Principale / Concezione

Quali conseguenze può avere l'anemia durante la gravidanza per un bambino?

La mancanza di emoglobina nel sangue di una donna spesso passa inosservata, senza causare alcun sintomo. Tuttavia, le conseguenze per il bambino dell'anemia durante la gravidanza possono diventare fatali, il che provoca un'attenzione particolare ai parametri sanguigni dei ginecologi che osservano il paziente. Il compito del sangue nel corpo di ogni persona è quello di trasportare importanti nutrienti, così come l'ossigeno legato, che fornisce alle cellule energia e materiale "da costruzione" (proteine, grassi e altri componenti). Una diminuzione della concentrazione di ossigeno nel sangue, che è strettamente correlata all'emoglobina, riduce il tasso di reazioni metaboliche in tutti i tessuti senza eccezioni.

Vale la pena notare una caratteristica importante riguardante la "nutrizione" del feto nel corpo della madre. Il sangue della donna incinta e del bambino non si mescola nell'utero. Il flusso sanguigno del nascituro, sebbene non sia direttamente collegato al flusso sanguigno della madre, ma a causa di un organo speciale - la placenta - il feto può ricevere ossigeno solo dal sangue della madre. Questo fatto è spesso sconosciuto ai pazienti che ignorano deliberatamente la presunta piccola diminuzione dei livelli di emoglobina nel sangue. Il livello di emoglobina nel corpo di una donna incinta non deve scendere al di sotto di 110 g / l, purché altri parametri del sangue normali.

Perché l'anemia è pericolosa per una donna incinta??

Le future mamme dovrebbero capire che il loro corpo e il loro feto sono uno in tutti i sensi. Dal lato della fisiopatologia, tutto ciò che influisce negativamente sulla salute della madre rischia di portare a violazioni ancora peggiori del feto.

Pertanto, il compito dei medici di tutto il mondo è insegnare alle donne a pianificare una gravidanza e ad affrontare un evento come esaminato e sano. Sfortunatamente, la maggior parte delle future mamme ignora tali raccomandazioni, considerandosi sane, non presta la dovuta attenzione alla diagnosi tempestiva e spesso monitora la gravidanza da un ginecologo. Ciò porta ai seguenti pericoli per una donna incinta quando sviluppa anemia moderata o grave:

  • La carenza di ossigeno nei tessuti e nelle cellule porta all'attivazione dell'infiammazione cronica, nonché alla formazione di tessuto connettivo. A sua volta, una diminuzione dell'attività funzionale sullo sfondo di un'esacerbazione della patologia cronica porterà a un corso molto difficile della gravidanza. Naturalmente, oltre alla salute della madre in una situazione del genere, la crescita e lo sviluppo del feto ne risentono fortemente..
  • L'anemia diventa un sintomo di danni ai reni, al fegato e al midollo osseo, a causa di una grave tossicosi durante la gravidanza. In questo caso, prima di tutto, viene considerata la vita della donna, vengono prese misure per preservare la sua salute e le condizioni del bambino non giocano alcun ruolo fino a quando le condizioni della madre non sono completamente stabilizzate..
  • Il sanguinamento cronico prolungato da ulcere nel tratto gastrointestinale, i polmoni con emottisi sullo sfondo di infezioni o come conseguenza della minaccia di aborto spontaneo, così come il distacco prematuro della placenta (perdite vaginali sanguinolente e spotting vengono spesso scambiate dalle donne nelle prime fasi della gestazione per le mestruazioni) porteranno all'anemia. Ma in tali situazioni, si tratta principalmente della vita e della salute della madre, non del feto..

Ci sono le seguenti malattie accompagnate da anemia, in cui la gravidanza è controindicata del tutto e deve essere interrotta nel primo trimestre per motivi medici, se il problema non può essere risolto con successo:

  1. Anemia cronica da carenza di ferro grave.
  2. Qualsiasi forma di emolisi del sangue.
  3. Patologia del midollo osseo che porta alla forma aplastica della malattia, nonché ai processi oncologici in essa contenuti.
  4. Qualsiasi forma di anemia con concomitante trombocitopenia.

Quali sono le conseguenze per il bambino?

Per un futuro bambino che dipende completamente da sua madre mentre è nel suo grembo, l'anemia può provocare tali patologie ostetriche indesiderate:

  • Sindrome da ritardo della crescita fetale. Si verifica a causa di una funzione insufficiente della placenta, che è aggravata dalla mancanza di emoglobina nel sangue. L'esito di una tale patologia durante la gravidanza può essere vari disturbi dello sviluppo mentale e nervoso del bambino, il suo ritardo mentale in futuro, ecc..
  • L'emergere della minaccia di interruzione della gravidanza in diverse fasi della gestazione. In caso di mancata fornitura di un'adeguata assistenza ostetrica, tale gravidanza può provocare un aborto spontaneo..
  • Nascita prematura. Sebbene la medicina moderna sia in grado di lasciare i bambini nati anche nelle prime date possibili e di peso di circa 1000 grammi, i problemi di salute in questi bambini spesso li accompagnano per il resto della loro vita. Questo è un aumento della probabilità di sviluppare paralisi cerebrale (paralisi infantile), varie reazioni allergiche e ridotta immunità, scarso sviluppo e altri disturbi.
  • I fenomeni di tossicosi durante la gravidanza, che porta a una carenza di nutrienti che passano attraverso la placenta al feto.

Pertanto, l'anemia in una donna incinta è un modo sicuro per l'insufficienza placentare. È lei che diventa il fattore patogenetico che causa lo sviluppo di tutte le complicazioni di cui sopra..

Pertanto, la diagnosi di questa condizione viene eseguita regolarmente nella clinica prenatale durante il periodo di monitoraggio della gravidanza fino al parto. Alle donne viene assegnato un esame del sangue regolare, che consente di stabilire una diagnosi accurata di anemia, che non si manifesta clinicamente per molto tempo. Inoltre, il medico sarà in grado di prescrivere una gamma più ampia di esami per il paziente al fine di stabilire la vera causa di una tale condizione patologica e fornire raccomandazioni su come superarla..

Come eliminare l'anemia durante la gravidanza?

Il trattamento di qualsiasi forma di anemia in una donna incinta ha le sue caratteristiche. Il fatto è che la nomina di una serie di farmaci durante il periodo in cui una donna trasporta un bambino è impossibile e controindicata a causa dell'effetto negativo sulla crescita e sulla formazione del feto. D'altra parte, il ripristino dei normali livelli di emoglobina nel sangue, specialmente nell'anemia grave, è necessario per preservare la vita e la salute della madre. Pertanto, il trattamento di questa condizione e la correzione della conta dei globuli rossi vengono eseguiti, a seconda della causa, nei seguenti modi:

  1. Ottimizzazione della nutrizione della futura mamma. Abbastanza spesso, l'anemia durante la gravidanza è una condizione causata da malnutrizione e dieta malsana associata a tossicosi o cambiamenti nelle abitudini alimentari. La corretta alimentazione, ricca di ferro, proteine ​​e altri importanti nutrienti, permette di fermare i fenomeni di anemia nel giro di poche settimane, senza nemmeno ricorrere alla terapia farmacologica. Ma stiamo parlando solo di condizioni al limite della norma e non di casi gravi..
  2. Preparazioni di ferro. Sono classici nel trattamento delle condizioni di carenza di ferro, che si sviluppano sullo sfondo sia di una dieta scorretta prolungata che di un aumentato bisogno del corpo umano di tale sostanza. Naturalmente, la gravidanza peggiora il decorso di questa condizione e richiede una terapia sostitutiva speciale. Tuttavia, a differenza della procedura standard per il trattamento di tali farmaci durante la gravidanza, è necessaria un'attenzione particolare in termini di calcolo del dosaggio e della frequenza di somministrazione dei farmaci contenenti ferro. La dieta e le dosi correttamente prescritte di farmaci contenenti ferro consentono di fermare l'anemia da lieve a moderata entro 1-2 mesi nelle donne incinte.
  3. Trasfusione di sangue sostitutiva. Si consiglia di eseguire donne con perdita di sangue cronica, che è stata complicata da grave anemia o shock emorragico di 2-3 ° grado. Naturalmente, una misura così radicale per reintegrare il volume di emoglobina ed eritrociti è irta di una serie di complicazioni nelle donne in gravidanza, ma, sfortunatamente, non ci sono alternative..

Anemia nelle donne in gravidanza: sintomi e conseguenze

L'anemia durante la gravidanza e le sue conseguenze per il bambino possono essere pericolose. Il corpo di una donna durante questo periodo subisce cambiamenti significativi. I volumi di sangue sono aumentati di circa il 20-30% per fornire al bambino i nutrienti. Ciò aumenta l'apporto di ferro e vitamine necessari per la produzione di emoglobina. Ma nel secondo e terzo trimestre, molte donne sviluppano anemia..

Perché l'anemia è pericolosa durante la gravidanza??

Una lieve anemia è normale durante la gravidanza.

Inoltre, esiste la possibilità di perdita di sangue durante il parto, rendendo difficile combattere le infezioni..

Quelli più inclini all'anemia durante la gravidanza sono quelli che:

breve pausa tra le gravidanze;

nausea e vomito frequenti al mattino;

è previsto più di un bambino;

non ci sono abbastanza cibi ricchi di ferro nella dieta;

mestruazioni pesanti e pesanti prima della gravidanza.

Cause di anemia durante la gravidanza

Le cause dell'anemia durante la gravidanza dipendono davvero dal numero di globuli rossi prodotti nel corpo e dalla loro salute. Una diminuzione dei livelli di emoglobina si verifica a causa di un aumento del volume plasmatico. Questo squilibrio è più evidente nel secondo trimestre..

I principali fattori di anemia nelle donne in gravidanza:

Gravidanza stessa - poiché durante questo periodo il corpo consuma il doppio del ferro per fornire ossigeno al feto.

Mancanza di ferro nella dieta o incapacità del corpo di assorbire il ferro consumato. Scopri di più su come ottenere il ferro in modo naturale.

Forte sanguinamento causato dalle mestruazioni, un'ulcera o un polipo. A questo proposito, i globuli rossi vengono distrutti più velocemente di quanto possano essere reintegrati.

Sintomi di anemia nelle donne durante la gravidanza

I sintomi dell'anemia durante la gravidanza spesso passano inosservati durante la fase di sviluppo della malattia. Tuttavia, man mano che progrediscono, peggioreranno. È anche importante notare che alcune condizioni sono causate non solo dall'anemia, ma anche da altri motivi, quindi è importante visitare regolarmente il medico.

Alcuni sintomi comuni dell'anemia includono:

debolezza o stanchezza;

battito cardiaco veloce o irregolare;

mani e piedi freddi;

problemi di concentrazione.

La malattia viene diagnosticata mediante un esame del sangue. La tabella mostra i tassi di alcune analisi durante la gravidanza:

Anemia in gravidanza: segni, trattamento e conseguenze per il bambino

Questo articolo discute l'anemia durante la gravidanza. Parliamo dei suoi gradi, sintomi e conseguenze per il bambino. Imparerai quanto sia pericolosa l'anemia nelle donne in gravidanza, quale trattamento è prescritto, la prevenzione necessaria e il feedback delle donne.

Cos'è l'anemia

L'anemia (anemia) è una condizione caratterizzata da una diminuzione del numero di globuli rossi e una diminuzione del contenuto di emoglobina per unità di volume sanguigno. Il termine "anemia" senza specifica non definisce una specifica malattia in quanto l'anemia è attribuita a uno dei segni di varie condizioni patologiche del corpo umano.

Anemia nelle donne in gravidanza

  • idremia (emodiluizione) - pseudoanemia, ad esempio, nelle donne incinte e anemia;
  • anemia - con l'idremia, il livello dei globuli (piastrine, leucociti, eritrociti) e dell'emoglobina rimangono invariati, ma il volume della parte liquida del sangue aumenta.

L'anemia non è una malattia, ma solo un sintomo che accompagna una serie di malattie e patologie che possono essere causate da una lesione primaria del sistema sanguigno o non dipendere da essa. Per classificare l'anemia, è consuetudine utilizzare il principio dell'opportunità pratica.

L'attuale pratica clinica è classificata come segue:

  • anemia associata a perdita di sangue acuta;
  • anemia che si è manifestata sullo sfondo di una violazione della produzione di eritrociti: carenza di ferro, patologie megaloblastiche, aplastiche, sideroblastiche, croniche;
  • anemia dovuta alla maggiore distruzione dei globuli rossi: emolitica.

La moderna classificazione dell'anemia si basa sui sintomi clinici e di laboratorio che consentono la diagnosi differenziale dell'anemia.

Molto spesso, l'anemia durante la gravidanza (codice ICD 10 - O99) ha una forma di carenza di ferro, che è caratterizzata da una diminuzione del numero di globuli rossi, responsabili della fornitura di ossigeno a organi e tessuti e da una diminuzione del livello dei globuli rossi.

Gradi

Gli esperti identificano i seguenti gradi di anemia:

  • Grado lieve: con questa forma, non ci sono praticamente segni che indicano cambiamenti nel corpo. I parametri dell'emoglobina sono 110-90 g / l.
  • Medio - gli indici di emoglobina sono 89-70 g / l
  • Grado grave: gli indicatori di emoglobina sono 69-40 g / l.

Perché l'anemia durante la gravidanza è pericolosa?

Durante il periodo di gravidanza, il livello del fluido nel corpo della donna aumenta, il che porta ad un aumento del volume del sangue circolante. Di conseguenza, il sangue si "liquefa" e il livello di emoglobina nel suo volume totale diminuisce. Questo fenomeno è considerato normale, a questo proposito il limite inferiore della quantità di emoglobina nelle donne in gravidanza è fissato a 110 g / l (nelle donne non gravide, la norma è 120-140 g / l).

Il problema principale che si presenta con una mancanza di emoglobina è l'ipossia tissutale (con essa si verifica un insufficiente apporto di ossigeno alle cellule del corpo). Altre conseguenze per il feto sono l'ipossia, che interrompe lo sviluppo del bambino. Inoltre, la composizione della placenta cambia, il che influisce negativamente sia sul corso della gravidanza stessa che sulle condizioni del bambino nell'utero..

