Principale / Neonato

Screening obbligatorio nel primo trimestre, caratteristiche e norme

Il primo screening durante la gravidanza è un insieme di metodi di ricerca funzionale e di laboratorio necessari, con l'aiuto del quale vengono valutati lo stato morfologico e funzionale del feto e le variazioni nel corpo femminile.

  1. Scopo ed elenco degli esami di screening
  2. Gli indicatori studiati
  3. Date e specifiche di preparazione
  4. Come prepararsi per il primo screening ecografico durante la gravidanza
  5. Com'è
  6. Indicatori e loro decodifica

Scopo ed elenco degli esami di screening

Lo screening del primo trimestre viene effettuato al fine di determinare il numero di embrioni (all'improvviso si mostreranno gemelli su un'ecografia), l'età gestazionale (stabilita in base alle dimensioni principali del feto), per identificare difetti congeniti e anomalie dello sviluppo, prestare particolare attenzione alle strutture anatomiche del feto e ai suoi parametri fetometrici. Inoltre vengono valutate le capacità funzionali del corpo femminile, il grado di compensazione per patologie croniche e i rischi di malattie genetiche..

Questa fase diagnostica include:

  • Ultrasuoni del primo trimestre: mostra un'immagine ecografica dello stato delle strutture interne del corpo, per determinare la presenza e il grado di processi patologici in un particolare organo. Inoltre, utilizzando gli ultrasuoni, viene calcolata la dimensione degli organi e vengono valutati gli indicatori del flusso sanguigno..
  • Analisi del sangue clinico. Nonostante la sua semplicità, questo sondaggio può dire molto sulle condizioni della futura mamma. Ad esempio, bassi livelli di emoglobina indicano anemia, un numero elevato di globuli bianchi e ESR indicano infiammazione, ecc..
  • Analisi generale delle urine. Permette di identificare la patologia del sistema urinario, i primi segni di preeclampsia ed edema delle donne in gravidanza.
  • Analisi del sangue per l'ormone gonadotropico corionico umano e PAPP-A. Oltre al fatto che confermano il fatto della gravidanza, aiutano anche a sospettare una particolare malattia genetica..

Dopo che la donna incinta ha superato l'intero screening del 1 ° trimestre, il medico tiene conto dei principali parametri della donna che possono influenzare i risultati della ricerca:

  • la sua altezza;
  • peso corporeo;
  • la presenza di cattive abitudini;
  • eredità gravata;
  • malattie croniche.

Gli indicatori studiati

Tutti gli screening di routine durante la gravidanza consentono a una donna di sapere:

  • se il feto si sta sviluppando in modo sicuro;
  • c'è un'alta probabilità di patologia genetica e difetti alla nascita;
  • scoprire l'età gestazionale del nascituro.

L'ecografia nel primo trimestre di gravidanza viene eseguita appositamente per diagnosticare i seguenti indicatori:

  1. Luogo di impianto dell'embrione, esclusione della gravidanza extrauterina (la localizzazione tubarica si verifica nel 90-95% dei casi, molto meno spesso - sulle ovaie, sulla membrana sierosa della vescica, sulla parete interna della cavità pelvica, ecc.).
  2. Determinazione del numero di embrioni. Poiché negli ultimi anni si ricorre spesso alla FIVET, i casi di gravidanze multiple sono diventati più frequenti..
  3. Monitorare e contare la frequenza cardiaca del feto, che indica la sua vitalità, e gli indicatori normali escludono l'ipossia.
  4. Ottenere dati sulla dimensione coccigeo-parietale, che viene calcolata utilizzando una linea tracciata dalle parti sporgenti della regione parietale al punto più visualizzato del coccige. È con l'aiuto di questo indicatore che viene determinato il periodo gestazionale..
  5. Inoltre, mediante ultrasuoni, lo spessore dello spazio del colletto (l'area situata nella parte posteriore del collo sotto la pelle e piena di liquido) viene valutata senza fallo. Valori elevati dell'indicatore consentono di sospettare possibili patologie fetali a seguito di aberrazioni cromosomiche.
  6. Osso nasale, che viene visualizzato dagli ultrasuoni in circa il 95-97% degli embrioni sani.
  7. Dimensione biparietale, che viene calcolata in una linea retta tracciata da un tubercolo parietale all'altro.
  8. Le strutture anatomiche del nascituro vengono esaminate scrupolosamente allo scopo di individuare precocemente i difetti di sviluppo interni ed esterni.
  9. Lo screening ecografico durante la gravidanza valuta anche i parametri delle membrane, della placenta ed esclude la sua disfunzione.

Parallelamente viene eseguito un "doppio" screening biochimico del sangue venoso periferico materno, in cui viene valutato il livello della subunità beta dell'ormone gonadotropina corionica umana (hCG) e della proteina plasmatica di tipo A associata alla gravidanza (PAPP-A). L'HCG mantiene lo stato funzionale del corpo luteo e un aumento costante del livello di progesterone necessario per mantenere la gravidanza. Inoltre, questo ormone influenza l'impianto e la formazione della membrana corionica, promuove un aumento del numero di villi sul corion e controlla i meccanismi di adattamento durante la gravidanza..

PAPP è una glicoproteina speciale prodotta dal trofoblasto durante l'intero periodo della gravidanza. La sua concentrazione aumenta in proporzione diretta all'età gestazionale. I risultati dello screening di laboratorio del primo trimestre per questa proteina aiutano a rilevare oltre l'82% dei feti con anomalie cromosomiche come la sindrome di Down.

Date e specifiche di preparazione

Tenendo conto di quante settimane dura 1 trimestre (dalla prima alla dodicesima settimana di gravidanza), tutti gli esami di cui sopra sono prescritti rigorosamente in un determinato momento: dalla 10a settimana al 6 ° giorno del 13 °. È meglio eseguire la ricerca precisamente nella dodicesima settimana, poiché durante questo periodo la probabilità di errore ed errore è estremamente minima..

Quindi, rispondendo alla domanda su quante settimane viene fatto il primo screening programmato, vale la pena sottolineare che il periodo è limitato a tre settimane, e si preferisce la 12a settimana, e questo è importante per tutti gli ultrasuoni di screening durante la gravidanza.

Il medico è obbligato a dire alla futura mamma come prepararsi per il primo screening:

  1. Prima di superare gli esami del sangue di laboratorio, si consiglia di non mangiare cibo per almeno 6 ore, ovvero lo studio viene eseguito a stomaco vuoto. Inoltre, il giorno prima di prelevare il sangue da una vena, è consigliabile non mangiare farina, panna e grasso, per non provocare false risposte.
  2. La preparazione per il primo screening per la consegna di un esame delle urine generale consiste in un'accurata igiene intima e nella raccolta delle urine del mattino in un contenitore sterile acquistato in farmacia. Per evitare che l'epitelio desquamato in eccesso entri nella provetta, si consiglia di drenare la prima porzione di urina (primi 2-3 secondi) nella toilette.

Come prepararsi per il primo screening ecografico durante la gravidanza

Se lo studio viene eseguito attraverso la parete addominale anteriore, cioè transaddominale, quindi due o tre giorni prima della procedura, è necessario aderire a una dieta speciale. Il suo scopo è prevenire l'aumento della produzione di gas nell'intestino. Per fare ciò, una donna deve rimuovere temporaneamente dalla dieta tutti i prodotti che causano gas e fermentazione nella cavità del colon (prodotti da forno, piselli, cioccolato, fagiolini e fagioli comuni, cavolo bianco, fast food, cetrioli freschi, riso, mele, ecc.). eccetera.). Il giorno della procedura, puoi assumere al mattino due capsule di Espumisan, un farmaco correlato agli agenti antischiuma.

