Principale / Nutrizione

INFEZIONI ADENOVIRALI DURANTE LA GRAVIDANZA

1. Molto probabilmente, porti ARVI. Il ragionamento su un tipo specifico di virus o l'analisi di un virus è privo di qualsiasi significato pratico.

2. Il trattamento dell'ARVI è sintomatico - es. sollievo di sintomi spiacevoli senza influire sul decorso naturale della malattia e prevenzione delle complicanze. E il corso naturale dell'ARVI è molto benigno, indipendentemente dal trattamento dell'ARVI stesso inesorabilmente passa, non esiste una vera prevenzione delle complicanze. Quindi, un farmaco aiuta contro l'ARVI - "una miscela di tempo":

È necessario un medico non per curare l'ARVI, ma per escludere malattie diverse dall'ARVI e dalle complicanze.

3. Misure di trattamento di base: abbondanti bevande calde, aria fresca e umida nella stanza, soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% nel naso, riposo.

4. Discutere collirio di sodio sulfacil con il proprio oculista..

5. Per escludere un processo batterico, eseguire un esame emocromocitometrico completo.

6. Se non ci sono miglioramenti entro 5 giorni, visita il terapista e mostrati all'ENT!

Ti auguro una pronta e completa guarigione, una gravidanza senza problemi e un parto di successo!

Cordiali saluti, Alexander Yurievich.

Cellulare: +38 (066) 194-83-81
+38 (096) 909-87-96
+38 (093) 364-12-75

Viber, WhatsApp e Telegram: +380661948381
SKYPE: internista55
EMAIL: [email protected]

Sito web personale: http://riltsov.kh.ua

Sono possibili consultazioni video. Viber 8909132 94 99

Nell'UCK si possono vedere note di infiammazione batterica o virale. Per un'infezione batterica, la cosiddetta leucocitosi con uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra è tipica..

ARVI non influirà sulla gravidanza! Indossa la tua gravidanza con calma!

Tutto passerà come il fumo dei meli bianchi!

I leucociti 20 sono leucocitosi, un eccesso di leucociti. In turno è così:

I batteri si spostano a sinistra, i virus si spostano a destra. Ma questo è in termini generali e in casi tipici.

E il tuo medico ti spaventa invano con un rischio basso imprevedibile. È come spaventarti con i mattoni che cadono. Diciamo che dice: non uscire, all'improvviso ti cade un mattone in testa!

Là l'immagine mostra. Se i leucociti crescono a causa dei neutrofili: uno spostamento a sinistra e quando la linfa ei monociti si arrampicano, questo è uno spostamento a destra.

Il numero totale non indica uno spostamento. Lo spostamento è solo nella formula. Se comunque non è chiaro, chiama su Skype!

E tutti questi decantati interferoni locali non hanno effetti provati, questo è il salto di qualità nelle istruzioni.

Il problema è che tutti i raffreddori vanno via da soli ed è difficile stabilire l'effetto con singole osservazioni. Non sto usando il concetto di fede. Nel mondo sono accettati modi per dimostrare l'efficacia, sono imperfetti, ma l'umanità non ne ha ancora trovato uno migliore.

Ho usato per citare Veresaev su questo:

“L'antico medico greco Crisippo proibiva ai pazienti febbrili di mangiare, Dioxippo di bere. Sylvius li fece sudare, Brousset li fece sanguinare fino a farli svenire, Kerry li mise in bagni freddi - e tutti videro il beneficio a modo suo. Medici medievali con un grande successo, a loro avviso, usati contro l'unguento contro il cancro dalle feci umane. Nel passato
secolo, per "aiutare" la dentizione, ai bambini venivano praticate dieci e venti incisioni di gomma, anche bambini di dieci giorni; Nel 1842 Underwood consigliò di tagliare le gengive lungo l'intera mascella e di tagliare più in profondità con il gas mostarda, fino ai denti, "il cui danno non è nulla da temere". E tutto questo, secondo gli osservatori, ha aiutato! "

E invia le analisi - vedrò!

CREA NUOVO MESSAGGIO.

Ma sei un utente non autorizzato.

Se ti sei registrato in precedenza, fai "login" (modulo di login nella parte in alto a destra del sito). Se sei qui per la prima volta, registrati.

Se ti registri, sarai in grado di tenere traccia delle risposte ai tuoi messaggi in futuro, continuare il dialogo su argomenti interessanti con altri utenti e consulenti. Inoltre, la registrazione ti consentirà di condurre una corrispondenza privata con consulenti e altri utenti del sito..

Infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza: quanto è pericoloso per la salute della madre e del bambino

Poiché l'immunità delle donne incinte è indebolita, il loro corpo diventa suscettibile a molte malattie. Quindi, le donne possono spesso prendere il raffreddore, ammalarsi di infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, influenza, ecc. Una delle malattie più pericolose è l'infezione da adenovirus, dopo di che possono esserci gravi conseguenze. È difficile riconoscere la malattia da soli, poiché le sue manifestazioni sono molto simili all'influenza o alla malattia respiratoria acuta.

La differenza più importante tra l'infezione da adenovirus e la malattia respiratoria è il danno al sistema respiratorio, ai linfonodi e agli occhi. Le ragioni dell'infezione da adenovirus sono piuttosto semplici: inosservanza delle regole per visitare una persona malata, usare le sue cose e piatti, oltre ad essere in stretto contatto con lui. Cioè, una persona sana può contrarre un'infezione da adenovirus semplicemente parlando con una persona malata o un portatore dell'infezione. Di solito, il periodo di incubazione è di circa 15 giorni, ma i sintomi dell'infezione da adenovirus possono comparire molto prima, ad esempio 2-3 giorni dopo il contatto con il paziente.

I segni più evidenti di infezione da adenovirus sono faringite, bronchite, tonsillite e congiuntivite. In questo caso, i problemi agli occhi spesso costringono gli adulti ad autodiagnosticare un'infezione da adenovirus, ma solo una piccola percentuale della malattia è confermata. L'infezione da adenovirus può verificarsi sia negli adulti che nei bambini. Nell'infanzia, i sintomi sono leggermente diversi, poiché la presenza di congiuntivite e febbre è considerata un chiaro segno della malattia..

Sintomi di infezione da adenovirus

Gli adulti osservano febbre, infiammazione dei linfonodi e intossicazione del corpo. In media, la malattia può durare circa 2 settimane sia nei bambini che negli adulti. In quasi tutti i casi, la malattia non è andata avanti senza febbre, quindi una temperatura elevata è considerata un chiaro segno di infezione da adenovirus. Ma, come già accennato, il decorso della malattia non è così terribile come le sue complicazioni. Ciò è particolarmente vero per le donne in gravidanza, perché la malattia non riguarda solo la salute delle donne, ma ha anche un effetto sul feto..

Complicazioni dopo l'infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza

Le complicanze più comuni dell'infezione da adenovirus sono otite media, sinusite, malattie renali e polmonite. Inoltre, la malattia può provocare un aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza. L'infezione può persino penetrare nella placenta, quindi, ci sono casi di difetti e patologie congenite, può esserci anche un parto precoce con un decorso grave, che influisce negativamente sulla salute del bambino. Le donne incinte hanno bisogno di prendersi cura della propria salute, quindi, se si hanno i primi sintomi di infezione da adenovirus, è opportuno consultare un medico che possa prescrivere il trattamento corretto.

