Principale / Analisi

Informazioni su CTG - cardiotocogramma.

Ho pubblicato 3 articoli di diversi autori. Scusa se le informazioni all'interno di ciascuna di esse vengono ripetute.

Attualmente, la cardiotocografia è, insieme agli ultrasuoni, il metodo principale per valutare le condizioni del feto. Distinguere tra CTG indiretto (esterno) e diretto (interno). Durante la gravidanza viene utilizzato solo il CTG indiretto. Il moderno carditocogramma è costituito da due curve combinate nel tempo: una riflette la frequenza cardiaca fetale, l'altra l'attività uterina. Inoltre, i moderni monitor fetali sono dotati di un dispositivo per la registrazione grafica dei movimenti fetali.

L'ottenimento di informazioni sull'attività cardiaca fetale viene effettuato utilizzando uno speciale sensore a ultrasuoni, il cui principio si basa sull'effetto Doppler.

La maggior parte degli autori ritiene che informazioni affidabili sulla condizione del feto utilizzando questo metodo possano essere ottenute solo nel terzo trimestre di gravidanza, da 32-34 settimane. È a questo punto che il riflesso miocardico e tutte le altre manifestazioni dell'attività vitale del feto raggiungono la maturità, il che influisce sulla natura della sua attività cardiaca, in particolare sulla formazione del ciclo di attività e sul resto del feto.

Il periodo principale nella valutazione dello stato del feto utilizzando CTG è il periodo attivo, poiché i cambiamenti nell'attività cardiaca durante il periodo di riposo sono simili a quelli osservati quando le sue condizioni sono disturbate. Pertanto, la registrazione deve essere continuata per almeno 40 minuti, perché la fase di riposo del feto è in media di 15-30 minuti, meno spesso fino a 40 minuti.

Durante l'analisi dei cardiotocogrammi, vengono analizzati in sequenza il valore della frequenza cardiaca basale, l'ampiezza delle oscillazioni istantanee, l'ampiezza delle accelerazioni lente, la presenza e la gravità delle decelerazioni e l'attività motoria del feto.

Ritmo basale

Il ritmo basale è inteso come la frequenza cardiaca fetale media, che rimane invariata per un periodo di 10 minuti o più. In questo caso, le accelerazioni e le decelerazioni non vengono prese in considerazione. Nello stato fisiologico del feto, la frequenza cardiaca è soggetta a piccoli cambiamenti costanti, dovuti alla reattività del sistema autonomo del cuore fetale.

Variabilità del battito cardiaco

La variabilità della frequenza cardiaca è giudicata dalla presenza di oscillazioni istantanee. Rappresentano deviazioni della frequenza cardiaca dal livello basale medio. Le oscillazioni vengono conteggiate nelle aree in cui non sono presenti accelerazioni lente. Il conteggio del numero di oscillazioni mediante valutazione visiva del CTG è quasi impossibile. Pertanto, quando si analizzano CTG, di solito si limitano a calcolare l'ampiezza delle oscillazioni istantanee. Distinguere tra oscillazioni basse (meno di 3 battiti cardiaci al minuto), medie (3-6 battiti al minuto) e alte (più di 6 battiti cardiaci al minuto). La presenza di oscillazioni elevate indica una buona condizione del feto, oscillazioni basse indicano una violazione delle sue condizioni.

Ossilazioni

Nell'analisi del CTG, viene prestata particolare attenzione alla presenza di oscillazioni lente. Contare il loro numero, ampiezza e durata. A seconda dell'ampiezza delle accelerazioni lente, si distinguono le seguenti varianti di CTG: il tipo muto o monotonico è caratterizzato da una bassa ampiezza di oscillazioni (0-5 battiti / min), leggermente ondulata o transitoria (6-10 battiti / min), ondulata o ondulata (11-25 battiti) / min), saltatorio o rampante (più di 25 battiti / min). La presenza delle prime due varianti del ritmo di solito indica una violazione dello stato del feto, ondeggiante sulle buone condizioni del feto, saltatorio - sull'entanglement con il cordone ombelicale.

Accelerazione

L'accelerazione è un aumento della frequenza cardiaca fetale di 15 o più battiti / min e dura più di 15 secondi rispetto al ritmo basale. Gli aumenti della frequenza cardiaca fetale con parametri inferiori a quelli indicati sono interpretati come oscillazioni lente e fanno riferimento all'indicatore di variabilità. Le forme di accelerazione possono essere variate (variabili) o simili tra loro (uniformi). La comparsa di accelerazioni sporadiche variabili sul CTG è il segno più affidabile di uno stato soddisfacente del feto e con un'alta probabilità indica l'assenza di grave acidosi e stato ipossico del feto. Allo stesso tempo, la registrazione di accelerazioni periodiche uniformi, come se si ripetessero sotto forma di contrazioni uterine, indica ipossia fetale moderata, specialmente in combinazione con tachicardia..

Oltre alle oscillazioni e alle accelerazioni, durante la decodifica del CTG, viene prestata attenzione alla decelerazione (rallentamento della frequenza cardiaca). Le decelerazioni sono intese come episodi di rallentamento della frequenza cardiaca di 15 o più battiti cardiaci e della durata di 15 secondi. e altro ancora. La decelerazione di solito si verifica in risposta alle contrazioni uterine o ai movimenti fetali.

Il metodo di cardiotocografia prevede la registrazione simultanea e la registrazione su un nastro grafico dei cambiamenti nel tempo del ritmo cardiaco (cardio) del feto e dell'attività contrattile (corrente) dell'utero.

Uno dei primissimi cardiotocografi - dispositivi per la registrazione del CTG, prodotto dalla società americana Hewlett-Packard a metà degli anni '70, era basato sulla registrazione acustica (fonocardiografica) dei suoni cardiaci fetali. Tuttavia, è diventato presto chiaro che questo metodo di registrazione ha una bassa sensibilità. Successivamente, tutti i dispositivi CTG sono stati creati sui principi della localizzazione ecografica Doppler dei movimenti della valvola cardiaca fetale. Il sistema elettronico integrato nella macchina CTG traduce la sequenza dei picchi di frequenza cardiaca Doppler in frequenza cardiaca (numero di battiti cardiaci al minuto). Ogni valore della durata dell'intervallo cardio (il periodo tra le contrazioni) viene registrato sul nastro grafico come un punto. Poiché il nastro si muove molto lentamente (1 cm al minuto), questi punti si fondono e si allineano in una linea piuttosto irregolare che mostra come il valore istantaneo della frequenza cardiaca fetale (FC) è cambiato nel tempo. Parallelamente alla registrazione della frequenza cardiaca fetale sul secondo canale del dispositivo e con l'aiuto di un altro sensore, vengono registrate le variazioni di tensione (tono) dell'utero. Il confronto delle variazioni della frequenza cardiaca fetale con la sua attività motoria (determinata dalla madre o dal dispositivo stesso) e il tono dell'utero ci consente di valutare le condizioni del feto e fare alcune previsioni sullo sviluppo di questa gravidanza.

Il metodo CTG si è sviluppato abbastanza intensamente durante gli anni '80 - primi anni '90 del secolo scorso e ha ora preso il suo posto definitivo tra gli altri metodi per valutare e diagnosticare lo stato del feto. Il CTG viene utilizzato non solo per valutare la condizione durante la gravidanza, ma anche durante il parto. Quest'ultima direzione è più spesso chiamata monitoraggio fetale elettronico. In questo post ci concentreremo sull'uso del CTG durante la gravidanza.

Prima di descrivere il valore diagnostico di questa metodica, soffermiamoci sulla fisiologia della regolazione della frequenza cardiaca fetale. Il cuore di un embrione umano inizia a contrarsi in una fase di sviluppo abbastanza precoce (a 4 settimane) molto prima che il sistema nervoso della futura persona si alzi e inizi a funzionare. Il ritmo delle contrazioni cardiache è impostato da un gruppo di cellule situate nella parete dell'atrio destro e che formano il cosiddetto nodo del seno.