Inoltre, questa tecnica richiede il riempimento della cavità vescicale, ovvero, per un tempo prestabilito (1-2 ore), la donna incinta deve bere una certa quantità di liquido prima che compaia la prima voglia di urinare. Usa acqua e composte pure non gassate, ma non tè, bevande gassate o caffè.

L'esame ecografico viene eseguito a stomaco vuoto, quindi l'ultimo pasto dovrebbe essere 8-9 ore prima della procedura, a condizione che sia programmato per le ore mattutine. Nel caso in cui l'evento diagnostico venga effettuato durante il giorno, l'ultimo pasto dovrebbe essere almeno 3-4 ore prima dell'orario stabilito.

Se l'ecografia viene eseguita per via transvaginale, la preparazione per lo screening del 1 ° trimestre si basa sull'aderenza alla dieta sopra descritta e non richiede un'assunzione di liquidi aggiuntiva, poiché in questo caso la vescica deve rimanere vuota.

Com'è

La raccolta del sangue venoso per il primo screening di laboratorio viene eseguita da un'infermiera in una sala manipolazione sterile. La procedura può essere eseguita con una siringa monouso convenzionale o con un vacutainer. In ogni caso, viene applicato un laccio emostatico nel terzo inferiore della spalla e il sito di iniezione viene pretrattato con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool etilico al 96%. La vena viene perforata con un ago con il taglio rivolto verso l'alto.

L'ecografia del 1 ° trimestre è completamente indolore e sicura sia per il bambino che per la futura mamma. La tecnica transaddominale coinvolge la donna sdraiata su un lettino in posizione supina. Uno speciale sensore è posizionato nell'addome inferiore e viene guidato lungo di esso su diversi piani. Sullo schermo viene visualizzata un'immagine della struttura dell'eco degli organi, dopodiché il medico prende le misurazioni di interesse.

In un metodo alternativo, il trasduttore viene inserito direttamente nella cavità vaginale ad una profondità di 5-6 cm Inizialmente la donna viene posizionata di serie su una sedia ginecologica. La procedura è indolore, solo quando lo spostamento può causare qualche disagio.

Indicatori e loro decodifica

L'obiettivo più importante di tutti gli esami superati è l'interpretazione degli indicatori ottenuti. Gli standard per lo screening di laboratorio per il 1 ° trimestre sono i seguenti:

Prime percentuali di screening ecografico: un aumento del livello di hCG può indicare la presenza della sindrome di Down, mentre una diminuzione di questo indicatore indica un alto rischio di avere un bambino con sindrome di Edwards. I valori della proteina plasmatica A sottostimati sono un criterio frequente per anomalie e malformazioni. Se i valori di questa proteina sono leggermente inferiori a quelli consentiti e il resto dei dati rientra nella norma, non c'è nulla di cui preoccuparsi.

  • La dimensione coccigeo-parietale non deve superare i 59 mm a 12 settimane e 74 mm a 13 settimane, rispettivamente.
  • Lo spessore dello spazio del colletto in un bambino sano è di 0,9-2,6 mm. Se i suoi indicatori sono più di 3 mm, allora possiamo giudicare la patologia cromosomica congenita.
  • Dimensioni della testa biparietale a 12 e 13 settimane - 23 e 27 mm, rispettivamente.
  • La frequenza cardiaca fetale per 1 trimestre è normalmente di 145-175 battiti al minuto.

Tutti i risultati ottenuti dal primo screening devono essere inseriti nel protocollo e nella tessera di scambio della gestante, che deve essere sempre con lei.

Quando e cosa mostra la prima proiezione durante la gravidanza?

Il primo screening è un importante esame che tutte le donne devono sottoporsi nella 10-14a settimana di gravidanza. Grazie a una serie di procedure è possibile determinare le future mamme che sono a rischio per il possibile sviluppo di anomalie genetiche e patologie in un bambino.

Qual è il primo screening, quando viene eseguito, quali sono i risultati normali - descritti in questo articolo.

Cos'è un test di screening e cosa include??

Lo screening è un complesso di procedure mediche volte a rilevare e prevenire lo sviluppo di varie malattie. Tale indagine viene condotta non solo per le donne in attesa di bambini, ma anche per altri segmenti della popolazione..

Lo screening perinatale viene eseguito tre volte durante la gravidanza e include:

  • Ultrasuoni, che aiuta a vedere come il bambino si sta sviluppando nell'utero.
  • Prelievo di sangue venoso per determinare il livello dell'ormone hCG e della proteina PAPP-A.

Ho bisogno di fare?

Ottenere il primo screening prenatale è raccomandato dal Ministero della Salute per tutte le donne in gravidanza, ma non è obbligatorio. Cioè, se la futura mamma rifiuta i test, i medici non la costringeranno a donare il sangue e fare un'ecografia.

Ma vale la pena arrendersi? In nessun caso, perché un tale esame aiuterà i futuri genitori a mettere in guardia i futuri genitori su possibili problemi di sviluppo del loro bambino, come la malattia di Down o di Edwards, vari difetti nella struttura del sistema nervoso e altre patologie che possono successivamente portare alla morte di un bambino o alla sua nascita con disabilità.

Se, in base ai risultati dell'esame, si riscontrano patologie fetali non compatibili con la vita normale, i medici invieranno la donna a interrompere la gravidanza per motivi medici. Meglio dare alla luce un bambino sano, ma più tardi di adesso un bambino che non è capace di un'esistenza normale.

Si raccomanda in particolare di sottoporsi al primo screening perinatale per le seguenti categorie di donne in gravidanza:

  1. sotto i 18 anni e sopra i 35 anni - è a questa età che la probabilità di aborto spontaneo o lo sviluppo di difetti congeniti in lui è alta;
  2. in precedenza ha avuto una gravidanza congelata, un aborto spontaneo (aborto spontaneo) o un bambino nato morto;
  3. avere già figli con disabilità genetiche;
  4. avere malattie o patologie ereditarie nel loro pedigree;
  5. lavorare in industrie pericolose;
  6. assunzione di farmaci pericolosi per il feto (farmaci fetotossici);
  7. all'inizio della gravidanza che hanno avuto malattie infettive (inclusa influenza, ARVI);
  8. avere dipendenze (alcol, fumo, droghe);
  9. rimanere incinta a seguito di una relazione stretta.

Per le categorie di donne sopra elencate, il primo screening perinatale è obbligatorio, poiché è probabile che tutti questi fattori causino deviazioni nel corretto sviluppo del bambino..

Quando lo fanno - tempismo

Il primo screening perinatale viene effettuato tra la 10a e la 14a settimana di gravidanza, ma il periodo più favorevole per la procedura va dall'11a alla 13a settimana. In questo momento - alla fine del primo trimestre di gravidanza - termina il periodo embrionale dello sviluppo del bambino.

È durante questo periodo di tempo che è possibile ottenere le informazioni più affidabili sullo sviluppo del bambino utilizzando gli ultrasuoni e determinare parametri importanti, come la dimensione della zona del colletto del feto e la dimensione coccigeo-parietale (CTE).

Anche durante questo periodo, puoi monitorare più chiaramente il livello degli ormoni nel siero del sangue..