Per identificare un'infezione da adenovirus, è necessario ascoltare i primi sintomi. Di solito si tratta di mal di gola, febbre, naso che cola e malessere generale. Dopo 2-3 giorni compaiono segni più gravi di infezione, ad esempio dolore muscolare, intossicazione corporea, emicrania e brividi. In questo caso, ai primi sintomi, le donne incinte devono solo vedere un medico..

Prevenzione della malattia

Naturalmente, è possibile adottare misure preventive per ridurre la probabilità di sviluppare un'infezione da adenovirus. Quindi, le donne incinte non dovrebbero visitare luoghi affollati durante un'epidemia, ed è anche vietato visitare le strutture per l'infanzia. Vale la pena limitare la comunicazione con i malati, seguendo le regole di igiene e non raffreddare eccessivamente per strada.

Trattamento dell'infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza

Molte donne pensano che i rimedi popolari possano aiutare a curare un'infezione da adenovirus, ma in questo caso vale la pena notare che il processo di trattamento è prescritto solo da un medico. Allo stesso tempo, il medico prescrive un regime per una donna che esclude l'attività fisica, in questo stato sono necessari solo riposo, bevande abbondanti e farmaci speciali. Naturalmente, gli antibiotici vengono prescritti solo in casi estremi quando la malattia è grave..

Quando si prescrivono farmaci, vengono prese in considerazione la durata della gravidanza e le caratteristiche individuali dell'organismo. La cosa più importante per le donne incinte è la corretta alimentazione, che include vitamine e minerali ricchi di sostanze nutritive. Pertanto, il medico può anche prescrivere una dieta terapeutica speciale..

Osservando tutte le regole descritte, le donne possono rimanere in buona salute durante la gravidanza e, ai primi segni di malattia, le azioni giuste ti aiuteranno a riprenderti rapidamente e a non danneggiare il bambino. Per uno studio più dettagliato delle misure preventive, puoi contattare il tuo medico o guardare un video sul mantenimento della salute per le donne incinte..

Infezione da adenovirus durante la gravidanza

Domande correlate e consigliate

2 risposte

Ricerca nel sito

E se avessi una domanda simile ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni di cui hai bisogno tra le risposte a questa domanda, o se il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a porre una domanda aggiuntiva al medico nella stessa pagina se è relativa alla domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri medici risponderanno. È gratis. Puoi anche cercare informazioni pertinenti in domande simili in questa pagina o tramite la pagina di ricerca del sito. Ti saremo molto grati se ci consiglierai ai tuoi amici sui social network..

Medportal 03online.com effettua consultazioni mediche in modalità di corrispondenza con i medici del sito. Qui ottieni risposte da veri praticanti nel loro campo. Al momento, sul sito è possibile ottenere consulenza in 50 aree: allergologo, anestesista-rianimatore, venereologo, gastroenterologo, ematologo, genetista, ginecologo, omeopata, dermatologo, ginecologo pediatrico, neurologo pediatrico, urologo pediatrico, chirurgo endocrino pediatrico, chirurgo endocrino pediatrico, specialista in malattie infettive, cardiologo, cosmetologo, logopedista, specialista ORL, mammologo, avvocato medico, narcologo, neuropatologo, neurochirurgo, nefrologo, nutrizionista, oncologo, urologo, ortopedico-traumatologo, oftalmologo, pediatra, chirurgo plastico, reumatologo, psicologo, reumatologo radiologo, sessuologo andrologo, dentista, tricologo, urologo, farmacista, fitoterapista, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 96,66% delle domande.

Cos'è l'infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza

Durante il periodo di trasporto di un bambino, è molto importante che la futura mamma si prenda cura di se stessa da tutti i tipi di malattie. Ma il compito "Non ammalarti" diventa ogni giorno sempre più difficile, perché con l'indebolimento delle funzioni immunitarie, il corpo attira semplicemente i bacilli verso se stesso. Soprattutto quando si tratta di infezioni virali respiratorie. Successivamente, ti diremo di più su una delle loro varietà, i suoi sintomi, i metodi di trattamento e le misure preventive..

  • Informazioni generali sulla malattia
  • Complicazione e impatto sulla gravidanza
  • Cause e modi di infezione
  • Primi segni e sintomi
  • Diagnostica
  • Trattamento e terapia farmacologica
  • Cosa assolutamente non si può fare
  • Prevenzione

Informazioni generali sulla malattia

Secondo le statistiche, una persona su tre nel mondo soffre ogni anno di infezione da adenovirus. E in un altro 35% dei casi, ci sono complicazioni sotto forma di infiammazione dei seni paranasali e dell'orecchio medio..

Colpiscono le mucose delle vie respiratorie, il tratto gastrointestinale, gli occhi e le fibre del tessuto linfoide. Di conseguenza, una persona avverte malessere acuto, intossicazione, la sua temperatura aumenta.

Molto spesso i bambini in età prescolare, le donne incinte e le persone con funzioni immunitarie indebolite sono ammalate. Il rischio di contrarre un'infezione aumenta nella stagione fredda, ma la malattia non è affatto stagionale in natura, poiché i suoi focolai epidemici si verificano tutto l'anno. Una persona malata rappresenta la più grande minaccia per l'ambiente nei giorni 14-21 del decorso della malattia, quando un'alta concentrazione di agenti patogeni si è accumulata nel corpo a causa di un processo infiammatorio progressivo.

In questo caso, i bacilli colpiscono tutti i sistemi e gli organi, il che porta a una terapia prolungata. Spesso, dopo un sollievo a breve termine, si osserva una nuova ondata di sintomi in peggioramento. È caratteristico che un tale individuo rimanga il portatore dell'infezione per altre 2 settimane dopo il recupero..

Complicazione e impatto sulla gravidanza

Quando una donna si prepara alla maternità, il suo corpo diventa molto vulnerabile agli agenti patogeni. Puoi essere infettato da loro anche sotto la clinica prenatale. Ma questo non significa che, umiliandoti, devi aspettare che ciò accada. È importante proteggere te stesso e il tuo bambino non ancora nato. Durante questo periodo, anche i batteri più primitivi che non rappresentano alcuna minaccia per gli adulti possono causare danni irreparabili al feto e causare aborto spontaneo. Inoltre, in una futura madre, la malattia può facilmente trasformarsi in una forma complicata..

Ci sono casi frequenti in cui un'infezione da adenovirus durante la gravidanza provoca otite media, bronchite, polmonite, sinusite purulenta e persino insufficienza renale.

I ginecologi esortano tutte le donne incinte a prestare particolare attenzione alla propria salute nel primo trimestre di gravidanza. Dopotutto, è importante una reazione istantanea ai segni iniziali della malattia, che praticamente non differiscono da ARVI.

Cause e modi di infezione

È possibile prendere adenovirus solo dal corriere o da una persona malata. Spesso si tratta di luoghi affollati, trasporti pubblici, lavoro collettivo.

Non è raro che una donna contragga infezioni virali durante la sua gravidanza ripetuta dal figlio o dalla figlia maggiore che frequenta l'asilo o la scuola. Gli infettatori dicono che questa è una situazione tipica, perché in famiglia la madre non si nasconderà dai suoi parenti e non limiterà la comunicazione con loro. Queste categorie sono considerate a rischio dagli specialisti e insistono sull'assunzione di farmaci immunomodulatori da parte dei bambini..

Dovrebbero essere prescritti da un pediatra.

Primi segni e sintomi

I primi segni di una malattia infettiva sono in gran parte influenzati dalla gravità del suo decorso. È caratteristico che nella prima settimana dopo che i patogeni sono entrati nel corpo, possono nascondersi e non farsi sentire.

