Principale / Parto

Gravidanza con adenomiosi - è reale?

Molte patologie e malattie ginecologiche possono causare disturbi riproduttivi. A questo proposito, molto spesso i pazienti dei centri di pianificazione familiare e di varie cliniche che si occupano di problemi di infertilità sono interessati a sapere se è davvero possibile rimanere incinta di adenomiosi uterina e su cosa possono contare dopo il trattamento..

Adenomiosi: caratteristiche della patologia e delle cause

È generalmente accettato che la gravidanza e qualsiasi cambiamento strutturale nell'utero siano concetti che si escludono a vicenda. Tuttavia, alcune donne riescono a rimanere incinte e ad avere un figlio anche con adenomiosi.

Questi possono essere sia cambiamenti focali minori che diffusi, che vanno oltre i confini di un organo, interessando non solo l'utero, ma anche altri organi della piccola pelvi.

Le cause dell'adenomiosi sono varie, quindi ci sono diverse teorie sul suo sviluppo, di cui le seguenti sono le più vicine alla realtà:

  • induzione - spiega la formazione di focolai endometrioidi dall'influenza di fattori trigger e condizioni sfavorevoli;
  • impianto - si ritiene che il lancio di sangue durante procedure mestruali o invasive attraverso le tube di Falloppio dall'utero nella cavità addominale possa provocare la proliferazione di cellule epiteliali della mucosa uterina negli organi adiacenti;
  • metaplasia dell'epitelio celomico - si verifica in caso di regressione incompleta dei resti di tessuti embrionali coinvolti nella costituzione e formazione di organi.

Oltre a queste tre, ci sono altre teorie, ma non hanno una base di prove affidabile..

I fattori scatenanti e i rischi dello sviluppo di cambiamenti endometrioidi includono:

  • predisposizione genetica;
  • infezioni genito-urinarie e malattie veneree;
  • squilibrio ormonale;
  • trauma agli organi pelvici, in particolare l'utero;
  • manipolazioni intrauterine e interventi chirurgici.

Di norma, non ci sono sintomi caratteristici che indicano questa malattia e nella maggior parte dei casi l'adenomiosi diventa un reperto diagnostico.

Tuttavia, è possibile sospettare la presenza di patologia ginecologica se una donna è preoccupata per periodi dolorosi, forti emorragie, comparsa di secrezioni marroni o sanguinolente pochi giorni dopo le mestruazioni, nonché una "macchia" scura a metà del ciclo.

Prima di rimanere incinta, una donna con diagnosi di adenomiosi dovrebbe sottoporsi non solo a un esame completo, ma anche a un trattamento appropriato, che può dare la possibilità di diventare madre.

Perché l'adenomiosi interferisce con il rimanere incinta?

Tuttavia, i cambiamenti ormonali possono influenzare il processo di maturazione del follicolo e di ovulazione, spesso in modo completamente sfavorevole..

Sì, è possibile rimanere incinta di adenomiosi uterina, ma sfortunatamente, a causa di cambiamenti organici nello strato muscolare, non è sempre possibile preservare il feto.

Un segno prognostico particolarmente spiacevole è una combinazione di endometriosi interna con altre patologie ormono-dipendenti, ad esempio cisti ovariche e annessite. In questo caso, l'infertilità può diventare irreversibile..

Se l'adenomiosi cattura non solo lo strato muscolare dell'utero, ma anche le appendici, i processi metabolici del corpo, a seconda degli ormoni sessuali, vengono disturbati così tanto da influenzare non solo l'ovulazione, portando a cicli anovulatori, diventando così causa di infertilità.

Nel caso di alcuni focolai endometrioidi che non influenzano gli strati profondi del tessuto muscolare, i cambiamenti ormonali durante una gravidanza insorta causano la menopausa fisiologica, avendo così un effetto benefico sul decorso della malattia, poiché il tasso di crescita delle cellule endometrioidi diminuisce. A volte, sullo sfondo della gravidanza, l'adenomiosi regredisce completamente e scompare.

Quando è necessario il trattamento

Poiché in alcuni casi con l'adenomiosi è possibile concepire e rimanere incinta, è logico presumere che non tutte le manifestazioni di questa malattia richiedano un trattamento. In effetti, le tattiche terapeutiche dipendono dallo stadio clinico dell'adenomiosi..

Oltre ai tre tipi principali: nodulare, diffuso e diffuso-nodulare, si distinguono i seguenti gradi o stadi di endometriosi genitale, a seconda della profondità del danno tissutale:

  1. Primo grado: le cellule endometriali crescono negli strati superiori del tessuto muscolare dell'utero, formando depressioni in esso. La struttura del miometrio non è cambiata. In questa fase è possibile la regressione della malattia indotta dagli ormoni..
  2. Secondo grado: le cellule della mucosa in crescita raggiungono la metà del miometrio. Di conseguenza, lo strato muscolare si ispessisce, diventa irregolare e perde la sua elasticità. Le donne iniziano a notare problemi con la gestazione o il concepimento. Tuttavia, questa fase della malattia si presta a un trattamento conservativo, ad es. trattamento farmacologico.
  3. Terzo grado: il miometrio è completamente colpito, a causa del quale le pareti dell'utero sono gravemente deformate e ispessite. Il problema non può essere risolto senza un trattamento chirurgico.
  4. Quarto grado: non solo l'utero è interessato, ma anche altri organi della piccola pelvi. Nei casi più gravi, è necessario rimuovere completamente l'utero con appendici.

Il trattamento medico conservativo è piuttosto lungo, da due a tre mesi a sei mesi o più. In questo caso, vengono prescritti farmaci ormonali, creando una menopausa artificiale, a causa della quale la crescita cellulare rallenta e, alla fine, si ferma..

La quantità di trattamento chirurgico dipende dall'entità della lesione. L'intervento chirurgico può essere sia delicato - escissione laparoscopica delle aree colpite, sia radicale - laparotomia con estirpazione dell'utero con o senza appendici. In questo caso, il paziente, purtroppo, perde la capacità di sopportare il bambino..

Prepararsi alla gravidanza con adenomiosi

Come segue da quanto sopra, è possibile rimanere incinta con adenomiosi, è molto più difficile avere un bambino. I pazienti con il primo e il secondo grado della malattia dopo un adeguato trattamento farmacologico hanno una reale possibilità di concepimento e gravidanza normale.

Grazie al costante sviluppo della medicina riproduttiva, le donne con lesioni endometriosiche più gravi, a cui è stata diagnosticata l'infertilità 10-15 anni fa, hanno la possibilità di diventare madri.

Spesso, dopo la rimozione chirurgica delle aree interessate degli organi riproduttivi, i medici offrono la fecondazione in vitro seguita dall'impianto dell'embrione nell'utero della futura mamma..

Pertanto, in ogni caso, preparandosi a rimanere incinta sullo sfondo dell'adenomiosi, è necessario essere attentamente esaminati e sottoporsi a un ciclo di terapia ormonale..

