Principale / Analisi

Come si manifesta l'appendicite durante la gravidanza e come distinguere le sue prime manifestazioni nella fase iniziale e in quella avanzata: sintomi, quadro clinico, trattamento e operazioni

Il dolore al peritoneo di una donna incinta è spesso associato a cambiamenti anatomici nel suo corpo durante il trasporto di un bambino. D'altra parte, tutti sanno che è questo sintomo il segno definitivo dell'appendicite..

  1. Appendicite durante la gravidanza, conseguenze per mamma e bambino
  2. Appendicite: rischi
  3. Può esserci un'appendicite durante la gravidanza?
  4. Rischi di appendicite acuta in gravidanza
  5. Sintomi
  6. Trattamento
  7. Quando l'appendice viene rimossa: indicazioni
  8. Sono tagliati in un secondo momento
  9. Prognosi di gravidanza
  10. Riabilitazione
  11. Dieta
  12. Video utile

Appendicite durante la gravidanza, conseguenze per mamma e bambino

Per non perdere un attacco della malattia e prendere misure tempestive, è necessario sapere come distinguere il disagio ordinario dall'appendicite acuta durante la gravidanza.

Appendicite: rischi

La causa specifica dello sviluppo della malattia non è stata ancora stabilita..

Questo è spesso associato all'ingestione di rifiuti alimentari nel processo, alla sua colonizzazione con elminti, abitudini alimentari, disturbi metabolici o diminuzione dell'immunità.

La mancanza di trattamento è pericolosa per la salute, causa processi patologici purulenti nella cavità addominale e in casi difficili può portare alla morte..

Può esserci un'appendicite durante la gravidanza?

Le future mamme sono a rischio tra le cause dello sviluppo della malattia:

  1. L'utero, che aumenta costantemente di dimensioni, preme sugli organi addominali, spostandoli dalla loro posizione abituale. In questa condizione, il flusso sanguigno è disturbato, a causa del quale si sviluppa un processo infiammatorio nell'appendice..
  2. I cambiamenti ormonali nel corpo di una donna portano all'interruzione del processo digestivo, causando stitichezza. Le feci indurite sono difficili da spostare attraverso l'intestino e possono ostruire l'appendice, causando infiammazione.

Rischi di appendicite acuta in gravidanza

Il processo infiammatorio può minacciare una donna con un aborto. Pertanto, è molto importante consultare un medico il prima possibile per prevenire complicazioni, rottura del processo intestinale e peritonite della cavità addominale. Un'infezione nel peritoneo rappresenta un pericolo non solo per la vita della donna, ma anche per il nascituro..

Complicazioni di appendicite durante la gravidanza:

  • il rischio di diffondere l'infezione nel periodo postoperatorio;
  • ostruzione intestinale, formazione di gas, ritenzione di feci;
  • invecchiamento precoce della placenta e suo distacco;
  • cambiamento nella funzione di contrazione uterina;
  • fame acuta di ossigeno del feto;
  • la probabilità di sanguinamento durante il travaglio.

Sintomi

L'infiammazione dell'appendice è accompagnata da:

  • dolore acuto vicino all'ombelico, che si abbassa gradualmente dal lato destro;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • un aumento della temperatura corporea;
  • debolezza, aumento della sudorazione, pallore della pelle;
  • perdita di appetito;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • gonfiore.

Il dolore è particolarmente evidente se la donna giace sul lato destro, si manifesta quando si gira il busto, movimenti improvvisi.

I primi 3 mesi di gravidanza, i sintomi non sono diversi dalle manifestazioni della malattia in una persona normale: il dolore è localizzato a destra, nell'addome inferiore.

A metà del termine, l'appendice viene spostata dall'utero più in alto dalla posizione abituale, quindi si osserva dolore anche nell'area sotto il fegato, a livello dell'ombelico.

Negli ultimi mesi, una donna avverte dolore proprio sotto le costole, passando nella parte bassa della schiena.

Trattamento

L'appendicite acuta deve essere trattata in ogni caso e il prima possibile. La diagnostica e la conferma della diagnosi vengono eseguite in un ospedale, dove la futura mamma viene attentamente monitorata e vengono eseguiti test di laboratorio.

Quando l'appendice viene rimossa: indicazioni

I segni di appendicite sono indicati da un aumento del livello di leucociti nell'analisi delle urine. Quando si preme sull'addome sul lato destro e si ritira bruscamente la mano, appare un dolore acuto.

Per uno studio più dettagliato, viene eseguita un'ecografia nelle donne in gravidanza, sulla quale si può considerare un aumento delle dimensioni dell'appendice.

Se, con tutti questi segni, le condizioni del paziente sono complicate da febbre, nausea o vomito, l'operazione deve essere eseguita immediatamente.

L'appendicectomia viene eseguita in due modi: chirurgia standard e laparoscopia.

Eseguendo l'operazione nel solito modo, il medico sull'addome esegue un'incisione cutanea nell'area dell'appendice. Dopo un esame approfondito della cavità addominale per la presenza di un ascesso, il processo viene rimosso, l'incisione viene suturata.

La rimozione dell'appendice utilizzando uno speciale dispositivo ottico, un laparoscopio, è considerata meno dolorosa per una donna incinta. In questo caso, gli strumenti medici vengono inseriti nella cavità addominale attraverso piccoli fori, che asportano la parte infiammata dell'intestino..

La guarigione dopo la laparoscopia è molto più veloce e la donna non ha cicatrici sullo stomaco dopo l'intervento.

Sono tagliati in un secondo momento

L'appendicite non può andare via o andare via da sola. È impossibile posticipare l'operazione, il ritardo rappresenta una minaccia per la vita della madre e del bambino.

L'intervento chirurgico di escissione dell'appendice acuta viene eseguito in tutte le fasi della gravidanza. È importante controllare le tue condizioni prima della nascita del bambino e seguire tutte le raccomandazioni del medico.

Prognosi di gravidanza

Indipendentemente da in quale fase della gravidanza è stata eseguita l'operazione, la futura mamma è sotto la costante supervisione di uno specialista.

Anche il bambino è attentamente monitorato. Il medico esamina lo stato della placenta e del liquido amniotico, monitora lo sviluppo del feto. Se vengono rilevate deviazioni, la donna incinta viene inviata in ospedale per il trattamento.

Se l'operazione è stata eseguita nelle ultime fasi, il processo di consegna viene eseguito con estrema cautela. Per ridurre il rischio di stress sulle suture fresche e per rimuovere il feto più velocemente, l'ostetrico-ginecologo seziona il perineo durante il parto, facilitando i movimenti del bambino..

Riabilitazione

Il periodo postoperatorio per le donne incinte ha le sue caratteristiche. Per non provocare complicazioni indesiderate, non viene applicato un termoforo freddo sullo stomaco, come si fa in condizioni normali..

La terapia antibiotica, obbligatoria dopo l'intervento chirurgico, viene prescritta con cautela, tenendo conto della durata della gravidanza, delle controindicazioni e delle caratteristiche individuali della donna in travaglio.

Per escludere un ritardo nel retto delle feci e l'accumulo di gas, si consiglia di assumere farmaci per stimolare la motilità intestinale..

Sedativi e farmaci per alleviare l'aumento del tono uterino sono indicati individualmente.

Dieta

Una corretta alimentazione è una delle condizioni che devono essere soddisfatte per recuperare più velocemente dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'appendice. Il primo giorno è il più difficile, è completamente vietato assumere cibo e qualsiasi liquido. Si possono somministrare alcune gocce d'acqua al paziente alla fine della giornata e con essa inumidire le labbra secche..