Il periodo di incubazione può durare circa 14 giorni. Successivamente, il paziente sviluppa un lieve disagio nei seni nasali, naso che cola. E dopo pochi giorni, da questi segni innocui, la malattia si trasforma in un vero mostro. Ciò è espresso da perdita di appetito, brividi, dolore ai muscoli e alle articolazioni, febbre, debolezza generale, emicrania. Se non prendi alcun farmaco, l'infezione da adenovirus inizierà ad avvelenare il corpo..

In questo caso sono molto probabili nausea, vomito, dolore intestinale, diarrea..

Se i microbi scendono attraverso il tratto respiratorio nell'albero bronchiale, una persona inizia a sperimentare complicazioni sotto forma di bronchite e tosse secca.

Quando gli agenti patogeni entrano nel corpo attraverso le mucose degli occhi, si verifica una grave lacrimazione, gonfiore e arrossamento delle palpebre, nonché fotosensibilità. La congiuntivite è possibile il secondo giorno dopo l'infezione..

Diagnostica

La presenza di segni pronunciati di infezioni respiratorie acute e congiuntivite consente di determinare con precisione la diagnosi mediante esame visivo del paziente.

In casi speciali, è possibile coinvolgere metodi differenziali aggiuntivi che vengono eseguiti per escludere ARVI, influenza o altre malattie.

Poiché gli adenovirus sono localizzati nel tratto respiratorio superiore, gli occhi, gli esami del sangue e delle urine in generale forniranno poche informazioni sul grado di sviluppo della malattia.

Trattamento e terapia farmacologica

Le future mamme devono proteggersi da possibili infezioni. E nel caso in cui compaiano i primi segni della malattia, in nessun caso è necessario prescrivere farmaci da soli. L'unica cosa che puoi fare durante questo periodo è assicurarti molti liquidi e riposare a letto. Il medico ti consiglierà sicuramente di escludere qualsiasi attività fisica e arricchire la tua dieta quotidiana con vitamine e microelementi saturi.

Sono prescritti individualmente, guidati dalla durata della gravidanza e dalle caratteristiche del decorso della malattia..

Cosa assolutamente non si può fare

La prima cosa che può danneggiare una futura mamma malata è l'automedicazione.

Ma, inoltre, in nessuna circostanza le donne incinte dovrebbero:

  • fare bagni caldi;
  • salire i piedi;
  • fare impacchi caldi ai piedi;
  • avvolgere fortemente a temperatura;
  • esagerare con gocce e spray vasocostrittori;
  • rifiutarsi completamente di mangiare;
  • bevi un po 'di liquido;
  • esagerare con i complessi vitaminici (è indispensabile consultare un medico, poiché un eccesso di alcuni componenti può portare a reazioni allergiche e danneggiare il feto);
  • uscire dopo l'inalazione.

Prevenzione

Questo è uno dei momenti cruciali che la futura mamma affronta fin dall'inizio della gravidanza. Prendersi cura di se stessi per non ammalarsi non è così difficile.

Per questo avrai bisogno di:

  1. Ridurre al minimo le visite a luoghi affollati (soprattutto durante le epidemie).
  2. Evita le scuole, gli asili.
  3. Non contattare persone malate.
  4. Lavarsi spesso le mani con il sapone.
  5. Dopo ogni visita in strada, soprattutto durante le epidemie, sciacquare bocca e naso con acqua calda pulita.
  6. Vestiti in modo appropriato per il tempo in modo da non congelare.
  7. Mangia bene e prendi complessi vitaminici.
Se stai solo pianificando un bambino, prima della gravidanza non farà male temperare il tuo corpo..

Armati di conoscenza e abbi cura di te stesso. Dopo tutto, la responsabilità e la cura dei genitori iniziano molto prima della nascita di un bambino.

Madri in gravidanza e in allattamento: trattamento dell'influenza e delle infezioni respiratorie acute

Ciao madri incinte e che allattano!

Quando avevo 18 settimane, sono entrata in una situazione spiacevole: ho preso l'influenza! Più precisamente, l'infezione da adenomovirus è un tipo di influenza.

Ho chiamato il medico della clinica distrettuale, che mi ha prescritto farmaci: Nurofen (ibuprofene) - in caso di un forte aumento della temperatura, Oscillococcinum, Analgin, tintura di propoli - sciacquare la gola, Hexoral o Tantum Verde - sciacquare la gola dopo il risciacquo, gocciolare gocce di Tizin nel naso o altro un altro vasocostrittore e qualcos'altro, non ricordo.

E lei ha detto: "Se la temperatura supera i 37,5 ° C, chiama un'ambulanza!" - mi ha lasciato il numero di emergenza per le donne incinte.

Dio mi ha salvato dall'assunzione di queste droghe!

Non appena se n'è andata, la temperatura è salita a 37,5 ° C e ho chiamato immediatamente un'ambulanza. Non ho avuto il tempo di aprire la bocca per lanciare lì il primo Oscillococcinum: suona il campanello. Il dottore è arrivato 2-3 minuti dopo la chiamata!

Ha confermato la mia diagnosi.
Gli ho mostrato le raccomandazioni di un medico del policlinico distrettuale, dopo di che ha detto: "Questi farmaci ti aiuteranno a rimetterti rapidamente in piedi, ma renderanno tuo figlio una persona allergica cronica per tutta la vita (!), Perché il suo sistema nervoso e la sua immunità si stanno solo formando e così via Con questi farmaci, distruggerai il suo intero sistema immunitario e non si formerà correttamente - il risultato: infinite visite ai medici con tutte le conseguenze che ne conseguono, ritardo nello sviluppo. ".

Poi ha aggiunto: "Se non vuoi tutto questo per tuo figlio, dovresti buttare via questi consigli"..

Ha continuato: "Meglio se rimani malato per 3-4 giorni in più, ma vieni curato e andrà tutto bene con il tuo bambino, che guarirai in 2-3 giorni e danneggerai il bambino!".

Naturalmente, all'inizio, ho provato a discutere con lui..
Gli dico: "Perché no, perché le istruzioni dicono che puoi usarli durante la gravidanza!".

A cui ha risposto: “Questi farmaci sono prescritti solo se una donna incinta è così gravemente malata che nient'altro la prende, e la donna ha una chiara minaccia di perdere un figlio - un aborto spontaneo! In questo caso, i medici prendono misure estreme e prescrivono questi farmaci per salvare la vita del bambino! ".

Ha anche ripetuto più volte: "Questi farmaci, per il nascituro, sono allergeni molto forti che rimarranno con lui per sempre!".

Sono stato subito d'accordo con lui!
Mi ha prescritto un nuovo trattamento, che ho superato con successo senza conseguenze e l'ho mantenuto per ogni evenienza.

Spesso vedo domande su questo, e il consiglio è lo stesso che mi ha dato il medico della clinica distrettuale...

E ora voglio condividere con te il trattamento giusto che non danneggerà il tuo bambino.

Bevanda:
1. Tè al tiglio: 3 cucchiai. l. (o 3 fito-sacche) versare i tigli con 250 ml di acqua bollente. Insistere con il coperchio chiuso per 10 minuti. Bere 2-3 volte al giorno.
Il tiglio aiuta il corpo a sudare, poi tutto il cattivo viene fuori.