Oltre a ormoni, complessi vitaminici e minerali, immunostimolanti, sedativi, una dieta equilibrata, un'attività fisica moderata, le procedure terapeutiche SPA sono consigliate per il rafforzamento generale del corpo..

Adenomiosi e trasporto di un bambino

Portare un bambino con adenomiosi uterina è del tutto possibile e ci sono molte prove cliniche per questo. L'unica cosa da considerare è che la gravidanza con endometriosi interna può essere più difficile del solito, c'è una reale minaccia di aborto spontaneo, parto prematuro o distacco della placenta.

Pertanto, una donna che è riuscita a concepire con una tale diagnosi, e ancora di più un paziente dopo
FIVET, deve monitorare attentamente l'andamento della gravidanza, essere sensibile e rispondere a qualsiasi cambiamento nel corpo e avvisare tempestivamente il medico curante al riguardo.

Riassumiamo

L'adenomiosi è una patologia che mette in discussione la possibilità di concepire e portare in grembo un bambino. Tuttavia, può e deve essere combattuto. Attualmente, più del 60% delle coppie che si trovano ad affrontare questa diagnosi hanno la possibilità di diventare genitori..

L'unica cosa che una donna che soffre di adenomiosi uterina dovrebbe ricordare è che è necessaria un'attenzione costante dell'ostetrico-ginecologo presente e un atteggiamento responsabile nei confronti della propria salute.

Va inoltre tenuto presente che dopo il parto naturale, la crescita del tessuto endometrioide può diminuire e persino interrompersi e il ciclo mestruale migliorerà, mentre dopo un aborto il rischio di progressione della patologia aumenta in modo significativo.

Ascolta il tuo corpo, impara a riconoscere i segni che ti dà, visita regolarmente il tuo ginecologo, fatti visitare e segui le raccomandazioni del tuo medico: questa è la chiave del successo sulla strada per la gravidanza desiderata.

Gravidanza con adenomiosi: impatto su concepimento, gestazione e parto

L'adenomiosi è una malattia in cui lo strato mucoso dell'utero - l'endometrio - cresce nello strato muscolare - il miometrio. La patologia si manifesta con sanguinamento mestruale prolungato e pesante, accompagnato da dolore. L'adenomiosi può essere congenita, ma il più delle volte si verifica nell'età riproduttiva a causa di disturbi ormonali. A questo proposito, i problemi riproduttivi iniziano dal momento della fecondazione..

L'intero periodo di gravidanza, una donna ha bisogno di un monitoraggio specializzato e di una terapia di supporto. Durante il parto, c'è un alto rischio di complicanze, fino a forti emorragie seguite dalla rimozione dell'utero.

  • 1 Sistema riproduttivo nell'adenomiosi
  • 2 Sintomi di patologia
  • 3 Cause della malattia
  • 4 Adenomiosi e gravidanza
    • 4.1 Fecondazione
    • 4.2 Impianto
    • 4.3 Cuscinetto
    • 4.4 Parto e puerperio
    • 4.5 Rischio di infertilità
  • 5 Trattamento

Il sistema riproduttivo femminile dipende da molti processi strutturali, ormonali e biochimici. La violazione di qualsiasi collegamento può portare alla sterilità. Con l'adenomiosi, il problema è spesso di natura diffusa (non localizzata) e rappresenta molteplici cambiamenti patologici. La durata e la prevalenza della malattia è di fondamentale importanza..

L'utero gioca un ruolo chiave nel processo di trasporto di un bambino. È rappresentato da tre strati: mucoso, muscolare e sieroso. Lo strato interno che riveste la cavità dell'organo è l'endometrio. A condizione che ci sia un ciclo mestruale fisiologico e non ci sia gravidanza, viene rifiutata mensilmente, una donna lo vede sotto forma di sanguinamento.

La regolazione del ciclo mestruale e la frequenza del rigetto endometriale sono effettuate dagli ormoni. Sono prodotti nelle ovaie, nella ghiandola pituitaria e in altri organi endocrini. Con lo sviluppo di condizioni patologiche nel corpo, si verifica una germinazione incontrollata dell'endometrio nello strato muscolare dell'utero, e quindi il suo rigetto regolare e fisiologico è disturbato.

L'invasione endometriale può essere locale o diffusa. Nel primo caso viene interessata un'area limitata dello strato muscolare, nel secondo la maggior parte dell'endometrio è strettamente collegata al miometrio. Il volume della crescita è determinato nel processo di diagnosi, lo scopo delle manipolazioni terapeutiche e le tattiche di pianificazione e gestione della gravidanza dipendono fondamentalmente da questo..

Alcuni esperti ritengono che l'adenomiosi sia lo stadio iniziale dell'endometriosi, altri la distinguono come una malattia separata. In una fase iniziale di sviluppo, entrambe le patologie hanno segni e sintomi clinici simili..

Tra le principali manifestazioni di adenomiosi, si distinguono i seguenti sintomi:

  • la durata del ciclo mestruale diminuisce;
  • le mestruazioni durano più di 5 giorni, all'inizio e alla fine differiscono per sbavature di sangue;
  • una donna avverte un costante disagio nella cavità pelvica;
  • il dolore è intenso e pronunciato dal momento della sindrome premestruale fino alla fine delle mestruazioni;
  • sanguinamento abbondante, che spesso porta all'anemia.

Le donne in età riproduttiva sono soggette a esame obbligatorio per identificare la vera causa di adenomiosi, poiché molte condizioni patologiche sono correlate, è possibile lo sviluppo di un processo oncologico.

L'eziologia dell'adenomiosi non è completamente compresa. Si presume che la malattia sia provocata da disturbi ormonali - un eccesso di estrogeni. Le nascite multiple e gli aborti contribuiscono alla germinazione dell'endometrio. In alcune donne, la patologia è dovuta a una predisposizione genetica..

Spesso, la malattia viene scoperta per caso durante un esame di routine o una pianificazione della gravidanza. Allo stesso tempo, non è possibile stabilire la causa principale..

I fattori provocatori includono:

  • uso incontrollato di contraccettivi orali combinati;
  • neoplasie delle ovaie e della ghiandola pituitaria, che provocano disfunzione ormonale;
  • parto multiplo e complicato;
  • interventi chirurgici sull'utero e sugli organi pelvici;
  • forte aumento di peso o perdita di peso;
  • sovraccarico fisico con aumento della pressione intra-addominale.

Quando si esegue un esame completo, vengono spesso identificate diverse cause contemporaneamente che contribuiscono all'adenomiosi. Il pericolo maggiore è rappresentato dalle formazioni tumorali di organi produttori di ormoni, che hanno un decorso maligno e sono difficili da trattare, provocando conseguenze irreversibili..

La possibilità di fecondazione, trasporto di un bambino e parto fisiologico dipende dalla gravità e dal tipo di processo patologico. Per ogni condizione specifica, saranno richieste tattiche terapeutiche individuali, che si basano sulle caratteristiche dello sviluppo del disturbo..

