Principale / Analisi

Alimentazione complementare del bambino a 3 mesi. Puoi introdurre cibi complementari a 3 mesi?

La salute umana si forma nei primi mesi di vita. Nonostante il valore del latte materno, l'introduzione di alimenti complementari a 3 mesi è spesso importante. Il corpo di un bambino in via di sviluppo attivo richiede più vitamine e minerali. Pertanto, una madre premurosa dovrebbe offrire al suo bambino i primi cibi sicuri. Ma è sempre consigliabile? L'alimentazione complementare precoce può essere pericolosa per la salute dei bambini??

Fisiologia di un bambino a 3 mesi

Un bambino di tre mesi può iniziare ad essere nutrito sia con l'allattamento al seno che con l'alimentazione artificiale. La principale differenza tra una tenera età è lo sviluppo insufficiente del sistema digestivo. La cattiva digestione del bambino non gli consente di dargli da mangiare alcun cibo. Il corpo di un bambino di 3 mesi è adatto a digerire solo il latte materno e le formule adattate.

Un bambino di tre mesi ha un riflesso della deglutizione poco sviluppato. La mucosa degli organi digestivi non è ancora sufficientemente piena di batteri attivi. Si consiglia di nutrire un bambino a tre mesi solo con latte materno o formule adattate.

Importante! Il primo anno di vita è un vero banco di prova per il corpo umano. Il bambino impara attivamente il mondo, le sue reazioni biologiche vengono modificate e intensificate, c'è un adattamento quotidiano di tutti i sistemi all'ambiente esterno.

Qual è la differenza tra alimentazione supplementare e alimentazione complementare?

Alimentazione complementare: una graduale espansione della dieta del bambino a 3 mesi. Viene somministrato in aggiunta al latte materno. Il primo dovrebbe includere i succhi. Dovrebbero essere avviati in una quantità minima. Juice fornisce al bambino i nutrienti e l'energia necessari.

Nuovi componenti nutrizionali aiutano un bambino ad adattarsi al cibo per adulti a 3 mesi. Tuttavia, viene somministrato in piccole quantità per non causare lo sviluppo di patologie nel bambino. Questo è un tipo di allenamento per il sistema digestivo, che fornisce al bambino sostanze utili senza pregiudicare la sua salute..

La supplementazione è la quantità di cibo che viene data a un bambino a 3 mesi di età con latte materno insufficiente. È consentito integrare il bambino con latte di donazione o formula. L'integrazione è presente solo con l'alimentazione mista. È ampiamente usato per ridurre l'allattamento. Una costante mancanza di latte materno porta allo sviluppo di debolezza, ridotta funzione immunitaria, perdita di peso.

Il bambino è pronto per iniziare gli alimenti complementari a 3 mesi?

Se hai un bambino forte e sano, a 3 mesi il bambino non ha bisogno di alimenti complementari. Gli esperti raccomandano di ritardare gli alimenti complementari fino a 5-6 mesi. Durante questo periodo, il sistema digestivo diventerà più funzionale. Dopo i succhi, vengono introdotti al bambino i primi cereali e un tipo di verdura. Molti medici ritengono che dovrebbero iniziare a farlo quando compaiono i primi denti. Ciò indica che il bambino è pronto a provare il nuovo cibo per se stesso. Oggi sul mercato ci sono un gran numero di diverse puree per neonati adattate al corpo del bambino..

I principali segni che il bambino è pronto per alimenti complementari:

  • siede con sicurezza;
  • mostra interesse per il cibo;
  • il riflesso di repulsione del cibo denso è scomparso.

Quando hai bisogno di alimenti complementari precoci??

Oggi molti esperti ritengono che sia troppo presto per dare da mangiare a 3 mesi. Non ci sono ragioni pronunciate per iniziare all'età di tre mesi, se il bambino non perde peso e non ha problemi con le feci. I medici raccomandano di iniziare a nutrire un bambino a 4-6 mesi. Tuttavia, con una carenza di peso e una mancanza di grassi e altri nutrienti, è necessario introdurre alimenti complementari precoci..

I primi alimenti complementari sono appropriati in tali situazioni:

  • mancanza di peso corporeo;
  • aumento della formazione di gas;
  • mancanza di vitamine e altre sostanze;
  • una reazione allergica al latte artificiale;
  • disturbi delle feci;
  • mancanza di enzimi.

Si consiglia di introdurre il cibo precoce ai bambini prematuri. Il loro corpo debole ha un disperato bisogno di rifornimento di vitamine e altre sostanze utili.

A volte iniziano non con succhi, ma con purè di patate o cereali. Osservando le regole della prima poppata di un bambino a 3 mesi, puoi evitare problemi con le funzioni digestive. Con l'alimentazione artificiale, i bambini percepiscono meglio il nuovo cibo, ma dovrebbe essere somministrato un cucchiaino alla volta, monitorando la risposta del corpo.

Quando i primi alimenti complementari non sono necessari e perché sono pericolosi??

L'alimentazione complementare a 3 mesi di età con l'allattamento al seno può causare disturbi digestivi, flatulenza e diarrea. Questo perché il sistema digestivo del bambino, che è ben adattato al latte materno, non può far fronte a cibi più ruvidi..

Il cibo precoce provoca lo sviluppo di molte malattie del tratto gastrointestinale. Questo dovrebbe certamente essere preso in considerazione quando si pianifica di dare un nuovo alimento a un bambino a 3 mesi. In questa misura, la necessità è molto spesso assente. È meglio non affrettarsi e aspettare altri 1-2 mesi. In caso contrario, le conseguenze dell'alimentazione precoce dei bambini con peso e altezza normali potrebbero essere negative..

I principi dell'introduzione di alimenti complementari

Durante l'allattamento al seno, l'alimentazione complementare a tre mesi viene eseguita prima dell'allattamento al seno. Ridurre gradualmente la quantità di latte materno e aumentare il volume del nuovo cibo. Dopo alcuni giorni, sarà del tutto possibile sostituire 1 allattamento al seno con alimenti complementari.

Importante! All'inizio viene introdotto un solo prodotto nella dieta. Inizia con dosaggi minimi.

Al bambino viene somministrato ½ cucchiaino del nuovo prodotto. Il giorno successivo, aggiungi altri 5 grammi. A poco a poco, il volume del cibo aumenta a 50-150 grammi. L'intero processo richiede 7-10 giorni, se non ci sono anomalie e il bambino si sente bene e mangia cibi complementari senza problemi.