2. Tè alla camomilla: 1 cucchiaio. l. (o 1 fito-borsa) camomilla versare 250 ml di acqua bollente. Insistere con il coperchio chiuso per 20 minuti. Bere 2-3 volte al giorno.

Le bevande non dovrebbero essere calde, perché il caldo assottiglia lo strato mucoso, o il freddo... La bevanda dovrebbe essere a una temperatura corporea di 36-38 gradi.

Il tiglio aiuta a sudare - con poi tutto il brutto viene fuori.
La camomilla aiuta a rafforzare l'immunità e ridurre l'infiammazione nel corpo.

Alternate camomilla con tiglio durante il giorno (durante la malattia!) - più spesso è meglio è.

Per gli amanti della camomilla (per un corpo sano!), - spesso non puoi bere la camomilla (!), Ogni 2-3 settimane si verifica l'effetto opposto. prenditi una pausa - 1 mese.

Puoi anche fare i gargarismi con questa camomilla..
----

Per il naso:
1. Soluzione AquaMaris: gocciolare 2-3 gocce in ciascuna narice prima di utilizzare Pinosol drops. Dopo esserti soffiato il naso.
Laviamo il naso da croste secche e catarro.

2. gocce di Pinosol o Biotizin: il primo giorno, in un naso ripulito da croste secche e catarro, gocciolare 1-2 gocce in ciascuna narice ogni 1-2 ore. Dal secondo giorno, 1-2 gocce in ciascuna narice 3-4 volte al giorno. Durata del trattamento 5-7 giorni.

Un naso che cola non andrà via più velocemente di 5-7 giorni, ma darà sollievo al naso.

3. Inalazione di vapore in assenza di temperatura:

Puoi usare oli essenziali: calendula, eucalipto, menta, cannella... - secondo le istruzioni e su consiglio di un medico.
Accelera il trattamento della rinite.

Soffiati spesso il naso, non tenere il catarro in te stesso.

Alternativa per l'allattamento:
1. Soluzione salina o AquaMaris con un annaffiatoio (secondo le istruzioni):
Soluzione salina:
1 cucchiaino sale iodato versare 1 cucchiaio. acqua tiepida e sciogliere.
o
0,5 cucchiaini sale, 0,5 cucchiaini. la soda e 2 gocce di iodio si sciolgono a st. acqua calda.

Ora sciacquiamo il naso:
Versare mezzo bicchiere della soluzione in un'ampia ciotola. In bagno, immergi il naso e attira con decisione la soluzione attraverso il naso, in modo che la soluzione esca dalla bocca.
o
In bagno, con una siringa, introduciamo lentamente la soluzione, mentre è necessario inclinare la testa verso il basso e di lato: risciacquare la narice destra - a destra, sciacquare la narice sinistra - a sinistra, in modo che questa soluzione venga versata nel seno.
Non dovrebbe esserci una sensazione spiacevole.
Dopo, soffiati il ​​naso.
Fallo 2 volte al giorno, 10 giorni.

2. Miramistin: gocciolare 10 gocce di Miramistin in ciascuna narice.
Fai 3 volte al giorno, 10 giorni.

3. Levomikol unguento: applicare l'unguento su un batuffolo di cotone e inserirlo in ciascuna narice, lasciare agire per 30 minuti. Se la gola non fa male, puoi respirare dalla bocca, se fa male fallo a turno, prima una narice, poi l'altra.
Fai 3 volte al giorno, 10 giorni.

4. Inalatore "Star":

Portare l'inalatore al naso, chiudere una narice, inspirare profondamente l'altra 1-5 volte, ripetere la procedura con l'altra narice. Fatelo 5-10 volte al giorno per 3-5 giorni.

Soffiati spesso il naso, non tenere il catarro in te stesso.
----

Per la gola:
1. Compresse di Furacilin: schiacciare 1 compressa e versare 1 cucchiaio. acqua bollente, raffreddare sotto un coperchio chiuso. Risciacquare più spesso, meglio è.
Fai 10 giorni.

Non ingoiare catarro, non trattenere, tossire, sputare.

2. Decotto di camomilla: 1 bustina versare 1 cucchiaio. acqua bollente, raffreddare sotto un coperchio chiuso. Risciacquare più spesso, meglio è.
Fai 10 giorni.

Camomilla alternativa con Furacilin! durante il giorno. Risciacquare i primi 2-3 giorni ogni ora, poi ogni 2-3 ore.

Alternativa per l'allattamento:
1. Soluzione di soda: 1 cucchiaio. l. soda diluita in 1 cucchiaio. acqua leggermente tiepida. Puoi aggiungere 2-3 gocce di iodio. Fai i gargarismi fino a 4-5 volte al giorno, dopo 15-20 minuti. dopo il pasto.

Non ingoiare catarro, non trattenere, tossire, sputare.

2. Miramistin: irrigare abbondantemente la gola con uno spray 3-4 volte al giorno. Fallo per 10 giorni, puoi anche fare i gargarismi con loro..

3. Olio di albicocca, cosmetico: bere 1 cucchiaino. 3 volte al giorno, dopo non aver mangiato o bevuto per 30 minuti.
Fai 10 giorni.
L'olio di albicocca lenirà il mal di gola.
----

Quando si tossisce:
1. Gargarismi con un decotto di erbe, a scelta: salvia, erba di San Giovanni, camomilla, farfara.

2. Per il II e III trimestre di assunzione, con cautela - in caso di grave abbandono della tosse
Raccolta del seno n. 4 in fito-sacche (farmacia): 1 fito-borsa versare 100 ml di acqua bollente e insistere sotto un coperchio chiuso. Strizza e getta il sacchetto. Bere 4 volte al giorno, ogni 4 ore. Bere l'ultima volta 4 ore prima di coricarsi. Corso 2-3 settimane.

Per il I, II e III trimestre, ber-ti è la camomilla. (Vedi sopra)

3. Compresse di Mukaltin: 1-2-3 tab. x 3-4 rubli / giorno, in 30 min. prima dei pasti o dopo 60 minuti. dopo i pasti, un corso di 7-14 giorni, a seconda della gravità della malattia. Bere l'ultima volta 4 ore prima di coricarsi. Macina la compressa in polvere e bevi 1 cucchiaio. acqua tiepida (o sciogliere una compressa in 1 cucchiaio. acqua calda e bere).

4. Inalazione di vapore in assenza di temperatura:
Con una tosse secca, puoi usare un decotto di erbe, a tua scelta: camomilla, salvia, piantaggine, orologio a tre foglie, fiori di tiglio - puoi alternare.

Dopo 2-3 giorni, se il catarro inizia a drenare, usa altre erbe.

Con una tosse umida, puoi usare un decotto di erbe, a tua scelta: serpente alpinista, erba di rosmarino selvatico, spago, achillea, foglia di eucalipto e mirtillo rosso.

Consiglio vivamente questo inalatore di vapore:

5. Disegna una rete di iodio sul petto e sulla schiena, 2 volte al giorno.
----

In caso di calore 38 ° C e superiore:
1. Soluzione acetica: 1-2 cucchiai. l. diluire l'aceto in 1 litro di acqua bollita a temperatura ambiente + una garza o un pezzo di tessuto naturale, o un asciugamano sottile 20x20 cm o 30x30 cm.

Fare un impacco per 1-2 minuti / pulire le mani, in particolare i palmi delle mani, le gambe, in particolare i piedi, la schiena, i fianchi, il torace e l'addome con un asciugamano imbevuto di soluzione di aceto. Assicurati di attendere che una mano sia completamente asciutta e solo dopo passa all'altra. Ripeti ogni 1-2 ore.

