stesso tempo, l'inclusione dell'anguria nella dieta di una donna che allatta comporta un certo pericolo..

Se la necessità di consumo di anguria è elevata ei frutti vengono coltivati ​​in aree ecologicamente pulite, puoi provare a mangiare 2-3 fette a settimana, quando l'età del bambino raggiunge i 3 mesi. Dopo aver mangiato il feto, la reazione del bambino deve essere monitorata. Se si verificano manifestazioni negative, il prodotto è vietato.

A 4 mesi

L'apparato digerente di un bambino, che ha 4 mesi, è in grado di sopportare quasi tutti gli alimenti che una madre mangia. È da questo periodo che una donna che allatta può godersi l'anguria senza paura..

Se una donna non ha mangiato l'anguria prima di questo periodo, il numero di fette di anguria dovrebbe essere aumentato gradualmente. Per cominciare si possono mangiare fino a 2 fette di frutta profumata al giorno, poi fino a 3, raggiungendo eventualmente la quantità ottimale per la saturazione.

Devi mangiare un cocomero anche quando a una madre che allatta non piace il suo gusto, a causa della presenza nel feto di un gran numero di elementi utili e vitamine necessari per la salute delle donne e lo sviluppo del bambino.

Come scegliere l'anguria giusta

La regola principale quando si sceglie un'anguria è la sua stagionalità. È meglio acquistare frutti dolci alla fine di agosto, quando hanno il tempo di maturare naturalmente senza l'uso di vari prodotti chimici..

Si consiglia di acquistare un'anguria solo da venditori di fiducia che hanno un certificato di qualità per i loro prodotti.

Anche la dimensione dei frutti è importante. È meglio scegliere quelli il cui peso non supera i 5 kg, poiché una tale massa è naturale per un frutto maturo. I frutti troppo grandi sono saturi di nitrati e altri fertilizzanti.

Allo stesso tempo, le angurie troppo piccole vengono colte prima del previsto e spesso sono acerbe. Inoltre, non hanno abbastanza vitamine e minerali..

Un'anguria matura dovrebbe emanare un aroma dolce e gradevole. Se il prodotto non ha odore, è meglio scegliere un altro frutto.

Non comprare frutta rotta, pigra, tagliata o morbida con ammaccature. Si consiglia inoltre di astenersi dall'acquistare meloni, che vengono ammassati per terra o venduti lungo l'autostrada.

L'anguria matura ha un aroma gradevole

Segni di anguria matura

Da tali segni, puoi capire che c'è un'anguria matura di fronte a te:

  • La coda è moderatamente secca e marrone, con una macchia giallo-arancio sul lato. Tali indicatori indicano la maturazione del feto nell'ambiente naturale. Una coda troppo secca indica una conservazione prolungata.
  • La buccia è forte, di colore verde scuro con striature nere brillanti lungo il frutto. Non dovrebbero esserci crepe, ammaccature o altri danni sull'anguria.
  • La polpa deve essere finemente venata e di colore leggermente irregolare. Striature gialle e taglio liscio significano un prodotto di scarsa qualità e non vale la pena acquistarlo.

Come mangiare l'anguria con le guardie

Fatte salve alcune regole per l'uso dell'anguria durante l'allattamento, è possibile ridurre al minimo il rischio di complicazioni sia nella donna che nel bambino. Queste sono le linee guida:

  • Prima dell'uso, l'anguria deve essere accuratamente lavata sotto l'acqua corrente, preferibilmente con sapone.
  • Chiedi a un parente di mangiare prima l'anguria. Se dopo un po 'non ci sono effetti collaterali, una donna che allatta può mangiarlo.
  • L'anguria dovrebbe essere introdotta gradualmente nella dieta per monitorare la reazione del bambino ad essa..
  • Quanta anguria puoi mangiare al giorno con le guardie? Tutto dipende dall'età del bambino, più è vecchio, più. Fino a 4 mesi dopo il parto, non è desiderabile mangiare un'anguria, quindi puoi mangiare fino a 2-3 fette a settimana.
  • Non è desiderabile combinare l'anguria con bevande, pane o mangiarlo immediatamente dopo un pasto pesante. Altrimenti, può causare un aumento della fermentazione nello stomaco, una maggiore produzione di gas. Inoltre, tale comportamento alimentare può influire negativamente sull'intero lavoro del tratto gastrointestinale, che è irto di complicazioni per il fragile corpo del bambino..