Il segnale elettrico proveniente da queste cellule si propaga attraverso uno speciale sistema di conduzione e provoca una contrazione coordinata nel tempo di tutte le parti del cuore, che porta all'espulsione del sangue dai ventricoli del cuore (sistole) e alla circolazione sanguigna attraverso il sistema vascolare fetale. Dalle 4 alle 18 settimane di sviluppo intrauterino, il cuore fetale si contrae in modo completamente autonomo e non è sotto l'influenza del suo sistema nervoso. Come sapete, il sistema nervoso umano (come tutti gli animali) è diviso in due parti principali: il sistema nervoso somatico e autonomo. Il somatico (soma - corpo) controlla i nostri movimenti volontari. Vegetativo regola il lavoro degli organi interni (cuore, polmoni, tratto gastrointestinale). Inoltre, questa regolazione avviene involontariamente senza collegare i nostri sforzi mentali. Dopotutto, funzioni come la digestione del cibo, la regolazione della pressione sanguigna, la secrezione biliare si verificano come da sole, senza comandi arbitrari dalla nostra coscienza. Proprio come il resto delle funzioni degli organi interni, la frequenza cardiaca è sotto il controllo del nostro sistema autonomo. Se facciamo un lavoro fisico - la frequenza cardiaca aumenta, se siamo a riposo - diminuisce, il che riflette le richieste del nostro corpo nell'erogazione di ossigeno agli organi di lavoro. L'aumento della frequenza cardiaca avviene sotto l'influenza della cosiddetta divisione simpatica del sistema nervoso autonomo. Questo dipartimento implementa le reazioni allo stress del corpo, lo prepara per il lavoro. Il rallentamento della frequenza cardiaca si verifica sotto l'influenza del reparto parasimpatico. Questo dipartimento fornisce la regolazione dell'attività degli organi a riposo, durante la digestione del cibo, nel sonno. Entrambi i reparti sono in uno stato di equilibrio dinamico e svolgono la messa a punto e il coordinamento del lavoro di tutti gli organi del corpo per lo svolgimento ottimale delle funzioni. Anche a riposo, questi reparti lavorano e influenzano il ritmo del battito cardiaco. Prova a contare la frequenza cardiaca per un minuto. Si scopre che, ad esempio, è pari a 62 colpi al minuto. Dopo tre minuti, ripetere la misurazione e il polso sarà già diverso (ad esempio, 72 battiti al minuto) e dopo 5 minuti. la misurazione mostrerà 64 battiti al minuto. Questa normale variabilità della frequenza cardiaca mostra che il sistema nervoso autonomo del corpo funziona e apporta piccoli cambiamenti nella frequenza cardiaca in base alla temperatura ambiente, al ritmo respiratorio e alla posizione del corpo nello spazio, il lavoro di altri organi interni. Al contrario, l'assenza di variabilità della frequenza cardiaca indica un malfunzionamento nel corpo. Pertanto, nei pazienti con infarto miocardico o influenza grave, la variabilità della frequenza cardiaca è significativamente ridotta. Tutti questi, a prima vista, ragionamenti astrusi sono direttamente correlati alla corretta interpretazione dei risultati CTG per valutare lo stato del feto.

Ci siamo fermati al fatto che fino alla 18a settimana il cuore fetale si contrae in modo assolutamente autonomo e non è sotto l'influenza del sistema nervoso autonomo. Ma, a partire dalla 19a settimana, i rami sottili del nervo vago, appartenenti al sistema parasimpatico, crescono fino al cuore e iniziano a influenzare il suo lavoro. Da questo momento in poi, la frequenza cardiaca fetale ha una variabilità leggermente maggiore. L'attività motoria del feto in questo momento si manifesta con rallentamenti riflessi della frequenza cardiaca. Questi rallentamenti sono chiamati decelerazioni. La penetrazione dei rami dei nervi simpatici nel cuore del feto avviene molto più tardi - entro 28-29 settimane di gestazione. Da questo momento, in risposta all'attività fisica, il feto inizia a rispondere con un aumento della frequenza cardiaca - accelerazioni. Ciò non significa che fino alla 28a settimana non possiamo registrare aumenti periodici della frequenza cardiaca fetale, ma possono essere associati al rilascio di sostanze biologicamente attive nel corpo materno o all'influenza diretta delle condizioni di esistenza intrauterina sulle cellule del nodo del seno. Fino a 32 settimane, i meccanismi di regolazione nervosa dell'attività cardiaca fetale maturano e l'influenza di entrambe le parti del sistema nervoso autonomo sulla regolazione della frequenza cardiaca fetale è equilibrata. Pertanto, la valutazione dello stato del feto mediante CTG fino a 32 settimane di gestazione non ha un significato diagnostico significativo. In ogni caso, quei criteri diagnostici che sono stati sviluppati per la valutazione del CTG di un feto a termine in termini fino a 32 settimane non funzionano.

Soffermiamoci su questi criteri. Nel valutare il CTG, a partire da 32 settimane, il medico deve tenere in considerazione e valutare i seguenti indicatori:

1. Frequenza cardiaca media (o frequenza basale).

Normalmente, il feto dovrebbe essere compreso tra 120 e 160 battiti al minuto..
La frequenza cardiaca superiore a 160 al minuto è chiamata tachicardia, inferiore a 120 al minuto. - bradicardia.

2. Variabilità della frequenza cardiaca.

Allo stesso tempo, si distinguono la cosiddetta variabilità a breve termine (quanto la durata dell'intervallo cardio corrente differisce da quelle vicine) e la variabilità a lungo termine (si tratta di piccole variazioni della frequenza cardiaca entro un minuto). Entrambi questi tipi sono associati all'influenza regolatrice del sistema nervoso autonomo. La presenza di variabilità della frequenza cardiaca è un buon segno diagnostico. Una diminuzione della variabilità è possibile sia in condizioni normali (durante i periodi di sonno del bambino) che nell'ipossia cronica. Con l'ipossia, le delicate connessioni regolatorie del sistema nervoso e del cuore vengono interrotte. Di conseguenza, il cuore passa a una modalità operativa più autonoma (meno associata all'attività del sistema nervoso autonomo).

3. La presenza di accelerazioni.

L'accelerazione è intesa come una deviazione dal ritmo basale di 15 o più battiti al minuto. per almeno 15 secondi. La presenza di una o più accelerazioni durante un segmento di 10 minuti della registrazione è un buon segno diagnostico e indica una normale reattività del sistema nervoso fetale. È considerato un buon segno quando, dopo un periodo di attività fisica (questo periodo viene annotato sul registro dalla donna stessa, premendo un pulsante, o una funzione speciale dell'apparato CTG), si registra l'accelerazione.

4. La presenza di decelerazioni.

La decelerazione è intesa come una decelerazione periodica della frequenza cardiaca fetale di 15 o più battiti. al minuto per 15 secondi o più. La decelerazione è considerata un riflesso quando si verifica dopo l'accelerazione o dopo un episodio di attività fisica. Tali decelerazioni non sono considerate una manifestazione di patologia. La situazione è alquanto diversa con decelerazioni profonde spontanee, che possono verificarsi a riposo o dopo contrazioni uterine. La presenza di decelerazioni profonde con recupero lento è valutata come patologia. La loro comparsa può essere associata all'effetto diretto dell'ipossia sul pacemaker del cuore fetale.

5. Risposta ad attività fisica, stimolazione fetale o suono.

Per un bambino a termine, la normale risposta a questi stimoli dovrebbe essere l'accelerazione.

Ovviamente, valutando il CTG in base a un tale numero di parametri (alcuni dei quali sono quantitativi, altri sono qualitativi), il medico spesso lo fa in modo molto soggettivo. Una stessa registrazione dell'attività cardiaca fetale può essere valutata da diversi esperti o riconosciuta. Per ridurre il contributo della componente soggettiva, diversi ricercatori hanno proposto scale per la valutazione quantitativa del CTG. In questo caso, ciascuno dei parametri, a seconda della sua conformità ai criteri della norma, viene valutato da 0 a 2 punti. Quindi sommando il numero di punti, si ottiene una valutazione complessiva del cardiotocogramma. Le più famose sono le scale di Fisher (proposte nel 1982) e Gaultier.