2. Preparare la soluzione di aceto (vedi sopra), piegare l'asciugamano in più strati, inumidire nella soluzione di aceto e strizzare leggermente in modo che non goccioli. Lasciare sulla fronte per 1-2 minuti, quindi girare l'asciugamano con l'altro lato, attendere che la fronte si asciughi e adagiarlo nuovamente sulla fronte per 1-2 minuti, quindi inumidirlo di nuovo nella soluzione, strizzare e adagiare su una fronte asciutta, quindi farlo fino a 5 volte. Puoi ripetere ogni 1-2 ore..

A una temperatura di 36,9 ° C e inferiore:
Fai una doccia calda, dopodiché vai subito a letto.
----

Per l'immunità:
Prendi vitamine per le madri in gravidanza e in allattamento da 12 settimane. assumere e bere durante l'intera gravidanza compreso l'intero periodo dell'allattamento e altri 3-4 mesi. dopo l'allattamento.
Aumenta e rafforza il sistema immunitario.
----

Restauro della mucosa:
Piobatteriofago polivalente

1.con mal di gola, utilizzando una siringa da 3 ml: bere dopo i pasti o un'ora prima dei pasti, 2,5-3 ml x 2 giri / giorno, 10-15 giorni.

2. con vaginosi (mughetto, stafilococco.), Utilizzando una siringa da 3 ml: dopo il lavaggio, iniettare con una siringa senza ago nella vagina 2,5-3 ml (tenere la siringa in vagina per 3 minuti e rimuovere. Posizionare un tovagliolo di garza, dopo 2-3 ore il tovagliolo può essere gettato via) x 2 r / giorno., 10-15 giorni. + bere dopo i pasti o un'ora prima dei pasti, 2,5-3 ml x 2 r / giorno, 10-15 giorni.
(Vedi istruzioni)
----

Madri che allattano - allattate come al solito!
________________________

Il corso generale del trattamento è di 7-10 giorni.

Raccomandazioni aggiuntive:
- osservare il riposo a letto;
- monitorare la temperatura corporea;
- bere quanto più liquido possibile: latte, tè con latte o una fetta di limone, acqua, composte, gelatina... - tutto in una forma calda oa temperatura ambiente;
- aerare la stanza il più spesso possibile; l'appartamento dovrebbe essere fresco, ma senza correnti d'aria;
- dormire sotto una coperta o un lenzuolo sottile; rinunciare a cibi pesanti, compresi carne e brodi di pollo, almeno per 2-3 giorni;
- escludere: latte caldo o tè con miele, miele sotto la lingua, riassorbimento del favo e limone sotto la lingua. Poiché il miele è un carboidrato, cioè energia. Il corpo, invece di spendere tutte le sue energie per combattere le malattie, spenderà energia per elaborare questo carboidrato. Per lo stesso motivo, durante la malattia, non si ha voglia di mangiare... E si suda anche del tè al tiglio... Il miele si riprende bene dopo la malattia, quindi è meglio dopo la malattia. Ingoiare il limone irriterà il mal di gola. Il limone può essere utilizzato solo nel tè. L'acqua calda irriterà anche il mal di gola e la bevanda dovrebbe essere piacevolmente calda;
- Ricette di disinfezione “della nonna”: spicchi d'aglio sparsi per la stanza (o aglio tritato finemente su un piattino e adagiarli nelle stanze), bucce d'arancia stese su una batteria. - anche per aiutare!

A temperature superiori a 38 ° C, convulsioni, tosse (può svilupparsi in polmonite), comparsa di un'eruzione cutanea: chiama un'ambulanza! per il ricovero in ospedale, dove in condizioni stazionarie faranno: contagocce, riscaldamento, quarzatura... - trattamento sicuro per il feto. Tutti questi sintomi possono causare la perdita del feto..

Prima di partire, il medico ha consigliato: “Le donne incinte non dovrebbero chiamare un medico della clinica distrettuale in caso di malattia, perché non sanno come trattare adeguatamente una donna incinta senza danneggiare il bambino. Sanno come trattare solo le nonne con la loro pressione... e scrivere referenze a specialisti. In tal caso, chiama solo un'ambulanza! " E mi hai lasciato il tuo cellulare.

________________________
Se ci sono bambini piccoli in casa, spalmarli sotto il naso con un unguento Oxolin 25% in modo che non vengano infettati, e anzi a tutti i membri sani della famiglia. Può essere utilizzato dalla nascita.
Inoltre, come misura preventiva, usalo se esci in luoghi pubblici: una clinica, un negozio...

Se sei una mamma che allatta, continua ad allattare come al solito. Per non infettare un bambino, indossa una maschera.

Il miglior cibo in caso di malattia, quando non vuoi mangiare nulla - brodo di pollo caldo non grasso - rimuovi prima la pelle dal pollo.

Bere tè con miele dopo il recupero per ripristinare l'immunità e acquisire forza dopo una malattia.

Per il parto, in caso di naso ostruito, è meglio portare con sé lo spray Pinosol. Potrebbe non essere utile, ma dovrebbe essere a portata di mano: durante il parto, la respirazione pulita è molto importante.

Prima del parto, è imperativo essere curato, altrimenti il ​​bambino verrà inviato all'osservazione! - questo è un dipartimento della Repubblica del Daghestan dove le donne partoriscono con sospetto di malattie virali, infettive e infiammatorie, così come le donne che non sono state registrate allo ZhK e non si sono sottoposte a tutti gli esami necessari - non hanno una carta di scambio.

Derinat?
Buona fortuna e sii sano!

Infezione da adenovirus durante la gravidanza

L'infezione da adenovirus è una malattia infettiva che colpisce la mucosa delle vie respiratorie, dell'intestino e degli organi visivi. La malattia procede in forma acuta ed è accompagnata dalla manifestazione di moderata intossicazione.

Le ragioni

Poiché le funzioni protettive del corpo di una donna sono indebolite durante la gravidanza, c'è un alto rischio di contrarre un'infezione da adenovirus..

Puoi essere infettato da adenovirus da una persona malata o da un portatore dell'infezione. Vie di infezione: aviotrasportate, fecale-orali.

Il virus può entrare nel corpo attraverso le mucose delle vie respiratorie quando si parla, si tossisce, si starnutisce una persona malata. Se l'adenovirus è entrato nel corpo per via fecale-orale, l'infezione è considerata intestinale.

Il gruppo di rischio comprende:

  • bambini sotto i 7 anni,
  • donne incinte,
  • persone con un'immunità indebolita.

Le donne incinte sono più spesso infette dai loro figli più grandi che frequentano i gruppi di bambini.

Sintomi

L'infezione da adenovirus si manifesta in diversi sintomi a seconda della gravità della malattia. Dopo che il virus è entrato nel corpo, i primi segni potrebbero non apparire durante il periodo di incubazione. A volte i sintomi non compaiono fino a due settimane dopo.

I primi segni di infezione da adenovirus sono:

  • aumento della temperatura corporea,
  • mal di gola e mal di gola durante la deglutizione,
  • debolezza generale del corpo,
  • congestione nasale e naso che cola.

Dopo due o tre giorni, i sintomi aumentano, compaiono i seguenti segni:

  • febbre e brividi,
  • dolori muscolari e articolari,
  • perdita di appetito, debolezza generale,
  • emicrania,
  • segni di intossicazione corporea.