Controindicazioni

Perché non allattare l'anguria? Tra le restrizioni ci sono:

  • intolleranza individuale;
  • pietre e sabbia nei reni;
  • patologie renali che interferiscono con il normale flusso di urina.

Gli esperti sconsigliano di mangiare anguria con gv fino a quando il bambino non ha 4 mesi. In tutti gli altri casi, si consiglia di consultare un pediatra.

Recensioni

Non consiglio alle donne che allattano di introdurre l'anguria nella loro dieta fino a quando il loro bambino non ha 4 mesi. Ciò è dovuto al fatto che l'avvelenamento da anguria si verifica abbastanza spesso, il che è pericoloso per la donna e il bambino stesso..

L'allattamento al seno è un periodo nella vita di una donna non meno importante della gravidanza stessa. In questo momento, una donna dovrebbe stare più attenta alla sua dieta per ridurre al minimo il rischio di sviluppare problemi di salute per il suo bambino. In estate, molte donne si chiedono se sia possibile mangiare un'anguria con le guardie e in che modo ciò influenzerà il bambino. Se usi un prodotto di alta qualità in piccole quantità, ciò avrà un effetto positivo sia sulla donna stessa che sul bambino..

Ho letto molte recensioni sui forum delle donne sul fatto che sia possibile mangiare un'anguria con le guardie. Ho visto recensioni positive più spesso. Personalmente, ho mangiato l'anguria, ma non più di 1 fetta al giorno, quando mio figlio aveva 2 mesi, non c'erano problemi.

Ho mangiato l'anguria quando mia figlia aveva 3 mesi. Ha poi sviluppato una grave diarrea. Come ha spiegato il medico, è così che si è manifestata una reazione negativa al prodotto. Pertanto, era necessario escludere completamente questo dolce frutto dalla dieta fino al completamento dell'allattamento al seno..

Quindi è possibile o no allattare l'anguria? Se usato correttamente, avrà un effetto positivo sulla salute della madre che allatta e del bambino stesso. In caso di manifestazione di reazioni negative dopo l'uso di questo prodotto in un bambino, si raccomanda di escluderlo completamente dalla dieta fino al completamento dell'allattamento al seno.

L'anguria è possibile per una madre che allatta

La risposta alla domanda se l'anguria possa essere allattata al seno è individuale. Per non danneggiare il bambino, la madre dovrebbe fare attenzione quando introduce il prodotto nella dieta. È importante monitorare la reazione del bambino a un nuovo prodotto, rimuoverlo dal menu quando compaiono reazioni indesiderate. (Puoi leggere se è possibile mangiare un melone durante l'allattamento in questo articolo)

I benefici dell'anguria durante l'allattamento

Una bacca dolce è una fonte di molti nutrienti. Contiene vitamine A e C, che prevengono le infezioni virali e aiutano a migliorare le condizioni della pelle. Fanno parte delle pectine, che normalizzano il funzionamento degli organi dell'apparato digerente e accelerano i processi metabolici. Sono ricchi di angurie e ferro, di cui una madre che allatta ha bisogno per prevenire l'anemia. L'acido folico favorisce il rilassamento, ha un effetto calmante sul sistema nervoso.

È utile per una donna mangiare l'anguria durante l'allattamento e per via dell'acido pantenolico contenuto nella bacca. Questa sostanza normalizza il sonno, spesso disturbato dopo il parto. Il beta-carotene aiuta ad eliminare le sostanze nocive, le tossine dal corpo della madre. La composizione include potassio, calcio, fosforo, magnesio. La bacca ha un effetto diuretico, previene la formazione di edema, rimuove i prodotti di decomposizione dal corpo con l'urina.

Ci sono poche calorie nella polpa dolce: solo 27 kcal per 100 g. Per questo motivo, questa opzione è adatta per uno spuntino: la ragazza riceverà le vitamine e gli oligoelementi di cui ha bisogno, mentre il suo peso corporeo non aumenterà, la sensazione di fame passerà.

Potenziale danno derivante dall'allattamento al seno anguria

Durante l'allattamento, la polpa di una bacca grande può essere dannosa e causare reazioni indesiderate. Con un uso eccessivo, può verificarsi una reazione allergica in un bambino. Quando la diatesi appare in un neonato, è necessario escludere immediatamente il prodotto dalla dieta; il suo utilizzo è vietato anche in piccole quantità. Il possibile danno dell'anguria con hv aumenta se la madre ha una lieve allergia. Inoltre, una quantità eccessiva di questa bacca nella dieta porta spesso a disturbi del tratto gastrointestinale..