Il menu dovrebbe contenere una quantità sufficiente di vitamine e oligoelementi che stabilizzano il tratto digestivo..

Dal secondo giorno, è consentito utilizzare in piccole quantità:

  • brodo di pollo magro;
  • purè di patate, zucchine o zucca liquida senza aggiungere olio;
  • riso, bollito in acqua, senza grasso e senza sale;
  • yogurt naturale magro senza zucchero;
  • carne di pollo bollita, grattugiata in pappa.

Assumere il cibo in piccole porzioni, suddivise in 5-6 pasti.

La prossima settimana puoi aggiungere al menu:

  • zuppe di purea di verdure con riso e pollo;
  • pesce bollito di specie a basso contenuto di grassi;
  • frutta cotta al forno con un po 'di zucchero o miele;
  • porridge liquido senza olio;
  • gelatina di frutta e verdura;
  • il pane di ieri.

Dall'ottavo giorno, formaggio, latticini, frutta secca, ricotta, marmellata vengono gradualmente introdotti nella dieta.

Prodotti da scartare:

  • pomodori, piselli, asparagi, fagioli;
  • verdure in salamoia;
  • salsicce, carne secca e affumicata e pesce;
  • salse, ketchup, maionese;
  • bevande gassate;
  • caffè, tè forte;
  • prodotti da forno lievitati, pasta al burro.

Il primo mese non è consigliabile utilizzare frutta cruda, latte, ricotta grassa, burro, legumi.

Si consiglia di cuocere tutto il cibo con una quantità minima di sale o senza. Spezie, marinate, peperoni, condimenti - escludere dall'uso.

Il cibo fritto, piccante e salato danneggerà, causerà crampi intestinali e coliche, gonfiore e forte formazione di gas. Verdure, carne, pesce devono essere cotti al vapore, bolliti, stufati o al forno senza grasso in eccesso.

Dopo l'appendicectomia, è importante non appesantire gli organi digestivi con cibo pesante, per consentire al corpo di dirigere tutte le riserve per la guarigione e il recupero delle ferite.

Il dolore addominale che appare senza una ragione apparente è un segnale per una donna incinta per una visita urgente dal medico. Se il dolore è aggravato da attacchi di vomito, nausea, febbre o debolezza, questi possono essere segni di appendicite acuta..

Appendicite durante la gravidanza: segni, conseguenze, cosa fare

Articoli di esperti medici

  • Codice ICD-10
  • Epidemiologia
  • Le ragioni
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Fasi
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Prevenzione
  • Previsione

L'infiammazione dell'appendice del cieco e la sua rimozione chirurgica (appendicectomia) è il motivo più comune per la fornitura di cure chirurgiche di emergenza alla popolazione, alcune delle quali sono donne in gravidanza. È per questo che nella maggior parte dei casi li fa andare sotto i ferri del chirurgo per salvare la vita a se stessi e al proprio bambino. L'appendicite può verificarsi durante la gravidanza? Certamente, come qualsiasi altra malattia.

Pertanto, una donna incinta che è preoccupata per il dolore addominale deve recarsi immediatamente (contando le ore) in un istituto medico. Le consultazioni di un ginecologo e un chirurgo in questo caso sono obbligatorie, rifiutare il ricovero in questo caso è molto rischioso.

In nessun caso dovresti alleviare il dolore con gli analgesici, sono consentiti solo gli antispastici, ad esempio No-shpa. Tuttavia, è ancora meglio non prendere nulla, ma essere sotto controllo medico il prima possibile..

Codice ICD-10

Epidemiologia

L'infiammazione dell'appendice appartiene giustamente alle patologie della giovane età: più di sette pazienti su dieci operati per appendicite non avevano più di 35 anni. Le giovani donne vengono operate circa tre volte più spesso degli uomini. La percentuale di donne in gravidanza tra i pazienti con appendicite va dallo 0,5 al 4%. Casi di infiammazione dell'appendice si verificano in una o due donne su 1000-10.000 donne incinte. Quasi la metà di tutti i casi si verifica nel secondo trimestre di gravidanza.

Cause di appendicite durante la gravidanza

Normalmente, la mucosa intatta dell'appendice è una barriera insormontabile per la flora patogena e opportunistica. La sua permeabilità aumenta con una massiccia invasione microbica, indebolimento dell'immunità locale, danno meccanico o blocco del lume, che porta al trabocco del chimo nell'appendice e allo stiramento delle sue pareti, processi ischemici nei vasi sanguigni dell'appendice del cieco.

Le cause esatte dell'infiammazione dell'appendice non sono ancora del tutto comprese, tuttavia, la teoria infettiva prevale sulle altre. Nella maggior parte dei pazienti, l'esame istologico dei tessuti dell'appendice rimossa rivela colonie di microbi che sono migrati dall'intestino. La penetrazione della flora patogena con sangue o linfa è estremamente rara e non è considerata una via di infezione.

Una varietà di microrganismi si trova nell'appendice che l'ha colonizzata e ha causato il processo infiammatorio. La stragrande maggioranza degli agenti infettivi rilevati (più del 90% dei casi) sono batteri anaerobici non sporigeni. Si trovano anche colonie di batteri aerobici (E. coli, Klebsiella, enterococchi e altri), ma molto meno frequentemente.

In casi isolati, la fonte dell'infezione possono essere gli elminti che sono penetrati nell'appendice, che è più tipica per i bambini; citomegalovirus, micobatterio tubercolosi, dissenteria ameba (questi agenti patogeni si trovano spesso nell'appendice infiammata nei pazienti con AIDS).

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo dell'infiammazione dell'appendice durante la gravidanza:

  • crescita attiva delle dimensioni dell'utero, che contribuisce allo spostamento dell'organo, alla sua compressione e alla ridotta circolazione sanguigna nei suoi vasi;
  • una diminuzione naturale dell'immunità durante il periodo di gravidanza, che riduce la capacità del tessuto linfoide di distruggere gli organismi patogeni;
  • uso predominante di cibi poveri di fibra alimentare (fibra), che porta alla stipsi e alla formazione di fecoliti;
  • un cambiamento naturale nella composizione del sangue durante la gravidanza, che aumenta il rischio di coaguli di sangue;
  • caratteristiche anatomiche della posizione dell'appendice, che aggravano l'effetto dei suddetti fattori.

Patogenesi

Il principale collegamento patogenetico che porta allo sviluppo dell'infiammazione dell'appendice è il restringimento del suo lume (circa 2/3 dei casi), che interrompe il deflusso del muco secreto e contribuisce al trabocco della cavità del processo appendicolare. In giovane età, il restringimento è solitamente causato da un aumento dei follicoli linfoidi. La presenza di fecoliti (pietre fecali) si riscontra in più di un terzo dei casi di infiammazione dell'appendice. Molto meno spesso, i corpi estranei, i parassiti, i tumori sono considerati come collegamenti patogenetici. Nelle donne in gravidanza, oltre alle basi generali di patogenesi, possono essere aggiunti spostamento, compressione o flessione dell'appendice a causa di un aumento delle dimensioni dell'utero.