Nei casi più gravi possono verificarsi dolore addominale, feci molli, nausea e vomito..

Una complicazione dell'infezione da adenovirus può essere la bronchite, accompagnata da una tosse secca.

Se gli occhi sono affetti da adenovirus. La congiuntivite può comparire già il primo giorno dopo l'infezione. Questa forma della malattia procede con i seguenti sintomi:

  • gonfiore delle palpebre,
  • arrossamento della congiuntiva,
  • maggiore sensibilità alla luce intensa,
  • lacrimazione,
  • prurito agli occhi,
  • arrossamento delle proteine.

Diagnosi di infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza

La presenza di sintomi di un'infezione respiratoria virale in combinazione con manifestazioni di congiuntivite rende facile fare una diagnosi corretta. A seconda della sintomatologia, viene eseguita una diagnostica differenziale per escludere ARVI, influenza o altre congiuntiviti.

L'adenovirus è caratterizzato da manifestazioni di intossicazione del corpo, sintomi di danni al tratto respiratorio superiore e agli occhi, nonché linfoadenopatia. Un esame del sangue generale in questo caso non è informativo.

Complicazioni

Le complicanze più comuni dell'infezione da adenovirus sono:

  • otite,
  • sinusite purulenta,
  • bronchite,
  • polmonite,
  • nefropatia.

Con un trattamento tempestivo, la malattia ha una prognosi favorevole..

L'infezione da adenovirus durante la gravidanza può portare a conseguenze indesiderabili, tra cui aborto spontaneo, ritardo della crescita fetale, patologie congenite, gravidanza complicata, travaglio prematuro o difficile. Ma la percentuale di sviluppo di patologie nel feto è piuttosto piccola, quindi ai primi segni non dovresti farti prendere dal panico, ma consultare un medico per consigli sul trattamento.

Trattamento

Cosa sai fare

L'infezione da adenovirus durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre, può portare a conseguenze indesiderabili. Altre infezioni o complicazioni possono svilupparsi nella malattia. Pertanto, con il minimo deterioramento del benessere, e ancora di più con un aumento della temperatura corporea, non dovresti auto-medicare. È meglio consultare un medico che prescriverà una terapia efficace e sicura.

Quello che fa il dottore

Il trattamento dell'infezione da adenovirus viene effettuato su base ambulatoriale. Il paziente necessita di riposo a letto per tutto il periodo della malattia. La futura mamma dovrebbe escludere l'attività fisica, riposare di più. È inoltre necessario fornire una dieta ricca di vitamine, minerali e oligoelementi..

Le tattiche di trattamento mirano ad eliminare la manifestazione dei sintomi. La terapia farmacologica consiste nella nomina di agenti antipiretici, interferoni, la cui azione è volta ad aumentare le funzioni protettive del corpo, colliri o unguenti, complessi vitaminici. Con l'adenovirus complicato vengono prescritti antibiotici locali. A seconda della durata della gravidanza e della gravità del decorso della malattia, il medico seleziona i farmaci. Molti antibiotici non possono essere assunti durante la gravidanza e l'allattamento, quindi in nessun caso dovresti auto-medicare. Questo può portare a complicazioni nel corso della gravidanza e ritardo della crescita intrauterina..

Prevenzione

Le raccomandazioni per la prevenzione dell'infezione da adenovirus durante la gravidanza sono le seguenti. La futura mamma ha bisogno di:

  • evitare luoghi affollati, soprattutto durante le epidemie,
  • non vale la pena frequentare le istituzioni prescolari,
  • evitare il contatto con persone che hanno segni di malattie respiratorie,
  • osservare le regole di igiene di base,
  • non raffreddare eccessivamente.

Infezione da adenovirus nelle donne in gravidanza

. oppure: febbre faringocongiuntivale

  • Uomini
  • Donne
  • Bambini
  • Incinta
  • Promozioni
  • Sintomi
  • Periodo di incubazione
  • Forme
  • Le ragioni
  • Diagnostica
  • Trattamento
  • Complicazioni e conseguenze
  • Prevenzione

Sintomi di infezione da adenovirus in una donna incinta

  • Aumento della temperatura corporea (fino a 38-39 gradi, di solito dura 5-7 giorni).
  • Letargia, debolezza, malessere generale, brividi.
  • Corizza con secrezione mucosa.
  • Congestione nasale.
  • Gola infiammata.
  • Gola infiammata.
  • Tosse.
  • Rossore, gonfiore della mucosa degli occhi (congiuntiva).
  • Fastidio, bruciore, prurito agli occhi.
  • Lacrimazione.
  • Nausea.
  • Ingrandimento delle tonsille, dei linfonodi cervicali, sottomandibolari, ascellari.
La classica manifestazione dell'infezione da adenovirus è una combinazione di quattro sintomi principali: rinite (infiammazione della mucosa nasale, naso che cola) + faringite (infiammazione della faringe, faringe - mal di gola) + congiuntivite (infiammazione della congiuntiva (mucosa dell'occhio) - arrossamento, gonfiore della mucosa dell'occhio, lacrimazione) + febbre (aumento della temperatura corporea).

Il periodo di incubazione dell'infezione da adenovirus in una donna incinta

Forme di infezione da adenovirus in una donna incinta

La malattia respiratoria acuta è accompagnata da vari danni agli organi e ai sistemi corporei:

  • rinofaringite (danno ai passaggi nasali e alla faringe);
  • rinofaringotonsillite (danni alle vie nasali, alla faringe e alle tonsille palatine);
  • rinofaringobronchite (danni ai passaggi nasali, faringe, bronchi);
  • faringocongiuntivite (febbre faringocongiuntivale) - danno alla faringe in combinazione con danno alla mucosa degli occhi (congiuntiva);
  • congiuntivite e cheratocongiuntivite (danno alla mucosa degli occhi e alla cornea (membrana trasparente) dell'occhio);
  • polmonite (danno polmonare);
  • è anche possibile una diversa combinazione di danno d'organo.
La febbre faringo-congiuntivale è caratterizzata da:
  • aumento della temperatura corporea;
  • faringite (infiammazione del tessuto mucoso e linfoide della faringe);
  • infiammazione della mucosa dell'occhio (accompagnata da una sensazione di un corpo estraneo negli occhi, bruciore);
  • possibile formazione di un film biancastro sulla superficie dell'occhio e scarico bianco-giallo agli angoli dell'occhio;
  • tosse secca frequente, che si trasforma in tosse umida in 3-4 giorni con separazione dell'espettorato.
La cheratocongiuntivite epidemica è accompagnata da:
  • sensazione di bruciore agli occhi;
  • lacrimazione;
  • offuscamento della cornea;
  • erosione (distruzione) della cornea fino alla perdita della vista;
  • gastroenterite (danno alla mucosa del tratto gastrointestinale, accompagnato da feci frequenti fino a 5 volte al giorno);
  • dolore addominale acuto nella zona dell'ombelico.
La polmonite atipica da adenovirus è accompagnata da polmonite causata dal virus stesso, e non come risultato dell'attaccamento di un'infezione batterica secondaria, si sviluppa su uno sfondo di immunità notevolmente ridotta, è caratterizzata da un decorso grave.