Il confronto degli esiti della gravidanza con i risultati del punteggio quantitativo del CTG prima del parto nella maggior parte dei casi ha mostrato che l'accuratezza della diagnosi dello stato del feto con questo metodo non è ancora abbastanza elevata. Ciò non sorprende, poiché CTG è un tentativo di collegare un indicatore così integrale come la frequenza cardiaca fetale (che può dipendere da un gran numero di fattori non spiegati - il periodo di sonno fetale, il livello di glucosio nel sangue della madre, ecc.) Con l'ipossia fetale (che ha anche varie manifestazioni e possono essere croniche e acute). Spesso un bambino è in uno stato di sonno (la frequenza cardiaca è caratterizzata da una bassa variabilità) e il suo CTG può essere erroneamente valutato come patologico. Di fronte a queste circostanze, alla fine degli anni '80, un certo numero di ricercatori ha tentato di informatizzare la valutazione CTG. I maggiori progressi nell'elaborazione digitale della frequenza cardiaca fetale sono stati raggiunti da un gruppo di ostetrici e matematici di Oxford, guidati dai professori Davis e Redman. Hanno analizzato 8000 CTG e li hanno confrontati con lo stato dei neonati dopo il parto. Ciò ha permesso di sapere esattamente in quale caso si è verificata l'ipossia fetale, e in quale no, il che, a sua volta, ha permesso di collegare le caratteristiche quantitative e qualitative del CTG con lo stato raffinato del feto. Il risultato di questo lavoro è stato lo sviluppo del software per il cardiotocografo Oxford, denominato Team 8000. Un tale dispositivo non solo registra il CTG stesso, ma calcola anche i suoi parametri principali. Inoltre, il processore integrato nel dispositivo fornisce informazioni in quale minuto CTG soddisfa il criterio di Davis-Redman e può essere considerato normale per una data età gestazionale. Nonostante il fatto che i risultati di tale diagnostica dell'ipossia fetale siano migliorati molto, alla fine del rapporto il dispositivo segnala “Questa non è una diagnosi”. Ciò significa che solo un medico, nel considerare i risultati di tutti i metodi clinici e strumentali, ha il diritto di fare una diagnosi clinica del feto.

Il significativo progresso dei metodi ecografici Doppler per misurare la velocità del flusso sanguigno nei principali vasi del feto in condizioni di salute e malattia ha sollevato la questione della valutazione della sensibilità e del valore diagnostico di questi metodi rispetto al CTG. Un gran numero di studi condotti sul contingente più grave di donne in gravidanza - donne con grave preeclampsia e sindrome da ritardo della crescita fetale hanno dimostrato che con lo sviluppo della patologia fetale, gli indicatori della velocità del flusso sanguigno nell'arteria del cordone ombelicale e nell'arteria cerebrale centrale sono i primi a cambiare. Con l'ulteriore progressione della patologia, si verifica una diminuzione della variabilità della frequenza cardiaca fetale secondo CTG, la comparsa di decelerazioni caratteristiche e una variazione dei parametri Doppler nell'aorta e nelle grandi vene del feto.

Pertanto, il CTG è un metodo informativo e prezioso per diagnosticare le condizioni del feto, ma solo se utilizzato in combinazione con altri metodi ecografici (fetometria e Doppler)..

Autore: Pavel Borisovich Tsyvyan, capo del Centro di preparazione al parto partner

Il CTG (cardiotocografia) è un metodo di valutazione funzionale dello stato del feto durante la gravidanza e il parto basato sulla registrazione della frequenza dei suoi battiti cardiaci e dei loro cambiamenti a seconda delle contrazioni uterine, dell'azione di stimoli esterni o dell'attività del feto stesso.

Il CTG è attualmente parte integrante di una valutazione completa delle condizioni del feto, insieme agli ultrasuoni e al Doppler. Tale monitoraggio dell'attività cardiaca fetale espande in modo significativo le capacità diagnostiche sia durante la gravidanza che durante il parto e consente di risolvere efficacemente i problemi delle tattiche razionali della loro gestione..

Come sta CTG?

L'attività cardiaca fetale viene registrata con uno speciale trasduttore a ultrasuoni con una frequenza di 1,5 - 2,0 MHz, il cui funzionamento si basa sull'effetto Doppler. Questo sensore è fissato sulla parete addominale anteriore di una donna incinta nell'area della migliore udibilità dei suoni cardiaci fetali, che è predeterminata utilizzando uno stetoscopio ostetrico convenzionale. Il trasduttore genera un segnale ecografico che viene riflesso dal cuore fetale e raccolto nuovamente dal trasduttore. Il sistema elettronico del cardiofrequenzimetro converte i cambiamenti registrati negli intervalli tra i singoli battiti del cuore del feto in una frequenza cardiaca istantanea, calcolando il numero di battiti al minuto al momento dello studio.

Le variazioni della frequenza cardiaca vengono visualizzate dal dispositivo sotto forma di luce, suono, segnali digitali e un'immagine grafica sotto forma di grafico su un nastro di carta.

Durante l'esecuzione del CTG, contemporaneamente alla registrazione dell'attività cardiaca fetale, l'attività contrattile dell'utero viene registrata con un sensore speciale, che è fissato sulla parete addominale anteriore di una donna incinta nell'area del fondo dell'utero.

Nei moderni dispositivi per CTG, viene fornito uno speciale telecomando, con l'aiuto del quale una donna incinta può registrare in modo indipendente i movimenti fetali.

Le contrazioni uterine ei movimenti fetali vengono visualizzati dal dispositivo durante l'esame nella parte inferiore del nastro di carta come una linea curva.

Quando si decodifica il record CTG e si valuta la relazione dei dati ottenuti con lo stato del feto, si dovrebbe partire dal fatto che il record risultante riflette, prima di tutto, la reattività del sistema nervoso fetale e lo stato delle sue reazioni protettive e adattive al momento dello studio.

I cambiamenti nell'attività cardiaca fetale indicano solo indirettamente la natura dei processi patologici che si verificano nel feto.

È impossibile identificare i risultati ottenuti durante l'analisi dei record CTG solo con la presenza dell'uno o dell'altro grado di gravità della carenza di ossigeno (ipossia) nel feto.

Ecco solo alcuni dei tanti esempi possibili che supportano questa idea:

L'ipossia fetale è più spesso causata da una diminuzione dell'apporto di ossigeno al flusso sanguigno uteroplacentare e da una disfunzione della placenta. In questo caso, la risposta del sistema cardiovascolare fetale sorge, rispettivamente, a causa della presenza e della gravità di una diminuzione della saturazione del sangue fetale con l'ossigeno. Una chiara violazione delle condizioni del feto si rifletterà nel record CTG.

In alcuni casi, è possibile un disturbo relativamente a breve termine del flusso sanguigno nei vasi del cordone ombelicale, ad esempio, a causa della loro pressione da parte della testa del feto. Questo fenomeno influenzerà anche la natura della registrazione CTG, come se conferisse un carattere patologico, sebbene, in effetti, il feto non soffra. Ciò crea una falsa illusione su una violazione dello stato del feto..

Come reazione protettiva nel feto, il consumo di ossigeno da parte dei tessuti può diminuire e aumenta la resistenza all'ipossia. In questo caso, la registrazione CTG sarà normale, nonostante il fatto che il feto soffra di ipossia. È solo che la situazione è ancora compensata.

In varie condizioni patologiche, è possibile una diminuzione della capacità dei tessuti di assorbire l'ossigeno con il suo normale contenuto nel sangue, che potrebbe non causare una reazione appropriata del sistema cardiovascolare fetale, nonostante il fatto che i tessuti fetali manchino di ossigeno e il feto soffra. Quelli. in una tale situazione, la registrazione CTG sarà normale, nonostante la violazione del feto.

Pertanto, il CTG è solo un metodo diagnostico strumentale aggiuntivo e le informazioni ottenute come risultato dello studio riflettono solo una piccola parte dei complessi cambiamenti che si verificano nel sistema madre-placenta-feto. Le informazioni ottenute durante lo studio utilizzando CTG devono essere confrontate con i dati clinici e i risultati di altri studi, poiché due record simili con quasi le stesse caratteristiche diagnostiche possono avere un valore diagnostico completamente diverso per feti diversi..

Condizioni per CTG

Per ottenere informazioni affidabili sulle condizioni del feto sulla base dei dati CTG, è necessario osservare una serie di condizioni:

Puoi usare CTG non prima della 32a settimana di gravidanza. A questo punto, si forma una relazione tra l'attività cardiaca e l'attività motoria del feto, che riflette le capacità funzionali di molti dei suoi sistemi (nervoso centrale, muscolare e cardiovascolare). Entro la 32a settimana di gravidanza, si sta sviluppando anche il ciclo di attività fetale-riposo. In questo caso, la durata media di uno stato attivo è di 50-60 minuti e di uno tranquillo - 20-30 minuti. L'uso precedente del CTG non garantisce l'affidabilità della diagnosi, poiché è accompagnato da un gran numero di risultati falsi.

Il periodo della sua attività è di fondamentale importanza per valutare le condizioni del feto. È importante che durante il CTG sia stata registrata almeno una parte del periodo di attività fetale, accompagnata dai suoi movimenti. Tenendo conto dello stato di calma del feto, la durata totale della registrazione richiesta dovrebbe essere di 40-60 minuti, il che riduce al minimo il possibile errore nella valutazione dello stato funzionale del feto.

La registrazione viene eseguita nella posizione della donna incinta sulla schiena, sul lato sinistro o seduta in una posizione comoda.