Le complicanze più comuni associate all'anemia durante la gravidanza sono:

  • gestosi;
  • rischio di interruzione della gravidanza;
  • consegna prima del previsto;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • sviluppo fetale ritardato;
  • distacco prematuro della placenta;
  • anemia nel primo anno di vita di un bambino.

Dovrebbe essere chiaro che l'anemia durante la gravidanza è una condizione piuttosto pericolosa per una donna incinta e un feto. In media, il 15-30% di tutte le donne incinte soffre di anemia..

Le ragioni

I principali fattori che influenzano lo sviluppo dell'anemia nelle donne in gravidanza sono:

  • consumo di ferro per l'emopoiesi della madre e del feto. Il consumo attivo di ferro aumenta a 16-20 settimane, a causa dell'inizio dell'emopoiesi nel feto. Entro la fine della gravidanza, le scorte di ferro di ogni donna si esauriscono; ci vorranno 2-3 anni per ricostituirle completamente;
  • mancanza di ferro negli alimenti, soprattutto in chi non mangia carne;
  • mancanza di vitamine B e C, importanti per il normale assorbimento del ferro;
  • tossicosi precoce, che interferisce con una buona alimentazione;
  • parto frequente, tra i quali c'è un piccolo intervallo;
  • malattie sullo sfondo delle quali vi è una mancanza di proteine ​​coinvolte nel metabolismo del ferro, inclusa una grave preeclampsia.

Le seguenti donne sono a rischio:

  • gravidanza multipla;
  • multipare;
  • periodi prolungati (più di 5 giorni) prima del concepimento;
  • avere gestosi;
  • coloro che hanno avuto segni di anemia nelle gravidanze precedenti;
  • malattie croniche del tratto gastrointestinale, fegato;
  • la presenza di infezioni croniche;
  • chi non mangia carne (vegetariani).

Le donne a rischio dovrebbero aderire a una certa profilassi durante la gravidanza e seguire tutte le indicazioni del proprio medico.

Sensazione di malessere in una donna incinta

Segni

I sintomi dell'anemia nelle donne in gravidanza compaiono a causa di:

  • mancanza di emoglobina nel sangue, che porta all'interruzione della "respirazione cellulare" dei tessuti;
  • mancanza di ferro nei tessuti e fallimento dei processi metabolici ad esso associati.

I principali segni di anemia che sono sorti sullo sfondo dell'iposchia includono:

  • perdita di forza, affaticamento;
  • disturbi del sonno, durante il giorno una donna vuole costantemente dormire e di notte soffre di insonnia;
  • frequenti mal di testa;
  • dispnea;
  • perdita di conoscenza;
  • cardiopalmus;
  • rumore nelle orecchie;
  • attacchi di vertigini.

Sintomi di anemia che si verificano a causa della mancanza di ferro nei tessuti:

  • fragilità e delaminazione della lamina ungueale;
  • secchezza, convulsioni, crepe e infiammazione del bordo delle labbra;
  • perdita di capelli, secchezza e fragilità;
  • pelle secca e screpolata.

Nelle prime fasi della gravidanza, in particolare nel 1 ° trimestre, l'anemia lieve può non avere sintomi caratteristici a causa del fatto che il corpo può ancora compensare la mancanza di ossigeno. Nel tempo, una donna può osservare i cambiamenti nella struttura della lamina ungueale e dei capelli, la secchezza della pelle. Ma il più delle volte, questi segni vengono ignorati, poiché le future mamme credono che siano solo una delle condizioni caratteristiche della gravidanza..

Ogni persona soffre di anemia individualmente. Qualcuno perde conoscenza ad alti livelli di emoglobina e qualcuno rifiuta il ricovero anche quando il livello di emoglobina scende al di sotto di 80 g / l, credendo che una tale condizione non porterà a conseguenze pericolose. Resta inteso che in questo caso c'è bisogno di fornire assistenza medica, altrimenti la gravidanza verrà interrotta o il bambino nascerà con malattie gravi.

Ecco perché è importante visitare regolarmente un medico e sottoporsi a tutti gli esami necessari. Quali test dovrebbero essere eseguiti per rilevare la presenza di anemia? È sufficiente superare un esame del sangue generale, con almeno 2 volte al mese. Prestare attenzione al valore e al calo della quantità di ferro nel siero del sangue (inferiore a 12 μmol / l) e della ferritina sierica. Un calo del livello di quest'ultimo a 12 μg / l indica una carenza di ferro, anche nel caso in cui la quantità di emoglobina sia normale.

Trattamento

Il trattamento per l'anemia durante la gravidanza dovrebbe essere completo. La terapia include l'assunzione di determinati farmaci e il seguire una dieta speciale. Di seguito sono riportati i dettagli.

Droghe

Gli esperti dell'OMS ritengono che dal 2 ° trimestre l'assunzione giornaliera di ferro in ogni donna incinta dovrebbe essere di almeno 60 mg e quando compaiono i primi segni di anemia, questa cifra dovrebbe essere raddoppiata. Ottenere questa quantità di ferro dal cibo è piuttosto problematico, soprattutto quando l'anemia si è già manifestata.

Ecco perché alle future mamme vengono prescritti integratori di ferro. Di norma, vengono assunti per via orale e solo in casi gravi e condizioni stazionarie possono essere utilizzate iniezioni di ferro.

I complessi contenenti ferro sono prodotti sotto forma di medicinali e integratori alimentari. I farmaci sono prescritti solo da un medico, che consiglia già un dosaggio e una durata di somministrazione adeguati.

  • Sorbifer Durules;
  • Ferlatum;
  • Maltofer Foul;
  • Ferrum Lek;
  • Totem;
  • Hemofer.

Gli integratori alimentari e i complessi multivitaminici con il ferro possono essere assunti dalla futura mamma dall'anemia a scopo preventivo. Ma in questo caso, la composizione dei farmaci dovrebbe includere:

  • sali di ferro - solfato ferroso o gluconato in modo ottimale;
  • vitamine - Gli esperti dell'OMS consigliano di assumere integratori di ferro insieme a vitamina C e acido folico.

L'effetto dell'assunzione di tali fondi sarà evidente solo dopo 6 settimane..

Astenersi dall'assumere farmaci e integratori alimentari con ferro dovrebbe essere in questi casi:

  • intolleranza individuale;
  • un eccesso di ferro nel corpo (emosiderosi, emocromatosi);
  • alcune malattie del sangue, come la leucemia o la linfogranulomatosi.

Una corretta alimentazione durante la gravidanza

Nutrizione

Uno dei componenti principali del trattamento e della prevenzione dell'anemia nelle donne in gravidanza è una corretta alimentazione..

Durante la terapia dietetica è importante consumare cibi che contengano una quantità sufficiente di sostanze importanti per la normale formazione del sangue. Puoi ottenere ferro da cibi come carne, verdura e frutta. Prestare attenzione a:

  • fegato di maiale;
  • fegato di pollo e manzo;
  • cuore di manzo e maiale;
  • carne di agnello, manzo, maiale, pollo, tacchino;
  • frutti di mare;
  • pesce di mare;
  • crusca di frumento;
  • grano saraceno;
  • spinaci;
  • Mais;
  • albicocche secche;
  • mele;
  • Granato;
  • frutta secca;
  • verde;
  • legumi;
  • uova.