Cause di infezione da adenovirus in una donna incinta

  • Modi di trasmissione:
    • uomo malato;
    • portatore di virus (il virus è contenuto nel corpo umano, viene rilasciato nell'ambiente esterno, ma non causa sintomi della malattia in lui, ma allo stesso tempo infetta altre persone).
  • Fonte di infezione:
    • disperso nell'aria (il virus viene rilasciato dal corpo di una persona malata quando tossisce e starnutisce e si diffonde nell'aria);
    • possibile trasmissione per via fecale-orale (il virus entra nel corpo con cibo o mani contaminati).
  • La malattia si manifesta tutto l'anno, tuttavia, la più alta incidenza si osserva nel periodo autunno-inverno (ciò è facilitato da una diminuzione dell'immunità nell'uomo ea causa del frequente raffreddamento del corpo e delle condizioni ambientali ottimali per la riproduzione del virus (temperatura, umidità)).

Il medico terapista aiuterà con il trattamento della malattia

Diagnosi di infezione da adenovirus in una donna incinta

  • Analisi dei reclami dei pazienti: una combinazione caratteristica di aumento della temperatura corporea, naso che cola, mal di gola, arrossamento della mucosa degli occhi.
  • Spesso nell'anamnesi ci sono indicazioni di contatto con una persona malata (raffreddore), focolai di infezione in squadra (ad esempio, un gran numero di bambini con un "raffreddore" in classe).
  • Esame del paziente: la respirazione nasale è difficile, secrezione mucosa dal naso; nella faringe (gola) iperemia (arrossamento), la congiuntiva è edematosa, rossa, ecc..
  • Per identificare l'agente patogeno e confermare la diagnosi, utilizzare il metodo ELISA (analisi di immunofluorescenza) e lo striscio nasale PCR (reazione a catena della polimerasi).
  • Nella maggior parte dei casi, gli studi per identificare l'agente patogeno (rhinovirus) non vengono eseguiti a causa del decorso lieve. La malattia procede con una diagnosi generalizzata - ARVI.
  • È richiesta la consultazione di un ostetrico-ginecologo.
  • È anche possibile consultare un oftalmologo.

Trattamento dell'infezione da adenovirus in una donna incinta

Prima di prescrivere il trattamento, è necessaria la consultazione di un ostetrico-ginecologo.

Non esiste una terapia specifica per l'infezione da adenovirus, il trattamento è sintomatico.

Nei casi lievi, sono prescritti i seguenti:

  • colliri, unguenti (in caso di danni agli occhi) - rigorosamente secondo la prescrizione del medico;
  • gocce nel naso (vasocostrittore, olio, ecc.);
  • farmaci immunomodulanti - rigorosamente come prescritto da un medico;
  • vitamina C (e prodotti che la contengono: brodo di rosa canina, composta di mirtilli rossi, ecc.);
  • bevanda abbondante;
  • decotto di camomilla.
Nei casi più gravi, il trattamento viene effettuato in un ospedale.
Oltre a quanto sopra, eseguire:
  • terapia per infusione: le soluzioni vengono iniettate per via endovenosa per ridurre l'intossicazione del corpo;
  • farmaci antibatterici (con l'aggiunta di un'infezione batterica).

Complicazioni e conseguenze dell'infezione da adenovirus in una donna incinta

Nella maggior parte dei casi, l'infezione da adenovirus procede senza complicazioni e non ha conseguenze..

Le complicazioni più comuni sono:

  • polmonite (polmonite);
  • angina;
  • sinusite (infiammazione dei seni paranasali);
  • otite media (infiammazione nella cavità dell'orecchio);
  • edema, necrosi (necrosi delle sedi dei tessuti) delle pareti dei bronchi e degli alveoli;
  • danno al fegato, ai reni, alla milza;
  • esacerbazione di altre malattie croniche esistenti;
  • infezione intrauterina del feto;
  • il rischio di ipossia fetale (insufficiente apporto di ossigeno al feto in uno sfondo di ridotto apporto di sangue), che può portare a un ritardo nello sviluppo fetale;
  • minaccia di interruzione della gravidanza (aborto spontaneo, parto prematuro).

Prevenzione dell'infezione da adenovirus in una donna incinta

  • Evita di visitare luoghi affollati (teatri, negozi, ecc.) Durante un'epidemia di infezione.
  • Se un membro della famiglia si ammala di un'infezione da adenovirus, è necessario isolarlo, allocare un asciugamano separato, piatti. Il paziente deve indossare una mascherina medica.
  • Indurimento del corpo (esecuzione di procedure volte ad aumentare la resistenza del corpo alle temperature basse (raffreddamento) e alte (surriscaldamento), ad esempio bagnando con acqua fredda).
  • Durante il periodo di aumento dell'incidenza virale (ARVI), assumere preparati multivitaminici o vitamina C..
  • Evita l'ipotermia.
  • Prendendo l'interferone.
  • Mettere un unguento ossolinico nel naso.
  • Rispetto rigoroso delle regole di igiene personale (lavaggio regolare delle mani dopo il contatto con oggetti su cui potrebbe rimanere il virus).
  • Disinfezione dei locali.
  • Visite regolari dall'ostetrico-ginecologo (una volta al mese nel 1 ° trimestre, una volta ogni 2-3 settimane nel 2 ° trimestre e una volta ogni 7-10 giorni nel 3 ° trimestre).
  • Registrazione tempestiva di una donna incinta in una clinica prenatale (fino a 12 settimane di gravidanza).

INFORMAZIONI DI CONOSCENZA

È necessaria la consultazione con un medico

  • Autori

"Malattie infettive da bambini", V.N. Samarina, 2007.
"Malattie infettive nei bambini", VV Ivanova, 2009.
"Malattie infettive nei bambini", V.F. Uchaikin, 2011.
"Influenza e altre malattie respiratorie acute" Linee guida metodiche per la clinica, la diagnosi, il trattamento e la prevenzione nelle forze armate della Federazione Russa. Mosca, 1998.

Cosa fare con l'infezione da adenovirus?

  • Scegli il medico terapista giusto
  • Fai il test
  • Ottieni un regime di trattamento dal tuo medico
  • Segui tutti i consigli

Metodi e caratteristiche del trattamento con ARVI nelle donne in gravidanza

Il contenuto dell'articolo

La gente chiama raffreddore ARVI. In effetti, la probabilità di ammalarsi con loro aumenta in modo significativo con l'ipotermia. Non per niente si notano focolai di influenza e altre infezioni virali respiratorie acute nella stagione fredda. Con l'ipotermia, il sistema immunitario funziona meno attivamente e la mucosa è praticamente non protetta. I virus entrano nella mucosa del tratto respiratorio superiore, penetrano nelle cellule epiteliali e poi si diffondono attraverso il flusso sanguigno attraverso il corpo.

Le seguenti infezioni appartengono ad ARVI:

  • influenza;
  • parainfluenza;
  • reovirus;
  • infezione da adenovirus;
  • infezione respiratoria sinciziale;
  • infezione da rinovirus;
  • alcune malattie enterovirali.

Tutti influenzano il sistema respiratorio e sono anche accompagnati da intossicazione più o meno grave..

L'ARVI durante la gravidanza può avere un decorso grave, che è associato a una maggiore suscettibilità di una donna, nonché all'esistenza di un rischio per la salute del nascituro.

Caratteristiche di ARVI nelle donne in gravidanza

Il sistema immunitario di una donna incinta viene ricostruito per ridurre la probabilità di rigetto fetale. Di conseguenza, la donna diventa vulnerabile all'invasione di vari microrganismi..

Un'altra caratteristica del decorso di ARVI durante la gravidanza è associata a un cambiamento nella posizione degli organi del torace nel terzo trimestre.