I frutti non possono essere consumati fino alla fine di agosto. Prima di allora, la maggior parte delle bacche vendute veniva coltivata utilizzando nitrati conservati nella polpa. Grandi quantità di nitrati possono causare avvelenamento da anguria. Queste sostanze influenzeranno negativamente le condizioni di una madre che allatta e possono danneggiare il bambino, mentre passano nel latte materno. In caso di avvelenamento si notano nausea, vomito e disturbi delle feci. La temperatura corporea aumenta. Hai bisogno di vedere un medico.

Quando l'anguria non è consentita

In alcune malattie, mangiare la polpa è controindicato. Non è possibile includere frutta dolce nella dieta per diabete mellito, calcoli biliari, infiammazione cronica o acuta del pancreas, patologie del sistema urinario.

Si consiglia di interrompere l'uso di questo prodotto in caso di elevata sensibilità dell'apparato digerente, tendenza a disturbi delle feci, malattie associate all'ostruzione del deflusso delle urine. I medici vietano l'uso della bacca nei casi in cui sono presenti malattie renali, calcoli nella vescica o nella pelvi renale.

Una controindicazione relativa sono i primi 4 mesi di vita di un bambino. Molti esperti consigliano durante questo periodo di astenersi dal mangiare anguria rossa e gialla, poiché il sistema digestivo del bambino non è ancora sufficientemente formato, la probabilità di reazioni indesiderate è alta.

Anguria durante l'allattamento

Per evitare che la bacca danneggi la madre e il neonato, è necessario prendere una serie di precauzioni. L'anguria dovrebbe essere introdotta gradualmente nella dieta, iniziando con piccole porzioni. È necessario monitorare attentamente la reazione del bambino. Se sviluppa un'allergia, la bacca viene esclusa dal menu della madre. Dopo 1-2 mesi sarà possibile riprovare a introdurre il prodotto nella dieta..

Nelle prime settimane dopo il parto, l'apparato digerente di un bambino produce una quantità insufficiente di enzimi, quindi si raccomanda a una madre che allatta di astenersi dal bere anguria. A partire dalla metà del secondo mese di vita di un bambino, una donna può mangiare una piccola quantità di anguria. Questo dovrebbe essere fatto solo quando il bambino è sano. Se il bambino ha stitichezza, diarrea o coliche, non vale la pena aggiungere nuovi alimenti al menu, poiché possono peggiorare le condizioni del bambino. Nel terzo mese la quota può essere aumentata.

Una donna può mangiare un cocomero senza preoccuparsi delle possibili conseguenze quando il bambino raggiunge l'età di 4 mesi. Durante questo periodo, gli organi dell'apparato digerente sono considerati sufficientemente formati, viene rilasciata la quantità richiesta di enzimi necessari per la digestione del cibo. Se prima la bacca era assente nella dieta della madre, va introdotta gradualmente, iniziando con 1-2 fette al giorno..

Regole per l'uso durante l'allattamento

Dovresti mangiare solo angurie mature che non contengono impurità nocive. Una bacca acerba danneggerà il corpo. Si consiglia di consultare il proprio medico prima di introdurre la polpa nella dieta. Ciò contribuirà a evitare possibili complicazioni..

I medici raccomandano di rifiutarsi di mangiare i cocomeri se i parenti stretti hanno avuto una reazione allergica: c'è un'alta probabilità che anche il bambino soffra di allergie.

Non dovresti usare l'anguria contemporaneamente ad altri cibi: potresti provare una sensazione di pesantezza allo stomaco, nausea. Meglio sostituire uno spuntino o un tè pomeridiano con l'anguria.

Si consiglia di dare a un'altra persona un assaggio della bacca prima dell'uso. Se dopo 30-60 minuti non si verifica una reazione negativa, puoi mangiare un pezzo di anguria per una madre che allatta. Se, mentre mangi il primo pezzo, appare il bruciore di stomaco, un sapore sgradevole in bocca, non dovresti mangiare l'anguria.

Selezione del prodotto

Dovresti comprare una bacca solo di stagione. Inizia da fine agosto - inizio settembre.