Il ferro, che è contenuto nella carne, viene assorbito del 40-50%, mentre dai prodotti vegetali - solo del 3-5%. Pertanto, gli esperti raccomandano di ottenere il ferro dai prodotti a base di carne, specialmente durante la gravidanza..

Prevenzione

Per evitare l'anemia durante il periodo di gravidanza, è sufficiente seguire queste semplici regole:

  • Visita regolarmente un ginecologo e fai tutti i test necessari in modo tempestivo.
  • Includi cibi ricchi di ferro nella tua dieta quotidiana.
  • Al primo sospetto di sviluppo di anemia, consultare immediatamente un medico.

Recensioni

Nel 1 ° trimestre ho sviluppato un lieve grado di anemia. Si è concentrata sull'uso di prodotti a base di carne, ma solo bolliti, in modo da non guadagnare chili in più. Di conseguenza, la condizione è stata stabilizzata in 4 settimane. Il bambino è nato forte, senza problemi di salute.

Svetlana, 32 anni

Nel secondo trimestre di gravidanza, mi è stata diagnosticata un'anemia da carenza di ferro. Lo specialista ha nominato un pasto speciale con un'enfasi su prodotti a base di carne ed erbe fresche. Sfortunatamente, questo trattamento si è rivelato inefficace, quindi ha anche iniziato a prendere integratori di ferro. Entro il 3 ° trimestre, l'anemia è passata.

Angelica, 32 anni

Nel 3 ° trimestre di gravidanza, ho iniziato a sentire una grave debolezza, le condizioni dei miei capelli e delle mie unghie sono peggiorate. Ha attribuito questi sintomi alla gravidanza, ma come si è scoperto in seguito, si trattava solo di anemia. Ho subito cercato aiuto medico, ho superato tutti i test, ho rivelato un moderato grado di anemia. Ho dovuto sdraiarmi per un po 'in ospedale e bere Ferrum Lek per stabilizzare la condizione.

L'anemia nelle donne in gravidanza può essere pericolosa per la salute della donna e del feto, poiché è irta di varie gravi complicazioni. È per questo motivo che, alle sue prime manifestazioni, è necessario cercare subito un aiuto qualificato, e non aspettare che l'anemia passi da sola. Gravidanza facile e parto riuscito!

Anemia delle donne in gravidanza. Perché l'anemia è pericolosa e come prevenirla.

Cos'è l'anemia?
La gente chiama anemia anemia. Da ciò, ovviamente, non segue che un paziente anemico abbia davvero meno sangue di una persona sana. L'anemia è una diminuzione della quantità di emoglobina nel sangue. Naturalmente, ci sono situazioni in cui il contenuto di emoglobina diminuisce a causa di una perdita di sangue acuta, ma nella maggior parte dei casi stiamo parlando di una diminuzione del livello di emoglobina per unità di volume sanguigno (cioè, il volume totale di sangue è normale e il contenuto di emoglobina è inferiore al normale). Insieme all'emoglobina con anemia, il numero di globuli rossi - gli eritrociti di solito diminuisce. Il contenuto normale di emoglobina nelle donne è 120-160 g / l, eritrociti - 3,4-5,0 milioni / μl.


Molto spesso (nel 90% dei casi) viene diagnosticata l'anemia da carenza di ferro, una condizione in cui il corpo manca di uno dei componenti principali dell'emoglobina: il ferro. Molte persone hanno anche una carenza nascosta al di fuori della gravidanza. Nella Russia centrale, compresa Mosca, la carenza di ferro si riscontra nel 15% delle donne.


L'insorgenza di anemia è associata a una serie di motivi. Uno di questi è che gli organi digestivi non possono, indipendentemente dal numero di cibi contenenti ferro che una persona mangia, assorbire più di 2 mg di ferro al giorno. Con sudore, urina, perdita di capelli, desquamazione dell'epitelio della pelle, 1 mg di ferro viene escreto dal corpo al giorno. Le donne in età fertile perdono 40-50 mg (alcune fino a 60 mg) durante i giorni delle mestruazioni e il 20% delle donne perde più di 60 mg di ferro. Con il cibo, solo 20 mg di ferro arrivano in questi giorni..


Un deficit di 30 mg viene ripristinato dalle riserve del corpo (deposito) in media al mese, nell'intervallo da un ciclo mestruale all'altro. La quantità totale di ferro che dovrebbe essere nel deposito è di 4 g.Durante la gravidanza, il parto, l'allattamento al seno, vengono consumati 0,6-0,7 g di ferro. Dopotutto, è richiesto non solo dalla madre, ma anche dal corpo del bambino..

Cos'è l'anemia da gravidanza?
I cosiddetti indicatori del sangue rosso - la quantità di emoglobina, eritrociti, ferro - sono ridotti anche nelle donne incinte sane. Questo è naturale ed è dovuto al fatto che il volume dei diversi componenti del sangue aumenta in gradi diversi durante la gravidanza. Il volume del plasma (la parte liquida del sangue) aumenta più del volume dei globuli rossi. C'è una sorta di diluizione degli eritrociti (vale a dire, di cui la parte densa del sangue consiste principalmente) in una grande quantità di liquido. In questo caso, il numero assoluto di eritrociti rimane normale e lo specifico (per unità di volume di sangue) diminuisce. Questa condizione è chiamata idremia. L'idremia e l'anemia (anemia) sono cose diverse.


Tuttavia, le donne incinte spesso sviluppano una vera anemia. A Mosca, San Pietroburgo e molte altre città della Russia, viene rilevato nel 40% delle donne incinte. In diversi paesi, l'incidenza della malattia tra le donne in gravidanza varia dal 21 all'80%.


Vari fattori predispongono allo sviluppo di anemia nelle donne in gravidanza. Spesso le ragioni risiedono nella violazione dell'assorbimento del ferro nell'intestino, nel sanguinamento dal tratto gastrointestinale (con emorroidi, ad esempio), nella placenta previa. L'anemia è provocata dal vomito causato da tossicosi, gravidanze multiple (gemelli, terzine, ecc.), Alcune malattie croniche (epatite, pielonefrite e altre). L'anemia si trova spesso in inverno e in primavera, quando il cibo è povero di vitamine.


Gli ormoni sessuali hanno una grande influenza sulla formazione del sangue. Il maschio (androgeni) aumenta l'assorbimento del ferro, mentre la femmina (estrogeni) lo inibisce leggermente. Pertanto, nell'adolescenza, durante la formazione della funzione sessuale, le ragazze spesso sviluppano anemia, che può successivamente trasformarsi in anemia da carenza di ferro delle donne in gravidanza. Molto spesso, questa malattia, diagnosticata nelle prime fasi della gravidanza, esisteva anche prima del suo inizio. L'anemia, associata direttamente alla gravidanza, si sviluppa, di regola, nella seconda metà.
Le gestanti, oltre all'anemia da carenza di ferro, a volte soffrono di anemia di diversa natura: megaloblastica (carenza di vitamina B12 o acido folico), ipoplastica (inibizione dell'ematopoiesi del midollo osseo), emolitica (congenita o autoimmune acquisita). Le cause, il quadro clinico della malattia, il trattamento, la prognosi per loro sono diverse e individuali. Coloro che soffrono di tali malattie hanno bisogno della supervisione di un ematologo sin dalle prime fasi della gravidanza e se la malattia si è manifestata per la prima volta durante la gravidanza, quindi al rilevamento dei suoi primi sintomi.

