Principale / Analisi

Amniotomia: tipi, metodi, indicazioni e controindicazioni, complicazioni, revisioni

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Amniotomia: che cos'è?

Al centro, l'amniotomia è l'apertura delle membrane della vescica fetale che circonda il bambino nell'utero e impedisce al liquido amniotico di fuoriuscire. Puoi aprire la vescica fetale in vari modi: tagliare o forare con strumenti medici speciali o semplicemente strapparla con le dita. La manipolazione dell'apertura delle membrane può essere considerata come il taglio o la rottura di un palloncino ben gonfiato. Questa procedura è completamente indolore, poiché non ci sono recettori del dolore nelle membrane della vescica..

Attualmente, l'amniotomia è il trattamento ostetrico standard fornito da un medico o da un'ostetrica alle donne in gravidanza o al parto. L'amniotomia porta allo scarico del liquido amniotico dall'utero e al rilascio di numerose sostanze biologicamente attive.

L'amniotomia è una procedura indolore, assolutamente sicura per la madre e il feto, se eseguita secondo le indicazioni. Tuttavia, nonostante la sicurezza e la semplicità di questa manipolazione ostetrica, è un'interferenza con il corso naturale dell'atto lavorativo. Pertanto, un'amniotomia deve essere eseguita solo se aiuta ad eliminare eventuali anomalie durante il parto. Semplicemente non è necessario eseguire un'amniotomia a volontà, poiché questa semplice manipolazione provoca effetti pronunciati, come ad esempio:

  • Rafforzamento dell'attività lavorativa e contrattile dell'utero, a causa della quale si verifica un'accelerazione dell'apertura della cervice;
  • Rafforzare l'intensità delle contrazioni e accorciare gli intervalli tra loro;
  • Fermare l'emorragia del travaglio con la placenta previa;
  • Prevenzione della perdita di piccole parti (braccia e gambe) del feto durante il travaglio;
  • Abbassare la pressione sanguigna in una donna in travaglio.

Di solito, l'amniotomia viene eseguita allo scopo di provocare il travaglio o migliorare il travaglio e il meccanismo per lo sviluppo di questi effetti dell'apertura della vescica fetale non è chiaro. Medici e scienziati suggeriscono che dopo aver aperto la vescica fetale, la testa del bambino confina più strettamente con il segmento inferiore dell'utero e irrita maggiormente il suo apparato recettore. Tale irritazione meccanica del canale del parto da parte della testa del feto aumenta indirettamente la produzione di ossitocina e prostaglandine, che stimolano il travaglio in una donna. Attualmente, i medici ritengono che l'amniotomia combinata con la stimolazione del travaglio assistita da farmaci sia un modo molto efficace per accelerare il travaglio. Grazie all'amniotomia, il tempo per la completa dilatazione della cervice si riduce di circa un terzo. Se la vescica fetale è stata aperta prima dell'inizio del travaglio, l'amniotomia può provocare un inizio spontaneo del travaglio..

L'amniotomia è una procedura sicura che non influisce negativamente sulle condizioni del feto. Tuttavia, anche questa procedura ha complicazioni, come il prolasso del braccio o della gamba quando il liquido amniotico viene rilasciato rapidamente, o sanguinamento quando un grande vaso sanguigno è danneggiato, alcuni dei quali corrono lungo la superficie della vescica..

Condizioni per la produzione di amniotomia

Se almeno una delle condizioni di cui sopra non è soddisfatta, non è possibile eseguire un'amniotomia, poiché ciò può provocare conseguenze negative per il feto o la madre..

L'amniotomia è ampiamente utilizzata e la durata dell'uso di questo manuale ha più di un millennio, poiché le donne danno alla luce bambini nel corso della storia dell'esistenza umana e l'apertura della vescica fetale è una manipolazione semplice ed economica. Grazie a numerose e a lungo termine osservazioni sui risultati dell'amniotomia, sono state ormai chiaramente stabilite indicazioni e controindicazioni, nonché i tempi di questa manipolazione ostetrica..

Amniotomia: indicazioni per la produzione di manipolazione

Tutte le indicazioni per la produzione di amniotomia possono essere suddivise in due tipi:
1. Indicazioni per la rodostimolazione;
2. Indicazioni per il parto.

Le indicazioni per la rodostimolazione sono situazioni in cui è necessario iniziare il travaglio sullo sfondo della sua completa assenza. Le indicazioni per l'amniotomia durante il parto includono un elenco di situazioni in cui, in presenza di travaglio, è necessario aprire la vescica fetale.

Quindi, per la rodostimolazione, l'amniotomia è indicata nei seguenti casi:

  • Gestosi. Nella gestosi grave, quando il proseguimento della gravidanza è pericoloso sia per la madre che per il feto, l'induzione del travaglio è indicata ai fini del parto urgente. In questo caso, viene eseguita l'amniotomia per indurre il travaglio;
  • Gravidanza post-termine;
  • Distacco prematuro della placenta normalmente localizzata (PONRP);
  • Morte del feto nell'utero;
  • Gravi malattie croniche della madre (ad esempio, diabete mellito, ipertensione arteriosa, insufficienza renale, patologia dei polmoni e del cuore, ecc.), Che rendono impossibile portare avanti una gravidanza a causa dell'alto rischio di morte sia della madre che del feto;
  • Un periodo preliminare patologico, quando una donna ha contrazioni preparatorie per diversi giorni consecutivi, che non si trasformano in un'attività lavorativa normale e normale. In questa situazione, la donna si stanca e il bambino soffre di ipossia. Il medico apre la vescica fetale, poiché l'amniotomia nel 90% dei casi porterà allo sviluppo di un travaglio regolare e alla nascita di un bambino normale e sano entro le successive 12-18 ore;
  • Gravidanza con conflitto Rh. Con un aumento del titolo degli anticorpi anti-rhesus nel sangue della madre, è necessario indurre urgentemente il parto, poiché l'ulteriore conservazione della gravidanza porterà ad un aggravamento della malattia emolitica del feto e a un deterioramento delle sue condizioni. In una situazione del genere, l'amniotomia è un modo per provocare il travaglio..

Se esiste una delle indicazioni elencate, l'apertura della vescica fetale non viene sempre eseguita, ma solo se sono soddisfatte le condizioni per l'amniotomia (cervice matura, assenza di cicatrici sull'utero, presentazione della testa del feto, dimensioni pelviche normali, ecc.).

Le suddette indicazioni per l'amniotomia sono, infatti, condizioni in cui è necessario eseguire la rodostimolazione, cioè indurre il travaglio artificialmente, senza attendere il suo naturale inizio. L'amniotomia in un gran numero di casi entro 12 ore porta allo sviluppo di un lavoro regolare, cioè è un eccellente agente stimolante della nascita. Di solito, viene eseguita un'amniotomia per indurre il travaglio e attendere 12 ore. Se, dopo 12 ore, il travaglio non si è sviluppato, il travaglio viene stimolato con farmaci (ossitocina, prostina, ecc.).

Se il travaglio è già iniziato, le indicazioni per l'amniotomia sono le seguenti condizioni:

Tecnica di amniotomia: una tecnica per aprire le membrane delle membrane

Mezz'ora prima dell'amniotomia programmata, la donna viene iniettata per via endovenosa o somministrata sotto forma di compresse di farmaci antispastici, come No-shpa, Papaverina, Drotaverina, ecc..