Raccomandazioni generali

I primi alimenti complementari per l'allattamento al seno a 3 mesi (schema):

  • 6:00 - 200 ml di latte materno;
  • 10:00 - succo di 5-20 grammi e latte materno;
  • 14 ore - latte materno, ½ cucchiaino di purea;
  • 18 ore - purè di patate e latte materno;
  • 22 ore - latte materno.

Solo dopo che il bambino si è adattato alla purea monocomponente si può iniziare a presentarlo a un altro prodotto. Nel processo, è importante monitorare la salute del bambino, indipendentemente dal fatto che si siano verificate allergie, diarrea o gonfiore. In caso di reazioni indesiderate del corpo del bambino, è necessario interrompere l'introduzione di questo prodotto nella dieta.

La differenza negli alimenti complementari per artificiali e lattanti

I bambini allattati artificialmente sono più pronti per i nuovi alimenti rispetto ai bambini. Gli organi digestivi dell'uomo artificiale sono già abituati alla miscela ruvida. È importante tenere presente che il latte artificiale non può coprire completamente tutte le esigenze di nutrienti del bambino. Pertanto, i medici raccomandano di iniziare a nutrire un bambino artificiale a 3 mesi e un bambino allattato al seno in seguito. La mamma deve tener conto delle peculiarità degli alimenti complementari per le persone artificiali.

Da dove iniziare cibi complementari?

Come iniziare l'alimentazione complementare a tre mesi di età durante l'allattamento? Lo stesso prodotto non deve essere somministrato più volte al giorno. Meglio iniziare con il succo naturale. È necessario astenersi dal mangiare albicocche e pere. Causano diarrea, quindi dovresti stare molto attento con questi frutti. Ogni nuovo prodotto dovrebbe essere dato ½ cucchiaino.

Le migliori opzioni sono:

  • zucchine;
  • mele;
  • patate.

In una nota! Dopo il succo vengono introdotte puree di frutta e verdura, oltre a cereali senza latticini che non contengono glutine. Tale nutrizione è particolarmente utile per l'artificiale.

Quando interrompere l'alimentazione complementare?

Molte mamme pensano che se dopo il primo cucchiaio di un nuovo prodotto non ci sono problemi, allora puoi aumentarne l'uso. Questo è fondamentalmente sbagliato. Il debole sistema digestivo del bambino non è in grado di far fronte a tale cibo. Si sviluppano disturbi delle feci, flatulenza, disbiosi, allergie. È necessario interrompere l'assunzione di queste reazioni, nonché con un aumento della temperatura e lo sviluppo di mancanza di respiro.

Quali problemi possono sorgere quando si introducono alimenti complementari?

L'allergia è il problema più comune che si può incontrare quando si introduce un nuovo alimento. Macchie rosse pruriginose compaiono sul corpo del bambino, si sviluppa gonfiore. In questo caso, è necessario interrompere la somministrazione del nuovo prodotto e consultare un medico..

Cosa fare se il bambino è cattivo?

Gli esperti raccomandano che se un bambino è ansioso, prestare attenzione alla sua sedia. È possibile che il pianto sia causato da indigestione, gonfiore, dispepsia. In questo caso, dovresti dare acqua all'aneto, "Espumizan", "Smektu".

Affinché l'adattamento a un nuovo prodotto abbia successo, deve essere introdotto in piccole quantità entro una settimana. Smetti di mangiare se hai diarrea, gonfiore e vomito.

Possibili errori nell'introduzione precoce di alimenti complementari

Gli errori più comuni che fanno i genitori:

  • introduzione troppo precoce di alimenti complementari senza alcuna ragione oggettiva per questo;
  • utilizzando il prodotto sbagliato;
  • una frettolosa ricerca di una varietà di dieta;
  • una grande quantità di alimenti complementari.

Che è meglio: puree già pronte o fai-da-te?

Le puree per bambini pronte e quelle fatte in casa sono ugualmente utili per un bambino. L'unica condizione è che il cibo sia fresco e di alta qualità. Le puree pronte sono più comode da usare: la mamma non deve sbucciare e macinare frutta o verdura. Devi anche prestare attenzione al costo della purea pronta e dei piatti fatti in casa dal tuo giardino..

Prime ricette di purea

  1. Una mela o una pera viene cotta al vapore. La frutta viene sbucciata, tagliata a fette e posta su un setaccio a vapore. Cuocere fino a renderle morbide e macinare. Si consiglia di consumare immediatamente la purea pronta.
  2. Pelare la zucca, metterla in un pentolino, versarvi un po 'd'acqua. Cuocere in forno, quindi tritare la polpa.
  3. Lessare zucchine o cavoli fino a renderli morbidi (all'inizio prendiamo un solo prodotto), metterli in uno scolapasta e macinarli insieme a una piccola quantità di brodo in un frullatore.

Il cibo aggiuntivo aiuta il bambino a guadagnare rapidamente peso normale, crescita e offre nuove opportunità per un ulteriore sviluppo attivo. Ma senza ragioni significative, determinate esclusivamente dal pediatra, gli alimenti complementari a 3 mesi sono considerati troppo precoci e inappropriati.

Perché è impossibile iniziare l'alimentazione complementare a 3 mesi e come farlo correttamente? Racconta il pediatra

Ad oggi, viene prestata un'enorme attenzione ai problemi nutrizionali dei neonati (bambini di età inferiore a un anno). E questo è corretto, perché l'80% della salute di una persona si forma nei primi 1000 giorni della sua vita. Il cibo di gran lunga più nutriente e delizioso per un bambino è il latte materno. Lo apprezzerà a lungo, combinando colazione, pranzo e cena con la necessaria comunicazione con te. Presto, il bambino in via di sviluppo e letteralmente in crescita davanti ai tuoi occhi guarderà con interesse come mangia sua madre, e il più attivo potrebbe persino provare ad assaggiare qualcosa. Questo metodo per avviare cibi complementari è chiamato "pedagogico". Il suo significato è lasciare che il bambino provi ciò che gli interessa..

Pertanto, come madre premurosa, offrigli i cibi più sani che la natura può fornire. Mentre il bambino copia il tuo comportamento, i genitori hanno una grande opportunità di formare le giuste preferenze di gusto. Avranno un impatto positivo sulla crescita e lo sviluppo del bambino.