Grado / forma di adenomiosiMeccanismo di sviluppoEffetti sulla gravidanza
Io laureatoLa crescita endometriale è limitata allo strato basale. Le manifestazioni cliniche sono rareCon la correzione razionale del farmaco, la gravidanza procede naturalmente, senza complicazioni
II gradoL'endometrio raggiunge la metà dello strato muscolareDurante la gravidanza, le donne sono minacciate di interruzione, sono necessari un regime speciale e un monitoraggio dinamico aggiuntivo
III gradoLa mucosa cresce attraverso lo spessore muscolare e raggiunge lo strato sierosoUno squilibrio ormonale pronunciato interrompe il ciclo mestruale e rende difficile il processo di fecondazione, la possibilità di aborto spontaneo non è esclusa durante la gravidanza e spesso si sviluppa sanguinamento spontaneo. Al momento del parto utilizza la tattica del taglio cesareo, è possibile la rimozione completa dell'utero
IV gradoIl processo patologico passa attraverso lo strato sieroso e si diffonde agli organi viciniLa possibilità di gravidanza è difficile, le donne affrontano difficoltà anche durante il concepimento, spesso si sviluppa infertilità
Forma focaleSi sviluppa come nodo o cisti, non supera il 10% del numero totale di casi di adenomiosi. Le cavità hanno inclusioni sotto forma di un fluido marrone che si accumula a causa delle mestruazioniLa prognosi del corso della gravidanza è generalmente favorevole, soprattutto se i nodi e la placenta attaccata si trovano su diverse pareti dell'utero
Forma diffusaLa forma più comune di adenomiosi si verifica nei 2/3 di tutti i casi. Il processo patologico si sviluppa su tutta la superficie dello strato muscolare, si formano più fistole nella cavità pelvica e aderenzeIl processo di adesione spesso diventa un ostacolo sul percorso dello sperma, ma anche in condizioni di fecondazione, lo zigote non riesce a prendere completamente piede sullo strato mucoso. L'aborto spontaneo si sviluppa già nel primo trimestre

Prima viene effettuata la diagnosi e viene rilevata l'adenomiosi, più favorevole è lo sviluppo della gravidanza e minori sono le complicazioni nel periodo postpartum. Il principale pericolo che la patologia rappresenta per le donne in età riproduttiva è lo sviluppo di infertilità persistente.

Il problema principale che le donne devono affrontare con l'adenomiosi appare anche al momento del concepimento. Dato che la malattia si verifica spesso con uno squilibrio ormonale, la durata del ciclo mestruale e la natura della dimissione vengono interrotte. Per la maggior parte delle donne, il ciclo diventa irregolare e non è possibile determinare l'ovulazione in modo affidabile a casa..

Per calcolare i giorni più favorevoli per il concepimento, una donna deve calcolare l'ovulazione con il metodo del calendario per diversi mesi utilizzando i segni sull'inizio delle mestruazioni, condurre test speciali e, se necessario, visitare una stanza diagnostica ecografica, che è il più informativo di tutti i metodi possibili..

Il prossimo problema che si pone sul percorso di sviluppo della gravidanza dopo che si è verificata la fecondazione è l'impossibilità di impianto. Il feto deve attaccarsi all'endometrio, da dove riceverà la nutrizione necessaria. Le difficoltà con l'impianto si verificano principalmente nei casi di un processo patologico comune.

Se lo strato mucoso è gravemente danneggiato o l'embrione viene rifiutato da esso, dopo la fecondazione, la gravidanza non si verifica. Ma questo è dovuto alla breve vita di uno zigote. La prossima volta che proverai a rimanere incinta, la situazione può essere drasticamente diversa, quindi la diagnosi di infertilità in questo caso non è praticamente esposta.

Nella maggior parte dei casi, la gravidanza è calma, specialmente con forme nodali di 1 e 2 gradi di gravità. Per prevenire un parto prematuro dall'inizio della gestazione, a una donna viene prescritta una terapia ormonale di supporto e correttiva. Al paziente viene mostrato riposo sessuale, limitazione del sovraccarico fisico e psico-emotivo, modalità domiciliare, soprattutto nel primo trimestre.

Al 3 °, 4 ° grado di adenomiosi, quando il processo è diffuso e diffuso con il coinvolgimento dell'intero strato muscolare, l'utero è quasi sempre in uno stato di tono, il rischio di aborto spontaneo è costantemente presente. Se la fecondazione e l'impianto sono comunque avvenuti e una donna ha avuto la possibilità di avere un figlio, trascorre la maggior parte del tempo in un ospedale dove viene eseguita una terapia specializzata.

Le tattiche di consegna e osservazione nel periodo postpartum dipendono completamente dal grado e dalla forma del processo patologico.

Se l'adenomiosi è di natura nodulare e il grado della sua diffusione è insignificante, si consiglia di eseguire il parto naturale. Ma la situazione cambia quando la placenta attaccata è in stretta vicinanza ai nodi adenomatosi, il rischio di sanguinamento aumenta, il paziente è sotto sorveglianza 24 ore su 24 in ospedale per un periodo di tempo più lungo.

Con la diffusione diffusa dell'adenomiosi, lo strato muscolare è sottile, c'è il rischio di rottura dell'utero durante il periodo dei tentativi, sorgono difficoltà con la separazione fisiologica della placenta e la probabilità di sanguinamento è molto alta. Una donna è preparata per il parto in anticipo, spesso una settimana prima della data prevista, viene ricoverata in ospedale.

Con una diagnosi di adenomiosi, aumenta il rischio di infertilità. La malattia si manifesta sullo sfondo di disturbi disormonali, che di per sé possono essere incompatibili con la gravidanza. L'endometrio non solo cresce negli strati profondi, ma subisce anche ipertrofia e cambiamenti che possono prevenire la gravidanza. Lo strato muscolare dell'utero reagisce alla penetrazione ispessendosi e ristrutturandosi, che impedisce il portamento del feto.

D'altra parte, se l'adenomiosi viene rilevata in una fase precoce, si consiglia di dare alla luce un bambino se la gravidanza è stata pianificata. Nel processo di gestazione, lo sfondo ormonale cambia e non c'è rigetto endometriale mensile, e quindi la malattia regredisce. A volte dopo la nascita di un bambino, scompare completamente, senza alcun intervento aggiuntivo..

La terapia per l'adenomiosi dipende dalla sua gravità e dall'età del paziente. A causa dei frequenti esami preventivi sistematici della popolazione femminile, i casi trascurati sono piuttosto rari. Pertanto, un trattamento conservativo è solitamente sufficiente, con l'aiuto del quale è possibile ottenere un recupero completo o una remissione stabile della malattia..

Nelle prime fasi dello sviluppo, vengono prescritti farmaci, come:

  • contraccettivi orali;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • analoghi dell'ormone di rilascio delle gonadotropine - Duphaston;
  • analgesici;
  • emostatico e altri mezzi.