Poiché l'anguria assorbe sostanze nocive dal terreno, si consiglia di acquistare bacche da fornitori di fiducia, se possibile. Puoi coltivarlo da solo in campagna. Le tossine e le scorie vengono assorbite anche dopo una lunga permanenza vicino alla strada. Per questo motivo, non dovresti comprare i cocomeri se vengono venduti vicino all'autostrada..

Non prendere una bacca tagliata. La sua polpa assorbe più tossine e tossine. Inoltre, la polvere può depositarsi su di esso, gli insetti spesso si siedono.

Devi comprare solo frutti maturi. Per determinare se una bacca è matura o meno, puoi annusarla. L'odore non deve contenere impurità. Si consiglia di picchiettare sulla buccia. Il suono dovrebbe essere attutito. Prestare attenzione al gambo, che deve essere asciutto e compatto..

È necessario esaminare attentamente il frutto prima dell'acquisto. La buccia non deve essere danneggiata: occorre prestare attenzione a crepe, tagli, violazioni dell'integrità. Altrimenti, c'è un'alta probabilità di entrare nell'infezione..

Se il prodotto acquistato si è rivelato acerbo, verdastro, una ragazza che allatta non dovrebbe mangiarlo: il prodotto può danneggiare la salute della madre e del bambino. Inoltre, non dovresti mangiare frutta che è stata conservata per lungo tempo in frigorifero..

Anguria e melone nella dieta di una madre che allatta

La dieta di una madre che allatta, secondo le raccomandazioni dei medici, dovrebbe consistere in alimenti ricchi di sostanze nutritive: proteine, carboidrati, grassi, vitamine, minerali. Un'alimentazione adeguata accelera il recupero del corpo della madre dopo il parto e favorisce la normale crescita e sviluppo del bambino. Verdure fresche e frutta sono una fonte insostituibile di sostanze biologicamente attive e microelementi utili. I raccolti di melone (anguria, melone), se usati correttamente, saranno un'aggiunta eccellente al menu principale di una donna che allatta.

Quali sostanze utili e nocive contengono anguria e melone

I meloni sono colture ortofrutticole coltivate sui meloni. Questi includono rappresentanti della famiglia delle zucche come anguria e melone. Anguria e melone, soggetti a determinate regole d'uso, aiuteranno a diversificare la dieta di una madre che allatta

Entrambe le piante sono ricche di acqua (oltre il 90 percento) e di carboidrati semplici (saccarosio, glucosio, fruttosio). Le composizioni di anguria e melone differiscono per la presenza di alcuni nutrienti e per la loro concentrazione.

Composizione nell'anguria

L'anguria è ricca di nutrienti utili all'organismo (il contenuto è indicato per 100 g di prodotto e la percentuale della norma in 100 g):

  • vitamine:
    • acido ascorbico (7 mg, 7,8%);
    • acido folico (8 mcg, 2%);
    • B6 (0,09 mg, 4,5%);
    • B2 (0,06 mg, 3,3%);
    • B1 (0,04 mg, 2,7%);
    • A (17 μg, 1,9%);
    • beta-carotene (0,1 mg, 2%);
  • minerali:
    • ferro (1 mg, 5,6%);
    • potassio (110 mg, 4,4%);
  • carboidrati semplici:
    • saccarosio (2 g);
    • glucosio (2,4 g);
    • fruttosio (4,3 g);
  • amminoacidi essenziali e non essenziali.

Il valore energetico dell'anguria è basso ed è di sole 27 kcal per 100 g.

I benefici per la salute di frutta e verdura possono, in una certa misura, derivare da sostanze non alimentari. Questo è uno dei motivi per cui le vitamine e i minerali si ottengono meglio da frutta e verdura piuttosto che da compresse e integratori..

OMS

"Alimentazione e nutrizione di neonati e bambini piccoli"

Composizione di melone

Il melone contiene i seguenti nutrienti in grandi quantità:

  • vitamine:
    • acido ascorbico (20 mg, 22,2%);
    • A (67 μg, 7,4%);
    • beta-carotene (0,4 mg, 8%);
    • B5 (0,23 mg, 4,6%);
    • B6 (0,06 mg, 3,3%);
  • minerali:
    • cobalto (2 μg, 20%);
    • rame (50 mcg, 5%);
    • ferro (1 mg, 5,6%);
    • potassio (118 mg, 4,7%);
  • carboidrati semplici:
    • saccarosio (5,9 g);
    • glucosio (1,1 g);
    • fruttosio (2 g);
  • acidi grassi saturi.