L'utero solleva e sposta il diaframma, limitando il movimento respiratorio dei polmoni. In combinazione con l'edema della mucosa e una diminuzione del tono della muscolatura liscia del bronco, questo crea i prerequisiti per un grave decorso di ARVI con complicazioni dall'albero broncopolmonare.

Come i virus influenzano il feto?

I virus entrano nelle cellule del corpo e li usano come mezzo di propagazione. Il fatto è che al di fuori delle cellule animali, i virus non sono in grado di moltiplicarsi. Le particelle virali creano più copie che si diffondono alle cellule vicine. Dopodiché, le cellule del corpo muoiono. Ciò è associato a necrosi e degenerazione delle cellule epiteliali, nonché dei vasi sanguigni e linfatici. Ciò può avere le seguenti conseguenze:

  • disturbi metabolici nella placenta;
  • diminuzione dell'attività delle cellule immunitarie;
  • un aumento del numero di batteri;
  • l'ingresso di particelle virali nella vescica germinale può causare disturbi dello sviluppo e persino la morte del feto.

È noto che nelle prime fasi della gravidanza (1 trimestre), l'effetto negativo di ARVI sul feto è più pronunciato. Ciò è dovuto al fatto che è nel primo trimestre che vengono posati quasi tutti i sistemi di organi. Una piccola violazione durante questo periodo comporta gravi conseguenze..

Inoltre, il pericolo è un raffreddore nella tarda gravidanza. L'interruzione del sistema circolatorio aumenta il rischio di parto prematuro e perdita di sangue durante il parto.

Ad oggi non esistono farmaci antivirali, la cui efficacia non sarebbe in dubbio. Il periodo acuto di ARVI di solito dura 3-4 giorni. In questo momento, il trattamento mira ad abbassare la temperatura corporea, mantenere l'equilibrio idrico e ridurre il dolore. Alla fine del periodo acuto, viene prestata la massima attenzione al trattamento dei sintomi locali: naso che cola, tosse, tonsillite, ecc. Pertanto, il trattamento delle infezioni virali è sintomatico.

La scelta di medicinali per una donna incinta

Come trattare l'ARVI durante la gravidanza per aiutare la madre e non danneggiare il bambino in via di sviluppo? È molto importante essere attenti alla scelta di farmaci, procedure mediche, compresi i metodi popolari. Si consiglia di consultare un medico ai primi sintomi di ARVI e concordare un piano di trattamento.

Il trattamento dell'ARVI durante la gravidanza esclude l'uso di tali farmaci:

1. Gli antibiotici, in linea di principio, non dovrebbero essere usati in ARVI non complicati. Se un'infezione batterica secondaria si unisce all'ARVI, il medico può prescrivere antibiotici alla penicillina. Tuttavia, dovresti contattarli solo quando necessario urgentemente..

2. Per il trattamento della tosse, è vietato utilizzare farmaci contenenti codeina.

3. L'uso di immunomodulatori durante la gravidanza può provocare il rigetto del feto e l'interruzione della gravidanza.

4. L'aspirina (acido acetilsalicilico) è spesso usata nell'ARVI come farmaco antipiretico, ma il suo uso durante la gravidanza può causare difetti cardiaci nel bambino, così come altre anomalie dello sviluppo.

5. Si consiglia vivamente di sostituire le gocce nasali vasocostrittore con gocce a base di acqua di mare.

6. Il risciacquo con iodio o salvia è controindicato per le donne in gravidanza (interrompono la circolazione sanguigna nella placenta).

7. I complessi vitaminici devono essere presi osservando rigorosamente il dosaggio, poiché anche l'ipervitaminosi influisce negativamente sul feto, così come l'ipovitaminosi.

8. Il paracetamolo durante la gravidanza è controindicato nel 3 ° trimestre e nel 1 ° e 2 ° trimestre deve essere usato con cautela.

Come puoi vedere, non esistono farmaci assolutamente sicuri per le donne incinte. Non usare mai i suddetti farmaci durante la gravidanza, anche se ti sono stati prescritti. Leggere attentamente le istruzioni: la gravidanza è indicata come controindicazione alla loro ammissione.

Procedure di trattamento per ARVI

Le procedure mediche sono di grande importanza nel trattamento del raffreddore. Tra questi ci sono i seguenti:

  • risciacquare il rinofaringe, sciacquare la gola con soluzione salina può essere utilizzato non solo nel trattamento, ma anche nella prevenzione dell'ARVI durante la gravidanza;
  • inalazione con acqua minerale, preferibilmente utilizzando un inalatore (la temperatura dell'acqua non deve superare i 40 gradi);
  • è vietato utilizzare pediluvi fumanti, cerotti alla senape e altri metodi "caldi";
  • i vari metodi di utilizzo delle erbe, gli oli essenziali dovrebbero essere trattati con grande cautela, poiché molti di essi influenzano il tono della muscolatura liscia, modificano la velocità della circolazione sanguigna e possono anche causare reazioni atipiche in una donna incinta;
  • lo sfregamento con aceto e vodka è uno dei mezzi più pericolosi della "medicina" tradizionale, poiché l'acido acetico e l'alcol penetrano nel flusso sanguigno e hanno un effetto tossico sul feto.

Prevenire il raffreddore

Non c'è da stupirsi che affermino che la prevenzione è il miglior trattamento. Se parliamo di ARVI nelle donne in gravidanza, queste parole assumono un significato speciale, perché non esistono praticamente farmaci che non danneggino il feto. Ecco perché una donna che porta un bambino dovrebbe essere attenta alla sua salute. È necessario prestare attenzione ai seguenti consigli:

  • non comunicare con pazienti infettivi o persone con disturbi di eziologia sconosciuta;
  • durante le epidemie, astenersi dal visitare luoghi pubblici;
  • lavarsi spesso le mani con il sapone, utilizzare disinfettanti per le mani fuori casa;
  • non raffreddare eccessivamente - vestiti per il clima, non bere bevande fredde, specialmente quando fa caldo, non nuotare in stagni con acqua fresca e così via;
  • mangia bene;
  • bevi abbastanza acqua.

A volte, anche con tutte le raccomandazioni, una donna incinta prende il raffreddore. In questo caso, non bisogna farsi prendere dal panico, perché l'ansia della madre danneggia il bambino anche più dell'attività dei virus..

Nella maggior parte dei casi, un lieve raffreddore non danneggia il feto in via di sviluppo e la malattia procede senza complicazioni..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Adesioni: cause, sintomi, trattamento e prevenzione della malattia adesiva

Analisi

Adesioni nell'intestino, aderenze nella piccola pelvi, aderenze della cavità addominale... Questi sono fenomeni molto dolorosi che causano molto disagio e portano a gravi complicazioni.

Come si comportano gli ormoni dopo il parto

Concezione

Gli ormoni postpartum torneranno ai livelli prenatali alla fine dell'allattamento. Con le malattie della tiroide, la ghiandola pituitaria, questo processo può essere interrotto.

Uva durante la gravidanza

Concezione

L'uva non è solo gustosa, ma anche bacche sane. Si mangia con piacere sia da adulti che da bambini. Secondo gli scienziati, la bacca migliora le prestazioni, elimina la fatica, previene l'invecchiamento precoce e rafforza anche il sistema immunitario.

Condividi questo

Neonato

Questo prodotto non è disponibile per la consegna nella tua regione Cerchiamo sempre il meglio per deliziare i nostri clienti con i prezzi più favorevoli..Cordiali saluti, negozio online Wildberries.