Solo uno specialista può determinare la quantità di farmaci necessari, la durata del corso e il dosaggio dopo un esame completo e l'identificazione del grado e della forma della malattia. Dato che la patologia è grave, l'automedicazione non è raccomandata. Con lo sviluppo di forme gravi, i cambiamenti possono essere irreversibili, con conseguente infertilità..

In assenza di un effetto positivo dalle preparazioni di compresse utilizzate, è indicata la terapia locale. Un dispositivo intrauterino Mirena è installato per una donna per 1-3 anni, che contiene ormoni che normalizzano la crescita dell'endometrio. Il principio attivo viene dosato, quindi non c'è rischio di sovradosaggio o altre controindicazioni.

Dispositivo intrauterino nella cavità uterina

Con un decorso grave della malattia e resistenza alla terapia conservativa, viene eseguita l'isteroscopia diagnostica, durante la quale viene eseguita una biopsia (biomateriale) per studiare ed escludere il processo oncologico. Un'indicazione inequivocabile per la rimozione completa dell'organo è l'adenomiosi diffusa di 4 ° grado.

Dettagli sull'adenomiosi uterina

Le donne dopo i 40 anni si trovano in un gruppo a rischio speciale per una malattia così pericolosa come l'adenomiosi uterina. La medicina moderna offre una serie di misure efficaci per il trattamento di questa patologia, ma ogni donna dovrebbe avere informazioni sulle caratteristiche e le cause della malattia al fine di prevenirne il verificarsi.

Dettagli sulle caratteristiche della malattia

L'interno dell'utero è ricoperto da uno strato di tessuto chiamato endometrio. L'inizio del ciclo mestruale è caratterizzato dalla presenza della sola membrana di crescita, dopo di che l'endometrio inizia a crescere e svilupparsi attivamente. Questo processo ha lo scopo di accettare un ovulo fecondato, ma se non si verifica una gravidanza, l'endometrio troppo cresciuto viene rifiutato e, insieme al sangue, lascia l'utero. Questo processo continua per tutta l'età riproduttiva della donna..
L'adenomiosi è la seconda malattia più comune oggi. Uno strato speciale separa il tessuto muscolare dalle cellule endometriali. In assenza di patologie, l'endometrio cresce solo nella cavità uterina. In presenza di questa patologia, le cellule endometriali iniziano a dividersi attivamente e crescere nel tessuto muscolare. Questo processo si verifica in modo non uniforme e in diversi punti. I focolai di adenomiosi risultanti sono caratterizzati da un significativo ispessimento delle pareti uterine, che è una deformazione dell'utero. Il ciclo mestruale viene interrotto e la probabilità di concepire un bambino diminuisce più volte.

Classificazione dell'adenomiosi dell'utero

L'adenomiosi è classificata nei seguenti tipi:

  • diffuso (stadio 1);
  • nodoso (fase 2);
  • focale (fase 3).


    L'adenomiosi diffusa dell'utero è caratterizzata dalla formazione di "sacche" di cellule endometriali, che iniziano a dividersi e diffondersi attivamente oltre la cavità uterina, interessando il tessuto muscolare. In casi particolarmente gravi, si osserva la formazione di fistole che raggiungono le ossa pelviche.
    Con l'adenomiosi di tipo nodulare, si osserva la crescita dell'epitelio ghiandolare nell'area del tessuto muscolare. Inoltre, le celle formano nodi di varie dimensioni. Si può formare un gran numero di nodi, tutti dall'interno riempiti di fluido marrone, che è una conseguenza dell'attività delle ghiandole endometriali. Con una forma avanzata della malattia, i nodi sono pieni di sangue. La principale differenza tra l'adenomiosi di questo tipo è la consistenza densa dei nodi, poiché il tessuto connettivo cresce attivamente attorno ai focolai nodali endometriosici formati. Durante la diagnosi, i nodi in molti parametri possono assomigliare alla presenza di neoplasie benigne, quindi, per prescrivere un trattamento efficace, è necessario determinare con precisione il tipo di patologia.
    L'adenomiosi focale dell'utero è il grado più grave della malattia, poiché in questo caso la diffusione delle cellule endometriali non avviene in piccoli punti, ma in intere "colonie", formando così grandi focolai della malattia. La principale differenza tra la forma focale è che l'area interessata è separata da confini pronunciati, quindi l'adenomiosi sugli ultrasuoni è molto facile da determinare.
    L'adenomiosi interna della cervice si sviluppa solo all'interno della regione uterina. Quando le cellule endometriali toccano organi adiacenti (vescica, uretere, intestino, reni, ecc.), La patologia è esterna.

    Le cause della malattia

    Attualmente, ci sono diverse cause di adenomiosi uterina:

    1. Predisposizione genetica. Le statistiche forniscono la prova che le donne che hanno avuto questa malattia nella loro famiglia sono in un gruppo di rischio speciale per lo sviluppo di adenomiosi..
    2. Rifiuto del sangue durante le mestruazioni, che include un gran numero di cellule endometriali. Ciò può causare i loro depositi al di fuori della cavità uterina..
    3. La forma diffusa di adenomiosi si manifesta nelle donne, con un aumento del contenuto di ormoni maschili - estrogeni nel sangue.
    4. Malattie del sistema immunitario, che consente alle cellule endometriali di adattarsi e dividersi in condizioni insolite per loro. Pertanto, le cellule vengono impiantate all'esterno dell'utero e, di conseguenza, si sviluppa l'adenomiosi esterna.

    L'adenomiosi della cervice può anche verificarsi sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • effettuare aborti;
  • operazioni chirurgiche sugli organi riproduttivi femminili;
  • sovrappeso. In questa situazione, il tessuto adiposo funge da organo endocrino che sintetizza gli ormoni sessuali, compreso il testosterone in grandi quantità;
  • violazione del fegato;
  • varie malattie degli organi genitali femminili.

    Segni e sintomi della malattia

    I principali segni dello sviluppo di una malattia nodulare o diffusa sono:

    1. Algodismenorrea. Questo sintomo è un sintomo pronunciato e si manifesta nel corso doloroso delle mestruazioni. Nelle fasi iniziali della malattia, un forte dolore si verifica solo il primo giorno, in una fase successiva durante le mestruazioni. Tutto ciò porta a irritabilità, deterioramento delle condizioni generali del paziente..
    2. Infertilità femminile. Le donne molto spesso iniziano a determinare i segni di adenomiosi dell'utero dall'incapacità di rimanere incinta. Se le amate due strisce non compaiono sul test per diversi mesi durante la normale vita sessuale senza l'uso di contraccettivi, questo è un segnale che la coppia ha problemi di salute, in particolare stiamo parlando di adenomiosi. La patologia porta a processi adesivi nella regione cervicale, immunità indebolita, ovulazione compromessa, che è la causa dell'infertilità.
    3. Violazione del ciclo mestruale, che porta a scariche rare ma pesanti. Un grave sanguinamento uterino, che può durare fino a 14 giorni, è un sintomo per un tempestivo rinvio a uno specialista. Sullo sfondo di forti emorragie, si sviluppa un'altra patologia: l'anemia.
    4. Incapacità di una donna di avere un figlio. Anche se con questa malattia una donna è riuscita a rimanere incinta, non sarà in grado di sopportare e dare alla luce un bambino, poiché un cambiamento nelle pareti della regione uterina e una violazione dei livelli ormonali provocherà aborti spontanei. Certo, ci sono possibilità di dare alla luce un bambino sano, ma questo è un processo che richiederà il massimo sforzo e la supervisione di uno specialista..

