Principale / Analisi

Qual è il pericolo della placenta previa bassa durante la gravidanza e cosa fare?

La posizione bassa della placenta spaventa le future mamme e provoca loro molte paure sull'esito della gravidanza e del parto. Qual è il suo pericolo e cosa fare se la diagnosi di "bassa placentarietà" è già suonata, lo diremo in questo materiale.

Cos'è

La placenta è un organo unico. Appare solo durante la gravidanza e scompare dopo la nascita del bambino. Il compito della placenta è fornire al bambino il nutrimento, la consegna di tutte le sostanze, le vitamine e l'ossigeno necessari per la sua normale crescita e sviluppo. Allo stesso tempo, la placenta aiuta a rimuovere i prodotti metabolici delle briciole nel corpo della madre..

La placenta previa è un concetto che designa la posizione di questo organo temporaneo e molto necessario nella cavità uterina. La presentazione è sempre una patologia, perché il termine stesso ha il significato di trovare la placenta sul percorso lungo il quale dovrà passare il bambino durante il parto.

Normalmente, il punto di attacco della placenta dovrebbe essere tale che il "luogo infantile" del bambino non interferisca con la nascita. Se parliamo di presentazione, significa che la placenta si trova in basso, bloccando parzialmente o completamente l'uscita alla piccola pelvi.

Una bassa placentazione è comune all'inizio della gravidanza. Fino a 20 settimane di gravidanza, presentazione parziale o marginale è registrata in circa il 10% delle donne in gravidanza. Ma la placenta ha la capacità di elevarsi al di sopra della regione cervicale, seguendo le pareti dell'utero che crescono con il feto. Pertanto, entro la 30a settimana di gravidanza, solo il 3% delle donne incinte ha la presentazione e entro 40 settimane - solo lo 0,5-1% delle future mamme. Il processo di sollevamento della placenta sopra è chiamato migrazione..

La placenta è finalmente formata solo da 10-12 settimane di gravidanza. Prima di questo, il luogo di "crescita interna" dell'ovulo nell'endometrio è chiamato corion. Esistono tre tipi di presentazione.

  • Completo: la faringe interna è completamente coperta dalla placenta. Questa è una condizione minacciosa molto pericolosa in cui il parto spontaneo è impossibile e c'è un'alta probabilità di morte del feto o della madre a causa di sanguinamento spontaneo massiccio..
  • Incompleto: la placenta copre parzialmente il sistema operativo interno della cervice. Anche il parto naturale indipendente, nella maggior parte dei casi, è impossibile, il pericolo per il bambino e la madre è grande.
  • Bassa o inferiore: la placenta si trova sopra l'ingresso del canale cervicale, ma la distanza da essa al "seggiolino del bambino" non supera i 7 centimetri. La faringe interna non è chiusa dalla placenta. Se il "posto del bambino" è troppo basso e colpisce il bordo della faringe, la presentazione è chiamata marginale.

Il parto naturale con una tale placenta previa è del tutto possibile, tuttavia, richiederanno un'attenzione speciale da parte dei medici e delle donne incinte: la massima cautela nel processo di portare un feto.

I medici possono determinare il tipo e il grado di presentazione mediante un'ecografia. Ad ogni ecografia programmata, viene prestata molta attenzione alla placenta. La sua localizzazione è determinata sulla parete anteriore o posteriore dell'utero e viene misurata la distanza dall'OS interno (l'ingresso del canale cervicale) al bordo del "posto del bambino".

Se è di almeno 3 centimetri, diagnosticare "placenta bassa" o "primo grado di placenta previa".

Va notato che la presentazione inferiore è la più sicura di tutti e tre i tipi di presentazione. Le previsioni dei medici con lui sono più favorevoli, ma una tale disposizione del "posto del bambino", ovviamente, non è nemmeno una variante della norma. Esistono alcuni pericoli e rischi.

Cause di bassa placentazione

In generale, è quasi impossibile influenzare in qualche modo il sito di formazione della placenta. Apparirà dove l'ovulo sarà in grado di prendere piede al momento dell'impianto..

Un ovulo fecondato viene impiantato nella cavità uterina circa 8-9 giorni dopo la fecondazione, da quel momento si forma un corion, che successivamente diventa placenta. È impossibile determinare esattamente dove "galleggerà" l'uovo fecondato. Ma ci sono fattori di rischio che aumentano la probabilità che la blastocisti si ancorerà troppo in basso..

Prima di tutto, questi fattori includono patologie della struttura dell'utero, malattie del sistema riproduttivo della donna, le conseguenze degli interventi chirurgici.

Quindi, nelle donne che soffrono di processi infiammatori dell'endometrio, che hanno subito aborto o altro curettage, con una storia di taglio cesareo, le possibilità di una bassa placentazione durante la gravidanza successiva sono più alte. Tali ragioni sono chiamate uterine o intrauterine. Questi includono:

  • endometriosi;
  • operazioni eseguite sull'utero - (aborto, rimozione di fibromi, curettage diagnostico, taglio cesareo);
  • parto precedente complicato;
  • fibromi uterini;
  • sottosviluppo e struttura congenita anormale del corpo dell'utero;
  • incompetenza della cervice (insufficienza istmico-cervicale);
  • gravidanza con più feti contemporaneamente.

Il motivo della fissazione dell'ovulo nella parte inferiore dell'utero può anche essere la carenza enzimatica delle membrane stesse. Tali ragioni per lo sviluppo di una placenta bassa sono chiamate fetali. Questi includono:

  • disturbi ormonali in una donna;
  • malattie infiammatorie delle appendici, tube di Falloppio, ovaie.

Nelle gravidanze ripetute, è più probabile una placenta bassa rispetto alla prima gravidanza. Più una donna partorisce, maggiore è la probabilità di sviluppare una placenta inferiore ad ogni gravidanza successiva.

Si ritiene che siano a rischio sia le donne in sovrappeso che le donne che non sono state in grado di smettere di fumare all'inizio della gravidanza. Se nella gravidanza precedente la placenta si trovava bassa, con un'alta probabilità, secondo gli esperti, il "posto del bambino" si troverà al di sotto e nella gravidanza successiva. Inoltre, esiste una certa dipendenza genetica: una donna può ereditare la tendenza ad abbassare la placenta da sua madre..

Diagnosi e sintomi

Una placenta previa bassa può essere indicata da spotting in qualsiasi fase della gravidanza. Il medico può essere confuso dall'aumento dei valori dell'altezza del fondo dell'utero, che sono in anticipo rispetto al periodo effettivo di gravidanza, nonché dalla posizione errata del feto nella cavità uterina - la presentazione pelvica o trasversale del bambino è spesso accompagnata da una bassa placentazione.