Come si manifesta e si diagnostica l'anemia??
Alcuni non lo sentono affatto e quindi potrebbero non presentare alcun reclamo al medico. Altri sono preoccupati per debolezza, mancanza di respiro, vertigini, svenimenti. Spesso ci sono cambiamenti trofici associati a una carenza nel corpo di enzimi contenenti ferro. Poi ci sono perdita di capelli, unghie fragili, crepe agli angoli della bocca, il giallo dei palmi e un triangolo sotto il naso, minzione involontaria e movimenti intestinali, dipendenze gastronomiche esotiche: è possibile il desiderio di mangiare gesso, una gomma da cancellare, odore di liquidi con odori pungenti. Nell'anemia grave, l'insufficienza cardiaca può svilupparsi con un battito cardiaco accelerato, edema e una diminuzione della pressione sanguigna.


Gli esami del sangue per la vera anemia rivelano meno di 110 g / l di emoglobina, l'indice di colore è inferiore a 0,95, il livello di ferro nel siero del sangue è inferiore a 10 mmol / l.
I medici dicono che l'anemia è lieve, con un contenuto di emoglobina di 90-110 g / l; l'anemia moderata è quando il livello di emoglobina è 80-89 g / l, l'anemia grave è considerata se la quantità di emoglobina è inferiore a 80 g / l.

Perché l'anemia è pericolosa durante la gravidanza??
Per la madre
L'anemia contribuisce allo sviluppo di varie complicanze della gravidanza. La tossicosi nelle donne in gravidanza che soffrono di anemia appare 1,5 volte più spesso rispetto alle donne sane. In particolare, la gestosi, che è accompagnata da edema, proteine ​​nelle urine, ipertensione, viene diagnosticata in circa il 40% delle donne in gravidanza con anemia, aborti spontanei, parto prematuro - nel 15-42%. Complicazioni più frequenti durante il parto.

Per un bambino
Nei bambini le cui madri hanno sofferto di anemia durante la gravidanza, la carenza di ferro si riscontra spesso anche all'età di un anno. I bambini del primo anno di vita nati da donne con anemia gravidica hanno molte più probabilità di sviluppare ARVI, hanno molte più probabilità di sviluppare enterocolite, polmonite e varie forme di allergia (compresa la diatesi).

Come prevenire l'anemia in gravidanza?
In alcune donne è possibile prevedere lo sviluppo dell'anemia durante la gravidanza: in quelle che ne avevano sofferto in precedenza soffrono di malattie croniche degli organi interni, nelle donne che hanno partorito molte volte, e anche se all'inizio della gravidanza il contenuto di emoglobina nel sangue non superava i 120 g / l. In tutti questi casi è necessario un trattamento preventivo. I medici di solito prescrivono un integratore di ferro, consigliato per 4-6 mesi a partire dalla 15a settimana di gravidanza.

Come NON trattare l'anemia in gravidanza
La dieta gioca un ruolo importante nel trattamento dell'anemia nelle donne in gravidanza. C'è un malinteso diffuso secondo cui è necessario mangiare principalmente frutta e verdura che "contengono ferro" (mele, specialmente mele Antonov, melograni, carote). In effetti, l'attenzione dovrebbe essere sui prodotti a base di carne. Giudicate voi stessi: il 6% del ferro viene assorbito dalla carne e solo lo 0,2% dai cibi vegetali.
Alcune persone credono che la carne lavorata perda alcune delle sue proprietà benefiche e preferiscono mangiare, ad esempio, fegato crudo. Questo non solo non è utile, ma anche pericoloso. Il fegato crudo può essere una fonte di salmonellosi.


Inoltre, va tenuto presente (questo è per coloro che hanno paura di prendere pillole): la carenza di ferro non può essere eliminata solo con il cibo. Di questi, non più del 6% del ferro viene assorbito e dai farmaci - 30-40%. Certo, l'alimentazione per i pazienti con anemia richiede una dieta varia, completa (deve certamente includere frutta e verdura ricche di vitamine), ma in nessun caso dobbiamo scartare gli integratori di ferro prescritti da un medico in quanto non necessari!


È anche inutile cercare di eliminare la carenza di ferro, ignorando i farmaci contenenti ferro, come antianemine, multivitaminici, preparati di rame.

Come trattare l'anemia in gravidanza?
Sono disponibili molti integratori di ferro, nessuno dei quali ha un effetto dannoso sul feto. Ma dal punto di vista della loro influenza sulle condizioni della donna incinta stessa, non tutti possono essere definiti innocui. I prodotti disponibili in commercio variano notevolmente in percentuale di ferro, assortimento e quantità di ingredienti aggiuntivi e non tutte le donne in gravidanza rispondono ugualmente bene a tutti i farmaci. Quindi, il ferrocerone può causare dispepsia, disturbi urinari. Pertanto, se c'è una scelta, è meglio non usarla. Ferrocal, come ferroplex, ha effetti collaterali minori ed è generalmente ben tollerato dalle donne in gravidanza. Si consiglia di utilizzare entrambi questi farmaci in dosi piuttosto elevate: 2 compresse 3-4 volte al giorno. Conferon contenente più ferro (a proposito, può anche causare dispepsia) dovrebbe essere assunto in dosi più piccole: 1 capsula 3 volte al giorno. Tardiferon e gyno-tardiferon (a quest'ultimo è stato aggiunto acido folico utile per il feto), è sufficiente assumere 1 compressa al giorno con un preventivo e 2 compresse a scopo terapeutico.


I preparati di ferro sono generalmente prescritti per la somministrazione orale - in compresse o capsule. Le iniezioni non hanno vantaggi, ma sono piene di complicazioni. Con la somministrazione endovenosa, è possibile sviluppare uno stato di shock, disturbi del sistema di coagulazione del sangue, con somministrazione intramuscolare - infiltrati, ascessi nei siti di iniezione. I medici prescrivono iniezioni solo in alcuni casi quando c'è una violazione dell'assorbimento del ferro nel tratto gastrointestinale, con malattie dell'apparato digerente, intolleranza ai preparati di ferro (nausea, vomito), esacerbazione dell'ulcera gastrica o duodenale.
Il trattamento per l'anemia è solitamente a lungo termine. Il livello di emoglobina aumenta, di regola, entro la fine della 3a settimana di assunzione dei farmaci, ma questo indicatore si normalizza anche più tardi, dopo 9-10 settimane. Allo stesso tempo, il benessere del paziente migliora rapidamente..


In questi casi è molto importante non interrompere il trattamento. La gravidanza con le sue crescenti esigenze sul corpo della donna continua, il parto con inevitabile perdita di sangue sta arrivando, un lungo periodo di allattamento al seno - tutto ciò può causare una ricaduta di anemia. Pertanto, si consiglia per 3 mesi di terapia di mantenimento con preparati a base di ferro: 1 compressa 1-2 volte al giorno. Ma non è tutto. Nel periodo postpartum, è necessario assumere la stessa dose per altri 6 mesi.


Se durante la gravidanza non è stato possibile ottenere una cura per l'anemia, dopo il parto è necessario condurre un ciclo completo di farmaci ogni anno per un mese fino a quando la condizione si normalizza.
L'anemia da carenza di ferro viene trattata principalmente su base ambulatoriale. Solo nei casi più gravi è richiesto il ricovero in ospedale. Questa forma di anemia non è una controindicazione per la gravidanza..

Anemia durante la gravidanza: che cos'è? Quali possono essere le conseguenze per il bambino?

L'anemia durante la gravidanza, o anemia, è la conferma che al momento dello sviluppo del bambino, il corpo femminile spende un'enorme quantità di globuli rossi e ferro per la formazione del feto.

L'anemia durante questo periodo è principalmente una complicanza della gravidanza nel secondo e terzo trimestre. Pertanto, è necessario sottoporsi a uno studio diagnostico di un esame del sangue per carenza di ferro e un indice di eritrociti nel sangue.

Durante la gravidanza, il 90,0% di tutti i tipi di anemia sono anemia da carenza di ferro.

Che cosa sono l'emoglobina e gli eritrociti

I globuli rossi vengono creati nel midollo osseo dai reni da proteine ​​e componenti che non sono associati alle proteine. Gli eritrociti forniscono nutrimento e ossigeno al midollo osseo, nonché a tutti gli organi e ai tessuti del corpo. Per la loro struttura, sono molecole vuote e sono riempite con una sostanza con emoglobina..

L'emoglobina è di colore rosso, che conferisce una tinta rossa all'eritrocita. L'emoglobina svolge un ruolo importante nel trasporto dei globuli rossi in tutto il corpo umano. Il corpo riceve nutrimento per ogni cellula. Inoltre, attraverso la placenta, i nutrienti in utero raggiungono il feto..

Emoglobina ed eritrociti

L'anemia dalla causa della sua comparsa è classificata in 3 gruppi:

  • L'anemia post-emorragica è una patologia provocata da profuse perdite di sangue,
  • Anemia, che si è formata sulla base della patologia nella sintesi di molecole di DNA del midollo osseo e molecole di RNA,
  • Il gruppo della patologia emolitica è una malattia che si sviluppa sotto l'influenza della distruzione dei globuli rossi..

Anemia nutrizionale:

  • La carenza di ferro è un basso livello di ferro nel corpo, che è importante per la sintesi dei globuli rossi e dell'emoglobina,
  • Carenza di acido folico e anemia con carenza di vitamina B12 provocata da una carenza di proteine ​​nella dieta.

Patologia provocata dalla distruzione delle molecole di eritrociti:

Anemia emolitica causata da un fattore ereditario. Questo è quando la produzione di globuli rossi è più lenta della distruzione dei globuli rossi.

L'anemia falciforme è causata da un malfunzionamento nella produzione di emoglobina. Le molecole sono prodotte con un difetto. Le molecole difettose allungano la molecola degli eritrociti e danno alla molecola una forma a falce.

Le molecole a forma di falce diventano anelastiche, portando a un fluido corporeo denso, le punte affilate di questi globuli rossi si perforano a vicenda, causando la morte.

La talassemia si sviluppa a causa del basso tasso di sintesi dell'emoglobina. L'emoglobina acerba non ha proprietà caratteristiche stabili e si deposita nelle molecole di eritrociti sotto forma di corpi.

Un eritrocita con questa patologia ha la forma di una molecola simile a un bersaglio.

Una malattia causata dalla sintesi di molecole di eritrociti:

  • Anemia aplastica,
  • Anemia post-emorragica.

Lo sviluppo dell'anemia come una forma complicata di patologie del corpo:

  • Anemia associata a malattie del fegato,
  • La conseguenza di neoplasie maligne negli organi vitali interni,
  • Malattie nella zona genitale.

Classificazione dell'anemia da carenza di ferro in gravidanza

I gradi di anemia sono suddivisi in base all'indice di emoglobina nel fluido biologico e al decorso della malattia:

Grado di anemia Presenza di emoglobina

Grado 1 (facile)più di 100 grammi per litro, ma inferiore a 110,0 g / l
Grado 2 (moderato)da 100,0 grammi a 70,0 grammi per litro
Grado 3 (grave)meno di 70,0 grammi per litro
Grado 4 (estremamente grave)indice inferiore a 40,0 grammi per litro

Anemia come controindicazione alla gravidanza

Non tutte le donne sono in grado di avere un figlio sano e una donna che soffre di anemia rischia non solo di perdere il suo bambino, ma anche di mettere in pericolo la sua vita..

Patologie in cui è pericoloso concepire e avere un bambino:

  • Anemia con carenza di ferro, che è cronica e grave,
  • Anemia aplastica (il midollo osseo smette di produrre la giusta quantità di sangue),
  • Anemia, che è complicata dalla leucemia,
  • Malattia di anemia associata alla malattia di Wehrlhof.

Tali forme gravi di anemia sono molto rare, ma se sorge la domanda sull'interruzione artificiale della gravidanza, questa decisione viene presa entro e non oltre 12 settimane di calendario dalla formazione fetale intrauterina.

L'anemia in una donna incinta è una condizione acquisita del corpo, ma durante la gravidanza complica il corso dello sviluppo intrauterino del bambino.

Tassi di emoglobina per la gravidanza

L'indice di emoglobina nel sangue di una donna incinta dovrebbe essere almeno 110,0 140,0 g / litro. Questo livello dovrebbe essere in tutte le fasi della gravidanza.

Se nel 1 ° trimestre l'indice raggiunge 140,0 g / l, nel 2 ° trimestre diminuisce e raggiunge 120,0 g / l. Il 3 ° trimestre è il periodo più costoso per il corpo femminile. In questo trimestre, la donna utilizzerà la maggior quantità di tutti i nutrienti per lo sviluppo del bambino. L'emoglobina nel 3 ° trimestre va da 110,0 a 115,0 g / l.

Come si svolge il processo di sviluppo?

Nello sviluppo intrauterino, il bambino non ha la possibilità di mangiare e respirare da solo, quindi riceve tutte le sostanze necessarie e utili allo sviluppo dal corpo della madre, attraverso la placenta. L'ossigeno viene fornito al bambino dai globuli rossi, che vengono trasportati dall'emoglobina.

Il corpo femminile deve produrre vigorosamente globuli rossi in quantità maggiori ed è necessaria anche più emoglobina. Se una quantità insufficiente di vitamine entra nel corpo della futura mamma, allora c'è una mancanza di materiale per la sintesi degli eritrociti.

L'indice di queste molecole diminuisce e diminuisce anche il coefficiente di emoglobina.

Se il coefficiente di emoglobina è diminuito a 110,0 g / l, allora possiamo parlare di una deviazione negli indicatori normativi degli eritrociti durante la gravidanza.

Le ragioni

L'eziologia dell'anemia nelle donne in gravidanza è associata a un carico intenso sul corpo, nonché a un cambiamento nel livello degli ormoni e a una diminuzione delle proprietà protettive del corpo. In primo luogo c'è la diminuzione dell'indice di emoglobina prima del concepimento del bambino e l'impossibilità di compensarlo al momento della gravidanza.