Il valore energetico di 100 g di melone è di 35 kcal.

Caratteristiche di anguria e melone e presenza di sostanze nocive in essi

Una delle principali differenze tra la composizione del melone e la composizione dell'anguria è il maggior contenuto di vitamina C.Ad esempio, per coprire la dose giornaliera di acido ascorbico, è necessario mangiare circa mezzo chilogrammo di polpa di melone. Questa vitamina è un antiossidante naturale, partecipa ai processi redox, migliora l'immunità e assimila il ferro dai prodotti vegetali. L'alto contenuto di cobalto ha un effetto positivo sui sistemi circolatorio, nervoso e scheletrico. Per trovare un melone delizioso e maturo, è necessario ricordare alcune regole

L'anguria contiene meno vitamine e minerali. Ma in termini di quantità di fruttosio, supera significativamente il melone. Inoltre, contiene tre volte meno saccarosio e si accumula durante lo stoccaggio. E poiché il fruttosio non influisce sulla produzione di insulina, l'anguria, a differenza del melone, è un prodotto dolce consentito per il diabete e l'obesità..

I meloni sono prodotti stagionali. La comparsa delle prime angurie sul mercato è accompagnata da un aumento del numero di persone che le avvelenano..

I meloni sono in grado di accumulare sali di acido nitrico (nitrati) nella polpa, che si trovano in grandi quantità nei fertilizzanti.

Per ottenere un buon raccolto, i coltivatori di ortaggi saturano il terreno con vari prodotti chimici. In piccole quantità, i nitrati sono innocui, ma l'eccesso porta alla loro conversione in nitriti, che sono molto più tossici. I nitriti interrompono il lavoro del sistema circolatorio: la capacità del sangue di trasportare ossigeno e sostanze nutritive attraverso i tessuti e gli organi del corpo diminuisce. L'avvelenamento è accompagnato da:

  • nausea,
  • vomito,
  • disturbi intestinali,
  • debolezza.

Se la madre è avvelenata, gli assorbenti dovrebbero essere presi il prima possibile, ad esempio Enterosgel, Polysorb MP o Smecta, in modo che il veleno non penetri nel latte. È meglio non applicare il bambino al seno fino a quando le condizioni della madre non migliorano. Se il bambino sta già mangiando cibi complementari, è possibile aggiungere Enterosgel per neutralizzare le tossine dal latte materno.

Video: verità e miti sui cocomeri

Effetti di anguria e melone sul corpo della madre e del bambino

Tutti i componenti utili e dannosi di meloni e zucche entrano nel corpo della madre che allatta durante il pasto e con il latte materno nel corpo del bambino. Pertanto, quando si mangia anguria o melone durante l'allattamento, è necessario tenere conto del rapporto tra potenziali benefici e possibili rischi per la salute della madre e del bambino..

Da un lato, queste verdure, se consumate correttamente, possono avere una serie di effetti positivi:

  • un alto contenuto di acqua aumenta la formazione del latte materno e instaura una lattazione stabile;
  • le pectine contenute nella polpa normalizzano la digestione e purificano l'intestino;
  • le proprietà diuretiche dell'anguria e del melone prevengono la formazione di calcoli e sabbia nei reni, migliorano le condizioni del sistema genito-urinario, alleviano il gonfiore;
  • Le vitamine del gruppo B aiutano a migliorare le condizioni di unghie, capelli, pelle;
  • le sostanze speciali contenute in questi prodotti eliminano i disturbi nervosi e migliorano l'umore;
  • potassio, ferro, magnesio normalizzano il lavoro dei sistemi circolatorio e cardiovascolare, ghiandole endocrine.

D'altra parte, un possibile eccesso di nitrati può rappresentare un grave rischio per la salute della madre e soprattutto del bambino. Il sistema immunitario e digestivo in via di sviluppo del bambino non è in grado di far fronte alle sostanze tossiche. Pertanto, al minimo segno di avvelenamento, dovresti consultare immediatamente un medico..

La maggior parte degli esperti classifica l'anguria (compreso il giallo) e il melone come alimenti altamente allergenici che possono causare:

  • disturbi dell'apparato digerente,
  • starnuti,
  • rinorrea,
  • eruzioni cutanee,
  • broncospasmo.

La loro allergenicità è associata all'uso di nitrati e coloranti vari che conferiscono alla polpa una tonalità scarlatta..