La scarica sanguinante dal tratto genitale con placenta previa inferiore di solito compare per la prima volta dopo 12-13 settimane di gravidanza. Possono essere più o meno abbondanti. Spesso durano fino alla consegna..

Ma l'emorragia più comune è nell'ultimo trimestre di gravidanza, quando le pareti dell'utero sono talmente tese che si verificano micro-distacchi parziali del "posto del bambino" dall'endometrio uterino..

In un terzo delle donne in gravidanza con bassa placenta, tale sanguinamento si osserva dopo 35 settimane di gravidanza. Sei donne su dieci soffrono di emorragie abbastanza abbondanti durante il travaglio. Anche una forte tosse negligente, risate, sesso, stitichezza, esercizio fisico e forte stress possono provocare sanguinamento nelle donne in gravidanza con una posizione bassa della placenta. Qualsiasi tensione dei muscoli uterini è pericolosa per il leggero distacco e l'esposizione dei vasi sanguigni.

Nelle donne in cui una bassa placentarietà si manifesta con sanguinamento episodico o persistente, si osservano spesso diminuzione del livello di emoglobina, sviluppo di anemia, pressione sanguigna bassa, vertigini e attacchi di debolezza improvvisa.

Se si sospetta una placenta previa, il medico non esegue un esame intravaginale manuale, perché questo può provocare un travaglio prematuro o sanguinamento, che può essere fatale sia per il feto che per la donna incinta.

La scansione a ultrasuoni è considerata il miglior metodo diagnostico. L'ecografia permette di determinare la posizione del "seggiolino per bambini" con precisione millimetrica.

A volte la posizione bassa della placenta non ha sintomi. La donna non si lamenta di nulla e solo l'ecografista alla visita successiva attira l'attenzione sul fatto che il "posto del bambino" è più basso di quanto vorrebbe. In questo caso è necessario un monitoraggio più attento dello stato della placenta: vengono prescritti ed eseguiti a 12, 20 (o 21-22) settimane ea 30 settimane gli ultrasuoni di controllo atti a tracciare il processo di migrazione. Se necessario, possono essere consigliate scansioni più frequenti.

Pericoli e rischi

Ciò che minaccia una posizione placentare bassa non è difficile da indovinare. Nelle prime fasi, è pericoloso con la minaccia di aborto spontaneo, e in un'età gestazionale più solida, con la minaccia di parto prematuro. Nelle donne con un tale problema alla fine del secondo e terzo trimestre, si sviluppa spesso la gestosi, il che aumenta solo i rischi di un esito sfavorevole. La metà delle donne in gravidanza soffre di anemia da carenza di ferro.

Se la placenta si forma nelle prime fasi ed è attaccata in basso, la probabilità che il bambino prenda una posizione errata nella cavità uterina aumenta del 50%. Il bambino sceglierà istintivamente una posizione in cui la sua testa non entrerà in contatto con nulla, compresa la placenta.

Il bambino con un alto grado di probabilità non accetterà una presentazione cefalica, ma una presentazione podalica, che complicherà notevolmente il processo del parto o addirittura sarà un'indicazione per un taglio cesareo.

Per un bambino, una placenta bassa è un fattore di rischio per la probabilità di sviluppare ipossia. La fame cronica prolungata di ossigeno può causare la morte di un bambino, cambiamenti irreversibili nelle strutture del suo cervello.

Inoltre, l'insufficienza placentare, che si sviluppa se il "seggiolino per bambini" viene omesso, può portare a un ritardo nello sviluppo fetale. La parte inferiore dell'utero è meno ben fornita di sangue rispetto al corpo e al fondo dell'utero, motivo per cui il bambino riceverà meno nutrienti di cui ha bisogno.

La posizione anormale dell'organo che alimenta il bambino è pericolosa. Se la placenta è attaccata in basso, una donna in qualsiasi momento può sperimentare sanguinamento, che può avere conseguenze molto tristi..

Trattamento

Nonostante il livello della medicina moderna, non esiste un modo universale per trattare la bassa placentazione. Non esistono tali pillole e iniezioni per aumentare il "posto del bambino" più in alto. Possiamo solo sperare che la migrazione avvenga da sola, e nella maggior parte dei casi questo è esattamente ciò che accade..

Il compito dei medici è far fronte rapidamente al sanguinamento periodico e mantenere una gravidanza il più a lungo possibile: fino a quando il bambino non è completamente vitale. Il rispetto delle raccomandazioni mediche è una priorità assoluta per ogni donna incinta con una placenta bassa.

Per ridurre il tono dell'utero vengono prescritti farmaci antispastici: "No-shpa", "Papaverine", "Ginipral". Per ricostituire la carenza di ferro di una donna incinta, si consiglia di seguire corsi di preparazioni di ferro "Ferrum Lek", "Sorbifer". Per un migliore flusso sanguigno uteroplacentare, per eliminare i sintomi di ritardato sviluppo del bambino, insufficienza fetoplacentare, si raccomandano "Curantin", "Trental", così come acido folico, vitamine del gruppo B, "Ascorutin" e vitamina E ad alte dosi terapeutiche.

Abbastanza spesso, una donna è raccomandata per la somministrazione giornaliera di una soluzione di magnesio per via intramuscolare (10 ml ciascuna) e di Magne B 6 compresse due volte al giorno. In caso di deficit ormonale, prescrivere "Utrozhestan" o "Duphaston" in un dosaggio individuale. Con un decorso asintomatico si può essere curati a casa, con frequenti episodi di sanguinamento, si consiglia di sottoporsi a cure in day hospital presso una clinica ginecologica specializzata.

In un secondo momento, una donna più spesso di altre donne in gravidanza dovrà visitare un ginecologo e fare un CTG del feto per assicurarsi che l'attività cardiaca del bambino sia normale e che non vi sia una carenza di ossigeno pronunciata. È probabile che la terapia farmacologica continui fino alla nascita se la placenta non sale.

Raccomandazioni per la futura mamma

Come già accennato, una donna dovrà stare estremamente attenta. Le viene prescritto un regime calmo, situazioni stressanti, attività fisica, sollevamento pesi, piegarsi in avanti sono controindicati per lei. Con una placenta bassa, non dovresti mai saltare, viaggiare su strade sconnesse in auto o in autobus per qualsiasi periodo di tempo, perché l'agitazione può provocare gravi emorragie.