Per la produzione dell'amniotomia, la donna si sdraia sul divano ostetrico, mette le gambe divaricate sui supporti. Il dottore indossa un guanto sterile, inserisce le dita nella vagina e le lascia lì. Con la lancetta dei secondi, il medico prende un rametto, che sembra un gancio, con il quale è possibile agganciare la membrana della vescica fetale, tirarla e romperla. Il medico inserisce il ramo sul dito della seconda mano sinistra nella vagina. Al culmine della contrazione, quando la membrana della vescica fetale è tesa e si gonfia lungo la vagina, il medico la aggancia delicatamente, fa una puntura, quindi la tira leggermente verso se stessa, praticandovi così un piccolo foro. Quindi lo strumento viene rimosso dalla vagina e il dito viene inserito nel foro risultante nella vescica fetale. Il medico espande delicatamente l'apertura con il dito, rilasciando lentamente il liquido amniotico. Dopo aver eseguito l'amniotomia, la donna deve sdraiarsi per almeno 30 minuti, durante i quali la frequenza cardiaca fetale deve essere monitorata utilizzando CTG.

Non rilasciare liquido amniotico con un flusso, espandendo fortemente e bruscamente il lume nella membrana della vescica, poiché ciò può provocare la perdita delle anse del cordone ombelicale o di piccole parti del feto (gambe o braccia).

Amniotomia durante il parto - tipi e scopo

A seconda del momento e del periodo del parto, è stata eseguita l'amniotomia, divisa in quattro tipi:
1. Amniotomia prematura o prenatale, eseguita prima dell'inizio del travaglio. L'amniotomia prematura viene sempre eseguita con l'obiettivo di iniziare il travaglio, se necessario, per eseguire immediatamente il travaglio, senza attendere il loro naturale inizio;
2. Amniotomia precoce, che viene eseguita sullo sfondo di contrazioni regolari con dilatazione cervicale inferiore a 6 - 7 cm Questa amniotomia viene eseguita secondo le indicazioni quando la vescica fetale interferisce con il normale corso del travaglio (vedere la sezione "Indicazioni per l'amniotomia"). Inoltre, è possibile eseguire un'amniotomia precoce per accelerare la dilatazione della cervice;
3. Amniotomia tempestiva, che viene eseguita quando la cervice è dilatata di 8-10 cm sullo sfondo del travaglio regolare. In una tale situazione, viene eseguita l'amniotomia per accelerare la piena dilatazione della cervice. La procedura per l'apertura della vescica fetale consente di accelerare l'apertura della cervice del 30%;
4. Amniotomia tardiva, che viene eseguita quando la cervice è completamente dilatata sullo sfondo del travaglio normale, quando la testa del feto è già affondata nella piccola pelvi ed è stata espulsa. Se non si esegue un'amniotomia in questo momento, il bambino nascerà nella vescica fetale o, come si dice, "con una camicia". Tuttavia, questo è irto di gravi emorragie postpartum nella madre o del fatto che il bambino soffocerà, quindi si consiglia di eseguire un'amniotomia prima della nascita del bambino..

Attualmente, tutti i tipi di amniotomia vengono utilizzati in ostetricia, a seconda della situazione specifica, delle condizioni della donna in travaglio e del feto. Inoltre, non si può dire che un solo tipo di amniotomia sia corretto, poiché in diverse situazioni è necessario aprire la vescica fetale in tempi e periodi di travaglio diversi. In altre parole, ogni tipo di amniotomia ha le sue indicazioni e condizioni quando è necessario eseguire questa manipolazione..

Amniotomia - controindicazioni per la produzione

Amniotomia - complicazioni

Amniotomia - recensioni

Secondo le recensioni delle donne, l'amniotomia porta ad un aumento delle contrazioni, che diventano dolorose, prolungate e gravi. Tuttavia, insieme all'aumento delle contrazioni, come notato dalla maggior parte delle donne in travaglio, l'amniotomia ha accelerato il loro travaglio. A seconda del periodo in cui è stata eseguita l'amniotomia, le donne hanno notato l'inizio del travaglio in 3-6 ore o dopo 10-30 minuti.

Per quanto riguarda il dolore durante la perforazione delle membrane, le donne credono di essere insignificanti o completamente assenti. In rari casi, le donne sono state ferite o sgradevoli durante il processo di perforazione delle membrane.

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'amniotomia viene eseguita senza il previo consenso della donna in travaglio e senza spiegare la necessità di questa manipolazione. Alcuni notano che hanno persino nascosto loro questo fatto, nascondendo lo strumento dietro la schiena. Tuttavia, ci sono casi in cui il medico ha spiegato in dettaglio la necessità di manipolazione, come dovrebbe essere secondo le istruzioni e i protocolli di gestione del lavoro..

In generale, l'atteggiamento delle donne nei confronti dell'amniotomia è positivo, poiché non hanno notato alcuna conseguenza negativa pronunciata di questa procedura. Uno dei principali svantaggi della manipolazione delle donne in travaglio è considerato i graffi sulla testa del bambino lasciati dallo strumento.

Autore: Nasedkina A.K. Specialista di ricerca biomedica.

Indicazioni per l'amniotomia durante il parto

Le indicazioni per l'amniotomia sono determinate dal medico

L'amnion è una bolla riempita di liquido sterile (liquido amniotico) e circonda il feto su tutti i lati. Ha funzioni importanti:

  • protegge il bambino da influenze meccaniche esterne;
  • ne garantisce la libera circolazione;
  • previene la compressione della placenta, partecipa al metabolismo;
  • protegge dalle infezioni;
  • contribuisce al normale corso della prima fase del travaglio.

Al momento dell'amniotomia può essere:

  • precoce;
  • presto;
  • tempestivo;
  • tardi.

Normalmente, l'amnion si apre da solo, che è accompagnato dallo scarico dell'acqua. Non si può tornare indietro. Questo segnala l'inizio del travaglio..

Indicazioni per l'amniotomia

Un'amniotomia tempestiva viene eseguita dopo che la faringe uterina si è aperta di 7 cm o più alla fine della prima fase del travaglio. Spendi per accelerare il lavoro normale.

Un'amniotomia precoce viene eseguita nei seguenti casi:

  • Acqua bassa. Parte della vescica fetale davanti alla testa del bambino normalmente contiene acque anteriori. Quando il feto si sposta verso l'uscita della piccola pelvi, premono sulla faringe uterina, aprendola e stimolando il travaglio. Una vescica con una piccola quantità di acqua anteriore è chiamata "vescica fetale piatta".
  • Polidramnios. La sovradistensione dell'utero con eccesso di liquido riduce la sua contrattilità.
  • Conflitto di Rhesus. Gli anticorpi della madre attaccano gli eritrociti fetali, vengono distrutti e si sviluppa una malattia emolitica. I prodotti di degradazione dei globuli rossi hanno un effetto tossico sul feto. Si sviluppano anemia e fame di ossigeno.
  • Ipertensione.
  • Sanguinamento con placenta previa incompleta. Dopo aver versato l'acqua anteriore, la testa premerà la placenta sanguinante.
  • Lavoro debole.
  • Esacerbazione di malattie croniche in una donna (patologia cardiovascolare, insufficienza respiratoria, diabete mellito).

Prima dell'operazione vengono valutati tutti i rischi per la salute della madre e del feto. Viene eseguito con una gravidanza prolungata (42 settimane o più), con l'estrazione di un feto morto e un periodo prenatale patologico. Una donna nel periodo preparatorio può sperimentare contrazioni irregolari che non portano al parto per diversi giorni. Questa situazione stanca la futura mamma e il feto sviluppa ipossia..