Quindi, il muco continua a essere prodotto, si verifica la formazione di gas e l'essudazione e il loro deflusso diminuisce o si arresta, il che provoca un aumento della pressione sulle pareti dell'appendice, il loro allungamento. Di conseguenza, il flusso sanguigno venoso è disturbato e quindi arterioso. In condizioni di ipossia, la parete dell'appendice inizia a moltiplicarsi rapidamente e colonizzare la sua cavità interna dai microbi. I prodotti di scarto dei batteri danneggiano l'epitelio, le ulcere compaiono sulla mucosa, il cosiddetto effetto Ashoff primario. Gli immunociti, rispondendo all'attività dei batteri, producono mediatori antinfiammatori che limitano il processo infiammatorio nella fase iniziale dell'appendice, impedendo lo sviluppo di un processo sistemico.

L'ulteriore sviluppo di immunoregolatori locali contribuisce all'approfondimento delle trasformazioni distruttive nella parete appendicolare. Quando lo strato muscolare necrotizza, la parete dell'appendice viene perforata in circa la metà dei pazienti. Ciò è facilitato dalla presenza di pietre fecali in esso. La perforazione porta allo sviluppo di complicanze: peritonite o formazione di un infiltrato periappendicolare.

Nella patogenesi delle forme non occlusive della malattia, l'ischemia primaria dell'appendice è considerata a causa di un flusso sanguigno arterioso insufficiente per soddisfare le esigenze dell'appendice. Cambiamenti nella composizione del sangue durante la gravidanza: un aumento della componente che forma il trombo si adatta bene al quadro della trombosi dei vasi che alimentano l'organo.

La patogenesi dello sviluppo dell'infiammazione acuta dell'appendice è anche considerata come conseguenza di una reazione allergica nell'appendice di una forma immediata o ritardata. Le loro manifestazioni locali sotto forma di vasocostrizione e disturbi nella struttura della parete dell'appendice consentono ai patogeni dell'intestino di infettare i suoi tessuti e migrare con il flusso linfatico. La risposta all'introduzione e allo sviluppo di microrganismi patogeni è l'edema della mucosa, che provoca una diminuzione del volume della cavità e del diametro del lume dell'appendice, i cui tessuti subiscono ischemia, ipossia e trasformazioni purulento-necrotiche.

La conseguenza dell'ulteriore decorso del processo infiammatorio è lo sviluppo di complicanze. Quando è interessato l'intero spessore della parete dell'appendice, sono coinvolti la parte adiacente del peritoneo e gli organi vicini.

Se viene attivata una delle capacità più importanti del peritoneo - proteggersi dalla peritonite diffusa separando l'essudato purulento dovuto a organi vicini colpiti dall'infiammazione, si forma un infiltrato periappendicolare (l'appendice infiammata come un caso copre la connessione di organi e tessuti fusi tra loro nella zona dell'infiammazione locale). Questo conglomerato protegge il sito dell'infiammazione dal resto del peritoneo. Dopo un certo periodo di tempo, l'infiltrazione si risolve o il processo infiammatorio si sviluppa con la formazione di un ascesso.

La progressione della malattia senza collegare il meccanismo di delineazione porta allo sviluppo di peritonite diffusa.

Con la trombosi vascolare e l'ischemia della membrana appendicolare, la morte graduale dei tessuti termina in cancrena, estendendosi all'ansa del mesentere, dove le vene sono anche trombizzate e si sviluppa la tromboflebite settica ascendente, che raggiunge la vena porta e le sue diramazioni (pylephlebitis). Questa complicanza è estremamente rara (5 su 10.000 casi di appendicite), tuttavia è una delle più formidabili.

Sintomi di appendicite durante la gravidanza

I sintomi dell'infiammazione dell'appendice nelle donne che trasportano un bambino cambiano, a volte in modo molto significativo, a causa di cambiamenti fisiologici, ormonali e metabolici che si verificano nel corpo durante questo periodo. Il sintomo principale dell'infiammazione è il dolore, che inizia all'improvviso e non consente di dimenticare se stesso. Nel primo trimestre, quando l'utero in crescita non ha ancora un effetto significativo sulla posizione degli organi addominali, la localizzazione del dolore è comune. I primi segni si fanno sentire nella parte superiore dell'addome sopra l'ombelico, o l'addome fa male solo senza una localizzazione specifica. Il disagio addominale è accompagnato da gonfiore e distensione dell'addome, i gas vanno via male o per niente. Il dolore con appendicite durante la gravidanza può essere intenso o moderato, costante o parossistico. Dopo un breve periodo di tempo, il dolore migra nell'area del processo appendicolare. La versione classica è a destra nel quadrante inferiore dell'addome. L'appendicite durante la gravidanza iniziale in termini di sintomi praticamente non differisce da quella di altri pazienti.

Con la crescita dell'utero, il cieco e il suo processo si muovono verso l'alto, la parete addominale si alza e si allontana dall'appendice. A questo proposito, le donne nella seconda metà della gravidanza di solito lamentano dolore nella parte destra opposta all'ombelico, e talvolta anche più in alto sotto le costole. Se l'appendice è alta, possono comparire sintomi simili alla gastrite.

È probabile anche dolore nella regione lombare, che ricorda il rene. Con la localizzazione pelvica dell'appendice, si può osservare una clinica simile alla cistite: aumento della produzione di urina in piccole porzioni, dolore che si irradia alla vescica, al perineo e alla gamba destra.

Vale la pena prestare attenzione al fatto che per l'infiammazione dell'appendice, una caratteristica è un aumento del dolore quando si tossisce, si cammina, si scuote, si gira su entrambi i lati. In più della metà dei pazienti, l'appendicite in tarda gravidanza non si manifesta con la tensione dei muscoli della parete anteriore del peritoneo a causa del suo progressivo rilassamento; nel resto, questa tensione è molto debole e praticamente non sentita. Possono anche essere assenti altri sintomi di irritazione della parete addominale anteriore..

Il dolore nella fase iniziale dell'appendicite nella maggior parte dei casi è caratterizzato da moderazione. Ciò corrisponde a un processo superficiale o catarrale, quando è coinvolta solo la mucosa dell'appendice. Di solito questa fase corrisponde alle prime sei-dodici ore dopo l'inizio della sindrome del dolore..

Quando si riempie l'appendice di pus (appendicite flemmonosa) e si allunga di conseguenza, la sindrome del dolore diventa intensa. La natura del dolore può cambiare in crampi, pulsanti. In questa fase, la sottomucosa e parte dello strato muscolare sono già coinvolti nel processo. Col tempo, ciò corrisponde alla seconda metà del primo giorno dal momento in cui compaiono i primi sintomi (12-24 ore).

I cambiamenti gangrenosi, che di solito si verificano il secondo giorno (24-48 ore dall'inizio del dolore), portano alla morte delle terminazioni nervose e il dolore si attenua per un po 'di tempo (miglioramento immaginario). Quindi c'è un forte aumento, questo può essere un segno di perforazione del processo e l'inizio dell'infiammazione del peritoneo - una condizione molto pericolosa per una donna incinta e un feto.

La nausea e la mancanza di appetito abbastanza moderate possono iniziare anche prima del dolore, tuttavia, è improbabile che una donna incinta, specialmente con una tossicosi precoce, venga allertata da questa condizione. Ma insieme al dolore, dovrebbe già costringerti a vedere un medico.

La nausea grave e uno o due vomiti iniziano dopo l'inizio del dolore ed è la risposta del corpo al dolore. Il vomito durante l'infiammazione dell'appendice contiene bile, se non è presente, è molto probabile che il vomito sia causato da un altro motivo (esacerbazione della colecistite, alterato deflusso della bile). Se il paziente ha ripetuto vomito e la risoluzione non porta sollievo, questo è un brutto segno di appendicite complicata. E il vomito prima dell'inizio del dolore mette in dubbio la diagnosi di appendicite.