Una donna non dovrebbe fare sesso perché l'orgasmo stimola i muscoli uterini, il che aumenterà la probabilità di distacco della placenta. Non solo il rapporto sessuale diretto è proibito, ma anche altre forme di soddisfazione sessuale: sesso orale, anale e masturbazione. Qualsiasi azione che può portare a una contrazione dei muscoli uterini è controindicata.

Anche viaggiare in aereo è indesiderabile. La posizione ottimale per il riposo (e devi riposare in ogni minuto libero) è sdraiato sulla schiena con le gambe capovolte. Se non puoi sdraiarti (la donna è al lavoro), dovresti alzare le gambe più in alto in posizione seduta.

Per fare questo, puoi usare un piccolo poggiapiedi improvvisato..

Come partorire?

Con una bassa placenta, il parto può avvenire sia naturalmente che mediante intervento chirurgico - taglio cesareo. La decisione finale sulla tattica dell'assistenza ostetrica è determinata a circa 35-36 settimane di gravidanza in base ai risultati dell'ecografia di controllo.

Se la placenta non è aumentata, molto probabilmente i medici consiglieranno un parto tempestivo. Il taglio cesareo viene eseguito se una donna ha una placenta bassa combinata con una presentazione pelvica o trasversale del feto, se è incinta di due gemelli o terzine, se l'utero presenta cicatrici da precedenti interventi chirurgici.

Stanno anche cercando di inviare donne incinte di età superiore ai 30 anni che hanno subito diversi aborti e hanno una storia ginecologica complicata per l'intervento chirurgico. Se la gravidanza è stata accompagnata da sanguinamento regolare, può essere preso in considerazione anche un taglio cesareo programmato.

A volte la necessità di un intervento chirurgico d'urgenza sorge già durante il parto, ad esempio, se l'emorragia non si ferma dopo il passaggio dell'acqua, se c'è una debolezza delle forze di lavoro.

In assenza di secrezione sanguinolenta, una cervice uterina pronta e matura, dimensioni normali del bacino, un bambino di taglia media che si trova nella presentazione cefalica, è consentito il parto indipendente.

La stimolazione del travaglio con medicinali a bassa presentazione non viene eseguita in ogni caso, il lavoro dovrebbe svilupparsi in modo indipendente.

Recensioni

Secondo le recensioni lasciate dalle madri su Internet, nella maggior parte dei casi, entro la settimana 30, la posizione della placenta è stata stabilita entro limiti normali. Ciò significa che le violazioni rivelate a 20-21 settimane non sono una condanna, ma solo una difficoltà temporanea. Il parto con placenta bassa anche nella maggior parte dei casi è proceduto in modo abbastanza soddisfacente, i bambini sani sono nati.

Durante la gravidanza, secondo le donne, è abbastanza difficile seguire costantemente tutte le raccomandazioni, il più difficile è il divieto di relazioni intime. Per questo motivo, molte persone deteriorano temporaneamente i rapporti con il coniuge, la gravidanza procede sullo sfondo di preoccupazioni e stress..

Per informazioni sul pericolo di placenta previa bassa, vedere il prossimo video.

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli

Perché la bassa placentazione è pericolosa durante la gravidanza?

L'organo speciale che collega due organismi viventi durante la gravidanza è la placenta. Con l'aiuto di questo organo, c'è un costante trasferimento di vitamine dalla madre al feto. Inoltre, la placenta è un conduttore di ossigeno per il bambino, nonché un percorso per l'eliminazione dei suoi prodotti di scarto..

La formazione completa della placenta si verifica normalmente fino a 16 settimane, ma la sua crescita può continuare fino a 36 settimane. Ciò è dovuto alla crescita del bambino, che ogni giorno richiede dalla madre oligoelementi e ossigeno sempre più importanti. Naturalmente, come qualsiasi altro processo nel corpo, la crescita della placenta può portare alcuni disturbi causati da patologie o condizioni borderline.

Il problema più comune tra questi è la bassa placentazione durante la gravidanza. Ciò accade particolarmente spesso a 19, 20, 21 e 22 settimane. Le informazioni su tale diagnosi sono spesso contenute in qualsiasi forum per donne incinte, dove è possibile vedere una foto di un'ecografia e leggere le recensioni. È auspicabile che il medico sia in grado di identificare una tale violazione il prima possibile, ad esempio, alla settimana 19 e riesca a far fronte a questo problema, eliminando la minaccia di sviluppo patologico del feto.

Cos'è e perché è pericoloso?

L'embrione in casi normali dovrebbe essere attaccato alla parete dell'utero e preferibilmente il più vicino possibile al fondo situato in alto. È nel punto di attacco dell'embrione che si forma la placenta, che è considerata una situazione standard. Tuttavia, se per qualche motivo l'embrione è fissato quasi all'uscita, più vicino alla faringe, allora ha senso dire che c'è una bassa placentazione. Questa situazione si verifica quando c'è una distanza di 6 centimetri o meno tra la faringe dell'utero e la placenta, che può essere vista dalla foto ecografica.

Questa malattia non deve essere confusa con un altro disturbo della placenta previa, sebbene i sintomi di entrambi questi fenomeni siano quasi gli stessi. Questa situazione è anche oggetto di discussione su portali come il forum per le donne incinte. La presentazione significa che c'è una sovrapposizione placentare dell'uscita dall'utero, ma le conseguenze di una tale patologia saranno diverse dalla diagnosi di "bassa placentazione".

Il principale svantaggio della posizione bassa della placenta è considerato dal punto di vista della fisiologia. Man mano che il feto cresce, la sua pressione sulla parte inferiore dell'utero aumenta ogni settimana, sia che si tratti di 19, 20, 21 o 22 settimane, sempre di più. A causa della posizione bassa della placenta, è anche costantemente sottoposta a stress sotto il peso del bambino. Di conseguenza, questo porta alla dissezione placentare e, come opzione, al sanguinamento, e questa è una minaccia diretta di aborto spontaneo. Il fondo dell'utero ha un migliore apporto di sangue rispetto alla sua faringe. Di conseguenza, la placenta, situata all'uscita, non può fornire al feto la quantità richiesta di ossigeno e sostanze nutritive, che è particolarmente importante a 22 settimane.

Sintomi e possibili cause

È molto difficile rilevare un tale disallineamento della placenta nelle prime fasi, soprattutto se una bassa placentazione all'inizio della gravidanza non è critica. Il medico sarà in grado di determinare con certezza la diagnosi con un'ecografia di routine a 12 settimane, ma questo solo se la distanza tra la posizione del feto e la faringe dell'utero è davvero piccola. Spesso, la patologia può essere rilevata solo a 20-22 settimane di gravidanza. Se la distanza è estremamente piccola, sono possibili i sintomi caratteristici di una minaccia di aborto spontaneo: sanguinamento, dolore alla trazione e dolori nell'addome inferiore, che possono manifestarsi a 19, 20, 21 e 22 settimane.