L'amniotomia tardiva viene eseguita nella seconda fase del travaglio, quando la cervice è completamente dilatata sullo sfondo della normale gravidanza. Viene utilizzato in assenza di una rottura spontanea della membrana amnionica, quando la testa fetale affonda nella piccola pelvi. Se non apri in tempo la bolla tesa, il bambino nasce “con una camicia”. La situazione è pericolosa per lo sviluppo della carenza di ossigeno e un tentativo di fare il primo respiro minaccia di far entrare del liquido amniotico nelle vie respiratorie. È possibile la morte per asfissia.

L'amniotomia durante il travaglio aiuta a evitare l'ipossia

Controindicazioni

Prima di decidere sulla questione dell'amniotomia, l'ostetrico-ginecologo esclude una serie di patologie:

  • Feto prematuro di peso inferiore a 2000 g Non ha senso stimolare il travaglio con l'amniotomia.
  • Malposizione.
  • Posizione bassa della placenta.
  • Processo infettivo: herpes genitale, HIV, epatite virale. Sviluppo pericoloso di infezione di un neonato.
  • Controindicazioni al parto naturale: condizione patologica del canale del parto, pelvi clinicamente stretto e altre deformità ossee, feto grande, cicatrici sull'utero, ipossia fetale acuta secondo la cardiotocografia (CTG), rotture perineali del 3 ° grado durante il parto precedente, distacco della placenta, patologia retina.

La procedura è semplice da eseguire e raramente ha conseguenze negative..

Tecnica di amniotomia

Le condizioni sono strettamente individuali e non possono essere generalizzate. Prima di eseguire la manipolazione, il medico ottiene il consenso della donna per un'amniotomia durante il parto. La condizione del feto viene valutata preliminarmente. La cervice viene esaminata. Dovrebbe essere levigato, accorciato e saltare il dito di un ostetrico. La procedura viene eseguita nel reparto maternità su una sedia ginecologica, fatte salve le condizioni igieniche e igieniche necessarie. Non è richiesto alcun sollievo dal dolore, la membrana amniotica non ha recettori del dolore.

Un'amniotomia pianificata durante il parto prevede la somministrazione di antispastici 30 minuti prima dell'intervento chirurgico. Durante un esame vaginale, vengono inseriti l'indice e il medio e tra loro un gancio speciale. Al culmine della contrazione, quando l'amnion è teso, nella sua parte centrale, la membrana vescicale viene afferrata con uno strumento e tirata delicatamente verso di sé. Introdurre due dita nel foro risultante, rilasciare gradualmente il liquido amniotico.

Monitoraggio delle condizioni della donna e del feto dopo l'amniotomia durante il parto

Dopo la procedura, la donna in travaglio è sotto la supervisione di un medico e le condizioni del feto e la contrattilità dell'utero sono controllate mediante CTG.

Per quanto tempo inizieranno le contrazioni

La procedura aumenta l'attività del lavoro. Dopo un'amniotomia, le contrazioni diventano regolari per un periodo compreso tra 30 minuti e 12 ore. La durata del travaglio si riduce di 60 minuti, con una seconda nascita di una o due ore.

Complicazioni dell'amniotomia

Se la manipolazione viene eseguita correttamente, non ci sono conseguenze negative. Ma il processo dell'attività lavorativa è individuale per tutti e sono possibili le seguenti situazioni:

  • sanguinamento con danni ai vasi sanguigni;
  • parto sfrenato, che è pericoloso con lesioni al feto e al canale del parto della donna. Con una seconda nascita, il rischio è maggiore;
  • una rapida fuoriuscita di acqua, che porta alla perdita degli arti fetali e delle anse del cordone ombelicale, può svilupparsi ipossia;
  • percorso verticale di infezione del feto in caso di esame prematuro per infezioni.

L'apertura della vescica fetale provoca paura in molte donne incinte. È inutile perché la procedura è sicura sia per la madre che per il bambino. Secondo le statistiche mediche, il 7% delle donne in travaglio ha indicazioni per l'amniotomia. La manipolazione porta alla produzione attiva di prostaglandine, ossitocina - ormoni che assicurano l'attività contrattile dell'utero.

A volte l'amniotomia durante il parto non produce l'effetto desiderato e il medico usa farmaci per stimolare il travaglio - analoghi delle prostaglandine. Se la stimolazione non aiuta, parto con taglio cesareo.

Amniotomia. Quando hai bisogno di una puntura del liquido amniotico e fa male?

L'amniotomia è una delle procedure più comuni utilizzate durante il parto..

L'amniotomia è una delle procedure più comuni utilizzate durante il parto. Come qualsiasi altro intervento medico, questa procedura provoca ansia tra le future mamme: è sicura, è davvero necessaria e danneggerà il bambino?

Ekaterina Svirskaya
Ostetrico-ginecologo, Minsk

L'amniotomia è una rottura artificiale della vescica fetale. Per cominciare, cerchiamo di capire cosa è veramente "forato" o "aperto" con questa manipolazione. Le membrane rivestono la cavità uterina durante la gravidanza, circondando il feto. Insieme alla placenta, formano una vescica fetale piena di un fluido speciale chiamato liquido amniotico o liquido amniotico. Durante il normale parto, l'acqua scorre via da sola. Dal 5 al 20% delle nascite inizia con la rottura del liquido amniotico. Nel restante 80-95% delle nascite, le contrazioni compaiono prima e aprono la cervice. Durante una contrazione, le pareti dell'utero premono sulla vescica fetale, la pressione aumenta al suo interno e inizia a funzionare come un cuneo, aiutando ad aprire il canale cervicale. Più la cervice si apre, più forte è la pressione sul bordo inferiore della vescica fetale. Nel mezzo della prima fase del travaglio, quando la cervice è più della metà aperta, la pressione aumenta così tanto che la vescica fetale non può resistere e scoppia. Le acque davanti alla testa del bambino (davanti) vengono versate. La rottura delle membrane è un processo indolore, poiché non vi sono terminazioni nervose. Molto raramente, la vescica fetale, nonostante l'apertura completa della cervice, non scoppia (a causa dell'eccessiva densità delle membrane).

Come già accennato, in alcuni casi, i medici, per influenzare il corso del travaglio, ricorrono alla rottura artificiale delle membrane - amniotomia.

4 tipi di amniotomia

Prima di eseguire un'amniotomia, il medico valuta attentamente l'adeguatezza di tale intervento. Questa manipolazione deve essere eseguita solo su rigorosi motivi medici. Per capire quando può essere necessario forare la vescica, considerare i principali tipi di amniotomia e le indicazioni per essi.

1. Amniotomia prenatale: farlo per attivare l'inizio del travaglio (induzione del travaglio), quando il prolungamento della gravidanza è pericoloso per la madre o il feto. I medici ricorrono a questa misura nei seguenti casi:

  • Gravidanza post-termine. Quando è overmatched, il bambino è spesso grande, le ossa della sua testa diventano più dense e le articolazioni tra di loro sono meno mobili, il che porta a una difficoltà nella configurazione della testa (riduzione delle dimensioni dovuta alla posizione delle ossa del cranio una sopra l'altra) durante il parto. Il fabbisogno di ossigeno del feto aumenta durante la gestazione prolungata e la placenta non può più fornire il suo parto nella quantità richiesta e iniziano a mancare anche altre sostanze importanti per la vita del bambino. Tutto ciò porta a un deterioramento delle condizioni della sua vita intrauterina, che lo costringe a pianificare il parto il prima possibile..
  • Periodo preparatorio patologico del parto. A volte il periodo dei precursori del parto viene ritardato, la futura mamma accumula stanchezza e stress psicologico. Quindi il periodo normale dei precursori si trasforma in patologia ed è già chiamato periodo preparatorio patologico. Anche il bambino inizia a soffrire. Sta vivendo carenza di ossigeno intrauterino. Un modo per indurre un travaglio normale è un'amniotomia..
  • Il conflitto Rh può verificarsi durante la gravidanza se la madre ha un fattore Rh negativo e il feto è positivo. In questa condizione, il corpo della madre inizia a produrre anticorpi "contro" il sangue fetale, che distruggono i suoi globuli rossi e si sviluppa una malattia emolitica. In alcuni casi, la continuazione della gravidanza diventa pericolosa ed è necessario un parto urgente.
  • La gestosi è una formidabile complicanza della gravidanza, che può minacciare la vita della madre e del bambino. Allo stesso tempo, la pressione sanguigna aumenta, compaiono edema e proteine ​​nelle urine. Se il trattamento è inefficace, viene prescritto un travaglio pretermine.

2. Amniotomia precoce - è prescritta per regolare il travaglio e viene eseguita quando la cervice viene aperta fino a 6 cm. Una diminuzione del volume della cavità uterina dopo l'effusione dell'acqua e un aumento del rilascio di prostaglandine aumentano le contrazioni e gli intervalli tra loro si accorciano. Un'amniotomia precoce viene eseguita nei seguenti casi:

  • Vescica fetale piatta. Normalmente, la quantità di acqua frontale è di circa 200 ml. Con una vescica fetale piatta, non c'è praticamente acqua anteriore (circa 5 ml), le membrane sono allungate sopra la testa del bambino, la vescica fetale non funge da cuneo, il che impedisce il normale sviluppo del travaglio. In questa situazione, l'esecuzione di un'amniotomia aumenta le contrazioni e riduce anche la probabilità di un inserimento errato della testa del bambino..
  • Debolezza della forza lavoro. Allo stesso tempo, le contrazioni non si intensificano nel tempo, ma si indeboliscono. Questa violazione porta a parto prolungato e traumatico, sanguinamento, carenza di ossigeno del feto. Il trattamento viene effettuato in base alle cause identificate. Se la vescica fetale è intatta, il modo principale per attivare il travaglio è l'amniotomia.
  • Posizione bassa della placenta. Di solito la placenta si trova più vicino alla parte superiore dell'utero. Tuttavia, in alcune donne, si forma molto più in basso di quanto dovrebbe essere. In questo caso, parlano della posizione bassa della placenta. In tali situazioni, durante le contrazioni, può iniziare il suo distacco e sanguinamento e, per evitare pericolose complicazioni, i medici aprono la vescica fetale, la testa del bambino cade e preme sul sito di attacco della placenta. Allo stesso tempo, il rischio del suo distacco e sanguinamento diventa insignificante, l'attività lavorativa si intensifica e continua senza complicazioni..
  • Polidramnios. L'utero, teso con una grande quantità di acqua, non può contrarsi correttamente, il che porta alla debolezza del travaglio. L'auto-versamento del liquido amniotico con polidramnios è spesso accompagnato da complicanze, in particolare, perdita di anse del cordone ombelicale, braccia o gambe fetali o distacco della placenta. Con i polidramnios, l'amniotomia è indicata con una dilatazione molto piccola della cervice (2-3 cm), la vescica fetale viene aperta con molta attenzione, il liquido amniotico viene rilasciato lentamente sotto la supervisione di un medico. Il volume della cavità uterina diventa più piccolo, il che porta alla normalizzazione del travaglio.
  • Anche l'ipertensione durante il travaglio può causare amniotomia. Quando si apre la vescica fetale, l'utero, essendo diminuito di volume, libera i vasi vicini, il che aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, migliorare il flusso sanguigno uteroplacentare durante il parto.

3. L'amniotomia tempestiva viene eseguita quando la cervice uterina è dilatata di oltre 6 cm a tutte le donne in travaglio, la cui vescica fetale non è scoppiata. La necessità di amniotomia in questa fase del travaglio è associata a una maggiore probabilità di distacco della placenta, sanguinamento e carenza acuta di ossigeno del feto con ulteriore avanzamento della testa insieme all'intera vescica fetale.

PERCHÉ LA NASCITA INIZIA DOPO L'AMNIOTOMIA?
Il meccanismo di induzione del travaglio durante l'amniotomia non è completamente compreso. Si presume che l'apertura della vescica fetale, in primo luogo, contribuisca all'irritazione meccanica del canale del parto riducendo il volume dell'utero, la contrazione del muscolo e l'irritazione della testa del feto. In secondo luogo, l'amniotomia stimola la produzione di sostanze speciali prostaglandine durante il parto, che migliorano il travaglio..

4. Amniotomia tardiva - apertura della vescica fetale per tentativi, sul tavolo da parto, quando la testa è già affondata sul fondo del bacino e il bambino è pronto per la nascita. Se non viene eseguita un'amniotomia, il bambino può nascere in una vescica fetale con acqua - "in una camicia". Questa situazione è molto pericolosa in quanto può portare a distacco placentare prematuro e sanguinamento. "Born in a shirt" - questo è il modo in cui si dice delle persone di successo che erano insolitamente fortunate già alla nascita: in passato, nella maggior parte dei casi, i bambini nati nell'intera vescica fetale morivano al momento della nascita a causa della cessazione dell'apporto di ossigeno dalla placenta e del sanguinamento dai suoi vasi... I tentativi di respirare spontaneamente con un'intera vescica fetale hanno portato all'ingresso di liquido amniotico nel tratto respiratorio, che ha anche portato alla morte del bambino.

Come forare la vescica?

Gli antispastici (farmaci che rilassano la muscolatura liscia degli organi interni e dei vasi sanguigni) vengono spesso iniettati per via intramuscolare 30 minuti prima dell'amniotomia. Prima della manipolazione, il medico valuta necessariamente le condizioni del feto: controlla il suo battito cardiaco utilizzando uno speciale tubo ostetrico o cardiotocografia (esame utilizzando un apparato che registra la frequenza cardiaca fetale).

CONDIZIONI IMPORTANTI
Quando si esegue un'amniotomia per attivare l'inizio del travaglio, è importante che la cervice della donna sia pronta per il travaglio. Per il parto, un collo morbido con una lunghezza di 1 cm o meno è favorevole e il suo canale dovrebbe passare liberamente una o due dita dell'ostetrico. Se la cervice non è ancora abbastanza matura, viene prima preparata prima dell'amniotomia.

Un'amniotomia viene eseguita durante l'esame su una sedia ginecologica convenzionale. Questa procedura è molto semplice. Dopo aver trattato i genitali con un antisettico, un medico che indossa guanti sterili inserisce l'indice e il medio nella cervice, determinando il polo inferiore della vescica fetale. Lo strumento per amniotomia è come un uncino lungo e sottile che viene portato delicatamente alla vescica fetale e forato. Molte future mamme temono che durante questa procedura il medico possa ferire accidentalmente il bambino. Ma di solito durante il parto, la vescica fetale viene aperta al culmine della contrazione, quando è particolarmente tesa, il che riduce al minimo il rischio di toccare il feto. In generale, con l'amniotomia, la probabilità di lesioni da parte dello strumento al bambino è molto ridotta e le lesioni sono graffi che guariscono rapidamente nei primi giorni di vita. Dopo aver aperto le acque, il medico inserisce le dita nel sito della puntura ed espande l'apertura nelle membrane, drena delicatamente il liquido amniotico, tenendo la testa del bambino per evitare che il cordone ombelicale o le braccia e le gambe del feto cadano. Dopo essersi accertati che la testa fetale sia posizionata correttamente, la procedura è completata. Durante l'amniotomia, la donna non avverte dolore, poiché la vescica fetale non ha terminazioni nervose.

Possibili complicazioni durante la perforazione della vescica?

Nonostante la sua facilità di implementazione, l'amniotomia, come qualsiasi operazione medica, ha le sue complicazioni:

  1. Deterioramento del feto, che si verifica quando il flusso sanguigno placentare viene disturbato sullo sfondo di un forte calo della pressione intrauterina. È più spesso osservato con la rapida rimozione dell'acqua con polidramnios. Per prevenire questa complicanza, subito dopo l'amniotomia, viene eseguita la cardiotocografia per monitorare le condizioni del feto..
  2. Violazione del lavoro. Può esserci sia debolezza del lavoro, sia il suo sviluppo troppo rapido. Con queste complicazioni, vengono prescritti farmaci per migliorare o sopprimere le contrazioni.
  3. Prolasso del cordone ombelicale, braccia e gambe, ipossia fetale. La compressione del cordone ombelicale porta rapidamente allo sviluppo dell'ipossia intrauterina, che è determinata dai cambiamenti nel battito cardiaco fetale. In questo caso, viene eseguito un taglio cesareo. Se le braccia o le gambe del bambino cadono, di solito viene eseguito anche un taglio cesareo, poiché i tentativi di riempire queste piccole parti possono portare a lesioni fetali.
  4. Sanguinamento. Questa è una complicanza grave ma fortunatamente molto rara che può verificarsi quando i vasi del cordone ombelicale localizzati in modo anomalo sono danneggiati..
  5. La complicanza più comune è una maggiore probabilità di infezione fetale. La vescica fetale impedisce la penetrazione di microbi patogeni nel feto e, dopo averla aperta, non c'è più protezione. E più tempo è passato dal momento dell'effusione dell'acqua, maggiore è il rischio di infezione del bambino. Il parto dopo l'amniotomia dovrebbe terminare nelle prossime 10-12 ore, altrimenti gli antibiotici non saranno sufficienti.

Non aver paura

Le complicanze dopo l'amniotomia sono rare. Allo stesso tempo, questa procedura è il modo più innocuo per stimolare il travaglio e quindi preservare la salute della donna in travaglio e del bambino. Ma spesso accade che le donne, desiderose di accelerare la nascita di un bambino o di partorirlo in una certa data, chiedano al medico di “aiutare” e “affrettare” il processo, senza attendere il suo naturale inizio. Certo, questo non è necessario, perché, nonostante la sua sicurezza, l'amniotomia è un intervento medico e, se usata inutilmente, può portare a parto patologico..

Cos'è un'amniotomia?

Il parto è un processo fisiologico complesso, difficile sia per la madre che per il bambino. La salute del bambino e della donna in travaglio dipende in gran parte dal successo del processo di nascita. L'attività lavorativa non si verifica sempre senza complicazioni. In alcuni casi, i medici devono ricorrere a una procedura di amniotomia.

Amniotomia: che cos'è?

Nell'utero della madre, il bambino cresce e si sviluppa nella vescica fetale piena di liquido amniotico. La rottura della vescica fetale innesca la produzione dell'ormone prostaglandina nel corpo della donna in travaglio, che stimola il processo del travaglio. Normalmente, la membrana vescicale scoppia da sola sotto la pressione dell'utero durante le contrazioni. Se per qualche motivo ciò non avviene in modo naturale o è necessario indurre il travaglio, viene eseguita una rottura artificiale della membrana o amniotomia. L'amniotomia è una manipolazione ostetrica finalizzata all'apertura della vescica fetale.

Indicazioni per la manipolazione

L'amniotomia viene eseguita nei seguenti casi:

  • prolungamento della gravidanza - se il travaglio non si verifica da solo dopo 42 settimane di gravidanza. Questa condizione minaccia il bambino con ipossia e traumi alla nascita, complicazioni per la madre durante il travaglio sotto forma di rotture e sanguinamento;
  • la gestosi è un malfunzionamento nel corpo di una donna incinta, in cui si verificano spasmi vascolari e disturbi circolatori. La malattia è caratterizzata da ipertensione, edema. Una forma grave di preeclampsia può portare alla morte del feto e anche alla morte della madre, se il trattamento non viene avviato tempestivamente e non viene favorito l'inizio del travaglio;
  • Conflitto Rh - si verifica quando una donna con un sangue Rh negativo trasporta un bambino con un fattore rh positivo. In questo caso, il sistema immunitario della madre percepisce i globuli rossi fetali che entrano nel suo sangue come estranei e inizia a produrre attivamente anticorpi volti a distruggerli. Ad un certo punto, il corpo del bambino non può far fronte a reintegrare la perdita di eritrociti, si verifica una forte carenza di ossigeno. Per salvare il feto dalla morte, è necessario indurre il processo di nascita attraverso l'amniotomia;
  • periodo preliminare patologico - caratterizzato da contrazioni irregolari, dolore prolungato nell'addome inferiore. Un modo per indurre un travaglio efficace è l'amniotomia;
  • il lavoro debole è una condizione in cui la dilatazione della cervice rallenta, le contrazioni si indeboliscono. Se non c'è l'auto-apertura della vescica fetale, l'amniotomia in questo caso è un mezzo efficace per indurre un travaglio attivo;
  • bolla piatta: questa condizione si osserva, di regola, con acqua bassa. Normalmente, dovrebbero esserci circa 200 ml di liquido amniotico davanti alla testa del feto. Quando c'è poca acqua anteriore, le membrane della vescica fetale vengono allungate sopra la testa del bambino. Per l'efficacia del travaglio sarà necessaria un'apertura artificiale della vescica;
  • polidramnios: a causa dell'alto contenuto di liquido amniotico, le pareti dell'utero sono allungate e si contraggono debolmente. Per attivare il processo di nascita, ricorrono alla procedura di amniotomia;
  • posizione bassa della placenta - dopo lo scarico del liquido amniotico, il feto scende nell'ingresso del bacino e preme la placenta, prevenendone il distacco prematuro. La manipolazione in questo caso eviterà il sanguinamento..

Tipi di procedura

Esistono quattro tipi di amniotomia, a seconda del periodo durante il quale è stata eseguita la procedura:

    amniotomia prenatale o prematura - eseguita prima dell'inizio del processo del travaglio per indurre il travaglio, ad esempio, in caso di gravidanza prolungata o conflitto Rh;

Amniotomia: puntura della vescica fetale

Perché è necessaria l'amniotomia? Puoi farne a meno? Farà del male a mamma o bambino? Lo capiamo insieme alla nostra esperta - Yulia DREMOVA, ostetrica-ginecologa presso l'Avicenna Medical Center.

Secondo le statistiche, l'amniotomia o, semplicemente, una puntura della vescica fetale viene utilizzata nel nostro paese in circa sette su cento.

Dati Sibmama basati su sondaggi di donne che hanno partorito di recente ( Valutazione degli ospedali per la maternità a Novosibirsk - 2014 ), differiscono radicalmente dalle statistiche ufficiali: l'anno scorso, una puntura della vescica fetale è diventata l'intervento più comune nel processo di parto: è stato fatto ricorso meno spesso nell'ospedale di maternità n. 2 (38% dei casi), più spesso nell'ospedale di maternità della 25a unità medica (68% dei casi ).

Nel 2015, 541 su 1.426 donne in travaglio che hanno completato un'amniotomia, secondo un nuovo sondaggio, il nostro profilo (tra loro ci sono quelle che hanno subito un taglio cesareo, cioè l'amniotomia viene eseguita almeno una donna su tre).

Cosa succede alla vescica fetale durante il parto

La vescica fetale - la prima "casa" del bambino - è una "sacca" forte, sottile e molto elastica. È pieno liquido amniotico (in linguaggio medico, sono chiamati liquido amniotico): un ambiente caldo (circa 37 gradi) confortevole che protegge in modo affidabile il bambino da influenze esterne: rumore, pressione, infezioni ascendenti.

Cosa succede alla vescica fetale quando iniziano le contrazioni? I muscoli dell'utero iniziano a spremerlo con forza. Il liquido amniotico inizia a muoversi e parte del fluido (circa 200 ml) si sposta verso il basso, formando una sorta di "cuscino d'acqua", che ad ogni contrazione uterina preme sulla cervice e la aiuta ad aprirsi. Normalmente, la vescica si rompe quando la cervice è già abbastanza larga - di 4-6 cm La parte inferiore della vescica penetra più in profondità nel sistema operativo interno della cervice, la pressione aumenta, la vescica si rompe e il liquido amniotico, che era dal basso, fuoriesce.

Da questo momento in poi, la testa del bambino inizia a premere direttamente sulla cervice, l'apertura accelera, avvicinando il momento della nascita del bambino. Ciò accade non solo a causa dell'aumento della pressione, ma anche perché la rottura della vescica è accompagnata dal rilascio di sostanze biologicamente attive - le prostaglandine, che stimolano la contrazione uterina.

Perché è necessaria l'amniotomia

"Perché anche aprire la vescica fetale, se le acque scompaiono da sole, e cosa succede se questa stimolazione interrompe il corso naturale del parto?" - molte donne in travaglio esprimono tali preoccupazioni. Ma il fatto è che quando il parto avviene in modo naturale e senza complicazioni, non si presenta la necessità di un'amniotomia. In poche parole, se puoi fare a meno di una puntura della vescica fetale, i medici sono felici di farlo.

La procedura può essere richiesta quando le condizioni del bambino o della madre richiedono un parto urgente o quando il travaglio è debole. Inoltre, una foratura è una via d'uscita in un certo numero di casi in cui viene violata la sequenza naturale del processo generico. Le membrane fetali possono essere così forti da non rompersi ed è necessaria una puntura, un altro motivo comune per l'amniotomia durante il parto è la cosiddetta "vescica piatta", quando non c'è liquido nella sua parte inferiore e le membrane fetali coprono la testa del bambino e interferiscono con il suo avanzamento e divulgazione cervice.

Tuttavia, non è affatto dannoso ricordare le indicazioni per le quali viene eseguita questa procedura, quindi, se necessario, è bene capire cosa sta succedendo.

Commento di esperti

  • induzione del travaglio durante il prolungamento;
  • debolezza del lavoro;
  • polidramnios, mancanza d'acqua;
  • Vescica fetale "piatta" (le membrane fetali sono allungate sopra la testa del feto, interferiscono con il suo movimento attraverso il canale del parto);
  • apertura completa della faringe uterina, se la vescica fetale non si è aperta da sola (membrane dense);
  • in caso di gravidanze multiple, dopo la nascita del primo feto, viene eseguita un'amniotomia della seconda vescica fetale;
  • sospetto di ipossia fetale e distacco prematuro della placenta;
  • la condizione della donna incinta, che non consente un ulteriore prolungamento della gravidanza;
  • la realizzazione di un'amniotomia è desiderabile prima dell'anestesia di lavoro che usa il prolungato anestesia epidurale.

Dal momento in cui l'integrità della vescica viene violata, non si torna indietro - conta per ore, perché il periodo anidro non può durare indefinitamente (di solito i medici raccomandano di limitare l'intervallo di tempo dall'apertura della vescica all'inizio del travaglio di 10-12 ore, ma questo problema è risolto in ogni caso individualmente).

Commento di esperti

- L'amniotomia è una procedura comune. L'urgenza della sua attuazione è determinata solo dal dottore. Tutto dipende dalle condizioni della donna in travaglio e del feto. La procedura non ha conseguenze negative se è stata eseguita secondo le indicazioni e sono soddisfatte tutte le condizioni per la sua attuazione. I requisiti principali sono la prontezza biologica del corpo del paziente per il parto (cervice matura) e le qualifiche del medico, che gli consentono di eseguire questa manipolazione.

Come funziona l'amniotomia

L'amniotomia stessa, sebbene abbia lo status di un'operazione ostetrica, è considerata una procedura semplice e richiede solo un paio di minuti. Viene eseguito da un ostetrico-ginecologo direttamente sulla sedia ginecologica: prima tratta i genitali esterni con un antisettico, quindi perfora con cura la vescica con uno speciale strumento sterile. A proposito, non sembra affatto spaventoso: è fatto di plastica e sembra un uncinetto..

Commento di esperti

- L'amniotomia è l'apertura della vescica fetale. Lo strumento con cui viene eseguita la procedura è chiamato amniotomo. La manipolazione viene eseguita solo da un medico - ostetrico-ginecologo in un ospedale di maternità.

Fa male perforare la vescica fetale?

Non ci sono terminazioni nervose sulla superficie della vescica fetale, quindi non noterai nemmeno il momento della puntura stessa. Ma molte donne notano che le contrazioni diventano immediatamente più dolorose dopo aver aperto la vescica fetale. Nella maggior parte dei casi, questo indica l'effetto ottenuto: la stimolazione del processo di consegna naturale. Purtroppo, il parto è generalmente abbastanza doloroso, sia con una puntura della vescica fetale che senza questo intervento.

Commento di esperti

- L'amniotomia è completamente indolore, non è necessaria l'anestesia.

Graffi del bambino dopo l'amniotomia

Molte mamme sono preoccupate quando vedono il loro amato bambino sulla testa del loro neonato... graffi freschi. Sfortunatamente, a volte questo accade. Se durante il travaglio è stata utilizzata un'amniotomia, il bambino potrebbe nascere con abrasioni dal gancio sulla testa. Questo è spiacevole, ma non pericoloso: nelle condizioni sterili dell'ospedale di maternità, i graffi guariranno rapidamente. La cosa principale è che ora siete insieme!

Commento di esperti

- A volte un'amniotomia lascerà graffi sulla testa del bambino. Molto spesso ciò accade durante la procedura per oligoidramnios, quando le membrane sono "allungate" sopra la testa del bambino. Non c'è bisogno di aver paura: sono solo graffi sulla pelle che spariranno rapidamente senza lasciare traccia!

  • "Sento solo il suono del cuore di un bambino..." Il parto in Inghilterra
  • Taglio cesareo: indicazioni e controindicazioni per interventi chirurgici programmati e d'urgenza
  • Maratona generica. Segni di travaglio incipiente. Processo di parto

Primo parto al Central Clinical Hospital. Una bolla è stata perforata per 6 cm di apertura (dicevano che era piatta, non sarebbe scoppiata da sola), le contrazioni sono diventate frequenti e molto dolorose, i miei occhi hanno brillato, poi hanno messo EA ed è arrivato il ronzio!)) Dopo la puntura, ho partorito abbastanza comodamente in 4-5 ore... L'ossitocina era, quali orrori non ho sentito, probabilmente perché era EA.
Per me, la cosa più dolorosa durante il parto erano queste miniere. 10 dopo una foratura, il resto è abbastanza sopportabile. In generale, c'erano piacevoli impressioni del parto.

Seconda nascita. Ha dato alla luce un'ostetrica, 7 RD. Anche insegnato dall'esperienza, ho chiesto moltissimo all'ostetrica che se non ci sono prove convincenti, lascia che ritardino la puntura al massimo, o poi lascia che mettano EA, ho detto che ero pronto a sopportare più a lungo nel tempo, ma non più difficile nel dolore! L'ostetrica ha reagito con comprensione e ha convinto il medico. Oltre al fatto che la bolla è piatta, c'erano ancora indicazioni, ma non pesanti. Di conseguenza, la bolla non è stata toccata fino all'ottava apertura. Quando le contrazioni erano già dure da sopportare, chiedo - Quanto tempo avrò?)) L'ostetrica dice - Dato che sei pronta a forare la vescica, partoriremo.. Ho subito un paio di contrazioni, poi dico - Questo è tutto! cazzo !!)) Forato.. Sì, dopo che le contrazioni si sono intensificate, ma dopo pochi minuti. Sono già stato trascinato sulla sedia di maternità))
Non ci sono stati altri interventi oltre alla puntura della vescica! E in effetti, l'intero processo del bambino è stato nelle acque, il che significa che il rischio di lesioni per il bambino mentre si muoveva lungo il canale del parto era ridotto al minimo, il che mi ha fatto piacere! Di conseguenza, sono molto grato all'ostetrica e sono lieto che il parto sia stato il più naturale possibile! E i combattimenti fino a 8 cm erano abbastanza tollerabili! A 6 cm di apertura, sono anche riusciti a diminuire)) ma l'apertura è andata bene, quindi non mi hanno messo l'ossitocina. In generale, ho sempre corrisposto con un amico al telefono e non potevo credere che stavo partorendo
(l'intero processo dalle prime contrazioni ha richiesto 6 ore)

Cosa succede dopo una foratura?
Nel mio primo parto - all'inizio niente - poi c'è stato un inferno di ossitocina

Il fatto è che la mia seconda e terza nascita sono iniziate con diverse ore di contrazioni irregolari, che poi si sono attenuate per diverse ore, e poi hanno iniziato a camminare a intervalli di 5-7 minuti un paio d'ore prima della nascita dei bambini. Ma la prima volta non lo sapevo, quindi al primo parto, dopo una notte di contrazioni deboli abbastanza tollerabili con un intervallo di 5-15 minuti, che si era calmato al mattino, sono corso dal dottore. Lì, un'apertura di 3 cm, ha perforato la vescica (a quanto pare, hanno deciso di stimolare, poiché stavo camminando e quindi aspettavo il parto in patologia), iniettato un sonnifero - poiché non ho dormito bene la notte, ma è solo intossicato, non mi sono addormentato. In 3 ore, l'apertura è aumentata di solo 1 cm, quindi mi hanno fatto gocciolare l'ossitocina. Ho dovuto mentire crocifisso come una rana, con il CTG collegato. Ha partorito dopo 2 ore di tormento.
Nel secondo parto, insegnato dall'amara esperienza, dopo una notte di contrazioni irregolari, non ho corso da nessuna parte, ma ho aspettato un'attività lavorativa regolare per circa 15 ore, finché non sono arrivato dal dottore, c'era già un'apertura completa di 8 cm, quindi la vescica era già perforata - e nel parto, molto doloroso c'erano solo un paio di contrazioni appena prima del periodo più stretto, quando sdraiati scrivevano ktg. All'inizio della sesta ora ero già con mia figlia. Sai, partorire senza ossitocina e "asciugare" con l'ossitocina è cielo e terra
Quando ho discusso la mia esperienza con un importante medico di terza gravidanza, ha scosso la testa e ha detto che la mia visione del parto era molto diversa da quella dell'ostetricia..
Al terzo parto l'attività lavorativa regolare è iniziata anche un paio d'ore prima del parto, quando mi sono accorto che stavo partorendo, sono andata subito in ospedale. Al pronto soccorso, ancora prima dell'esame, ho chiesto alla mia ostetrica di non perforare la vescica fino a quando non fosse completamente aperta, ed era già di 6-7 cm, mentre veniva tirata e portata in sala parto, tutto si era già aperto, poi mi hanno fatto un'amniotomia, diverse contrazioni dolorose - e via poltrona.
In generale, sono contrario all'amniotomia fino alla completa divulgazione senza indicazioni rigorose.

Perché durante il parto viene eseguita un'apertura della vescica fetale (amniotomia)? È necessario?

Esperto: ostetrico-ginecologo Ekaterina Valerievna Svirskaya

Amniotomia durante il parto: che cos'è?

Un'amniotomia è una procedura in cui un ostetrico-ginecologo perfora la vescica fetale di una donna incinta per stimolare il travaglio.

È del tutto normale quando una donna in travaglio si trova alla vigilia di un'amniotomia e pone all'ostetrico-ginecologo le domande: “Amniotomia durante il parto: che cos'è? E perché ne ho bisogno? " Risponderemo a queste domande in dettaglio.

La cervice si apre a metà intorno alla metà del primo periodo di nascita. Ad un certo punto, la pressione sulla vescica fetale diventa così forte da esplodere. Di conseguenza, le acque anteriori (situate nella vescica fetale davanti alla testa del bambino) vengono versate. Non ci sono terminazioni nervose nella vescica fetale, quindi il suo sfondamento e il versamento dell'acqua sono assolutamente indolori.

L'auto-versamento dell'acqua durante il processo di nascita si verifica nella maggior parte delle donne, ma un piccolo numero di donne (circa il 7%) ha bisogno di aiuto: vengono aperte per la vescica fetale (amniotomia). In questo caso, l'ostetrico-ginecologo esegue rapidamente questa puntura, dopo di che fuoriesce l'acqua anteriore e presto la donna inizia a sentire le contrazioni. Il motivo dell'inizio o dell'intensificazione delle contrazioni è l'intensa produzione di prostagladina, un ormone che contribuisce alla contrazione della muscolatura liscia dell'utero.

La procedura per l'amniotomia è abbastanza semplice e quindi non richiede l'anestesia o la partecipazione di un chirurgo. Non dovresti aver paura dell'amniotomia: viene eseguita solo da un ostetrico-ginecologo professionista per motivi medici. Tuttavia, la manipolazione viene eseguita rigorosamente in ambiente ospedaliero, perché in questo momento la cervice è quasi pronta per il parto..