La mancanza di appetito accompagna quasi sempre l'infiammazione dell'appendice. Inoltre, i sintomi persistenti includono movimenti intestinali ritardati a causa della paresi intestinale..

Molto meno spesso, si osservano feci molli o dolori taglienti (tiranti) nel retto e inutile bisogno di defecare, non accompagnati da movimenti intestinali. Questa sintomatologia è tipica della posizione mediale o pelvica dell'appendice..

I pazienti con appendicite lamentano spesso secchezza della mucosa orale. Hanno una patina bianca sulla lingua e un caratteristico rossore..

La condizione subfebrilare il primo giorno si osserva in circa la metà dei pazienti, una temperatura superiore a 38 ℃ è un segno di complicanze dell'infiammazione dell'appendice o dello sviluppo di un'infezione intestinale.

Appendicite durante la gravidanza: sintomi, cause e trattamento della malattia

L'appendicite è un'infiammazione dell'appendice del cieco chiamata appendice. Per molto tempo l'appendice è stata considerata non necessaria. Ora gli scienziati hanno cambiato idea: in fondo, questo organo è una "riserva" per la microflora intestinale, grazie alla quale si riprende dopo le malattie.

Ma con l'infiammazione dell'appendice, un'operazione per rimuoverla è obbligatoria, anche durante la gravidanza, perché senza intervento chirurgico, l'appendice si romperà e l'infiammazione della cavità addominale, che porterà alla morte del feto.

  • Appendicite durante la gravidanza: è possibile?
  • Perché l'appendicite acuta è pericolosa durante la gravidanza?
  • Sintomi di appendicite durante la gravidanza
  • Diagnosi e trattamento dell'appendicite durante la gravidanza

Figura 1 - Posizione dell'appendice nel corpo di una donna

Appendicite durante la gravidanza: è possibile?

Il rischio di sviluppare un'appendicite durante la gravidanza è maggiore rispetto alla gravidanza normale. Quindi la gravidanza è un fattore per la comparsa di un processo infiammatorio nell'appendice..

Ciò accade presumibilmente a causa del fatto che l'utero allargato sposta gli organi addominali, esercitando una pressione su di essi. Tale compressione interrompe la circolazione sanguigna nell'appendice, a causa della quale si gonfia e si infiamma..

Un altro motivo per la comparsa di appendicite nelle donne in gravidanza è il fatto che le future mamme producono una grande quantità di ormone progesterone, che rilassa la muscolatura liscia degli organi interni, compresi i muscoli del canale alimentare. Di conseguenza, il cibo viene ritardato e si verifica la stitichezza, a seguito della quale le feci si induriscono. Queste pietre fecali, a causa del loro lento movimento nell'intestino crasso, possono penetrare nell'appendice, contribuendo al suo blocco e infiammazione..

Perché l'appendicite acuta è pericolosa durante la gravidanza?

Durante il periodo di gravidanza, una donna dovrebbe ascoltare i minimi cambiamenti nella propria salute. La riluttanza di una donna incinta ad andare dal medico quando compaiono possibili segni di appendicite porterà a conseguenze disastrose..

Per un bambino, un atteggiamento così indifferente si esprime sotto forma di carenza di ossigeno (ipossia) e distacco prematuro della placenta. Il bambino è in pericolo di morte a causa dell'irresponsabilità di una tale madre.

La donna stessa si espone al rischio di sviluppare un'ostruzione intestinale, un processo infettivo e infiammatorio nel peritoneo, una massiccia perdita di sangue, shock settico e altri..

Quando il processo si interrompe, viene eseguito un taglio cesareo indipendentemente dall'età gestazionale, l'utero e le tube di Falloppio vengono rimossi.

Fasi di sviluppo di appendicite acuta

Il primo stadio della medicina si chiama catarrale. È caratterizzato da infiammazione dell'appendice, dolore addominale (più spesso nell'ombelico), a volte nausea e vomito. La sua durata va dalle 6 alle 12 ore.

Se in questo momento l'operazione non viene eseguita, le complicazioni compaiono sotto forma di un secondo stadio (flemmone), durante il quale i tessuti dell'epididimo vengono distrutti, compaiono ulcere e si accumula pus. Il dolore doloroso costante si sposta sul lato destro, la temperatura corporea può salire fino a 38 ° C *. Questa fase di appendicite acuta dura circa 12-24 ore.

Inoltre, c'è una necrosi delle pareti dell'appendice e la sua rottura - il terzo stadio (cancrenoso). Le sensazioni spiacevoli possono diminuire per un po ', ma poi quando si tossisce, si verificherà un forte dolore all'addome. Durata della terza fase dell'appendicite - 24-48 ore.

L'ultimo stadio è una rottura dell'appendice e un'infiammazione del peritoneo (peritonite) dovuta all'ingresso del contenuto dell'appendice nella cavità addominale. Inoltre, senza intervento chirurgico, la situazione finisce con la morte per entrambi.

* Ricorda, durante la gravidanza, la temperatura corporea normale è leggermente superiore a quella di una donna non incinta e raggiunge i 37,4 ° C (per alcune, fino a 37,6 ° C).

Ecco le statistiche della mortalità fetale con infiammazione dell'appendice nella madre.

Stadio di appendicite in una donna incintaTasso di mortalità infantile
appendicite non complicata2-16%
rottura dell'epididimo20-50%
peritonitefino al 90%

La tabella mostra che la progressione della malattia aumenta il rischio di morte del bambino..

Pertanto, non funzionerà e si sdraierà, e neanche il trattamento con rimedi popolari in questa situazione sarà d'aiuto. Al minimo sospetto di appendicite, dovresti consultare immediatamente un medico o chiamare un'ambulanza. Ignorare i sintomi porterà conseguenze disastrose.

Se c'è il sospetto di appendicite, non puoi:

  • mettere una piastra elettrica sullo stomaco: questo accelera solo i processi infiammatori e tale calore porterà solo danni al bambino;
  • prendi antispastici e antidolorifici: è difficile da diagnosticare e, se sondato da un medico, non ci sarà una reazione adeguata;
  • mangia e bevi qualsiasi cosa: l'operazione viene eseguita a stomaco vuoto, altrimenti aumenta il rischio di complicazioni durante l'operazione.

Sintomi di appendicite durante la gravidanza

Durante la gravidanza, l'appendicite è atipica. Il vomito e la nausea possono essere assenti.

Il sintomo principale dell'appendicite durante la gravidanza è il dolore nella parte destra. Il luogo di localizzazione del dolore (vedi Figura 2) e la sua intensità variano a seconda del periodo: più lungo è il periodo di gestazione, più pronunciate sono le sensazioni dolorose.

Nelle prime fasi (primo trimestre), a causa dell'assenza dell'addome, si avverte dolore vicino all'ombelico, quindi si sposta nella regione iliaca destra. Quando si tossisce e si tende, diventa più pronunciato..

Nel secondo trimestre, l'utero allargato sposta l'appendice avanti e indietro, quindi il dolore si avverte vicino al fegato (nella parte destra da qualche parte a livello dell'ombelico).

Nelle ultime fasi della gravidanza, fa male proprio sotto le costole, sembra da qualche parte dietro l'utero. Inoltre, il dolore può essere dato alla parte bassa della schiena sul lato destro..