Ecco perché si consiglia di eseguire la terza ecografia pianificata durante il periodo da 20 a 22 settimane per ottenere il quadro più informativo sulla posizione della placenta. Se a 12 settimane è stata trovata una bassa placentazione, molto probabilmente con la crescita dell'utero aumenterà. Tuttavia, la settimana 12 richiede già l'attenzione di un medico..

Se ci sono processi infiammatori all'interno dell'utero, possono anche causare questo fenomeno. Non dimenticare che le cattive abitudini, soprattutto se continuano ad essere presenti durante la gravidanza, contribuiranno anche alla localizzazione del confine della placenta. Le cause indirette di bassa placentarietà sono:

  • parto multiplo;
  • gravidanza multipla;
  • l'età della donna ha più di 35 anni;
  • caratteristiche della struttura anatomica non solo dell'utero, ma anche del sistema genito-urinario nel suo insieme;
  • taglio cesareo subito durante un parto precedente.

Regole di condotta e trattamento

Avendo sentito dal medico curante la diagnosi di "placentazione bassa", non bisogna farsi prendere dal panico. In primo luogo, il panico è vietato in qualsiasi trimestre di gravidanza, sia che si tratti di 20, 21, 22, 23 o 35 settimane. E in secondo luogo, questo disturbo non significa affatto che la situazione sia pericolosa e che la gravidanza sia condannata. Questa condizione, a seconda della distanza tra la placenta e la faringe dell'utero, non è sempre considerata una patologia, ma piuttosto una localizzazione borderline del feto. La futura mamma si aiuterà se segue alcune regole di cui il medico le parlerà:

  • Rifiuta qualsiasi attività fisica, anche se è ginnastica per donne incinte. Non fare movimenti bruschi, correre o saltare. Sì, l'attività fisica in qualsiasi trimestre di gravidanza è auspicabile, ma qui stiamo parlando più del normale portamento del feto. È particolarmente pericoloso alzare bruscamente le mani.
  • Riposo sessuale completo, anche se nelle prime fasi della gravidanza l'attività sessuale era consentita a causa dell'assenza di una minaccia per il bambino.
  • Gli spostamenti con qualsiasi mezzo pubblico dovrebbero essere minimi, si consiglia di cavarsela con un taxi o un'auto privata.
  • Cerca di sollevare le gambe mentre sei sdraiato o seduto con un cuscino sotto.
  • È imperativo chiamare un medico o anche un'ambulanza al primo segno di sanguinamento anche fino a 20 settimane, il ritardo in questo caso è pericoloso.
  • Se il ginecologo curante offre il ricovero in ospedale, non dovresti rifiutarlo. Sotto la supervisione di un medico, sarà molto più facile mantenere un feto stabile con una bassa placenta..

Lo stesso consiglio, di regola, contiene qualsiasi forum sulla gravidanza. Per quanto riguarda il trattamento della placenta di tipo basso durante la gravidanza, come 20-25 settimane o qualsiasi trimestre, non possono esserci corsi di terapia per tale diagnosi. Molto spesso, i medici aspettano il momento in cui la placenta stessa assume la posizione necessaria, di solito ciò accade entro la fine del secondo trimestre. Ciò è dovuto alla crescita costante del feto e, di conseguenza, dell'utero, quando la placenta cambia posizione.

Normalmente, si ritiene che una placenta bassa possa cambiare la sua posizione fino a 36 settimane, quando il corpo si sta già preparando per il parto. Pertanto, una posizione bassa, indipendentemente dal fatto che venga diagnosticata durante 20-21-22 settimane o anche a 33 anni, non è una frase. In questo caso, il trattamento consiste solo nella supervisione medica costante e negli esami programmati tempestivamente, inclusi gli ultrasuoni.

Consegna

La risoluzione della gravidanza con tale diagnosi avverrà naturalmente se la distanza tra la placenta e la faringe è di almeno 6 centimetri. La pacificazione non è critica qui. Se, con questa posizione della placenta, il medico sembra che ci sia una certa minaccia, pre-perforerà la bolla con liquido amniotico. Come risultato del deflusso dell'acqua, la testa del bambino, per così dire, fisserà la placenta in un punto. Tuttavia, in questo caso, durante il parto, sarà necessaria una maggiore supervisione dei medici..

In caso di una posizione errata del feto e una posizione bassa della placenta, i medici preferiscono non correre rischi ed eseguire un taglio cesareo. La stessa operazione viene eseguita se la placenta ha completamente chiuso l'uscita dall'utero. Quindi la placentazione è considerata critica. Nella maggior parte dei casi, l'intervento chirurgico in questo caso verrà pianificato ed eseguito per 38 settimane.

Circa il 15% delle future mamme, che esegue un esame ecografico di routine a 20, 21 o 22 settimane, può sentire dal medico una diagnosi che indica una posizione bassa della placenta. Qualsiasi forum per donne incinte ti parlerà di tali statistiche. Tuttavia, questa diagnosi non significa in alcun modo pericolo. La cosa più importante qui è la supervisione costante di un medico e l'attuazione di tutte le sue raccomandazioni durante ogni settimana. Inoltre, non dimenticare che il terzo trimestre è spesso caratterizzato da un movimento completo della placenta nella posizione desiderata, anche se prima era fondamentale..

Bassa placentazione: ogni millimetro conta

Il fondo dell'utero si trova... in alto. È lì, più vicino al fondo (cioè dall'alto) che dovrebbe essere attaccata la placenta. Ma questo non sempre accade, e in circa il 15% dei casi, le future mamme scopriranno durante un esame ecografico di routine la posizione bassa della placenta.

Qual è la minaccia ed è possibile fare qualcosa?

La posizione bassa della placenta è dove?

Di solito si parla di una bassa placenta quando rimangono 5,5-6 cm dalla faringe dell'utero al bordo della placenta. Il medico vede questo risultato anche sull'ecografia programmata a 12 settimane e ne prende nota nella scheda della futura mamma. In così poco tempo, non importa, perché la placenta cresce e si sposta fino alla 36a settimana di gravidanza.

Perché la posizione bassa della placenta è pericolosa?

I medici hanno due motivi di preoccupazione.

Scarso afflusso di sangue alla parte inferiore dell'utero rispetto a quella superiore. Più scarso è l'apporto di sangue alla placenta, meno nutrienti riceve il bambino..