Quando iniziare a introdurre i primi alimenti complementari?

Oggi la mamma di un bambino di tre mesi mi ha fatto una domanda: “Vorrei nutrire, cosa ne dici del latte vaccino e del semolino? Ho anche visto il purè di patate nel negozio, posso iniziare i cibi complementari a 3 mesi? "

Non dovresti iniziare i primi alimenti complementari a 3 mesi, sia con l'allattamento artificiale che con l'allattamento. A un'età così precoce, il sistema digestivo del bambino è ancora funzionalmente immaturo. In altre parole, l'intestino di un neonato non è ancora adattato alla digestione di alcun alimento ad eccezione del latte materno e della formula adattata..

Sento spesso la vecchia generazione della frase: "Abbiamo nutrito i nostri figli con il semolino per tutta la vita, e niente - sono cresciuti". E sono fantastici, perché è stato molto più difficile per loro crescere i bambini di adesso. Tutte le condizioni sono state create per le madri moderne, ma si stancano ancora. Immagina com'erano le nostre nonne, ma ce l'hanno fatta.

Ora i pediatri raccomandano di dare al bambino il primo alimento complementare da 6 mesi. Tuttavia, studi scientifici hanno dimostrato che la tolleranza (dipendenza) ai prodotti alimentari si forma da 4 a 6 mesi. Pertanto, è meglio iniziare l'alimentazione complementare con l'alimentazione artificiale da 4 mesi. Per le madri che allattano al seno il loro bambino, è più corretto iniziare l'alimentazione complementare a partire dai 5 mesi. In questo modo, entro 6 mesi sarai in grado di sostituire una poppata con alimenti complementari, seguendo il consiglio del pediatra (l'80% del latte materno nella dieta è considerato allattamento completo) e diventerai dipendente da altri alimenti nel tempo..

Importante!

Non iniziare cibi complementari:

  • quando il bambino è malato;
  • se il bambino sta mettendo i denti;
  • prima e tre giorni dopo la vaccinazione;
  • se stai partendo per un lungo viaggio.

Da dove iniziare cibi complementari?

1. L'alimentazione complementare con l'alimentazione artificiale, come con l'allattamento al seno, inizia con gli stessi prodotti. La differenza sta solo nella tempistica dell'introduzione. Gli alimenti complementari vengono introdotti a 4 mesi con l'alimentazione artificiale. Durante l'allattamento, l'età consigliata è di 5 mesi. All'età di tre mesi, gli alimenti complementari iniziano solo in caso di scarso aumento di peso nella dieta principale.

2. La purea di verdure viene offerta per la prima alimentazione complementare con un buon aumento di peso. Scegli verdure bianche e verdi. Puoi preparare il purè di patate a casa, osservando le regole di sicurezza. Le moderne tecnologie offrono una vasta gamma di prodotti industriali. Che cosa è più adatto, decidi tu. Inizia con una purea di una parte (solo una verdura).

Se il bambino non sta ingrassando bene, usa i cereali per la prima poppata. Prendi cereali senza latticini e senza glutine. Questo è grano saraceno, riso, mais. È meglio se il porridge contiene un solo cereale senza additivi estranei. Aggiungi oli vegetali (oliva, mais o girasole) al porridge. Prima poche gocce, poi, aumentando gradualmente, portare a un cucchiaino. Il porridge di latte può essere somministrato all'età di 8-9 mesi. Cucina il porridge a casa o acquista prodotti finiti da produttori di alimenti per l'infanzia. Il burro può essere messo nel porridge da 7 mesi. Inizia dalla punta di un cucchiaino e lavora fino a 10-20 grammi.

3. Si consiglia di introdurre la purea di frutta, come alimento complementare per un artificiale, a 4,5 - 5 mesi, per i bambini - a 7 - 8 mesi. Inizia con puree contenenti un solo frutto. Dai la preferenza ai frutti coltivati ​​nella tua zona. Dalle puree industriali, prendi quelle che non contengono altro che frutta. Per i principianti, non utilizzare frutti e bacche luminosi ed esotici (ricorda le allergie).

4. La ricotta, come prodotto autonomo, è inclusa nel menù dai 6 ai 7 mesi. All'inizio senza additivi, è meglio usare il basso contenuto di grassi.

5. La purea di carne o la carne macinata (manzo, vitello, coniglio, tacchino) viene provata da 8 mesi.

6. Tuorlo d'uovo, bollito e frullato, offerto a 8 mesi. Partendo da 1⁄8 parte, portare gradualmente a metà il tuorlo al giorno.

7. Prodotti lattiero-caseari fermentati (baby kefir, yogurt senza additivi, biolatti) a 9-10 mesi.

8. Prova il pesce (preferibilmente frutti di mare) da 10 mesi, non più di due volte a settimana.

9. A partire da 10 mesi puoi entrare nel succo. Inizia con frutti schiariti di colore opaco (preferibilmente mela), contenenti solo zuccheri naturali. Dare, iniziando con poche gocce, portando al volume di una poppata.

10. Purea di bacche, cereali (orzo, orzo perlato, miglio, semolino), frattaglie (fegato, lingua, cuore) vengono introdotti dopo un anno.

Come introdurre cibi complementari?

  1. Dare cibi complementari prima di nutrirsi. Usa l'allattamento al seno o il latte artificiale dopo che il bambino ha provato cibi complementari. Portare gradualmente a pieno volume (100-200 grammi) e sostituire una poppata.
  2. È necessario iniziare con mezzo cucchiaino, portando gradualmente al volume di una poppata (100-200 grammi).
  3. Dai a tuo figlio una settimana per abituarsi al nuovo prodotto, dopodiché potrai presentare il successivo.
  4. Macina tutti gli alimenti complementari fino a ottenere una consistenza uniforme (purea). Un'opzione conveniente sono i barattoli industriali. Garantiscono la sicurezza e la qualità del prodotto. Leggere attentamente i termini e le condizioni di conservazione sull'etichetta. Verificare la presenza di perdite nella confezione.

Non acquistare una fornitura mensile di alimenti per l'infanzia, potresti non notare che la data di scadenza è già scaduta.

  • Guarda il tuo bambino. Se il suo comportamento non cambia, la pelle è pulita, le feci sono regolari, di colore e consistenza normali, puoi tranquillamente dare questo prodotto ulteriormente.
  • Tieni un diario alimentare. Contrassegna gli alimenti che hanno avuto qualche reazione.
  • Quali problemi possono sorgere quando si introducono alimenti complementari?

    1. Rifiuto del bambino dal prodotto che offri. Non dovresti insistere e nutrire forzatamente il bambino. Offri di nuovo tra un paio di settimane e molto probabilmente il bambino lo mangerà con piacere..

    2. Manifestazione di allergie.

    Ricorda, o meglio scrivi, a cosa è allergico il bambino. Non dare niente di nuovo per due settimane. In caso di gravi manifestazioni di allergie, consultare un medico per consigli e cure.

    3. Reazione del sistema digerente (stitichezza, feci molli, rigurgito abbondante, coliche). Se sei sicuro di aver seguito le regole per la preparazione e la conservazione di un prodotto, rimuovilo temporaneamente dalla dieta. Non dovresti abbandonare completamente questo piatto. Molto probabilmente, gli intestini del bambino non sono ancora pronti per questo cibo. Riprova un po 'più tardi, ad esempio tra un mese.

    L'alimentazione complementare è la prima fase del passaggio di un bambino al cibo per adulti. Trattare responsabilmente l'introduzione dei primi alimenti complementari. Rispettare i termini e le regole per l'introduzione di alimenti complementari. Ricorda, tuo figlio sta imparando un nuovo pasto e osserva attentamente la sua reazione. Provando cibi complementari, prima di darlo al tuo bambino, non chiedere con la faccia acida: "Come lo mangi?" Con il tuo esempio, devi mostrare al bambino che è delizioso. Seguendo le raccomandazioni dei pediatri e introducendo correttamente alimenti complementari, fornirai al tuo bambino una corretta alimentazione e il bambino crescerà sano.

    Tutto sui primi alimenti complementari da 3 mesi con l'allattamento al seno: uno schema dettagliato

    Per le madri nel nostro paese, c'è ancora una grande domanda su quando iniziare a nutrire il tuo bambino. E sebbene l'Organizzazione Mondiale della Sanità abbia da tempo fissato lo standard a sei mesi, alla vecchia generazione piace parlare di alimenti complementari precoci da tre mesi. Qual è il motivo di questa opinione? Quali dovrebbero essere gli alimenti complementari giusti per un bambino di tre mesi? Oggi ti parleremo in modo chiaro e dettagliato dei primi primi alimenti complementari durante l'allattamento, lo schema a partire da 3 mesi dalla nascita del bambino ci aiuterà in questo.

    Come funziona il corpo umano a 3 mesi?

    Prima di dare alimenti complementari a un bambino di 3 mesi, dovresti pensare alla necessità di queste azioni. Devi sapere chiaramente cosa sta succedendo esattamente nel corpo di tuo figlio durante questo periodo. Lo sviluppo all'età di tre mesi è solo nella fase di maturazione. Lo stomaco ha appena iniziato a produrre acido cloridrico, che influisce sulla ripartizione degli enzimi, e l'intestino non è ancora in grado di digerire altro che latte materno o formule del latte, è ancora più probabile che dia una reazione allergica in caso di problemi gravi.

    Tutto ciò, combinato con un'immunità debole, meccanismi protettivi non sviluppati e l'incapacità di ingerire cibo denso, suggerisce che il bambino è completamente impreparato a un cambiamento nella dieta e all'introduzione di cibi complementari precoci. Il debole tratto digestivo del bambino non ha bisogno di tali cambiamenti e solo a volte si verificano situazioni in cui è semplicemente necessario che tu dia alimenti complementari, e questi sono i casi che considereremo oggi.

    Perché vale la pena introdurre i primi alimenti complementari?

    La natura ha organizzato in modo che una persona possa ricevere tutte le vitamine e gli oligoelementi necessari insieme al latte materno dalla nascita..

    I grassi, le proteine ​​e altri nutrienti nel latte materno per un bambino di 3 mesi sono gli unici nutrienti importanti, quindi non è necessario aggiungere nient'altro ancora. Tuttavia, in alcuni casi, quando la madre ha problemi, il bambino viene trasferito a formule di latte artificiale. E sono i pediatri che a volte prescrivono i primi primi alimenti complementari con l'alimentazione artificiale..

    I prerequisiti per questo possono essere:

    • Prematurità;
    • aumento di peso insufficiente;
    • problemi di crescita;
    • feci malsane e flatulenza;
    • ritardo dello sviluppo;
    • allergia al latte e formula.

    È con tali problemi che l'alimentazione complementare precoce non è solo possibile, ma obbligatoria per il ripristino o il mantenimento della salute del bambino..

    È il tuo pediatra curante che dovrebbe informarti che devi iniziare l'introduzione dei primi alimenti complementari a 3 mesi.

    Aspetti negativi dell'alimentazione precoce

    Da tutto quanto sopra, puoi trarre conclusioni tu stesso sul motivo per cui gli alimenti complementari sono davvero dannosi per un bambino di 3 mesi, ma generalizzeremo per renderlo più chiaro. A causa del fatto che il riflesso masticare-deglutizione nei bambini appare solo a 4-5 mesi, a 3 anni non sarà ancora in grado di prendere il cibo da un cucchiaio senza sputare, il che, molto probabilmente, può portare al soffocamento. Diminuisce la permeabilità della mucosa intestinale che, come abbiamo già detto, porterà sicuramente a una reazione allergica. Ebbene, la cosa più spiacevole per te e prima di tutto per il bambino sono le coliche.

    È questo fenomeno che mostra che il bambino sta sviluppando l'intestino e il tratto gastrointestinale nel suo insieme e le coliche possono comparire anche con l'epatite B materna naturale, per non parlare delle miscele artificiali. Tuttavia, il dolore all'addome dei due precedenti prerequisiti non può essere paragonato al dolore del cibo che è insolito per il corpo. Riassumendo, va detto che nutrire un bambino da 3 mesi è un'attività pericolosa e spiacevole, che è meglio fare solo quando assolutamente necessario, e se tale non esiste, puoi semplicemente aspettare altri tre mesi.

    Come iniziano i primi alimenti complementari?

    Se tu e il tuo medico avete già deciso che voi e il vostro bambino avete semplicemente bisogno di alimenti complementari da 3 mesi, allora questo processo deve essere eseguito correttamente sin dall'inizio. Tutti capiscono che le persone sono diverse, il che significa che l'approccio agli alimenti complementari dovrebbe essere individuale. Fondamentalmente, le madri scelgono la purea di frutta o verdura per la prima poppata. Qui devi stare attento, poiché un bambino potrebbe essere allergico ad alcuni dei prodotti dalla nascita, il che significa che è molto importante osservare la reazione del corpo e dare al bambino non più di mezzo cucchiaino all'inizio.

    Se non vuoi correre molti rischi e noti anche che il bambino non sta ingrassando, allora dovresti preferire il porridge. Il porridge senza latte in acqua naturale non solo ricostituirà l'apporto necessario di carboidrati e altri nutrienti contenuti in grano saraceno, riso, farina d'avena o semola di mais, ma non causerà nemmeno la manifestazione di allergie che un bambino potrebbe avere con latte e latte artificiale.

    Oltre al porridge e al purè di patate, c'era un'opzione con il succo. Le madri hanno dato un cucchiaio di succo di frutta o di bacche per insegnare al bambino al cibo per adulti nel modo più semplice. Tuttavia, i pediatri ora affermano che gli acidi della frutta in tali succhi possono essere molto dannosi per il rivestimento dello stomaco, per non parlare della possibile reazione allergica individuale. Il succo può essere introdotto come alimento complementare per un bambino, ma solo a partire da 5-6 mesi, quando il corpo è più o meno abituato ad altri alimenti e lo stomaco è diventato più forte.

    Regole importanti per l'alimentazione

    Più importante di dove iniziare l'alimentazione precoce è solo come avviarla. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a evitare alcuni degli errori che fanno le neomamme:

    1. Innanzitutto, ricorda che il cibo aggiuntivo "per adulti" deve essere somministrato immediatamente prima della somministrazione regolare. Questo è importante sia per l'alimentazione complementare a 3 mesi con l'allattamento al seno, sia per l'alimentazione artificiale, perché dopo un pasto normale, il bambino non sarà più in grado di percepire altro cibo, e quindi semplicemente non lo accetterà.
    2. Qualunque cosa tu decida di iniziare a introdurre cibi complementari a 3 mesi, il cibo che hai scelto deve essere portato in una forma che sia digeribile dal corpo del bambino. Come risultato della lavorazione meccanica, dovresti ottenere un prodotto liquido, non viscoso senza pezzi solidi, altrimenti il ​​bambino non vorrà ingerirlo o non sarà nemmeno in grado di farlo.
    3. Prova cibi diversi, ma non allo stesso tempo. Monitora le reazioni del tuo bambino: in caso di arrossamento, eruzione cutanea, flatulenza, problemi con le feci o disagio generale evidente sotto forma di affaticamento, interrompi immediatamente l'alimentazione del cibo selezionato, attendi che i sintomi si attenuano e prova il cibo successivo.
    4. Nonostante il fatto che per un bambino di 3 mesi un cucchiaio sia uno strumento incomprensibile, è meglio iniziare a dare cibi complementari con il suo aiuto: sarà più conveniente per te maneggiarlo e il bambino si abituerà gradualmente. Inoltre, è il cucchiaio che diventerà la misura della quantità di cibo somministrata..
    5. In nessun caso dovresti abituarti a nuovi prodotti in un momento in cui il bambino è malato, perché la sua immunità è già indebolita. Conservalo anche tre giorni prima e tre giorni dopo la vaccinazione. Aspetta sempre che i possibili sintomi passino.

    L'ordine di introduzione dei primi alimenti complementari

    Se hai già deciso di iniziare l'introduzione di alimenti complementari da 3 mesi, allora devi sapere quali prodotti e in quale momento dovrebbero essere introdotti per fasi. Come hai già capito, devi iniziare cibi complementari con purea di verdure o con porridge senza glutine (riso, grano saraceno, mais, farina d'avena).

    Se hai scelto la purea di verdure per l'allenamento, allora dovresti scegliere l'opzione più ipoallergenica e non troverai un midollo vegetale migliore. Inoltre, i pediatri raccomandano le zucchine per i neonati prematuri..

    Oltre alle zucchine, il cavolfiore e le carote sono buone scelte. Partendo da un ortaggio, dopo una settimana, puoi passare a quello successivo. Questo non solo diversifica la dieta del bambino, ma ti consente anche di sapere se è allergico a un determinato prodotto. Ricorda che a 3 mesi, a un bambino non dovrebbe essere dato con la forza ciò che il suo corpo rifiuta, anche se semplicemente non gli piace questo prodotto..

    Dopo due settimane di tale alimentazione, se il tuo bambino prende bene nuovi cibi, puoi iniziare a dargli da mangiare purea di frutta. Tra quelli che hanno meno probabilità di causare allergie o disturbi gastrointestinali sono i seguenti: prugne, ribes bianco, pere, ciliegie e mele verdi acide.

    Già più vicino a tre mesi e mezzo, vengono introdotti i cereali e devono essere cucinati in acqua per bambini speciale. È importante rendere la loro consistenza il più liquida possibile strofinando a fondo i cereali. Questo viene fatto in modo che il bambino non cada in grumi duri. Il porridge fornirà la quantità necessaria di sostanze nutritive che rafforzano il corpo del bambino..

    Certo, è impossibile abbandonare completamente il cibo principale, puoi solo nutrire il bambino, aggiungendo altri componenti che sono poco consumati insieme al latte materno alla dieta abituale. È sull'allattamento al seno che risiede il compito di somministrare le sostanze necessarie al normale sviluppo, quindi il programma di alimentazione complementare a 3,5 mesi dovrebbe assomigliare a questo:

    • la prima poppata mattutina - GW e porridge;
    • seconda mattina - GW standard;
    • pranzo - GW e purea di frutta o verdura;
    • prima sera - standard GW;
    • la seconda sera - HS e purea di frutta o verdura.

    5 - il numero minimo di poppate per le madri che allattano da 3 mesi. Alcuni pediatri consigliano persino di aggiungere un altro pasto all'ora di pranzo per aiutare il bambino ad aumentare di peso. Sarà anche utile dopo un mese, quando il bambino ha già iniziato ad abituarsi a una tale dieta, iniziare a dare un po 'di succo ipoallergenico durante le pause..

    Tabella di alimentazione complementare precoce

    Sicuramente hai già capito esattamente come iniziare ad abituare il tuo bambino a un nuovo alimento. Gli esperti hanno uno schema per la prima alimentazione complementare durante l'allattamento al seno da 3 mesi a un anno, che ti aiuterà a risolvere questo problema. Per non farti confondere sulla varietà dei nomi dei cibi e sul numero di mesi, la tabella ti aiuterà al meglio. Ecco i dati richiesti:

    Del mese34cinque6789-12
    Purea di verdure, g5-5050-100150150170180200
    Purea di frutta, g5-3045-5050-6060708090-100
    Kashi, g-50-100100-150150180200200
    Succo, ml5-3040-5050-6060708090-100
    Kefir, ml---cento200200400-500
    Cagliata, g--10-3040404050
    Biscotti, g---3-5cinquedieci10-15
    Pane, g----cinquecinquedieci

    Caratteristiche per la formula infermieristica

    Gli alimenti complementari a 3 mesi con l'allattamento artificiale hanno un aspetto leggermente diverso. Il fatto è che le formule del latte vengono assorbite dai bambini molto più a lungo e quindi non dovrebbero esserci più di cinque pasti al giorno nella dieta. Assicurati che l'alimentazione complementare di un bambino a 3 mesi con l'alimentazione artificiale avvenga non prima di 3 ore e mezza dopo l'ultima. A tale bambino non dovrebbero essere somministrati più di 800-900 ml di miscele e 30-60 go ml di prodotto aggiuntivo al giorno. Lo stesso va detto per una singola assunzione: non più di 150-200 ml in totale, e la prima e l'ultima assunzione devono essere prive di alimenti complementari.

    Quando scegli cosa puoi nutrire con il latte artificiale, dovresti rivolgerti al porridge, soprattutto se ti senti chiaramente sottopeso. Tuttavia, tieni d'occhio le condizioni individuali di tuo figlio. Se vedi che il bambino ha iniziato a soffrire di stitichezza, passa immediatamente alla purea di verdure. Per la stitichezza, gli alimenti complementari della purea di prugne aiuteranno anche l'uomo artificiale. Puoi anche provare la purea di pesche. Vale anche la pena conoscere la possibilità di aggiungere olio vegetale al purè di patate per un maggiore ammorbidimento e aumentare la consistenza liquida..

    Conclusione

    Riassumendo il nostro articolo, vorrei riassumere tutto quanto sopra. Pensando se sia possibile dare un'alimentazione complementare così precoce al tuo bambino del terzo mese di vita, ricorda che ciò può portare a conseguenze molto indesiderabili sotto forma di disturbi gastrointestinali, deterioramento delle feci, coliche, vomito e molti sintomi allergici come dermatiti, desquamazione e asma bronchiale. Pertanto, non dovresti abituarti inutilmente al cibo "per adulti".

    La risposta alla domanda su come introdurre alimenti complementari fin dai primi mesi è una tabella che descrive perfettamente tutte le fasi dell'alimentazione, a partire dai bambini dai 3 mesi, per finire con i bambini di un anno. Innanzitutto si può iniziare con purea di verdura o di frutta e in alcuni casi con cereali senza glutine e acqua per bambini. Altrimenti, il tipo di alimenti complementari che possono essere introdotti al tuo bambino a 3 mesi dipende dal pediatra che lo cura. Controlla la salute del tuo bambino e non ammalarti!

    Alimentazione complementare da 3 mesi

    L'alimentazione complementare da 3 mesi è una questione controversa. Alcuni pediatri ritengono che a questa età il bambino sia pronto per familiarizzare con il cibo per adulti. Altri dicono che i primi alimenti complementari sono meglio somministrati per ragioni mediche. Questi medici includono il dottor Komarovsky. Non è necessario iniziare a nutrire un bambino a 3 mesi se è assolutamente sano e non ha deviazioni nell'aumento di peso e nella crescita.

    Bambino sulla pancia

    Il bambino è pronto per iniziare gli alimenti complementari a 3 mesi

    A 3 mesi, i bambini hanno un sistema digestivo insufficientemente formato. È difficile per loro digerire il cibo per adulti. Il cibo principale a questa età che un bambino riceve è il latte materno o una formula di latte adattata. Se il bambino è assolutamente sano, guadagna altezza e peso secondo le norme generalmente accettate, non è necessario nutrire il bambino. Per le persone artificiali, l'età ottimale per gli alimenti complementari è di 4 mesi, per i bambini - 6 mesi.

    In alcune situazioni, i pediatri prescrivono alimenti complementari precoci. Ci sono diverse ragioni per questo:

    • sottopeso;
    • Prematurità;
    • il bambino non si ingozza di latte;
    • nutrire il latte vaccino al posto del latte artificiale o il latte materno.

    In questi casi, i nuovi prodotti arricchiranno la dieta del bambino, gli daranno tutti gli oligoelementi e le vitamine necessari per lo sviluppo..

    Fisiologia di un bambino a 3 mesi

    I bambini di 3 mesi sanno come tenere la testa con sicurezza, fare passeggiate, imparare attivamente il mondo che li circonda e sono in grado di riconoscere le persone dal loro ambiente. Sono interessati a giocattoli luminosi, tirando loro le mani. Il principale prodotto alimentare a questa età è il latte materno o una formula di latte adattata. Nel corpo del bambino viene prodotta una quantità insufficiente di succo gastrico, le pareti intestinali non sono abbastanza ispessite per digerire facilmente il cibo per adulti.

    Il bambino esamina la sua gamba

    La necessità, i vantaggi e gli svantaggi degli alimenti complementari a 3 mesi

    I primi alimenti complementari sono prescritti per ragioni strettamente definite. Non dovresti nutrire tuo figlio con il cibo di una tavola comune senza consultare un pediatra. Questo può portare a gravi conseguenze. Gli alimenti complementari da tre mesi vengono introdotti secondo alcune indicazioni:

    • aumento e crescita di peso lenti;
    • problemi metabolici;
    • allergie frequenti al latte artificiale;
    • mancanza di oligoelementi nel latte materno;
    • il bambino non si ingozza di cibo liquido, spesso ne richiede di più.

    Importante! La nomina non autorizzata di alimenti complementari a 3 mesi può causare problemi di salute al bambino. Prima di prendere una tale decisione, è necessario consultare uno specialista..

    Nutrire i bambini in anticipo presenta vantaggi e svantaggi. I vantaggi includono:

    • varietà di dieta;
    • istituzione di una dieta chiara;
    • ridurre la frequenza delle reazioni allergiche;
    • aumento di peso attivo;
    • abituare le briciole a un cucchiaio.

    Tra le carenze, si nota una reazione inadeguata del corpo del bambino. Un nuovo prodotto può provocare non solo una reazione allergica, ma anche problemi con le feci. Pertanto, a 3 mesi, purè di patate, succhi o cereali possono essere gustati con un paio di gocce.

    Ragazzo a pancia in giù con un cucchiaio

    Caratteristiche degli alimenti complementari per artificiali e lattanti

    I bambini su gw e salice dalla nascita ricevono un diverso tipo di cibo. Ciò significa che lo sviluppo del tubo digerente differisce leggermente tra loro. I bambini hanno meno probabilità di avere problemi con le feci e le allergie, nelle persone artificiali, al contrario..

    Quando si introducono alimenti complementari, è necessario tenere conto delle caratteristiche individuali dello sviluppo del bambino. Cominciano a nutrirli rigorosamente secondo le istruzioni del medico. In altri casi, ciò non è necessario..

    L'inizio dell'alimentazione di un bambino con l'allattamento al seno viene effettuato in più fasi:

    • Il bambino può assaggiare l'acqua refrigerata bollita. All'inizio, il bambino lo rifiuterà. È necessario offrirlo per diversi giorni di seguito finché il bambino non si abitua..
    • Quindi al bambino vengono offerte alcune gocce di succo. Se il concentrato viene preparato indipendentemente dalla frutta fresca, viene diluito a metà. La reazione viene monitorata per il primo giorno, quindi la porzione viene raddoppiata.
    • Dopo i succhi vengono offerti purea di frutta, purea di verdure e cereali senza latticini.
    • L'allattamento al seno continua come al solito. Non puoi svezzare il bambino.

    Importante! Più tardi c'è un cambiamento nella dieta del bambino, meno spesso ha allergie e problemi al tratto gastrointestinale..

    I bambini allattati artificialmente sono adattati ad alimenti diversi dal latte materno dalla nascita. Digeriscono più facilmente frutta e verdura, i cereali sono più difficili da digerire. Pertanto, senza indicazioni specifiche, non dovrebbero essere introdotti nella dieta. Il principio di nutrire le persone artificiali è lo stesso di quello dei bambini. Ogni nuovo alimento viene introdotto con cautela, osservando attentamente la risposta del bambino.

    Ragazzo che beve succo di frutta

    Come iniziare a nutrire un bambino di 3 mesi

    Come si può nutrire un bambino a 3 mesi, chiedono i giovani genitori. I bambini di questa età assumono cibo liquido, rispettivamente, gli alimenti complementari dovrebbero iniziare con una consistenza simile del prodotto. I pediatri consigliano di somministrare succhi di frutta e puree per provare i bambini e le persone artificiali. Se c'è una carenza di peso corporeo, il primo prodotto dovrebbe essere cereali senza latticini.

    Inizia l'alimentazione con una piccola dose. La prima volta che al bambino vengono somministrate 3-4 gocce di succo di frutta. Quindi viene monitorata la reazione del corpo. Se non si osservano cambiamenti nel comportamento, si continuano gli alimenti complementari, aumentando la dose di 2 volte ogni volta. Occorrono 2 settimane per abituarsi a un prodotto. All'inizio dei 4 mesi di vita, il bambino prova 2 prodotti.

    Tabella d'introduzione dei primi alimenti complementari da 3 mesi

    Quali alimenti complementari puoi iniziare a dare al tuo bambino a 3 mesi? L'inizio di un cambiamento nella dieta dei bambini avviene secondo un certo schema. Il primo giorno, una porzione del succo è costituita da poche gocce. Entro la fine di 2 settimane, la porzione viene aumentata a 30 ml. Dopo ogni poppata, il bambino viene integrato con latte materno o formula.

    Schema di introduzione di alimenti complementari a un bambino a tre mesi

    GiornoSucchi, mlPurea di frutta, g.
    1Mela - 1
    2Mela - 2
    3Mela - 4
    4Mela - 8
    cinqueMela - 15
    6Mela - 30
    7Mela - 30
    8Mela - 30
    noveMela - 30
    dieciMela - 30Mela - 5
    undiciMela - 30Mela - 10
    12Mela - 30Mela - 20
    13Mela - 30Mela - 30
    quattordiciMela - 30Mela - 30
    15Mela - 30Mela - 30
    sediciMela - 30Mela - 30
    17Pera - 2, mela - 28Mela - 30
    18Pera - 4, mela - 26Mela - 30
    diciannovePera - 8, mela - 22Mela - 30
    20Pera - 15, mela - 15Mela - 30
    21Pera - 30Mela - 30
    22Pera - 30Mela - 30
    23Mela - 30Pera - 5, mela - 25
    24Pera - 30Pera - 10, mela - 20
    25Mela - 30Pera - 15, mela - 15
    26Pera - 30Pera - 30
    27Mela - 30Pera - 30
    28Pera - 30Mela - 30
    29Mela - 30Pera - 30
    trentaPera - 30Mela - 30
    31Mela - 30Pera - 30

    Questi valori sono ottimali per ogni bambino. Se il primo prodotto è il porridge senza latticini, viene introdotto nelle stesse piccole porzioni delle purea di frutta. I cereali vengono preparati in forma liquida, in ragione di 5 g di prodotto secco per 100 ml di acqua. Comodo da usare i cereali istantanei baby dry, che vengono venduti in tutti i negozi.

    Importante! È vietato aggiungere zucchero o sale alle pappe. Questo pone ulteriore stress sui reni..

    La ragazza viene nutrita con il cucchiaio

    Come nutrire un bambino a 3 mesi su GV

    All'età di tre mesi i bambini possono provare succhi di frutta, puree di verdura e frutta, cereali senza latticini. Il pediatra aiuterà a determinare il prodotto giusto per il bambino, rispettando le caratteristiche individuali del suo sviluppo. L'elenco degli alimenti consentiti a questa età include:

    • una mela;
    • Pera;
    • zucchine;
    • prugne (per problemi con le feci);
    • zucca;
    • cavolfiore;
    • broccoli;
    • riso;
    • grano saraceno;
    • semola di mais;
    • semola.

    C'è anche un elenco di cibi proibiti per i bambini piccoli. Non vengono digeriti dal corpo del bambino, causando stitichezza, allergie e aumento della produzione di gas. Questi includono:

    • patate;
    • barbabietola;
    • fiocchi di latte;
    • carne;
    • un pesce;
    • brodi di carne;
    • uova;
    • Latticini;
    • pomodori;
    • Pepe;
    • Spezia.

    Cosa regalare a un bambino a 3 mesi su IV

    Lo stesso elenco di prodotti è consigliato per le persone artificiali come per i neonati. L'apparato digerente e lo sviluppo generale dei bambini con diversi tipi di alimentazione sono praticamente gli stessi. Pertanto, la reazione e il processo di assimilazione dei nutrienti sono gli stessi per loro. Si consiglia di iniziare l'alimentazione complementare con frutta e verdura, succhi o cereali. Ricorrono ai cereali solo quando il bambino sta ingrassando debolmente o lo sta perdendo.

    Puoi cucinare un prodotto del genere da solo o acquistarlo già pronto in un negozio. I pediatri raccomandano di dare la preferenza ai succhi chiarificati acquistati in negozio contrassegnati con "3-4 +" per la prima poppata. Quando si decide di preparare da soli una bevanda, la frutta fresca viene lavata sott'acqua e sbucciata. Un pezzo viene strofinato su una grattugia fine. La polpa viene messa in una garza e il succo viene spremuto. Il liquido viene diluito con acqua bollita 2 volte. Quindi offrono il bambino.

    Purea di frutta o verdura

    La purea omogeneizzata viene somministrata ai bambini 2 settimane dopo essersi abituati ai succhi. Scegli i prodotti dalla lista suggerita dal pediatra. Verdura e frutta sono vendute anche già pronte nei reparti di pappe. Se i genitori decidono di cucinare il purè di patate da soli, devi aderire a un certo schema:

    • 10 g di verdura e frutta vengono lavati sotto l'acqua.
    • Sbucciare.
    • Cuocere a fuoco medio per 15 minuti a coperchio chiuso.
    • Quindi impastare il prodotto con una forchetta.
    • Aggiungi la stessa quantità di brodo.
    • Batti con un frullatore fino a che liscio.

    Importante! Per un bambino di tre mesi, il cibo dovrebbe essere liquido o semi-liquido. Se ci sono grumi nel cibo, il bambino potrebbe soffocare.

    Bambino che mangia da un cucchiaio

    Porridge senza latticini

    Per aumentare il peso corporeo dei bambini, ricorrono all'alimentazione con cereali senza latticini. Grazie al loro contenuto calorico e al loro valore nutritivo, i bambini aumentano rapidamente di peso e si mettono al passo con i loro coetanei. Dopo un tale pasto, il bambino dorme bene, non chiede cibo per molto tempo e gioca attivamente. Si consiglia di scegliere i seguenti cereali:

    • riso;
    • grano saraceno;
    • Mais;
    • fiocchi d'avena.

    Non contengono glutine, che rallenta la crescita e lo sviluppo del bambino. Preparare il porridge al ritmo di 5 g di massa secca per 100 ml di acqua. A 3 mesi, il bambino è in grado di digerire e consumare cibo solo in forma liquida.

    Secondo le raccomandazioni del pediatra, è preferibile utilizzare cereali istantanei non caseari già pronti, che vengono venduti in tutti i negozi. Il produttore estrae il glutine dai cereali e sono considerati sicuri per i bambini.

    La reazione del bambino come segnale per interrompere l'alimentazione complementare

    A 3 mesi, i bambini sono in grado di esprimere disagio e disagio solo piangendo. Questo vale anche per alimenti complementari e reazioni ad essi. Se compaiono determinati segni, è necessario interrompere l'alimentazione del bambino e mostrarlo urgentemente a uno specialista. I segnali includono:

    • Il bambino rifiuta di accettare il nuovo cibo, lo sputa e non prende un cucchiaio.
    • Pianto lungo e continuo.
    • Aumento della produzione di gas, gonfiore.
    • Costipazione o diarrea, alterazioni del carattere e del colore delle feci.
    • Manifestazioni di eruzioni cutanee o macchie rosse sulla pelle.
    • Avendo vomito e nausea.

    Consigli utili

    Per rendere più facile per il bambino familiarizzare con nuovi prodotti alimentari, si consiglia di attenersi ad alcuni suggerimenti:

    • Se la mollica rifiuta il nuovo cibo, non insistere, è meglio rimandare l'esca di alcuni giorni, quindi riprovare.
    • Gli orari ottimali per l'alimentazione sono considerati il ​​periodo dalle 10.00 alle 14.00.
    • A 3 mesi, i bambini mangiano cibi liquidi, quindi gli alimenti complementari dovrebbero essere il più vicino possibile in consistenza al latte.
    • I cereali senza latticini vengono dati prima di tutto se la mollica sta ingrassando male.
    • Qualsiasi conoscenza del bambino con il nuovo cibo dovrebbe essere supervisionata da uno specialista..

    E 'Importante Conoscere La Pianificazione

    È possibile mangiare semi durante l'allattamento

    Analisi

    I semi durante l'allattamento al seno dovrebbero essere mangiati con cautelaProprietà nociveI semi di girasole sono un prodotto ad alto contenuto calorico, quindi, mangiando impercettibilmente qualche manciata di semi di girasole o di zucca ogni giorno, puoi guadagnare 3-5 kg ​​al mese.

    L'uso della glicina nell'allattamento al seno

    Parto

    La glicina è adatta per le madri che allattano? La glicina è considerata un farmaco innocuo ed è spesso prescritta per aumentare la resistenza del sistema nervoso allo stress, come sedativo, per migliorare il sonno.

    Culla per neonati

    Neonato

    RUB 7.800.00 6.990,00 r.Gli esperti raccomandano fin dai primi giorni di vita di insegnare al bambino a dormire separatamente dalla madre: questo è il modo in cui viene fornito un buon riposo sia al bambino che ai genitori, e in seguito compaiono le prime abilità di indipendenza.

    Strisce reattive per gravidanza: come si usano e ci si può fidare?

    Analisi

    Per smentire o confermare la loro "posizione interessante", le donne si recano in farmacia per esami speciali per diagnosticare una gravidanza precoce.