Da un lato, c'è un'opinione sull'insufficiente contenuto informativo del CTG nella diagnosi dei disturbi fetali, come evidenziato da un numero considerevole di risultati falsi positivi nel gruppo con alterazioni patologiche sul cardiotocogramma. Secondo altri dati, l'accuratezza della previsione di uno stato soddisfacente dei neonati ha coinciso con i risultati del CTG in oltre il 90% dei casi, il che indica l'elevata capacità del metodo di confermare lo stato normale del feto. Tuttavia, infatti, il contenuto informativo del metodo dipende in gran parte dal modo di interpretare i dati ottenuti durante lo studio..

Durante la decodifica del record CTG, vengono determinati una serie di indicatori che hanno segni normali e patologici che ci consentono di valutare lo stato di reattività del sistema cardiovascolare fetale.

In un certo numero di casi vengono utilizzati metodi di valutazione computerizzata della registrazione CTG. Quindi, in particolare, quando si interpretano i dati CTG, viene utilizzato il calcolo dell'indicatore delle condizioni fetali - PSP. Allo stesso tempo, i valori PSP di 1 o meno possono indicare lo stato normale del feto. I valori PSP superiori a 1 e fino a 2 possono indicare possibili manifestazioni iniziali di disturbi fetali. Valori di PSP superiori a 2 e fino a 3 possono essere dovuti alla probabilità di gravi disturbi fetali. Un valore PSP superiore a 3 indica una possibile condizione critica del feto. Sono ampiamente utilizzate anche varie scale per valutare gli indicatori CTG in punti..

Tra queste, le più comuni sono le scale proposte da W. Fischer et al. (1976), E. S. Gautier et al. (1982), così come le loro varie modifiche. In questo caso, una valutazione di 8-10 punti corrisponde a un normale CTG; 5-7 punti sono sospetti e possono indicare le manifestazioni iniziali di disturbi fetali; 4 punti o meno possono indicare violazioni significative nelle condizioni del feto.

Tuttavia, questi indicatori dovrebbero essere trattati con molta attenzione e in modo differenziale. Dovrebbe essere chiaro che la conclusione sulla decifrazione della registrazione CTG non è una diagnosi, ma fornisce solo alcune informazioni aggiuntive insieme ad altri metodi di ricerca. I risultati di un singolo studio danno solo un'idea indiretta dello stato del feto dal momento dello studio per non più di un giorno. A causa di varie circostanze, la natura della reattività del sistema cardiovascolare fetale può cambiare in un tempo più breve. La gravità dei disturbi nella reattività del sistema cardiovascolare fetale potrebbe non coincidere sempre con la gravità dei disturbi nelle sue condizioni. I risultati ottenuti devono essere considerati solo in relazione al quadro clinico, alla natura del decorso della gravidanza e ai dati di altri metodi di ricerca, inclusi ultrasuoni e doppler..

Tuttavia, il metodo CTG non ha controindicazioni ed è assolutamente innocuo. Sulla base di ciò, l'uso del CTG durante la gravidanza consente di monitorare a lungo lo stato del feto e, se necessario, può essere fatto quotidianamente, il che aumenta significativamente il valore diagnostico del metodo, specialmente in combinazione con i dati di altri metodi diagnostici. Il CTG viene utilizzato con successo durante il parto, il che consente di monitorare le condizioni del feto nella dinamica del parto e valutare le contrazioni dell'utero. I dati CTG facilitano la valutazione dell'efficacia del trattamento durante il parto e, spesso, i risultati dello studio sono la ragione per cambiare la tattica della gestione del lavoro.

Idealmente, il parto di ogni donna dovrebbe essere controllato dal CTG. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla nascita prematura e tardiva, all'eccitazione e alla stimolazione del travaglio, al travaglio con presentazione podalica del feto, nonché al parto con insufficienza placentare e ipossia fetale. I risultati del CTG durante il parto sono anche considerati rigorosamente individualmente e solo in combinazione con i dati clinici, nonché con i risultati di altri studi condotti alla vigilia o durante il parto..

Autore: Makarov Igor Olegovich, dottore in scienze mediche, professore, dottore della più alta categoria di qualifica, centro medico "Art-Med"

CTG (cardiotocografia). La decodifica, interpretazione e valutazione dei risultati CTG in salute e malattia

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Valori e indicatori del grafico CTG, interpretazione e valutazione dei risultati

In condizioni normali, la CTG (cardiotocografia) registra una serie di parametri che devono essere presi in considerazione nella valutazione dei risultati dello studio.

CTG valuta:

  • ritmo basale;
  • variabilità del ritmo;
  • accelerazione;
  • decelerazione;
  • il numero di movimenti fetali;
  • contrazioni uterine.

Ritmo basale (frequenza cardiaca fetale)

Variabilità del ritmo bassa e alta (intervallo di frequenza cardiaca, oscillazioni)

Come accennato in precedenza, la frequenza basale è la frequenza media della frequenza cardiaca fetale. Normalmente, la frequenza cardiaca varia da battito a battito, a causa dell'influenza del sistema nervoso autonomo (autonomo) sul cuore. Queste differenze (deviazioni dal ritmo basale) sono chiamate oscillazioni (fluttuazioni).

Quando si esamina CTG, ci sono:

  • oscillazioni istantanee;
  • oscillazioni lente.
Oscillazioni istantanee
Le oscillazioni istantanee sono espresse negli intervalli di tempo tra ogni battito cardiaco successivo. Quindi, ad esempio, in ogni secondo dello studio, il cuore può battere a una frequenza diversa (ad esempio, 125, 113, 115, 130, 149, 128 battiti al minuto). Tali cambiamenti sono chiamati oscillazioni istantanee e dovrebbero normalmente essere registrati in qualsiasi CTG..

Le oscillazioni istantanee possono essere:

  • Bassa (variabilità bassa): in questo caso, la frequenza cardiaca cambia di meno di 3 battiti al minuto (ad esempio, 125 e 127).
  • Media (variabilità media): in questo caso, la frequenza cardiaca fetale cambia di 3-6 battiti al minuto (ad esempio, 125 e 130).
  • Alta (variabilità elevata) - mentre la frequenza cardiaca fetale cambia di oltre 6 battiti al minuto (ad esempio, 125 e 135).
È considerato normale se durante il CTG vengono registrate oscillazioni istantanee elevate. Allo stesso tempo, la presenza di basse oscillazioni istantanee può indicare un danno fetale, inclusa la presenza di carenza di ossigeno (ipossia). Vale la pena notare che è impossibile determinare visivamente (ad occhio nudo) le oscillazioni istantanee. Questo viene fatto automaticamente utilizzando speciali programmi per computer..

Oscillazioni lente
Per quanto riguarda le oscillazioni lente, sono caratterizzate da cambiamenti nella frequenza cardiaca fetale entro un minuto. Su CTG, vengono visualizzati sotto forma di piccole onde con denti affilati..

A seconda della natura delle oscillazioni lente, CTG può essere:

  • Tipo muto (monotono): in questo caso, le fluttuazioni della frequenza cardiaca entro un minuto non superano i 5 battiti al minuto.
  • Tipo leggermente ondulato (di transizione): fluttuazioni della frequenza cardiaca nell'intervallo da 6 a 10 battiti al minuto.
  • Tipo ondulato (ondulato): fluttuazioni della frequenza cardiaca da 11 a 25 battiti al minuto.
  • Tipo saltatorio (salto): fluttuazioni della frequenza cardiaca superiori a 25 battiti al minuto.
Un tipo di cardiotocogramma ondulato è considerato normale, indicando una buona condizione del feto. Con altri tipi di CTG, è probabile la presenza di danno fetale (in particolare, con il tipo che salta, è probabile la presenza di un intreccio del cordone ombelicale attorno al collo del bambino).

Inoltre, quando si valutano le oscillazioni lente, viene preso in considerazione il loro numero, ovvero quante volte la frequenza cardiaca è aumentata o diminuita (rispetto al ritmo basale) al minuto.

Accelerazione e decelerazione

Durante lo studio, sul cardiotocogramma possono essere registrate fluttuazioni più pronunciate della frequenza cardiaca, che è anche importante considerare quando si valutano i risultati..