La pressione che il feto in crescita esercita sulla placenta - dopotutto, nessuno ha annullato la forza di gravità! La placenta compressa non solo non soddisfa pienamente le sue funzioni, ma può anche esfoliare, che diventerà già una minaccia diretta per la gravidanza.

Ma, come abbiamo già sottolineato, fino alle 22-24 settimane tutto questo non è di fondamentale importanza..

Bassa migrazione della placenta

Durante la gravidanza, la placenta si muove e questo non sorprende.

In primo luogo, è un organo vivente, in cui alcune aree possono morire e altre possono crescere..

In secondo luogo, deve soddisfare i bisogni nutrizionali del bambino, il che significa che deve aumentare di dimensioni man mano che il bambino cresce..

In terzo luogo, si attacca al muro delle dimensioni mutevoli dell'utero e la sua posizione cambia insieme al suo allungamento.

È possibile prevedere il movimento della placenta in base al luogo del suo attacco, che il medico nota durante la prima ecografia.

"La posizione più favorevole è sulla parete posteriore dell'utero, che è più vicino alla colonna vertebrale. Si allunga meno durante la gravidanza e, molto probabilmente, entro la metà del termine, la placenta avrà il tempo di raggiungere un'altezza sicura.

La posizione meno favorevole è dal basso e dalla parte anteriore: è questa parte dell'utero che si estende più di tutto e la placenta semplicemente potrebbe non avere il tempo di "strisciare" più in alto.

Perché la placenta si attacca così in basso?

Il motivo, infatti, è uno: danno all'endometrio dell'utero in quei luoghi in cui la placenta dovrebbe normalmente essere attaccata. Ma può essere causato da una varietà di circostanze. Tra loro:

cicatrici dopo taglio cesareo o altre operazioni sul corpo dell'utero;

danno ai tessuti dopo un aborto o la rimozione di neoplasie;

cambiamenti nell'endometrio dopo malattie infettive;

grandi neoplasie (ad esempio, fibromi uterini), che di per sé non impediscono la gravidanza, ma "occupano i posti migliori";

malformazioni del corpo dell'utero (ad esempio, una sella o un utero a due corna);

gravidanze multiple (i gemelli possono avere placente sia comuni che separate, e nel secondo caso, uno di loro è spesso attaccato troppo in basso).

È chiaro che non puoi aggiustare in alcun modo la forma dell'utero o della cicatrice dopo l'operazione, ma chi è avvisato è già armato! Ora sai che non dovresti perdere un'ecografia programmata alla 12a settimana di gravidanza..

Bassa placentazione a 12 settimane di gestazione. Qual è il prossimo?

Niente! Per un breve periodo di tempo, anche non la posizione di maggior successo della placenta non influisce sul corso della gravidanza. Ascolta le raccomandazioni del medico (possono riguardare la limitazione dell'attività fisica e l'assunzione aggiuntiva di un complesso di vitamine e minerali), controlla attentamente la tua salute, contatta immediatamente la clinica prenatale per perdite di sangue e dolore nell'addome inferiore (tuttavia, questo dovrebbe essere fatto in qualsiasi momento e per qualsiasi posizione della placenta).

"E non perdere la prossima ecografia: di solito è programmata dopo 10 settimane!

Bassa placentazione a 22 settimane di gestazione. Qual è il prossimo?

Molto probabilmente, durante il prossimo esame, il medico afferma che la placenta è già migrata lungo la parete dell'utero e non puoi più aver paura del corso della tua gravidanza. Se la placenta si trova ancora nella gola dell'utero, allora, ahimè, dovrai prendere alcune misure.

Limita l'attività fisica. Anche serie speciali di esercizi per donne incinte possono ferirti ora, per non parlare della corsa, del salto, del sollevamento pesi...

Rifiuta l'intimità, almeno dalle sue forme tradizionali con profonda penetrazione. Non disturbare l'area dell'utero a cui è attaccata nuovamente la placenta..

Cerca di riposare di più, se riesci a sdraiarti, sdraiati (ti ricordi che la gravità sta lavorando contro di te ora?) Metti un piccolo cuscino sotto i tuoi piedi durante il sonno.

“Ma la regola più importante è non preoccuparti! È molto probabile che la situazione cambi entro la 36a settimana di gravidanza.!

Bassa placentazione a 36 settimane di gestazione. Parto con placenta bassa

"Se sei sfortunato e la placenta è ancora all'estremità della faringe dell'utero (ricorda, la cifra critica è di 5,5 cm), allora molto probabilmente avrai pianificato il ricovero e un taglio cesareo..

Molte donne sono dell'umore giusto per un parto naturale e temono che "tutto sia andato storto". Ma in questo caso l'intervento chirurgico è del tutto giustificato: la placenta volumetrica impedisce al bambino di "uscire", il che ritarda e complica seriamente il parto, e inoltre (e questo è il più pericoloso) può esfoliare prima del tempo. Fino alla nascita del bambino e al primo respiro, la placenta e il cordone ombelicale sono anche i suoi organi respiratori, senza di essi l'ipossia si insedia rapidamente, il bambino letteralmente "soffoca" anche nel grembo materno. Una situazione tragica che richiede un intervento di emergenza e il risultato può essere molto peggiore rispetto a un'operazione pianificata!

Infine, con la posizione borderline della placenta - gli stessi 5,5-6 centimetri, quando è possibile anche il parto naturale, ma c'è ancora il rischio di uno sviluppo sfavorevole della situazione, il medico può perforare la vescica fetale proprio all'inizio del travaglio.

"Quando il liquido amniotico viene versato, la testa del bambino affonda rapidamente nella faringe uterina e preme e spinge via la placenta.

Tuttavia, una tale decisione è possibile solo se il bambino si trova correttamente; bassa placentazione e presentazione podalica - indicazioni univoche per la consegna operativa.

Ricorda, non importa come procede la tua gravidanza, la cosa principale è la salute della madre e del bambino. L'ostetricia moderna può gestire le situazioni più difficili, l'importante è mantenere la calma e seguire le raccomandazioni del medico.!

Bassa placentazione durante la gravidanza 21 settimane

Per i genitori

Per bambini

Popolare oggi

La placenta è il collegamento più importante tra il corpo della madre e il feto che si sviluppa al suo interno. La placenta inizia a formarsi quasi immediatamente dopo che l'embrione è attaccato alla parete interna dell'utero femminile. Durante la gravidanza, attraverso la placenta, il feto riceve ossigeno e sostanze nutritive essenziali ed è anche protetto da ogni sorta di influenze esterne negative. Nella maggior parte dei casi, la placenta si trova nella parte inferiore dell'utero: in questa parte dell'organo vengono create le condizioni più adatte per garantire il normale flusso sanguigno placentare.