Indicazioni per l'amniotomia

  • gestosi (preeclampsia delle donne in gravidanza), in cui la donna in travaglio aumenta la pressione, compare edema e aumenta il contenuto proteico nelle urine;
  • il prolungamento della gravidanza (se il travaglio non inizia a 41-42 settimane) può causare un'amniotomia senza contrazioni);
  • attività lavorativa lenta;
  • il verificarsi del conflitto Rh tra madre e figlio;
  • guscio a bolle ad altissima densità;
  • la vescica fetale è piatta a causa della mancanza di acqua anteriore e non può scoppiare da sola;
  • polidramnios;
  • gravidanza multipla (con travaglio lento);
  • insufficienza placentare.

Tipi di amniotomia

  • Amniotomia prenatale (travaglio con amniotomia): viene eseguita per avviare il processo del travaglio prima dell'inizio delle contrazioni. La ragione di ciò è una gravidanza prolungata o patologie fetali che richiedono un parto più veloce.
  • Amniotomia precoce: eseguita quando il travaglio è già iniziato nella fase iniziale (quando la cervice è aperta meno di 7 cm), se le contrazioni sono deboli. In questo caso, la futura mamma è preoccupata per la domanda: "Se mi viene somministrata un'amniotomia durante il parto, per quanto tempo le contrazioni diventeranno regolari?" I tempi di arrivo delle contrazioni regolari e attive possono variare da 30-40 minuti a 12 ore.
  • Amniotomia tempestiva: eseguita quando l'utero è quasi completamente aperto (8-10 cm), ma la vescica non è scoppiata.
  • Amniotomia tardiva: eseguita nella fase finale del parto, quando vengono effettuati tentativi e la testa del bambino si trova nella piccola pelvi della donna in travaglio, ma il bambino non può rompere le membrane da solo a causa della sua eccessiva densità. Non è sicuro sottoporsi a un'amniotomia in una fase successiva poiché c'è il rischio di colpire la testa del bambino. Tuttavia, l'ostetrico corre un tale rischio per prevenire l'ipossia nel bambino. Un medico esperto saprà evitare il rischio scegliendo il momento più sicuro per forare il guscio, ovvero quando la vescica fetale è chiaramente visibile al momento della contrazione.

Amniotomia: come viene eseguita la procedura

Prima di eseguire un'amniotomia, l'algoritmo per la sua implementazione richiede l'uso di antispastici: vengono somministrati alla donna in travaglio circa mezz'ora prima della manipolazione. Gli antispastici rilassano la muscolatura liscia della cervice e la manipolazione è più facile. L'ostetrico inserisce le dita di una mano nella vagina e con l'altra mano tiene uno strumento, all'estremità del quale c'è un gancio speciale, con il quale il medico si aggrappa alla membrana della vescica fetale, quindi lo tira verso se stesso e produce una rottura - amniotomia. La tecnica per eseguire la manipolazione richiede una certa abilità: l'ostetrica cerca di non fare movimenti bruschi in modo che le braccia o le gambe del feto non cadano durante il violento deflusso dell'acqua. Pertanto, l'acqua viene rimossa gradualmente, occorrono 5-7 minuti per rimuoverla. Dopo la rimozione del liquido amniotico, il processo di nascita procede naturalmente.

Controindicazioni all'amniotomia:

  • presentazione errata del feto;
  • se le anse del cordone ombelicale si trovano al di sotto della parte presentante del feto (presentazione delle anse del cordone ombelicale);
  • placenta previa piena;
  • se la donna in travaglio ha infezioni (HIV, epatite, herpes genitale), il rischio di infettare il bambino con loro è grande;
  • quando il parto naturale è controindicato: con distacco della placenta, rottura della retina, rottura della cicatrice uterina durante il parto precedente, ipossia fetale acuta, ecc...

Sono possibili complicazioni??

A condizione che l'amniotomia venga eseguita da un ostetrico-ginecologo professionista, le complicazioni sono improbabili. Quando la manipolazione viene eseguita correttamente, non ci sono praticamente complicazioni dopo di essa.

  • prolasso del cordone ombelicale;
  • ipossia fetale acuta;
  • sanguinamento dovuto a una violazione dell'integrità di una grande nave della vescica fetale;
  • un brusco cambiamento di pressione nell'utero, a causa del quale possono verificarsi rotture della cervice e del perineo;
  • travaglio rapido (accelerato) che si verifica in meno di 4 ore.

Accade così che l'amniotomia non porti al risultato desiderato, cioè a stimolare il travaglio e l'inizio di contrazioni regolari. Ma poiché le acque anteriori sono già uscite e il travaglio non è ancora iniziato, l'utero e il feto rimangono senza protezione dalla penetrazione dell'infezione che la vescica fetale ha fornito loro. Pertanto, il medico sceglie urgentemente altri metodi per stimolare il processo di nascita al fine di ridurre i rischi di infezione..

Alcune donne in travaglio non accettano l'amniotomia, temendo che la procedura possa danneggiare il bambino. Ma un tale rifiuto può costare la vita a un bambino..

È possibile l'amniotomia con una cicatrice sull'utero

Se l'ostetrico-ginecologo ha deciso di eseguire un'amniotomia in una donna incinta con una cicatrice sull'utero, significa che i rischi sono ridotti al minimo e il medico vede un'opportunità per la futura mamma di partorire da sola.

I dati della ricerca mostrano che questo accade abbastanza spesso. Sostenitori dell'inizio spontaneo del travaglio, ostetrici-ginecologi D.Chelmow e R.K. Laros ha eseguito l'amniotomia precoce durante il travaglio e quando il travaglio era debole, il travaglio è stato stimolato con ossitocina, che è stata somministrata per via endovenosa. Secondo gli autori, il parto conservativo riuscito si è verificato nel 73% degli esaminati. Gli studi hanno dimostrato che la gestione attiva del travaglio nelle donne con una cicatrice sull'utero è abbastanza ragionevole e consigliabile nel caso di utilizzo dell'amniotomia con una cervice matura. Nelle donne di questo gruppo, il travaglio programmato è stato eseguito sotto costante monitoraggio dello stato dell'attività cardiaca fetale e della natura dell'attività contrattile dell'utero..
Link di ricerca: https://medbe.ru/materials/kesarevo-sechenie/taktika-rodorazresheniya-zhenshchin-s-rubtsom-na-matke-vedenie-rodov/

  • Esperto
  • Articoli Recenti
  • Risposta

Informazioni sull'esperto: Ekaterina Valerievna Svirskaya

Ostetrico ginecologo
Accetta presso il Centro medico "Ecomedservice" all'indirizzo: Minsk, st. Tolstoj, 4
Qualifica: primo
Esperienza lavorativa: 27 anni

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Bassa placentazione durante la gravidanza

Analisi

Ci sono molte diagnosi deludenti che una donna può sentire nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza. Secondo le statistiche, il 90% delle donne in travaglio si trova ad affrontare il problema della bassa localizzazione della placenta.

Quanto dovrebbe mangiare, dormire e rimanere sveglio a 4 mesi

Analisi

All'età di 4 mesi, il bambino è principalmente allattato al seno o artificiale - miscele speciali. I modelli di alimentazione e sonno rimangono gli stessi.

Come cambiare e indossare un pannolino per un neonato

Nutrizione

Perché è importante poter cambiare correttamente il pannolino?Dopo la nascita di un bambino, una delle principali preoccupazioni dei genitori è cambiare i pannolini.

Quale dovrebbe essere la nutrizione per i bambini di età inferiore a un anno?

Neonato

Il primo anno di vita di un bambino è il più ricco di eventi. Il peso del bambino aumenta 3 volte e la lunghezza del corpo - 1,5.