Figura 2 - Posizione dell'appendice nelle donne in gravidanza, a seconda della durata della gravidanza

Come determinare in modo indipendente l'appendicite? I sintomi dell'appendicite durante la gravidanza vengono cancellati a causa dei cambiamenti naturali nel corpo della futura mamma. Ma ci sono due metodi scientifici o segni di appendicite in una donna incinta:

  1. Aumento del dolore quando si gira dal lato sinistro a quello destro (sintomo di Taranenko).
  2. Aumento del dolore nella posizione sul lato destro a causa della pressione esercitata sull'appendice dall'utero (sintomo di Michelson).
  3. Nausea, vomito, insieme a indigestione (diarrea) e dolore sordo e persistente sul lato destro.

Se l'appendice si trova vicino alla vescica, compaiono i sintomi della cistite: minzione frequente, dolore al perineo, irradiazione alle gambe.

Segni di peritonite (infiammazione della cavità addominale): temperatura corporea elevata, polso rapido, mancanza di respiro, gonfiore.

Diagnosi e trattamento dell'appendicite durante la gravidanza

La diagnosi di appendicite durante la gravidanza è piuttosto difficile. Di solito, le pietre fecali bloccate nel punto di transizione del processo nel cieco vengono rilevate utilizzando i raggi X. Ma durante la gravidanza, l'irradiazione a raggi X è dannosa, specialmente nelle prime fasi, perché tali raggi interrompono la divisione delle cellule nell'embrione, il che può portare allo sviluppo di malattie del sistema nervoso fetale o alla nascita di un bambino gravemente malato..

Per quanto riguarda l'esame ecografico (ecografia), viene utilizzato solo per escludere malattie degli organi genitali interni di una donna, perché spesso il dolore nell'infiammazione dell'utero e delle appendici viene confuso con il dolore nell'appendicite. Bene, per diagnosticare l'appendicite, l'ecografia non è molto istruttiva, poiché durante la gravidanza l'utero spinge l'appendice del cieco in profondità e il processo non può essere visualizzato.

Si prega di notare che i sintomi delle malattie ginecologiche non sono nausea, vomito e diarrea. Questo è tipico dell'appendicite e di altre malattie gastrointestinali..

È imperativo che se si sospetta un'appendicite, i medici eseguano esami del sangue e delle urine: qualsiasi processo infiammatorio aumenta il contenuto di linfociti in queste sostanze a valori elevati.

Bene, il metodo principale per diagnosticare l'appendicite è un esame di una donna incinta da parte di un chirurgo che palpa (sente) l'addome e intervista il paziente:

  • quanto è grave il dolore (insignificante, insopportabile);
  • se si avverte quando si cammina, si tossisce o si solleva la gamba destra mentre si è sdraiati;
  • qual era la temperatura corporea;
  • se c'erano nausea, vomito, ecc..

A causa dei sintomi lievi, le donne in una posizione hanno maggiori probabilità di finire in ospedale nelle fasi successive della malattia. Ci sono cinque volte più donne incinte con appendicite cancrenosa rispetto alle donne non gravide.

C'è solo un trattamento per l'appendicite - appendicectomia (intervento chirurgico per rimuovere l'appendice). L'appendice viene asportata in due modi:

  • per via laparotomica: durante il processo viene praticata un'incisione di dieci centimetri;
  • per via laparoscopica: vengono praticate tre punture nell'addome.

Durante la gravidanza, la seconda opzione viene utilizzata più spesso..
La laparoscopia viene eseguita utilizzando un tubo con una telecamera ottica e due dispositivi manipolatori. Questa tecnica non lascia punti dietro, il che è importante per l'estetica del corpo femminile..

La paziente viene operata in anestesia generale in modo che la futura mamma non si preoccupi. Nelle fasi successive, può essere eseguito un taglio cesareo di emergenza.

Dopo l'operazione, la donna incinta viene regolarmente visitata da un ginecologo. Prescrivi il riposo a letto. Puoi alzarti solo per 4-5 giorni.

Dopo l'operazione, è necessario seguire la dieta preparata dal medico. I primi due giorni puoi grattugiare cereali, purè di patate, brodo di pollo, latticini. Quindi, zuppe tritate con un frullatore, frittata senza olio, cotolette al vapore vengono gradualmente introdotte nella dieta, ma la frutta fresca è inclusa solo il quarto giorno. Dopo tre mesi sono consentiti dolci, cibi fritti, bevande con gas se lo si desidera.

Il settimo giorno, i punti vengono rimossi senza dolore (con laparotomia). Le donne incinte non mettono il ghiaccio, gli scaldini e altri carichi sullo stomaco.

Il personale medico effettua la prevenzione di complicazioni e disturbi della peristalsi del tratto digerente, prescrivendo:

  • tocolitici - farmaci che rilassano i muscoli dell'utero e prevengono il parto prematuro;
  • rafforzare l'immunità e le vitamine necessarie per proteggere il feto (tocoferolo, acido ascorbico);
  • terapia antibatterica (durata 5-7 giorni);
  • sedativi;
  • fisioterapia.

Dopo la dimissione, la donna è inclusa nel gruppo a rischio di aborto spontaneo e parto prematuro. Prevenzione dell'insufficienza placentare.

Se il parto si verifica subito dopo la rimozione dell'appendice, i medici eseguono l'anestesia completa e applicano una benda ai punti, facendo tutto con molta attenzione e attenzione..

Ricorda, con un accesso tempestivo alle cure mediche, è possibile evitare conseguenze sulla vita e sulla salute per madre e figlio.

In uno stato di emergenza. Appendicite durante la gravidanza

Appendicite durante la gravidanza. Segni e diagnosi di appendicite.

Le gestanti di solito associano il dolore addominale alla gravidanza. Nella maggior parte dei casi, questo è vero. Questo è il motivo per cui i sintomi dell'appendicite possono essere persi durante la gravidanza. Per evitare che ciò accada, è necessario sapere come si manifesta questa malattia insidiosa..

L'appendicite, o infiammazione dell'appendice, è una delle malattie più comuni degli organi addominali. Tra le donne con appendicite, si trova fino al 3-3,5% delle donne in gravidanza. L'incidenza di appendicite acuta nelle donne in gravidanza è leggermente superiore rispetto ad altre donne.

Le ragioni esatte per lo sviluppo dell'appendicite non sono completamente note. Esistono diverse versioni. Secondo uno di loro, si ritiene che lo sviluppo dell'appendicite sia direttamente correlato al blocco del lume tra il cieco e l'appendice. Il blocco può verificarsi a causa della formazione di piccole pietre fecali - coproliti, che chiudono il lume, interrompendo così l'afflusso di sangue nell'appendice, che porta al suo edema e alle manifestazioni infiammatorie.

La gravidanza può essere un fattore predisponente per lo sviluppo dell'appendicite. Ciò è dovuto alla crescita e all'allargamento dell'utero, che, occupando sempre più spazio nella piccola pelvi, comprime l'appendice, interrompendone l'afflusso di sangue, che porta allo sviluppo dell'infiammazione.

Sintomi di appendicite durante la gravidanza

Distinguere tra forme di appendicite semplici (cioè catarrale) e distruttive (flemmone, cancrenosa e perforata). Tutti sono fasi nello sviluppo di un singolo processo e per il loro verificarsi nel decorso progressivo della malattia è necessario un certo tempo: per l'appendicite catarrale (quando solo la mucosa dell'appendice è coinvolta nel processo infiammatorio) - 6-12 ore, per flemmone (i cambiamenti possono essere rintracciati sulla mucosa, sottomucosa e in parte sullo strato muscolare) - 12-24 ore, per cancrena (quando tutti gli strati della parete dell'appendice muoiono) - 24-48 ore: successivamente, l'appendice può essere perforata, in cui il contenuto dell'intestino entra nella cavità addominale.