Tuttavia, in alcuni casi (circa il 15-20% del totale), i pazienti presentano patologie nello sviluppo della placenta. Quindi, se un ovulo fecondato viene fissato nell'area della parte inferiore dell'utero femminile, nel processo di ulteriore formazione della placenta, quest'ultima può bloccare il canale del parto del bambino. In una tale situazione - se la distanza tra il bordo inferiore della placenta e la faringe dell'utero è inferiore a 5-6 cm - stiamo parlando di bassa placentazione, spesso diagnosticata alla 21a settimana del termine.

Successivamente, sei invitato a familiarizzare con le informazioni di base sulla patologia in questione, le ragioni del suo aspetto, le raccomandazioni per il comportamento durante la diagnosi di una placenta bassa e le caratteristiche del parto in pazienti con una deviazione simile.

Fatti chiave sulla bassa placentazione

È noto che dopo la fecondazione di un uovo femminile con uno sperma maschile, si forma un uovo fecondato. Per trasformare con successo in una persona a tutti gli effetti, ha bisogno di trovare un posto adatto per l'impianto nella cavità interna dell'utero della madre. Normalmente, tali luoghi sono la parete posteriore o il fondo dell'organo..

Insieme a questo, sotto l'influenza di vari tipi di fattori, l'embrione può essere impiantato in qualche altro luogo. Questo di solito accade quando l'embrione semplicemente non ha il tempo di raggiungere la sua destinazione..

Come notato, la placenta bassa entra in gioco se la placenta è 5-6 cm al di sotto del sistema operativo interno. Aumentando di dimensioni, la placenta bassa può semplicemente bloccare il canale del parto, impedendo il parto naturale.

Tuttavia, durante la gravidanza, la situazione spesso cambia in meglio. Man mano che il bambino cresce, anche l'utero aumenta di dimensioni, a seguito del quale aumenta anche l'attaccamento della placenta e la minaccia per il feto diminuisce.

In ogni caso, quando si diagnostica una bassa placentazione, una donna dovrebbe essere sotto controllo medico qualificato, perché questa patologia in rari casi porta al verificarsi di alcune complicazioni, ad esempio distacco della placenta, ipossia fetale, ecc..

Secondo i dati statistici medi, nelle donne pluripare si osserva una bassa placentazione più spesso che nelle pazienti con la prima gravidanza. Per il rilevamento tempestivo della patologia e l'adozione di misure per migliorare le condizioni della donna e del feto, la donna incinta dovrebbe sottoporsi regolarmente a ultrasuoni. La frequenza specifica della ricerca sarà determinata dal medico. In genere, vengono eseguiti tra 12-16, 22-25 e 32-34 settimane..

Le ragioni principali per lo sviluppo della deviazione

Ad oggi, non vi è consenso tra i medici sulle ragioni dello sviluppo di una bassa placentazione. In generale, una varietà di fattori può portare all'insorgenza della patologia, tra cui:

  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • malattie di natura infettiva e infiammatoria;
  • patologia dell'utero (fibromi, sottosviluppo);
  • interruzione artificiale della gravidanza precedentemente trasferita;
  • gravidanza multipla;
  • patologia della mucosa endometriale (spesso si verifica dopo un taglio cesareo eseguito in modo errato, quando un'infezione entra nell'utero).

I pazienti con una bassa placenta dovrebbero attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
  • eliminare le situazioni stressanti e nervose;
  • evitare movimenti improvvisi;
  • ridurre al minimo l'uso dei mezzi pubblici e le visite in luoghi affollati;
  • escludere il sesso.

Importante! Durante la gravidanza, le donne devono essere più attente alle loro perdite vaginali. Se c'è sangue in questi, dovresti assolutamente consultare un medico, perché questo potrebbe essere un segno di bassa placentazione.

La bassa placentazione è pericolosa?

Considerando i pericoli di questa patologia, va notato che a causa del numero insufficiente di vasi nella parte inferiore dell'utero, il feto inizia a ricevere meno ossigeno e le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

Man mano che il bambino cresce e diventa più attivo, a causa della bassa posizione della placenta, la pressione su di essa inizia ad aumentare, il che può portare a sanguinamento o addirittura a distacco.

La piccola distanza tra la placenta e la faringe può provocare una parziale o addirittura completa sovrapposizione di quest'ultima, che in alcuni casi è irta di aborto spontaneo.

Trattamento di bassa placentazione

Attualmente non esistono farmaci efficaci al 100% in grado di risolvere il problema della bassa placentazione. In precedenza, c'erano raccomandazioni sul comportamento per le donne con un problema simile. Alcuni di loro meritano uno sguardo più attento..

Quindi, molti pazienti sono interessati al motivo per cui, quando viene rilevata una bassa placentazione, è necessario astenersi dall'attività fisica e dai rapporti sessuali. Tutto è estremamente semplice: sotto l'influenza di forti carichi sul corpo, può verificarsi sanguinamento. Per lo stesso motivo, si consiglia alle donne di evitare movimenti bruschi, ridurre al minimo l'uso dei mezzi pubblici e persino di andare a letto con estrema cautela, dolcemente e lentamente..

Se il medico consiglia di andare in conservazione, assicurati di seguire il consiglio di uno specialista - si raccomanda alle donne con bassa placenta di rimanere sotto costante controllo medico.

In generale, si consiglia vivamente ai pazienti con diagnosi di bassa placenta di aderire al riposo a letto e talvolta vengono prescritti tocolitici, farmaci che riducono il tono.

Farmaci che i medici prescrivono spesso per la bassa placentazione (tabella). Attenzione! Prima dell'uso è necessaria una consulenza specialistica!

effetto farmacologicoIndicazioni per l'usoModulo per il rilascioPrezzo
CurantilVasodilatatore miotropico. Ha un effetto inibitorio sull'aggregazione piastrinica, migliora la microcircolazione.- prevenzione e trattamento della cardiopatia ischemica (infarto miocardico acuto o condizione dopo infarto miocardico, angina pectoris stabile); - prevenzione della trombosi dopo intervento di sostituzione valvolare; - trattamento e prevenzione dell'insufficienza placentare derivante da una ridotta circolazione placentare; - trattamento dell'endarterite (claudicatio intermittente); - trattamento e prevenzione dei disturbi circolatori dei vasi cerebrali (HNMK, disturbo ischemico della circolazione cerebrale, encefalopatia discircolatoria); - trattamento dell'insufficienza vascolare e dei disturbi del microcircolo.Compresse rivestite di colore dal giallo al giallo verdolino, di forma rotonda con superficie liscia e uniforme.181 rbl.
ActoveginActovegin ha un pronunciato effetto antiipossico, stimola l'attività degli enzimi della fosforilazione ossidativa, aumenta lo scambio di fosfati ricchi di energia, accelera la degradazione del lattato e del beta-idrossibutirrato; normalizza il pH, migliora la circolazione sanguigna, intensifica i processi di rigenerazione e riparazione ad alta intensità energetica, migliora il trofismo dei tessuti.Pillole

terapia complessa dei disturbi metabolici e vascolari del cervello (varie forme di insufficienza della circolazione cerebrale, demenza, trauma cranico);
disturbi vascolari periferici (arteriosi e venosi) e loro conseguenze (angiopatia, ulcere trofiche);
polineuropatia diabetica.