Potrebbe essere utile leggere informazioni sul secondo e terzo screening perinatale.

Norme e indicatori

Come accennato in precedenza, durante il primo screening vengono effettuati due esami principali: ecografia e donazione di sangue da una vena.

Cosa è determinato da questi studi e quali sono i valori normali? Considera ulteriormente.

Cosa mostrano gli ultrasuoni??

L'esame ecografico al primo screening ha lo scopo di determinare i seguenti indicatori:

  • La posizione dell'embrione nell'utero - per escludere la gravidanza extrauterina.
  • Il numero di feti: uno o più bambini, nonché gravidanza mono-ovarica o ovarica diversa.
  • Vitalità fetale: a 10-14 settimane, il battito cardiaco del bambino ei suoi movimenti con braccia e gambe sono già chiaramente visibili.
  • Dimensione coccige-parietale: questo indicatore viene confrontato con i dati sull'ultima mestruazione della futura mamma, dopo di che viene determinata un'età gestazionale più accurata.
  • Anatomia fetale - alla fine del primo trimestre, l'ecografia mostra chiaramente le ossa del cranio e del viso, nonché i rudimenti degli organi interni, in particolare il cervello.
  • Lo spessore del collare (CTP) è la metrica più importante misurata al primo screening. Il superamento può indicare la presenza di difetti genetici..
  • La dimensione dell'osso nasale: questo parametro aiuta anche a determinare la presenza di malattie genetiche.
  • Le condizioni della placenta: vengono determinati la sua maturità, il metodo di attaccamento e altri indicatori che possono causare l'aborto spontaneo.

Livelli ormonali

Sulla base dei risultati degli ultrasuoni, viene eseguito un esame del sangue biochimico per determinare il livello degli ormoni hCG e PAPP-A.

Livelli elevati di gonadotropina corionica umana (hCG) possono indicare:

  • gravidanza con gemelli o gemelli;
  • diabete mellito nella gestante;
  • la presenza di patologie nel feto;
  • età gestazionale impostata in modo errato.

Un altro ormone, il cui livello viene determinato al primo screening, è la proteina PAPP-A. È responsabile del corretto funzionamento della placenta e il suo basso livello può indicare:

  • se il feto ha la sindrome di Down o Edwards;
  • sviluppo di patologie genetiche;
  • gravidanza congelata.

Se i risultati sono negativi

Se i risultati del primo screening non sono completamente positivi, non fatevi prendere dal panico immediatamente e arrabbiatevi..

Oltre a un esame di screening, ci sono molti altri modi per determinare le patologie fetali. Dopo aver esaminato i risultati dello screening, se necessario, vengono prescritti da un genetista. E solo dopo ulteriori ricerche possiamo parlare della formulazione di qualsiasi diagnosi.

Inoltre, per confermare o negare i risultati del primo esame di screening, viene effettuato un secondo, alla 16a-20a settimana di gravidanza. Dopo che si è tenuto, la situazione diventerà più chiara.

Inoltre, c'è sempre la possibilità di ricevere risultati di ricerca errati, poiché ogni donna incinta ha le sue caratteristiche individuali, in cui i risultati dei test e degli ultrasuoni possono differire dal normale, ma il bambino nascerà assolutamente sano.

Video utile

Maggiori informazioni sul primo screening perinatale possono essere trovate nel video:

Screening del primo trimestre. Decodifica

L'articolo è tratto dal sito http://mygynecologist.ru/content/skrining-pervogo-trimestra-beremennosti

I test di screening aiutano a identificare il rischio di malattie cromosomiche in un bambino anche prima che nasca. Nel primo trimestre di gravidanza vengono eseguiti un'ecografia e un esame del sangue biochimico per hCG e PAPP-A. I cambiamenti in questi indicatori possono indicare un aumento del rischio di sindrome di Down nel feto. Vediamo cosa significano i risultati di queste analisi..

Per quanto?

Lo screening del 1 ° trimestre viene effettuato per un periodo da 11 settimane a 13 settimane e 6 giorni (il periodo è calcolato dal primo giorno dell'ultima mestruazione).

Segni della sindrome di Down agli ultrasuoni

Se un bambino ha http://mygynecologist.ru/content/chto-takoe-sindrom-dauna, allora già a 11-13 settimane, uno specialista in ecografia può rilevare i segni di questa malattia. Ci sono diversi segni che indicano un aumento del rischio di sindrome di Down in un bambino, ma il più importante è una metrica chiamata Collar Space Thickness (PT).

Lo spessore dello spazio del collare (TVP) ha sinonimi: lo spessore della piega cervicale, piega cervicale, spazio del collare, trasparenza cervicale, ecc. Ma tutti questi termini significano lo stesso.

Proviamo a capire cosa significa. Nella foto sotto, puoi vedere l'immagine presa durante la misurazione del TVP. Le frecce nell'immagine mostrano la piega cervicale stessa, che deve essere misurata. Si nota che se la piega cervicale in un bambino è più spessa di 3 mm, il rischio di sindrome di Down nel bambino aumenta.

Affinché i dati ecografici siano veramente corretti, è necessario osservare diverse condizioni:

  • L'ecografia del primo trimestre viene eseguita non prima di 11 settimane di gravidanza (dal primo giorno dell'ultima mestruazione) e non oltre 13 settimane e 6 giorni.
  • La dimensione del coccige-parietale (CET) deve essere di almeno 45 mm.
  • Se la posizione del bambino nell'utero non consente un'adeguata valutazione del trauma cranico, il medico ti chiederà di muoverti, tossire o picchiettare leggermente sull'addome per consentire al bambino di cambiare posizione. Oppure il medico potrebbe consigliarti di venire per un'ecografia un po 'più tardi..
  • La misurazione del TVP può essere eseguita utilizzando gli ultrasuoni attraverso la pelle dell'addome o attraverso la vagina (a seconda della posizione del bambino).

Sebbene lo spessore dello spazio del collare sia il parametro più importante nella valutazione del rischio di sindrome di Down, il medico considera anche altri possibili segni di anomalie fetali:

  • L'osso nasale viene normalmente rilevato in un feto sano dopo 11 settimane, ma è assente in circa il 60-70% dei casi se il bambino ha la sindrome di Down. Tuttavia, nel 2% dei bambini sani, l'osso nasale potrebbe non essere rilevato agli ultrasuoni.
  • Il flusso sanguigno nel dotto venoso (aranciano) deve avere una certa forma, che è considerata la norma. L'80% dei bambini con sindrome di Down ha alterato il flusso sanguigno nel dotto di Arantia. Tuttavia, anche il 5% dei bambini sani può presentare tali anomalie..
  • Una diminuzione delle dimensioni dell'osso mascellare può indicare un aumento del rischio di sindrome di Down.
  • Una vescica ingrossata si verifica nei bambini con sindrome di Down. Se la vescica non è visibile agli ultrasuoni a 11 settimane, non è spaventoso (questo accade nel 20% delle donne in gravidanza in questo momento). Ma se la vescica non è visibile, il medico potrebbe consigliarti di venire per una seconda ecografia in una settimana. A 12 settimane in tutti i feti sani, la vescica diventa evidente.
  • Un battito cardiaco accelerato (tachicardia) nel feto può anche indicare un aumento del rischio di sindrome di Down.
  • La presenza di una sola arteria ombelicale (invece di due è normale) aumenta il rischio non solo di sindrome di Down, ma anche di altre malattie cromosomiche (http://mygynecologist.ru/content/sindrom-edwardsa, ecc.)