Fattori che contribuiscono alla carenza di emoglobina:

  • Avitaminosi,
  • Assunzione di cibo insufficiente,
  • Dieta squilibrata, digiuno,
  • Interruzione del sistema ormonale,
  • Uso della contraccezione ormonale,
  • Malattie nella zona genitale,
  • Patologie epatiche croniche,
  • Malattie del muscolo cardiaco,
  • Reumatismi,
  • Problemi ai reni,
  • Malattia pancreatica,
  • Diabete,
  • Epistassi cronici,
  • Alto volume di flusso mestruale,
  • Prima età per la gravidanza,
  • Gravidanza avanzata (dopo 30 anni solari),
  • Donna che fuma,
  • Uso sistematico di bevande alcoliche,
  • Acqua alta in una donna incinta,
  • Trasportare 2 o più bambini contemporaneamente,
  • Predisposizione genetica ereditaria,
  • Breve termine (meno di 4 anni civili) tra le gravidanze.

Alimenti contenenti ferro

Potrebbero esserci provocatori esterni, questa è un'intossicazione del corpo, che è associata alle attività lavorative ed è sistematica.

In caso di patologia del corpo, l'intera scorta di ferro si accumula nell'area focale della malattia e altri organi ne avvertono la carenza.

Durante l'intero periodo della gravidanza, una donna perde 900,0 milligrammi di ferro. Per ripristinarlo completamente nel corpo, ci vuole molto tempo..

Segni di anemia durante la gravidanza

I segni di anemia durante la gravidanza sono anemici, che sono associati alle condizioni generali del corpo e sideropenici, associati a carenza di ferro.

I sintomi anemici si manifestano come segue:

  • La pelle è secca al tatto e c'è un processo di esfoliazione dell'epidermide,
  • Uno stato di debolezza nel corpo,
  • Costante desiderio di dormire,
  • Capogiri, a volte violenti e svenimenti,
  • Indice di pressione sanguigna bassa (ipotensione),
  • Mancanza di respiro durante lo sforzo e quando si è rilassati,
  • Tono muscolare debole.

I segni sideropenici sono:

  • Pelle pallida,
  • Crepe agli angoli della bocca,
  • Grave nausea, seguita da vomito prolungato,
  • Sensazione di intorpidimento e formicolio alle dita degli arti superiori e inferiori,
  • Perdita di capelli sul cuoio capelluto,
  • Lamina ungueale fragile,
  • Rumore nelle orecchie,
  • Disturbi del sonno,
  • Perdita di appetito.

Inoltre, con una grave anemia, compaiono sintomi di malattie cardiovascolari..

Perché l'anemia durante la gravidanza è pericolosa??

L'anemia in una donna incinta può portare a gravi conseguenze, pericolose complicazioni nel processo di nascita e patologie della formazione fetale.

Anemia complicata durante la gravidanza:

  • Aumento della tossicosi,
  • Ipossia fetale,
  • Ritardo nella formazione fetale,
  • Interruzione della gravidanza (aborto spontaneo),
  • Parto prematuro prematuramente,
  • Distacco della placenta,
  • Rilascio di liquido amniotico,
  • Sanguinamento quando il bambino passa attraverso il canale del parto,
  • Tentativi deboli,
  • Nascita di un bambino non vivente,
  • Non abbastanza latte per l'allattamento al seno.

Gli esperti ritengono che la causa dei frequenti raffreddori nei bambini piccoli sia le conseguenze dell'anemia complicata durante la gravidanza. Inoltre, l'anemia nella gestante, provoca allergie nel bambino nel 30,0% dei casi di allergie nei bambini.

Conseguenze per il bambino

L'anemia in una donna incinta può causare complicazioni durante il periodo di formazione fetale intrauterina e provocare patologie in un bambino nato:

  • Basso peso del neonato,
  • Ritardo nella forma fisica,
  • Il cordone ombelicale del bambino guarisce lentamente,
  • L'inizio dell'anemia dopo il parto,
  • Sviluppo ritardato delle capacità motorie del bambino,
  • Anomalie nello sviluppo mentale,
  • Bassa immunità.

Forma gestazionale

Fino alla metà delle donne in gravidanza soffre di anemia gestazionale. Il periodo di gestazione (l'intero periodo di gestazione) si verifica quando l'ovulo fecondato entra nell'utero.

Questa forma di anemia è associata solo al processo di gravidanza. Se una donna sviluppa anemia prima del momento della gestazione, allora non appartiene a questa forma.

Con questa forma di anemia, c'è una violazione nella fissazione del feto nella placenta. È causato dall'ipossia placentare. Lo sviluppo fetale durante il 1 ° trimestre inizia nello strato superiore dell'utero. 2 cambiamenti semestrali si verificano nella formazione del feto.

I piccoli capillari della donna incinta esplodono dal carico e il bambino soffre ancora di più di ipossia.

Anemia da carenza di ferro

Nel corpo umano, l'indice del contenuto di molecole di ferro dovrebbe essere di almeno 4 grammi. E se calcoli l'indice individuale, dovrebbe essere lo 0,0000650% del peso corporeo totale di una persona. Il 58% di tutto il ferro nel corpo è ferro, che si trova nell'emoglobina.

La riserva di questa sostanza si deposita nelle cellule del fegato, nelle cellule della milza e viene immagazzinata nel midollo osseo. La perdita di ferro da parte del corpo si verifica costantemente al momento della minzione (con l'urina), con le feci, con la sudorazione.

L'anemia da carenza di ferro nelle donne in gravidanza provoca la maggior parte delle complicazioni. L'aumento del consumo di emoglobina da parte del corpo aumenta la carenza di ferro. Per reintegrare continuamente il ferro, è necessario reintegrare la dieta corretta e prescritta da medici, farmaci.

Globuli rossi per l'anemia da carenza di ferro

Con una bassa emoglobina, che è causata dalla carenza di ferro in un bambino, può verificarsi la privazione dell'ossigeno, poiché i nutrienti e l'ossigeno saranno trasportati senza interruzioni.

L'ipossia è il primo provocatore dell'interruzione anticipata della gravidanza e del parto..

Motivi della carenza di ferro durante la gravidanza:

  • Aumento del fabbisogno corporeo, con poca compensazione,
  • Anomalie nell'intestino, in cui il ferro non è completamente assorbito.

Diagnostica

La rilevazione dell'anemia da carenza di ferro viene effettuata mediante studi di laboratorio sulla composizione del sangue.

La conferma della diagnosi di anemia da carenza di ferro in una donna incinta è quando i seguenti indicatori compaiono nei risultati del test:

  • Non c'è praticamente alcuna presenza di indicatori di emoglobina,
  • Indice di emoglobina ridotto a 60,0 70,0 grammi per litro di sangue,
  • Eritrociti bassi 1,5 2,0 t / l,
  • Nel sangue apparvero eritrociti di varie forme atipiche.

Eritrociti: a - normali (discociti), b - simili a bersagli (platiciti), c - stellati (acantociti), d - a forma di falce (drepanociti), e - semilunari (meniscociti), e - penzoloni (schizociti), g - forme della bocca (stomatociti) ), h - ovale (ellittociti) e - sferico (sferociti).