Soluzione per infusione: soluzione limpida, da incolore a leggermente gialla.

Soluzione iniettabile: limpida, giallastra, praticamente priva di particelle.
Pillole.

circa 515 rubli.
Magne-B6Magne B6 - preparato di magnesio.

Il magnesio è un elemento vitale che si trova in tutti i tessuti del corpo ed è necessario per il normale funzionamento delle cellule, partecipa alla maggior parte delle reazioni metaboliche. In particolare, è coinvolto nella regolazione della trasmissione degli impulsi nervosi e nella contrazione muscolare..

Il corpo riceve magnesio dal cibo. Una mancanza di magnesio nel corpo può essere osservata quando la dieta viene violata (anche quando si osservano diete riduttive) o quando aumenta la necessità di magnesio (con aumento dello stress fisico e mentale, stress, gravidanza, uso di diuretici).

Carenza di magnesio identificata, isolata o associata ad altre condizioni di carenza, accompagnata da sintomi quali:
- Irritabilità aumentata.
- Disturbi del sonno minori.
- Crampi gastrointestinali.
- Cardiopalmus.
- Aumento della fatica.
- Dolore e spasmi muscolari.
- Sensazione di formicolio nei muscoli.

Se dopo un mese di trattamento non c'è diminuzione di questi sintomi, il trattamento continuato non è appropriato..

Compresse Magne B6.

Magne B6 soluzione orale.

Magne B6 forte compresse.

447-631 rubli.
GynipralIn connessione con l'influenza sui recettori 6a2-adrenergici dell'utero, ha un effetto tocolitico (rilassando i muscoli dell'utero). Corrisponde al farmaco esoprenalina.È usato come agente tocolitico con la minaccia di parto prematuro (nel terzo trimestre di gravidanza), con asfissia fetale intrauterina acuta (alterato apporto di sangue al feto), durante il parto (con travaglio discordinato - contrazioni improprie dell'utero durante il parto), per inibire le contrazioni uterine prima dell'intervento chirurgico intervento (dissezione della cervice, taglio cesareo)In fiale contenenti 0,025 mg o 0,01 mg ciascuna; compresse da 0,5 mg.Da 175,00 sfregamenti. fino a RUB 267.00.
Isoxuprine (Isoxsuprine)Ha effetto tocolitico (rilassa i muscoli dell'utero) stimolando i recettori beta-adrenergici. Riduce il tono della muscolatura liscia dei vasi sanguigni dei muscoli scheletrici, elimina lo spasmo (forte restringimento del lume) dei vasi, aumenta l'afflusso di sangue ai tessutiMinaccia di parto prematuro, endoarterite obliterante (infiammazione del rivestimento interno delle arterie delle estremità con diminuzione del loro lume), malattia di Raynaud (restringimento del lume dei vasi delle estremità), spasmo dei vasi perifericiCompresse da 0,02 g di isoxsuprine cloridrato in una confezione da 50 pezzi; soluzione iniettabile (in 1 ml 5 mg di isoxsuprine cloridrato) in fiale da 2 ml in una confezione da 6 pezzi-

Bassa placenta e travaglio

L'ordine di consegna è determinato dalle caratteristiche individuali di una particolare situazione. In circa il 90% dei casi la localizzazione della placenta si normalizza da sola e, in assenza di patologie ostetriche di vario genere e del normale benessere del paziente, il bambino nasce in modo naturale. Durante il parto, gli specialisti monitorano costantemente il benessere della donna, il volume di sangue perso, il polso, la pressione, le condizioni fetali e altri parametri significativi.

Se la placenta si trova a più di 6 cm dalla cervice, non dovrebbero sorgere complicazioni. Con una distanza minore, la vescica fetale, di regola, viene aperta in anticipo da uno specialista. Il medico preme la placenta con la testa del bambino, che impedisce la prima esfoliazione.

Se alla fine del termine la distanza tra la placenta e la faringe interna è inferiore a 2 cm, il parto, di regola, viene effettuato mediante taglio cesareo. Inoltre, si ricorre a questa procedura in caso di forti emorragie o altre complicazioni..

Pertanto, la bassa placentazione, sebbene sia una patologia piuttosto grave, con un monitoraggio costante e qualificato da parte di specialisti e l'osservanza delle raccomandazioni da parte della donna incinta, il parto di solito avviene senza complicazioni significative e nasce un bambino sano..

Rispondi in modo tempestivo ai cambiamenti avversi delle tue condizioni, segui le raccomandazioni mediche e sii sano!

Bassa placentazione durante la gravidanza.