Su KTG puoi registrarti:

  • Accelerazione. Si tratta di aumenti della frequenza cardiaca fetale di 15 o più battiti al minuto (rispetto al ritmo basale), che persistono per almeno 15 secondi (al CTG sembrano aumenti della linea superiore visibili ad occhio nudo). La presenza di accelerazioni di varia forma e durata è un fenomeno normale che dovrebbe essere presente sul CTG di un feto sano e in normale sviluppo (normalmente si dovrebbero registrare almeno 2 accelerazioni durante i 10 minuti dello studio). Ciò è anche dovuto all'influenza del sistema nervoso autonomo (autonomo) sulla frequenza cardiaca. Allo stesso tempo, va notato che accelerazioni della stessa forma e durata possono indicare un danno fetale..
  • Decelerazione. Questo termine indica un rallentamento della frequenza cardiaca fetale di 15 o più battiti al minuto (rispetto al ritmo basale). La decelerazione può essere precoce (iniziare simultaneamente con la contrazione uterina e terminare contemporaneamente con essa) o tardi (iniziare 30 secondi dopo l'inizio della contrazione uterina e terminare molto più tardi). In ogni caso, la presenza di tali decelerazioni può indicare una ridotta erogazione di ossigeno al feto. Vale anche la pena notare che a volte si possono notare le cosiddette decelerazioni variabili che non sono associate alle contrazioni uterine. Se sono superficiali (ovvero, la frequenza cardiaca diminuisce di non più di 25-30 battiti al minuto) e non vengono spesso osservati, ciò non rappresenta un pericolo per il feto.

Il tasso di movimenti fetali all'ora (perché il bambino non si muove su CTG?)

Durante la cardiotocografia, non solo viene registrata la frequenza e la variabilità della frequenza cardiaca fetale, ma anche la loro relazione con i movimenti attivi (movimenti) del feto, che dovrebbero essere almeno 6 per ora di studio. Tuttavia, va notato subito che non esiste una norma unica per il numero di movimenti fetali. I suoi movimenti nell'utero possono essere causati da molti fattori (in particolare, il periodo di sonno o attività, l'alimentazione della madre, il suo stato emotivo, il metabolismo e così via). Ecco perché il numero di movimenti è stimato solo insieme ad altri dati..

I movimenti fetali sono determinati sulla linea inferiore del cardiotocogramma, che registra le contrazioni uterine. Il fatto è che la contrazione uterina viene registrata da un sensore che misura la circonferenza addominale della donna. Quando l'utero si contrae, la circonferenza del suo addome cambia leggermente, il che è determinato da un sensore speciale. Allo stesso tempo, quando il feto si muove (si muove) nell'utero, può cambiare anche la circonferenza addominale, che verrà registrata anche dal sensore.

A differenza delle contrazioni uterine (che sulla linea inferiore del cardiotocogramma sembrano onde che aumentano gradualmente e anche che diminuiscono gradualmente), i movimenti fetali sono determinati sotto forma di bruschi rialzi o salti. Ciò è dovuto al fatto che quando l'utero si contrae, le sue fibre muscolari iniziano a contrarsi in modo relativamente lento, mentre i movimenti del feto sono caratterizzati da velocità e acutezza relative..

La ragione dell'assenza o dei movimenti fetali debolmente espressi può essere:

  • Fase di riposo. Questo è normale, poiché durante il periodo prenatale il bambino si trova in uno stato che assomiglia a un sogno per la maggior parte del tempo. Inoltre, potrebbe non avere movimenti attivi..
  • Grave danno fetale. Con grave ipossia, anche il movimento fetale può essere assente..

È possibile vedere il tono dell'utero con CTG?

Teoricamente, durante il CTG, viene valutato anche il tono dell'utero. Allo stesso tempo, in pratica, questo è un po 'più difficile..

La misurazione del tono e dell'attività contrattile dell'utero è chiamata tocografia. La tocografia può essere esterna (inclusa nel CTG ed eseguita utilizzando un sensore estensimetrico installato sulla superficie dell'addome della madre) e interna (per questo è necessario inserire un apposito sensore nella cavità uterina). È possibile misurare con precisione il tono dell'utero solo con l'aiuto della tocografia interna. Tuttavia, non può essere eseguito durante la gravidanza o il parto (cioè prima della nascita del bambino). Ecco perché, durante l'analisi CTG, il tono dell'utero viene impostato automaticamente pari a 8-10 millimetri di mercurio. In futuro, quando si registra l'attività contrattile dell'utero, vengono valutati indicatori che superano questo livello.

Cosa significano le percentuali sul monitor CTG?

Che aspetto hanno le contrazioni (contrazioni dell'utero) al CTG?

Il CTG mostrerà contrazioni di allenamento (false)??

Il cardiotocogramma può visualizzare contrazioni sia reali che di allenamento. Le contrazioni dell'allenamento possono verificarsi nel secondo e terzo trimestre di gravidanza e sono contrazioni brevi e irregolari dei muscoli uterini che non portano all'apertura della cervice e all'inizio del travaglio. Questo è normale ed è caratteristico della normale attività uterina. Alcune donne non le avvertono in alcun modo, mentre altre possono lamentare un lieve fastidio nella parte superiore dell'addome, dove durante una sessione di allenamento si può sentire il fondo compatto dell'utero.

Durante un allenamento, si verifica anche una leggera contrazione dell'utero e un aumento delle sue dimensioni nell'area del fondo, che viene catturato da un sensore estensimetrico sensibile. Allo stesso tempo, il CTG mostrerà gli stessi cambiamenti delle normali contrazioni, ma meno pronunciati (cioè l'altezza e la durata della curvatura della linea inferiore saranno inferiori). In termini di durata, un combattimento di allenamento non dura più di un minuto, che può anche essere determinato sul grafico.

Cosa significa ritmo sinusoidale su CTG?

Il tipo sinusoidale di cardiotocogramma si osserva quando la condizione del feto è disturbata, in particolare con lo sviluppo della carenza di ossigeno o per altri motivi.

Il ritmo sinusoidale è caratterizzato da:

  • oscillazioni rare e lente (meno di 6 al minuto);
  • bassa ampiezza delle oscillazioni (la frequenza cardiaca fetale cambia di non più di 10 battiti al minuto rispetto al ritmo basale).
Affinché il ritmo sia considerato sinusoidale, questi cambiamenti devono essere registrati su CTG per almeno 20 minuti. Il rischio di danni intrauterini o addirittura di morte del feto aumenta in modo significativo. Ecco perché viene subito sollevata la questione del parto urgente (tramite taglio cesareo).

Cosa significa STV (variazione a breve termine)??

Questo è un indicatore matematico che viene calcolato solo dall'elaborazione del computer di CTG. In parole povere, mostra fluttuazioni istantanee della frequenza cardiaca fetale per brevi periodi di tempo (cioè, è simile alle oscillazioni istantanee). Il principio di valutazione e calcolo di questo indicatore è chiaro solo agli specialisti, ma il suo livello può anche indicare un danno al feto nell'utero..

Normalmente, STV dovrebbe essere superiore a 3 millisecondi (ms). Con una diminuzione di questo indicatore a 2,6 ms, il rischio di danno intrauterino e morte fetale aumenta al 4% e con una diminuzione della STV inferiore a 2,6 ms - fino al 25%.

Valutazione del CTG per punti (secondo la scala di Fisher, Krebs)

Per uno studio semplificato e più accurato del cardiotocogramma, è stato proposto un sistema di punteggio. L'essenza del metodo sta nel fatto che ciascuna delle caratteristiche prese in considerazione viene valutata da un certo numero di punti (a seconda delle sue caratteristiche). Inoltre, vengono riassunti tutti i punti, sulla base dei quali vengono tratte conclusioni sulle condizioni generali del feto al momento.

Sono state proposte molte scale diverse, ma la scala di Fisher rimane la più comune oggi, che è considerata la più affidabile e precisa..

La valutazione CTG sulla scala di Fisher include:

  • ritmo basale;
  • variabilità del ritmo (oscillazioni lente);
  • accelerazione;
  • decelerazione.
Oggi viene utilizzata più spesso la scala di Fisher nella modifica di Krebs, in cui, oltre ai parametri elencati, viene preso in considerazione anche il numero di movimenti fetali durante i 30 minuti dello studio.

Decodifica CTG

Ciao, oggi passato ktg, cosa significa decelerazione-1? (Molto preoccupato) È lento o veloce e qual è la condizione del feto? Non vedo un indicatore della salute fetale. Quale voto può essere messo sulla scala a punti ktg?
Allego una foto di ktg.
grazie!

Malattie croniche: no

Sul servizio Ask a Doctor è disponibile un consulto ostetrico online su qualsiasi problema che ti riguarda. Gli esperti medici forniscono consulenze 24 ore su 24 e gratuitamente. Poni la tua domanda e ottieni subito una risposta!