Le manifestazioni dell'appendicite dipendono in gran parte da cambiamenti patologici nell'appendice, nonché dalla sua posizione nella cavità addominale. Finché il processo infiammatorio è limitato dal processo stesso, senza passare al peritoneo - uno strato di tessuto connettivo che copre le pareti e gli organi della cavità addominale - le manifestazioni della malattia non dipendono dalla posizione nella cavità addominale rispetto ad altri organi e sono espresse dal dolore nel terzo superiore dell'addome, che gradualmente spostati verso il basso nella metà destra dell'addome. In questo caso, possono comparire nausea, vomito. Il dolore addominale può essere minore e si verifica non solo nella regione iliaca destra, ma anche in altre parti dell'addome. Spesso, il dolore durante l'esame non viene rilevato immediatamente ed è determinato in modo significativamente più alto dell'utero, spesso il dolore maggiore è determinato nella regione lombare destra. Caratterizzato da un aumento del dolore nella posizione sdraiata sul lato destro, a causa della pressione dell'utero gravido sul fuoco infiammato.

Con l'ulteriore sviluppo del processo infiammatorio, il dolore appare nella regione iliaca destra - nell'addome inferiore o sopra, fino all'ipocondrio, a seconda del grado di spostamento del processo da parte dell'utero, cioè della durata della gravidanza. I sintomi di irritazione peritoneale (dolore con una forte rimozione della mano che preme sulla parete addominale anteriore) sono assenti nelle donne in gravidanza o sono lievi a causa dello stiramento della parete addominale. Nelle donne in gravidanza, tutti i sintomi possono essere lievi e apparire tardivi..

Tra le altre caratteristiche dell'appendicite, si può distinguere una posizione atipica dell'appendice. Quindi, con una posizione "alta" dell'appendice (sotto il fegato), i sintomi della gastrite possono comparire con dolore nella parte superiore dell'addome, nausea e vomito. Con una posizione "bassa" (nel bacino), soprattutto se il processo confina con la vescica, può esserci un'immagine di cistite - infiammazione della vescica, con dolore che si irradia alla gamba, al perineo, con minzione frequente in piccole porzioni.

Lo sviluppo di appendicite nelle donne in gravidanza colpisce anche il feto, soprattutto se l'appendicite si sviluppa nel secondo trimestre di gravidanza. La complicanza più comune della gravidanza è la minaccia di interruzione. Altre complicazioni includono processi infettivi postoperatori, ostruzione intestinale. In rari casi, si verifica un distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata, quando la placenta esfolia dalla parete dell'utero in un'area più o meno estesa. In questa situazione, la prognosi dipende dal grado di distacco: con un piccolo distacco e un trattamento tempestivo avviato, la gravidanza può essere salvata. La corioamnionite (infiammazione delle membrane) e l'infezione intrauterina del feto richiedono una terapia antibiotica.

La probabilità di complicanze è particolarmente alta durante la prima settimana dopo l'intervento. A questo proposito, a tutti i pazienti dopo l'appendicectomia vengono prescritti farmaci che rilassano i muscoli dell'utero. Per prevenire complicazioni infettive dopo l'appendicectomia nelle donne in gravidanza, a tutti i pazienti vengono prescritti antibiotici.

Escursione in anatomia

Diagnosi di appendicite nelle donne in gravidanza

La diagnosi inizia con un colloquio e un esame approfonditi. I pazienti hanno spesso febbre e dolore (da sopportabile a molto grave) nell'addome inferiore destro, quando camminano o palpano (e spesso a riposo). Se l'infiammazione ha raggiunto il peritoneo, si osserva spesso dolore "di rimbalzo". Ciò significa che quando il medico preme sull'addome e poi rimuove rapidamente la mano, il dolore peggiora brevemente..

In caso di infezione, il numero di globuli bianchi (leucociti) nel test del sangue aumenta. Nelle prime fasi dell'appendicite, prima che si sviluppi l'infezione, può essere normale, ma più spesso si osserva almeno un leggero aumento della conta dei globuli bianchi. Sfortunatamente, l'appendicite non è l'unica condizione che causa un aumento della conta dei globuli bianchi. Quasi tutte le infezioni o infiammazioni possono portare ad un aumento della conta dei globuli bianchi. Pertanto, solo un aumento del numero di globuli bianchi non può essere considerato come prova diretta di appendicite..

Microscopia delle urine. Questo è un esame al microscopio delle urine che rileva globuli rossi, globuli bianchi e batteri. L'analisi delle urine viene solitamente modificata in caso di infiammazione o calcoli nei reni o nella vescica, che a volte possono essere confusi con l'appendicite. Pertanto, i cambiamenti nelle urine indicano un processo patologico nel rene o nella vescica, mentre i risultati normali della microscopia delle urine sono più caratteristici dell'appendicite..

Procedura ad ultrasuoni. Questa è una procedura indolore che utilizza le onde sonore per vedere gli organi interni. Un'ecografia può rivelare un'appendice o un ascesso ingranditi. Tuttavia, con l'appendicite, l'appendice è visibile solo nel 50% dei pazienti. Pertanto, l'incapacità di vedere l'appendice con gli ultrasuoni non esclude l'appendicite.

Laparoscopia. Questa è una procedura chirurgica in cui un sottile tubo in fibra ottica con una telecamera viene inserito nella cavità addominale attraverso una piccola apertura nella parete addominale. La laparoscopia consente di vedere l'appendice e altri organi dell'addome e del bacino.

Se l'appendicite si trova in una donna incinta, l'appendice può essere rimossa immediatamente. L'operazione viene eseguita sullo sfondo dell'anestesia generale o dell'anestesia epidurale: un'iniezione di anestetico nello spazio sopra la membrana dura del midollo spinale, a seguito della quale l'area dell'intervento e le gambe vengono anestetizzate.

Non esiste altro test oltre alla laparoscopia che può essere utilizzato per diagnosticare con certezza l'appendicite. Pertanto, se si sospetta un'appendicite, la tattica di azione può essere la seguente. In primo luogo, il paziente viene monitorato in un ospedale. Se 2 ore di osservazione non portano una chiarezza completa, viene eseguita una laparoscopia diagnostica o un intervento chirurgico, a seconda delle capacità dell'ospedale.

Trattamento dell'appendicite durante la gravidanza

Con l'appendicite, è possibile solo il trattamento chirurgico - appendicectomia. Gli antibiotici vengono somministrati prima dell'intervento, non appena viene fatta la diagnosi, al fine di prevenire complicazioni suppurative postoperatorie.

Attualmente, vengono utilizzati due metodi per rimuovere l'appendice: un'operazione tradizionale eseguita attraverso un'incisione e un'operazione endoscopica, che viene eseguita attraverso punture sotto il controllo di un televisore..

Con l'appendicectomia, eseguita attraverso un'incisione, viene praticata un'incisione di 8-10 cm attraverso la pelle e gli strati della parete addominale sopra l'area dell'appendice.Il chirurgo esamina l'appendice. Dopo aver esaminato l'area intorno all'appendice per assicurarsi che non ci siano altre malattie in quest'area, l'appendice viene rimossa. Se c'è un ascesso, può essere drenato con scarichi (tubi di gomma) che scorrono dall'ascesso e vengono drenati attraverso l'incisione. Quindi l'incisione viene suturata.