La norma di hCG e la subunità β libera di hCG (β-hCG)

L'HCG e la subunità β (beta) libera dell'hCG sono due diversi indicatori, ciascuno dei quali può essere utilizzato come screening per la sindrome di Down e altre malattie. La misurazione della subunità β libera dell'hCG consente una determinazione più accurata del rischio di sindrome di Down in un nascituro rispetto alla misurazione dell'hCG totale.

Le norme per hCG, a seconda della durata della gravidanza in settimane, possono essere trovate su http://mygynecologist.ru/content/analiz-krovi-na-HGC.

Norme per la subunità β libera di hCG nel primo trimestre:

  • 9 settimane: 23,6 - 193,1 ng / ml o 0,5 - 2 MoM
  • 10 settimane: 25,8 - 181,6 ng / ml o 0,5 - 2 MoM
  • 11 settimane: 17,4 - 130,4 ng / ml o 0,5 - 2 MoM
  • 12 settimane: 13,4 - 128,5 ng / ml o 0,5 - 2 MoM
  • 13 settimane: 14,2 - 114,7 ng / ml o 0,5 - 2 MoM

Attenzione! Le norme in ng / ml possono differire da laboratorio a laboratorio, quindi queste cifre non sono definitive e dovresti comunque consultare il tuo medico. Se il risultato è indicato in MoM, le norme sono le stesse per tutti i laboratori e per tutte le analisi: da 0,5 a 2 MoM.

E se l'hCG non fosse normale?

Se la β-subunità libera di hCG è superiore al normale per la tua età gestazionale, o supera i 2 MoM, allora il bambino ha un rischio aumentato http://mygynecologist.ru/content/chto-takoe-sindrom-dauna.

Se la subunità β libera di hCG è inferiore al normale per la tua età gestazionale, o è inferiore a 0,5 MoM, il bambino ha un rischio maggiore http://mygynecologist.ru/content/sindrom-edwardsa.

Norma RAPP-A

PAPP-A, o come viene chiamato, "Gravidanza Associated Plasma Protein A", è il secondo indicatore utilizzato nello screening biochimico del primo trimestre. Il livello di questa proteina è in costante crescita durante la gravidanza e le deviazioni nell'indicatore possono indicare varie malattie nel nascituro..

La norma per PAPP-A, a seconda della durata della gravidanza:

  • 8-9 settimane: 0,17 - 1,54 mU / ml o da 0,5 a 2 MoM
  • 9-10 settimane: 0,32 - 2,42 UI / ml o da 0,5 a 2 MoM
  • 10-11 settimane: 0,46 - 3,73 UI / ml o da 0,5 a 2 MoM
  • 11-12 settimane: 0,79 - 4,76 UI / ml o da 0,5 a 2 MoM
  • 12-13 settimane: 1,03 - 6,01 UI / ml o da 0,5 a 2 MoM
  • 13-14 settimane: 1,47 - 8,54 UI / ml o da 0,5 a 2 MoM

Attenzione! Le norme in UI / ml possono differire nei diversi laboratori, pertanto i dati indicati non sono definitivi, e comunque è necessario consultare un medico. Se il risultato è indicato in MoM, le norme sono le stesse per tutti i laboratori e per tutte le analisi: da 0,5 a 2 MoM.

E se il PAPP-A non fosse normale?

Se PAPP-A è inferiore al normale per la tua età gestazionale, o è inferiore a 0,5 MoM, il bambino ha un rischio maggiore http://mygynecologist.ru/content/chto-takoe-sindrom-dauna e http://mygynecologist.ru/ contenuto / sindrom-edwardsa.

Se PAPP-A è più alto del normale per la tua età gestazionale, o supera 2 MoM, ma il resto dei parametri di screening sono normali, non c'è motivo di preoccuparsi. Gli studi hanno dimostrato che nel gruppo di donne con un aumento del livello di PAPP-A durante la gravidanza, il rischio di malattie fetali o complicazioni della gravidanza non è più alto che in altre donne con PAPP-A normale.

Cos'è il rischio e come viene calcolato?

Come avrai notato, ciascuno degli indicatori dello screening biochimico (hCG e PAPP-A) può essere misurato in MoM. MoM è un valore speciale che mostra quanto il risultato dell'analisi ottenuto differisce dal risultato medio per una data età gestazionale..

Tuttavia, hCG e PAPP-A sono influenzati non solo dall'età gestazionale, ma anche dall'età, dal peso, dal fatto che fumi, dalle malattie che hai e da alcuni altri fattori. Ecco perché, al fine di ottenere risultati di screening più accurati, tutti i suoi dati vengono inseriti in un programma per computer che calcola individualmente per te il rischio di malattie in un bambino, tenendo conto di tutte le tue caratteristiche.

Importante: per il corretto calcolo del rischio, è necessario che tutte le analisi vengano effettuate nello stesso laboratorio in cui viene calcolato il rischio. Il programma di calcolo del rischio è configurato per parametri specifici, individuali per ogni laboratorio. Pertanto, se desideri ricontrollare i risultati dello screening in un altro laboratorio, dovrai superare nuovamente tutti i test.

Il programma fornisce il risultato come frazione, ad esempio: 1:10, 1: 250, 1: 1000 e simili. La frazione dovrebbe essere intesa in questo modo:

Ad esempio, il rischio è 1: 300. Ciò significa che su 300 gravidanze con tassi come il tuo, nascono un bambino con sindrome di Down e 299 bambini sani..

A seconda della frazione ricevuta, il laboratorio emette una delle conclusioni:

  • Il test è positivo: un alto rischio di sindrome di Down in un bambino. Ciò significa che è necessario un esame più approfondito per chiarire la diagnosi. Puoi essere consigliato http://mygynecologist.ru/content/biopsia-vorsin-horiona o http://mygynecologist.ru/content/amniocentez-zachem-on-nuzhen-i-naskolko-opasen.
  • Test negativo: basso rischio di sindrome di Down nel bambino. Dovrai passare attraverso http://mygynecologist.ru/content/skrining-vtorogo-trimestra-beremennosti, ma non sono necessari ulteriori esami.

E se sono ad alto rischio?

Se, a seguito dello screening, è stato riscontrato un rischio elevato di avere un bambino con sindrome di Down, questo non è un motivo per farsi prendere dal panico e, ancor più, per interrompere una gravidanza. Verrai indirizzato a un genetista per un consulto, che esaminerà ancora una volta i risultati di tutti gli esami e, se necessario, ti consiglierà di sottoporsi a esami: prelievo dei villi coriali o amniocentesi.

Come confermare o negare i risultati dello screening?

Se ritieni che lo screening sia stato eseguito in modo errato per te, puoi ripetere l'esame in un'altra clinica, ma per questo dovrai ripetere tutti i test e sottoporsi a un'ecografia. Ciò sarà possibile solo se l'età gestazionale in quel momento non supera le 13 settimane e i 6 giorni..

Il dottore dice che devo abortire. Cosa fare?

Sfortunatamente, ci sono situazioni in cui un medico consiglia fortemente o addirittura forza un aborto in base ai risultati dello screening. Ricorda: nessun medico ha il diritto di farlo. Lo screening non è un metodo definitivo per diagnosticare la sindrome di Down e, solo sulla base di scarsi risultati, non è necessario interrompere la gravidanza.