    Adenomiosi e fibromi uterini

    Adenomiosi in combinazione con mioma uterino: queste due patologie si trovano insieme nell'80% dei casi, poiché i meccanismi di insorgenza di entrambe le malattie sono molto simili nella struttura. Inoltre, quando si esegue la diagnostica, è abbastanza facile confondere queste patologie tra loro, quindi la diagnosi della malattia dovrebbe essere effettuata non solo sugli ultrasuoni, ma anche attraverso altri studi clinici..
    L'allargamento dell'utero con adenomiosi corrisponde alla dimensione del fibroma. La principale differenza tra queste malattie è che dopo la fine delle mestruazioni con adenomiosi diffusa, l'utero assume le sue dimensioni naturali. Il mioma dell'utero in combinazione con l'adenomiosi presenta sintomi simili che non subiscono alcun cambiamento, nonostante la malattia concomitante. In via eccezionale, è possibile rilevare più fibromi uterini in combinazione con l'adenomiosi, che è accompagnata da sanguinamento abbondante al di fuori del ciclo mestruale..
    La combinazione di adenomiosi con fibromi uterini è una patologia che praticamente non risponde al trattamento di tipo conservativo. Gli esperti consigliano alle donne in una situazione del genere di utilizzare la chirurgia e rimuovere l'organo riproduttivo.

    Quali sono le possibili conseguenze? La diffusione delle cellule endometriali al di fuori degli spazi uterini è la causa di una violazione della mucosa dell'organo. Le pareti uterine diventano sottili e fragili. Con il mioma uterino con adenomiosi, l'ovulo fecondato non è in grado di trattenere le pareti sottili. Tutto ciò porta alla sterilità e le cellule endometriali troppo cresciute possono causare tumori maligni..

    Adenomiosi e gravidanza

    Questa patologia è una delle principali cause di infertilità tra le donne. Un trattamento tempestivo può ripristinare la fertilità di una donna. L'eco con adenomiosi dovrebbe essere eseguita solo in caso di terapia e sotto la supervisione di uno specialista, poiché esiste un alto rischio di interruzione prematura della gravidanza. Secondo le statistiche, molte donne hanno portato e dato alla luce un bambino sano, ma soggetto a tutte le raccomandazioni individuali del ginecologo. Quindi, l'adenomiosi e l'eco sono cose compatibili, ma se valga la pena eseguire questa procedura o se sottoporsi a un ciclo di terapia prima della gravidanza può essere detto solo da un medico, sulla base di studi diagnostici. Particolarmente pericolosi sono i fibromi uterini in combinazione con l'adenomiosi, in questo caso è meglio non eseguire la fecondazione in vitro.

    Adenomiosi e infertilità

    L'adenomiosi (endometriosi del corpo uterino) è una patologia caratterizzata dal fatto che nel suo strato muscolare (miometrio) si trovano cellule strutturalmente e funzionalmente simili alle cellule della mucosa uterina (endometrio).

    Pertanto, i cambiamenti ciclici durante il ciclo mestruale si verificano sia nella mucosa che nello strato muscolare. I focolai di adenomiosi sono in costante crescita, il che determina la natura progressiva della malattia. Cambiamenti degenerativi patologici iniziano gradualmente a verificarsi nel miometrio..

    Poiché l'endometriosi interna può essere una delle ragioni per lo sviluppo dell'infertilità femminile, in questo articolo vorremmo parlare in modo più dettagliato di questa patologia, delle sue cause e dei metodi di trattamento e soffermarci anche sul fatto che la gravidanza sia possibile con l'adenomiosi.

    Cause di adenomiosi

    Come nel caso dell'endometriosi, le cause dell'adenomiosi non sono attualmente ben comprese. Tuttavia, gli esperti identificano i gruppi a rischio per lo sviluppo di adenomiosi. La probabilità di sviluppare patologie è maggiore nelle donne:

    • avere una storia familiare gravata di endometriosi e di eventuali masse negli organi del sistema genito-urinario
    • che ha partorito in tarda età riproduttiva o ha avuto complicazioni durante il parto
    • con menarca precoce o troppo tardivo
    • utilizzando COC o dispositivo intrauterino
    • con malattie infiammatorie e / o interventi chirurgici sugli organi pelvici
    • interrompere la gravidanza
    • con una violazione del sistema immunitario del corpo
    • sovrappeso
    • sotto l'influenza di fattori esterni negativi e stile di vita improprio (situazione ambientale sfavorevole nella regione, attività fisica grave, stile di vita sedentario)

    Segni di adenomiosi

    Forse il sintomo più comune è il dolore ciclico (algomenorrea). Come ricordi, il rivestimento dell'utero si ispessisce gradualmente durante il ciclo. Se il concepimento non si è verificato, lo strato funzionale viene rifiutato durante le mestruazioni. Nei focolai di adenomiosi, le cellule si comportano nel solito modo: il tessuto viene ciclicamente trasformato e quindi respinto. Questo processo è sempre accompagnato da infiammazione, che è di natura cronica, sviluppo di edema nell'area focale di adenomiosi e dolore, che sono causati dal fatto che le terminazioni nervose sono compresse e la circolazione sanguigna è compromessa. L'intensità della sindrome del dolore dipende dalla prevalenza dell'adenomiosi e dalla sua localizzazione all'interno dell'utero stesso.

    Inoltre, la durata delle mestruazioni e il volume delle dimissioni cambiano. Con l'adenomiosi, i pazienti notano che lo spotting appare pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e continua per qualche tempo dopo la sua fine. C'è spesso un'emorragia più abbondante. Quindi, un altro sintomo di adenomiosi è l'iperpolimenorrea..

    Poiché una donna perde più sangue ogni mese durante le mestruazioni di quanto dovrebbe normalmente verificarsi, in molti casi può svilupparsi anemia da carenza di ferro, che a sua volta è caratterizzata da debolezza generale, affaticamento, ridotta capacità di lavorare e vertigini.

    In alcuni casi, i pazienti con adenomiosi possono sperimentare infertilità.

    Forme di adenomiosi

    Esistono 3 forme di adenomiosi:

    • Diffuso, in cui le cellule simili all'endometrio si trovano nell'intero tessuto del miometrio, a seguito del quale acquisisce una struttura cellulare. I focolai di adenomiosi (eterotopia) sono posizionati in modo relativamente uniforme su tutto lo spessore dello strato muscolare dell'utero.
    • Nodulare, quando i nodi endometrioidi di diverse dimensioni si trovano in diverse parti del miometrio. C'è sangue o fluido brunastro all'interno di ogni nodo, risultante da cambiamenti ciclici.
    • Diffuso-nodulare, che è caratterizzato da una combinazione dei primi due.

    Il grado di adenomiosi

    Il grado di adenomiosi è determinato in base a quanto profondamente i cambiamenti hanno interessato lo strato muscolare dell'utero, ed è rilevante solo per la gravità della forma diffusa di patologia.

    • L'adenomiosi di grado I è caratterizzata dalla proliferazione di cellule simili all'endometrio nello strato sottomucoso.
    • Il grado II viene diagnosticato se non più del 50% dello strato muscolare è coinvolto nel processo patologico.
    • Il grado III suggerisce che l'adenomiosi si è diffusa a più del 50% dello spessore del miometrio.
    • Il grado IV è caratterizzato dalla diffusione dell'adenomiosi non solo nel miometrio stesso, ma anche al di fuori di esso. Il processo patologico colpisce già la membrana sierosa dell'utero, che successivamente porta al fatto che l'endometriosi viene trasferita al peritoneo e agli organi pelvici.

    Diagnosi di adenomiosi

    L'adenomiosi può essere sospettata in base ai reclami del paziente. Tuttavia, i sintomi non sono abbastanza specifici e quindi è necessario un esame aggiuntivo..

    • Ultrasuoni degli organi pelvici. Durante lo studio, si trova un utero allargato di forma sferica. Se vengono rilevate più formazioni, la cui dimensione non supera 0,5 cm di diametro, con contenuto anecoico e non esiste un confine chiaro tra il miometrio e la mucosa uterina, ciò indica una forma diffusa di patologia. Se il medico scopre formazioni iperecogene che hanno una forma irregolare, i risultati ottenuti possono indicare lo sviluppo della forma nodulare di adenomiosi. I medici di diagnostica ecografica della Nova Clinic hanno una vasta esperienza pratica nell'identificazione di varie forme di adenomiosi e la sua diagnosi è facilitata dall'utilizzo delle più moderne macchine ad ultrasuoni.
    • L'isteroscopia, che viene eseguita presso Nova Clinic utilizzando dispositivi Karl Storz con ottica flessibile, consente di determinare a fondo non solo la presenza stessa della patologia, ma anche il grado della sua prevalenza, che gioca un ruolo importante nello sviluppo del regime di trattamento più efficace.
    • L'isterosalpingografia è un metodo di diagnostica delle radiazioni, durante il quale un mezzo di contrasto viene iniettato nella cavità uterina, riempiendo i fuochi dell'endometriosi. L'immagine risultante consente di avere un'idea chiara del processo patologico.
    • La laparoscopia diagnostica consente di diagnosticare in modo affidabile l'adenomiosi solo se il processo patologico è andato oltre l'organo, interessando la membrana sierosa. Nelle fasi precedenti, l'adenomiosi può essere sospettata in base ai cambiamenti nelle dimensioni e nei contorni dell'utero.

    Trattamento dell'adenomiosi

    Il trattamento prevede una terapia conservativa con vari farmaci ormonali o un intervento chirurgico. Inoltre, vengono utilizzati metodi fisioterapici, farmaci immunocorrettivi e analgesici.

    In alcuni casi, il trattamento chirurgico e quello medico sono combinati: durante la laparoscopia, il medico rimuove i focolai di adenomiosi, dopo di che vengono prescritti farmaci ormonali che sopprimono la funzione ovarica per diversi mesi per prevenire le ricadute.

    In ogni caso, il medico prescrive un regime di trattamento individuale basato sui risultati dell'esame, nonché sul fatto che il paziente stia pianificando di avere un bambino.

    Adenomiosi e infertilità

    Nel caso in cui l'adenomiosi sia in una fase iniziale, puoi rimanere incinta. I problemi iniziano a sorgere nella fase in cui la cavità uterina viene significativamente modificata e deformata, diventa molto difficile ottenere una gravidanza, perché la probabilità di successo dell'impianto dell'embrione e del suo ulteriore sviluppo nell'utero è estremamente bassa. In alcuni casi, con forme gravi di adenomiosi, il medico può raccomandare una procedura di maternità surrogata, quando un embrione ottenuto a seguito di fecondazione in vitro (fecondazione in vitro) viene trapiantato nella cavità uterina di una madre surrogata, che lo sopporta e dopo la nascita trasferisce il bambino a genitori biologici. Ma, naturalmente, una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato di solito consentono di ripristinare la fertilità naturale..

    Adenomiosi

    Il mio blog

    Informazioni sui vantaggi dell'ispezione tecnica

    Interessante

    Prescrizioni di contraccezione

    Prima o poi, ogni donna affronta la domanda: come proteggersi da una gravidanza indesiderata?

    La mia consulenza

    So che non ti piace visitare un ginecologo, ma, ahimè, nessuna donna può fare a meno dell'attenzione di questo medico.

    Versione video:

    "Hai adenomiosi nell'utero" - questa conclusione viene spesso ascoltata dalle donne (specialmente dopo 27-30 anni) durante un'ecografia o dopo un esame su una sedia. Molto raramente, ai pazienti viene spiegato in dettaglio cos'è questa malattia..

    Scopriamolo.

    L'adenomiosi viene talvolta definita "endometriosi interna", equiparandola a un tipo di endometriosi. La maggior parte dei ricercatori ritiene che sebbene queste malattie siano simili, sono ancora due diverse condizioni patologiche..

    Cos'è l'adenomiosi?

    Lascia che ti ricordi che la cavità uterina è rivestita da una membrana mucosa chiamata endometrio. L'endometrio cresce durante il ciclo mestruale in preparazione per ricevere un ovulo fecondato. Se la gravidanza non si verifica, lo strato superficiale (chiamato anche "funzionale") viene rifiutato, accompagnato da sanguinamento (questo processo è chiamato mestruazione). Lo strato di crescita dell'endometrio rimane nella cavità uterina, da cui nel successivo ciclo mestruale l'endometrio ricomincia a crescere.

    L'endometrio è separato dallo strato muscolare dell'utero da uno speciale strato sottile di tessuto che separa questi strati. Normalmente, l'endometrio può crescere solo nella direzione della cavità uterina, semplicemente ispessendosi durante il ciclo mestruale. Con l'adenomiosi, si verifica quanto segue: in diversi punti dell'endometrio, il tessuto in divisione cresce (tra l'endometrio e il muscolo) e inizia a invadere la parete muscolare dell'utero.

    Importante! L'endometrio non cresce nella parete dell'utero dappertutto, ma solo in alcuni punti. Per chiarezza, darò un esempio. Hai piantato piantine in una scatola di cartone e se non le hai trapiantate nel terreno per molto tempo, le singole radici germoglieranno attraverso la scatola. È così che l'endometrio cresce sotto forma di "radici" separate che penetrano nella parete muscolare dell'utero.

    In risposta alla comparsa del tessuto endometriale nel muscolo uterino, inizia a rispondere all'invasione. Ciò si manifesta con l'ispessimento reattivo dei singoli fasci di tessuto muscolare attorno all'endometrio invasore. Il muscolo sta cercando di limitare l'ulteriore diffusione di questo processo di crescita..
    Poiché il muscolo aumenta di dimensioni, quindi, di conseguenza, l'utero con adenomiosi inizia ad aumentare di dimensioni, acquisisce una forma sferica.

    Quali sono le forme di adenomiosi?

    In alcuni casi, il tessuto endometriale penetrato forma focolai del suo accumulo nello spessore del muscolo, quindi dicono che questa è "adenomiosi - una forma focale". Se c'è semplicemente l'introduzione dell'endometrio nella parete dell'utero senza la formazione di focolai, si parla di una "forma diffusa" di adenomiosi. A volte c'è una combinazione di forme diffuse e nodulari di adenomiosi.

    Succede che l'endometrio, incorporato nella parete dell'utero, formi nodi molto simili ai nodi dei fibromi uterini. Se i fibromi uterini, di regola, sono rappresentati da componenti muscolari e del tessuto connettivo, nei nodi di adenomiosi predominano la componente ghiandolare e il tessuto connettivo. Questa forma di adenomiosi è chiamata "nodulare".

    Adenomiosi e fibromi uterini

    Può essere molto difficile con gli ultrasuoni distinguere il nodo del fibroma uterino dalla forma nodulare di adenomiosi. Inoltre, si ritiene che il tessuto endometriale possa essere introdotto in nodi miomatosi già esistenti. Abbastanza spesso, puoi vedere una combinazione di adenomiosi e fibromi uterini. Ad esempio, sullo sfondo dell'adenomiosi diffusa, ci sono nodi di fibromi uterini.

    Come risultato della diagnosi, è molto importante fare la diagnosi corretta e determinare chiaramente cosa è esattamente presente nell'utero - fibromi uterini o adenomiosi - la forma nodale. Il trattamento dei fibromi uterini e dell'adenomiosi è praticamente lo stesso, ma l'efficacia è diversa e ciò influenzerà la prognosi del trattamento.

    Quali sono le cause dell'adenomiosi?

    La causa esatta della formazione dell'adenomiosi non è ancora nota. Si presume che tutti i fattori che interrompono la barriera tra l'endometrio e lo strato muscolare dell'utero possano portare allo sviluppo di adenomiosi..

    Che cosa esattamente:

    • Raschiamento e aborto
    • Taglio cesareo
    • Rimozione dei nodi fibrosi uterini (specialmente con l'apertura della cavità uterina)
    • Parto
    • Infiammazione dell'utero (endometrite)
    • Altre operazioni sull'utero

    Allo stesso tempo, ma molto raramente, l'adenomiosi si riscontra nelle donne che non hanno mai tollerato gli interventi e le malattie sopra descritte, così come nelle giovani ragazze adolescenti che hanno iniziato da poco il ciclo.

    In questi rari casi, vengono suggerite due ragioni..

    Il primo motivo è associato al verificarsi di disturbi durante lo sviluppo intrauterino della ragazza e l'endometrio, senza fattori esterni, viene introdotto nella parete dell'utero..

    Il secondo motivo è associato al fatto che le ragazze giovani possono avere difficoltà ad aprire il canale cervicale durante le mestruazioni. Le contrazioni muscolari dell'utero durante le mestruazioni in presenza di spasmo cervicale creano pressioni molto elevate all'interno dell'utero, che possono avere un effetto traumatico sull'endometrio, cioè sulla barriera che separa l'endometrio e lo strato muscolare dell'utero. Di conseguenza, può verificarsi l'introduzione dell'endometrio nella parete dell'utero..

    Inoltre, è questo meccanismo che può svolgere un ruolo nello sviluppo dell'endometriosi, poiché quando il deflusso del flusso mestruale dall'utero è difficile sotto l'influenza dell'alta pressione, queste secrezioni attraverso i tubi in grandi quantità entrano nella cavità addominale, dove si verifica l'impianto di frammenti endometriali sul peritoneo.

    Come si manifesta l'adenomiosi?

    In più della metà delle donne l'adenomiosi è asintomatica. I sintomi più comuni di adenomiosi sono mestruazioni dolorose e abbondanti, spesso coagulate, con un periodo prolungato di macchie brunastre, dolore durante i rapporti e talvolta sanguinamento intermestruale. Il dolore nell'adenomiosi è spesso abbastanza forte, spastico, tagliente, a volte può essere "pugnale". Tali dolori sono scarsamente alleviati dall'assunzione di farmaci antidolorifici convenzionali. L'intensità del dolore durante le mestruazioni può aumentare con l'età..

    Diagnosi di adenomiosi

    Molto spesso, la diagnosi di "adenomiosi" viene effettuata su consultazione di un ginecologo durante un'ecografia. Il medico vede "un utero allargato, una struttura eterogenea del miometrio (scrivono anche" ecogenicità eterogenea "), l'assenza di un confine netto tra l'endometrio e il miometrio," frastagliamento "nell'area di questo confine, la presenza di focolai nel miometrio.

    Un medico può descrivere un forte ispessimento di una delle pareti dell'utero rispetto all'altra. Queste sono le descrizioni ecografiche più comuni dell'adenomiosi, che puoi leggere nel tuo rapporto. Durante un esame su una sedia, il medico può dire che l'utero è ingrandito, una parola molto importante è "utero rotondo".

    La diagnosi di adenomiosi viene spesso effettuata durante l'isteroscopia. Durante questa procedura, vedono i cosiddetti "passaggi" - questi sono punti rossi nell'endometrio, che corrispondono esattamente ai punti in cui l'endometrio è entrato nella parete dell'utero.

    Meno comunemente, la risonanza magnetica viene utilizzata per confermare la diagnosi. Questo metodo è più indicato nei casi in cui gli ultrasuoni non sono in grado di distinguere in modo affidabile tra la forma nodulare di adenomiosi e i fibromi uterini. Questo è importante quando si pianificano le tattiche di trattamento..

    Importante! Poiché l'adenomiosi in più della metà delle donne è asintomatica e la maggior parte delle donne vive la propria vita senza sapere di avere adenomiosi (adenomiosi, come i fibromi uterini e l'endometriosi, regredisce dopo la menopausa), non dovresti preoccuparti immediatamente se durante esame ti viene data questa diagnosi.

    Questa è una situazione abbastanza comune - vieni per un esame di routine o con lamentele di perdite vaginali - allo stesso tempo fanno un'ecografia e diagnosticano "adenomiosi", nonostante tu non abbia i sintomi caratteristici di questa malattia. Il medico è obbligato a descrivere i cambiamenti che ha visto, ma questo non significa che sia urgentemente necessario iniziare il trattamento.

    L'adenomiosi è una "condizione" molto comune dell'utero, che può non manifestarsi in alcun modo per tutta la vita e regredire autonomamente dopo la menopausa. Potresti non affrontare mai i sintomi di questa malattia.

    L'adenomiosi nella maggior parte dei casi è caratterizzata da un decorso asintomatico stabile, senza progressione della malattia, se non vengono creati fattori aggiuntivi per questo sotto forma di aborti e curettage.

    Nella maggior parte delle donne, l'adenomiosi esiste come "sfondo" e non richiede un trattamento serio, solo misure preventive, che descriverò di seguito.

    L'adenomiosi come problema serio è meno comune, di regola, in questa situazione si manifesta immediatamente come sintomi e ha un decorso progressivo. Questa "adenomiosi" richiede un trattamento.

    Trattamento dell'adenomiosi

    L'adenomiosi non può essere completamente curata a meno che non si tenga conto della rimozione dell'utero. Questa malattia regredisce dopo la menopausa. Fino a questo punto, possiamo ottenere una leggera regressione dell'adenomiosi e prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia..

    Per il trattamento dell'adenomiosi, vengono utilizzati praticamente gli stessi approcci del trattamento dei fibromi uterini.

    Poiché l'adenomiosi regredisce dopo la menopausa, vengono utilizzati farmaci degli agonisti del GnRH (buserelin-depot, zoladex, lucrin, ecc.). Questi farmaci creano uno stato reversibile della menopausa, che porta alla regressione dell'adenomiosi e all'eliminazione dei sintomi della malattia. È importante ricordare che dopo la fine del ciclo di trattamento e il ripristino della funzione mestruale, l'adenomiosi si ripresenta rapidamente nella stragrande maggioranza dei casi, quindi, dopo il corso principale della terapia, è necessario passare ai contraccettivi ormonali o installare la spirale Mirena.

    Ciò stabilizzerà i risultati raggiunti dal corso principale di trattamento..

    L'embolizzazione dell'arteria uterina ha un effetto misto sull'adenomiosi. Ci sono pubblicazioni in cui la presenza di adenomiosi è persino chiamata la ragione dell'inefficacia degli Emirati Arabi Uniti, effettuata per trattare i fibromi uterini. Ma ci sono anche pubblicazioni che descrivono l'alta efficienza degli Emirati Arabi Uniti contro l'adenomiosi. Abbiamo fatto gli Emirati Arabi Uniti in presenza di adenomiosi e abbiamo avuto buoni risultati. Ho notato che se il tessuto dell'adenomiosi è ben fornito di sangue, gli Emirati Arabi Uniti erano efficaci e se il flusso sanguigno nell'area dell'adenomiosi era scarso, non c'era alcun effetto.

    I metodi chirurgici includono la rimozione del tessuto dell'adenomiosi preservando l'utero e una soluzione radicale al problema: l'amputazione dell'utero. Vale la pena ricorrere a metodi chirurgici di trattamento solo in casi estremi, quando nient'altro aiuta..

    Il dispositivo intrauterino Mirena è utile per livellare i sintomi dell'adenomiosi. È impostato per 5 anni. Sullo sfondo di questa spirale, le mestruazioni diventano scarse o scompaiono completamente, i dolori possono scomparire.

    I contraccettivi ormonali possono prevenire l'adenomiosi e arrestarne la progressione nelle prime fasi della malattia. Per ottenere il massimo effetto, i contraccettivi sono meglio presi secondo uno schema prolungato - 63 + 7 - cioè tre confezioni di fila senza interruzione e solo dopo una pausa di 7 giorni, poi di nuovo 63 giorni di assunzione del farmaco.

    Adenomiosi e infertilità

    Secondo gli autori occidentali, non esiste un legame provato tra adenomiosi e infertilità, cioè si presume che l'adenomiosi isolata non influenzi la capacità di rimanere incinta. Tuttavia, l'adenomiosi è abbastanza spesso combinata con altre condizioni patologiche, ad esempio con l'endometriosi o il mioma uterino, che possono influire sulla fertilità di una donna..

    Riassumere:

    • L'adenomiosi è una malattia abbastanza comune, la cui frequenza raggiunge il 60-70%
    • Nell'adenomiosi, l'endometrio invade la parete muscolare dell'utero, provocando un ispessimento reattivo delle fibre muscolari attorno al tessuto invasore. Ciò aumenta le dimensioni dell'utero.
    • Molto spesso, l'adenomiosi viene diagnosticata nelle donne dopo 30 anni
    • Si presume che varie manipolazioni mediche con l'utero portino allo sviluppo di adenomiosi: curettage, aborto, taglio cesareo, parto, operazioni sull'utero, processo infiammatorio.
    • In più della metà delle donne, l'adenomiosi è asintomatica
    • I sintomi più comuni di adenomiosi sono mestruazioni abbondanti, dolorose e prolungate con coaguli e dolore durante il rapporto.
    • L'adenomiosi viene spesso diagnosticata mediante ecografia e isteroscopia
    • L'adenomiosi è spesso combinata con il mioma uterino, con la forma nodulare di adenomiosi è difficile distinguerla dal nodo miomato
    • Il trattamento dell'adenomiosi si riduce alla creazione di una menopausa reversibile, seguita da una fase di stabilizzazione sotto forma di assunzione di contraccettivi ormonali o installazione di un sistema ormonale intrauterino "Mirena"
    • L'embolizzazione delle arterie uterine in alcuni casi è un metodo efficace per trattare l'adenomiosi
    • L'adenomiosi molto probabilmente non porta alla sterilità da sola..
  • E 'Importante Conoscere La Pianificazione

    I benefici e i rischi degli agrumi durante la gravidanza

    Infertilità

    Gli agrumi sono un tesoro di minerali e una serie di vitamine che hanno un effetto positivo sul benessere generale. Gli agrumi durante la gravidanza devono essere consumati con cautela per evitare gravi conseguenze..

    Acido ascorbico durante la gravidanza: pro e contro, regole di ammissione e raccomandazioni dei medici

    Concezione

    Ogni persona ricorda quale gioia ha provato durante l'infanzia alla vista dell '"acido ascorbico" giallo.

    Depressione in gravidanza: cause e come sbarazzarsi di

    Neonato

    La depressione in gravidanza è un disturbo mentale che si manifesta nella maggior parte delle donne durante la gestazione ed è caratterizzato da grave ansia, affaticamento mentale e depressione per lungo tempo.

    Il raffreddore della madre durante l'allattamento: come trattare e quali farmaci antivirali possono essere assunti durante l'allattamento?

    Parto

    Un'infezione virale o semplicemente un raffreddore è diverso: tutto dipenderà dalla posizione dell'agente eziologico della malattia.