Anemia da carenza di acido folico e carenza di vitamina B12

Con un piccolo volume di B12 e acido folico nel corpo, si verificano deviazioni dagli indicatori normativi nella sintesi delle cellule del midollo osseo.

Questo tipo di anemia si trova in una posizione nel gruppo delle patologie dell'anemia, insieme all'anemia, che è causata da una carenza di ferro nel corpo. Questo gruppo di malattie è causato da malattie che si trovano nella fase cronica..

La carenza di questa sostanza provoca un'alimentazione scorretta e l'assenza nella sua dieta di una quantità sufficiente di prodotti animali: alimenti a base di carne, in particolare carne rossa, fegato e fegato, latticini e uova.

Il rifornimento di B12 e molecole di acido folico nel corpo deve andare avanti costantemente, poiché questa vitamina viene persa durante i processi fisiologici quotidiani di svuotamento dell'intestino e della vescica.

Motivi della carenza di vitamina B12 e acido folico:

  • Mancanza di vitamine nella dieta del paziente,
  • Nell'intestino si verificano deviazioni nell'assorbimento delle sostanze,
  • Sistema di trasporto interrotto durante il metabolismo,
  • Maggiore necessità di vitamine nel corpo.

Identificazione mediante diagnostica

In base ai risultati di un'analisi generale della composizione del sangue, si notano i seguenti indicatori:

  • L'indice quantitativo di erythrocytes è abbassato,
  • Grandi eritrociti,
  • Livello di colore non inferiore a 1.1,
  • Indice di emoglobina basso,
  • Scarsa qualità degli eritrociti nelle molecole ci sono resti del nucleo,
  • Basso numero di reticolociti,
  • Conta dei neutrofili ridotta,
  • Conta piastrinica bassa,
  • Deviazione dalla norma verso un forte aumento di tutte le cellule.

Diagnostica

Lo studio diagnostico inizia con un esame generale della donna incinta. È inoltre necessario eseguire regolarmente esami delle urine e del sangue durante la gravidanza..

Secondo un esame del sangue, è determinato:

  • Indice di emoglobina,
  • Conta degli eritrociti,
  • Leucociti,
  • Emocrite nel sangue.

Se, in base al risultato di un esame del sangue, vengono rilevate deviazioni dalla norma, il medico curante invia ulteriori ricerche:

  • Ecografia renale,
  • Ecografia epatica,
  • Ultrasuoni dello stomaco e dell'intestino.

Se tutti i fattori indicano anemia, viene eseguita un'analisi biochimica per studiarne le cause:

  • Concentrazione di ferro nel siero,
  • Grado di capacità di legare le molecole di ferro al siero di latte per la transferrina (trasporto delle proteine).

Come trattare l'anemia durante la gravidanza

La terapia per l'anemia durante la gravidanza si svolge in base alla forma dell'anemia e allo stadio di sviluppo della patologia.

1 grado di anemia nelle donne in gravidanza viene trattato con la dieta.

Il secondo e il terzo grado di anemia vengono trattati con preparati contenenti ferro, nonché, se necessario, preparati contenenti acido folico e B12. La dieta nella seconda e 3 fasi non sarà in grado di colmare la necessaria carenza di sostanze.

Tutti i farmaci sono prescritti da un medico che controlla l'anemia durante la gravidanza e regola anche il regime di trattamento. Oltre ai farmaci per l'anemia, è necessario assumere medicinali per trattare le comorbidità.

Farmaci per l'anemia:

  • Ferroplex,
  • Ferrocal,
  • Conferon,
  • Tardiferon con acido folico,
  • ALLE 12.

Corso medico terapeutico fino a 6 mesi solari. Dopo il parto, se sorge la domanda che l'anemia è presente nel corpo, la terapia deve essere continuata.

Dieta per l'anemia

Per compensare la carenza di anemia nella prima fase durante la gravidanza, è necessario aderire a una dieta con un alto contenuto di ferro negli alimenti..

Prodotti alimentari consigliati; Cibo sconsigliato

Carne - vitello, pollo, fegato di manzo, lingua,Carne - agnello, manzo grasso, maiale,
Pesce azzurro - sgombro, famiglia di storioni,· Grasso animale,
Porridge - grano saraceno, miglio, orzo,Alimenti contenenti grassi trans.
Verdure fresche: pomodori, barbabietole rosse, cavoli di tutti i tipi, carote,
Erbe aromatiche: spinaci, prezzemolo, aneto,
Bacche - uva spina, ribes nero e rosso, lamponi, fragole,
Frutta fresca: mele verdi, prugne, pesche, cachi,
Miele naturale.

Azioni preventive

Una donna, anche 3 mesi di calendario prima di concepire un bambino, deve sottoporsi a un esame del sangue diagnostico per un indice di emoglobina nella sua composizione e per l'anemia. Lo stesso periodo di tempo necessario per assumere le vitamine B9, B12 e il ferro.

Per la prevenzione della patologia dell'anemia, è necessario assumere un complesso di vitamine per il periodo della gravidanza, che contiene non meno di 60,0 milligrammi di ferro e 250,0 μg di vitamina B9 (acido folico).

Questo complesso è inteso solo per misure preventive per la carenza di sostanze essenziali. In caso di anemia, è necessario assumere farmaci per colmare la mancanza di queste vitamine nel corpo.

Lo schema del corso terapeutico è prescritto dal medico curante. L'automedicazione durante la gravidanza è irta di interruzione della gravidanza o della nascita di un bambino difettoso.

Il valore delle vitamine durante la gravidanza

Le misure preventive per l'anemia nelle donne incinte dovrebbero iniziare dall'infanzia delle ragazze.

La funzione delle vitamine per il corpo femminile è molto importante:

  • La vitamina C è un antiossidante che rafforza le difese dell'organismo e aiuta l'assorbimento del ferro,
  • La vitamina E protegge la placenta durante la gravidanza da fattori esterni,
  • La vitamina B 9 (acido folico) è essenziale per la prevenzione dell'anemia,
  • La vitamina B 6 è importante per la sintesi dell'emoglobina nel sangue,
  • La vitamina B 12 è essenziale per la sintesi dei globuli rossi.

Per compensare la mancanza di vitamine durante la gravidanza, è necessario assumere complessi vitaminici speciali per le donne incinte. Questi complessi sono selezionati tenendo conto del consumo di vitamine per la formazione del nascituro..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Nutrizione per i bambini a 5 mesi, che può già essere data?

Nutrizione

Ciao cari lettori. Il bambino aveva cinque mesi e nella testa di mia madre sorse la domanda, cosa dargli da mangiare ora e se fosse già necessario.

Sciroppo di Althea durante la gravidanza

Neonato

La tosse durante la gravidanza non è desiderabile, ma non è sempre possibile proteggersi da essa. E ora la domanda si pone davanti alla futura mamma: trattare o non trattare?

H & m recensioni

Neonato

Le tue recensioni non passeranno inosservate!Un funzionario di questa organizzazione risponde alle recensioni su questo sito.Sono un frequente visitatore di questo negozio. La loro qualità è sicuramente super.

Perché il magnesio per via endovenosa viene prescritto durante la gravidanza?

Analisi

una breve descrizione diLa magnesia è una polvere, il cui ingrediente attivo è il solfato di magnesio, che non contiene componenti aggiuntivi.