Un nuovo modo per rimuovere l'appendice prevede l'uso di un laparoscopio, un sistema ottico collegato a una videocamera che consente al chirurgo di guardare all'interno dell'addome attraverso un piccolo foro di puntura (invece di una grande incisione). Se viene rilevata un'appendicite, l'appendice viene rimossa utilizzando strumenti speciali che vengono inseriti nella cavità addominale, come un laparoscopio, attraverso piccoli fori. I vantaggi dell'utilizzo della laparoscopia per l'appendicite sono: riduzione del dolore postoperatorio (poiché il dolore deriva principalmente dalle incisioni) e recupero più rapido, nonché un eccellente effetto cosmetico. Un altro vantaggio della laparoscopia è che consente al chirurgo di esaminare la cavità addominale e fare una diagnosi accurata nei casi in cui viene messa in dubbio la diagnosi di appendicite. La rimozione dell'appendice laparoscopica è il metodo chirurgico ottimale, soprattutto per le donne in gravidanza.

Periodo postoperatorio

La gestione delle donne incinte nel periodo postoperatorio, la prevenzione e il trattamento delle complicanze dell'appendicite acuta vengono eseguite secondo le regole adottate in chirurgia, tenendo conto di una serie di caratteristiche. Dopo l'operazione, non impongono un carico e ghiaccio sullo stomaco (questo può provocare complicazioni della gravidanza), osservare cautela nell'espansione del regime, nella scelta di mezzi volti a migliorare il funzionamento dell'intestino. Viene utilizzata la fisioterapia, che non solo aiuta a migliorare la funzione intestinale, ma aiuta anche a mantenere la gravidanza. Usano antibiotici che non possono danneggiare il feto. La prevenzione dell'interruzione prematura della gravidanza dopo l'intervento chirurgico consiste nel mantenere il riposo a letto per un tempo più lungo e nell'uso di trattamenti appropriati: sedativi, con contrazioni tangibili dell'utero - supposte con papaverina o solfato di magnesio, elettroforesi endonasale della vitamina B1.

Dopo la dimissione dall'ospedale, tali donne incinte sono incluse nel gruppo a rischio per la minaccia di interruzione anticipata della gravidanza, che può verificarsi molto tempo dopo l'operazione, pertanto vengono prese misure preventive per mantenere la gravidanza..

Si considera che il feto in queste donne abbia avuto un'infezione intrauterina e vengono prese le misure necessarie per monitorarne lo sviluppo, le condizioni del feto e della placenta (ecografia, ricerca ormonale, Doppler). Con manifestazioni di insufficienza fetoplacentare (quando il feto non riceve abbastanza ossigeno e sostanze nutritive), la donna viene ricoverata in ospedale e viene eseguita una terapia appropriata.

La gestione del parto che si è verificato nel primo periodo postoperatorio (1-3 giorni dopo l'operazione) si distingue per la sua attenzione. Applicare un bendaggio stretto dell'addome (per prevenire la divergenza delle cuciture), un'anestesia completa con l'uso diffuso di antispastici. Durante il parto, viene costantemente eseguita la prevenzione dell'ipossia intrauterina (mancanza di ossigeno) del feto. Il periodo di espulsione è accorciato dall'incisione del perineo, perché durante la spinta, la pressione intra-addominale aumenta con il carico sulla parete addominale anteriore, che influisce negativamente sulle suture postoperatorie.

Indipendentemente dalla distanza temporale del parto dall'intervento chirurgico, vengono sempre eseguiti con sufficiente vigilanza a causa della tendenza alle complicanze: anomalie delle forze di lavoro, sanguinamento nel follow-up e primi periodi postpartum.

Cause, sintomi e trattamento dell'appendicite durante la gravidanza

Cause di appendicite durante la gravidanza

Durante la gestazione, l'appendicite viene rilevata nello 0,05-0,12% delle donne. La malattia può avere un decorso latente, quindi viene spesso diagnosticata in fasi successive, che possono essere pericolose per la madre e il feto.

L'appendicite durante l'inizio della gravidanza è accompagnata da dolore nell'addome inferiore

I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo del processo infiammatorio durante la gravidanza:

  • stitichezza frequente. Sono tipici delle donne in gravidanza a causa di una diminuzione della sensibilità della parete muscolare e del deterioramento della motilità intestinale. A causa della stitichezza, il contenuto dell'appendice può ristagnare, al suo interno può svilupparsi microflora patogena;
  • diminuzione dell'acidità del succo gastrico. Questo fenomeno si osserva nelle donne che, prima della gravidanza, soffrivano di gastrite ipoacida cronica. Come risultato dello spostamento degli organi interni dovuto alla compressione da parte dell'utero, può verificarsi un'esacerbazione della patologia. Una diminuzione dell'acidità può causare l'attivazione della microflora gastrointestinale;
  • spostamento dell'appendice e del cieco. L'utero in continua espansione comprime le sezioni dell'intestino crasso. Da questo, l'appendice può piegarsi, il suo svuotamento e la circolazione sanguigna si deteriorano, il che porta all'infiammazione;
  • diminuzione dell'immunità. Quindi il corpo femminile sta cercando di proteggere il feto dal rigetto, quindi la donna incinta diventa vulnerabile a qualsiasi malattia infettiva.

Tutti i fattori di cui sopra portano all'attivazione della microflora opportunistica nell'intestino. Gli agenti causali dell'appendicite possono essere stafilococchi, Escherichia coli.

Fasi della malattia

L'appendicite si manifesta in più fasi.

  1. Catarrale. L'infiammazione colpisce la mucosa dell'appendice e la sua sottomucosa. Questa è una forma lieve della malattia che dura circa 6 ore dopo l'inizio dell'infiammazione. Se un'appendice infiammata viene diagnosticata e rimossa in questa fase, non dovrebbero esserci complicazioni.
  2. Flegmonous. Lo strato muscolare e la membrana sierosa sono coinvolti nel processo infiammatorio. Inizia immediatamente dopo la forma catarrale e dura fino a 24 ore.
  3. Gangrenoso. Si verifica la distruzione parziale o completa dell'appendice. La forma più sfavorevole della malattia dura da 24 a 72 ore dopo l'inizio dell'infiammazione. Il contenuto dell'appendice può entrare nella cavità addominale, causando la sepsi.

Più leggera è la forma della malattia, minori sono le complicazioni. Pertanto, se compaiono sintomi, è necessario consultare un medico..

Sintomi di appendicite durante la gravidanza

I sintomi della malattia dipendono dalla durata della gravidanza:

  • nel primo trimestre i sintomi non differiscono da quelli osservati nelle donne prima della gravidanza. C'è un improvviso dolore lancinante nell'addome inferiore a destra. Può essere costante o parossistica, dato alla regione lombare. Nelle prime fasi dell'appendicite sono anche caratteristici nausea, vomito, diarrea e tensione dei muscoli addominali. Le donne incinte possono confondere tali sintomi con la tossicosi precoce, quindi non cercano sempre aiuto in tempo;
  • a 4-8 mesi i sintomi sono stati cancellati. Il dolore nell'appendicite è moderato, localizzato a destra sotto le costole. Le donne incinte li prendono per manifestazioni di gravidanza in via di sviluppo. Potrebbe esserci un aumento della temperatura fino a 37,5 gradi, nausea e vomito;
  • prima o durante il parto, l'appendicite è difficile da diagnosticare. I segni sono mascherati dalle contrazioni. Pertanto, è possibile sospettare l'infiammazione dell'appendice da altre manifestazioni: ipertermia, indebolimento del travaglio. Inoltre, con l'appendicite, potrebbe esserci un aumento del dolore a destra nel periodo tra le contrazioni;
  • dopo il parto è caratteristico il decorso tipico dell'appendicite. È accompagnato da dolore, nausea e attacchi di vomito. La tensione muscolare è debole, poiché il tono muscolare non si è ancora ripreso dopo la gestazione.