Decodifica CTG durante la gravidanza

Durante il periodo di trasporto del bambino, la futura mamma impara molte nuove abbreviazioni di lettere per se stessa: ultrasuoni, BPR, DBK, hCG. Diventano comprensibili e persino familiari. Nell'ultimo trimestre viene assegnato un altro studio diagnostico "classificato" nel codice della lettera - CTG. La sua implementazione di solito non solleva domande, ma solo pochi possono decifrare i risultati. Come capire cosa è scritto nella conclusione del CTG, lo diremo in questo materiale.

Cos'è?

La cardiotocografia (così sta il nome dell'esame) è un modo non invasivo, sicuro e indolore per scoprire in quali condizioni si trova il bambino, come si sente. Tale esame viene effettuato a partire dalla 28-29 settimane di gravidanza. Molto spesso, le donne incinte ricevono un rinvio al CTG per la prima volta a 32-34 settimane, quindi lo studio viene ripetuto immediatamente prima dell'inizio del processo del travaglio..

Durante il parto stesso, il CTG viene spesso utilizzato per determinare se il bambino ha ipossia acuta durante il passaggio attraverso il canale del parto.

Se la gravidanza sta andando bene, non c'è bisogno di CTG aggiuntivo. Se il medico ha dubbi sul fatto che stia procedendo con complicazioni, il CTG viene prescritto individualmente, alcuni devono prenderlo settimanalmente o anche una volta ogni pochi giorni. Non c'è nulla di male da una tale diagnosi né per il bambino né per la madre..

La cardiotocografia ti permette di scoprire le caratteristiche del battito cardiaco del bambino. Il cuore di un bambino reagisce immediatamente a qualsiasi circostanza sfavorevole, modificando la frequenza dei suoi battiti. Inoltre, il metodo rileva le contrazioni dei muscoli uterini. La registrazione delle modifiche avviene in tempo reale, tutti i parametri vengono registrati simultaneamente, in modo sincrono e visualizzati in grafici.

Il primo grafico è un tachigrafo che mostra i cambiamenti nel battito cardiaco del bambino. Il secondo è una rappresentazione grafica delle contrazioni uterine e dei movimenti fetali. Si chiama isterogramma o tocogramma (le donne usano spesso l'abbreviazione "toko"). La frequenza cardiaca delle briciole è determinata da un sensore a ultrasuoni altamente sensibile e la tensione dell'utero e dei movimenti vengono catturati da un estensimetro.

I dati ottenuti vengono analizzati da un apposito programma che visualizza alcuni valori numerici sulla scheda di ricerca, che dovremo decifrare insieme.

Tecnica

Una donna incinta dovrebbe venire al CTG di umore calmo, perché qualsiasi preoccupazione ed esperienza di una donna può influenzare il battito cardiaco del suo bambino. Si consiglia di prima mangiare, andare in bagno, perché l'esame richiede molto tempo - da mezz'ora a un'ora, e talvolta anche di più.

Dovresti spegnere il cellulare, sederti comodamente in una posizione che ti permetta di trascorrere la prossima mezz'ora con comodità. Puoi sederti, sdraiarti sul divano, assumere una posizione reclinata del corpo, in alcuni casi il CTG può essere eseguito anche in piedi, l'importante è che la futura mamma sia a suo agio.

Un sensore a ultrasuoni è attaccato all'addome nell'area del torace del bambino, che registrerà i minimi cambiamenti nella natura del battito cardiaco e della frequenza cardiaca.

Sopra di esso, viene indossata un'ampia cintura: un sensore tensimetrico, che determinerà da lievi fluttuazioni del volume dell'addome della futura mamma quando si è verificata la contrazione uterina o il movimento del bambino. Dopodiché, il programma si avvia e inizia lo studio.

In questa fase, la donna incinta potrebbe avere due domande: cosa significano le percentuali sul monitor fetale e cosa dicono i suoni che provengono durante il CTG. Ti aiuteremo a capirlo:

  • Suoni durante la ricerca. Il suono del battito cardiaco del bambino, già familiare alla futura mamma, non ha bisogno di spiegazioni. In precedenza, gli specialisti in ecografia hanno probabilmente già lasciato che una donna ascolti un piccolo cuore che batte. Durante il CTG, una donna, se il dispositivo è dotato di un altoparlante, lo sentirà costantemente. All'improvviso, una donna può sentire un rumore lungo e forte che sembra un'interferenza. È così che vengono ascoltati i movimenti del bambino. Se il dispositivo inizia improvvisamente a emettere un segnale acustico, ciò indica una perdita di segnale (il bambino si è girato e si è allontanato notevolmente dal sensore a ultrasuoni, la trasmissione del segnale è stata interrotta).
  • Percentuale sullo schermo. Le percentuali indicano l'attività contrattile dell'utero. Più attivamente viene ridotto il principale organo riproduttivo femminile, maggiori sono le ragioni che un medico ha per ricoverare una donna. Se i valori sono vicini all'80-100%, stiamo parlando dell'inizio del travaglio prima del parto. Gli indicatori nel range del 20-50% non dovrebbero spaventare una donna: è decisamente presto per partorirla.

Decodificare i risultati

Comprendere l'abbondanza di numeri e termini complessi non è così difficile come sembra a prima vista il risultato del CTG. La cosa principale è capire e avere una buona idea di quali concetti sono in questione.

Frequenza cardiaca basale

La linea di base, o frequenza cardiaca basale, è il valore medio della frequenza cardiaca del tuo bambino. Una madre che viene al CTG per la prima volta può essere sorpresa dal fatto che il cuore del bambino batte in modo molto irregolare, gli indicatori cambiano ogni secondo: 135, 146, 152, 130 e così via. Tutte queste modifiche non sfuggono al programma e per i primi dieci minuti dell'esame visualizza il valore medio, che per questo bambino sarà la base o basale.

Questo parametro nel terzo trimestre non cambia a seconda della settimana specifica, come pensano alcune donne incinte. E a 35-36 settimane, ea 38-40, la frequenza cardiaca basale riflette solo i valori medi della frequenza del battito cardiaco del bambino e non indica in alcun modo né l'età gestazionale né il sesso del bambino.

La norma della frequenza cardiaca basale è di 110-160 battiti al minuto.

Variabilità

Come si può capire dal suono della parola, questo concetto nasconde varianti di qualcosa. In questo caso, vengono prese in considerazione le opzioni per la deviazione della frequenza cardiaca dai valori di base. In medicina, viene utilizzato un altro nome per questo fenomeno, che può essere trovato anche nella conclusione: oscillazioni. Sono lenti e veloci..

Quelli veloci riflettono i minimi cambiamenti in tempo reale, perché, come già accennato, ogni battito cardiaco fetale mostra una frequenza cardiaca diversa. Le oscillazioni lente sono basse, medie e alte. Se in un minuto di tempo reale la frequenza delle contrazioni del cuore del bambino era inferiore a 3 battiti al minuto, si parla di bassa variabilità e bassa oscillazione. Se l'oscillazione al minuto era da tre a sei battiti, allora stiamo parlando della variabilità media e se le fluttuazioni in una direzione o nell'altra ammontano a più di sei battiti, la variabilità è considerata alta.

Per immaginarlo più chiaramente, facciamo un esempio: in un minuto il dispositivo ha registrato una variazione della frequenza cardiaca fetale da 150 a 148. La differenza è inferiore a 3 battiti al minuto, il che significa che si tratta di bassa variabilità. E se la frequenza cardiaca è cambiata da 150 a 159 al minuto, la differenza è pari a 9 battiti: questa è un'elevata variabilità. Normale per un bambino sano in una gravidanza senza complicazioni: oscillazioni veloci e alte.

Le oscillazioni lente sono di diversi tipi:

  • monotono (la frequenza cardiaca cambia di cinque o meno battiti al minuto);
  • transitorio (la frequenza cardiaca al minuto cambia di 6-10 battiti al minuto);
  • ondulato (la frequenza cardiaca cambia di 11-25 battiti al minuto);
  • al galoppo (più di 25 battiti al minuto).

Se in un minuto il salto della frequenza cardiaca appare così: 140-142 battiti / min, allora stiamo parlando di un'oscillazione lenta monotona, se in un minuto la frequenza cardiaca è cambiata da 130 a 160, allora stiamo parlando di un'oscillazione lenta saltellante. Le oscillazioni simili a onde sono considerate un valore normale per un bambino sano e altri tipi accompagnano quasi sempre varie patologie della gravidanza: intreccio del cavo, ipossia, conflitto Rh.