Inoltre, il polline dell'ambrosia, che cresce e fiorisce in prossimità di meloni e zucche, può provocare conseguenze negative del consumo di anguria e melone. Anche il lavaggio accurato di una verdura non garantisce la sua completa rimozione dalla superficie del frutto. Se l'ambrosia è fiorita sul melone, l'anguria potrebbe essere allergenica

In rari casi, l'allergia è causata dall'intolleranza individuale al prodotto..

Come e quando introdurre anguria e melone nella dieta di una madre che allatta

I medici non sono d'accordo su quando iniziare a mangiare angurie e meloni per una madre che allatta. Alcuni esperti, con un approccio attento, sconsigliano di mangiare meloni fino a quando il bambino non ha compiuto un anno. Altri, soprattutto in molti paesi europei, sono sorpresi da eventuali restrizioni dietetiche diverse da alcol e caffeina. Con questo approccio è consentito mangiare angurie e meloni sin dai primi giorni dopo il parto e passare a una dieta solo in caso di problemi.

La maggior parte dei medici russi concorda sul fatto che il primo mese di vita di un bambino è il più importante sia in termini di adattamento all'esistenza extrauterina che per il debug del sistema digestivo. Pertanto, è durante questo periodo che dovrebbero essere evitati gli esperimenti con gli alimenti, il cui uso può causare allergie o danneggiare il bambino. Pertanto, è consentito introdurre angurie e meloni nella dieta di una madre che allatta con questo approccio dal secondo o terzo mese. L'anguria e il melone possono causare una reazione allergica in un bambino immaturo

Affinché una madre che allatta possa sfruttare le proprietà positive di queste verdure e allo stesso tempo non danneggiare se stessa e il bambino, è necessario aderire a una serie di regole e raccomandazioni.

Il famoso pediatra e conduttore televisivo O.E. Komarovsky raccomanda di non lasciarsi trasportare dai primi meloni e zucche per ridurre la probabilità che una grande quantità di nitrati entri nel corpo. Devono essere lavati bene prima dell'uso. Il primo cocomero viene provato da papà o da uno dei parenti e solo se non c'è reazione negativa la mamma può mangiarne una fetta. Se per la madre e il bambino va tutto bene (ci aspettiamo una reazione entro un giorno), la dimensione della porzione può essere aumentata a diverse fette (fino a duecento grammi). Non hai bisogno di mangiare l'intero cocomero. Si consiglia di consumare le fette tra i pasti. Testare l'anguria e il melone per il contenuto di nitrati aiuterà a evitare l'avvelenamento tossico

Esistono soglie per la quantità di nitrati negli alimenti. È relativamente sicuro per un adulto ingerire 300-350 mg di sali di azoto nocivi al giorno con cibo e bevande. Per l'anguria, la dose limite di nitrati è di 60 mg per chilogrammo di polpa, per il melone - 90 mg / kg. Nei mercati, ogni lotto di prodotti deve essere certificato. È possibile determinare in modo indipendente la presenza e la quantità di sostanze tossiche nella maggior parte dei prodotti utilizzando un tester portatile per nitrati.

Recensioni di madri che allattano che hanno aggiunto l'anguria alla loro dieta

Mangio mezza anguria grande con mio marito ogni giorno. Mangio di notte e poiché di notte allatto solo il bambino (siamo a NE), mi aiuta a nutrire il bambino, poiché il latte diventa più.

Cucciolo di tigre 74

http://forum.forumok.ru/index.php?s=&showtopic=14686&view=findpost&p=803251

Ho iniziato a mangiare quando mia figlia aveva un mese. Mangio quanto voglio, nessun problema.

Bonnie

http://forum.forumok.ru/index.php?s=&showtopic=14686&view=findpost&p=808727

Una volta mangiato, tutto è in ordine. E poi l'ho mangiato di nuovo, con il negozio... Ho curato la diatesi di mio figlio per un mese.

Klavira

http://forum.forumok.ru/index.php?s=&showtopic=14686&view=findpost&p=861924

Se una donna che allatta prima della gravidanza aveva una predisposizione a qualsiasi tipo di allergia, durante l'allattamento, è necessario introdurre con attenzione nella dieta alimenti che hanno un'alta probabilità di causare reazioni negative dal corpo sia della madre che del bambino. Se tali problemi possono essere evitati, l'anguria e il melone in piccole quantità saranno un'eccellente aggiunta al menu principale..

Vale la pena mangiare un cocomero durante l'allattamento, una madre di un neonato?

Nella prima volta dopo la nascita di un bambino e al momento dell'allattamento al seno, una donna ha bisogno di monitorare attentamente ciò che mangia, soprattutto nel primo mese di vita di un bambino.

Una giovane madre è semplicemente obbligata a mangiare i cocomeri. Loro, come i meloni, contengono molte sostanze benefiche per l'organismo. Se una donna non è sicura che un'anguria sia possibile quando allatta un neonato nel primo mese, allora è meglio giocare sul sicuro e aspettare.

Durante l'allattamento, un neonato riceve una varietà di nutrienti dal latte che lo aiutano a svilupparsi. L'anguria durante l'allattamento al seno nel primo mese dovrebbe essere temporaneamente esclusa o consumata con molta attenzione. Ciò è dovuto al fatto che è un ottimo allergene..

Per rispondere alla domanda se sia possibile mangiare un'anguria durante l'allattamento, è necessario assicurarsi che il bambino non sia allergico. Solo dopo, la mamma può mangiare l'anguria anche durante l'allattamento.

Vale la pena mangiare questa bacca durante l'allattamento

Puoi allattare l'anguria o no? Ci sono molte polemiche su questo. Durante l'allattamento, tutte le sostanze che entrano nel corpo della madre vengono infine trasferite al bambino..

È possibile allattare un'anguria - puoi, ma per questo devi scegliere solo frutta di alta qualità. Prima di usare l'anguria durante l'allattamento, deve essere accuratamente lavata.

Inoltre, i medici raccomandano:

  • acquista solo in negozi di fiducia. Evita le tende lungo le autostrade e le strade trafficate;
  • evitare la raccolta anticipata. È in esso che di solito contiene molti nitrati che influenzano la bacca stessa, accelerandone la maturazione. L'uso di un tale prodotto è irto di intossicazione alimentare;
  • dare l'opportunità alla famiglia di essere la prima a provare. In assenza di reazioni negative, la madre può mangiare un pezzetto e quindi controllare la reazione del proprio corpo. Se è positivo, puoi tranquillamente mangiare qualche fetta in più;
  • non consumare il prodotto dopo un pasto abbondante. Ciò può causare un effetto fermentativo, che influenzerà negativamente non solo la madre, ma anche il bambino..

Qualsiasi cibo dovrebbe essere consumato con moderazione. Anche in assenza di reazioni, non dovresti abusarne mangiando più di 3 fette alla volta..

È possibile che una madre mangi un'anguria durante l'allattamento, ogni donna decide da sola, concentrandosi sullo stato del suo corpo. Tuttavia, i medici non consigliano di mangiarlo fino a 4 mesi..

Se, dopo l'allattamento, il bambino ha un'eruzione cutanea, arrossamento, coliche e altre spiacevoli conseguenze, allora dovrebbe essere abbandonato per un po '.

Vantaggi e rischi per una madre e un bambino che allattano

Questo frutto è noto per il suo gusto e per le sostanze benefiche che contiene, in grado di arricchire tutto l'organismo e migliorarne le prestazioni. Include:

  • varie vitamine, ad esempio la vitamina C, necessaria per rafforzare il sistema immunitario. Inoltre, favorisce l'eliminazione precoce di tutti i nitrati, così necessaria durante l'allattamento;
  • magnesio, calcio. Promuovere un rapido processo di recupero dopo la nascita di un bambino;
  • ferro. Partecipa attivamente al processo di prevenzione dello sviluppo dell'anemia;
  • acido folico, che è così necessario per il normale sviluppo del bambino, non solo nell'utero, ma anche dopo la nascita. Aiuta anche a mantenere la pelle di una donna in condizioni normali, migliora il sonno.

Inoltre, si ritiene che le sostanze che compongono il feto aumentino la quantità di latte, rallentino il processo di invecchiamento e prevengano la comparsa di neoplasie. Favorisce inoltre la rapida eliminazione delle tossine dall'organismo grazie alle sue proprietà diuretiche..

Qualsiasi prodotto è utile solo se consumato con moderazione.

Oltre agli aspetti positivi, ci sono anche aspetti negativi:

  • è un grande allergene, che può portare a diatesi;
  • se usato con altri prodotti, è possibile la comparsa di pesantezza, gonfiore, disagio;
  • alcuni fornitori aggiungono deliberatamente molti nitrati, che possono causare disturbi digestivi, vomito e intossicazione alimentare non solo nella madre, ma anche nel bambino.

Se, dopo aver mangiato la bacca, si osservano i primi sintomi di avvelenamento, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Quando non mangiare l'anguria

È meglio giocare sul sicuro rinunciando a questo prodotto fino a quando il sistema digestivo del bambino non si rafforza.

Inoltre, il feto è completamente controindicato nelle donne con:

  • diabete mellito;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • malattia renale, durante la quale è impossibile il normale deflusso di urina dal corpo;
  • pietre o sabbia nei reni.

Ciò è dovuto al fatto che questo prodotto è un ottimo diuretico, che può aggravare le condizioni di una donna a causa dell'incapacità dei reni di funzionare normalmente, di espellere un volume maggiore di urina. Inoltre, la bacca è in grado di provocare processi di fermentazione, che influenzeranno negativamente la digestione..

Per essere sicuri che sia possibile allattare un'anguria nel primo mese, è meglio consultare un medico. È lui che, dopo un esame completo delle briciole, potrà dare precise indicazioni sul metodo, la quantità di assunzione di questa bacca.

Come scegliere un'anguria

Solo la bacca giusta può giovare al corpo. È meglio effettuare un acquisto a fine agosto o inizio settembre. Questo è esattamente il momento in cui le bacche maturano completamente, sono sature di tutti i microelementi necessari, acquisiscono un gusto gradevole e dolciastro..

Quando si sceglie un prodotto, è necessario:

  • prestare attenzione al punto vendita. È meglio fare acquisti solo nei negozi o da venditori che hanno un certificato che indica la qualità del prodotto;
  • evitare i frutti di bosco venduti nelle tende lungo le strade o ammucchiati per terra. Su di essi si depositano molte sostanze nocive, che a volte non possono essere rimosse anche dopo un accurato lavaggio;
  • scegli bacche del peso di circa 5 chilogrammi, di media grandezza. Questo peso è più coerente con il naturale. Se è molto più grande, ciò indica che durante la sua coltivazione sono stati utilizzati vari fertilizzanti e nitrati. Se è inferiore, allora c'è un grande rischio di acquistare un esemplare completamente immaturo, poco arricchito di vitamine, oligoelementi, così necessari per una donna;
  • evitare campioni tagliati o incrinati. Sostanze nocive, infezioni patogene possono penetrare attraverso di loro;
  • bypassare i frutti molli e pigri. Ciò indica che hanno mentito per un periodo abbastanza lungo e potrebbero deteriorarsi;
  • scegli frutti con solo strisce verde scuro senza danni;
  • prestare attenzione alla coda di cavallo. Dovrebbe essere asciutto, ma con moderazione (una coda troppo secca indica una lunga conservazione);
  • scegli esemplari con una macchia giallastra su un lato. Ciò indica che la bacca è stata coltivata alla luce del sole sul terreno;
  • guarda attentamente la polpa. Dovrebbe avere un colore irregolare e striature bianche sottili. Se le strisce sono gialle, dovresti rifiutarti di usare un prodotto del genere..

Se hai dei dubbi quando scegli una bacca, dovresti astenervi dall'acquistarla..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Nutrire un bambino fino a 1 anno per mese: tabelle con gli standard nutrizionali per un bambino sull'allattamento al seno e sull'alimentazione artificiale

Infertilità

Una dieta completa ed equilibrata è un prerequisito per il normale sviluppo di tutti gli organi e sistemi del bambino.

Come consegnare

Analisi

Con un parto prematuro e rapido, può verificarsi una situazione in cui la donna ha già iniziato a partorire e l'ambulanza non è ancora arrivata. Come partorire e che tipo di aiuto deve essere fornito a una donna, descriveremo di seguito.

Antipiretico durante l'allattamento

Analisi

L'aumento della temperatura indica che il sistema immunitario sta cercando di eliminare l'agente eziologico della malattia dal corpo. Se una madre che allatta ha la febbre, il medico specifica l'età del neonato.

Derinat durante la gravidanza

Neonato

Influenza, ARVI, polmonite, bronchite, rinite allergica, dermatite atopica, infezioni urogenitali, ulcere trofiche, artrite reumatoide, stomatite, sepsi - queste sono solo una piccola parte di quelle piaghe che Derinat aiuta a trattare.