Qualsiasi segno insolito dovrebbe essere la ragione per la ricerca di cure mediche. Se l'intervento chirurgico non viene eseguito in tempo, possono svilupparsi complicazioni potenzialmente letali..

I sintomi comuni dell'appendicite sono dolore addominale e nausea

Diagnosi di appendicite

In circa la metà dei casi, l'appendicite viene confusa con la minaccia di interruzione della gravidanza. La diagnosi tardiva della malattia nelle donne peggiora la prognosi.

Vengono utilizzati diversi metodi per fare la diagnosi corretta:

  • analisi del sangue generale. Durante la gravidanza normale si osserva anche un aumento della VES e della conta leucocitaria, caratteristica dell'appendicite. Pertanto, questi indicatori devono essere valutati nel tempo: un rapido aumento dei cambiamenti infiammatori può indicare un'appendicite;
  • Ultrasuoni della cavità addominale. L'appendice non è normalmente visibile agli ultrasuoni. Ma con l'appendicite, viene visualizzato come una formazione con un diametro di 6-10 mm, che parte dal cieco;
  • laparoscopia diagnostica. Una procedura efficace che rileva l'infiammazione nel 93% dei casi. Ma ha una serie di controindicazioni. Fino a 16-18 settimane, questa tecnica è vietata in caso di gravidanza atipica. E in un secondo momento, la visibilità del cieco sarà disturbata a causa di un aumento dell'utero;
  • microscopia delle urine. Consente di identificare globuli rossi e bianchi e batteri nelle urine. Tali cambiamenti si osservano nelle malattie dei reni e della vescica. Un normale test delle urine su uno sfondo di disagio è caratteristico dell'appendicite..

Dato il trimestre di gravidanza, la diagnosi differenziale viene effettuata con tossicosi precoce, gastrite, pancreatite, colecistite, tossicosi tardiva, pielonefrite, gravidanza ectopica e alcune altre malattie. Pertanto, al paziente può essere assegnato un consulto con un numero di medici: urologo, nefrologo, epatologo, gastroenterologo.

Trattare un'appendice infiammata

Se l'appendicite viene rilevata in una donna incinta, è necessario il ricovero urgente e la successiva rimozione dell'appendice. Si raccomanda la chirurgia laparoscopica. Se l'appendicite viene diagnosticata durante il parto, l'intervento verrà programmato immediatamente dopo la fine del processo di consegna. Se ci sono manifestazioni di appendicite gangrenosa, questa è un'indicazione per il taglio cesareo simultaneo e la rimozione dell'appendice infiammata..

Per periodi superiori a 18 settimane, prima di prescrivere la rimozione dell'appendice, la sua posizione esatta viene determinata tenendo conto dello spostamento del cieco sotto la pressione dell'utero.

Dopo l'operazione, è necessario prevenire le complicanze dell'appendicite. Per ripristinare la peristalsi intestinale nel primo trimestre, viene prescritta la diatermia del plesso solare e nel successivo - lombare. Gli antibiotici sicuri per il feto sono prescritti per prevenire l'infezione.

Per la prevenzione dell'aborto dopo l'appendicite, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • il riposo a letto dovrebbe durare circa una settimana;
  • con contrazioni uterine vengono prescritte supposte vaginali con papaverina;
  • dopo la dimissione, un moderato esercizio è utile per prevenire il verificarsi di aderenze. Per evitare la rottura della cucitura, non sollevare pesi;
  • nelle prime fasi, puoi usare una benda, ma se esercita molta pressione sull'addome, è meglio smettere di indossarla;
  • nelle prime 2 settimane dopo l'operazione, è meglio eseguire le procedure igieniche sotto la doccia. Dovrebbero essere quotidiani e, dopo il lavaggio, è necessario trattare la cucitura con un antisettico..

La prognosi della malattia dipende dalla durata della gravidanza, dal tasso di rilevamento dell'appendicite e dall'operazione. Più velocemente viene avviata la terapia, maggiori sono le possibilità di evitare complicazioni.

Dopo la rimozione dell'appendice, rimane una cicatrice

Conseguenze dell'appendicite durante la gravidanza

L'appendicite durante la gestazione può causare complicazioni come:

  • rottura dell'appendice. In questo caso, si possono osservare gravi conseguenze: peritonite con grave intossicazione, sepsi, pileflebite;
  • aborto spontaneo precoce e parto prematuro nella tarda gestazione;
  • dopo l'intervento chirurgico - il rischio di distacco della placenta, ipossia fetale, infezione;
  • se l'intervento chirurgico viene eseguito prima del parto, può portare ad anomalie nel travaglio, sanguinamento.

Secondo le statistiche, la morte fetale con appendicite non complicata si osserva nel 2-7% dei casi e con cancrena - nel 28-30%. La mortalità materna è dell'1,1%.

Prevenzione

Per la prevenzione dell'appendicite nelle donne durante la gravidanza, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • regola la tua dieta. Mangia cibi semi-liquidi facilmente digeribili per migliorare la digestione e prevenire la stitichezza;
  • non mangiare troppo. Osserva la dieta: mangia in piccole porzioni 5-6 volte al giorno;
  • trattare le malattie acute del tratto gastrointestinale, osservare la prevenzione delle patologie croniche.

Le raccomandazioni di cui sopra non garantiscono al 100% che il processo infiammatorio nell'appendice non inizierà. Se avverti disagio nell'addome inferiore, devi consultare non solo un ginecologo, ma anche un gastroenterologo.

Le donne incinte sono a rischio di sviluppare un'appendicite. Pertanto, è necessario monitorare attentamente i tuoi sentimenti. Se c'è disagio, è necessario un esame completo, poiché tali manifestazioni possono indicare altre malattie: gravidanza ectopica, pielonefrite, pancreatite e altre.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Chi beve caffè con GW?

Infertilità

30 dicembre 2013 RisposteLa nostra sceltaAlla ricerca dell'ovulazione: follicolometria ConsigliatoI primi segni di gravidanza. Sondaggi. Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Sintomi della gravidanza, 13 settembre 2019

Freddo come uno dei segni della gravidanza: verità o mito?

Neonato

La gravidanza è un periodo tanto atteso nella vita di ogni donna. Oltre alla felicità della futura maternità, porta molti cambiamenti nel lavoro del corpo..

Euphyllin durante la gravidanza

Parto

Circa il 75% delle donne in gravidanza soffre di edema. Che cos'è, a seguito del quale appare e come affrontarli - proviamo a capirlo.Quindi, il gonfiore durante la gravidanza si verifica a causa dell'eccesso di liquido nel corpo, che è particolarmente evidente sulle caviglie..

Cloruro di sodio durante la gravidanza

Nutrizione

Durante la gravidanza, aumenta la necessità di vitamine, micro e macroelementi dall'esterno per entrare nel corpo, poiché il futuro bambino sta utilizzando attivamente quelli già presenti nel corpo.