Dimmi che vuoi consultare un genetista e sottoporsi a procedure diagnostiche per rilevare la sindrome di Down (o altra malattia): prelievo dei villi coriali (se sei incinta di 10-13 settimane) o amniocentesi (se sei incinta di 16-17 settimane).

Cosa è incluso nel primo screening durante la gravidanza: standard ecografici, analisi del sangue biochimica, ricerca genetica

Il primo screening durante la gravidanza è una delle fasi iniziali dell'esame di una donna in attesa di un bambino. Dopo che la paziente è stata registrata, le spiegano in quale settimana viene effettuato il primo screening. Ciò è dovuto al fatto che questo studio viene condotto entro limiti di tempo strettamente designati e trasporta un alto livello di informazioni per l'ulteriore conservazione della gravidanza..

Date

1 screening durante la gravidanza viene effettuato da 11 a 13 settimane comprese. Per capire quando condurre lo studio, il paziente deve fornire informazioni al medico su in quale giorno è iniziata l'ultima mestruazione. Sulla base delle informazioni ricevute, il medico determina l'età gestazionale stimata. Con mestruazioni irregolari, una donna viene inviata per un'ecografia, durante la quale viene determinato il tempo stimato, in base alle dimensioni dell'ovulo e dell'embrione.

Cosa è incluso nell'esame prenatale?

Alla domanda su cosa sia incluso nel primo screening, è necessario rispondere che lo studio include la scansione ecografica e il prelievo di sangue venoso allo scopo di eseguire un'analisi biochimica. Il medico curante spiega in dettaglio, prima di indirizzare una donna a 1 screening, come viene condotta la ricerca e si ottiene il consenso alla sua attuazione.

Screening del primo trimestre

Come faccio?

È necessario spiegare in anticipo la sequenza e lo scopo di queste manipolazioni se alla paziente viene assegnato il primo screening durante la gravidanza, cosa mostrano esattamente l'esame del sangue e l'ecografia. Ciò ridurrà la paura e l'ansia della donna..

Inoltre, prima di programmare il primo screening, viene spiegato in dettaglio come prepararsi per la procedura al fine di escludere falsi risultati..

La prima proiezione include:

  1. Esecuzione della scansione ecografica. Quando viene eseguito il primo screening, la sonda può essere posizionata nell'area del seno sulla parete addominale anteriore o nella vagina. Quando viene eseguito lo screening prenatale del 1 ° trimestre, una donna non avverte dolore e disagio. Il metodo non danneggia il feto.
  2. Assunzione di 10 ml di sangue venoso per analisi biochimiche per PAPP-A (una proteina associata alla gravidanza) e B-hCG (una delle subunità della gonadotropina corionica umana). Dopo aver prelevato il sangue, il paziente viene pesato, vengono specificati l'età e il periodo gestazionale indicati dopo l'ecografia.

Dopo il primo screening, al paziente viene fornito il risultato di un'ecografia. L'analisi biochimica richiede tempo aggiuntivo. È condotto sulla base di istituzioni mediche, i cui specialisti hanno seguito una formazione speciale in questo settore e hanno i certificati appropriati. Inoltre, l'apparecchiatura deve essere conforme agli standard dichiarati, consentendo di identificare chiaramente eventuali scostamenti..

Cosa mostra?

Il primo screening consente di identificare patologie quali:

  • violazione della formazione del tubo neurale, che è una parte importante del sistema nervoso centrale;
  • trisomia sul cromosoma 13, accompagnata dallo sviluppo di vari difetti;
  • trisomie sui cromosomi 21 e 18;
  • ernia ombelicale, con la presenza di organi interni in essa;
  • Smith-Opitz, sindromi di de Lange.

L'ecografia alla settimana 12 non è sempre sufficiente per ottenere un risultato accurato: lo screening ecografico viene confrontato con l'analisi biochimica.

Standard degli ultrasuoni

Durante lo screening del 1 ° trimestre di gravidanza, il medico misura diversi indicatori per confermare l'età gestazionale ed escludere malformazioni. Il primo screening ecografico include gli indicatori discussi di seguito.

Misurazione della dimensione del feto o dimensione coccigeo-parietale

L'indicatore è uguale alla lunghezza dal coccige alla corona. Dopo averlo misurato, viene calcolata l'età gestazionale.

Periodo di gestazioneNorma (mm)
11 settimane34-50
12 settimane42-59
13 settimane51-75

Spessore del collo o lunghezza della piega del collo.

La dimensione varia da 0,8 a 2,7 mm, a seconda del termine. Se il TBP è più spesso di 3 mm, il rischio di sindrome di Down aumenta. L'indicatore, dopo il primo screening, è fondamentale per il prolungamento della gravidanza.

Lunghezza dell'osso nasale

Le malattie genetiche sono accompagnate dal sottosviluppo di questa struttura. La visualizzazione più chiara si osserva a 12-13 settimane. La dimensione dell'osso nasale in base all'età gestazionale è:

Periodo di gestazioneDimensioni (mm)
11 settimane1.4
12 settimane1.8
13 settimane2,3

Sacco tuorlo

Il sacco vitellino è un organo temporaneo situato sulla parete addominale anteriore. L'apporto di sostanze nutritive in esso contenute garantisce lo sviluppo del bambino. Svolge la funzione della milza e del fegato. Le sue dimensioni dovrebbero essere 4-6 mm. In caso di deviazione dalla norma, è necessario escludere malformazioni o minaccia di interruzione.

Determinazione della frequenza cardiaca

L'indicatore riflette la vitalità dell'embrione. Durante lo screening a 12 settimane di gestazione, la frequenza cardiaca viene misurata per un minuto.

Localizzazione della placenta

La posizione della placenta può influenzare il corso della gravidanza. L'altezza della sua posizione è misurata dalla faringe interna. La presentazione indica la sovrapposizione della faringe interna. È particolarmente importante che il medico conosca la localizzazione della placenta se la paziente ha subito un taglio cesareo o se ha nodi miomatosi. Questi fattori possono interrompere il flusso sanguigno tra madre e figlio, il che richiederà misure preventive e terapia di conservazione..

Lunghezza del canale cervicale

Nel primo trimestre, la lunghezza è di 34-36 mm. Il suo accorciamento può essere causa di aborto spontaneo. L'accorciamento della lunghezza richiede una terapia di conservazione urgente e un controllo medico regolare.

Analisi di decodifica

Dopo 1 screening durante la gravidanza, la trascrizione dell'analisi del sangue richiede diversi giorni. Nel sangue della paziente viene misurato il contenuto dell'ormone, la subunità beta della gonadotropina corionica umana, nonché la proteina associata alla gravidanza (PAPP-A). L'analisi è volta a determinare il grado di rischio di sviluppare patologie genetiche nel feto.

Per calcolare la minaccia nel modo più accurato possibile, tenere conto dell'età della donna e della sua anamnesi.

Beta-hCG è un marker che riflette il rischio di anomalie genetiche nel feto. I valori guida dipendono dall'ora in cui viene eseguito il primo screening. È molto istruttivo per identificare patologie genetiche e valutare la gestazione.

Periodo di gestazioneNorma B-hCG (IU / l)
11-12 settimane27832 - 210612
13-14 settimane13950 - 62530

PAPP-A è una proteina specifica che viene prodotta nella placenta durante la gravidanza. Con una diminuzione di questo indicatore, è necessario escludere la patologia cromosomica del feto. È importante che il medico determini esattamente quante settimane 1 screening è ottimale, poiché il contenuto informativo di tale indicatore viene perso da 14 settimane e 1 giorno di gestazione.