Accelerazione e decelerazione

Il cambiamento quantitativo è oscillazione e il cambiamento qualitativo è accelerazione e decelerazione. Ritmo aumentato - accelerazione. Sul grafico, questo sembra un picco, uno spicchio. Una diminuzione del ritmo - decelerazione, è rappresentata graficamente come un picco con la parte superiore verso il basso, cioè un guasto. L'accelerazione è un aumento della frequenza cardiaca del bambino di 15 battiti al minuto o più e il mantenimento di questo ritmo per più di 15 secondi.

La decelerazione è una diminuzione del valore della frequenza cardiaca rispetto al valore di base di 15 battiti verso il basso e il mantenimento di questo ritmo per 15 o più secondi.

Non c'è niente di sbagliato nelle accelerazioni stesse se ne vengono registrate più di due in 10 minuti. Tuttavia, accelerazioni troppo frequenti, della stessa durata e che si verificano a intervalli regolari, sono un segnale di allarme, il bambino è a disagio. La decelerazione (riduzione) non è generalmente caratteristica di un bambino sano, ma un piccolo numero di essi con altri parametri cardiotocografici normali può essere una variante normale.

Mescolando

Quanti movimenti dovrebbero essere, la domanda è abbastanza difficile, perché non esiste una risposta definitiva. Tutti i bambini hanno un'attività fisica diversa, sono influenzati non solo dal proprio benessere, ma anche da fattori che non dipendono da esso: l'alimentazione della madre, il suo umore e lo stato emotivo e persino il tempo fuori dalla finestra.

Se il bambino vuole dormire esattamente nel momento in cui ha bisogno di fare CTG, i suoi movimenti saranno ridotti al minimo.

È considerato un buon segno se nel bambino vengono registrati almeno alcuni movimenti durante il CTG: almeno tre movimenti in mezz'ora, almeno sei in un'ora. Movimenti bruschi troppo frequenti sono un segno allarmante che può indicare violazioni nello stato del bambino. Anche movimenti troppo rari non sono un buon indicatore. Tuttavia, se tutti gli altri valori CTG sono normali, il medico presumerà che il bambino abbia semplicemente dormito per tutta questa ora e chiederà alla donna di tornare per l'esame di nuovo tra pochi giorni..

Non sono i movimenti in sé ad essere considerati importanti, ma la relazione tra loro e il numero di accelerazioni. In un bambino normale e sano, il movimento aumenta la frequenza cardiaca. Se questa connessione viene interrotta e le perturbazioni non sono accompagnate da aumenti della frequenza cardiaca, e le accelerazioni stesse sorgono spontaneamente e non sono associate al movimento, il benessere delle briciole viene messo in discussione. Sul grafico, i movimenti sembrano trattini nella parte inferiore, dove si notano le contrazioni uterine.

Contrazioni uterine

Le contrazioni muscolari uterine sono rappresentate nel grafico inferiore. Visivamente, sembrano gocce ondulate, perché la contrazione inizia senza intoppi e termina non meno uniformemente. Non devono essere confusi con i movimenti, sono contrassegnati da brevi linee verticali. È interessante notare che la cintura estensimetrica registra anche quelle contrazioni che una donna non sente fisicamente.

Le percentuali indicano l'attività contrattile.

È inequivocabilmente impossibile determinare il tono dell'utero su CTG, perché la pressione all'interno dell'utero può essere misurata in un solo modo: inserire un sensore-elettrodo lungo e sottile nella sua cavità, ma questo è impossibile finché la vescica fetale non è intatta e il travaglio non è iniziato. Pertanto, il valore del tono dell'utero è costante: 8-10 millimetri di mercurio sono presi come velocità base. Un programma che analizzi tutti gli indicatori, in base alla contrattilità del principale organo riproduttivo femminile, può "concludere" che questa pressione è superata. Solo allora il medico può sospettare un tono, ma per la conferma saranno necessari un esame manuale su una sedia ginecologica e un'ecografia.

Ritmo sinusoidale

Se la conclusione indica "ritmo sinusoidale - 0 min", questo è un ottimo indicatore. Tale ritmo, indicato nel grafico come sinusoidi ripetute ad intervalli regolari, della stessa durata, indica patologie gravi. Il numero di accelerazioni e decelerazioni è minimo o del tutto assente. Se questa immagine grafica persiste per circa 20 minuti, i medici potrebbero sospettare un grosso problema..

Questo ritmo si verifica nei bambini con ipossia grave non compensata, grave infezione intrauterina, forte conflitto Rh. Sette bambini su dieci che hanno mostrato un ritmo sinusoidale al CTG per 20 minuti o più muoiono in utero o immediatamente dopo la nascita.

Tabella delle norme degli indicatori di base:

Parametro misurato

Valore normale

Frequenza cardiaca di base

108-160 battiti / min a riposo e 120-180 battiti / min durante il dimenamento

Elevate oscillazioni istantanee,

oscillazioni ondulate lente, variabilità generale - 5-25 battiti / min

Non più di 15 battiti / min, non meno di 2 volte per esame

Assente o non superare i 15 battiti / min

6 o più all'ora

Valutazione della salute fetale - punti

Per valutare le condizioni del feto, i medici utilizzano i metodi di calcolo dei risultati in punti. Nelle donne vengono spesso sollevate domande ben fondate, il che significa 4 o 5-6 punti su CTG, che possono essere indicati da 10, 11 o 12 punti. L'interpretazione dipende dal metodo di calcolo utilizzato dal programma o da come il medico ha calcolato il risultato se la valutazione è stata effettuata "manualmente".

Il sistema di classificazione più comunemente utilizzato è Fischer.

Questo è un sistema a dodici punti in cui viene assegnato un certo numero di punti per ogni indicatore..

Di Fischer

Tabella dei punteggi Fischer (modifica Krebs):

Indicatore determinato su CTG

1 punto viene assegnato se:

Vengono assegnati 2 punti se:

Vengono assegnati 3 punti se:

Meno di 100 bpm o più di 100 bpm

100-120 bpm o 160-180 bpm

La gravità delle oscillazioni lente

Da 3 a 5 bpm

Da 6 a 25 bpm

Numero di oscillazioni lente

Meno di 3 durante il periodo di studio

Da 3 a 6 per il periodo di studio

Più di 6 durante il periodo di ricerca

Da 1 a 4 in mezz'ora

Più di 5 in mezz'ora

In ritardo o variabile

Variabile o in ritardo

Presto o non registrato

Non risolto affatto

Più di 3 in mezz'ora

L'interpretazione dei risultati è simile a questa:

9.10, 11, 12 punti - il bambino è sano e si sente abbastanza a suo agio, le sue condizioni non destano preoccupazione;

6,7,8 punti: nulla minaccia la vita del bambino, ma le sue condizioni sollevano preoccupazioni, poiché un tale indicatore può essere un segno di cambiamenti patologici iniziali ed effetti avversi dall'esterno. Una donna dovrebbe fare CTG più spesso per monitorare il bambino nelle dinamiche;

5 punti o meno: le condizioni del bambino sono minacciose, c'è un alto rischio di morte intrauterina, natimortalità, morte neonatale nel primo periodo postpartum. La donna viene mandata in ospedale, dove viene effettuata una diagnosi urgente e nella maggior parte dei casi tutto si conclude con un taglio cesareo d'urgenza per salvare la vita del bambino.

FIGO

Questa tabella di valutazione è stata adottata dagli specialisti dell'International Association of Gynecologists and Obstetricians. È meno comunemente usato in Russia rispetto al punteggio Fischer, ma più comprensibile per le future mamme..

Tabella di interpretazione FIGO:

Parametro determinato nello studio

Significato - "norma"

Significato: "dubbioso" o "sospetto"

Significato - "patologia"

o 151-170 bpm

Meno di 100 o più di 170 bpm

5-10 battiti / min in 40 minuti

Meno di 5 bpm in 40 minuti o ritmo sinusoidale

2 o più in 40 minuti

Assente entro 40 minuti

Non vengono registrati affatto o sono presenti variabili rare

Variabile o in ritardo

Questo è un valore chiave derivato da tutti i parametri misurati e analizzati..

Sta per "un indicatore dello stato del feto".

È molto difficile visualizzare gli algoritmi e le formule matematiche utilizzate per questo calcolo, se non c'è un diploma di matematica sullo scaffale di casa. Questo non è richiesto. È sufficiente che una futura madre sappia quali indicatori PSP sono considerati la norma e cosa significano:

Larghezza di banda della memoria inferiore a 1.0. Un tale risultato significa che il bambino è sano, è a suo agio, la sua salute e le sue condizioni non sono disturbate. Questo è un buon risultato, in cui il medico lascia una donna incinta con CTG tornare a casa con la coscienza pulita, perché al bambino non dovrebbe accadere nulla di male.