La bassa placentazione durante la gravidanza è la posizione della placenta, quando il suo bordo inferiore è inferiore a 5 cm (nel III trimestre) dalla faringe interna, ad es. nelle immediate vicinanze. Molte donne affrontano una diagnosi del genere, ma nel tempo, specialmente nel terzo trimestre, molto spesso la placenta si alza.
Nella pratica ostetrica, tali cambiamenti sono chiamati "migrazione placentare". Tipicamente, il processo di "migrazione della placenta" avviene entro 6-10 settimane e di solito termina a 33-34 settimane di gravidanza. Ecco perché, se un'ecografia all'inizio della gravidanza rivela una posizione bassa della placenta, è necessario eseguire uno studio ecografico dinamico per controllare la "migrazione". Si consiglia di eseguire il controllo ecografico a 16, 24-26 e 34-36 settimane. La bassa placentazione durante la gravidanza dipende da molti motivi, ma i più comuni sono i cambiamenti patologici nello strato interno dell'utero (endometrio) dovuti a infiammazione, interventi chirurgici (curettage, taglio cesareo, rimozione dei nodi miomatosi, ecc.), Travaglio complicato multiplo. Inoltre, le anomalie dell'attaccamento placentare possono essere causate da mioma uterino, endometriosi, sottosviluppo dell'utero, insufficienza istmicocervicale, infiammazione della cervice, gravidanze multiple. Va notato che la placenta previa è più comune nelle donne in gravidanza rispetto alle primipare.
Molto spesso, la bassa placentazione durante la gravidanza si manifesta sotto forma di scarica sanguinolenta dal tratto genitale, che può verificarsi in diversi periodi della gravidanza, a partire dalle sue prime fasi, e portare allo sviluppo di anemia. La gravidanza con una posizione bassa della placenta è spesso complicata dalla minaccia di interruzione, che è dovuta agli stessi motivi del verificarsi di una posizione anormale della placenta. Le donne incinte con questa anomalia nella posizione della placenta sono caratterizzate dalla presenza di bassa pressione sanguigna, che si verifica nel 25% -34% dei casi, dallo sviluppo della gestosi tardiva, dall'insufficienza fetale-placentare (mancanza di ossigeno per il bambino).
Come sta andando il parto con una tale anomalia?
Se la posizione bassa della placenta persiste fino a 37-38 settimane, la donna incinta viene regolarmente ricoverata in ospedale in un ospedale ostetrico in anticipo per determinare il metodo appropriato di consegna su base individuale. Con una situazione ostetrica favorevole, il più delle volte la gestione del travaglio avviene attraverso il canale del parto naturale, con monitoraggio costante del feto e dell'attività contrattile uterina

Bassa placentazione in gravidanza a 21 settimane

La placenta è un sistema complesso che appare nel corpo di una donna durante la gravidanza e smette di funzionare immediatamente dopo il parto..

Molto dipende dalle sue condizioni durante la gravidanza. Con l'aiuto della placenta, il corpo della madre trasferisce tutti i nutrienti necessari, l'ossigeno al bambino e ne ricava i prodotti metabolici (attività fetale).

Molto spesso, un uovo fecondato è attaccato alla parete anteriore dell'utero, più vicino al fondo (la parte superiore dell'utero è chiamata fondo dell'utero). Un po 'meno spesso, l'attaccamento si verifica lungo la parete di fondo. Queste sono varianti della norma.

Ma a volte l'attaccamento di un ovulo fecondato si verifica vicino all'uscita dall'utero, vicino alla faringe interna. In questo caso, la placenta in formazione può sovrapporsi completamente alla faringe interna (placenta previa) o trovarsi vicino ad essa (placenta bassa).

Cos'è la bassa placentazione?

In effetti, diverse fonti possono trovare definizioni contrastanti di bassa placentazione..

Le fonti in lingua russa (la maggior parte) chiamano la posizione della placenta a una distanza inferiore a 5-6 cm dalla faringe interna come bassa placentazione, nella letteratura straniera queste cifre sono state ridotte a 3 cm (i nostri specialisti hanno recentemente aderito a tali criteri).

Tuttavia, da un punto di vista pratico, è importante posizionare la placenta al di sotto di 3 cm dal sistema operativo interno, perché dipende da questo quali raccomandazioni verranno date alla futura mamma e in che modo avverrà il parto.

Possibili cause di placenta bassa e placenta previa

Infatti, nella maggior parte dei casi, non è possibile scoprire la causa di questa condizione. Esiste una connessione tra bassa placentazione e cambiamenti nello strato interno dell'utero (endometrio) a seguito di processi infiammatori cronici, dopo interventi chirurgici (aborto, procedure diagnostiche, taglio cesareo, miomectomia).

Si può presumere che l'impianto di un ovulo nel luogo “sbagliato” possa essere influenzato da uno stile di vita improprio, fumo, un gran numero di nascite, gravidanze multiple, età superiore ai 35 anni..

Previsioni di gravidanza

Circa il 30% delle gravidanze precoci è accompagnato da placenta bassa, ma alla fine della gravidanza solo il 10% di queste donne in gravidanza ha la placenta nel suo stato originale.

Nel restante 90%, sale, che è associato allo stiramento della parete uterina da parte del feto in crescita. La placenta che si presenta sulla parete anteriore si alza più spesso e più velocemente di quella situata sulla parete posteriore.

Ma anche se entro la 24a settimana non si è alzata davvero, non è nemmeno un disastro, la placenta può farlo fino a 36 settimane..

Ciò che è pericoloso?

Una bassa placentazione non influisce in alcun modo sullo sviluppo del bambino, tali bambini nascono completamente normali (la percentuale di nascita di bambini piccoli, di peso ridotto o malati con bassa placenta non differisce da quella con una posizione normale della placenta).

Ma c'è una condizione che si verifica più spesso con la placenta previa - sanguinamento. Ciò è dovuto alla diversa contrattilità dei segmenti inferiore e superiore dell'utero. Di norma, lo spotting è indolore, la quantità di scarica varia da insignificante a abbondante, richiedendo un intervento chirurgico - consegna di emergenza.

Diagnostica

Come accennato in precedenza, il principale metodo diagnostico è l'ecografia. Ma succede anche che imparino a conoscere la bassa placenta già durante il parto, quando il medico cerca a tentoni il bordo della placenta durante un esame vaginale di una donna. Fortunatamente, con l'attuale disponibilità di diagnostica ecografica, la probabilità di tali situazioni è ridotta al minimo..

Vale la pena ricordare che tutto viene deciso individualmente e se il medico ritiene necessario ricoverare una donna incinta prima dell'inizio delle contrazioni, non dovresti resistere, alla fine, la vita e la salute del bambino sono più costose di un paio di settimane trascorse in ospedale.

Trattamento

Sfortunatamente, né la presentazione né la bassa placentazione possono essere trattate. La tattica principale è l'osservazione e la prevenzione delle complicazioni, ad es. sanguinamento. Le misure preventive più importanti sono limitare l'attività fisica e astenersi dall'attività sessuale..

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Cosa fare se un bambino soffre di stitichezza durante l'allattamento

Concezione

Nei neonati, il sistema digestivo è poco sviluppato, specialmente in coloro che sono allattati artificialmente. Il risultato è un disturbo delle feci.

I 5 modelli TOP di culle per neonati: i pro ei contro delle culle compatte

Nutrizione

Il sonno è molto importante per un neonato. In un sogno, i bambini crescono, si sviluppano, tutti i processi importanti avvengono nel corpo del bambino.

Come trattare un ombelico per un neonato

Nutrizione

Dopo aver lasciato l'ospedale, i genitori devono affrontare molte domande. Come gestire l'ombelico di un neonato, uno di loro. Quanto spesso trattare l'ombelico, come trattarlo?