Periodo di gestazionePAPP-A (MME / ml)
11 settimane0.79-4.76
12 settimane1.03-6.01
13 settimane1.47-8.54

Le possibili ragioni per le quali le diminuzioni di PAPP-A includono:

  • Sindromi di Down, Patau, Edwards e Cornelia de Lange;
  • insufficienza fetoplacentare;
  • la minaccia di aborto spontaneo;
  • malnutrizione fetale causata da una mancanza di assunzione di nutrienti.

Un aumento di PAPP-A può essere osservato con:

  • bassa placentazione;
  • aumento del peso fetale o aumento del peso della placenta;
  • multiple.

Ricerca genetica

L'obiettivo principale della ricerca genetica è identificare possibili difetti nello sviluppo del feto e segni che ci permettano di giudicare indirettamente su anomalie genetiche. È importante che i pazienti con un'anamnesi appesantita sappiano cosa mostra lo screening a 12 settimane di gestazione, poiché la possibilità di una sua ulteriore conservazione dipenderà dai risultati ottenuti..

Possibili anomalie che possono essere identificate come risultato della ricerca genetica includono:

  • la presenza di anomalie cromosomiche del feto (la sindrome di Down ed Edwards è la più comune);
  • rallentare la crescita del tessuto osseo;
  • ernia ombelicale;
  • disturbi del ritmo cardiaco con possibile diminuzione o aumento della frequenza;
  • disturbi nella struttura del cervello;
  • sottosviluppo di una delle arterie ombelicali;
  • disturbi dello sviluppo del sistema nervoso centrale.

Devo seguire una dieta?

La preparazione per il primo screening, che include un prelievo di sangue, implica l'aderenza alle raccomandazioni dietetiche. La dieta prima del primo screening è necessaria per escludere risultati falsi dell'analisi del sangue ottenuta..

Ogni paziente deve smettere completamente di usare:

  • carni grasse;
  • prodotti semi-finiti;
  • dessert a base di margarina;
  • piatti ad alto contenuto di grassi;
  • cioccolato;
  • frutti di mare;
  • uova di gallina.

Per ottenere i risultati dell'analisi più accurati, la dieta di una donna dovrebbe contenere carne magra bollita, olio vegetale, cereali, verdure bollite e crude.

Si consiglia alle donne con tendenza alle reazioni allergiche di limitare gli alimenti che possono provocare un'esacerbazione del processo. Questi includono:

  • agrumi;
  • verdure e frutta che sono rosse e gialle;
  • proteine ​​dell'uovo di gallina;
  • noccioline.

Il mancato rispetto di queste raccomandazioni può portare alla necessità di eseguire ulteriori tipi di ricerca costosi e meno accessibili. Pertanto, la preparazione per il primo screening deve essere eseguita in anticipo, dal medico della clinica prenatale in cui viene osservato il paziente.

Altri screening prenatali

Dopo il primo screening, la donna dovrà sottoporsi a due ulteriori screening, ognuno dei quali ha compiti specifici..

Secondo

Il secondo screening comprende un esame biochimico e un'ecografia. Consiste di due fasi. Alla prima, nel periodo da 16 a 18 settimane, la paziente dona sangue per la subunità beta della gonadotropina corionica umana e alfa-fetoproteina, e dalle 19 alle 21 settimane si sottopone ad ecografia. Lo screening è rivolto a:

  • esclusione dei difetti di sviluppo;
  • valutazione dei parametri di crescita della placenta;
  • misurare la lunghezza del canale cervicale;
  • calcolo del volume medio di liquido amniotico.

Terzo

I tempi del terzo screening possono variare da 32 a 36 settimane di gestazione. Il suo scopo è:

  • determinazione dell'attività del bambino;
  • identificazione della parte che presenta;
  • identificazione della maturità della placenta;
  • calcolo del liquido amniotico con calcolo del volume;
  • confronto dei parametri del feto con la data prevista.

Questo screening include un'ecografia.

Screening durante la gravidanza

Il primo screening è incluso nel complesso delle procedure diagnostiche durante la gestazione. Con l'aiuto di studi di screening, uno specialista può identificare le prime anomalie nel corso della gravidanza, il che consentirà di correggere eventuali violazioni in modo tempestivo. I risultati vengono interpretati dal medico insieme a tutti i metodi di screening.

Date

Durante il periodo gestazionale, la donna incinta viene sottoposta solo a tre esami obbligatori. La tempistica del primo esame è il primo trimestre. È difficile determinare la data esatta per il concepimento naturale, i tempi possono variare entro 3-5 giorni. Pertanto, quando si calcolano i tempi ostetrici della gravidanza, vengono respinti dalla data dell'ultima mestruazione, l'inizio della gravidanza è il primo giorno dell'ultima mestruazione.

Quando nominano il primo screening durante la gravidanza, sono guidati da termini ostetrici, sebbene siano possibili cambiamenti nella data se il ciclo mestruale è lungo. Il periodo gestazionale minimo in cui è possibile rilevare segni di sviluppo anormale del feto, nonché valutare la risposta del corpo materno alla gravidanza - 11 settimane. Il termine per il primo screening è di 14 settimane, più precisamente 13 settimane più 6 giorni dall'inizio dell'ultimo periodo mestruale prima della gravidanza.

Questo periodo di screening durante la gravidanza non è casuale. A 12 settimane (ostetrico), l'embrione diventa un feto, cioè si sposta in un altro stadio di sviluppo. Se in questo momento si sono formate alcune strutture nell'embrione, acquisisce un nuovo stato nello sviluppo perinatale (fetale o fetale). Una donna incinta dovrebbe capire che è importante osservare i tempi dello screening durante la gravidanza, poiché i risultati diagnostici dipendono da questo..

Chi ha bisogno di screening

Alcune donne credono che se si sentono bene, non è necessario sottoporsi a screening durante la gravidanza, soprattutto perché non tutte le donne in gravidanza si registrano presso un ginecologo nel primo trimestre. Pertanto, le donne, soprattutto a rischio, possono dare alla luce un bambino con disabilità dello sviluppo fisiche e / o mentali. Dopotutto, se non si identifica una mutazione cromosomica nel primo periodo di gestazione, la malattia stessa non andrà da nessuna parte e l'embriogenesi continuerà lungo la strada sbagliata e verrà il momento in cui non sarà possibile aggiustare nulla.

Pertanto, indipendentemente dal benessere della donna incinta, dalla sua età, dalla nascita di bambini precedentemente sani, dalla presenza di condizioni di vita e nutrizionali eccellenti, lo screening durante la gravidanza è consigliato in tutte le fasi della gestazione. Anche con una buona salute di una donna e un'eredità alleggerita, possono ancora verificarsi deviazioni nell'embriogenesi. Nonostante ciò, una donna incinta può rifiutarsi di farsi visitare, nessuno la costringerà a sottoporsi a una diagnosi.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata allo screening durante la gravidanza per le donne a rischio:

  • future mamme dai 35 anni in su, anche se hanno già partorito bambini sani. Dopo questo periodo di età, il corpo inizia ad invecchiare, vengono avviati processi in cui aumenta la probabilità di anomalie cromosomiche nel feto;
  • una storia o rilevamento di segni di gravidanza congelata o ectopica, aborto spontaneo, rischio di aborto spontaneo, parto prematuro;
  • SARS o altra infezione all'inizio del periodo gestazionale;
  • processo infettivo cronico, malattie infettive lente;
  • bambini nati morti in famiglia o bambini con anomalie cromosomiche;
  • parenti stretti di futuri genitori a cui è stata diagnosticata una malattia genetica;
  • assunzione di vari medicinali, vaccinazioni, anestesia durante l'intervento chirurgico immediatamente prima del concepimento e all'inizio della gestazione;
  • concepimento a seguito di incesto o atti violenti;
  • fumo di tabacco, abuso di alcol, uso di droghe;
  • conflitto rhesus.

Lo screening durante la gravidanza non rappresenta alcun pericolo per la futura mamma e il bambino, pertanto, la ricerca dall'esame è irragionevole.

Cosa è incluso nel sondaggio

Il primo screening comprende due principali misure diagnostiche:

  1. L'ecografia del feto e dell'utero della futura mamma consente di valutare il corso dello sviluppo fetale, la corrispondenza delle parti del corpo al periodo gestazionale e lo sviluppo di strutture adeguate all'età. Viene valutata anche la salute dell'utero e della placenta
  2. La biochimica del sangue consente di determinare la concentrazione di ormoni necessari per uno sviluppo sano e alcuni marcatori caratteristici di un determinato periodo.

I risultati cumulativi dello screening (ecografia e analisi del sangue) permetteranno al medico di capire come procede correttamente l'embriogenesi, se ci sono rischi o segni di anomalie genetiche, qual è la reazione fisica della donna allo sviluppo di un altro organismo, una nuova vita in lei.

Preparazione e implementazione

Affinché nessun fattore influenzi i risultati diagnostici e non li distorca, è necessario prepararsi per lo screening durante la gravidanza.

Le fasi di preparazione includono:

  • rifiuto di mangiare cibi che teoricamente possono causare allergie o hanno precedentemente portato a reazioni allergiche: tutti i tipi di agrumi, fragole, lamponi, prodotti marini esotici, frutta e verdura non di stagione, tutti i prodotti che non sono stati consumati in precedenza. Se si sviluppa un'allergia poco prima dello screening, è necessario informarne il medico responsabile. L'alcol è escluso anche in dosaggi minimi;
  • non fumare o bere acqua o altre bevande prima dei test;
  • prima dell'esame, puoi mangiare per 8-12 ore;
  • entro 3-4 giorni prima dello screening non si deve essere sovraccarichi fisicamente e psico-emotivamente, non fare esercizi sportivi, evitare situazioni stressanti quando possibile (le sostanze ormonali sono estremamente sensibili al background emotivo e all'attività fisica);
  • non fare sesso per 2-3 giorni;
  • prova a svuotare l'intestino;
  • all'arrivo in clinica, è necessario riposare per 15 minuti, sedersi, calmarsi, altrimenti i risultati del test potrebbero essere distorti.

Al primo screening, la preparazione per l'esame ecografico dipende dal metodo di esame: transvaginale o transaddominale. Nella prima variante, il sensore ad ultrasuoni viene inserito direttamente nella vagina, quindi, prima della manipolazione, è necessario svuotare la vescica.

Quando si esaminano i genitali e il feto con un sensore addominale (attraverso la superficie addominale), è necessario che la vescica sia riempita al massimo. Per fare questo, mezz'ora prima dello studio, è necessario bere 0,5-0,7 litri di liquido meglio dell'acqua normale, non visitare il bagno per 4 ore prima dell'ecografia.

Se durante la procedura il feto si trova in modo tale che è impossibile determinarne i parametri, al paziente viene offerto di camminare un po ', inclinare il busto, sforzare lo stomaco e quindi rilassarsi, imitare il riflesso della tosse.

Immediatamente dopo l'ecografia, il sangue venoso viene prelevato per l'esame biochimico. Nell'ambito di uno screening, è importante eseguire entrambi gli esami senza interruzioni, poiché la formula del sangue durante la gravidanza è in continua evoluzione ed è necessario correlare i risultati del suo studio con i dati della diagnostica ecografica.

Indicatori fetali

Lo screening per la gravidanza precoce consente di determinare le caratteristiche del feto confrontandole con la norma.

Vengono determinati i seguenti indicatori:

  1. Dimensione coccigeo-parietale (CET) - per la prima volta la "crescita" viene misurata dalla corona del bambino al coccige. Poiché il bambino è costantemente in una posizione embrionale (con le gambe tirate verso il petto), non è possibile misurare l'altezza esatta. Per valutare la crescita, viene presa la lunghezza del femore, dell'omero e dell'avambraccio.
  2. Circonferenza della testa (OG) - calcolata in base al diametro.
  3. La dimensione biparietale (BPD) è la distanza tra i contorni esterni delle ossa parietali e i contorni interni e viene misurata anche la distanza dall'osso frontale all'occipite. L'indicatore è di particolare importanza per determinare la modalità di consegna. Se il cranio del bambino è grande e il bacino della madre è stretto, viene suggerito un taglio cesareo. Questo problema viene risolto in base ai risultati dello screening durante la gravidanza nel periodo tardivo, ma il primo esame è necessario per un'analisi comparativa con il secondo e il terzo esame..
  4. Lo spessore dello spazio del colletto (TVP) è il volume del fluido nella piega cervicale, che è caratteristico solo per il primo trimestre. Con un volume insufficiente o assenza di pieghe, si possono giudicare i rischi di mutazioni cromosomiche. Le conclusioni finali vengono tratte in combinazione con altri marker di embriogenesi.
  5. Dimensione dell'osso nasale - Lo screening è informativo se eseguito a 12-13 settimane ostetriche. La patologia ossea può indicare anomalie cromosomiche. Nel corso della ricerca scientifica è emerso che nei bambini con sindrome di Down l'osso nasale è patologico in oltre il 93% dei casi..
  6. Caratteristiche del cranio e del cervello.
  7. Frequenza cardiaca (FC): viene determinata in base alla norma di età. Se possibile, il diagnostico esamina la struttura del muscolo cardiaco, la posizione e le dimensioni del cuore, i grandi vasi.
  8. Parametri della placenta: spessore, posizione del corion.
  9. Numero di vasi del cordone ombelicale.
  10. Valutazione del liquido amniotico (volume, colore).

In una donna incinta, la faringe cervicale viene esaminata mediante ultrasuoni, viene valutato il tono uterino. A volte puoi persino determinare il sesso del bambino, ma con questa domanda è meglio aspettare fino a 20 settimane.

Norme dei valori di base nel feto per settimana:

Scadenza in settimane ostetricheCTE, millimetriTVP, millimetriOsso nasale, millimetriBPR, millimetriFrequenza cardiaca, battiti al minuto
undici41-500,8-2,4 (media 1,6)1.4 (potrebbe non essere ancora misurato)17154-176
1251-600,8-2,5 (media 1,6)1.821149-173
1361-730,8-2,7 (media 1,7)2.3 (media 12-13 settimane - 3-3.1)26148-170
quattordici-0,8-2,8 (media 1,8)2.527132-166 (media 11-14 settimane-140-160)

Le contrazioni cardiache sono considerate il parametro principale della vitalità fetale al primo screening. La frequenza cardiaca non deve essere inferiore a 100 battiti / minuto e superiore a 200 battiti / minuto, poiché questo è un fattore sfavorevole in termini prognostici. In base alla localizzazione e alle strutture del cuore, nonché alla posizione dello stomaco, viene giudicata la presenza o l'assenza di deviazioni grossolane. Un diagnostico esperto in base alla posizione di questi organi può rivelare segni di difetti cardiaci congeniti.

Indicatori di sangue

Il sangue venoso per analisi biochimiche viene prelevato da una donna incinta a stomaco vuoto per determinare il livello di due sostanze essenziali durante la gravidanza:

  1. La gonadotropina corionica umana (hCG) - inizia a essere prodotta dal corion nei primi giorni dopo il concepimento. Fino al periodo di 9 settimane, la concentrazione dell'ormone aumenta, il picco scende a 11-13 settimane, quindi la produzione diminuisce
  2. Plasma protein-A (PAPP-A) - una proteina prodotta durante la gestazione dai fibroblasti della membrana esterna della placenta in grandi quantità.

I valori normali di hCG caratteristici per il primo trimestre sono 50.000-55.000 mIU / ml.

Un aumento del livello di hCG può indicare la presenza di tali condizioni:

  • storia di diabete mellito o diabete mellito gestazionale;
  • gravidanza multipla: un'alta concentrazione dell'ormone è dovuta al fatto che è prodotta da diversi corioni;
  • tossicosi del primo trimestre;
  • il feto può avere la sindrome di Down.

L'hCG abbassato si verifica quando:

  • insufficienza del complesso placentare;
  • gravidanza extrauterina;
  • alto rischio di interruzione spontanea;
  • il feto può avere la sindrome di Edwards.

I valori normali di PAPP-A caratteristici per il primo trimestre (1-14 settimane) sono 0,79-6,01 mU / L. Una bassa proteina plasmatica A è importante per lo screening durante la gravidanza, il che può indicare:

  • la risposta immunitaria della donna incinta;
  • la minaccia di aborto spontaneo;
  • morte fetale;
  • insufficienza della funzione placentare;
  • il feto ha mutazioni cromosomiche (sindrome di Down o sindrome di Edwards).

Un'alta concentrazione di proteina plasmatica A può indicare che la gravidanza è multipla, il feto è troppo grande, la localizzazione della placenta è bassa.

I test altamente sensibili vengono utilizzati per lo screening durante la gravidanza in modo che i risultati del test siano il più accurati possibile.

Decrittazione complessa

Sulla base dei risultati dello screening durante la gravidanza, tenendo conto della conta ematica e dei dati ecografici, i risultati rifletteranno i seguenti dati:

  • il rischio di sviluppare un'anomalia genetica;
  • interpretazione di un esame del sangue di una donna incinta;
  • la presenza o la probabilità di varie condizioni patologiche;
  • Indicatori di indice MoM.

Un programma speciale include fattori che possono influenzare la salute della donna incinta e le condizioni del feto: età della futura gestante, altezza, peso e rapporto, numero di feti, cattive abitudini, metodo di concepimento (naturale o FIVET), malattie croniche e altri dati. Per questo, il paziente compila un questionario dettagliato prima della diagnosi. Il coefficiente MoM viene aggiunto al programma con queste informazioni, che con un feto è 0,5-2,5 unità, con 2 o più frutti - 3,5.

Un programma per computer calcola tutti i tipi di rischi per il feto, dandoli sotto forma di un rapporto di 1: 1000. Con rischi bassi, l'indicatore sarà almeno 1: 380, con un'alta probabilità di mutazioni cromosomiche - inferiore a 1: 380. Questo indicatore è stimato ma non definitivo..

La distorsione dei risultati è possibile quando:

  • gravidanza multipla;
  • preparazione impropria per la ricerca biochimica;
  • condurre ultrasuoni su apparecchiature di bassa qualità;
  • ECO;
  • diabete mellito;
  • madre in sovrappeso.

Sulla base dei risultati del primo screening, non viene effettuata una diagnosi finale, ma viene rivelata la probabilità di una grave malattia fetale. Per confermare o stabilire una diagnosi finale, vengono prescritte ulteriori procedure diagnostiche, principalmente procedure diagnostiche invasive. Inoltre, molto probabilmente, avrai bisogno di una consulenza con un genetista e altri specialisti altamente specializzati..

Succede che già nel primo trimestre si riscontrano disturbi irreversibili incompatibili con un ulteriore normale sviluppo fetale o addirittura con la vita del feto. In una situazione del genere, si consiglia di interrompere la gravidanza, ma la decisione spetta ai genitori. Questo è il motivo per cui è così importante essere sottoposti a screening all'inizio del periodo di gestazione, altrimenti una donna potrebbe portare un bambino non vitale per diversi mesi..

Un altro bisogno e vantaggio nella diagnosi precoce: viene stabilita un'età gestazionale affidabile, su questa base viene calcolata la data di nascita.

Cosa fare se i risultati non sono soddisfacenti

Alcune donne temono il primo screening di gravidanza perché temono la cattiva notizia che potrebbero essere costrette ad abortire. Ma, in primo luogo, è compito di tutti interrompere o meno una gravidanza..

In secondo luogo, in situazioni di dubbio, è possibile superare nuovamente i test, forse ci sono stati errori nella preparazione delle analisi, quindi i risultati si sono rivelati errati. O l'esame è stato effettuato su attrezzature scadenti e la donna deve sottoporsi a test di screening in un'altra clinica.

Ad esempio, nelle istituzioni mediche statali, puoi persino ottenere una diagnosi gratuita, ma la qualità delle apparecchiature mediche diagnostiche può essere discutibile, così come lo sono i test di laboratorio utilizzati. Pertanto, prima dell'esame, vale la pena considerare ed eventualmente scegliere una buona clinica pagata in modo che i risultati diagnostici e la loro interpretazione non siano in dubbio.

In terzo luogo, aumento dei rischi: questo non significa la presenza al cento per cento della malattia. Molti fattori di salute negativi possono essere corretti. In questo caso, il medico selezionerà le raccomandazioni individuali a cui la donna incinta dovrebbe aderire. A volte la correzione consiste solo nel cambiare lo stile di vita, l'alimentazione, ridurre lo stress fisico e psicologico. "AltraVita" fornisce servizi diagnostici durante la gravidanza al massimo livello, nonché consulenze di specialisti esperti altamente qualificati.

E 'Importante Conoscere La Pianificazione

Quali sono i benefici e i rischi del pomodoro fresco e di tutti i suoi derivati ​​durante la gravidanza: è possibile bere succo, mangiare pomodoro salato e botte

Concezione

I pomodori sono molto popolari. Berry, ma in cucina si riferisce alle verdure, contiene molti elementi utili, vitamine, fa parte della maggior parte dei piatti culinari.

Sottobicchieri da bagno

Analisi

Prodotti selezionati 32 di 32Nuove recensioniTega Baby Poggiapiedi Forest Fairy TaleUn buon supporto stabile, non scivola né sulle piastrelle né sul laminato (a volte lo usiamo al posto di una sedia quando il bambino si sta mettendo le scarpe).

Cause di ipertonicità uterina durante la gravidanza, sintomi, come alleviare l'ipertonicità

Infertilità

Quasi ogni donna che deve diventare madre, almeno una volta, ha riscontrato una condizione come l'aumento del tono uterino.

Come "bagnare" adeguatamente il test))

Infertilità

Molti produttori di test affermano che i loro risultati sono accurati al 99%. Ma studi di prova hanno dimostrato che non è così. Dei 18 test studiati, solo uno era abbastanza sensibile da rilevare i livelli di hCG..