Larghezza di banda della memoria da 1.1 a 2.0. Questo risultato indica probabili cambiamenti iniziali che differiscono dal normale stato di salute. Le violazioni con un simile PSP non sono mortali, ma non possono essere ignorate. Pertanto, a una donna viene chiesto di venire al CTG più spesso, in media, una volta alla settimana..

Larghezza di banda della memoria da 2.1 a 3.0. Questi indicatori di salute fetale sono considerati molto allarmanti. Possono indicare un grave disagio che il bambino sta vivendo nell'utero. La causa dei problemi del bambino può essere il conflitto Rh, uno stato di carenza di ossigeno, l'entanglement con un cordone ombelicale, un'infezione intrauterina. La donna incinta viene mandata in ospedale. Le viene mostrato un esame più approfondito e, possibilmente, un parto prematuro con taglio cesareo.

Larghezza di banda della memoria superiore a 3.0. Tali risultati possono indicare che le condizioni del bambino sono critiche, è minacciato di morte intrauterina, che può verificarsi in qualsiasi momento. La donna viene ricoverata d'urgenza, viene mostrato un taglio cesareo d'urgenza per salvare il bambino.

Stress e non stress test

Il solito CTG, che viene eseguito durante la gravidanza, è considerato un test non stress. Ma a volte la situazione richiede uno studio più attento e dettagliato delle caratteristiche del lavoro del cuore di un bambino piccolo, ad esempio, se il risultato del precedente CTG è insoddisfacente o se si sospetta il cuore di un bambino, vengono eseguiti gli stress test.

In questo caso, lo studio è tecnicamente svolto come sempre, ma prima di fissare i sensori sulla pancia della futura mamma, potrebbe essere chiesto di salire e scendere più volte le scale, respirare profondamente e occasionalmente trattenere il respiro durante la cardiotocografia.

A volte, per capire come si comporteranno il cuore e il sistema nervoso di un bambino in una situazione di stress, a una donna viene iniettata ossitocina, un farmaco che provoca le contrazioni dei muscoli uterini..

Il test non stress esclude fattori esterni provocatori. A una donna, al contrario, viene chiesto di calmarsi, di sedersi comodamente, di non pensare a nulla di inquietante o brutto. Viene analizzato il modo in cui il cuore del bambino reagisce ai propri movimenti, ovvero viene conteggiato il numero di accelerazioni.

Decifrare i CTG da stress è compito degli specialisti, la conclusione del programma di analisi da sola non sarà sufficiente, i medici devono effettuare un aggiustamento per il fattore di stress. Un buon risultato è un test non stress negativo, durante il quale il bambino “mostra” due o più accelerazioni in 40 minuti.

Possibili problemi

I problemi che possono essere indirettamente indicati da un esame come la cardiotocografia possono essere diversi: da malformazioni congenite a patologie della gravidanza o fattori sfavorevoli esterni a cui la donna stessa è suscettibile. Ma saranno tutti accompagnati da una delle seguenti deviazioni.

Tachicardia

Questa condizione può essere discussa se la frequenza cardiaca di base supera le norme stabilite e la durata della violazione è di 10 minuti o più. La tachicardia lieve è indicata da un aumento della frequenza cardiaca a 160-179 battiti al minuto. Una forma grave di tachicardia è quando il cuore del bambino batte a una frequenza di 180 battiti al minuto e oltre.

La causa più comune è l'ipossia fetale. Con la carenza di ossigeno, il bambino inizia a provare stress, il suo background ormonale cambia, per questo il cuore inizia a battere più velocemente. Ma questo è solo in una fase iniziale dell'ipossia. Con una grave carenza di ossigeno, il bambino si comporta in modo diverso.

La tachicardia è spesso una compagna dell'infezione intrauterina che ha colpito il bambino. Quasi come un bambino nato, un bambino nella pancia di mia madre può ammalarsi. La sua difesa immunitaria inizierà a funzionare e, nonostante sia ancora molto debole, la temperatura aumenterà e questo influenzerà immediatamente anche la frequenza cardiaca. La ragione della tachicardia del bambino potrebbe essere lo stato di salute non importante del suo genitore. Se la temperatura di una donna aumenta, il cuore del bambino batte più forte..

Inoltre, i farmaci che la madre prende e qualsiasi disturbo nei suoi livelli ormonali influenzano la frequenza cardiaca fetale..

Bradicardia

Se la cardiotocografia mostra che il cuore del bambino batte sotto i 100 battiti al minuto per 10 minuti o più, i medici diagnosticano la bradicardia. Questo è un sintomo pericoloso che può indicare una grave ipossia non compensata, in cui la carenza di ossigeno è già critica, il bambino non ha la forza di muoversi. Se un rallentamento della frequenza cardiaca viene registrato su CTG al momento del parto, allora non c'è nulla di pericoloso in questo, perché con una diminuzione della frequenza cardiaca, il bambino reagisce al passaggio attraverso il canale del parto quando viene premuta la testa.

Ipossia fetale

La fame di ossigeno può essere molto pericolosa per un bambino in qualsiasi momento, porta a disturbi del sistema nervoso centrale e talvolta alla morte del feto. L'ipossia precoce, mentre è ancora compensata dai meccanismi protettivi del corpo del bambino, è caratterizzata da tachicardia e ipossia tardiva, ipossia in uno stadio avanzato - bradicardia. Inoltre, il CTG mostra una bassa variabilità, la stessa accelerazione periodica, ritmo sinusoidale, monotonia.

La larghezza di banda della memoria in questo stato di cose è compresa tra 1,1 e 3,0. E secondo Fischer, le condizioni del bambino sono stimate in 5-8 punti, a seconda della gravità della carenza di ossigeno. In caso di ipossia grave, è indicato un parto urgente, indipendentemente dalla durata della donna incinta: a 37 settimane o solo a 33 settimane. In ogni caso, un bambino del genere avrà più possibilità di sopravvivere al di fuori del grembo materno..

Può essere sbagliato?

La cardiotocografia non si applica agli studi diagnostici di alta precisione. La sua accuratezza è approssimativamente al livello del 90%, inoltre, molto dipende anche dalla correttezza dell'esame, dall'esperienza del medico e dalla sua capacità di interpretare correttamente i risultati. In generale, CTG rappresenta tutti allo stesso modo. Ma le ragioni che hanno portato a deviazioni da determinati valori standard possono essere molto diverse..

Pertanto, è impossibile considerare la conclusione del CTG come la verità ultima. Il sondaggio fornisce solo un quadro generale, ma solo una diagnostica aggiuntiva aiuterà a confermare o negare risultati negativi, nonché a stabilire le ragioni del comportamento insolito del bambino..

Di solito si tratta di esami del sangue di laboratorio, ecografie, ultrasuoni (ecografia Doppler).

Un CTG errato potrebbe essere dovuto al fatto che la donna non si era preparata per l'esame: era assonnata, preoccupata per i problemi personali. La veridicità del CTG è anche dubbia se la donna incinta ha assunto farmaci e non ne ha avvertito il medico, perché alcuni farmaci possono aumentare e diminuire significativamente la frequenza cardiaca non solo della madre, ma anche del feto. Un CTG errato può essere in caso di malfunzionamento dell'apparecchiatura su cui viene effettuato lo studio.

Pertanto, tutti i risultati dubbi devono essere ricontrollati con CTG ripetuti, nonché con l'aiuto degli ultrasuoni. Vengono ricontrollati anche tutti i cattivi risultati CTG, ma già in ospedale, per non mettere a rischio la salute della madre e del bambino.

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Quanto dura un test di gravidanza?

Concezione

Tutte le donne dovrebbero sapere da che ora viene mostrato un test di gravidanza, sebbene su questo non vi sia disaccordo. Ai primi sintomi e alle nuove sensazioni, devi andare in farmacia per un test.

Dicinone durante la gravidanza

Analisi

Il dicinone è un farmaco con proprietà antiemorragiche, emostatiche, proaggreganti e angioprotettive. In poche parole, Dicinon è un farmaco emostatico, ma ha anche una serie di altri effetti, in particolare rafforza i capillari e migliora la loro permeabilità, stimola la formazione di piastrine e accelera il loro rilascio dal midollo osseo.

Contrazioni di allenamento

Nutrizione

Contrazioni di allenamento durante la gravidanzaLe contrazioni dell'allenamento durante la gravidanza sono un evento frequente, ma possono essere piuttosto estenuanti, poiché a volte le sensazioni spiacevoli durano per diverse ore o addirittura giorni.

Amniotomia: tipi, metodi, indicazioni e controindicazioni, complicazioni, revisioni

Analisi

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista.