Principale / Parto

Menu per una donna in travaglio dopo un taglio cesareo per una settimana: un elenco di cibi proibiti e sani, una dieta per il giorno immediatamente dopo il parto e il bere

La dieta dopo il taglio cesareo è importante non solo per la donna in travaglio, ma anche per il bambino. Alimenti sani e facilmente digeribili ripristineranno la forza, accelereranno il periodo di riabilitazione e miglioreranno la produzione di latte.

  1. Come mangiare una madre che allatta dopo un taglio cesareo
  2. Indicazioni per un taglio cesareo
  3. Caratteristiche del parto con taglio cesareo
  4. Quale dieta è determinata per una donna in travaglio dopo il parto con taglio cesareo
  5. Cosa puoi mangiare
  6. Cosa non è permesso all'inizio
  7. Cosa non mangiare dopo il taglio cesareo durante l'allattamento
  8. Perché dovresti seguire una dieta
  9. Esercizio fisico
  10. Menu per la settimana
  11. Come mangiare bene: frequenza dei pasti e numero di porzioni
  12. Video utile

Come mangiare una madre che allatta dopo un taglio cesareo

Dopo la nascita di un bambino, la dieta di una giovane madre è significativamente diversa dalla dieta abituale. Ogni prodotto dovrebbe già essere valutato per le sue qualità utili per il bambino, perché tutte le vitamine e gli oligoelementi entreranno nel corpo del bambino attraverso il latte materno.

Dopo un taglio cesareo, il lavoro del tratto gastrointestinale (GIT) cambia leggermente. Pertanto, sviluppiamo ciò che puoi mangiare nelle prime ore e nella prima settimana dopo l'intervento.

Indicazioni per un taglio cesareo

Il taglio cesareo (CS) può essere eseguito secondo l'opzione pianificata, i cui motivi sono determinati anche durante la gravidanza e urgentemente.

Quali sono le indicazioni per un'operazione programmata:

  • l'età della donna in travaglio è di oltre 33-35 anni;
  • grande frutto;
  • bacino anatomicamente stretto nella futura mamma;
  • cicatrice sull'utero;
  • placenta previa parziale o completa;
  • infertilità prolungata;
  • infezioni del tratto riproduttivo;
  • gravidanza multipla.

Le indicazioni di emergenza includono:

  • carenza di ossigeno acuta nel feto;
  • debolezza del lavoro (quando i farmaci non aiutano);
  • la minaccia di rottura uterina;
  • aderenza fetale pelvica o trasversale.

Caratteristiche del parto con taglio cesareo

Un taglio cesareo è una sorta di procedura chirurgica che rimuove il bambino dall'addome della madre. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Esistono due tipi di sollievo dal dolore: anestesia spinale o anestesia generale. Durante la procedura, il medico esegue due incisioni trasversali sopra l'osso pubico: la prima è la pelle e il grasso, la seconda è l'utero. Dopo che il neonato ha visto questo mondo, i medici eseguono una sutura cosmetica.

Quale dieta è determinata per una donna in travaglio dopo il parto mediante taglio cesareo

Dopo l'operazione, la madre appena nata dovrebbe riposare molto e mangiare bene per guadagnare forza ed energia. La dieta è necessaria non solo per il recupero, ma anche per la produzione di latte materno..

Cosa puoi mangiare

Il cibo dopo il parto dovrebbe essere il più leggero e fortificato possibile. Nei primi giorni, una donna dovrà bere molti liquidi, compresi i brodi di carne (saranno la principale fonte di proteine). Inoltre, dovresti dare la preferenza a verdure, frutta, erbe aromatiche, cereali integrali e carni magre..

Il latte fermentato e i latticini saranno di grande beneficio. Aiuteranno a ripristinare la funzione intestinale e ad arricchire il corpo con preziose proteine. Il latte vaccino deve essere trattato con cautela, poiché è un allergene. Il primo giorno, le donne bevono solo acqua purificata e nel tardo pomeriggio (se la fame si sveglia), è consentito un po 'di kefir o yogurt magro.

Cosa non è permesso all'inizio

Nel periodo postoperatorio, una giovane madre dovrebbe evitare determinati alimenti che possono disturbare il sistema digerente o causare allergie alimentari nel neonato..

Elenco degli alimenti che non possono essere mangiati:

  • marinate;
  • Spezia;
  • cipolla e aglio;
  • cibo in scatola;
  • Maionese;
  • miele;
  • Frutti esotici;
  • cacao;
  • Fast food;
  • cavolo;
  • dolci;
  • funghi;
  • carni grasse;
  • un pesce;
  • legumi;
  • prodotti di farina.

Bevande alcoliche, cibi grassi e piccanti dovrebbero essere completamente rimossi dalla dieta..

Cosa non mangiare dopo il taglio cesareo durante l'allattamento

Finché una donna allatta al seno, dovrà rinunciare ad alcuni prodotti. Questo aiuterà a prevenire coliche, gas e allergie..

Dalla dieta per l'allattamento, è necessario rimuovere:

  • legumi;
  • cetrioli;
  • pomodori;
  • cavolo;
  • uva;
  • Maionese;
  • mostarda;
  • sottaceti;
  • formaggio fuso;
  • prodotti da forno lievitati;
  • frutti di mare;
  • mandarini;
  • fragole;
  • cioccolato;
  • cacao;
  • latte grasso.

Perché dovresti seguire una dieta

Il cibo dietetico dopo il parto è prescritto dal medico curante. La dieta prescritta ti aiuterà a recuperare più velocemente ed evitare complicazioni..

Dopo il CS, gli organi interni iniziano a funzionare in un ordine diverso..

Dopo l'operazione, è importante migliorare il funzionamento dell'apparato digerente, soprattutto dell'intestino. Questo può essere ottenuto solo attraverso la dieta..

Inoltre, alcuni prodotti aiuteranno ad accelerare la guarigione delle ferite postoperatorie e la rimozione dei farmaci dal corpo. I pasti fortificati miglioreranno l'allattamento e la produzione di latte.

Esercizio fisico

Molte donne non possono immaginare la loro vita senza sport. Inoltre, è anche necessario tenere conto del fatto che il periodo di gravidanza aggiunge diversi chili in più, dai quali è necessario sbarazzarsi. L'attività fisica insieme alla dieta accelererà il periodo di riabilitazione, migliorerà l'umore e il benessere generale. Ma è allora che puoi iniziare a muoverti attivamente dopo un'operazione così difficile?

Poche ore dopo il CS, il medico consiglia di rotolare periodicamente da un lato all'altro. Il giorno dopo, puoi provare ad alzarti. Ma tutto questo è possibile solo se l'operazione ha avuto successo e la sutura chirurgica non porta forti dolori e sanguinamenti. Sarà possibile tornare ad un'attività fisica più seria dopo 6-9 mesi (a seconda dell'individualità dell'organismo).

All'inizio, una donna camminerà piuttosto lentamente mentre cammina con un bambino. Inoltre, sarà possibile eseguire esercizi di respirazione, che aiuteranno a ripristinare gradualmente il tono dei muscoli addominali..

È inoltre necessario aumentare gradualmente il carico. Si consiglia di iniziare con sport leggeri. Ad esempio, dopo che la sutura è guarita, puoi iniziare ad andare in piscina, dopo lo yoga, e solo dopo, aumentando gradualmente la durata dei tuoi allenamenti, in palestra..

Menu per la settimana

La prima settimana dopo CS è particolarmente importante per il recupero e la produzione di latte. Pertanto, una giovane madre dovrebbe aderire a tutte le raccomandazioni del ginecologo e mangiare solo ciò che è consentito.

Considera un menu di esempio per colazione, pranzo e cena. Tra i pasti principali è opportuno fare spuntini leggeri (noci, latte cotto fermentato, yogurt, kefir, tè con una fetta di formaggio a pasta dura).

Il primo giorno dopo il parto, puoi bere solo acqua naturale purificata. È consentito aggiungere un po 'di zucchero e succo di limone. Il corpo riceverà tutti i nutrienti necessari attraverso un contagocce.

  • yogurt magro o un bicchiere di kefir;
  • brodo vegetale, ricotta a basso contenuto di grassi;
  • un pezzetto di carne bollita, porridge di grano saraceno in acqua, gelatina.
  • farina d'avena, composta;
  • brodo di pollo, mela al forno con ricotta, gelatina;
  • purea di verdure, polpette di carne, decotto di rami di alberi da frutto.
  • porridge in acqua, lavash con formaggio, composta;
  • porridge di grano saraceno con cavolfiore bollito, ricotta, brodo di rosa canina;
  • brodo magro con un pezzo di carne, un bicchiere di latte cotto fermentato.
  • farina d'avena con formaggio a pasta dura grattugiata, kefir;
  • zuppa leggera con uova di quaglia, polpette al vapore, bevanda alla frutta;
  • pollo al forno con verdure, gelatina.
  • grano saraceno con petto di pollo bollito, mela verde al forno, tè;
  • brodo vegetale, porridge di grano con cavolfiore, gelatina;
  • purea di zucca, un bicchiere di yogurt.
  • porridge di mais, zucchine al forno, brodo di rosa canina;
  • brodo di carne, porridge con un pezzo di pesce magro, bevanda alla frutta;
  • purea di verdure con cotoletta al vapore, marshmallow e tè verde.

Si consiglia di mescolare cibi solidi con un frullatore per la prima settimana allo stato di purea. Tutta la frutta e la verdura devono essere trattate termicamente. Cuocere il porridge solo in acqua, senza aggiungere burro e molto sale. È meglio usare solo mele verdi per il cibo, poiché le varietà luminose possono causare allergie nei bambini.

Come mangiare bene: frequenza dei pasti e numero di porzioni

La norma giornaliera per una donna in travaglio è di 1800 kcal. Nutrono una giovane madre circa 6 volte al giorno, ogni 3 ore.

Risulta fino a 5-6 pasti al giorno. Sono consentiti 200-220 g di cibo cotto alla volta. Se la saturazione non arriva, si consiglia di mangiare più spesso - una volta ogni 2 ore.

Se bevi molta acqua, il cibo sarà più facile da assorbire per il corpo indebolito..

Il rispetto di una corretta alimentazione è di grande importanza nel periodo post-riabilitativo dopo un taglio cesareo. Una donna sarà in grado di ripristinare rapidamente la forza e un neonato riceverà latte nutriente e sano..

Come riprendersi rapidamente da un taglio cesareo?

Una donna non può sempre dare alla luce un bambino da sola. Le ragioni possono essere molte: un feto troppo grande, placenta previa piena, un alto grado di miopia, altre malattie e caratteristiche in cui è indicato solo l'intervento chirurgico. Ma nessuno rimuove le responsabilità di prendersi cura del bambino dalle spalle delle donne, quindi la domanda su come tornare rapidamente alla normalità e recuperare dopo l'intervento chirurgico preoccupa tutti i pazienti.

I primi giorni dopo un taglio cesareo:

RIFERIMENTO! Il taglio cesareo è un'importante procedura chirurgica durante la quale i tessuti di una donna incinta vengono asportati per estrarre il feto all'esterno. Viene eseguito sia in anestesia generale che spinale.

- quando alzarsi dopo l'intervento?

Il paziente trascorre il primo giorno dopo l'operazione nel reparto di terapia intensiva. Le prime 12 ore non le è permesso di alzarsi, ma è sconsigliato anche sdraiarsi sul letto. Affinché i coaguli di sangue escano e il processo di adesione non inizi all'interno, una donna deve assolutamente muoversi: girarsi da un lato all'altro, muovere le gambe. Cerca di appoggiare i piedi sul letto e di sollevare leggermente i fianchi, dondolarli avanti e indietro, quindi abbassarli. Quindi gira la gabbia toracica prima a sinistra, poi a destra. Fai tutto in modo fluido e ordinato!

Il tuo medico monitorerà costantemente la tua salute: controlla la pressione e il polso, la quantità di secrezioni, la contrattilità dell'utero. Dipende da questi indicatori: quando ti è permesso di alzarti e sederti.

Ti sarà permesso di alzarti solo la prima volta in presenza di un'infermiera. Se ti senti stordito, non preoccuparti, è normale. Siedi per qualche minuto, respirando profondamente. Non sarai in grado di raddrizzarti subito, quindi non sforzarti. Dovrai camminare nei primi giorni, piegandoti un po 'in avanti, in modo da non disturbare ancora una volta la cucitura.

ATTENZIONE! Non appena la donna e il bambino vengono trasferiti al postpartum e lasciati soli, la madre deve già prendersi cura del bambino da sola. Pertanto, non funzionerà. Dovresti camminare di più lungo il corridoio (almeno per brevi distanze) - in questo modo l'utero si contrarrà più velocemente.

- quanto non puoi spingere dopo il taglio cesareo?

Una donna su due deve affrontare un fastidio come la stitichezza dopo il parto. Spesso si verificano emorroidi (soprattutto nelle ultime fasi, quando il feto preme sul retto con tutta la sua massa). Impossibile spingere in questi casi! Innanzitutto, è possibile provocare la comparsa di crepe nella mucosa, sanguinamento e persino prolasso del retto. E in secondo luogo, a causa della forte tensione dei muscoli del peritoneo e dell'utero, una sutura fresca può iniziare a sanguinare.

IMPORTANTE! I punti dopo il taglio cesareo sono generalmente ben cuciti e non possono disperdersi così facilmente, ma gli sforzi avranno un effetto negativo sulla guarigione.

Quanto segue aiuta a evitare la stitichezza:

  • Rispetto di una dieta speciale con molte verdure fresche e cereali, prodotti a base di latte fermentato, pane di crusca, molto liquido.
  • Assunzione di farmaci: Duphalac, Normase, Portalak (se la madre sta allattando); Guttalax, Bisacodyl, Regulax (se il bambino viene nutrito artificialmente). È consentito l'uso di candele - Calciolax, Ferrolax, Glycelax, candele con olio di olivello spinoso.
  • Ricette popolari: un decotto a base di fichi, tisane e decotti di frutta (ortica, radici di valeriana, finocchio, anice, cumino).

- Quanto tempo ci vuole per rimuovere il catetere?

Un catetere per la deviazione delle urine è un must: c'è un alto rischio di danneggiare la vescica durante l'intervento chirurgico. Pertanto, monitorando il volume e il colore dell'urina e in particolare se il sangue è entrato nelle urine, è possibile ridurre questo rischio.

Dopo la procedura, il catetere rimane nella vescica per un giorno o due e, in generale, non provoca sensazioni spiacevoli. E la rimozione è rapida e indolore: con un respiro profondo.

Regole di recupero dopo il taglio cesareo:

Una donna dovrebbe essere preparata al fatto che il recupero dopo un taglio cesareo durerà più a lungo che dopo un parto naturale..

- normalizzazione del ciclo mestruale dopo taglio cesareo

Il processo inverso di ristrutturazione interna inizia dal giorno stesso in cui il bambino nasce, ma se durante il parto naturale dura circa sei mesi, il completo recupero del corpo dopo il taglio cesareo avverrà entro 3 anni. Le mestruazioni arriveranno molto prima: il ciclo normale viene ripristinato in 3-4 mesi.

Non confondere lo spotting postpartum - lochia - con le mestruazioni. Non sono così abbondanti, ma imbrattanti, giorno dopo giorno cambiano colore da marrone a trasparente, poi scompaiono del tutto. L'aspetto della lochia è un processo naturale, che indica la guarigione del rivestimento uterino.

RIFERIMENTO! L'allattamento al seno accelera il recupero del corpo e dell'utero. È stato scoperto che il latte umano contiene 20 ormoni, uno dei quali è la prolattina. Ha un effetto deprimente sulla produzione di progesterone, responsabile della maturazione dell'uovo e della sua fissazione nell'utero. Più spesso una donna mette il bambino al seno, più prolattina viene prodotta, rispettivamente, più lungo è solitamente il periodo di assenza delle mestruazioni. A volte non vengono per 8-10 mesi.

- normalizzazione dell'allattamento al seno dopo l'intervento chirurgico

Le donne che hanno subito un taglio cesareo hanno inizialmente una serie di difficoltà con l'allattamento al seno. L'attaccamento precoce (immediatamente dopo il parto) non può essere eseguito, poiché la madre è abbastanza spesso in terapia intensiva al giorno. Non portano lì le briciole, ad es. non c'è alimentazione per 24 ore. Pertanto, il latte non arriva immediatamente, ma dopo 4-5 giorni. Al bambino viene data una miscela speciale da una bottiglia in questi giorni. Poiché il meccanismo di suzione del capezzolo e del seno è leggermente diverso, il bambino deve adattarsi alle mutate condizioni. Anche la condizione fisica della madre e i cambiamenti ormonali nel corpo che sono iniziati, influenzano. Inoltre, i contagocce spesso causano gonfiore e anche nel petto: si gonfia, diventa duro e reagisce dolorosamente al tatto..

Pertanto, ricorda alcune regole importanti:

  • Assicurati di massaggiare il seno e di estrarre il latte se arriva. È sufficiente farlo ogni 3-4 ore per 15 minuti per ciascuna ghiandola. Fai tutto in modo ordinato e con attenzione, senza spremere o strappi.
  • Metti il ​​tuo bambino al seno in modo che non solo lui, ma anche tu ti senta a tuo agio. Puoi farlo stando sdraiato su un fianco o posizionando il bambino sullo stomaco e premendo forte.
  • Non dovresti sentire dolore mentre succhi! Se la bocca del bambino è spalancata, il mento viene premuto contro il petto e il labbro inferiore è rivolto verso l'esterno: stai facendo tutto bene.
  • Devi nutrire il bambino su richiesta, ma se dorme più di 4 ore durante la notte, dovresti svegliarlo e nutrirlo.

- restauro della carrozzeria

Ricorda: il periodo di recupero dura per ogni donna in modo diverso. Dipende da diversi fattori:

  • Caratteristiche individuali dell'organismo. Com'è stata l'operazione, se ci sono state complicazioni (suppurazione di suture o resti di placenta nell'utero) - tutto ciò non aggiunge emozioni positive e ritarda il processo di guarigione. Vale anche la pena menzionare la soglia del dolore. Questo indicatore è diverso per ogni persona: qualcuno dimentica il dolore dopo un paio di giorni o non vi presta attenzione, e qualcuno non è in grado di dormire completamente e prendersi cura di se stesso, per non parlare del bambino.
  • Stato psicologico. Dipende non solo dalla natura della donna e dal suo stato morale, ma anche dal clima in famiglia, dai rapporti con il coniuge e altri parenti stretti, dall'atteggiamento nei confronti del neonato.

Più attiva è la madre, più velocemente si riprenderà dall'operazione. Tuttavia, è importante non danneggiare e fare solo ciò che il medico permetterà! La moderazione è la condizione principale. Una grande pancia influisce sulla postura e sull'andatura. I muscoli addominali perdono il tono, l'andatura diventa a forma di anatra. Tutto questo può essere affrontato, ma non immediatamente, ma gradualmente. L'atletica leggera è consentita 10 settimane dopo l'intervento. Sono consentiti lo yoga e il nuoto. Cammina il più possibile, indossa un corsetto e tacchi bassi. Un buon effetto rilassante è dato da un massaggio alla schiena e al collo.

- fare sport dopo il taglio cesareo

Già un paio d'ore dopo l'operazione, puoi fare un automassaggio: accarezza l'addome con movimenti circolari da sinistra a destra e dall'alto verso il basso. Prendi una pallina da tennis: scrivi cerchi con essa, partendo dall'ombelico, in senso orario.

6-8 mesi dopo il taglio cesareo, puoi fare esercizi per rafforzare i muscoli delle cosce, dell'addome e della vita, partendo dal più leggero. Sono ammessi pilates, acquagym, ballo, corsa.

ATTENZIONE! È vietato utilizzare manubri e altri pesi dopo l'intervento chirurgico per un anno! Rimandare per un po 'ciclismo, pallavolo e sollevamento pesi. Se durante l'esercizio senti capogiri, divergenza della cucitura, secrezione da essa o dalla vagina, dolore all'addome, interrompi immediatamente la pratica e scegli un altro metodo in futuro.

- igiene dopo il taglio cesareo

Nella maternità, le infermiere si occuperanno del trattamento delle cuciture. Quando verranno rimossi (dopo 5-8 giorni - dovrai farlo da solo. Il dolore nel sito di incisione per i primi 3-4 giorni è normale. È importante indossare una benda dopo il parto e andare in bagno in tempo. A volte possono essere necessari antidolorifici, anche questo non lo è. deviazione.

Cosa fare a casa:

  1. Lavarsi le mani prima di ogni trattamento.
  2. La cucitura viene lavata durante la doccia con un gel speciale e asciugata con un tovagliolo di carta usa e getta. È meglio non usare la spugna: i microbi possono accumularsi nelle sue pieghe.
  3. Dopo il bagno, l'area danneggiata viene trattata con clorexidina, acido salicilico diluito o un altro disinfettante.
  4. Indossare biancheria intima di cotone di dimensioni adeguate. Non dovrebbe tirare la pelle, premere e strofinare.
  5. 2-3 settimane dopo la sutura cesareo, puoi iniziare a spalmare con un gel rigenerante: aiuterà la pelle a tornare alla normalità più velocemente.

IMPORTANTE! Primo bagno - non prima di una settimana dopo l'operazione!

Cosa non fare la prima volta dopo un taglio cesareo?

  • Trasportare pesi
  • Il massimo che puoi sollevare è un bambino. Niente borse e scatole pesanti, soprattutto dal pavimento.
  • Filtrare la pressa e fare movimenti bruschi (inclinazioni, svolte).
  • Strofina la cucitura con un panno.
  • Mangia cibi grassi, dolci e fritti. Sono vietati legumi, cavoli, cibi in scatola e pane bianco.
  • Fare sesso.
    Il divieto è imposto per 1,5-2 mesi, ma in presenza di complicazioni (infiammazione interna, endometriosi, suppurazione della sutura, ecc.) - Fino al permesso del ginecologo.

RIFERIMENTO! Pianifica il tuo prossimo concepimento non prima di 3 anni dopo il taglio cesareo. Lascia che la cucitura guarisca completamente e il corpo si riprenda.

Conclusione

Preparati per alcune difficoltà dopo un taglio cesareo, ma non tremare di paura, ma affrontale completamente armati. Seguendo tutti i consigli, puoi riprenderti abbastanza rapidamente ed evitare spiacevoli complicazioni. Ci vuole impegno, ma i risultati ne valgono la pena..

NUTRIZIONE DELLA DONNA DOPO LA SEZIONE CESARIANA

Il taglio cesareo è un modo innaturale di avere un bambino. In relazione alle circostanze attuali, alla funzionalità insufficiente dell'utero o alla minaccia di un decorso sfavorevole del travaglio, si raccomanda un taglio cesareo. L'intervento chirurgico nella cavità uterina è un'operazione piuttosto laboriosa e complicata sia per una donna in travaglio che per i medici.

Il ripristino dei tessuti e delle funzioni corporee è lento, lento e molto doloroso. Il corpo ha bisogno di tempo per capire cosa è successo e come rimediare. Ecco perché l'alimentazione di una donna dopo questa operazione è molto importante..

Caratteristiche nutrizionali dopo il taglio cesareo il giorno dopo l'intervento

Di solito vengono dati molti consigli "puoi farlo, ma questo non è possibile", ma subito dopo il parto, la madre di questi consigli rimane piuttosto perplessa rispetto a capire cosa mangiare, perché le problematiche dell'allattamento al seno si sommano alle caratteristiche della nutrizione postoperatoria, la voglia di rimettersi in forma, la fame selvaggia del guaritore organismo e caratteristiche dei requisiti dell'ospedale. Per capirlo, per aiutare le mamme che partoriscono con taglio cesareo, raccontiamo inoltre cosa mangiare subito dopo l'operazione letteralmente ogni giorno dopo il parto.

Il primo giorno dopo il taglio cesareo

Il primo giorno per una donna in travaglio e in particolare per il suo corpo è molto difficile. La donna soffre di forti dolori, disagio e fame selvaggia. Ma non puoi mangiare cibo il primo giorno dopo il taglio cesareo. In questo giorno, si consiglia a una donna di trascorrere in reparto, senza alzarsi dal letto, sotto l'occhio vigile delle ostetriche. Devono monitorare la funzionalità dell'utero della madre, poiché potrebbe non essere a conoscenza di ciò che sta accadendo e continuare a contrarsi per la nascita di un bambino che cresce e si sviluppa in esso.

Inoltre, i medici che supervisionano una donna in travaglio le forniranno contagocce contenenti glucosio (come componente necessario per i processi metabolici), minerali e vitamine (stimolando processi di recupero rapido e di alta qualità).

Se sei preoccupato per il tuo bambino, come consumerà il tuo latte materno, che non contiene sostanze nutritive, allora ti sbagli profondamente. Nel corpo umano, tutti i processi sono protetti e ben pensati in anticipo. È lo stesso con la gravidanza.

I nutrienti di cui il tuo neonato ha così tanto bisogno sono già nel tuo corpo. Sono pronti a svolgere la loro funzione e, attraverso il latte materno materno, vanno a riparare e aiutare nella costruzione di nuovi processi fisiologici in un piccolo organismo..

Il secondo giorno dopo il taglio cesareo

Il secondo giorno, a una donna può già essere offerta un'intera varietà di piatti, ma, ovviamente, niente di fritto, salato e innaturale.

L'elenco dei piatti per una donna in travaglio il secondo giorno:

  • Brodi di manzo o pollo con un contenuto minimo di grassi (200-300 ml al giorno);
  • Ricotta 1% di grassi (fino a 50 grammi per porzione);
  • Yogurt fatto in casa (1 bicchiere);
  • Purea di carne (bollito finemente macinato, mescolato al brodo in cui è stato cotto - fino a 80 gr.);
  • Porridge liquido (farina d'avena, grano saraceno, grano - fino a 100 gr.).

È necessario monitorare l'assunzione di cibo e la reazione del tratto gastrointestinale ad essi. In caso di manifestazioni negative e non standard del funzionamento dello stomaco o dell'intestino, il menu viene regolato e rivisto. Sono esclusi gli alimenti che molto probabilmente causano una reazione.

Il terzo giorno dopo il taglio cesareo

Il terzo giorno, a una donna sono ammessi molti più prodotti della sua dieta abituale e familiare. Si consiglia di evitare di assumere cibi o pietanze molto calde e viceversa fredde.

  • L'elenco dei piatti per una donna in travaglio il terzo giorno:
  • Cotolette abbinate di carne di manzo o pollo (circa 100 grammi a pasto);
  • Mele cotte al forno con miele (1-2 frutti);
  • Polpette di riso e filetto di pollo con un contenuto minimo di sale e spezie (norma giornaliera 150 g.);
  • Purè di patate o verdure (80-120 gr. Per ricevimento);

In pratica, il terzo giorno dopo il taglio cesareo, la donna inizia a consumare un gran numero di alimenti, poiché il corpo necessita di nutrienti e non si rende pienamente conto che il bambino non è più dentro la madre, ma è nato molto tempo fa. Non affaticare il tuo sistema digestivo. È la più sensibile allo stress e ai disturbi ormonali e la carichi anche con una grande quantità di cibo. Prenditi cura del tuo stato interno del corpo.

I pasti dovrebbero essere frazionari (circa 5-6 volte al giorno, ma in piccole porzioni da 100-200 gr.)

Ulteriore nutrizione della donna in travaglio dopo il taglio cesareo

Ogni giorno dopo un taglio cesareo e, naturalmente, il graduale recupero di una donna, può aggiungere cibi sempre più familiari alla sua dieta..

Vale la pena ricordare che in nessun caso dovresti dare sfogo ai tuoi capricci e mangiare cibi fritti, salati, piccanti e grassi. Tutto dovrebbe essere moderato.

Già dal quarto giorno dopo la nascita della mamma si possono mangiare minestre leggere (200 gr.), Cereali ordinari (100-130 gr.) E carne sotto forma di cotolette (50-80 gr.) Oppure polpette (60-90 gr.) Al vapore.

Dopo l'intervento chirurgico, le donne in travaglio spesso soffrono di stitichezza a causa di complicazioni dell'apparato digerente. Nella lotta contro la stitichezza, ulteriori consigli dietetici aiuteranno alla grande:

  • Aggiungi abbastanza frutta e verdura naturale (patate, carote, barbabietole, zucche, mele) alla tua dieta. Si consiglia di preparare il purè di patate con questi prodotti per una migliore digestione. Il cibo macinato non richiede un'attenzione particolare da parte dello stomaco e il chimo (coagulo di cibo) si sposta facilmente nell'intestino, dove tutti i nutrienti vengono assorbiti.
  • Bere molti liquidi (2,5-3 litri al giorno);
  • A poco a poco, introduci nuovi cibi nella tua dieta e, assicurati, controlla il comportamento del bambino;
  • Mangia ricotta grassa al 2,5% per un corretto assorbimento e la creazione di feci nell'intestino.
  • Il muesli e l'orzo perlato sono i migliori aiutanti nella lotta contro la stitichezza.

Il miglior pasto per ogni giorno dopo un taglio cesareo è il brodo di pollo. Metodo di cottura:

Risciacquare bene un petto di pollo, rimuovere la pelle, il grasso.

Versaci sopra dell'acqua fredda. Dai fuoco. Portare ad ebollizione. Scolare.

Ripeti il ​​processo precedente.

Versare acqua fredda sul petto (circa tre litri). Assicurati di aggiungere un po 'di sale. Aggiungere le carote e le cipolle a dadini. Copri liberamente. Far bollire per 25 minuti a fuoco basso.

Il brodo va filtrato al setaccio.

Un problema delicato

Non è molto consuetudine parlarne, ma uno dei problemi più seri che le giovani madri devono affrontare dopo un taglio cesareo è la stitichezza associata alla rottura del tessuto addominale. Se riscontri un problema simile, presta attenzione ai consigli seguenti:

  • i seguenti prodotti sono controindicati per la stitichezza
    • tè fermentato forte,
    • pere,
    • pane bianco,
    • mirtilli,
    • riso,
    • piselli,
    • fagioli.

Anche l'uso di pepe e cioccolato è indesiderabile, tuttavia, se stai allattando, come mamma responsabile, non mangerai comunque questi prodotti.

  • Prova a correggere tu stesso la stitichezza usando una delle ricette seguenti:

1) È necessario bere a digiuno a piccoli sorsi un bicchiere di acqua tiepida, oppure un infuso di semi di anice, finocchio e cumino (per 1 bicchiere di acqua bollente 2 cucchiaini di semi. Bere 3 volte al giorno mezz'ora prima dei pasti).

2) Aggiungere 2 cucchiai di bacche di fico macinate a 1 bicchiere di latte caldo. Lasciar raffreddare. Bere 1 cucchiaio 3-4 volte al giorno.

3) Aggiungere mezzo bicchiere di succo di patate appena fatto a mezzo bicchiere d'acqua e mescolare. Bere un quarto bicchiere 4-5 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

  • Da allora è categoricamente impossibile prescrivere lassativi a te stesso per trattare la stitichezza
    • tendono ad accumularsi nel corpo ed entrare nel corpo del neonato attraverso il latte materno,
    • l'uso improprio di lassativi può interferire con l'efficace guarigione dei tessuti dopo l'intervento chirurgico

Se hai un problema di stitichezza dopo un taglio cesareo, consulta il tuo medico dall'ospedale (di norma, l'osservazione da parte del medico operativo è raccomandata per 2-3 settimane dopo il taglio cesareo) o nella clinica prenatale.

Quali cibi dovrebbero essere esclusi dal menu

Per ridurre il rischio di allergie nella madre e nel suo bambino, questi alimenti dovrebbero essere esclusi dalla loro dieta:

  • Miele naturale;
  • Vari tipi di agrumi (mandarini, arance);
  • Frutta esotica (mango, carambola, cocco, kiwi, banana, avocado, ecc.);
  • Cioccolato;
  • Cibo in scatola;
  • Salsicce, fast food;
  • fragola.

Eliminando i prodotti elencati, aiuterai sia il tuo corpo che il corpo del bambino a resistere a qualsiasi infezione in modo efficiente e rapido. L'immunità sarà pronta per fattori esterni davvero pericolosi e non sarà impegnata a sviluppare una reazione allergica.

Prodotti che devono essere nel menu di una donna in travaglio

In ogni caso, i seguenti alimenti dovrebbero essere presenti nella dieta di una giovane madre

  • Latte (2-3 bicchieri al giorno);
  • Kefir (1 bicchiere al giorno);
  • Ricotta (circa 100 grammi);
  • Verdure (carote, barbabietole, zucca);
  • Frutta (mela, albicocca, ciliegia);
  • Verdura e burro (non più di 50 grammi al giorno);
  • Uova (3-4 pezzi).

Tutti questi suggerimenti e trucchi ti aiuteranno a determinare la nutrizione ideale per te stesso dopo un'operazione così complicata..

Come recuperare velocemente dopo un taglio cesareo? 14 modi efficaci

Secondo le statistiche, oggi ogni 3-4 gravidanze termina con un'operazione. La mamma appena nata dovrà affrontare non solo il periodo postpartum, ma anche la condizione dopo l'operazione.

E questo è due volte più difficile. Nessuno ha annullato i doveri di prendersi cura del bambino. Nessuno tranne te può attaccare il bambino al seno. Non per niente le donne sono interessate a come tornare rapidamente alla loro forma precedente..

Come riprendersi da un taglio cesareo?

Il cambiamento nel tuo corpo inizia immediatamente dopo che il bambino è stato rimosso, ancora sul tavolo operatorio. L'utero reagisce a una diminuzione del volume e si contrae bruscamente. In tal modo aiutando a fermare l'emorragia.

D'ora in poi, il volume diminuirà ogni giorno. Si ridurrà completamente di circa 2 mesi. Dopo l'intervento chirurgico, viene applicato un impacco di ghiaccio sull'addome - questo è anche un mezzo per migliorare la contrazione uterina e fermare il sanguinamento. Prescriveranno sicuramente iniezioni di contrazione uterina.

Le cicatrici postoperatorie sull'utero, sulla parete addominale anteriore e sulla pelle si avvertiranno quasi immediatamente. Dolore particolarmente intenso nei primi 3 giorni. Il dolore favorisce il rilascio degli ormoni dello stress: adrenalina e norepinefrina, che influiscono negativamente sullo stato del corpo, così come la guarigione di cicatrici e organi pelvici.

Inoltre, il tono dei muscoli della parete addominale anteriore diminuisce per proteggere l'addome tagliato. Questo può portare a future ernie. Ti devono essere prescritti antidolorifici.

La cucitura dopo il taglio cesareo verrà elaborata quotidianamente. Affitto per 7-8 giorni.

I medici lo diranno e lo mostreranno, e solo tu puoi aiutare te stesso.

14 modi per recuperare più velocemente dopo il taglio cesareo

1. Dopo l'operazione, non mentire troppo a lungo! Dopo l'operazione, 10-12 ore e se hai avuto l'anestesia spinale, dovrai rimanere a letto per 24 ore. La prima volta è necessario alzarsi alla presenza di dottori. Prima ti alzi, meglio è per te.

2. Attività fisica. Quasi subito dopo l'operazione, è necessario spostarsi, girarsi a letto. La cucitura è saldamente cucita con fili, non si romperà. 3-4 ore dopo il taglio cesareo, devi fare i primi esercizi. Piega e distendi le gambe alle articolazioni della caviglia e del ginocchio, le mani.

3. Eseguire esercizi di respirazione.

  • Sdraiato sulla schiena, porta la mano di lato - inspira, torna a SP. - espirare.
  • Sdraiato sulla schiena, con le gambe e le braccia distese lungo il corpo. Alza le braccia tese verso l'alto - inspira attraverso il naso, abbassa le mani verso il basso - espira attraverso la bocca.
  • Sdraiato sul lato sinistro, il braccio sinistro è sotto la testa, il braccio destro è lungo il corpo, le gambe sono dritte. Alza la mano destra, tocca il cuscino - inspira, abbassa - espira. Ripeti 1-2 volte. Ripeti anche sul lato destro..
  • Sdraiato sulla schiena, le gambe sono estese, la mano destra è sullo stomaco, la mano sinistra è sul petto. Inspirate dal naso - gonfiate lo stomaco, espirate dalla bocca - sgonfiate.

Dopo che sei in grado di alzarti, per 2 giorni, inizia a eseguire esercizi stando seduto sul bordo del letto, le gambe si abbassano.

  • Flessione, estensione delle gambe nelle articolazioni del ginocchio.
  • Inspirate - portate le ginocchia al petto, aiutandovi con le mani, espirate - tornate a I.p..
  • Inspira - allarga le braccia ai lati, espira - attira lo stomaco e torna a I.p..
  • Sdraiati sulla schiena piegavano le ginocchia, le braccia lungo il corpo. Solleva il bacino e ruotalo a destra - a sinistra, abbassalo.
  • Sdraiati sulla schiena, ginocchia piegate, braccia tese. Abbassa le ginocchia a destra, le braccia tese a sinistra, le ginocchia a sinistra, le braccia tese a destra.
  • Ci sdraiamo sulla schiena, gambe e braccia distese, alziamo una gamba e iniziamo a disegnare i numeri da 1 a 6. Quindi lo stesso con l'altra gamba. Ogni giorno aggiungiamo 1 cifra e arriviamo a 20.
  • Per ripristinare il tono dei muscoli del perineo, esiste una serie di esercizi di Kegel.

Se fai ginnastica, il recupero da un taglio cesareo andrà molto più velocemente. Non ci saranno aderenze, nel tempo tornerà la precedente elasticità della pancia, l'utero si contrarrà in breve tempo. Ma prima dovresti consultare il tuo medico..

Sullo sfondo della febbre, se durante l'operazione c'è stata molta perdita di sangue, se hai la tromboflebite, l'esercizio è controindicato. Non dovresti fare ginnastica con la forza. Interrompi l'esercizio in caso di dolore.

Il taglio cesareo non è compatibile con un'attività fisica intensa. Non è possibile sollevare pesi, oscillare la stampa, esercitare sui simulatori, correre, accovacciarsi per i primi 2-3 mesi.

3. Allattamento. Allatta il tuo bambino. Cosa darà? Quando il capezzolo viene aspirato, l'ossitocina viene prodotta nel corpo. Stimola la produzione di latte nelle ghiandole mammarie e la contrazione della muscolatura liscia, ad es. utero.

È anche un ormone dell'amore che aiuta a plasmare gli istinti materni. E si parla molto delle proprietà benefiche del latte materno per un bambino e tutti sanno che non c'è niente di meglio..

4. Anemia. La necessità di ferro durante la gravidanza e l'allattamento è sempre aumentata. Con il taglio cesareo, la perdita di sangue è molte volte superiore rispetto a quella dopo il parto naturale.

Dopo l'intervento chirurgico, potresti sviluppare anemia. Questo interrompe la guarigione dei tessuti, la contrazione dell'utero e non influisce sul benessere nel migliore dei modi. Se il medico dice che hai l'emoglobina bassa, allora devi assumere integratori di ferro.

5. Sdraiati sulla pancia. Già il secondo giorno dopo il taglio cesareo, puoi sdraiarti sullo stomaco. Questo accelererà la contrazione dell'utero..

6. Monitorare lo svuotamento tempestivo della vescica e dell'intestino.

Il primo giorno dopo l'operazione, dovrai sopportare un catetere urinario. Non è piacevole e rende difficile il movimento. Viene posizionato prima dell'intervento chirurgico per controllare la quantità e il colore dell'urina, nonché per prevenire lesioni alla vescica durante l'intervento chirurgico.

Dopo l'operazione, contano anche la quantità di urina rilasciata al giorno. Questo è importante per valutare se ci sono stati danni alla vescica o agli ureteri. Una vescica vuota, condizione importante per la corretta contrazione dell'utero, e non sarai in grado di salire sulla nave da solo per le prime 12-24 ore.

Dopo l'intervento chirurgico, potresti provare stitichezza. Ciò è dovuto alla diminuzione del tono intestinale, al carico ormonale e, naturalmente, a uno stile di vita inattivo. Se entro il terzo o il quarto giorno non ci sono feci, ti verrà somministrato un clistere.

Bevi più acqua, fai più esercizio. A casa vale la pena mangiare più frutta e verdura, latticini, zuppe e cereali con grano saraceno e orzo perlato, oli vegetali.

7. Cibo. Il corpo ha bisogno di forza per tornare alla normalità dopo l'intervento chirurgico e per nutrire il bambino. Quindi mangia più carne, le proteine ​​sono un elemento costitutivo e hai cicatrici che devono guarire.

Più fibre: frutta e verdura, ma taglia la frutta d'oltremare. Ricorda che allatterai il tuo bambino. Pertanto, il tuo menu non dovrebbe danneggiare il tuo bambino. Non mangiare cibi con conservanti, spezie, salse piccanti, carni affumicate, pollo alla griglia, googi, pizza, cibi grassi e fritti. Il cibo dovrebbe essere stufato, bollito e cotto a vapore.

8. Il massaggio e l'automassaggio aiuteranno a recuperare. Migliora il tono della pelle, migliora la circolazione sanguigna e il metabolismo. Anche il tono muscolare aumenta.

Ci sono 4 tecniche nella tecnica: accarezzare, sfregare, impastare e vibrare.

Fin dalle prime ore, puoi accarezzare lo stomaco con il palmo della mano in cerchio, dall'alto verso il basso e dal basso verso l'alto.

Puoi usare una pallina da tennis. Scrivili con un movimento circolare in senso orario partendo dall'ombelico.

Massaggio con doccia di contrasto.

9. Indossare una benda. Allevia il dolore, sosterrà i muscoli addominali indeboliti. La benda è particolarmente indispensabile nei primi giorni e settimane. In posizione prona, il tutore non è necessario, solo quando ti muovi. Non indossare la benda per più di 3 ore. Da 4-6 settimane, la benda non è necessaria e il suo uso prolungato può portare all'effetto opposto, ad es. indebolendo la stampa.

10. Igiene. Sfortunatamente, se hai avuto un taglio cesareo, ti sarà permesso di fare la doccia solo dopo che la sutura è stata rimossa e quindi a condizione che sia guarita bene. Accadrà tra una settimana circa..

Prima di ciò, è necessario lavare in alcune parti in modo da non bagnare la cucitura. Assicurati di osservare l'igiene intima: devi lavarti con il sapone dopo ogni visita al bagno.

11. Guarda la tua dimissione.

  • Nei primi 3 giorni sono di colore rosso vivo e molto abbondanti..
  • Da 4 a 10 giorni rosa-marrone o marrone. Ogni giorno il loro numero diminuisce e il colore diventa più chiaro..
  • Entro il giorno 10, macchie giallastre o bianche.
  • Contiene strisce di muco entro 3 settimane.
  • Lo scarico si interromperà completamente entro 6-8 settimane.

Se sono molto abbondanti, di colore sporco e con un odore sgradevole, mentre sei preoccupato per dolori addominali inferiori o febbre, dovresti consultare un medico. Possono esserci complicazioni che rallentano il recupero del corpo dopo il parto e la guarigione della cicatrice sull'utero.

12. Dormire. Il corpo deve riposare bene. Dormi durante il giorno con il tuo bambino.

13. Prenditi cura della cicatrice sulla pelle. I punti verranno rimossi per 6-7 giorni. Se non ci sono complicazioni, fai la doccia ogni giorno a casa, ma non strofinare l'area della cucitura con un panno. Dopo la doccia, trattalo con un verde brillante, se il medico non prescrive altro al momento della dimissione..

In modo che non rimangano cicatrici ruvide, dopo un mese puoi usare unguenti speciali (Kontroktubex, Solcoseryl, Klirvin), se lo desideri, puoi contattare un salone di bellezza.

14. Camminare all'aria aperta. La rapida guarigione delle ferite e la nutrizione dei tessuti sono impossibili senza ossigeno. Inoltre, sarà utile anche per il tuo bambino..

Le cicatrici guariranno in 6-12 mesi, il tono muscolare e della pelle tornerà.

Non è così facile mettere in ordine il proprio corpo dopo il parto e il taglio cesareo, ma la gioia della nascita del tuo bambino oscurerà tutte le difficoltà.

Dieta dopo il taglio cesareo: come rimediare

Dieta dopo il taglio cesareo: come rimediare

Il taglio cesareo è un'operazione chirurgica e quindi una donna impiega un certo tempo per riprendersi. Affinché il corpo femminile si riprenda rapidamente, è necessario aderire a una dieta speciale. Nei primi giorni dopo un taglio cesareo, i medici monitorano l'utero, l'intestino e il sistema genito-urinario. Per evitare complicazioni, è importante scegliere una dieta adeguatamente composta, che ti permetta di iniziare il recupero del corpo sin dai primi giorni dopo l'intervento..

Quanto spesso dovresti mangiare al giorno? Quali pause dovresti fare tra i pasti? Preferisco porzioni grandi o piccole? Cosa puoi mangiare nei primissimi giorni dopo l'intervento? Cosa non si dovrebbe mangiare? Diamo risposte a tutte queste domande.

Il primo giorno dopo il taglio cesareo: caratteristiche nutrizionali

Il primo giorno dopo il parto richiede l'eliminazione di qualsiasi alimento solido dalla dieta. Dopo che la mamma ha ripreso i sensi dopo l'anestesia, si consiglia di bere acqua minerale non gassata. Come supplemento, puoi usare succo di frutta, preferibilmente succo di limone, poiché ti consente di:

  • migliorare l'immunità;
  • recuperare le forze dopo l'intervento chirurgico;
  • interrompere qualsiasi processo infiammatorio.

Il resto degli oligoelementi e delle vitamine, la donna riceve già attraverso un contagocce. Il medico avverte sempre che dopo un taglio cesareo il primo giorno, non è possibile consumare pasti completi. Tuttavia, già dal secondo giorno, la dieta diventerà più varia..

La dieta non è l'unica cosa importante da osservare per le donne in travaglio. Dovresti anche prestare attenzione all'igiene personale. I medici consigliano di evitare di lavare i cosmetici, poiché la loro composizione spesso contiene sostanze chimiche e additivi che possono portare a reazioni allergiche e interferire con la guarigione.

Se la composizione dei cosmetici contiene molte formule incomprensibili, siliconi, parabeni, allora in questo caso dovresti lasciare il prodotto fino a tempi migliori. La durata di conservazione superiore a un anno indica anche la presenza di vari conservanti, che sono additivi chimici.

È possibile utilizzare cosmetici naturali per ridurre al minimo l'irritazione e le reazioni allergiche dopo un taglio cesareo. Per una rapida guarigione, sono adatti cosmetici contenenti estratti di calendula, camomilla, macadamia. Coloranti, solfati: tutto questo è superfluo.

Il secondo giorno dopo il taglio cesareo: caratteristiche nutrizionali

Le donne possono utilizzare pasti speciali, suddivisi per giorno, per aiutarle a riprendersi più velocemente da un intervento chirurgico. Se il cesareo non ha dato complicazioni, allora in questo caso, il secondo giorno, la dieta diventerà molto più ampia. Ad esempio, ora puoi includere alimenti come:

  • brodo di pollo con una piccola quantità di verdure;
  • bollito magro, arrotolato in purè di patate;
  • formaggio magro;
  • yogurt bianco;
  • succhi, tè, bevande alla frutta, gelatine, composte.

Il volume di liquidi che bevi il secondo giorno dopo il taglio cesareo non deve superare 1,5 litri.

Tutti i casi sono individuali, quindi è meglio consultare un medico sulla nutrizione. Qualsiasi altro alimento dopo l'intervento chirurgico può danneggiare solo lo stomaco e l'intestino della donna in travaglio. Tuttavia, il terzo giorno dopo il taglio cesareo, sono possibili altre aggiunte alla dieta..

Il terzo giorno dopo il taglio cesareo: caratteristiche nutrizionali

Il terzo giorno dopo il taglio cesareo è l'occasione per assaggiare cibi più vari. Ad esempio, ora la dieta include:

  • cotolette di vapore;
  • porridge sull'acqua;
  • formaggio;
  • mele cotte;
  • purea di verdure e carne per bambini;
  • kefir (in caso di stitichezza).

I prodotti che vengono prescritti nei primi tre giorni dopo l'intervento sono il più neutri possibile e non provocano problemi intestinali. Non dovrebbero portare a costipazione e formazione di gas. Tutto il cibo è riscaldato. Non usarli troppo freddi o troppo caldi.

3 giorni dopo l'operazione, nella dieta vengono inseriti altri alimenti utili per l'allattamento..

Stitichezza dopo taglio cesareo: come affrontarla

Dopo un taglio cesareo, le donne soffrono di stitichezza costante, ma non puoi spingere, poiché questo può danneggiare i punti. Tutto inizia con la maternità, ma continua a casa disturbando la donna. Come trovarsi in una situazione del genere? È meglio consultare il proprio medico. La stitichezza è di due tipi:

  • costipazione atonica;
  • costipazione spastica;

Con la stitichezza atonica, un taglio cesareo porta ad una diminuzione della motilità intestinale. Di conseguenza, può verificarsi la paresi, che sarà accompagnata da sintomi come gonfiore e peggioramento dell'escrezione di gas. Una corretta alimentazione può aiutare a far fronte a questo tipo di stitichezza, che include:

  • muesli;
  • oli vegetali;
  • cereali, zuppe con cereali;
  • crusca d'avena;
  • pane nero;
  • frutta e verdura, frutta secca;
  • kefir, latte cotto fermentato e yogurt.

In questo caso, non dovresti mangiare cibi come:

  • tè forte;
  • semolino;
  • pane di grano;
  • pasta al burro;
  • porrige di riso;
  • mirtilli;
  • Pera;
  • legumi.

Dopo un taglio cesareo, è meglio bere a piccole dosi a stomaco vuoto un infuso di erbe che includa semi di cumino, anice e finocchio. Puoi trovare miscele già pronte in vendita. L'infuso va consumato fresco circa mezz'ora prima dei pasti..

La stitichezza spastica è causata dal fatto che nel processo di taglio cesareo potrebbero esserci rotture, che portano a morsetti intestinali. In questo caso, l'alimentazione dovrebbe essere la seguente:

  • pesce bollito;
  • piatti di carne macinata;
  • formaggio;
  • olio d'oliva;
  • pasta leggera;
  • marmellate;
  • purea di verdure;
  • frutti e bacche senza fibre grossolane.

In caso di stipsi spastica, alcuni alimenti saranno controindicati. Ciò comprende:

  • Manzo;
  • Maionese;
  • biscotti;
  • torte fritte (e tutto fritto in generale);
  • cioccolato;
  • Pane bianco;
  • salsicce;
  • salse.

La normalizzazione della dieta aiuta a risolvere rapidamente il problema della stitichezza. Allo stesso tempo, è importante aderire a una dieta in modo che l'allattamento passi senza interruzioni..

Dieta dopo la dimissione

Se il taglio cesareo non ha dato complicazioni e le condizioni del tratto gastrointestinale sono soddisfacenti, in questo caso la dieta della donna può essere la più varia possibile. Ovviamente ci sono ancora delle eccezioni e devono essere rispettate. Alcuni alimenti sono proibiti durante l'allattamento. Gli specialisti determinano l'elenco dei prodotti consentiti dopo lo scarico:

  • latte e prodotti lattiero-caseari;
  • verdure che non portano ad un aumento della produzione di gas;
  • fiocchi di latte;
  • carne;
  • mele, pere, pesche, banane, prugne;
  • oli vegetali e di burro;
  • uova;
  • complessi vitaminici;

Importante: le banane sono un prodotto piuttosto controverso, perché, nonostante la loro vendita diffusa, per noi sono ancora un frutto esotico. Se ci sono pregiudizi contro di loro, è meglio escluderli dalla dieta..

I prodotti presentati sopra non danneggeranno in alcun modo la donna e la sua salute, non porteranno a reazioni allergiche nel bambino. Tuttavia, la dieta ha ancora i suoi limiti. Il periodo più difficile è la prima settimana dopo il taglio cesareo. In questo momento, è meglio rimuovere dalla dieta:

  • miele;
  • aglio;
  • agrumi;
  • Frutti esotici;
  • fragole;
  • maionese e spezie;
  • carota;
  • prodotti affumicati;
  • cibo in scatola;
  • salsicce;
  • cioccolato.

Una corretta alimentazione in questa fase contribuirà a migliorare la qualità dell'allattamento e ad abbreviare significativamente il periodo di recupero per la donna in travaglio. Così, sarà in grado di tornare rapidamente alla vita normale, senza mettere a rischio la sua salute e la salute del suo bambino..

I primi giorni dopo un taglio cesareo

Il taglio cesareo è un metodo moderno ed efficace in ginecologia, che consente al bambino di nascere in sicurezza nel mondo. L'operazione può essere programmata come da programma, oppure secondo le indicazioni durante il corso del parto naturale.

Per una donna in travaglio, l'operazione è associata a numerose conseguenze postpartum. È particolarmente importante seguire le raccomandazioni del personale presente nei primi giorni dopo l'operazione: questo determinerà la velocità con cui passerà la riabilitazione della madre.

Il primo giorno dopo il cesareo, la donna dopo il parto si trova nel reparto di terapia intensiva, poiché necessita della massima attenzione del personale medico. È necessario monitorare il rifornimento della perdita di sangue, prescrivere farmaci antidolorifici, antibiotici. Per sbarazzarsi del dolore, fin dalle prime ore, vengono necessariamente attribuiti analgesici, per 2-3 giorni vengono somministrati antidolorifici secondo le indicazioni.

Nelle prime ore dopo l'intervento chirurgico, c'è un alto rischio di sanguinamento uterino, quindi medici e infermieri monitorano lo scarico dall'utero. Durante le prime due ore, alla madre vengono iniettati farmaci per la riduzione dell'utero, il ghiaccio viene posto sullo stomaco. Dopo l'anestesia, una donna può avere mal di gola, nausea e talvolta vomito. L'intervento chirurgico comporta alcune conseguenze, che il personale medico ei parenti aiuteranno la madre a far fronte..

Le raccomandazioni per il recupero riguardano l'attività fisica, l'alimentazione e l'umore del paziente. Dopo che la donna in travaglio è stata trasferita in un reparto regolare, i medici continuano a monitorarla, tuttavia, la donna stessa deve sapere come deve comportarsi per una pronta guarigione..

Come alzarsi dopo un taglio cesareo

Per recuperare rapidamente, è necessario migliorare il lavoro dell'intestino e prevenire la formazione di aderenze, e per questo l'attività motoria della madre è estremamente importante. Il medico molto probabilmente ti ricorderà che l'attivazione della donna dopo il parto dovrebbe iniziare il primo giorno, quando è ancora impossibile alzarsi dal letto. Ciò eviterà la congestione nei polmoni, la paresi intestinale, i disturbi circolatori..

Dopo 6 ore, puoi iniziare la ginnastica più semplice e l'automassaggio dell'addome e del torace. Gli esercizi devono essere eseguiti con le ginocchia leggermente piegate:

  • accarezzare il lato e la parte anteriore del torace, i movimenti devono essere eseguiti dal basso verso l'alto fino all'area delle ascelle. Usa la mano sinistra per massaggiare il lato destro e viceversa.
  • Accarezzare l'addome: alternativamente in basso e in alto obliquamente, ripetendo la struttura dei muscoli addominali obliqui; giù e su per i muscoli del retto dell'addome; senso orario. Fai questi esercizi per 2-3 minuti..
  • Respirazione toracica profonda. Per monitorare il processo, posiziona i palmi delle mani sul petto. Premi leggermente sul petto mentre espiri.
  • Respira profondamente nell'addome, trattenendo l'area in cui si trova l'incisione. Quando espiri, attira lo stomaco il più possibile, mentre inspiri, gonfia lo stomaco.
  • Rotazioni circolari dei piedi senza sollevare i talloni dal letto: ruotare i piedi in diverse direzioni con un raggio massimo, piegare i piedi.
  • Massaggia la regione lombare mettendo le mani dietro la schiena in posizione supina.

Per recuperare più velocemente, è necessario ripetere gli esercizi 2-3 volte al giorno..

L'esecuzione di ginnastica salutare non è solo la via più breve per ripristinare la forma fisica della donna dopo il parto, è anche il rilascio di endorfine, che sono così necessarie per il corpo dopo il taglio cesareo e dopo il parto naturale. Le endorfine hanno un effetto benefico sullo stato psicologico di una donna che ha partorito, riducono dolori, tensioni alla schiena e ai muscoli. In questo modo sarà più facile affrontare sensazioni dolorose, superare le paure e la possibile depressione..

Le giovani madri si alzano dal letto in un giorno. Per alzarsi dal letto correttamente dopo un taglio cesareo, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • rotola su un fianco, abbassa i piedi sul pavimento;
  • appoggiarsi alle mani;
  • poi alzati e siediti sul letto.

Dopo esserti adattato alla posizione, prova ad alzarti in piedi. Detto questo, è meglio restare con qualcuno o appoggiarsi al letto. Non affrettarti a camminare subito: stai un po 'in un posto. Dopo che la donna in travaglio si è abituata alla posizione, può iniziare a muoversi a piccoli passi a un ritmo lento..

È meglio che il controllo dei movimenti venga eseguito da qualcuno vicino a te o dal personale medico. Dopo aver iniziato a camminare un po ', riposa periodicamente, perché le vertigini appaiono stando a lungo a letto - la donna in travaglio può cadere.

È possibile indossare una benda postpartum: non è così doloroso camminare con essa, trattiene i muscoli addominali allungati, allevia il carico dalla colonna vertebrale. Tuttavia, non esagerare: indossare la benda a lungo termine non consente ai muscoli addominali di sforzarsi da soli.

Cosa non fare dopo un taglio cesareo

La doccia non dovrebbe essere fatta prima che i punti siano stati rimossi, e questo non prima di una settimana dopo. La cucitura stessa con un asciugamano non è migliore ora. Bagno e bagno sono controindicati per circa 60 giorni. L'indicatore principale che puoi visitare uno stabilimento balneare o una sauna è quando lo scarico ha smesso di andare e la cicatrice è guarita.

Non solo i primi giorni, ma anche i primi mesi, una donna non può fare il duro lavoro in casa, sollevare un peso superiore a 4 kg, ma puoi portare un bambino. Non si dovrebbe fare un esercizio intenso in quanto può causare l'apertura della cicatrice non cicatrizzata..

La prossima gravidanza non è prima di tre anni dopo l'operazione, il periodo minimo è di due anni. Una vita intima può iniziare da un mese e mezzo a due mesi dopo il parto, in linea di principio, così come dopo il parto naturale. Questa volta è sufficiente perché il sito di attacco della placenta guarisca e la cucitura sull'utero guarisca. Prima di ripristinare una vita sessuale completa, è estremamente importante pensare alla contraccezione, poiché a una donna in travaglio dopo un taglio cesareo è assolutamente vietato partorire per i prossimi due anni.

Si sconsiglia di installare il dispositivo intrauterino prima di 6 mesi dopo l'operazione. L'aborto dopo il taglio cesareo è vietato, poiché può portare alla rottura della sutura sull'utero, perché la cicatrice non si è formata completamente. Prenditi cura della tua salute: ricorda tutte le conseguenze che possono sorgere dopo azioni avventate.

Dieta nei primi giorni

Quale dovrebbe essere l'alimentazione nei primi giorni dopo un taglio cesareo? I limiti sono dovuti al fatto che il funzionamento dell'intestino e del sistema genito-urinario è ancora ben consolidato. Inoltre, lo stato dell'utero influisce sulla dieta. Il primo giorno dopo il taglio cesareo, si consiglia di bere solo acqua, i nutrienti entrano nel corpo di una donna in travaglio attraverso un contagocce. L'acqua può essere minerale non gassata o purificata con l'aggiunta di succo di limone.

Il secondo giorno puoi mangiare:

  • brodo di pollo o di carne;
  • zuppa di verdure;
  • carne magra bollita tritata in un frullatore;
  • kefir, yogurt;
  • ricotta a basso contenuto di grassi.

La composta e il tè debole vengono aggiunti alla lista delle bevande.

Il terzo giorno, una donna può mangiare cotolette di vapore, porridge sull'acqua, formaggio. Per ottenere vitamine, si consiglia di mangiare la purea della serie di alimenti per l'infanzia. La normalizzazione delle feci si verifica in media dopo 4 giorni.

Il quinto giorno, puoi passare ai pasti regolari. Non dimenticare l'aspetto dei gas che non devono essere contenuti: è necessario che vadano via. Per renderlo più facile, devi accarezzare lo stomaco in senso orario mentre sei sdraiato su un fianco con le gambe piegate.

Gli alimenti troppo freddi o caldi non dovrebbero essere consumati e gli alimenti solidi vengono introdotti gradualmente, poiché provocano la stitichezza. Per la stitichezza, il medico può prescrivere supposte di glicerina o altri farmaci che non influiscono sulla qualità del latte per il bambino..

Come riprendersi rapidamente da un taglio cesareo

Un'attività fisica moderata ti aiuterà a recuperare più velocemente. Dopo il parto, non puoi camminare il primo giorno, ma devi eseguire vari esercizi. Innanzitutto, la donna in travaglio dovrebbe rotolare da un lato all'altro, rilassarsi e sforzare i muscoli dei glutei, piegare alternativamente e insieme le ginocchia. Ruota i piedi, tira le dita dei piedi verso di te.

Un esercizio così semplice aiuterà a riscaldare e ripristinare il corpo dopo un taglio cesareo. Gli esercizi di Kegel sono utili per l'utero: una contrazione ritmica dei muscoli della vagina. Questo non solo ripristina lo stato dell'utero, ma generalmente rafforza i muscoli pelvici, che ha un effetto positivo sul processo di minzione.

La cucitura dopo i primi giorni di taglio cesareo viene pulita quotidianamente con agenti antisettici. Anche la benda di sutura viene cambiata ogni giorno. La rimozione dei punti viene solitamente prescritta in almeno una settimana. In media, passano 7-10 giorni dopo il parto, tutto dipende dalle condizioni della donna. Per evitare la comparsa di una cicatrice cheloide, usa Curiosin e Contractubex, che vengono venduti senza prescrizione medica in farmacia..

La sutura interna sull'utero si dissolve in 2-2,5 mesi.

Per quanto riguarda le mestruazioni, la prima mestruazione dopo il parto cesareo arriva nello stesso numero di giorni del parto naturale. Il fattore principale è se la donna in travaglio allatta al seno il neonato. Se sì, le mestruazioni andranno non prima di 6 mesi dopo l'operazione. Se un bambino viene nutrito con latte artificiale, le mestruazioni possono iniziare solo 2 mesi dopo la nascita del bambino..

La riabilitazione dopo un taglio cesareo nei primi giorni consiste principalmente in un moderato esercizio fisico e una corretta alimentazione. Dopo sei mesi, puoi iniziare a ripristinare la forma fisica originale, incluso iniziare a pompare i muscoli addominali. Lo stomaco sarà in grado di tornare al suo stato precedente per un periodo da sei mesi a un anno.

Una giovane madre è consigliata durante questo periodo per fare yoga, aerobica, fitness, flessione del corpo. In questo caso, i carichi dovrebbero essere calcolati tenendo conto del fatto che il bambino è stato rimosso con il metodo addominale. Consulta il tuo ginecologo e istruttore quali carichi sono accettabili per te.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

BENDAGGIO ROAD UNIVERSAL FEST BEIGE / 096 /

Parto

PE - 75%, elastan - 25%metodo di applicazione: La benda può essere indossata con un pezzo semicircolare sia su che giù, a seconda dei tuoi sentimenti e delle raccomandazioni dell'ostetrico-ginecologo.

Svenimento durante la gravidanza

Parto

Perché svengono durante la gravidanza?Il corpo femminile dopo la fecondazione riuscita dell'uovo inizia a ricostruirsi per preservare il feto. Come risultato di un cambiamento nel background ormonale, le preferenze di gusto cambiano, si osservano sbalzi d'umore, appare una sensazione di nausea e vertigini..

È possibile trattare i denti durante l'allattamento: come alleviare il dolore (compresse)

Analisi

Data di pubblicazione: 05.08.2018 | Visualizzazioni: 8195 Durante l'alimentazione di un bambino, una donna perde molte vitamine e microelementi benefici.

Certificato generico

Analisi

Il programma di certificazione generica è un'area importante del progetto nazionale prioritario "Salute", la cui attuazione è iniziata nel 2006 in Russia. Il suo obiettivo è migliorare la qualità dell'assistenza medica alle donne incinte, alle donne in travaglio e ai bambini del primo anno di vita, motivando finanziariamente le istituzioni sanitarie nei risultati del loro lavoro, stimolando una sana competizione tra di loro..